Comunicati.net - Comunicati pubblicati - UGL MEDICI Comunicati.net - Comunicati pubblicati - UGL MEDICI Wed, 05 Aug 2020 18:52:59 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/8880/1 DOCUMENTO CONSIGLIO NAZIONALE UGL MEDICI Wed, 01 May 2013 00:17:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/ministeri/276784.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/ministeri/276784.html UGL MEDICI UGL MEDICI Il Consiglio Nazionale Ugl Medici, riunito in Verona il 30 aprile c.a., comunica quanto segue:

CONSIDERATO il discorso d’insediamento del Presidente del Consiglio, cui augura nell'interesse generale, buon lavoro e massimo successo;

 

ESPRIME sconcerto e amarezza per il passaggio "...va rivisto un Welfare schiacciato su pensioni e sanità" in cui vengono impropriamente accostati due settori molto differenti, uno sovraccarico e fuori controllo e l'altro -la sanità- che  costa un terzo in meno della media europea;

 

AUSPICA che il nuovo Governo, con il nuovo Ministro della Salute, sappia evitare invece il prossimo collasso di un SSN su cui pende il taglio di 30 MLD di euro giá previsti nelle normative Tremonti-Monti nel triennio 2013/2015.

Nonché sappia affrontare gravi problemi come: la depenalizzazione dell'atto medico e la conseguente medicina difensiva (costo 15 MLD annui circa); il recupero costituzionale, per competenza, della centralità dello Stato a tutela della salute di tutti i cittadini; un controllo della spesa basato sulla pianificazione centrale; l'omogeneizzazione europea dei servizi; l'attenzione anche alla sanità accreditata; la revisione delle procedure per l'invalidità civile; l'irruzione imminente della sanità transfrontaliera; la riorganizzazione della tutela sanitaria nelle carceri e negli OPG.

 

Il Consiglio Nazionale Ugl Medici ritiene, pertanto, del tutto necessario, cominciare il riesame dell'iniqua previsione di tagli citata (un terzo circa dei 108 MLD annui di spesa sanitaria) onde evitare che a finire schiacciato sia un SSN che garantisce salute per tutti gli italiani (e per i cittadini stranieri compresi)

 

 

UGL MEDICI

]]>
DDL STABILITÁ 2013: UN ATTACCO FRONTALE AL SSN Sun, 21 Oct 2012 08:21:51 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/250830.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/250830.html UGL MEDICI UGL MEDICI Un'autorevolissima fonte quale Il Sole 24 Ore -ha affermato il Segretario Nazionale Ugl Medici Ruggero Di Biagi- ha aggiornato pochi giorni fa la sommatoria dei tagli inferti al SSN con le ultime normative, da Brunetta a oggi: sono 34,9 MLD nel quadriennio 2012-2015.

Il che significa, vista la previsione di spesa globale per questo settore di 112 MLD per il 2012, che verra' cassato dalle nuove normative (buon ultime il Dl 95/12 di spending review e il Ddl di Stabilita' 2013)  un terzo del finanziamento storico!

Riteniamo -ha concluso Di Biagi- trattarsi non certo di una razionalizzazione o di tagli agli sprechi, ma di un vero e proprio attacco frontale alla sanità pubblica e accreditata con una pervicace quanto perversa volontà di liquidare un servizio di altissima valenza sociale.

Ringraziamo le oligarchie finanziarie per i loro progetti di sostituire con organismi profit le strutture sanitarie di oggi.  

 

UGL MEDICI

]]>
SALUTE E BENE COMUNE: CONVEGNO DELLA FEDERAZIONE NAZIONALE UGL MEDICI Sat, 13 Oct 2012 15:01:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/249776.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/249776.html UGL MEDICI UGL MEDICI

 La Federazione Nazionale UGL Medici si è riunita da ieri a Loreto per una tre giorni di incontri intitolata “Salute: Bene Comune”. Nella meravigliosa cornice monumentale della Basilica della Santa Casa, i medici dell’UGL hanno discusso del futuro della sanità italiana, nella prospettiva di una visione sociale e universalistica della salute.

