Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Mario Commone Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Mario Commone Mon, 22 Jul 2019 18:53:43 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/274/1 3/19/2015 9:48:41 PM Thu, 19 Mar 2015 22:15:06 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/348796.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/348796.html Mario Commone Mario Commone ho recentemente acquistato un metodo molto costoso per guadagnare su Internet. Il metodo funziona davvero!!!

Ora, in un giorno guadagno più denaro di quanto molti ne guadagnano in un mese.

Le mie statistiche per oggi. Ho guadagnato €570 in 40 minuti. Fico, vero?
Questo metodo funzionerà per circa 2 mesi. Io ho 2 inviti gratis; vorrei condividerne uno con te, solo non dirlo a nessun altro.


Inizia ORA e dopo circa 20-30 minuti guadagnerai i tuoi primi €200.
Spero che tu poi mi invierai il 10% dei tuoi guadagni come modo per dirmi grazie ;)

Link: http://wp.redlinegaragegear.com/giwopli/udffbotyjtkhsggbrsjnhsrccbak.psqfddccisthojaghrkusaequ

Il tuo codice invito: MGZ39]]>
marioacom b Tue, 27 Jan 2015 21:35:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/344059.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/344059.html Mario Commone Mario Commone

http://www.cozziplumbing.net/tq/tiwpefyrogrssaofvor.egtzcxcxhujldjbxqvlnrjqriewknujpn


































marioacom
1/27/2015 9:03:29 PM]]>
marioacom Fri, 04 Jul 2014 10:55:01 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/323750.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/323750.html Mario Commone Mario Commone galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia_comunicazione.12.3 Sun, 18 Mar 2012 12:35:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/209286.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/209286.html Mario Commone Mario Commone              galleria IL GABBIANO arte contemporanea

via Nino Ricciardi, 15 �“ 19124 LA SPEZIA �“ T +39 0187733000

La Spezia, marzo 17, 2012 | PRESS RELEASE.1 mostra collettiva

 

     LA LUNA e i falò

 

       Paolo Albani ∙ Bruno Aller ∙ Fernando Andolcetti ∙ Vittore Baroni ∙ Carlo Battisti ∙ Mirella Bentivoglio ∙ Tomaso Binga ∙ Antonio Bobò ∙ Sergio Borrini ∙ Anna Boschi ∙ Antonino Bove ∙ Carlo Canè ∙ Vito Capone ∙ Emma Caprini ∙ Gianfranco Carrozzini ∙ Bruno Cassaglia ∙ Cosimo Cimino ∙ Mario Commone ∙ Gianluca Cupisti ∙ Chiara Diamantini ∙ Marcello Diotallevi ∙ Anna Esposito ∙ Alfonso Filieri ∙ Giovanni Fontana ∙ Delio Gennai ∙ Nella Giambarresi ∙ Gumdesign ∙ Elisabetta Gut ∙ Alfonso Lentini ∙ Marco Locci ∙ Arrigo Lora Totino ∙ Fausto Luzi ∙ Marco Maffei ∙ Ruggero Maggi ∙ Alessio Manfredi ∙ Mauro Manfredi ∙ Marta Manini ∙ Lucia Marcucci ∙ Stelio Maria Martini ∙ Romano Masoni ∙ Nino Migliori ∙ Anna Moro-Lin ∙ Cesare Nardi ∙ Nadia Nava ∙ Riri Negri ∙ Alessandro Nucci ∙ Giancarlo Pavanello ∙ Giuseppe Pellegrino ∙ Lamberto Pignotti ∙ Teresa Pollidori ∙ Marco Ravenna ∙ Saverio Riganò ∙ Gian Paolo Roffi ∙ Massimo Salvoni ∙ Daniele Sanguinetti ∙ Elena Saracino ∙ Alba Savoi ∙ Danilo Sergiampietri ∙ Franca Sonnino ∙ Alberto Sordi ∙ Franco Spena ∙ Alessandro Traina

 

dal | al

24 marzo | 26 aprile 2012                         

inaugurazione sabato 24 marzo 2012 | ore 18.00

 

sede | organizzazione | info

galleria IL GABBIANO arte contemporanea | C.P. 33 �“ 19121 La Spezia

LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 SP ITALIA

T +39 0187733000 �“ t +39 3338299027 �“ +39 3387909454

t +39 3397953399 �“ E marioacom@libero.it �“ marioacom@gmail.com

orario martedì �“ sabato 17.00�“20.00 | domenica, lunedì e festivi chiuso

ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili

collaborazioni    comune della spezia

 

notizie | testo

Sessantadue artisti sono stati invitati a realizzare un’opera del formato UNI A4 (30x21 cm) in verticale ispirandosi alla LUNA, con altresì una chiara allusione letteraria. La mostra, dopo la prima tappa presso SAKROS arte contemporanea di Carrara della fine del 2010, quella dello scorso anno presso la galleria Marcantoni di Pedaso, che ne ha curato il catalogo, approda alla galleria IL GABBIANO della Spezia ideatrice della mostra. Seguiranno probabili tappe a Roma, Pisa, Parma e forse ... sulla luna.

 

catalogo in galleria con testi di Mauro Carrera, Mario Commone, Lamberto Pignotti, Marzio Dall’Acqua e la riproduzione di tutte le opere in mostra

                                                    

immagini allegate

Carlo BATTISTI,

Guarda che luna, 1996

Mauro MANFREDI,

Incontro, 2002

Lamberto PIGNOTTI,

Poesia trovata, 2010

]]>
galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia_comunicazione.12.2 Thu, 23 Feb 2012 12:35:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/204071.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/204071.html Mario Commone Mario Commone La Spezia, febbraio 18, 2012 | PRESS RELEASE.1 mostra collettiva

 

  1962 FLUXUS 2012

    Giuseppe Chiari, Philip Corner, Jean Dupuy, Robert Filliou, Al Hansen, Geoffrey Hendricks, Dick Higgins, Joe Jones, Milan Knizak, Alison Knowles, George Maciunas, Jackson Mac Low, Ben Patterson, Takako Saito, Serge III, Ben Vautier, Emmett Williams

 

dal | al

25 febbraio | 22 marzo 2012                       

 

inaugurazione sabato 25 febbraio 2012 | ore 18.00

 

sede | organizzazione | info

galleria IL GABBIANO arte contemporanea | C.P. 181 �“ 19121 La Spezia (I)

LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 (SP) ITALIA

T +39 0187733000 �“ t +39 3338299027 �“ +39 3387909454

t +39 3397953399 �“ E marioacom@libero.it �“ marioacom@gmail.com

orario martedì �“ sabato 17.00�“20.00 | domenica, lunedì e festivi chiuso

ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili

collaborazioni    comune della spezia

 

notizie | testo

IL GABBIANO arte contemporanea festeggia i CINQUANT’ANNI di FLUXUS!

