Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Simona Pasquale Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Simona Pasquale Fri, 16 Nov 2018 10:37:11 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/21699/1 Confartigianato Napoli alle finali di The Look Of The Year Tue, 25 Sep 2018 23:37:47 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/493167.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/493167.html Simona Pasquale Simona Pasquale

THE LOOK OF THE YEAR

EVENTI IN CAMPANIA PER LE SELEZIONI 2018

 

GIOVEDÍ 27 SETTEMBRE 2018, ORE 21.00

The Owl

Via Alveo 15, Ercolano (NA)

 

MERCOLEDÍ 3 OTTOBRE 2018, ORE 21.00

Villa Campolieto

Corso Resina 283, Ercolano (NA) 

 

L’edizione 2018 di The Look of The Year, la più influente e prestigiosa competizione internazionale legata al modeling, si chiude con due grandi eventi dedicati al fascino e allo stile in Campania; una produzione di Nuccio Cicirò, in esclusiva mondiale per l'Agenzia Eventsworld di Ivana Triolo che vede coinvolte, l’Associazione Piazza di Spagna, presieduta da Annabella Esposito, la Confartigianato Imprese Napoli guidata da Enrico Inferrera e la Kyra Entertainment di Antonio Rizzi. Appuntamento a Ercolano giovedì 27 settembre, alle 21.00, al lounge bar The Owl e mercoledì 3 ottobre, sempre alle 21.00, a Villa Campolieto nell’ambito della manifestazione “Ti Sposo”, il salone campano dell’alta moda sposa, con la semifinale e la finale regionale per eleggere i rappresentanti campani �“ quattro ragazze e un ragazzo �“ che parteciperanno alla finale mondiale, in programma il prossimo 27 ottobre nello splendido Castello Maniace di Ortigia (Siracusa). Un’iniziativa che conferma l’obiettivo di creare un filo diretto tra chi crea la moda, chi la promuove e chi la indossa, alla quale partecipano realtà storiche del territorio e stilisti emergenti, ma già affermati. Si tratta delle maison Jariel Couture di Gabriele Bonomo e Luciano Fiore Couture di Luciano Fiore, protagoniste della prima serata, che vedrà impegnati in giura il responsabile Innovazione di Confartigianato Napoli, Leonardo Lasala, le stiliste Giovanna e Nunzia Duraccio, il Vicepresidente Nazionale di Assinrete, fondatore e amministratore del MAVV-Wine Art Museum Eugenio Gervasio e l’Avvocato Gianluca Marrone. Il trucco sarà affidato alla Scuola di Estetica Sirio Aja di Napoli. La finale vedrà sfilare, invece, le creazioni realizzare dalle case di moda Pinù Couture di Giuseppe Miranda, De Gaetano Furs di Vincenzo De Gaetano, Sorelle Duraccio Altamoda, Accademia Moda e Design di Maria Mauro, Ufficio Stile di Giovanna Panico e Simbiosi Alta Moda con la partecipazione delle giovani promesse lanciate dalla kermesse “Moda all’Ombra del Vesuvio”, Antonio D’Arcangelo e Annarita Ascione con la sua Ara Moda. Intervento artistico a cura della Double Dea Danza di Marano.

 

Contatti: Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it; Ufficio Stampa, Simona Pasquale: cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com; simona.pasquale@libero.it;
]]>
Confartigianato-Convention del Mezzogiorno | COMUNICATO FINALE Fri, 14 Sep 2018 21:16:53 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/491940.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/491940.html Simona Pasquale Simona Pasquale

LA LEGALITÁ, LA NORMALITÁ E IL BUON SENSO

CONVENTION DEL MEZZOGIORNO

 

Legalità e normalità. Valori fondamentali evocati nel convegno “La legalità, la normalità e il buon senso” organizzatoda Confartigianato Imprese venerdì 14 settembre presso la Camera di Commercio di Napoli, nell’ambito della Convention del Mezzogiorno. Un pomeriggio appassionante di confronto fra imprenditori, istituzioni e cittadini; ultima tappa di avvicinamento, dopo L’Aquila e Bari all’evento conclusivo del 4 e 5 ottobre a Palermo, che ha visto la partecipazione del Presidente Nazionale, Giorgio Merletti e del Vice Presidente con delega al Mezzogiorno, Filippo Ribisi. Un appuntamento biennale, ormai tradizionale, articolato in sessioni tematiche, nel corso delle quali il sistema federale si confronta sulle politiche di sviluppo per le aree meridionali del Paese, i cui operatori economici e sociali vengono lasciati sempre più soli, come denuncia l’ultimo rapporto SVIMEZ, pur in presenza di un tessuto produttivo al passo con la ripresa nazionale e internazionale. Un capitale umano straordinario che, con sempre più determinazione, lotta contro il cancro della criminalità organizzata, come sottolinea il Presidente di Confartigianato Imprese NapoliEnrico Inferrera. «Napoli è la città che, negli ultimi dieci anni, ha fatto della battaglia all’illegalità un tema centrale, intorno al quale ha saputo unire le forze migliori �“ afferma Inferrera ribaltando nel suo intervento, il concetto di metropoli capitale dell’illegalità �“ Siamo stanchi di essere l’emblema di un malessere nazionale e, la nostra Associazione di Categoria è, da sempre in prima linea, lavorando incessantemente alla costruzione di forti reti territoriali sostenendo, attraverso la cultura, l’impegno sociale e imprenditoriale. Napoli è una città che resiste all’illegalità». In linea con questa visione, il Sindaco Luigi De Magistris che distinguela legalità reale, da quella formale: «quella che persegue una persona perché clandestina, ma non la Finanza criminale �“ afferma il Primo Cittadino �“ Oggi la nostra città, pur senza soldi, è la prima per crescita turistica e culturale in Italia, fancedo registrare anche, ed è questa la vera sfida, tanti ritorni. Il vero problema del Sud, non è l’immigrazione, ma l’emigrazione. Appartenere alla terra è un processo di liberazione, abbiamo tanti problemi, ma dall’Amministrazione la corruzione è stata cacciata e nelle classifiche che ci vedono sempre ultimi, mancano sono costantemente escluse la cultura e le startup». La città partenopea detiene, infatti, il primato nazionale delle nuove imprese fondate da giovani. Ne parla l’Assessore ai Giovani e alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, Alessandra Clemente, raccontando il programma Sviluppo Napoli che scommette sulle nuove generazioni e la loro intraprendenza: «di solito si dice che un finanziamento che non richiede restituzione sia a fondo perduto, ma come può esserlo il sostegno ai propri giovani? Se non crede in te la tua stessa città, chi può farlo? Senza economia non si vive e se non c’è un sistema legale, allora si cade nelle reti della disperazione, fatta di spaccio e contraffazione. Queste realtà lavorative, presenti in città, che recuperano luoghi storici, avviano iniziative artigianali e commerciali, sono la dimostrazione di come Napoli, stia facendo i conti con le pagine più buie e dolorose del proprio passato». Prossimo a concludere la propria esperienza istituzionale, il Commissario Straordinario della Camera di Commercio Girolamo Pettrone, ringrazia la Confartigianato per il sostegno ricevuto in questi anni, ma denuncia la solitudine nella quale ha spesso operato: «questi anni sono stati molto belli ed entusiasmanti, ma troppo spesso è stato difficile lavorare, a causa di resistenze nel contesto intorno a noi. Eppure, il nostro territorio, con quasi trecentomila imprese, è molto attivo». «Attraverso l’utilizzo dei beni comuni e di quelli espropriati, che ha sostituito l’antimafia sociale un po’ bacchettona con un sistema che, producendo lavoro, si sostituisce alla Camorra compra-coscienze, Napoli sta davvero raccontando una storia diversa» dice nel suo intervento Ciro Corona, mediatore per i beni confiscati, operatore sociale, fondatore della Cooperativa Sociale (R)esistenza nata dall’omonima associazione e cofondatore della rete delle R-esistenze Meridionali. Gestisce il Fondo Rustico Amato Lamberti, il primo bene agricolo confiscato della città che ha consluso con un’azienda napoletana un contratto per la produzione di centocinquantamila barattoli di pomodori pelati e nel quale nel 2017 hanno lavorato cinquantasette detenuti; persone che sono riuscite a cambiare vita. E di legalità come bene-essere delle persone e delle comunità parla la sociologa della cooperativa ERA Virginia Capuano: «negli ultimi anni in città si respira un’aria diversa; giorno dopo giorno proliferano realtà che valorizzano i beni confiscati alla Camorra e, con esse, crescono un nuovo senso di partecipazione e di cittadinanza attiva, che rendendo il nostro territorio un modello per il resto d’Italia e, perché no, del mondo!». Virginia racconta l’esperienza del social bazar di Via dei Tribunali, nel cuore del centro antico, in cui si vendono prodotti realizzati sui beni confiscati, nelle carceri, nei centri di salute mentale, o per l’inclusione lavorativa: «si chiama “Che Follia!” ed è, sotto molti aspetti, veramente folle; la prima a crederci e scommetterci è stata la Confartigianato di Napoli, che ci ha messo in contatto con imprenditori responsabili, che hanno accolto e formato persone con disagio psichico. Un’apertura della quale ringrazio il Presidente Enrico Inferrera e tutta l’Associazione. Come diceva uno dei nostri utenti: vendiamo qualità, raccontiamo storie e regaliamo emozioni». «Gli schemi criminali si sono enormemente evoluti trasformandosi e insinuandosi dentro percorsi che appaiono legali e diventando, peciò, pericolosi. Nell’ultimo decennio le denunce relative a condotte di usura sono più che raddoppiate, ma i dati statistici vanno osservati con attenzione quando si lavora con fenomeni complessi come la ‘Ndrangheta, in grado di nascondersi nei meandri dei rapporti fra le persone e obbligandoci tutti a cambiare prospettiva, perché il Coraggio è un concetto collettivo» sottolinea il Procuratore Aggiunto della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, Giuseppe Lombardo. Anche Roberto Montà sindaco di Grugliasco, in provincia di Torino e Presidente dell’Associazione “Avviso Pubblico” che mette in rete comuni e territori in lotta contro la criminalità per promuovere il territorio come Bene Comune, racconta i meccanismi che sono alla base del controllo della società: «si accosta sempre la Mafia alla politica e ad alcuni territorio, ma l’esperienza di Mafia Capitale dice che si tratta di fenomeni presenti ovunque, basati su dinamiche che hanno bisogno di costruire rapporti privilegiati con la burocrazia». «Il Sud ha bisogno, prima di ogni altra cosa, di recuperare il senso della comunità e di vedere colmato il divario infrastrutturale di cui soffre» afferma Ribisi elencando il decalogo del Buon Senso in cui figura anche l’onorabilità della persona, intesa come valore individuale. E di recupero dei rapporti personali si occupano anche Giampaolo Palazzi e Fabio Menicacci, rispettivamente Presidente e Segretario dell’Associazione Nazionale Anziani e Pensionati (ANAP) di Confartigianato impegnati nella prevenzione delle truffe ai danni dei pensionati. Mentre il prof. Giorgio Bolondi, docente di Didattica della Matematica alla Libera Università di Bolzano, ha spiegato qualche trucco matematico per i rispetto delle regole nella società. La conclusioni sono state del Presidente Nazionale di Confartigianato Giorgio Merletti: «per fare impresa in Italia è necessario essere un po’ pazzi, perché da troppo tempo non si attribuisce il giusto valore alla competenza e alla qualità. Non ci sono più percorsi di apprendistato, o contratti di lavoro continuato, necessari per formare una figura di qualità, un patrimonio vero per la comunità. È il lavoro che dà dignità alla persona; non abbiamo bisogno di un reddito di cittadinanza, ma di un lavoro di cittadinanza soprattutto qui al Sud, dove la voglia di fare impresa è tanta».

