Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ufficio Stampa Teatro Regio Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ufficio Stampa Teatro Regio Tue, 23 Jul 2019 05:14:33 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/97/1 Roberto Bolle and Friends al Teatro Regio di Parma 22, 23, 24 ottobre 2015 Tue, 30 Jun 2015 18:11:28 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/358376.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/358376.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

 

ROBERTO BOLLE AND FRIENDS

Biglietti in vendita dal 9 luglio

Prelazione per gli abbonati del Teatro Regio di Parma dal 2 al 8 luglio 2015

Teatro Regio di Parma

giovedì 22, venerdì 23, sabato 24 ottobre 2015, ore 20.00

 

 

Roberto Bolle porta per la prima volta sul palcoscenico del Teatro Regio di Parma il gala Roberto Bolle and Friends giovedì 22, venerdì 23, sabato 24 ottobre 2015, alle ore 20.00.

 

L’étoile del Teatro alla Scala e Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York sarà affiancato da ballerini di fama internazionale, provenienti dalle migliori compagnie di balletto del mondo, in un ricco programma di pas de deux e assoli, tratti dal repertorio classico, moderno e contemporaneo. Lo spettacolo, prodotto da Artedanza, che riscuote grande successo in tutto il mondo, è un’occasione preziosa per ammirare le più famose stelle del balletto in uno straordinario confronto di tecniche, scuole e stili.

 

I biglietti saranno in vendita da giovedì 9 luglio 2015 presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma e online su ticketone.it. Gli abbonati del Teatro Regio di Parma (ParmaDanza 2015, Stagione Lirica 2015, Festival Verdi 2015) potranno acquistare in prelazione un biglietto per ogni abbonamento da giovedì 2 a mercoledì 8 luglio 2015.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.it �“ www.teatroregioparma.it  �“ www.ticketone.it

 

 

   

 

 

 Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su f_logo  Twitter youtube Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

 

 

]]>
European Opera Days e Festa dell'Europa 2015 Fri, 08 May 2015 17:43:32 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/353416.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/353416.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

                                                                                                                 logopera_small[1]

 

EUROPEAN OPERA DAYS 2015

Parma, Parco Ducale

sabato 9 maggio, a partire dalle ore 15.30

ingresso libero

 

Il Teatro Regio di Parma partecipa per la prima volta alle Giornate Europee dell’Opera, che si celebrano sabato 9 maggio 2015 e coinvolgono quest’anno 100 teatri di 24 diversi paesi europei con oltre 1000 eventi gratuiti offerti al pubblico per appassionare all’opera lirica.

 

Una festa in musica realizzata dal Comune di Parma, dall’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare e dalla Fondazione Teatro Regio di Parma, che quest’anno coincide la Festa dell’Europa, in occasione del 65° anniversario della Dichiarazione di Schuman, che pose le basi dell’Unione Europea.

 

Gli European Opera Days 2015 si ispirano al tema I giardini della musica ed è per questo che a ospitare il denso calendario di appuntamenti musicali oltre che di spettacoli, giochi, visite guidate, incontri aperti a tutti a ingresso libero per tutto il pomeriggio a partire dalle ore 15.30 sarà il Parco Ducale di Parma.

 

In programma una passeggiata musicale che condurrà all’incontro con la danza d’improvvisazione del chitarrista Michele Bonifati con la danzatrice Sara Ippolito (Palazzetto Eucherio Sanvitale, ore 15.30), con il Trio Amadei e i burattini di Patrizio Dall’Argine e Veronica Ambrosini in Verdi! sulle note delle ouverture da La forza del destino, Nabucco, I masnadieri di Giuseppe Verdi e da Tannhäuser  di Richard Wagner (Palazzetto Eucherio Sanvitale,16.30), con i solisti e gli ensemble del Liceo Musicale Attilio Bertolucci, e in chiusura con il concerto live-trio di Tim McMillan (Spazio Concerti ore 19.00). Incontri sullo stesso viale con artisti acclamati e giovani talenti, in un percorso realizzato con ParmaJazz Frontiere, Barezzi Live, Società dei Concerti di Parma.

 

La giornata sarà raccontata e condivisa sui social media dai “reporter” del Liceo Artistico “Paolo Toschi” di Parma.

 

Quattro i concerti degli ensemble del Liceo Musicale “Attilio Bertolucci” che si susseguiranno nello Spazio Concerti: alle 16.00 lo swing di Glenn Miller, Duke Ellington, George Gershwin, Joe Garland con la Bertolucci Swing Band diretta da Alessandro Creola; ouverture, medley e suite dalle opere di Rossini, Bizet e Bernstein saranno interpretate dalla Bertolucci Wind Band diretta da Isabella Consoli, Valentino Spaggiari; alle ore 17.15 i ventotto elementi dell’Orchestra da camera Bertolucci diretta da Stefano Franceschini interpreteranno il primo movimento della Sinfonia n.1 e l’ouverture dall’opera Egmont  di Beethoven e il primo movimento della Sinfonia n. 8 in si minore, D. 759 “Incompiuta” di Schubert. Alle ore 18.00 l’Ensemble Percussioni Bertolucci diretto da Roger Catino eseguiranno musiche di Ennio Morricone dal film I pirati dei Caraibi.

 

Musiche di Bach, Bartòk e Piazzolla saranno interpretate alle ore 17.30 al Tempietto di Arcadia dal duo dei Solisti Bertolucci composto da Tommaso Olivieri al flauto e Deniz Mastropietro alla chitarra. A seguire, alle ore 18.00, i Solisti Casa della Musica e Società dei Concerti Davide Rivera al flauto, Filippo Di Domenico al violoncello e il duo composto dalla cantante Maria Novella Malfatti accompagnata alla chitarra da Arody Garcia si alterneranno nell’interpretazione di musiche di Telemann, Bach, Honnegger, Kodàly, De Falla e Bellini.

Subito dopo, alle ore 18.30 il Quintetto d’Archi Bertolucci (violini Simili Marta, Medas Davide, Brivio Laura, viola Azzone Felicia, violoncello Carolina Merlo, contrabbasso Nicole Brandini) diretto da Michele Pinto eseguirà il Concerto per archi in re maggiore RV 121 e il Concerto per archi in sol maggiore “Alla Rustica” di Vivaldi, il Canone in re maggiore Pachelbel, Take five di Desmond, per finire con Nothing else matters dei Metallica

 

In caso di maltempo la Festa dell’Europa e degli European Opera Days si terrà al Teatro Regio.

 

La Festa dell’Europa 2015 si è avvalsa della preziosa collaborazione di Università degli Studi di Parma, Comando Provinciale dei Carabinieri di Parma,  Provincia di Parma, Istituzione Casa della Musica, Biblioteche Comunali (Alice, Internazionale Ilaria Alpi e Guanda), Fondazione Collegio Europeo e Scuola dell’Europa che hanno contribuito ad arricchire e valorizzare il programma della giornata e delle iniziative collaterali.

 

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

 

]]>
Balletto dell'Opera di Kiev - Il lago dei cigni Thu, 07 May 2015 09:35:06 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/353212.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/353212.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

   http://comunicati.net/allegati/160084/image001.jpg

 

IL BALLETTO DELL’OPERA DI KIEV

INTERPRETA IL LAGO DEI CIGNI

Teatro Regio di Parma

venerdì 8, sabato 9 maggio 2015, ore 20.00

 

 

Con Il lago dei cigni del Balletto dell’Opera di Kiev, in scena al Teatro Regio di Parma venerdì  8 (turno A) e sabato 9 maggio (turno B), alle ore 20.00, il festival ParmaDanza si conclude presentando il più celebre classico del repertorio tardo-romantico.

 

Il balletto su partitura di Čajkovskij ottenne grande successo grazie alla revisione del libretto e alla nuova concezione coreografica del maître de ballet Marius Petipa, che avvalendosi della collaborazione del suo assistente Lev Ivanov per gli atti bianchi, lo riallestì nel 1895 presso i Teatri Imperiali di San Pietroburgo. Da allora il balletto è tra i più celebri e amati, anche per il lirismo della sua sinossi, che vede al centro della vicenda la principessa Odette, costretta a vivere con sembianze di Cigno bianco a causa di un maleficio del mago Rothbart. Il principe Siegfried si innamora perdutamente della principessa-cigno quando la  incontra sulle rive di un lago, ma il giuramento per liberarla dall’incantesimo con la fedeltà del suo amore si infrange all’apparizione di Odile, il Cigno nero, che lo strega con la sua somiglianza a Odette.

 

Il Balletto dell’Opera di Kiev, nato agli inizi del Novecento e strettamente legato alla grande scuola russa, avendo goduto degli ultimi influssi dello stile imperiale e successivamente della tradizione sovietica, presenta Il lago dei cigni nella versione coreografica mutuata dall’originale di Petipa-Ivanov, con interventi di inizio Novecento di Aleksandr Gorskij. 

 

Due gli appuntamenti de La danza dietro le quinte con il Balletto dell’Opera di Kiev. È riservata agli allievi delle scuole di danza la Masterclass con Tatiana Beletskaya, maître de ballet della Compagnia, che si terrà sabato 9 maggio alle ore 10.30 nella Sala di scenografia del Teatro Regio: una lezione nel segno della tradizione classica, con esercizi alla sbarra e al centro per apprendere la tecnica e lo stile del balletto russo. Sabato 9 maggio, alle ore 17.00, nella Sala di scenografia del Teatro Regio, gli oltre 50 ballerini della compagnia ucraina apriranno eccezionalmente la loro classe al pubblico, per far conoscere la tecnica e lo stile della grande tradizione russa. La partecipazione alla masterclass è gratuita e riservata agli allievi delle scuole di danza di livello avanzato, la prenotazione è obbligatoria. La partecipazione alla classe aperta è libera sino a esaurimento posti, la prenotazione è consigliata. Per informazioni e prenotazioni tel. 0521 203903, promozioneculturale@teatroregioparma.org

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma e Fondazione Monte di Parma. Major partner Fondazione Cariparma. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con Ater.

 

Promozioni e agevolazioni per i giovani, gli allievi delle scuole di danza e i lavoratori in stato di disoccupazione, cassa integrazione, mobilità.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.it

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/regioparma


 

Teatro Regio di Parma
venerdì 8 maggio 2015, ore 20.00 turno A

sabato 9 maggio 2015, ore 20.00 turno B

 

 

BALLETTO DELL’OPERA DI KIEV

 

Il lago dei cigni

 

 

Coreografia
LEV IVANOV, MARIUS PETIPA, ALEKSANDR GORSKIJ

 

Musica

PËTR IL’IC CAJKOVSKIJ

 

Scene e costumi

MARIIA LEVYTSKA

 

Luci

IGOR SAMARETS

 

 

 

 

La danza dietro le quinte

 

Sala di scenografia del Teatro Regio di Parma

sabato 9 maggio 2015, ore 10.30

Classe aperta del Balletto dell’Opera di Kiev

È una delle compagnie classiche più note dell’Est Europa il Balletto dell’Opera di Kiev, depositario della grande tradizione russa. Tecnica e stile da ammirare nella classe aperta al pubblico, con gli oltre cinquanta ballerini impegnati negli esercizi alla sbarra e al centro con l’accompagnamento della musica dal vivo eseguita la pianoforte.

