Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Legacoop Forlì-Cesena Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Legacoop Forlì-Cesena Fri, 27 Nov 2020 11:43:26 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/907/1 Settimana del Buon Vivere: soddisfazione per le presenze Fri, 10 Dec 2010 12:46:23 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/136690.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/136690.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
SODDISFAZIONE PER LA SETTIMANA DEL BUON VIVERE:
PIU' DI 3.500 PERSONE HANNO PARTECIPATO AGLI EVENTI

C'è grande soddisfazione per i risultati della prima edizione della Settimana del Buon Vivere organizzata da Legacoop Forlì-Cesena, LILT e IRST dal 4 al 10 ottobre. Più di 3.500 persone hanno partecipato agli eventi in programma, che hanno attirato l'attenzione dei grandi media nazionali (TG1 e Radio Due). Visitatissimo il sito web. Il ringraziamento a tutti i partner dell'iniziativa.

(Forlì-Cesena, 12/10/2010) �“ C'è grande soddisfazione tra gli organizzatori della Settimana del Buon Vivere, la rassegna su prevenzione, salute e alimentazione organizzata dal 4 al 10 ottobre da Legacoop Forlì-Cesena, LILT e IRST in collaborazione con le Istituzioni, le Associazioni di categoria, la Fondazione Cariromagna, le AUSL, l'AIL, il mondo del volontariato, dell'università e dell'impresa. Più di 3.500 persone hanno partecipato agli eventi in cartellone. E questo senza contare le rassegne collegate come il Festival Sedicicorto e la fiera Macfrut, che a loro volta hanno riscosso un notevole gradimento da parte del pubblico. Un successo confermato anche dalle visite al sito ufficiale, che nel periodo di svolgimento dell'iniziativa ha totalizzato quasi 2.500 visitatori unici provenienti da tutta Italia e circa diecimila pagine viste.

I media locali, regionali e nazionali hanno rilanciato più volte la manifestazione: la Settimana del Buon Vivere è stata oggetto di attenzione, tra gli altri, da parte del TG1 e del programma di Rai Due “Decanter”. «Segno che il nostro intento �“ dice Monica Fantini, direttore di Legacoop Forlì-Cesena �“ è stato colto a più livelli: è proprio quando è necessario uscire dai momenti di crisi che occorre valorizzare la propria identità, poggiare le basi per costruire il futuro e riqualificare il tessuto economico, sociale e culturale. L'idea di mettere in rete il mondo economico, quello sanitario, quello della scuola e dell'università, quello della cultura e istituzionale si è dimostrata vincente: in questo modo siamo riusciti a mostrare le nostre eccellenze anche al di fuori dell'ambito in cui operiamo».

Grazie alla Settimana del Buon Vivere, infatti, la provincia di Forlì-Cesena è diventata il centro della comunicazione legata alla prevenzione e ai sani stili di vita, con testimonial e protagonisti del calibro di Luciano Onder (TG2 Salute), Simona Branchetti (TG5), Federico Quaranta (Radio Due), l'attore Andy Luotto, lo studioso dei media Enrico Menduni e la squadra del Cesena Calcio. Senza dimenticare i grandi nomi della medicina che hanno affiancato i medici dell'IRST e degli ospedali di Forlì e Cesena negli incontri con la cittadinanza, come Sante Tura, Franco Mandelli, Franco Berrino, Alfredo Calligaris, Michelangelo Giampietro, Laura Dalla Ragione e la nutrizionista di Miss Italia, Sara Farnetti.

Il programma, pensato per soddisfare ad ampio raggio le esigenze di pubblici molto diversi tra loro, non prevedeva solo convegni e conferenze, ma anche prove di fitness, sedute di yoga della risata, riflessioni sull'architettura e il design, spettacoli teatrali per ragazzi, laboratori di sana alimentazione per i bambini delle scuole e aperitivi a base di frutta.

«Fondamentale �“ prosegue Monica Fantini �“ è stata la collaborazione instaurata tra tante realtà diverse, e desidero inviare un sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno creduto e partecipato a questo grande sforzo organizzativo. Ognuna di queste esperienze che parlano di salute, di prevenzione, di alimentazione, di corretti stili di vita, di sport ma anche di economia, di cultura, di città del futuro, di conciliazione e di equità, si sono unite e come fossero pezzi di puzzle sono riuscite a creare un insieme che evidenzia quanto l'una tessera senza l'altra renda il tutto incompleto e, soprattutto, quanto questa comunità abbia voglia di continuare a confrontarsi e costruire cose che guardano al futuro e che coinvolgono tutti».

Si scaldano già i motori, intanto, per l'edizione 2011, che dovrebbe svolgersi sempre in ottobre ma con alcune sostanziali novità. I punti di riferimento per chi vuole tenersi in contatto rimangono il sito ufficiale della manifestazione (www.settimanadelbuonvivere.it) e la pagina Facebook (www.facebook.com/buonvivere).


I partner. La Settimana del Buon Vivere è promossa da Legacoop Forlì-Cesena, IRST e LILT in collaborazione con AGCI, Confapi, CNA, Confesercenti, Confindustria, CIA, CAM e Federimpresa. L'iniziativa è patrocinata da Ministero della Salute e Ministero delle Politiche Agricole, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Forlì-Cesena, Comune di Forlì, Comune di Cesena, AUSL di Forlì e Cesena, Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Università di Bologna, Romagna Acque, Segretariato Sociale RAI e Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. Gli sponsor sono Takeda Italia, Apofruit, Coop Adriatica, Cear, Conscoop, CEIF, Conad, Formula Servizi, Unipol, Unisalute, Idrotermica e Insieme Salute Romagna. I partner tecnico-scientifici: AICCON, AIL, AUSL Forlì e Cesena, Macfrut, Il Pensiero Scientifico Editore, Alimos, Innovacoop, Noventia Pharma, Sedicicorto, Sapim e Sunset.

Ufficio stampa e relazioni media: Emilio Gelosi, 347 0888128 • emilio.gelosi@sapim.it
Per non ricevere più questi aggiornamenti: emilio.gelosi@sapim.it

]]>
CS - Tre studentesse da Forlì all'Argentina Tue, 07 Dec 2010 18:09:53 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/127537.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/127537.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena Domani a Cesena un seminario per le cooperative sociali Wed, 10 Nov 2010 15:35:07 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/136631.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/136631.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
MOVIMENTARE CARICHI E PAZIENTI: A CESENA IL 12 OTTOBRE
UN SEMINARIO PER GLI OPERATORI DELLE COOP SOCIALI

Cesena, 11 ottobre 2010 - Come spostare un paziente senza farsi male?
Come sollevare un carico in tutta sicurezza? Sono questi alcuni dei
quesiti a cui risponderà il prossimo appuntamento di Tasc Force, il
ciclo di seminari per promuovere la sicurezza sul lavoro nelle
cooperative sociali avviato da Cesvip in collaborazione con Legacoop
Forlì-Cesena.

L’esperta di sicurezza sul lavoro Francesca Fiorini sarà la
protagonista dell’incontro che si svolgerà martedì 12 ottobre a
partire dalle 14,30 presso la sede della Coop Sociale La Fonte di
Cesena, in via XVIII Agosto. «Il riferimento normativo - spiega la
docente - è stato aggiornato nell’aprile 2008. I lavoratori a
rischio, in questo caso, sono gli operatori socio-sanitari, che
possono incorrere facilmente in patologie da sovraccarico
biomeccanico, in particolare dorso-lombari».

Una movimentazione manuale non corretta, infatti, può provocare oltre
al classico mal di schiena, una lombalgia acuta (il “colpo della
strega”), distorsioni, strappi muscolari e addirittura, nei casi più
gravi, ernia del disco e lesioni gravi.

«Si stima - continua la Fiorini - che almeno un quinto degli
infortuni lavorativi avvenga a livello del rachide lombare in
occasione di attività di sollevamento di oggetti pesanti eseguite in
modo imprudente. E nel personale che assiste i pazienti l’incidenza
dei disturbi lombari in varie attività è pari o superiore al 50%:
ovvero uno su due».

L’incontro è, come sempre, ad ingresso libero e gratuito. Per
informazioni e prenotazioni: Cesvip, tel. 0543 782288, fax 0543
780531, email: coord3.fo@cesvip.emiliaromagna.it.

L’ultimo appuntamento di Tasc Force si terrà per giovedì 14 Ottobre:
“La sindrome del burn out: diagnosi prevenzione e trattamento” presso
la sede della cooperativa CILS di Cesena, in via Boscone, 950.
Tasc Force ha il contributo di Unione Europea, Ministero del Lavoro e
delle Politiche Sociali, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Forlì-
Cesena e FSE.


