Comunicati.net - Comunicati pubblicati - RedazioneSB Comunicati.net - Comunicati pubblicati - RedazioneSB Wed, 30 Sep 2020 02:48:14 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/26193/1 Orti Botanici della Lombardia: aule educative all’aperto immersi nella natura e al sicuro, tanti appuntamenti per studenti di tutte le età e nel weekend iniziative per le famiglie Mon, 28 Sep 2020 19:28:00 +0200 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/663464.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/663464.html RedazioneSB RedazioneSB  

L’arrivo dell’autunno negli orti botanici della Lombardia ha portato con sé una ventata di novità e iniziative rivolte a tutti, dai più grandi ai più piccini. Inoltre, complice il rientro a scuola, sono in programma anche diversi appuntamenti appositamente pensati per studenti e insegnanti.

Dopo un periodo di didattica a distanza forzata in cui studenti, insegnanti e intere famiglie sono stati costretti a rimanere tra le quattro mura domestiche, la ripartenza delle lezioni in aula appare strettamente vincolata dal rispetto delle normative anti-Covid e dal distanziamento di sicurezza. È in questa situazione che gli spazi all’aria aperta possono venire in nostro aiuto, meglio ancora se immersi nella natura.

SERVIZI EDUCATIVI PER SCUOLE

La Rete degli Orti botanici della Lombardia propone alle scuole di ogni ordine e grado un’offerta educativa di alto livello. Negli spazi degli Orti aderenti alla Rete, infatti, convivono discipline come la botanica, le scienze, l’architettura, la storia, l’arte e l’innovazione tecnologica: ciò rende i giardini lombardi delle vere e proprie aule a cielo aperto in cui è possibile conoscere e scoprire in sicurezza, con la guida di educatori formati, i segreti delle piante e dei loro affascinanti meccanismi vitali.

La nostra vita dipende dalle piante, per questo è importante conoscerle: la Rete degli orti botanici della Lombardia è a disposizione per concordare percorsi tematici personalizzati e corsi di aggiornamento per docenti su metodologie e contenuti specifici come il metodo IBSE – Inquiry Based Science Education – e l’approccio esperienziale hands-on nell’apprendimento attivo. Dedicati agli insegnanti i primi open day in programma il 30 settembre all’Orto Botanico di Pavia e il 17 ottobre all’Orto di Bergamo. Vie alternative, coinvolgenti e interattive, per immergersi completamente in un sapere «verde» e biodiverso.

La Rete degli Orti Botanici della Lombardia, tra le tante attività, collabora all’Azione E5 del progetto LIFEGestire 2020, il cui obiettivo è quello di diffondere le conoscenze sulla flora lombarda e raggiungere le nuove generazioni e il pubblico generico. Il focus, posto sull’importanza della biodiversità della flora spontanea e sulla sua conservazione, è rappresentato dalla mostra “Lombardia: un tesoro di biodiversità”. Nell’ambito di questo progetto, la Rete ha sviluppato complessivamente 27 moduli didattici, destinati al pubblico scolastico e al pubblico dei visitatori degli Orti Botanici presenti sul territorio lombardo e prossimi alla sperimentazione.

Per informazioni sulle attività con le scuole, che possono essere svolte in orto, nel giardino della scuola e a distanza, contattare la segreteria (segreteria@reteortibotanicilombardia.it) che fornirà indicazioni aggiornate sulle disponibilità e i regolamenti dei singoli Orti.

ATTIVITA’ PER LE FAMIGLIE 

L’orto botanico di Bergamo “Lorenzo Rota”, gli orti botanici milanesi di Brera e Città Studi, l’orto botanico di Pavia, l’orto botanico di Bormio e il giardino botanico “G. E. Ghirardi” di Toscolano Maderno (BS) sono pronti ad accogliere i visitatori anche con altre iniziative, per raccontare le bellezze autunnali della natura attraverso visite guidate, mostre, incontri e laboratori. Ecco i principali appuntamenti.

Bergamo 

L’orto botanico “Lorenzo Rota” di Bergamo, con le sue due sezioni di Astino e di Città Alta, propone
presso la Valle della biodiversità ad Astino fino al 4 ottobre le zucche in mostra e 11 ottobre appuntamento con “Raccogli, conosci, gusta: Asta biodiversa”. Presso la sala Viscontea prosegue la mostra fotografica di Pina Inferrera “Fragile: maneggiare con cura”, infine presso la Sezione di Città Alta sarà possibile partecipare alle visite con le guide museali.

INFO&ORARI

Sezione di Città Alta: dal 1° marzo al 31 ottobre (festività comprese) tutti i giorni 10 - 18

Sezione di Astino: dal 1° aprile al 31 ottobre (festività comprese): ogni mattina 10-12; pomeriggio 14-19 (settembre) 14-17 (ottobre)

info: ortobotanico@comune.bg.it / tel. 035 286060

Per il calendario completo si prega di seguire il sito e la pagina Facebook dell’Orto

https://www.ortobotanicodibergamo.it  @ortobotanicodibergamo 

Pavia

Attesi all’orto botanico di Pavia l’open day per insegnanti, dirigenti scolastici e genitori il 30 settembre ed i corsi di acquerello botanico a cura di Daniela Passuello (giovedì 1° ottobre ore 14-17)
INFO&ORARI

Sabato e domenica 10-18, ultimo accesso previsto alle 17.30

https://ortobotanico.unipv.eu/  @ortobotanicodipavia

Milano

All’orto botanico Città Studi, ancora fino al mese di ottobre, sarà possibile visitare la mostra “Lombardia: un tesoro di biodiversità”, mentre all’orto di Brera, l’unico che resta aperto tutto l’anno, proporrà le visite guidate del sabato per piccoli gruppi di visitatori (per date, orari e modalità di iscrizione consultare il sito)

INFO&ORARI

Da lunedì a sabato (non festivi) 10-18.

Dal 1° novembre al 31 marzo orari anticipati 9.30-16.30

www.ortibotanici.unimi.it

Bormio

Ultimo mese per visitare il giardino botanico alpino Rezia di Bormio, dove si potranno ammirare le mille sfumature dei colori dei larici in versione autunnale.
INFO&ORARI

Fino al 31 ottobre da lunedì a giovedì 9-12 e 14-17, venerdì 9-12, sabato e domenica chiuso.
www.stelviopark.it

Toscolano Maderno

Infine, ultimo mese di apertura anche per l’orto botanico “G. E. Ghirardi” di Toscolano Maderno, dove sta prendendo forma l’aiuola dell’ortoterapia e si avvicina la giornata della raccolta condivisa delle olive (la data sarà intorno alla fine di ottobre compatibilmente con le condizioni di maturazione).   
INFO&ORARI

Giovedì 10-12 e 16-19, venerdì 16-19, sabato 10-12.30

L'ingresso all'Orto è libero

www.reteortibotanicilombardia.it

Tutti gli Orti seguono le normative di sicurezza previste a seguito dell’emergenza Covid-19: si accede ai giardini solo indossando la mascherina, in maniera contingentata e nel pieno rispetto del distanziamento sociale. Per orari aggiornati e informazioni su eventuali modalità di prenotazione, si prega di consultare il seguente link: https://reteortibotanicilombardia.it/2020/05/20/aperti-al-pubblico/

]]>
Il Parco Ittico Paradiso festeggia la nuova stagione con la Festa d’Autunno: un weekend per scoprire e conoscere da vicino gli animali del parco. Tue, 22 Sep 2020 17:24:19 +0200 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/662406.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/662406.html RedazioneSB RedazioneSB Al Parco Ittico Paradiso un weekend per grandi e piccini all’insegna del divertimento, della scoperta e della creatività: durante le giornate di sabato 26 e domenica 27 settembre visite guidate, laboratori e ospiti speciali per vivere momenti immersi nella natura alla scoperta del Parco e delle sue specie!

Visite guidate della durata di un’ora e a ciclo continuo permetteranno ai presenti di scoprire tante curiosità sulle origini e sulle peculiarità di alcune delle specie ittiche del Parco: le colorate carpe koi, le anguille, i velocissimi siluri e i protagonisti del parco: gli storioni con l’esemplare femmina che con due metri di lunghezza è l’esemplare più grande osservabile nel Nord Italia. Le visite guidate comprenderanno anche gli animali della fattoria e porteranno i visitatori alla scoperta, in totale sicurezza, di alcune tra le più caratteristiche e affascinanti specie del Parco, tra cui l’ultimo arrivato: un tenerissimo cucciolo di cervo!

Per i più piccoli anche la possibilità di dar sfogo alla propria fantasia con due laboratori pensati per loro dove avranno la possibilità di creare bruchi o gufetti con materiale di recupero da portare a casa alla fine della giornata.

Nella zona adiacente alla voliera delle cicogne sarà possibile ammirare da vicino, sui loro trespoli rapaci diurni come aquile, poiane e falchi e rapaci notturni come gufi, civette e barbagianni. L’addestratrice mostrerà ai grandi e piccini questi misteriosi animali raccontandone le peculiarità e con la possibilità di avvinarsi a loro, a turno, sotto la sua supervisione.

Durante tutti gli appuntamenti delle due giornate, i visitatori saranno divisi in piccoli gruppi e sarà possibile iscriversi direttamente al Parco nella postazione dedicata. All’interno del Parco, sono rispettate tutte le norme di sicurezza vigenti per il protocollo Covid-19 che prevedono: l’utilizzo di dispenser igienizzanti disponibili all’ingresso e all’uscita, e nella zona dei laboratori, la sospensione del servizio navetta - con la possibilità di avvicinarsi al Parco in auto, percorrendo l’ultimo tratto a piedi –, e l’obbligo di mascherina.

In caso di maltempo gli eventi saranno sospesi. Per info: www.parcoittico.it 02/9065714 - info@parcoittico.it. Per rimanere aggiornati sui prossimi eventi visitare la pagina Facebook e Instagram del Parco. 

]]>
Le prospettive future della crisi d’impresa Tue, 22 Sep 2020 15:59:55 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/662393.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/662393.html RedazioneSB RedazioneSB Si concludono oggi i lavori del convegno “Attività e futuro dell’impresa”, organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo. Una due giorni in cui i massimi esperti si sono confrontati sul tema caldo della crisi d’impresa cercando soluzioni adatte ad arginare il problema causato dall’emergenza Covid-19. 

