Comunicati.net - Comunicati pubblicati - GAL Madonie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - GAL Madonie Mon, 21 Sep 2020 20:18:03 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/25688/1 Nuovo invio - Refuso nel titolo - I Distretti del Cibo, modelli di condivisione di strategie verso sistemi alimentari sostenibili Wed, 22 Jul 2020 16:28:31 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/652010.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/652010.html GAL Madonie GAL Madonie

I Distretti del Cibo, modelli di condivisione di strategie verso sistemi alimentari sostenibili

Avviato il percorso virtuoso con la presentazione al MIPAAF del programma denominato “C.I.B.O. in Sicilia”

 

Castellana Sicula, 22/07/2020 �“ I Distretti del cibo sono ormai una realtà in tutta Italia ed anche in Sicilia dopo il riconoscimento, avvenuto lo scorso dicembre, dall’Assessorato Regionale dell’Agricoltura. Tra i sette riconosciti vi è anche quello delle Filiere e dei territori di Sicilia in rete del quale fa parte il GAL Madonie. In virtù di tale riconoscimento, il Distretto è stato inserito nel Registro nazionale dei Distretti del Cibo, istituito e gestito dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF).

 

“La costituzione del Distretto �“ ha detto il direttore del GAL Madonie Dario Costanzo, durante un incontro sulle nuove prospettive ed opportunità della strategia europea “Farm to Fork” -  è un importante traguardo rispetto al panorama “polverizzato” e poco cooperante delle realtà dell’agroalimentare siciliano, non solo perché riunisce allo stesso tavolo le imprese agricole, ma anche perché allarga la platea dei soggetti anche ad attori “complementari” ai produttori primari.”

 

I Distretti del cibo contribuiscono concretamente a coniugare innovazione e sostenibilità, sia economica che ambientale, perché partecipano attivamente all’applicazione del Green Deal europeo promuovendo l'uso efficiente delle risorse attraverso un'economia pulita e circolare, ripristinando la biodiversità e riducendo l'inquinamento. Inoltre, contribuiscono alla strategia “Farm to fork” (dal produttore al consumatore) realizzando un sistema di economia circolare che prevede: migliore informazione dei cittadini, sistemi di produzione alimentare più efficienti, un sistema più sostenibile di lavorazione e trasporto dei prodotti alimentari, stoccaggio e imballaggio migliori, consumi sani e minori sprechi alimentari.

Il Programma presentato al MIPAAF, intitolato “C.I.B.O. in Sicilia (Cultura-Identità-Biodiversità-Organizzazione), interessa 5 filiere (agrumicola, zootecnica (carni), cerealicola, prodotti trasformati della pesca, ortofrutticola) e 1 bio-distretto (Terre degli Elimi). L’importo complessivo degli investimenti è pari ad € 14.722.900. Gli obiettivi sono: recupero, salvaguardia e valorizzazione dei prodotti di qualità regionali, rafforzamento della diffusione dei prodotti nel mercato locale e internazionale, miglioramento dei processi produttivi e loro transizione verso modelli eco-sostenibili, promozione della cultura del cibo, come elemento cardine dell’identità siciliana. La durata complessiva del Programma è di 48 mesi e l’obiettivo finale è quello di dotare i soggetti beneficiari degli strumenti necessari a rafforzare la loro capacità produttiva, migliorare le loro performance economiche, valorizzare i loro prodotti e ad avviare in rete la transizione verso un modello agroalimentare territoriale sostenibile.

 

Il Distretto intende inoltre intraprendere una programmazione integrata che apporti utilità non solo ai diretti beneficiari degli interventi, bensì costituisca le basi di partenza per ulteriori progettazioni, finalizzate al raggiungimento degli obiettivi sanciti dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e dell’European Green New Deal.

Sono 7 gli obiettivi dell’Agenda 2030 che vengono direttamente perseguiti: salute e benessere, lavoro dignitoso e crescita economica, imprese, innovazione e infrastrutture, consumo e produzioni responsabili, lotta contro il cambiamento climatico, la vita sulla terra, partnership per gli obiettivi.

 

Significative sono anche le azioni di Ricerca che fanno parte del Programma di Distretto.  Dal malsecco del limone che si propone di identificare un patrimonio genetico in grado di migliorare la resistenza alla fitopatia e ridurre consistentemente il ricorso ai prodotti chimici attualmente utilizzati, a quello relativo al settore della pesca e dei prodotti trasformati che riguarda l’innovazione dei processi di trasformazione, per ridurre il consumo di energia e riutilizzare gli scarti. Non manca un progetto che mira a controllare l’effetto degli insetti fitofagi potenzialmente dannosi in olivicoltura biologica e quello relativo alla filiera delle carni che si colloca nel campo della sicurezza alimentare per i consumatori.

Paradigmatico è quello che propone la realizzazione di serre eco-compatibili altamente tecnologiche, denominate “serre mediterranee” per la produzione del pomodoro di Pachino all’interno di aree protette (SIC-ZPS-ZSC).










Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
I Distretti del Cibo, modelli di condivisione di strategie verso sistemi alimentari sostenibili Wed, 22 Jul 2020 16:07:47 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/652008.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/652008.html GAL Madonie GAL Madonie I Distretti del Cibo, modelli di condivisione di strategie verso sistemi alimentari sostenibili

Avviato il percorso virtuoso con la presentazione al l MIPAAF del programma denominato “C.I.B.O. in Sicilia”

 

Castellana Sicula, 22/07/2020 �“ I Distretti del cibo sono ormai una realtà in tutta Italia ed anche in Sicilia dopo il riconoscimento, avvenuto lo scorso dicembre, dall’Assessorato Regionale dell’Agricoltura. Tra i sette riconosciti vi è anche quello delle Filiere e dei territori di Sicilia in rete del quale fa parte il GAL Madonie. In virtù di tale riconoscimento, il Distretto è stato inserito nel Registro nazionale dei Distretti del Cibo, istituito e gestito dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF).

 

“La costituzione del Distretto �“ ha detto il direttore del GAL Madonie Dario Costanzo, durante un incontro sulle nuove prospettive ed opportunità della strategia europea “Farm to Fork” -  è un importante traguardo rispetto al panorama “polverizzato” e poco cooperante delle realtà dell’agroalimentare siciliano, non solo perché riunisce allo stesso tavolo le imprese agricole, ma anche perché allarga la platea dei soggetti anche ad attori “complementari” ai produttori primari.”

 

I Distretti del cibo contribuiscono concretamente a coniugare innovazione e sostenibilità, sia economica che ambientale, perché partecipano attivamente all’applicazione del Green Deal europeo promuovendo l'uso efficiente delle risorse attraverso un'economia pulita e circolare, ripristinando la biodiversità e riducendo l'inquinamento. Inoltre, contribuiscono alla strategia “Farm to fork” (dal produttore al consumatore) realizzando un sistema di economia circolare che prevede: migliore informazione dei cittadini, sistemi di produzione alimentare più efficienti, un sistema più sostenibile di lavorazione e trasporto dei prodotti alimentari, stoccaggio e imballaggio migliori, consumi sani e minori sprechi alimentari.

