Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Simona Pasquale Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Simona Pasquale Mon, 11 Dec 2017 08:34:23 +0100 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/21699/1 Dreaming Italia - Mostra Fotografica a Castel dell'Ovo Thu, 23 Nov 2017 14:05:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/461409.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/461409.html Simona Pasquale Simona Pasquale

Dreaming Italia

50 autori per un racconto del Paese

 

Mostra fotografica, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli

Progetto di Francesco Ciotola, a cura dell'Associazione di Promozione Sociale Nuova Fotografia Organizzata

 

Inaugurazione mercoledì 29 novembre 2017, ore 17.00

Napoli, Castel dell’Ovo �“ Sala delle Terrazze

 

La mostra sarà visitabile fino a lunedì 11 dicembre 2017

Orari: lunedì-sabato 10.00-18.00, domenica 10.00-13.30

Ingresso libero

 

Si inaugura mercoledì 29 novembre, alle 17.00, a Napoli presso le Sala delle Terrazze di Castel dell’Ovo, la mostra fotografica Dreaming Italia, un progetto del fotografo Francesco Ciotola, curata e promossa dall’Associazione di Promozione Sociale Nuova Fotografia Organizzata. Un viaggio alla scoperta dei luoghi più intimi del nostro Paese, ispirata alle campagne di rilevamento del territorio condotta da cinquanta professionisti. Il progetto intende diventare un appuntamento annuale e costituire, nel tempo, un archivio-collezione fruibile al pubblico. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, vede il sostegno di importanti realtà culturali e produttive della città come Museo Cappella Sansevero, Pasticceria Poppella, London Store Napoli, La Locanda del Grifo, Pasticceria Mennella, Didedo Studio e Fineart Lab.

 

In un’epoca in cui il concetto di Nazione è reso, al tempo stesso, superfluo dalla globalizzazione e sopravvalutato dalle logiche nazionalistiche, il percorso espositivo propone una ricerca dell’identità italiana attraverso i paesaggi, i volti e le storie personali. Un’attività che ha coinvolto cinquanta autori professionisti, ciascuno dei quali ha partecipato con una propria immagine ‘emblema’ dell’Italia; una pluralità di visioni che rendono la fotografia, uno strumento per esplorare le criticità contemporanee e offrire spunti di riflessione per narrare un sistema vario e complesso, in continua trasformazione, oltre lo stereotipo, le logiche semplicistiche, didascaliche, o meramente descrittive dei posti. Un lavoro sociale, come sociale è tutta l’arte che ha come riferimento le campagne di rilevamento del territorio, maturate in gran parte dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando la fotografia cominciò a rappresentare maggiormente il punto di vista dell’autore, acquisendo così lo status di ricerca. «L’aspetto più interessante di questa operazione, dai forti risvolti sociologici e antropologici, è la rottura di qualunque schema generazionale. Hanno, infatti, risposto all’appello professionisti di ogni età, anche con quaranta anni di riconosciuta carriera �“ dice Francesco Ciotola, che confessa di aver sempre avuto il pallino per le campagne di rilevamento del territorio, inaugurate all’inizio del Novecento negli Stati Uniti e più tardi in Francia �“ Campagne come la Security Farm Administration e la Datar ad esempio, rappresentano il punto di partenza per un autentico rinnovamento del welfare. Dai lavori di tutti gli artisti, emerge una forte malinconia, un elemento che non era né annunciato, né preventivato e del quale si dovrebbe discutere». Alla sua prima edizione, Dreaming Italia intende diventare un appuntamento annuale e formare, nel tempo, un archivio-collezione fruibile al pubblico. Il Progetto, ha attraversato il Paese durante il 2017, con un allestimento iniziale al quale hanno contribuito quindici autori, a cui ha fatto seguito l’open call nazionale. Le immagini accompagneranno i visitatori in un cammino scandito dal vissuto quotidiano; non semplici riproduzioni ma interpretazioni soggettive della natura delle cose. Sguardi autoriali, intrisi di un vissuto proprio per suggerire una rivelazione, al di là della rappresentazione.

 

Artisti presenti in mostra: Adelaide Di NunzioAndrea De FranciscisAntonio ProchiloBenedetto GrilloneBiagio IppolitoCecilia BattimelliChiara ArturoCiro BattiloroClaudia MozzilloClaudio MorelliCorrado CostettiCorrado PastoreCristina CusaniDavid De La CruzDavide ScognamiglioDiego De DominicisFausto PalombaFrancesco CiotolaFrancesca RaoFulvio AmbrosioGiovanni RuggieroGiovanni ScottiGiuseppe RicciardiMarco IannacconeIlaria AbbientoIlaria TortorielloIrene Maria Di PalmaLuca AnzaniLuca Di MartinoLuigi FedulloLuigi GrassiMarco GhidelliMaria AvalloneMario LaportaMattia MeiranaMichele SalvezzaNicola CasamassimaNico VigentiRoberta BasileSalvatore PastoreSalvino CamposSerena PetricelliSergio RiccioStefania PiccioniStefano CardoneStefano Di MartinoSusy D'UrzoVera MaoneVincenzo PagliucaRoberto Salomone.

 

Contatti

Francesco Ciotola, e-mail. ciotola.na@gmail.comnuovafotografiaorganizzata@gmail.com;

Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339.5098790; e-mail: simona.pasquale@gmail.com;

(Recapiti ad uso professionale, da non pubblicare)

 

]]>
AvaNposto Numero Zero. Eventi di settembre 2017 Tue, 19 Sep 2017 23:23:31 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/452737.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/452737.html Simona Pasquale Simona Pasquale

AvaNposto Numero Zero

fondato e diretto da Egidio Carbone                         

Via Sedile di Porto, 55 (C.so Umberto, Via Mezzocannone) �“ 80134 Napoli

 

Eventi settembre 2017

 

Venerdì 22 settembre 2017, ore 20.30

Premio Fausto Rossano pre il Pieno Diritto alla Salute e COFFI-CortOglobo Film Festival Italia. Proiezioni dei cortometraggi vincitori delle ultime edizioni. Ingresso libero

 

Sabato 30 settembre 2017, 18.00

XII edizione del COFFI-CortOglobo Film Festival Italia. Proiezione di GUADO, di Egidio Carbone. Ingresso libero.

Castello Doria. Piazza Doria �“ 84012 Angri (SA). 

 

Sabato 30 settembre 2017, ore 21.00

«Certe Notti con Luciano. Io, Ligabue e le altre storie».

Spettacolo di e con Felice Panico, con canzoni di Luciano Ligabue. Una produzione AvanPosto Numero Zero e Associazione Culturale Guapanapoli. Biglietto: 12 €

 

Il Teatro AvaNposto Numero Zero si conferma luogo di incontri e rilancio culturale ospitando, venerdì 22 settembre a partire dalle ore 20.30 per una serata all’insegna del cinema di qualità e dell’impegno, i cortometraggi vincitori delle ultime edizione, rispettivamente del Premio Cinematografico Fausto Rossano Per il Pieno Diritto alla Salute e del COFFI-CortOglobo Film Festival Italia. Un evento che prelude alla collaborazione fra le due rassegne, mentre la pellicola Guado del Direttore Artistico Egidio Carbone, parteciperà alla dodicesima edizione del COFFI-CortOglobo in programma da giovedì 28 a sabato 30 settembre, presso il Castello Doria di Angri (SA).

 

Scomparso nell’agosto del 2012 Fausto Rossano è stata una figura di spicco della psichiatria. Chiamato nel 1995 a ricoprire l'incarico di ultimo Direttore sanitario dell’ex Ospedale Psichiatrico Leonardo Bianchi di Napoli con il compito di avviarne la definitiva dismissione, non considera l’operazione un adempimento burocratico ma un percorso sanitario inverso a quello di istituzionalizzazione che i pazienti hanno sperimentato entrando in manicomio. Intende ridare identità a queste persone, restituendo loro i documenti, ricostruendone origini, sentimenti e relazioni. Il Premio Fausto Rossano per il Pieno Diritto alla Salute nasce nel 2015, per iniziativa del documentarista e sociologo visuale Marco Rossano, con l’intento di riportare sotto i riflettori i bisogni delle persone più deboli e riaprire il dibattito sulla salute mentale e il Diritto alla Salute. L’evento si divide in due momenti: proiezioni e conferenze su specifici argomenti. É immaginato come un’attività itinerante, che fin dalla sua prima edizione è entrato in scuole, carceri e università. Un riconoscimento per l’impegno sociale dimostrato dagli autori che, da tutto il mondo, inviano i loro lavori. I vincitori, decretati da una giuria di giornalisti, medici e cineasti ricevono una scultura originale dell’artista Claudio Cuomo. Venerdì, all’AvaNposto Numero Zero verranno proiettate le pellicole Te quiero papà di Gabriel Lugigo (3’ �“ Spagna), La sedia di cartone di Marco Zuin (16’ �“ Italia) e Selfie di Ali Erfan Fahradi (2’ �“ Iran) vincitrici del Premio Fausto Rossano 2017 e Bellissima di Alessandro Capitani (12' - Italia, 2015), L'ultimo viaggio di Valeria Luchetti (8'45" - Italia, 2014), Luce di Marco Napoli (11'37'' - Italia, 2015), selezionate al COFFI-CortOglobo 2016.