 

Il futuro degli OCRI (Organismi di composizione della crisi d'impresa) è stato al centro della prima sessione della giornata con il coordinamento del dott. Sandro Pettinato, Vice Segretario Generale UnionCamereAd intervenire e animare il dibattito sono stati gli ospiti Prof. Dott. Alessandro Danovi e Prof. Avv. Massimo Fabiani.

 

La giornata è poi proseguita con una tavola rotonda sul tema dei ruoli e della collegialità nella composizione della crisi, con rappresentanti provenienti dal panorama industriale e da quello universitario, insieme ad esperti del settore commerciale e fiscale. 

 

Grazie ai numerosi interventi, il convegno ha fatto luce sulle prospettive future delle imprese italiane e non poteva che farlo partendo da Bergamo, città simbolo della ripartenza.

 

Per informazioni https://www.odcec.bg.it/

]]>
CNPADC: eletti i delegati dell’assemblea nazionale per la circoscrizione di Bergamo scelti Saita e Vigani Mon, 21 Sep 2020 17:58:34 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/662137.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/662137.html RedazioneSB RedazioneSB  

Si sono svolte giovedì 17 settembre, le elezioni dei componenti dell’Assemblea dei Delegati alla Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza a favore dei Dottori Commercialisti.
A Bergamo sono stati designati il dott. Paolo Saita e la dott.ssa Maria Rachele Vigani

 

Sono il dott. Paolo Saitae la dott.ssa Maria Rachele Viganii neoeletti all’Assemblea dei Delegatialla Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenzaa favore dei Dottori Commercialisti (CNPADC) per la circoscrizione di Bergamo. La procedura elettorale si è svolta giovedì 17 settembrepresso la sede bergamasca dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo di Rotonda dei Mille, 1.

 

Il dott. Paolo Saita è iscritto all’Ordine dei Dottori Commercialisti dal 2001 ed è revisore legaledal 2002, mentre la dott.ssa Maria Rachele Vigani è iscritta all’Ordine dei Dottori Commercialistidal 1980, al Registro dei Revisori Contabilidal 1995 e al Registro dei Revisori Legali della Ragioneria Generale dello Stato – Ministero dell’Economia e delle Finanze

]]>
La lezione della pandemia: per resistere alla crisi, servono una nuova cultura d’impresa e risposte congiunte a livello internazionale Mon, 21 Sep 2020 17:43:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/662131.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/662131.html RedazioneSB RedazioneSB Partiti questo pomeriggio i lavori del convegno dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo sulle sfide delle imprese italiane nel post Covid-19.

Creare una nuova cultura d’impresa. È questa la chiave per rispondere alla crisi generata dalla pandemia da Covid 19. Ne è convinto Renato Rordorf, presidente della commissione incaricata di preparare la riforma del diritto della crisi d’impresa e dell’insolvenza, intervenuto nella prima giornata di lavori del convegno “Attività e futuro dell’impresa. Organi e strumenti per il governo della crisi al tempo della pandemia” organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo.

 

Secondo Rordorf, già Primo Presidente Aggiunto della Corte di Cassazione e commissario della Consob nel quinquennio 1997-2002, è fondamentale adottare una gestione più attenta degli assetti organizzativi. «Se un’impresa ha un assetto organizzativo ben pensato è in grado di anticipare i segnali della crisi. E mai come adesso questo è fondamentale, soprattutto per le Pmi. Piccolo, infatti, non vuol dire disorganizzato»- avverte. E continua: «Il punto non è valutare come positivo o meno lo slittamento dell’entrata in vigore del Codice a settembre 2021, sul quale pure nutro qualche perplessità, ma piuttosto far sì che le imprese possano utilizzare l’attuale situazione di difficoltà derivata dal lockdown, per adottare un nuovo modus operandi».

 

Il Codice, emanato con il d.lgs. 12 gennaio 2019, n. 14, era stato pensato per unificare in un unico corpo non solo la disciplina contenuta nella legge fallimentare del 1942, ma anche quella del sovraindebitamento e dell’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi e insolventi. Un obiettivo ambizioso, ma che, nelle sue modalità attuative, oggi si scontra con un contesto del tutto nuovo. «La pandemia ci ha impartito una lezione– ha sottolineato Rodorf – abbiamo avuto la dimostrazione del fatto che le sorti di un’impresa dipendono da fattori oggettivi che spesso non si è in grado di governare. Anzi, la sempre più forte interconnessione delle realtà imprenditoriali operanti sul mercato, rende necessario incoraggiare soluzioni che agevolino il risanamento aziendale, piuttosto che la disgregazione delle realtà imprenditoriali. Per questo, bisogna favorire l’adozione di strumenti capaci di far emergere tempestivamente i sintomi della crisi e di prevenire situazioni di insolvenza irreversibile».

 

La due giorni vuole fare luce sulle prospettive future delle imprese italiane, ritratte da una prospettiva d’eccezione: Bergamo, provincia locomotiva d’Italia grazie al suo solido tessuto imprenditoriale, che proprio dalla pandemia è stata messa a durissima prova, non solo a livello sanitario, ma anche a livello economico. Come confermato dalla presidente dell’ODCEC Bergamo, Simona Bonomelli, infatti, si registra un calo del margine operativo lordo dal 30 al 40%, in linea con la riduzione dell’utilizzo dell’energia elettrica che tocca il -12%. Numeri che potrebbero crescere ulteriormente nei prossimi mesi. Per questo saranno fondamentali le decisioni che saranno prese dal Governo. 

 

«L’Italia ha gestito la prima fase della crisi, l'emergenza sanitaria, con dignità ed efficacia perché ha messo in campo la parte migliore dell’apparato statale: la sanità. Ora dovrà occuparsi della ricostruzione coinvolgendo il resto dell’apparato statale: la politica, i ministeri, la burocrazia centrale e periferica. E su questa seconda fase è legittimo avere qualche preoccupazione»– ha affermato Paolo Magri,vice presidente esecutivo e direttore dell’ISPI, nel discorsocheha aperto i lavori. E avverte: «L’Europa è una delle poche sorprese positive di questa crisi: ha deciso, in poche settimane, piani ambiziosi e rivoluzionari. La sfida, ora, è tradurli in atti concreti in tempi brevi, mantenendo la barra dritta fra l’esigenza di essere di impatto nell’immediato e perseguire ambiziosi obiettivi di medio lungo termine. Ma questa non è la nostra prima crisi globale, abbiamo attraversato già quella dell’attacco alle Torri Gemelle e successivamente quella economica del 2009: da entrambe abbiamo imparato che è fondamentale dare risposte congiunte e coordinate. Una lezione che ora, alla luce del nuovo contesto internazionale più conflittuale e anarchico, resta valida anche per questa crisi».

 

Per informazioni https://www.odcec.bg.it/

]]>
L’amica del cuore: un anno a colori ALT Onlus presenta la nuova agenda 2021 Mon, 21 Sep 2020 14:37:00 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/662028.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/662028.html RedazioneSB RedazioneSB Scienza e buonsenso:consigli concreti per proteggere la salute del cuore, delle arterie e delle vene, e ricette intelligenti per nutrirsi come si deve. Troverete questo nella nuova edizione dell’Agenda di ALT 2021, per la PRIMA VOLTA TUTTA A COLORI, perché dopo tanto grigio da COVID ABBIAMO BISOGNO DI COLORE. 

 

L’AGENDA 2021 di ALT ONLUSvuole starci accanto ogni giorno, ogni settimana, ogni mese: perché prevenzione significa prima di tutto conoscere e capire quali sono i nemici che minacciano la nostra salute, impedire che ci aggrediscano in modo subdolo e provochino danni gravi alle nostre arterie, alle nostre vene, al nostro sistema circolatorio, che significa sangue, significa vita. Un piccolo aiuto intelligente e costante salva la vita perché stimola le persone ad avere cura di sé, a non sprecare la propria salute, a recuperarla fin dove possibile.

A questo serve l’Agenda di ALT 2021: a scegliere UNO STILE DI VITA SANO, a RICONOSCEREe abbattere i nemici subdoli che minacciano la nostra salute, a correggere i fattori di rischio che si possono modificare, a riconoscere i sintomi precoci delle malattie CARDIOVASCOLARIDA TROMBOSI, a ridurre la probabilità di andare incontro a Infarto, Ictus cerebrale, Embolia polmonare, Trombosi delle arterie e delle vene.Le malattie da Trombosi colpiscono il doppio dei tumori, ma sono evitabili in un caso su tre.

 

Ogni settimana consigli indispensabili per proteggere la salute di cuore, cervello, polmoni, vene e arterie, ogni mese una ricetta intelligente per cucinare cibi sani senza rinunciare al gusto. Questi gli ingredienti con i quali ALT ha confezionato la nuova edizione dell’Agenda del cuore 2021 di ALT - Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle Malattie Cardiovascolari – Onlus: 25 anni di Agenda, 25 anni di salute per molti.

La cappa grigia del COVID ha imperversato su tanti, per questo abbiamo scelto l’azzurro: perché tutti dobbiamo recuperare calma e usare intelligenza, per proteggere noi stessi e le persone alle quali vogliamo bene. I medici hanno imparato che Trombosi ed Embolia si sovrappongono spesso al decorso drammatico della malattia causata dal coronavirus, rendendone ancora più gravi le conseguenze: la Trombosi e l’Embolia si possono evitare, ogni paziente ha il suo specifico profilo di rischio e deve essere valutato nel suo insieme, andando oltre le linee guida.

 

Ogni settimana 33secondi di calma”, poche righe che invitano alla riflessione, e spunti indispensabili per ognuno per conoscere la Trombosi e i danni che puo’ provocare ma che si possono evitare. 

 

Ogni mese una scheda di istruzioni per l’uso: per battere i nemici della salute, consigli concreti e facili da seguire per mantenere la salute, se abbiamo la fortuna di averla conservata, per recuperarla, se siamo già caduti nell’agguato di Infarto, Ictus, Embolia, Trombosi, per non cadere di nuovo nella trappola.