Hanno aperto i lavori la Segretaria Confederale Ivette Cagliari insieme al Segretario Nazionale della Federazione Medici, Dott. Ruggiero di Biagi e il Dott. Oliviero Gorrieri, Membro del Consiglio Nazionale e Presidente dei Medici Cattolici di Loreto.

 

Nel corso dei lavori della prima giornata, è anche intervenuto l’Arcivescovo Mons. Giovanni Tonucci, Delegato Pontificio di Loreto. Il delegato di Sua Santità ha offerto un intenso spunto di riflessione al convegno, citando il primo capitolo del Vangelo di Marco, che parla delle guarigioni dei lebbrosi operate da Gesù Cristo nei suoi primi giorni di predicazione. Il paradigma della impurità della lebbra e la risposta di Gesù che dice “lo voglio mondare” e “tocca” fisicamente colui il quale legalmente non poteva essere toccato, respingendo il ribrezzo e la repulsione per il lebbroso malato, materializza l’immagine del medico che, con il suo toccare ed essere vicino al paziente, umanizza il rapporto con esso, non considerandolo solo un caso clinico ma una persona dotata di corpo e anima da curare, in quell’approccio olistico che non si limita unicamente a capire, a fare solo diagnosi e a dispensare semplicemente la terapia, ma cerca di accogliere e curare il paziente come una “persona” portatrice di un disagio che il medico, a sua volta come persona, cerca di guarire creando una relazione umana basata sul rispetto.

É intervenuto alla giornata inaugurale anche l’Onorevole Carlo Ciccioli che ha affrontato, in un confronto aperto e condiviso con i partecipanti, le attualità riguardanti il Decreto Balduzzi e i diversi argomenti che ruotano attorno al “mondo” sanità italiana, in una visione a 360º delle problematiche che l’affliggono.

La Segretaria Confederale Ivette Cagliari, che ha portato il saluto del Segretario Generale UGL, Giovanni Centrella, ha a sua volta proposto una riflessione sulla centralità della persona umana affrontando, dal punto di vista sindacale, il tema proposto da             Mons. Tonucci ed evidenziando l’eccesso di mercantilismo che oggi pervade la sanità italiana, più orientata ad adeguarsi all’esasperazione degli attuali tagli economici e meno alla valorizzazione dei rapporti bioetici e della professionalità degli operatori sanitari. Dichiara, inoltre, Ivette Cagliari “Purtroppo la sanità è stata consegnata all’ideologia aziendalista generando una radicalizzazione del concetto di salute che viene ad assumere connotazione di merce. Serve incoraggiare, invece, la partecipazione per rendere la sanità equa e sostenibile, rivendicando la salute come bene comune, per recuperare lo spazio pubblico che va oltre le rigide categorie finanziarie, volte a comprimere posti di lavoro e diritti”.

Il Segretario Nazionale UGL Medici, Dott. R. Di Biagi, ha sviluppato una riflessione sul “Decreto Balduzzi”, con un ampia illustrazione di tutti gli aspetti che riguarderanno da vicino medici, i pazienti e tutto il Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

Tra gli argomenti affrontati, hanno trovato un giusto spazio le tematiche collegate alle strutture accreditate come risorsa per il SSN, affrontate dai relatori Dott. Enrico Giuliani e Piero Morucci impegnati, in prima persona, nella tutela degli operatori degli ospedali accreditati e classificati, che in questo periodo stanno subendo un pauroso assalto speculativo e risultano spesso mal gestite dalle rispettive amministrazioni.

I Dottori Gino Cappannini ed Eugenio de Werra, hanno illustrato l’impegno della Federazione UGL Medici, nelle iniziative del Coordinamento Intersindacale, che culmineranno nella manifestazione nazionale del prossimo 27 ottobre 2012.

Altro intervento rilevante è stato quello del Dott. Filippo Fordellone sulle tematiche riguardanti la sanità pubblica e quella privata, con particolare riguardo alla definizione ed alla declinazione di specifiche strategie di sinergismo d’interventi.

Hanno chiuso i lavori di questa giornata lauretana, gli interventi del Prof. Tonino Cantelmi, consigliere dell’UGL Medici e psichiatra di fama internazionale e del Dott. Romolo Sabatini, sulle delicate tematiche della bioetica.

