Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Inpress Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Inpress Sun, 21 Apr 2019 12:34:29 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/8013/1 Siracusa - L'Astrazione ridefinita, dal 13 aprile al 4 maggio personale di Salvo Raeli al Quadrifoglio Tue, 09 Apr 2019 11:17:41 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/541273.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/541273.html Inpress Inpress
Gentili colleghi, 
poiché alcuni di voi ci hanno segnalato di non aver ricevuto il presente comunicato, lo inviamo di nuovo, scusandoci in anticipo con chi lo avesse già ricevuto. 
Cordiali saluti e buon lavoro 
  

Siracusa, 8 aprile 2019 

L'Astrazione ridefinita, dal 13 aprile al 4 maggio personale di Salvo Raeli al Quadrifoglio

Dal 13 aprile al 4 maggio la Galleria Quadrifoglio di via Santi Coronati 13, in Ortigia, proporrà una personale di Salvo Raeli dal titolo “L'Astrazione ridefinita” a cura di Mario Cucè, con testo critico di Demetrio Paparoni (inaugurazione sabato 13 ore 18, visite tutti i giorni ore 10-13 e 17-20). In mostra 15 opere realizzate su cartone con tecniche miste.

Salvo Raeli è nato a Noto ma vive e lavora a Siracusa. Docente dal 1976 presso Istituti d’Arte e Universitari, ha iniziato la sua ricerca artistica nei primi anni Settanta. Dopo l’esperienza con sculture monocrome dalla forma bio-morfa, inizia negli anni Novanta una serie di dipinti astratti, per lo più su cartoncino, che si inscrivono nella corrente artistica della “Astrazione ridefinita”.

L’espressione è stata coniata dal critico d’arte Demetrio Paparoni, per indicare le «nuove forme di astrazione sviluppatesi negli anni Novanta un po’ ovunque, soprattutto negli Stati Uniti e a New York in particolare». Gli artisti ascrivibili a questa corrente, spiega il critico, non vedevano l’astrazione come antitesi della figurazione ma, come una sua variante. I loro dipinti astratti potevano leggersi anche in chiave figurativa, per esempio come paesaggi interiori.

Paesaggi interiori sono, appunto, i dipinti di Raeli. Si tratta di griglie costruite con virgole di colore. Raeli utilizza colori dalla diversa consistenza - acrilici, pastelli e acquerelli �“ in modo che la loro sovrapposizione non copre ma anzi lascia trasparire le pennellate sottostanti. Le variazioni di dosaggio e le sovrapposizioni conferiscono alle opere una gamma molto ampia di colori e tonalità.

«Guardando oggi, a distanza di anni, - conclude Paparoni - il corpo d’opera così nutrito di dipinti di Raeli si rimane stupiti della capacità dell’artista di fare di ogni nuovo lavoro un momento di passaggio verso il successivo, sorprende e commuove il suo insistere sullo stesso tema, riuscendo appieno a trasmettere l’emozione alla quale si deve l’essere al mondo di queste opere».


Info e contatti
Galleria Quadrifoglio Arte contemporanea
Via SS. Coronati, 13 - Ortigia
Tel. 0931 64443
Mail: info@galleriaquadrifoglio.it
Sito web: http://www.galleriaquadrifoglio.it/ 


In allegato:
Opera di Salvo Raeli: Maestrale
Locandina
Estratto dalla brochure della mostra, con il testo critico di Demetrio Paparoni

--
Giovanni Criscione
giornalista Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 93
mail: inpress.ragusa@gmail.com
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Rosolini (SR) - Progetto ISMERS, all’IC "E. De Cil lis" check-up completo sullo stato di salute dell'edificio Tue, 22 Jan 2019 11:50:48 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/518124.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/518124.html Inpress Inpress
Rosolini (SR), 22/01/2019 

Progetto ISMERS, all’IC "E. De Cillis" check-up completo sullo stato di salute dell'edificio 

Il progetto "ISMERS �“ Idoneità statica manufatti edifici nei centri storici ad alto rischi sismico (cartella clinica edificio)", sviluppato dai Laboratori tecnologici e di ricerca Betontest di Ispica in collaborazione con l'Università del Salento e la Xrd tools, spin off fondato da Giovanni Berti dell’Università di Pisa, ha fatto tappa nei giorni scorsi nell’istituto comprensivo "E. De Cillis". Nel corso di due settimane di indagini, i tecnici della Betontest, coordinati dal responsabile Corrado Monaca, hanno eseguito un check-up completo dello stato di salute dell'edificio. I ricercatori hanno prelevato campioni di malte e di muratura, hanno ispezionato l’interno nella muratura mediante telecamere per video ispezioni, condotto analisi sul grado di umidità di superficie e in profondità, ripetendo i sondaggi e carotaggi nei solai e lungo i muri perimetrali interni ed esterni dell'edificio. Prossimamente, inoltre, effettueranno delle prove diffrattometriche, con una speciale tecnologia robotica a raggi X che permette di rilevare effetti di sollecitazioni meccaniche, di agenti di natura chimica ed escursioni termiche. 

L’obiettivo dei tecnici è quello di avere un quadro quanto più dettagliato possibile sullo stato di salute della scuola, al fine di intervenire, se necessario, con azioni mirate di messa in sicurezza e di prevenzione antisismica. La certificazione sullo stato di salute dell’edificio rilasciata a seguito di tali controlli è necessaria, infatti, per poter acceder ai fondi statali per la messa in sicurezza degli edifici esistenti nell'area iblea, considerata ad alto rischio sismico. 

“Negli anni Sessanta �“ ha dichiarato l’Assessore ai Lavori pubblici Carmelo Di Stefano �“ la scuola è stata costruita in muratura portante. Nata con l’idea che doveva essere composta da un piano terra e da un primo piano, con l’aumento della popolazione scolastica ne è stato costruito un secondo, aggiungendo ulteriori carichi alla muratura. Grazie a questo progetto stiamo verificando se i materiali utilizzati si trovano in buono stato di salute”. 

“È chiaro che questo intervento �“ ha aggiunto il dirigente scolastico Giovanni Di Lorenzo - che poi potrà portare anche un intervento di consolidamento per rendere l’edificio più stabile e sicuro, accoglie tutto il nostro favore. Dal punto di vista della sicurezza ci metterà in condizioni migliori rispetto alla situazione attuale”. 

Le indagini strutturali non hanno costi per il Comune, come disposto dalla delibera n. 65 del 27 marzo 2018 della Giunta, poiché il progetto rientra nel programma Horizon 2020 �“ PON 2014/2020 del Ministero allo Sviluppo Economico e della Commissione Europea. Nel corso del progetto sono già state analizzati alcuni edifici pubblici a Giarratana, Modica, Scicli, Pozzallo e Ispica, individuati di concerto con le rispettive amministrazioni comunali. 


--
Giovanni Criscione
giornalista Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 93
mail: inpress.ragusa@gmail.com
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Siracusa - Fino al 5 gennaio in mostra "L'archetipo ... il segno" di Sandro Bracchitta Thu, 27 Dec 2018 09:21:53 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/511709.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/511709.html Inpress Inpress

Siracusa, 27/12/2018

Galleria Quadrifoglio, fino al 5 gennaio in mostra "L'archetipo ... il segno" di Sandro Bracchitta

Ci sarà tempo fino al 5 gennaio per visitare la personale di Sandro Bracchitta dal titolo "L'archetipo ... il segno", a cura di Mario Cucè, allestita nella Galleria Quadrifoglio di via Santi Coronati 13 a Ortigia. La mostra, inaugurata lo scorso 1° dicembre, è stata visitata e apprezzata da un pubblico numeroso e attento, tanto che gli organizzatori hanno deciso di posticiparne la chiusura, inizialmente fissata per il 30 dicembre.

"L'archetipo ...il segno" raccoglie una selezione di incisioni per lo più realizzate a carborundum, puntasecca e acido diretto, la maggior parte di grande formato. Tra queste, anche alcuni lavori inediti e opere uniche retouche a floccaggio, tecnica preferita dall'artista. I lavori presentati si inscrivono nei codici del linguaggio poetico che contraddistingue la ricerca artistica di Bracchitta negli ultimi vent'anni. Sono immagini, archetipi e soggetti fra modernità e tradizione, come la ciotola, i semi, la casa tridimensionale, la sedia, in un ricercato equilibrio tra segno, forma e colore.

La mostra potrà essere visitata tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.


Info e contatti
Galleria Quadrifoglio Arte contemporanea
Via SS. Coronati, 13 - Ortigia
Tel. 0931 64443
mail: info@galleriaquadrifoglio.it
sito web: http://www.galleriaquadrifoglio.it/

--
Giovanni Criscione
giornalista Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 93
mail: inpress.ragusa@gmail.com
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Siracusa - Ortigia in mostra, i "Portraits" di Andrea Ventura al S'AC dal 3 agosto al 3 settembre Wed, 25 Jul 2018 17:17:26 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/487287.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/487287.html Inpress Inpress
Siracusa, 25/7/2018

Ortigia in mostra, i "Portraits" di Andrea Ventura al S'AC dal 3 agosto al 3 settembre

Li abbiamo visti sulle copertine del Times, di Forbes, di Newsweek. Ci hanno emozionato sulle pagine del New York Times, de La Repubblica, del Corriere della Sera. Dal 3 agosto al 3 settembre potremo anche ammirarli in una mostra ospitata al S'AC-Sant'Agostino Contemporanea. Sono i celebri "Portraits" di Andrea Ventura, illustratore noto a livello internazionale, che venerdì 3 agosto alle ore 19,30 inaugurerà nei locali dell'ex convento di Sant'Agostino, in via Nizza 14, un'esposizione di ritratti di personaggi famosi: leader politici, pop star mondiali, intellettuali e figure che hanno segnato il nostro tempo. alcuni ritratti sono inediti, altri hanno già fatto la loro comparsa sulle pagine di prestigiose riviste e quotidiani, a corredo di articoli e interviste dalla risonanza internazionale. La mostra è a cura di Francesco Piazza.