 

Sala di scenografia del Teatro Regio di Parma

sabato 9 maggio 2015, ore 17.00

Masterclass con i maîtres del Balletto dell’Opera di Kiev

L’occasione di apprendere direttamente elementi di tecnica e stile del balletto russo è offerta agli allievi delle scuole di danza dalla masterclass tenuta dai maîtres del Balletto dell’Opera di Kiev. Una lezione nel segno della grande tradizione russa, con esercizi alla sbarra e al centro.

 

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

]]>
Arte e vita allo specchio nel Lago dei cigni di Fabrizio Monteverde Thu, 30 Apr 2015 19:04:52 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/352708.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/352708.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

   

 

ARTE E VITA ALLO SPECCHIO

NEL LAGO DEI CIGNI DI FABRZIO MONTEVERDE

DANZATO DAL BALLETTO DI ROMA

Teatro Regio di Parma

martedì  5 maggio 2015, ore 20.00

 

 

Con Il Lago dei cigni ovvero Il canto di Fabrizio Monteverde, il Balletto di Roma debutta al Festival ParmaDanza, martedì 5 maggio alle ore 20.00 (turno B).

 

Il coreografo italiano, ispiratosi liberamente al classico del balletto su musica di Čajkovskij, ne ha intrecciato la storia al dramma in atto unico Il canto del cigno dello scrittore russo Anton Čechov. Protagonista del balletto diviene così gruppo di danzatori ormai anziani, impegnati nelle prove del loro ultimo Lago dei cigni, che nella fiaba originariamente coreografata da Marius Petipa rileggono il loro passato in uno struggente percorso memoriale in cui arte e vita paiono riflettersi.

 

Il lago dei cigni, in cui il libretto di Petipa e la musica di Čajkovskij si fondono con mirabile fluidità - spiega il coreografo - ben si presta a essere punto di partenza per una riflessione sul sottile, inscindibile rapporto che lega arte e vita. Capolavoro del teatro di danza, perfetta sintesi di composizione accademica e notturno romantico, Il lago dei cigni è una fiaba senza lieto fine, in cui i due protagonisti Siegfried e Odette pagano con la vita l’amore che li lega, anche se i loro spiriti risorgono e si avviano uniti verso una felicità ultraterrena”.

 

Compagnia tra le più vivaci del panorama italiano, attualmente diretta da Roberto Casarotto, dagli anni Sessanta a oggi il Balletto di Roma ha esplorato nuovi sentieri della danza italiana, grazie alle creazioni di brillanti coreografi. Tra questi Fabrizio Monteverde, che per l’ensemble romano ha firmato molti successi. Una spiccata propensione per la rilettura di classici della danza e della letteratura messi in scena con occhio da regista oltre che da coreografo, Monteverde ha voluto misurarsi con il titolo più noto e amato del repertorio ballettistico tardo-romantico.

 

Il Balletto di Roma aprirà al pubblico la sua classe martedì 5 maggio 2015, alle ore 17.00 (e non alle 17.30 come precedentemente annunciato), nella Sala di scenografia del Teatro Regio di Parma, un’occasione per conoscere la compagnia nel lavoro di preparazione allo spettacolo, anche attraverso l’introduzione di una delle sue danzatrici, che aiuterà gli spettatori ad entrare nello spirito dello spettacolo in scena la sera stessa. La partecipazione alle classe aperta è libera, la prenotazione è consigliata. Per informazioni e prenotazioni tel. 0521 203903, promozioneculturale@teatroregioparma.org

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma e Fondazione Monte di Parma. Major partner Fondazione Cariparma. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con Ater.

 

Promozioni e agevolazioni per i giovani, gli allievi delle scuole di danza e i lavoratori in stato di disoccupazione, cassa integrazione, mobilità.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.it  

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/regioparma

 

 

 

Teatro Regio di Parma

martedì  5 maggio 2015, ore 20.00 turno B

 

BALLETTO DI ROMA

 

Il lago dei cigni ovvero Il canto 

 

liberamente ispirato al balletto Il lago dei cigni

e all’atto unico di Anton Čechov Il canto del cigno

 

Coreografia e regia

Fabrizio Monteverde 

 

Musiche

Pëtr Il’ič Čajkovskij

 

Costumi

Santi Rinciari

 

Light designer

Emanuele De Maria

 

Allestimento scenico

Fabrizio Monteverde

 

Assistente alle coreografie

Sarah Taylor

 

Costumi realizzati da

Opificio della Moda e del Costume

 

Realizzazione maschere

Crea Fx effetti speciali

 

Video realizzati da

Matteo Carratoni e Michele Innocente

 

Interpreti

Roberta De Simone (Odette), Mirko De Campi (Siegfried)

Anna Manes (Odile), Luca Pannacci (Rothbart)

 

Placido Amante, Marcos Becerra, Michele Cascarano,

Monika Lepisto, Valentina Pierini, Azzurra Schena,

Raffaele Scicchitano, Sophie Tonello,

Claudia Vecchi, Stefano Zumpano

 

 

La danza dietro le quinte

 

Sala di scenografia del Teatro Regio di Parma

martedì 5 maggio 2015, ore 17.00, ingresso libero

Classe aperta del Balletto di Roma

A ParmaDanza per la prima volta, il Balletto di Roma offre al pubblico la possibilità di assistere alla propria classe: gli esercizi alla sbarra e al centro saranno introdotti e commentati da una danzatrice della compagnia. La contestuale presentazione de Il lago dei cigni ovvero ll canto aiuterà gli spettatori ad entrare nello spirito dello spettacolo in scena la sera stessa a Teatro Regio.

 

 

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

]]>
La Compagnia Virgilio Sieni in Dolce vita. Archeologia della Passione Mon, 27 Apr 2015 18:33:28 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/352307.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/352307.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

   

 

LA COMPAGNIA VIRGILIO SIENI IN DOLCE VITA

DANZA LA PASSIONE DI CRISTO E IL CAMMINO DELL’UOMO

Teatro Regio di Parma

giovedì 30 aprile 2015, ore 20.00

 

 

Con Dolce vita. Archeologia della passione la Compagnia Virgilio Sieni Danza debutta al Festival ParmaDanza, giovedì 30 aprile 2015, alle ore 20.00 (turno B) al Teatro Regio di Parma.

 

Lo spettacolo creato da Virgilio Sieni, coreografo e danzatore protagonista della scena contemporanea e Direttore della Biennale Danza di Venezia, racconta un viaggio che riflette sul dolore e la bellezza, la pietà e la leggerezza, mettendo in relazione due storie: la passione di Cristo e il cammino dell’uomo, attraverso i modi e i riti del presente. Un viaggio in cinque tappe: Annuncio, Crocifissione, Deposizione, Sepoltura, Resurrezione, accompagnate dalla musica originale di Daniele Roccato, da lui eseguita dal vivo al contrabbasso. Cinque stazioni del racconto evangelico messe in relazione con altrettanti movimenti del corpo: gli otto danzatori in scena agiscono in gruppo all’interno di uno spazio da cui entrare e uscire, definito dal susseguirsi dei cinque quadri coreografici. Le cesure tra le cinque azioni creano una soglia, un luogo di vestizione in cui mettersi a nudo e prepararsi a un cambiamento, lasciando tracce, a terra o sul corpo dell’altro.

 

“Lo spettacolo si forma cercando di far coincidere due strade parallele - racconta il coreografo - proponendo due narrazioni adiacenti che si sviluppano nel riversarsi l’una nell’altra. I cinque quadri coreografici si inoltrano nel racconto evangelico della passione di Gesù e allo stesso tempo ricercano il senso della comunità attraverso un arcipelago di avvicinamenti, tangenze, riconoscimenti, solidarietà, complicità, sguardi. La comunità di danzatori si muove come un unico corpo, attraversano il vacuum dello spazio lasciando tracce di umanità, un richiamo che affonda le sue radici nel desiderio di memoria. Così la coreografia nasce e trapassa all’istante, tracciando una mappa archeologica del corpo che tenta di indicarci un sentiero possibile di adiacenza della danza alla vita, della vita al corpo, delle azioni alla bellezza e alla tragedia. I cinque quadri che compongono lo spettacolo attraversano i volti sbiancati dei danzatori, le bocche sfumate dal rosso delle labbra, lo sguardo sgomento. Così le parti coreografiche si presentano come altrettanti appunti, sopralluoghi nel territorio della storia e nello spazio dell’oggi: annunciano il desiderio di appartenere a un corpo risorgendo al gesto ed evaporando in un continuo inarrestabile di figure”.

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma e Fondazione Monte di Parma. Major partner Fondazione Cariparma. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con Ater.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.it

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/regioparma

 

 

 

 

Teatro Regio di Parma
giovedì 30 aprile 2015, ore 20.00 turno B

 

 

COMPAGNIA VIRGILIO SIENI DANZA

 

Dolce vita 

Archeologia della Passione

 

Coreografia
VIRGILIO SIENI

 

Interpretazione e collaborazione
RAMONA CAIA, CLAUDIA CALDARANO, GIULIA MUREDDU

SARA SGUOTTI, MARJOLEIN VOGELS, JARI BOLDRINI

MAURIZIO GIUNTI, GIULIO PETRUCCI

Musica composta ed eseguita dal vivo al contrabbasso
DANIELE ROCCATO


Luci
FABIO SAJIZ, VIRGILIO SIENI

 

Costumi
GIULIA BONALDI

 

Maschera
GIOVANNA AMOROSO & ISTVAN ZIMMERMANN PLASTIKART STUDIO

 

Allestimento
VIVIANA RELLA

 

Produzione Compagnia Virgilio Sieni 
Collaborazione alla produzione Romaeuropa Festival, Ert Emilia Romagna Teatro, Associazione Teatrale Pistoiese
La Compagnia è sostenuta da Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo,
Regione Toscana, Comune di Firenze

 

 

 

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

]]>
Aterballetto danza il mito di don Chisciotte secondo Eugenio Scigliano Fri, 24 Apr 2015 12:22:43 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/352046.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/352046.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

   

 

ATERBALLETTO DANZA IL MITO DI DON CHISCIOTTE

SECONDO EUGENIO SCIGLIANO

Teatro Regio di Parma

martedì 28 aprile 2015, ore 20.00

 

 

S’ispira al mito dell’hidalgo Don Q. Don Quixote de la Mancha, la creazione di Eugenio Scigliano per la Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto, in scena al Teatro Regio di Parma per il Festival ParmaDanza martedì 28 aprile 2015 alle ore 20.00 (turno A).

