Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Quorum Pr Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Quorum Pr Sat, 11 Jul 2020 14:08:20 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/7506/1 Flowmon FPI: controllo automatizzato della rete a supporto degli amministratori IT Thu, 09 Jul 2020 19:37:41 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/649798.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/649798.html Quorum Pr Quorum Pr Flowmon Networks, fornitore di soluzioni avanzate per l'intelligence di rete, ha annunciato la disponibilità di Flowmon Packet Investigator, uno strumento per il controllo automatizzato del traffico di rete. Il nuovo prodotto consente ai clienti di risparmiare ore o addirittura giorni di lavoro, passando dall'indagine manuale sui pacchetti a livelli di automazione mai visti prima.

 

La complessità delle odierne infrastrutture è una autentica sfida per gli amministratori di rete, che cercano risposte efficaci sotto la pressione di tempi, risorse e costi limitati. A volte è necessario investigare più a fondo nelle comunicazioni e condurre un'analisi manuale dei pacchetti per risolvere con successo un problema. Strumenti come Wireshark possono catturare il traffico di rete ma richiedono conoscenze specialistiche per interpretare gli eventi, mentre Flowmon Packet Investigator fa un ulteriore passo avanti, analizza i pacchetti automaticamente e fornisce suggerimenti sulle azioni correttive.

 

"Siamo impegnati a semplificare la vita dei professionisti IT e Flowmon Packet Investigator è un altro passo avanti nella nostra missione. Gli amministratori possono ora saltare completamente le indagini manuali sugli incidenti e lasciare che la nostra soluzione faccia tutto il lavoro pesante ", afferma Angelo Sbardellini, Sales Manager Italia e Malta  di Flowmon Networks. "Basta catturare il traffico con Flowmon o caricare PCAP da fonti di terze parti, eseguire le analisi automatizzate e ottenere una comprensione immediata del problema e suggerimenti per un rimedio. È veramente semplice."

 

Flowmon Packet Investigator offre funzionalità di registrazione del traffico on demand a velocità 1G, 10G, 40G e 100G nelle reti cloud, virtuali e fisiche, gestite in remoto da un'unica console di gestione. Ma ciò che lo distingue è il know-how specialistico integrato. Il suo motore di analisi PCAP comprende i protocolli di rete, le loro dipendenze, le specifiche RFC e gli errori. Pertanto, non solo fornisce approfonditi dettagli, ma automatizza l'analisi, valuta gli eventi acquisiti, cerca codici di errore e fornisce spiegazioni e suggerimenti per la soluzione del problema.

 

Con Flowmon Packet Investigator, gli amministratori possono ridurre drasticamente il tempo medio di risoluzione in casi come:

 

    . Problemi relativi alla connettività di rete (comunicazione bloccata dal firewall, destinazione non raggiungibile, errori TCP, ecc.)

 

    . Malfunzionamento o errata configurazione dei servizi di rete critici (ARP, DNS, DHCP)

 

    . Incompatibilità nella crittografia client / server (versione SSL / TLS, algoritmi di crittografia, certificati, ecc.)

 

    . Problemi di stack del protocollo dell'applicazione (HTTP, SAMBA, FTP, IMAP, POP, ecc.)

 

 

Disponibilità di Flowmon Packet Investigator

Flowmon Packet Investigator è ora disponibile per tutti i clienti Flowmon.

Per testare le capacità e le funzionalità di FPI, si può richiedere una versione di prova gratuita di 90 giorni: https://www.flowmon.com/en/products/software-modules/packet-investigator

Per ulteriori informazioni sul prodotto, visitare https://www.flowmon.com/en/products/software-modules/packet-investigator

]]>
Solidarietà Digitale: ripartire in sicurezza con Personal Data e RSA Fri, 26 Jun 2020 13:58:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/647837.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/647837.html Quorum Pr Quorum Pr Personal Data, system integrator bresciano del Gruppo Project, focalizzato su soluzioni per la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT, annuncia il progetto congiunto di adesione all'iniziativa Solidarietà Digitale* con RSA, uno dei principali vendor di sicurezza a livello internazionale. Grazie all'offerta RSA, Personal Data si arricchisce di soluzioni legate alla gestione del Cyber Risk a supporto della attuale trasformazione digitale dei propri clienti.

Le soluzioni RSA offrono la possibilità a tutte le aziende di poter mettere in sicurezza gli accessi alle applicazioni aziendali da remoto/smart working a tutti i dipendenti, consulenti, collaboratori e consentono di proteggere le applicazioni SaaS e le tradizionali risorse aziendali con metodi di autenticazione dinamici e orientati alla valutazione del rischio.

"Mai come in questo momento le organizzazioni hanno bisogno di implementare la sicurezza sulle attività svolte da remoto", commenta Giuliano Tonolli, amministratore delegato di Personal Data. "Lavorare in smart working comporta anche l'utilizzo di dati sensibili e documenti riservati che potrebbero mettere a rischio la proprietà intellettuale dell'azienda. Adottare soluzioni che gestiscono il rischio di terze parti e prevengono le frodi diventa la priorità per affrontare la ripartenza economica delle imprese".

 

I canali online non hanno mai sperimentato un attacco globale innovativo e integrato da parte delle organizzazioni di cyber-crimine come quello che stiamo vivendo. I criminali dispongono infatti di avanzate tecnologie e gestiscono una sofisticata economia sotterranea:

 

. Il phishing continua a crescere

. I trojan sono sempre più sofisticati e più facili da ottenere

. Le app mobili non autorizzate si infiltrano negli app store pubblici

. I social media sono invasi da pagine aziendali false

 

La RSA Fraud & Risk Intelligence Suite offre una risposta complessiva che consente alle imprese di gestire i rischi relativamente ai canali digitali rivolti al consumatore, consentendo loro di massimizzare i ricavi e minimizzare al tempo stesso le perdite dovute ad attacchi fraudolenti.

 

La suite fa parte del portafoglio RSA di soluzioni di sicurezza business-driven, e fornisce un approccio unificato alla gestione del rischio digitale attraverso visibilità integrata, approfondimenti automatizzati e azioni coordinate. RSA protegge milioni di utenti in tutto il mondo e supporta oltre il 90 percento delle aziende Fortune 500, che possono così prosperare e adattarsi con successo alle profonde trasformazioni in atto.

 

----

Solidarietà Digitale* è l'iniziativa del Ministro per l'Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, con supporto tecnico dell'Agenzia per l'Italia Digitale, per ridurre l'impatto sociale ed economico del Coronavirus grazie a soluzioni e servizi innovativi.

]]>
Secondo Gartner Flowmon è leader di riferimento nel mercato NPMD Tue, 19 May 2020 12:16:15 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/638756.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/638756.html Quorum Pr Quorum Pr Flowmon Networks, fornitore di soluzioni avanzate per l'intelligence di rete, ha annunciato di essere stato nominato "Representative Vendor" nella Market Guide for Network Performance Monitoring and Diagnostics (NPMD) 2020 di Gartner.

Le Market Guide di Gartner - che sostituiscono il Magic Quadrant, dove Flowmon era stata nominata per tre anni di seguito - forniscono informazioni su comparti specifici, delineandone le tendenze emergenti, le dinamiche dei fornitori e la direzione presa con lo scopo di aiutare  i responsabili IT e i leader strategici nelle loro decisioni di acquisto. La guida recentemente pubblicata per NPMD descrive lo stato attuale della tecnologia, analizza il mercato, disegna il futuro del settore ed elenca anche i fornitori più rappresentativi.

 

"Siamo orgogliosi di essere nuovamente riconosciuti da Gartner tra i player di riferimento. La nostra visione è la creazione di uno strumento condiviso che consenta ai team di networking e di sicurezza di parlare la stessa lingua, di lavorare per una più rapida risoluzione dei problemi e con un'allocazione ottimale delle risorse ", afferma Artur Kane, responsabile del marketing di prodotto di Flowmon Networks. "Questi team condividono lo stesso proposito: mantenere la rete, il sistema nervoso di ogni organizzazione moderna, sicura, sana e ben funzionante. Flowmon li aiuta a raggiungere questo obbiettivo in ambienti aziendali, nei datacenter e nel cloud ".

 

La network intelligence di Flowmon integra NetOps e SecOps in un'unica, versatile soluzione. Fornisce approfondimenti fruibili analizzando automaticamente  il traffico di rete e rilevando le minacce avanzate, eliminando così la difficoltà di "setacciare" il rumore delle informazioni. I professionisti IT possono quindi identificare rapidamente violazioni e peggioramenti delle prestazioni, comprendere il loro contesto, il loro impatto, l'entità e la causa principale per poter così rispondere tempestivamente.

Angelo Sbardellini, che ha assunto la responsabilità del business di Flowmon in Italia nel 2018, sottolinea: "Gli attacchi alle reti aziendali sono in costante evoluzione anche nel nostro Paese, pertanto cresce l'esigenza di adottare una piattaforma multitenant come quella sviluppata da Flowmon, in grado di integrare funzionalità di prevenzione, individuazione, risposta, recupero dei dati e analisi forense. Il riconoscimento di Gartner conferma la bontà delle nostre scelte tecnologiche".

Attualmente in Italia i partner certificati di Flowmon sono 3c Informatica, Aditinet, Axians, Atinet, Digimetrica, Iway, Millennium Technologies, NPO Sistemi e S2E, e nei prossimi mesi è previsto l'ampliamento di questa rete per  una presenza territoriale sempre più capillare.

I cambiamenti fondamentali nel monitoraggio della rete

 

La Guida sottolinea che le reti aziendali stanno subendo cambiamenti fondamentali, alimentati soprattutto dal cloud e dall'edge computing. Questa nuova dinamica influisce sull'efficienza dei tradizionali sistemi di monitoraggio. Coloro che in azienda governano le infrastrutture e l'operatività devono quindi ripensare il modo in cui controllano la rete e considerare soluzioni come il monitoraggio ibrido dell'ambiente, l'allineamento tra le operazioni di rete e di sicurezza, e ottenere una analisi di livello aziendale per poter raggiungere gli obiettivi di business.