Dal 1968, anno della sua fondazione, numerose sono state le mostre che la galleria spezzina ha dedicato a FLUXUS e ad artisti FLUXUS:

1978, personale di Wolf Vostell, Progetti per Depressione endogena; 1988, personale di Giuseppe Chiari; 1989, prima collettiva: Fluxus (Beuys, Brecht, Chiari, Corner, Filliou, Hansen, Hendricks, Higgins, Jones, Knizak, Knowles, Mac Low, Maciunas, Moorman, Paik, Saito, Spoerri, Vautier, Vostell, Watts, Williams); 1989, personale di Ben Vautier, Il n’y a pas de peinture; 1990 personale di Philip Corner; 1992, la prima personale di Takako Saito, Games; 1994, seconda collettiva: La pioggia è rumore ma è musica (Andersen, Beuys, Chiari, Corner, Dupuy, Filliou, Friedman, Hansen, Hendricks, Higgins, Knizak, Knowles, Mac Low, Moorman, Paik, Patterson, Saito, Vautier, Vostell, Watts, Williams); 1997, seconda personale di Takako Saito; 2000, personale di Ay-O, Rainbow Clouds; 2000, personale di Serge III (1932-2000), La vie est toujours plus forte; 2002, personale di Emmett Williams, Fluxuations; 2003, Il Novecento di Nam June Paik, personale; 2005, terza personale di Takako Saito, you+me; fino ad arrivare all’ultima personale di febbraio/marzo 2011 di Ben Patterson, Beauty, Urbanity and the Mother of God. What else do you want or need?.

La mostra segue parallelamente We are still alive. Manifestazione in otto movimenti, dal 3 febbraio al 30 maggio 2012, che la galleria UNIMEDIAMODERN Contemporary Art di Genova dedica appunto a FLUXUS.

 

immagini allegate

Serge III, Notificazione, 1990, cm 46x31x2

]]>
galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia_comunicazione.12.1 Tue, 17 Jan 2012 19:55:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/196667.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/196667.html Mario Commone Mario Commone La Spezia, gennaio 15, 2012 | PRESS RELEASE.1 mostra personale

 

  Giuseppe Pellegrino

  SCRITTE

   “si può leggere una mostra come si legge un libro”

 

(Leonardo Sinisgalli)

 

dal | al

28 gennaio | 23 febbraio 2012                     

 

inaugurazione sabato 28 gennaio 2012 | ore 18.00

 

sede | organizzazione | info

galleria IL GABBIANO arte contemporanea | C.P. 181 �“ 19121 La Spezia (I)

LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 (SP) ITALIA

T +39 0187733000 �“ t +39 3338299027 �“ +39 3387909454

t +39 3397953399 �“ E marioacom@libero.it �“ marioacom@gmail.com

orario martedì �“ sabato 17.00�“20.00 | domenica, lunedì e festivi chiuso

ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili

collaborazioni    comune della spezia

 

notizie | testo

IL PUNTO DI VISTA RELATIVO CAPOVOLGE SEMPRE LA COSA   (Novalis)

Giuseppe Pellegrino è nato nel 1960, vive e lavora a Genova. Il suo interesse per la poesia l’ha portato ad esplorarne anche gli aspetti concreti e visuali, compresa la forma del libro d’artista. Ha cominciato ad esporre nel 1999. Fra le mostre più recenti: L’idea del marmo (2011 �“ La Spezia); Gioco di specchi (2011 �“ La Spezia; Pisa); In Liber-tà (2011 �“ Pisa); Erba e fior che la gonna (2011 �“ Genova); Viavai n.1 (2011 �“ Ivrea); Hic sunt leones (2010 �“ La Spezia; 2011 - Bari); Scambi (2010 �“ Portogruaro); 21 x 36, ventuno artisti per trentasei libri (2009 �“ Carrara; La Spezia; Pisa; Bari); Lettere (2009 �“ Genova).

Nella sua terza personale al Gabbiano (2001; 2005) l’artista presenta opere ‘scritte’ con la penna biro nera, su carta di grande formato sottoposta inoltre ad un particolare trattamento, rendendole uniche nel loro genere. In mostra anche opere di dimensioni minori, china su carta e collage. Una Premessa scritta dallo stesso artista da leggere in mostra introduce alla stessa, che, viene suggerito, deve essere ‘letta come si legge un libro’, studiata appositamente per la galleria e presentata come un’installazione unica.

 

immagini allegate

Giuseppe Pellegrino, Scritte, 2011, inchiostro su carta, particolari 

La Spezia, gennaio 15, 2012 | PRESS RELEASE.1 mostra personale

 

  Giuseppe Pellegrino

  SCRITTE

   “si può leggere una mostra come si legge un libro”

 

(Leonardo Sinisgalli)

 

dal | al

28 gennaio | 23 febbraio 2012                     

 

inaugurazione sabato 28 gennaio 2012 | ore 18.00

 

sede | organizzazione | info

galleria IL GABBIANO arte contemporanea | C.P. 181 �“ 19121 La Spezia (I)

LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 (SP) ITALIA

T +39 0187733000 �“ t +39 3338299027 �“ +39 3387909454

t +39 3397953399 �“ E marioacom@libero.it �“ marioacom@gmail.com

orario martedì �“ sabato 17.00�“20.00 | domenica, lunedì e festivi chiuso

ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili

collaborazioni    comune della spezia

 

notizie | testo

IL PUNTO DI VISTA RELATIVO CAPOVOLGE SEMPRE LA COSA   (Novalis)

Giuseppe Pellegrino è nato nel 1960, vive e lavora a Genova. Il suo interesse per la poesia l’ha portato ad esplorarne anche gli aspetti concreti e visuali, compresa la forma del libro d’artista. Ha cominciato ad esporre nel 1999. Fra le mostre più recenti: L’idea del marmo (2011 �“ La Spezia); Gioco di specchi (2011 �“ La Spezia; Pisa); In Liber-tà (2011 �“ Pisa); Erba e fior che la gonna (2011 �“ Genova); Viavai n.1 (2011 �“ Ivrea); Hic sunt leones (2010 �“ La Spezia; 2011 - Bari); Scambi (2010 �“ Portogruaro); 21 x 36, ventuno artisti per trentasei libri (2009 �“ Carrara; La Spezia; Pisa; Bari); Lettere (2009 �“ Genova).