 

Il coreografo, autore di punta della compagnia reggiana diretta da Cristina Bozzolini, pone al centro della sua creazione l’eroe letterario di Cervantes, che non abdica ai propri ideali. Don Q. diviene simbolo di un particolare tipo umano, il sognatore, elevato a mito capace di attraversare epoche e culture proprio in virtù della sua natura.

Con una colonna sonora di musiche spagnole composte tra XVII secolo e oggi, Scigliano sceglie di restare fedele alla vicenda letteraria, rappresentando, sullo sfondo di una Spagna d’epoca in rapido mutamento, pronta ad abbandonare regole e valori, un Don Quixote che combatte l’angoscia e l’incertezza di tempi, restando fedele ai suoi sogni e alla propria moralità, per poi regalarne i segreti al fedele Sancho Panza, che imparerà a godere della bellezza del mondo per sopravvivere alle fatiche dell’esistenza. Allo stesso modo il Cavaliere di Scigliano incarna l’essenza dell’artista, il potere della sensibilità e la capacità di tener desto, nonostante tutto, uno sguardo di meraviglia sul mondo.

 

Il ritorno della Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto è l’occasione per due nuovi appuntamenti de La danza dietro le quinte nella Sala di scenografia del Teatro Regio. Lunedì 27 aprile 2015, alle ore 18.30, il maître de ballet Arturo Cannistrà terrà un workshop riservato agli allievi delle scuole di danza, che potranno misurarsi con lo stile della compagnia, su sequenze coreografiche tratte dal repertorio di Aterballetto, in una lezione della durata di due ore. La partecipazione è gratuita e la prenotazione è obbligatoria. Martedì 28 aprile 2015, alle ore 15.45 la Compagnia apre la sua classe ad appassionati e allievi delle scuole di danza, che potranno seguirne gli esercizi alla sbarra e al centro con accompagnamento musicale; la lezione sarà seguita da una conversazione introduttiva al balletto Don Q., in scena la sera stessa. La partecipazione è gratuita e la prenotazione è consigliata (Tel. 0521 203903, promozioneculturale@teatroregioparma.org).

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma e Fondazione Monte di Parma. Major partner Fondazione Cariparma. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con Ater.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.it

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/regioparma

 

 

 

Teatro Regio di Parma
mercoledì 15 aprile 2015 alle ore 20.00 turno A

 

FONDAZIONE NAZIONALE DELLA DANZA /

ATERBALLETTO

 

Direttore artistico CRISTINA BOZZOLINI

 

Don Q.

Don Quixote de la Mancha

 

Coreografia
EUGENIO SCIGLIANO

 

Musica
KIMMO POHJONEN e musica classica spagnola

 

Scene e luci
CARLO CERRI

 

Video
CARLO CERRI E OOOPSTUDIO

 

Costumi
KRISTOPHER MILLAR, LOIS SWANDALE

 

Danzatori
NOEMI ARCANGELI, SAUL DANIELE ARDILLO, DAMIANO ARTALE,

HEKTOR BUDLLA, ALESSANDRO CALVANI, MARTINA FORIOSO, JOHANNA HWANG, PHILIPPE KRATZ, MARIETTA KRO, INA LESNAKOWSKI, VALERIO LONGO,
IVANA MASTROVITI, RICCARDO OCCHILUPO, GIULIO PIGHINI, ROBERTO TEDESCO, 

LUCIA VERGNANO, SERENA VINZIO, CHIARA VISCIDO

 

Realizzazione costumi Sartoria Aterballetto, Giuseppina Carbosiero, Francesca Messori
Realizzazione scene Minelli Restauratori (Gubbio)
Scenografie Peroni

 

 

La danza dietro le quinte

 

Sala di scenografia del Teatro Regio di Parma

lunedì 27 aprile 2015, ore 18.30

Workshop con FND / Aterballetto a cura di Arturo Cannistrà

Già danzatore di punta di Aterballetto, Arturo Cannistrà offre agli allievi delle scuole di danza l’opportunità di misurarsi

con lo stile unico della compagnia attraverso un workshop della durata di due ore.

Dopo una classe preparatoria, i partecipanti potranno misurarsi con sequenze coreografiche

tratte dai più celebri titoli e dalle ultime creazioni del repertorio di Aterballetto.

 

Sala di Scenografia del Teatro Regio di Parma

sabato 28 aprile 2015, ore 15.45, ingresso libero

Classe aperta di FND / Aterballetto

Compagnia di punta della scena italiana e con un profilo sempre più internazionale,

Aterballetto apre la sua classe ad appassionati e allievi delle scuole di danza.

L’ora di preparazione che prevede esercizi alla sbarra e al centro con accompagnamento musicale,

sarà seguita da una conversazione introduttiva al balletto Don Q, in scena la sera stessa.

 

 

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

]]>
A ParmaDanza la Traviata di Monica Casadei Mon, 20 Apr 2015 19:02:04 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/351556.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/351556.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

   

 

LA COMPAGNIA ARTEMIS DANZA

PORTA IN SCENA IL DRAMMA DI VIOLETTA

NELLA TRAVIATA DI MONICA CASADEI

Teatro Regio di Parma

giovedì 23 aprile 2015, ore 20.00 turno B

 

 

Dopo il debutto con Tosca X, la compagnia Artemis Danza torna al festival ParmaDanza, giovedì 23 aprile alle ore 20.00 (turno B) al Teatro Regio, con Traviata.

 

Primo capitolo della trilogia dedicata a Giuseppe Verdi, Traviata di Monica Casadei è legata a doppio filo al dramma di Violetta Valéry, al centro dell’azione drammaturgica e coreografica. Intorno a lei, moltiplicata in tanti elementi femminili contemporaneamente in scena, si consuma il conflitto tra singolo e collettività, pubblica facciata e privato sentire.

«Una Traviata letta dal punto di vista di Violetta - racconta Monica Casadei -. Violetta al centro di una società maschilista espressa da un coro in nero. Violetta moltiplicata in tanti elementi femminili, in tanti spaccati di cuore. Violetta disprezzata, che anela, pur malata, pur cortigiana, a qualcosa di puro. Violetta contro cui si scagliano le regole borghesi espresse dal padre di Alfredo, Giorgio Germont, emblema di una società dalla morale malsana. Una società in cui per certi versi si rispecchia a distanza anche la nostra. Ed ecco Violetta in mezzo ad altre Violette, gonna bianca, gonna della festa, gonna del libiam, ma anche del dolore, di un assolo danzato di schiena, in cui assolo significa solitudine, viaggio verso la morte, cammino verso il proprio funerale: e intanto ascoltiamo l’Addio, del passato».

Cuore del dramma resta la partitura di Verdi, proposta in varie edizioni e con le sue arie più celebri, secondo una drammaturgia musicale curata da Alessandro Taverna e rielaborata da Luca Vianini.

«Una storia - scrive Francesca Pedroni - in cui scorre il senso della fine ad ogni alzar di calice. Nulla si risolve. È tardi. È tardi. Dietro i valzer, il male che attende. Dietro le feste e la forma, il marciume di una società in vendita, vuota, scintillante».

 

La Compagnia Artemis Danza / Monica Casadei promuove il progetto Body of Evidence riconoscendo e appoggiando il lavoro dell’Associazione Centro Antiviolenza di Parma che, da oltre 20 anni, si occupa di accogliere e ospitare le donne vittime di violenza. Per informazioni www.acavpr.it 

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma e Fondazione Monte di Parma. Major partner Fondazione Cariparma. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con Ater.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.it

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/regioparma

 

 

Teatro Regio di Parma
giovedì 23 aprile 2015 alle ore 20.00 turno B

 

 

COMAPGNIA ARTEMIS DANZA /

MONICA CASADEI

 

Traviata

 

Coreografia, regia, scene, luci e costumi
MONICA CASADEI

 

Musiche
GIUSEPPE VERDI

 

Elaborazione musicale
LUCA VIANINI

 

Drammaturgia musicale
ALESSANDRO TAVERNA

 

Assistente alla coreografia

CAMILLA NEGRI

 

Compagnia Artemis Danza

Francesca Cerati, Vittorio Colella, Melissa Cosseta, Roberta De Rosa,

Carlotta Dazzi, Andrea Dionisi, Gloria Dorliguzzo, Francesca Lastella,

Samuel Moretti, Francesca Ruggerini, Angela Valeria Russo,

Emanuele Serrecchia, Filippo Stabile, Francesca Ugolini

 

Anime di Artemis

Allievi di CID Accademia Danza e Spettacolo, FlexPoint Studio Danza a.s.d,

Centro Studi Danza Spazioottoquattro A.S.D.

 

 

Produzione Compagnia Artemis Danza / Monica Casadei

Coproduzione Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

Con il contributo di Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo,

Regione Emilia-Romagna-Assessorato alla Cultura, Provincia e Comune di Parma

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

]]>
Il circo coreografico de L’éolienne danza con l’arte in Marie-Louise Fri, 17 Apr 2015 21:36:30 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/351413.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/351413.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

   http://comunicati.net/allegati/159304/cs Il circo coreografico de L'olienne danza con l'arte in Marie-Louise.....docximage001.jpg@01D07943.870DC260

 

IL CIRCO COREOGRAFICO DE L’ÉOLIENNE

DANZA CON L’ARTE IN MARIE-LOUISE

Per la danza dietro le quinte:

acrobazia, teatro, coreografia in equilibrio per i più piccoli

Teatro Regio di Parma

martedì 21 aprile 2015, ore 20.00

 

 

Con lo spettacolo Marie-Louise della compagnia francese L’Éolienne, il circo coreografico debutta al festival ParmaDanza martedì 21 aprile 2015, ore 20.00 (turno B) al Teatro Regio.

Marie-Louise è l’espressione francese usata per indicare lo spazio tra il telaio e il dipinto. Lo spettacolo è infatti un viaggio sensoriale ed emotivo nella storia dell’arte e della pittura, che dà corpo all’immaginario iconografico di Hieronymus Bosch, Miró, Egon Schiele, Edward Hopper e molti altri pittori.

«In un’epoca in cui la frenesia è un modo di vivere» racconta la coreografa Florence Caillon, «l’atto di contemplare mi sembra più che mai necessario. Ho immaginato Marie-Louise come un dipinto del mondo: con frammenti di immagini, primi piani, gesti, qualche risata ... Raffiguro un universo mai esplorato abitato da gente bizzarra, con luci brillanti o in controluce. Voglio ritrarre gli esseri umani, le loro indecisioni, i fallimenti, le speranze, i dubbi e le ostinazioni».

 

I dipinti proiettati sullo sfondo di un grande schermo si caricano così di suggestioni, animati dalle coreografie che i danzatori/acrobati disegnano sulle note di brani musicali che evocano le opere stesse.