Il Programma presentato al MIPAAF, intitolato “C.I.B.O. in Sicilia (Cultura-Identità-Biodiversità-Organizzazione), interessa 5 filiere (agrumicola, zootecnica (carni), cerealicola, prodotti trasformati della pesca, ortofrutticola) e 1 bio-distretto (Terre degli Elimi). L’importo complessivo degli investimenti è pari ad € 14.722.900. Gli obiettivi sono: recupero, salvaguardia e valorizzazione dei prodotti di qualità regionali, rafforzamento della diffusione dei prodotti nel mercato locale e internazionale, miglioramento dei processi produttivi e loro transizione verso modelli eco-sostenibili, promozione della cultura del cibo, come elemento cardine dell’identità siciliana. La durata complessiva del Programma è di 48 mesi e l’obiettivo finale è quello di dotare i soggetti beneficiari degli strumenti necessari a rafforzare la loro capacità produttiva, migliorare le loro performance economiche, valorizzare i loro prodotti e ad avviare in rete la transizione verso un modello agroalimentare territoriale sostenibile.

 

Il Distretto intende inoltre intraprendere una programmazione integrata che apporti utilità non solo ai diretti beneficiari degli interventi, bensì costituisca le basi di partenza per ulteriori progettazioni, finalizzate al raggiungimento degli obiettivi sanciti dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e dell’European Green New Deal.

Sono 7 gli obiettivi dell’Agenda 2030 che vengono direttamente perseguiti: salute e benessere, lavoro dignitoso e crescita economica, imprese, innovazione e infrastrutture, consumo e produzioni responsabili, lotta contro il cambiamento climatico, la vita sulla terra, partnership per gli obiettivi.

 

Significative sono anche le azioni di Ricerca che fanno parte del Programma di Distretto.  Dal malsecco del limone che si propone di identificare un patrimonio genetico in grado di migliorare la resistenza alla fitopatia e ridurre consistentemente il ricorso ai prodotti chimici attualmente utilizzati, a quello relativo al settore della pesca e dei prodotti trasformati che riguarda l’innovazione dei processi di trasformazione, per ridurre il consumo di energia e riutilizzare gli scarti. Non manca un progetto che mira a controllare l’effetto degli insetti fitofagi potenzialmente dannosi in olivicoltura biologica e quello relativo alla filiera delle carni che si colloca nel campo della sicurezza alimentare per i consumatori.

Paradigmatico è quello che propone la realizzazione di serre eco-compatibili altamente tecnologiche, denominate “serre mediterranee” per la produzione del pomodoro di Pachino all’interno di aree protette (SIC-ZPS-ZSC).










Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
Nascono due nuove imprese grazie al GAL Madonie Fri, 03 Jul 2020 11:11:30 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/648846.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/648846.html GAL Madonie GAL Madonie Emessi i primi due atti di concessione in favore delle start up che hanno partecipato con successo al bando della sottomisura 6.2 ambito 1.

 

Nascono due nuove imprese grazie al GAL Madonie

20 mila euro a fondo perduto per avviare l’attività

 

I due provvedimenti sono i primi in Sicilia ad essere formulati nell’ambito del sistema GAL

 

 

Castellana Sicula, 03/07/2020 �“ Dalle parole ai fatti. Il GAL Madonie emette i primi due atti di concessione di contributi del PAL.

 

I due provvedimenti sono i primi in Sicilia ad essere formulati nell’ambito del sistema GAL e riguardano le start up che hanno partecipato con successo al bando della sottomisura 6.2 ambito 1.

 

A distanza di un anno dalla pubblicazione dell’avviso relativo al Piano di Azione Locale “Comunità rurali Resilienti” del GAL ISC MADONIE, nei giorni scorsi, è stata inviata alle ditte selezionate la comunicazione ufficiale della concessione del contributo di 20 mila euro a fondo perduto per l’avvio dell’attività.

Le nuove ditte sono: ADIDì di Francesca Mazzola, con sede a Castelbuono (Pa), il cui progetto di impresa riguarda l'apertura di un laboratorio artigianale per la produzione di oggetti tipici e la D.G.F. Bio srl di Dario Di Gangi e Annalisa Romano con sede a Nicosia (En) che creerà un impianto per la produzione di compost organico dal letame di bovini da impiegare in agricoltura biologica.

Le due proposte progettuali sono state selezionate nell’ambito della Sottomisura 6.2 finalizzata ad “Aiuti all'avviamento di attività imprenditoriali per le attività extra-agricole nelle zone rurali” che prevede la concessione di 20.000 euro, a fondo perduto, a 12 nuove imprese giovanili e femminili al fine di consentire o contribuire all’avviamento della nuova attività.

 

La misura è volta a favorire le start-up giovanili e femminili e gli investimenti per lo sviluppo e l’innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali nei settori artigianali e commerciali. A breve sarà emanato un nuovo bando, sempre nell’ambito 1 della Sottomisura 6.2, per finanziare altre 10 start up

 

“È sicuramente motivo di soddisfazione �“ afferma il presidente del GAL Madonie Santo Inguaggiato - vedere concretizzare l'impegno della struttura del GAL e, soprattutto, dei sindaci e delle istituzioni locali, che hanno svolto un ruolo di cerniera con le potenzialità e le aspettative del territorio attraverso la partecipazione attiva agli incontri di animazione. La concessione del contributo, che rappresenta un sostegno concreto all'avvio di due nuove iniziative imprenditoriali, è avvenuta in tempi rapidi, grazie al monitoraggio continuo delle procedure e alla proficua interazione tra il GAL e la pubblica amministrazione. Il nostro impegno continua per i progetti di tutte le altre misure affinché le risorse finanziarie disponibili costituiscano, assieme alle altre provvidenze in campo che riguardano il comprensorio, effettiva occasione di crescita per  i giovani. I migliori auguri alle imprese ADIDÌ e D.G.F.BIO”

 

 

Ecco chi sono le nuove Imprese

 

ADIDì ha sede a Castelbuono (Pa), nel cuore delle Madonie. Il progetto si propone di creare oggetti artigianali, specifici soprattutto per l’infanzia (giochi, tessili e arredo su misura), e di organizzare servizi di tipo esperienziale sulle realtà d’eccellenza che lavorano sulle specificità della Sicilia.

Riguardo a oggetti e arredi particolare attenzione è rivolta al tipo di materiale, soprattutto al legno con l’utilizzo di frassino e ulivo, e al tipo di narrazione che sottende la realizzazione che prenderà spunto dagli elementi iconici della Sicilia. Ogni prodotto sarà pensato per adattarsi allo sviluppo cognitivo del bambino partendo dagli ambiti fondamentali (motorio, relazionale e linguistico).

Attraverso l’utilizzo di una specifica piattaforma online sarà attivo sia il sistema di prenotazione delle esperienze e l’acquisto dei prodotti realizzati che l’informazione riguardo ai contenuti proposti che avverrà attraverso un blog costantemente aggiornato.

 

“L’obiettivo �“ afferma Francesca Mazzola �“ è quello di diffondere in modo trasversale la conoscenza del territorio, dal quale possa discendere dalle future generazioni un conseguente e fruttuoso attaccamento allo stesso, ed anche la volontà di ideare un sistema integrato di servizi alla persona che contempli sia oggetti specifici che esperienze allargate al fine di disporre di nuovi strumenti di comprensione e azione consapevole."

 

 

La D.G.F. Bio” srl ha sede a Nicosia (En) e si occuperà di fabbricazione di fertilizzati naturali biologici tramite l’utilizzo di letame bovino. L'idea nasce dall'analisi del territorio in cui vivono i due giovani imprenditori Dario Di Gangi e Annalisa Romano e di ciò che può offrire in termini di approvvigionamenti e sbocchi di mercato la creazione di un'attività extra-agricola che avrà effetti positivi su tutte le filiere coinvolte, nel rispetto delle norme vigenti in materia di sostenibilità e salvaguardia ambientale.