L’Agenda di ALT 2021 è per tutti: adulti e giovani, sani o fragili. Perché la prevenzione delle malattie da Trombosi è efficace e puo’ salvare una persona su tre. 

 

“L’Agenda del cuore – sottolinea la Dott.ssa Lidia Rota Vender, Presidente di ALT Onlus– è una compagna amichevole, sempre a disposizione e piena di spunti intelligenti e indispensabili. Le pagine bianche settimanali ci permettono di organizzare le cose da fare, e di riportare nella pagina successiva quelle che non abbiamo avuto il tempo di portare a termine. Le schede ci permettono di prendere nota di quanti passi riusciamo a fare ogni giorno, seguire i cambiamenti nel nostro peso, nei valori della pressione del sangue, e trovare soddisfazione nei nostri progressi. Giorno per giorno, avere un “suggeritore” intelligente è un’occasione da non perdere. Anche per chi utilizza strumenti elettronici per monitorare la propria attività fisica o la propria alimentazione, avere a portata di mano un po’ di azzurro puo’ fare la differenza ”.

I CONTENUTIDa oltre trent’anni, ALT Onlus è in prima linea per combattere le malattie Cardiovascolari da Trombosi, ancora oggi la prima causa di morte nel mondo e di grave invalidità. Spiega i meccanismi di malattie gravi con parole semplici, perché tutti ne possano trarre vantaggio. I genitori sono a lungo responsabili della salute dei propri bambini, ma quei bambini cresceranno e diventeranno giovani adulti responsabili se verranno guidati fin da piccoli a scegliere. Anche nella versione 2021 troviamo consigli utili per proteggere il nostro cuore, e pillole di scienza tradotta in linguaggio semplice per imparare a riconoscere i campanelli d’allarmeche ci permettono di non sottovalutare sintomi e di prendere provvedimenti che salvino cuore, cervello, polmoni, reni, tutti organi senza i quali non c’è vita , né qualità della vita.

 

Interamente a colori, con la copertina morbida azzurra come il cielo che tutti sogniamo, e un po’ di arancio nel segna pagina, nell’elastico di chiusura, con la tasca interna e il formato tascabile, l’Agenda del cuore 2021 è una scelta alla quale non possiamo rinunciare. 

Completa di spazi per prendere nota di impegni e appuntamenti, per la pianificazione mensile e giornaliera, con il calendario dell’anno in corso e dell’anno successivo. Un’agenda interattiva e un po’ social che con i codici QR CODE rimanda al sito e ai canali social di ALT per leggere, guardare, ascoltare e condividere video, spot e interviste alla dottoressa Lidia Rota Vender. 

 

LE SCHEDE MENSILI– Come perdere peso? Quali sono gli esami più utili per conoscere il nostro cuore? Possiamo proteggerci dai virus? L’Agenda del cuore ogni mese ci aiuta a rispondere a queste e a molte altre domande, ci mette alla prova con utili strumenti come grafici personalizzabili e spazi per annotare i nostri miglioramenti. Tante schede che spaziano dall’attività fisica al peso, dallo stress all’ipertensione, dalle vacanze in sicurezza a consigli per difenderci dai virus influenzali. Ogni settimana troviamo inoltre brevi consigli che ci aiutano a conoscere meglio cuore, cervello e patologie mortali o gravemente invalidanti come Infarto, Ictus cerebrale, Embolia polmonare e Fibrillazione Atriale. 

 

LA NOVITÀ– Numerosi studi dimostrano come una corretta alimentazione aiuti a proteggere il cuore. Nell’edizione 2021 dell’Agenda ALT è stata introdotta una gustosa novità: la ricetta del mese. Ricette genuine ma invitanti, da preparare in compagnia trascorrendo del tempo in famiglia o con i propri amici per riscoprire il valore dello stare insieme e prendersi cura del proprio cuore. Anche lo stress, quando prolungato e troppo intenso ci puo’ spezzare e diventare un fattore di rischio delle arterie e delle vene. Ecco perché con l’Agenda di ALT si inizia la settimana con i “33 secondi calma”, un invito al buon senso volto ad ascoltare i segnali che ci manda il nostro corpo. 

 

COME RICHIEDERE UNA O PIÙ COPIE DELL’AGENDA DEL CUORE DI ALT 2021

·      scrivere soci@trombosi.orgtelefonarea +39 0258325028

·      on linesu www.trombosi.org (in homepage riquadro in alto a destra “DONA ORA”)

·      di persona in ALT in Via Lanzone, 27 a Milano, dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00

 

<!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} a:link, span.MsoHyperlink {mso-style-priority:99; color:blue; mso-themecolor:hyperlink; text-decoration:underline; text-underline:single;} a:visited, span.MsoHyperlinkFollowed {mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; color:purple; mso-themecolor:followedhyperlink; text-decoration:underline; text-underline:single;} p.MsoListParagraph, li.MsoListParagraph, div.MsoListParagraph {mso-style-priority:34; mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; margin-top:0cm; margin-right:0cm; margin-bottom:0cm; margin-left:36.0pt; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:Calibri; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:Calibri;} .MsoChpDefault {mso-style-type:export-only; mso-default-props:yes; font-size:11.0pt; mso-ansi-font-size:11.0pt; mso-bidi-font-size:11.0pt; font-family:Calibri; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-fareast-language:EN-US;} .MsoPapDefault {mso-style-type:export-only; margin-bottom:10.0pt; line-height:115%;} @page WordSection1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.WordSection1 {page:WordSection1;} /* List Definitions */ @list l0 {mso-list-id:21058937; mso-list-type:hybrid; mso-list-template-ids:-1532862142 68157441 68157443 68157445 68157441 68157443 68157445 68157441 68157443 68157445;} @list l0:level1 {mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt; font-family:Symbol;} @list l0:level2 {mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:o; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt; font-family:"Courier New";} @list l0:level3 {mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt; font-family:Wingdings;} @list l0:level4 {mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt; font-family:Symbol;} @list l0:level5 {mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:o; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt; font-family:"Courier New";} @list l0:level6 {mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt; font-family:Wingdings;} @list l0:level7 {mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt; font-family:Symbol;} @list l0:level8 {mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:o; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt; font-family:"Courier New";} @list l0:level9 {mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt; font-family:Wingdings;} --> PER INFORMAZIONIwww.trombosi.orgFACEBOOK:@ALTonlus INSTAGRAM:@altonlus @lidiathedoctor

]]>
ASD Lallio Calcio e Associazione Emiliano Mondonico: una partnership in gioco Mon, 21 Sep 2020 12:38:19 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/calcio/661999.html http://comunicati.net/comunicati/sport/calcio/661999.html RedazioneSB RedazioneSB Si è svolta ieri, presso la sede Asd Lallio Calcio, società che da anni porta sul campo migliaia di giovani atleti con una scuola calcio riconosciuta dalla FIGC, la presentazione della partnership tra la nota società di Calcio e l’associazione Emiliano Mondonico.

Educare attraverso lo sport è un’impresa ancora possibile e la società ASD Lallio Calcio, attraverso questa partnership, lo dimostra. Essere al fianco dell’Associazione Mondonico significa portare in campo il pensiero e lo stile di Emiliano Mondonico, valorizzare l’aspetto del dare e darsi le giuste priorità nella vita senza farsi abbagliare dal successo, stando vicino agli ultimi. A maggior ragione nella realtà attuale nella quale lo sport non è più soltanto un’attività consolante o un semplice diversivo, bensì una vera e propria missione.

Lealtà, rispetto delle regole del gioco e dei suoi partecipanti, una competitività sana e una crescita personale, questi sono gli aspetti che caratterizzano lo spirito che anima le persone che fanno parte di questa collaborazione e che gratuitamente si offrono alla comunità. Questa la sfida che ASD Lallio Calcio e Associazione Mondonico hanno deciso di portare in campo con e tra i ragazzi della scuola calcio.

«Umanizzare il mondo del calcio di oggi, dare e darsi le giuste priorità nella vita senza farsi abbagliare dal successo e stare vicino agli ultimi.
In queste tre frasi è racchiuso il pensiero e lo stile di Emiliano Mondonico. La sfida che ci attende non è quella di ricordare questo pensiero o l’uomo che l’ha generato. La sfida che ci attende è quella di tenere vivo questo pensiero.» afferma Clara Mondonico presidente dell’associazione Emiliano Mondonico.

Presenti alla cerimonia, oltre al Presidente della società Luigi Antonio Brembilla e al Direttivo ASD Lallio Calcio, Clara Mondonico presidente dell’associazione Emiliano Mondonico e Gianfranco Finardi, ex giocatore di calcio e attualmente dirigente sportivo.

]]>
Università degli Studi di Bergamo e consulenti del lavoro: sottoscritta convenzione quinquiennale di praticantato anticipato Fri, 18 Sep 2020 16:53:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/661582.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/661582.html RedazioneSB RedazioneSB  

L’Università degli studi di Bergamo e l’Ordine dei consulenti del lavoro di Bergamo giovedì 17 settembre hanno sottoscritto, a margine dell’assemblea annuale dell’Ordine svoltasi al Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo, una nuova convenzione per il tirocinio che anticipa la pratica professionale. 

Gli studenti avranno la possibilità di svolgere 6 dei 18 mesi del praticantato previsto per l’accesso alla professione di consulente del lavoro in concomitanza dell’ultimo anno di corso di studio per il conseguimento della laurea di primo livello o a ciclo unico in giurisprudenza.

]]>
Università degli Studi di Bergamo e Ufficio scolastico provinciale: nei risultati del test di medicina la scuola bergamasca è eccellenza Fri, 18 Sep 2020 16:21:58 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/661579.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/661579.html RedazioneSB RedazioneSB Sono stati resi noti i risultati del test d’accesso ai corsi di laurea a numero programmato in Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi Dentaria, sostenuti lo scorso 3 settembre da 744 studenti di Bergamo e provincia (58.343 in tutta Italia, 11259 i posti disponibili per medicina e 1103 per odontoiatria). 

Gli idonei, ovvero quelli che hanno totalizzato i 20 punti minimi necessari per concorrere alla graduatoria nazionale e alla distribuzione dei posti disponibili, sono stati il 68, 68,3% del totale (39.848 giovani) con un punteggio medio di 35,27. 