Nella sua terza personale al Gabbiano (2001; 2005) l’artista presenta opere ‘scritte’ con la penna biro nera, su carta di grande formato sottoposta inoltre ad un particolare trattamento, rendendole uniche nel loro genere. In mostra anche opere di dimensioni minori, china su carta e collage. Una Premessa scritta dallo stesso artista da leggere in mostra introduce alla stessa, che, viene suggerito, deve essere ‘letta come si legge un libro’, studiata appositamente per la galleria e presentata come un’installazione unica.

 

immagini allegate

Giuseppe Pellegrino, Scritte, 2011, inchiostro su carta, particolari

 

 

galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia �“ ITALIA

via Nino Ricciardi, 15 �“ 19124 LA SPEZIA �“ T +39 0187733000

 

mostra personale | Giuseppe Pellegrino, Scritte

 

allegato INVITO | COMUNICATO STAMPA.12.1 | 1 foto

INAUGURAZIONE | sabato 28 gennaio 2012 | ore 18.00 | con la presenza dell’artista

28 gennaio | 23 febbraio 2012

 

con gentile richiesta di pubblicazione, segnalazione e diffusione. grazie.

 

mario commone

E marioacom@libero.it �“ t +39 3397953399

galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia

T +39 0187733000 (ma-sa 17-20) | C.P. 181 �“ 19121 SP

 

 

 

                Questa e-mail circolare, inviata in Ccn (*), è filtrata in entrata e uscita con ANTIVIRUS. News a solo scopo informativo riguardanti eventi culturali; non contengono pubblicità né promozione di tipo commerciale. | This circular e-mail, envoy in Ccn, is filtered in income and expenditure with antivirus. News only informative scope regarding cultural events; they do not contain publicity neither promotion of type trades them.

                (*) In conformità alle leggi 196/03 e 675/96 sulla tutela dei dati personali; nel caso non si desideri ricevere le prossime comunicazioni, rispondere a marioacom@libero.it | marioacom@gmail.com con oggetto e testo RIMUOVI. | To remove your name from future e-mail communications, reply to this e-mail with the subject and the text REMOVE.

 

                Prima di stampare, pensa all'ambiente! | Think about the environment before printing!

]]>
galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia_comunicazione.11.4 Wed, 05 Oct 2011 18:35:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/161111.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/161111.html Mario Commone Mario Commone galleria IL GABBIANO arte contemporanea

LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 SP

C.P. 181 �“ 19121  LA SPEZIA (SP) �“ ITALIA

T +390187733000 �“ E marioacom@libero.it

 

PRESS RELEASE  n° 4/2011

 

La Spezia, maggio 7, 2011 | PRESS RELEASE.1 mostra personale

 

  Emma CAPRINI

     Kitchen

                                                        

dal | al               

14 maggio | 15 giugno 2011                        

 

inaugurazione sabato 14 maggio 2011 | ore 18.00

              con la presenza dell’artista e la presentazione del catalogo

 

sede | organizzazione | info

galleria IL GABBIANO arte contemporanea | C.P. 181 �“ 19121 La Spezia (I)

LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 (SP) ITALIA

da piazza Europa seguendo il senso unico di via XXIV Maggio la terza traversa a sinistra

dall’incrocio tra v.le Italia e v.le San Bartolomeo verso p.zza Europa la terza a destra

T +39 0187733000 �“ M +39 3338299027 �“ +39 3387909454

M +39 3397953399 �“ E marioacom@libero.it �“ marioacom@gmail.com

orario martedì �“ sabato 17.00�“20.00 | domenica, lunedì e festivi chiuso

ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili

collaborazioni    comune della spezia

 

notizie | testo

      Emma Caprini, diplomata all’Accademia di Belle Arti di Carrara, vive e lavora alla Spezia. La sua prima mostra personale alla galleria IL GABBIANO nel 1990; l’ultima al Museo Nuova Era di Bari nel 2006; numerosissime le mostre collettive cui ha partecipato, in Italia e all’estero.

      In questa personale presenta i suoi ultimi lavori realizzati principalmente con la cartapesta e una installazione site-specific realizzata con gusci d’uovo. Nell’occasione verrà presentato il catalogo, con la riproduzione delle opere in mostra, un testo critico di Lara Conte e uno biografico di Mara Borzone, corredato da riproduzioni di opere precedenti.

 

      La carta stampata si trasforma e le parole si perdono; Emma Caprini: <Come la musica, anche la cartapesta prima è rumore, quindi silenzio e catarsi, che ti fa vivere ciò che hai vissuto, te lo fa abbandonare, elaborare e condire>. Poi…

<L’uovo. Nessuna geometria ha ricavato la formula dell’uovo. Per il cerchio, la sfera c’è il pigreco, ma per la figura perfetta della vita non c’è quadratura>.

 

catalogo in galleria

edito dalla galleria IL GABBIANO arte contemporanea | testi di Lara Conte e Mara Borzone | progetto grafico Marta Manini | fotografie Roberto Buratta | redazione mario commone

 

immagini allegate

Emma CAPRINI, Ovo-genesi, 2011,

gusci d’uovo, poliuretano espanso,

dimensioni variabili,

installazione a parete

]]>
galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia_comunicazione Mon, 28 Mar 2011 19:35:02 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/155497.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/155497.html Mario Commone Mario Commone via Nino Ricciardi, 15 �“ 19124 LA SPEZIA �“ T +39 0187733000

La Spezia, marzo 26, 2011 | PRESS RELEASE.1 mostra personale

Delio GENNAI
Consonanze

dal | al
2 aprile | 5 maggio 2011

inaugurazione sabato 2 aprile 2011 | ore 18.00
con la presenza dell’artista

sede | organizzazione | info
galleria IL GABBIANO arte contemporanea | C.P. 181 �“ 19121 La Spezia
LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 (SP) ITALIA
da piazza Europa seguendo il senso unico di via XXIV Maggio la terza traversa
a sinistra
dall’incrocio tra v.le Italia e v.le San Bartolomeo verso p.zza Europa la
terza a destra
T +39 0187733000 �“ M +39 3338299027 �“ +39 3387909454
M +39 3397953399 �“ E marioacom@libero.it �“ marioacom@gmail.com
orario martedì �“ sabato 17.00�“20.00 | domenica, lunedì e festivi chiuso
ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili
collaborazioni comune della spezia �“ Studio Gennai, Pisa

notizie | testo
Delio Gennai, nato a Legoli di Peccioli, diplomato all’Istituto d’Arte e
laureato in Storia dell’Arte, dal 1966 vive a Pisa, dove ha lavorato a lungo
nell’istituto di genetica dell’Università e dove nel 1987 ha aperto la galleria
“Studio Gennai”, sede anche del suo studio, che ha ospitato sinora oltre
duecento mostre ed ha promosso numerosi eventi in luoghi pubblici in
collaborazione con altre istituzioni culturali, enti e gallerie. Al suo attivo
circa trecentotrenta mostre in Italia e all’estero, delle quali cinquanta
personali.