Ufficio stampa: Emilio Gelosi, cell. 347 0888128 -
emilio.gelosi@sapim.it


]]>
Cesena 5/10 - Evidence Based Design: esperti a confronto Sun, 03 Oct 2010 06:36:32 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/134994.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/134994.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
A CESENA UN CONVEGNO SULL'EVIDENCE BASED DESIGN
CON MICHAEL MEHAFFY, ALDO COLONNETTI,
GIORDANO CONTI, PAOLO LUCCHI, RENATO TRONCON
E PIERLUIGI CERVELLATI

Le ultime frontiere della progettazione degli spazi urbani al centro della seconda giornata della Settimana del Buon Vivere che va in scena a Forlì-Cesena. Martedì 5 ottobre al Centro San Biagio della città malatestiana un incontro con amministratori e alcuni tra i massimi esperti del settore come Michael Mehaffy, former director della Prince Charles Foundation e attualmente in forza alla Sustasis Foundation di Portland. Info: http://www.settimanadelbuonvivere.it

(Cesena, 3 ottobre 2010) �“ Cosa può fare il design per la città? La ricerca architettonica considera sempre più importante l’ambiente costruito nel benessere della persona, non solo nelle sue fondamentali componenti strutturali ed impiantistiche (spazio e microclima), ma anche nelle sue componenti più “soft”: quantità e qualità della luce, colore, acustica. Sono elementi questi che concorrono certamente al “buon vivere” nelle città, ma anche ad una crescita comunitaria più civile, così come in particolare nelle strutture di ricovero e cura, nelle quali più si avverte e si soffre il male di vivere. Cesena e la Settimana del Buonvivere ospitano martedì 5 ottobre (ore 15,30 Centro San Biagio) uno dei primissimi, se non proprio il primo, seminario italiano sullo Evidence Based Design (EBD).

L’Evidence Based Design pone al centro le nuove frontiere costruttive dell'architettura alla ricerca di un equilibrio tra ambiente e funzionalità. L'incontro metterà a confronto urbanisti, autorità e esperti di design come Pierluigi Cervellati dell’Università di Venezia, Aldo Colonnetti dello IED, Renato Troncon dell’Università di Trento, Michael Mehaffy della Sustasis Foundation di Portland e già direttore della Fondazione Principe Carlo di Londra, l’architetto Giordano Conti e il Sindaco di Cesena, Paolo Lucchi.

«Dall’estero �“ dice Luciano De Fiore, il giornalista del Pensiero Scientifico Editore chiamato a moderare l'incontro - ci si propongono esperienze interessanti: per esempio, la valorizzazione del centro storico di St Gallen, in Svizzera, grazie all’intervento congiunto di un’artista e designer come Pipilotti Rist e di un architetto come Carlos Martinez». L’Evidence Based Design trova le applicazioni più note fin qui soprattutto in ambito sanitario, mirando a migliorare la sicurezza, il percorso terapeutico e la qualità di vita delle persone malate e del personale sanitario. Oggi tuttavia lo Evidence Based Design non è più proposto solo in coppia con healthcare e medicina, o con anziani e invecchiamento, ma è il filo conduttore per la progettazione degli spazi dell’abitare, dell’apprendimento, di lavoro e di ufficio, della ricerca scientifica. «Lo EBD �“ prosegue De Fiore - intende accreditarsi come una sintesi di arte e di scienza, di buon gusto e di esperienza, di creatività e di competenza che è o dovrebbe essere già solo per questo molto “italiana”. Si parlerà quindi di recupero e nella trasformazione della città di oggi e delle opportunità per le pubbliche amministrazioni di far crescere una vera cultura della città in un rapporto costante con i cittadini. Il tutto partendo da un'idea di città bella, coesa, sostenibile, in cui il senso di appartenenza, la storia e la memoria rappresentino presupposti indispensabili».

Gli spunti offerti dall’EBD sembrano insomma integrabili con le soluzioni di design ed architettoniche di chi tiene ad una città che sia tale, cioè non una “non-città”, come Cervellati ha definito quei non luoghi formati da villettopoli, svincoli autostradali, ipermercati.


«Cesena, la città che ospita l’incontro, può essere un modello di buon vivere. Proveremo �“ conclude De Fiore - a sporgerci però anche sul futuro, e non solo di Cesena. Come incideranno i nuovi movimenti politici sullo sviluppo delle città? Esiste un disegno strategico per la Regione Emilia-Romagna? Chi sosterrà le spese di gestione delle città che aspirano ad un “buon vivere” per i propri cittadini nei prossimi anni? Si può sfuggire al destino della “città infinita” da Milano a Treviso?». Per informazioni: tel. 0543 785411 �“ www.settimanadelbuonvivere.it.
Le ragioni della Settimana del Buon Vivere
«...il PIL misura tutto, eccetto ciò che rende la vita degna di essere vissuta», diceva Robert Kennedy, ed era il 1968. Oggi la Settimana del Buon Vivere si propone di attirare l'attenzione su un territorio, quello di Forlì-Cesena, premiato dalle classifiche nazionali del benessere del Sole 24 Ore. Una classifica in cui si tiene conto non solo della quantità, ma anche della qualità sociale percepita e vissuta. Il primato del territorio di Forlì-Cesena si riassume in un indice: 170, ben settanta punti in più rispetto alla media delle oltre cento realtà considerate e 21 posizioni guadagnate rispetto alla rigorosa classifica del PIL. L'ambizione, spiegano gli organizzatori, è quella di creare una vera e propria “filiera” del buon vivere che faccia da propellente allo sviluppo del territorio.

I partner della Settimana del Buon Vivere
La Settimana del Buon Vivere è promossa da Legacoop Forlì-Cesena, IRST e LILT in collaborazione con AGCI, Confapi, CNA, Confesercenti, Confindustria, CIA, CAM e Federimpresa. L'iniziativa è patrocinata da Ministero della Salute e Ministero delle Politiche Agricole, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Forlì-Cesena, Comune di Forlì, Comune di Cesena, AUSL di Forlì e Cesena, Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Università di Bologna, Romagna Acque, Segretariato Sociale RAI e Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. Gli sponsor sono Takeda Italia, Apofruit, Coop Adriatica, Cear, Conscoop, CEIF, Conad, Formula Servizi, Unipol, Unisalute, Idrotermica e Insieme Salute Romagna. I partner tecnico-scientifici: AICCON, AIL, AUSL Forlì e Cesena, Macfrut, Il Pensiero Scientifico Editore, Alimos, Innovacoop, Noventia Pharma, Sedicicorto, Sapim e Sunset.

Ufficio stampa e relazioni media: Sapim Comunicazione
tel. 0543 785440 • 347 0888128 • emilio.gelosi@sapim.it

Per non ricevere più questi aggiornamenti: emilio.gelosi@sapim.it


]]>
Forl - Luciano Onder apre la Settimana del Buon Vivere Sat, 02 Oct 2010 13:32:31 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/134963.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/134963.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
IL 4 OTTOBRE LUCIANO ONDER DI TG2 SALUTE
APRE LA "SETTIMANA DEL BUON VIVERE" A FORLI'
Il popolare giornalista di TG2 Salute è il moderatore della tavola rotonda che dà il via al programma della Settimana del Buon Vivere, la rassegna di eventi che dal 4 al 10 ottobre trasformerà Forlì-Cesena (premiata dalle classifiche nazionali del BIL) nella capitale del benessere. Appuntamento lunedì 4 ottobre alle 15 nella Sala Consiglio della Provincia, in piazza Morgagni 9 a Forlì. In serata eventi con LILT e Sedicicorto. Info: http://www.settimanadelbuonvivere.it


(Forlì, 2 ottobre 2010) �“ Prende il via lunedì 4 ottobre a Forlì la Settimana del Buon Vivere, la rassegna di eventi promossa da Legacoop Forlì-Cesena, LILT e IRST. Per sette giorni in tutta la provincia si potrà entrare in contatto diretto con esperti in grado di dare i migliori consigli sull'arte di vivere bene: dalla medicina all'urbanistica, dal design all'alimentazione, passando per sport, wellness e prevenzione a tutto tondo. La scelta del luogo non è un caso: Forlì-Cesena è ai vertici nazionali delle classifiche del BIL, il Benessere Interno Lordo, che nelle intenzioni di economisti come Joseph Stiglitz dovrà soppiantare un indicatore ormai antiquato come il PIL.