“Siamo entusiasti degli aiuti concessi dal Gal Madonie per l’avviamento della nostra idea progettuale. Vogliamo ringraziare �“ affermano Dario Di Gangi e Annalisa Romano �“ la struttura organizzativa del Gal per l’attività di informazione e divulgazione che svolge quotidianamente, i suoi funzionari e i referenti del territorio di Nicosia che con impegno hanno organizzato gli incontri e ci hanno permesso di credere nell’iniziativa della nostra giovanissima azienda. Il ringraziamento lo vogliamo estendere anche all’ingegnere Carmelo Farinella e allo studio tecnico di Nicosia che ci dato una mano. Grazie a questa cooperazione sarà possibile realizzare un progetto basato sui principi di innovazione dei processi produttivi, della sostenibilità e salvaguardia dell'ambiente oltre alla creazione di valore economico nel territorio di appartenenza tramite la sinergia con altre imprese.”







Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
GAL Madonie; Carni Madonite. In videoconferenza l’azione informativa per la realizzazione di una demo farm resiliente. Mon, 22 Jun 2020 12:37:35 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/646743.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/646743.html GAL Madonie GAL Madonie GAL Madonie. In videoconferenza l’azione informativa per la realizzazione di una demo farm resiliente nel territorio madonita per il rilancio del marchio locale “Carni Madonite

 

 

(22 giugno 2020) Castellana Sicula �“ Previsto per mercoledì 24 giugno alle ore 18:00 l’incontro informativo, in videoconferenza, per la realizzazione di una demo farm resiliente nel territorio madonita per il rilancio del marchio locale “Carni Madonite”.

Per partecipare all’evento, è sufficiente cliccare sul seguente link:

https://meet.jit.si/GALISCMADONIE Incontroinformativosm16.1filierazootecnica 

e seguire le istruzioni che verranno mostrate. La partecipazione all’evento è gratuita.

L’incontro in videoconferenza ha lo scopo di garantire i livelli minimi di informazione ai potenziali beneficiari del BANDO PUBBLICO MISURA 19 �“ SOTTOMISURA 19.2/16.1 “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura.

L’iniziativa nasce in applicazione delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID -19 richiamate dalle diverse disposizioni emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla Presidenza della Regione Siciliana.


Consiglio tecnico: collegarsi tramite pc e di utilizzare, come browser, Google Crome o Firefox.


------------------

In allegato trovate anche il comunicato relativo al bando già inviato nelle scorse settimane

---------------------------


Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
Il Distretto “C.I.B.O. in Sicilia” del quale fa parte il GAL Madonie presenta il suo programma al MIPAAF. Wed, 17 Jun 2020 16:11:44 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/645922.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/645922.html GAL Madonie GAL Madonie Il Distretto “C.I.B.O. in Sicilia” presenta il suo programma al MIPAAF.


L’obiettivo strategico del Distretto del quale fa parte il GAL Madonie è quello di promuovere e valorizzare i prodotti delle filiere agroalimentari siciliane.

 

Il Distretto delle Filiere e dei Territori di Sicilia in Rete, del quale fa parte il GAL Madonie, è stato Inserito nel Registro Nazionale dei Distretti del Cibo, istituito e gestito dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF). Questo Distretto del cibo è uno dei 7 riconosciuti dall’Assessorato Regionale dell’Agricoltura.

Soddisfatto il presidente del Gal Madonie Santo Inguaggiato che fin dal primo momento ha dato il suo contributo per l’istituzione di questo strumento di sviluppo. Una soddisfazione doppia perché all’interno del programma di finanziamento presentato al MIPAAF, nell’ambito della filiera zootecnica e più propriamente della carne, c’è anche una azienda che opera nel territorio del GAL Madonie e precisamente l’Azienda agricola Tenuta Castagna di Gangi.

 

L’obiettivo strategico del Distretto è quello di promuovere e valorizzare i prodotti delle filiere agroalimentari siciliane, in un’ottica di sviluppo territoriale sostenibile, favorendo l'integrazione delle attività agricole e produttive con accordi di filiera, tra operatori delle filiere produttive e attori territoriali e introducendo innovazioni di prodotto, di processi e organizzative.

 

Il soggetto proponente del Distretto è una rete denominata “C.I.B.O. in Sicilia” alla quale si aggiunge un ampio partenariato che copre l’intero territorio siciliano. Al suo interno sono presenti otto filiere produttive complete (agrumicola, ortofrutticola, della frutta secca a guscio, cerealicola, dei prodotti ittici e trasformati, olivicola/olearia, delle carni, delle piante officinali), tre comparti produttivi (lattiero-caseario, mielicolo e vitivinicolo) e tre Bio-distretti (Eolie, Valle del Simeto, Terre degli Elimi) oltre a 18 produzioni agroalimentari di qualità.

 

La costituzione del Distretto è un importante traguardo rispetto al panorama “polverizzato” e poco cooperante delle realtà dell’agroalimentare siciliano, non solo perché riunisce allo stesso tavolo le imprese agricole, ma anche perché allarga la platea dei soggetti anche ad attori “complementari” ai produttori primari.

 

I numeri che sottendono alla sua costituzione sono di tutto rilievo, se si considera che il Distretto coinvolge: 60 Comuni, nei cui territori operano le 6.157 imprese agricole; 15.286 addetti; 60 forme associative di imprese agricole; 30 Imprese agroalimentari e di trasformazione; 4 Agenzie di sviluppo territoriale; 5 FLAG (Gruppi di Azione Costiera); 16 GAL (Gruppi di Azione Locale); 3 Distretti produttivi agroalimentari (Agrumi di Sicilia; Ortofrutticolo di qualità della Val di Noto; Pesca e Crescita blu); il Distretto turistico "Dea di Morgantina"; 5 Consorzi pubblici di Ricerca oltre all’ESA (Ente di sviluppo agricolo) e a numerosi altri soggetti.

 

Il Programma presentato al MIPAAF interessa 5 filiere (agrumicola, zootecnica-carni, cerealicola, prodotti trasformati della pesca, ortofrutticola) e 1 Bio-Distretto (Terre degli Elimi). L’importo degli investimenti è pari ad € 14.722.900, così suddivisi: 6.289.795 € per investimenti materiali e immateriali nelle aziende agricole, connessi alla produzione agricola primaria; 4.615.865 € per investimenti nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli; 2.101.566 € per la partecipazione dei produttori di prodotti agricoli ai regimi di qualità e per le misure promozionali a favore dei prodotti agricoli; 1.715.674 € per programmi di Ricerca e Sviluppo applicati al settore agricolo.

 

Il Programma di Distretto, intitolato “C.I.B.O. in Sicilia (Cultura-Identità-Biodiversità-Organizzazione)” persegue gli obiettivi di: recupero, salvaguardia e valorizzazione dei prodotti di qualità regionali; rafforzamento della diffusione dei prodotti nel mercato locale e internazionale; miglioramento dei processi produttivi e loro transizione verso modelli eco-sostenibili; promozione della cultura del cibo, come elemento cardine dell’identità siciliana. La durata complessiva del Programma è di 48 mesi.

 

La programmazione integrata sarà utile oltre ai diretti beneficiari degli interventi, anche per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Distretto, nonché quelli comunitari di sviluppo rurale, quelli sanciti dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e quelli dell’European Green New Deal.

 


Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
Il rilancio delle “Carni Madonite” con la realizzazione di una demo farm resiliente nel foro boario di Gangi Fri, 12 Jun 2020 10:47:57 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/644869.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/644869.html GAL Madonie GAL Madonie Il rilancio delle “Carni Madonite” con la realizzazione di una demo farm resiliente nel foro boario di Gangi

Pubblicato il bando per il finanziamento dell’iniziativa dal GAL Madonie. Attraverso la demo farm resiliente saranno sperimentate tecniche, tecnologie, metodiche e protocolli vari.

