Comunicati.net - Comunicati pubblicati - ComunicaTeatro Comunicati.net - Comunicati pubblicati - ComunicaTeatro Fri, 20 Apr 2018 10:25:43 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/23885/1 Follia Wed, 18 Apr 2018 15:23:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476619.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476619.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro Dopo i consensi di Frida Kahlo: il Ritratto di una donna in scena la scorsa stagione, Alessia Navarro torna sul palco del Teatro Quirino di Roma con un nuovo intenso lavoro: Follia.

 

Scritto da Fabio Appetito e diretto da Matteo Tarasco che ne cura anche la drammaturgia, lo spettacolo è in scena dal 2 al 6 maggio.

Follia è un viaggio nei meandri più segreti della mente di una donna che ha attraversato il secolo danzando sul limitare dell’abisso. Una donna che incarna tre emblematiche figure della cultura del novecento: Alma Malher, compositrice e pittrice austriaca, Marina Cveteva, poetessa e scrittrice russa e Kiki de Montparnasse, modella francese. Donne poco conosciute a molti ma che tanto hanno dato alla cultura e all'arte dello scorso secolo. A condurre per mano lo spettatore nella vita di queste tre importanti figure ci saranno le musiche realizzate da Stefano Mainetti eseguite dal vivo da Gilda Buttà al pianoforte,

Luca Pincini al violoncello e con Pietro Biondi (voce off).

 

Uno spettacolo intenso che gioca su tre differenti piani di rappresentazione: il gesto dall’attrice sul palcoscenico; il suono, creato da un team di rumoristi dal vivo(Alvaro Gramigna Davide dell'Ariccia), in un’azione mimetica che amplifica foneticamente il gesto di Alessia Navarro; l’immagine, ripresa in diretta con telecamere a lato del palcoscenico e contemporaneamente proiettata su schermo cinematografico, al fine di evidenziare il gesto con dettagli e primi piani fondamentali alla comprensione del testo che rischierebbero di sfuggire allo spettatore.

 

Alessia Navarro ci porterà a conoscere i lati più veri, umani, bizzarri di tre donne che, attraverso le loro vite fuori dal comune, ci hanno lasciato un vero e proprio testamento sentimentale e hanno attraversato come schegge di luce il mondo dell’arte. L'attrice alla fine diverrà essa stessa una di loro: una donna rinchiusa in un manicomio immaginifico per non essersi accontentata di una vita soltanto.

Alma Malher combatterà contro la prigionia di possesso che, nell’arte come nella vita, Oskar Kokoschka ha esercitato su di lei. Marina Cvetaeva parlerà per l'ultima volta con Rainer Maria Rilke, il poeta che morì poche settimane prima del loro primo appuntamento e che poté amare solo epistolarmente. Kiki di Montparnasseparlerà di Parigi, di Hemingway e sognerà un corpo non costretto alla decadenza.

 

 

Il nostro spettacolo, risultato omogeneo dei tre suddetti piani rappresentativi, si configurerà come una sorta di making-off in presa diretta” spiega il regista Matteo Tarasco, “una ibridazione tra radiodramma, video-clip e performance in un costante scambio dialettico da illusione ed elusione, nel senso antico di in-ludo ed ex-ludo, mettersi in gioco e contemporaneamente fuori gioco”

 

 

 

Follia

di Fabio Appetito

con Alessia Navarro

diretto da Matteo Tarasco

Musiche di Stefano Mainetti

Pianoforte Gilda Buttà

Violoncello Luca Pincini

Voce Off Pietro Biondi

 

Creatori di suoni dal vivo sul palco:

ACS:

Alvaro Gramigna

Davide dell'Ariccia

Assistente rumoristi Serena Mancarella

Mimi: Federico Nelli e Elisa Licciardi

Costumi Chiara Aversano

Spazio Scenico Ilaria Nomato

Ingegnere del suono Tiziano Stampete

Fonico Antonio Amore

Disegno Luci Marco Laudando

Assistente alla regia Marta Selvaggio

Produzione video Mv Pictures

Produzione esecutiva Uao Spettacoli

Ufficio stampa Rocchina Ceglia

 

Teatro Quirino

Via delle Vergini, 7

dal 2 al 6 Maggio 2018

Ore 21.00, Domenica ore 17.00

Biglietti:
Platea: Intero 25€ Ridotto 22.50€

I Balconata: Intero 20€ Ridotto 18€

II Balconata: Intero 15€ Ridotto 13.50€

Galleria: Intero 10€ Ridotto 9€

Ridotto per Under 25 e Over 65

Info e prenotazioni: 06.6794585
biglietteria@teatroquirino.it

]]>
Scalinatella….N'ammuratella Tue, 17 Apr 2018 15:03:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476489.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476489.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro I Newpolitan

in scena con 

Scalinatella….N'ammuratella

 

 

21 aprile ore 20.30

Piccolo Teatro Il Salotto di Pulcinella

 

Al Piccolo Teatro Il Salotto di Pulcinella arrivano i Newpolitan. In scena il 21 aprile con Scalinatella...N'ammuratella, un vero e proprio tuffo jazzistico nella tradizione canora napoletana proposto da questo giovane gruppo che nasce proprio con l’obiettivo di reinterpretare, in chiave moderna ed elegante, i classici della canzone napoletana.

Gli arrangiamenti, dalle sonorità calde,  sono stati curati dal maestro Giorgio Rosciglione, noto contrabbassista che ha portato, in ogni singolo pezzo, la sua consolidata esperienza musicale cresciuta  grazie a collaborazioni con interpreti del calibro di Renato CarosoneNicola AriglianoGabriella FerriGianni FerrioGiorgio PanarielloRenato ZeroAdriano CelentanoLucio DallaLuis Bacalov, Renzo Arbore e tanti altri.

Alla batteria il grande Luca Ingletti, nome di spicco nel panorama jazzistico internazionale.

Alla chitarra Cosimo Pastorello, musicista passionale e intenso.

Alla voce Valeria Matrisciano, cantante napoletana dalle spiccate qualità interpretative, la cui voce calda e appassionata accompagnerà il pubblico in un'emozionante viaggio dell'anima attraverso i suoni e i colori di un territorio vasto e sorprendente che ha ispirato interpreti antichi e moderni.

 

Attraverso le musiche e la voce, i NEWPOLITAN vi porteranno tra i suggestivi vicoli di Napoli con pezzi come “Terra mia”, “Alleria” e la “Rumba de Scugnizzi” o tra i panorami mozzafiato della Costiera amalfitana e Sorrentina con pezzi come “Scalinatella” o “ Caruso”, per farvi, infine, ballare al ritmo incalzante della ”Tammurriata Nera”. 

 

 

IL SALOTTO DI PULCINELLA

via Urbana, 11 - 00184 Roma

tel. 06 48.23.339  - cell. 347.7327033 - email: info@ilsalottodipulcinella.com 

Spettacoli con degustazione menù completo:

 

h. 20.30 – Euro 25

]]>
INTERFERENZE Tue, 17 Apr 2018 12:50:44 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476478.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476478.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro La Compagnia della Testa

presenta

 

INTERFERENZE

Una commedia 2.0 con delirio di parole e musica

con Francesco Cevaro e Marco Andreoni

regia di Francesco Cervaro

 

AR.MA TEATRO

Via Ruggerdo di Lauria 22

21 e 22 aprile 2018

 

All’Ar.Ma Teatro di Roma il 21 e il 22 aprile sarà in scena Interferenza, una commedia divertente dove parole e musica si alternano e si fondono per raccontare in una maniera inusuale pensieri, gioie e dolori del nostro quotidiano.

Sul palco Francesco Cervaro, che cura anche la regia, e Marco Andreoni (chitarra e voce).

 

Alla voce interferenza sul dizionario si legge che è “la sovrapposizione di due elementi, con relativa possibilità di sommarsi o di elidersi”.

E di queste sovrapposizioni, con esito alternativo, è piena la nostra vita. Possiamo quasi dire che essa sia in fondo una somma di interferenze tra il nostro io e quello delle persone o delle cose con le quali veniamo a contatto. Però, nel linguaggio comune, con il termine interferenza intendiamo soprattutto i fastidiosi fenomeni che possono colpire alcuni degli strumenti tecnologici che quotidianamente utilizziamo.

Tenuto conto di questa duplicità di significati, la Compagnia della Testa mette in scena un’inedita commedia 2.0 fatta di un continuo alternarsi di parole e musica.

In mezzo ad un insieme di strumenti tecnologici e di comunicazione di vario tipo, quali pc, tablet, tv e telefono, Francesco Cevaro si cimenta in un concatenarsi giochi di parole, in stile vagamente bergonzoniano, che si intervallano a brani ironici di famosi cantautori italiani interpretati dal chitarrista e cantante Marco Andreoni.