Il programma si apre con uno dei pionieri dell'informazione medico-scientifica: il giornalista Luciano Onder, responsabile del fortunatissimo programma quotidiano TG2 Salute. Sarà lui, alle ore 15 nella Sala del Consiglio della Provincia, a moderare una tavola rotonda pubblica a cui prenderanno parte il direttore di Legacoop Forlì-Cesena, Monica Fantini, il Sindaco di Forlì, Roberto Balzani, il presidente della Provincia, Massimo Bulbi, il presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Piergiuseppe Dolcini, il direttore scientifico dell’IRST Dino Amadori e Pier Luigi Macini, del servizio prevenzione collettiva della Regione Emilia-Romagna. Si dibatterà sull'identità percepita di un territorio ricco di eccellenze e sulla possibilità per il Buon Vivere di diventare un marchio distintivo e un indicatore di sviluppo economico.

La sera, alle 20,30 al San Domenico di Forlì, il professor Franco Berrino, direttore del dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, sarà l'ospite d'onore dell'evento aperto al pubblico che inaugura in città la campagna LILT per la prevenzione del tumore al seno “Nastro Rosa”. Sarà un'occasione per riportare al centro della discussione la malattia oncologica e le nuove possibilità di cura, con gli interventi della presidente di LILT Forlì-Cesena, Nadia Masini e degli oncologi Dino Amadori, Fabio Falcini e Secondo Folli.

Per tutto il giorno nelle piazze dei comuni del comprensorio provinciale saranno presenti stand d’informazione a cura dei volontari di LILT e AIL. Ma Buon Vivere naturalmente significa anche cultura: alle 20 all'Auditorium Cassa dei Risparmi di Forlì di via Flavio Biondo prende il via il festival di cortometraggi Sedicicorto, uno dei più importanti a livello internazionale, al cui interno verrà lanciato il riconoscimento “Il Buon Vivere premia”, voluto dai promotori della Settimana.

I partner. La Settimana del Buon Vivere è promossa da Legacoop Forlì-Cesena, IRST e LILT in collaborazione con AGCI, Confapi, CNA, Confesercenti, Confindustria, CIA, CAM e Federimpresa. L'iniziativa è patrocinata da Ministero della Salute e Ministero delle Politiche Agricole, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Forlì-Cesena, Comune di Forlì, Comune di Cesena, AUSL di Forlì e Cesena, Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Università di Bologna, Romagna Acque, Segretariato Sociale RAI e Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. Gli sponsor sono Takeda Italia, Apofruit, Coop Adriatica, Cear, Conscoop, CEIF, Conad, Formula Servizi, Unipol, Unisalute, Idrotermica e Insieme Salute Romagna. I partner tecnico-scientifici: AICCON, AIL, AUSL Forlì e Cesena, Macfrut, Il Pensiero Scientifico Editore, Alimos, Innovacoop, Noventia Pharma, Sedicicorto, Sapim e Sunset.

+----------------------------------------------+
Ufficio stampa e relazioni media: Sapim Comunicazione
tel. 0543 785440 • 347 0888128 • emilio.gelosi@sapim.it

Per non ricevere più questi aggiornamenti: emilio.gelosi@sapim.it


]]>
Settimana del Buon Vivere a Forl-Cesena Fri, 24 Sep 2010 14:45:48 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/134038.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/134038.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
A FORLI'-CESENA LA "SETTIMANA DEL BUON VIVERE"
L'ARTE DI VIVERE BENE SPIEGATA DAGLI ESPERTI

Dal 4 al 10 ottobre la provincia di Forlì-Cesena diventa capitale del benessere con la “Settimana del Buon Vivere”. In programma una cinquantina di appuntamenti con protagonisti della medicina, dell'architettura, della cultura, dello sport, della alimentazione e della società civile. Il programma completo della settimana è sul sito http://www.settimanadelbuonvivere.it.


(Forlì-Cesena, 24 settembre 2010) �“ Una settimana di eventi dedicati a tutto quello che contribuisce a creare l’arte del vivere bene. Succede a Forlì-Cesena dove dal 4 al 10 ottobre va in scena la prima edizione della “Settimana del Buon Vivere” promossa da Legacoop Forlì-Cesena, LILT e IRST in collaborazione con numerose realtà locali e nazionali. Il programma mette in rete una cinquantina di appuntamenti, gratuiti e aperti al pubblico, con i grandi protagonisti di salute, alimentazione, cultura, sport, architettura e società civile. Per sette giorni si alterneranno esperti di indubbia caratura scientifica come l'oncologo Dino Amadori, gli ematologi Franco Mandelli e Sante Tura, il direttore scientifico dell'Istituto Europeo di Design Aldo Colonnetti e lo studioso di mass media Enrico Menduni, personalità di spicco come Don Luigi Ciotti e volti noti della comunicazione del calibro di Luciano Onder (TG2 Salute), Simona Branchetti (TG5), Federico Quaranta (Decanter) e Livia Azzariti (Uno Mattina). In cartellone anche appuntamenti cinematografici (in collaborazione con il festival Sedicicorto), spettacoli teatrali per bambini con merende a base di frutta, aperitivi salutistici con i giocatori di serie A di Cesena Calcio e Fulgor Libertas Basket, riflessioni sul volontariato e il terzo settore, sessioni di Yoga della risata e Tai Chi, sorvolate in mongolfiera e punti informativi nelle piazze. La tavola rotonda inaugurale si tiene lunedì 4 ottobre alle 15 nella sala del Consiglio della Provincia, in piazza Morgagni 9 a Forlì. Il programma completo della settimana è sul sito www.settimanadelbuonvivere.it.

>> Forlì-Cesena: un territorio ai vertici del benessere
«...il PIL misura tutto, eccetto ciò che rende la vita degna di essere vissuta», diceva Robert Kennedy, ed era il 1968. Oggi la Settimana del Buon Vivere si propone di attirare l'attenzione su un territorio, quello di Forlì-Cesena, premiato dalle classifiche nazionali del benessere del Sole 24 Ore. Una classifica in cui si tiene conto non solo della quantità, ma anche della qualità sociale percepita e vissuta. Il primato del territorio di Forlì-Cesena si riassume in un indice: 170, ben settanta punti in più rispetto alla media delle oltre cento realtà considerate e 21 posizioni guadagnate rispetto alla rigorosa classifica del PIL. L'ambizione, spiegano gli organizzatori, è quella di creare una vera e propria “filiera” del buon vivere che faccia da propellente allo sviluppo del territorio.

>> I partner
La Settimana del Buon Vivere è realizzata da Legacoop Forlì-Cesena, IRST e LILT in collaborazione con AGCI, Confapi, CNA, Confesercenti, Confindustria, CIA, CAM e Federimpresa. L'iniziativa è patrocinata da Ministero della Salute e Ministero delle Politiche Agricole, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Forlì-Cesena, Comune di Forlì, Comune di Cesena, AUSL di Forlì e Cesena, Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Università di Bologna, Romagna Acque, Segretariato Sociale RAI e Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. Gli sponsor sono Takeda Italia, Apofruit, Coop Adriatica, Cear, Conscoop, CEIF, Conad, Formula Servizi, Unipol, Unisalute, Idrotermica e Insieme Salute Romagna. I partner tecnico-scientifici: AICCON, AIL, AUSL Forlì e Cesena, Macfrut, Il Pensiero Scientifico Editore, Alimos, Innovacoop, Noventia Pharma, Sedicicorto, Sapim e Sunset.

Ufficio stampa e relazioni media: Sapim Comunicazione
tel. 0543 785440 • 347 0888128 • emilio.gelosi@sapim.it


Per non ricevere più questi aggiornamenti: emilio.gelosi@sapim.it


]]>
Cesena - Seminari sulla sicurezza per le cooperative sociali Mon, 19 Jul 2010 12:00:53 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/128168.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/128168.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
A CESENA IL SEMINARIO SULLE PRECAUZIONI PER I LAVORATORI
E LA GESTIONE DELLE EMERGENZE IN AMBITO SANITARIO


(Cesena, 19 luglio 2010) - Gli operatori delle cooperative sociali che lavorano in ambito sanitario sono costantemente esposti a una serie di rischi che derivano dalla natura stessa dell’ambiente in cui operano: infezioni, agenti patogeni, pericoli derivanti dal contatto col paziente. Servono precauzioni particolari e protocolli operativi precisi in caso di emergenza. Se ne è parlato la scorsa settimana alla CAC di Cesena durante il secondo appuntamento cesenate di “Tasc Force”, il ciclo di incontri per le cooperative sociali dedicato ad approfondire i temi della sicurezza sul lavoro. Protagoniste dell’incontro, di fronte a una trentina di operatori estremamente attenti, sono state le esperte di sicurezza Francesca Fiorini e Marta Sedioli.