 

L’AvaNposto Numero Zero parteciperà alla dodicesima edizione del COFFI-CortOglobo Film Festival Italia, diretto da Andrea Recussi, con l’opera GUADO (30’ �“ Italia, 2014) del Direttore Artistico Egidio Carbone., che verrà proiettata sabato 30 settembre alle ore 19.30. Girato nel ‘Corpo di Napoli’, rappresenta la prima verifica cinematografica della Teoria dell’Attore Costitutivo, messa a punto dallo stesso regista e ispirata al comportamento dei materiali. La storia racconta la riscoperta di sé della protagonista Adele, che coincide con un percorso verso il cuore antico della città. Una trascendenza che avviene sotto la guida di Guado, una creatura reale e immateriale allo stesso tempo che vive nel regno del Tufo Giallo Napoletano, allegoria dell’Essere ribelle, dell’Essere in contrapposizione all’apparenza, alla violenza, in una città moderna, metafora del mondo. La vicenda prende vita attraverso un montaggio innovativo, serrato e una fisicità che riduce al minimo i dialoghi, fra i quali spiccano le cronache sportive, tra ‘essere e avere’ interpretata dal radiocronista Francesco Repice e tra ‘belli e padroni del mondo’ con la voce del giornalista Carlo Verna. Antinomie che animano il confronto fra personaggi ‘Acciaio’ metallo d’elezione del mondo capitalismo emblema, con i suoi trent’anni di vita utile, della vita ridotta alla materialità e del ‘Tufo’, la pietra vulcanica che con i suoi tredicimila anni, richiama le origini. In mezzo al tufo Adele ritroverà l’essenza della vita. La colonna sonora è di James Senese. Nel film, insieme con Egidio Carbone, Adele Pandolfi, Antonella Cioli, Domenico Aria, Enzo Casertano, Rene’e Sylvie Lubamba, Rosario Verde. Il lavoro vede la partecipazione di Anna Rita Del Piano, Ernesto Mahieux, Francesco Paolantoni, Patrizio Rispo, Salvatore Cantalupo, Julija Majarčuk e la partecipazione di Enzo Gragnaniello, Eugenio Bennato e James Senese. Protagonista la siciliana Adele Rita Perna. La maschera di Guado è stata realizzata dal Maestro Gennaro Patrone.

 

Le canzoni fanno e disfano la vita di un cantante, ma soprattutto delle persone. Per come riescono a entrare dentro di noi e trasformarsi in pezzi di specchio, scaglie di vetro riflettente, tagliente e fragile in cui guardarsi, giorno dopo giorno, cercando di trovare il coraggio di toccarle, di ferirci perché le ferite inferte dalle canzoni, le uniche che a pensarci, lasciamo consapevolmente aperte. È il punto di vista del giovane regista Felice Panico, autore dello spettacolo Certe Notti con Luciano. Io, Ligabue e le altre storie. Una produzione AvaNposto Numero Zero e Associazione Culturale Guapanapoli, in scena sabato 30 settembre alle ore 21.00. Lo specchio in questione si chiama Luciano Ligabue, ascoltato per la prima volta a tredici anni e mai abbandonato che, con la sua musica ha scandito la storia di un ragazzo alle prese con il primo strumento musicale, l’adolescenza, il transito all'età adulta,l'università in un'altra città. Brani rigorosamente eseguiti dal vivo, che si fondono con vicende personali che raccontano gli ultimi venticinque anni nel nostro Paese. In scena con Felice Panico, l'autore e interprete con voce e chitarra, il gruppo formato da Ernesto D'Arienzo alle percussioni, Umberto Esposito alle tastiere, Giovanni Nocerino al basso e Davide Tammaro alla chitarra. Napoletano, regista, attore e autore di teatro, Felice Panico si è laureato in Saperi e Tecniche dello Spettacolo all’Università La Sapienza di Roma. Dal 2010 dirige il laboratorio teatrale per allievi attori di età inferiore ai trent’anni promosso dall’Ente Teatro Pubblico Campania a Pomigliano d’Arco. Nel 2013 ha vinto, per la sezione teatro, il Premio Carlo Feltrinelli. Il Razzismo è una Brutta Storia, con lo spettacolo Vai, Vivi e Diventa, è dello stesso anno il libro Terzo Tempo. Quindici Storie di Sport, Caracò Editore da cui trae anche una canzone. Nel 2015 firma la regia dello spettacolo, prodotto dal Teatro Stabile di Napoli The Open Game, liberamente ispirato al best seller Open di Andrè Agassi. Ha collaborato, fra gli altri, con Marco Baliani, Roberto Andò, Giancarlo Sepe, Piero Maccarinelli, Giuseppe Bertolucci, Rocco Papaleo, Alessandro Haber, Giovanni Veronesi e Giampiero Solari. Dal 2016 è assistente personale del maestroMaurizio Scaparro.

 

Proiezioni cortometraggi

Premio Fausto Rossano per il Pieno Diritto alla Salute

Te quiero papà di Gabriel Lugigo (3’ �“ Spagna), La sedia di cartone di Marco Zuin (16’ �“ Italia), Selfie di Ali Erfan Fahradi (2’ �“ Iran)

COFFI-CortOglobo Film Festival Italia

Bellissima di Alessandro Capitani (12' - Italia, 2015), L'ultimo viaggio di Valeria Luchetti (8'45" - Italia, 2014), Luce di Marco Napoli (11'37'' - Italia, 2015)

Venerdì 22 settembre 2017, ore 20.30. Napoli, Via Sedile di Porto, 55 (Via Mezzocannone)

 

GUADO

Proiezione del cortometraggio GUADO (30’ �“ Italia, 2014) di Egidio Carbone, nell’ambito della dodicesime edizione del COFFI-CortOglobo Film Festiva Italia. Castello Doria di Angri (SA)

Sabato 30 settembre 2017, ore 18.00. Angri (SA). Castello Doria, Piazza Doria

 

Certe Notti con Luciano. Io, Ligabue e le altre storie

di e con Felice Panico, (voce recitante, cantante e chitarra), Ernesto D'Arienzo (percussioni), Umberto Esposito (tastiere), Giovanni Nocerino (basso), Davide Tammaro (chitarra)

Sabato 30 settembre 2017, ore 21.00. Napoli, Via Sedile di Porto, 55 (Via Mezzocannone)

Contributo associativo AvaNposto Numero Zero 12€. Ingresso riservato ai soci

 

Contatti

AvaNposto Numero Zero. Web: www.facebook.com/APNumeroZero; Direttore Artistico: Egidio Carbone, cell. 347.5829507; e-mail. egidiocarboneregista@gmail.com; Botteghino: cell. 366.1149276; e-mail. avanpostonumerozero@outlook.it; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339.5098790; e-mail. simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it;

 

Marco Rossano:cell. 346.4720578, 347.3618865; +34.675.322402; e-mail: marcorossano@hotmail.com, mrossano76@gmail.com; Andrea Recussi: cell. 393.9456397; Felice Panico: cell. 338.5907922;  fpanico81@gmail.com;

]]>
L'AvaNposto Numero Zero ospita l'Art Performing Festival il 24 e il 26 luglio 2017 Fri, 21 Jul 2017 02:17:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/441587.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/441587.html Simona Pasquale Simona Pasquale

AvaNposto Numero Zero fondato e diretto da Egidio Carbone                            

ospita

L’Art Performing Festival

 

Lunedì 24 luglio 2017

ore 18.00 inaugurazione dell’installazione di Cristina Cianci

ore 20.00 performance di Lucio DDTart

 

Mercoledì 26 luglio 2017

ore 20.00 opera performativa VESUVIO2 del collettivo Ultima Fila Contemporanea

Via Sedile di Porto, 55 (Via Mezzocannone, C.so Umberto) �“ 80134 Napoli

Ingresso libero a tutti gli eventi

 

Fra le sedi che ospitano la seconda edizione dell’Art Performing Festival, c’è anche l’AvaNposto Numero Zero. Ideato dallo storico dell’arte Gianni Nappa e organizzato in collaborazione con i curatori Emiliano Aiello, Dario Di Sessa, Pantaleo Musarò e Gino Quinto, la società di marketing e comunicazione Global Strategies di Ester Esposito e gli Assessorati alla Cultura e al Turismo e alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, l’unico festival italiano delle arti performative animerà la città di Napoli fino al 7 agosto con mostre, concerti e rappresentazioni sui temi Femminile, Mediterraneo e Terra Madre.

 

Tre, le iniziative in calendario, presso il teatro di Via Sedile di Porto. Si comincia lunedì 24 luglio con un doppio appuntamento; alle 18.00 inaugurazione dell’installazione dell’artista Cristina Cianci, che sviluppa un progetto sul Femminile proponendo un trittico realizzato in tessuto basato sul culto degli ex-voto in cui, oggetto di devozione sono elementi legati alla maternità del corpo femminile, che assume un valore sacro nella sua stessa materialità, intendendo la Materia derivata da Mater, Madre. Un richiamo alle origine, alla forma che ha contenuto e protetto tutti noi, sublimata nell’idea di Grande Madre Terra. Cristina Cianci si è diplomata all’Accademia di Belle Arti di Napoli, specializzandosi in seguito in Grafica e Incisione. Finalista nel 2004 al Premio Nazionale delle Arti del MIUR, la sua opera L’Albero è stata inserita nella collezione del Museo d’Arte Religiosa Contemporanea di Napoli, nel Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova. Ha all’attivo numerose personali e collettive, anche all’estero.

 

Alle 20.00, si esibirà il Giuseppe Labriola, in arte Lucio DDTart che porterà sul palco, dopo un’assenza di sette anni, la performance Disastro, un’improvvisazione di denuncia sull’inquinamento, la distruzione del pianeta, l’assenza di rispetto del genere umano per l’ambiente. Un personaggio eremita, sopravvissuto all’ecatombe nucleare porterà, con una sorpresa, il proprio messaggio di speranza, per invogliare tutti noi ad una riflessione. Scultore, pittore e performer, Lucio si è laureato all’Accademia di Belle Arti di Napoli ed è docente di Arte e Immagine. Alla base della sua ricerca artistica c’è una grande curiosità naturalistica che lo ha portato a studiare Ornitologia e, soprattutto Entomologia dal momento che sono proprio gli insetti, in particolare gli scarabei per le loro forme e i colori dai riflessi metallizzati, i modelli principali delle sue opere, realizzate spesso con materiali riciclati. Da questo interesse deriva il nome d’arte, quello del primo veleno insetticida. Ha presentato i propri lavori in diverse sedi prestigiose, anche all’estero e nel 2016 le sue sculture sono state esposte presso l’atelier Hamak-Ho durante le sfilate di Pitti Uomo a Firenze.