<[…] In Delio Gennai […] gli esiti formali sono il frutto di raffinata
manualità e di squisita maestria. […] l’artista abbandona i tradizionali mezzi
della pittura, ma non per questo rinuncia alla complessità del fare, confortata
da sicuro rigore di metodo.
A partire dal disegno, dal progetto grafico, l’artista sviluppa un lavoro
minuzioso, preciso, paziente, appassionato, spesso defatigante. La precisione
dei tagli, l’incollaggio su un supporto diverso delle garze e delle parti
tagliate, in maniera da rendere immediatamente evidente il rapporto pieno-
vuoto, positivo-negativo, le leggerissime incisioni, tutto comporta un’assoluta
padronanza dei materiali e delle tecniche che, però, non scade mai nel
tecnicismo, in virtù di un’intensa partecipazione emotiva al lavoro. […] Ed è
proprio nella riproposta dei materiali e delle tecniche del fare artigianale
che in Gennai si attua una sorta di riscoperta del passato, come memoria di un’
antica sapienza che ha dato vita a oggetti e forme da ripensare e da
valorizzare alla luce dell’esperienza contemporanea, anche con evidenti
trasferimenti di significato. […] Le tarsie marmoree della facciata del Duomo
di Pisa, gli stendardi della Chiesa dei Cavalieri, i ghirigori o le geometrie
della scrittura kufica stanno alla base della ricerca estetica di Delio Gennai,
ne costituiscono la fonte di ispirazione. La memoria, la storia, il passato.
[…] Ilario Luperini

immagini allegate
Delio GENNAI, Consonanze
]]>
galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia_comunicazione Tue, 22 Feb 2011 15:35:05 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/151070.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/151070.html Mario Commone Mario Commone galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia �“ ITALIA

via Nino Ricciardi, 15 �“ 19124 LA SPEZIA �“ T +39 0187733000

 

mostra personale | Ben PATTERSON, Beauty, Urbanity and the Mother of God.

                                                                    What else do you want or need?

 

allegato INVITO | COMUNICATO STAMPA.11.2 | 3 foto

INAUGURAZIONE | sabato 26 febbraio 2011 | ore 18.00

ore 19.00 incontro con l’artista con sorpresa

26 febbraio | 31 marzo 2011

finissage mostra con l’artista | giovedì 31 marzo 2011 | ore 18.30

 

con gentile richiesta di pubblicazione, segnalazione e diffusione. grazie.

 

mario commone

E marioacom@libero.it �“ M +39 3397953399

galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia

T +39 0187733000 (ma-sa 17-20) | C.P. 181 �“ 19121 SP

 

 La Spezia, febbraio 19, 2011 | PRESS RELEASE.1 mostra personale

 

  Ben PATTERSON

      Beauty, Urbanity and the Mother of God.

       What else do you want or need?

               

dal | al               

26 febbraio | 31 marzo 2011                       

 

inaugurazione sabato 26 febbraio 2011 | ore 18.00

ore 19.00 incontro con l’artista con sorpresa

 

sede | organizzazione | info

galleria IL GABBIANO arte contemporanea | C.P. 181 �“ 19121 La Spezia

LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 (SP) ITALIA

da piazza Europa seguendo il senso unico di via XXIV Maggio la terza traversa a sinistra

dall’incrocio tra v.le Italia e v.le San Bartolomeo verso p.zza Europa la terza a destra

T +39 0187733000 �“ M +39 3338299027 �“ +39 3387909454

M +39 3397953399 �“ E marioacom@libero.it �“ marioacom@gmail.com

orario martedì �“ sabato 17.00�“20.00 | domenica, lunedì e festivi chiuso

ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili

collaborazioni    comune della spezia | UNIMEDIAMODERN, genova

 

notizie | testo

 “Se non ora, molto presto, metà della popolazione del mondo vivrà in mega-citta'

(una mega-città è una città con una popolazione di 10 milioni, e oltre, di abitanti). E tutt’attorno al mondo, ogni settimana 1 milione di persone si trasferisce nelle città."

Quali implicazioni ha questa "corsa" verso la vita urbana per voi, per me e per alcuni miliardi di persone? Le "cattive notizie" sono sempre: crimine, inquinamento e decadenza. Le "buone notizie" sono, soltanto talvolta, arte, scienza e una "vita buona" per tutti.

Ed è qui che "urbanità" entra in scena. La definizione generalmente accettata di "urbanità" suggerisce "comportamento cortese, raffinatezza ed eleganza di modi".

Ma, almeno dal 1968, queste graziose parole sono molto decadute. Ma, sono queste le parole che indicano la possibilità di vivere in una situazione urbana,

senza uccidersi gli uni con gli altri, e senza uccidere voi e me.

Quali i possibili modi per restaurare questi "vecchi valori"... in modo intelligente(!)?

P.S. Il sotto tema della suddetta definizione è semplicemente "TOLLERANZA".