“TASC Force” proseguirà venerdì 23 luglio a Forlì, presso la sede di Cesvip, con un incontro sulla sindrome del Burn-Out: diagnosi, prevenzione e trattamento. Dopo la pausa di agosto si riprende a Forlì il 23 settembre con un appuntamento intitolato “Tra motivazione e stress negli operatori delle cooperative sociali”. Quinto appuntamento a Cesena il 12 ottobre con un pomeriggio dedicato alla valutazione del rischio da movimentazione del paziente secondo il Decreto Legislativo 81/08. Ancora da definire la data del seminario sulla gestione del rischio nelle strutture socio-sanitarie, programmato nella sede riminese di Cesvip.
Per informazioni e prenotazioni: Cesvip, tel. 0543 782288, fax 0543 780531, email: coord3.fo@cesvip.emiliaromagna.it.

L’iniziativa “TASC Force” è promossa da Cesvip in collaborazione con Legacoop Forlì-Cesena e con il contributo di Unione Europea, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Forlì-Cesena e FSE.


DIDASCALIA FOTO ALLEGATA: L'ESPERTA DI SICUREZZA SUL LAVORO FRANCESCA FIORINI

Ufficio stampa: Emilio Gelosi, cell. 347 0888128 - emilio.gelosi@sapim.it


Per non ricevere più questi aggiornamenti: emilio.gelosi@sapim.it

]]>
Forli 12/7 h.11,30 - Conf. stampa Bellacoopia Argentina Thu, 08 Jul 2010 15:42:36 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/127019.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/127019.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
Martedì 13 luglio tre studentesse dell'Istituto Tecnico Economico
Matteucci di Forlì voleranno in Argentina per un "viaggio-studio" che
le porterà a visitare le principali realtà cooperative di quel Paese
e verrà documentato da loro stesse in un blog dedicato.

Per presentare l'iniziativa sono lieto di invitarVi ad una

CONFERENZA STAMPA
LUNEDI' 12 LUGLIO ALLE ORE 11,30
presso la sede di Legacoop Forlì-Cesena
in via Monteverdi 6/b a Forlì

Interverranno il direttore di Legacoop Forlì-Cesena, Monica Fantini,
il responsabile della Rete Regionale Bellacoopia, Mauro Giordani, la
responsabile Internazionalizzazione di Legacoop Emilia-Romagna,
Roberta Trovarelli, il dirigente scolastico dell'Istituto Matteucci,
Novella Ricci, e le tre studentesse Arianna Zanchini, Giada Carbonaro
e Giada Milandri.

Ufficio Comunicazione: Legacoop Forlì-Cesena
Emilio Gelosi - 347 0888128 - 0543 785440





]]>
Forlì - Comunità ebraica e Resistenza: si apre Storie&Memoria Tue, 11 May 2010 10:00:46 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/138995.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/138995.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
GLI INCONTRI SULLA RESISTENZA DI "STORIE&MEMORIA"
LUNEDI' 8 NOVEMBRE SI PARLA DELLA COMUNITA' EBRAICA IN CITTA'

(Forlì, 5 novembre 2010) �“ Nei giorni del 66° anniversario della Liberazione di Forlì si apre una nuova edizione di “Storie&Memoria”, ciclo di incontri sui temi della Resistenza organizzato da Associazione Virginia Senzani, Unica coop, Fondazione Ariella Farneti, Arci Forlì e ANPI. Tutti gli incontri sono aperti alla cittadinanza. Per informazioni 349 3737026.

Lunedì 8 novembre alle 21 alla Casa del Popolo del Ronco (in viale Roma 342) si terrà una serata dedicata alle storie della comunità ebraica forlivese. Lo storico Gianluca Brusi ne ripercorrerà la presenza in città, che data alla fine del XIII secolo, mentre Gabriele Zelli ricorderà gli eccidi degli ebrei e degli antifascisti in via Seganti. Coordinerà l'incontro la vicepresidente dell'Associazione Senzani, Enrica Mancini. Interverranno il presidente di ANPI Forlì, Carlo Sarpieri, la presidente di Unica Coop, Giuliana Maltoni, e Orazio Manuzzi della fondazione Ariella Farneti.

Mercoledì 10 novembre alle 21, presso il circolo ARCI di Bagnolo in via Cervese 186/A, l'oggetto della serata sarà il ruolo dell'esercito italiano nella Guerra di Liberazione e in particolare la presenza a Forlì del gruppo di combattimento “Friuli”, che utilizzo la città come base di appoggio. Il relatore principale sarà Romano Rossi, presidente dell'Associazione Reduci della “Friuli”. Coordineranno l'incontro Gabriele Zelli e Jennifer Ruffilli. Saranno presenti Bruno Ravaioli, presidente del circolo ARCI di Bagnolo, Michele Drudi, presidente ARCI Forlì e Giuliana Maltoni, presidente Unica Coop.

Giovedì 11 novembre, sempre alle 21, ci si sposta alla Casa del Lavoratore di Bussecchio, in via Cerchia 98, per parlare della storia della famiglia di Iris Versari. Interverranno la ricercatrice storica Sara Samorì, e Sergio Giammarchi, già componente del Battaglione Corbari, che ricorderanno i protagonisti di quella gloriosa pagina della Resistenza forlivese e in particolare Silvio Corbari, Adriano Casadei, Antonio e Arturo Spazzoli. Saranno presenti la nipote di Iris Versari, Amedeo Golinucci della Casa del Lavoratore e Mario Zecchini della fondazione Farneti.

Mercoledì 16 novembre alle 20,30 alla Casa del Lavoratore di Meldola, in via Roma 40, proiezione del film di Giorgio Diritti “L'uomo che verrà”, vincitore dei David di Donatello 2010. Interverranno l'attore Claudio Casadio, Ruggero Sintoni di Accademia Perduta Romagna Teatri, Enrica Mancini, Michele Drudi, Gabriele Zelli e Miro Coveri dell'ANPI di Meldola.

Ufficio stampa Associazione Virginia Senzani: Emilio Gelosi, cell. 347 0888128
Per non ricevere più questi aggiornamenti: emilio.gelosi@sapim.it

]]>
Progetto Safety e sicurezza sul lavoro Mon, 15 Feb 2010 11:47:25 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/105331.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/105331.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena Comunicato stampa Legacoop FC



SICUREZZA SUL LAVORO E LEGALITA':

CON IL PROGETTO "SAFETY" COINVOLTE 21 AZIENDE



Con il progetto “Safety” Legacoop Forlì-Cesena ha valutato un

campione di 21 aziende di varie dimensioni sullo stato dell’arte in

materia di tutela della salute e della sicurezza in ambito

lavorativo, in collaborazione con i tecnici di Risorse Engineering.

Le considerazioni di Monica Fantini, direttore di Legacoop Forlì-Cesena.



(Forlì-Cesena, 15 febbraio 2010) - Da più parti si legge la voglia di

tornare a parlare di economia reale e di impresa, dopo che la finanza

ha provocato i tracolli che tutti ben conosciamo. A occuparsi cioè di

cose concrete, anche e soprattutto nell’ambiente di lavoro. Accanto a

questa tendenza positiva, però, se ne legge un’altra di segno

opposto. Quella di chi giustifica, visto che c’è la crisi, un

allentamento dell’attenzione su questioni di importanza primaria, non

ultima la sicurezza sul lavoro. È l’atteggiamento, spesso

giustificato su più ampia scala da provvedimenti di condono, di chi

pensa che di fronte alle difficoltà dell’economia si sia in qualche

modo autorizzati a tenere le maglie della rete più larghe, in termini

di legalità e rispetto delle norme.



Diciamolo subito: non può e non deve essere così, e le Istituzioni

devono tenere alta la guardia contro derive che, una volta passata la

congiuntura, si faticherebbe a contenere. Legacoop Forlì-Cesena da

sempre ha messo al centro del proprio agire i temi della formazione

continua ai soci e ai dipendenti delle cooperative associate, anche e

soprattutto in materia di sicurezza. Tornare indietro, perché

qualcuno ritiene che in questo modo si possa competere meglio con

paesi dove i livelli di diritto (e quindi i prezzi) sono più bassi

semplicemente non è accettabile. Non solo: è un modo per arretrare in

vista del futuro, rinunciando a costruire un ciclo virtuoso che si

basi sull’innovazione piuttosto che sul dumping sociale.