L’effetto è quello di una continua interferenza tra parole e musica e tra le parole stesse, in un delirio verbal-musicale, che finisce per produrre un effetto comico.

Una sorta di cabaret 2.0 che racconta, in modo ironico e inusuale, il nostro quotidiano e le interferenze continue che compongono la nostra esistenza, analizzate sempre in un'ottica divertita e nonostante tutto inguaribilmente ottimista.

 

INTERFERENZE

Una commedia 2.0 con delirio di parole e musica

con Francesco Cevaro e Marco Andreoni

regia di Francesco Cervaro

 

Ar.Ma Teatro

via Ruggero di Lauria 22

21 e 22 aprile 2018

ore 21.00 domenica ore 18.00 

Telefono 06 39744093 - cell. 333 9329662

Mail: info@capsaservice.it

Biglietti. Intero 12 - ridotto 10

 

 

LA COMPAGNIA DELLA TESTA

La Compagnia della Testa nasce nell’aprile del 2010 ad opera dell’attore Francesco Cevaro, presidente della Compagnia, e di Gianluca Zoratti, attuale segretario, con lo scopo di diffondere l’amore per la recitazione e per il teatro, che accomuna i suoi soci, e di far riscoprire al pubblico la bellezza di questa forma artistica, culturale e d’intrattenimento, sia attraverso la riproposizione di grandi classici, sia portando in scena le proposte più interessanti e meno criptiche della drammaturgia contemporanea.

Caratteristica peculiare della Compagnia è la capacità di produrre e portare in scena pièce originali e inedite, scritte dallo stesso Francesco Cevaro, incentrate su tematiche di interesse storico e culturale, spesso volte a portare alla luce eventi o personaggi storici dimenticati. Il teatro diventa quindi non solo un mezzo di intrattenimento ma anche un veicolo per diffondere, con un linguaggio comprensibile a tutti, il frutto di approfondite ricerche storiche e letterarie. Tra i testi originali scritti e prodotti dalla Compagnia ricordiamo “Adelaide! Ricordi di un’attrice chiamata Ristori” (2011), incentrata sulla figura dell’attrice Adelaide Ristori, “Io, Nazario Sauro” (2014) monologo sul patriota istriano della Grande Guerra e “Confessioni di Napoleone… ?”(2015), lettura scenica tratta dai diari di Sant’Elena che fornisce un ritratto inedito di Napoleone Bonaparte.



COMPAGNIA DELLA TESTA

tel. 328 7430802 Email

zeroilmatto2@gmail.com

https://www.facebook.com/compagniadellatesta

]]>
Nightmare N.7 Fri, 13 Apr 2018 20:56:15 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476226.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476226.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro L’Uomo di Fumo - Compagnia Teatrale

Tehuana

presentano

Nightmare N.7

scritto e diretto da Lorenzo Collalti

con
 Luca Carbone, Cosimo Frascella, Lorenzo Parrotto, Pavel Zelinskiy

Produzione “L’Uomo di Fumo - Compagnia Teatrale” e Tehuana

 

Teatro Marconi

dal 19 al 22 aprile 2018

dal giovedì al sabato ore 21

domenica ore 17:30

 

Dopo i numerosi successi ottenuti in questi ultimi anni a Spoleto, Roma, Venezia e Matera, grazie alla collaborazione con Pino Insegno torna in scena a Roma, sul palcoscenico del Teatro Marconi, dal19al 22 aprileNightmare N.7, spettacolo della giovane compagnia “L’Uomo di Fumo”, scritto e diretto da Lorenzo Collaltie interpretato da Luca Carbone, Cosimo Frascella, Lorenzo Parrotto, Pavel Zelinskiy. 

Un atto unico originale e ricco di spunti di riflessione, che nasce da un incubo ricorrente sul tema della violenza psicologica per aprirsi ad un meccanismo drammaturgico denso di ritmo, significato ed ironia.In un giorno imprecisato, in un luogo imprecisato, in un tempo imprecisato, un uomo si ritrova in una casa senza memoria. Tre bizzarri individui che vi si trovano per un motivo imprecisato si propongono l’obiettivo di aiutarlo, in un modo imprecisato. “Perché non prende un tè?”, basta questa semplice domanda di cortese ospitalità e la macchina si mette in moto. Quello che sembra un semplice sostegno inizia a mutare in uno strano gioco. La gentilezza nei confronti dello sfortunato diventa sempre più molesta e perversa. La concretezza della situazione si va man mano sgretolando trasformandosi in un mondo surreale sospeso tra realtà e sogno. La casa e i tre individui diventano il vortice di un’intera società, comico e tragico al tempo stesso, dove l’occhio del ciclone fa perno sull’uomo senza memoria. In un ritmo incessante, suggestioni reali si scontrano in modo assurdo e disorganico, martellando lo sfortunato individuo e costringendolo ad una partecipazione forzata a questo gioco senza regole. La quotidianità, dall’episodio futile a quello irripetibile, proprio come in un incubo, imperversano in questa casa fino a spingere lo spettacolo ad un equilibrio, dove pianto e riso hanno un confine fin troppo sottile.

Uno spettacolo con diverse chiavi di lettura, che si rivolge ad un pubblico eterogeneo e variegato  tramite l’introduzione di parti in altre lingue, la musicalità dei dialetti e un utilizzo dello spazio preciso e chiaro, che supera la barriera linguistica. 

Nightmare N.7 è il racconto del delirio del singolo nei confronti di una società sempre più alienata, disgregata, persa e sola, dove l’assurdità è forse l’unica logica che la regola. “La cornice onirica dello spettacolo si fonda su strutture forti surrealiste e Kafkiane ma si ravviva della vera e propria routine di tutti i giorni.”_ Annota Lorenzo Collalti_ “Kafka, Palazzeschi, Dürrenmatt e tanti altri parlano attraverso stereotipi, frasi fatte e detti popolari, posti in maniera sbagliata, al momento talmente sbagliato da rendere tutto questo interessante.”

 Varie citazioni si susseguono in un’orgia di stili che vanno dallo scrittore della “Metamorfosi” ad un ragazzo che risponde ad un call center, dallo scrittore del “Minotauro” ad una vecchietta con problemi alla caldaia. Non si guarda in faccia nessuno pur di raccontare questa parabola cristologica dello sventurato protagonista, in una vita che lo accoglie per poi prendersi gioco di lui, offenderlo, straziarlo e portarlo infine alla pazzia. 

Lo spettacolo è stato presentato in occasione della Groups’ Competition nel programma intitolato “European Young Theathre” del Festival Internazionale dei 2Mondi di Spoleto 2015 dove ha riscosso un grande successo di pubblico testimoniato dalla duplice vittoria: Miglior Spettacolo, Migliore Drammaturgia. Nel 2016 debutta a Roma all’interno del Festival organizzato da Dominio Pubblico, al Teatro India di Roma e a Venezia (Venice Open Stage 2016). Nel 2017 replica al Cometa Off grazie alla collaborazione con Pino Insegno e, nello stesso anno, a Matera.

 

La compagnia “L’Uomo di Fumo”

“L’Uomo di Fumo” è una compagnia formata da giovani attori professionisti diplomati all'Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”.

Con lo spettacolo “Nightmare N.7”, scritto e diretto da Lorenzo Collalti, la compagnia debutta all’interno del Festival Internazionale dei 2Mondi di Spoleto 2015 vincendo il I premio della “Groups’ Competition” e il Premio SIAE alla miglior drammaturgia nella rassegna “European Young Theathre”.

Il gruppo formatosi prende fiducia nell’esplorare una nuova drammaturgia con la volontà di creare una nuova poetica, con esigenze registiche e attorali strutturalmente diverse dalle precedenti. L’imperativo è creare un teatro per tutti, non solo per gli addetti ai lavori. Un teatro per giovani e vecchi, un teatro che non snobbi chi non sa e non annoi chi sa.

La penna e la regia di Lorenzo Collalti, giovane regista diplomato in Accademia, sono i primi e forti pilastri su cui “L’Uomo di Fumo” ha mosso e muove i suoi primi passi, è il frutto di un lavoro collettivo, fatto di esperimenti, tentativi azzardati, successi e molti fallimenti; guidati dal massimo sforzo per raggiungere il minimo risultato.

Nel 2017 “Nightmare N.7”, dopo la partecipazione al Festival under 25 Dominio Pubblico 2016, debutta a Roma, prodotto da Pino Insegno.

Dopo Spoleto e Roma “Nightmare N.7” debutta a Venezia (all’interno del Festival Venice Open Stage diretto da Francesco Gerardi) e a Matera (grazie alla collaborazione con Cosimo Frascella e lo IAC – Centro Arti Integrate), riscuotendo un discreto successo di pubblico e critica.

Nel 2017 debutta a Spoleto “Un ricordo d’inverno”, saggio di diploma di regia scritto e diretto da Lorenzo Collalti. Nel 2017 e nel 2018 in tourneè a Roma, Firenze e Milano, prodotto dalla Compagnia dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”.

