Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Conti Editore Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Conti Editore Wed, 22 Nov 2017 10:11:28 +0100 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/22270/1 Lunedì 20/02/2017 - Arzignano (VI) - Liceo Leonardo da Vinci - Presentazione Progetto PORTATORI SANI DI MEMORIA Mon, 13 Feb 2017 12:45:50 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/421140.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/421140.html Conti Editore Conti Editore
Lunedì 20 febbraio 2017

Liceo Leonardo da Vinci �“ Aula Magna �“ Via A. Fortis, 3 �“ 36071 Arzignano (VI)

09.35 - 10.30    /   10.45 - 11.45   /   11.45 - 12.35

 

L’Associazione Domenico Ricci, con il supporto e la collaborazione dell’Associazione Emanuele Petri, presenta il progetto PORTATORI SANI DI MEMORIA dedicato ai giovani, ma soprattutto agli studenti delle scuole medie superiori.

Relaziona Francesco Curreri, Autore del libro in cui affonda le sue radici il progetto stesso.

Sono previsti tre incontri negli orari indicati.

 

Il progetto Portatori sani di Memoria è la naturale conseguenza del libro Un giorno un secondo, oggetto, nel 2016, di una tesina portata all’esame di maturità da una studentessa di un liceo della provincia di Bologna. Il Presidente dell’Associazione Domenico Ricci (A.D.R.), Giovanni Ricci, e Francesco Curreri, Autore del libro e rappresentante dell’A.D.R. in Emilia Romagna hanno voluto creare questo progetto dedicato ai giovani ponendosi due obiettivi fondamentali per portare avanti la memoria di chi, come Domenico Ricci ed Emanuele Petri, è caduto nell’adempimento del proprio dovere.

Il primo obiettivo è di portare a conoscenza delle nuove generazioni i periodi storici denominati della strategia della tensione e degli anni di piombo; il secondo punta a trasferire ai giovani, nel limite del possibile, un senso critico e imparziale sui dati storici che vengono esaminati invogliandoli a porsi domande talvolta anche in controtendenza come quelle che saranno proposte su quanto accaduto il 16 marzo 1978 in via Mario Fani.

 

Chi era Domenico Ricci: Appuntato dei Carabinieri e componente la scorta dell’Onorevole Aldo Moro, Domenico Ricci è caduto nell’agguato brigatista avvenuto il 16 marzo 1978 insieme a Oreste Leonardi, Giulio Rivera, Francesco Zizzi e Raffaele Iozzino. Ricci era più precisamente l’autista dell’uomo politico.

 

Chi era Emanuele Petri: Sovrintendente della Polizia di Stato, è stato ucciso il 2 marzo 2003 sul treno regionale Firenze-Roma da una coppia di esponenti delle cosiddette Nuove Brigate Rosse. Grazie al suo sacrificio, gli inquirenti sono risaliti agli assassini dei giuslavoristi Massimo D’Antona e Marco Biagi.

 

Entrambe le associazioni hanno concesso il loro patrocinio morale al libro un giorno un secondo per la condivisione d’intenti che accomuna l’Autore ai loro statuti.

 

L’Associazione Domenico Ricci e l’Associazione Emanuele Petri ringraziano il Dirigente Scolastico e il Consiglio d’Istituto per la collaborazione.

 

Per informazioni: Francesco Curreri

cell 3387969398  mail francescocurreri@gmail.com

]]>
Fiesole (FI) - Biblioteca Comunale - 19/11/2016 Presentazione IL PIAVE MORMORA ANCORA Thu, 17 Nov 2016 08:35:31 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/412387.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/412387.html Conti Editore Conti Editore

Sabato 19 novembre 2016 alle ore 16.30, Élisabeth Groelly, autrice del romanzo IL PIAVE MORMORA ANCORA, incontrerà il pubblico nella Biblioteca Comunale di Fiesole in Via Sermei, 1 a Fiesole. La presentazione rientra nell’ambito della manifestazione il Tè alle Cinque in Biblioteca organizzato dall’Associazione Amici della biblioteca di Fiesole in collaborazione con Il Palinsesto snc e il Ristorante India.