 

Confartigianato Napoli:Via Medina 63, (80133) Napoli;  Web: www.confartigianatona.it; Teresa Guarino: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it; Ufficio Stampa, Simona Pasquale: cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com; simona.pasquale@libero.it;


]]>
Confartigianato Imprese. Convention del Mezzogiorno alla Camera di Commercio di Napoli Mon, 10 Sep 2018 13:52:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/491237.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/491237.html Simona Pasquale Simona Pasquale

LA LEGALITÁ, LA NORMALITÁ E IL BUON SENSO

CONVENTION DEL MEZZOGIORNO

 

Venerdì 14 settembre, ore 14.30

Camera di Commercio di Napoli

Piazza Bovio 32, Napoli

 

Saluti istituzionali di:

Girolamo Pettrone, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Napoli

Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli

Enrico Inferrera, Presidente di Confartigianato Imprese Napoli

Giampaolo Palazzi, Presidente ANAP Confartigianato

 

Interventi di:

Giorgio Bolondi, docente di Didattica della Matematica, Libera Università di Bolzano

Filippo Ribisi, Vicepresidente di Confartigianato con delega al Mezzogiorno

Giuseppe Lombardo, Procuratore Aggiunto della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria

Alessandra Clemente, Assessore ai Giovani e alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli

Roberto Montà, Presidente dell’Associazione “Avviso Pubblico”

Fabio Menicacci, Segretario ANAP Confartigianato

 

Voci dal territorio:

Ciro Corona, operatore sociale e mediatore

Virginia Capuano, sociologa e cooperante ERA

 

Conclusioni:

Giorgio Merletti, Presidente Nazionale di Confartigianato Imprese

 

Sempre accanto a chi è in prima linea, in difesa del lavoro, dell’Ambiente e della legalità. Istanze al centro dell’operato di Confartigianato Imprese che fanno da filo rosso del convegno “La legalità, la normalità e il buon senso” in programma venerdì 14 settembre, alle ore 14.30, presso la Camera di Commercio di Napoli che vedrà la partecipazione del Presidente Nazionale, Giorgio Merletti e del Vice Presidente con delega al Mezzogiorno, Filippo Ribisi. Terza tappa, dopo L’Aquila e Bari della Convention del Mezzogiorno che si concluderà il 4 e il 5 ottobre a Palermo; un appuntamento biennale ormai tradizionale, durante il quale l’intero sistema federale si confronta sulle politiche di sviluppo nelle aree meridionali del Paese, con focus specifici; dopo la fragilità del patrimonio immobiliare e le infrastrutture materiali e digitali, a Napoli si svilupperà il tema della legalità, come valore fondamentale sul quale innestare le attività imprenditoriali e costruire la sicurezza di un territorio. Dopo i saluti istituzionali di Girolamo Pettrone, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Napoli, di Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli, di Enrico Inferrera Presidente di Confartigianato Imprese Napoli e di Giampaolo Palazzi, Presidente dell’Associazione Nazionale Anziani e Pensionati (ANAP) di Confartigianato, i lavori entreranno nel vivo con interventi di molto diversificati tra loro. Dal rispetto delle regole attraverso la Matematica, con Giorgio Bolondi, docente di Didattica della Matematica alla Libera Università di Bolzano, al Decalogo del Buon Senso per le piccole e medie imprese, con il Vicepresidente Ribisi; dai racconti dell’esperienza sul territorio di Giuseppe Lombardo, Procuratore Aggiunto della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, alla costruzione della legalità a partire dalle nuove generazioni con Alessandra Clemente, Assessore ai Giovani e alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli. Roberto Montà, Presidente dell’Associazione “Avviso Pubblico”, la rete nazionale degli enti antimafia, che parlerà del Territorio come Bene Comune e Fabio Menicacci, Segretario ANAP Confartigianato, il quale approfondirà la questione delle PMI quali presidi di legalità, introdurranno il capitolo delle testimonianze dai territori, alle quali si uniranno le voci di Ciro Corona, operatore sociale e mediatore per i beni confiscati e la sociologa della Cooperativa ERA Virginia Capuano, che affronteranno, rispettivamente, la gestione di un bene confiscato alla Camorra e Il recupero delle persone nell’area del disagio. Temi sui quali Confartigianato Imprese Napoli è impegnata da tempo, come dimostrano il progetto MIB-Match Innovation Business, realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Napoli Federico II, che vede coinvolti gli studenti nella realizzazione di servizi e prodotti innovativi per le imprese, e il supporto alla Energy Total Capital società napoletana attiva nel settore delle energie rinnovabili, che propone a privati, imprese e pubbliche amministrazioni, soluzioni tecnologiche e finanziarie, in collaborazione con alcuni dei più importanti fondi d’investimento europei. Le conclusioni saranno affidate al Presidente Merletti.

 

Confartigianato Napoli: Via Medina 63, (80133) Napoli;  Web: www.confartigianatona.it; Teresa Guarino: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.itUfficio Stampa, Simona Pasquale: cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.comsimona.pasquale@libero.it;

 


]]>
CONFARTIGIANATO NAPOLI | Comunicato finale «The Look Of The Year» Wed, 18 Jul 2018 14:47:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/486602.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/486602.html Simona Pasquale Simona Pasquale

THE LOOK OF THE YEAR

SELEZIONI 2018

 

Grande successo di pubblico per la prima tappa campana dell’edizione 2018 di The Look Of The Year, che martedì 17 luglio ha visto protagonisti aspiranti top model e indossatori, sfidarsi nella suggestiva cornice del Miramare Beach di Torre del Greco (NA), in una competizione di bellezza e fascino, presentata dalla modella e coreografa Stefania Maria, che ha visto affermarsi nella categoria donne, Carola D’Ambra che si è aggiudicata anche un stola di volpe messa a disposizione dalle pelliccerie Grilli di Caserta e Vittorio Bottino, in quella uomini. Altri vincitori ammessi alla finale regionale, ultimo ostacolo prima dell’evento conclusivo del 21 e 22 ottobre a Ortigia nel cuore antico di Siracusa, sono: Martina Landolfi, Fabiana Mazzola, Caterina Roberto e Giuseppe Leone mentre, per non aver ancora raggiunto la maggiore età, verranno ammesse di diritto al concorso del prossimo anno le concorrenti Giovanna Carbone, Sabrina Palomba e Clelia Paravento. Una produzione di Nuccio Cicirò, in esclusiva mondiale per l'Agenzia Eventsworld di Ivana Triolo che vede coinvolte, con l’obiettivo di creare un filo diretto tra operatori del comparto moda, l’Associazione Piazza di Spagna, presieduta da Annabella Esposito, la Kyra Entertainment di Antonio Rizzi e Confartigianato Imprese Napoli la quale scommette sempre più sulla grande tradizione sartoriale all’ombra del Vesuvio che, in questi anni difficili, ha saputo confermarsi fucina di opportunità per i giovani talenti. Un’azione in continuità con la politica istituzionale, rappresentativa del territorio e delle sue istanze, che l’associazione di categoria guidata da Enrico Inferrera, eletto a maggio Presidente Nazionale della rete dei Consorzi Fidi �“ strutture di consulenza per l’accesso al credito delle piccole e medie imprese �“ porta avanti da anni e che sarà il cuore del convegno “La legalità, la normalità e il buon senso” in programma il prossimo 14 settembre presso la Camera di Commercio di Napoli; terza tappa, dopo L’Aquila e Bari, di un percorso formativo che si concluderà il 4 e 5 ottobre a Palermo, con la Convention del Mezzogiorno di Confartigianato, tradizionale appuntamento biennale durante il quale l’intero sistema confederale si confronta sulle politiche di sviluppo nelle aree meridionali del Paese. Dopo aver affrontato gli argomenti legati alla fragilità del patrimonio immobiliare e alle infrastrutture materiali e digitali, a Napoli si svilupperà il tema della legalità, come valore fondamentale sul quale innestare le attività imprenditoriali e costruire la sicurezza di un territorio.

 

Confartigianato Napoli: Via Medina 63, (80133) Napoli;  Web: www.confartigianatona.it; Teresa Guarino: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it; Ufficio Stampa, Simona Pasquale: cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com; simona.pasquale@libero.it;


]]>
Confartigianato Napoli partner di «The Look Of The Year» a Torre del Greco Mon, 16 Jul 2018 00:33:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/486201.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/486201.html Simona Pasquale Simona Pasquale

THE LOOK OF THE YEAR

SELEZIONI 2018

 

MARTEDÍ 17 LUGLIO, ORE 21.00

Stabilimento balneare Miramare Beach

Via Litoranea 17, Torre del Greco (NA) 

 

La Campania protagonista dei grandi circuiti della moda per l’edizione 2018 di The Look of The Year, la principale manifestazione del mondo legata al modeling, che fin dal 1983 stabilisce i dettami di stile e bellezza, selezionando le migliori top model e i migliori indossatori, al temine di una lunga competizione che, ogni anno, coinvolge circa trecentocinquantamila ragazzi, in cinquanta nazioni. La prima tappa napoletana è prevista domani martedì 17 luglio, alle 21.00 presso lo stabilimento balneare Miramare Beach di Torre del Greco. Una produzione di Nuccio Cicirò, in esclusiva mondiale per l'Agenzia Eventsworld di Ivana Triolo che vede coinvolte, con l’obiettivo di creare un filo diretto tra gli operatori del comparto moda del territorio, l’Associazione Piazza di Spagna, presieduta da Annabella Esposito, la Confartigianato Imprese Napoli guidata da Enrico Inferrera e la Kyra Entertainment di Antonio Rizzi. «Ringrazio i fratelli Santiago e Diego Faraone Mennella che hanno subito accolto l’idea di ospitare, nella loro struttura, questo evento che ho deciso di dedicare alla mia città, così ricca di bellezze naturali e di attività alle quali, troppo spesso, non viene dato il giusto valore» dichiara Annabella Esposito. La passerella, allestita con i colori del mare dall’architetto, scenografo e wedding mentor Andrea Riccio, che collabora con le riviste Vogue e Elle Magazine, vedrà sfilare ragazze in età compresa fra i 16 e i 22 anni che indosseranno le creazioni degli allievi dell’Accademia di Moda e Design di Maria Mauro, delle maison Jasha di Salvatore D’Orsi e Antonio Terminillo, Class Kid, Peppe Volturale Haute Couture, Grilli Pellicce, Gioielli Bisogni Di Monteleone, Vida Vivere di Ada Pansera, Alexander Rose di Nunzia Di Bernardo, Pinù Couture di Giuseppe Miranda e degli stilisti emergenti Isabella Di Natale e Antonio D’Arcangelo, protagonisti dell’ultima edizione di Moda all’Ombra del Vesuvio. Trucco e Parrucco affidati, rispettivamente a Emilia Mado e Loredana Palomba, e Pina Belfiore. Prestigiosa la giuria composta da Teresa Guarino, responsabile Marketing di Confartigianato Napoli, Romina Stilo ricercatrice di Genetica all’Università del Sannio, ex-vicesindaco di Torre del Greco e attuale consigliere di opposizione, Leonardo Lasala titolare dell’agenzia di viaggi Erima Flying, Pina Mele Presidente Donne Impresa di Confartigianato Napoli, Eugenio Gervasio vicepresidente nazionale Assinrete, fondatore e amministratore del MAVV-Wine Art Museum, la Mental Coach Carmen De Rosa, il chirurgo plastico Silvio Smeraglia, l’attore Paolo Elmo guest star nel cast di Un Posto al Sole, già noto al grande pubblico per aver partecipato alle pellicole Vita Smeralda di Jerry Calà e La Sconosciuta di Giuseppe Tornatore e alla fiction Squadra Antimafia.

