Comunicati.net - Comunicati pubblicati - premio emilio vesce Comunicati.net - Comunicati pubblicati - premio emilio vesce Wed, 30 Sep 2020 05:07:54 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/2230/1 Artivism: Il Padiglione per la Prevenzione delle Atrocità Wed, 29 May 2019 14:07:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/561216.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/561216.html premio emilio vesce premio emilio vesce  

A più di settanta anni dall'Olocausto, il genocidio e le atrocità di massa restano una costante minaccia alla pace e alla sicurezza globali. La violenza a cui assistiamo oggi, per esempio in Siria, Sudan, Yemen e Birmania, serve da quotidiano promemoria delle devastanti conseguenze della mancata azione della comunità internazionale. Riconoscere i segnali premonitori delle atrocità di massa è un passo essenziale per prevenirle ed è questa la chiave per agire.

Tenendo a mente tutto ciò, The Auschwitz Institute for Peace and Reconciliation(AIPR) presenta Artivism: Il Padiglione per la Prevenzione delle Atrocità. Curato da Luca Berta, Francesca Giubilei e Kerry Whigham, Partner Logistico a Venezia iNEVENTS, Artivism è la prima mostra di questo genere, situata nel punto in cui arte, diritti umani e prevenzione del genocidio si intersecano. 

Artivism è un'esperienza irripetibile che illustra come le arti possano essere utilizzate come meccanismo per prevenire e rispondere alla violenza di massa. Il padiglione, ospitato a Palazzo Dandolo (San Polo 2879, fermata del vaporetto San Tomà), aperto gratuitamente dal pubblico fino al 24 novembre 2019 (10:00 -18:00, chiuso lunedì e martedì),  e porta i visitatori a conoscenza delle realtà personali, emotive e storiche legate alle atrocità di massa, invitando i partecipanti a conoscere il ruolo essenziale svolto dalle arti come strumento di base per la trasformazione sociale e come deterrente contro la violenza sistematica. Sono in mostra le opere di sei artisti e collettivi di attivisti provenienti da tutto il mondo: Rebin Chalak Ismael dall'Iraq, Canada’s Truth and Reconciliation Commission dal Canada, Elisabeth Ida Mulyani dall'Indonesia, South African Intuthuko Embroidery Project dal Sud Africa, Argentinian Grupo de Arte Callejero (GAC) dall'Argentina e Aida Šehović dalla Bosnia e Erzegovina.

Oltre a dimostrare il ruolo fondamentale che le arti svolgono nella prevenzione della violenza su vasta scala, Artivism informa i visitatori riguardo al potere e alla responsabilità che gli individui e le loro comunità hanno nel prevenire le atrocità di massa e proteggere i diritti umani. La mostra educa, responsabilizza e trasforma i partecipanti in veri agenti del cambiamento, mettendo in evidenza la loro capacità di contribuire alla prevenzione delle atrocità di massa. Nell'ultima stanza del padiglione, l’AIPR e altre organizzazioni per i diritti umani provenienti da tutto il mondo condividono il loro lavoro con i visitatori e propongono una serie di passi concreti che ogni individuo può compiere a livello locale e globale per costruire un mondo che prevenga il genocidio.

 The Auschwitz Institute for Peace and Reconciliation

info@auschwitzinstitute.orgwww.auschwitzinstitute.org

+1 (212) 575 2605, www.artivism2019.com

 

 

]]>
Artivism: Il Padiglione per la Prevenzione delle Atrocità Wed, 29 May 2019 14:06:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/561213.html http://comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/561213.html premio emilio vesce premio emilio vesce

A più di settanta anni dall'Olocausto, il genocidio e le atrocità di massa restano una costante minaccia alla pace e alla sicurezza globali. La violenza a cui assistiamo oggi, per esempio in Siria, Sudan, Yemen e Birmania, serve da quotidiano promemoria delle devastanti conseguenze della mancata azione della comunità internazionale. Riconoscere i segnali premonitori delle atrocità di massa è un passo essenziale per prevenirle ed è questa la chiave per agire.