 

Ispirata dalla cronaca di questa estate di roghi la performance VESUVIO2 del collettivo Ultima Fila Contemporanea in programma mercoledì 26 luglio alle 20.00 che pone il pubblico in diretto contatto con quanto è avvenuto in queste settimane e con la mediaticità delle nostre sensazioni amplificate dai social network e la concretezza della terra, delle piante e della vita distrutte dalle fiamme. Il collettivo nasce nel 2016 grazie alla collaborazione tra Giovanni De Feo, Simone D'Alterio, Lucrezio Catapano e Salvatore Ianniello, in scena insieme con Luigia Conte, tutti ancora studenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli conosciutisi alle lezioni di Storia dell’Arte Contemporanea sedendo, per l’appunto, in ultima fila. Il loro campo di ricerca spazia dall'arte digitale alle pratiche performative, passando dalle sperimentazioni pittoriche, musicali e installative spesso incentrate sulla relazione tra spazio pubblico e individui.

 

 

Contatti

AvaNposto Numero Zero: web. www.facebook.com/APNumeroZero;

Direttore Artistico: Egidio Carbone, cell. +39.347.5829507; e-mail. egidiocarboneregista@gmail.com;


Ufficio stampa: Simona Pasquale, cell. +39.339.5098790; e-mail. simona.pasquale@gmail.com;

 

Cristina Cianci: cell. +39.338.7819888; e-mail. m.cristina08@libero.it;

Lucio DDTart: cell. +39.339.5776999; e-mail. luciolabriola@virgilio.it; web. www.ddtart.com, www.ddtart.it;

Ultima Fila Contemporanea: Simone D’Alterio, cell. +39.3468468850; e-mail. kradnes/sloth@gmail.com;

]]>
AMALFI LUNA pART - 20 LUGLIO 2017 COMUNE DI AMALFI E IL MONDO DI NATY Thu, 13 Jul 2017 12:36:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/440249.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/440249.html Simona Pasquale Simona Pasquale

IL MONDO DI NATY

presenta

AMALFI LUNA pART

Giovedì 20 luglio 2017, ore 18.00-21.00

AMALFI (SA), PIAZZA MUNICIPIO

 

Fa tappa ad Amalfi il progetto itinerante ‘LUNA pART’ la proposta di divulgazione e introduzione all’arte per i bambini, ideata da Natalie Colindres, fondatrice della realtà artistico culturale ‘Il Mondo di Naty’. Giovedì 20 luglio alle ore 18.00, appuntamento in Piazza Municipio con ‘AMALFI LUNA pART’ evento promosso in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Beni Culturali, Eventi e Tradizioni del Comune di Amalfi.

Cavalletti, tele, pennelli e tempere di tutti i colori sono gli elementi scelti per invadere la città e consentire a tutti di esprimere, in totale libertà, estro e fantasia. È la proposta artistico culturale dell’iniziativa ‘LUNA pART’ promossa dalla realtà Il ‘Mondo di Naty’. «È una sorta di luna park, ma al posto delle giostre ci sono gli strumenti per realizzare  quadri e manufatti creativi, un grande laboratorio di pittura all’aria aperta, un parco divertimenti per l'anima dove grandi e piccoli si confondono tra loro» dichiara l’ideatrice Natalie Colindres, originaria del Guatemala, radicata a Napoli da dieci anni, dove ha conseguito il diploma di attrice all’Accademia delle Arti Teatrali del Teatro Totò di Napoli, prima di dare vita a questo stimolante progetto che unisce l’arte e l’amore per i bambini. Alcune delle aree tematiche: Pittura Creativa e arte del riciclo per tutte le età a partire dai 6 anni che si divertiranno con materiali di recupero trasformati in oggetti d’arte unici, Pittura Libera uno spazio dai 4 ai 90 anni dove dare libero sfogo alla propria fantasia e creatività, Action Paint uno spazio per spiriti liberi dai 4 agli 11 anni senza regole né tempo, dove l’unico obiettivo è perdersi nell’incredibile mondo di Jackson Pollock, artista rivoluzionario che spiazzò tutti stendendo le tele sul pavimento per danzare con il proprio cuore,  Kandinsky Street  Art e RiciclARTE.  

Il Mondo di Naty è un progetto di arte creativa itinerante per l’infanzia, che offre l’opportunità di accostarsi all’Arte e alle altre culture attraverso il gioco che, come sosteneva il pedagogista tedesco Friedrich Fröbel «è la vita stessa del bambino» che soddisfa esigenze contrapposte come fare, esplorare, conoscere, liberarsi dall’eccesso di stimoli, misurarsi con se stesso e con gli altri, comunicare, esprimersi e socializzare.

I laboratori di pittura de ‘Il Mondo di Naty’, sono attività ispirate alla vita e alle opere dei grandi pittori e ai principali eventi storici attraverso le quali, conoscere alcuni dei più importanti maestri e al tempo stesso, comprendere l’importanza di lavorare seguendo le proprie idee, scoprire la differenza fra copiare e lasciarsi ispirare, praticare la più totale e incondizionata libertà creativa per esprimere appieno se stessi e le proprie emozioni, imparare a socializzare, superare la timidezza, apprendere il valore della lettura, affrontare le proprie paure, custodire i propri sogni, praticare la pazienza, la costanza, la passione e la dedizione. Valori imprescindibili per la piena realizzazione di ogni artista, ma anche di ogni essere umano. Percorsi ideali da integrare nei programmi scolastici e l'utilizzo di cavalletti di legno, tele, tavolozze, pennelli e tempere, contribuisce a creare un'atmosfera suggestiva e coinvolgente.

I laboratori creativi interculturali, invece, sono ispirati alle tradizioni dei popoli del mondo per avvicinarsi alle altre culture, attraverso l'apertura e il confronto e mediante l’utilizzo di materiali di varia origine e natura, anche riciclati e attrezzature specifiche per la formazione in tenera età.

Tutti i laboratori possono essere organizzati anche in occasione delle diverse festività che si celebrano durante l'anno (Natale, Pasqua, festa della mamma, giorno della memoria, festa del papà, etc.).

Contatti: Natalie Colindres, cell. +39.392.0340687, e-mail: info@ilmondodinaty.it; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. +39.339.5098790, e-mail: simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it;

 

]]>
Ospedale Ascalesi di Napoli. Sabato 17 giugno, inaugurazione degli spazi d'arte Thu, 15 Jun 2017 12:34:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/436772.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/436772.html Simona Pasquale Simona Pasquale

O-ring Art Studio e AvaNposto Numero Zero

con il sostegno della INSTALL srl

invitano alla

Inaugurazione della Sala dell’Infinito e degli altri spazi rinnovati tramite donazione di fotografie d’arte

Sabato 17 giugno 2017, ore 9.00-12.00. Ospedale Ascalesi di Napoli, Via Egiziaca a Forcella, 31

 

Verrà inaugurata sabato 17 giugno, alle ore 9.00 la ‘Sala dell’Infinito’, il progetto di allestimento curato dall’O-ring Art Studio di Michela Alfè e Mauro Caccavale con Egidio Carbone, fondatore e direttore artistico del Teatro AvaNposto Numero Zero e il sostegno della INSTALL srl società attiva nel settore dei rilievi marini e terrestri, nell’ambito dell’iniziativa promossa dalle Unità Operative di Oncologia ed Ematologia e dal dott. Luigi Leopaldi, Direttore del Reparto di Oncologia dell’Ospedale Ascalesi di Napoli il quale, nel dicembre del 2016 aveva lanciato un appello ai fotografi e agli artisti della città affinché donassero opere per rinnovare attraverso l’arte, le sale d’attesa in cui ogni giorno i pazienti e le loro famiglie trascorrono lunghe ore. Un luogo che si ispira all’infinitamente grande attraverso le immagini della mostra di fotografia scientifica ‘Materica’, presentata dall’O-ring Art Studio per la prima volta nel 2015 durante la XXIX edizione della manifestazione Futuro Remoto. Venti scatti di campioni di laboratorio che mostrano pellicole ultrasottili di melanina-grafene e altri materiali di ultima generazione di fondamentale interesse per la Medicina, l’Ambiente e l’Energetica che giocano con l’immaginazione per cogliere il lato estetico della ricerca di frontiera. Ad accompagnarle, la poesia ‘La Stanza’ scritta dall’attore, regista e drammaturgo Egidio Carbone che riprende il filo conduttore dell’Infinito, attraverso un testo commovente che parla di rinascita e liberazione. L’allestimento è stato realizzato dagli autori insieme com lo staff dell’AvaNposto Numero Zero, composto da Salvatore Cirillo, Fortuna de Cescenzo e Giuseppina Farella. Altri spazi coinvolti sono la Sala del Sorriso, dove è stato esposto il lavoro fotografico sui popoli del mondo, curato da uno medico del reparto il Dr Lanfranco Scaramuzzino con i figli Luca e Lorenzo e la sala abbellita dall’Associazione Flegrea PHOTO, mentre i corridoi hanno visto il contributo del Cral Circumvesuviana e di tanti appassionati, professionisti e non. La trasformazione dell’ospedale in una piccola galleria d’arte, è parte di una più vasto intervento volto all’introduzione di nuovi servizi. Infatti, è in fase di attivazione un ambulatorio polispecialistico oncoematologico per le terapie di supporto ai pazienti che coinvolgeranno dermatologi, nutrizionisti clinici, psicologi, assistenti sociali, unità infermieristiche specifiche. L’Unità Operativa Complessa di Umanizzazione poi, con la collaborazione dell’Associazione Compagni di Viaggio, ha dato vita ad un servizio di biblioteca e bookcrossing per lo scambio e il prestito di libri.