 

Florence Caillon descrive il proprio lavoro quale “circo coreografico” dalla fine degli anni Novanta, quando inizia la sua ricerca di un movimento suggerito da artisti di diversa provenienza: acrobati, giocolieri, danzatori classici e contemporanei. Dopo gli spettacoli Séquences e Jardins d’Eden, Marie-Louise fa propria questa nuova cifra e la arricchisce di un nuovo universo: la pittura. Votato all’eliminazione delle barriere tra le forme d’arte, il “circo coreografico” sta in equilibrio tra la tecniche della danza e le abilità circensi dalle quali prende in prestito i codici e i linguaggi. Un genere squisitamente francese, ancora poco conosciuto nel nostro Paese. La compagnia L’Éolienne lo elabora da oltre un ventennio, dagli esordi come collettivo di strada, e accoglie acrobati, contorsionisti, giocolieri e musicisti che utilizzano i diversi codici  della danza, della parola, del gesto, della musica.

 

Con l’arrivo al festival ParmaDanza della compagnia L’Éolienne, La danza dietro le quinte prosegue con un appuntamento specialmente dedicato ai bambini. Martedì 21 aprile 2015, alle ore 11.00, nella sala di scenografia del Teatro Regio di Parma, gli artisti dell’ensemble francese presenteranno una dimostrazione dal titolo L’Eolienne: danza, acrobazia, teatro, in equilibrio per i più piccoli. Un piccolo compendio dello spettacolo Marie-Louise in scena al Festival, per offrire agli allievi della scuola primaria un saggio delle tecniche acrobatiche al suolo. La partecipazione è a ingresso libero, la prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: tel. 0521 203903, promozioneculturale@teatroregioparma.org

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma e Fondazione Monte di Parma. Major partner Fondazione Cariparma. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con Ater.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.it

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/regioparma

 

 

 

Teatro Regio di Parma
martedì 21 aprile 2015 alle ore 20.00 turno B

 

 

L’EOLIENNE

 

Marie-Louise

Circo coreografico

 

Ideazione e coreografia

FLORENCE CAILLON

 

Musiche originali
XAVIER DEMERLIAC e FLORENCE CAILLON

 

Luci
OMINIQUE MARÉCHAL, GILLES MOGIS

 

Costumi
FLORA LOYAU

 

Interpreti
LAURA COLLIN, ARNAUD JAMIN, SÉBASTIEN JOLLY, VICTORIA-BELLEN MARTINEZ, MARION SOYER, GUILLAUME VARIN

 

Tecnici
XAVIER BERNARD-JAOUL, GRÉGORY DESFORGES

 

Coproduzione Le Rive Gauche, scène conventionnée pour la danse, St Etienne du Rouvray, Le Grand Theatre de Lorient.

Con il sostegno di La DRAC, Regione Haute-Normandie, Consiglio generale di Seine Maritime e ADAMI
Ulteriore sostegno di Carré Magique de Lannion, La Gare de Fontenay le Comte e La Passerelle de Mauléon.Ringraziamenti a Dominique Boivin, Robert Labaye, Paul Grenier, Le Théâtre Ephéméride, Zoé Maistre.

L’EOLIENNE è una compagnia sostenuta dal Ministero della Cultura �“ DRAC Haute Normandie, dal Consiglio Regionale Haute Normandie, dal Consiglio Generale di Seine Maritime e dalla Città di Rouen.

 

 

 

Sala di scenografia del Teatro Regio di Parma

martedì 21 aprile 2015, ore 11.00, ingresso libero

 

L’Éolienne: danza, acrobazia, teatro, in equilibrio per i più piccoli

In un piccolo compendio dello spettacolo Marie-Louise in scena al Festival, la compagnia francese L’Eolienne offre ai bambini della scuola primaria un saggio delle tecniche acrobatiche al suolo. Una speciale occasione che la compagnia offre per far conoscere un linguaggio ancora poco conosciuto in Italia, nel quale i francesi sono maestri, che unendo danza, acrobazia e teatro, è capace di emozionare un pubblico vasto e senza età.

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma e Fondazione Monte di Parma. Major partner Fondazione Cariparma. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con Ater.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.it

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/regioparma

 

 

 

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

]]>
INVITO: presentazione del Festival Verdi 2015 Fri, 17 Apr 2015 20:47:46 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/351411.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/351411.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

 

 

 

Federico Pizzarotti

Presidente Fondazione Teatro Regio di Parma

Sindaco di Parma

 

Anna Maria Meo

Direttore generale Fondazione Teatro Regio di Parma

 

sono lieti di invitare la S.V.

alla conferenza stampa di presentazione del

 

FESTIVAL VERDI

1-31 ottobre 2015

 

 

Ridotto del Teatro Regio di Parma

mercoledì 22 aprile 2015, ore 17.30

 

 

Interverranno

 

Federico Pizzarotti

Presidente Fondazione Teatro Regio di Parma

Sindaco di Parma

 

Anna Maria Meo

Direttore generale Fondazione Teatro Regio di Parma

 

Barbara Minghetti

Consulente sviluppo e progetti speciali Fondazione Teatro Regio di Parma

 

Laura Maria Ferraris

Assessore alla cultura Comune di Parma

 

   

 

 

        Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

 

]]>
A ParmaDanza 2015 Carolyn Carlson coreografa e interprete di Short Stories Wed, 15 Apr 2015 20:28:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/351178.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/351178.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

   http://comunicati.net/allegati/159184/image001.jpg

 

A PARMADANZA 2015 CAROLYN CARLSON

COREOGRAFA E INTERPRETE DI SHORT STORIES

Per la danza dietro le quinte masterclass con Céline Maufroid

Teatro Regio di Parma

venerdì 17 aprile 2015, ore 20.00 turno A

sabato 18 aprile 2015, ore 20.00 turno B

 

 

Carolyn Carlson torna al Teatro Regio di Parma per il festival ParmaDanza con la sua compagnia, venerdì 17 (turno A) e sabato 18 aprile 2015 (turno B) alle ore 20.00, interprete e coreografa di Short Stories: un programma di assoli al femminile che rappresenta esemplarmente la sua poetica.

 

Tre le miniature create da Carolyn Carlson per sé e per due delle sue più sensibili interpreti: l’italiana Sara Orselli e la francese Céline Maufroid, entrambe figure di spicco della Carolyn Carlson Company.

Apre la serata Mandala, che affascina lo spettatore con il suo ritmo ipnotico, sottolineato dalla musica di Michael Gordon. Sara Orselli dà corpo a questo assolo, risultato della complicità che la lega a Carolyn Carlson da un quindicennio. Si percepisce un cuore che batte, pulsante vita, in un corpo ondeggiante di volteggi. Al cerchio dell’ensō, che simboleggia sia l’universo sia il gesto artistico perfetto, si aggiunge il riferimento agli agroglifi, motivi circolari apparsi nei campi di grano. Manifestazioni geometriche dalle origini misteriose, quasi messaggi emessi da una forza dello spirito venuta forse da un altrove, sembrano volerci ricordare le forze sconosciute intorno a noi.

Di Immersion, assolo su musica originale di Nicolas de Zorzi, l’interprete è la stessa Carlson. Eterna “water lady”, la danzatrice e coreografa incarna il gesto puro, unico come il movimento acquatico nella sua metamorfosi infinita. Al suono delle onde la protagonista sembra immergersi nella propria fluidità, nell’intensa presenza delle sue profondità insondabili. Preludio alla creazione eau interamente dedicata all’elemento naturale prediletto, con questo assolo l’artista offre la visione di una danza animata dalla forza vitale dell’acqua.

Con Wind Woman, altro assolo su musica originale Nicolas de Zorzi, Carolyn Carlson esplora il senso dell’effimero del vento, che può mostrarsi nella sua estrema dolcezza quanto nella sua forza terribile. L’interprete, Céline Maufroid, si è messa all’ascolto dei respiri che ci circondano e di quelli che emaniamo dal nostro interno perché ogni essere vivente, con la respirazione, è una macchina che crea vento. Wind Woman rivolge a ciascuno di noi un invito ad ascoltare, a sentire il respiro del mondo e della propria anima.

 

Sempre fedele al suo stile, vestale di una danza densa di spiritualità, che lei preferisce definire “poesia visiva”, Carolyn Carlson continua ad affascinare per la libertà espressiva e la forza dell’improvvisazione. Da sempre l’artista si sente “nomade”, da quando giovanissima lasciò la sua California per trasferirsi a New York dal maestro Alwin Nikolais e diventarne la danzatrice simbolo. Nell’amata Europa è stata protagonista di alcune tra le più significative esperienze artistiche e didattiche degli ultimi decenni: dal gruppo di ricerche teatrali GRTOP all’Opéra di Parigi, alla presenza veneziana fondante del teatro danza italiano prima al Teatro La Fenice e poi con l’Accademia Isola Danza, fino alla residenza nella Finlandia dei suoi avi a gettare il seme della nuova danza scandinava.

 

L’arrivo a Parma di Carolyn Carlson sarà l’occasione di un nuovo appuntamento de “La danza dietro le quinte”. Domenica 19 aprile 2015 alle ore 11.00, nella Sala di scenografia del Teatro Regio, Céline Maufroid terrà una masterclass della durata di due ore rivolta agli allievi delle scuole di danza. Improntato allo stile e alla tecnica di Carolyn Carlson, “il corso fornirà ai partecipanti diversi spunti per mescolare circolazione, fluidità e impegno nel movimento, per risvegliare e affinare la percezione e l'ascolto del gesto", anticipa la docente. La partecipazione alla masterclass è libera, la prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni tel. 0521 203903, promozioneculturale@teatroregioparma.org

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma e Fondazione Monte di Parma. Major partner Fondazione Cariparma. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con Ater.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.it

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/regioparma

 

 

Teatro Regio di Parma
venerdì 17 aprile 2015 alle ore 20.00 turno A

sabato 18 aprile 2015 alle ore 20.00 turno B

 

CAROLYN CARLSON COMPANY

Short stories 

 

Immersion


Coreografia e interpretazione CAROLYN CARLSON 

Musica originale NICOLAS DE ZORZI 

Luci GUILLAUME BONNEAU
 

In collaborazione con Théâtre National de Chaillot, Parigi

 

Wind Woman


Coreografia CAROLYN CARLSON 

Interpretazione CÉLINE MAUFROID 

Musica originale NICOLAS DE ZORZI 

Luci GUILLAUME BONNEAU
 

Con il sostegno di Teatro di San Carlo, Napoli

 

Mandala


Coreografia CAROLYN CARLSON 

Interpretazione SARA ORSELLI 

Musica MICHAEL GORDON, Weather parts 3 & 1 

Costumi CHRYSTEL ZINGIRO 

Luci FREDDY BONNEAU
 

In collaborazione con l’Atelier de Paris-Carolyn Carlson

                                                                                 

Produzione delegata Carolyn Carlson Company 
Produzione originale Centre Chorégraphique National Roubaix Nord-Pas de Calais 

 

 

Sala di scenografia del Teatro Regio di Parma

domenica 19 aprile 2015, ore 11.00

Masteclass con Carolyn Carlson Company

A cura di Céline Maufroid

La compagnia di Carolyn Carlson offre agli allievi delle scuole di danza una masterclass di contemporaneo

improntata allo stile e alla tecnica della grande coreografa e danzatrice della durata di due ore.