L’UGL Medici, ancora una volta nei suoi seminari di studio e confronto fa emergere con forza argomenti e riflessioni di stringente attualità, con il preciso obiettivo di porre la nostra Federazione nelle condizioni di fronteggiare al meglio le sfide che in questi tempi difficili si presentano ai dirigenti medici e al mondo della sanità.

 

Cesare Secci

Claudio Leonardi

 

Loreto 13.10.2012

 

]]>
DE PROFUNDIS PER IL SSN Fri, 06 Jul 2012 10:49:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lazio/232050.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lazio/232050.html UGL MEDICI UGL MEDICI

I provvedimenti (si fa per dire) emessi ed emanandi in tema di sanità ammontano - afferma il Segretario Nazionale UGL Medici Ruggero Di Biagi - a 22 miliardi di euro.

Questa è la cifra prevista e già in attuazione per il Triennio 2012/2014, fornita dalle Regioni. Trattasi della sommatoria di interventi normativi come la L.122/2010 blocco dei contratti e riduzione finanziamento SSN; la L.111/2011 reintroduzione ticket e misure contenimento spesa e la L.191/2009 Patto per la salute. Il tutto di famigerata epoca tremontiana.

A queste si aggiungono le misure della "Bozza decreto disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica" in elaborazione da Monti in questi giorni.

Se consideriamo che il totale della spesa prevista per il SSN italiano nel 2012 era di 112 MLD (9% circa del PIL, una delle più basse in Europa), comprendiamo come l'intenzione di massacrare, e non revisionare, il settore sia ben chiara: rimane il dubbio se non la certezza - ha concluso il Segretario UGL Medici Di Biagi – che, come anche ben espresso dal Governatore del Lazio Polverini, si voglia aprire alle assicurazioni private.

Il tutto per finire magari come negli USA, dove la spesa sanitaria arriva, grazie appunto al privato, all'astronomica cifra del 18% del PIL!

Complimenti ai Professori!

 

UGL MEDICI

]]>
FRATI LASCI L'UNIVERSITA'. (SOLO LUIGI, PERO'...) Sat, 31 Mar 2012 18:43:39 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/212193.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/212193.html UGL MEDICI UGL MEDICI DDL GOVERNO CLINICO: L’UGL MEDICI SI ALLINEA CON L’EMENDAMENTO CHE CONFERISCE MAGGIORE RESPONSABILITÁ AI SANITARI NELLE ASL Sun, 22 Jan 2012 09:01:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/197365.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/197365.html UGL MEDICI UGL MEDICI

Dopo anni di aziendalizzazione e di Direttori Generali satrapi finalmente - ha dichiarato il Segretario Nazionale Ugl Medici Ruggero Di Biagi - uno spiraglio di luce.

Un emendamento all'art. 2 (Funzioni del Collegio di Direzione) del testo di Legge sul Governo Clinico nelle AA.SS.LL., approvato recentemente dalla Commissione Affari Sociali della Camera e presentato dal relatore Domenico Di Virgilio, rende, infatti, il Consiglio di Direzione “Organo della Asl”.

Abbiamo giá detto e ripetiamo - ha concluso il Segretario Ugl Medici - che far partecipare alla gestione della sanità i sanitari tutti, é un elementare principio finora disatteso. Ammesso che sia approvato il Ddl, speriamo solo che le Regioni, cui é demandata la normazione di quanto sopra, non sfascino il tutto...

 

IL SEGRETARIO NAZIOALE UGL MEDICI - Ruggero Di Biagi

]]>
L’UGL MEDICI PLAUDE CON RISERVA ALL’INIZIATIVA DELLA LOMBARDIA SULLA VALUTAZIONE DEI COSTI IN SANITÁ REGIONALE Fri, 06 Jan 2012 07:10:26 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/195001.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/195001.html UGL MEDICI UGL MEDICI

"Ha fatto bene la Regione Lombardia - ha dichiarato il Segretario Nazionale Ugl Medici Ruggero Di Biagi - a deliberare di evidenziare dal prossimo 1 marzo per ogni ricovero, analisi o visita specialistica, il costo sostenuto dal SSN.