(Ben Patterson)

 

Ben Patterson, musicista e artista statunitense, tra i fondatori del movimento Fluxus, nasce a Pittsburgh il 29 maggio 1934. Dal 1956 al 1960, ha lavorato come musicista presso la Halifax Symphony Orchestra (1956-57), alla U.S.Army 7th Army Symphony Orchestra (1957-59) e alla Ottawa Philharmonic Orchestra (1959-60). Nel 1969 si è trasferito a Cologna, in Germania dove è diventato attivo sulla scena della musica contemporanea più radicale, concentrando la sua attività presso lo studio di Mary Bauermeister e nel "contro festival". Tra il 1960 e il 1962 ha suonato a Cologna, Parigi, Venezia, Vienna e in altri luoghi ancora, partecipando al primo Festival Fluxus di Wiesbaden (1962). Rientrato a New York e conseguito il suo master, alla fine del 1965 decide di ritirarsi dall'attività artistica, per vivere una “vita normale”. Nonostante il “buen retiro” ha partecipato alla Biennale di San Paolo nel 1983, e i suoi lavori sono presenti nelle mostre della Silverman Collection in giro per gli Stati Uniti. Dopo aver smesso l'attività artistica, ha continuato la sua carriera nell'amministrazione dell'arte. Ha lavorato come General Manager nella Symphony of the New World (1970-72), come Direttore Assistente del Department of Cultural Affairs for New York City (1972-74), come Direttore dello sviluppo per la Negro Ensemble Company (1982-84) e come Direttore Nazionale per la Pro Musica Foundation Inc. (1984-86). Nel 1988 è uscito dal suo ritiro, con una mostra personale di nuovi assemblaggi e installazioni alla Emily Harvey Gallery a New York. Ha partecipato ai vari Festival Fluxus, e alle mostre collettive del gruppo. Queste le mostre più recenti a cui ha partecipato: Pianofortissimo (Milano e Genova), Ubi Fluxus ibi Motus (Biennale di Venezia, 1990), Fluxus (Museion di Bolzano, Cortona, Volpaia, Bassano del Grappa), The Fluxus Constellation (Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce, Genova), Wiesbaden Festival 2002, 4TFLUXUS (Parigi), L’Avventura Fluxus (Museo dell’Assurdo - Castelvetro di Modena).

                                                                          

B.P. is an American musician, an artist and one of the founders of the Fluxus movement. Born in Pittsburgh May 29, 1934. From 1956 to 1960, he worked as a double bassist at the Halifax Symphony Orchestra (1956�“57), the US Army 7th Army Symphony Orchestra (1957�“59) and the Ottawa Philharmonic Orchestra (1959�“60). In 1960 he moved to Cologne, Germany where he became active on the contemporary music scene of the most radical, focusing its activities at the studio of Mary Bauermeister and "against the festival." Between 1960 and 1962 he played in Cologne, Paris, Venice, Vienna and other places still participating in the first Fluxus Festival in Wiesbaden (1962). Returning to New York and received his master at the end of 1965 decided to retire from art, to live a "normal life". Despite the "retreat" participated in the São Paulo Biennale in 1983, and his works are featured in the Silverman Collection exhibitions around the United States. After quitting the artistic activity, he continued his career in art. He worked as General Manager in the Symphony of the New World (1970�“72) as Assistant Director of the Department of Cultural Affairs for New York City (1972�“74) as director of development for the Negro Ensemble Company (1982�“84) and as National Director for Pro Musica Foundation Inc. (1984�“86).

In 1988 he left his retreat, with a solo exhibition of new assemblages and installations at Emily Harvey Gallery in New York. He participated in several Fluxus Festival, and exhibitions of the group. These are the most recent exhibitions in which he participated: Pianofortissimo (Milan and Genoa), Ubi Fluxus ibi Motus (Venice Biennale, 1990), Fluxus (Museion in Bolzano, Cortona, Volpaia, Bassano del Grappa), The Fluxus Constellation (Museum 'Arte Contemporanea di Villa Croce, Genoa), Wiesbaden Festival 2002, 4TFLUXUS (Paris), L'Avventura Fluxus (Museum of the Absurd - Castelvetro of Modena).

 

Il giorno dell’inaugurazione - alle ore 19.00 - Ben Patterson incontrerà i visitatori invitandoli ad esprimere richieste in merito al suo lavoro; il materiale raccolto sarà in un secondo momento rielaborate dall’artista e presentato per il finissage della mostra il 31 marzo prossimo.

 

immagini allegate

Ben PATTERSON, How to acquire Urbanity

]]>
galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia_comunicazione Sun, 16 Jan 2011 13:10:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/147138.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/147138.html Mario Commone Mario Commone galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia �“ ITALIA

via Nino Ricciardi, 15 �“ 19124 LA SPEZIA �“ T +39 0187733000

 

mostra personale | Eugenio MICCINI ex libris

allegato INVITO | COMUNICATO STAMPA.11.1 | 3 foto

INAUGURAZIONE | sabato 22 gennaio 2011 | ore 18.00

22 gennaio | 24 febbraio 2011

 

con gentile richiesta di pubblicazione, segnalazione e diffusione. grazie.

 

mario commone

E marioacom@libero.it �“ M +39 3397953399

galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia

T +39 0187733000 (ma-sa 17-20) | C.P. 181 �“ 19121 SP

 

La Spezia, gennaio 15, 2010 | PRESS RELEASE.1 mostra personale

 

  Eugenio MICCINI

    ex libris

 

dal | al               

22 gennaio | 24 febbraio 2011

 

inaugurazione sabato 22 gennaio 2011 | ore 18.00

 

sede | organizzazione | info

galleria IL GABBIANO arte contemporanea | C.P. 181 �“ 19121 La Spezia

LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 (SP) ITALIA

da piazza Europa seguendo il senso unico di via XXIV Maggio la terza traversa a sinistra

dall’incrocio tra v.le Italia e v.le San Bartolomeo verso p.zza Europa la terza a destra

T +39 0187733000 �“ M +39 3338299027 �“ +39 3387909454

M +39 3397953399 �“ E marioacom@libero.it �“ marioacom@gmail.com

orario      martedì �“ sabato 17.00�“20.00 | domenica, lunedì e festivi chiuso

ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili

collaborazioni    comune della spezia

 

notizie | testo

Eugenio Miccini nasce nel 1925 a Firenze. Dopo aver vissuto in collegio e in seminario, dove compie studi umanistici, si appassiona alla filosofia e si laurea in pedagogia. Nel 1963 fonda insieme a poeti, musicisti e pittori, il Gruppo '70, coniando il termine “poesia visiva” che sarà poi adottato dalla generalità degli operatori.

La poesia visiva è un indirizzo artistico caratterizzato dalla preminenza dell'immagine sul testo tipografico, diretto all'ottenimento di composizioni in cui parole e immagini, segni e figure, si integrano senza soluzione di continuità sul piano semantico (Dizionario della lingua italiana Devoto-Oli, Le Monnier).