A tenerla Céline Maufroid, protagonista di uno dei tre assoli femminili di Short Stories, lo spettacolo presentato a ParmaDanza.

 

 

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

]]>
Artemis Danza/Monica Casadei presenta in prima assoluta a ParmaDanza Tosca X Sun, 12 Apr 2015 12:53:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/350804.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/350804.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

 

   http://comunicati.net/allegati/158988/image001.jpg

 

LA COMPAGNIA ARTEMIS DANZA / MONICA CASADEI

PRESENTA IN PRIMA ASSOLUTA A PARMADANZA 2015 TOSCA X

Per la danza dietro le quinte, incontro con la coreografa e danzatrice

Teatro Regio di Parma

mercoledì 15 aprile 2015, ore 20.00

 

 

La Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei presenta in prima assoluta a ParmaDanza Tosca X, in scena al Teatro Regio di Parma mercoledì 15 aprile 2015 alle ore 20.00 (turno A).

 

Tosca X apre il progetto che Monica Casadei ha creato ispirandosi all’opera di Giacomo Puccini  con segno impetuoso ed empatico, proseguendo il percorso di indagine che da diverse stagioni l’appassiona: la relazione tra il gesto coreografico e la parola drammaturgica. Un nesso, quello tra fisicità e drammaturgia, particolarmente forte nell’opera più drammatica di Giacomo Puccini, che concentra tensioni e sfide tra opposti. Sono proprio le accentazioni del secondo atto, che resta il nucleo della pièce, ad interessare Monica Casadei, per la partitura musicale quanto per il fiume di dramma e sadismo che racconta. L’elaborazione musicale con l’inserimento di tracce contemporanee e con la reiterazione di parole significanti del libretto origina una nuovo tappeto sonoro nel quale si impongono con forza i protagonisti, Tosca e Scarpia, che per la prima volta in Monica Casadei sono identificati come personaggi riconoscibili.

 

Dominante la figura di Scarpia, il barone avido di potere e di brama di possesso, che giganteggia crudelmente tanto da far pensare a molti che sia lui, piuttosto che Tosca, il vero protagonista dell’opera. All’inerme artista, che con la sua lirica romanza “Vissi d’arte” piange la propria vulnerabilità, sono invece riservati gli accenti più intimi, malinconici, struggenti. Proprio in questo contrasto di personalità, che nell’opera si affrontano musicalmente e drammaturgicamente nel secondo atto, si rintraccia l’intuizione artistica della Tosca X di Artemis Danza, sviluppata sul contrasto tra estremi. Il sadismo, la crudeltà, la ferocia dell’essere umano, indagati senza intenti morali, ma con interesse clinico per l’energica potenza che generano, si pongono come sentimenti centrali di questa rilettura dell’opera pucciniana, costruita sulla tensione del rapporto tra il carnefice e la sua vittima.

 

Coreografie energiche e fulminee, toniche e nervose corrispondono all’azione drammatica concitata e al ritmo musicale impetuoso della pièce. Una danza corale, gonfia di impulsi e passioni, istintiva e a tratti selvaggia, che fa un uso vorticoso dello spazio. La contrapposizione è con assoli rarefatti e delicati, puri e sensibili, per corpi fragili e indifesi dai quali scaturisce una danza dell’anima con la disarmata Tosca a resistere nel mezzo. La scrittura coreografica è stavolta concepita e realizzata sulle caratteristiche fisiche e le individualità artistiche dei singoli danzatori.

 

Al genere “maschile” delle coreografie di gruppo e a quello invece “femminile” degli assoli in esse racchiusi, prestano corpi e anime gli interpreti della Compagnia, da sempre riconoscibili per la muscolare virilità dei danzatori e l’amazzone fierezza delle danzatrici.

 

La Compagnia Artemis Danza / Monica Casadei promuove il progetto Body of Evidence riconoscendo e appoggiando il lavoro dell’Associazione Centro Antiviolenza di Parma che, da oltre 20 anni, si occupa di accogliere e ospitare le donne vittime di violenza. Per informazioni www.acavpr.it 

 

Proseguono gli appuntamenti de La danza dietro le quinte: lunedì 13 aprile 2015, ore 18.00, con ingresso libero al Gran Caffè del Teatro, Monica Casadei presenterà le sue creazioni ispirate al melodramma in programma a ParmaDanza: Tosca X, in prima assoluta al Teatro Regio di Parma, e Traviata. Le due protagoniste femminili, reinterpretate e danzate con la forza della contemporaneità, saranno occasione per una riflessione sulla poetica della coreografa, che si racconta al pubblico dialogando con Valentina Bonelli.

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma e Fondazione Monte di Parma. Major partner Fondazione Cariparma. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con Ater.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.it

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/regioparma

 

 

Teatro Regio di Parma
mercoledì 15 aprile 2015 alle ore 20.00 turno A

 

COMPAGNIA ARTEMIS DANZA / MONICA CASADEI

Tosca X

 

Coreografia, regia, luci, scene e costumi Monica Casadei

Musica Giacomo Puccini

Elaborazione musicale Luca Vianini

 

Sartoria Silvana Ceriati

Assistente alle coreografie Camilla Negri

 

Compagnia Artemis Danza Francesco Saverio Cavaliere, Francesca Cerati, Francesco Colaleo,

Vittorio Colella, Roberta De Rosa, Andrea Dionisi, Gloria Dorliguzzo, Maxime Freixas, Samuel Moretti,

Teresa Morisano, Giulio Petrucci, Andrea Rampazzo, Angela Valeria Russo, Emanuele Serrecchia,

Filippo Stabile, Francesca Ugolini

 

Anime di Artemis Carlotta Dazzi, Alessandro Pelosi, Anna Giulia Restano, Laura Tanzi, Carlotta Veronesi, Giselle Zanazzi e gli allievi del CID �“ Accademia Danza e Spettacolo

 

Coproduzione Lugo Opera Festival, Festival La Versiliana

In collaborazione con Teatro Comunale di Bologna, AMAT & Teatro dell’Aquila/Comune di Fermo,

Ordine degli Architetti di Parma

 

Con il contributo di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo,

Regione Emilia-Romagna - Assessorato alla Cultura

 

Prima assoluta

 

 

 

Gran Caffè del Teatro

lunedì 13 aprile 2015, ore 18.00, ingresso libero

Conversazione con Monica Casadei / Compagnia Artemis Danza

Monica Casadei presenta le sue creazioni ispirate al melodramma in programma a ParmaDanza: Tosca X, in prima assoluta al Teatro Regio di Parma, e Traviata. Le due protagoniste femminili, reinterpretate e danzate con la forza della contemporaneità, saranno occasione per una riflessione sulla poetica della coreografa, che si racconta al pubblico dialogando con Valentina Bonelli.

 

 

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

]]>
Aterballetto a ParmaDanza con SENTieri, Vertigo, Rain Dogs Thu, 09 Apr 2015 18:11:20 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/350642.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/350642.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

   http://comunicati.net/allegati/158920/image001.jpg

 

ATERBALLETTO IN SCENA A PARMADANZA 2015 CON

SENTieri DI PHILIPPE KRATZ, VERTIGO DI MAURO BIGONZETTI,

RAIN DOGS DI JOHAN INGER

Per la danza dietro le quinte, classe aperta e workshop a cura di Arturo Cannistrà

Teatro Regio di Parma

sabato 11 aprile 2015, ore 20.00

 

 

La Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto torna al festival ParmaDanza con due spettacoli, il primo dei quali sabato 11 aprile 2015 alle ore 20.00 (turno B), quando i ventuno danzatori della compagnia reggiana diretta da Cristina Bozzolini, interpreteranno il trittico coreografico SENTieri di Philippe Kratz, Vertigo di Mauro Bigonzetti, Rain Dogs di Johan Inger.

 

Su musiche di Frédéric Chopin, Alessandro Grisendi, Greg Haines, Dmitri Yanov-Yanovsky, l’emergente coreografo e danzatore di spicco della compagnia Philippe Kratz mette in danza per otto danzatori di SENTieri, memorie ed emozioni di una formazione cosmopolita, vissuta tra la Germania multiculturale dov’è nato e il Canada dei suoi studi di danza. Dice Kratz presentando la sua nuova creazione: “Un unico ricordo di una situazione vissuta può contenere una moltitudine di emozioni. Quando mi tornano alla mente momenti della mia infanzia li rivivo intensamente, sento di nuovo la mia risata, il salato delle lacrime sulle labbra, la curiosità agitare lo stomaco, l’amarezza del mio malcontento... A volte però non è la memoria ad accendere in me quelle sensazioni, al contrario sono le emozioni del momento che riportano in vita lontani ricordi: in quel preciso istante mi accorgo di aver già provato questa sensazione di irrequietezza, beatitudine, vergogna, soddisfazione, ho la consapevolezza di esserci già passato ed è bello sentire che mai dimenticherò certe stazioni della mia vita, i passi e le tappe che mi hanno fatto crescere, tra lacrime e sorrisi.”

 

Mauro Bigonzetti, a lungo direttore e coreografo di Aterballetto che ne ha segnato profondamente lo stile, firma il toccante passo a due Vertigo. L’idea dell’artista, che ha scelto musiche di Dmitrij Šostakovič, è di spingere all’estremo, fino alla soglia della vertigine appunto, i corpi dei danzatori, così che tecnica ed espressività si fondano completamente, senza che l’una prevalga sull’altra. La sensibile Noemi Arcangeli e l’aitante Philippe Kratz  interpretano il doppio volto della miniatura mettendone in risalto intimità e vigore.

 

Nel titolo che chiude la serata, Rain Dogs, firmato da uno dei più brillanti coreografi del momento, lo svedese Johan Inger. protagonista una selezione di celebri songs di Tom Waits, scelti per rappresentare l’incertezza e lo smarrimento del vivere contemporaneo nelle più diverse sfumature, tra ironia e drammaticità, leggerezza e disperazione. «Ho pensato �“ scrive Inger - che se fossi riuscito a cogliere questi stati d’animo allora, forse, sarei riuscito a dar corpo alla mia creazione. Il carattere esotico di Tom Waits richiama gli Stati Uniti di Charles Bukowski, i toni e i colori che la sua voce riesce a catturare suggeriscono continue associazioni. C’è qualcosa di estremamente terreno e allo stesso tempo intellettuale e acuto nelle canzoni del cantautore americano e ho sentito che la sua voce dialogava bene con il mio movimento e il mondo che immaginavo, che le sue storie e i suoi ritmi erano in sintonia con il mio linguaggio e la mia idea. Non è la prima volta che porto in scena temi come la solitudine e le relazioni, ma in questo caso la musica mi ha permesso di trovare una via diversa, attraverso un’altra prospettiva: quella di Tom Waits. Grazie a lui non è stato affatto difficile connettere la musica alla danza».