 

Contatti: Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it; Ufficio Stampa, Simona Pasquale: cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com; simona.pasquale@libero.it;



]]>
Confartigianato Napoli partner di «The Look Of The Year» a Torre del Greco Mon, 16 Jul 2018 00:32:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/486202.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/486202.html Simona Pasquale Simona Pasquale

THE LOOK OF THE YEAR

SELEZIONI 2018

 

MARTEDÍ 17 LUGLIO, ORE 21.00

Stabilimento balneare Miramare Beach

Via Litoranea 17, Torre del Greco (NA) 

 

La Campania protagonista dei grandi circuiti della moda per l’edizione 2018 di The Look of The Year, la principale manifestazione del mondo legata al modeling, che fin dal 1983 stabilisce i dettami di stile e bellezza, selezionando le migliori top model e i migliori indossatori, al temine di una lunga competizione che, ogni anno, coinvolge circa trecentocinquantamila ragazzi, in cinquanta nazioni. La prima tappa napoletana è prevista domani martedì 17 luglio, alle 21.00 presso lo stabilimento balneare Miramare Beach di Torre del Greco. Una produzione di Nuccio Cicirò, in esclusiva mondiale per l'Agenzia Eventsworld di Ivana Triolo che vede coinvolte, con l’obiettivo di creare un filo diretto tra gli operatori del comparto moda del territorio, l’Associazione Piazza di Spagna, presieduta da Annabella Esposito, la Confartigianato Imprese Napoli guidata da Enrico Inferrera e la Kyra Entertainment di Antonio Rizzi. «Ringrazio i fratelli Santiago e Diego Faraone Mennella che hanno subito accolto l’idea di ospitare, nella loro struttura, questo evento che ho deciso di dedicare alla mia città, così ricca di bellezze naturali e di attività alle quali, troppo spesso, non viene dato il giusto valore» dichiara Annabella Esposito. La passerella, allestita con i colori del mare dall’architetto, scenografo e wedding mentor Andrea Riccio, che collabora con le riviste Vogue e Elle Magazine, vedrà sfilare ragazze in età compresa fra i 16 e i 22 anni che indosseranno le creazioni degli allievi dell’Accademia di Moda e Design di Maria Mauro, delle maison Jasha di Salvatore D’Orsi e Antonio Terminillo, Class Kid, Peppe Volturale Haute Couture, Grilli Pellicce, Gioielli Bisogni Di Monteleone, Vida Vivere di Ada Pansera, Alexander Rose di Nunzia Di Bernardo, Pinù Couture di Giuseppe Miranda e degli stilisti emergenti Isabella Di Natale e Antonio D’Arcangelo, protagonisti dell’ultima edizione di Moda all’Ombra del Vesuvio. Trucco e Parrucco affidati, rispettivamente a Emilia Mado e Loredana Palomba, e Pina Belfiore. Prestigiosa la giuria composta da Teresa Guarino, responsabile Marketing di Confartigianato Napoli, Romina Stiloricercatrice di Genetica all’Università del Sannio, ex-vicesindaco di Torre del Greco e attuale consigliere di opposizione, Leonardo Lasala titolare dell’agenzia di viaggi Erima Flying, Pina Mele Presidente Donne Impresa di Confartigianato Napoli, Eugenio Gervasio vicepresidente nazionale Assinrete, fondatore e amministratore del MAVV-Wine Art Museum, la Mental Coach Carmen De Rosa, il chirurgo plastico Silvio Smeraglia, l’attore Paolo Elmo guest star nel cast di Un Posto al Sole, già noto al grande pubblico per aver partecipato alle pellicole Vita Smeralda di Jerry Calà e La Sconosciuta di Giuseppe Tornatore e alla fiction Squadra Antimafia.

 

Contatti: Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it; Ufficio Stampa, Simona Pasquale: cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com; simona.pasquale@libero.it;


]]>
CONFARTIGIANATO NAPOLI PARTNER DELLE SELEZIONI PER «THE LOOK OF THE YEAR» Thu, 05 Jul 2018 00:11:42 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/485257.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/485257.html Simona Pasquale Simona Pasquale

THE LOOK OF THE YEAR

EVENTI IN CAMPANIA PER LE SELEZIONI 2018

 

GIOVEDÍ 12 LUGLIO, ORE 21.00

Mazzini Glamour Café

Via Giuseppe Mazzini 36, Caserta (CE)

 

MARTEDÍ 17 LUGLIO, ORE 21.00

Stabilimento balneare Miramare

Via Litoranea 36, Torre del Greco (NA) 

 

Con oltre cinquanta nazioni coinvolte, The Look Of The Year è la più importante e prestigiosa manifestazione del mondo legata al modeling. Nata nel 1983, questa competizione ha contribuito a portare alla ribalta modelle del calibro di Cindy CrawfordGiselle BundchenElena SantarelliNina MoricVanessa Incontrada e molte altre, affermandosi come l’evento che, anno dopo anno, decreta gli standard di stile, bellezza e personalità delle future top model, avvalendosi del giudizio di una commissione tecnica composta da alcuni dei più affermati professionisti nel campo dell’immagine come Azzedine AlaiaJohn GallianoPatrick DemarhelierPeter LindberghHelmut NewtonLinda EvangelistaNaomi CampbellAmber Valletta. Ogni anno, circa trecentocinquantamila ragazzi si candidano per un cammino di selezione, che culmina nella scelta dei sessanta finalisti �“ quaranta donne e venti uomini �“ ammessi alla finale internazionale, l’80% dei quali diventa professionista, in media, entro due anni. L’edizione 2018 vede protagonista la Campania, che ospiterà alcuni degli eventi preliminari, in luoghi suggestivi della regione; i primi sono previsti giovedì 12 luglio, alle 21.00 al Mazzini Glamour Café di Caserta e martedì 17 luglio, sempre alle ore 21.00, presso lo stabilimento balneare Miramare di Torre del Greco. Una produzione di Nuccio Cicirò, in esclusiva mondiale per l'Agenzia Eventsworld di Ivana Triolo che vede coinvolte, con l’obiettivo di creare un filo diretto tra gli operatori del comparto moda del territorio, l’Associazione Piazza di Spagna, presieduta da Annabella Esposito, la Confartigianato Imprese Napoli guidata da Enrico Inferrera e la Kyra Entertainment di Antonio Rizzi. Potranno partecipare alle selezioni, tutte le ragazze di età compresa fra i 16 e i 22 anni, con altezza minima di 175 cm, taglia 38/42, spiccate attitudini alla professione di modella e fotomodella, fotogenia e buon portamento. Le agenzie, le aziende e gli stilisti per uomo, donna e accessori interessati, potranno contare su un’organizzazione che metterà loro a disposizione un luogo prestigioso, in cui esporre il proprio marchio e un book fotografico completo della propria passerella, nella quale è prevista la presentazione di sette capi d’abbigliamento.

 

Contatti: Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.itUfficio Stampa, Simona Pasquale: cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.comsimona.pasquale@libero.it;
]]>
COMUNICATO | PROCIDA - IL MONDO SALVATO DAI RAGAZZINI - ELSA MORANTE Wed, 30 May 2018 20:25:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/481246.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/481246.html Simona Pasquale Simona Pasquale

PROCIDA �“ IL MONDO SALVATO DAI RAGAZZINI �“ ELSA MORANTE

Con un vibrante e applaudito reading di Rosaria De Cicco e Nello Mascia, presentato il primo anno di attività svolte a Procida da un progetto culturale e sociale corale continuativo, nel nome di Elsa Morante, a 50 anni dalla pubblicazione de “Il mondo salvato dai ragazzini”

 

 Un sodalizio tra la Fondazione Pemio Napoli e il progetto «Procida �“ Il mondo salvato dai ragazzini �“ Elsa Morante» è stato suggellato alla presentazione ufficiale dell’iniziativa, nella sede della Fondazione a Palazzo Reale con la partecipazione di alcuni dei suoi protagonisti: il Presidente Domenico Ciruzzi, che ha introdotto i lavori; il sindaco di Procida Domenico Ambrosino, che sostiene il progetto con l’Assessorato alla Cultura guidato da Nico Granito; Giovanna Martano, Dirigente Scolastica dell’I.C 1°CD Capraro di Procida, partner con l’ISS Francesco Caracciolo �“ Giovanni Da Procida; Pasquale Lubrano Lavadera, Presidente dell’Associazione culturale Isola di Graziella; Salvatore Guadagnuolo, Vice Presidente di Agita Teatro e Donatella Trotta, Presidente dell’Associazione culturale Kolibrì che ha ideato la manifestazione, un cantiere creativo che veicola un processo culturale, formativo e sociale e la prima edizione di un premio di letteratura giovanile vinto quest’anno da Chiara Carminati (con La signora degli abissi, Editoriale Scienza); Ornella Della Libera (I nuovi casi dell’agente speciale Blondie, Rizzoli); Antonio Ferrara (con il romanzo Zo’, San Paolo) e Gek Tessaro, autore dell’albo illustrato/spettacolo Il circo delle nuvole (Lapis) che chiuderà la cerimonia di premiazione e gli eventi della festa conclusiva in programma l’1 e 2 giugno a Procida.

 La presentazione è stata aperta da un applaudito reading di Rosaria De Cicco e Nello Mascia, tratto da Il mondo salvato dai ragazzini di Elsa Morante, ispiratrice di questo progetto: realizzato in collaborazione anche con il mensile «Andersen �“ il mondo dell’infanzia» diretto da Barbara Schiaffino, l’ente di formazione Agita Teatro, tutta la comunità educante (coordinata da Pina Cucurullo, segretario della Giuria Tecnica del Premio) e le due librerie dell’isola, Graziella e Nutrimenti, con il supporto iniziale della Fondazione Banco di Napoli. «L’azione culturale dell’Associazione Kolibrì è garanzia di qualità nel campo della civiltà dell’infanzia, in piena sintonia con lo spirito della Fondazione, laboratorio che intende creare armonia tra le manifestazioni culturali, educando alla lettura e alla bellezza» afferma il Presidente Ciruzzi. «Perciò �“ continua �“ la Fondazione Premio Napoli accoglie questo sodalizio, che aprirà anche le nostre iniziative al riconoscimento condiviso delle migliori voci della letteratura giovanile, nel segno di una cultura partecipata e dell’interazione con i giovani che è il miglior antidoto all’orrore dilagante che pensa di sconfiggere l’illegalità con la repressione. Non c’è sicurezza senza crescita culturale, investimento nel welfare e una educazione precoce alla bellezza».

 «Questo progetto �“ aggiunge il sindaco di Procida Raimondo Ambrosino �“ sottolinea e rafforza lo storico legame tra l’isola e Napoli, con un omaggio a Elsa Morante che celebra la partecipazione attiva dei nostri bambini, in una condivisione culturale più ampia della nostra piccola realtà di provincia». Una «piccola isola ma con una grande scuola» gli fa eco la dirigente Martano, napoletana da tre anni a Procida, che grazie a questa esperienza si è annoverata tra i «Felici Pochi» morantiani. Un’isola che conta, infatti, quasi 1500 bambini e ragazzi «i quali, contraddicendo gli stereotipi degli adulti Infelici Molti �“ ironizza Martano �“ amano, e come, leggere: ma solo quando trovano proposte di senso, di interesse e accattivanti come questa».

 «Questo progetto �“ dice Lubrano Lavadera �“ ci ha fatto sognare con il suo respiro controcorrente di fraternità e di educazione alla pace. Un grande sogno che ne contiene un altro: l’auspicio di restituire alla fruizione pubblica i locali dell’opificio dell’ex Carcere Borbonico a Terra Murata, sito che vorremmo destinare alla Casa delle Arti dei Bambini e Ragazzi». In questo senso, aggiunge Trotta illustrando le tappe del progetto, «Procida salvata dai ragazzini è anche una sfida, un cammino condiviso, una fucina di idee in movimento che aspira a creare ponti con altre realtà, nel segno dei più giovani e dei beni relazionali». Di qui il primo gemellaggio con i ragazzini della Comunità Montana di Vico Equense (I.C Caulino), che con la guida di Guadagnuolo apriranno le manifestazioni conclusive sull’isola, mettendo in scena una parte de Il mondo salvato dai ragazzini. «Sono i primi “vascelli vagabondi” che suggellano una straordinaria esperienza formativa partecipata dal basso, che ha registrato da subito un entusiastico riscontro nei bravi docenti e allievi dell’isola».