Legacoop Forlì-Cesena, da parte sua, continuerà a tenere alta

l’attenzione su questi argomenti, proponendo progetti come “Safety”,

con cui si è valutato un campione significativo di aziende di varie

dimensioni sullo stato dell’arte in materia di tutela della salute e

della sicurezza in ambito lavorativo. Per le 21 aziende coinvolte è

stato svolto un sopralluogo presso le sedi per valutare la conformità

normativa, in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

attraverso l’ausilio di una check-list elaborata dai tecnici di

Risorse Engineering. Per ogni sopralluogo, è stato redatto un

rapporto di Audit.



L’indagine ha evidenziato una situazione positiva di adeguamento e

conformità normativa con una crescente attenzione soprattutto delle

medie imprese, di dirigersi anche verso sistemi volontari di

certificazione in materia (SGSL). Si denota altresì il bisogno da

parte delle piccole imprese di una semplificazione burocratico-

amministrativa nella gestione degli aspetti legati alla sicurezza e

non solo.



MONICA FANTINI

Direttore Legacoop Forlì-Cesena



###



Ufficio stampa Legacoop Forlì-Cesena

Emilio Gelosi

cell. 347 0888128

emilio.gelosi@sapim.it





]]>
Forlì, 6/10 h.12 - Conferenza stampa Prevescuò Sun, 10 Jan 2010 19:13:42 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/134918.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/134918.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena scuole promosso da LILT (Lega per la lotta contro i tumori) di Forlì-
Cesena, IRST di Meldola e Legacoop provinciale per gli alunni delle
classi elementari, medie e superiori. Per presentare la nuova
edizione è indetta una

CONFERENZA STAMPA
MERCOLEDI’ 6 OTTOBRE 2010 ORE 12.00
SALA EROS DOMENICONI DEL COMUNE DI FORLI’
VIA DELLE TORRI 13


Interverranno:
Nadia Masini - Presidente LILT Forlì-Cesena
Lucia Bedei - Medico Oncologo U.O. Prevenzione Oncologica AUSL Forlì
Tatiana Bertelli - Psicologa LILT Forlì-Cesena
Valentina Ravaioli - Ass.re Politiche Giovanili Comune di Forlì
Gabriella Tronconi - Ass.re Istruzione Comune di Forlì

Forlì, 30 settembre 2010

Per info: Valentina Paiano - coordinatrice LILT FC 345.0147634
info@lilt.fc.it
Ufficio stampa: Emilio Gelosi / Sapim - tel. 0543 785440 - 347 0888128

]]>
Beni confiscati alla mafia: da Forlì un trattore per aiutare Libera Terra Sat, 05 Dec 2009 13:14:16 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/100526.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/100526.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena Comunicato stampa Libera Terra - Legacoop FC - Formula Servizi



DA FORLI' UN TRATTORE PER LA COOP ANTIMAFIA PIO LA TORRE

SERVIRA' PER COLTIVARE I VIGNETI CONFISCATI AI BOSS



(Forlì - 5 dicembre 2009) - Da Forlì un trattore cingolato per

coltivare i vigneti confiscati alla mafia a Corleone e San Giuseppe

Jato: quelli da cui si produce il noto vino “Centopassi” dedicato

alla memoria di Peppino Impastato, il giovane siciliano che diede la

vita nella lotta contro la malavita siciliana. La cooperativa Formula

Servizi - aderente a Legacoop Forlì-Cesena - ha deciso infatti di

donare il mezzo, del valore di 13 mila euro, alla cooperativa Pio La

Torre di Palermo, scrivendo un altro importante capitolo nell’impegno

delle cooperative di Legacoop Forlì-Cesena al fianco di Libera Terra.



Un rapporto iniziato nel 2007, con la donazione di un altro trattore

e di un aratro da parte di Legacoop e CIA Forlì-Cesena, e proseguito

nel tempo con varie importanti iniziative di Formula Servizi: un

contributo per l’apertura del punto vendita di Palermo, la scelta di

realizzare pacchi natalizi ai soci con i prodotti di Libera Terra, la

donazione di un pick-up e il contributo fornito al documentario

“Schiaffo alla Mafia” , realizzato dalla regista Stefania Casini e

nato da un’intuizione avuta con Legacoop Forlì-Cesena. Per girare la

pellicola, trasmessa dal programma RAI di Giovanni Minoli “La Storia

siamo noi”, la regista ha seguito per un anno i soci della

cooperativa “Pio La Torre”, filmando i pericoli a cui vanno incontro

i giovani agronomi delle imprese sociali che coltivano le terre

sequestrate ai boss mafiosi. La storia è quella di chi sfida

quotidianamente i mille occhi di cui la mafia dispone per controllare

i propri possedimenti, anche quelli che secondo la legge 109/96 sono

stati restituiti alla società, secondo l’intuizione che fu del

martire antimafia che dà il nome alla giovane cooperativa siciliana.



Il documentario è stato proiettato questa mattina all'università di

Forlì in un incontro di fronte circa 200 studenti delle scuole

superiori a cui hanno preso parte i protagonisti e la regista, il

Direttore di Legacoop Forlì-Cesena, Monica Fantini, il Direttore di

Formula Servizi, Graziano Rinaldini, il Sindaco di Forlì, Roberto

Balzani e il vicepresidente della Provincia, Guglielmo Russo.



Emilio Gelosi

Resp. Comunicazione Legacoop Forlì-Cesena

mob. +39 347 0888128

tel. +39 0543 785440

fax +39 0543 781134





DICHIARAZIONE DI SALVATORE GIBIINO

PRESIDENTE COOPERATIVA PIO LA TORRE - LIBERA TERRA



Da tempo Legacoop Forlì-Cesena e le sue imprese associate, tra cui

Formula Servizi, sono vicine alla nostra cooperativa con la quale

hanno instaurato un vero e proprio gemellaggio di intenti e la

condivisione di valori cooperativistici e non. Mi riferisco

all’impegno manifesto di stare accanto a chi, con il proprio lavoro,

si impegna quotidianamente nella gestione dei beni confiscati alle

mafie in un territorio in cui tale operato sta portando

progressivamente ad una vera e propria rivoluzione culturale e nel

quale la lotta alle mafie non può che coinvolgere numerosi attori e

non solo le forze dell’ordine e la magistratura. Il nostro impegno è

andato sempre più crescendo ed affermandosi sia tra i soci lavoratori

della cooperativa Pio La Torre sia tra i soci volontari i quali,

utilizzando e valorizzando i propri strumenti e le proprie risorse,

hanno messo in moto quella che si chiama sinergia e che è stata

tradotta in termini pratici nel recupero e nella valorizzazione dei

terreni sottratti alla criminalità organizzata. È sempre vivo il

ricordo di quando Formula Servizi consegnò a San Giuseppe Jato (PA)

il mezzo fuoristrada tipo Pick up alla nostra cooperativa e di quando

Legacoop e CIA Forlì-Cesena ci donarono un trattore e un aratro

permettendoci, da quel momento, di avere strumenti di lavoro in più.

Per noi quel di più non è semplicisticamente il potere raggiungere un

terreno le cui strade di accesso sono impervie o piene di fango, ma

mi riferisco anche alla possibilità finalmente di potere presidiare e

controllare regolarmente tutti i terreni agricoli che gestiamo.

La Cooperativa, ad oggi, gestisce circa 40 ettari di vigneto e circa

60 ettari di seminativi; ha attivato il settore dell’apicoltura e a

breve aprirà al pubblico le porte dell’agriturismo “Terre di Corleone”.

Tutte queste attività e i risultati raggiunti alimentano questo

grande fermento generato dal volercela fare a tutti i costi e che

sono il frutto dei sacrifici che i propri soci hanno deciso di

affrontare e sopportare con l’obiettivo di superare la delicata fase

di start-up.

La sostenibilità di un’impresa e la capacità imprenditoriale pensiamo

si dimostrino con i fatti e con buone idee, per questo abbiamo fatto,

in primo luogo dell’attività agricola, il fulcro principale del

nostro sostentamento.