É un’elementare principio di trasparenza, ma soprattutto di responsabilizzazione civile il portare a conoscenza quanto costi ogni prestazione in sanità.

Quello che peró non si capisce - ha continuato Di Biagi – é il perché tale costo riassuntivo d’interventi plurimi, spesso ad alta tecnologia, debba essere presentato con il referto medico o la lettera di dimissione, in linea con l'assurda tendenza di delegarci la componente ragionieristica, come nel caso dei medici di medicina generale costretti recentemente a girovagare su internet per scoprire dall'Agenzia delle Entrate il reddito dell'assistito ai fini dell'esenzione ticket!

Molto piú corretto e sensato - ha concluso Di Biagi - sarebbe precisare con nota amministrativa a parte gli oneri economici: DATE A CESARE QUELLO CHE É DI CESARE, E A DIO QUELLO CHE É DI DIO, diceva giustamente Qualcuno..."

 

Il Segretario Nazionale UGL Medici

Ruggero Di Biagi

]]>
All'IDI un futuro incerto: l'UGL Medici ARIS chiede l'apertura di un tavolo tecnico Sat, 17 Dec 2011 05:55:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/192886.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/192886.html UGL MEDICI UGL MEDICI L'Amministrazione IDI con l'ennesimo avviso di oggi in bacheca, annuncia il pagamento dello stipendio di Novembre e della tredicesima mensilità, sarà la solita promessa?

UGL MEDICI ARIS ribadisce la necessità che all’IDI si torni al più presto alla regolare tempistica di accreditamento degli stipendi e di tutte le spettanze. Non ci rassicura affatto la presentazione del piano di riassetto aziendale poiché apparentemente sprovvisto di pianificazione finanziaria che consenta di sbloccare il malfunzionamento dell'ospedale, ingiustamente attribuito al comportamento riottoso dei lavoratori e dei dirigenti, al contrario esasperati dai ritardati pagamenti e da una prospettiva futura assolutamente incerta.

Sarebbe opportuno che la Congregazione che gestisce l’IDI nei suoi massimi organi decisionali si ponesse con spirito di sincero ascolto a confronto con i medici e il personale per condividere i progetti e le prospettive future senza trincerarsi continuamente dietro la scusa dei tagli regionali o dei mancati versamenti, che peraltro risultano sempre essere stati erogati regolarmente.

Ci pare opportuno, in un momento di crisi, creare un confronto sereno tra tutte le parti interessate: anche la Regione Lazio, nell'ultimo comunicato stampa, conferma la disponibilità all'apertura di un tavolo triangolare per la rapida soluzione dei problemi dell'IDI IRCCS, dell'Ospedale Generale di Zona San Carlo e della sede dell'IDI di Capranica (Viterbo). In quest’ottica e in questa forma chiediamo che il citato tavolo tecnico venga tempestivamente attivato in funzione dei diritti dei lavoratori ma ancor più di quelli dei molti degenti che hanno sempre visto l’IDI come esempio di buona sanità. UGL Medici ARIS

]]>
MANOVRA FINANZIARIA MONTI: TUTTI AI LAVORI FORZATI! Wed, 07 Dec 2011 14:19:12 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/191379.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/191379.html UGL MEDICI UGL MEDICI Ennesimo colpo di mannaia sulla spesa sanitaria prevista per il 2012 e solita grossa cannonata sulla classe medica del SSN.

Dopo il blocco dei contratti e il congelamento delle retribuzioni; dopo il demansionamento senza valutazione o con valutazione positiva; dopo il sequestro della liquidazione per tre anni; l’impossibilitá di avere incarichi superiori se hai fatto politica o sindacato; il taglio del 5% e 10% degli stipendi sopra i 90 mila e 150 mila euro; tenuto conto delle condizioni di lavoro schiavistiche per il depauperamento degli organici a causa del blocco turn-over; considerando i tagli selvaggi al SSN giá fatti e in arrivo (8 MLD di euro nel biennio 2012/2013) ed infine dopo tutte le leggi repressive del professor Brunetta, adesso arrivano i lavori forzati imposti dai nuovi “professoroni” con previsione della pensione a 66 anni o dopo 42 anni e “spicci” di contributi e pure senza recupero inflazionistico!