 

Due gli appuntamenti de La danza dietro le quinte con Aterballetto, nella Sala di scenografia del Teatro Regio: lunedì 27 aprile alle ore 18.30 Arturo Cannistrà, già danzatore di punta di Aterballetto, offre agli allievi di livello avanzato delle scuole di danza l’opportunità di misurarsi con lo stile unico della compagnia attraverso un workshop intensivo gratuito della durata di due ore (la prenotazione è obbligatoria); martedì 28 aprile 2015 alle ore 15.45 la Compagnia apre a tutti gli appassionati la sua classe, che sarà seguita da una conversazione introduttiva al balletto Don Q, in scena la sera stessa (la prenotazione è consigliata). Per informazioni e prenotazioni tel. 0521 203903, promozioneculturale@teatroregioparma.org

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma e Fondazione Monte di Parma. Major partner Fondazione Cariparma. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con Ater.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.it

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/regioparma

 

 

 

 

Teatro Regio di Parma
sabato 11 aprile 2015, ore 20.00 turno A

FONDAZIONE NAZIONALE DELLA DANZA / ATERBALLETTO

SENTieri, Vertigo, Rain Dogs

 

SENTieri

 

Coreografia Philippe Kratz

Musiche Frédéric Chopin, Alessandro Grisendi,

Greg Haines, Dmitri Yanov-Yanovsky

Luci Carlo Cerri

Interpreti Daniele Ardillo, Damiano Artale, Martina Forioso,

Marietta Kro, Ivana Mastroviti, Riccardo Occhilupo,

Lucia Vergnano, Serena Vinzio

 

Vertigo

 

Coreografia Mauro Bigonzetti

Musica di Dimitrij Šostakovič

Luci Carlo Cerri

Interpreti Noemi Arcangeli, Philippe Kratz

 

Rain Dogs

 

Coreografia Johan Inger

Musica Tom Waits

Scene e costumi Johan Inger
Luci Peter Lundin

Interpreti Saul Daniele Ardillo, Hektor Budlla, Martina Forioso,

Johanna Hwang, Philippe Kratz, Ivana Mastroviti, 

Riccardo Occhilupo, Roberto Tedesco, Serena Vinzio

 

 

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

]]>
Al via ParmaDanza 2015 e La danza dietro le quinte Thu, 02 Apr 2015 19:24:14 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/350188.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/350188.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

   

 

PARMADANZA 2015

Due prime assolute, dieci compagnie, dodici titoli

in un programma che coniuga tradizione e contemporaneità.

Per La danza dietro le quinte incontri, classi aperte e masterclass

Teatro Regio di Parma

9 aprile �“ 9 maggio 2015

 

 

Due prime assolute, dieci compagnie, dodici titoli: dal 9 aprile al 9 maggio 2015 torna ParmaDanza, con un programma che coniuga tradizione classica e coreografie contemporanee, con protagonisti étoiles, coreografi e compagnie nazionali e internazionali.

 

Alessandra Ferri con Trio ConcertDance  inaugura il festival giovedì 9 aprile in prima assoluta. L’amata étoile italiana ha concepito il suo nuovo spettacolo insieme al virtuoso argentino Herman Cornejo, Principal dancer dell’American Ballet Theatre. Con loro il pianista americano Bruce Levingston, tra i più avventurosi interpreti del repertorio contemporaneo, accompagnato dai Solisti dell’Opera Italiana. Suggerito dalle corrispondenze tra danza e musica, il programma presenta brani dei coreografi del momento: i maestri Russell Maliphant e Angelin Preljocaj e gli emergenti Demis Volpi e Fang-Yi Sheu.

 

La Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto torna al festival con due programmi. Sabato 11 aprile la compagnia presenta una serata a tre titoli. Philippe Kratz, elemento di spicco della compagnia, firma SENTieri, brano d’insieme intriso di ricordi di un’infanzia cosmopolita. Vertigo è una miniatura coreografica creata da Mauro Bigonzetti per una coppia di danzatori, in bilico tra seducente intimismo e potenza espressiva. Rain Dogs, del coreografo svedese Johan Inger, traduce in una danza dai toni dolcemente scanzonati i celebri songs di Tom Waits.

Martedì 28 Aprile la compagnia presenta il titolo a serata intera Don Q. (Don Quixote de la Mancha) di Eugenio Scigliano, giovane e già affermato coreografo italiano, che ha ideato un balletto dai toni vivacemente attuali e dall’estroso stile coreografico, scandito da musiche spagnole di ieri e di oggi, nutrito dello spirito idealista dell’hidalgo di Cervantes.

 

Con la sua compagnia Artemis Danza, Monica Casadei debutta al festival con due spettacoli che rivelano la sua passione per le eroine del melodramma, indagate con sguardo contemporaneo e sensibilità femminile. Mercoledì 15 Aprile, in prima assoluta, Tosca X, che inaugura una nuova trilogia pucciniana, pone al centro dell’azione il conflitto drammatico tra Scarpia e la cantante, simbolicamente contrapposti nella scrittura coreografica. In Traviata, giovedì 23 Aprile, Titolo centrale della personale trilogia verdiana di Monica Casadei, danza e opera duettano e nel conflitto tra società e individuo emerge il grido di dolore di un’odierna Violetta.

 

Vestale di un teatro di danza che lei stessa preferisce definire “poesia visiva”, Carolyn Carlson torna a ParmaDanza con Short Stories venerdì 17 e sabato 18 Aprile: un programma di assoli femminili, suadente e rarefatto come nel suo inconfondibile stile. In Immersion è la stessa Carlson, eterna “water lady”, a personificare il movimento acquatico nella sua infinita metamorfosi, al suono delle onde. In Wind Woman il senso effimero del vento, ora dolce ora violento, è incarnato dalla giovane danzatrice Céline Maufroid. In Mandala, la storica interprete Sara Orselli volteggia ondeggiando, dando corpo ai simboli dei misteri dell’universo.

 

Con la compagnia francese L’Eolienne il circo coreografico debutta al Teatro Regio martedì 21 aprile. Esempio dell’originale incontro tra gesto danzato e movimento acrobatico, Marie-Louise è il viaggio nella storia della pittura di danzatori classici e contemporanei, acrobati e giocolieri, che danno vita ai quadri di Hieronymus Bosch, Egon Schiele, Mirò, Edward Hopper, reinterpretati tra temi, segni e immagini contemporanee. “Un dipinto del mondo, abitato da gente bizzarra”, secondo l’autrice Florence Caillon.

 

Autore tra i più celebrati e internazionali della scena italiana, Virgilio Sieni debutta al festival giovedì 30 aprile con la sua creazione, Dolce Vita. Archeologia della Passione. Per gli otto interpreti della compagnia che porta il suo nome, il direttore della Biennale Danza di Venezia ha concepito un viaggio fisico e spirituale in cinque tappe e due direzioni: la storia di Cristo e il cammino dell’uomo, attraverso i modi e i riti del presente. Annuncio, Crocifissione, Deposizione, Sepoltura, Resurrezione: sono le stazioni del racconto evangelico che diventano quadri coreografici, attraversati dalla comunità dei danzatori in movimento come un unico corpo, sulla musica di Daniele Roccato eseguita dal vivo al contrabbasso. 

 

Compagnia tra le più vivaci della scena italiana, il Balletto di Roma debutta a ParmaDanza con Il lago dei cigni, ovvero Il canto martedì 5 maggio. È l’ultima creazione di uno dei più originali coreografi italiani, Fabrizio Monteverde, che ispirandosi liberamente al classico del balletto su musica di Čajkovskij, ha voluto trovarvi eco dello struggente lirismo dello scrittore russo Anton Čechov, autore del dramma in atto unico Il canto del cigno. In palcoscenico per il coreografo è dunque un gruppo di anziani danzatori impegnati nelle prove del loro ultimo Lago dei cigni, che diventa inevitabilmente un percorso memoriale di arte e di vita.

 

La versione originale de Il lago dei cigni è in cartellone al festival venerdì 8, sabato 9 maggio nell’interpretazione del Balletto dell’Opera di Kiev. La compagnia ucraina presenta il classico dei classici su partitura di Pëtr Il’ič Čajkovskij nell’edizione più vicina all’originale imperiale, con le firme dei maîtres de ballet Marius Petipa per gli atti cortigiani e Lev Ivanov per gli atti bianchi e la revisione di inizio secolo di Aleksandr Gorskij.

 

Completa il cartellone di ParmaDanza 2015 il programma di incontri, classi aperte e masterclass de La danza dietro le quinte, con le compagnie e gli artisti protagonisti del Festival. Dal 7 aprile al 9 maggio 2015 occasioni preziose per il pubblico di appassionati e curiosi per scoprire e conoscere da vicino ensemble internazionali e ballerini al lavoro quotidiano nelle classi con l’accompagnamento della musica dal vivo e per gli allievi delle scuole di danza che potranno studiare con i maîtres di balletto classico e danza contemporanea. La partecipazione alle masterclass è gratuita e riservata agli allievi delle scuole di danza di livello avanzato, la prenotazione è obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni tel. 0521 203903, promozioneculturale@teatroregioparma.org

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma e Fondazione Monte di Parma. Major partner Fondazione Cariparma. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con Ater.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.it;

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/regioparma

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

]]>
L'elisir d'amore inaugura la Stagione Lirica 2015 del Teatro Regio di Parma Mon, 16 Mar 2015 19:06:51 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/348376.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/348376.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

 

   http://comunicati.net/allegati/157947/cs L'elisir d'amore inaugura la Stagione Lirica 2015 del Teatro Regio di....docimage002.jpg@01D02B75.37A4F570

 

L’ELISIR D’AMORE INAUGURA LA STAGIONE LIRICA 2015

Jessica Nuccio, Celso Albelo, Julian Kim, Roberto de Candia

interpretano il capolavoro di Gaetano Donizetti

diretti da Francesco Cilluffo

Teatro Regio di Parma

22, 26, 29, 31 marzo 2015

 

 

La Stagione Lirica 2015 del Teatro Regio di Parma inaugura domenica 22 marzo alle ore 20.00 (repliche il 26, 29 e 31 marzo) con L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, nell’allestimento realizzato dal Teatro Regio nel 1988, che torna in scena a Parma dopo 12 anni, in coproduzione con la Fondazione Teatro Comunale di Modena, con la regia di Marcello Grigorov, le scene e i costumi di Nica Magnani, le luci di Andrea Borelli. Sul podio dell’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna e del Coro del Teatro Regio di Parma preparato da Martino Faggiani, Francesco Cilluffo dirige il cast di interpreti composto da Jessica Nuccio (Adina), Celso Albelo (Nemorino), Julian Kim (Belcore), Roberto de Candia (Il dottor Dulcamara),  Eleonora Contucci (Giannetta).

 

Composta in poche settimane per sostituire un altro titolo in programma al Teatro alla Canobbiana di Milano, l’opera andò in scena per la prima volta il 12 maggio del 1832. Il libretto di Felice Romani si rifaceva a quello scritto da Eugène Scribe per l’opera Le philtre di Daniel Auber. Fu subito un grande successo cui seguirono ben trentadue repliche, con meraviglia dello stesso Donizetti cui la città non aveva risparmiato, in precedenza, aspre critiche. Un successo interminato per un classico dell’Opera, tra i più amati e rappresentati nei teatri di tutto il mondo.