 

(12/06/2020) Castellana Sicula (Pa) �“ Il rilancio delle “Carni Madonite” con la realizzazione di una demo farm resiliente nel foro boario di Gangi.

Parte l’iter per la realizzazione di una demo farm resiliente nel territorio delle Madonie per il rilancio del marchio locale “Carni Madonite”. Il primo step è rappresentato dalla pubblicazione del bando di finanziamento di tale azione da parte del GAL Madonie.

L’obiettivo è quello di dimostrare che è possibile produrre e consumare cibo genuino, a “residuo zero”, caratterizzato da un forte legame con il territorio e da elevate proprietà nutrizionali, realizzato nel rispetto dell’ambiente, di principi etici e di equità sociale.

La sede di tale iniziativa sarà realizzata presso il foro boario ubicato nel comune di Gangi. In questa struttura, sita ai piedi del paese, sarà realizzato un incubatore tecnologico pubblico-privato, per il trasferimento delle conoscenze in ambito zootecnico, e un dimostratore di un allevamento che abbia nella resilienza il suo principale motivo d’essere.

Le caratteristiche principali della demo farm resiliente saranno l’utilizzo esclusivo di alimenti per gli animali prodotti nel territorio madonita, certificati e garantiti dalla demo farm; la realizzazione di filiere zootecniche produttive autosufficienti per la comunità interessata, quale modello di sviluppo prototipale da esportare; il recupero per la successiva trasformazione degli scarti e delle deiezioni con il fine di raggiungere l’autosufficienza energetica entro i primi 5 anni di attività; la creazione di una biobanca (seme ed embrioni) per la tutela della biodiversità e del miglioramento genetico animale oltre al controllo e gestione igienico-sanitaria durante tutte le fasi del processo produttivo, sino alla certificazione degli alimenti.

Attraverso la demo farm resiliente saranno sperimentate tecniche, tecnologie, metodiche, protocolli, processi e sistemi diagnostici che potranno essere trasferiti alle aziende per l’allevamento di ovini e bovini del comprensorio (attori e destinatari della presente proposta).

“Le aziende del comparto agro - zootecnico �“ spiega il presidente del GAL Madonie, Santo Inguaggiato - avranno un riferimento certo per affrontare, nell'intera filiera, la sfida delle produzioni di qualità, rafforzando il rapporto con i consumatori e l'attrattività del territorio e salvaguardando, contemporaneamente, l'ambiente e la biodiversità. Una sfida che passa attraverso l’innovazione e la sperimentazione, rese possibili da un nuovo rapporto con il mondo della ricerca e con le sedi del trasferimento tecnologico, uno strumento che innalzerà la competitività del territorio e le possibilità di crescita.”

La dotazione finanziaria del bando ammonta ad € 345.000,00 di spesa pubblica, di cui € 208.725,00 di quota FEASR. Tale azione rientra tra gli interventi previsti dalla S.N.A.I. (Strategia Nazionale Aree Interne) Madonie Resilienti: Laboratorio Di Futuro.  Il presente bando intercetta, nell’ambito del P.S.R. SICILIA 2014-2020, la sottomisura 16.1.  “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura”. L’attuazione della sottomisura consentirà di consolidare la collaborazione tra le imprese agricole e il mondo della ricerca, attraverso la realizzazione di progetti innovativi più rispondenti alle esigenze delle imprese. L’innovazione può essere costituita dal risultato di una soluzione nuova rispetto ad una particolare esigenza concreta che in linea di principio trova una più facile attuazione dal momento che viene condivisa con i beneficiari finali già dal momento del suo sviluppo.

La presentazione delle domande dal 15/06/2020 al 30/09/2020. Tutte le informazioni per partecipare al bando sono reperibili sul sito del GAL Madonie    www.madoniegal.it 


Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
LO SVILUPPO DEI GRANI ANTICHI DELLE MADONIE IN VIDEO CONFERENZA Wed, 15 Apr 2020 12:20:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/629920.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/629920.html GAL Madonie GAL Madonie LO SVILUPPO DEI GRANI ANTICHI DELLE MADONIE PASSA DAL WEB


IL GAL MADONIE HA GIA’ PROMOSSO DUE VIDEO CONFERENZE CON I PORTATORI DI INTERESSE PER LA REALIZZAZIONE DI UN PIANO DI CARATTERIZZAZIONE GENETICA DEI GRANI DURI ANTICHI DELLE MADONIE

 

(15/04/2020) Castellana Sicula (Pa) �“ E’ iniziato in video conferenza il percorso che porterà ad un piano di caratterizzazione genetica dei grani duri antichi delle Madonie. Si sono già tenuti due incontri organizzati dal GAL Madonie grazie all’ausilio di piattaforme web che hanno consentito di dare chiarimenti ai portatori di interessi che hanno partecipato attivamente da casa.

Entrambi gli appuntamenti si sono rivelati produttivi ed infatti si inizia ad intravedere un certo interesse alla creazione di una rete, di gruppo operativo, che possa sfruttare questa opportunità.  

L’obiettivo dell’intervento è quello di definire un disciplinare di produzione e molitura del grano che, oltre a garantire l’utilizzo di tecniche di agricoltura biologica, la molitura non degradativa ed il corretto stoccaggio, preveda la certificazione genetica di appartenenza ad una varietà di grani antichi siciliani.

Per la sperimentazione del disciplinare verranno utilizzati mulini a pietra reperiti o acquistati nel territorio del GAL Madonie.

“Siamo pienamente soddisfatti �“ ha detto il presidente Santo Inguaggiato �“ per la partecipazione e l’interesse manifestato nonostante le condizioni di disagio. Anche in questo periodo il nostro impegno è massimo per accompagnare tutte le opportunità di sviluppo per il nostro territorio”.

La Sottomisura 16.1 prevede il “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura” e rientra nell’Ambito 1 “Sviluppo e Innovazione delle Filiere e dei Sistemi Produttivi Locali (Agro-Alimentari, Forestali, Artigianali e Manifatturieri).

La dotazione finanziaria del presente bando ammonta ad € 345.000,00 di spesa pubblica, di cui € 208.725,00 di quota FEASR.

Sarà finanziato solo un G.O. afferente alla filiera cerealicola operante nel territorio dei 21 Comuni della S.N.A.I. (Strategia Nazionale Aree Interne) “Madonie resilienti: Laboratorio di futuro”.






Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
GAL MADONIE. IN VIDEOCONFERENZA L’AZIONE INFORMATIVA PER LA STESURA DI UN PIANO SUI GRANI ANTICHI SICILIANI Wed, 08 Apr 2020 16:12:35 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/628622.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/628622.html GAL Madonie GAL Madonie GAL MADONIE. IN VIDEOCONFERENZA L’AZIONE INFORMATIVA PER LA STESURA DI UN PIANO SUI GRANI ANTICHI SICILIANI


(8 aprile 2020) Castellana Sicula �“ Previsto per martedì 14 aprile alle ore 17:00 il secondo incontro informativo, in videoconferenza, per l’elaborazione e stesura di un piano di caratterizzazione genetica dei grani duri antichi delle Madonie. 
La richiesta di questo secondo incontro di approfondimento è stata richiesta direttamente dai tanti presenti al primo appuntamento che si è tenuto lo scorso 03 aprile.
 Per partecipare all’evento, è sufficiente cliccare sul seguente 
link: https://meet.jit.si/GALISCMADONIE_Incontroinformativo_Bando_sm16.1_filieracerealicola
 
e seguire le istruzioni che verranno mostrate. La partecipazione all’evento è gratuita.
Sul sito del Gal Madonie è possibile reperire le slide illustrative del Bando Misura 19 �“ sottomisura 19.2 �“sottomisura 16.1  “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura”
Consiglio tecnico: collegarsi tramite pc e di utilizzare, come browser, Google Crome o Firefox.


Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
IL GAL MADONIE CONTINUA LE AZIONI INFORMATIVE SUI BANDI IN VIDEOCONFERENZA Mon, 30 Mar 2020 10:06:00 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/626607.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/626607.html GAL Madonie GAL Madonie IL GAL MADONIE CONTINUA LE AZIONI INFORMATIVE SUI BANDI IN VIDEOCONFERENZA


(30 marzo 2020) Castellana Sicula �“ Si svolgerà in videoconferenza l’incontro informativo per l’elaborazione e stesura di un piano di caratterizzazione genetica dei grani duri antichi delle Madonie. 
L’appuntamento è fissato per il 03 aprile alle ore 17,00
Per partecipare all’evento, è sufficiente cliccare sul seguente
 
link: https://meet.jit.si/GALISCMADONIE_Incontroinformativo_Bando_sm16.1_filieracerealicola
 
e seguire le istruzioni che verranno mostrate. La partecipazione all’evento è gratuita.
L’incontro informativo per l’elaborazione e stesura di un piano di caratterizzazione genetica dei grani duri antichi delle Madonie è una azione del Bando Pubblico Misura 19 �“ sottomisura 19.2 �“sottomisura 16.1  “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura”

Consiglio tecnico: collegarsi tramite pc e di utilizzare, come browser, Google Crome o Firefox.



Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
IL GAL MADONIE SOSPENDE IL RICEVIMENTO E LE ATTIVITA' PUBBLICHE Tue, 10 Mar 2020 13:24:42 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/623638.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/623638.html GAL Madonie GAL Madonie IL GAL MADONIE SOSPENDE IL RICEVIMENTO PRESSO LA SEDE OPERATIVA E NEI CENTRI STELLA E TUTTE LE ATTIVITA’ PUBBLICHE

 

 

(10 marzo 2020) Castellana Sicula - Il GAL Madonie chiude al pubblico la sede operativa di Castellana Sicula e gli uffici allocati presso i Centri stella.

Sono altresì sospese tutte le attività che prevedono aggregazione di più persone in presenza (eventi seminariali, incontri di animazione, Assemblee, Consigli, etc).

La segreteria effettuerà esclusivamente attività di front office via mail e  per via telefonica. Per casi che possono essere risolti solo presso la sede operativa si provvederà a fissare un appuntamento.

L’adozione di queste misure nasce a seguito delle misure adottate in materia di prevenzione e contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019.


Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
BANDO DEL GAL MADONIE PER LO SVILUPPO DEI GRANI ANTICHI DELLE MADONIE Fri, 28 Feb 2020 13:44:50 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/622353.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/622353.html GAL Madonie GAL Madonie IL GAL MADONIE PER LO SVILUPPO DEI GRANI ANTICHI DELLE MADONIE


SARA’ REALIZZATO UN PIANO DI CARATTERIZZAZIONE GENETICA DEI GRANI DURI ANTICHI DELLE MADONIE

 

(28/02/2020) Castellana Sicula (Pa) - Pubblicato dal GAL Madonie il bando per l’elaborazione e la stesura di un piano di caratterizzazione genetica dei grani duri antichi delle Madonie. La Sottomisura 16.1 prevede il “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell'agricoltura” e rientra nell’Ambito 1 “Sviluppo e Innovazione delle Filiere e dei Sistemi Produttivi Locali (Agro-Alimentari, Forestali, Artigianali e Manifatturieri).

L’obiettivo dell’intervento è quello di definire un disciplinare di produzione e molitura del grano che, oltre a garantire l’utilizzo di tecniche di agricoltura biologica, la coltivazione all’interno di territori controllati, la molitura non degradativa ed il corretto stoccaggio, preveda la certificazione genetica di appartenenza ad una varietà di grani antichi siciliani.

A tale scopo, utilizzando le moderne tecnologie utilizzate per le analisi molecolari, verranno messi a punto protocolli per la certificazione genetica, rapidi ed economici, in grado di indentificare inequivocabilmente se il grano appartiene ad alcune specifiche cultivar autoctone siciliane (tra quelle inserite nel Registro Nazionale), i cui profili genetici di riferimento verranno catalogati in un apposito database.  Per la sperimentazione del disciplinare verrà coinvolta un’azienda pilota e verrà acquisito almeno un mulino a pietra con il relativo sistema di stoccaggio delle farine prodotte. 

L’attuazione della sottomisura 16.1 consentirà di consolidare la collaborazione tra le imprese agricole e il mondo della ricerca, attraverso la realizzazione di progetti innovativi più rispondenti alle esigenze delle imprese, promuovendo la costruzione di nuove reti di imprese interne e internazionali e la partecipazione attiva a quelle esistenti (G.O. del PEI).

I G.O. (Gruppi Operativi) devono includere nel partenariato esclusivamente imprese agricole, o agroalimentari, o forestali operanti sul territorio dei comuni aderenti al GAL con almeno una propria unità produttiva interessata dagli interventi, mentre per gli altri soggetti aderenti al GO non vi è alcuna limitazione territoriale rispetto alle zone di provenienza.

La dotazione finanziaria del presente bando ammonta ad € 345.000,00 di spesa pubblica, di cui € 208.725,00 di quota FEASR.

“Una opportunità �“ afferma il presidente del GAL Madonie Santo Inguaggiato - per le imprese del settore, un sostegno alla salvaguardia della  biodiversità e al  recupero di sistemi e procedure sia nella fase della produzione sia in quella della trasformazione dei prodotti, valorizzando le nuove tecnologie e le acquisizioni della ricerca. Una misura che consentirà alle imprese del comparto cerealicolo di fare fronte alle sfide del mercato, in generale, ma di dare, altresì, un contributo nel settore agroalimentare per gli obiettivi della Strategia nazionale aree interne e lo sviluppo delle Madonie �“ conclude Inguaggiato - attraverso l'offerta di produzioni ed esperienze che sempre più sono alla base delle scelte e dei consumi  di un turismo di qualità  di tutte le generazioni.”

Sarà finanziato solo un G.O. afferente alla filiera cerealicola operante nel territorio dei 21 Comuni della S.N.A.I. (Strategia Nazionale Aree Interne) “Madonie resilienti: Laboratorio di futuro”.

I termini iniziali e finali di presentazione delle domande di sostegno saranno indicati dal GAL con successivo avviso. Tutte le informazioni sono disponibili sui siti: www.psrsicilia.it/2014-2020 e www.madoniegal.it




Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
Assessore Bandiera convoca riunione con i Distretti del Cibo Mon, 24 Feb 2020 11:20:14 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/621474.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/621474.html GAL Madonie GAL Madonie PARTE L’ATTIVITA’ DEI DISTRETTI DEL CIBO. L’ASSESSORE BANDIERA HA CONVOCATO UNA RIUNIONE OPERATIVA.

L’Assessore dell’agricoltura e dello sviluppo rurale Eddy Bandiera ha convocato per giorno 27 febbraio alle ore 11,00 a Palermo tutti i Distretti del Cibo riconosciuti. Tra gli altri sarà presente il “Distretto delle Filiere e dei Territori di Sicilia in rete” al quale ha aderito anche il GAL Madonie. 





Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.