 

Gartner definisce il mercato del monitoraggio e diagnostica delle prestazioni di rete (NPMD) come l'insieme degli strumenti che sfruttano una combinazione di dati di varia origine, come metriche ed eventi generati dai dispositivi, dati sul traffico e pacchetti di rete grezzi, capaci di fornire una visione storica, in tempo reale e predittiva della disponibilità e delle prestazioni della rete e delle applicazioni in esecuzione.

 

Per approfondire: https://www.gartner.com/en/documents/3981838/market-guide-for-network-performance-monitoring-and-diag

]]>
Personal Data: Webinar 'Smart Working in a Box'. Proposta soluzioni in bundle per il lavoro agile Mon, 18 May 2020 18:01:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/638518.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/638518.html Quorum Pr Quorum Pr Molte aziende italiane sono in fase di ripartenza a seguito del periodo di chiusura degli scorsi mesi e sono nella condizione di dover riformulare gli standard lavorativi per rispondere alle nuove esigenze organizzative. Lo smart working non si riferisce solamente all'attuazione del lavoro intelligente, ma abbraccia una visione più ampia che comprende sicurezza, continuità e affidabilità delle informazioni legate agli strumenti utilizzati (videoconferenza, archiviazione dati, messaggistica istantanea e altro ancora).

 Personal Data, system integrator bresciano del Gruppo Project, focalizzato su soluzioni per la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT, ha organizzato il webinar:  

"Smart Working in a Box"

Giovedì 21 maggio - Giovedì 4 giugno

Ore 10.30

 

Moderatore: Giuliano Tonolli, Personal Data Gruppo Project

 

Il webinar ha l'obiettivo di proporre in bundle la combinazione di tecnologie Citrix, Lenovo, NetApp, RSA e Trend Micro - con un prezzo di promozione fino al 31 luglio prossimo - con modalità flessibili e personalizzabili adatte alle esigenze di aziende di qualsiasi dimensione e che consente di velocizzare al minimo il tempo di ricerca nella molteplice e variegata offerta di soluzioni IT presente sul mercato.

 

Giuliano Tonolli, direttore commerciale di Personal Data Gruppo Project, illustrerà le soluzioni proposte pensate per agevolare il lavoro da remoto, analizzando le diverse procedure di implementazione.

 

Per info e iscrizioni: https://www.personaldata.it/evento/webinar-smartworkinginabox/ 

 

 

]]>
Al via i webinar gratuiti di Personal Data e Veeam per un backup più veloce e sicuro Fri, 08 May 2020 11:26:28 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/635998.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/635998.html Quorum Pr Quorum Pr Personal Data, system integrator bresciano del Gruppo Project, focalizzato su soluzioni per la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT, ha organizzato due webinar gratuiti in collaborazione con Veeam che si terranno il 12 e il 28 maggio prossimi, rispettivamente sulle soluzioni Availability Suite v10 e Backup Office 365 v4.

Oggi le imprese devono affrontare una notevole quantità di sfide relative all'IT e alla gestione delle informazioni e spesso si trovano in difficoltà nel gestire e proteggere una ernorme mole dei dati tra i data center on premise e cloud. Veeam offre una singola piattaforma per modernizzare il backup, accelerare il cloud ibrido e proteggere i dati in ottica Cloud Management. Personal Data, Platinum Partner Veeam, aiuta le organizzazioni con piani personalizzati di business continuity e strategie di disaster recovery per ridurre al minimo i rischi che potrebbe minacciare la continuità aziendale. 

Martedì 12 maggio - Ore 11  - Link di iscrizione: Webinar Veeam Availability Suite

Veeam Availability Suite supporta la protezione dei dati, la gestione e l'intelligence in modo semplice, flessibile e affidabile. Durante il webinar si illustreranno le novità della versione 10 con cui Veeam porta la protezione e il ripristino a un livello superiore offrendo:

-        backup dei NAS realmente efficace

-        sicurezza dei dati e protezione dal ransomware

-        un motore Instant Recovery di nuova generazione

Speaker del webinar:

Francesco Bonetti - Senior Systems Engineer di Veeam Software

Fabio Masellis - Responsabile Divisione Infrastruttura & Pre-Sales, Personal Data Gruppo Project

Emilio Mazzucconi - Senior Systems Engineer Pre-Sales, Project Informatica

 

---------

 

Giovedì 28 maggio - Ore 11 - Link di iscrizione: Veeam Backup Microsoft Office 365

Veeam Backup per Microsoft Office 365 assicura il controllo completo e dati sempre protetti.
In questo webinar si parlerà delle novità principali introdotte dalla versione 4 che permettono di:

-        ridurre i costi grazie all'object storage: paghi solo per lo spazio che utilizzi

-        sfruttare la scalabilità illimitata

-        semplificare le implementazioni nel cloud pubblico.

Speaker del webinar:

Roberto Dellavedova - Enterprise Systems Engineer e Technical Sales di Veeam Software

Fabio Masellis - Responsabile Divisione Infrastruttura & Pre-Sales, Personal Data Gruppo Project

Emilio Mazzucconi - Senior Systems Engineer Pre-Sales, Project Informatica

 

https://www.personaldata.it/

]]>
Comunicato - Per fronteggiare l'emergenza coronavirus nasce Gooders, la community che fa del bene Thu, 02 Apr 2020 18:02:39 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/627496.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/627496.html Quorum Pr Quorum Pr

Per fronteggiare l'emergenza coronavirus nasce GOODERS, la community che fa del bene

 

La piattaforma raccoglie fondi per gli ospedali organizzando lezioni e performance "live" ma a distanza

 

Milano, 2 aprile 2020 - I Gooders sono persone che mettono a disposizione gratuitamente il loro tempo, capacità e potenzialità in cambio di donazioni indirizzate a un ente o una struttura impegnata nell'emergenza COVID-19. 

 

Lezioni di pilates, yoga, crossfit, di lingue straniere, di circo, di musica, di cucina, di marketing o filosofia. Oppure performance di teatro, lettura, danza e tanto altro. Ognuno può diventare Gooder e organizzare una lezione o una prestazione: basta inviare le caratteristiche dell'attività che si vuole proporre, il canale su cui lo si promuove e l'ente a cui si vuole destinare il contributo.

 

Alla fine di ogni attività, i partecipanti, scelgono in autonomia e in massima libertà quanto donare direttamente all'organizzazione scelta dal Gooder (Ospedale di Bergamo, Ospedale di Monza per esempio o altre Fondazioni).

 

Il progetto si basa sui concetti di sharing economy e social innovation. È stato ideato da tre amici che lavorano nel mondo no profit e che credono che le cose possono cambiare e migliorare grazie all'impegno e alla bontà di ognuno di noi.

 

Per maggiori informazioni: http://www.gooders.it/

Contatti: gooders.community@gmail.com   

 
]]>
Comunicato Flowmon - L'impennata dell'Home Office / 3 consigli per la sicurezza Fri, 27 Mar 2020 10:45:39 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/626388.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/626388.html Quorum Pr Quorum Pr L'impennata dell'Home Office: 3 consigli per la sicurezza

Flowmon propone alcune raccomandazioni chiave per mantenere la rete aziendale sicura e funzionante

Milano, 27 marzo 2020 - Molte aziende in questi tempi difficili hanno giustamente chiesto ai dipendenti di lavorare da casa per proteggere la loro salute. Come conseguenza di questa decisione, le caratteristiche del traffico di rete sono mutate radicalmente provocando un cambiamento che comporta una serie di nuove sfide operative e relative alla sicurezza.

Flowmon, fornitore di soluzioni avanzate per il monitoraggio e la sicurezza della rete, partendo dalla propria esperienza diretta in merito a queste problematiche, fornisce alcuni consigli per consentire un'operatività in remoto efficiente e sicura.

1. Garantire una capacità sufficiente alla VPN

La Virtual Private Network è la soluzione ideale per proteggere la connettività remota. Ciò che è cambiato, tuttavia, è che invece di pochi utenti, improvvisamente  si sta connettendo un numero molto elevato di dipendenti. Ma molto spesso le VPN non sono state progettate per elevate capacità. Questo implica che il traffico regolare nei giorni feriali può aumentare anche di dieci volte rispetto al livello abituale. Sebbene la situazione possa variare molto da azienda ad azienda, anche in rapporto alle dimensioni, i principi di base rimangono i medesimi.

. Si parte controllando la struttura del traffico, ovvero quanta capacità viene utilizzata e di cui si ha bisogno in termini di numero di utenti simultanei e la relativa larghezza di banda.

. Se si utilizzano soluzioni con licenza e si stanno esaurendo gli utenti dotati di licenza, contattare il proprio fornitore e verificare se è necessario un aggiornamento in proposito. Molti fornitori offrono in questi giorni un supporto particolare e talvolta una sorta di upgrade gratuito.

. Se la larghezza di banda è limitata a causa di risorse hardware insufficienti, verificare con il proprio rivenditore se è possibile ottenere un aggiornamento  in tempi brevi.

. Alcuni potrebbero avere un server aggiuntivo disponibile e, se si è abbastanza sicuri, è possibile sfruttarlo per la VPN utilizzando ad esempio OpenVPN per accedere al traffico di rete. Soprattutto in una situazione come questa, quando si è sotto pressione, è necessario prestare attenzione alla sicurezza e osservare sempre le migliori practice, come abilitare l'autenticazione a 2 fattori per la VPN.

. Per quanto consentito dalla politica di sicurezza, è possibile configurare le stazioni client per instradare direttamente il traffico Internet, scaricando così parte della capacità VPN, ma introducendo naturalmente alcuni compromessi in tema di sicurezza.

. Infine, occorre istruire i propri utenti ad astenersi dall'utilizzare servizi ad alto volume come YouTube o Netflix.