Sino ad oggi la necessità pressante era il riuscire ad acquistare un

trattore cingolato per la lavorazione dei vigneti in quanto con una

sola macchina, di cui già siamo in possesso, non riusciamo ad essere

efficienti come vorremmo dal punto di vista della gestione agronomica

(considerando che operiamo sia in provincia di Palermo che in quella

di Agrigento). Purtroppo a causa di un pascolo abusivo su 7 ettari di

terreno coltivato a cece, abbiamo subito un danno economico rilevante

che non ci ha permesso quindi di sostenere tale spesa. È proprio in

questa fase delicata che Formula Servizi ha deciso di concretizzare

il suo impegno a sostegno della nostra cooperativa erogando il

contributo necessario per procedere all’ acquisto del trattore

cingolato 85 CV; mi preme sottolineare che il Direttore Generale in

persona Graziano Rinaldini ed i membri del CdA di Formula Servizi

sono venuti a visitare di persona la nostra realtà e questo a

dimostrazione di quanta importanza Formula Servizi dia alla

condivisione di percorsi con altre realtà cooperativistiche tanto

lontane ma tanto vicine. È grazie a Legacoop Forlì-Cesena, del resto,

e al coordinamento di Monica Fantini e Stefania Casini, che i valori

portati avanti dalla nostra cooperativa hanno avuto la possibilità di

ottenere una visibilità nazionale nel documentario RAI “Schiaffo alla

Mafia”, che con tanta efficacia ha mostrato le difficoltà e le sfide

con cui dobbiamo confrontarci quotidianamente.













]]>
Eco-Ostelli da Forlì a Manchester: il progetto di Bellacoopia Europe Thu, 29 Oct 2009 19:15:56 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/96407.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/96407.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
Una rete di eco-ostelli a Forlì, Manchester, Olsztyn e Mondragon:
gli studenti di Bellacoopia Europe presentano il loro progetto

Una rete di ostelli ecosostenibili organizzati sotto forma di cooperativa europea: è questo il progetto di impresa elaborato dai sedici studenti universitari di Italia, Gran Bretagna, Spagna e Polonia che da sei mesi partecipano al progetto "Bellacoopia Europe", finanziato dal programma "Gioventù in Azione" della UE. Il progetto, dedicato alla memoria di Ivano Barberini, è promosso da Legacoop Forlì-Cesena e curato da Uniser in collaborazione con Cooperative College di Manchester, Università di Mondragon, Università di Olsztyn, Comune di Forlì e Regione Emilia-Romagna. E quest'anno parte la collaborazione con la Facoltà di Economia della sede di Forlì dell'Università di Bologna.

+---------------+
Relazioni Media: Emilio Gelosi, cell. 347 0888128 • 0543 785440 • emilio.gelosi@sapim.it


(Forlì, 29 ottobre 2009) “ Da maggio a ottobre hanno partecipato a lezioni, conference call, seminari e workshop tra Spagna, Gran Bretagna, Italia e Polonia. Tutto per dare vita a un progetto di cooperativa europea che coinvolgesse i loro Paesi: sono i sedici studenti universitari - di età variabile tra i 20 e i 26 anni - protagonisti dell'edizione pilota di Bellacoopia Europe, progetto finanziato dal programma Gioventù in Azione dell'Unione Europea per diffondere tra le giovani generazioni i principi dell'impresa cooperativa.

I partecipanti italiani sono stati supportati da Legacoop Forlì-Cesena, Uniser e Sapim, mentre gli studenti stranieri hanno avuto l'appoggio rispettivamente dell'Università di Mondragon e Konfekoop, associazione di imprese cooperative dei Paesi Baschi (Spagna), The Cooperative College di Manchester (Gran Bretagna) e Università pubblica di Warmia and Mazury di Olsztyn (Polonia). L'iniziativa è stata supportata anche da Regione Emilia-Romagna e Comune di Forlì.

Ed è proprio a Forlì, Manchester, Mondragon e Olsztyn, secondo il business plan elaborato dai ragazzi, che dovrebbe nascere una rete di ostelli ecosostenibili e aperti alla cittadinanza per iniziative culturali, corsi di formazione ed eventi di partecipazione attiva. Un progetto per ora solo virtuale che viene offerto alle rispettive città di appartenenza come strumento di stimolo e di dibattito, ma che avrebbe tutte le caratteristiche per poter essere affrontato anche da un punto di vista imprenditoriale. Nei prossimi giorni tutti i materiali saranno disponibili sul sito www.bellacoopia.eu (in via di allestimento) dove gli studenti interessati potranno anche candidarsi a partecipare alle future edizioni. Bellacoopia Europe, dopo una prima fase di sperimentazione, si candida infatti a diventare una presenza costante nel territorio, grazie soprattutto alla nascente collaborazione con la sede locale della Facoltà di Economia dell'Università di Bologna.

Alla presentazione pubblica del progetto, avvenuta questa mattina presso la sede della Facoltà di Economia di Forlì, hanno partecipato numerose autorità, tra cui il Prefetto di Forlì, Angelo Trovato, l'assessore alle Politiche Educative del Comune di Forlì, Gabriella Tronconi Medri e il deputato Sandro Brandolini, oltre al direttore di Legacoop Forlì-Cesena, Monica Fantini, e al preside di Economia Giulio Ecchia.

Bellacoopia Europe è stato dedicato alla memoria di Ivano Barberini, lo scomparso presidente dell'International Cooperative Alliance, che partecipò fornendo preziosi suggerimenti agli organizzatori.



Emilio Gelosi
Ufficio stampa Legacoop FC
tel. 0543 785411 - cell. 347 0888128

Per non ricevere più questi aggiornamenti: emilio.gelosi@sapim.it

]]>
23/10 h.11 - CS assemblea Legacoop FC Tue, 20 Oct 2009 18:47:39 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/94859.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/94859.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena Agli Organi di Informazione in indirizzo

LL.SS.



Cari Colleghi,



nel pomeriggio di venerdì 23 ottobre a Castrocaro si svolgerà

l'assemblea di Legacoop Forlì-Cesena, appuntamento annuale in cui le

imprese associate faranno il punto sulla congiuntura economica. Per

presentarVi i contenuti dell'iniziativa è convocata una



CONFERENZA STAMPA

Venerdì 23 ottobre 2009, alle ore 11,00

presso la sede di Legacoop Forlì-Cesena

in via Monteverdi 6/b a Forlì



Interverranno il presidente di Legacoop Forlì-Cesena Mauro Pasolini e

il direttore Monica Fantini.



In attesa di incontrarVi di persona invio un cordiale saluto.



(per l'Ufficio Stampa)

Emilio Gelosi

cell. 347 0888128 - tel. 0543 785440

emilio.gelosi@sapim.it



]]>
Domani a Macfrut convegno su salute e alimentazione Thu, 08 Oct 2009 10:52:13 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/92866.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/92866.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena Comunicato stampa Legacoop FC, IRST e Macfrut



DOMANI A MACFRUT DINO AMADORI (IRST) ED EUGENIO DEL TOMA

PER PARLARE DI SALUTE E ALIMENTAZIONE





(Forlì-Cesena, 8 ottobre 2009) - Le abitudini alimentari degli

italiani stanno progressivamente cambiando in peggio. Un problema di

salute pubblica, se è vero che la prevenzione si fa anche convincendo

la gente a migliorare i propri stili di vita e mangiare più frutta e

verdura. Del resto una corretta alimentazione sin da piccoli è in

grado di combattere numerose patologie, come diabete e obesità. Di

questi delicatissimi temi si parlerà venerdì 9 ottobre alle 10 alla

sala Europa del Macfrut di Cesena, la più grande fiera

dell'ortofrutta del Mediterraneo, in occasione di un convegno che

metterà a confronto ricercatori scientifici, medici, politici ed

esponenti del mondo dell'impresa. Attorno al tavolo del centro

congressi di Cesena Fiera siederanno esperti di caratura

internazionale come il professor Eugenio Del Toma, presidente

onorario dell'Associazione Italiana di Dietoterapia e Nutrizione

Clinica, il direttore scientifico dell'Istituto Tumori di Meldola,

professor Dino Amadori, e il farmacologo clinico Massimo Radaelli,

Director di Ariad Parmaceuticals (Boston). Il contraltare politico

sarà rappresentato dal presidente della Commissione Agricoltura del

Parlamento Europeo, Paolo De Castro, da Laura Bianconi, componente

della Commissione Permanente Igiene e Sanità del Senato, e

dall'Assessore alla Salute dell'Emilia-Romagna, Giovanni Bissoni.



Il punto di partenza saranno le esperienze pilota che il mondo

cooperativo ha avviato in Emilia-Romagna. Come “Cooprevenzione”,

progetto di educazione alla salute nei posti di lavoro, realizzato in

collaborazione con IRST di Meldola e LILT, che ha coinvolto oltre

mille lavoratori in anamnesi individualizzate, seminari di formazione

e incontri con psicologi e dietisti. O come “Prevescuò”, un progetto

per i bambini delle scuole elementari e medie che unisce gioco e

salute per insegnare a “mangiar bene” divertendosi.