Il punteggio medio più alto a livello di ateneo è di 39,44 registrato a Bergamo, così come la percentuale di idonei più alta (80,56%).

«Alla luce di tali risultati, conseguiti dalle nostre ragazze e dai nostri ragazzi, otteniamo un’ulteriore conferma che la scuola bergamasca è d’eccellenza e che inoltre, durante il lockdown e i mesi di chiusura delle scuole, la didattica a distanza ha permesso di tenere ben saldo il filo delle relazioni e garantire continuità al prezioso ruolo educativo e formativo della scuola – dichiara la Direttrice dell’Ufficio scolastico territoriale di Bergamo, Patrizia Graziani –. Questo ci incoraggia a proseguire sulle strade dell’innovazione e la comparazione oggettiva dei punteggi mostra ancora una volta, come spesso avviene in vari prestigiosi concorsi anche nazionali e internazionali, che i nostri studenti si collocano fra le eccellenze. Un plauso va a loro come all’intero sistema scuola, grazie alla professionalità e alla dedizione di tanti insegnanti in grado di motivare allo studio e di appassionare gli studenti alla propria materia. Una dote che hanno mostrato anche in questo eccezionale e terribile periodo della pandemia».

«Questo risultato – sottolinea il Rettore dell’Università degli studi di Bergamo Remo Morzenti Pellegrini - è ancora più straordinario quest’anno, il primo anno in cui i candidati hanno dovuto sostenere il test nell’Ateneo più vicino alla loro residenza. È stata una sorpresa per noi, da un lato, e una ulteriore conferma, dall'altro, della qualità della scuola bergamasca che ripaga i nostri sforzi per come ci siamo dovuti organizzare in breve tempo per trovare una soluzione sicura e accessibile a tutti come il Lazzaretto. Qui si sono presentati un numero davvero significativo di studenti da cui ho raccolto diverse testimonianze, anche toccanti, sulla scelta di Medicina, comprensibile dopo quello che la nostra provincia ha passato. Racconti, numeri ed eccellenze che ci indicano una sola strada da seguire: far tesoro dei cervelli dei nostri ragazzi, delle competenze dei nostri presidi ospedalieri e dei nostri docenti e una ulteriore conferma dell'opportunità, da tanti auspicata, di avere presto a Bergamo un nuovo corso di laurea in Medicina»

Il punteggio più alto è stato conseguito a Padova 88,50. I primi 100 classificati sono concentrati in 37 atenei. Gli atenei con il maggior numero di candidati tra i primi 100 sono: Bologna (15), Insubria (9), Napoli Federico II (6), Torino (6) e Catania (6), Bergamo (5) e Milano (5).

*fonte: nota stampa del MUR

]]>
Crisi d’impresa nel post lockdown: ripensare la normativa per arginare i fallimenti Fri, 18 Sep 2020 14:17:43 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/661539.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/661539.html RedazioneSB RedazioneSB Covid 19 ha lasciato un conto pesante alle imprese italiane. Tra marzo e aprile 2020, oltre 4 imprese su 10 hanno dimezzato il valore del loro fatturatoe più della metà ha fatto ricorso alla cassa integrazione. Il solo Tribunale di Bergamo, città in cui l’emergenza sanitaria ha colpito più di altre, attende un raddoppio delle procedure concorsuali per i primi sei mesi del 2021, con il 50% in più di fallimenti. Ed è proprio da Bergamo che parte la riflessione sul futuro del tessuto imprenditoriale italiano e sulla sua capacità di reagire alla crisi, tema che sarà oggetto del convegno organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo, in programma il 21 e il 22 settembre, dal titolo: “Attività e futuro dell’impresa. Organi e strumenti per il governo della crisi al tempo della pandemia” https://www.odcec.bg.it/

 

La crisi da Coronavirus, oltre ad aver imposto alle imprese di adattarsi repentinamente a nuovi modelli di business, infatti, ha richiesto un deciso cambio di passo anche negli strumenti e nelle professionalità di supporto alle imprese. Lo stesso Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, frutto della riforma avviata nel 2015, ha visto posticipare la sua entrata in vigore dal 15 agosto 2020 al 1° settembre 2021. 

 

«Un rinvio inevitabile che dovrà essere preceduto da un’attenta revisione del testo e almeno altri sei mesi di rodaggio»- avverte Sandro Pettinato, Vice Segretario Generale di UnionCamereche presiederà la II sessione dei lavori in programma martedì, occupandosi delle prospettive future nella composizione della crisi d’impresa.  «Il codice– anticipa Pettinato – era stato pensato in un contesto completamente diverso, ma la Pandemia e il conseguente lockdown impongono di ripensare il modello previsto per gli OCRI (Organismi della Crisi) reimpostando il meccanismo con cui dovevano avvenire le segnalazioni. Non basta guardare i bilanci, bisogna basarsi anche su indicatori qualitativi e di contesto. Servono inoltre organismi composti non tanto da soggetti abilitati a occuparsi di fallimento o procedure concorsuali, ma da esperti di ristrutturazione aziendale. Infine, i costi: un processo di questo tipo oggi più che mai non può gravare su poche imprese, ma deve essere a carico della collettività». 

 

Se il Codice – pur meritorio nelle sue intenzioni – non sarà ripensato, secondo Pettinato, potrebbe crearsi un collo di bottiglia proprio a carico degli OCRI a cui potrebbero arrivare almeno 150 mila segnalazioni all’anno, ben lontane dalle stime pre Covid che viaggiavano sulle circa 20 o 30 mila segnalazioni. Del resto, come ricorda Unioncamere, già oggi, hanno fatto richiesta al Fondo Centrale di Garanzia circa 1 milione e 100 mila imprese, contro le 85 mila degli anni passati. L’esigenza di liquidità quindi, è evidente, anche se non tutte le aziende che al momento attraversano una fase di difficoltà finanziaria, sono in una condizione di profonda insolvenza e di reale crisi.

 

«I fallimenti dichiarati nel 2020 sono al momento 107 (a fronte dei 174 alla stessa data del 2019) e i concordati preventivi ammessi sono ad oggi 15 (a fronte dei 23 del 2019), ma ci attendiamo un raddoppio per il 2021. Ma, la legislazione emergenziale ha di fatto congelato per diversi mesi la possibilità di proporre istanze di fallimento ed ha ampliato i termini per la proposizione e l’adempimento dei concordati preventivi. Dunque, solo quando torneranno a operare le regole ordinarie, potremo leggere con esattezza gli effetti della pandemia sul sistema economico-finanziario delle imprese»- chiarisce Laura De Simone, Presidente di Sezione nel Tribunale di Bergamo, che coordinerà i lavori della III sessione dedicata alle soluzioni stragiudiziali e procedure concorsuali nel post lockdown. Ciò che è certo è che l’emergenza sanitaria in atto ha stravolto la realtà economica e giudiziaria del Paese e che per reinvestire, le imprese, dovranno adottare opportune contromisure e «poter contare– continua De Simone - sulla certezza delle regole e su professionalità di supporto adeguate». 

 

«Al momento registriamo un calo del margine operativo lordo dal 30 al 40%, purtroppo in linea con la riduzione dell’utilizzo dell’energia elettrica che tocca il -12%. Inoltre, alcuni comparti, come quello metalmeccanico, subiscono più di altri un grave problema di liquidità. – affermaSimona Bonomelli, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo Le misure fin qui proposte sono solo piccoli aiuti per la sopravvivenza. Non possono guidare la ripartenza che ha invece bisogno di forti investimenti in ricerca e sviluppo per favorire la creazione di nuovi canali di vendita e una nuova digitalizzazione dei processi produttivi. Anche per questo, abbiamo organizzato il convegno: mai come oggi è indispensabile favorire uno scambio di informazioni e di professionalità, a più livelli, e in maniera multidisciplinare. Solo così potremo capire come essere di concreto supporto alle aziende, e di conseguenza all’intero Paese, in questa fase così delicata». 

 

 

«I provvedimenti emergenziali - aggiungeMassimo Miani, presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti-non si sono posti l’obiettivo di fronteggiare le situazioni di crisi che sorgeranno a seguito della pandemia e che, purtroppo, con grande probabilità scaturiranno nell’insolvenza. Occorre intervenire in modo proattivo nel contenimento dei futuri dissesti. Il nodo dei finanziamenti alle imprese è un terreno da monitorare, così come quello delle responsabilità degli organi di amministrazione e di controllo, per nulla scudati come è invece è accaduto in altri paese d’Europa, ad esempio in Germania. E resta la problematica delle migliaia di imprese già liquidate o insolventi. I profili di preoccupazione sono molteplici. Occorrerà dunque rilanciare il sistema Giustizia per garantire alle imprese velocità, trasparenza e certezza nel giudicato che possa essere di attrattiva anche per gli investitori stranieri. E in questo quadro il sistema deve riconoscere il ruolo fondamentale di tutti i professionisti, e dei commercialisti in particolare, che quando il Codice della crisi entrerà in vigore, saranno a fianco dell’impresa, e del suo organo di amministrazione, nella veste di sindaco, revisore, advisor, attestatore, componente dell’OCRI».

 

Tanti i relatori di rilievo che parteciperanno alla due giorni. Tra gli altri, Paolo Magri, vice presidente esecutivo e direttore dell’ISPI, aprirà i lavori lunedì 21 settembre alle ore 14.45. A seguire, Renato Rodorf, presidente della Commissione Ministeriale per la riformadel diritto fallimentare, già presidente aggiunto della Corte di Cassazione, illustrerà gli assetti organizzativi dell’impresa e il diritto societario della crisi, mentre Mauro Vitiello, capo ufficio legislativo del Ministero della Giustizia, rifletterà sugli strumenti di regolazione della crisi. Martedì 22 settembre, si confronteranno, tra gli altri, Alvise Biffi, Presidente Piccola Industria di Confindustria Lombardia, Giovanni Staiano, Consulente Abi Servizi Spa, Aniello Aliberti, vicepresidente Confindustria Bergamo, Presidente del Comitato Piccola Industria di Confindustria Bergamo e Andrea Foschi, Consigliere del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.