Andrea Ventura (Milano, 1968) è uno degli artisti visivi oggi più apprezzati nel mondo. Dal 1991 lavora come illustratore a New York, dove ha ottenuto un grande successo disegnando le copertine di alcuni tra i maggiori periodici americani, dal New York Times  al New Yorker, dal Times al magazine Rolling Stones, fino a Forbes. Suo è il celebre ritratto di Bill Clinton apparso su Newsweek nel 1998. Ha ricevuto la medaglia d'oro per il Lead Awards 2010 e le medaglie d'oro e d'argento dalla Society of Illustrators di New York per i ritratti di Jeorge Luis Borges e Glenn Gould.

L'evento è inserito nel calendario di "Ortigia in mostra", progetto di arte diffusa promosso dalla galleria Sudestasi Contemporanea di Ragusa con il patrocinio del Comune di Siracusa, in collaborazione con Galleria Regionale di Palazzo Bellomo e il contributo di sponsor privati. Il progetto sta animando le vie e i quartieri dell'isola aretusea con un ricco programma di concerti, spettacoli, performances e mostre ospitate in locali pubblici, negozi e boutique.

Tra le mostre in corso, segnaliamo "Lei" dello scrittore, pittore e poeta Mauro Drudi, allestita nella chiesa di San Cristoforo in via Dione a cura di Angelo De Grande (presentazione del catalogo 6 agosto; visite fino al 2 settembre). In mostra circa 300 dipinti, variazioni in chiave pop sul tema della celebre "Vergine Annunciata" di Antonello da Messina. Da non perdere "Ghraphein 4x8", rassegna di grafiche d'arte da Afro ad Alechinsky, da Pasmore a Man Rey, ospitata fino al 30 ottobre nella hall del Grande Albergo Alfeo in via Nino Bixio 5. Tra gli altri eventi: "M-Eco", tre pezzi per Eco e Narciso, performance di danza e musica elettronica dal vivo di e con Francesca Siracusa e Simone Faraci (gruppo Laagam) il 24 agosto (ore 21 e 22) alla Chiesa di S. Cristoforo; "Femminile improvvisato", antiretrospettiva  della vergine di e con Nadia Spicuglia Franceschi il 27 agosto (ore 22) alla Chiesa di S. Cristoforo.

La lista completa degli orari e dei luoghi espositivi è scaricabile dal sito https://www.sudestasicontemporanea.com/ o dal qrcode presente sul materiale informativo. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

-- 
Giovanni Criscione
giornalista Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 93
mail: inpress.ragusa@gmail.com
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com


]]>
Ragusa - Al via il progetto ISMERS, analisi antisismiche su scuole ed edifici pubblici in otto comuni Thu, 21 Jun 2018 19:40:38 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/483865.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/483865.html Inpress Inpress
Ragusa, 21/06/2018
 
Al via il progetto ISMERS, analisi antisismiche su scuole ed edifici pubblici in otto comuni 

Martedì 19 giugno nella sala riunioni dell’ex Ex palazzo IPAI sede degli uffici Territorio e Ambiente del Libero Consorzio Comunale di Ragusa di via Giuseppe Di Vittorio 175, si è svolta la presentazione progetto “I.S.M.E.R.S. �“ idoneità statica manufatti edili nei centri storici ad alto rischi sismico”, promossa dai laboratori tecnologici e di ricerca Betontest di Ispica.

Dopo i saluti del Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa Salvatore Piazza e l’introduzione del dirigente del 4° settore (Lavori Pubblici) Carlo Sinatra, Corrado Monaca responsabile dei laboratori Betontest, e Francesco Micelli, responsabile scientifico del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento (Lecce) hanno illustrato nei dettagli le caratteristiche e gli obiettivi del progetto a un pubblico di tecnici delle amministrazioni comunali, del genio civile e del Libero Consorzio Comunale.

Il progetto si propone di effettuare analisi strutturali complete su alcuni edifici pubblici, individuati di concerto con le amministrazioni locali e il Libero Consorzio Comunale, al fine di rilevare eventuali criticità e avviare gli interventi necessari per la messa in sicurezza, tenuto conto dell’elevato rischio sismico nell’area della Sicilia sud orientale. Il progetto realizzato dalla Betontest, in collaborazione con l’Università del Salento e la spin off dell’università di Pisa X-rd Tools srl del prof. Giovanni Berti, è stato finanziato nell’ambito del programma Horizon 2020 �“ Pon 2014/2020 con fondi del ministero dello Sviluppo economico e della Commissione Europea destinati alla ricerca scientifica e all’innovazione.

Come ha spiegato Monaca, gli edifici interessati alla prima sperimentazione in terra iblea ricadono nei territori comunali di Ragusa, Giarratana, Noto, Modica, Rosolini, Scicli, Pozzallo e Ispica. Tra quelli già individuati, in particolare, vi sono la sede del Libero Consorzio di Ragusa (viale del Fante); il Palazzo S. Domenico, il Palazzo degli Studi e il Palazzo Assenza attiguo al Castello di Modica; il Palazzo Spadaro e la sede del Liceo scientifico “Cataudella” a Scicli; le sedi della scuola “Einaudi” e del liceo classico “Curcio” a Ispica; la scuola primaria di piazza Martiri d’Ungheria a Giarratana; il Palazzo Musso a Pozzallo e il Palazzo comunale a Rosolini.

I rilevamenti, le misurazioni e le prove sono eseguite sia con attrezzature e strumenti tradizionali, sia con misurazioni mediante un diffrattometro mobile ai raggi x. Questo strumento è studiato per eseguire misure reticolari sul posto e per rilevare effetti di sollecitazioni meccaniche, di agenti di natura chimica ed escursioni termiche. La correlazione con altre metodiche tradizionali permette di trasporre le osservazioni alla scala micro-nanometrica ad una scala di osservazione più grande. Il vantaggio sta nel fatto che le misure reticolari offrono un quadro precoce dell'eventuale stato di degrado.

Monaca ha precisato, inoltre, che le indagini e misurazioni saranno a costo zero per gli Enti. Esse consentiranno di compilare una vera e propria cartella clinica degli edifici. Una conoscenza, questa, sullo stato di salute degli edifici che permetterà di accedere ai finanziamenti per la messa in sicurezza.

"Il programma di ricerca - ha spiegato Monaca - si prefigge come risultato finale la realizzazione di un calibro correlatore per nanometrologia xrd che si interfacci con modelli analitici e di analisi numeriche in campo lineare e non lineare mediante equazioni che correlano le proprietà micrometriche con quelle macrometriche dei materiali in opera nelle costruzioni civili (ambito ingegneria strutturale : riabilitazione di strutturale esistenti  con diagnostica strutturale). Per raggiungere tale obiettivo finale sono stati intercettati tre obiettivi strategici (indagini tradizionali, indagini con xrd in edilizia, indagini di ingegneria strutturale) e tre specifici (correlare i risultati delle misurazioni, realizzare un software, realizzare l’hardware con la realizzazione di 77 programmi di interventi)".

Francesco Micelli ha illustrato la cornice culturale all'interno della quale il progetto I.S.M.E.R.S. rientra, spostando l'accento da un'ottica puramente emergenziale a una prospettiva di pianificazione, monitoraggio e prevenzione. Il docente universitario con un breve excursus sulla storia sismica del nostro Paese, ha dimostrato il cronico ritardo delle leggi e delle normative antisismiche, che hanno sempre seguito e mai preceduto gli eventi più distruttivi. La conseguenza di ciò sono stati i costi sociali enormi, sia in termini di perdita di vite umane sia di risorse economiche destinate alla ricostruzione. Per questo, ha dichiarato Micelli, in futuro occorrerà una maggiore attenzione alla manutenzione del patrimonio edilizio pubblico e privato esistente, ma anche una maggiore cultura della prevenzione. Quello che, a prima vista, può sembrare un costo per i proprietari di immobili è in realtà un investimento in termini di sicurezza.  
 
Le prime ispezioni riguarderanno gli edifici scolastici e cominceranno già nelle prossime settimane, approfittando della sospensione estiva delle attività didattiche.  

--
Giovanni Criscione
giornalista Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 93
mail: inpress.ragusa@gmail.com
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Siracusa - Le “eterne istantanee” di Saverio Ber trand in mostra al Quadrifoglio dal 5 al 25 maggio Thu, 19 Apr 2018 11:59:45 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/476796.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/476796.html Inpress Inpress
Siracusa, 19/04/2018

Le “eterne istantanee” di Saverio Bertrand in mostra al Quadrifoglio dal 5 al 25 maggio

Dal 5 al 25 maggio gli spazi espositivi della Galleria Quadrifoglio, in via Santi Coronati, 13 a Ortigia, ospiteranno la personale “Eterne istantanee” di Saverio Bertrand a cura di Mario Cucè (vernissage sabato 5, ore 18,30).

Figlio d’arte, classe 1983, Bertrand ha studiato all’Istituto d’Arte di Siracusa, laureandosi all’Accademia di Belle Arti di Roma. “Eterne istantanee” propone quindici opere realizzate con carbone su pannelli di legno di pioppo. Nel testo pubblicato nel dépliant della mostra, la giornalista e scrittrice Daniela Frisone coglie la peculiarità di questa tecnica e di questo materiale nella forza simbolica con cui riesce a racchiudere in sé, in una sintesi dinamica, il concetto di passaggio, trasformazione alchemica della materia da uno stato a un altro. Legno e carbone, dunque, esprimono la metafora della condizione transeunte dell’uomo.

«Ecco, allora, �“ scrive - lo sguardo alienato sulle cose del mondo, sulle donne che aspettano presenti nell’assenza, con le loro scarpette graziose o i piedi liquidi, mutuati dalla polvere del tempo, le posture demodé: le privilegiate, dive incompiute, imprestate e sacrosante. E tempo ci fu, per Bertrand, ad intuirle sfocate, quasi sussurrate, rifilate, rubate, protette. Perché le sue carte, i suoi fogli di legno, vanno decifrati, e senza sforzo, attenzione, senza mai costanti impressioni, senza mai dar loro risoluzione o agio».