Nel 2017, “Reparto Amleto”, scritto e diretto da Lorenzo Collalti, vince il premio come Miglior Spettacolo al Festival under 25 Dominio Pubblico 2017, garantendosi un premio di produzione da parte del Teatro di Roma nel periodo di Gennaio 2018 presso il Teatro India.

Nello stesso periodo, durante il Festival Internazionale dei 2Mondi di Spoleto 2017 “Reparto Amleto” vince il I premio della “Groups’ Competition” e il Premio SIAE alla miglior drammaturgia.


Ufficio stampa “ L’Uomo di Fumo - Compagnia Teatrale”

Maresa Palmacci 348 0803972; maresa29@libero.it

Ufficio Stampa Teatro Marconi

Rocchina Ceglia 346 4783266; rocchinaceglia@rocchinacegliacomunicazione.it

 

Info

DAL 19 AL 22 APRILE TEATRO MARCONI Viale Guglielmo Marconi 698/E- Roma

Orari spettacolo: giovedì, venerdì e sabato ore 21; domenica ore 17:30

Per info e prenotazioni:

06 5943554; info@teatromarconi.itluomodifumo@gmail.com

 www.luomodifumo.com

]]>
LO ZOO DI VETRO Fri, 13 Apr 2018 16:51:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476207.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476207.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro

L’ARABA FENICE

presenta

LO ZOO DI VETRO

(dalla traduzione di Gerardo Guerrieri)

di

Tennessee Williams

DAL 18 AL 22 APRILE 

AL “TEATRO DELLA FORMA”

Viale della Primavera, 317 



con Rosa Maria Marcucci, Ugo Andrea Santangelo, 

Eunice Naso, Alberto Papalia

 

Regia Tina Agrippino

 

Dal 18 al 22 aprile è in scena al Teatro Della Forma di Roma, Lo zoo di vetro scritto da Tennessee Williams nel 1945. La versione di Tina Agrippino, che vede in scena Rosa Maria Marcucci, Ugo Andrea Santangelo, Eunice Naso, Alberto Papalia, è la versione tradotta da  Gerardo Guerrieri.

Lo zoo di vetro è un “dramma di memoria” che narra le vicende della disfatta di una famiglia. Il figlio Tom rievoca momenti di vita vissuta insieme alla madre Amanda e alla sorella Laura. Il padre li ha abbandonati anni prima. Amanda vive nel ricordo di una giovinezza dorata, mentre Tom, incatenato dalle responsabilità che gli addossa la madre, sogna un futuro diverso lontano da casa. Laura, afflitta da una lieve zoppìa, si rifugia nella collezione di figurine di vetro nelle quali si identifica. Ognuno di loro è intrappolato in  un’esistenza fatta di illusioni e sogni, in cui anche la memoria si scontra con un presente crudele che delude i sogni e travolge il sognatore incapace di mantenere i contatti con la realtà. All'interno di questo piccolo nucleo familiare si inserisce Jim, portatore di un sano giovanile ottimismo,. ma, suo malgrado, egli scatenerà la definitiva rottura dei legami familiari.



NOTE DI REGIA

In questo allestimento, portato in scena dalla compagnia “L’Araba Fenice” per la regia di TINA AGRIPPINO, il dramma è ambientato nell‘Italia fine anni ’70, per renderlo più fruibile al pubblico e fluido nella localizzazione temporale. Il linguaggio dell’autore rimane intatto nella sua spietata aderenza ad una realtà in cui il tormento romantico si alterna alla rabbia, l’allegria si stempera nell’insulto e il rimpianto si accende di tenerezza. 

La regia mette in luce momenti di gaia spensieratezza familiare, restituendo al dramma di T. Williams l’afflato tra Amanda, Laura e Tom.

Le musiche sottolineano questa messinscena per la nostalgia che ci riporta ad un tempo passato e per la gaiezza del tempo presente.

 

Lo Zoo Di Vetro 

Di Tennessee Williams

Traduzione Gerardo Guerrieri

Regia Tina Agrippino 

Con Rosa Maria Marcucci (Amanda) Ugo Andrea Santangelo (Tom), Eunice Naso (Laura) Alberto Papalia (Jim)

Aiuto Regia: Rosa Maria Marcucci   

Scene E Costumi: Enza Fortunato

Tecnico Audio e Luci: Claudio Carfora

Assistente Alla Regia: Lucrezia Martino 

Assistente Di Scena: Elettra Naso

Foto Di Scena: Raffaela Sabbatini 

Ufficio Stampa: Rocchina Ceglia


Teatro Della Forma

Viale Della Primavera 317

Dal 18 al 22 Aprile 2018

Ore 20.30 Domenica Ore 17.00

Per Prenotazioni: – Tel. 0624407469 3493097915

Biglietto Unico € 10

]]>
Quando eravamo repressi 3.0 Fri, 13 Apr 2018 16:43:55 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476205.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476205.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro Ferruccio Barone presenta

 

Quando eravamo repressi 3.0”

Scritto e diretto da Pino Quartullo

 

Con

Francesca Bellucci

Annabella Calabrese

Matteo Cirillo

Tiziano Floreani

 

TEATRO ROMA 

via Umbertide 3

DAL 17 AL 29 APRILE 2018

 

 

 

Torna la commedia scandalo scritta e diretta da Pino Quartullo. Dopo il successo al Teatro Ghione della scorsa stagione, torna a Teatro la commedia che venne prodotta nel 1990 da Vittorio Gassman che vide in scena Alessandro Gassman, Lucrezia Lante della Rovere e Francesca d'Aloja. Quando eravamo repressi ebbe subito un grandissimo successo e l'anno successivo divenne un film. Ma la censura impedì l'uscita nelle sale.

Grazie a Walter Veltroni si ottenne la pubblicazione della pellicola in versione integrale ma per pochi mesi. La commedia fu ripresa poi a teatro nel 1998 con un nuovo cast. Dopo ventisette anni  arriva al Teatro Roma dal 17 al 29 aprile con nuovi interpreti nati, più o meno, quando fu scritta la commedia, in un’epoca senza cellulari, senza internet, senza Facebook. Francesca Bellucci, Annabella Clabrese, Matteo Cirillo, Tiziano Floreani sono i nuovi protagonisti della storia diretta dallo stesso autore.

 

 

La commedia si snoda tra due camere comunicanti di un albergo, dove due giovani coppie cercano di risolvere il problema del calo del desiderio aprendosi e scambiandosi secondo una complessa serie di combinazioni. Petra e Massimiliano, due disinibiti e collaudati scambisti, vengono contattati da Isabella e Federico, una giovane ed elegante coppia in crisi, nel tentativo di risolvere i loro problemi attraverso lo scambio. Il confronto tra i quattro, inevitabilmente, scatena situazioni imprevedibili, contrasti, erotismo e comicità.

 

Quando eravamo repressi 3.0

Scritto e diretto da Pino Quartullo
Con Francesca Bellucci, Annabella Calabrese, Matteo Cirillo, Tiziano Floreani

 

TEATRO ROMA 

via Umbertide 3

dal 17 al 29 aprile 2018

ore 21.00, domenica ore 17.00

Biglietti

Intero 27€

Info e prenotazioni:06.7850626

]]>
Posta Prioritaria Fri, 13 Apr 2018 16:07:34 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476200.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/476200.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro Guido Lomoro by Teatrosophia 

presenta

 

POSTA PRIORITARIA

 

MARTEDI' 17 APRILE ORE 20.30

 

"RIONE 13"

VIA Roma Libera 19 -Trastevere

 

Il perfetto connubio tra buona cucina e buon teatro

 

Adattamento e regia: Marta Iacopini

 

con Cristina Longo, Alessandra Di Tommaso, Lucia Rossi, Marco Giustini, Guido Lomoro. 

con la partecipazione straordinaria di Merlino.

 

 

 

Martedì 19 aprile torna Posta Prioritaria in una cornice del tutto nuova: “Rione 13” il ristorante gestito da due giovani amanti del teatro che, alle ore 20.30, crea il perfetto connubio tra cucina e teatro con i racconti costruiti su brevi scambi epistolari. 

Diretti da Marta Iacopini saranno in scena Cristina Longo, Alessandra Di Tommaso, Lucia Rossi, Marco Giustini, Guido Lomoro. Storie a volte strampalate, come può essere la vita reale, a volte crudeli, spesso comiche e ammantate di paradosso, dove non manca il gusto per lo humour nero, o quanto meno amaro, e per il colpo di scena. 

Brevi storie in cui la logica apparente risulta rovesciata e nulla è mai come appare sulle prime. In cui si ride, si riflette e talvolta ci si commuove.