I temi toccati, di estremo interesse, si spostano dai più evidenti legati al disastro della diga del Vajont e prima ancora la Grande Guerra, al rapporto con la psichiatria e con i cosiddetti “malati di mente” sulla base delle conoscenze e credenze scientifiche di quegli anni.

Insieme all’Autrice, Tamara Tagliaferri, curatrice della manifestazione e Paola Marchese, editrice del libro.

 

Il Piave mormora ancora edito da Conti Editore di Morgex (AO). Un uomo lascia la Francia per il Veneto. È Zoldo Fattori, che, dopo una vita spesa nell’insegnamento e senza più vincoli in terra francese, vede il Veneto come l’agognato approdo dei suoi passi e pensieri. Là è il mondo mitico degli avi, ma anche il funesto teatro del Vajont, dove perirono duemila persone, tra cui sua madre e le sue sorelle: un evento che doveva segnare a fuoco i suoi giorni a venire. Oggi, nel trasferire in patria le ceneri del padre, Zoldo tenterà di ritessere quella trama impalpabile di sogni che dovrebbero riportarlo a Eretta, la ragazza poco più grande di lui, incontrata subito dopo la tragedia. Nuovi giorni, incontri e nuove suggestioni finiranno per schiudersi all’animo incontaminato di questo sessantenne sensibile quanto generoso. Così, nel contrappunto delle sue emozioni, trascorre il racconto, proprio come quel fiume che il titolo riecheggia…

 
Élisabeth Groelly, insegnate d’inglese fino al 2010 in una Scuola Media di Aix en Provence, negli ultimi anni della sua carriera ha realizzato molti progetti culturali interdisciplinari con l’Italia e in particolare con la zona dell’Altopiano di Asiago e Venezia. L’approccio e la concretizzazione di questi progetti Le hanno consentito di avvicinare temi storici importanti come la Prima Guerra Mondiale, la Resistenza e le battaglie partigiane che sono state combattute per chiudere il secondo conflitto mondiale. Un particolare interesse ha rivestito il ritrovamento di un diario di guerra scritto da un soldato italiano coinvolto nella battaglia sul fiume Isonzo.

]]>
10-20 novembre 2016 - Scuola Grande di San Rocco - Venezia - Mostra filatelica Mon, 07 Nov 2016 08:23:12 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/411041.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/411041.html Conti Editore Conti Editore

COMUNICATO STAMPA
 

Le Sezioni di Venezia e Mestre dell’Associazione Giovane Montagna, in occasione dei 70 anni dalla fondazione, hanno l’onore di ospitare a Venezia l’Assemblea dei Delegati 2016 nei giorni 12 e 13 novembre a conclusione del percorso di festeggiamenti di questo importante traguardo. I lavori si terranno nell’auditorium gentilmente concesso dal Seminario Patriarcale. Sabato 12 alle ore 18.45 sarà celebrata la Santa Messa nella vicina Basilica della Madonna della Salute, presieduta dal Patriarca di Venezia, Monsignor Francesco Moraglia. Sarà presente il Coro Marmolada.

La Giovane Montagna d’identità cristiana, nata nel 1914 come Associazione nazionale, intende promuovere la conoscenza della montagna, della cultura e delle pratiche a essa legate, della cura e conservazione dell’ambiente montano e delle terre alte. Visti i grandi cambiamenti in essere, questa Assemblea vuole individuare nuovi orientamenti per gli anni futuri, infatti si devono sciogliere alcuni nodi per consegnare, analizzando il contesto associativo attuale in tutte le sue prerogative, una guida sicura all’Associazione. Tutto il buono che maturerà con l’approvazione dell’Assemblea dei Delegati, organo di vitale importanza, sarà stimolo e materiale prezioso a disposizione di tutti i componenti la Giovane Montagna.