Il decennio '60 è stato assai ricco di attività da parte del gruppo 70, a cominciare dai due convegni organizzati a Firenze nel 1963, sul tema "Arte e comunicazione" e nel '64 su "Arte e tecnologia", nei quali si discute di interdisciplinarità, di interartisticità, cioè di quelle pratiche in atto nelle arti, caratterizzate da operazioni multicodice o mixed-media, operazioni che si potevano classificare come "poesia totale", attuata, cioè, con la più vasta sinestesia, includendo negli spettacoli suoni e rumori, gesti e azioni, materiali più disparati, giornali e riviste e perfino profumo e vivande.

Eugenio Miccini ha collaborato come cultore di discipline semiotiche alla cattedra di Strumenti e Tecniche della comunicazione visiva dell'Università di Firenze (Facoltà di Architettura). Ha insegnato Storia dell'Arte contemporanea nelle accademie di belle arti di Verona e Ravenna e al suo lavoro sono stati dedicati numerosi studi accademici e pubblicazioni. Sue opere figurano in molte collezioni pubbliche, tra cui: Biennale di Venezia, Museo della Pilotta di Parma, Museum of Modern Art di New York, Museo BWA di Dublino, e le gallerie civiche di Céret, Mantova, Bologna, Valencia, Anversa, Varsavia, Tojyo e molte altre. Ha partecipato alle più importanti mostre internazionali, quali: Biennale di Venezia (quattro volte), Quadriennale di Roma (come commissario), Stedelijik Museum di Amsterdam, Palazzo Forti di Verona, Palazzo vecchio di Firenze, Musei di Marsiglia, GAM di Torino, Palazzo dei Diamanti di Ferrara. Ha pubblicato più di settanta libri di carattere creativo e saggistico. Muore a Firenze il 19 giugno 2007.

http://it.wikipedia.org/wiki/Eugenio_Miccini

immagini allegate

Eugenio MICCINI, Ex Libris, 1992, assemblaggio, particolare

]]>
IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia COMUNICAZIONE Sun, 12 Dec 2010 14:15:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/143541.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/143541.html Mario Commone Mario Commone La Spezia, dicembre 10, 2010 | PRESS RELEASE.1 mostra personale

                                                                    

                Nanni BALESTRINI

                          spaccaleparole

dal | al

18 dicembre 2010 | 20 gennaio 2011

 

inaugurazione sabato 18 dicembre 2010 | ore 18.00

 

                                               sede | organizzazione | info

                                               galleria IL GABBIANO arte contemporanea | C.P. 181 �“ 19121 La Spezia

                                               LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 (SP) ITALIA

                                    da piazza Europa seguendo il senso unico di via XXIV Maggio la terza traversa a sinistra

                                               T +39 0187733000 �“ M +39 3338299027 �“ +39 3387909454

                                               M +39 3397953399 �“ E marioacom@libero.it �“ marioacom@gmail.com

                                               ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili

                                               orario  martedì �“ sabato 17.00�“20.00 | domenica, lunedì e festivi chiuso

                                               collaborazioni comune della spezia �“ UNIMEDIAMODERN, Genova

notizie | testo

Poeta, romanziere e artista visivo, tra i più importanti protagonisti della cultura italiana è nato a Milano nel 1935 e vive tra Roma e Parigi. Esordisce nella metà degli anni ’50 sulla rivista "Mac Espace" di Gillo Dorfles e agli inizi degli anni '60 è stato tra gli animatori della stagione della neoavanguardia, avendo fatto parte dei poeti "Novissimi" e del "Gruppo 63". Per primo nel 1961 ha composto una poesia con il computer. È autore, tra gli altri, del ciclo di poesie sulla Signorina Richmond e della trilogia La Grande Rivolta (Vogliamo tutto, Gli invisibili e L'editore) sulle lotte politiche del '68 e degli anni di piombo. Collaboratore della RAI e di case editrici storiche, ha svolto un ruolo determinante nella nascita, tra le altre, delle riviste di cultura "Il Verri", "Quindici", "Alfabeta", "Zoooom". Tra gli ultimi libri pubblicati Milleuna (con CD), che raccoglie le sue collaborazioni con musicisti, il romanzo multiplo elettronico Tristano e due libri di poesia: Lo sventramento della storia (poesie degli anni '60, edizioni Polìmata) e Caosmogonia (Lo Specchio Mondadori). La sua attività artistica si è svolta negli ultimi cinquant'anni parallelamente a quella letteraria. Un lungo percorso che partendo dall'aspetto fisico della parola e utilizzando i più diversi procedimenti e materiali (carta stampata, timbri, plastica, lastre tipografiche, carte geografiche, nuove tecnologie...) ha creato un universo di immagini verbali del nostro tempo, un grande racconto visivo dove la cronaca si mescola alla riflessione estetica e sociale. La mostra presenta le ultime opere che portano a una fase estrema la frantumazione del linguaggio verbale e una serie dei suoi primi collage degli anni '60. Ha partecipato a numerose mostre in Italia e all'estero; nel 1993 alla XLIV Biennale di Venezia e tra le ultime: nel 2007-08 a La parola nell'arte (MART, Rovereto); nel 2008-09 a Italics, Palazzo Grassi, Venezia e a 1988: vent’anni prima vent’anni dopo (Centro Pecci, Prato); nel 2009 a Futurismo 1909-2009 (Palazzo Reale, Milano). Personali alla Galleria Mazzoli di Modena, al MACRO di Roma, alla Fondazione Mudima di Milano, alla Galleria San Ludovico di Parma, alla Fondazione Morra di Napoli, alla Galleria Giacomo Guidi di Roma, alla UNIMEDIAMODERN di Genova. Ha realizzato il bassorilevo Allucco per la stazione Lala della metropolitana di Napoli e la colonna Incipit per la nuova biblioteca di Vignola. Era presente nelle mostre Viaggio nella parola e 21x36, organizzate alla Spezia dalla galleria IL GABBIANO nel 2007 e nel 2009.