 

 

Posta Prioritaria

Rione 13

Via Roma Libera 19

Prenotazioni. Tel 065817418

Biglietto 35€ comprensivo di cena a menu fisso e spettacolo.

]]>
B SCHOOL SURPRISE Tue, 10 Apr 2018 10:05:27 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/475716.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/475716.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro B SCHOOL SURPRISE

 

15 APRILE ORE 21.30

 

TEATRO PORTAPORTESE

 

Si avvicina l'ultima serata della stagione della rassegna "BurlAsque Upload".

Da quando è iniziata, 8 ottobre 2017 con lo spettacolo "La Tournee" della Golden Eggs Revue, sul palco del Teatro Portaportese sono passati tanti artisti, da ballerini, a clown, a cantanti, ad attori, a maghi, ma soprattutto burlesque perfomer, riconosciute in Italia ma soprattutto all'estero come tra le migliori.

Ricordiamo, infatti, la partecipazione di Albadoro Gala, Scarlett Martini, Nuit Blanche. La presenza costante del burlesque in questo format ha dimostrato che quest'arte non è mero e semplice intrattenimento limitato ad uno "streap tease", ma è elemento e contenitore di tutto ciò che per il senso comune è Arte nel senso più alto del termine. La produzione di BurlAsque Upload, ad opera di Lizzy Brown, aveva questo obiettivo e soprattutto avvicinare al burlesque, riportandolo in teatro, dove è nato, anche le persone digiune o ignare della sua esistenza.

 

Domenica 15 aprile ore 21.30 ci sarà la serata di chiusura.

Sul palco ci saranno le promesse emergenti del burlesque italiano  coadiuvate da un ospite di eccezione: Andrea Romanzi "Magoveramente" già noto in ambito magico e teatrale.

 

Per la serata finale saranno protagonisti della scena:

MagoVeramente, alias Andrea Romanzi, sarà mattatore della serata. Mago di grande pregio e fattezze, è un artista originalissimo che unisce performance classiche di magia con numeri super innovativi e di sicuro impatto.

Già da bambino ha sempre fatto vedere la sua predisposizione per l'arte magica... Famoso nella sua scuola per far sparire merendine dagli zaini dei compagni e far levitare i cartoccetti tra i capelli delle maestre... Componente della "Gang of Magic", un gruppo di folli maghi in giro per il mondo, con il tempo ha perfezionato le sue doti soprannaturali e se vi capiterà di incontrarlo fatevi trascinare nel suo folle mondo magico!

 

Holly's Good: ballerina e insegnante di danza, incontra il burlesque nel 2010 fino al 2017 quando entra a far parte del laboratorio professionale dello Studio Gala di Albadoro Gala. Nel febbraio 2018, passa la selezione per il Caput Mundi International Burlesque Award Summer Edition, e in marzo gira in Olanda un  documentario sul burlesque "European burlesque: the bare naked truth". A maggio sarà una delle perfomer italiane alla Berlin Burlesque Week per l'evento "Shimmy Shake Burlesque" 

Dice di se: "Risoluta e dinamica provo e propongo di migliorarmi e svilupparmi sempre!"

 

Sweet Chilly: dalla prestigiosa Silk Ribbon Burlesque Academy, recentemente proclamata "Duchessa del Burlesque", vincitrice del Ferrara Burlesque Festival, Sweet Chilly, "The amazing petite bombshell", nasce come sexy Pin-up ma abbandona questa immagine per lasciare spazio ad un animo dark, controverso, dalla personalità contraddittoria ed emblematica. Riesce ad essere ironica e delicata ma allo stesso tempo irriverente e misteriosa, da qui il suo nome. Dietro l'aspetto da graziosa bambolina si cela un'ostinata durezza sprigionata sul palco con passione ed energia. Minuta ed agguerrita porta sul palco anche la giocoleria, arte fondata sulla destrezza della manipolazione, facendo roteare un bastone come fosse la sua arma. Un concentrato di contrastante sensualità! Ha passato anche lei le selezioni per il prossimo Caput Mundi International Burlesque Award Summer Edition e parteciperà come newcomers al prossimo Stuttgart Burlesque Festival in ottobre 2018.

 

Viridi Flora: ironica e floreale, a volte dispettosa come vuole il Burlesque, intrapreso dopo 20 anni di danza classica, che continua a contaminare la sua vita. Dopo un primo inizio presso la Bottega degli Artisti, da due anni studia con Albadoro Gala presso la sua scuola, l'assiduo lavoro fa letteralmente esplodere la sua passione, si appresta ora verso un percorso professionale.

 

Chiara Lucisano: nasce a Roma il 20 novembre del 1983. Dopo 14 anni di ginnastica artistica a livello agonistico praticata a partire dall’età di 6 anni, lascia lo sport per dedicarsi allo studio del teatro frequentando diversi corsi a Roma tra cui la scuola “Permis de conduire” presso il teatro Agorà 80 e i corsi per adulti del Teatro Verde. Nel 2010 si diploma al corso di formazione professionale per attore di circo contemporaneo e artista di strada della Scuola Romana di Circo, specializzandosi nelle discipline aeree. Dal 2003 al 2012 collabora con il Teatro Verde di Roma come insegnante di teatro per bambini e ragazzi. Nel 2013 viene scelta dal regista Massimo Verdastro per interpretare il ruolo di Evelina nel “Padiglione delle meraviglie” opera teatrale di E. Petrolini in scena al Teatro Vascello di Roma. Nel 2014 fonda insieme a Lorenzo Crivellari la ChiLoWatt +electric company- che porta in scena lo spettacolo Differenza di Potenziale, spettacolo di circo dall’atmosfera cupa dove luce ed elettricità sono protagoniste. Nel 2016 collabora con il Teatro Patologico per lo spettacolo “Upsidedown” testo e regia di Dario Dambrosi. In contemporanea all’attività di insegnamento continua a lavorare come performer, da sola o in compagnia, con esibizioni e spettacoli in teatro e in strada in cui combina le sue abilità di acrobata al suolo ed in aria con la danza e l’espressività teatrale e il clown.

 

Tutti loro vi aspettano per questa serata finale, all'insegna, come sempre, della leggerezza e del buono umore.

Esserci è cosa buona e giusta!!!

 

Teatro Portaportese

via Portuense 102 - 065812395 (dalle 18/alle 20)

http://www.facebook.com/

teatroportaportese@gmail.com

burlasqueupload@mail.com

sms/whapp 3496720168

spettacolo 12 + tessera 2 euro

 

Lizzy Brown/BurlAsque Upload
artist & producer
show format
Facebook:
https://www.facebook.com/
https://www.facebook.com/
impossible is possible...
follow the white rabbit!

]]>
ORA TOCCA A ME Mon, 09 Apr 2018 11:13:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/475585.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/475585.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro ORA TOCCA A ME

di e con VITTORIO MARSIGLIA

Piccolo Teatro Il Salotto di Pulcinella

13 E 14 APRILE ore 20.30

 

Dopo il successo dello scorso febbraio, torna sul palco del Piccolo Teatro Il Salotto di Pulcinella Vittorio Marsiglia, con il suo spettacolo Ora tocca a me.

Venerdì 13 e sabato 14 aprile alle 20.30, Vittorio Marsiglia omaggerà l’anticha tradizione teatrale della Macchietta. Una figura che, purtroppo, da un po' di anni, col decadere del Teatro di Varietà, ha cessato di esistere.

Molti, però, sono i grandi artisti che hanno iniziato la loro carriera con quella veste, come Macario, Totò, Nino Taranto.

 

‘In onore a questi grandi artisti reputa giusto ripercorrerne la storia e citarne gli illustri personaggi legati ad essa’, spiega l'artista.

 

Ultimo erede della tradizione della Macchietta,  Marsiglia rende omaggio a questa antica arte, dando vita ad un’originale galleria di personaggi in un divertente excursus storico musicale che va dagli anni ‘20 agli anni ’60, uno spettacolo unico, comico e surreale.

 

 

 

Ora tocca a me

di e con Vittorio Marsiglia

13 e 14 aprile 2018 ore 20.30

 

 

Piccolo Teatro Il Salotto Di Pulcinella

via Urbana, 11 – Roma

tel. 06 48.23.339 - cell. 347.7327033 - email: info@ilsalottodipulcinella.com

Spettacoli con degustazione menù completo:

 

h. 20.30 – Euro 25

]]>
E QUA SO’ IO Fri, 06 Apr 2018 16:47:19 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/475488.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/475488.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro E QUA SO’ IO

Di Giuseppe Manfridi

Con Maurizio Mattioli

 

TEATRO NINO MANFREDI

Dal 10 al 22 APRILE 2018

 

 

 

 

La programmazione del Teatro Nino Manfredi di Ostia continua ad aprile con uno spettacolo di Giuseppe Manfridi, che vede protagonista Maurizio Mattioli.

E qua so' io, in cartellone dal 10 al 22 aprile, è un omaggio al grandissimo Aldo Fabrizi.