  

2. Gestire l'utilizzo di uplink

A seconda di come è stata configurata la VPN, si riscontrerà un aumento o un calo nell'utilizzo di uplink Internet. In Flowmon, ad esempio, vengono utilizzate molte applicazioni fornite dal cloud (Google Suite, Salesforce, ecc.), a cui gli utenti accedono direttamente da casa: ciò significa che l'uso dell'uplink Internet all'interno dell'azienda è diminuito e molti dei nostri dipendenti non necessitano dell'accesso VPN. Questo è uno dei vantaggi derivanti dal fatto di essere un'organizzazione moderna abilitata per il cloud.

Tuttavia, se gli utenti utilizzano l'uplink più del solito a causa dell'accesso ai servizi on-premise, è opportuno consultare il proprio ISP. In questo momento molti offrono aggiornamenti temporanei. Inoltre, si possono sempre limitare i servizi consentiti per l'utilizzo, ad esempio bloccando le applicazioni di streaming.

3. Ridurre al minimo i rischi introdotti dai dispositivi personali

Consentire ai dipendenti di lavorare sui propri device personali da casa solleva gravi problemi di sicurezza. Di solito non si ha alcun controllo su questi dispositivi e le politiche di sicurezza diventano estremamente difficili da applicare. In questo caso, occorre considerare i seguenti suggerimenti: 

. Monitorare correttamente il traffico : proseguire il normale monitoraggio quotidiano, ma con una particolare attenzione agli host VPN e al traffico VPN. Tuttavia, come è successo in passato, gli attori delle minacce possono essere molto creativi quando si tratta di sfruttare le questioni sociali globali. Un malware chiamato Emotet ha utilizzato l'emergenza globale generata dal coronavirus per trovare nuove vittime. Quindi, oltre a prendersi cura della nostra salute, vale la pena essere particolarmente vigili anche nel mondo cibernetico, monitorare gli indicatori di compromissione, le anomalie ed evitare i rischi di sicurezza informatica.

. Limitare l'accesso e isolare gli utenti : consentire agli utenti di accedere solo ai dati e ai servizi di cui hanno bisogno nel loro ruolo. In caso di escalation di privilegi da parte di alcuni malware, si potrà ridurre al minimo l'impatto. In ogni caso, se si stanno eseguendo applicazioni SaaS, questo non dovrebbe essere un problema.

. Cercare altri modi per proteggere la comunicazione : un'opzione potrebbe essere quella di utilizzare i servizi terminal, in cui l'utente si collega dal dispositivo personale non protetto attraverso la VPN a, per esempio, un server Windows tramite Remote Desktop Protocol (RDP). Questo server è sotto il controllo dell'azienda e quindi sicuro. Il desktop remoto potrebbe non essere la soluzione migliore dal punto di vista dell'esperienza dell'utente, ma è molto meno rischiosa e abbastanza semplice da configurare e utilizzare.

Informazioni su Flowmon Networks

Flowmon crea un ambiente digitale sicuro e trasparente in cui le persone governano la rete indipendentemente dalla sua complessità.

 

Contatti stampa:
Quorum PR - Giovanna Benvenuti

giovanna.benvenuti@quorum-pr.com

Cell. 347/4007536

]]>
Comunicato stampa - Ricerca Flowmon e IDG sul traffico crittografato Wed, 11 Mar 2020 13:56:46 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/623828.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/623828.html Quorum Pr Quorum Pr I responsabili IT considerano il traffico crittografato una fonte di minacce informatiche, ma ritengono che le loro difese siano inadeguate

 

Una nuova ricerca di Flowmon e IDG Connect mostra che il 99% dei responsabili IT riconosce il traffico di rete crittografato come fonte di rischi per la sicurezza, ma i due terzi delle aziende non riescono a proteggere adeguatamente le proprie risorse dalle minacce interne ed esterne che utilizzano in modo improprio SSL / TLS.

 

Milano, 11 marzo 2020 - Flowmon Networks,  fornitore di soluzioni avanzate per il monitoraggio e la sicurezza della rete, ha pubblicato i risultati di una mappatura delle strategie di difesa che le organizzazioni realizzano per affrontare le minacce nel traffico crittografato. Condotto per conto dell'azienda da IDG Connect, il sondaggio ha coinvolto oltre 100 responsabili IT esplorando le loro esperienze nei confronti di questo vettore di attacco in rapida crescita.

 

Nel corso della storia dell'IT, le nuove tecnologie sono sempre state utilizzate da malintenzionati per realizzare attività criminali, e la crittografia non fa eccezione. Sebbene i team impegnati sulla sicurezza aziendale la implementino come contromisura di sicurezza predefinita, in realtà si aprono spazi agli attori delle minacce per nascondere le loro attività proprio in quello che è considerato traffico sicuro. Un gran numero di aziende sono state esposte non solo agli attacchi che sfruttano le vulnerabilità SSL/TLS, ma anche a quelli che le utilizzano per mascherare i movimenti sulla rete e attaccare le applicazioni. Senza un set di strumenti adeguato che copra tutti i vettori di attacco, gestire le minacce crittografate è una sfida difficile.

 

"Lo studio mostra che la stragrande maggioranza degli investimenti è destinata alla decodifica del traffico sul perimetro, lasciando l'organizzazione vulnerabile a molte forme comuni di attacco, come ransomware, botnet che oscurano la comunicazione con i server Command & Control o exploit del browser. Solo il 36% degli intervistati ha implementato contemporaneamente protezione perimetrale e di rete", afferma Mark Burton, amministratore delegato di IDG Connect.

 

I risultati chiave dell'indagine:

 

- il 41% dichiara di non avere le idee chiare su come rispondere a queste minacce

- il 61% utilizza per la decrittazione del traffico un proxy SSL dedicato

- il 76% utilizza il controllo SSL a livello di firewall

- il 56% utilizza strumenti di analisi del traffico di rete per monitorare i dati criptati.

 

I due maggiori ostacoli all'utilizzo della decrittazione del traffico di rete mediante l'uso di un proxy SSL sono la paura di violare la privacy dei dati (36%) e le preoccupazioni sul degrado delle prestazioni (29%).

 

Tutti coloro che sono impegnati nella difesa della rete devono collaborare per respingere tutte le minacce crittografate.

 

I risultati del sondaggio evidenziano l'importanza di implementare l'analisi del traffico di rete (Network Traffic Analysis ) e la decrittazione SSL contemporaneamente per fornire la stessa protezione contro le minacce esterne e interne.

Gli intervistati riconoscono gli strumenti NTA come un modo per riunire team operativi di rete e sicurezza, e condividere una singola versione della situazione (il 49% la classifica come una delle capacità principali di tali strumenti), per migliorare la prevenzione e accelerare il rilevamento e la risposta.

 

"La maggior parte delle organizzazioni non è in grado di ispezionare il traffico SSL/TLS su larga scala e i criminali informatici ne sono consapevoli. La decripttazione è uno strumento potente ma anche costoso e dispendioso in termini di risorse. Pertanto, ha un significato tattico utilizzare l'Encrypted Traffic Analysis (ETA), che è leggero e copre la maggior parte dei casi, per monitorare la rete in modo olistico e riservare l'uso della decrittazione solo per i servizi critici", afferma Angelo Sbardellini, Sales Manager per l'Italia e Malta di Flowmon Networks.

 

Il rapporto completo è disponibile su: link https://www.flowmon.com/en/idg-research-encrypted-traffic-threats

 

Metodologia del sondaggio

IDG Connect ha condotto il sondaggio per conto di Flowmon Networks con l'obiettivo di studiare il panorama della sicurezza della rete e la crittografia negli Stati Uniti, in Canada e in Europa. Alla fine del 2019, IDG Connect ha intervistato oltre 100 responsabili tramite un questionario online. Il pubblico proveniva da diversi settori, il 27% da mercati verticali  tecnologici. Tutti gli intervistati ricoprivano posizioni di gestione IT, il 40% con ruoli di livello Executive. Tutti provenivano da aziende con almeno 500 dipendenti, e il 39% lavorava in aziende da 1.000 a 4.999 dipendenti.

 

Informazioni su IDG Connect

IDG Connect è la divisione focalizzata sulla "demand generation" di International Data Group (IDG), la più grande azienda di media tecnologici al mondo. Fondata nel 2006, utilizza l'accesso a 44 milioni di decision maker aziendali per collegare gli esperti di marketing tecnologico con obiettivi rilevanti in qualsiasi paese del mondo. Impegnata a coinvolgere un variegato pubblico IT globale generale con messaggi realmente localizzati, IDG Connect pubblica anche documenti di leadership di pensiero specifici di mercato per conto dei propri clienti e produce ricerche per i marketer B2B di tutto il mondo. Per ulteriori informazioni, visitare: www.idgconnect.com

 

Informazioni su Flowmon Networks

Flowmon crea un ambiente digitale sicuro e trasparente in cui le persone governano la rete indipendentemente dalla sua complessità.

 

Contatti stampa:
Quorum PR - Giovanna Benvenuti

giovanna.benvenuti@quorum-pr.com

Cell. 347/4007536

]]>
Comunicato stampa - Personal Data sceglie ProLion per Backup e DR ad alte performance Tue, 17 Dec 2019 10:31:06 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/611803.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/611803.html Quorum Pr Quorum Pr                                                                     Personal Data sceglie ProLion, performance senza compromessi per Backup e Disaster Recovery

Brescia, 17 dicembre 2019 - Personal Data system integrator bresciano del Gruppo Project, focalizzato su soluzioni per la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT, annuncia la collaborazione con ProLion, società austriaca specializzata in soluzioni software progettate per ottimizzare l'efficienza, la sicurezza e la facilità di management delle piattaforme NetApp.

Interruzione della continuità operativa significa disservizio. Ogni anno il 20% delle aziende deve fronteggiare un problema d'interruzione dei servizi operativi con gravi danni economici e d'immagine. I CIO sanno bene che le minacce per il business possono presentarsi in qualsiasi momento e sotto varie forme, sia che dipendano da cause naturali, legate ad esempio a fenomeni metereologici o fisici, sia che derivino da errori umani, da attacchi informatici o da possibili malfunzionamenti.