Un lavoro di cesello, quello di Bertrand, che «viaggia sul legno per sinestesie»: odori, colori ma anche vibrazioni musicali e sentimenti malinconici. «Passano e sembrano non svanire, quegli attimi, in bilico tra gli accenni di un Lacrimosa mozartiano e le passerelle rarefatte de La dolce vita di Rota �“ continua Frisone - Purché ci sia un ricordo svanito, ritrattato, redivivo, fluttuante. Purché ci sia un amarcord corrucciato e ironico, mai spiattellato, futuristicamente attualizzante, in un circolo plastico di presenze, mai personaggi; di anime ininterrotte, sempre. Le eterne istantanee di Saverio Bertrand mutuano il loro corso in uno spazio temporale che appartiene solo a chi crede nel futuro già vissuto, nel passato odierno, nel mentre riconosciuto e praticato senza sosta. Nel qui, dopo, nel durante».

La mostra potrà essere visitata tutti i giorni, dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.


Info e contatti
Galleria Quadrifoglio Arte contemporanea
Via SS. Coronati, 13 - Ortigia
Tel. 0931 64443
Mail: info@galleriaquadrifoglio.it
Sito web: http://www.galleriaquadrifoglio.it/


--
Giovanni Criscione
giornalista Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 93
mail: inpress.ragusa@gmail.com
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Premio Vitaliano Brancati, consegnati a Torino i riconoscimenti per il 2017 Fri, 08 Dec 2017 11:39:10 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/461931.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/461931.html Inpress Inpress Torino - Il Circolo della Stampa di Torino, ieri sera, ha ospitato la cerimonia di consegna del prestigioso Premio internazionale di giornalismo 'Vitaliano Brancati'. Il premio, giunto alla settima edizione, viene organizzato fin dal 2004 dall'associazione culturale 'Vitaliano Brancati' tra Pachino, paese di nascita dello scrittore, Siracusa e Torino, per promuoverne la figura e l'opera. A ricevere l'importante riconoscimento per il 2017 sono stati Andrea Restek, giornalista e fotoreporter di guerra, Michele Ruggiero, giornalista RAI, e Alessandro Galavotti, responsabile della redazione torinese dell'ANSA. Premi speciali, inoltre, sono stati assegnati allo psichiatria Alessandro Meluzzi, al criminologo Biagio Carillo e allo scrittore Antonio Foccillo.
La serata è stata presentata da Giovanni Firera, presidente dell'associazione culturale Vitaliano Brancati e da Giuseppe Baldino, Presidente pro-tempore del Premio. Madrina della serata è stata l'onorevole Paola Bragantini.

«Questa settima edizione – ha dichiarato Giovanni Firera, presidente dell'Associazione culturale - ha visto giornalisti e scrittori d'eccellenza premiati nel nome di Vitaliano Brancati. Il Circolo della Stampa è stato il luogo ideale per parlare del grande scrittore siciliano. Il rispetto della verità nel mondo del giornalismo come antidoto alle fake news è stato l'argomento che ha caratterizzato la serata di premiazione. Un grazie al Presidente del Premio della serata, Giuseppe Baldino, grande uomo di cultura piemontese, che si è calato perfettamente nei panni del pensiero Brancatiano. La madrina , l'On. Paola Bragantini, è stato poi il giusto corollario a una serata di prestigio dedicata a Vitaliano Brancati».

Per Baldino, Presidente pro-tempore del Premio Brancati si è trattato di «Una serata particolare, sia nel ricordare le opere e il pensiero del grande scrittore siciliano Vitaliano Brancati, sia per i grandi personaggi presenti alla manifestazione di premiazione. È stato un grande onore, anche se per una sera, vestire i panni di Presidente del Premio Brancati. Uno scrittore che ho sempre letto ed apprezzato. Una serata , per certi versi, magica dove il linguaggio della cultura ha unificato storie, uomini e pensieri».

Nell'albo d'oro del premio figurano, per le passate edizioni, Laura Cannavò, giornalista Mediaset; Filippo Cosentino, giornalista RAI; Lorenzo Del Boca, già presidente dell'Ordine Giornalisti; Mustafà Nano, scrittore e giornalista albanese (Pachino, 2005); Giovanni Minoli, giornalista e conduttore Rai; Paola Saluzzi, giornalista e conduttrice TV; Franco Siddi, presidente della Federazione nazionale della Stampa Italiana; Younis Tawfik, scrittore e giornalista iracheno (Siracusa, 2007); Magdi Cristiano Allam, parlamentare europeo e giornalista; Gianni Oliva, storico; Giorgio Calabrese, nutrizionista; Gigi Ronsisvalle, FNSI (Pachino, 2011); Bruno Bernardi de La Stampa; Darwin Pastorin, direttore Quartarete tv; Giovanni Rossi, presidente nazionale FNSI; Salvatore Tropea de La Repubblica; Carlo Morrone, editore (Torino, 2014); Massimo Giletti, giornalista e conduttore Rai; Corradino Mineo, direttore Rai News 24; Ettore Boffano, vicedirettore de Il Fatto Quotidiano e Tonia Cartolano, inviata Sky TG 24 (Pachino, 2015); Alessandra Comazzi, giornalista, critico televisivo de La Stampa, presidente dell'Associazione Stampa Subalpina; Beppe Fossati, direttore responsabile di Cronacaqui; Gianpaolo Ormezzano, già direttore responsabile di Tuttosport, editorialista de La Stampa, commentatore e opinionista televisivo (Torino, 2016).

(foto di Tommaso Chiarella) 
Info e contatti

Giovanni Firera 
Associazione culturale "Vitaliano Brancati" 
Via Volpiano 5 – Torino. Tel. 393 9066586

]]>
Premio Vitaliano Brancati, consegnati a Torino i riconoscimenti per il 2017 Fri, 08 Dec 2017 11:38:42 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/461930.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/461930.html Inpress Inpress Torino - Il Circolo della Stampa di Torino, ieri sera, ha ospitato la cerimonia di consegna del prestigioso Premio internazionale di giornalismo 'Vitaliano Brancati'. Il premio, giunto alla settima edizione, viene organizzato fin dal 2004 dall'associazione culturale 'Vitaliano Brancati' tra Pachino, paese di nascita dello scrittore, Siracusa e Torino, per promuoverne la figura e l'opera. A ricevere l'importante riconoscimento per il 2017 sono stati Andrea Restek, giornalista e fotoreporter di guerra, Michele Ruggiero, giornalista RAI, e Alessandro Galavotti, responsabile della redazione torinese dell'ANSA. Premi speciali, inoltre, sono stati assegnati allo psichiatria Alessandro Meluzzi, al criminologo Biagio Carillo e allo scrittore Antonio Foccillo.
La serata è stata presentata da Giovanni Firera, presidente dell'associazione culturale Vitaliano Brancati e da Giuseppe Baldino, Presidente pro-tempore del Premio. Madrina della serata è stata l'onorevole Paola Bragantini.

«Questa settima edizione – ha dichiarato Giovanni Firera, presidente dell'Associazione culturale - ha visto giornalisti e scrittori d'eccellenza premiati nel nome di Vitaliano Brancati. Il Circolo della Stampa è stato il luogo ideale per parlare del grande scrittore siciliano. Il rispetto della verità nel mondo del giornalismo come antidoto alle fake news è stato l'argomento che ha caratterizzato la serata di premiazione. Un grazie al Presidente del Premio della serata, Giuseppe Baldino, grande uomo di cultura piemontese, che si è calato perfettamente nei panni del pensiero Brancatiano. La madrina , l'On. Paola Bragantini, è stato poi il giusto corollario a una serata di prestigio dedicata a Vitaliano Brancati».

Per Baldino, Presidente pro-tempore del Premio Brancati si è trattato di «Una serata particolare, sia nel ricordare le opere e il pensiero del grande scrittore siciliano Vitaliano Brancati, sia per i grandi personaggi presenti alla manifestazione di premiazione. È stato un grande onore, anche se per una sera, vestire i panni di Presidente del Premio Brancati. Uno scrittore che ho sempre letto ed apprezzato. Una serata , per certi versi, magica dove il linguaggio della cultura ha unificato storie, uomini e pensieri».

Nell'albo d'oro del premio figurano, per le passate edizioni, Laura Cannavò, giornalista Mediaset; Filippo Cosentino, giornalista RAI; Lorenzo Del Boca, già presidente dell'Ordine Giornalisti; Mustafà Nano, scrittore e giornalista albanese (Pachino, 2005); Giovanni Minoli, giornalista e conduttore Rai; Paola Saluzzi, giornalista e conduttrice TV; Franco Siddi, presidente della Federazione nazionale della Stampa Italiana; Younis Tawfik, scrittore e giornalista iracheno (Siracusa, 2007); Magdi Cristiano Allam, parlamentare europeo e giornalista; Gianni Oliva, storico; Giorgio Calabrese, nutrizionista; Gigi Ronsisvalle, FNSI (Pachino, 2011); Bruno Bernardi de La Stampa; Darwin Pastorin, direttore Quartarete tv; Giovanni Rossi, presidente nazionale FNSI; Salvatore Tropea de La Repubblica; Carlo Morrone, editore (Torino, 2014); Massimo Giletti, giornalista e conduttore Rai; Corradino Mineo, direttore Rai News 24; Ettore Boffano, vicedirettore de Il Fatto Quotidiano e Tonia Cartolano, inviata Sky TG 24 (Pachino, 2015); Alessandra Comazzi, giornalista, critico televisivo de La Stampa, presidente dell'Associazione Stampa Subalpina; Beppe Fossati, direttore responsabile di Cronacaqui; Gianpaolo Ormezzano, già direttore responsabile di Tuttosport, editorialista de La Stampa, commentatore e opinionista televisivo (Torino, 2016).