 

Ufficio Stampa: Simona Pasquale cell. 339-5098790 / e-mail. simona.pasquale@gmail.com 

 


]]>
Confartigianato Napoli | Enrico Inferrera è il Nuovo Presidente Nazionale Fidinrete Mon, 28 May 2018 19:10:27 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/480936.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/480936.html Simona Pasquale Simona Pasquale

Enrico Inferrera è il Nuovo Presidente Nazionale dei Fidinrete aderenti a Confartigianato

 

Enrico Inferrera, Presidente di Confartigianato Imprese Napoli è stato eletto oggi, a Roma, nuovo Presidente Nazionale della rete dei Consorzi Fidi. Un organismo di dieci strutture presenti in tutta Italia, da Cuneo a Enna studiate per supportare l’attività delle piccole e medie imprese, consentendo loro l’accesso al credito attraverso una rete nazionale impegnata nella ricerca di soluzioni su misura, attraverso i sevizi offerti dalle banche. Cofondatore nel 1992 della Centrale Garanzia Fidi all’interno della sede napoletana, Inferrera è da lungo tempo tempo impegnato sul terreno della promozione del lavoro delle piccole realtà, che producono l’eccellenza per la quale il nostro paese è famoso nel mondo, in una fase ancora molto difficile per gli imprenditori, dal momento che i finanziamenti all’artigianato si sono ridotti di oltre dieci miliardi in pochi anni, e che persiste un ampio divario nel costo del denaro in relazione alle dimensioni, tutto a favore dei soggetti di maggiori dimensioni. «In questo momento, è fondamentale un’azione coordinata, sul tutto il territorio nazionale, per far fronte alle difficoltà di fronte alle quali si trovano gli artigiani e le micro imprese» afferma il neo eletto.

 

Contatti: Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.comsimona.pasquale@libero.it; 

 

 


]]>
CONFERENZA STAMPA | Procida - Il mondo salvato dai ragazzini - Elsa Morante Sat, 26 May 2018 14:46:08 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/480791.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/480791.html Simona Pasquale Simona Pasquale

PROCIDA �“ IL MONDO SALVATO DAI RAGAZZINI �“ ELSA MORANTE

Presentazione del primo anno di attività svolte sull’isola di Procida da un progetto culturale e sociale nel nome di Elsa Morante, a cinquant’anni

dalla pubblicazione del suo libro “Il mondo salvato dai ragazzini”

 

CONFERENZA STAMPA

MERCOLEDÌ 30 MAGGIO 2018, ore 12.00

Fondazione Premio Napoli

Palazzo Reale, Piazza del Plebiscito 1, Napoli

 

Procida Child-Friendly: Isola amica delle bambine e dei bambini. Nel nome di Elsa Morante, che proprio dall’Eden perduto dei giardini dell’Eldorado trasse potente ispirazione per la sua poetica e per il celeberrimo romanzo L’isola di Arturo (premio Strega 1957, nel 1962 film neorealista di Damiano Damiani). Nel cinquantesimo anniversario di un altro complesso e visionario testo morantiano, Il mondo salvato dai ragazzini �“ quasi un manifesto poetico-politico del ’68 �“ l’Amministrazione comunale procidana ha avviato un innovativo progetto/processo culturale, ideato e curato dall’Associazione culturale Kolibrì con il sostegno iniziale della Fondazione Banco di Napoli e in partenariato con la rivista «Andersen-Il Mondo dell’Infanzia», l’ente nazionale di formazione Agita Teatro, l’Associazione culturale Isola di Graziella, l’I.C. 1° C.D. Antonio Capraro e l’IISS Caracciolo-da Procida. Il primo anno di attività, dal titolo «Procida-Il mondo salvato dai ragazzini-Elsa Morante», sarà presentato insieme con alcune futuri sviluppi, mercoledì 30 maggio, alle ore 12, nella sede della Fondazione Premio Napoli. Interverranno Domenico Ciruzzi, Presidente della Fondazione Premio Napoli; Donatella Trotta, Presidente dell’Associazione culturale Kolibrì; Salvatore Guadagnuolo, Vice Presidente nazionale di Agita Teatro; Raimondo Ambrosino, Sindaco di Procida; Giovanna Martano, Dirigente Scolastico dell’I.C. 1°C.D. Capraro di Procida; Pasquale Lubrano Lavadera, Presidente dell’Associazione culturale Isola di Graziella. Per l’occasione, gli attori Rosaria De Cicco e Nello Mascia leggeranno stralci del Mondo salvato dai ragazzini. L’iniziativa, che gode del patrocinio istituzionale del Comune di Procida grazie alla concertazione tra Kolibrì e l’Assessorato alla Cultura guidato da Nicola Granito, in collaborazione con gli assessori Rossella Lauro (Politiche Giovanili) e Antonio Carannante (Patrimonio), è un creativo work in progress articolato su più livelli, che veicola anche un premio di letteratura giovanile ed è volto a valorizzare le energie giovanili, scolastiche, associative e istituzionali dell’isola, la sua biblioteca e le due librerie, in sodalizio con diverse realtà locali e nazionali. E in dialogo costante con i protagonisti della migliore “civiltà dell’infanzia”: in un’ottica partecipata di cittadinanza attiva fondata sul valore dei beni relazionali. A partire dai più piccoli. Motore di una rinascita, fra i cui obiettivi si pone anche il recupero dell’opificio dell’ex carcere borbonico di Terra Murata, bene comune da restituire alla fruizione pubblica come “cantiere creativo”, per il quale partirà in autunno una campagna di crowdfunding sostenuta dalla Piattaforma MeriDonare. Un cammino corale iniziato nell’autunno del 2017, coinvolgendo gli autori per ragazzi (vincitori della prima edizione del premio “Procida salvata dai ragazzini”) Antonio Ferrara, scrittore due volte premio Andersen, Chiara Carminati, scrittrice, poetessa e Premio Strega per ragazzi, Gek Tessaro illustratore premio Andersen e Ornella Della Libera poliziotta con la penna che ha vinto lo Zecchino d’Oro con Edoardo Bennato e Gino Magurno e il Premio Elsa Morante Ragazzi in incontri mensili con i docenti, le famiglie e con gli oltre trecento bambini e ragazzi dai 3 ai 15 anni che hanno dialogato con gli scrittori e letto le loro opere, rivisitandole attraverso numerose attività laboratoriali condotte durante l’anno dai tutor di Kolibrì e di Agita. Il primo anno di attività si concluderà venerdì 1 e sabato 2 giugno, con una gioiosa festa finale alla presenza di tutti gli scrittori premiati dalla Grande Giuria Giovanile (GGG) dell’Isola e una costellazione di eventi “animati” dalle loro opere.

 

Ufficio Stampa: Simona Pasquale cell. 339-5098790 / e-mail. simona.pasquale@gmail.com  


]]>
Confartigianato Imprese Napoli | Premi «Ulisse 2018 per Arte e Ingegno» Tue, 22 May 2018 19:45:46 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/480274.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/480274.html Simona Pasquale Simona Pasquale

MODA ALL’OMBRA DEL VESUVIO

PREMIO “GIOVANI TALENTI DELLA MODA”

17° Edizione

PREMIO “ULISSE PER ARTE E INGEGNO”

2° Edizione

 

SFILATA E PREMIAZIONE

VENERDÍ 25 MAGGIO 2018, ORE 20.00

MAV �“ Museo Archeologico Virtuale

Via IV Novembre 44, Ercolano (NA)

 

 

“Moda all’Ombra del Vesuvio” il concorso sartoriale per allievi e diplomati di Istituti d’Arte e Accademie ideato da Annabella Esposito, Presidente dell’Associazione Piazza di Spagna, che da diciassette edizioni assegna il Premio “Giovani Talenti della Moda”, ha scelto il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano per la sfilata conclusiva, in programma venerdì 25 maggio alle ore 20.00. Presentato da Paola Mercurio e Gianni De Somma, l’evento gode del patrocinio di Regione Campania, Camera di Commercio di Napoli e Comune di Ercolano e del contributo di Artigiancassa Gruppo BNP Paribas, Centrale Garanzia Fidi, Webidoo società di comunicazione digitale, Erima Flying agenzia di viaggi e della maison di gioielli Bella Brì l’Arte della Resina. L’iniziativa si svolge in collaborazione con Confartigianato Imprese Napoli la quale per il secondo anno di seguito, consegnerà il Premio “Ulisse per Arte e Ingegno”, un riconoscimento voluto dal Presidente Enrico Inferrera, per promuovere l’impegno professionale a favore del territorio.

 

Il sostegno di un’associazione di categoria non può limitarsi alla sola rappresentanza imprenditoriale, ma estendersi alle istanze del territorio e affiancare chi, con ingegnosità e caparbietà degne di un moderno Ulisse, ha saputo trasformare la propria attività in un’opportunità per gli altri, soprattutto giovani. «Con questo riconoscimento, vogliamo testimoniare la nostra vicinanza alle realtà che si impegnano, affinché i nostri ragazzi abbiano la possibilità di restare e non emigrare» afferma il Presidente Inferrera fautore di questa politica, che durante la conferenza stampa del 18 maggio alla Camera di Commercio di Napoli, ha annunciato i vincitori del 2018. Storie all’insegna della rinascita come quella di Stefania Lambiase che dopo la chiusura, a causa della crisi economica, dell’azienda edile del marito ha riscoperto le abilità manuali apprese nella sartoria materna, iniziando a fare oggetti di bigiotteria, fino all’incontro con la resina. Un amore a prima vista con un materiale difficile, da cui nasce Bella Brì (abbreviazione di Bella ‘Mbriana) la maison di gioielli in resina con intrusioni in oro, foglie e fiori, che oggi ha due negozi nel centro antico di Napoli; un successo immediato, a cui fanno seguito la linea ispirata ai simboli di Napoli e quella in grafite, presentata a Futuro Remoto. Dopo venticinque gratificanti anni nella multinazionale HP, l'ingegnere Salvatore Rullo ha deciso di mollare tutto e fondare tre anni fa a Casoria, la Dasir Tech, un’azienda informatica che accoglie laureandi e laureati degli Atenei campani, per dare una casa i giovani meridionali preparati e di talento che, per anni, ha incontrato ovunque nel mondo. Ciro Veneruso ha ereditato la concessionaria di famiglia, un grosso rivenditore di automobili Volkswagen e Peugeot che ha saputo resistere alle difficoltà del mercato e mentre altre realtà chiudevano, la sua AutoUno ha continuato a restare una delle prime imprese del settore, grazie alla capacità di collaborare con altri soggetti. Un Premio Ulisse speciale è quello destinato a Mauro Limongi, delegato nazionale dell’Osservatorio Nazionale dell’Economia del Mare, un nuovo soggetto ispirato ad un modo innovativo di vedere la risorsa mare che integra specializzazione diverse, dalla Geologia, all’Archeologia, in sinergia con scuole, università e istituzioni. Un progetto che ha già coinvolto una ventina di comuni della Costa dei Cedri cosentina e un’ottantina di aziende e che promette di diventare un modello di riferimento.

 

Contatti: Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.itUfficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.comsimona.pasquale@libero.it;
]]>
Moda all’Ombra del Vesuvio. Conferenza stampa Fri, 18 May 2018 18:02:41 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/479882.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/479882.html Simona Pasquale Simona Pasquale


MODA ALL’OMBRA DEL VESUVIO

PREMIO “GIOVANI TALENTI DELLA MODA”

17° Edizione

 

SFILATA E PREMIAZIONE

VENERDÍ 25 MAGGIO 2018, ORE 20.00

MAV �“ Museo Archeologico Virtuale

Via IV Novembre 44, Ercolano (NA)

 

Presentata alla Camera di Commercio di Napoli la 17° edizione di “Moda all’Ombra del Vesuvio �“Premio Giovani talenti della Moda” la manifestazione ideata da Annabella Esposito, Presidente dell’Associazione Piazza di Spagna e organizzata in collaborazione con Confartigianato Napoli, che attraverso il suo presidente Enrico Inferrera, ha annunciato i vincitori del “Premio Ulisse 2018 Per Arte e Ingegno”. Sfilata e premiazioni venerdì 25 maggio a partire dalle 20.00, presso il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, con la conduzione di Paola Mercurio e Gianni De Somma.L’iniziativa gode del patrocinio di Regione Campania, Camera di Commercio di Napoli e Comune di Ercolano e del contributo di Artigiancassa Gruppo BNP Paribas, Centrale Garanzia Fidi, Webidoo società di comunicazione digitale, Erima Flying agenzia di viaggi e Bella Brì l’Arte della Resina maison di gioielli in resina.