 

            www.nannibalestrini.it

 

immagini allegate

Nanni Balestrini, spaccaleparole, 2009, acrilico su tela 

La Spezia, dicembre 10, 2010 | PRESS RELEASE.1 mostra personale

                                                                    

                Nanni BALESTRINI

                          spaccaleparole

dal | al

18 dicembre 2010 | 20 gennaio 2011

 

inaugurazione sabato 18 dicembre 2010 | ore 18.00

 

                                               sede | organizzazione | info

                                               galleria IL GABBIANO arte contemporanea | C.P. 181 �“ 19121 La Spezia

                                               LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 (SP) ITALIA

                                    da piazza Europa seguendo il senso unico di via XXIV Maggio la terza traversa a sinistra

                                               T +39 0187733000 �“ M +39 3338299027 �“ +39 3387909454

                                               M +39 3397953399 �“ E marioacom@libero.it �“ marioacom@gmail.com

                                               ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili

                                               orario  martedì �“ sabato 17.00�“20.00 | domenica, lunedì e festivi chiuso

                                               collaborazioni comune della spezia �“ UNIMEDIAMODERN, Genova

notizie | testo

Poeta, romanziere e artista visivo, tra i più importanti protagonisti della cultura italiana è nato a Milano nel 1935 e vive tra Roma e Parigi. Esordisce nella metà degli anni ’50 sulla rivista "Mac Espace" di Gillo Dorfles e agli inizi degli anni '60 è stato tra gli animatori della stagione della neoavanguardia, avendo fatto parte dei poeti "Novissimi" e del "Gruppo 63". Per primo nel 1961 ha composto una poesia con il computer. È autore, tra gli altri, del ciclo di poesie sulla Signorina Richmond e della trilogia La Grande Rivolta (Vogliamo tutto, Gli invisibili e L'editore) sulle lotte politiche del '68 e degli anni di piombo. Collaboratore della RAI e di case editrici storiche, ha svolto un ruolo determinante nella nascita, tra le altre, delle riviste di cultura "Il Verri", "Quindici", "Alfabeta", "Zoooom". Tra gli ultimi libri pubblicati Milleuna (con CD), che raccoglie le sue collaborazioni con musicisti, il romanzo multiplo elettronico Tristano e due libri di poesia: Lo sventramento della storia (poesie degli anni '60, edizioni Polìmata) e Caosmogonia (Lo Specchio Mondadori). La sua attività artistica si è svolta negli ultimi cinquant'anni parallelamente a quella letteraria. Un lungo percorso che partendo dall'aspetto fisico della parola e utilizzando i più diversi procedimenti e materiali (carta stampata, timbri, plastica, lastre tipografiche, carte geografiche, nuove tecnologie...) ha creato un universo di immagini verbali del nostro tempo, un grande racconto visivo dove la cronaca si mescola alla riflessione estetica e sociale. La mostra presenta le ultime opere che portano a una fase estrema la frantumazione del linguaggio verbale e una serie dei suoi primi collage degli anni '60. Ha partecipato a numerose mostre in Italia e all'estero; nel 1993 alla XLIV Biennale di Venezia e tra le ultime: nel 2007-08 a La parola nell'arte (MART, Rovereto); nel 2008-09 a Italics, Palazzo Grassi, Venezia e a 1988: vent’anni prima vent’anni dopo (Centro Pecci, Prato); nel 2009 a Futurismo 1909-2009 (Palazzo Reale, Milano). Personali alla Galleria Mazzoli di Modena, al MACRO di Roma, alla Fondazione Mudima di Milano, alla Galleria San Ludovico di Parma, alla Fondazione Morra di Napoli, alla Galleria Giacomo Guidi di Roma, alla UNIMEDIAMODERN di Genova. Ha realizzato il bassorilevo Allucco per la stazione Lala della metropolitana di Napoli e la colonna Incipit per la nuova biblioteca di Vignola. Era presente nelle mostre Viaggio nella parola e 21x36, organizzate alla Spezia dalla galleria IL GABBIANO nel 2007 e nel 2009.

 

            www.nannibalestrini.it

 

immagini allegate

Nanni Balestrini, spaccaleparole, 2009, acrilico su tela

]]>
Comunicato stampa Sat, 11 Dec 2010 14:35:03 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/139981.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/139981.html Mario Commone Mario Commone La Spezia, novembre 6, 2010 | PRESS RELEASE.1 mostra collettiva

 

       LA LUNA e i falò

                                                                                                                    

               Paolo Albani ∙ Bruno Aller ∙ Fernando Andolcetti ∙ Calogero Barba ∙ Vittore Baroni ∙ Carlo Battisti ∙ Mirella Bentivoglio ∙ Tomaso Binga ∙ Antonio Bobò ∙ Sergio Borrini ∙ Anna Boschi ∙ Antonino Bove ∙ Carlo Canè ∙ Vito Capone ∙ Emma Caprini ∙ Gianfranco Carrozzini ∙ Bruno Cassaglia ∙ Renato Cerisola ∙ Cosimo Cimino ∙ Mario Commone ∙ Gianluca Cupisti ∙ Alda D’Alessio ∙ Chiara Diamantini ∙ Marcello Diotallevi ∙ Anna Esposito ∙ Maria Pia Fanna Roncoroni ∙ Alfonso Filieri ∙ Giovanni Fontana ∙ Delio Gennai ∙ Nella Giambarresi ∙ Gumdesign ∙ Elisabetta Gut ∙ Alfonso Lentini ∙ Oronzo Liuzzi ∙ Marco Locci ∙ Arrigo Lora Totino ∙ Gian Paolo Lucato ∙ Fausto Luzi ∙ Marco Maffei ∙ Ruggero Maggi ∙ Alessio Manfredi ∙ Mauro Manfredi ∙ Marta Manini ∙ Lucia Marcucci ∙ Stelio Maria Martini ∙ Romano Masoni ∙ Nino Migliori ∙ Giorgio Moio ∙ Anna Moro-Lin ∙ Cesare Nardi ∙ Nadia Nava ∙ Riri Negri ∙ Alessandro Nucci ∙ Giancarlo Pavanello ∙ Giuseppe Pellegrino ∙ Antonello Pelliccia ∙ Gloria Persiani ∙ Lamberto Pignotti ∙ Teresa Pollidori ∙ Marco Ravenna ∙ Giuseppina Riggi ∙ Gian Paolo Roffi ∙ Massimo Salvoni ∙ Daniele Sanguinetti ∙ Elena Saracino ∙ Alba Savoi ∙ Danilo Sergiampietri ∙ Franca Sonnino ∙ Alberto Sordi ∙ Franco Spena ∙ Luigi Tola ∙ Anna Torelli ∙ Alessandro Traina ∙ Agostino Tulumello ∙ Marie Laure Van Hissenhoven

 

dal | al

20 novembre | 18 dicembre 2010

 

inaugurazione sabato 20 novembre 2010 | ore 18.00

ore 19.00 Tempo come idea, performance di Mauro Andreani, Paolo Bottari, Bruno Cassaglia