(foto di Tommaso Chiarella) 
Info e contatti

Giovanni Firera 
Associazione culturale "Vitaliano Brancati" 
Via Volpiano 5 – Torino. Tel. 393 9066586

]]>
Noto (SR) - "Antologica 1958-2017". L'arte di Enzo Indaco: introspezione e comunicazione con il mondo Wed, 06 Dec 2017 10:31:05 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/462811.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/462811.html Inpress Inpress
Noto (SR), 6/12/2017

"Antologica 1958-2017". L'arte di Enzo Indaco: introspezione e comunicazione con il mondo 

Una personale di alto valore storiografico. "Antologica 1958-2017" di Enzo Indaco sarà inaugurata sabato 16 dicembre alle ore 11 al Convitto delle Arti Noto Museum in Corso Vittorio Emanuele 91. La mostra, curata da Ornella Fazzina in collaborazione con Carmela Cirinnà, è organizzata da "NotArte artisti associati Studio Barnum Contemporary" di Vincenzo Medica, con il coordinamento di Paolo Greco e il patrocinio dal Comune di Noto. 

Si tratta di un'accurata selezione di opere pittoriche, documentata da reportage fotografici e scritti critici relativi a un sessantennio di straordinaria attività del celebre artista di Paternò. Al vernissage, oltre ai saluti di benvenuto del sindaco di Noto Corrado Bonfanti e dell'assessore alla Cultura Frankie Terranova, interverranno Ornella Fazzina, critico d'arte e docente all'Accademia di Belle Arti di Catania, e Carmela Cirinnà, professoressa al Liceo Artistico e all'Accademia di Belle Arti di Noto.

Enzo Indaco attualmente vive e lavora tra Catania e Taormina. Il suo è un percorso artistico lungo e intenso: a cavallo tra gli anni '50 e i '60 è tra i precursori della Land Art in Italia; all'inizio dei '70 esplora il mondo della pittura utilizzando esplosioni di colori caldi tipici dei paesaggi isolani. Di seguito il picchettìo dei pennelli, il punteggio delicato, l'uso dei pastelli e il figurativo morbido attraversano la sua creatività: siamo negli anni '80 e Indaco è già indiscusso protagonista durante la Quadriennale Nazionale d'Arte di Roma, in alcune importanti edizioni della Biennale di Venezia, all'"International Art" di Basilea e al "73 Art" di New York. Negli anni '90 l'apparente stasi dell'artista rappresenta un momento di grande riflessione, che va a sfociare all'inizio del nuovo millennio nel recupero del culto mitologico e rituale della terra siciliana.

Ecco come Ornella Fazzina descrive l'introspezione del più recente e penetrante rapporto di Enzo Indaco con la sua arte: « Lo scorrere impetuoso della vita egli lo esprime attraverso il suo agire. Ed è così che affronta la tela, grande o piccola che sia, trasferendo energicamente un suo vissuto, un'impressione, una suggestione, uno stato d'animo che si traducono in una tempesta cromatica e formale che sembra obbedire al gesto dell'artista il quale dà vita a paesaggi siciliani, dimostrando come nell'approccio con la creazione pittorica, l'amore per la sua terra, per la sua luce, per l'Etna è totale e viscerale».

Un'idea assoluta di comunicazione artistica profonda con se stesso e verso l'altro da sé, che Carmela Cirinnà coglie attentamente: «I lavori si collocano come un mondo ideale di fronte ad un mondo reale: lo trascendono, lo purificano, lo ricreano mitizzandolo e rendendolo perciò più certo. La pittura è densa di richiami e di suggestioni dove la luce è così carica di significato e così concentrata di sentimento da risultare sempre insostituibile. Mediante l'intensità allucinata delle immagini, Enzo Indaco tenta di giungere a contatto con l'anima e mediante questa esprimere il mistero dei suoi legami con il mondo».

"Antologica 1958-2017" darà modo agli studenti del Liceo Artistico "M. Raeli" di Noto, sotto la supervisione della docente di pittura Carmela Cirinnà, di occuparsi di un laboratorio che, nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro, li vedrà coinvolti nella ri-realizzazione e interpretazione di alcune opere di Arte-ambiente e di Land art che Enzo Indaco propose negli anni '60 a Roma e a Palermo.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 28 febbraio 2018 con i seguenti orari: dal lunedì al giovedì dalle ore 16 alle 20; dal venerdì alla domenica (compresi i giorni festivi) dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 20.

 
Info e contatti
Comune di Noto (Ufficio Turismo e Cultura)
Corso Vittorio Emanuele n. 91, Noto (SR)
0931 896264; 0931 836503
cultura@comune.noto.sr.it
 
Info Point Città di Noto
Corso Vittorio Emanuele 135, Noto (SR)
339 4816218
infopointnoto@gmail.com                                                  
www.notoinforma.it   
www.facebook.com/infopointcittadinoto



Allegati:
- Locandina "Antologica 1958-2017"
- "SOS", intervento in centro contadino, particolare della collina (Arte ambiente), Godrano (PA), 1972 
- "Fondaco Lingua Grossa", olio su tela, 2013

----

Daniela Frisone
giornalista iscritta all'Odg Sicilia
tessera n. 122212
cell. 334 3180438
 

Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 91 
mail: inpress.ragusa@gmail.com
Skype: inpress.ufficiostampa
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
www.inpressufficiostampa.com

]]>
Siracusa - Arte, design, vini raffinati e show cooking per celebrare i dieci anni di Habitat Progetti Thu, 28 Sep 2017 08:43:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/454204.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/454204.html Inpress Inpress
Siracusa, 28/09/2017

Arte, design, vini raffinati e show cooking per celebrare i dieci anni di Habitat Progetti

Le opere di Piero Guccione, Mimmo Rotella e Bruno Munari; il nuovo spumante brut al Moscato di Noto e deliziosi finger food preparati a vista. Ci sarà tutto questo e molto altro nel party che Habitat Progetti s.r.l., azienda di design e arredamenti, organizzerà sabato 30 settembre dalle ore 18,00 nei propri locali di Viale Scala Greca 343 per festeggiare dieci anni di attività. L’evento - una festa di raffinate contaminazioni tra arte, cultura, design, arredo d’interni, stili di vita ricercati, vini pregiati e buon cibo �“ è organizzato in collaborazione con la Cantina Feudo Ramaddini di Marzamemi, la Galleria Lo Magno di Modica e la Villa Principe di Belmonte di Ispica.

L’elegante show room si trasformerà per la circostanza in una galleria d’arte, con un percorso espositivo che accosterà grandi nomi e giovani proposte: dalle tele di Piero Guccione alle opere di Mimmo Rotella e Bruno Munari, dalle fotografie di Giuseppe Leone alle incisioni di Sandro Bracchitta, fino ai quadri di Irina Ojovan, Giovanni Robustelli e Giovanni Viola. L’allestimento, a cura di Giuseppe Lo Magno, attraverso la scelta dei soggetti, dei colori e delle geometrie, sottolineerà il legame tra arte e design, tra ricerca espressiva e soluzioni di arredo.

Inoltre, si potrà brindare al decennale dell’azienda con le bollicine del nuovo spumante al Moscato di Noto “Perla Marina”, prodotto dalla Cantina Feudo Ramaddini. Si tratta di un brut distillato dal rinomato vitigno autoctono, prodotto in una serie limitata di quattromila bottiglie e presentato in anteprima nel corso della serata. Un vino che, come spiega l’enologo Carlo Scollo, unisce sensazioni mediterranee, delicati profumi floreali ai sentori tipici del Moscato, perfetto con gli invitanti aperitivi e i gustosi finger food dello show cooking. In particolare, lo chef Costantino Spadaro della Villa Principe di Belmonte preparerà sfiziose monoporzioni dal gusto “mediterraneo”, che spaziano dal dolce al salato.

L'evento intende esprimere l'identità di un'azienda giovane e innovativa, dove creatività e tecnologia si fondono per una perfetta qualità del design. Habitat Progetti è nata nel 2007 da un’idea di Piero Fidelio, un designer allora trentatreenne, “figlio d’arte” (proviene da una famiglia ispicese di imprenditori attiva nel settore dei mobili e dell’arredamento fin dal 1967). L’intraprendente giovane decise di aprire nella città aretusea un negozio con annesso uno studio di progettazione di interni, che si avvaleva di un qualificato team di architetti e di sofisticati software di renderizzazione. Un’idea, quella di puntare non sull’ampiezza della superficie espositiva ma sul servizio di progettazione, rivelatasi vincente e che ha permesso all’azienda di distinguersi nel panorama locale e di affermarsi sul mercato. Habitat Progetti propone soluzioni innovative e concetti arredativi di alta gamma, commercializzando alcuni tra i migliori marchi del Made in Italy e nomi prestigiosi del design internazionale.

«Era il 30 settembre 2007 �“ ricorda Piero Fidelio �“ quando inaugurammo l’attività. E anche allora organizzammo una inaugurazione con una mostra d’arte (furono esposte opere dell’artista Francesco Rinzivillo) e un aperitivo. In questi anni siamo cresciuti, abbiamo ampliato gli spazi,
ci siamo affacciati sul mercato internazionale con forniture a Malta e in altri paesi europei, in una congiuntura economica non certo facile, grazie al qualificato lavoro di tutto lo staff. Questo evento, che ripropone la formula inaugurale, rappresenta l’occasione per festeggiare l’anniversario insieme ai nostri amici, ai clienti, agli architetti, agli arredatori e ai professionisti che in questi anni hanno contributo al successo dell’azienda».


Info e contatti
Habitat Progetti
Viale Scala Greca 343, Siracusa
Info: 0931 492070
Mail: info@habitatprogetti.com
Web: www.habitatprogetti.com




--
Giovanni Criscione
giornalista iscritto all'Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 91 
mail: inpress.ragusa@gmail.com
Skype: inpress.ufficiostampa
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Noto (SR) - Metronomico Radiale, l’arte materica di Paolo Greco dialoga con l’architettura antica Wed, 13 Sep 2017 12:06:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/451456.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/451456.html Inpress Inpress
Noto (SR), 13/09/2017 

Metronomico Radiale, l’arte materica di Paolo Greco dialoga con l’architettura antica

L'arte materica si mescola con l'architettura antica. Accade a Noto, con l'inaugurazione della personate di Paolo Greco dal titolo "Metronomico Radiale". L'opening è previsto sabato 16 settembre alle ore 19,00 al Museo Civico ex Convento di Santa Chiara, in Corso Vittorio Emanuele 149. La mostra è promossa dalla galleria Beniamin Art di Catania del collezionista iraniano Behnam Fanaeyan con il patrocino del Comune di Noto,  

A determinare la formazione di Paolo Greco, artista originale e poliedrico, sono stati i viaggi all'Estero, la passione per il cinema on the road, il Nouveau Realisme, la Pop Art, le Neo Avanguardie. Solo negli ultimi anni, in Sicilia, dove attualmente vive e lavora, l'incontro con Vincent Pirruccio, scultore di fama internazionale, ha accompagnato le sue logiche di artista contemporaneo. Oltre ad esposizioni in pregiati spazi istituzionali, si segnala la presenza di sue opere nelle collezioni permanenti del Museo della Mafia di Trapani e del SAC (Sant'Agostino Contemporanea) della Galleria Regionale di Palazzo Bellomo a Siracusa.