Moderano le sessioni del convegno: la Dott.ssa Simona Bonomelli, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo; il Dott. Sandro Pettinato, Vice Segretario Generale UnionCamere e la Dott.ssa Laura De Simone, Presidente di Sezione nel Tribunale di Bergamo. 

]]>
550 studenti per il test di Scienze della formazione primaria, prossimi appuntamenti per gli studenti e le matricole Wed, 16 Sep 2020 15:52:51 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/661063.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/661063.html RedazioneSB RedazioneSB Sono 550 gli studenti, in prevalenza donne, che questa mattina hanno sostenuto il test d’ingresso al corso di laurea in Scienze della formazione primaria (180 posti disponibili) presso la “cittadella accademica” del Lazzaretto di Bergamo, allestita per rendere sicuri e accessibili test e attività accademiche previste nel mese di settembre dall’Università degli studi di Bergamo.

Prossimi appuntamenti in programma per studenti e matricole sono le giornate di presentazione dei dipartimenti, dal 22 al 2 ottobre, durante le quali verranno illustrati la struttura organizzativa delle lauree triennali e delle lauree quinquennali a ciclo unico, così come i contenuti dei vari corsi.

Mentre, da segnare in agenda, ultima possibilità per chi non si fosse iscritto entro il 10 settembre al bando estivo per accedere all’Università: dopo il 24 settembre, con la chiusura dei TOLC, sarà pubblicato un nuovo bando autunnale(Link https://www.unibg.it/node/9657)

Per informazioni www.unibg.it

PROGRAMMA PRESENTAZIONE CORSI

  • Martedì 22 settembre ore 10: corso di laurea in Giurisprudenza e corso di laurea in Diritto per l'impresa nazionale ed internazionale
  • mercoledì 23 settembre ore 10: corso di laurea in Lettere e corso di laurea in Filosofia
  • mercoledì 23.09.20 ore 14: corso di laurea in Scienze della comunicazione
  • giovedì 24.09.20 ore 10: corso di laurea in Lingue e letterature straniere moderne
  • venerdì 25.09.20 ore 10: corso di laurea in Economia aziendale
  • venerdì 25.09.20 ore 14: corso di laurea in Economia
  • sabato 26.09.2020 ore 10: corso di laurea in Scienze motorie e sportive e corso di laurea in Scienze dell'educazione
  • lunedì 28.09.20 ore 10: corso di laurea in Ingegneria meccanica e corso di laurea in Ingegneria delle tecnologie per l'edilizia
  • lunedì 28.09.20 ore 14: corso di laurea in Ingegneria delle tecnologie per la salute, corso di laurea in Ingegneria gestionale, corso di laurea in Ingegneria informatica
  • venerdì 2.10.20 ore 10: corso di laurea in Scienze della formazione primaria e Scienze psicologiche
]]>
Proroga del processo partecipativo “Città Alta Plurale” Tue, 15 Sep 2020 13:55:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/660770.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/660770.html RedazioneSB RedazioneSB A seguitodell’emergenzacausatadalCovid-19,ilComunediBergamoeil CentroStudisulTerritoriodell’UniversitàdeglistudidiBergamohannodecisodiprorogareilprocesso partecipativo “Città Alta Plurale” fino a dicembre 2020 per continuare l’intervento di democrazia interattiva,qualebaseperlarevisionedelPPRCA-PianoParticolareggiatoperCittàAltaeBorgoCanale, e completare la consultazione degli abitanti. Tale proroga è l’occasione per rinnovare il processo partecipativo:vieneintrodottaunanuovasezionediconsultazionedegliabitantidaltitolo“CittàAlta pluraleintempodiCovid-19”dedicataadaffrontarealcune“fragilità”dell’abitareurbanizzatoemobile dei nostri territori, ma anche le opportunità offerte dalle tecnologie informatiche emerse durante l’epidemia.CittàAltasiprospettadunquequalelaboratorioperpensareunnuovomododiabitare urbano emobile.

 

Infatti, come evidenziato dalla ricerca svolta presso il CST-Centro Studi sul Territorio dell’Università degli Studi di Bergamo intitolata Mapping riflessivo sul contagio del covid-19. Dalla localizzazione del fenomeno all’importanza della sua dimensione territoriale coordinata della Prof.ssa Emanuela Casti e dal Prof. Fulvio Adobati (https://cst.unibg.it/it), l’abitare mobile e urbanizzato delle nostre regioni ha favorito l’estendersi del contagio e oggi, nella fase endemica, vanno controllate le situazioni di pericolo, scongiurando il rischio di assembramenti negli spazi e nei luoghi pubblici, riducendo il livello di inquinamento atmosferico, limitando l’utilizzo dei mezzi pubblici di trasporto collettivo, strutturando una adeguata dotazione di presidi sanitari territoriali, ampliando ove possibile gli spazi formativi di tutti gli ordini e gradi per permettere il distanziamento. Inoltre, nella fase di emergenza del lockdown, sono emerse le potenzialità delle tecnologie dell’informazione che hanno consentito di supplire a distanza all’impossibilità di svolgere le attività lavorative e formative in presenza, e hanno garantito le relazioni sociali. Di fronte a tali potenzialità, opportunità e nuove consapevolezze, Città Alta si prospetta quale laboratorio per pensare un nuovo modo di abitare urbano e mobile: nodo del sistema policentrico di Bergamo, sede di un Parco regionale, spazio identitario della cultura e della formazione bergamasca, emblema di risorse storiche ed artistiche, essa si prospetta luogo di sperimentazione di un nuovo abitare tecnologico che includa un turismo consapevole, in una sinergia finora inedita.

 

Per consultare i cittadini su questa visione il processo partecipativo continua sulle questioni (la residenza, la mobilità, il rapporto costruito/paesaggio, i fattori dinamizzanti) precedentemente identificateeancorpiùvalideoggiallalucediquantoscaturitodall’epidemiaacuisiaggiungonoibisogni daessaacuitirelativiall’assistenzasanitariaeassistenzialeeallanecessarialottaall’inquinamento (riscaldamentoemezziditrasporto),alletecnologiedell’informazioneedell’intelligenzaartificiale. Dunque,lelineedellanuovafasediconsultazionesono:

·                EVITAREGLIASSEMBRAMENTIneglispazieluoghipubblici;

·                RIDURREILPENDOLARISMOscolasticoelavorativo;

·                GESTIREIMEZZIDITRASPORTOPUBBLICOmedianteiltrafficomodulareelaflessibilitàdiorari;

·             RIDURRE L’INQUINAMENTO con nuove modalità di accesso a Città Alta e incentivi per riscaldamentoabitativoaimpattoridotto;

·                DOTAREILTERRITORIOdiadeguatiPRESIDISANITARI;

·                IMPLEMENTARELACOPERTURAAFIBRAOTTICAperlaconnessioneInternetadaltavelocità;

·                SPERIMENTAREFORMEDIINTELLIGENZAARTIFICIALEnellamobilitàmodularegreen;

·                AMPLIARE GLI SPAZI FORMATIVI di ogni ordine e grado per permettere ildistanziamento.

 

<!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-priority:1; mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:none; text-autospace:none; font-size:11.0pt; font-family:"Trebuchet MS"; mso-fareast-font-family:"Trebuchet MS"; mso-bidi-font-family:"Trebuchet MS"; mso-bidi-language:IT;} p.MsoBodyText, li.MsoBodyText, div.MsoBodyText {mso-style-priority:1; mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; mso-style-link:"Corpo del testo Carattere"; margin-top:0cm; margin-right:0cm; margin-bottom:0cm; margin-left:44.5pt; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:none; text-autospace:none; font-size:10.0pt; font-family:"Trebuchet MS"; mso-fareast-font-family:"Trebuchet MS"; mso-bidi-font-family:"Trebuchet MS"; mso-bidi-language:IT;} p.MsoListParagraph, li.MsoListParagraph, div.MsoListParagraph {mso-style-priority:1; mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; margin-top:.3pt; margin-right:0cm; margin-bottom:0cm; margin-left:44.5pt; margin-bottom:.0001pt; text-indent:-20.9pt; mso-pagination:none; text-autospace:none; font-size:11.0pt; font-family:"Trebuchet MS"; mso-fareast-font-family:"Trebuchet MS"; mso-bidi-font-family:"Trebuchet MS"; mso-bidi-language:IT;} span.CorpodeltestoCarattere {mso-style-name:"Corpo del testo Carattere"; mso-style-priority:1; mso-style-unhide:no; mso-style-locked:yes; mso-style-link:"Corpo del testo"; mso-ansi-font-size:10.0pt; mso-bidi-font-size:10.0pt; font-family:"Trebuchet MS"; mso-ascii-font-family:"Trebuchet MS"; mso-fareast-font-family:"Trebuchet MS"; mso-hansi-font-family:"Trebuchet MS"; mso-bidi-font-family:"Trebuchet MS"; mso-ansi-language:IT; mso-fareast-language:IT; mso-bidi-language:IT;} .MsoChpDefault {mso-style-type:export-only; mso-default-props:yes; font-size:11.0pt; mso-ansi-font-size:11.0pt; mso-bidi-font-size:11.0pt; font-family:Calibri; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-ansi-language:EN-US; mso-fareast-language:EN-US;} .MsoPapDefault {mso-style-type:export-only; mso-pagination:none; text-autospace:none;} @page WordSection1 {size:595.5pt 842.0pt; margin:34.0pt 51.0pt 14.0pt 51.0pt; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.WordSection1 {page:WordSection1;} /* List Definitions */ @list l0 {mso-list-id:981891238; mso-list-type:hybrid; mso-list-template-ids:-1334430580 1431468760 737542826 -1369127238 1587587702 347386818 -1239230634 -1720573088 -1661439766 865351002;} @list l0:level1 {mso-level-start-at:0; mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; margin-left:41.65pt; text-indent:-20.9pt; mso-ansi-font-size:10.0pt; mso-bidi-font-size:10.0pt; font-family:Symbol; mso-fareast-font-family:Symbol; mso-bidi-font-family:Symbol; mso-font-width:99%; mso-ansi-language:IT; mso-fareast-language:IT; mso-bidi-language:IT;} @list l0:level2 {mso-level-start-at:0; mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:•; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; margin-left:87.1pt; text-indent:-20.9pt; mso-ansi-language:IT; mso-fareast-language:IT; mso-bidi-language:IT;} @list l0:level3 {mso-level-start-at:0; mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:•; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; margin-left:132.25pt; text-indent:-20.9pt; mso-ansi-language:IT; mso-fareast-language:IT; mso-bidi-language:IT;} @list l0:level4 {mso-level-start-at:0; mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:•; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; margin-left:177.35pt; text-indent:-20.9pt; mso-ansi-language:IT; mso-fareast-language:IT; mso-bidi-language:IT;} @list l0:level5 {mso-level-start-at:0; mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:•; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; margin-left:222.5pt; text-indent:-20.9pt; mso-ansi-language:IT; mso-fareast-language:IT; mso-bidi-language:IT;} @list l0:level6 {mso-level-start-at:0; mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:•; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; margin-left:267.65pt; text-indent:-20.9pt; mso-ansi-language:IT; mso-fareast-language:IT; mso-bidi-language:IT;} @list l0:level7 {mso-level-start-at:0; mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:•; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; margin-left:312.75pt; text-indent:-20.9pt; mso-ansi-language:IT; mso-fareast-language:IT; mso-bidi-language:IT;} @list l0:level8 {mso-level-start-at:0; mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:•; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; margin-left:357.9pt; text-indent:-20.9pt; mso-ansi-language:IT; mso-fareast-language:IT; mso-bidi-language:IT;} @list l0:level9 {mso-level-start-at:0; mso-level-number-format:bullet; mso-level-text:•; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; margin-left:403.05pt; text-indent:-20.9pt; mso-ansi-language:IT; mso-fareast-language:IT; mso-bidi-language:IT;} -->