Ecco perché è fondamentale per un'organizzazione disporre di un piano di Disaster Recovery che renda possibile recuperare i dati e i carichi di lavoro (locale, virtuale o nel cloud) in caso di qualsiasi tipo di incidente corredato possibilmente da una soluzione di Business Continuity, fondamentale per permettere durante il verificarsi dell'eventuale disastro, che i sistemi continuino ad essere attivi e funzionanti, senza interruzioni.

ProLion ottimizza le capacità delle soluzioni storage NetApp - integrando alcune funzionalità aggiuntive - che offrono funzioni di business continuity e DR garantendo prestazioni ed efficienza ad alti livelli. I prodotti ProLion commercializzati da Personal Data sono i seguenti:

- ClusterLion è un'appliance che può essere adattata a un cluster di archiviazione esistente durante il funzionamento, in qualsiasi momento senza interruzioni. In caso di guasto realizza lo switchover automatico tra due nodi NetApp MetroCluster .
- ClusterLion per SAP HANA è stato sviluppato per realizzare una commutazione automatica e avere quindi un'alta disponibilità assoluta per gli ambienti SAP HANA.
- CryptoSpike protegge i sistemi NAS NetApp da attacchi ransomware e file indesiderati. L'accesso può essere analizzato e verificato.

"Abbiamo incominciato a introdurre con ottimi riscontri le soluzioni ProLion nelle piattaforme NetApp che implementiamo per i nostri clienti", afferma Giuliano Tonolli, direttore commerciale e amministratore di Personal Data. "Ad esempio il Gruppo Zignago ha adottato la soluzione MetroCluster di NetApp che si è rivelata la migliore per gestire gli ambienti SAP HANA garantendo business continuity e DR. ProLion ha contribuito ad aumentare l'efficienza dei servizi IT e a garantire maggiore sicurezza".

Personal Data
Presente sul mercato ICT da quasi 40 anni, Personal Data, azienda bresciana del Gruppo Project, è specializzata in soluzioni infrastrutturali personalizzate per la gestione, la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT. Accompagna imprese pubbliche e private nel percorso di trasformazione dei processi aziendali e organizzativi, con tecnologie, competenze e servizi attraverso soluzioni on premise, cloud o ibride. Per informazioni visitare il sito: https://www.personaldata.it/  

Contatti stampa:
Chiara Izzi - Personal Data
Tel. 030/2421818 - email: chiara.izzi@personaldata.it
Giovanna Benvenuti - Quorum PR
Cell. 347/4007536 - email: giovanna.benvenuti@quorum-pr.com

]]>
Comunicato stampa - RADIO IT è ora disponibile su Alexa Wed, 04 Dec 2019 10:52:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/609852.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/609852.html Quorum Pr Quorum Pr  

RADIO IT è ora disponibile su Alexa

 

Milano, 4 dicembre 2019 - Mille Ottani SRL, agenzia marketing specializzata nel settore IT, e PBS - Primo Bonacina Services, azienda di consulenza in area IT e digitale, annunciano la disponibilità di RADIO IT come skill per l'interazione su smart speaker Amazon Alexa.

 

RADIO IT , nata a ottobre 2019, è la prima podcast radio con episodi audio e rubriche per chi acquista, utilizza o rivende tecnologia e che offre inoltre una piattaforma per la creazione di canali podcast radio aziendali, di cui realizza, trasmette e divulga gli episodi.

 

"In Italia ci sono 12 milioni di ascoltatori di podcast (dati Nielsen 2019), con una crescita di 2 milioni in un anno. Il 23% di loro, il doppio del 2018, ascolta i podcast settimanalmente, e la durata media di una sessione supera i 20 minuti. La maggior parte di chi cerca contenuti (8 persone su 10) ascolta solo contenuti originali, quindi non presenti sui media tradizionali, e utilizza con frequenza elevata web e social", afferma Matteo Ranzi, ideatore (e co-fondatore di RADIO IT assieme a Primo Bonacina). "Questi dati sottolineano la bontà delle basi su cui poggia RADIO IT: contenuti originali che parlano di tecnologia con una costante componente formativa. Le persone ascoltano i podcast in ufficio ma anche mentre fanno altro poiché hanno mani e occhi liberi. Si ascolta mentre si cucina, si fa colazione o si sfoglia una rivista, si è in casa o ci si prepara per uscire: tutte attività tipicamente accompagnate dalla radio tradizionale" prosegue Ranzi. "Nelle case degli italiani la diffusione di Alexa e degli smart speaker di Amazon è cresciuta del 140% nel 2019. Per questo abbiamo scelto di sviluppare una Skill Alexa per RADIO IT in aggiunta agli altri canali (Spotify, Apple, Google, etc.) e ai normali web browser."

 

La Skill Alexa di RADIO IT si può scaricare gratuitamente dal sito di Amazon, cercando "Skill Radio It". Una volta scaricata, è possibile aprirla dal proprio smart speaker Amazon Echo con il comando vocale "Alexa, apri Radio i t". A quel punto si può ascoltare l'ultimo contenuto pubblicato o cercarne uno specifico in base alle opzioni proposte.

 

Tra gli altri comandi disponibili:

·       Alexa, apri radio i. t. e avvia la riproduzione

·       Alexa, apri radio i. t. e riproduci l'ultimo episodio

·       Alexa, apri radio i. t. e cerca "tecnologia" (o altra frase a piacimento)

·       Alexa, apri radio i. t. e aiutami

 

La Skill Alexa di RADIO IT offre infine i seguenti comandi per gestire l'audio: "cancella, successivo, precedente, stop/pausa, riprendi, continua".

 

Lo sviluppo di RADIO IT continuerà con l'inserimento di nuovi canali radio (aziendali e non). L'obiettivo 2020 è di offrire un palinsesto ricco di approfondimenti sui temi più interessanti della tecnologia, per un totale di 30 canali, rendendo quindi RADIO IT una voce autorevole e la piattaforma di riferimento per la creazione di podcast radio aziendali.

 

Informazioni su RADIO IT

RADIO IT è un'iniziativa di Mille Ottani SRL e PBS - Primo Bonacina Services e si propone come canale di riferimento per la divulgazione dell'IT e del Digitale tramite approfondimenti podcast e come piattaforma per la creazione, gestione e promozione di canali podcast radio aziendali. Per maggiori informazioni: www.radioit.it 

 

Contatto stampa:

Primo Bonacina (primo.bonacina@radioit.it - 334.6381071)

 

]]>
Comunicato stampa - Il Gruppo Zignago passa a SAP HANA con Personal Data e NetApp Mon, 02 Dec 2019 12:30:12 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/609518.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/609518.html Quorum Pr Quorum Pr                                                                                       Il Gruppo Zignago passa a SAP HANA con Personal Data e NetApp

Brescia, 2 dicembre 2019 - Personal Data , system integrator bresciano del Gruppo Project focalizzato su soluzioni per la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT, ha rinnovato l'infrastruttura storage e implementato il passaggio a SAP HANA del Gruppo Zignago , solida realtà industriale veneta, grazie alle soluzioni All Flash Storage e MetroCluster di NetApp, player di riferimento nel campo dei dati per cloud ibrido.

La Zignago Holding è costituita da un portafoglio di aziende che operano in vari settori industriali, quali la Zignago Vetro che produce e commercializza contenitori in vetro cavo, la Zignago Immobiliare che gestisce beni immobili, il Gruppo vinicolo Santa Margherita che opera nella produzione di vini di alta qualità, la Multitecno che si occupa di ricerca, sviluppo e produzione di sistemi innovativi per la sanificazione e disinfestazione ecologica e la Zignago Power che produce energia elettrica da fonti rinnovabili. La capogruppo Zignago Holding che ha sede a Fossalta di Portogruaro (Ve) fornisce servizi e coordinamento in ambito finanziario, amministrativo, legale, fiscale, informatico e risorse umane per le società controllate che occupano oltre 2.500 dipendenti.

In occasione del passaggio all'architettura SAP HANA Tailored Data Center Integration (TDI), l'esigenza principale del Gruppo Zignago  era quella di avere un unico sistema in grado di gestire i branch office sparsi in Europa e Stati Uniti. Personal Data che collabora con la società da diversi anni, ha proposto una soluzione in MetroCluster per la Business Continuity - con macchine virtualizzate VMware - come quella già presente ma dimensionata e più performante. Il precedente FAS3220 è stato riconfigurato come sistema ad alta disponibilità di tipo Full Flash AFF A300, a 4 nodi, connettività su 10 Gb Ethernet, passando da dischi SAS a SATA e SSD, che ha permesso la creazione di una soluzione centralizzata per il Disaster Recovery basato su SnapMirror/SnapVault, localizzato nel CED di Fossalta di Portogruaro che utilizza sistemi FAS entry level per le cinque filiali dislocate del gruppo, per l'erogazione dei servizi CIFS e infrastruttura VMware.

"Dopo aver valutato con Personal Data quale fosse il sistema migliore per gestire gli ambienti SAP HANA, abbiamo optato sempre per una soluzione in MetroCluster di NetApp ma con caratteristiche e dimensionamento adeguati alle nuove esigenze", afferma Paolo Moretti, Responsabile dei Sistemi Informativi del Gruppo Zignago. "È stata implementata anche una coppia di ClusterLion per ridurre ulteriormente i tempi di RTO e RPO (si parla di valori pari a 0): in questo modo il sistema 'riconosce' automaticamente qual è il sito con problemi e lo esclude. Una volta risolto, questo verrà riacceso e in modo automatico sarà effettuato l'allineamento dei dati, ottenendo un significativo aumento del livello di affidabilità."