Di patrimoniale sulle grandi fortune, come fatto in Francia, nemmeno a parlarne, di recupero della più scandalosa e astronomica evasione fiscale d'Europa niente di niente, di sistemazione di precari anche 50enni nulla di nulla.

E quindi vai, sotto a chi tocca! E per fortuna che sono professori, figuriamoci i somari che potrebbero inventarsi!

 

Ruggero Di Biagi

Segretario Nazionale UGL MEDICI

 


]]>
L’UGL Medici dice no allo smantellamento del SSN Thu, 10 Nov 2011 18:23:54 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/187162.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/187162.html UGL MEDICI UGL MEDICI In Italia oltre la “fuga” dei cervelli abbiamo anche il problema della “fuga” dal SSN come ha confermato il boom di pensionamenti dei medici del SSN nel 2001, con un +55% rispetto all’anno precedente. A ricordare questa grave anomalia segnalata dall'INPDAP è il Segretario Nazionale UGL Medici, Ruggero Di Biagi. “É una situazione squallida e angosciante nella quale i professionisti del SSN scelgono di “star meglio” andandosene in pensione, fuggendo dal default finanziario delle Regioni e dello Stato e dallo sfascio organizzativo delle AA.SS.LL. - sottolinea Di Biagi – con un ulteriore aggravamento delle condizioni operative di chi rimane in trincea, in ragione del famigerato blocco del turnover. Dispiace molto affermarlo – conclude il Segretario Nazionale UGL Medici – ma in questi ultimi tempi mai nessun governo “brunettiano” ha fatto cosí tanto contro la sanità e cosí male, producendo nelle varie manovre finanziarie, modifiche confusionarie dell’etá pensionabile prevedendo la folle possibilitá di rottamare medici a 58/59 anni, il blocco dei contratti per 4 anni (solo nel pubblico), la soppressione del contratto 2010-2012 (solo nel pubblico), il taglio del 5% o 10% sugli stipendi piú alti (sempre e solo nel pubblico) il sequestro del TFR per oltre 50 mesi, la pura discrezionalità delle Direzioni Generali di revocare incarichi ai dirigenti anche senza valutazione, la sottostima e il taglio dei finanziamenti al SSN...! Nell'evidente intento di smantellamento dello stesso a favore della sanitá privata: si salvi chi puó!

]]>
U.O.C. CHIRURGIA OSPEDALE PERTINI DI ROMA: L’UGL MEDICI DENUNCIA GRAVI DISAGI OPERATIVI Wed, 12 Oct 2011 08:37:11 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/182730.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/182730.html UGL MEDICI UGL MEDICI

I chirurghi dell’Ospedale Pertini di Roma denunciano un plus orario lavorativo al quale sono sottoposti da diversi mesi.

“Totale solidarietà ai colleghi chirurghi dell’Ospedale Pertini di Roma che da molto tempo ormai sono sottoposti ad un super lavoro che  pone a rischio il loro operato quotidiano e l’esito dei loro interventi nei confronti dei pazienti che afferiscono al loro reparto” È questo l’allarme che rilancia il dott. Ruggero Di Biagi, Segretario Nazionale dell’UGL Medici” nel commentare la difficile condizione lavorativa che caratterizza ormai da troppo tempo la gestione operativa della U.O.C. Chirurgia dell’Ospedale Pertini di Roma. “In tali situazioni – conclude Di Biagi – l’errore clinico è sempre dietro l’angolo e certamente non attribuibile alla mancata professionalità dei colleghi chirurghi che operano in croniche condizioni di disagio”. É per tali motivi che l’UGL Medici ha inviato una nota al Direttore Generale della ASL RMB nella quale si richiedono rapidi interventi risolutivi in merito a questa grave situazione del nosocomio romano.