La fase di consultazione continuerà sotto il coordinamento del gruppo di ricerca del CST- DiathesisLab, dal settembre fino a metà novembre 2020, per interloquire con le diverse categorie di abitanti in incontri e focus group (in presenza o a distanza, compatibilmente con le disposizioni relative all’epidemia) coinvolgendo le reti sociali, le associazioni e i comitati di quartiere per consentire a tutti i cittadini di partecipare ed esprimere le proprie opinioni nella piattaforma on-line “Città Alta Plurale” disponibile sulla home page del Comune di Bergamo (www.comune.bergamo.itoppure www.cittaaltaplurale.unibg.it).

]]>
Attività e futuro dell’impresa: organi e strumenti per il governo della crisi al tempo della pandemia Mon, 14 Sep 2020 16:23:04 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/660555.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/660555.html RedazioneSB RedazioneSB Teatro Sociale, Via Bartolomeo Colleoni, 4 (Bergamo Alta) - Auditorium del Seminario Vescovile Giovanni XXIII Via Arena, 11 (Bergamo Alta)

 

L’attività e il futuro dell’impresa, tema delicato e mai come oggi attuale nel contesto economico post emergenza Covid-19, sarà al centro del convegno dell’Ordine dei Commercialisti di Bergamo, in programma lunedì 21 e martedì 22 settembre 2020.

 

La pandemia ha determinato un forte impatto negativo sulle attività economiche italiane, imponendo agli imprenditori un netto cambiamento nel modus operandi e rendendo imprescindibile rilevare in modo tempestivo i segnali della crisi. È proprio in questo contesto incerto è importante dare un contributo alle imprese per fornire loro gli strumenti necessari per affrontare la crisi e ambire a una vera e propria “ripartenza”.

 

In questo scenario– come afferma Simona Bonomelli, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo– la formazione professionale non è solo uno scambio di informazioni, ma un’opportunità di relazione tra persone, che permette di ampliare il proprio bacino di consapevolezza dello scibile e di condividere la propria esperienza sia a livello umano sia a livello intellettuale. Nella convinzione che la competenza è il nostro valore aggiunto, ritengo indispensabili le occasioni di incontro come quella in oggetto, per un costante miglioramento delle nostre abilità, da mettere al servizio del cittadino, per il raggiungimento del bene comune, nel rispetto della missione che deontologicamente ci proponiamo di attuare e rispettare”.

 

Moderano le sessioni del convegno– Gli organi di controllo dell’impresa: la mutazione genetica e gli scenari futuri dott.ssa Simona Bonomelli, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo; La composizione della crisi d’impresa: prospettive future dott. Sandro Pettinato, Vice Segretario Generale UnionCamere; Il superamento del lockdown tra soluzioni stragiudiziali e procedure concorsuali dott.ssa Laura De Simone, Presidente di Sezione nel Tribunale di Bergamo. 

 

Attesi anche gli interventi del dott.Paolo Magri, Vice Presidente esecutivo e direttore dell’ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale); dott. Renato Rordorf, Presidente della Commissione Ministeriale per la riforma; dott. Mauro Vitiello, Capo Ufficio Legislativo del Ministero della Giustizia.

]]>
La fantasia della Carità: opere di Fabio Agliardi Wed, 09 Sep 2020 16:22:13 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/659686.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/659686.html RedazioneSB RedazioneSB

Lo scorso 12 giugno – data originariamente prevista per l’inaugurazione a Palazzo Creberg della mostra La fantasia della Carità – è stato pubblicato sui canali social della Fondazione il suggestivo video che consente la visita virtuale alla esposizione delle opere di Fabio Agliardi.

 

Da oltre dieci anni Fondazione Creberg ha ideato e realizzato un progetto culturale che ha come obiettivo la sensibilizzazione del pubblico – attraverso esposizioni artistiche itineranti che approfondiscono tematiche che riguardano la persona umana e l’ambiente circostante – collaborando con artisti contemporanei.

 

In stretta correlazione con i Curatori (Angelo Piazzoli, Segretario Generale di Fondazione Creberg, e Tarcisio Tironi, Direttore del MACS di Romano di Lombardia), Fabio Agliardi ha realizzato quindici pannelli (150x150 cm) dedicati al tema della misericordia. Nelle tele sono raffigurate le sette opere di misericordia corporale e le sette opere di misericordia spirituale, mentre il quindicesimo dipinto raffigura “La cura della Casa Comune”, innovativa opera di misericordia delineata da Papa Francesco nel suo messaggio del 1° settembre 2016 per la giornata mondiale dipreghiera per la cura del Creato. In tutti i dipinti sono state inserite rappresentazioni di luoghi o monumenti della città di Bergamo e della provincia, selezionati dall’artista per meglio esplicitare ilmessaggio.

 

A causa delle restrizioni sanitarie, la mostra La fantasia della Carità non è stata allestita nel Salone Principale di Palazzo Creberg; come già evidenziato in premessa, dal 12 giugno 2020 è stato pubblicato, sul sito (www.fondazionecreberg.it) e sui canali social della Fondazione, un video che consente una accurata visita virtuale.

 

Ora – grazie alla collaborazione della Fondazione Credito Bergamasco con il M.A.C.S. di Romano di Lombardia, con Grumello Arte e con la Parrocchia di Sant’ Andrea in Città Alta – l’esposizione sarà resa visibile al pubblico, dal vivo, riprendendo l’esperienza itinerante nel pieno rispetto delle normative sanitarie vigenti. Presso le sedi di mostra sarà distribuito gratuitamente ai visitatori il catalogo edito dalla Fondazione, il cui PDF sarà comunque visibile e scaricabile dal sito di Fondazione Creberg a partire dal 18 settembre 2020.

 

La prima tappa si terrà a Romano di Lombardia presso la Basilica di San Defendente (19 settembre – 11 ottobre) con presentazione il giorno 19 settembre alle ore 17.30.

 

Seguirà poi Grumello del Monte presso la Chiesa SS. Trinità (17 ottobre – 15 novembre) con presentazione il giorno 17 ottobre alle ore 16.00 nella Chiesa Parrocchiale.

 

L’ultima tappa sarà in Bergamo Alta presso la Chiesa di Sant’Andrea (28 novembre –

20 dicembre), con presentazione il giorno 27 novembre alle ore 18.00.

 

Grazie alla sensibilità della famiglia dell’artista – che ha dato seguito ad una intesa verbale intercorsa a suo tempo tra Fabio Agliardi e il Segretario Generale della Fondazione – le quindici opere sono state acquisite da Fondazione Creberg che, al termine del percorso espositivo itinerante, ne farà dono ad enti e associazioni del territorio che, a giudizio della Fondazione stessa, ne siano particolarmente meritevoli o per esercizio di una particolare opera di misericordia (raffigurata nel dipinto donato) o per rilevanza del ruolo sociale e civile svolto nellacomunità.

 

Mediante questo ulteriore gesto la Fondazione intende ricordare adeguatamente la figura di Fabio Agliardi, scomparso il 13 aprile 2020, Lunedì dell'Angelo, non superando gravi complicazioni derivanti da infezione da virus Covid 19; egli rappresenta dunque una delle vittime della terribile epidemia che così duramente ha colpito Bergamo e i nostriterritori.

 

 

 

«La mostra “La fantasia della Carità” – evidenzia Angelo Piazzoli – intende ricordare la persona e l'attività di Fabio Agliardi attraverso quindici opere, monumentali e intense, che mai avremmo pensato avrebbero costituito un mirabile testamento spirituale e artistico; la loro donazione a formazioni sociali e la loro collocazione in luoghi pubblici lascerà un segno diffuso della mostra e dei suoi intenti culturali in località del territorio ove le opere di carità vengono quotidianamente declinate nella vita reale».

]]>
La fantasia della Carità: opere di Fabio Agliardi Wed, 09 Sep 2020 16:09:45 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/659684.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/659684.html RedazioneSB RedazioneSB

Lo scorso 12 giugno – data originariamente prevista per l’inaugurazione a Palazzo Creberg della mostra La fantasia della Carità – è stato pubblicato sui canali social della Fondazione il suggestivo video che consente la visita virtuale alla esposizione delle opere di Fabio Agliardi.

 

Da oltre dieci anni Fondazione Creberg ha ideato e realizzato un progetto culturale che ha come obiettivo la sensibilizzazione del pubblico – attraverso esposizioni artistiche itineranti che approfondiscono tematiche che riguardano la persona umana e l’ambiente circostante – collaborando con artisti contemporanei.