Grazie all'adozione di un sistema All Flash con SSD - AFF A300 - il Gruppo Zignago ha ottenuto prestazioni molto più elevate, con un incremento I/O del 70-80%. Si parla quindi di performance di alto profilo certificate e mantenute nel tempo (10.000 operazioni con latenza di 0,5 millisecondi). Inoltre, a fronte di una maggiore capacità si è ottenuto un risparmio spazio/disco del 50%. SAP HANA, e comunque SAP in generale, ha necessità di avere un certo numero di ambienti (clonazione, preclonazione, staging, sviluppo e così via): con uno sistema tradizionale avrebbe occupato un notevole spazio storage, mentre con la tecnologia NetApp 'incrociando' le funzionalità di deduplica, snapshot e flex cloning, questo si è ridotto a oltre un decimo.

Personal Data
Presente sul mercato ICT da quasi 40 anni, Personal Data, azienda bresciana del Gruppo Project, è specializzata in soluzioni infrastrutturali personalizzate per la gestione, la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT. Accompagna imprese pubbliche e private nel percorso di trasformazione dei processi aziendali e organizzativi, con tecnologie, competenze e servizi attraverso soluzioni on premise, cloud o ibride. Per informazioni visitare il sito: https://www.personaldata.it/
 

Contatti stampa:
Chiara Izzi - Personal Data
Tel. .030/2421818 - email: chiara.izzi@personaldata.it
Giovanna Benvenuti - Quorum PR
Tel. 347/4007536 - email: giovanna.benvenuti@quorum-pr.com

]]>
Comunicato NetFoundry - Ottimizzazione della rete con Microsoft Office 365 in NaaS Mon, 11 Nov 2019 15:20:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/606301.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/606301.html Quorum Pr Quorum Pr NetFoundry annuncia una partnership con Microsoft Office 365
focalizzata sull'ottimizzazione della rete

Charlotte (North Carolina), 11 novembre 2019 - NetFoundry è uno dei primi cinque fornitori di networking certificati da Microsoft per fornire una rete Office 365 ottimizzata "per minimizzare la latenza e massimizzare le prestazioni e l'affidabilità della connettività enterprise". Si tratta di un aspetto critico in quanto, secondo Microsoft, uno dei fattori più importanti per la qualità dell'esperienza utente con Office 365 è proprio l'affidabilità della rete.

NetFoundry è l'unica delle cinque aziende a essere una startup NaaS (Network as a Service) Zero Trust, mentre le altre quattro sono partner storici di Microsoft: Citrix, Zscaler, Silverpeak e NTT). Secondo Microsoft, i cinque partner "hanno superato tutti i test, e offrono un'esperienza utente di ottima qualità".

La soluzione NetFoundry per l'ottimizzazione della rete Office 365 è l'unica a consentire una bassissima latenza senza richiedere una soluzione WAN specifica, in quanto si tratta di un NaaS software che si installa su qualsiasi WAN. La piattaforma consente inoltre lo Zero Trust e la connettività privata Azure, e offre opzioni per una Developer Platform.

Galeal Zino, CEO di NetFoundry, ha commentato: "NetFoundry rappresenta la soluzione più semplice per l'ottimizzazione delle reti Office 365 perché non richiede l'implementazione né di una soluzione WAN né di hardware specifico, ma assicura alle aziende una soluzione Zero Trust per la sicurezza senza dover inviare i dati attraverso un'infrastruttura delle terze parti".

Informazioni su NetFoundry

NetFoundry offre alle applicazioni sicurezza Zero Trust e prestazioni avanzate su Internet, con connettività NaaS on demand, basata su software e orchestrata a livello cloud, che permette a ISV e solution provider di integrare funzionalità di networking all'interno delle applicazioni, per eliminare infrastruttura e dipendenze VPN e MPLS, e consentire alle applicazioni di essere private, sicure e performanti indipendentemente da dove vengono impiegate. NetFoundry Inc. ha sede a Charlotte, in North Carolina. Link all'azienda: https://netfoundry.io/


Contatti:
Quorum PR - Giovanna Benvenuti
Tel. 347/4007536
giovanna.benvenuti@quorum-pr.com

]]>
Comunicato - La Next-Generation Firewall di Palo Alto entra nell'offerta di Personal Data Wed, 30 Oct 2019 10:11:59 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/604950.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/604950.html Quorum Pr Quorum Pr  

Personal Data potenzia la sicurezza della rete con Palo Alto Networks

Brescia, 30 ottobre 2019 - Personal Data, system integrator bresciano del Gruppo Project, focalizzato su soluzioni per la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT annuncia la collaborazione con Palo Alto Networks, leader globale nella cybersecurity. L'entrata della gamma di 'Next-Generation Firewall' nel suo portafoglio, consentirà ai propri clienti di utilizzare firewall di ultima generazione in grado di proteggere le aziende con un'architettura incentrata sulla prevenzione che le aiuterà ad affrontare al meglio le sfide odierne di sicurezza.

Per NGFW si intende la terza generazione della tecnologia firewall. Palo Alto Networks offre una suite completa per la protezione a 360 gradi dell'azienda dalle minacce informatiche. I firewall di nuova generazione di Palo Alto garantiscono completa visibilità e controllo sul traffico della rete, e proteggono le imprese da minacce note e sconosciute. Le innovazioni integrate come Prevenzione delle minacce, PAN-OS, analisi malware WildFire, Filtro URL e Sicurezza DNS proteggono dalle attuali minacce alla sicurezza come il furto di credenziali e l'esfiltrazione dei dati. Nella versione virtualizzata, possono essere utilizzati su cloud pubblico e privato.

"La Security Platform di Palo Alto ha sicuramente un approccio innovativo per individuare le vulnerabilità delle infrastrutture e delle applicazioni aziendali che consente di minimizzare l'impatto degli attacchi", afferma Giuliano Tonolli,  direttore commerciale e amministratore di Personal Data. "La sicurezza delle rete e preservare i dati sono oggi priorità per tutte le organizzazioni. I firewall di ultima generazione di Palo Alto sono veloci ed efficaci e consentiranno ai nostri clienti di migliorare l'efficienza della sicurezza attraverso la rete, gli endpoint, i server e i dispositivi mobili".

Gartner ha riconosciuto Palo Alto Networks come Leader per i firewall di rete per l'ottava volta nel Magic Quadrant 2019, dove ha raggiunto la posizione più alta per capacità di esecuzione e completezza di visione sul mercato della sicurezza della rete.

Personal Data
Presente sul mercato ICT da quasi 40 anni, Personal Data, azienda bresciana del Gruppo Project, è specializzata in soluzioni infrastrutturali personalizzate per la gestione, la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT. Accompagna imprese pubbliche e private nel percorso di trasformazione dei processi aziendali e organizzativi, con tecnologie, competenze e servizi attraverso soluzioni on premise, cloud o ibride. Per informazioni visitare il sito: https://www.personaldata.it/   

Contatti stampa:
Chiara Izzi - Personal Data
Tel. 030/2421818 - email:
chiara.izzi@personaldata.it
Giovanna Benvenuti - Quorum PR
Cell. 347/4007536 - email:
giovanna.benvenuti@quorum-pr.com

]]>
Comunicato - Nasce RADIO F-Secure per spiegare la cybersecurity - powered RADIOIT Tue, 22 Oct 2019 10:04:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/604096.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/604096.html Quorum Pr Quorum Pr Nasce RADIO F-Secure, la web podcast radio "powered by RADIO IT" nata per spiegare la security

 

Milano, 22 ottobre 2019 - Il fornitore di soluzioni per la cybersecurity F-Secure annuncia la nascita di RADIO F-Secure, la podcast radio, in lingua italiana, nata per parlare di sicurezza informatica con approfondimenti, test, interviste, programmi di canale e tutorial. Ogni episodio toccherà un tema diverso e consentirà a F-Secure di comunicare con continuità al mercato, in particolare a esperti e consulenti di security, rivenditori e IT aziendale.

RADIO F-Secure si basa sulla piattaforma per la costruzione di podcast radio aziendali di RADIO IT, la quale gestisce e promuove una rete di distribuzione di contenuti tramite i canali podcast più rilevanti e una piattaforma web dedicata. L'elemento caratterizzante di RADIO IT consiste nel permettere alle aziende IT di aprire immediatamente un proprio canale podcast radio, senza sforzo e investimento iniziale, parlando a un pubblico focalizzato e in crescita. RADIO IT è online da settembre 2019 e conta oggi 10 canali podcast, articolati tra notizie, approfondimenti e canali aziendali, tra cui RADIO F-Secure.

"Gli esperti concordano: il futuro del marketing passa dalla voce.  La cybersecurity ha da sempre testi, immagini e video, ma non aveva una voce. Chi si occupa di marketing sa che stiamo entrando una fase dove le aziende useranno la voce come canale comunicativo per incrementare l'attenzione, proprio come è avvenuto, ad esempio, con i social. È come per i social, chi arriva prima beneficia dei vantaggi dei first mover. Per questo abbiamo accolto con favore l'idea di sviluppare un nostro canale podcast radio insieme a RADIO IT. RADIO F-Secure darà voce alla cybersecurity, e potrà darla anche a chi vorrà unirsi al nostro progetto: rivenditori/distributori, CISO, appassionati di tecnologia", spiega Carmen Palumbo, marketing manager Italia per F-Secure.

"Le aziende IT hanno molti mezzi per comunicare ma trascuravano la voce per carenza di infrastruttura, staff e competenze specifiche. Tutte le aziende IT hanno un sito web, e ora, grazie a RADIO IT, possono subito avere un loro canale podcast radio e comunicare in modo efficace, innovativo e mirato. Siamo lieti che F-Secure abbia colto il trend" aggiunge Primo Bonacina, co-fondatore di RADIO IT e managing partner di PBS - Primo Bonacina Services.

RADIO F-Secure è operativa all'indirizzo www.radioit.it/f-secure con i primi episodi e approfondimenti. Nuovi contenuti verranno aggiunti con cadenza regolare.