 

Torna “Moda all’Ombra del Vesuvio”, il concorso sartoriale rivolto agli allievi e ai diplomati degli Istituti d’Arte e delle Accademie di Moda del Sud che venerdì 25 maggio, si sfideranno negli spazi d’avanguardia del MAV �“ Museo Archeologico Virtuale di Ercolano (NA), nella realizzazione di capi d’Alta Moda, nelle categorie ‘Migliore Scuola’ e ‘Giovani Talenti della Moda’ nella cui sezione senior sfileranno le creazioni degli stilisti Claudia D’Andrea, Isabella Di Natale, Peito Giusy, Marica Scafati e Antonio D’Arcangelo. I migliori, selezionati da una prestigiosa giuria composta dagli stilisti Andrea Riccio, Anna GuardaFerdinando BorrelliFrancesco ViscontiGiovanna DuraccioGiusy SorrentinoLuigi Di DomenicoNunzia Duraccio e Vincenzo Casapulla e da Enrico Inferrera Presidente di Confartigianato Imprese Napoli, Ciro Tufo responsabile commerciale locale di Webidoo, Leonardo Lasala giornalista e titolare dell’agenzia di viaggi Erima Flying Giuseppe Miranda giornalista ed esperto di comunicazione digitale, si aggiudicheranno degli stage presso importanti case di moda. «Siamo lieti di ospitare proposte interessanti e portate avanti in maniera serie, come quelle che propone sempre Confartigianato �“ dice Girolamo Pettrone, Commissario Straordinario della Camera di Commercio definita ‘Casa delle Imprese’, introducendo i lavori della mattinata �“  In particolare questa che, in diciassette anni ha saputo incontrare il favore degli operatori e della stampa». Annabella Esposito, Presidente dell’Associazione Piazza di Spagna, ideatrice e motore della rassegna coglie l’occasione per rivolgere un appello alle istituzioni e ai giovani stilisti presenti: «incontriamo tanti ragazzi demotivati; forse dobbiamo dare loro più forza e speranza, eppure le opportunità ci sono e non bisogna aver paura del sacrificio». Rocco Dragonetti, Direttore di Artigiancassa Campania conferma il momento difficile «soprattutto nel Mezzogiorno che fatica a superare la crisi». In linea con la politica di rappresentatività del territorio e non esclusivamente delle aziende, la Confartigianato Napoli ha inaugurato l’anno scorso, nell’ambito della competizione fra giovani stilisti il “Premio Ulisse per Arte e Ingegno”, un riconoscimento rivolto alle persone che si sono distinte per la loro vivacità imprenditoriale e per il forte legame con la Napoli e la sua provincia. «Per essere imprenditori nel nostro contesto territoriale, è necessario avere un po’ della scaltrezza di Ulisse e saper resistere alla Maga Circe, o al Polifemo di turno» spiega il Presidente Enrico Inferrera annunciando i vincitori del 2018. Si tratta di Stefania Lambiase, stilista di gioielli in resina e cofondatrice con il marito della casa Bella Brì l’Arte della Resina, Salvatore Rullo amministratore delegato dell’azienda di informatica Dasir Tech e Ciro Veneruso direttore commerciale del Gruppo AutoUno, mentre un riconoscimento speciale è andato a Mauro Limongi, imprenditore calabrese e referente nazionale dell’Osservatorio Internazionale per l’Economia del Mare. «Valorizzare i talenti esordienti della sartoria, creare per loro opportunità e visibilità sono gli obiettivi fondamentali di questa manifestazione ormai di livello nazionale, che vogliamo assuma un’importanza sempre maggiore �“ prosegue il Presidente Inferrera �“ I risultati ottenuti in questi anni sono lusinghieri; molti partecipanti hanno fatto di questa esperienza il loro lavoro, creando imprese, o offrendo le loro capacità a importanti case di moda. I giovani sono la nostra ricchezza e devono trovare qui la possibilità di esprimersi». «Se le nuove generazioni vanno via perché non hanno la possibilità di dimostrare il proprio valore, colpiamo il territorio a morte e non c’è Finanziaria che tenga ma l’occupazione, che un tempo dipendeva dallo Stato, oggi deve partire dalle imprese che sanno darsi un valore sociale, in relazione con la Scuola, che è il grande punto di forza di questa iniziativa» sottolinea Leonardo Lasala. Tra coloro i quali immaginano un modo nuovo di concepire il rapporto con lo sviluppo c’è anche Giuseppe De Nicola, ideatore di Jazz'Inn, Jazz e innovazione, una kermesse musicale che si svolgerà dal 29 luglio al 2 agosto a Pietrelcina, alla quale interverranno imprenditori e dirigenti di società importante, per conoscersi e conoscere un pezzo delle regione tutto da scoprire. «L’impegno paga sempre, anche in in tempi difficili come i nostro» concludono Carmine Daniele e Marcello Boscato, responsabili del settore commerciale della Webidoo.

 

Contatti: Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com; simona.pasquale@libero.it;


]]>
Confartigianato Napoli e Camera di Commercio. Conferenza Stampa Moda all’Ombra del Vesuvio Tue, 15 May 2018 15:39:36 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/479393.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/479393.html Simona Pasquale Simona Pasquale

MODA ALL’OMBRA DEL VESUVIO

PREMIO “GIOVANI TALENTI DELLA MODA”

17° Edizione

 

CONFERENZA STAMPA

VENERDÍ 18 MAGGIO 2018, ORE 11.00

Camera di Commercio di Napoli, Sala del Consiglio

Piazza Borsa, Napoli

 

Interventi di:

Girolamo Pettrone, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Napoli

Enrico Inferrera, Presidente di Confartigianato Imprese Napoli

Annabella Esposito, Presidente dell’Associazione Piazza di Spagna

 

SFILATA E PREMIAZIONE

VENERDÍ 25 MAGGIO 2018, ORE 20.00

MAV �“ Museo Archeologico Virtuale

Via IV Novembre 44, Ercolano (NA)

 

Si rinnova l’appuntamento con la moda e lo stile con la manifestazione ‘Moda all’Ombra del Vesuvio’. Venerdì 18 maggio alle ore 11.00, nella Sala del Consiglio della Camera di Commercio di Napoli si svolgerà la Conferenza Stampa di presentazione della 17° edizione del concorso riservato ai giovani delle Scuole e delle Accademie d’Italia ideato da Annabella Esposito, Presidente dell’Associazione Piazza di Spagna e organizzato in collaborazione con Confartigianato Imprese Napoli che durante l’incontro, rileverà i vincitori della seconda edizione del ‘Premio Ulisse 2018 per Arte e Ingegno’ riservato a chi ha saputo dare rilevanti contributi al territorio, attraverso la propria attività professionale. Sfilate e consegna dei premi ‘Giovani Talenti della Moda’, venerdì 25 maggio a partire dalle ore 20.00 nella cornice unica del MAV �“ Museo Archeologico Virtuale di Ercolano (NA). L’iniziativa vede il patrocinio istituzionale di Regione Campania, Camera di Commercio di Napoli e Comune di Ercolano e il sostegno di Artigiancassa Gruppo BNP Paribas, Centrale Garanzia Fidi, della società di comunicazione digitale Webidoo, dell’agenzia di viaggi Erima Flying e della maison di gioielli in resina Bellabrì.

 

Contatti: Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.itUfficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.comsimona.pasquale@libero.it;

 

 


]]>
Dreaming Italia - Mostra Fotografica a Castel dell'Ovo Thu, 23 Nov 2017 14:05:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/461409.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/461409.html Simona Pasquale Simona Pasquale

Dreaming Italia

50 autori per un racconto del Paese

 

Mostra fotografica, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli

Progetto di Francesco Ciotola, a cura dell'Associazione di Promozione Sociale Nuova Fotografia Organizzata

 

Inaugurazione mercoledì 29 novembre 2017, ore 17.00

Napoli, Castel dell’Ovo �“ Sala delle Terrazze

 

La mostra sarà visitabile fino a lunedì 11 dicembre 2017

Orari: lunedì-sabato 10.00-18.00, domenica 10.00-13.30

Ingresso libero

 

Si inaugura mercoledì 29 novembre, alle 17.00, a Napoli presso le Sala delle Terrazze di Castel dell’Ovo, la mostra fotografica Dreaming Italia, un progetto del fotografo Francesco Ciotola, curata e promossa dall’Associazione di Promozione Sociale Nuova Fotografia Organizzata. Un viaggio alla scoperta dei luoghi più intimi del nostro Paese, ispirata alle campagne di rilevamento del territorio condotta da cinquanta professionisti. Il progetto intende diventare un appuntamento annuale e costituire, nel tempo, un archivio-collezione fruibile al pubblico. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, vede il sostegno di importanti realtà culturali e produttive della città come Museo Cappella Sansevero, Pasticceria Poppella, London Store Napoli, La Locanda del Grifo, Pasticceria Mennella, Didedo Studio e Fineart Lab.

 

In un’epoca in cui il concetto di Nazione è reso, al tempo stesso, superfluo dalla globalizzazione e sopravvalutato dalle logiche nazionalistiche, il percorso espositivo propone una ricerca dell’identità italiana attraverso i paesaggi, i volti e le storie personali. Un’attività che ha coinvolto cinquanta autori professionisti, ciascuno dei quali ha partecipato con una propria immagine ‘emblema’ dell’Italia; una pluralità di visioni che rendono la fotografia, uno strumento per esplorare le criticità contemporanee e offrire spunti di riflessione per narrare un sistema vario e complesso, in continua trasformazione, oltre lo stereotipo, le logiche semplicistiche, didascaliche, o meramente descrittive dei posti. Un lavoro sociale, come sociale è tutta l’arte che ha come riferimento le campagne di rilevamento del territorio, maturate in gran parte dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando la fotografia cominciò a rappresentare maggiormente il punto di vista dell’autore, acquisendo così lo status di ricerca. «L’aspetto più interessante di questa operazione, dai forti risvolti sociologici e antropologici, è la rottura di qualunque schema generazionale. Hanno, infatti, risposto all’appello professionisti di ogni età, anche con quaranta anni di riconosciuta carriera �“ dice Francesco Ciotola, che confessa di aver sempre avuto il pallino per le campagne di rilevamento del territorio, inaugurate all’inizio del Novecento negli Stati Uniti e più tardi in Francia �“ Campagne come la Security Farm Administration e la Datar ad esempio, rappresentano il punto di partenza per un autentico rinnovamento del welfare. Dai lavori di tutti gli artisti, emerge una forte malinconia, un elemento che non era né annunciato, né preventivato e del quale si dovrebbe discutere». Alla sua prima edizione, Dreaming Italia intende diventare un appuntamento annuale e formare, nel tempo, un archivio-collezione fruibile al pubblico. Il Progetto, ha attraversato il Paese durante il 2017, con un allestimento iniziale al quale hanno contribuito quindici autori, a cui ha fatto seguito l’open call nazionale. Le immagini accompagneranno i visitatori in un cammino scandito dal vissuto quotidiano; non semplici riproduzioni ma interpretazioni soggettive della natura delle cose. Sguardi autoriali, intrisi di un vissuto proprio per suggerire una rivelazione, al di là della rappresentazione.

 

Artisti presenti in mostra: Adelaide Di NunzioAndrea De FranciscisAntonio ProchiloBenedetto GrilloneBiagio IppolitoCecilia BattimelliChiara ArturoCiro BattiloroClaudia MozzilloClaudio MorelliCorrado CostettiCorrado PastoreCristina CusaniDavid De La CruzDavide ScognamiglioDiego De DominicisFausto PalombaFrancesco CiotolaFrancesca RaoFulvio AmbrosioGiovanni RuggieroGiovanni ScottiGiuseppe RicciardiMarco IannacconeIlaria AbbientoIlaria TortorielloIrene Maria Di PalmaLuca AnzaniLuca Di MartinoLuigi FedulloLuigi GrassiMarco GhidelliMaria AvalloneMario LaportaMattia MeiranaMichele SalvezzaNicola CasamassimaNico VigentiRoberta BasileSalvatore PastoreSalvino CamposSerena PetricelliSergio RiccioStefania PiccioniStefano CardoneStefano Di MartinoSusy D'UrzoVera MaoneVincenzo PagliucaRoberto Salomone.