 

Testo della poesia ‘La Stanza’ di Egidio Carbone

Tra un bianco e un altro, sulle spalle spallate
un passato superfluo / Sospirano, messi in croce ad angolo retto,
con le ginocchia nel petto, i quattro gobbi d’intonaco schiacciati dal soffitto / Sorridono, con gli occhi umidi si svestono, in solitudine
si scelgono e non si cercano, soltanto si abbracciano / tra un metro e un altro, con le mani annodate alla ricerca di un parto / Non si misurano,
né si calcolano,
tra un desiderio e un altro,
in punta di piedi nudi,
senza massa, si baricentrano
alla distanza comune di un raggio / È l’evento che diviene attimo,
senza vertigini, purosangue e scaltro / I quattro gobbi evadono dai centimetri di un calco, tra un angolo e un altro, si assentano, per sempre trascendono, si fidano sulla giostra senza pesi, centripetano verso l’alto / Non salutano,
soltanto svaniscono come i sogni di un falco. Tra un infinito e un altro.

Interventi:

Dr Pasquale de Girolamo, Direttore Generale f.f. ASL Napoli 1 Centro

Dott. Michele Ferrara, Direttore Sanitario Presidio Ospedaliero Ascalesi

Dott.ssa Lucia Mastrullo, Dir. UOC Ematologia Presidio Ospedaliero Ascalesi

Dr Gino Leopaldi, Direttore UOSD Oncologia Presidio Ospedaliero Ascalesi

Dr Vittorio d’Alterio, Direttore UOC Umanizzazione ASL Napoli 1

 

Per contatti: Mauro Caccavale, cell. +39.333.2665334, Michela Alfè, cell. +39.347.8099947, e-mail: info@oring-artstudio.eu, web: www.oring-artstudio.eu; Egidio Carbone, cell. +39.347.5829507; e-mail. egidiocarboneregista@gmail.com, web: www.facebook.com/pg/APNumeroZero; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. +39.339.5098790; e-mail. simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it;

 

]]>
Roma 15 giugno rassegna S-Cambiamo il Mondo - Proiezione di «Napoletani en Barcelona» di Marco Rossano Fri, 09 Jun 2017 20:42:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/436179.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/436179.html Simona Pasquale Simona Pasquale

NAPOLETANI EN BARCELONA        

diretto da Marco Rossano

 

PROIEZIONE GIOVEDÍ 15 GIUGNO 2017, ORE 18.50

ROMA, CINEMA TREVI. VICOLO PUTTARELLO, 25

 

Giovedì 15 giugno dalle ore 18.50, al Cinema Trevi di Roma, Vicolo del Puttarello, 25, proiezione del documentario “Napoletani en Barcelona” del documentarista e sociologo visuale Marco Rossano nella programmazione della IIª edizione di “S-Cambiamo il Mondo”rassegna di cinema e culture organizzata da Eidos Cinema Psyche e Arti Visive e da Dun-Onlus con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia e Amnesty International. A seguire tavola rotonda “Nuove Identità”: dialogo interculturale. Interventi di Marco Rossano, Suranga Deshapriya Katugampala, Chiara Tozzi, Celestino Victor Mussomar.

 

Il documentario “Napoletani en Barcelona” è un saggio di Sociologia Visuale, parte di un più ampio progetto che l’autore, Marco Rossano ha condotto all'Università di Barcellona. Protagonista la comunità napoletana in Catalogna parte dei movimenti migratori transnazionali che caratterizzano la nostra epoca e che, a differenza di quanto accadesse in passato, grazie alle nuove tecnologie e ai mezzi di trasporto veloci ed economici mantiene il legame con la propria terra d’origine alimentandolo quotidianamente e, spesso, rafforzandolo attraverso la rielaborazione della propria identità nel nuovo contesto. Cosa fanno i napoletani che vivono a Barcellona? Che attività svolgono? Quali sono le occasioni di incontro? Perché hanno lasciato Napoli? Che rapporti mantengono con le proprie radici? Quali sono le differenze e quali le analogie tra le due città? Tra calcio, pizza, ‘sasicce e friarielli’, cornetti portafortuna, teatro, musica, attività politica e vita quotidiana, il saggio sociologico visuale descrive uno spaccato di napoletanità lontano da Napoli, senza la presunzione di analizzare il fenomeno nella sua globalità, ma solo con la volontà di puntare l’obiettivo su una parte della vita dei napoletani che vivono a Barcellona e raccontarne i momenti di aggregazione e socialità. Senso di continuità con le proprie origini, la nostalgia rafforza il senso di identità personale, alimentando la speranza che si traduce in progetto, che si fa storia. Anzi tante storie. Quella di Chiara, tifosa del Napoli, di Matteo, ricercatore, di Alex pizzaiolo e di Diego, proprietario di un piccolo ristorante, ma ci sono anche gli attori Sergio, Stefania e Daniela e Pasquale, che fa il drammaturgo, mentre Sandra è architetto, Emanuele farmacista, Marcello ha una società di comunicazione. Cosa li unisce? Sono napoletani e vivono a Barcellona. Il documentario racconta i loro sogni, le loro speranze, i successi e le sconfitte, gli aspetti positivi e quelli negativi legati alla scelta di vivere in un paese straniero. 

 

L’autore �“ Marco Rossano (Napoli, 1976) è un documentarista sociologo visuale che dal 2002 vive in Spagna dove si occupa di sociologia visuale all’Università di Barcellona dove ha terminato un Dottorato in Sociologia. Laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Napoli Federico II, diplomato in regia cinematografica presso il Centre d’Estudis Cinematogràfics de Catalunya, esperto di produzione video e organizzazione di eventi culturali e teatrali, ha lavorato al Piccolo Teatro di Milano (2006) e al Napoli Teatro Festival Italia (2009-2010). Tra i documentari realizzati, selezionati da diversi festival internazionali di cinema, Memini (2017), Sulla via dei Mille con mio padre (2016), Napoletani en Barcelona (2015), Mondo Azzurro (2012), Cento passi per la libertà (2011), El Diego �“ concerto nº10 (2010), Stati d’ansia (2008). Oltre a vari articoli accademici è autore del racconto “La grande illusione” (2011) e del libro “Mondo Azzurro” (2013) entrambi pubblicati con Edizioni Eracle.

 

Scheda del documentario �“  Titolo Originale: NAPOLETANI EN BARCELONA. Regia: Marco Rossano. Montaggio: Marco Rossano. Operatore di camera: Marco Rossano, Alex Perazzo, Matteo Manfredi. Missaggio audio: Pablo De Michelis. Grafiche: Jordi Soler Quintana. Color correction: Silvano Preziosi. Musiche originali: Matteo Stocchino. Nazione: Italia/Spagna. Anno di produzione: 2014. Durata: 66 minuti. Genere: Documentario. Fotografo di scena: Matteo Manfredi. Voce fuori campo iniziale: Sergio Sivori. Produzione: Web Art Communications, MR Production

 

Per contatti: Marco Rossano, cell. Italia +39.3473618865, cell. Spagna +34.675.322402, e-mail marcorossano@hotmail.com; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. +39.339.5098790, e-mail: simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it

]]>
Confartigianato Napoli e Camera di Commercio. Workshop sulla Nuova Legge Sabatini Tue, 06 Jun 2017 17:30:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/435704.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/435704.html Simona Pasquale Simona Pasquale

Workshop

COMPETERE 2017

PRIMO INCONTRO

LEGGE SABATINI TER �“ FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

 

MARTEDÍ 6 GIUGNO 2017

CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI

PIAZZA BORSA, SALA PARLAMENTINO

 

Si è svolto stamattina, martedì 6 giugno presso la Sala Parlamentino della Camera di Commercio di Napoli, il workshop dedicato alla Nuova Legge Sabatini sui finanziamenti agevolati per le Piccole e Medie Imprese. L’incontro, promosso da da Confartigianato Napoli nell’ambito del programma COMPETERE 2017 in collaborazione con Artigiancassa, Sì Impresa Azienda Speciale della Camera di Commercio di Napoli, l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli e Centrale Garanzia Fidi. Il seminario, che assegnava quattro cerditi formativi ai commercialisti iscritti all’Ordine, è stato il primo di tre appuntamenti previsti entro la fine dell’anno, dedicati al credito, la formazione e l’internazionalizzazione.

 

Intenso e partecipato il workshop sui finanziamenti agevolati per le Piccole e Medie Imprese attive in tutti i settori, inclusi agricoltura e pesca, previsti dalla Nuova Legge Sabatini che si è svolto presso la Camera di Commercio di Napoli, alla presenza di una nutrita platea di professionisti e imprenditori. Importi fino a due milioni e mezzo di euro, per investimenti in attrezzature, impianti tecnologici e beni strumentali con un tasso di interesse pari a circa lo 0,5% per cinque anni, sono queste le caratteristiche del provvedimento varato nel 2013 e rinnovato per tre volte fino a quasi tutto il 2018 sul quale si sono confrontati, durante il dibattito moderato da Leonardo Lasala, Presidente AISEPS - Associazione Internazionale per lo Sviluppo, la Ricerca, la Tecnologia e le Politiche Sociali �“ Girolamo Pettrone, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Napoli, Vincenzo Moretta, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli, Roberto Barbi e Daniele Sciarrini, rispettivamente Direttore Regionale Campania e Responsabile Finanza Agevolata di Artigiancassa ed Enrico Inferrera e Amedeo Amarante Presidente e Segretario di Confartigianato Napoli. L’incontro, promosso dall’Associazione di Categoria per le attività artigianali rappresenta il primo di tre momenti di confronto sviluppati nell’ambito del progetto COMPETERE 2017, un’iniziativa di affronterà anche, entro la fine dell’anno i temi della formazione e dell’inserimento professionale dei giovani e dell’internazionalizzazione. «Siamo una banca che cerca di aiutare le piccole imprese, un unicum nazionale» sottolinea Barbi. «Con questo progetto lanciamo un messaggio di unità, per lavorare in sinergia e sensibilizzare le istituzioni affinché rimettano in moto meccanismi aboliti in anni recenti» aggiunge Amarante. «Noi non crediamo più nell’associazione di tutela corporativa; una realtà che lavorasse in questa direzione, non avrebbe futuro �“ afferma nel suo intervento Enrico Inferrera Presidente di Confartigianato Napoli �“ Stiamo passando sempre più dal rappresentare il lavoro, al rappresentare il territorio. È un’idea ambiziosa, ma non possiamo mantenere la mentalità che avevamo un decennio fa. Va avanti e cresce, solo chi riesce a farsi interprete dell’identità di una comunità. Pertanto siamo convinti che non solo l’Associazione debba calarsi nella realtà, ma anche gli Ordini Professionali e tutto il sistema. Altrimenti, come facciamo a pensare al futuro dei nostri giovani? Tra i paesi dell’Unione Europea, l’Italia mostra le previsioni di crescita peggiori eppure nella provincia di Napoli, dove il 98% del tessuto imprenditoriale è composto da aziende con meno di venti dipendenti, solo il 14% di esse ha accesso al credito. Un dato su cui riflettere, specchio di un paese in cui si pensa che conti solo la grande industria, mentre sono le piccole realtà a produrre l’eccellenza che esportiamo nel mondo».