                                                                                                      

sede espositiva | organizzazione | info

SAKROS arte contemporanea

AVENZA-CARRARA viale Domenico Zaccagna 6 �“ 54031 (MS)

T +39 0585043007 �“ F +39 058552695 �“ www.sakros.com �“ E info@sakros.com

ingresso libero | orario martedì�“giovedì 18�“20 e su appuntamento

 

in collaborazione con | organizzazione | info

galleria IL GABBIANO arte contemporanea

LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 (SP) ITALIA | C.P. 181 �“ 10121 La Spezia

T +39 0187733000 �“ M +39 3338299027 - +39 3397953399 �“ E marioacom@libero.it

 

notizie | testo

I settantacinque artisti sono stati invitati a realizzare un’opera del formato UNI A4 (30x21 cm) in verticale ispirandosi alla LUNA.               Il titolo allude poi all’evento finale che avverrà alla fine dell’itinerario espositivo della mostra, un falò di tutte le opere che avrà un’ampia eco mediatica. La mostra, dopo la prima tappa toscana, sarà quindi allestita in seguito nello spazio della galleria IL GABBIANO della Spezia e in quelli dello Studio Gennai di Pisa e presso il Lavatoio Contumaciale di Roma diretto da Bianca Menna e infine sarà inserita in un ulteriore progetto in via di definizione.

               Il giorno dell’inaugurazione presso SAKROS alle ore 19.00 Tempo come idea, incontro in performance di Mauro Andreani, Paolo Bottari, Bruno Cassaglia. <L’incontro si attua sulla base di tre lavori visivo-comportamentali che vengono realizzati in contemporanea e che ruotano intorno al tema del tempo; tale tema, che evidentemente fa parte del corredo tematico di ciascuno dei tre performers, viene affrontato con modalità scelte autonomamente dai singoli, però in questo caso poste in funzione di una esperienza performativa comune> (v. allegato).

 


immagini allegate

Carlo BATTISTI, Disco a 45 giri, 1996

Mauro MANFREDI, Incontro, 2002

Nadia NAVA, Trito di luna, 2010

Lamberto PIGNOTTI, Poesia trovata, 2010

]]>
galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia_comunicazione Sat, 11 Sep 2010 15:55:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/139490.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/139490.html Mario Commone Mario Commone La Spezia, novembre 6, 2010 | PRESS RELEASE.1 mostra personale

                                     

                Cosimo CIMINO

                          Voli di carta

dal | al

13 novembre | 16 dicembre 2010

 

inaugurazione sabato 13 novembre 2010 | ore 18.00

 

                                               sede | organizzazione | info

                                               galleria IL GABBIANO arte contemporanea | C.P. 181 �“ 19121 La Spezia

                                               LA SPEZIA via Nino Ricciardi 15 �“ 19124 (SP) ITALIA

                             da piazza Europa seguendo il senso unico di via XXIV Maggio la terza traversa a sinistra

                                               T +39 0187733000 �“ M +39 3338299027 �“ +39 3387909454

                                                M +39 3397953399 �“ E marioacom@libero.it �“ marioacom@gmail.com

                                               ingresso libero | Accessibile autonomamente ai disabili

                                               orario  martedì �“ sabato 17.00�“20.00 | domenica, lunedì e festivi chiuso

                                               collaborazioni comune della spezia 

notizie | testo

Cosimo Cimino, nato a Cefalù (PA) nel 1939, si diploma presso l’Istituto d’arte di Palermo nel 1957 e dal 1962 vive e lavora alla Spezia, dove nel 1968 è tra i fondatori della galleria IL GABBIANO arte contemporanea. Muovendosi in un’area vicino al concettuale, sviluppa la sua ricerca utilizzando mezzi diversi, spaziando dalla pittura all’assemblaggio, dalla fotografia al librismo, giovandosi di una versatile e spiccata manualità. La sua poetica indaga la contrapposizione fra l’ordine e il disordine come segno delle contraddizioni dell’uomo e mira a rovesciare il processo pop, convertendo i residui del consumo di massa in supporti per la realizzazione di immagini d’impronta pittorica, per farne infine oggetto di raffigurazione, con un atteggiamento sempre ironico e spesso irriverente (con leggerezza) nei confronti della realtà.

 

<In Cosimo Cimino l'eclettismo rappresenta -per sua stessa ammissione- una sorta di necessità, riconducibile a impulsi imponderabili, anche umorali, che accompagnano il suo lavoro quotidiano. Si tratta invero di versatilità, di una sorta di docilità, o acuita sensibilità, nel cogliere e assecondare gli stimoli culturali, visivi, interiori, che la cronaca e la storia gli presentano. La matrice del suo lavoro è concettuale, sviluppa un principio e ne individua il pronunciamento creativo; ma il processo è artigianale, cioè sostenuto da una sorgiva, formidabile!, abilità manipolatoria e da una precisione chirurgica, che costituiscono il tratto distintivo di ogni singolo esito della sua prolifica produzione. La facilità nell'approccio al materiale si innesta naturalmente e felicemente nell'idea che determina l'opera

In questa mostra spicca l'impiego della carta, già coltivato anni addietro. Carta bianca e speciale, corposa e spessa, resa docile allo strappo calcolato, meticolosamente riassemblata nel suo nivore discreto. Mantiene e ad un tempo abbandona il suo valore concettuale di tabula rasa, di supporto vergine della scrittura e del segno, generando un implicito paradosso visivo. Non è mai sola: l'invenzione dell'artista, si diceva, cerca spunti e strumenti diversi; compaiono il ritaglio di vecchie fotografie e i lacerti di lattina>

                                                                                              Eleonora Acerbi (dal testo in catalogo)

 

<… Cimino sviluppa un progetto di spessore esistenziale, impiegando la carta, manipolata con la destrezza di un esperto prestigiatore. Alla sua opera appartiene la concretezza della bellezza, diffusiva di emozioni non effimere>                                                                                                                        Valerio P.Cremolini

 

catalogo in galleria

edito dalla galleria IL GABBIANO arte contemporanea | testo di Eleonora Acerbi | progetto grafico Marta Manini | fotografie Mario Commone

 

immagini allegate

Cosimo Cimino, Con le ali di carta ho rinunciato a volare, 2010

Cosimo Cimino, Alberi, 2010

 

www.cosimocimino.it

]]>
galleria IL GABBIANO arte contemporanea, La Spezia_I+PR'10.5+ph Sun, 16 May 2010 14:37:32 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/121179.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/121179.html Mario Commone Mario Commone