L’Associazione deve acquisire consapevolezza sulla questione antropologica che si riassume nelle seguenti peculiarità: che valore diamo al nostro far montagna? É solo evasione, consumo o anche crescita umana e spirituale? Riusciamo a distinguere la vera laicità degli spazi da improbabili laicità dei contenuti? Siamo in grado di accogliere chi bussa alle nostre sezioni senza pregiudizi? Le nostre sezioni hanno una visione aperta delle relazioni umane? Dialogano con analoghe realtà? Crediamo sia ancora attuale la nostra identità associativa?

In funzione degli obiettivi condivisi, la sede di Venezia ha dato il totale appoggio a Conti Editore di Morgex per costruire la corretta sinergia con la Scuola Grande di San Rocco, monumentale sede dove sono custodite alcune tele del Tintoretto, che ospita dal 10 al 20 novembre la mostra filatelica sulla tematica di montagna di Enea Fiorentini, socio attivo Giovane Montagna.  I rari francobolli esposti fanno parte di una pubblicazione che l’Autore e la casa editrice hanno voluto bilingue e che è alla seconda edizione. Lo spirito che ha spinto l’Autore a collezionare questi particolari francobolli e l’apprezzamento della Conti Editore per la filosofia e i valori etici del rispetto della vita e della natura espressi nelle didascalie che legano la costruzione della raccolta della tematica filatelica a tutti gli aspetti che sono stati sottolineati nel libro dall’Autore stesso, sposano pienamente i principi che ancora oggi reggono la Scuola Grande di San Rocco che, dimostrando grandi capacità di cambiamento, ha accettato di ospitare la mostra filatelica. I più importanti francobolli della collezione sono stati esposti al Museo Nazionale della Montagna Duca degli Abruzzi a Torino (18/10 �“ 9/11/2014) nel Centenario della Fondazione della Giovane Montagna, ma a Venezia ci sono anche pezzi inediti. Le tematiche illustrate sono molteplici: geologia, geografia, cristallografia e antropologia, cioè la vita dei primi abitatori (uomini, animali, vegetali) e la successiva colonizzazione umana del territorio montano. La parte sciistica contiene fogli che presentano importanti manifestazioni internazionali. Ci sono sezioni dedicate alle imprese alpinistiche, quelle dei club alpini/associazioni, soprattutto giovanili, propedeutiche all’avvicinamento dei ragazzi a questo mondo e altre, più specifiche, che raccolgono gli esemplari più rari per bellezza, cura nella scelta del bozzetto e qualità della stampa. Tutto è corredato da francobolli che contengono errori filatelici curiosi e sconosciuti ai più. Questo progetto si propone anche di restituire popolarità al Francobollo, facendolo tornare custode di fantasie, sogni, desideri, attraverso un percorso di rispetto continuo verso la vita e la natura che ci circonda. 

]]>
Presentazione de IL PIAVE MORMORA ANCORA, un romanzo di Élisabeth Groelly. Sabato 22/10/2016 h18:00 - Udine Fri, 21 Oct 2016 12:15:45 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/409388.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/409388.html Conti Editore Conti Editore

COMUNICATO STAMPA

 

La “Associazione Espressione Est” e la casa editrice “Conti Editore” di Morgex presentano “IL PIAVE MORMORA ANCORA”, un romanzo di Élisabeth Groelly. Sabato 22 ottobre 2016 alle ore 18:00 presso la Libreria UBIK in Piazza Guglielmo Marconi 5 �“ Udine (UD).