 

Contatti

Francesco Ciotola, e-mail. ciotola.na@gmail.comnuovafotografiaorganizzata@gmail.com;

Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339.5098790; e-mail: simona.pasquale@gmail.com;

(Recapiti ad uso professionale, da non pubblicare)

 

]]>
AvaNposto Numero Zero. Eventi di settembre 2017 Tue, 19 Sep 2017 23:23:31 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/452737.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/452737.html Simona Pasquale Simona Pasquale

AvaNposto Numero Zero

fondato e diretto da Egidio Carbone                         

Via Sedile di Porto, 55 (C.so Umberto, Via Mezzocannone) �“ 80134 Napoli

 

Eventi settembre 2017

 

Venerdì 22 settembre 2017, ore 20.30

Premio Fausto Rossano pre il Pieno Diritto alla Salute e COFFI-CortOglobo Film Festival Italia. Proiezioni dei cortometraggi vincitori delle ultime edizioni. Ingresso libero

 

Sabato 30 settembre 2017, 18.00

XII edizione del COFFI-CortOglobo Film Festival Italia. Proiezione di GUADO, di Egidio Carbone. Ingresso libero.

Castello Doria. Piazza Doria �“ 84012 Angri (SA). 

 

Sabato 30 settembre 2017, ore 21.00

«Certe Notti con Luciano. Io, Ligabue e le altre storie».

Spettacolo di e con Felice Panico, con canzoni di Luciano Ligabue. Una produzione AvanPosto Numero Zero e Associazione Culturale Guapanapoli. Biglietto: 12 €

 

Il Teatro AvaNposto Numero Zero si conferma luogo di incontri e rilancio culturale ospitando, venerdì 22 settembre a partire dalle ore 20.30 per una serata all’insegna del cinema di qualità e dell’impegno, i cortometraggi vincitori delle ultime edizione, rispettivamente del Premio Cinematografico Fausto Rossano Per il Pieno Diritto alla Salute e del COFFI-CortOglobo Film Festival Italia. Un evento che prelude alla collaborazione fra le due rassegne, mentre la pellicola Guado del Direttore Artistico Egidio Carbone, parteciperà alla dodicesima edizione del COFFI-CortOglobo in programma da giovedì 28 a sabato 30 settembre, presso il Castello Doria di Angri (SA).

 

Scomparso nell’agosto del 2012 Fausto Rossano è stata una figura di spicco della psichiatria. Chiamato nel 1995 a ricoprire l'incarico di ultimo Direttore sanitario dell’ex Ospedale Psichiatrico Leonardo Bianchi di Napoli con il compito di avviarne la definitiva dismissione, non considera l’operazione un adempimento burocratico ma un percorso sanitario inverso a quello di istituzionalizzazione che i pazienti hanno sperimentato entrando in manicomio. Intende ridare identità a queste persone, restituendo loro i documenti, ricostruendone origini, sentimenti e relazioni. Il Premio Fausto Rossano per il Pieno Diritto alla Salute nasce nel 2015, per iniziativa del documentarista e sociologo visuale Marco Rossano, con l’intento di riportare sotto i riflettori i bisogni delle persone più deboli e riaprire il dibattito sulla salute mentale e il Diritto alla Salute. L’evento si divide in due momenti: proiezioni e conferenze su specifici argomenti. É immaginato come un’attività itinerante, che fin dalla sua prima edizione è entrato in scuole, carceri e università. Un riconoscimento per l’impegno sociale dimostrato dagli autori che, da tutto il mondo, inviano i loro lavori. I vincitori, decretati da una giuria di giornalisti, medici e cineasti ricevono una scultura originale dell’artista Claudio Cuomo. Venerdì, all’AvaNposto Numero Zero verranno proiettate le pellicole Te quiero papà di Gabriel Lugigo (3’ �“ Spagna), La sedia di cartone di Marco Zuin (16’ �“ Italia) e Selfie di Ali Erfan Fahradi (2’ �“ Iran) vincitrici del Premio Fausto Rossano 2017 e Bellissima di Alessandro Capitani (12' - Italia, 2015), L'ultimo viaggio di Valeria Luchetti (8'45" - Italia, 2014), Luce di Marco Napoli (11'37'' - Italia, 2015), selezionate al COFFI-CortOglobo 2016.

 

L’AvaNposto Numero Zero parteciperà alla dodicesima edizione del COFFI-CortOglobo Film Festival Italia, diretto da Andrea Recussi, con l’opera GUADO (30’ �“ Italia, 2014) del Direttore Artistico Egidio Carbone., che verrà proiettata sabato 30 settembre alle ore 19.30. Girato nel ‘Corpo di Napoli’, rappresenta la prima verifica cinematografica della Teoria dell’Attore Costitutivo, messa a punto dallo stesso regista e ispirata al comportamento dei materiali. La storia racconta la riscoperta di sé della protagonista Adele, che coincide con un percorso verso il cuore antico della città. Una trascendenza che avviene sotto la guida di Guado, una creatura reale e immateriale allo stesso tempo che vive nel regno del Tufo Giallo Napoletano, allegoria dell’Essere ribelle, dell’Essere in contrapposizione all’apparenza, alla violenza, in una città moderna, metafora del mondo. La vicenda prende vita attraverso un montaggio innovativo, serrato e una fisicità che riduce al minimo i dialoghi, fra i quali spiccano le cronache sportive, tra ‘essere e avere’ interpretata dal radiocronista Francesco Repice e tra ‘belli e padroni del mondo’ con la voce del giornalista Carlo Verna. Antinomie che animano il confronto fra personaggi ‘Acciaio’ metallo d’elezione del mondo capitalismo emblema, con i suoi trent’anni di vita utile, della vita ridotta alla materialità e del ‘Tufo’, la pietra vulcanica che con i suoi tredicimila anni, richiama le origini. In mezzo al tufo Adele ritroverà l’essenza della vita. La colonna sonora è di James Senese. Nel film, insieme con Egidio Carbone, Adele Pandolfi, Antonella Cioli, Domenico Aria, Enzo Casertano, Rene’e Sylvie Lubamba, Rosario Verde. Il lavoro vede la partecipazione di Anna Rita Del Piano, Ernesto Mahieux, Francesco Paolantoni, Patrizio Rispo, Salvatore Cantalupo, Julija Majarčuk e la partecipazione di Enzo Gragnaniello, Eugenio Bennato e James Senese. Protagonista la siciliana Adele Rita Perna. La maschera di Guado è stata realizzata dal Maestro Gennaro Patrone.

 

Le canzoni fanno e disfano la vita di un cantante, ma soprattutto delle persone. Per come riescono a entrare dentro di noi e trasformarsi in pezzi di specchio, scaglie di vetro riflettente, tagliente e fragile in cui guardarsi, giorno dopo giorno, cercando di trovare il coraggio di toccarle, di ferirci perché le ferite inferte dalle canzoni, le uniche che a pensarci, lasciamo consapevolmente aperte. È il punto di vista del giovane regista Felice Panico, autore dello spettacolo Certe Notti con Luciano. Io, Ligabue e le altre storie. Una produzione AvaNposto Numero Zero e Associazione Culturale Guapanapoli, in scena sabato 30 settembre alle ore 21.00. Lo specchio in questione si chiama Luciano Ligabue, ascoltato per la prima volta a tredici anni e mai abbandonato che, con la sua musica ha scandito la storia di un ragazzo alle prese con il primo strumento musicale, l’adolescenza, il transito all'età adulta,l'università in un'altra città. Brani rigorosamente eseguiti dal vivo, che si fondono con vicende personali che raccontano gli ultimi venticinque anni nel nostro Paese. In scena con Felice Panico, l'autore e interprete con voce e chitarra, il gruppo formato da Ernesto D'Arienzo alle percussioni, Umberto Esposito alle tastiere, Giovanni Nocerino al basso e Davide Tammaro alla chitarra. Napoletano, regista, attore e autore di teatro, Felice Panico si è laureato in Saperi e Tecniche dello Spettacolo all’Università La Sapienza di Roma. Dal 2010 dirige il laboratorio teatrale per allievi attori di età inferiore ai trent’anni promosso dall’Ente Teatro Pubblico Campania a Pomigliano d’Arco. Nel 2013 ha vinto, per la sezione teatro, il Premio Carlo Feltrinelli. Il Razzismo è una Brutta Storia, con lo spettacolo Vai, Vivi e Diventa, è dello stesso anno il libro Terzo Tempo. Quindici Storie di Sport, Caracò Editore da cui trae anche una canzone. Nel 2015 firma la regia dello spettacolo, prodotto dal Teatro Stabile di Napoli The Open Game, liberamente ispirato al best seller Open di Andrè Agassi. Ha collaborato, fra gli altri, con Marco Baliani, Roberto Andò, Giancarlo Sepe, Piero Maccarinelli, Giuseppe Bertolucci, Rocco Papaleo, Alessandro Haber, Giovanni Veronesi e Giampiero Solari. Dal 2016 è assistente personale del maestroMaurizio Scaparro.

 

Proiezioni cortometraggi

Premio Fausto Rossano per il Pieno Diritto alla Salute

Te quiero papà di Gabriel Lugigo (3’ �“ Spagna), La sedia di cartone di Marco Zuin (16’ �“ Italia), Selfie di Ali Erfan Fahradi (2’ �“ Iran)

COFFI-CortOglobo Film Festival Italia

Bellissima di Alessandro Capitani (12' - Italia, 2015), L'ultimo viaggio di Valeria Luchetti (8'45" - Italia, 2014), Luce di Marco Napoli (11'37'' - Italia, 2015)

Venerdì 22 settembre 2017, ore 20.30. Napoli, Via Sedile di Porto, 55 (Via Mezzocannone)

 

GUADO

Proiezione del cortometraggio GUADO (30’ �“ Italia, 2014) di Egidio Carbone, nell’ambito della dodicesime edizione del COFFI-CortOglobo Film Festiva Italia. Castello Doria di Angri (SA)

Sabato 30 settembre 2017, ore 18.00. Angri (SA). Castello Doria, Piazza Doria

 

Certe Notti con Luciano. Io, Ligabue e le altre storie

di e con Felice Panico, (voce recitante, cantante e chitarra), Ernesto D'Arienzo (percussioni), Umberto Esposito (tastiere), Giovanni Nocerino (basso), Davide Tammaro (chitarra)

Sabato 30 settembre 2017, ore 21.00. Napoli, Via Sedile di Porto, 55 (Via Mezzocannone)

Contributo associativo AvaNposto Numero Zero 12€. Ingresso riservato ai soci

 

Contatti

AvaNposto Numero Zero. Web: www.facebook.com/APNumeroZero; Direttore Artistico: Egidio Carbone, cell. 347.5829507; e-mail. egidiocarboneregista@gmail.com; Botteghino: cell. 366.1149276; e-mail. avanpostonumerozero@outlook.it; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339.5098790; e-mail. simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it;

 

Marco Rossano:cell. 346.4720578, 347.3618865; +34.675.322402; e-mail: marcorossano@hotmail.com, mrossano76@gmail.com; Andrea Recussi: cell. 393.9456397; Felice Panico: cell. 338.5907922;  fpanico81@gmail.com;

]]>
L'AvaNposto Numero Zero ospita l'Art Performing Festival il 24 e il 26 luglio 2017 Fri, 21 Jul 2017 02:17:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/441587.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/441587.html Simona Pasquale Simona Pasquale

AvaNposto Numero Zero fondato e diretto da Egidio Carbone                            

ospita

L’Art Performing Festival

 

Lunedì 24 luglio 2017

ore 18.00 inaugurazione dell’installazione di Cristina Cianci

ore 20.00 performance di Lucio DDTart

 

Mercoledì 26 luglio 2017

ore 20.00 opera performativa VESUVIO2 del collettivo Ultima Fila Contemporanea

Via Sedile di Porto, 55 (Via Mezzocannone, C.so Umberto) �“ 80134 Napoli

Ingresso libero a tutti gli eventi

 

Fra le sedi che ospitano la seconda edizione dell’Art Performing Festival, c’è anche l’AvaNposto Numero Zero. Ideato dallo storico dell’arte Gianni Nappa e organizzato in collaborazione con i curatori Emiliano Aiello, Dario Di Sessa, Pantaleo Musarò e Gino Quinto, la società di marketing e comunicazione Global Strategies di Ester Esposito e gli Assessorati alla Cultura e al Turismo e alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, l’unico festival italiano delle arti performative animerà la città di Napoli fino al 7 agosto con mostre, concerti e rappresentazioni sui temi Femminile, Mediterraneo e Terra Madre.