I materiali di scarto, come gli pneumatici, le camere d'aria, i bulloni, rappresentano i materiali urbani che Greco manipola per strutturare, destrutturare pezzi di realtà ormai in disuso. «La mia ricerca �“ spiega l'artista catanese �“ è tesa alla sublimazione poetica dei rifiuti, degli oggetti usati, logorati, residui solidi dell'esistenza. Essi ci parlano di un ricordo e ci sollecitano a pensare a tutto ciò che è avvenuto nella loro vita precedente, prima che essi finiscano definitivamente nell'immobilità dell'opera d'arte, un'arte che illustra la vita con la semplicità della stessa. Nella materia trovo il potenziale espressivo che mi interessa, la scelta dei materiali mi allarga il campo all'infinito, tutto può diventare arte, io non invento nulla, non faccio altro che assecondare la materia, leggerla, interpretarla, stabilendo un contatto vitale con essa».

"Metronomico Radiale" si inserisce in un periodo di fervore culturale che la "perla del barocco" vive grazie alla sua candidatura a capitale della cultura nel 2020. La scelta della location della personale, il Museo Civico di Noto, serve a modulare un'intesa tra l'architettura tardo-medievale  e la mise delle opere di Greco. Circa trenta lavori e tre installazioni dai titoli cinematografici, appartenenti alla collezione privata di Behnam Fanaeyan, dialogheranno con le antiche forme proprie dell'edificio. Di fatto, durante il vernissage, fusti di materiale industriale in parte triturato e colorato di rosso emergeranno dagli scavi archeologici.

La mostra resterà aperta al pubblico fino a venerdì 20 ottobre, dal lunedì alla domenica con i seguenti orari: dalle ore 17.30 alle ore 23.30.

 
Info e contatti
Beniamin Art
via Quintino Sella 1, Catania
340 1295592
beniamingroup@libero.it
http://www.paologrecoartista.it/
https://www.facebook.com/Behnam-Beniamin-Art-646481485501545/    

----

Daniela Frisone
giornalista iscritta all'Odg Sicilia
tessera n. 122212
cell. 334 3180438
 

Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 91
mail: inpress.ragusa@gmail.com
Skype: inpress.ufficiostampa
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
www.inpressufficiostampa.com

 
]]>
Noto (SR) - Metronomico Radiale, i frammenti urbani di Paolo Greco incontrano l’architettura antica Fri, 01 Sep 2017 09:47:10 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/448848.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/448848.html Inpress Inpress
Noto (SR), 1/09/2017

Metronomico Radiale, i frammenti urbani di Paolo Greco incontrano l’architettura antica

Sabato 16 settembre alle ore 19,00 al Museo Civico ex Convento di Santa Chiara, in Corso Vittorio Emanuele 149, verrà inaugurata "Metronomico Radiale", personale di Paolo Greco promossa dalla galleria Beniamin Art di Catania del collezionista iraniano Behnam Fanaeyan con il patrocino del Comune di Noto.

Il titolo richiama una precedente mostra dell'artista di origine catanese, presentata nel 2014 al Foyer del Teatro di Donnafugata. Un curriculum artistico, quello di Greco, molto accattivante. La formazione da autodidatta, i viaggi e le permanenze tra l'Italia e l'Estero, la passione per il cinema e la cultura on the road, gli anni Settanta, le Neo Avanguardie; e ancora: l'incontro con Vincent Pirruccio, scultore siculo-australiano di fama internazionale che ha accompagnato scelte e visioni dell'artista e dell'uomo; la partecipazione a esposizioni di pregio in spazi istituzionali, musei e gallerie civiche tra Taormina e Milano; la presenza di sue opere nelle collezioni permanenti del Museo della Mafia di Trapani e del SAC (Sant'Agostino Contemporanea) della Galleria Regionale di Palazzo Bellomo a Siracusa.

Poeta della materia, Paolo Greco, occupa un posto importante tra le menti più creative del sud-est siciliano. I materiali di scarto, gli pneumatici, le camere d'aria, i bulloni, sono frammenti di vita urbana che rivivono, triturati, manipolati, assemblati e laccati, in nuovi contesti di esistenza fenomenica e simbolica. «Secondo le intenzioni dell'artista �“ scrive di lui, il critico d'arte Giuseppe Carrubba �“ tutto può diventare oggetto di indagine e di sperimentazione, ogni materiale ha delle potenzialità espressive dentro infinite possibilità, in cui si dà valore non all'invenzione in sé ma al metodo di trasformazione che nasce dall'interpretazione e dal contatto psichico e vitale delle cose del mondo».

Un pensiero che fa da contrappunto alle riflessioni di Ornella Fazzina, docente di storia dell'arte all'Accademia di Belle Arti di Catania: «Frammenti del quotidiano, brandelli di vita, lacerti di possibilità esistenziali hanno trovato una diversa organizzazione e dal sommerso sono emersi sotto nuova veste, enfatizzando una società dell'usa e getta. Questa operazione di assemblage è la maglia segnica che connota l'arte di Greco e che costituisce l'esito di un incessante lavorio di ricognizione di materiali in vista della produzione estetica».

"Metronomico Radiale" è l'intestazione di una mostra che designa un impegno costante e concreto dell'uomo nel substrato urbano, quindi sociale. Si inserisce in un periodo di fermento artistico e culturale che la città del barocco vive in accordo con la sua candidatura a capitale della cultura nel 2020. La location della personale, il Museo Civico di Noto, presenta un'architettura tardo-medievale con cui Greco desidera dialogare immaginando un contatto sine tempore tra il contemporaneo di ieri e il contemporaneo di oggi. Una trentina di opere e tre installazioni, appartenenti alla collezione privata di Behnam Fanaeyan, saranno immerse tra antiche architetture e scavi archeologici. Da questi emergeranno, in occasione dell'esposizione, fusti di materiale industriale in parte triturato e colorato, come a voler abbozzare l'incipit dell'opera dell'artista.

Il vernissage ospiterà critici d'arte e addetti ai lavori per consentire l'apertura a una conversazione spontanea sulla ricezione delle opere ospitate al Museo Civico ex Convento di Santa Chiara a Noto. La mostra resterà aperta al pubblico fino a venerdì 20 ottobre, dal lunedì alla domenica con i seguenti orari: dalle ore 17.30 alle ore 23.30.

 
  
Info e contatti
Beniamin Art
via Quintino Sella 1, Catania
340 1295592
beniamingroup@libero.it
http://www.paologrecoartista.it/
https://www.facebook.com/Behnam-Beniamin-Art-646481485501545/

In allegato foto locandina dell'evento e opere dell'autore ("Dusk till Dawn", tecnica mista, 2017; "The Mists of Avalon", tecnica mista, 2017)



---


Daniela Frisone
giornalista iscritto all'Odg Sicilia
tessera n. 122212
cell. 334 3180438


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 91 
mail: inpress.ragusa@gmail.com
Skype: inpress.ufficiostampa
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Siracusa - Gyrotonic open day a spaziOrtigia: una giornata dedicata al benessere fisico e spirituale Thu, 31 Aug 2017 10:17:52 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/448447.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/448447.html Inpress Inpress
Siracusa, 31/08/2017

Gyrotonic open day a spaziOrtigia: una giornata dedicata al benessere fisico e spirituale

Gyrotonic come toccasana del corpo e dello spirito. Una disciplina complessa e affascinante che, per la prima volta in modo esclusivo, viene praticata nel cuore del centro storico siracusano. Venerdì 8 settembre dalle ore 10,00 alle ore 18,00 spaziOrtigia di Daniela Patricola, in via della Maestranza 52, inaugurerà un open day dedicato all'apprendimento del metodo Gyrotonic. Sarà una giornata di lezioni gratuite individuali che, al rientro dalle vacanze estive, darà modo ai partecipanti di conoscere e provare una tecnica ancora poco conosciuta nel territorio.

Il Gyrotonic permette di sviluppare le potenzialità atletiche di ginnasti e danzatori, ma attende anche alla cura di chiunque sia alla ricerca di un reale equilibrio psico-fisico. Prende spunto dalla danza, dallo yoga, dal nuoto e dal tai-chi, basandosi su movimenti tridimensionali eseguiti in modo circolare con l'utilizzo di attrezzature idonee all'esatto svolgimento degli esercizi. I suoi benefici sono molteplici: consente una maggiore stimolazione cardio-vascolare, permette di liberare le articolazioni riducendo i micro-traumi da stress, rafforza le fasce muscolari, riassesta la colonna vertebrale ai fini di una corretta ed elegante postura. Inoltre i movimenti del Gyrotonic sono fluidi, estensivi, armoniosi, sincronici alla respirazione e producono un totale rilascio energetico del corpo.  

"È una ginnastica intelligente �“ spiega Daniela Patricola �“ perché con il minimo sforzo si produce una grande potenza corporea". La danzatrice contemporanea e performer teatrale, giunge all'apprendimento del metodo Gyrotonic al Living Balance Studio di Palermo conseguendo la certificazione finale a Munstertal, in Germania, sotto la guida del master trainer Pietro Gagliardi del White Cloud Studio di Roma. Successivamente Daniela Patricola mette a frutto la sua professionalità nello studio di spaziOrtigia, non mancando mai di aggiornarsi in prestigiose masterclasses di GYROTONIC® e GYROKINESIS®, due discipline interconnesse grazie alle straordinarie esperienze del suo fondatore.