]]>
IL VASO È COLMO Wed, 31 Aug 2011 14:10:52 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/176917.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/176917.html UGL MEDICI UGL MEDICI

I medici del SSN sono stufi e si dichiarano fortemente contrari a scappatoie politiche che continuano a danneggiare la loro categoria. Dopo lo stop al turnover, al blocco dell’adeguamento economico dei contratti, al fermo delle retribuzioni - ha affermato il Segretario Nazionale Ugl Medici Ruggero Di Biagi - i camici bianchi urlano il loro dissenso contro la Manovra di correzione dei conti pubblici all'esame del Parlamento che esclude gli anni di Università dal conteggio dell'anzianità per la pensione. Basta – continua il Segretario Nazionale – ad altri interventi che umiliano pesantemente la professionalità e lo spirito di sacrificio dei medici italiani. Sei anni di laurea, almeno quattro di specializzazione e/o di dottorato di ricerca – come imposto dalla normativa europea - ed infine il servizio militare, impediscono al medico di iniziare a lavorare prima dei 30 anni di vita. Come si pensa che i camici bianchi possano raggiungere i requisiti minimi per una pensione di anzianità? Quando lavoreranno i nuovi medici formati nelle nostre Universitá? Quindi - conclude il dott. Di Biagi – pur nell’incertezza dei contenuti definitivi, l’Ugl Medici si oppone con estremo disappunto verso tali specifici contenuti della Manovra finanziaria che sviluppa, ancora una volta, un’azione coercitiva verso una categoria professionale che è stanca di scontare negligenze altrui.

 

 

]]>
PERSEVERARE DIABOLICUM: MANOVRA TAFAZZIANA, PER IL GOVERNO E PER GLI UTENTI Wed, 06 Jul 2011 07:57:52 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/170018.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/170018.html UGL MEDICI UGL MEDICI

Complimenti per la perseverante coggiutaggine nel massacrare (vorremmo poter usare un termine meno pesante...) il SSN - ha affermato il Segretario Nazionale Ugl Medici Ruggero Di Biagi - da parte degli "specialisti" governativi.

Ha detto bene Ignazio Marino, Presidente della Commissione d'Inchiesta sul SSN, che e' ingiusto chiedere ancora sacrifici al settore "quando in Italia la spesa pro capite per la sanità è già una delle più basse dei Paesi Ocse, e cioe' 2.686 dollari contro i 3.588 della Germania o i 3.601 della Francia".

Come ha poi ben evidenziato l'economista Spandonaro, del Ceis Tor Vergata, per la manovra il finanziamento pubblico in Sanità dovrebbe aumentare di una media per il biennio 2013-2014 dello 0,9%, quando le previsioni di crescita del PIL, sono per il Governo fra il 3,1% e il 3,4% annuo per lo stesso periodo: tradotto sono 10 miliardi di euro in meno per il SSN in tre anni.

Aggiungiamoci il blocco del turn-over - ha concluso il Segretario Ugl Medici Di Biagi- e prepariamoci al peggio.

 

UGL MEDICI

 

]]>
OSPEDALE S. PERTINI: REGNA IL CAOS ORGANIZZATIVO Tue, 21 Jun 2011 10:49:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/167688.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/167688.html UGL MEDICI UGL MEDICI

Di fronte al perdurare, da ormai lungo tempo, dello stato di caos organizzativo dell’Ospedale S. Pertini, come peraltro certificato dalle testimonianze rese dai lavoratori del presidio ai quotidiani, con gravi problemi per pazienti e operatori, ci si chiede se non sia giunto il momento da parte del Direttore del Presidio Ospedaliero citato, dr.Alberto Giannotta, di voler seriamente prendere in considerazione la possibilità di avvalersi dell’istituto delle dimissioni, e chiudere questa  esperienza.

 

IL RESPONSABILE AREA ROMANA - UGL MEDICI - dr. Eugenio de Werra

]]>
OSPEDALE S. PERTINI: REGNA IL CAOS ORGANIZZATIVO Tue, 21 Jun 2011 10:48:00 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/167686.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/167686.html UGL MEDICI UGL MEDICI

Di fronte al perdurare, da ormai lungo tempo, dello stato di caos organizzativo dell’Ospedale S. Pertini, come peraltro certificato dalle testimonianze rese dai lavoratori del presidio ai quotidiani, con gravi problemi per pazienti e operatori, ci si chiede se non sia giunto il momento da parte del Direttore del Presidio Ospedaliero citato, dr.Alberto Giannotta, di voler seriamente prendere in considerazione la possibilità di avvalersi dell’istituto delle dimissioni, e chiudere questa  esperienza.