 

Tre, le iniziative in calendario, presso il teatro di Via Sedile di Porto. Si comincia lunedì 24 luglio con un doppio appuntamento; alle 18.00 inaugurazione dell’installazione dell’artista Cristina Cianci, che sviluppa un progetto sul Femminile proponendo un trittico realizzato in tessuto basato sul culto degli ex-voto in cui, oggetto di devozione sono elementi legati alla maternità del corpo femminile, che assume un valore sacro nella sua stessa materialità, intendendo la Materia derivata da Mater, Madre. Un richiamo alle origine, alla forma che ha contenuto e protetto tutti noi, sublimata nell’idea di Grande Madre Terra. Cristina Cianci si è diplomata all’Accademia di Belle Arti di Napoli, specializzandosi in seguito in Grafica e Incisione. Finalista nel 2004 al Premio Nazionale delle Arti del MIUR, la sua opera L’Albero è stata inserita nella collezione del Museo d’Arte Religiosa Contemporanea di Napoli, nel Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova. Ha all’attivo numerose personali e collettive, anche all’estero.

 

Alle 20.00, si esibirà il Giuseppe Labriola, in arte Lucio DDTart che porterà sul palco, dopo un’assenza di sette anni, la performance Disastro, un’improvvisazione di denuncia sull’inquinamento, la distruzione del pianeta, l’assenza di rispetto del genere umano per l’ambiente. Un personaggio eremita, sopravvissuto all’ecatombe nucleare porterà, con una sorpresa, il proprio messaggio di speranza, per invogliare tutti noi ad una riflessione. Scultore, pittore e performer, Lucio si è laureato all’Accademia di Belle Arti di Napoli ed è docente di Arte e Immagine. Alla base della sua ricerca artistica c’è una grande curiosità naturalistica che lo ha portato a studiare Ornitologia e, soprattutto Entomologia dal momento che sono proprio gli insetti, in particolare gli scarabei per le loro forme e i colori dai riflessi metallizzati, i modelli principali delle sue opere, realizzate spesso con materiali riciclati. Da questo interesse deriva il nome d’arte, quello del primo veleno insetticida. Ha presentato i propri lavori in diverse sedi prestigiose, anche all’estero e nel 2016 le sue sculture sono state esposte presso l’atelier Hamak-Ho durante le sfilate di Pitti Uomo a Firenze.

 

Ispirata dalla cronaca di questa estate di roghi la performance VESUVIO2 del collettivo Ultima Fila Contemporanea in programma mercoledì 26 luglio alle 20.00 che pone il pubblico in diretto contatto con quanto è avvenuto in queste settimane e con la mediaticità delle nostre sensazioni amplificate dai social network e la concretezza della terra, delle piante e della vita distrutte dalle fiamme. Il collettivo nasce nel 2016 grazie alla collaborazione tra Giovanni De Feo, Simone D'Alterio, Lucrezio Catapano e Salvatore Ianniello, in scena insieme con Luigia Conte, tutti ancora studenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli conosciutisi alle lezioni di Storia dell’Arte Contemporanea sedendo, per l’appunto, in ultima fila. Il loro campo di ricerca spazia dall'arte digitale alle pratiche performative, passando dalle sperimentazioni pittoriche, musicali e installative spesso incentrate sulla relazione tra spazio pubblico e individui.

 

 

Contatti

AvaNposto Numero Zero: web. www.facebook.com/APNumeroZero;

Direttore Artistico: Egidio Carbone, cell. +39.347.5829507; e-mail. egidiocarboneregista@gmail.com;


Ufficio stampa: Simona Pasquale, cell. +39.339.5098790; e-mail. simona.pasquale@gmail.com;

 

Cristina Cianci: cell. +39.338.7819888; e-mail. m.cristina08@libero.it;

Lucio DDTart: cell. +39.339.5776999; e-mail. luciolabriola@virgilio.it; web. www.ddtart.com, www.ddtart.it;

Ultima Fila Contemporanea: Simone D’Alterio, cell. +39.3468468850; e-mail. kradnes/sloth@gmail.com;

]]>
AMALFI LUNA pART - 20 LUGLIO 2017 COMUNE DI AMALFI E IL MONDO DI NATY Thu, 13 Jul 2017 12:36:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/440249.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/440249.html Simona Pasquale Simona Pasquale

IL MONDO DI NATY

presenta

AMALFI LUNA pART

Giovedì 20 luglio 2017, ore 18.00-21.00

AMALFI (SA), PIAZZA MUNICIPIO

 

Fa tappa ad Amalfi il progetto itinerante ‘LUNA pART’ la proposta di divulgazione e introduzione all’arte per i bambini, ideata da Natalie Colindres, fondatrice della realtà artistico culturale ‘Il Mondo di Naty’. Giovedì 20 luglio alle ore 18.00, appuntamento in Piazza Municipio con ‘AMALFI LUNA pART’ evento promosso in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Beni Culturali, Eventi e Tradizioni del Comune di Amalfi.

Cavalletti, tele, pennelli e tempere di tutti i colori sono gli elementi scelti per invadere la città e consentire a tutti di esprimere, in totale libertà, estro e fantasia. È la proposta artistico culturale dell’iniziativa ‘LUNA pART’ promossa dalla realtà Il ‘Mondo di Naty’. «È una sorta di luna park, ma al posto delle giostre ci sono gli strumenti per realizzare  quadri e manufatti creativi, un grande laboratorio di pittura all’aria aperta, un parco divertimenti per l'anima dove grandi e piccoli si confondono tra loro» dichiara l’ideatrice Natalie Colindres, originaria del Guatemala, radicata a Napoli da dieci anni, dove ha conseguito il diploma di attrice all’Accademia delle Arti Teatrali del Teatro Totò di Napoli, prima di dare vita a questo stimolante progetto che unisce l’arte e l’amore per i bambini. Alcune delle aree tematiche: Pittura Creativa e arte del riciclo per tutte le età a partire dai 6 anni che si divertiranno con materiali di recupero trasformati in oggetti d’arte unici, Pittura Libera uno spazio dai 4 ai 90 anni dove dare libero sfogo alla propria fantasia e creatività, Action Paint uno spazio per spiriti liberi dai 4 agli 11 anni senza regole né tempo, dove l’unico obiettivo è perdersi nell’incredibile mondo di Jackson Pollock, artista rivoluzionario che spiazzò tutti stendendo le tele sul pavimento per danzare con il proprio cuore,  Kandinsky Street  Art e RiciclARTE.  

Il Mondo di Naty è un progetto di arte creativa itinerante per l’infanzia, che offre l’opportunità di accostarsi all’Arte e alle altre culture attraverso il gioco che, come sosteneva il pedagogista tedesco Friedrich Fröbel «è la vita stessa del bambino» che soddisfa esigenze contrapposte come fare, esplorare, conoscere, liberarsi dall’eccesso di stimoli, misurarsi con se stesso e con gli altri, comunicare, esprimersi e socializzare.

I laboratori di pittura de ‘Il Mondo di Naty’, sono attività ispirate alla vita e alle opere dei grandi pittori e ai principali eventi storici attraverso le quali, conoscere alcuni dei più importanti maestri e al tempo stesso, comprendere l’importanza di lavorare seguendo le proprie idee, scoprire la differenza fra copiare e lasciarsi ispirare, praticare la più totale e incondizionata libertà creativa per esprimere appieno se stessi e le proprie emozioni, imparare a socializzare, superare la timidezza, apprendere il valore della lettura, affrontare le proprie paure, custodire i propri sogni, praticare la pazienza, la costanza, la passione e la dedizione. Valori imprescindibili per la piena realizzazione di ogni artista, ma anche di ogni essere umano. Percorsi ideali da integrare nei programmi scolastici e l'utilizzo di cavalletti di legno, tele, tavolozze, pennelli e tempere, contribuisce a creare un'atmosfera suggestiva e coinvolgente.

I laboratori creativi interculturali, invece, sono ispirati alle tradizioni dei popoli del mondo per avvicinarsi alle altre culture, attraverso l'apertura e il confronto e mediante l’utilizzo di materiali di varia origine e natura, anche riciclati e attrezzature specifiche per la formazione in tenera età.

Tutti i laboratori possono essere organizzati anche in occasione delle diverse festività che si celebrano durante l'anno (Natale, Pasqua, festa della mamma, giorno della memoria, festa del papà, etc.).

Contatti: Natalie Colindres, cell. +39.392.0340687, e-mail: info@ilmondodinaty.it; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. +39.339.5098790, e-mail: simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it;

 

]]>
Ospedale Ascalesi di Napoli. Sabato 17 giugno, inaugurazione degli spazi d'arte Thu, 15 Jun 2017 12:34:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/436772.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/436772.html Simona Pasquale Simona Pasquale

O-ring Art Studio e AvaNposto Numero Zero

con il sostegno della INSTALL srl

invitano alla

Inaugurazione della Sala dell’Infinito e degli altri spazi rinnovati tramite donazione di fotografie d’arte

Sabato 17 giugno 2017, ore 9.00-12.00. Ospedale Ascalesi di Napoli, Via Egiziaca a Forcella, 31

 

Verrà inaugurata sabato 17 giugno, alle ore 9.00 la ‘Sala dell’Infinito’, il progetto di allestimento curato dall’O-ring Art Studio di Michela Alfè e Mauro Caccavale con Egidio Carbone, fondatore e direttore artistico del Teatro AvaNposto Numero Zero e il sostegno della INSTALL srl società attiva nel settore dei rilievi marini e terrestri, nell’ambito dell’iniziativa promossa dalle Unità Operative di Oncologia ed Ematologia e dal dott. Luigi Leopaldi, Direttore del Reparto di Oncologia dell’Ospedale Ascalesi di Napoli il quale, nel dicembre del 2016 aveva lanciato un appello ai fotografi e agli artisti della città affinché donassero opere per rinnovare attraverso l’arte, le sale d’attesa in cui ogni giorno i pazienti e le loro famiglie trascorrono lunghe ore. Un luogo che si ispira all’infinitamente grande attraverso le immagini della mostra di fotografia scientifica ‘Materica’, presentata dall’O-ring Art Studio per la prima volta nel 2015 durante la XXIX edizione della manifestazione Futuro Remoto. Venti scatti di campioni di laboratorio che mostrano pellicole ultrasottili di melanina-grafene e altri materiali di ultima generazione di fondamentale interesse per la Medicina, l’Ambiente e l’Energetica che giocano con l’immaginazione per cogliere il lato estetico della ricerca di frontiera. Ad accompagnarle, la poesia ‘La Stanza’ scritta dall’attore, regista e drammaturgo Egidio Carbone che riprende il filo conduttore dell’Infinito, attraverso un testo commovente che parla di rinascita e liberazione. L’allestimento è stato realizzato dagli autori insieme com lo staff dell’AvaNposto Numero Zero, composto da Salvatore Cirillo, Fortuna de Cescenzo e Giuseppina Farella. Altri spazi coinvolti sono la Sala del Sorriso, dove è stato esposto il lavoro fotografico sui popoli del mondo, curato da uno medico del reparto il Dr Lanfranco Scaramuzzino con i figli Luca e Lorenzo e la sala abbellita dall’Associazione Flegrea PHOTO, mentre i corridoi hanno visto il contributo del Cral Circumvesuviana e di tanti appassionati, professionisti e non. La trasformazione dell’ospedale in una piccola galleria d’arte, è parte di una più vasto intervento volto all’introduzione di nuovi servizi. Infatti, è in fase di attivazione un ambulatorio polispecialistico oncoematologico per le terapie di supporto ai pazienti che coinvolgeranno dermatologi, nutrizionisti clinici, psicologi, assistenti sociali, unità infermieristiche specifiche. L’Unità Operativa Complessa di Umanizzazione poi, con la collaborazione dell’Associazione Compagni di Viaggio, ha dato vita ad un servizio di biblioteca e bookcrossing per lo scambio e il prestito di libri.