 

Contatti

Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it;

Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it;

 

]]>
Confartigianato Napoli e Camera di Commercio - 6 giugno seminario Nuova Legge Sabatini Thu, 01 Jun 2017 16:26:27 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/435210.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/435210.html Simona Pasquale Simona Pasquale

Workshop

COMPETERE 2017

PRIMO INCONTRO

LEGGE SABATINI TER �“ FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI

 

MARTEDÍ 6 GIUGNO 2017

ORE 9.30-13.30

CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI

PIAZZA BORSA, SALA PARLAMENTINO

 

Si svolgerà martedì 6 giugno, a partire dalle ore 9.30, presso la Sala Parlamentino della Camera di Commercio di Napoli, il Workshop dedicato alla Nuova Legge Sabatini sui finanziamenti agevolati per le Piccole e Medie Imprese. L’incontro, promosso in collaborazione con Artigiancassa, Sì Impresa Azienda Speciale della Camera di Commercio di Napoli, l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli e Centrale Garanzia Fidi, è il primo previsto dal progetto COMPETERE 2017 promosso da Confartigianato Napoli e articolato in tre appuntamenti previsti entro l’autunno e incentrati, rispettivamente sul credito, l’alternanza scuola-lavoro e la formazione e l’internazionalizzazione. Il seminario assegna quattro crediti formativi professionali, ai commercialisti iscritti all’Ordine.

 

Varata nel 2013 e finanziata per la terza volta fino al 2018, la legge Sabatini ter, o Nuova Legge Sabatini, prevede risorse per banche e istituti di credito fino a un massimo di 2,5 miliardi di euro, (da incrementare eventualmente, con successivi provvedimenti, fino a 5 miliardi), per creare una piattaforma di finanziamento destinata alle Piccole e Medie Imprese attive in tutti i settori, inclusi agricoltura e pesca, per importi compresi fra 20mila e 2,5 milioni di euro, che effettuino, anche tramite leasing, investimenti per l’acquisto di macchinari, attrezzature e beni strumentali, ad un tasso di interesse agevolato stabilito dalla Cassa Depositi e Prestiti, che a fronte di tassi al 3%, ha fissato un rimborso pari al 2,75%. «L’intervento è finalizzato agli ammortamenti fiscali, con una copertura fino a cinque anni» sottolinea Amedeo Amarante, Segretario di Confartigianato Napoli. Struttura di riferimento per le imprese artigiane, è Artgiancassa che ha voluto essere affiancata da Confartigianato per questa iniziativa e che potrà giovarsi di un ulteriore mezzo a supporto della attività produttive, da aggiungere al suo programma di microcredito fino a 25mila euro a sostegno delle startup, che nella sola regione Campania ha già consentito la nascita di cinquecento nuove aziende. «In un momento in cui tutte le soluzioni proposte appaiono obsolete, noi continuiamo a seguire un percorso finalizzato a dare alle imprese gli strumenti necessari per uno sviluppo corretto e competitivo sul mercato, perseguendo la trasformazione dell’Associazione di Categoria per estenderne la rappresentatività, da un gruppo di imprese, ad un intero territorio» dichiara Enrico Inferrera, Presidente di Confartigianato.

 

Interventi di:

Girolamo Pettrone, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Napoli

Enrico Inferrera, Presidente di Confartigianato Napoli

Vincenzo Moretta, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli

Roberto Barbi, Direttore Regionale Campania Artigiancassa

Daniele Sciarrini, Responsabile Finanza Agevolata Artigiancassa

Amedeo Amarante, Segretario di Confartigianato Napoli

 

Modera: Leonardo Lasala, Presidente AISEPS, Associazione Internazionale per lo Sviluppo, la Ricerca, la Tecnologia e le Politiche Sociali

 

Contatti

Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it;

Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it;

]]>
MODA ALL'OMBRA DEL VESUVIO - I VINCITORI Sat, 27 May 2017 09:30:10 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/434471.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/434471.html Simona Pasquale Simona Pasquale

MODA ALL’OMBRA DEL VESUVIO

PREMIO “GIOVANI TALENTI DELLA MODA”

16° Edizione

 

Villa Signorini,

Via Roma, 43 Ercolano (NA)

 

Si è conclusa la 16° edizione di ‘Moda all’Ombra del Vesuvio’ il concorso per allievi e diplomati delle Scuole e delle Accademie italiane che assegna il Premio ‘Giovani Talenti della Moda’, presentata da Paola Mercurio e Gianni De Sommaa Villa Signorini, Ercolano.

 

Una grande kermesse che rinnova il fascino della bellezza e della moda all’insegna della riscoperta dell’alta sartorialità ispirata, complice la Luna Nuova, o Nera, evocatrice di riti ancestrali legati al ciclo della vita, alla Rinascita. È la 16° edizione di ‘Moda all’Ombra del Vesuvio �“ Premi Giovani Talenti della Moda’, che si è conclusa ieri sera a Villa Signorini, Ercolano. È il concorso per stilisti emergenti, ideato e da Annabella Esposito, Presidente dell’Associazione Piazza di Spagna e organizzato insieme a Confartigianato Napoli che ha lanciato il premio ‘Premio Ulisse per l’Arte e l’Ingegno’ rivolto a persone che, con il loro lavoro hanno saputo incidere nel contesto circostante. I vincitori della prima edizione sono Virginia Capuano manager di Che Follia, un progetto innovativo di inclusione sociale e lavorativa per persone con disabilità psichiche: «è bello portare in questa manifestazione, un progetto rivolto a persone svantaggiate». Annabella Esposito, ideatrice di ‘Moda all’ombra del Vesuvio’, Maestra che con la sua Associazione Piazza di Spagna ha saputo creare delle occasioni importanti per dei ragazzi che si sono inseriti in importanti Maison: «questo premio è per i giovani, per creare per loro opportunità di confronto e di crescita». Gennaro Illiano CEO della Install, azienda di ricerca marina impegnata nella formazione dei ragazzi delle scuole attraverso una propria Accademia: «è un riconoscimento che premia il lavoro di tanti anni in un contesto in cui è difficile fare impresa». Ernesto Taccogna, amministratore della Energy Total Capital società che propone soluzioni tecnologiche e finanziarie nel settore delle energie rinnovabili: «è una soddisfazione veder riconosciuto il proprio lavoro sul territorio». L’edizione 2017 vede, il sostegno di Artigiancassa Gruppo BNP Paribas, che promuove il suo piano di sostegno alle piccole e medie imprese e alle aziende in via di costituzione attraverso il microcredito fino a 25mila: «in due anni abbiamo sostenuto tremila nuove realtà emergenti, cinquecento delle quali solo in Campania» spiega il Direttore Nazionale Francesco Simone. «Non si tratta di un premio fine a se stesso, ma di un’opportunità reale per i giovani, che possono intraprendere dei percorsi formativi presso grandi case di moda, o avviare una propria attività. In questo progetto la partecipazione di Artigiancassa rafforza la nostra volontà si seguire tutta la vita di un’impresa artigianale, della nascita alla sua crescita» sottolinea Enrico Inferrera, Presidente di Confartigianato Napoli, autore di una poesia introduttiva interpretata da Paola Mercurio che ha anche letto alcuni brani tratti da Vite Bisestili, il primo romanzo dello stesso Inferrera. Altro sponsor l’agenzia turistica Erima Flying: «è un evento che unisce il talento e l’esperienza per creare valore» sostiene il titolare Leonardo Lasala. Tre le categorie in concorso: Migliore Scuola e Premia Giovani Talenti della Moda, rispettivamente per gli allievi delle scuole e i diplomati. Ecco i trofei assegnati dalla giuria composta da Alessio Visone, Angela Orabona, Anna Guarda, Consiglia Miggione, Enrico Inferrera, Ferdinando Borrelli, Giovanna Panico, Giuseppe Miranda, Lella Fuoco, Leonardo Lasala, Luigi Di Domenico, Maria Laurenza, Vincenzo Casapulla, Annalaura Gaudino, Armando Sangez, Veronica Aquino e Cosimina Mangano, il ballerino e coreografo Roberto Baiocchi che ha presentato il suo libro ‘Ballerina’, Manrico Martella responsabile produzione della Valentino e Giusi Sorrentino, arrivata prima cinque anni fa che proprio presso la storica Maison ha compiuto il suo stage.  Premio Migliore Scuola alla Scuola Professionale di Moda Bassolino di Casoria, che vince una visita alla Gattinoni. Premi Giovani Talenti della Moda, sezione allievi delle scuole a Greta Longobardi del Liceo Artistico di Caserta, che vince uno stage alla Maison Casapulla, Annarita Ascione dell’Istituto di Torre del Greco che seguirà uno stage alla Maison di Alessio Visone e Giuliana Fanara dell’ISIS Caravaggio che trascorrerà un periodo presso l’atelier Medea Sposa. Il Premio Giovani Taleni della Moda, sezione diplomati è stato consegnato a Eleonora Pompei che farà un tirocinio alla Pinù Couture. Infine la Maison Ferdinand ha patrocinato il Premio Giornalistico assegnato ad Anna Borrelli e uno stage conquistato, da Rachele Barone dell’Istituto di Moda Burgo di Pescara. Accanto alle sfilate di giovani e giovanissimi, quelle di nomi affermati come Daddà Costumi, Vivere Danzando Vida Pansera, Maunakea, Ylios Beach Collection, Pellicceria De Faetano Furs, Luciano Fiore Couture, di Luciano Fiore primo classificato nel 2003 per il quale ha chiuso la sfilata, la Drag Queen Priscilla, al secolo Mariano Gallo e Jariel di Gabriele Buonomo vincitore tre anni fa, successo che gli ha aperto le porte di uno stage alla Valentino: «sono molto contento di tornare dove ho iniziato».