Tenendo a mente tutto ciò, The Auschwitz Institute for Peace and Reconciliation(AIPR) presenta Artivism: Il Padiglione per la Prevenzione delle Atrocità. Curato da Luca Berta, Francesca Giubilei e Kerry Whigham, Partner Logistico a Venezia iNEVENTS, Artivism è la prima mostra di questo genere, situata nel punto in cui arte, diritti umani e prevenzione del genocidio si intersecano. 

Artivism è un'esperienza irripetibile che illustra come le arti possano essere utilizzate come meccanismo per prevenire e rispondere alla violenza di massa. Il padiglione, ospitato a Palazzo Dandolo (San Polo 2879, fermata del vaporetto San Tomà), aperto gratuitamente dal pubblico fino al 24 novembre 2019 (10:00 -18:00, chiuso lunedì e martedì),  e porta i visitatori a conoscenza delle realtà personali, emotive e storiche legate alle atrocità di massa, invitando i partecipanti a conoscere il ruolo essenziale svolto dalle arti come strumento di base per la trasformazione sociale e come deterrente contro la violenza sistematica. Sono in mostra le opere di sei artisti e collettivi di attivisti provenienti da tutto il mondo: Rebin Chalak Ismael dall'Iraq, Canada’s Truth and Reconciliation Commission dal Canada, Elisabeth Ida Mulyani dall'Indonesia, South African Intuthuko Embroidery Project dal Sud Africa, Argentinian Grupo de Arte Callejero (GAC) dall'Argentina e Aida Šehović dalla Bosnia e Erzegovina.

Oltre a dimostrare il ruolo fondamentale che le arti svolgono nella prevenzione della violenza su vasta scala, Artivism informa i visitatori riguardo al potere e alla responsabilità che gli individui e le loro comunità hanno nel prevenire le atrocità di massa e proteggere i diritti umani. La mostra educa, responsabilizza e trasforma i partecipanti in veri agenti del cambiamento, mettendo in evidenza la loro capacità di contribuire alla prevenzione delle atrocità di massa. Nell'ultima stanza del padiglione, l’AIPR e altre organizzazioni per i diritti umani provenienti da tutto il mondo condividono il loro lavoro con i visitatori e propongono una serie di passi concreti che ogni individuo può compiere a livello locale e globale per costruire un mondo che prevenga il genocidio.

 The Auschwitz Institute for Peace and Reconciliation

info@auschwitzinstitute.orgwww.auschwitzinstitute.org

+1 (212) 575 2605, www.artivism2019.com

 

]]>
CARNEVALE DI VENEZIA 2008 "LE MASCHERE DANZANO IL CARNEVALE" Tue, 29 Jan 2008 04:20:00 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/50800.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/50800.html premio emilio vesce premio emilio vesce

In all. comunicato stampa

 

CARNEVALE DI VENEZIA 2008 "LE MASCHERE DANZANO IL CARNEVALE"

MOLINO STUCKY HILTON IN FESTA

Vivi da protagonista l'atmosfera del '700 Veneziano con l'Istituto della Commedia dell'Arte Internazionale

 

Teatro, musica, commedia e gioia del cibo. Questi gli ingredienti che rendono unica la rassegna intitolata "LE MASCHERE DANZANO IL CARNEVALE" promossa da Oltrex 4M Spa ( www.oltrex.it) in collaborazione con l'Istituto della Commedia dell'Arte Internazionale e organizzato nella prestigiosa sede Molino Stucky Hilton Venice alla Giudecca (www.hilton.com ). Mozart e Goldoni si uniscono per la prima volta nel nome della Musica in un'iniziativa dedicata a chi vuole vivere la magia del Carnevale partecipando a un evento esclusivo.

 

PROGRAMMA

VENERDI' 1 FEBBRAIO 2008, ore 19.30

L'intrigo e l'amore: Don Giovanni di Mozart interpretato e messo a confronto con un Casanova Goldoniano.