 

F-Secure

Nessuno conosce la cybersecurity come F-Secure. Per tre decenni, F-Secure ha guidato l'innovazione nella cybersecurity, difendendo decine di migliaia di aziende e milioni di persone. Con un'esperienza insuperabile nella protezione degli endpoint, così come nella rilevazione e risposta, F-Secure difende aziende e utenti da attacchi informatici avanzati, violazioni di dati e dalle diffuse infezioni ransomware. La sofisticata tecnologia di F-Secure combina la forza del machine learning con l'esperienza umana degli esperti presenti nei suoi rinomati laboratori di sicurezza con un approccio singolare chiamato Live Security. Gli esperti di sicurezza di F-Secure hanno preso parte a più investigazioni sul crimine informatico in Europa di qualsiasi altra azienda sul mercato, e i suoi prodotti sono venduti in tutto il mondo attraverso oltre 200 operatori di banda larga e telefonia mobile e migliaia di rivenditori. Fondata nel 1988, F-Secure è quotata al NASDAQ OMX Helsinki Ltd.

f-secure.it |f-secure.com| twitter.com/fsecure | facebook.com/f-secure

Seguici anche sul blog italiano Safe&Savvy: https://blog.f-secure.com/it/

sull'account Twitter italiano: @F-Secure_IT

su Radio F-Secure: www.radioit.it/f-secure

 

Contatti per la stampa:

Samanta Fumagalli

Responsabile Ufficio Stampa

samanta.fumagalli@gmail.com

info@samantafumagalli.com

320-9011759 

 

RADIO IT

RADIO IT è un'iniziativa di Mille Ottani SRL e PBS - Primo Bonacina Services e si propone come canale di riferimento in Italia per la divulgazione dell'IT e del Digitale tramite approfondimenti podcast, oltre che come piattaforma per la creazione, gestione e promozione di canali podcast radio aziendali.

Per maggiori informazioni: www.radioit.it 

 

Contatti per la stampa:

Primo Bonacina

Co-founder & Managing Director

primo.bonacina@radioit.it

334-6381071

 

]]>
Comunicato stampa - Con Extreme Networks, la metropolitana di Bruxelles guarda al futuro Wed, 16 Oct 2019 15:43:31 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/603318.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/603318.html Quorum Pr Quorum Pr La metropolitana di Bruxelles (STIB) guarda al futuro
con le soluzioni automatizzate di Extreme Networks

Milano, 16 ottobre 2019 - La metropolitana di Bruxelles gestisce oltre un milione di corse giornaliere per pendolari, residenti e turisti, e continua a crescere. Con la rete prossima alla saturazione, l'azienda ha deciso di implementare le soluzioni di Extreme Networks per ottimizzare l'infrastruttura, aumentare la capacità della rete del 33% e migliorare il servizio.

Per realizzare la visione della "Mission Critical Network" Extreme ha progettato un'infrastruttura di rete IP convergente basata su Extreme Elements, che include la tecnologia Extreme Fabric Connect, e i software Extreme Management Center ed ExtremeAnalytics.

Le nuove caratteristiche della rete sono:

·     Controllo automatizzato del traffico

Il software Extreme Management Center permette il controllo automatizzato della rete, e questo consente a STIB di scaricare il personale da interventi di routine che in precedenza venivano gestiti manualmente, e di guadagnare in efficienza nel funzionamento quotidiano dell'organizzazione con un aumento complessivo della capacità attuale e futura della metropolitana.

·     Rete di videosorveglianza basata su IP

La rete supporta quasi 15.000 telecamere IP ad alta risoluzione per la videosorveglianza, per garantire la sicurezza del personale e dei passeggeri. Inoltre, grazie alla tecnologia di virtualizzazione della rete Fabric Connect di Extreme, STIB ha la flessibilità di aggiungere rapidamente altri servizi a seconda delle esigenze, per una maggiore efficienza.

·     Gestione manuale e automatizzata del sistema di transito

L'integrazione tra gestione manuale e automatizzata del sistema di transito consente di ottenere maggiore disponibilità, flessibilità e visibilità sulla rete, e permette di aumentare la capacità dei passeggeri grazie al migliore controllo e alla riduzione dei rischi di errore. Grazie a Extreme Fabric Connect, la velocità di segnalazione dei problemi è inferiore al secondo, e questo rende la rete molto più solida e resistente rispetto alle alternative.

·     Semplicità della rete senza confronti

Eliminando lo stack dei protocolli stratificati PIM e sostituendolo con una combinazione semplificata di routing ISIS* e snooping IGMP**, Extreme Fabric Connect Multicast è più facile da implementare e gestire, è meno soggetto agli errori ed è più veloce da far convergere quando si verificano condizioni di rete avverse, per cui offre a STIB una combinazione ottimale tra affidabilità, efficienza e facilità d'uso.

Durante l'intero processo di installazione, implementazione e collaudo, Extreme ha lavorato in stretta collaborazione con il partner ProData Systems per garantire che la soluzione rispondesse alle esigenze odierne e future del business.

Pierre-André Rulmont, VP Information Systems di STIB, ha dichiarato: "La metropolitana è la linfa vitale di Bruxelles. Senza di essa, la vita si fermerebbe. Avevamo bisogno di una nuova soluzione mission critical per la rete, che ci aiutasse ad automatizzare i processi manuali e a raggiungere un migliore livello di efficienza. In Extreme Networks abbiamo trovato un partner affidabile che ha contribuito a trasformare in realtà la nostra visione di una rete metropolitana intelligente, automatizzata ed efficiente".

* Intermediate System to Intermediate System
** Internet Group Management Protocol

Risorse Online

   Extreme STIB:  Case Study

. Twitter: @Extreme_ITA ed @ExtremeNetworks

. LinkedIn: https://www.linkedin.com/showcase/extreme-networks-italy/

Informazioni su Extreme Networks

Extreme Networks fornisce soluzioni di rete flessibili e sicure basate su software, dalla periferia della rete al cloud, per la trasformazione digitale. Il servizio e il supporto sono gestiti internamente all'azienda e sono tra i migliori del settore. Con oltre 50.000 clienti nel mondo, tra cui metà delle aziende Fortune 500 e numerosi marchi di riferimento nei settori salute e ospitalità, retail, trasporti e logistica, istruzione, pubblica amministrazione e produzione, Extreme opera in modo agile per assicurare il successo a clienti e partner. Tutto questo viene definito Customer-Driven Networking. Fondata nel 1996, l'azienda ha sede a San Jose in California. Per maggiori informazioni, visitate il sito https://it.extremenetworks.com/ .

Extreme Networks e il logo Extreme Networks sono marchi o marchi registrati di Extreme Networks, negli Stati Uniti e in altri Paesi. Gli altri marchi sono proprietà delle rispettive aziende.

Contatti stampa:
Giovanna Benvenuti - Hideas
giovanna@hideas.com
cell. 39 3474007536

]]>
Comunicato - Franchi&Kim consolida l'infrastruttura IT con NetApp e Personal Data Wed, 16 Oct 2019 07:55:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/603191.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/603191.html Quorum Pr Quorum Pr Franchi&Kim consolida l'infrastruttura IT grazie alle soluzioni NetApp implementate da Personal Data

 

Brescia, 16 ottobre 2019 - Personal Data, system integrator  bresciano del Gruppo Project e NetApp, player di riferimento nel campo dei dati per cloud ibrido,  hanno realizzato un progetto di consolidamento dell'infrastruttura IT di Franchi&Kim Industrie Vernici che ha permesso di migliorare l'efficienza e le performance dello storage e ha reso semplice e sicuro l'accesso ai dati.

Franchi&Kim, è un'azienda leader nella produzione di vernici per i settori industria, edilizia e Car&Truck. Il suo punto di forza è la tecnologia tintometrica computerizzata che viene garantita attraverso un servizio tempestivo e qualificato capace anche di realizzare  piccoli lotti nelle linee più diffuse. L'azienda ha tre stabilimenti produttivi, a Castenodolo e Maclodio (BS), e a Montecchio Emilia (RE) che coprono rispettivamente una superficie di 15.000 mq., 4.000 e 5.000, e cinque depositi in Italia e due in Spagna.

L'azienda aveva la necessità di adottare un sistema di disaster recovery efficiente e completo che potesse gestire qualsiasi emergenza. Personal Data che collabora con Franchi&Kim dal 2006, dopo aver analizzato le problematiche evidenziate ha identificato e proposto una  soluzione  hardware di business continuity e disaster recovery con storage di Netapp, perfettamente in linea con gli obiettivi richiesti.

 "La soluzione proposta da Personal Data ci ha permesso di archiviare i dati in tre punti diversi (due in azienda e uno esterno) in modo da poter essere operativi in caso di disastro nel tempo massimo di due ore," afferma Pierangelo Zobbio, direttore di Franchi&Kim Spa.  "Abbiamo allestito tre sale server, due a Castenodolo, una di produzione e una di DR locale e una terza presso una nostra filiale distante 100 km., in modo da avere una replica più puntuale in sede e con RTO (Recovery Time Objective) e RPO ((Recovery Point Objective)  meno importanti. Le sale server sono allineate sia come dati che come sistemi e network."

 

L'infrastruttura di Franchi&Kim si era sviluppata in modo non strutturato divenendo poco sicura e difficile da gestire. Partendo dall'hardware esistente è stata potenziata ottenendo un notevole risparmio sullo spazio disco dello storage, e con l'implementazione della soluzione di replica e backup dei sistemi, oggi garantisce la continuità aziendale necessaria a una impresa che deve essere sempre più competitiva e attenta alle richieste dei suoi clienti. Inoltre, Franchi&Kim ha ottenuto una significativa riduzione del TCO (Total Cost of Ownership) grazie alla diminuzione dei costi di acquisizione  e di gestione e la disponibilità dei dati ha eliminato il costo dei tempi di inattività del sistema.

 

Le oltre 40.000 combinazioni di colori custodite nel reparto di ricerca e sviluppo costituisce per Franchi&Kim un patrimonio di dati di inestimabile valore. Proteggere quindi tutte le informazioni, dal processo produttivo allo stock di magazzino è indispensabile per evitare che vadano distrutte o che si fermi la produzione come accaduto nell'episodio del 2014. Il sistema di replica adottato garantisce la business continuity con una minima latenza, con un conseguente effetto positivo sulla protezione dei dati, che sono al sicuro, ottimizzati e accessibili in qualsiasi momento.