 

Contatti

Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com

 

]]>
FUTURO REMOTO - 26 MAGGIO CONTATTI PERTURBATIVI, AVANPOSTO NUMERO ZERO E O-RING ART STUDIO Tue, 23 May 2017 16:46:04 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/433866.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/433866.html Simona Pasquale Simona Pasquale

AvaNposto Numero Zero e O-ring Art Studio

presentano

CONTATTI PERTURBATIVI

La Chimica nella sperimentazione costitutiva

 

Da un’idea di Egidio Carbone e Michela Alfè

Interpretazione di Salvatore Cirillo

Musiche originali di Gianluca Rovinello

Assistenti alla regia Fabio Di Gesto, Fortuna De Crescenzo e Giuseppina Farella

Regia, Egidio Carbone

 

Conferenza e proiezione del cortomeraggio Contatti Perturbativi, venerdì 26 maggio 2017, ore 15.00-16.00. Sala Comencini, Circolo Artistico Politecnico. Napoli, Piazza Trieste e Trento, 48 FUTURO REMOTO

 

Nel ricco programma dell’edizione 2017 di Futuro Remoto dedicata alle Connessioni ce n’è una in più che consolida il rapporto fra Arte e Scienza e porta all’attenzione del pubblico, l’incontro fra la ricerca intorno alla Teoria dell’Attore Costitutivo di Egidio Carbone, attore regista e drammaturgo, fondatore e Direttore Artistico del teatro AvaNposto Numero Zero (Napoli, Via Sedile di Porto, 55) e la Chimica dei Materiali grazie al contributo scientifico di Michela Alfè, chimico, ricercatrice al CNR e fondatrice con Mauro Caccavale del collettivo artistico O-ring Art Studio. Venerdì 26 maggio, alle ore 15.00 presso la Sala Comencini del Circolo Artistico Politecnico di Piazza Trieste e Trento, 48 verrà proiettato il cortometraggio Contatti Perturbativi, interpretato dall’attore Salvatore Cirillo con le musiche originali del Maestro Gianluca Rovinello, primo di una serie che darà vita ad un percorso di video-arte a tema.

 

La Teoria dell’Attore Costitutivo è una sperimentazione artistica portata avanti da Egidio Carbone il quale studia e sperimenta, da circa quindici anni, le affinità esistenti tra il Modo di Essere del Personaggio in Scena e il Legame Costitutivo dei Materiali, frutto della convergenza degli studi in Ingegneria Civile condotti all’Università degli Studi di Napoli Federico II e l’attività drammaturgica. È un lavoro di ricerca sull’azione immediata di mente e corpo, in origine ispirata al comportamento deformativo dell’acciaio, sottoposto all’azione di forze esterne, come modello di riferimento per l’attività dell’attore. Un metodo che, partendo dagli studi di Fisica dei materiali e dalla modellizzazione matematica, ne osserva il comportamento prima in caso di sollecitazioni contenute, delle quali non conserva memoria e poi, dopo aver subito azioni turbative, che ne inducono la deformazione. Ispirandosi a questi principi, l’attore costitutivo è in grado di restituire completamente la propria esperienza rendendo, col corpo, ciò che va oltre la Fisica stessa, in una sorta di nuova metafisica aristotelica. Estesa in seguito anche al confronto con il tufo, l’intera sperimentazione è stata presentata nel 2012 alla Facoltà di Ingegneria dell’Università Federico II, nel 2013 al Museo Archeologico Nazionale di Napoli e nel 2016 al Politecnico di Milano, La Teoria ha trovato forma nelle sperimentazioni cinematografiche, o trascendenze, Guado (cortometraggio, 30’ �“ Italia 2014) e Calìgo (mediometraggio, 45’ �“ Italia, 2016), prime due opere di una trilogia volta a dare forma all’intero Pensiero Costitutivo che fino ad ora ha coinvolto artisti del calibro di Enzo Moscato, Eugenio Bennato, Francesco Paolantoni, Salvatore Cantalupo ed Enzo Amato presidente dell’Associazione Domenico Scarlatti che, applicando le teorie di Carbone, ha composto la colonna sonora di Calìgo.

 

Contatti perturbativi - La Chimica nella sperimentazione costitutiva, è il primo approccio della Teoria dell’Attore Costitutivo alla Chimica dei Materiali e alla rappresentazione, in chiave drammaturgica, di un sistema in evoluzione interna per descrivere la realtà chimico-fisica circostante. Due soluzioni liquide (acqua ed esano) si stratificano per la loro differenza di densità. In ognuna delle soluzioni sono contenute molecole che, solo se entrano a contatto, reagiscono chimicamente. Nella sottile zona di contatto tra le due soluzioni, il sistema in osservazione evolve spontaneamente generando una nuova molecola, il polimero nylon. Come nel caso dell’acciaio, dal cui comportamento tenso-deformativo ha tratto ispirazione la Teoria dell’Attore Costitutivo, la massa sottoposta a sollecitazioni non cambia, ma, in questo caso, variano i legami chimici che si instaurano tra le molecole e cambiano/evolvono le proprie caratteristiche chimico-fisiche. La nuova materia che emerge dalla combinazione delle due molecole di partenza, presenta differenti proprietà che la rendono plasmabile e modellabile ad esempio in forma di filo.

 

«Tutto è iniziato quando ho proposto all’O-ring Art Studio di lavorare al mio prossimo film e, durante la progettazione preliminare, abbiamo cominciato a ragionare sulla possibilità di applicare il pensiero costitutivo ad altri materiali, oltre quelli già esplorato dell’acciaio e del tufo. Personalmente, ero molto curioso di sperimentare questo nuovo approccio funzionale nel quale ho sostituito i personaggi umani, con altri, rappresentati dagli oggetti in scena, con l’unica eccezione di Salvatore Cirillo che incarna lo stupore di fronte ai fenomeni» dice il regista Egidio Carbone.

 

«Dopo l’applicazione del metodo e dello schema comportamentale costitutivo all’acciaio il quale, in seguito alle sollecitazioni muta solo la distanza fra gli atomi, ma non cambia, si passa a un sistema reattivo che evolve in maniera prevedibile per rendere una rappresentazione drammaturgica in cui gli elementi tendono a sparire, incorporati nelle azioni dei soggetti» sostiene Michela Alfè.

 

CONTATTI PERTURBATIVI �“ FUTURO REMOTO

Sala Comencini, Circolo Artistico Politecnicno. Napoli, Piazza Trieste e Trento, 48

Conferenza e proiezione

Da un’idea di Egidio Carbone e Michela Alfè. Interpretazione, Salvatore Cirillo. Musiche di Gianluca Rovinello. Assistenti alla regia: Fabio Di Gesto, Fortuna De Crescenzo e Giuseppina Farella. Regia, Egidio Carbone.

Venerdì 26 maggio 2017, ore 15.00-16.00

 

Per contatti: Egidio Carbone, cell. 347.5829507; e-mail. egidiocarboneregista@gmail.com, web: www.facebook.com/pg/APNumeroZero; Michela Alfè, cell. 347.8099947, Mauro Caccavale, cell. 333.2665334, e-mail: info@oring-artstudio.eu, web: www.oring-artstudio.eu; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. +39.339.5098790; e-mail. simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it;

 

]]>
AvaNposto Numero Zero, 27-28 maggio 2017. In scena «Volevo solo fumarmi una sigaretta» Sun, 21 May 2017 11:54:22 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/433585.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/433585.html Simona Pasquale Simona Pasquale

AvaNposto Numero Zero fondato e diretto da Egidio Carbone

presenta

VOLEVO SOLO FUMARMI UNA SIGARETTA

 

Atto unico promosso dall’associazione MA.TE.NA. Mascalzoni Teatranti Napolitani, con brani de ‘La cura’ di Gennato Patrone e ‘Appucundria e’ ll’acqua sporca’ di Salvatore Cirillo. Musiche di Rosario Ariosto. Diretto e interpretato da Salvatore Cirillo

 

Sabato 27 maggio 2017, ore 21.00

Domenica 28 maggio 2017, ore 19.00

Via Sedile di Porto, 55 (Via Mezzocannone, C.so Umberto) �“ 80134 Napoli

 

È come quando ti accedi una sigaretta e qualcosa ti impedisce di fumartela in pace. Questo semplice gesto, accendere una sigaretta, riporta alla mente di Raffaele Mazza, il personaggio protagonista di ‘Volevo solo fumarmi una sigaretta’, in scena al Teatro AvaNposto Numero Zero sabato 27 e domenica 28 maggio, ricordi dolorosi del suo passato che lo portano a rivivere e condividere con il pubblico, la sua intera vicenda umana. Diretta e interpretata da Salvatore Cirillo, con musiche di Rosario Ariosto, la pièce è un monologo che si compone di due testi, ‘La cura’ realizzato da Gennaro Patrone e la poesie ‘Appucundria e’ ll’acqua sporca’ scritta dal regista stesso, che porta sul palcoscenico la follia e la sofferenza di un uomo e di un medico, condotto a scelte estreme da un doppio tradimento, professionale e personale. Dentista, Raffaele crede nel proprio mestiere, nella possibilità di alleviare il dolore alla gente e vederne il sorriso e si sente tradito quando scopre che, negli ospedali, lavorano medici che vendono la vita dei pazienti in cambio di denaro, ma il tradimento peggiore è quello che subisce dalla moglie, conosciuta a Napoli in una notte di festa, sotto lo sfavillio del campanile della Chiesa del Carmine e sposata in fretta, che l’abbandona. Comincia allora una discesa verso gli inferi della follia, fatta di incontri con specialisti e visioni di malati inesistenti da guarire, fino a diventare un barbone. Un dramma umano, ma anche una ricerca di purezza e integrità, una resistenza alla violenza restituita con delicatezza e struggimento, con una recitazione asciutta e mai sopra le righe che coinvolge il pubblico e lo conquista con inaspettati colpi di scena, fino alla rivelazione finale; siamo noi a rappresentare la nostra salvezza e come recita uno degli ultmi versi dello spettacolo, «tuorne a t’aizà e nun ‘mporte, si ‘o tiempo ca’ ce miette è assaje o poco». Lo spettacolo rappresenta l’inizio di un progetto che avrà come filo conduttore l’amore, la follia e la solitudine.