 

In stretta correlazione con i Curatori (Angelo Piazzoli, Segretario Generale di Fondazione Creberg, e Tarcisio Tironi, Direttore del MACS di Romano di Lombardia), Fabio Agliardi ha realizzato quindici pannelli (150x150 cm) dedicati al tema della misericordia. Nelle tele sono raffigurate le sette opere di misericordia corporale e le sette opere di misericordia spirituale, mentre il quindicesimo dipinto raffigura “La cura della Casa Comune”, innovativa opera di misericordia delineata da Papa Francesco nel suo messaggio del 1° settembre 2016 per la giornata mondiale dipreghiera per la cura del Creato. In tutti i dipinti sono state inserite rappresentazioni di luoghi o monumenti della città di Bergamo e della provincia, selezionati dall’artista per meglio esplicitare ilmessaggio.

 

Per l’approfondimento relativo alle caratteristiche della mostra e agli intendimenti ad essa sottostanti, si rinvia al comunicato stampa del 10 giugno 2020 (in allegato).

 

A causa delle restrizioni sanitarie, la mostra La fantasia della Carità non è stata allestita nel Salone Principale di Palazzo Creberg; come già evidenziato in premessa, dal 12 giugno 2020 è stato pubblicato, sul sito (www.fondazionecreberg.it) e sui canali social della Fondazione, un video che consente una accurata visita virtuale.

 

Ora – grazie alla collaborazione della Fondazione Credito Bergamasco con il M.A.C.S. di Romano di Lombardia, con Grumello Arte e con la Parrocchia di Sant’ Andrea in Città Alta – l’esposizione sarà resa visibile al pubblico, dal vivo, riprendendo l’esperienza itinerante nel pieno rispetto delle normative sanitarie vigenti. Presso le sedi di mostra sarà distribuito gratuitamente ai visitatori il catalogo edito dalla Fondazione, il cui PDF sarà comunque visibile e scaricabile dal sito di Fondazione Creberg a partire dal 18 settembre 2020.

 

La prima tappa si terrà a Romano di Lombardia presso la Basilica di San Defendente (19 settembre – 11 ottobre) con presentazione il giorno 19 settembre alle ore 17.30.

 

Seguirà poi Grumello del Monte presso la Chiesa SS. Trinità (17 ottobre – 15 novembre) con presentazione il giorno 17 ottobre alle ore 16.00 nella Chiesa Parrocchiale.

 

L’ultima tappa sarà in Bergamo Alta presso la Chiesa di Sant’Andrea (28 novembre –

20 dicembre), con presentazione il giorno 27 novembre alle ore 18.00.

 

Grazie alla sensibilità della famiglia dell’artista – che ha dato seguito ad una intesa verbale intercorsa a suo tempo tra Fabio Agliardi e il Segretario Generale della Fondazione – le quindici opere sono state acquisite da Fondazione Creberg che, al termine del percorso espositivo itinerante, ne farà dono ad enti e associazioni del territorio che, a giudizio della Fondazione stessa, ne siano particolarmente meritevoli o per esercizio di una particolare opera di misericordia (raffigurata nel dipinto donato) o per rilevanza del ruolo sociale e civile svolto nellacomunità.

 

Mediante questo ulteriore gesto la Fondazione intende ricordare adeguatamente la figura di Fabio Agliardi, scomparso il 13 aprile 2020, Lunedì dell'Angelo, non superando gravi complicazioni derivanti da infezione da virus Covid 19; egli rappresenta dunque una delle vittime della terribile epidemia che così duramente ha colpito Bergamo e i nostriterritori.

 

 

 

«La mostra “La fantasia della Carità” – evidenzia Angelo Piazzoli – intende ricordare la persona e l'attività di Fabio Agliardi attraverso quindici opere, monumentali e intense, che mai avremmo pensato avrebbero costituito un mirabile testamento spirituale e artistico; la loro donazione a formazioni sociali e la loro collocazione in luoghi pubblici lascerà un segno diffuso della mostra e dei suoi intenti culturali in località del territorio ove le opere di carità vengono quotidianamente declinate nella vita reale».

]]>
Al Parco Ittico Paradiso arriva una nuova specie Wed, 09 Sep 2020 14:13:27 +0200 http://comunicati.net/comunicati/turismo/varie/659639.html http://comunicati.net/comunicati/turismo/varie/659639.html RedazioneSB RedazioneSB  

Sono arrivati al Parco tre esemplari di capra orobica autoctona, due femmine e un maschio, una preziosa specie protagonista, insieme a tutte le caprette della fattoria, domenica 13 settembre al Parco Ittico Paradiso di un nuovo laboratorio educativo che, dopo il grande successo della giornata sulle Libellule e sulle Damigelle, torna a coinvolgere i più piccoli, in totale sicurezza.  

 

Domenica 13 settembre i bambini verranno accompagnati in un viaggio “in fattoria” alla scoperta di questi animali comuni ma le cui peculiarità sono sconosciute ai più. I bambini potranno così scoprire e prendersi cura degli esemplari presenti al parco aiutando il personale addetto e conoscendo le nuove arrivate al parco: le capre orobiche. Da questa settimana infatti il Parco Ittico ospita tre esemplari, due femmine e un maschio, di questa particolare specie tipicamente originaria delle Orobie e caratterizzata da corna imponenti che si torcono verso i lati, mantello dai colori più svariati e un pelo lungo che sfuma dal nero al grigio.

 

I laboratori avranno una durata di tre quarti d’ora e, nell’area dedicata, i bambini oltre a conoscere da vicino i due esemplari protagonisti del laboratorio avranno a disposizione materiale creativo, per creare dei piccoli lavoretti a tema, disposto su grandi tavoli per permettere il distanziamento sociale e che ad ogni uso verrà disinfettato dal personale addetto.

 

Durante i laboratori, i bambini verranno divisi in piccoli gruppi e sarà possibile iscriversi direttamente al Parco nella postazione dedicata. All’interno del Parco, vengono rispettate tutte le norme di sicurezza vigenti per il protocollo Covid-19 che prevedono: l’utilizzo di dispenser igienizzanti disponibili all’ingresso e all’uscita, e nella zona dei laboratori, la sospensione del servizio navetta - con la possibilità di avvicinarsi al Parco in auto, percorrendo l’ultimo tratto a piedi –, e l’obbligo di mascherina.

 

In caso di maltempo gli eventi saranno rimandati a data da destinarsi.  Per info: www.parcoittico.it 02/9065714 - info@parcoittico.it. Per rimanere aggiornati sui prossimi eventi visitare la pagina Facebook e Instagram del Parco. 

]]>
Un dono per la città che rinasce: il volume fotografico di Alex Persico Tue, 08 Sep 2020 18:14:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/659490.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/659490.html RedazioneSB RedazioneSB  

Alto e basso. Ieri e oggi. Bianco e nero. È una città dalle plurime sfaccettature quella che emerge da «Insolite Visioni. La passione per il volo. Bergamo dall’alto», il volume fotografico edito da Grafica & Arte firmato da Alex Persico, fotografo specializzato in fotografie aeree, che in occasione del trentennale della sua carriera ha deciso di regalare a Bergamo un reportage inedito e profondo, dall’alto valore simbolico. Il volume di Persico, nelle librerie e sui principali siti di e-commerce, cattura infatti l’immagine di una Bergamo desiderosa di tornare alla normalità dopo essere stata travolta dall’emergenza Covid-19.  

Ripresa con l’uso di droni - strumento a cui Persico, iscritto al registro ENAC come operatore riconosciuto, si è avvicinato fin dal 2010 -, Bergamo appare ancora più autentica in questo suo scatto di rinascita. Una città che dietro ogni tetto o facciata inneggia alla vita. Il lavoro di Persico si realizza, infatti, per assonanze e contrapposizioni: immagini di edifici storici, immobili rispetto al passaggio del tempo, si alternano a quartieri in rapida trasformazione, che puntano veloci al futuro.  

Gli scatti sono stati realizzati in vari periodi dal 2010 ad oggi e ripropongono i paesaggi di un viaggio che inizia a partire dallo svincolo autostradale di Bergamo, da dove si biforcano due arterie che originano il grande anello della circonvallazione nel quale si intersecano le direttrici per l’aeroporto e per il centro della città. La lettura fotografica parte dunque dalla periferia, raggiunge la stazione dei treni, prosegue verso il centro e Città alta e scende lungo i borghi storici e le periferie industriali. 

Il volume si completa con una selezione di fotografie tratte dalla pubblicazione “Bergamo dal cielo”, realizzata tra il 1981 e il 1985 da Grafica & Arte con le fotografie di Piero Orlandi, scatti nati da vertiginose riprese aeree, come si usava fare un tempo che dialogano con gli scatti realizzati con i droni. Una sperimentazione che troverà ulteriore espressione in una mostra in programma per la primavera 2021.

«Volevo dedicare a Bergamo, città che negli ultimi mesi ha dovuto affrontare una grande prova, un ricordo che, in un certo senso, fosse immortale, come solo la fotografia sa essere. Ho scelto così di intraprendere un viaggio ad altitudini elevate in cui, grazie alla tecnologia, la città potesse mostrarsi con uno sguardo diverso. E mi sono accorto che è proprio con questa visione dall’alto che Bergamo si è saputa rivelare molto di più di quanto non faccia nella prospettiva orizzontale cui siamo solitamente abituati. Mi sono poi affidato all’utilizzo della scala di grigi con cui ho amalgamato e sfumato il paesaggio. Il bianco e nero non solo ha definito i contorni, ma ha dato forma alle emozioni contrastanti che tutti noi abbiamo vissuto in questi mesi» - anticipa l’autore, Alex Persico.

Il libro vuole quindi essere un modo per celebrare la bellezza e il fascino della città di Bergamo con un occhio moderno, cogliendo le trasformazioni che in questi anni l’hanno attraversata. 