Parliamo di Juliu Horvath, un ballerino di origini ungheresi che all'inizio degli anni Ottanta, in seguito ad un infortunio al tendine, sperimentò nuove tecniche di movimento e guarigione, il cosiddetto "Yoga for Dancers", con il quale Horvath creò le basi della Gyrokinesis, ovvero le classi di pratica accessibili a tutti, non solo ai danzatori. Di seguito ideò le attrezzature necessarie a svolgere correttamente gli esercizi e ad accompagnare i naturali movimenti del corpo umano. "Così nasce il Gyrotonic �“ chiarisce Daniela Patricola �“  a completamento del GYROTONIC EXPANSION SYSTEM®, un sistema olistico che unisce entrambe le discipline, e che permette a chiunque di sviluppare un maggior senso di equilibrio, di forza e flessibilità, oltre a una migliore coordinazione neuro-muscolare".

L'attività di spaziOrtigia, cosiddetto "atelier del movimento", è dedicata principalmente al Gyrotonic attraverso lezioni individuali puntualmente guidate dall'insegnante e dirette al miglioramento della qualità della vita dei praticanti. Inoltre ospita e promuove workshops e laboratori inerenti alle arti coreutiche e ha in programma di introdurre la Gyrokinesis, ovvero le lezioni di gruppo a corpo libero.
 
  
 
Info e contatti:
SpaziOrtigia
via Maestranza 52, Ortigia - Siracusa
tel: 3316144225


In allegato foto di Daniela Patricola e della stessa mentre esegue una lezione di Gyrotonic a spaziOrtigia
--


Daniela Frisone
giornalista iscritta all'Odg Sicilia
tessera n. 122212
cell. 334 3180438


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 91 
mail: inpress.ragusa@gmail.com
Skype: inpress.ufficiostampa
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Siracusa - “A porte aperte”, personale di Sandra Rizza alla Galleria Quadrifoglio Tue, 06 Jun 2017 11:13:35 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/435632.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/435632.html Inpress Inpress
Siracusa, 6/6/2017

“A porte aperte”, personale di Sandra Rizza alla Galleria Quadrifoglio

Venerdì 16 giugno alle ore 18,30 nella Galleria Quadrifoglio Arte contemporanea (Via Santi Coronati 13, Ortigia) sarà inaugurata una personale dell’artista siracusana Sandra Rizza dal titolo “A porte aperte”, a cura di Mario Cucè.

L’autrice espone una serie di disegni a matita o a tempera su carta e su cartoncino, concepiti come opere a sé stanti o assemblati come installazioni e disposti liberamente nello spazio espositivo, che raffigurano concetti geometrici, forme e linee, comunicando all’osservatore l’aerea impressione di trovarsi in un luogo aperto.

Così l’artista illustra il significato del proprio lavoro, in una nota esplicativa: «Spazi senza limiti, mentali si scoperchiano ad un angolo visuale o pensabile come la cupola di un osservatorio stellare. Si abbattono muri e confini per aprirsi all’incontro sociale ideale e materiale attraverso cui ogni uomo ha modo di confrontarsi con se stesso e con gli altri. Il segreto dell’esistenza? Un incrocio di destini di percorsi inconsci e casuali che creano ordine nel disordine, senso nel non senso». Una mostra, questa, che prova a risalire all’origine del concetto di spazio, alla sua relazione fisica e mentale con il soggetto che lo percepisce, per arrestarsi dinanzi a una domanda che resta inevitabilmente aperta, sospesa: «non so se sta dietro al pensiero la linea, più dietro o più avanti, ancora più avanti».

Un interrogativo, questo, che porta l’opera d’arte a sconfinare nel mistero del reale, come osserva l’artista Francesco Lauretta, autore del testo inserito nel dépliant della mostra: «Le geometrie sono offese dello spazio, sono domande e risposte del creato. Al cospetto il pensiero è tremulo. Sandra sfilaccia le forme e si lascia come fosse la prima volta a ‘sapere’ delle cose».

La mostra, aperta fino al 30 giugno, potrà essere visitata da martedì al sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 17.00 alle 20.00.


Info e contatti
Galleria Quadrifoglio
Via SS. Coronati, 13 - Ortigia
Tel. 0931 64443
Mail: info@galleriaquadrifoglio.it
Sito web: http://www.galleriaquadrifoglio.it/


--
Giovanni Criscione
giornalista iscritto all'Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 91 
mail: inpress.ragusa@gmail.com
Skype: inpress.ufficiostampa
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Siracusa - Il 24 maggio al "Cerchio" un libro e un dibattito per ricordare le stragi di mafia del 1992 Tue, 16 May 2017 07:32:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/432884.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/432884.html Inpress Inpress Siracusa, 16/5/2017

Il 24 maggio al "Cerchio" un libro e un dibattito per ricordare le stragi di mafia del 1992

La strage di Capaci, venticinque anni dopo. Se ne parlerà mercoledì 24 maggio alle ore 18,30 presso il Centro studi arti e scienze "Il cerchio" di Via Arsenale 40/A-B, in un incontro dal titolo "Per non dimenticare. Memorial Giovanni Falcone. E dal giorno dopo?".

L'iniziativa intende fare il punto, attraverso la presentazione di un libro e un dibattito con interventi, testimonianze e rivelazioni anche scottanti, sui risultati conseguiti ( o ancora da conseguire ) nella lotta alla criminalità organizzata.

Il libro, "Verso Capaci - Imbuca la poesia...esplode la meraviglia", è un'antologia di poesie scritte nel ricordo dell'attentato di Cosa Nostra del 23 maggio 1992, che costò la vita ai magistrati Giovanni Falcone e alla moglie Francesca Morvillo e a tre agenti della scorta.

La silloge è nata da un'idea di Nadia Lisanti. La poetessa lucana ha selezionato le liriche giunte da tutta Italia all'Associazione "La Prospettiva" di Capaci in occasione del Festival internazionale "Palabra en el Mundo" 2016. Nel maggio dello scorso anno, infatti, anche il comune di Capaci ha aderito all'importante evento letterario, organizzato contemporaneamente in più luoghi nel mondo per dar voce in versi a temi etici e sociali. Così sono pervenute numerose poesie d'impegno sociale, che sono state affisse agli alberi lungo la via principale della cittadina. Proprio come avvenne all'indomani della strage, quando un gruppo di ragazzi di Capaci appese agli alberi cartelli di protesta contro la Mafia. Da allora quell'usanza, che si rinnova ogni anno con un tema sempre diverso, rappresenta una voce libera, un messaggio di denuncia contro l'oppressione e l'arroganza mafiosa. Grazie all'Associazione culturale Caffè Convivio di Caltagirone, quelle poesie sono diventate un libro. Impreziosito da alcune significative testimonianze.

Una è quella di Antonio Vassallo, fotografo, giornalista indipendente, impegnato in politica e responsabile dell'Associazione "La Prospettiva", che aprirà il dibattito. La sua voce assume un rilievo particolare perché fu tra i primi a giungere sulla scena dell'attentato, scattando alcune fotografie che poi gli furono sequestrate da personale che si qualificò come appartenente ai servizi segreti. Di quegli scatti, che avrebbero potuto contenere particolari importanti per le indagini, si è persa ogni traccia.

Seguirà l'intervento dell'on. Fabio Granata, penalista e saggista, già presidente della Commissione Regionale Antimafia e vicepresidente della Commissione Parlamentare Antimafia, il quale traccerà un quadro aggiornato sulla situazione attuale della lotta alle organizzazioni criminali e sulla spinosa questione della trattativa Stato - Mafia, ancora lungi dall'essere chiarita.

Coordinerà gli interventi Luca Campi, poeta lombardo ma residente a Siracusa. Campi è anche autore della testimonianza contenuta nell'antologia "Verso Capaci" dove racconta, tra cronaca e vissuto interiore, l'esperienza della partecipazione a "Palabra en el Mundo" di Capaci nel 2016.

La serata sarà allietata dagli interventi musicali di Ramona Martinez ed Ettore Sessa. Ingresso gratuito.


--
Giovanni Criscione
giornalista iscritto all'Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 91 
mail: inpress.ragusa@gmail.com
Skype: inpress.ufficiostampa
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Ispica (RG) - Betontest, cinquanta geologi in visita ai laboratori per fare il punto sui lavori autostradali Thu, 13 Apr 2017 15:07:28 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/428853.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/428853.html Inpress Inpress
Ispica (RG), 13/0472017 
 
Betontest, cinquanta geologi in visita ai laboratori per fare il punto sui lavori autostradali

Si è concluso ieri, con la visita ai laboratori Betontest (Km. 2 Strada Statale 115 - Ispica Rosolini), il seminario tecnico “Aggiornamenti normativi e tecnici in materia di terre e rocce da scavo”, organizzato dalla Consulta provinciale dell’Ordine regionale dei Geologi di Siracusa e dall’Ageosir, l’Associazione dei Geologi della provincia di Siracusa, nell’ambito della formazione professionale obbligatoria.

Il geologo Angelo Criscione (Area sperimentazione Betontest) ha illustrato a una cinquantina di colleghi provenienti dalle province di Siracusa, Ragusa ed Enna le caratteristiche e le funzionalità dei laboratori tecnologici e di ricerca dove vengono effettuate le prove sui materiali da costruzione e le indagini geotecniche. Tali indagini forniscono dati e informazioni necessarie sulla caratterizzazione geotecnica dei terreni e delle rocce nell’area interessata dal cantiere autostradale della Siracusa-Gela.

La visita ai laboratori dell’azienda si è inserita in un più ampio programma formativo, come ha spiegato Mariella Giompapa presidente dell’Ageosir. “Insieme alla Consulta, che rappresenta il braccio dell’Ordine �“ ha dichiarato la geologa - abbiamo pensato di organizzare un seminario sul tema delle terre e rocce da scavo, alla luce di aggiornamenti normativi quali il Testo unico dell’Ambiente e il Decreto ministeriale 161 del 2012”. Il corso prevedeva una parte teorica in aula (5 e il 10 aprile, sede Arpa di Siracusa) e una pratica, con le visite al cantiere autostradale Siracusa-Gela nel lotto Rosolini-Modica e nei laboratori delle aziende Betontest e Sialab, sponsor dell’iniziativa.