La serata tratterà l'incontro tra Don Giovanni di Lorenzo Da Ponte, personaggio fatto di gesti e musica d'opera, con il suo fido servitore Leporello Arlecchino e Giacomo Casanova. I due amatori per eccellenza si confronteranno tra danze ed intrighi con le loro conquiste femminili.

Prezzo per persona cena e spettacolo: 210 euro

 

SABATO 2 FEBBRAIO 2008, ore 19.30

Le quattro cortigiane: Venezia e l'Oriente

I riti e i matrimoni combinati nella Venezia del Settecento presentati da un Carlo Goldoni sconosciuto: tra acrobazie e danze orientali. I Carnevali dell'epoca ci permettono di scoprire quanto Venezia e le sue feste siano scoperte sempre diverse.

Prezzo per persona cena e spettacolo: 250 euro

 

A disposizione per ulteriori informazioni.

 

Cordiali saluti,

 

Federica Repetto

347.8469719

 

Ufficio Stampa e Accrediti

"Le maschere danzano il Carnevale"

Oltrex 4M SPA

]]>
CS: CARNEVALE ALL'HILTON CON OLTREX Sat, 19 Jan 2008 07:24:00 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/50316.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/50316.html premio emilio vesce premio emilio vesce

In all. comunicato stampa

 

CARNEVALE DI VENEZIA 2008

"LE MASCHERE DANZANO IL CARNEVALE"

MOLINO STUCKY HILTON IN FESTA

Vivi da protagonista l'atmosfera del '700 Veneziano con l'Istituto della Commedia dell'Arte Internazionale

 

Teatro, musica, commedia e gioia del cibo. Questi gli ingredienti che rendono unica la rassegna intitolata "LE MASCHERE DANZANO IL CARNEVALE" promossa da Oltrex 4M Spa ( www.oltrex.it) in collaborazione con l'Istituto della Commedia dell'Arte Internazionale e organizzato nella prestigiosa sede Molino Stucky Hilton Venice alla Giudecca ( www.hilton.com ). Mozart e Goldoni si uniscono per la prima volta nel nome della Musica in un'iniziativa dedicata a chi vuole vivere la magia del Carnevale partecipando a un evento esclusivo.

 

PROGRAMMA

VENERDI' 1 FEBBRAIO 2008, ore 19.30

L'intrigo e l'amore: Don Giovanni di Mozart interpretato e messo a confronto con un Casanova Goldoniano.

La serata tratterà l'incontro tra Don Giovanni di Lorenzo Da Ponte, personaggio fatto di gesti e musica d'opera, con il suo fido servitore Leporello Arlecchino e Giacomo Casanova. I due amatori per eccellenza si confronteranno tra danze ed intrighi con le loro conquiste femminili.

Prezzo per persona cena e spettacolo: 210 euro

 

SABATO 2 FEBBRAIO 2008, ore 19.30

Le quattro cortigiane: Venezia e l'Oriente

I riti e i matrimoni combinati nella Venezia del Settecento presentati da un Carlo Goldoni sconosciuto: tra acrobazie e danze orientali. I Carnevali dell'epoca ci permettono di scoprire quanto Venezia e le sue feste siano scoperte sempre diverse.

Prezzo per persona cena e spettacolo: 250 euro

 

DOMENICA 3 FEBBRAIO 2008, ore 19.30

I quattro Rusteghi: dagli uomini alle donne in allegria

La metamorfosi delle maschere: Goldoni incontra i travestimenti del tempo degli Dei. I Rusteghi si mascherano in Centauri, Minotauri fino a raggiungere il Carnevale di oggi

Prezzo per persona cena e spettacolo: 210 euro

 

A disposizione per ulteriori informazioni.

 

Cordiali saluti,

 

Federica Repetto

347.8469719

 

Ufficio Stampa e Accrediti

"Le maschere danzano il Carnevale"

Oltrex 4M SPA
]]>