 

Mattioli interpreta Fabrizi, reinventa Fabrizi, diventa lui. 

Un Fabrizi che racconta se stesso da cima a fondo attraverso la voce, le movenze e l’aspetto dell’unico altro Mastro Titta del nostro Teatro.

Insomma, un Maurizio di nome Fabrizi. Un Maurizio che a tratti torna ad essere Maurizio… “E qua so’ io!”…e poi di nuovo Aldo, lui, l’originale, magari brusco, provocatorio, e pronto a riprendersi la ribalta. 

 

Sarà questo il presupposto per dar vita a un omaggio sincero, pieno di colpi di scena (e di scenette) a un teatro di varietà che è ormai parte radicata della nostra cultura e del nostro costume.

 

 

E QUA SO’ IO

di Giuseppe Manfridi 

con Maurizio Mattioli


TEATRO NINO MANFREDI

Via dei Pallottini 10

Lido di Ostia

dal 10/04/2018 al 22/04/2018

Orari

10, 11, 12, 13, 14, 17, 19, 20 aprile ore 21.00

15, 18, 22 aprile ore 17.30

21 aprile ore 17.30 e 21.00

Biglietti in vendita su www.teatromanfredi.it - 06.56324849

Prezzi

intero: € 26 Platea, € 22 Galleria

ridotto: € 22 Platea, € 20 Galleria

]]>
Mumble Mumble Confessioni Di Un Orfano D'arte Thu, 05 Apr 2018 14:57:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/475391.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/475391.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro Dopo otto stagioni di applausi e consensi da parte del pubblico e della critica di tutta Italia, anche quest'anno è in scena a Roma  Mumble Mumble - Confessioni di un orfano d'arte. Lo spettacolo sarà sul palco del Teatro Tordinona dal 12 al 15 aprile con Emanuele Salce e Paolo Giommarelli. 

Scritto da Emanuele Salce e Andrea Pergolari, Mumble Mumble è uno spettacolo fondamentalmente ed irrimediabilmente “ironico, scanzonato e commuovente, serio fino alle lacrime, irriverente, grottesco, comico…tanto comico da offrire allo spettatore un finale che per l’ultimo quarto d’ora ti toglie letteralmente il fiato dal ridere”. Il racconto in tre tempi di due funerali... e mezzo e le gesta dei protagonisti che in quei giorni si distinsero, vissuti in prima persona dal protagonista. 

 

Il primo, quello di suo padre Luciano, quando Emanuele aveva poco più di vent'anni e, reduce da una nottata di eccessi etilici, si trovò a dover gestire da solo l'accadimento affrontando, nelle condizioni peggiori, una realtà a lui sconosciuta ed assai scomoda fra para-parenti a caccia di lascito, addetti alle onoranze funebri che lo inseguivano con cataloghi di bare e la ragazza per cui spasimava che non gli si concedeva. 

 

Nel secondo, quello di Vittorio Gassman, marito di sua madre, vissuto da trentenne più lucido e consapevole, in cui si assiste ad un vero e proprio Carnevale del sacro e del profano, fra autorità politiche improbabili e presenzialisti d'ogni risma: dai colleghi minori, a venditori d'automobili, religiosi frustrati, furfanti che nella calca stappavano bottiglie di vino pregiate per concludere il tutto con la semifinale degli Europei del 2000 Olanda - Italia con scene da stadio. 

 

Nel terzo (metaforicamente) il suo: vissuto attraverso l'incontro con una bionda australiana e una défaillance da lassativi occorsagli in un museo di Sydney, con un finale in crescendo, fino a giungere ad una vera e propria liberazione non solo simbolica. 

Piace ricordare che quest’ultimo racconto ha catturato l’attenzione di Sandro Veronesi che, nel suo romanzo “Terre rare” ne ha rielaborato una sua versione. In coda al volume si legge: “La storia narrata nel capitolo dieci della prima parte non e farina del sacco dell’autore, è una cover dello strepitoso monologo autobiografico di Emanuele Salce contenuto nel suo spettacolo intitolato Mumble mumble – ovvero confessioni di un orfano d’arte (di E. Salce e A. Pergolari). Oltre al ringraziamento per il permesso di rielaborarla, l’autore gli rivolge tutta la prpria ammirazione”.

 

A fare da contraltare in scena lo spettatore-regista Paolo Giommarelli, ora complice, ora provocatore della confessione, che passa con candida disinvoltura da Achille Campanile a Petrarca fino ad un trattato di procto-gastroenterologia.

Mumble Mumble

Confessioni Di Un Orfano D'arte

Narrazione Impudica Di Due Funerali E Mezzo”

Di Emanuele Salce E Andrea Pergolari

Con Emanuele Salce E Paolo Giommarelli

Regia Timothy Jomm
Distribuzione Altra Scena
Foto Di Scena Dania Martino
Costumi Giulia Elettra Francioni

Pagina fb: http://tinyurl.com/zrbcfhf

Trailer. http://youtu.be/mj8KXIOmQhY

Teatro Tordinona

via degli Acquasparta 16 (Roma)

dal 12 al 15 aprile

ore 21.00 – domenica ore 17.00

Biglietti:

Intero 12€ +3€ (Tessera Associativa)

Ridotto 10€ +3€ (Tessera Associativa)

Info Tel 06.7004932 - promozione@altrascena.com


]]>
IO, TU E PINO MAURO Thu, 05 Apr 2018 14:56:15 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/475390.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/475390.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro  

Compagnia Teatrale La Paranza & Baracca Vicidomini

presentano 

 

 IO, TU E PINO MAURO

 

 

di e con

Pino Mauro

Nando Citarella

Nicola Vicidomini

 

 

Sabato 14 Aprile 2018 ore 21.30

 

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

Sala Petrassi

 

L‘imperatore della sceneggiata, il re della posteggia e il più grande comico morente insieme per un appuntamento imperdibile. Pino Mauro, Nando Citarella e Nicola Vicidomini per la prima volta insieme all' Auditorium Parco della Musica– Sala Petrassi con Io, tu e Pino Mauro, il 14 aprile alle 21.30. Ad accompagnarli in questo spettacolo tre musicisti d'eccezione: Sergio Colicchio al piano,  ai fiati Paolo Iannarella e al contrabbasso Alessandro Patti.

 

Un viaggio musical-teatrale dove tre autentiche eccellenze italiane, muovendo dai rispettivi linguaggi e dalle personali sensibilità, abbracceranno il firmamento della grande tradizione partenopea. Si assisterà al manifestarsi di un universo senza tempo, affresco impossibile di visioni, dove i classici della sceneggiata e della canzone romantica napoletana riecheggeranno il suono di antichi madrigali, dove l‘umorismo più all'avanguardia dialogherà - in un oblio della contemporaneità – con la Commedia dell‘Arte, dove pastori medioevali dell‘entroterra campano banchetteranno, tra colorite esclamazioni, con muratori e sottoproletari delle province di Napoli e Salerno. In questo luogo il vero dissolve il reale nell'estasi del classico. Pino Mauro (maestro indiscusso di vocalità e vita, reduce dal trionfo all'Augusteo di Napoli e dall'ultima pellicola dei Fratelli Manetti che ha vinto il David di Donatello), Nando Citarella (celebre giullare della scena musicale internazionale) e Nicola Vicidomini (grande innovatore del linguaggio comico, campione di sold out con successo teatrale Scapezzo) si preparano a un concerto-spettacolo senza precedenti. 

 

SINOSSI

Un excursus anarrativomusicaleliricoumoristicovisionario senza alcun approdo. Affresco di una dimensione sospesa, antistorica, che individua il suo mistero religioso in una provincia campana desertica e agreste, proprio dove i tre protagonisti sono nati: Pino Mauro a Villaricca (NA), Nando Citarella a Nocera Inferiore (SA), Nicola Vicidomini a Tramonti (SA), grande collina in bilico sul mare della Costiera Amalfitana. Si andrà dai borghi dell'umorismo di intonazione partenopea più all'avanguardia (incarnato sulla scena contemporanea da Nicola Vicidomini), nell'ipotizzare  una nuova Commedia dell'Arte, di seguito, verso i territori pianeggianti di antichi madrigali e villanelle. Si attraverseranno le spiagge notturne della canzone romantica napoletana, ma anche le osterie della posteggia (sdoganata e nobilitata nel mondo da Nando Citarella), per approdare nei "vasci" della sceneggiata (genere di cui Pino Mauro risulta essere storicamente il massimo esponente). Il concerto spettacolo "Io tu e Pino Mauro" catapulterà il pubblico in una dimensione senza tempo dove il Vero dissolve il reale e la contemporaneità nell'estasi del classico. 