“La visita al cantiere autostradale �“ ha aggiunto la presidente dell’Ageosir - si è svolta questa mattina [mercoledì 12 aprile, ndr], grazie anche alla disponibilità del direttore dei lavori ingegner Angelo Puccia e del Consorzio per le Autostrade Siciliane con l’architetto Federico Bella. A seguire abbiamo visitato il laboratorio Betontest, per vedere dove vengono effettuate le prove geotecniche di supporto alle problematiche di movimentazione della terra nei cantieri di lavoro”. L’incontro è stato anche l’occasione per fare il punto sui lavori nei lotti 6 e 8 del cantiere autostradale Siracusa �“ Gela (tratto Rosolini-Modica). “Abbiamo mostrato sul posto ai partecipanti - ha spiegato Marco Andolina presidente della Consulta provinciale ORGS �“ come avviene il posizionamento del carro ponte dei conci sui vari piloni del viadotto Salvia e la messa in opera delle strutture in cantiere”.

“Possiamo ben dire che si tratta di un “cantiere verde” - ha spiegato Marcello Farina, geologo dell’ARPA di Siracusa e relatore al seminario - La normativa sulle terre e rocce da scavo ha finalità ambientali. Tra le altre, quella di preservare le risorse ambientali evitando di togliere materiale da cava e di non produrre rifiuti. Tutto ciò che viene scavato non va portato in discarica, ma è riutilizzato in loco seguendo le norme vigenti. In questo senso, il cantiere autostradale del lotto 6 può essere preso a modello perché tutto ciò che è scavato viene riutilizzato con dei procedimenti tecnici particolari. E lo stesso può dirsi per i calcari del lotto 8. Da questo cantiere non entra e non esce un millimetro cubo di roccia o di terra”.

A conclusione della visita nei laboratori di ricerca Betontest, il responsabile della sperimentazione prof. Corrado Monaca, ha ringraziato gli intervenuti, illustrando gli ambiti di ricerca con sperimentazione innovative in corso e programmate da Betontest inerenti il recupero del patrimonio edilizio esistente in collaborazione col fisico prof. Giovanni Berti (Università di Pisa) e col prof. Francesco Micielli dell'Università del Salento. Ha terminato col l'invito agli intervenuti a non limitarsi all'applicazione delle norme consolidate ma spingersi oltre per una innovazione costante, dando la massima disponibilità ad una proficua collaborazione nell'interesse non solo della specifica categoria professionale ma anche delle professioni tecniche collegate e dell'economia del sud-est della Sicilia.



Nella foto: un momento della visita ai lavoratori Betontest. Al centro, con la cravatta bianca il prof. Corrado Monaca, a dx il geologo Angelo Criscione (Area sperimentazione Betontest). 

--
Giovanni Criscione
giornalista iscritto all'Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 91 
mail: inpress.ragusa@gmail.com
Skype: inpress.ufficiostampa
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Siracusa - “Women”, collettiva d’arte tutta al femminile alla Galleria Quadrifoglio Mon, 03 Apr 2017 13:06:26 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/427483.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/427483.html Inpress Inpress Siracusa, 3/04/2017 

“Women”, collettiva d’arte tutta al femminile alla Galleria Quadrifoglio

Si intitola "Women" la collettiva d'arte che si inaugurerà sabato 8 aprile alle ore 18.00 nella Galleria Quadrifoglio (Via dei Santi Coronati, 13 - Ortigia). In mostra le opere di ventidue artiste: Sonia Alvarez, Ilde Barone, Ietta Buttini, Mavie Cartia, Roberta Conigliaro, Mary Conover, Maëlle-Morgane Dehesdin, Giovanna Gennaro, Laleña Kurtz, Arianna Lion, Rita Mele, Izumi Mizuta, Irina Ojovan, Angela Pellicanò, Lela Pupillo, Lucia Ragusa, Sandra Rizza, Mili Romano, Mela Salemi, Cetty Scuto, Ilia Tufano, Veronica Zambelli. La mostra, aperta fino all'8 maggio, è a cura di Mario Cucè. Testo critico di Giuseppe Carrubba.

«Women �“ scrive Carrubba - è un progetto espositivo concepito come una quadreria privata, una prospettiva congiunta per ripensare incontri e collaborazioni con artiste che hanno lasciato una traccia del loro passaggio alla Galleria Quadrifoglio di Siracusa. La mostra raccoglie quaranta anni di presenze di donne coordinate dal gusto e dalla sensibilità di Mario Cucè, direttore dello spazio e promotore di un'arte libera da tutti i vincoli degli schemi classici, per mescolare equilibri precari di figurazione ed astrazione: geografie personali, storie visive, percorsi di antropologia culturale, alchimia e società». 

«Le opere sono memorie �“ spiega il critico - documentazione di un processo, esperienze di un divenire ormai lontano e distaccato dalla stessa vita che le ha generate, viaggiano come le stelle e sono soggette ad indagini cicliche, come oggetti da esplorazione, in un tempo vario e distante; ritornano con la potenza delle immagini per fissare una nuova idea in colui che mentalmente le ricompone. Muoversi in queste terre sconosciute genera un linguaggio emozionale, onirico e tecnologico, con un alfabeto in cui lo spazio, la luce e la materia sono elementi e temi per forme e strutture, vibrazioni e sinestesie».

La mostra osserverà i seguenti orari di visita: da martedì al sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 17.00 alle 20.00. Lunedì e domenica dalle 17.00 alle 20.00


Info e contatti

Galleria Quadrifoglio
Via SS. Coronati, 13 - Ortigia
Tel. 0931 64443
Mail: info@galleriaquadrifoglio.it
Sito web: http://www.galleriaquadrifoglio.it/


--
Giovanni Criscione
giornalista iscritto all'Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 91 
mail: inpress.ragusa@gmail.com
Skype: inpress.ufficiostampa
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Vittoria (RG) - La legge sul “caporalato”: novit à, opportunità e ostacoli della nuova normativa Mon, 20 Mar 2017 11:04:06 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/425720.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/425720.html Inpress Inpress Vittoria (RG) 20/03/2017

La legge sul “caporalato”: magistrati, imprenditori, professionisti a confronto sulle novità, le opportunità e gli ostacoli della nuova normativa

Imprenditori agricoli, agronomi, consulenti del lavoro, commercialisti, sindacalisti. Circa 180 persone hanno partecipato a Vittoria alla tavola rotonda dal titolo “Caporalato: sfruttamento o opportunità, che si è svolta nella sede del Consorzio “Promoter Group, in collaborazione con Foragri, Aletheia e il mensile Agrisicilia.

Il convegno, moderato da Massimo Mirabella, era inserito nell’ambito del programma formativo di Foragri. Gianni Polizzi, presidente di Promoter Group, Stefano Bianchi, presidente di Foragri e Salvatore Guastella, della Camera di Commercio di Ragusa hanno introdotto i lavori.

Sono seguite le relazioni del magistrato Bruno Giordano (Corte di Cassazione), che ha illustrato il testo della legge ed i suoi obiettivi. Giordano ha collaborato alla redazione del testo di legge. Secondo il legislatore, lo sfruttamento del lavoro si verifica allorché si verifica la reiterata corresponsione di salari difformi rispetto ai contratti collettivi nazionali, la reiterata violazione delle norme sull’orario di lavoro, la violazione delle norme di sicurezza, condizioni di lavoro o metodi di sorveglianza o situazioni alloggiative degradanti. La nuova legge non aumenta le pene ma prevede, allorché se ne verifichino le condizioni, anche l’arresto del datore di lavoro. Di contro, nelle aziende, il giudice può disporre, in luogo del sequestro dell’azienda, nominare uno o più amministratori per affiancare l’imprenditore, riferendo al giudice ogni tre mesi. Le pene detentive e le multe non sono rafforzate, ma è maggiore la possibilità di perseguire i reati. In primis, si persegue l’intermediazione illecita, il cosiddetto caporalato.

Rosario Cassarino (presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro) e Nino Cortese (giuslavorista) hanno espresso alcune perplessità, sottolineando i punti di forza, ma anche le incognite e le difficoltà di applicazione della nuova legge. Cassarino ha puntato l’attenzione sul concetto di “reiterata violazione” che, a suo dire, in assenza di disposizioni precise per l’Ispettorato del Lavoro, è affidata alla discrezionalità del magistrato. Per i consulenti del lavoro diventa difficile coadiuvare le aziende per rispettare la nuova legge. Inoltre, in materia di sicurezza, occorrerebbe distinguere tra le violazioni gravi e quelle meno gravi, dovute solo a errori o dimenticanze.

Secondo Nino Cortese, molte valutazioni saranno affidate all’Ispettore del Lavoro, non si basano su riscontri oggettivi univoci, e questo rende difficile il compito del professionista. Altro tema, è quello della distorta applicazione della legge sulla disoccupazione agricola che oggi porta ad assunzioni in agricoltura solo per 101 o 151 giorni di lavoro, permettendo così ai braccianti agricoli di incassare le indennità di disoccupazione.

Antonio Pirré, presidente provinciale di Confagricoltura, ha rimarcato che la nuova legge lascia spazio alla discrezionalità e questo rende difficile la corretta applicazione. Inoltre, ha spiegato che l’articolo del The Guardian, che l’11 marzo scorso ha raccontato storie di sfruttamento lavorativo e sessuale di dipendenti rumene, ha danneggiato soprattutto le aziende sane. Ha raccontato di un’azienda, premiata di recente per l’ottima e corretta organizzazione aziendale, ha rischiato di perdere una commessa importante, da parte di un cliente inglese con cui intratteneva rapporti commerciali da 20 anni.

Alfio Mannino, segretario generale della Flai-Cgil Sicilia ha valutato positivamente la normativa che permette di spingere verso l’alto le retribuzioni ed ha sottolineato il ruolo preponderante della GDO nei meccanismi di formazione del prezzo, nell’incrocio tra domanda e offerta.