 

"Il nostro obiettivo era installare una soluzione affidabile che permettesse  il recupero dei dati e mettesse in sicurezza di continuità lo stabilimento,  continua Zobbio. "Grazie a Personal Data, oggi  siamo in grado di gestire ogni processo produttivo, dagli ordini, alla produzione di vernici, alla pesatura di materiali, alla contabilità, tramite hardware e software appropriati, con una certa tranquillità e facilità di gestione, preservando il nostro business."

 

Specifiche tecniche:

I  sistemi storage NetApp FAS adottati forniscono storage dipartimentale e office-office in ambienti enterprise distribuiti e rispondono perfettamente alle esigenze di gestione, funzionalità di backup e ripristino e disaster recovery. Offrono prestazioni elevate, supporto Flash esteso e capacità di gestire e accelerare i carichi di lavoro fino al 46%, nonchè consolidamento e virtualizzazione in un unico sistema, senza compromessi in termini di performance, efficienza e scalabilità. Un'unica architettura sulla quale coesistono sistemi low-end e high-end per NAS e SAN, primari e secondari, con tecnologie di thin provisioning, deduplica dei dati, copie Snapshot, clonazione e uso di RAID-DP per la memorizzazione dei dati su disco, con capacità fino a 4 Tera di memoria flash e 144 dischi con capacità oltre i 500 Tera in SAS e SATA.

 

Personal Data
Presente sul mercato ICT da quasi 40 anni, Personal Data, azienda bresciana del Gruppo Project, è specializzata in soluzioni infrastrutturali personalizzate per la gestione, la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT. Accompagna imprese pubbliche e private nel percorso di trasformazione dei processi aziendali e organizzativi, con tecnologie, competenze e servizi attraverso soluzioni on premise, cloud o ibride. Per informazioni visitare il sito: https://www.personaldata.it/   

Contatti stampa:
Chiara Izzi - Personal Data
Tel. .030/2421818 - email: chiara.izzi@personaldata.it
Giovanna Benvenuti - Quorum PR
Tel. 347/4007536 - email: giovanna.benvenuti@quorum-pr.com

]]>
Comunicato stampa - Nasce RADIO IT, la prima podcast radio del settore IT Tue, 08 Oct 2019 10:49:55 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/602092.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/602092.html Quorum Pr Quorum Pr

Nasce RADIO IT, la prima podcast radio del settore IT con rubriche sul mondo della tecnologia, pensata anche come piattaforma aperta per ospitare canali podcast aziendali

Milano, 8 ottobre 2019 - Mille Ottani SRL, agenzia marketing specializzata nel settore IT, e PBS - Primo Bonacina Services, azienda di consulenza in area IT e digitale, annunciano la nascita di RADIO IT, la prima piattaforma podcast radio aperta con episodi audio e rubriche sul mondo della tecnologia. RADIO IT offre anche un supporto attivo per la creazione di canali podcast radio aziendali, di cui realizza, trasmette e divulga gli episodi.

RADIO IT si basa su una rete di distribuzione di contenuti tramite i canali podcast più rilevanti e su una piattaforma web dedicata. I podcast, oggi sulla bocca di tutti, non sono nati ieri: già nel 2005 "podcasting" fu eletta parola dell'anno dal dizionario statunitense New Oxford. Ma solo ultimamente è esplosa la podcast-mania. In Italia sono 2,7 milioni gli ascoltatori abituali di podcast (fonte: Engage) e 76,4 milioni negli Stati Uniti (fonte: eMarketer): numeri importanti e in netta crescita.

Il futuro, dietro l'angolo, "chiama a gran voce". Questa facile previsione è conseguenza di due dati:
1. Voice assistant, come Alexa e Google Home, sono già nelle case del 13% degli italiani (fonte: Sole24Ore)
2. Entro il 2020 il 50% delle ricerche online sarà vocale (fonte: Repubblica). Insomma, non solo parliamo sempre più con la tecnologia, ma la ascoltiamo invece di guardarla

Per rispondere a questo trend nasce RADIO IT, «la prima podcast radio dell'IT», ossia il primo progetto di contenuti audio in lingua italiana in area IT :
· RADIO IT è «la voce dell'IT» e dà voce ai protagonisti e ai temi più caldi dell'IT e del digitale e aprendo la strada all'infotainment audio di settore
· RADIO IT è una podcast radio disponibile sui principali canali audio: Spotify, Spreaker, Soundcloud, Apple, Google...e, presto, Amazon Alexa
· RADIO IT è indirizzata primariamente al mondo IT/Digital/Innovazione/Tecnologia: Vendor, Canale, Service Provider, Software House, Consulenti, Management/CxO, Staff IT/Digital in azienda, e, in generale, a chiunque si interessi di questi temi
· RADIO IT ha una sua programmazione settimanale: News, Approfondimenti, Eventi, Interviste

Ma uno dei plus differenzianti di RADIO IT consiste nel permettere alle aziende di aprire subito un proprio canale podcast radio, senza sforzo e investimento iniziale, parlando a un pubblico focalizzato e in crescita. Il tutto con impegno minimo :
· Il team di RADIO IT creerà un canale podcast aziendale con un palinsesto centrato sui temi di interesse dell'azienda stessa
· Giornalisti professionisti produrranno podcast audio di qualità editoriale
· I contenuti verranno promossi tramite i principali canali audio e campagne divulgative mirate

RADIO IT è online dalla fine di settembre 2019, già con 9 canali podcast , articolati tra notizie, approfondimenti e i primi canali aziendali

"Gli esperti concordano: il futuro del marketing passa dalla voce. Fino ad oggi lo sport più diffuso è stato il digitare freneticamente sulle tastiere e fissare degli schermi. In futuro vedremo sempre più persone parlare e ascoltare. Google Home e Alexa stanno per conquistare miliardi di utenti, a breve anche con soluzioni portatili, per un'interazione vocale senza sosta. Se non ci credi, chiedi un'opinione alla tua Mercedes!" spiega Matteo Ranzi, ideatore e co-fondatore di RADIO IT e titolare di Mille Ottani . "Ed è proprio sulla fruizione dei contenuti audio che si basa RADIO IT. L'IT ha da sempre testi, immagini e video. Ma non aveva una voce. Ora, con RADIO IT, ce l'ha e può darla anche a chi vorrà unirsi al nostro progetto: operatori del settore, aziende, appassionati di tecnologia".

"Le aziende hanno diversi mezzi per comunicare ma trascurano la voce per carenza di infrastruttura e competenze specifiche. Oggi tutte le aziende hanno un sito web. Da domani potranno avere un loro canale podcast radio e comunicare efficacemente e in modalità innovativa e mirata. I costi? Zero per partire e poi a consumo" aggiunge Primo Bonacina, co-fondatore di RADIO IT e managing partner di PBS - Primo Bonacina Services .

Lo sviluppo continuerà con l'inserimento di nuovi canali radio (aziendali e non). L'obiettivo 2020 è di offrire un palinsesto ricco di approfondimenti sui temi più interessanti della tecnologia, per un totale di 30 canali , rendendo quindi RADIO IT una voce autorevole di mercato e la piattaforma di riferimento per la creazione di podcast radio aziendali.

Informazioni su RADIO IT
RADIO IT è un'iniziativa di Mille Ottani SRL e PBS - Primo Bonacina Services e si propone come canale di riferimento per la divulgazione dell'IT e del Digitale tramite approfondimenti podcast e anche come piattaforma per la creazione, gestione e promozione di canali podcast radio aziendali. Per maggiori informazioni:
www.radioit.it
 

Contatto stampa:
Primo Bonacina
primo.bonacina@radioit.it 
334-6381071

 
]]>
Comunicato - Infinera annuncia XR Optics, una nuova tecnologia che trasforma le reti di trasporto dati Fri, 27 Sep 2019 10:26:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/600091.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/600091.html Quorum Pr Quorum Pr Infinera annuncia XR Optics: una nuova tecnologia per trasformare le reti di trasporto dei dati

Milano, 27settembre 2019 - Infinera annuncia XR optics, la prima tecnologia coerente di aggregazione ottica punto-multipunto per subcarrier ottimizzata per modelli di traffico hub-and-spoke. XR optics  è stata progettata per andare oltre i limiti intrinseci delle tradizionali soluzioni di trasmissione ottica punto-punto e spiana la strada a un'economia di rete più dinamica e a un cambiamento di paradigma nelle architetture di trasporto dei dati.

Basata su subcarrier di Nyquist gestibili separatamente e su funzioni coerenti di aggregazione ottica, la tecnologia XR optics consentirà agli operatori di rete di progettare reti di trasporto più efficienti, flessibili e convenienti, ottimizzate per le applicazioni che favoriscono la crescita della rete.

Storicamente, le connessioni nelle reti di trasporto ottico sono state implementate usando la tecnologia punto a punto, che ha bisogno di ricetrasmettitori della stessa velocità a ogni estremità del collegamento in fibra ma è estremamente inefficiente nella gestione dei flussi di traffico hub-and-spoke, molto diffusi nelle reti di aggregazione. Il risultato è un aumento di CapEx e OpEx, causato dall'aumento del numero dei ricetrasmettitori, e di conseguenza delle esigenze di spazio e alimentazione, e dalla complessità delle operazioni di adeguamento quando crescono i requisiti legati alle dimensioni del traffico.

Inoltre, l'aumento delle dimensioni della rete richiede l'installazione di altri dispositivi digitali di aggregazione nelle tratte intermedie, per mantenere la velocità di trasmissione. I costi operativi e la complessità si sommano man mano che gli operatori si preparano all'aumento significativo della domanda di traffico provocata da 5G, deep fiber, e nuovi servizi e applicazioni aziendali basati su tecnologie cloud.