 

Élisabeth Groelly, insegnate d’inglese fino al 2010 in una Scuola Media di Aix en Provence, negli ultimi anni della sua carriera ha realizzato molti progetti culturali interdisciplinari con l’Italia e in particolare con la zona dell’Altopiano di Asiago e Venezia. L’approccio e la concretizzazione di questi progetti Le hanno consentito di avvicinare temi storici importanti come la Prima Guerra Mondiale, la Resistenza e le battaglie partigiane che sono state combattute per chiudere il secondo conflitto mondiale. Un particolare interesse ha rivestito il ritrovamento di un diario di guerra scritto da un soldato italiano coinvolto nella battaglia sul fiume Isonzo. Alla sua terza esperienza letteraria compone Il Piave mormora ancora edito da Conti Editore di Morgex.

Un uomo lascia la Francia per il Veneto. È Zoldo Fattori, che, dopo una vita spesa nell’insegnamento e senza più vincoli in terra francese, vede il Veneto come l’agognato approdo dei suoi passi e pensieri. Là è il mondo mitico degli avi, ma anche il funesto teatro del Vajont, dove perirono duemila persone, tra cui sua madre e le sue sorelle: un evento che doveva segnare a fuoco i suoi giorni a venire. Oggi, nel trasferire in patria le ceneri del padre, Zoldo tenterà di ritessere quella trama impalpabile di sogni che dovrebbero riportarlo a Eretta, la ragazza poco più grande di lui, incontrata subito dopo la tragedia. Nuovi giorni, incontri e nuove suggestioni finiranno per schiudersi all’animo incontaminato di questo sessantenne sensibile quanto generoso. Così, nel contrappunto delle sue emozioni, trascorre il racconto, proprio come quel fiume che il titolo riecheggia…

]]>
Presentazione de IL PIAVE MORMORA ANCORA, un romanzo di Élisabeth Groelly. Venerdì 21/10/2016 h18:00 - Monterale Valcellina (PN). Thu, 20 Oct 2016 14:52:19 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/409252.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/409252.html Conti Editore Conti Editore

COMUNICATO STAMPA

 

Il “Comune di Montereale Valcellina”, la “Irreale Narrativa KmØ”, il Circolo “Per le antiche vie”, la “Associazione Les amis…” e la casa editrice “Conti Editore” di Morgex presentano “IL PIAVE MORMORA ANCORA / ET LA PIAVE MURMURE”, un romanzo di Élisabeth Groelly. Venerdì 21 ottobre 2016 alle ore 18:00 presso la Sala Roveredo di Palazzo Toffoli �“ Via Giuseppe Verdi 22 �“ Montereale  Valcellina (Pn)

 

Élisabeth Groelly, insegnate d’inglese fino al 2010 in una Scuola Media di Aix en Provence, negli ultimi anni della sua carriera ha realizzato molti progetti culturali interdisciplinari con l’Italia e in particolare con la zona dell’Altopiano di Asiago e Venezia. L’approccio e la concretizzazione di questi progetti Le hanno consentito di avvicinare temi storici importanti come la Prima Guerra Mondiale, la Resistenza e le battaglie partigiane che sono state combattute per chiudere il secondo conflitto mondiale. Un particolare interesse ha rivestito il ritrovamento di un diario di guerra scritto da un soldato italiano coinvolto nella battaglia sul fiume Isonzo. Alla sua terza esperienza letteraria compone Il Piave mormora ancora edito da Conti Editore di Morgex.

Un uomo lascia la Francia per il Veneto. È Zoldo Fattori, che, dopo una vita spesa nell’insegnamento e senza più vincoli in terra francese, vede il Veneto come l’agognato approdo dei suoi passi e pensieri. Là è il mondo mitico degli avi, ma anche il funesto teatro del Vajont, dove perirono duemila persone, tra cui sua madre e le sue sorelle: un evento che doveva segnare a fuoco i suoi giorni a venire. Oggi, nel trasferire in patria le ceneri del padre, Zoldo tenterà di ritessere quella trama impalpabile di sogni che dovrebbero riportarlo a Eretta, la ragazza poco più grande di lui, incontrata subito dopo la tragedia. Nuovi giorni, incontri e nuove suggestioni finiranno per schiudersi all’animo incontaminato di questo sessantenne sensibile quanto generoso. Così, nel contrappunto delle sue emozioni, trascorre il racconto, proprio come quel fiume che il titolo riecheggia…