Nino Marino, segretario generale Uila Sicilia, ha rimarcato che il sistema attuale non permette di isolare le aziende che operano in nero e non è premiale nei confronti di chi opera nel rispetto delle norme. Gianfranco Cunsolo, presidente provinciale di Coldiretti, ha ribadito l’impegno dell’organizzazione datoriale per facilitare l’applicazione della legge.

Ha concluso i lavori l’ex capitano della Guardia di Finanza Salvatore Cannizzo, oggi consulente della Commissione nazionale Antimafia, nonché delegato per la costituzione del Distretto Orticolo Sud Est Sicilia (in via di costituzione) che raggruppa oggi 56 aziende e che dovrebbe permettere di rafforzare la filiera produttiva, migliorando qualità e competitività dell’offerta. Tra gli obiettivi: investire su progetti per acquisire e proporre brevetti e marchi territoriali di qualità, ma soprattutto di investire in certificazioni che attestino che l’azienda produce del rispetto delle regole, con una sorta di marchio “No mafia”. Cannizzo ha snocciolato i dati delle aziende orticole in Sicilia. Oggi sono 220.000. Di queste, 24.000 operano con coltivazioni a pieno campo e 6000 con colture protette (serre). Il 94 per cento hanno una struttura di tipo individuale, il 74 per cento della forza lavoro proviene da manodopera familiare. Solo il 2 per cento delle aziende sono informatizzate. In provincia di Ragusa, su 30000 aziende, 14.000 operano nell'agricoltura (5000 con serre). Ragusa è la prima provincia meridionale in termini di PIL. Si producono 270.000 tonnellate di ortaggi. Il 6 per cento delle aziende agricole è informatizzata.

“Dal convegno - ha detto il presidente di Promoter Group, Gianni Polizzi - è emerso l’impegno delle imprese ad avere un dialogo con i sindacati e con le parti sociali per applicare ciò che è previsto dalla nuova normativa in uno spirito costruttivo. Tutto questo, soprattutto nella prospettiva del riconoscimento del Distretto Orticolo del Sud Est Sicilia. Attendiamo le circolari attuative Inps per conoscere nel dettaglio le modalità di attuazione della nuova legge e dei controlli ad essa connessi. Al convegno hanno partecipato i sindaci di Vittoria e Pozzallo, Giovanni Moscato e Luigi Ammatuna, e i senatori Venerina Padua e Giovanni Mauro.



Info e contatti
Consorzio Promo.Ter Group
Via del Carrubo, sn - Vittoria -
tel. 0932.862613

-- 
Francesca Cabibbo
giornalista iscritto all'Odg Sicilia
tessera n. 089291
cell.393 0000061


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 91 
mail: inpress.ragusa@gmail.com
Skype: inpress.ufficiostampa
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Importante traguardo per Melagodo Viaggi, festeggiati i dieci anni di attività Thu, 09 Mar 2017 12:32:54 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/424538.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/424538.html Inpress Inpress
09/03/2017 

Importante traguardo per Melagodo Viaggi, festeggiati i dieci anni di attività

Il marchio Melagodo Viaggi, di proprietà di Check srl, compie dieci anni. Un traguardo importante, questo, che rappresenta l'occasione per riflettere sul percorso compiuto in vista della crescita verso dimensioni e quote di

mercato maggiori. La storia dell’agenzia viaggi e dell’omonimo franchising ha inizio appunto nel 2007 ad Avola, in provincia di Siracusa, quando il suo fondatore Francesco Lentini, dopo qualificate esperienze professionali nel settore turistico in Italia e all’estero, decide di intraprendere un’attività per proprio conto e apre la prima agenzia nel centralissimo Corso Vittorio Emanuele.

In pochi anni le agenzie affiliate si moltiplicano, grazie anche a una formula innovativa che mette a disposizione dei partner una piattaforma tecnologicamente avanzata e un team di esperti nelle nuove tecnologie, nel web marketing e nella comunicazione multimediale. L’utilizzo della tecnologia d’avanguardia sia nella comunicazione interna che nella promozione e nella vendita dei pacchetti turistici è uno dei punti di forza dell’azienda che riesce a spuntare ottimi contratti con i fornitori, che si traducono in un sostanzioso risparmio per i clienti finali. Un ramo dell'azienda ha come core business le crociere. Melagodo Viaggi punta al web diventando Web Partner di Msc Crociere, che le assegna per ben due volte il premio aziendale Best Iniziative. Acquista inoltre l’agenzia Frangi Ritt di Palermo, leader in Sicilia nella vendita di crociere Costa.

Mentre il marchio Melagodo Viaggi diventa sempre più sinonimo di qualità, competenza, cortesia e risparmio in tutta Italia, l’azienda guidata da Francesco Lentini si distingue anche sul piano etico e solidale, sponsorizzando alcune partite della nazionale di calcio Vip Sport, finalizzate a raccogliere fondi a favore di associazioni benefiche. Nel 2013 il popolare cantautore Davide De Marinis registra “Mela godo” che diventa il tormentone dell’estate siciliana e la “colonna sonora” ufficiale del Melagodo Village, inaugurato proprio in quell’anno. Con questa novità Melagodo Viaggi completa la sua offerta di servizi integrati, che comprendono la gestione diretta di agenzie sul territorio, la vendita di pacchetti turistici e crociere tramite un network di agenzie affiliate in tutta Italia nonché l'organizzazione di stage e corsi per personale alberghiero.

A rafforzare questo percorso virtuoso, arrivano la collaborazione in esclusiva con il social network Jokkey.com e la nascita a Malta del Melagodo Travel, il network internazionale di agenzie specializzate nel fornire servizi per aziende e cral. Dopo un periodo non facile per l’intero settore dell’intermediazione turistica a livello internazionale che ha determinato una maggiore concentrazione nel settore e dimezzato in pochi anni i network indipendenti in Italia, Melagodo Viaggi è riuscita a riposizionarsi sul mercato e in atto gestisce agenzie a Palermo, Ragusa, Noto, Pachino e Paternò, oltre alla sede di Avola e alla succursale operante nell’Isola dei Cavalieri.

L’azienda ha proseguito nel cammino dell’innovazione, migliorando i sistemi di comunicazione interna e di vendita online, che da sola vale il 30 % del fatturato aziendale (a fronte di un 50% di vendita diretta e un 20% di vendita all’ingrosso). Un dinamismo, questo, che è possibile grazie al personale giovane e qualificato, in grado di adattarsi rapidamente alle richieste del mercato e selezionare i pacchetti migliori. L’azienda, che per tutto il 2017 proporrà offerte a prezzi competitivi e promozioni nelle proprie agenzie, punta decisamente alla crescita.

"Il mondo dei viaggi �“ conclude Lentini - ha bisogno di operatori attenti alle nuove tecnologie e in grado di adattarsi alle continue variazioni del mercato. Siamo sempre alla ricerca di imprenditori che vogliano investire sul nostro marchio aprendo una nostra filiale in associazione in partecipazione o aderendo al nostro network".


Info e contatti
Melagodo Viaggi
cell. 3475700057

--
Giovanni Criscione
giornalista iscritto all'Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 91 
mail: inpress.ragusa@gmail.com
Skype: inpress.ufficiostampa
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>
Padova - Fare marketing in un mondo che cambia, Mauro Baricca illustra le nuove opportunità Fri, 03 Mar 2017 08:04:27 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/423725.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/423725.html Inpress Inpress Padova, 3 marzo 2017

Fare marketing in un mondo che cambia, Mauro Baricca illustra le nuove opportunità

Strumenti e modalità di applicazione del marketing si evolvono in continuazione e a una velocità sempre maggiore. Ecco perché, oggi più che mai, la formazione permanente e l’aggiornamento continuo nel settore rappresentano una risorsa strategica imprescindibile per gli imprenditori. Se ne parlerà giovedì 23 marzo alle ore 18.00 al Best Western Biri Hotel (Via A. Grassi, 2) con Mauro Baricca in un seminario gratuito dal titolo “Il marketing sta cambiando, gli strumenti anche. Vuoi continuare a perdere opportunità o darti una mossa?”.

Baricca è direttore marketing di Casa Imbastita Campus, una società che opera nel campo della formazione manageriale e della consulenza di direzione per piccole e medie imprese con sedi in Veneto e in Sicilia. Casa Imbastita Campus, che ha organizzato l’evento, lavora da anni con il mondo dell’impresa per contribuire al miglioramento della mentalità e della cultura imprenditoriale. Le caratteristiche professionali dello speaker - che è imprenditore, formatore e autore di libri di successo sul marketing, sulla leadership e sulla crescita personale �“ conferiscono ai suoi interventi un taglio pratico e concreto, ricco di spunti operativi da applicare subito in azienda.

Il seminario è rivolto a imprenditori che abbiamo voglia di mettersi in gioco e imparare nuove tecniche di comunicazione e marketing e, più in generale, ai marketer e a tutti coloro che intendono formarsi per essere sempre più competitivi sul mercato.

Baricca fornirà una bussola per orientarsi in un mercato sempre più liquido e governare il timone del cambiamento, illustrando le straordinarie opportunità offerte dai social media. “Scopriremo insieme le 9 parole del marketing per il 2017 �“ anticipa Baricca �“ Parleremo di social media come opportunità di business a costi sostenibili, smaschereremo le bufale e la realtà del social media marketing. Ci confronteremo e approfondiremo insieme gli argomenti che hanno incuriosito di più il pubblico”.

L’incontro è gratuito ma poiché il numero dei posti a disposizione è limitato, occorre iscriversi sul sito web oppure inviare la richiesta di partecipazione a s.brandolin@casaimbastitacampus.it.


Info e contatti
Casa Imbastita Campus
cell. 3346136115
s.brandolin@casaimbastitacampus.it

--
Giovanni Criscione
giornalista iscritto all'Odg Sicilia
tessera n. 092472
cell. 329 3167786


Inpress events & communication S.r.l.s.
partita i.v.a. 01614790887
Ragusa, Via Dante Alighieri 91 
mail: inpress.ragusa@gmail.com
Skype: inpress.ufficiostampa
cell. 329 3167786 / 393 0000061
siti web: www.inpressweb.com
]]>