 

«Possiamo definire L’elisir d’amore – racconta Francesco Cilluffo – un’opera buffo-romantica in cui si intrecciano stili ed elementi diversi tra loro, frutto di una felice intuizione di Donizetti che, insieme a Romani, innestano in una storia leggera e a tratti macchiettistica, momenti romantici con incursioni nel patetismo (la romanza di Nemorino “Una furtiva lagrima” ne è uno dei massimi esempi): una cifra estremamente moderna che oggi ritroviamo, per esempio, nelle serie televisive di maggiore successo. L’approccio nel dirigere quest’opera, riproposta in un allestimento che vanta una lunga storia, muove imprescindibilmente dalla partitura, tenendo però conto delle più recenti acquisizioni della filologia musicale, che mi hanno guidato nella scelta, per esempio, di aprire alcuni tagli di tradizione, come il quartetto del secondo atto e nei tempi che preparano ai grandi finali di primo e secondo atto dell’opera».

 

«Questa edizione de L’elisir d’amore – spiega Marcello Grigorov – vuole essere un omaggio a Donizetti: per scelta registica tutte le azioni sono infatti contenute nel garbo e nel rispetto dello svolgimento dei temi musicali in cui si intrecciano accadimenti realistici e situazioni buffe, realizzando uno spettacolo in cui la raffinatezza abbia anche una sua gentilezza, una storia da seguire con il sorriso sulle labbra e con qualche risata».

 

Si rinnova sabato 21 marzo alle ore 17.00 al Ridotto del Teatro Regio, con ingresso libero, l’appuntamento di presentazione dell’opera in Prima che si alzi il sipario, nel quale lo storico della musica Giuseppe Martini, ne metterà in luce gli aspetti salienti. L’incontro sarà arricchito dall’esecuzione dal vivo di alcuni brani, interpretati dal soprano Giovanna Iacobellis, dal tenore Lorenzo Caltagirone e dal baritono Lorenzo Bonomi, allievi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, accompagnati al pianoforte da Paolo Gobbi e coordinati da Donatella Saccardi.

 

Sarà allestita presso le sale del Ridotto del Teatro Regio, in occasione del debutto dell’opera, la mostra “Benedette queste carte! – L’elisir d’amore a Parma dal 1834 al 2003”, realizzata in collaborazione con l’Istituzione Casa della Musica e con l’Associazione Sostenitori del Teatro Regio di Parma. La mostra, curata da Giuseppe Martini, racconterà la storia delle rappresentazioni del capolavoro di Donizetti al Teatro Regio di Parma, dalla prima assoluta nel 1834 alla produzione del 2003, attraverso documenti, manifesti, alcuni costumi di scena di Artemio Cabassi, articoli storici, bozzetti, figurini provenienti dall’Archivio e dall’Archivio Storico del Teatro Regio, dalla Sezione musicale della Biblioteca Palatina, dall’Emeroteca della Biblioteca Civica ed altre istituzioni e prestatori. La mostra sarà visitabile con ingresso libero fino al 30 maggio 2015 dal martedì a sabato, dalle ore 10.00 alle 13.00 (ultimo ingresso 12.30) e dalle 15.00 alle 18.00 (ultimo ingresso ore 17.30), nell’ambito del percorso di visita del Teatro Regio.

 

In occasione della recita del 26 marzo il Gran Caffè del Teatro sarà aperto al pubblico a partire dalle ore 18.00 per l’Aperitivo all’Opera: un’occasione per ritrovarsi e trascorrere in compagnia i momenti che precedono lo spettacolo.

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma e Fondazione Monte di Parma. Major partner Fondazione Cariparma.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.it;

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/regioparma

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

 

 

]]>
Online per sette giorni il documentario "In corso d'Opera" realizzato dal Regiuo da Touring Club Italiano e National Geographic Traveller Mon, 26 Jan 2015 10:04:21 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/343878.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/343878.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

   http://comunicati.net/allegati/155977/cs Online per sette giorni il documentario di In corso d'Opera.docimage002.jpg@01D02B75.37A4F570

 

ON LINE PER SETTE GIORNI 

IN CORSO D’OPERA – IL DOCUMENTARIO

Sul profilo youtube del Teatro il video scritto e diretto da Mark Perna,

realizzato da Touring Club Italiano in collaborazione con National Geographic Traveller,

che racconta l’eccellenza nella creazione di un’Opera al Teatro Regio di Parma

 

 

È disponibile online solo per i prossimi sette giorni sul profilo youtube del Teatro Regio di Parma il documentario scritto e diretto da Mark Perna realizzato al Teatro Regio di Parma da Touring Club Italiano in collaborazione con National Geographic Traveller, che racconta artigianalità e maestria della creazione scenica dell’opera La forza del destino, in scena al Festival Verdi recentemente conclusosi.

 

Un racconto carico di emozioni che porta alla scoperta del lavoro dietro le quinte di scenografi, costumisti, truccatori, attrezzisti, tecnici, che, con il regista, il direttore d’orchestra, mimi, ballerini, cantanti, danno vita a quello spettacolo complesso e affascinante che è l’opera lirica.

Primo numero dell’ampio progetto che è stato presentato con successo in anteprima in un partecipato incontro al Ridotto del Teatro Regio di Parma, cui sono intervenuti Federico Pizzarotti, Sindaco di Parma e Presidente della Fondazione Teatro Regio di Parma, Franco Iseppi, Presidente Touring Club Italiano, Laura Maria Ferraris, Assessore alla cultura del Comune di Parma, Isabella Brega, Caporedattore centrale di Touring.

 

Trenta minuti in presa diretta, per raccontare dal vero l’alta artigianalità, il lavoro e le emozioni nei camerini, nelle sale prove, in sartoria, in sala trucco, in palcoscenico.

 

Partito da Parma e dal legame con Giuseppe Verdi, In corso d’Opera è ora disponibile per coloro che non hanno potuto essere presenti all’incontro e potrà essere visto e condiviso per i prossimi sette giorni. Non tardate, venite a scoprire l’emozione dell’Opera!

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

 

 

]]>
In corso d'Opera: il progetto del TCI al Teatro Regio di Parma Wed, 21 Jan 2015 19:04:37 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/343588.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/343588.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

   http://comunicati.net/allegati/155896/cs In corso d'Opera.docimage002.jpg@01D02B75.37A4F570

 

IN CORSO D’OPERA

Il progetto del Touring Club Italiano racconta

l’eccellenza nella creazione di un’Opera al Teatro Regio di Parma

Ridotto Teatro Regio di Parma

venerdì 23 gennaio 2015, ore 17.00, ingresso libero

 

 

Sarà presentato venerdì 23 gennaio alle ore 17.00 al Ridotto del Teatro Regio di Parma, con ingresso libero, In corso d’Opera, il nuovo progetto del Touring Club Italiano che mette in luce il made in Italy dell’Opera: il lavoro d’artista delle maestranze specializzate e degli artisti, che danno vita in ogni teatro all’allestimento di un’opera lirica, uno dei tesori della cultura italiana.

 

Protagonista del numero zero del progetto, con un servizio di 12 pagine pubblicato sul numero di gennaio del mensile Touring, è proprio il Teatro Regio di Parma, raccontato nel fervore delle prove de La forza del destino in scena al Festival Verdi recentemente conclusosi. L’incontro – a cui interverranno Federico Pizzarotti, Sindaco di Parma e Presidente della Fondazione Teatro Regio di Parma, Franco Iseppi, Presidente Touring Club Italiano, Laura Maria Ferraris, Assessore alla cultura del Comune di Parma, Isabella Brega, Caporedattore centrale di Touring – sarà l’occasione per scoprire il lavoro di scenografi, costumisti, truccatori, attrezzisti, tecnici, che, con il regista, il direttore d’orchestra, mimi, ballerini, cantanti, danno vita a quello spettacolo complesso e affascinante che è l’opera lirica.

 

Nel corso dell’incontro, artigianalità e maestria della creazione scenica saranno le protagoniste del documentario di Mark Perna realizzato al Teatro Regio da Touring Club Italiano in collaborazione con National Geographic Traveller durante le prove dell’opera, che in trenta minuti racconta la creazione dell’opera nelle parole dei protagonisti, artisti e tecnici, e nelle immagini raccolte dietro le quinte, nei camerini, nelle sale prove.

 

Parte da Parma e dal legame con Giuseppe Verdi In corso d’Opera. «Qui a Parma anch’io mi sento un artigiano – dichiara nell’articolo pubblicato da Touring Stefano Poda, che ha creato e curato lo spettacolo in tutti i suoi aspetti. C’è un’alchimia speciale, unica, perché i laboratori sono in teatro e lo spettacolo nasce pezzo pezzo in un’unità assoluta di attrezzi, costumi, scenografie, musica. A Parma tutto nasce come un gesto antico, secondo tecniche antiche. E questa è la magia del teatro che deve resistere».

 

Al termine dell’incontro, il pubblico intervenuto riceverà in omaggio il numero di gennaio della rivista Touring.

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

 

 

]]>
INVITO: In corso d'opera TCI Mon, 19 Jan 2015 13:38:59 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/343345.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/343345.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

   Teatro Regio Parma                http://comunicati.net/allegati/155798/image016.jpg                http://www.cradcarim.org/wp-content/uploads/2014/10/TOURING-CLUB-ITALIANO_logo.jpg

 

 

 

Federico Pizzarotti

Sindaco di Parma

Presidente Fondazione Teatro Regio di Parma

 

Franco Iseppi

Presidente Touring Club Italiano

 

 

sono lieti di invitarla

alla presentazione del progetto

IN CORSO D’OPERA

 

venerdì 23 gennaio 2015, ore 17.00

Ridotto del Teatro Regio di Parma

(Strada Garibaldi 16A)

 

 

interverranno

 

 

Federico Pizzarotti

Sindaco di Parma

Presidente Fondazione Teatro Regio di Parma

 

Franco Iseppi

Presidente Touring Club Italiano

 

Laura Maria Ferraris

Assessore alla cultura del Comune di Parma

 

Isabella Brega

Caporedattore centrale di Touring

 

 

 

Si prega gentilmente di confermare la presenza a

Dario De Micheli tel. 0521 203903 promozioneculturale@teatroregioparma.org

 

 

 

 

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

 

 

]]>
Al via la campagna abbonamenti a ParmaDanza 2015 Fri, 16 Jan 2015 18:11:27 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/343248.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/343248.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

http://comunicati.net/allegati/155745/image002.jpg

 

 

Al VIA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI A PARMADANZA 2015

Prelazioni dal 21 al 29 gennaio e nuovi abbonamenti il 30 e 31 gennaio

Biglietti in vendita dal 3 febbraio al Teatro Regio

e online dal 4 febbraio su teatroregioparma.it

 

Al via dal 21 gennaio presso la Biglietteria del Teatro Regio di Parma la campagna abbonamenti a ParmaDanza 2015. Gli abbonati a ParmaDanza 2014 potranno esercitare il diritto di prelazione sino al 29 gennaio; nuovi abbonamenti disponibili il 30 e 31 gennaio.