 

 

Io Tu e Pino Mauro

con Nando Citarella, Nicola Vicidomini, Pino Mauro

piano Sergio Colicchio

fiati Paolo Iannarella

contrabbasso Alessandro Patti

Auditorium Parco della Musica

14 aprile ore 21.00

Biglietto 15€

Info e prenotazioni 0680241281

info@musicaperroma.it

]]>
Fragments Thu, 05 Apr 2018 12:43:44 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/475356.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/475356.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro

FRAGMENTS

di e con Ivan Festa

 

Teatro L’Aura

dal 12 al 22 aprile 2018

 

 

Grande attesa per FRAGMENTS monologo di Ivan Festa che dal 12 al 22 aprile (dal giovedì alla domenica) è in scena al Teatro L'Aura di Roma. 

 

Esiste un rapporto tra la nostra idea di realtà e la costruzione fittizia che ne facciamo quotidianamente? Quale vita costruiamo, che parte attiva abbiamo in essa? Quale è il nostro ruolo? E soprattutto perché ho la sensazione che l’unico atto che ci viene concesso e che già comprende gli avvenimenti futuri è solo il principio o un continuo inizio? Possibile che la natura stessa dell’universo rifletta perfettamente le vite di ognuno? E il teatro in tutto questo cosa c’entra?

 

Sono tante le domande che popolano le nostre menti compresa quella dell’autore che ha già conquistato pubblico e critica lo scorso anno con Pasolini a Villa Ada.  Siamo sempre tentati a comporre pensieri compiuti quando li mettiamo nero su bianco, raccontare e trovare un senso a volte può diventare un'ossessione.

 

Lo spettacolo, invece, svela il processo creativo di un'opera e del suo autore che umoristicamente dovrà arrivare ad ammettere che alcuni quesiti dovranno restare irrisolti, accettandone i limiti.

 

Ivan Festa spiega questo spettacolo con poche parole: “FRAGMENTS prende in prestito alcuni inizi da Harold Pinter e Martin Crimp per farne monologo, permettendomi di ripetere e “accettare” la vita senza la necessità di “costruire” continue e nuove false realtà, finta materia”. Questo monologo narra una o tante possibili vite traducendo in spazio la forma con cui si espande naturalmente l'universo, il disordine. Così l’attore sarà libero di condurre questo viaggio che non intende fornire riposte, ma alimentare vicende volutamente lasciate sospese, dove ognuno potrà riflettere la propria esperienza o il proprio giudizio, compreso ammettere di dover accettare  l’opera così come è nata, incompiuta.

 

 

FRAGMENTS

di e con Ivan Festa

foto Giuditta Martinicchio

TEATRO L'AURA

Vicolo di Pietra Papa, 64 (angolo con Via Pietro Blaserna, 37)

dal 12 al 22 aprile 2018

dal giovedì al sabato ore 21.00 e domenica ore 18.30

Biglietti 12€ + tessera del teatro

info e prenotazioni 0683777148 oppure3464703609 o scrivi a nuovoteatrolaura@gmail.com

]]>
Il cappello di carta Thu, 05 Apr 2018 12:18:28 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/475352.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/475352.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro IL CAPPELLO DI CARTA

Di Gianni Clementi

Regia di Felice Della Corte

Con Stefania Graniero, Fabrizio Pallotta, Simona Mancini, Armando Puccio, Davide Nebbia, Alessia Francescangeli, Marco Pratesi

 

TEATRO MARCONI

dal 5 all'8 aprile

ore 21.00 – domenica ore 17.30

 

 

Il cappello di carta di Gianni Clementi, uno degli autori contemporanei più apprezzati e rappresentati del momento, è una commedia ambientata a Roma nel luglio del 1943 e racconta la storia di un’umile famiglia operaia. Protagonisti della vicenda sono Leone un semplice muratore che deve quotidianamente combattere con l’anziano padre Carlo, un nonno autoritario e un pò svanito, la moglie Camilla che non sopporta più le stranezze del vecchio, la sorella Anna, vedova e in cerca di sistemazione, il figlio Candido che di sporcarsi con la calce non ne vuole sapere, la figlia Bianca alle prese con la stagione dell’amore ed il suo pretendente Remo. Le tipiche dinamiche familiari, i piccoli drammi quotidiani, i sogni e gli screzi si trasformano in battute esilaranti. E’ la romanità con la sua schiettezza, la sua indolenza e la dissacrante ironia a farla da padrona. Clementi sa intrecciare in maniera magistrale la piccola storia di questa famiglia con la storia con la esse maiuscola. I nostri protagonisti si troveranno, così, ad affrontare la guerra, il bombardamento di San Lorenzo, il mercato nero, la fame senza perdere mai il sorriso. I veri protagonisti de “Il Cappello di carta” sono i sentimenti. Una commedia di grande umanità che, tra spunti di riflessione e commozione, regala tante risate.

 

Il cappello di carta

di Gianni Clementi

regia Felice Della Corte

con  Stefania Graniero, Fabrizio Pallotta, Simona Mancini, Armando Puccio, Davide Nebbia, Alessia Francescangeli, Marco Pratesi

Scene Giulia Colombo

costumi Lucia Mirabile

foto Valerio Faccini

grafica Giulia Galleasso

 

Teatro Marconi

viale Guglielmo Marconi 698e

Info: tel 065943554 – mail info@teatromarconi.it

Biglietti Intero 18€

Ridotto 15€

 

]]>
IMRPO Wed, 28 Mar 2018 15:49:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/474742.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/474742.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro Verbavolant

presenta 

 

IMPRO 

Spettacolo di improvvisazione teatrale

30 marzo 2018

 

ALTRO SPAZIO

via Tiburno 33 - Roma

 

 

Il Distretto di Verbavolant è orgoglioso di presentare lo spettacolo Imprò -Sfide d'Improvvisazione teatrale al teatro Altro Spazio il 30 marzo. Il format più rappresentato in Italia, il più divertente e adrenalinico, torna nelle vesti del triangolare: la squadra di Roma sfida le compagini di Napoli Coffee Brecht e Civitavecchia Vicolo Cechov.

Sul palco le squadre si contenderanno la vittoria a colpi di improvvisazione di ogni genere. Nessun limite alla fantasia e alla creatività, ma a vegliare che tutto proceda regolarmente - e a mettere a dura prova i nervi dei giocatori -ci sarà un temibile notaio. A decretare il vincitore sarà il pubblico con il suo insindacabile voto.

Uno spettacolo dal ritmo incalzante che vi farà ridere ed emozionare. E vi coinvolgerà così tanto che griderete, sempre ed in ogni occasione, 3, 2,1...Improooo! E prima di accomodarvi in platea per godervi lo spettacolo godetevi un mini aperitivo per rinfrancar lo spirito.

 



Altro Spazio

Via Tiburno 33 – Roma 

Venerdì 30 marzo ore 21.00

Biglietti: euro 13 (comprensivo di spettacolo, mini aperitivo e tessera annuale teatro)
Prenota qui il tuo posto.>
https://tinyurl.com/yde53n5o

 

 

]]>
is there LIFE ON EARTH MARS? Tue, 27 Mar 2018 11:30:15 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/474536.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/474536.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro Laltradanza presenta

 

is there

LIFE ON EARTH MARS?

Liberamente ispirato a Lazarus

un musical di David Bowie e Enda Walsh

 

adattamento e regia Alessandro Marino

con Matteo Fedele, Carolina Piccioli, Silvia Marconi, Sofia De Bono, Patrizia Cristiano, Gianmarco Emoli, Alice D'Angelo

 

Ensemble

Carlotta Badiali, Valeria Emoli, Chiara Pomeridiano, Ilaria Timodei, Martina Timodei

 

al Pianoforte Emiliano Begni

Chitarra Stefano Ciuffi

Batteria Alessandro “Duccio” Luccioli

Coro Marco Civico, Anahid Girotti, Alessandro Miglietta, Benedetta Morando, Antonella Petrangelo, Barbara Sperduti

 

direzione musicale Emiliano Begni

vocal coach Alessio Ingravalle

coreografie Michela Marchese

 

Il 29 marzo, alle ore 21.00, il sipario dell'Altro Spazio di via Tiburno 33 a Roma si apre sul musical Life On Earth Mars? Liberamente ispirato a Lazarus un musical di David Bowie e Enda Walsh. In scena, diretti da Alessandro Marino, che ha curato anche l'adattamento, Matteo Fedele, Carolina Piccioli, Silvia Marconi, Sofia De Bono, Patrizia Cristiano, Gianmarco Emoli, Alice D'Angelo. Il corpo di ballo è composto da Carlotta Badiali, Valeria Emoli, Chiara Pomeridiano, Ilaria Timodei, Martina Timodei. Sul palco anche Emiliano Begni al pianoforte, Alessandro Luccioli alla batteria e Stefano Giuffi alla chitarra.