Facebook: Alex Persico 

Instagram: persicoalex

Linkedin: Persico Alessandro

L’autore - Fotografo professionista fin dal 1990, Alex Persico lavora in maniera autonoma e fonda AP Fotografia, esito della pluriennale esperienza e della sua passione per l’arte del fotografare. Al passo con i tempi, con le nuove tecnologie e il mutamento sociale, Alex abbraccia l’era del digitale sfruttando tutte le sue possibilità fino a sviluppare progetti e lavori tecnologicamente avanzati, specializzandosi e diversificando la sua attività in quattro ambiti: fotografia aerea, virtual tour 3D, shooting aziendali e fotografia d’architettura. Il suo interesse per la tecnologia l’ha portato ad esplorare le innumerevoli possibilità della fotografia aerea mediante l’utilizzo del drone, uno strumento a cui Persico si è avvicinato fin dal 2010, utilizzando SAPR autorizzati.

]]>
Al parco Le Cornelle un nuovo fiocco rosa Wed, 02 Sep 2020 20:55:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/658467.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/658467.html RedazioneSB RedazioneSB Fiocco rosa al Parco Faunistico Le Cornelle. Lo scorso 02 Luglio è nato un raro esemplare di pantera nera. Il nome? Tutto da scegliere, con la possibilità per chiunque vorrà dare la propria preferenza, di partecipare dal 3 al 10 settembre al contest sulla pagina Facebook del Parco.

 La cucciola, figlia della coppia di pantere nere Richard (9 anni) e Kala (7 anni), sorellina minore di Leyla, nata nel 2017 e di Moon e King, i due cuccioli nati nel Parco lo scorso anno, e ora ospitati presso la struttura belga Le Monde Sauvage, fin dai primi giorni di vita ha manifestato un carattere fiero e combattivo, molto simile a quello della madre Kala.

 Il cucciolo di Pantera, ancora in attesa di nome, pesa 3,2 kg e gode di ottima salute, è infatti costantemente monitorata dai veterinari del Parco che in questo primo periodo di vita controllano il cucciolo quotidianamente per verificare la crescita e lo stato di salute della piccola.

 La nascita della pantera è un evento raro che, replicato negli anni, sottolinea come le condizioni di vita ottimali degli animali al Parco diano la possibilità di creare i presupposti per l’affiatamento e l’allevamento da parte dei genitori di nuovi cuccioli. Come in natura, la madre si occuperà del cucciolo per un periodo di massimo due anni, al fine di garantirne una corretta crescita psicofisica, per poi poter essere trasferita in un’altra struttura zoologica e creare la propria famiglia. Le pantere infatti possono raggiungere e superare i 20 anni e nell’arco della loro vita possono avere dalle 8 alle 10 gravidanze.

 Con il suo manto scuro e lucido, la pantera nera o Panthera pardus è la regina della giungla, un felino che è la variante nera del leopardo africano. La pantera è un formidabile cacciatore che tende agguati nascosta tra i cespugli o sugli alberi.

]]>
Al Parco Ittico Paradiso due giornate per conoscere da vicino gli animali del parco Wed, 02 Sep 2020 17:31:14 +0200 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/658448.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/658448.html RedazioneSB RedazioneSB Tornano al Parco Ittico Paradiso i laboratori educativi! Con due giornate pensate per i più piccoli e in totale sicurezza: Domenica 6 settembre e domenica 13 settembre al Parco Ittico, Libellule, Damigelle e Caprette non avranno più segreti! Sono infatti loro i protagonisti dei due appuntamenti dedicati ai bambini per conoscere da vicino alcune specie del parco.

 Si parte domenica 6 settembre con le Libellule e le Damigelle: entrambi appartenenti alla famiglia degli “Odonati” si distinguono per dimensione, colore e utilizzo delle ali, le prime, chiamate comunemente anche vere libellule tengono le ali aperte e orizzontali, mentre le damigelle le tengono verticali e chiuse sopra il corpo. Queste ultime sono di dimensioni più piccole e variamente colorate nelle sfumature del blu. Hanno entrambi un corpo allungato, occhi molto grandi, antenne corte e due paia di ali trasparenti. Tutte si nutrono di insetti, gli esemplari adulti vivono nell’aria e predano altri insetti mentre, in stato larvale (Ninfae) vivono in acqua e catturano altri piccoli invertebrati, ad eccezione delle specie più grandi che sono in grado di catturare anche piccoli pesciolini.  

 I laboratori pensati dal Parco porteranno proprio i piccoli alla scoperta della specie tra i canali del parco, qui sarà possibile ammirare le libellule e damigelle adulte mentre, con l’aiuto di un retino, i bambini assisteranno alla pesca delle ninfae effettuata del biologo che racconterà la vita della specie, per poi portare l’attenzione del bambino sulla creazione artistica dando sfogo alla propria fantasia e creatività nella creazione della propria libellula di carta.  

I laboratori avranno una durata di tre quarti d’ora e, nell’area dedicata, i bambini avranno a disposizione lente d’ingrandimento e materiale creativo disposti su grandi tavoli per permettere il distanziamento sociale e ad ogni uso verranno disinfettati dal personale addetto.

 Domenica 13 settembre sarà invece la giornata dedicata alle caprette dove i bambini verranno accompagnati in un viaggio “in fattoria” alla scoperta di un animale molto comune ma le cui peculiarità sono sconosciute ai più, i bambini potranno così scoprire e prendersi cura degli esemplari presenti del parco aiutando il personale addetto.

Gran finale sabato 26 settembre e domenica 27 settembre con la Festa d’Autunno dove grandi e piccini potranno festeggiare l’arrivo della nuova stagione autunnale con laboratori pensati nel rispetto delle normative dove gli animali e le specie acquatiche saranno le vere protagoniste, per un arrivederci a primavera.

 Durante i laboratori, i bambini verranno divisi in piccoli gruppi e sarà possibile iscriversi direttamente al Parco nella postazione dedicata. All’interno del Parco, vengono rispettate tutte le norme di sicurezza vigenti per il protocollo Covid-19 che prevedono: l’utilizzo di dispenser igienizzanti disponibili all’ingresso e all’uscita, e nella zona dei laboratori, la sospensione del servizio navetta - con la possibilità di avvicinarsi al Parco in auto, percorrendo l’ultimo tratto a piedi –, e l’obbligo di mascherina.

 In caso di maltempo gli eventi saranno rimandati a data da destinarsi.  Per info: www.parcoittico.it 02/9065714 - info@parcoittico.it. Per rimanere aggiornati sui prossimi eventi visitare la pagina Facebook e Instagram del Parco. 

]]>
Siamo tornati in scena! Tue, 01 Sep 2020 16:32:41 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/ballo_e_danza/658221.html http://comunicati.net/comunicati/arte/ballo_e_danza/658221.html RedazioneSB RedazioneSB Dopo due mesi davvero intensi cala il sipario su Torniamo in scena. Estate duemila[e]venti, un’esperienza straordinaria che dopo il lungo lockdown che ha messo in ginocchio tutto il settore dello spettacolo dal vivo, ha trasformato la città in un luogo di offerta artistica con una modalità originale prima mai realizzata.

 

Due i filoni narrativi lungo cui si è svolto il racconto dell’estate culturale di Bergamo:Lazzaretto on StageeAffacciati alla finestra

 

Il primo si è tradotto nel grande palco estivo appositamente montato al Lazzaretto, luogo adatto alle nuove normative di sicurezza ma anche fortemente simbolico. Per la prima volta si sono alternati festival e rassegne annullate a causa del Covid-19, in un unico cartellone che ha permesso al pubblico di trascorrere piacevoli serate estive.

Hanno risposto alla chiamata dell’Assessorato alla Cultura realtà importanti come Bergamo Jazz, Stagione di Prosa e Donizetti Opera, Festival Pianistico, Festival Danza Estate, Orlando, deSidera, Eccentrici, Shakespeare is now!, Borghi&Burattini, i Teatri dei Bambini, insieme a soggetti comePandemonium, Teatro Caverna, Teatro Prova, CDpM. La Fondazione della Comunità bergamascaha sostenuto la realizzazione della manifestazione con un importante contributo.

Il successo del pubblico è testimoniato dagli oltre 4.500 biglietti venduti.

 

Altrettanto originale il secondo filone, un susseguirsi di incursioni artistiche nei quartieri cittadini: performances improvvise, per diffondere musica, racconti e danze nei cortili e nelle piazzette normalmente non raggiunte da eventi culturali. Oltre 70 sono stati gli artisti coinvolti, per un totale di 114 esibizioni,circa 40 locations in 20 quartieri: un evento artistico corale seguito da oltre 1.800 persone.Affacciati alla finestraè stato realizzato con il coordinamento artistico del TTB - Teatro Tascabile di Bergamo per il teatro,Doc LiveDoc Servizi Bergamoper la musica,23/C Artper la danza, e con il coordinamento logistico di Hg80

Il progetto ha inoltre visto la collaborazione di ALER - Azienda Lombarda per l’EdiliziaFondazione MIACasa Amica, e di tanti altri soggetti privati proprietari dei cortili dove si svolgono le iniziative.

 

L’Assessore alla Cultura Nadia Ghisalberticosì commenta: “Grande soddisfazione per l’Amministrazione comunale e gli Uffici della Cultura e delle Reti Sociali, per la realizzazione, in tempi brevi e in un periodo molto complicato, di una programmazione estiva innovativa sperimentata per la prima volta, con l’obiettivo di “tornare in scena”, di tornare lentamente alla normalità in una città martoriata dalla pandemia. Le due linee di azione messe in campo hanno avuto entrambe un grande successo di pubblico, a mostrare come il desiderio di stare insieme, dopo tanti mesi di lockdown, fosse molto forte, e confermando, ancora una volta, come la cultura abbia un ruolo di coesione e costruzione di relazioni e socialitàfondamentale nella nostra comunità.

Lazzaretto on stageAffacciati alla finestrahanno inoltre avuto il merito di coinvolgere i soggetti culturali e gli artisti della città in una nuova collaborazione, dando loro spazio per esprimersi là dove festival e rassegne erano state annullate, o semplicemente di offrire la propria arte nelle piazze e nei cortili cittadini, in un contatto speciale con il pubblico”.

 

Anche i canali social di Torniamo in scena, con le due pagine Facebook e le corrispettive Instagram create ex novo, sono state molto vivaci, grazie alle numerose interazioni e condivisioni dei fan, che si sono dimostrati attivi e partecipi alle diverse iniziative. 

]]>