Grazie alle funzioni di coherent subcarrier aggregation (CSA), la tecnologia XR optics consente a un singolo ricetrasmettitore ad alta velocità di inviare e ricevere contemporaneamente flussi di dati separati a numerosi ricetrasmettitori a bassa velocità, e questo permette agli operatori di rete di ridurre in modo significativo il numero di ricetrasmettitori nella rete, eliminare la necessità dei costosi dispositivi di aggregazione nelle tratte intermedie e ottimizzare in modo più efficiente l'infrastruttura di trasporto per i flussi di traffico hub-and-spoke. XR Optics è stata progettata per essere integrata in una varietà di fattori di forma, tra cui connettori industry standard, interfacce a bassa velocità con una singola sottoportante e interfacce ad alta velocità (400G+) con numerose sottoportanti.

"La funzione di coherent subcarrier aggregation ha la capacità di ridefinire la struttura dei costi delle reti di trasporto di nuova generazione", afferma Dave Welch, Fondatore e Chief Innovation Officer di Infinera. "XR optics affronta e risolve una carenza fondamentale nella tecnologia delle reti ottiche, e avrà un impatto significativo su tutte le strutture che implementano la funzionalità di aggregazione".

Christophe Metivier, VP Manufacturing e Platform Engineering di Arista Networks commenta: "XR optics offre un'innovativa architettura per aggregare nodi periferici come le radio 5G in porte router 400G ad alta velocità, senza la presenza di ulteriori dispositivi attivi di aggregazione sul campo. Guardiamo con interesse a questa iniziativa che permette di ridurre sostanzialmente la complessità e i costi operativi delle reti di aggregazione".

Andrew Schmitt, Directing Analyst di Cignal AI aggiunge: "Ancora una volta, Infinera combina la sua esperienza unica nella fotonica, nel silicio e nella gestione delle reti ottiche per sviluppare un approccio diverso e innovativo in grado di risolvere le sfide tecnologiche affrontate dagli operatori di rete".

Per maggiori informazioni sui vantaggi e le applicazioni di XR optics, è disponibile una pagina dedicata sul sito Infinera:
https://www.infinera.com/innovation/xr-optics  

Informazioni su Infinera
Infinera (NASDAQ: INFN) fornisce Intelligent Transport Network che permettono a carrier, fornitori di servizi cloud, enti governativi e aziende di scalare la capacità trasmissiva delle reti, accelerare l'innovazione dei servizi e automatizzare il funzionamento delle reti ottiche. L'ampia gamma di soluzioni packet-optical di Infinera è progettata per interconnessioni su lunghe distanze, su cavo sottomarino e tra data center, e per applicazioni nelle reti metropolitane. Per maggiori informazioni su Infinera, visitate il sito https://www.infinera.com , seguite @Infinera su Twitter, e leggete i post più recenti su https://blog.infinera.com .
Infinera e il logo Infinera sono marchi registrati di Infinera Corporation.

Contatti:
Quorum PR - Giovanna Benvenuti
Tel. 347/4007536
giovanna.benvenuti@quorum-pr.com

]]>
News - Focus Sicurezza: al via i workshop di Personal Data Mon, 23 Sep 2019 12:56:56 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/598813.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/598813.html Quorum Pr Quorum Pr  

Focus Sicurezza: al via i workshop di Personal Data

 

Brescia, 23 settembre 2019 - Personal Data, system integrator bresciano del Gruppo Project, focalizzato su soluzioni per la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT, lancia un fine settembre all'insegna della sicurezza con due workshop completi di laboratori tecnici dedicati all'archiviazione sicura della posta elettronica e ai firewall di nuova generazione, in collaborazione rispettivamente con Libraesva e Palo Alto Networks, che si terranno presso la sede di Brescia, in Via Orzinuovi 20, Torre Athena, 11° piano.

25 settembre

Email Security e Email Archiver di LIBRAESVA

Ore 9 - 13

Verrà presentata la soluzione di archiviazione e storage della posta elettronica per la Governance, il Risck Management e interamente compliant di Libraesva. Di semplice installazione, utilizzo e gestione, altamente personalizzabile grazie alla flessibilità di integrazione in sistemi aziendali pre-esistenti e alla possibilità di creare regole specifiche e ai wizard per il set-up intuitivi che ne consentono l'adattamento in qualsiasi ambiente IT, indipendentemente dal server di posta elettronica in uso, nel cloud o on premise.

Per iscriversi: https://www.personaldata.it/evento/workshop-libraesva/ 

27 settembre

Security Platform e Next Generation Firewall di PALO ALTO NETWORKS

Ore 9-13

Per NGFW si intende la terza generazione della tecnologia firewall. Palo Alto Networks offre una suite completa per la protezione a 360 gradi dell'azienda dalle minacce informatiche. I firewall di nuova generazione di Palo Alto garantiscono completa visibilità e controllo sul traffico della rete, e proteggono l'azienda da minacce note e sconosciute. Nella versione virtualizzata, possono essere utilizzati su cloud pubblico e privato.

 

Per iscriversi: https://www.personaldata.it/evento/workshop-palo-alto/ 

 

I workshop sono gratuiti previa iscrizione.

 

 

Personal Data
Presente sul mercato ICT da quasi 40 anni, Personal Data, azienda bresciana del Gruppo Project, è specializzata in soluzioni infrastrutturali personalizzate per la gestione, la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT. Accompagna imprese pubbliche e private nel percorso di trasformazione dei processi aziendali e organizzativi, con tecnologie, competenze e servizi attraverso soluzioni on premise, cloud o ibride. Per informazioni visitare il sito:
https://www.personaldata.it/  

Contatti stampa:
Chiara Izzi - Personal Data
Tel. .030/2421818 - email: chiara.izzi@personaldata.it
Giovanna Benvenuti - Quorum PR
Tel. 347/4007536 - email: giovanna.benvenuti@quorum-pr.com

 

]]>
Comunicato stampa - Flowmon Networks supporta il VPC Traffic Mirroring di Amazon Tue, 09 Jul 2019 09:47:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/578299.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/578299.html Quorum Pr Quorum Pr Flowmon utilizza il mirroring del traffico cloud privato e virtuale di Amazon per fornire ai clienti informazioni utili sul traffico di rete

Il supporto nativo offerto da Flowmon al VPC Traffic Mirroring di Amazon aiuta i clienti a mantenere i propri Virtual Private Cloud  (VPC) sicuri e funzionali

Milano, 9 luglio 2019 - Flowmon Networks, fornitore di soluzioni avanzate per il monitoraggio e la sicurezza della rete, ha annunciato che la sua soluzione Flowmon è tra le prime a supportare il mirroring del traffico di Amazon Virtual Public Cloud (Amazon VPC) di Amazon Web Services (AWS). I clienti Flowmon possono ora trasformare la loro infrastruttura Amazon VPC in un ambiente trasparente per rilevare e rispondere più rapidamente alle anomalie della rete, alle minacce alla sicurezza e ai problemi relativi alle prestazioni delle applicazioni.

In passato le imprese erano abituate a poter contare su un livello elevato di visibilità sulla propria infrastruttura locale, in modo tale da garantire che i servizi critici supportassero efficacemente gli obiettivi di business e la soddisfazione degli utenti. Tuttavia, con il passaggio agli ambienti cloud, le aziende non hanno più una piena visibilità del traffico di rete, poiché i tradizionali approcci di monitoraggio come L2 tapping o SPAN / mirror non funzionano in tale ambito. Il supporto nativo di Flowmon per il mirroring del traffico di Amazon VPC offre quindi ai clienti di Flowmon un livello di controllo sulle proprie risorse cloud assolutamente analogo a quello che avrebbero sulla propria infrastruttura locale.

"Siamo molto soddisfatti del mirroring del traffico di Amazon VPC. Possiamo offrire ai clienti di Flowmon Collector la visibilità di AWS nei carichi di lavoro del cloud in pochi clic. Risolvere problemi di prestazioni e rilevare anomalie e minacce alla sicurezza è quindi facile come nel mondo locale ", ha affermato Pavel Minarik, Chief Technology Officer di Flowmon Networks.

Flowmon ha collaborato con AWS per poter portare questa funzionalità al momento del suo lancio globale. Il mirroring del traffico di Amazon VPC fornisce strumenti di monitoraggio e sicurezza grazie alle tracce di acquisizione dei pacchetti attraverso l'Elastic Network Interface (ENI). Sfruttando questa caratteristica, Flowmon consente ai team NetOps e SecOps di avere una visione immediata dei propri VPC Amazon e disporre dell'intelligenza analitica necessaria per indagare sulle minacce e il degrado delle prestazioni.

Flowmon è una soluzione di monitoraggio e analisi della rete che offre una visibilità completa sui processi IT mission-critical. Fornisce funzionalità di rete e di sicurezza per l'identificazione efficace del degrado della rete, la risoluzione rapida dei problemi, reporting, pianificazione della capacità e rilevamento di anomalie e minacce informatiche capaci di aggirare il perimetro e le soluzioni signature-based. Con il suo focus sul cloud e la progettazione iper-scalabile, consente il monitoraggio in tempo reale su infrastrutture on-premise, virtuali, cloud e ibride.

Flowmon Networks
Flowmon Networks consente alle aziende di gestire e proteggere in tutta sicurezza le proprie reti di computer. Attraverso la nostra tecnologia di monitoraggio delle reti ad alte prestazioni e l'analisi del comportamento, i professionisti IT in tutto il mondo traggono il massimo vantaggio dalla perfetta visibilità del traffico per migliorare le prestazioni della rete e delle applicazioni e affrontare le attuali minacce informatiche. Spinti dalla passione per la tecnologia, stiamo aprendo la strada al monitoraggio della rete ad alte prestazioni NetFlow / IPFIX, scalabile e facile da usare. Le più grandi aziende del mondo, fornitori di servizi Internet, enti governativi o anche piccole e medie imprese si affidano alle nostre soluzioni per prendere il controllo delle proprie reti, mantenere l'ordine e superare l'incertezza. Per informazioni:
https://www.flowmon.com/en

Contatti stampa:
Quorum PR - Giovanna Benvenuti
giovanna.benvenuti@quorum-pr.com

]]>