 

Seguito ideale de “L'uomo che cadde sulla Terra”, film del 1976 di Nicolas Roeg, interpretato dallo stesso Bowie, e a sua volta ispirato all'omonimo romanzo di Walter Travis, il musical ripercorre la “fine” dell'alieno Thomas Jerome Newton, venuto sulla Terra in cerca di acqua e qui intrappolato per l'eternità, alla stregua di un Lazzaro dei tempi nostri, “uomo morente che non può morire”, per dirla con le parole del protagonista. Attraverso personaggi illusori frutto della mente turbata del nostro protagonista, in bilico perenne tra allucinazioni alcoliche e ricordi di un tempo che fu, si dipana la vita di un uomo intrappolato tra due mondi, una sorta di migrante in cerca del suo vero “posto”. Un racconto di alienazione, di solitudine e claustrofobiche disperazioni, scandito da una colonna sonora che comprende molti tra i successi senza tempo del Duca Bianco, per l'occasione riarrangiati in una nuova veste da una band dal vivo e supportati dalle voci di un coro fuori scena, che si dipana verso un epilogo dolce-amaro in cui il migrante interstellare riuscirà forse a trovare un po' di pace perdendosi tra le stelle. “Perché quando uno è bloccato tra due mondi, non può che provare a fare qualcosa di incredibile...”

 

 

Altro Spazio

Via Tiburno 33

29 marzo ore 21

Per info: tel 393 9075005

Biglietto 10€ + 2€

]]>
Ancora due straordinari appuntamenti al Piccolo Teatro Il salotto di Pulcinella Tue, 20 Mar 2018 12:17:13 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/473805.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/473805.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro The New Asters 6 et

in

Tributo a  Fred Buscaglione

con  Geny Marta (voce) e Lorenzo Raffi (piano), Giovanni Puoti (basso), Antonio Valeri (batteria), Lino Pasqualetti (sax), e Mauro Moggia (tromba)

23 marzo  2018 ore 20.30 

 

 

Cafè’ Chantant

Con Lucia Cassini

e con Vincenzo De Vivo

Al pianoforte il Maestro Mario Vicari

24 marzo  2018 ore 20.30

 

Piccolo Teatro Il Salotto di Pulcinella

Via Urbana 11 - Roma

 

La programmazione del Piccolo Teatro Il Salotto di Pulcinella prosegue il 23 marzo con un   Tributo a Fred Buscaglione e il 24 marzo con il ritorno di Lucia Cassini e il suo Cafè Chantant.

Venerdi 23 marzo sul palco del ristoteatro ci sarà il gruppo musicale jazz "NEW ASTERS 6et" fondato da Geny Marta, voce del gruppo, insieme agli altri componenti della band Lorenzo Raffi (piano), Giovanni Puoti (basso), Antonio Valeri (batteria), Lino Pasqualetti (sax), e Mauro Moggia (tromba).

Con il loro Tributo a Fred Buscaglione e la loro perfomance rievocheranno il Buscaglione eroe dei night, creatore, col suo geniale paroliere Leo Chiosso, di un nuovo modo di raccontare l'Italia e i suoi miti, prendendosi gioco del romanticismo della canzone melodica e inaugurando un sound che strizzava l'occhio all'America.

Verrà raccontato un mondo di bulli e pupe, di playboy e malavitosi da bar e di maliarde e spietate rubacuori, evocato con un humour paradossale e corrosivo.

‘Eri Piccola Così’, ‘Che Bambola’, ‘Teresa non sparare’, ‘Whisky facile’, ‘Che notte’ sono solo alcuni dei titoli che hanno fatto di Buscaglione un grande precursore del suo tempo e che vivono prepotentemente nelle menti dei grandi appassionati di musica.

I "NEW ASTERS 6et" proveranno con la loro musica a farvi conoscere un po' di più il grande Fred per poterlo ritrovare "al fondo di un bicchiere, nel cielo dei bars", come recita una sua notissima canzone.

Sabato 24 marzo, invece, ritorna la travolgente Lucia Cassini.

Come già accaduto nelle scorse esibizioni dell’artista napoletana, con Cafè Chantant Lucia ripropone il percorso che va da Cafè Chantant alle macchiette di Pisano Cioffi, che ebbero in Nino Taranto interprete principale, sottolineando in particolare la trasformazione subita nello specifico linguaggio da cabaret, dove la macchietta si trasformava in irridente satira politica e di costume.

Il ricorso alla parodia ripropone squarci di un certo genere di spettacolo nel quale si eseguono brevi rappresentazioni teatrali e numeri di arte varia (operette, giochi di prestigio, balletti, canzoni ecc.), il cafè chantant appunto, per finire al cabaret.

Lo spettacolo presenta una certa dose di autoironia che da sempre caratterizza il Totò in gonnella, come viene spesso definita la Cassini, ruotando intorno a quel “patrimonio” di doppi sensi che il teatro di varietà conserva.

All’insegna di una comicità tutta partenopea, la Cassini riesce a coinvolgere lo spettatore e a trascinarlo nell’atmosfera allegra del varietà, con l’aiuto dello chansonnier Vincenzo De Vivo e di Cecilia De Vivo, accompagnati  al pianoforte dal grande maestro Mario Vicari, reduce dallo spettacolo ‘Cavalli di battaglia’ di Gigi Proietti. 

 

 

23 marzo ore 20.30

Tributo a  Fred Buscaglione

"NEW ASTERS 6et"

Geny Marta (voce)

Lorenzo Raffi (piano)

Giovanni Puoti (basso)

Antonio Valeri (batteria)

Lino Pasqualetti (sax)

Mauro Moggia (tromba)

 

24 marzo ore 20.30

Cafè Chantant

Con Lucia Cassini e con Vincenzo De Vivo

Al pianoforte il Maestro Mario Vicari

 

 

PICCOLO TEATRO IL SALOTTO DI PULCINELLA

via Urbana, 11 - 00184 Roma

tel. 06 48.23.339  - cell. 347.7327033 - email: info@ilsalottodipulcinella.com 

Spettacoli con degustazione menù completo:

h. 20.30 – Euro 25

]]>
Carnival Forneus Mon, 19 Mar 2018 12:31:30 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/473671.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/473671.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro LIZZY BROWN

presenta

BURLASQUE UPLOAD

 



Carnival Forneus

25 marzo

Teatro Portaportese

 

Continua la rassegna BurlAsque Upload con una serata “infernale”. Domenica 25 marzo al Teatro Portaportese sarà la volta dello show “Carnival Forneus”.

In demonologia, Forneus è un marchese dell'Inferno, ha legioni di demoni sotto il suo governo. Insegna la retorica e le lingue, dà agli uomini una buona reputazione, e li fa essere amati da amici e nemici. E sarà proprio questo il leitmotif del prossimo appuntamento.

 

Il palco sarà popolato da anime e ombre oscure che trasporteranno il pubblico in una atmosfera di tempo sospeso, senza inizio nè fine, dove tutto può accadere.

Anfitrione e narratore della serata sarà Gianfilippo Maria Falsina ”Asmodeo, il Principe delle Tenebre”, mefistofelico presentatore che, dialogando con il pubblico, accompagna per mano gli spettatori in una catartica discesa agli inferi, mentre per l'occasione la sua spalla sarà Christian Fonnesu "Tabarin, il Ciarlatano". Rispettivamente il primo è regista e drammaturgo, che dal 2012 ha avviato il progetto “Grand Guignol de Milan”, insieme alla Compagnia “Convivio D’Arte” di cui fa parte, per riportare in Italia l’antico teatro della cronaca nera, ispiratore del genere horror, a 66 anni dall’ultima rassegna ufficiale in Italia. La Compagnia è attualmente riconosciuta a livello internazionale come la rappresentante italiana di questo genere. Mentre il secondo è attore della compagnia, insegnante di teatro e suo braccio destro per lo spettacolo.

Con loro incontreremo le anime vaganti di Martina Barbin “MissPurple - Queen of Sword”, donna dalla pelle d'avorio e capelli corvini. Artista di burlesque italiana che di certo non rappresenta la classica pin-up anni '50. Erotic model, pole dancer, burlesque perfomer e sword swallower. I suoi spettacoli sono all'insegna della sensualità. Peculiare la sua abilità nell'ingoiare le spade. Un’artista non convenzionale.

Con lei l’esotica Roby Roger, ispirata dalle culture orientali e dalle atmosfere da pop art, una perfomer unica nel suo genere, coofondatrice insieme a Funny D’Amour, perfomer di burlesque internanzionale, di "Burlesque Cabaret Napoli", il primo collettivo di burlesque cabaret del sud Italia, insieme al quale porta in scena lo spettacolo "La Petite Revue" in importanti teatri e produce il primo Cabaret Bizarre in Italia.