 

AvaNposto NumeroZero: web. www.facebook.com/APNumeroZero;

Botteghino AvaNposto: cell. +39.366.1149276; e-mail. avanpostonumerozero@outlook.it;

Direttore Artistico: Egidio Carbone, cell. +39.347.5829507; e-mail. egidiocarboneregista@gmail.com;

Salvatore Cirillo: cell.+39.320.0234562; e-mail. sasa.cirillo@gmail.com;

Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell.+39.339.5098790; e-mail. simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it;

]]>
MODA ALL'OMBRA DEL VESUVIO - 26 MAGGIO 2017 A VILLA SIGNORINI, ERCOLANO (NA) Fri, 19 May 2017 16:41:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/433488.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/433488.html Simona Pasquale Simona Pasquale

MODA ALL’OMBRA DEL VESUVIO

PREMIO “GIOVANI TALENTI DELLA MODA”

16° Edizione

 

SFILATA E PREMIAZIONE

Venerdì 26 maggio 2017, ore 20.00

Villa Signorini,

Via Roma, 43 Ercolano (NA)

 

Presentata alla Camera di Commercio di Napoli la 16° edizione della manifestazione ‘Moda all’Ombra del Vesuvio �“ Premio Giovani talenti della Moda’, ideata da Annabella Esposito, Presidente dell’Associazione Piazza di Spagna e organizzata in collaborazione con Confartigianato Napoli, che ha indetto la prima edizione del ‘Premio Ulisse, per l’Arte e l’Ingegno’. Sfilata ed evento conclusivo, condotto dalla presentatrice Paola Mercurio e dal giornalista Gianni de Somma, venerdì 26 maggio ore 20.00, presso Villa Signorini, a Ercolano (NA). L’iniziativa vede il patrocinio istituzionale di Regione Campania, Camera di Commercio di Napoli e Comune di Ercolano e il sostegno di Artigiancassa, Gruppo BNP Paribas e dell’agenzia di viaggi Erima Flying.

 

Si rinnova l’appuntamento con ‘Moda all’Ombra del Vesuvio �“ Premio Giovani Talenti’, il concorso sartoriale rivolto agli allievi e ai diplomati degli Istituti d’Arte e alle Accademie di Moda. Nella splendida cornice di Villa Signorini le Scuole selezionate, provenienti da Campania, Abruzzo, Lazio e Puglia presenteranno capi d’Alta Moda ispirati agli stili di Capri e Positano per i più grandi e abiti in pelle con intarsi, per i più giovani. I migliori, selezionati da una giuria composta Alessio Visone, Angela Orabona, Anna Guarda, Consiglia Miggione, Enrico Inferrera, Ferdinando Borrelli, Giovanna Panico, Giuseppe Miranda, Lella Fuoco, Leonardo Lasala, Luigi Di Domenico, Maria Laurenza e Vincenzo Casapulla, vinceranno degli stage presso importanti Maison. «Questa è una manifestazione per offrire occasioni di confronto» dice Annabella Esposito. Al suo interno la Confartigianato Napoli lancia il ‘Premio Ulisse, per l’Arte e l’Ingegno’ per meriti professionali e reali contributi al territorio. I vincitori della prima edizione sono Virginia Capuano di Che Follia, Annabella Esposito Presidente dell’Associazione Piazza di Spagna, Gennaro Illiano CEO della Install srl e Ernesto Taccogna amministratore della della Energy Total Capital. Soddisfatto il Presidente Enrico Inferrera: «lavorando insieme, dobbiamo creare le condizioni affinchè i nostri giovani restino nella nostra terra». L’edizione 2017 vede il sostegno di Artigiancassa Gruppo BNP Paribas, che ha ideato un piano di aiuto alle piccole e medie imprese e alle aziende in via di costituzione attraverso il microcredito fino a 25mila euro, come spiega il dott. Barbi: «sentiamo il dovere di aiutare i più deboli, assumendoci fino al 30% del rischio e la Campania è la regione con i risultati migliori». Tra gli sponsor anche l’agenzia di viaggi Erima Flying che ha lanciato una card esclusiva per i partecipanti: «se avete idee mettetevi in gioco, creiamo occupazione e non avremo più rivali» dice il titolare Leonardo Lasala, rivolgendosi ai ragazzi.

 

Contatti

Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.itUfficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.comsimona.pasquale@libero.it;

]]>
CONFERENZA STAMPA, 19 MAGGIO ORE 11.00 - CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI, MODA ALL’OMBRA DEL VESUVIO Wed, 17 May 2017 14:11:22 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/433161.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/433161.html Simona Pasquale Simona Pasquale

MODA ALL’OMBRA DEL VESUVIO
PREMIO “GIOVANI TALENTI DELLA MODA”
16° Edizione
 
CONFERENZA STAMPA
VENERDÍ 19 MAGGIO 2017, ORE 11.00
Camera di Commercio di Napoli, Sala del Consiglio
Piazza Borsa, Napoli
 
Interventi di:
Enrico Inferrera, Presidente di Confartigianato Napoli
Annabella Esposito, Presidente dell’Associazione Piazza di Spagna
 
SFILATA E PREMIAZIONE
VENERDÍ 26 MAGGIO 2017, ORE 20.00
Villa Signorini
Via Roma, 43 Ercolano (NA)
 

Si svolgerà venerdì 19 maggio, alle ore 11.00, nella Sala del Consiglio della Camera di Commercio di Napoli, la Conferenza Stampa di presentazione della 16° edizione della manifestazione ‘Moda all’Ombra del Vesuvio’, il concorso riservato ai giovani delle Scuole e delle Accademie d’Italia ideato da Annabella Esposito, Presidente dell’Associazione Piazza di Spagna e organizzato in collaborazione con Confartigianato Napoli. La sfilata e l’assegnazione del premio ‘Giovani Talenti della Moda’, si terranno venerdì 26 maggio a partire dalle ore 20.00, presso Villa Signorini, a Ercolano (NA). Nell’ambito della rassegna, la Confartigianato Napoli ha indetto la prima edizione del ‘Premio Ulisse, per l’Arte e l’Ingegno’ che, a partire da questa edizione, verrà consegnato ogni anno a quattro persone, due donne e due uomini che si saranno distinte per i loro meriti professionali e i reali contributi al territorio. L’iniziativa vede il patrocinio istituzionale di Regione Campania, Camera di Commercio di Napoli e Comune di Ercolano e il sostegno di Artigiancassa Gruppo BNP Paribas e dell’Agenzia di Viaggi Erima Flying.

 

Contatti

Teresa Guarino, Confartigianato Napoli: tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it;

Ufficio Stampa, Simona Pasquale: cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com; simona.pasquale@libero.it;

 

]]>
INVITO CONFERENZA STAMPA. Camera di Commercio di Napoli, venerdì 19 maggio 2017 PRESENTAZIONE EVENTO MODA ALL'OMBRA DEL VESUVIO Sun, 14 May 2017 19:51:18 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/432677.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/432677.html Simona Pasquale Simona Pasquale
Augurandomi di fare cosa gradita, 
inoltro l’invito alla conferenza stampa di presentazione della XVI edizione dell’evento ‘Moda all’ombra del Vesuvio - Premio Giovani Talenti della Moda'

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE
Venerdì 19 maggio 2017, ore 11.00
Camera di Commercio di Napoli
Sala del Consiglio
Piazza Borsa - Napoli

Ringraziando per l’attenzione, saluto cordialmente
Simona Pasquale
Ufficio Stampa
simona.pasquale@gmail.com
+39 3395098790

Invito Conferenza Stampa
"Moda all'ombra del Vesuvio"
Premio "Giovani Talenti della Moda" 
19 Maggio ore 11:00
Sala del Consiglio
Camera di Commercio di Napoli
Piazza Borsa Napoli
]]>
INVITO CONFERENZA STAMPA. Camera di Commercio di Napoli, venerdì 19 maggio 2017 EVENTO MODA ALL'OMBRA DEL VESUVIO Fri, 12 May 2017 14:47:32 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/432536.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/432536.html Simona Pasquale Simona Pasquale
Augurandomi di fare cosa gradita, 
inoltro l’invito alla conferenza stampa dell’evento ‘Moda all’ombra del Vesuvio’ Premio ‘Giovani Talenti della Moda’

Venerdì 19 maggio 2017, ore 11.00
Camera di Commercio di Napoli
Sala del Consiglio
Piazza Borsa Napoli

Ringraziando per l’attenzione, saluto cordialmente
Simona Pasquale
Ufficio Stampa Moda all’ombra del Vesuvio
simona.pasquale@gmail.com
+39 3395098790

Invito Conferenza Stampa

"Moda all'ombra del Vesuvio"
Premio "Giovani Talenti della Moda"
 
19 Maggio ore 11:00
Sala del Consiglio
Camera di Commercio di Napoli
Piazza Borsa Napoli

Immagine incorporata 1
]]>
«Sulla Via dei Mille con mio padre» di Marco Rossano al VOMERO FEST venerdì 12 maggio 2017 Sat, 06 May 2017 15:15:44 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/431589.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/431589.html Simona Pasquale Simona Pasquale

        SULLA VIA DEI MILLE CON MIO PADRE       

diretto da Marco Rossano

 

Venerdì 12 maggio 2017, ore 18.00. Spazio Healthy Life (ex Guida Vomero), via Merliani 118

 

Proiezione del documentario “Sulla via dei Mille con mio padre” del documentarista e sociologo visuale Marco Rossano. Con l’autore interverrà all’evento, per discutere di perdita e recupero della memoria, lo scrittore e giornalista Angelo Forgione. L’iniziativa è inserita nel programma ufficiale della prima edizione del Vomero Fest, inserito tra le iniziative dell’edizione 2017 Maggio dei Monumenti.