«Salute e alimentazione devono diventare stile di vita - spiega la

direttrice di Legacoop Forlì-Cesena, Monica Fantini - e guidare i

comportamenti dei singoli in ogni momento. Ma per creare progetti

educativi di sviluppo serve un approccio integrato e

multidisciplinare». Ecco quindi che



La tavola rotonda sarà moderata dal direttore del Pensiero

Scientifico Editore, Luca De Fiore e preceduta dalla proiezione di un

documentario realizzato da Matteo Lolletti e Lisa Tormena, vincitori

della sezione Produzione del premio Ilaria Alpi 2009.



Il convegno “Educazione alla salute e qualità della vita: le nuove

frontiere del benessere” è organizzato da Legacoop Forlì-Cesena, IRST

e Macfrut, in collaborazione con LILT Forlì-Cesena, Innovacoop -

Legacoop Emilia-Romagna, Coopfond, Yahoo Salute, Alimos e Noventia.



Ufficio stampa: Emilio Gelosi, tel. 347 0888128 - emilio@sapim.it









]]>
Forlì - Il 7/10 un corso per essere primi su Google Wed, 30 Sep 2009 11:25:17 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/91487.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/91487.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
COME ESSERE PRIMI SU GOOGLE E I MOTORI DI RICERCA?
MERCOLEDI' 7 OTTOBRE A FORLI' SEMINARIO DI FORMAZIONE

Sapim organizza mercoled 7 ottobre un seminario di formazione
rivolto a tutti coloro che utilizzano Internet per promuovere la
propria attivit, in Italia e all’estero. Tema: ottimizzare il
proprio sito per i motori di ricerca per ottenere pi visitatori e
pi vendite. Soggetti interessati: imprese, professionisti,
associazioni e comunicatori. Previste due borse di studio per
studenti universitari.


(Forl, 30 settembre 2009) - La promozione su Internet, ormai, uno
degli aspetti su cui si gioca la competizione a livello globale,
specie per le aziende che operano sui mercati esteri, ma non solo. La
cosiddetta “SEO” (Search Engine Optimization - ottimizzazione per i
motori di ricerca), uno degli aspetti pi curati da chi utilizza il
proprio sito non come semplice vetrina ma come strumento di vendita e
di contatto diretto con il cliente.

Mercoled 7 ottobre a Forl, dalle 9 alle 13, presso la sede di Sapim
in via Monteverdi 6/b, si terr un seminario di formazione avanzata
dedicato all’argomento, rivolto non tanto agli specialisti
informatici quanto a tutti coloro che utilizzano il sito per
promuovere la propria attivit: imprese, professionisti,
comunicatori, associazioni, Onlus e societ sportive. Per
partecipare, infatti, richiesta solo una conoscenza di base dei
computer e dei motori di ricerca. A volte - spiegano gli
organizzatori - per migliorare il numero di visite a un sito
sufficiente sapere quali pagine vanno mantenute e quali cancellate.

Fra i temi che verranno trattati nel corso della mattinata figurano
il funzionamento degli “spider”, ovvero i software realizzati dai
motori di ricerca per esplorare le pagine dei siti, e una trattazione
del “pageranking”, considerato tra gli aspetti pi controversi
dell’algoritmo realizzato da Sergey Brin e Larry Page, i fondatori di
Google. prevista anche un’analisi “in diretta” dei siti dei
partecipanti, con commenti e consigli utili per il loro miglioramento.

:: Il docente
Il docente del corso Alessandro Ronchi, esperto di sistemi
informativi aziendali e data warehousing. Ronchi ha in attivo nel
proprio curriculum collaborazioni con riviste nazionali di
informatica e nuove tecnologie ed titolare di un blog molto
visitato (www.alessandroronchi.net). Svolge un’intensa attivit
consulenziale in tema di internet marketing e tecnologie di rete ed
socio fondatore della cooperativa informatica SOASI, oltre che
webmaster del portale nazionale www.animalisenzacasa.org.

:: Costo e borse di studio per universitari
Il costo del corso di 100,00 euro + IVA. Sono previsti sconti e
agevolazioni per cooperative sociali e Onlus. Sapim, in
collaborazione con Legacoop Forl-Cesena e Associazione Virginia
Senzani, offre a due studenti delle facolt universitarie di Forl-
Cesena l’accesso gratuito al corso, sulla base della tempestivit
dell’iscrizione e di una valutazione del curriculum studi. Per
informazioni: 0543 785453 - formazione@sapim.it - www.sapim.it

:: Ufficio stampa: Emilio Gelosi cell. 347 0888128 -
emilio.gelosi@sapim.it

SI PREGA DI CONSIDERARE LA PRESENTE COME INVITO PER LE TESTATE
INTERESSATE (RSVP)


]]>
Alimentazione e salute: il 9 ottobre al Macfrut esperti a convegno Wed, 23 Sep 2009 16:30:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/90418.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/90418.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
MANGIARE FRUTTA E VERDURA: LA PAROLA ALLA SALUTE
IL 9 OTTOBRE A MACFRUT ESPERTI A CONVEGNO

Eugenio Del Toma, Dino Amadori, Massimo Radaelli, Paolo De Castro,
Laura Bianconi e Giovanni Bissoni sono i protagonisti del convegno
"Educazione alla salute e qualit della vita: le nuove frontiere del
benessere" che si terr la mattina del 9 ottobre al Macfrut di
Cesena, la pi importante fiera dell'ortofrutta del Mediterraneo.


(Forl-Cesena, 23 settembre 2009) - Le abitudini alimentari degli
italiani stanno progressivamente cambiando in peggio. Un problema di
salute pubblica, se vero che la prevenzione si fa anche convincendo
la gente a migliorare i propri stili di vita e mangiare pi frutta e
verdura. Del resto una corretta alimentazione sin da piccoli in
grado di combattere numerose patologie, come diabete e obesit. Di
questi delicatissimi temi si parler venerd 9 ottobre alle 10 alla
sala Europa del Macfrut di Cesena, la pi grande fiera
dell'ortofrutta del Mediterraneo, in occasione di un convegno che
metter a confronto ricercatori scientifici, medici, politici ed
esponenti del mondo dell'impresa.

Salute e alimentazione devono diventare stile di vita - spiega la
direttrice di Legacoop Forl-Cesena, Monica Fantini - e guidare i
comportamenti dei singoli in ogni momento. Ma per creare progetti
educativi di sviluppo serve un approccio integrato e
multidisciplinare. Ecco quindi che attorno al tavolo del centro
congressi di Cesena Fiera siederanno esperti di caratura
internazionale come il professor Eugenio Del Toma, presidente
onorario dell'Associazione Italiana di Dietoterapia e Nutrizione
Clinica, il direttore scientifico dell'Istituto Tumori di Meldola,
professor Dino Amadori, e il farmacologo clinico Massimo Radaelli,
Director di Ariad Parmaceuticals (Boston). Il contraltare politico
sar rappresentato dal presidente della Commissione Agricoltura del
Parlamento Europeo, Paolo De Castro, da Laura Bianconi, componente
della Commissione Permanente Igiene e Sanit del Senato, e
dall'Assessore alla Salute dell'Emilia-Romagna, Giovanni Bissoni.

La tavola rotonda sar moderata dal direttore del Pensiero
Scientifico Editore, Luca De Fiore e preceduta dalla proiezione di un
documentario realizzato da Matteo Lolletti e Lisa Tormena, vincitori
della sezione Produzione del premio Ilaria Alpi 2009.

Il punto di partenza saranno le esperienze pilota che il mondo
cooperativo ha avviato in Emilia-Romagna. Come “Cooprevenzione”,
progetto di educazione alla salute nei posti di lavoro, realizzato in
collaborazione con IRST di Meldola e LILT, che ha coinvolto oltre
mille lavoratori in anamnesi individualizzate, seminari di formazione
e incontri con psicologi e dietisti. O come “Prevescu”, un progetto
per i bambini delle scuole elementari e medie che unisce gioco e
salute per insegnare a “mangiar bene” divertendosi.

Il convegno “Educazione alla salute e qualit della vita: le nuove
frontiere del benessere” organizzato da Legacoop Forl-Cesena, IRST
e Macfrut, in collaborazione con LILT Forl-Cesena, Innovacoop -
Legacoop Emilia-Romagna, Coopfond, Yahoo Salute, Alimos e Noventia e
con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di
Forl-Cesena e dei Comuni di Cesena e di Forl.