]]>
ELETTA LA GOVERNANCE DEL ‘DISTRETTO DELLE FILIERE E DEI TERRITORI DI SICILIA IN RETE’ Thu, 20 Feb 2020 10:18:59 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/621153.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/621153.html GAL Madonie GAL Madonie È stato deciso di partecipare al Bando nazionale sui Distretti del Cibo.

ELETTA LA GOVERNANCE DEL ‘DISTRETTO DELLE FILIERE E DEI TERRITORI DI SICILIA IN RETE’

Il Consiglio direttivo, in collaborazione con la rete C.I.B.O. in Sicilia, avvierà la realizzazione del programma di Distretto con l’obiettivo di svolgere un ruolo strategico.

 

Eletta la Governance del “Distretto delle Filiere e dei Territori di Sicilia in rete”. La nomina dei componenti che fanno parte della Direzione è avvenuta nel corso dell’assemblea dei Soggetti sottoscrittori dell’Accordo di Distretto del Cibo svoltasi presso l’Università Kore di Enna.

La Governance del Distretto è composta da un Consiglio direttivo e da un Comitato tecnico rappresentativo delle filiere agro-alimentari e biologiche, del turismo, dei territori, dei consumatori e della ricerca scientifica.

L’Assemblea, all’unanimità dei presenti, ha eletto componenti il Consiglio direttivo : Amenta Paolo - Anci Sicilia, Ancona Francesco - Biodistretti, Angelo Barone - Rete C.I.B.O. in Sicilia, Argentati Federica - Distretto agrumi di Sicilia, Attaguile Pinella - Gusto di campagna, Barone Sebastiano - Consorzio IGP pomodoro di Pachino, Borsellino Giovanni �“ Flag Gac Il Sole e l’Azzurro, Carlino Nino -Distretto della pesca, La Rosa Alfio �“ Federconsumatori Sicilia, Pitrola Salvatore -  Gal Sicilia centro meridionale, Russo Giuseppe - Consorzio di ricerca Ballatore e Vassallo Ignazio - Associazione Frutta in Guscio.

Il Comitato tecnico è composto da:  Brogna Andrea - Gal Etna, Calì Giuseppe �“ Metropolitan slrs, Campanella Sergio - Gal Eloro, Costanzo Dario �“ Gal Madonie, Di Mauro Sebastiano �“ Gal Natiblei, Ferrarella Andrea �“ Gal Golfo di Castellammare e Carini, Ippolito Giuseppe �“ Gal Terre del Nisseno, Privitera Anna �“ Gal Terre di Aci, Santiglia Vincenzo  - Laboratorio Sicilia 2030.

Il Consiglio direttivo in collaborazione con la rete C.I.B.O. in Sicilia, soggetto proponente del Distretto, avvierà la realizzazione del programma di Distretto, con l’obiettivo di svolgere un ruolo strategico per :

Promuovere e valorizzare le filiere agroalimentari strutturate nei distretti produttivi, le imprese che ne fanno parte, le produzioni di qualità e i loro consorzi di tutela, nel rispetto dell’ambiente, del territorio e dei consumatori nell’ambito dello sviluppo territoriale sostenibile e nella prospettiva di realizzare gli obbiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

Promuovere la Dieta Mediterranea come riconosciuta dall’Unesco  e dalla comunità scientifica quale alimentazione e stile di vita sano e longevo che può contribuire a prevenire malattie oncologiche e cardiocircolatorie e diminuire la obesità infantile.

Valorizzare le risorse turistiche collegate ai territori di produzione, attraverso il turismo relazionale integrato e sostenibile.

Garantire la sicurezza alimentare a tutti i consumatori e diminuire l’impatto ambientale delle produzioni  tramite la green e blue economy.

Potenziare l’economia della biodiversità siciliana, per progettare un futuro sostenibile recuperando la cultura contadina ed i saperi della diverse civiltà che si sono susseguite nella storia millenaria della Sicilia.

È stato deciso di partecipare al Bando nazionale sui Distretti del Cibo e considerato che lo stesso Bando prevede contributi sui progetti ammissibili sino al 40% è stato dato mandato al Presidente Angelo Barone di sollecitare, insieme agli altri Distretti del Cibo riconosciuti in Sicilia, un confronto con il Governo Regionale per sollecitare un ulteriore cofinanziamento regionale al Bando così come previsto dalla normativa e attivare azioni di collaborazione e partenariato per promuovere  e valorizzare il sistema agroalimentare siciliano.


(20/02/2020)


Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
IIL GAL MADONIE È NEL DISTRETTO DELLE FILIERE E DEI TERRITORI DI SICILIA IN RETE. Fri, 13 Dec 2019 11:29:49 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/611372.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/611372.html GAL Madonie GAL Madonie

LA REGIONE SICILIANA VARA I DISTRETTI DEL CIBO IN SICILIA

IL GAL MADONIE È NEL DISTRETTO DELLE FILIERE E DEI TERRITORI DI SICILIA IN RETE.

Soddisfatto il presidente Santo Inguaggiato per il riconoscimento del Distretto del quale fa parte il GAL Madonie.

 

(13/12/2019) Castellana Sicula �“ La Sicilia ha sette distretti del Cibo. Il GAL Madonie è all’interno del Distretto delle filiere e dei territori di Sicilia in rete.

A darne notizia è stato l’assessore regionale Edy Bandiera. I sette Distretti che hanno avuto il via libera dell’Assessorato all’Agricoltura saranno inseriti nel Registro nazionale dei Distretti del Cibo, istituito presso il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo.

“Con vivo compiacimento �“ dichiara il presidente del GAL Madonie Santo Inguaggiato - apprendiamo che il Distretto delle filiere e dei territori di Sicilia in rete, per la cui costituzione il nostro GAL si è impegnato con tutte le proprie energie, è stato riconosciuto dall’Amministrazione regionale.  Siamo consapevoli che è solo il primo passo di un percorso lungo e non privo di ostacoli che ci porterà, in un prossimo futuro, a programmare ed attuare una serie di misure, finalizzate a favorire lo sviluppo territoriale, la coesione e l'inclusione sociale, l’integrazione orizzontale e verticale delle filiere. I Distretti del cibo, istituiti con la legge 205 del 27 dicembre 2017, costituiscono un nuovo modello di sviluppo per il settore agroalimentare italiano. Si tratta di uno strumento strategico per fornire ulteriori opportunità e risorse volte alla crescita e al rilancio, sia delle filiere sia dei territori nel loro complesso. A questi obiettivi si aggiungono altre importanti questioni che i Distretti del cibo dovranno affrontare, quali sicurezza alimentare, diminuzione dell'impatto ambientale delle produzioni, riduzione dello spreco alimentare, salvaguardia del territorio e del paesaggio rurale attraverso le attività agricole e agroalimentari. Il GAL ISC MADONIE proseguirà con il massimo impegno sulla strada intrapresa, nella certezza che questa visione dello sviluppo è condivisa con tutti gli attori, istituzionali e privati, presenti territorio.”

I Distretti riconosciuti sono: Distretto del cibo bio slow pane e olio, Distretto del cibo del sud-est siciliano, Distretto del cibo del sud est Sicilia Etna Val di Noto, Distretto delle filiere e dei territori di Sicilia in rete, Distretto del cibo ATS Sikania Bio-Mediterraneo, Distretto del cibo dei Nebrodi Valdemone, Distretto del cibo Born in Sicily Routes - Val di Mazara.

Il Distretto delle filiere e dei territori di Sicilia in rete, del quale fa parte il GAL Madonie, si è posto come obiettivo l’attivazione di un processo organico e strutturato di valorizzazione dell’agroalimentare siciliano e dei comparti produttivi collegati, attraverso nuove forme di sviluppo integrato, territoriale e/o di filiere attraverso la condivisione dal basso di “politiche di sviluppo”.


Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
Il GAL Madonie porta le aziende del proprio territorio a Salone del Gusto di Catania Sat, 07 Dec 2019 13:34:13 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/610419.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/610419.html GAL Madonie GAL Madonie IL GAL MADONIE PORTA LE AZIENDE A “MEDITERRARIA - I PERCORSI DEL GUSTO” CHE SI TIENE A CATANIA


L’ente ha messo a disposizione dei produttori uno spazio espositivo all’interno del salone del gusto che si sta svolgendo (dal 7 al 9 dicembre) alle “Ciminiere” di Catania.

 

Castellana Sicula, 07/12/2019 �“ Uno stand del GAL Madonie è presente al primo Salone dell’Enogastronomia siciliana che si tiene in questo fine settimana al centro fieristico le Ciminiere di Catania.

A proporre i propri prodotti e rappresentare il territorio del GAL Madonie sono le aziende: Il Pastificio Artigianale BIA di Resuttano, il Biscottificio Tumminello di Castelbuono, l’Azienda Agricola Roberta Billitteri di Polizzi Generosa, la Coop. Rinascita di Valledolmo e l’azienda Terre di Carusi di Scillato.

Già nei mesi scorsi, in prospettiva di una possibile partecipazione al Salone del Gusto, il GAL Madonie aveva pubblicato un bando pubblico con il quale aveva invitato le aziende interessate a manifestare la propria disponibilità. L’intendo era infatti quello di stimolare le aziende del territorio a partecipare a questa importante vetrina, offrendo loro gratuitamente uno spazio espositivo, nell’ottica della valorizzazione delle produzioni locali.

Una vera opportunità che alcune aziende non si sonno fatte sfuggire.  “MEDITERRARIA - I percorsi del gusto” è infatti l'appuntamento di riferimento per gli amanti del cibo in Sicilia e sarà una full immersion nel mondo del gusto e del turismo enogastronomico, con al centro la Sicilia e la dieta mediterranea.

Lo stand del GAL Madonie, l’unico gruppo di Azione Locale ad essere presente, ha ricevuto anche la vista dell’assessore regionale Marco Falcone che si è complimentato con l’Ente madonita e con chi lo amministra per avere scelto di partecipare a questo importante evento siciliano.

“La partecipazione all’evento �“ ha detto il Presidente Santo Inguaggiato �“ rappresenta uno degli elementi qualificanti delle politiche del GAL, tese a valorizzare le produzioni agroalimentari delle Madonie. Lunedì 9 dicembre, sempre a MEDITERRARIA, il Gal parteciperà alla prima assemblea del DISTRETTO DELLE FILIERE E DEI TERRITORI DI SICILIA IN RETE in corso di riconoscimento da parte dell’Amministrazione regionale”.


Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
L’Università di Catania sceglie le Madonie per l’approfondimento del master in Management Pubblico dello Sviluppo Locale Tue, 26 Nov 2019 12:31:03 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/608605.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/608605.html GAL Madonie GAL Madonie L’Università di Catania sceglie le Madonie per l’approfondimento del master in Management Pubblico dello Sviluppo Locale   

 

(27/11/2019) Castellana Sicula �“ Il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’università di Catania sceglie il “modello” Madonie per l’approfondimento del Master in “Management Pubblico dello Sviluppo Locale”.

Due gli appuntamenti che si terranno nel territorio madonita che vedranno coinvolti il GAL ISC Madonie, la SO.SVI.MA e i comuni di Petralia Sottana, Gangi e Castelbuono.

Una tavola rotonda si terrà a Petralia Sottana e tratterà l’argomento “Aree interne, Comunità rurali resilienti e politiche di rigenerazione urbana”, l’altra a Castelbuono sul tema “Esperienze di politiche sociali nella prospettiva della rigenerazione urbana nelle aree interne”.

In entrambi i casi porteranno la loro testimonianza gli attori locali che hanno contribuito al successo dei progetti che si sono realizzati nelle Madonie. L’obiettivo dell’incontro è infatti quello di far capire agli studenti in Management Pubblico dello Sviluppo Locale le complesse dinamiche di cambiamento che avvengono nelle società moderne in cui, accanto alle istituzioni pubbliche, altre organizzazioni complesse (le imprese, le associazioni di rappresentanza degli interessi e del terzo settore, tra gli altri) svolgono un ruolo sempre più strategico nei processi di governance delle politiche di sviluppo locale. 

Il primo incontro si terrà il 29 novembre a Petralia Sottana e vedrà la partecipazione di Santo Inguaggiato presidente GAL ISC Madonie, Alessandro Ficile amministratore Unico SOSVIMA, Leonardo Neglia sindaco di Petralia Sottana, Francesco Migliazzo sindaco di Gangi e Fausto Carmelo Nigrelli professore di tecnica e pianificazione urbanistica dell’Università degli studi di Catania.

Il secondo appuntamento sarà a Castelbuono l’indomani 30 novembre e vedrà gli interventi di Giuseppe Costanza Gaglio presidente del Consorzio “Agrietica” di Castelbuono, Mario Cicero sindaco di Castelbuono e Giuseppe Martorana docente di pianificazione strategica ed europrogettazione nel Master in Management pubblico dello sviluppo locale.

Entrambe le tavole rotonde saranno moderate da Renato D’Amico coordinatore del Master dell’Università di Catania.

L’obiettivo generale del Master in Management Pubblico dello Sviluppo Locale è quello di contribuire alla costruzione di competenze e nuovi profili professionali, altamente flessibili e in grado di dirigere, gestire e mettere in opera le decisioni e le strategie all’interno, in modo particolare, delle organizzazioni pubbliche. 


Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
GAL Madonie - Costruire una rete tra operatori turistici per valorizzare il territorio Fri, 08 Nov 2019 09:59:53 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606068.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606068.html GAL Madonie GAL Madonie Costruire una rete tra operatori turistici per valorizzare il territorio

 

Per trasformare le proposte in progetti, il GAL Madonie programma un ulteriore incontro di animazione sul Bando della sottomisura 16.3. Appuntamento a Scillato lunedì 11 novembre.

 

Castellana Sicula, 08/11/2019 �“ Programmato un ulteriore incontro per stimolare la creazione di una rete stabile tra gli operatori turistici del territorio. L’appuntamento si terrà lunedi 11 novembre, dalle ore 09.00 alle ore 14.00, nell’aula consiliare del Comune di Scillato.

Al termine dei cinque incontri che si sono svoltisi ad Isnello, Nicosia, Petralia Sottana, Caccamo e Polizzi Generosa, il GAL ISC MADONIE propone un ulteriore momento di animazione per favorire la elaborazione di una proposta progettuale che abbia come obiettivo la creazione di una rete stabile tra gli operatori turistici del territorio.

I temi trattati dagli esperti, negli incontri già realizzati, sono stati: Turismo esperienziale, Turismo sportivo, Turismo per famiglie con bambini, Turismo pet friendly, Turismo delle origini, Turismo relazionale e Turismo naturalistico.

E’ necessario adesso che gli operatori trovino forme e modi per collaborare tra loro, trasformando le proposte in progetto, al fine di partecipare al Bando della sottomisura 16.3, la cui scadenza è fissata il 9 dicembre prossimo, con la quale il GAL sosterrà la creazione e la gestione della rete per un periodo massimo di due anni.