Anche Funny D’Amour farà parte delle anime vaganti di questo Carnival. Ispirata dall'universo fiabesco che popola i libri illustrati, dalle arti visive, dalle avanguardie storiche, dal vaudeville e dal cinema delle origini. Ha partecipato ad alcuni tra i più importanti Festival Internazionali di Burlesque, come New York, Amsterdam, Ginevra.

E infine non poteva mancare l’anima maschile, il jolly di questa serata Rudy Gaggiano Il jolly fra le ombre di questa serata….Rodolfo Caggiano, in arte #Rudinì nasce a Napoli. Il suo Clown infatti anche se innocente ed immaturo, deve dare conto alla Napoletanità della sua Città, tra scippi, scugnizzi, furti di attrezzi e problemi con la polizia. Ma sono proprio questi forti contrasti che danno vita a questo Clown tutto da scoprire. Cosa combinerà al Principe delle Tenebre?

La serata è un evento coprodotto da Lizzy Brown, già producer della stessa rassegna BurlAsque Upload, Ella Bottom Rouge, membro del team e direttore esecutivo del Silk Ribbon Cabaret Team, il primo gruppo italiano di Burlesque dal 2009 e produttrice, conduttrice e art director del famoso concerto erotico al Wet- The Show di Milano e dalle stesse Roby Roger e Fanny D’Amour.

Un evento nuovo per la capitale con artisti diversi, che ognuno con il suo stile, vi catturerà e saprà sedurre con la propria arte. Mancare sarebbe da anima perduta senza ritorno!!!

 

BurlAsque Upload

" Carnival Forneus "

domenica 25 marzo ore 21.30

 

Teatro Portaportese

via Portuense 102

info/prenotazioni 065812395 (dalle 18 alle 20)
https://www.facebook.com/
teatroportaportese@gmail.com
burlasqueupload@mail.com
Sms/whapp 3496720168

]]>
Comic'aria Thu, 15 Mar 2018 18:54:35 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/473407.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/473407.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro COMIC'ARIA© 2018

di Cesarini e Strati

 

CORTI TEATRALI COMICI

II^ edizione RASSEGNA - CONCORSO

 

 

Al Teatro delle Muse di Roma, da anni ormai tempio riconosciuto della comicità classica e di spessore, il 21 marzo 2018 alle 21,00 l'Associazione AmArti e la Compagnia dei Bardi presentano la Serata Finale della II^ edizione della RASSEGNA CONCORSO COMIC'ARIA© 2018 per CORTI TEATRALI COMICI.

 

I partecipanti finalisti, preselezionati da una commissione di addetti ai lavori, nel corso della serata presenteranno al pubblico e alla giuria di esperti in sala, ognuno un corto teatrale comico, originale e inedito. Avranno solo 7 minuti per far ridere. Il vincitore della rassegna si aggiudicherà il PREMIO " MASCHERA RIDENS " 2018. Saranno inoltre premiati IL MIGLIOR ATTORE COMICO, LA MIGLIORE ATTRICE COMICA E IL MIGLIOR TESTO COMICO.

 

Nel corso della serata verrà assegnato il PREMIO ALLA CARRIERA COMICA all'attore ENZO GARINEI: 92 anni, una vita per il teatro, il cinema e la televisione.

 

A condurre la kermesse di attori comici ci saranno i due ideatori del concorso Comic'aria, l'attore Cesare Cesarini della Compagnia dei Bardi, e Mimmo Strati, attore, regista e annunciatore Rai. A dividere con loro il palcoscenico del Delle Muse l'esuberante cabarettista Alexandra Filotei. Ospiti delle serata l'attrice-cantante Anita Pusceddu e il comico di Zelig e di Colorado Sergio Viglianese.

 

Un festival della comicità d'autore ideato per premiare non solo i personaggi ma anche i testi e le idee comiche. Una rassegna di nuove realtà, giunta alla seconda edizione e destinata a crescere.

 

 

Comic'aria

di Cesarini e Strati

Corti Teatrali Comici

II Edizione Rassegna Concorso

Teatro Delle Muse

via Forlì 43

Tel 06.44233649 – accademia.deibardi@libero.it

21 marzo ore 21.00

 

Biglietto 10€

]]>
Un fine settimana di Musica e Improvvisazione all'Altro Spazio di Roma Wed, 14 Mar 2018 19:15:30 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/473234.html http://comunicati.net/comunicati/arte/teatro/473234.html ComunicaTeatro ComunicaTeatro Un fine settimana di Musica e Improvvisazione  

all'Altro Spazio di Roma

 

17 marzo Giuseppe De Gregorio & The Gospel Jazz Trio

18 marzo THE IMPROV SHOW 

 

ALTRO SPAZIO

Via Tiburno 33 – ROMA

 

 

 

Saranno la musica jazz e l'improvvisazione le protagoniste assolute del prossimo fine settimana all'Altro Spazio.  Il 17 marzo in scena  un viaggio musicale che ricongiunge gli Stati Uniti, L'Europa, L'Africa ed il Sud America attraverso composizioni originali che abbracciano Jazz, Gospel, Black American Music, Bossa Nova e diversi altri stili contemporanei. A diffondere un messaggio spirituale di speranza ed integrazione multiculturale, sarà Giuseppe De Gregorio e The Gospel Jazz Trio. Una realtà artistica che tesse un filo musicale tra Parigi, Roma e New York. Nasce nell'ottobre del 2012 nella capitale francese sotto forma di un collettivo di musicisti Jazz e Gospel guidato dal pianista, compositore e vocalist romano.  Per due anni consecutivi, la formazione si esibisce col nome di Paris Gospel Jam in residenza presso uno degli storici Club parigini, il 38 Riv' ed è in seguito ingaggiata dal noto Sunside Jazz Club di rue des Lombards.  Nell'estate del 2015 a Roma, ha luogo la prima recording session che scatta un'istantanea musicale del progetto, feat. Andy Bartolucci alla batteria, Francesco Puglisi al contrabbasso e Frances Ascione alla voce.  Nel 2016 il Gospel Jazz sound di De Gregorio atterra a New York e con il nome di NYC Gospel Jazz Syndicate, coinvolgendo artisti di Jazz e Gospel statunitensi e sudamericani ed è accolto per una residenza di 5 mesi dal Bonafide Jazz Club di Richard Bona, bassista Camerunense di fama mondiale. 

 

Domenica 18 marzo torna THE IMPROV SHOW con due ospiti speciali: ELISABETTA RINALDI e VINCENT FISH. Dopo Zerocalcare, Saverio Raimondo, Giampaolo Morelli, Johnny Palomba, Fabio Canino, Edoardo Ferrario, Matteo Corradini dei THE PILLS, gli Actual e Le Coliche, questo mese Elisabetta Rinaldi e Vincent Fish si misureranno nell’improvcomedy come monologhisti, in uno spettacolo che porta finalmente anche in Italia una rivoluzione della comicità. The Improv Show non è solo improvvisazione, è Improv Comedy nella sua forma più pura, in uno show ispirato alla grande improvvisazione di Chicago e New York che ha portato comici come Tina Fey—suo il format a cui The Improv Show si ispira—sino alla conduzione dei Golden Globes.

Da un suggerimento del pubblico nasceranno i monologhi dell’ospite e le scene comiche ad esso ispirate, tutto in 60 frenetici minuti: niente copioni, niente riunioni dietro il palco, solo la prima parola sentita.

 

Dimenticate i match d’improvvisazione, dimenticate il teatro: sul palco dell’ ALTRO SPAZIO di Roma, sei improvvisatori porteranno in scena uno show dalla comicità intelligente, in uno spettacolo di improvvisazione mai visto prima, senza repliche e nuovo ogni sera. Da una sola parola prendono vita interi spettacoli che non esistevano sino a pochi istanti prima: ogni volta uno show irripetibile e completamente diverso prende forma davanti agli occhi degli spettatori.

Niente competizioni: nei corsi e negli spettacoli prevale lo spirito di gruppo. Tratta gli altri come se fossero dei geni e loro ti stupiranno (Del Close).

La risata è una conseguenza del nostro lavoro e non l’obiettivo.

Improv Italia mira a sviluppare l’apprezzamento e l’educazione di questa forma d’arte legata alla tradizione improvvisativa delle scuole di Chicago e New York tramite spettacoli comici dal prezzo abbordabile e corsi di improv e sketch comedy.

 

 

The Gospel Jazz Trio

con Giuseppe De Gregorio 

17 marzo 2018

Ingresso sempre cena + concerto €25 – h 20.00

Ingresso concerto + drink € 13 – h 22.00

ingresso riservato ai soci

 

The improv show

Domenica 18 Marzo

ore 21:00 inizio spettacolo - ritiro biglietti dalle 20:30

Spettacolo + Cocktail  10€ + 2€ (tessera associativa)

https://www.facebook.com/improvitalia

ALTRO SPAZIO

Via Tiburno 33 – Roma

 

Per info e prenotazioni: altrospazioinfo@gmail.com - 3939075005

]]>