 

Testo della poesia ‘La Stanza’ di Egidio Carbone

Tra un bianco e un altro, sulle spalle spallate
un passato superfluo / Sospirano, messi in croce ad angolo retto,
con le ginocchia nel petto, i quattro gobbi d’intonaco schiacciati dal soffitto / Sorridono, con gli occhi umidi si svestono, in solitudine
si scelgono e non si cercano, soltanto si abbracciano / tra un metro e un altro, con le mani annodate alla ricerca di un parto / Non si misurano,
né si calcolano,
tra un desiderio e un altro,
in punta di piedi nudi,
senza massa, si baricentrano
alla distanza comune di un raggio / È l’evento che diviene attimo,
senza vertigini, purosangue e scaltro / I quattro gobbi evadono dai centimetri di un calco, tra un angolo e un altro, si assentano, per sempre trascendono, si fidano sulla giostra senza pesi, centripetano verso l’alto / Non salutano,
soltanto svaniscono come i sogni di un falco. Tra un infinito e un altro.

Interventi:

Dr Pasquale de Girolamo, Direttore Generale f.f. ASL Napoli 1 Centro

Dott. Michele Ferrara, Direttore Sanitario Presidio Ospedaliero Ascalesi

Dott.ssa Lucia Mastrullo, Dir. UOC Ematologia Presidio Ospedaliero Ascalesi

Dr Gino Leopaldi, Direttore UOSD Oncologia Presidio Ospedaliero Ascalesi

Dr Vittorio d’Alterio, Direttore UOC Umanizzazione ASL Napoli 1

 

Per contatti: Mauro Caccavale, cell. +39.333.2665334, Michela Alfè, cell. +39.347.8099947, e-mail: info@oring-artstudio.eu, web: www.oring-artstudio.eu; Egidio Carbone, cell. +39.347.5829507; e-mail. egidiocarboneregista@gmail.com, web: www.facebook.com/pg/APNumeroZero; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. +39.339.5098790; e-mail. simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it;

 

]]>
Roma 15 giugno rassegna S-Cambiamo il Mondo - Proiezione di «Napoletani en Barcelona» di Marco Rossano Fri, 09 Jun 2017 20:42:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/436179.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/436179.html Simona Pasquale Simona Pasquale

NAPOLETANI EN BARCELONA        

diretto da Marco Rossano

 

PROIEZIONE GIOVEDÍ 15 GIUGNO 2017, ORE 18.50

ROMA, CINEMA TREVI. VICOLO PUTTARELLO, 25

 

Giovedì 15 giugno dalle ore 18.50, al Cinema Trevi di Roma, Vicolo del Puttarello, 25, proiezione del documentario “Napoletani en Barcelona” del documentarista e sociologo visuale Marco Rossano nella programmazione della IIª edizione di “S-Cambiamo il Mondo”rassegna di cinema e culture organizzata da Eidos Cinema Psyche e Arti Visive e da Dun-Onlus con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia e Amnesty International. A seguire tavola rotonda “Nuove Identità”: dialogo interculturale. Interventi di Marco Rossano, Suranga Deshapriya Katugampala, Chiara Tozzi, Celestino Victor Mussomar.

 

Il documentario “Napoletani en Barcelona” è un saggio di Sociologia Visuale, parte di un più ampio progetto che l’autore, Marco Rossano ha condotto all'Università di Barcellona. Protagonista la comunità napoletana in Catalogna parte dei movimenti migratori transnazionali che caratterizzano la nostra epoca e che, a differenza di quanto accadesse in passato, grazie alle nuove tecnologie e ai mezzi di trasporto veloci ed economici mantiene il legame con la propria terra d’origine alimentandolo quotidianamente e, spesso, rafforzandolo attraverso la rielaborazione della propria identità nel nuovo contesto. Cosa fanno i napoletani che vivono a Barcellona? Che attività svolgono? Quali sono le occasioni di incontro? Perché hanno lasciato Napoli? Che rapporti mantengono con le proprie radici? Quali sono le differenze e quali le analogie tra le due città? Tra calcio, pizza, ‘sasicce e friarielli’, cornetti portafortuna, teatro, musica, attività politica e vita quotidiana, il saggio sociologico visuale descrive uno spaccato di napoletanità lontano da Napoli, senza la presunzione di analizzare il fenomeno nella sua globalità, ma solo con la volontà di puntare l’obiettivo su una parte della vita dei napoletani che vivono a Barcellona e raccontarne i momenti di aggregazione e socialità. Senso di continuità con le proprie origini, la nostalgia rafforza il senso di identità personale, alimentando la speranza che si traduce in progetto, che si fa storia. Anzi tante storie. Quella di Chiara, tifosa del Napoli, di Matteo, ricercatore, di Alex pizzaiolo e di Diego, proprietario di un piccolo ristorante, ma ci sono anche gli attori Sergio, Stefania e Daniela e Pasquale, che fa il drammaturgo, mentre Sandra è architetto, Emanuele farmacista, Marcello ha una società di comunicazione. Cosa li unisce? Sono napoletani e vivono a Barcellona. Il documentario racconta i loro sogni, le loro speranze, i successi e le sconfitte, gli aspetti positivi e quelli negativi legati alla scelta di vivere in un paese straniero. 

 

L’autore �“ Marco Rossano (Napoli, 1976) è un documentarista sociologo visuale che dal 2002 vive in Spagna dove si occupa di sociologia visuale all’Università di Barcellona dove ha terminato un Dottorato in Sociologia. Laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Napoli Federico II, diplomato in regia cinematografica presso il Centre d’Estudis Cinematogràfics de Catalunya, esperto di produzione video e organizzazione di eventi culturali e teatrali, ha lavorato al Piccolo Teatro di Milano (2006) e al Napoli Teatro Festival Italia (2009-2010). Tra i documentari realizzati, selezionati da diversi festival internazionali di cinema, Memini (2017), Sulla via dei Mille con mio padre (2016), Napoletani en Barcelona (2015), Mondo Azzurro (2012), Cento passi per la libertà (2011), El Diego �“ concerto nº10 (2010), Stati d’ansia (2008). Oltre a vari articoli accademici è autore del racconto “La grande illusione” (2011) e del libro “Mondo Azzurro” (2013) entrambi pubblicati con Edizioni Eracle.

 

Scheda del documentario �“  Titolo Originale: NAPOLETANI EN BARCELONA. Regia: Marco Rossano. Montaggio: Marco Rossano. Operatore di camera: Marco Rossano, Alex Perazzo, Matteo Manfredi. Missaggio audio: Pablo De Michelis. Grafiche: Jordi Soler Quintana. Color correction: Silvano Preziosi. Musiche originali: Matteo Stocchino. Nazione: Italia/Spagna. Anno di produzione: 2014. Durata: 66 minuti. Genere: Documentario. Fotografo di scena: Matteo Manfredi. Voce fuori campo iniziale: Sergio Sivori. Produzione: Web Art Communications, MR Production

 

Per contatti: Marco Rossano, cell. Italia +39.3473618865, cell. Spagna +34.675.322402, e-mail marcorossano@hotmail.com; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. +39.339.5098790, e-mail: simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it

]]>
Confartigianato Napoli e Camera di Commercio. Workshop sulla Nuova Legge Sabatini Tue, 06 Jun 2017 17:30:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/435704.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/435704.html Simona Pasquale Simona Pasquale

Workshop

COMPETERE 2017

PRIMO INCONTRO

LEGGE SABATINI TER �“ FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

 

MARTEDÍ 6 GIUGNO 2017

CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI

PIAZZA BORSA, SALA PARLAMENTINO

 

Si è svolto stamattina, martedì 6 giugno presso la Sala Parlamentino della Camera di Commercio di Napoli, il workshop dedicato alla Nuova Legge Sabatini sui finanziamenti agevolati per le Piccole e Medie Imprese. L’incontro, promosso da da Confartigianato Napoli nell’ambito del programma COMPETERE 2017 in collaborazione con Artigiancassa, Sì Impresa Azienda Speciale della Camera di Commercio di Napoli, l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli e Centrale Garanzia Fidi. Il seminario, che assegnava quattro cerditi formativi ai commercialisti iscritti all’Ordine, è stato il primo di tre appuntamenti previsti entro la fine dell’anno, dedicati al credito, la formazione e l’internazionalizzazione.

 

Intenso e partecipato il workshop sui finanziamenti agevolati per le Piccole e Medie Imprese attive in tutti i settori, inclusi agricoltura e pesca, previsti dalla Nuova Legge Sabatini che si è svolto presso la Camera di Commercio di Napoli, alla presenza di una nutrita platea di professionisti e imprenditori. Importi fino a due milioni e mezzo di euro, per investimenti in attrezzature, impianti tecnologici e beni strumentali con un tasso di interesse pari a circa lo 0,5% per cinque anni, sono queste le caratteristiche del provvedimento varato nel 2013 e rinnovato per tre volte fino a quasi tutto il 2018 sul quale si sono confrontati, durante il dibattito moderato da Leonardo Lasala, Presidente AISEPS - Associazione Internazionale per lo Sviluppo, la Ricerca, la Tecnologia e le Politiche Sociali �“ Girolamo Pettrone, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Napoli, Vincenzo Moretta, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli, Roberto Barbi e Daniele Sciarrini, rispettivamente Direttore Regionale Campania e Responsabile Finanza Agevolata di Artigiancassa ed Enrico Inferrera e Amedeo Amarante Presidente e Segretario di Confartigianato Napoli. L’incontro, promosso dall’Associazione di Categoria per le attività artigianali rappresenta il primo di tre momenti di confronto sviluppati nell’ambito del progetto COMPETERE 2017, un’iniziativa di affronterà anche, entro la fine dell’anno i temi della formazione e dell’inserimento professionale dei giovani e dell’internazionalizzazione. «Siamo una banca che cerca di aiutare le piccole imprese, un unicum nazionale» sottolinea Barbi. «Con questo progetto lanciamo un messaggio di unità, per lavorare in sinergia e sensibilizzare le istituzioni affinché rimettano in moto meccanismi aboliti in anni recenti» aggiunge Amarante. «Noi non crediamo più nell’associazione di tutela corporativa; una realtà che lavorasse in questa direzione, non avrebbe futuro �“ afferma nel suo intervento Enrico Inferrera Presidente di Confartigianato Napoli �“ Stiamo passando sempre più dal rappresentare il lavoro, al rappresentare il territorio. È un’idea ambiziosa, ma non possiamo mantenere la mentalità che avevamo un decennio fa. Va avanti e cresce, solo chi riesce a farsi interprete dell’identità di una comunità. Pertanto siamo convinti che non solo l’Associazione debba calarsi nella realtà, ma anche gli Ordini Professionali e tutto il sistema. Altrimenti, come facciamo a pensare al futuro dei nostri giovani? Tra i paesi dell’Unione Europea, l’Italia mostra le previsioni di crescita peggiori eppure nella provincia di Napoli, dove il 98% del tessuto imprenditoriale è composto da aziende con meno di venti dipendenti, solo il 14% di esse ha accesso al credito. Un dato su cui riflettere, specchio di un paese in cui si pensa che conti solo la grande industria, mentre sono le piccole realtà a produrre l’eccellenza che esportiamo nel mondo».

 

Contatti

Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it;

Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it;

 

]]>