]]>
Presentazione de IL PIAVE MORMORA ANCORA, un romanzo di Élisabeth Groelly. Venerdì 21/10/2016 h18:00 - Monterale Valcellina (PN). Thu, 20 Oct 2016 14:51:14 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/409251.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/409251.html Conti Editore Conti Editore

COMUNICATO STAMPA

 

Il “Comune di Montereale Valcellina”, la “Irreale Narrativa KmØ”, il Circolo “Per le antiche vie”, la “Associazione Les amis…” e la casa editrice “Conti Editore” di Morgex presentano “IL PIAVE MORMORA ANCORA / ET LA PIAVE MURMURE”, un romanzo di Élisabeth Groelly. Venerdì 21 ottobre 2016 alle ore 18:00 presso la Sala Roveredo di Palazzo Toffoli �“ Via Giuseppe Verdi 22 �“ Montereale  Valcellina (Pn)

 

Élisabeth Groelly, insegnate d’inglese fino al 2010 in una Scuola Media di Aix en Provence, negli ultimi anni della sua carriera ha realizzato molti progetti culturali interdisciplinari con l’Italia e in particolare con la zona dell’Altopiano di Asiago e Venezia. L’approccio e la concretizzazione di questi progetti Le hanno consentito di avvicinare temi storici importanti come la Prima Guerra Mondiale, la Resistenza e le battaglie partigiane che sono state combattute per chiudere il secondo conflitto mondiale. Un particolare interesse ha rivestito il ritrovamento di un diario di guerra scritto da un soldato italiano coinvolto nella battaglia sul fiume Isonzo. Alla sua terza esperienza letteraria compone Il Piave mormora ancora edito da Conti Editore di Morgex.

Un uomo lascia la Francia per il Veneto. È Zoldo Fattori, che, dopo una vita spesa nell’insegnamento e senza più vincoli in terra francese, vede il Veneto come l’agognato approdo dei suoi passi e pensieri. Là è il mondo mitico degli avi, ma anche il funesto teatro del Vajont, dove perirono duemila persone, tra cui sua madre e le sue sorelle: un evento che doveva segnare a fuoco i suoi giorni a venire. Oggi, nel trasferire in patria le ceneri del padre, Zoldo tenterà di ritessere quella trama impalpabile di sogni che dovrebbero riportarlo a Eretta, la ragazza poco più grande di lui, incontrata subito dopo la tragedia. Nuovi giorni, incontri e nuove suggestioni finiranno per schiudersi all’animo incontaminato di questo sessantenne sensibile quanto generoso. Così, nel contrappunto delle sue emozioni, trascorre il racconto, proprio come quel fiume che il titolo riecheggia…

]]>
Presentazione “IL PIAVE MORMORA ANCORA”, un romanzo di Élisabeth Groe lly. Giovedì 20/10/2016 h 18:00 Mondadori Bookstore " Trieste (TS). Wed, 19 Oct 2016 15:45:08 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/409081.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/409081.html Conti Editore Conti Editore

COMUNICATO STAMPA

 

La “Irreale Narrativa KmØ” e la casa editrice “Conti Editore” di Morgex presentano “IL PIAVE MORMORA ANCORA”, un romanzo di Élisabeth Groelly. Giovedì 20 ottobre 2016 alle ore 18:00 presso Mondadori Bookstore in Via di Cavana 14 �“ Trieste (TS).