 

IL RESPONSABILE AREA ROMANA - UGL MEDICI - dr. Eugenio de Werra

]]>
SI' ALLA LEGGE SUL GOVERNO CLINICO! FORZA DI VIRGILIO! Fri, 17 Jun 2011 01:09:00 +0200 http://comunicati.net/comunicati/varie/167133.html http://comunicati.net/comunicati/varie/167133.html UGL MEDICI UGL MEDICI

Apprendiamo con soddisfazione - ha dichiarato il Segretario Nazionale Ugl Medici Ruggero Di Biagi - che il DDL sul "governo clinico" e' di nuovo in campo e che il Relatore On.le Di Virgilio e' intenzionato a portarlo avanti con la XII Commissione della Camera, accogliendo tutti gli elementi migliorativi possibili.

Condividiamo pienamente non solo il metodo - ha continuato Di Biagi - ma anche e sopratutto il merito del provvedimento, che ha tra i suoi punti piú qualificanti all'art. 2, l'innalzamento del Collegio di Direzione a Organo della ASL, insieme con il Direttore Generale.

Questo articolo del DDL, che viene giustamente subito dopo i Principi Generali, introduce finalmente una piú forte e qualificata partecipazione dei sanitari - finora di fatto esclusi - con la rappresentanza delle categorie professionali dell'Azienda, nella pianificazione e gestione dell' Azienda.

Finalmente i medici, gli infermieri, i lavoratori delle Asl avranno maggiore partecipazione alla direzione delle AA.SS.LL.. Rivolgo un forte appello - ha concluso il Segretario Ugl Medici Di Biagi - alle OO.SS. affinché sostengano l'iter del provvedimento, anche con proposte migliorative.

 

UGL MEDICI

]]>
ONAOSI: NIENTE PRESIDENZA PER L'EX-SOTTOSEGRETARIO DI STATO. ZUCCHELLI, SUONATORE SUONATO Mon, 16 May 2011 09:13:14 +0200 http://comunicati.net/comunicati/varie/161825.html http://comunicati.net/comunicati/varie/161825.html UGL MEDICI UGL MEDICI

Il 14 maggio si é svolta la prima riunione del Comitato di Indirizzo dell'Onaosi per medici dirigenti - ha dichiarato il Segretario Nazionale Ugl Medici Ruggero Di Biagi - composto di 30 membri tra designati e elettivi (questi ultimi 10 della Lista Nuova Onaosi, 4 della Caduceo e 3 della Medicina Solidale, formata da iscritti Ugl Medici): si dovevano  eleggere al suo interno i 5 componenti del Consiglio di Amministrazione, vero Governo dell'Ente, che deve poi eleggere a sua volta al suo interno il Presidente dell'Onaosi.

Avevamo proposto attraverso la nostra capolista Cristina Betti che questi 5 medici fossero espressione collegiale di tutte le liste, con 3 per Nuova Onaosi e 1 per ciascuna delle altre due.

Questa proposta - ha continuato Di Biagi - non e' stata accettata dalla lista di maggioranza, e fin qui rimaniamo nella normale dialettica istituzionale, ma ció che ha particolarmente colpito i nostri due colleghi Ugl presenti, tra l'altro due donne, e' stata la proterva arroganza del Presidente in pectore Serafino Zucchelli, che avevamo, sbagliando, definito uomo di alto livello politico e di spessore.

Forse perché giá Sottosegretario di Stato con Prodi e abituato al potere, forse perché cresciuto nei soviet di Bologna e Modena e abituato ad un distinguo sprezzante, non ha né salutato, né minimamente considerato le due colleghe: anche perché - questa la voce - con "i fascisti dell'Ugl" il Presidente (cioé lui, prima ancora di essere eletto...) non parla.

Nessuna pertanto migliore soddisfazione - ha concluso il Segretario Ugl Medici Di Biagi - per Cristina Betti poteva esservi che dare una lezione di stile e competenza a questo politico ancien regime, quando dopo le elezioni blindate del Consiglio di Amministrazione, che deve per Statuto essere composto da medici dipendenti (e mentre le pacche sulle spalle del prossimo Presidente si sprecavano...), poter chiedere la verifica della posizione dello Zucchelli... che e' un pensionato!