“Con questo ulteriore incontro, afferma il Presidente Santo Inguaggiato, il GAL, mediante l’approccio Leader, vuole creare un ulteriore “valore aggiunto” con l’intento di far emergere dal territorio i fabbisogni e le conseguenti possibili soluzioni (bottom up), in forma diretta e partecipata.”

All’incontro di animazione sono particolarmente invitati a partecipare tutti gli operatori turistici del territorio dei 34 comuni facenti parte del GAL, sia quelli già esistenti, sia quelli che intendono partecipare alle altre misure del P.A.L. (6.2 e 6.4.c) per avviare o sviluppare un’impresa turistica.



Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
Il GAL Madonie partecipa alla Borsa del Turismo Extralberghiero che si terrà a Bagheria Wed, 06 Nov 2019 12:56:03 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605803.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605803.html GAL Madonie GAL Madonie Il GAL Madonie partecipa alla Borsa del Turismo Extralberghiero che si terrà a Bagheria

 

Castellana Sicula, 06/11/2019 �“ Il GAL Madonie sarà presente alla BTE �“ Borsa Turismo Extralberghiero �“ di Bagheria con dieci aziende turistiche.  Gli operatori parteciperanno l’8 novembre alla giornata interamente dedicata agli incontri B2B tra venti buyers internazionali interessati ad acquistare il prodotto Sicilia ed a promuovere nei propri mercati di riferimento formule ricettive complementari a quelle alberghiere e gestori di strutture ricettive non alberghiere quali  B&B - Case vacanza - Ville - Affittacamere - Agriturismi - Camping - Rifugi �“ Ostelli.  Quest’anno la BTE ha selezionato 20 buyers tra operatori internazionali provenienti dai mercati target di maggior valore strategico per il turismo esperienziale, creativo, naturalistico e culturale e gli operatori siciliani specializzati in incoming.

L’importante appuntamento sarà una vera opportunità per presentare la propria offerta, aumentare la propria visibilità, acquisire nuovi clienti e avviare nuovi rapporti di collaborazione.

Per facilitare la partecipazione delle aziende operanti nel proprio territorio, il Gal Madonie, ha stipulato una convenzione con la Confesercenti Palermo grazie alla quale parteciperanno le seguenti aziende che ne hanno fatto richiesta, a seguito di manifestazione di interesse.

1. Agriturismo “Rinella” di Ricotta Laura C/da Rinella (Valledolmo)

2.Turismo Rurale Casale Villa Rainò (Gangi)

3. Case Vacanza Glorioso Federico (Cefalù)

4. B&B Le Dune di Francesco Polizzotto (Lascari)

5. Azienda Agrituristica Biologica Bergi (Castelbuono)

6. Azienda Agrituristica Villa Levante di Levante Diego (Castelbuono)

7. Terre e Torri Country Resort (Lascari)

8. B&B La casa del pittore (Petralia Soprana)

9. B&B Il Muretto di Schittino Pasquale (Lascari)

10. Casa Vacanza Il Casale di Carolina di Petralia (Petralia Soprana)



Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
Il GAL Madonie incentiva la partecipazione alla BTE di Bagheria Sat, 26 Oct 2019 10:25:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/604725.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/604725.html GAL Madonie GAL Madonie

Il GAL Madonie incentiva la partecipazione alla Borsa del Turismo Extralberghiero che si terrà a Bagheria

 

Castellana Sicula, 26/10/2019 �“ Il GAL Madonie invita le aziende turistiche extralberghiere a partecipare alla BTE �“ Borsa Turismo Extralberghiero �“ che si svolgerà l’8 novembre 2019 presso Villa Cattolica a Bagheria. Per facilitare le aziende operanti nel proprio territorio, il Gal Madonie, ha stipulato una Convenzione con la Confesercenti Palermo che mette a disposizione 13 posti.

La Borsa prevede una giornata interamente dedicata agli incontri B2B tra buyers (20) e gestori di strutture ricettive non alberghiere quali: B&B - Case vacanza - Ville - Affittacamere - Agriturismi - Camping - Rifugi - Ostelli Le aziende turistiche extralberghiere.

Gli operatori ricadenti nel territorio del GAL Isc Madonie interessate a partecipare dovranno far pervenire la propria manifestazione di interesse entro l’1 novembre prossimo alla mail  galiscmadonie@gmail.com

Sul sito www.madoniegal.it è possibile reperire l’avviso del presidente del GAL Santo Inguaggiato con ulteriori informazioni.



Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
Il Gal Madonie incontra gli operatori turistici per promuovere la costituzione di una rete tra operatori turistici Sat, 12 Oct 2019 10:30:01 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/602758.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/602758.html GAL Madonie GAL Madonie

Il GAL Madonie incontra gli operatori turistici per promuovere la costruzione di una rete con la sottomisura 16.3 del P.A.L.

 

L’obiettivo: favorire partenariati tra operatori turistici e del turismo rurale con la creazione di una rete tra imprese operanti nel settore del turismo relazionale e sostenibile

 

Castellana Sicula, 12/10/2019 �“ Prosegue l’intensa attività di animazione del GAL ISC MADONIE sui territori dei 5 Centri Stella. In questo mese di ottobre si terranno altri cinque incontri sia con operatori turistici già presenti sul territorio che con coloro che si accingono a presentare le domande di sostegno sulla sottomisura 6.2 e sull’operazione 6.4.c (Ambito 2).

Scopo dei cinque incontri sarà quello di illustrare i contenuti del Bando relativo alla sottomisura 16.3, che ha una dotazione finanziaria di 150.000 euro. Essa si propone di favorire la creazione e/o lo sviluppo di partenariati aventi carattere di stabilità tra piccoli operatori turistici e del turismo rurale, tour operator e microimprese erogatrici di servizi turistici che operano nel campo della valorizzazione del territorio.

La sottomisura sostiene, con un contributo pari al 100% a fondo perduto, la creazione di partenariati finalizzati al raggiungimento di economie di scala, per esempio, tramite la creazione di pacchetti turistici e la messa in rete, promozione e commercializzazione di servizi di turismo rurale.

Agli incontri, che avranno come modalità operativa quella “laboratoriale” che consentirà agli operatori presenti di partecipare attivamente all’elaborazione dell’idea progettuale, parteciperanno, in qualità di facilitatori, gli esperti di turismo rurale selezionati attraverso un bando pubblico dal GAL Madonie.

Il termine di presentazione delle domande per accedere al finanziamento della sottomisura 16.3 è fissato al 9 dicembre 2019.

Gli appuntamenti si terranno: il 16 ottobre ad Isnello, alle ore 15,30, presso l’Osservatorio astronomico GAL HASSIN dove l’esperto Matteo Fici parlerà di “Turismo esperienziale”, il 18 ottobre a Nicosia, alle ore 11,00, presso il Museo multimediale della montagna dove l’esperta Sabrina Leone affronterà il tema del “Turismo Sportivo �“ Turismo a misura di Famiglie con bambini �“ Pet Friendly”. Lo stesso giorno (18 ottobre) a Petralia Sottana, alle ore 16,00, presso il Centro culturale Assunta Rinaldi (attiguo al Museo Collisani) l’esperto Rosario Turrisi parlerà del “Turismo delle origini”. Il 22 ottobre a Caccamo, alle ore 10,30, presso il Castello, l’esperto Pierfilippo Spoto affronterà l’argomento “Turismo relazionale”; infine il 24 ottobre a Polizzi Generosa, alle ore 11,00, presso il Centro sociale C. A. Dalla Chiesa si terrà l’incontro sul “Turismo naturalistico” con Gianpiero Lodico.

I centri stella coinvolti sono quelli di Castelbuono, Gangi, Bompietro,  Alia e Caltavuturo.




Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>