 

Élisabeth Groelly, insegnate d’inglese fino al 2010 in una Scuola Media di Aix en Provence, negli ultimi anni della sua carriera ha realizzato molti progetti culturali interdisciplinari con l’Italia e in particolare con la zona dell’Altopiano di Asiago e Venezia. L’approccio e la concretizzazione di questi progetti Le hanno consentito di avvicinare temi storici importanti come la Prima Guerra Mondiale, la Resistenza e le battaglie partigiane che sono state combattute per chiudere il secondo conflitto mondiale. Un particolare interesse ha rivestito il ritrovamento di un diario di guerra scritto da un soldato italiano coinvolto nella battaglia sul fiume Isonzo. Alla sua terza esperienza letteraria compone Il Piave mormora ancora edito da Conti Editore di Morgex.

Un uomo lascia la Francia per il Veneto. È Zoldo Fattori, che, dopo una vita spesa nell’insegnamento e senza più vincoli in terra francese, vede il Veneto come l’agognato approdo dei suoi passi e pensieri. Là è il mondo mitico degli avi, ma anche il funesto teatro del Vajont, dove perirono duemila persone, tra cui sua madre e le sue sorelle: un evento che doveva segnare a fuoco i suoi giorni a venire. Oggi, nel trasferire in patria le ceneri del padre, Zoldo tenterà di ritessere quella trama impalpabile di sogni che dovrebbero riportarlo a Eretta, la ragazza poco più grande di lui, incontrata subito dopo la tragedia. Nuovi giorni, incontri e nuove suggestioni finiranno per schiudersi all’animo incontaminato di questo sessantenne sensibile quanto generoso. Così, nel contrappunto delle sue emozioni, trascorre il racconto, proprio come quel fiume che il titolo riecheggia…

]]>
IL PIAVE MORMORA ANCORA un romanzo di Élisabeth Groelly - Longarone Sat, 15 Oct 2016 11:20:02 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/408618.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/408618.html Conti Editore Conti Editore

COMUNICATO STAMPA

 

Il “Comune di Longarone”, la “Fondazione Vajont 9 ottobre 1963”, la “Associazione Vajont, il futuro della memoria” e la casa editrice “Conti Editore” di Morgex presentano “IL PIAVE MORMORA ANCORA”, un romanzo di Élisabeth Groelly. Martedì 18 ottobre 2016 alle ore 20:30 presso la Sala consiliare del Comune di Longarone in Via Santa Chiara 1 �“ Longarone (BL).

 

Élisabeth Groelly, insegnate d’inglese fino al 2010 in una Scuola Media di Aix en Provence, negli ultimi anni della sua carriera ha realizzato molti progetti culturali interdisciplinari con l’Italia e in particolare con la zona dell’Altopiano di Asiago e Venezia. L’approccio e la concretizzazione di questi progetti Le hanno consentito di avvicinare temi storici importanti come la Prima Guerra Mondiale, la Resistenza e le battaglie partigiane che sono state combattute per chiudere il secondo conflitto mondiale. Un particolare interesse ha rivestito il ritrovamento di un diario di guerra scritto da un soldato italiano coinvolto nella battaglia sul fiume Isonzo. Alla sua terza esperienza letteraria compone Il Piave mormora ancora edito da Conti Editore di Morgex.

Un uomo lascia la Francia per il Veneto. È Zoldo Fattori, che, dopo una vita spesa nell’insegnamento e senza più vincoli in terra francese, vede il Veneto come l’agognato approdo dei suoi passi e pensieri. Là è il mondo mitico degli avi, ma anche il funesto teatro del Vajont, dove perirono duemila persone, tra cui sua madre e le sue sorelle: un evento che doveva segnare a fuoco i suoi giorni a venire. Oggi, nel trasferire in patria le ceneri del padre, Zoldo tenterà di ritessere quella trama impalpabile di sogni che dovrebbero riportarlo a Eretta, la ragazza poco più grande di lui, incontrata subito dopo la tragedia. Nuovi giorni, incontri e nuove suggestioni finiranno per schiudersi all’animo incontaminato di questo sessantenne sensibile quanto generoso. Così, nel contrappunto delle sue emozioni, trascorre il racconto, proprio come quel fiume che il titolo riecheggia…

]]>