Quindi deve decadere dal Consiglio e non potra' fare il Presidente, per cui: “Zucchelli, a non rivederci”

 

UGL MEDICI

]]>
FACCIAMOLI CURARE DAL COMMERCIALISTA! Sat, 30 Apr 2011 19:44:32 +0200 http://comunicati.net/comunicati/varie/159848.html http://comunicati.net/comunicati/varie/159848.html UGL MEDICI UGL MEDICI

"Saremmo curiosi di conoscere quale perversione mentale - ha dichiarato il Segretario Nazionale Ugl Medici Ruggero Di Biagi - spinge il legislatore ad affibbiare, in misura esponenzialemnte crescente, ai medici impropri compiti di natura burocratico-amministrativa.

Ultimo in ordine di tempo il diktat, pardon, il Decreto del Ministero del Tesoro del dicembre 2009 "Verifica delle esenzioni, in base al reddito, dalla compartecipazione alla spesa sanitaria" (che gia' dal titolo non si capisce quale nesso abbia con l'atto medico) il quale, come una bomba a tempo, prevede dal 1 maggio di questo anno l'intervento del medico di medicina generale con funzioni di controllo sull'esenzione dal ticket degli utenti.

Belle teste al Ministero - ha concluso Di Biagi - per ideare tali pensate! Probabilmente per farsi curare andranno dal commercialista..."

UGL MEDICI

]]>
ELEZIONI ONAOSI: IMPORTANTE AFFERMAZIONE DELLA LISTA "MEDICINA SOLIDALE" Sat, 09 Apr 2011 18:07:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/varie/157301.html http://comunicati.net/comunicati/varie/157301.html UGL MEDICI UGL MEDICI Lo spoglio delle schede elettorali, appena terminato, per il rinnovo del Comitato di Indirizzo della Fondazione Onaosi -ha dichiarato il Segretario Nazionale Ugl Medici Ruggero Di Biagi- hanno segnato un risultato eccezionale per la lista Medicina Solidale, formata da nostri iscritti.

I nostri 3 su 17 rappresentanti eletti, a fronte dei 4 della lista Caduceo, formata da autorevoli personalita' e dei 10 della lista Per una Nuova Onaosi, formata dai Segretari nazionali di tutti i piu' forti sindacati medici e capitanata da un uomo dello spessore di Zucchelli, gia' Sottosegretario di Stato con il Ministro Turco, rende ragione della nostra soddisfazione.
E' un segnale importante -ha concluso Di Biagi- della autorevolezza della Federazione Medici Ugl e piu' vastamente del Sindacato Ugl tutto. Garantiremo, insieme con tutti gli altri colleghi medici e non eletti nelle varie categorie sanitarie la prosecuzione della storica missione di assistenza dell'Ente
 
UGL MEDICI
]]>
UGL MEDICI: BENE LA CONVOCAZIONE DELL'ARAN PER IL TESTO UNICO AREA DIRIGENZIALE S.S.N. Sat, 09 Apr 2011 18:06:20 +0200 http://comunicati.net/comunicati/varie/157300.html http://comunicati.net/comunicati/varie/157300.html UGL MEDICI UGL MEDICI Il 6 aprile le organizzazioni sindacali mediche sono state convocate dall'Aran per comiciare a predisporre un Testo unico dei contratti collettivi di Lavoro della Dirigenza Medica e Sanitaria del SSN, che armonizzi le norme dal 1996 ad oggi.

"Finalmente -ha commentato l'evento il Segretario Nazionale Ugl Medici Ruggero Di Biagi- e' stato ascoltato l'appello per l'elaborazione di un Testo unico che superi la frammentazione e il vero e proprio affastellamento di norme talora caotiche se non contraddittorie dei Contratti nazionali della dirigenza medica e non"

"Prima o poi, quando finira' il blocco imposto ai contratti dalla manovra finanziaria 2010, si potra' chiarificare con questa operazione legislativa-ha concluso Di Biagi- una serie di difficolta' interpretative che lasciano oggi ampio spazio alla peggiore discrezionalita' e difformita'"

UGL MEDICI

]]>