Emilio Gelosi
Resp. Comunicazione Legacoop Forl-Cesena
mob. +39 347 0888128
tel. +39 0543 785440
fax +39 0543 781134
]]>
Forlì 1/7 h.20,30 Presentazione "Acque in Romagna" Tue, 30 Jun 2009 09:13:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/85857.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/85857.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
Alla ricerca delle "Acque in Romagna"
Mercoledì 1/7 a Forlì la presentazione
del libro su Luciano Ravaglia

(Forlì, 30 giugno 2009) - Chi si fosse trovato nelle valli forlivesi alla fine degli anni Cinquanta avrebbe notato una strana scena: camion e mezzi con le insegne americane della II Guerra Mondiale si aggiravano per i campi, stendendo chilometri di cavi e raccogliendo dati. A cosa servivano quelle analisi? E perché un team di matematici sovietici ne attendeva il risultato?

La risposta è in “Acque in Romagna”, il libro che racconta l’avventura dell’ingegner Luciano Ravaglia alla ricerca delle falde acquifere che hanno permesso lo sviluppo di questa zona. Uno studio innovativo, senza precedenti non solo in Italia, ma in tutta Europa, la cui formidabile epopea verrà presentata mercoledì 1 luglio alle 20,30 in piazzetta della Misura, presso lo stand dell’editore Sapim, alla presenza del protagonista del volume e del curatore, Matteo Marchi.

Luciano Ravaglia, nato il 13 dicembre 1923 a Forlimpopoli, dopo aver partecipato alla Resistenza e aver ottenuto la laurea in ingegneria è stato uno degli interpreti dello sviluppo tecnico del nostro territorio e non solo. I suoi incarichi professionali lo hanno portato dai piani di sviluppo della Regione Lombardia alla cooperazione internazionale in Somalia e in Argentina, fino alla progettazione esecutiva dell’aeroporto intercontinentale di Agadir, in Marocco. Vive e lavora a Forlì.

Ai presenti sarà consegnata copia del libro, fino ad esaurimento delle scorte disponibili. Per informazioni: 0543 785453 - info@sapim.it.

Ufficio stampa:
Emilio Gelosi - 347 0888128 - 0543 785440

DIDASCALIA FOTO IN ALLEGATO: Inizio anni Sessanta: Luciano Ravaglia e l'allora ministro dei Lavoro Pubblici Benigno Zaccagnini discutono del progetto.

Emilio Gelosi
Ufficio stampa Edit Sapim
tel. 0543 785411 - cell. 347 0888128

Per non ricevere più questi aggiornamenti: emilio.gelosi@sapim.it

]]>
Legacoop TV sulle locali, Youtube e Facebook Thu, 05 Mar 2009 09:38:57 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/74952.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/74952.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena
LEGACOOP TV TORNA IN ONDA
DA QUEST'ANNO ANCHE SU YOUTUBE E FACEBOOK

Il direttore generale di Apofruit Italia, Renzo Piraccini, l'esperto
di marketing Daniele Tirelli e la direttrice di Legacoop Forl-
Cesena, Monica Fantini, sono tra i protagonisti della prima puntata
di “Legacoop TV”, la rubrica televisiva sul mondo della cooperazione
di Forl-Cesena. Il primo appuntamento gioved 5 marzo alle 19,15
subito dopo il telegiornale di Nuovarete Emilia-Romagna, con repliche
su Videoregione, TeleRomagna e Canale 11. Gli orari sono disponibili
sul sito www.legacoop.fc.it. Da quest'anno il programma sar
distribuito anche sul network web di Youtube e sul social network
Facebook.


(Forl-Cesena, 5 marzo 2009) - Si parla di crisi economica nella
prima puntata della settima serie di “Legacoop TV”, il magazine di
informazione sul mondo delle cooperative prodotto da Legacoop Forl-
Cesena e trasmesso dalle principali emittenti locali. In programma
interviste con la direttrice di Legacoop, Monica Fantini, il
professor Daniele Tirelli, esperto di marketing per molti anni
vicepresidente della societ Nielsen AC, e con il direttore generale
di Apofruit Italia, Renzo Piraccini.

Il primo appuntamento per gioved 5 marzo alle 19,15 subito dopo il
telegiornale di Nuovarete, mentre le repliche - una ventina -
andranno in onda anche su TeleRomagna, Canale 11 e Videoregione.
Legacoop TV andr in onda fino a giugno con una nuova puntata ogni
due settimane. La produzione affidata all'agenzia di comunicazione
Sapim, che si occuper anche della sua distribuzione sui social
network di Youtube e Facebook. Tutti gli orari di trasmissione sono
disponibili sul sito di Legacoop Forl-Cesena (www.legacoop.fc.it).

Per noi essere presenti in forze sul web non solo una moda -
spiega la direttrice, Monica Fantini - ma una necessit: ormai i pi
giovani utilizzano Internet come mezzo primario di informazione e
divertimento e se vogliamo raggiungerli necessario adeguare la
nostra offerta di comunicazione. Quest'ultima azione fa parte di un
progetto che stiamo portando avanti da diversi anni e che ci ha
portato, ad esempio, ad aprire un nostro blog e a certificare il sito
di Legacoop per l'accesso ai disabili. E per il futuro stiamo
pianificando una campagna web per sfatare alcuni “miti” negativi che
riguardano le cooperative e promuovere la realizzazione di nuove
imprese.

###


]]>
[FC] Le cooperative di costruzione sulla crisi Fri, 30 Jan 2009 10:57:08 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/72310.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/72310.html Legacoop Forlì-Cesena Legacoop Forlì-Cesena Comunicato stampa Legacoop Forlì-Cesena



Le cooperative di costruzione sulla crisi:

«È la tempesta perfetta, l'occupazione è a rischio»



(Forlì-Cesena, 30 gennaio 2009) Sono dati allarmanti quelli che provengono dal settore Produzione Lavoro di Legacoop Forlì-Cesena, che riunisce le imprese di costruzione e industriali della provincia: più di quaranta aziende che danno lavoro sul territorio a circa 1.500 persone, senza contare l'indotto. Nel corso del tavolo di confronto sulla crisi economica organizzato dall'associazione è emersa una situazione di forte preoccupazione, soprattutto per quanto riguarda le imprese che operano nel settore delle costruzioni.



«E' una tempesta perfetta», ha dichiarato il presidente di Legacoop, Mauro Pasolini. «Da un lato il crollo della domanda aggregata a livello mondiale, dall'altro il blocco degli investimenti causato dai parametri europei sulla spesa pubblica».



E' soprattutto la domanda pubblica, infatti, ad essersi arrestata. Le poche gare rimaste sono tutte concentrate in settori che richiedono investimenti ad alto tasso di capitale (project financing) e scarso apporto di manodopera (le grandi infrastrutture). Questo penalizza tutto il sistema produttivo locale e comunque il sistema produttivo in genere, perché è costituito da un tessuto di piccole e medie imprese. Per quanto riguarda gli investimenti privati è aumentato a dismisura il rischio di insolvenza e le relative tensioni finanziarie. Una situazione a cui il sistema del credito stenta ad offrire risposte convincenti, specie per quanto riguarda i gruppi bancari più lontani dal territorio.



In questo quadro sta aumentando la concorrenza per le imprese locali da parte di aziende provenienti da altri territori. Aziende che facilmente sfruttano, anche, sistemi di appalto che in realtà mimetizzano sempre e comunque il ricorso al massimo ribasso.



Il movimento cooperativo e tutto il sistema di imprese locale, che tradizionalmente offrono forme contrattuali più garantite e più alti standard di sicurezza sul lavoro rispetto ad altri territori, non meritano di essere penalizzati ingiustamente per ottemperare a mere scelte burocratiche, peraltro sempre formalmente negate dalla politica. Chi ha mantenuto posti di lavoro e ricchezza a Forlì-Cesena in questi anni, senza delocalizzare e senza portare capitali all'estero, non può essere considerato allo stesso modo di chi non applica in toto i contratti di lavoro e magari ha globalizzato le proprie produzioni nell'ottica del massimo profitto possibile.



Dal tavolo, infine, è emersa un'indicazione chiara: Legacoop si attiverà con le altre organizzazioni di categoria per promuovere iniziative di sistema. L'obiettivo è di aprire un confronto con le istituzioni che consenta di affrontare in modo condiviso la crisi, per non perdere pezzi importanti di sistema produttivo sul campo e uscire insieme dalla recessione.







Emilio Gelosi

Ufficio stampa Legacoop FC

tel. 0543 785411 - cell. 347 0888128



Per non ricevere più questi aggiornamenti: emilio.gelosi@sapim.it





]]>