 

II biglietti per tutte le rappresentazioni saranno in vendita dal 3 febbraio presso la biglietteria del Teatro Regio e dal 4 febbraio on line su teatroregioparma.it.

 

Promozioni e agevolazioni dedicate ai giovani fino a 30 anni, agli allievi delle scuole di danza e ai lavoratori in stato di disoccupazione, cassa integrazione e mobilità.

 

Dal 9 aprile al 9 maggio, ParmaDanza vede protagoniste otto compagnie per dieci titoli e dodici spettacoli. Due le prime assolute: Alessandra Ferri che inaugura il fesrival insieme a Herman Cornejo e Bruce Levingstone con Trio ConcertDance (9 aprile) e la Compagnia Artemis Danza / Monica Casadei che debutta al Regio Tosca X (15 aprile) e presenta anche Traviata (23 aprile). In programma la Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto con SENTieri – Vertigo – Rain Dogs (11 aprile) e Don Q., Don Quixote de la Mancha (28 aprile), Carolyn Carlson Company in Short stories (17 e 18 aprile), L’Eolienne in Marie-Louise (21 aprile), Compagnia Virgilio Sieni Danza in Dolce vita (30 aprile), Balletto di Roma con Il lago dei cigni, ovvero il canto (5 maggio) e il Balletto dell’Opera di Kiev con la versione classica de Il lago dei cigni (8 e 9 maggio).

 

Il Teatro Regio di Parma è sostenuto da Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Major partner Fondazione Cariparma. Il Teatro Regio di Parma è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma, Fondazione Monte di Parma. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con ATER.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma tel. 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.it www.teatroregioparma.it

 

In allegato: Programma ParmaDanza 2015; Informazioni e biglietteria

 

Immagini disponibili su http://www.pinterest.com/teatroregio9/

 

Parma, 16 gennaio 2015

 

Paolo Maier

Ufficio Stampa

Teatro Regio di Parma

strada Garibaldi, 16/A 43121 Parma - Italia
Tel.
+39 0521 203969

Fax +39 0521 203931
p.maier@teatroregioparma.org 

stampa@teatroregioparma.org
www.teatroregioparma.it

seguici su  f_logo  Twitter youtubePinterest

 

]]>
Racconta il Festival Verdi! Il Teatro Regio di Parma, grazie al sostegno di Conad, seleziona un videomaker Fri, 01 Aug 2014 10:53:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/326377.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/326377.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

FESTIVAL VERDI logo                  logo Conad                  TEATRO REGIO logo_LOW

 

 

RACCONTA IL FESTIVAL VERDI 2014!

IL TEATRO REGIO DI PARMA, GRAZIE AL SOSTEGNO DI CONAD,

SELEZIONA UN VIDEOMAKER.

MANDACI IL TUO PORTFOLIO ENTRO 31 AGOSTO 2014

 

Vuoi raccontare una storia? Ti offriamo una trama che da oltre un secolo appassiona il mondo e le chiavi del nostro Teatro, un palcoscenico sempre da svelare.

 

Grazie al sostegno di Conad Centro Nord, sponsor del Festival Verdi 2014, il Teatro Regio di Parma seleziona un videomaker per catturare le emozioni, i protagonisti, l’atmosfera del Festival Verdi. Davanti e dietro le quinte, nei camerini, nei laboratori, in sartoria, durante le prove, tra la gente: ecco il set dove potrai liberare la tua creatività.

 

Come partecipare

 

Invia entro il 31 agosto 2014 a raccontailfestival@teatroregioparma.it il tuo curriculum e il tuo portfolio digitale disponibile su siti, blog o social network dedicati. Entro il 10 settembre 2014 i videomaker selezionati saranno contattati per un incontro; il 13 settembre verrà proclamato il vincitore, che si aggiudicherà il contributo di 1000  messo a disposizione da Conad Centro Nord per seguire il Festival Verdi 2014.

 

Requisiti

 

-          giovani tra 18 e 30 anni che vivono nelle terre di Verdi (province di Parma, Piacenza, Milano);

-          disponibilità dal 15 settembre al 15 novembre 2014;

-          possesso della strumentazione tecnica necessaria;

-          competenze di ripresa, montaggio e postproduzione;

-          competenze giornalistiche;

 

Compiti

 

-          realizzazione di clip (durata da 7’’ a 5’) per raccontare gli appuntamenti del Festival Verdi 2014 (interviste agli artisti, alle maestranze, ai giovani, al pubblico) e l’atmosfera del Festival; le clip saranno, tra l’altro, condivise sui profili social e sul canale ufficiale Youtube del Teatro Regio di Parma e di Conad Centro Nord;

-          realizzazione, al termine del Festival, di video promozionali che raccontino l’essenza del Festival Verdi.

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       ____________________________________

 

     Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

 

 

 

]]>
Premio giornalistico Elena Formica "Leggere la musica" Tue, 08 Jul 2014 13:17:56 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/324012.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/324012.html Ufficio Stampa Teatro Regio Ufficio Stampa Teatro Regio

 

pres verdcom

 

 

 

Premio giornalistico Elena Formica “Leggere la musica”

 

 

Circa otto mesi fa, il 7 dicembre scorso, è scomparsa prematuramente Elena Formica, giornalista e musicista, grande conoscitrice di Giuseppe Verdi, che ha fatto di opera e musica il lavoro e la passione della sua vita. Per ricordarla, l’Associazione Verdissime.com in collaborazione con la Gazzetta di Parma, l’Unione Parmense degli Industriali, il Rotary Club Parma, la Fondazione Teatro Regio di Parma, Classic Voice e con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti dell'Emilia-Romagna bandisce la I edizione del Premio giornalistico Elena Formica “Leggere la musica”.

 

Suddiviso in due fasi, è rivolto a coloro che risiedono in Emilia Romagna e hanno un’età compresa tra i 18 e i 30 anni. Consiste nella scrittura di una recensione in lingua italiana di non oltre 2000 battute (spazi inclusi) di due spettacoli d’opera in programma al Teatro Regio di Parma e al Teatro alla Scala di Milano.

Nella prima fase, i candidati ammessi dovranno assistere alla prova generale de La forza del destino di Giuseppe Verdi al Teatro Regio di Parma martedì 7 ottobre 2014 per poi scrivere il resoconto entro le ore 12.00 del giorno dopo. La Giuria selezionerà per la fase successiva coloro che hanno realizzato i tre articoli migliori e che dovranno assistere alla prova generale di Fidelio di Ludwig van Beethoven al Teatro alla Scala di Milano giovedì 4 dicembre 2014; l’articolo di recensione dovrà essere consegnato il giorno dopo lo spettacolo entro le ore 16.00. La giuria stabiliràquindi tra essi il Primo, Secondo e Terzo premio. La partecipazione al concorso è gratuita.

 

Le candidature devono essere presentate compilando il modulo di partecipazione disponibile sul sito www.verdissime.com e inviandolo entro e non oltre il 30 agosto 2014 via mail a verdissime@semprelibera.com e via posta con lettera raccomandata a: Premio giornalistico Elena Formica “Leggere la musica” Gazzetta di Parma Via Mantova, 68 - 43122 Parma. Le candidature dovranno riportare chiaramente i dati anagrafici, indirizzo di residenza e numero di telefono di riferimento. Al modulo di partecipazione dovrà essere allegato un breve curriculum vitae, evidenziando eventuali esperienze realizzate dal candidato in ambito giornalistico, e alcuni elaborati sul tema opera e musica eventualmente già pubblicati.

Tra le domande pervenute, la giuria ammeterà, in base alla documentazione presentata, non oltre 10 candidati. La Giuria sarà composta da Gian Paolo Minardi che valuterà le competenze storico-musicologiche e da Andrea Estero che si focalizzerà sulle riflessioni e i giudizi dati agli interpreti e alla mise en scène; inoltre ne faranno parte Claudio Rinaldi (Capo Redattore di Gazzetta di Parma) Alessandro Cafiero (Marito di Elena Formica) Carlo Fontana (Amministratore esecutivo della Fondazione Teatro Regio di Parma) Luca Molinari (Consigliere dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna) Sabino Lenoci (Direttore de L’opera) Francesco Monaco (Capo Servizio Spettacoli di Gazzetta di Parma) Mara Pedrabissi (Giornalista di Gazzetta di Parma) Ilaria Notari (Verdissime.com Azucena, Il trovatore) Mauro Balestrazzi (scrittore e giornalista di Classic Voice).

 

La premiazione si terrà al Teatro Regio di Parma martedì 9 dicembre 2014 alle ore 11.00. Le tre recensioni saranno pubblicate su Classic Voice e su Gazzetta di Parma. I premi, 1.500 euro (primo premio), 1.000 euro (secondo premio), 500 euro (terzo premio) sono offerti da: Alessandro Cafiero, Rotary Club Parma, Unione Parmense degli Industriali, Gazzetta di Parma, Verdissime.com.

Il bando è pubblicato sul sito www.verdissime.com, è diffuso sui media nazionali e locali, ed è disponibile in formato cartaceo presso gli enti collaboratori del Premio stesso. Ulteriori informazioni relative al Premio, per quanto non espressamente precisato, potranno essere richieste via mail all’indirizzo verdissime@semprelibera.com.

 

In allegato: Bando Premio giornalistico Elena Formica “Leggere la musica”

 

Parma, 8 luglio 2014

 

 

 

 

 

 

     Paolo Maier

     Ufficio stampa

       _________________________

 

    Teatro Regio di Parma

     strada Garibaldi, 16/A

     43121 Parma - Italia
     Tel.
+39 (0)521 203969

     Fax +39 (0)521 203931
    
p.maier@teatroregioparma.org 

     stampa@teatroregioparma.org
    
www.teatroregioparma.it

    

     seguici su Twitter youtube f_logo Pinterest

 

 

     Questa e-mail ed eventuali allegati sono riservati e ad uso esclusivo del/i destinatario/i. ll presente messaggio non può essere copiato, stampato o inoltrato senza preventiva autorizzazione del mittente. L'uso improprio costituisce violazione della normativa sulla protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e della segretezza della corrispondenza (art. 616 c.p.). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di cancellarlo insieme ad ogni suo allegato, dandocene immediata notizia.

     Il Titolare del trattamento dei dati, ai sensi della Legge, è la Fondazione Teatro Regio di Parma. Lei ha il diritto di ottenere dal titolare la cancellazione, la comunicazione, l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché in generale può esercitare tutti i diritti previsti dall'art.7 del Codice della Privacy Decreto Legislativo n.196/2003: Art. 7.4 Qualora non volesse ricevere alcuna nostra informazione, la preghiamo di inviarci e-mail con in oggetto la parola cancellami.

 

]]>