 

Il documentario Sulla via dei Mille con mio padre del regista Marco Rossano, ripercorre l’itinerario garibaldino del 1861 nel viaggio che l’autore ha compiuto con il padre, malato di Alzheimer seguendo ricordi personali e collettivi. Il tema cardine intorno al quale si sviluppa è la memoria, articolato su due livelli; quello generale e sotrico degli eventi che portarono alla costituzione dell’Italia, una nazione che non si è mai veramente formata narrando le sopraffazioni e le violenze subite dal Sud ad opera dei Piemontesi in quella che fu una vera e propria conquista con le armi e quello familiare, rappresentato dal viaggio che il regista compie con il padre, lo psichiatra Fausto Rossano scomparso nell’agosto 2012, già direttore del Dipartimento di Salute Mentale Asl Napoli 1 e ultimo direttore sanitario dell'ex Ospedale Psichiatrico Leonardo Bianchi di Napoli. Un’occasione per raccontare al tempo stesso, un po’ della propria vicenda privata, l’importante opera di dismissione del Bianchi, ma soprattutto la vita di un uomo e di un medico che chiuse il manicomio avviando un’importante operazione di reinserimento sociale dei pazienti. Il documentario inizia mostrando la presentazione del volume Folia/Follia curato dal professore Giovanni Villone con il sostegno dello stesso dott.Rossano. Un lavoro di riscoperta dell’archivio del Leonardo Bianchi di Napoli, durato più di dieci anni che ha pemesso di riportare alla luce documenti risalenti ad oltre 150 anni fa, che raccontano la vita degli individui rinchiuse nel manicomio napoletano e la loro graduale e inesorabile perdita di identità. Una metafora della necessità di riconquistare la memoria collettiva. In questo senso il percorso professionale di Fausto Rossano si sposa con gli avvenimenti narrati nel documentario. Mescolando racconti personali e storici in un’unica narrazione, il viaggio permette il recupero della dimensione privata del rapporto padre/figlio e dell’eredità culturale e intellettuale di Fausto Rossano dando vita a un ad movie che, ripercorrendo l’itinerario dei Mille al seguito di Garibaldi, racconta le contraddizioni in cui vive il Sud d’Italia tra passato e presente, tra antiche e nuove speranze, alla riscoperta della propria difficile identità.

 

L’autore

Marco Rossano (Napoli, 1976) è un documentarista e sociologo visuale che dal 2002 vive in Spagna dove si occupa di sociologia visuale all’Università di Barcellona presso la quale, nel 2016 ha conseguito il dottorato in Sociologia. Laureato in Giurisprudenza all’Università di Napoli Federico II, diplomato in regia cinematografica al Centre d’Estudis Cinematogràfics de Catalunya, esperto di video e organizzazione di eventi culturali e teatrali, ha lavorato al Piccolo Teatro di Milano (2006) e al Napoli Teatro Festival Italia (2009-2010) e dal 2015 è tra i fondatori e organizzatori del festival cinematografico Premio Fausto Rossano per il Pieno Diritto alla Salute. Tra i documentari realizzati, che hanno partecipato a diversi festival internazionali di cinema Los jóvenes y el malestar afectivo (2017), Sulla via dei Mille con mio padre (2016), Napoletani en Barcelona (2015), Bannere (2013), Mondo Azzurro (2012), Cento passi per la libertà (2011), El Diego �“ concerto n.10 (2010), Stati d’ansia (2008). Oltre a vari articoli accademici è autore del racconto “La grande illusione” (2011) e del libro “Mondo Azzurro” (2013) entrambi pubblicati con Edizioni Eracle.

Scheda documentario SULLA VIA DEI MILLE CON MIO PADRE

Titolo Originale: SULLA VIA DEI MILLE CON MIO PADRE

Regia: Marco Rossano

Montaggio: Marco Rossano

Missaggio audio: Pablo De Michelis

Color correction: Eva Fromage

Musiche originali: Valerio Rossano e Mario Sellitto

Nazione: Italia

Anno di produzione: 2016

Durata: 56 minuti

Genere:Documentario

Voce fuori: Marco Rossano e Giovanni Del Prete

Produzione: Web Art Communications, MR Production

 

Per contatti: Marco Rossano, cell.Italia 3473618865, cell.Spagna +34 675322402, e-mail marcorossano@hotmail.com; Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 3395098790, e-mail: simona.pasquale@gmail.com;

]]>
ENZO MOSCATO all'AvaNposto Numero Zero per la proiezione di VOTI. Giovedì 4 maggio 2017 Tue, 02 May 2017 16:14:57 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/431005.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/431005.html Simona Pasquale Simona Pasquale

AvaNposto Numero Zero                                                                   

presenta

VOTI

 

Proiezione del cortometraggio di Carlo Guitto. A seguire incontro-dibattito con il regista, Enzo Moscato, Egidio Carbone e altri interpreti moderato dallo storico del cinema Giuseppe Borrione

 

Giovedì 4 maggio 2017, ore 21.00

Via Sedile di Porto, 55 (Via Mezzocannone) �“ 80134 Napoli

 

Proiezione del cortometraggio VOTI (30’- Italia, 2013), esordio alla regia cinematografica dell’attore puteolano Carlo Guitto, tratto da una storia vera.

Interpreti: Enzo Moscato, Benedetto Casillo, Valentina Stella, Carlo Guitto, Enzo Casertano, Anna Troise, Egidio Carbone, Enzo Perna, Agostino Chiummariello, Ciro D’Errico, Pasquale Ioffredo.

Con la partecipazione straordinaria di Enzo Gragnaniello, Davide Marotta, Salvatore Cantalupo, Ida Rendano.

E con la partecipazione speciale di Maria Luisa Santella e Michele Gentile

 

Appuntamento all’AvaNposto Numero Zero di Egidio Carbone per la proiezione del cortometraggio Voti del regista Carlo Guitto. Prodotto dalla Compagnia Teatrale Enzo Moscato in collaborazione con Rio Film e con il supporto dell’associazione Enart e della società Napoli Centro Storico, affronta in chiave satirica e paradossale il fenomeno tristemente attuale del voto di scambio e della perdita di credibilità dei partiti politici. Ambientato in un paese in provincia di Napoli alla vigilia delle elezioni amministrative, Voti denuncia con stile grottesco e visionario la degenerazione del sistema politico italiano, attraverso la storia di Marco, un trentenne insicuro, ossessionato dalla mancanza di prospettive interpretato dal regista stesso, coinvolto nella caccia la voto, a favore de candidato di turno, dietro promessa di favori e aiuti post elettorali. Suo malgrado, accetta di sostenerlo e promuoverlo, venendo in contatto con una carrellata di personaggi, impersonati da una cast stellare, che lo confonderanno ancora di più con consigli, promesse e minacce: il disoccupato, la ’disposta a tutto’, lo psicotico, la para-camorristica, l’egocentrica, la visionaria anziana attrice, l’esaltato pittore post moderno in vena  di proclami sovversivi, il disgustoso, bulimico ex-candidato sconfitto, il piccolo e manesco boss, l’assessore, sfuggente e ambivalente, la seducente onorevole in carriera, il prete apocalittico e sibillino.  Il progetto nasce dall'esigenza di mettere in luce uno spaccato di società odierna e di portare avanti un’indagine socio-culturale sul rapporto dei cittadini con la politica, caratterizzato dal paradosso e dal grottesco e osservato con ironia, talvolta con autentica comicità, senza fare mai riferimento ad alcuna ideologia politica. Al centro vi è la corruttibilità dell’essere umano; i voti si vendono, anche se non si vede mai alcun passaggio di denaro, perché c’è qualcuno che li acquista in un gioco delle parti che rende labile il confine fra onesti, e disoneste, fra criminali e cosiddetta ‘gente perbene’.

 

Ingresso libero, fino a esaurimento posti

Proiezione di VOTI (30’ �“ Italia, 2013)

Di e con Carlo Guitto. Con Salvatore Cantalupo, Benedetto Casillo, Michela Gentile, Enzo Gragnaniello, Davide Marotta, Enzo Moscato, Ida Rendano, Maria Luisa Santella, Valentina Stella e la partecipazione straordinaria di Egidio Carbone, Enzo Casertano, Agostino Chiummariello, Ciro D’Errico, Pasquale Loffredo, Enzo Perna, Anna Troise

Giovedì 4 maggio 2017, ore 21.00

 

Carlo Guitto. Regista e attore da sempre incuriosito dal teatro di ricerca e sperimentale, Carlo Guitto consegue il diploma presso la scuola di recitazione Lo Studio Dance Work di Torino diretta da Enrico Fasella. Approda professionalmente all’attività teatrale alla fine degli anni ’90, quando entra a far parte della compagnia del drammaturgo napoletano Enzo Moscato, di cui diverrà in seguito uno dei più stretti collaboratori. Al suo attivo ha numerosi ruoli teatrali e cinematografici, con partecipazioni nei film Il resto di niente, di Antonietta De Lillo, Tatanka, di Giuseppe Gagliardi, Noi credevamo, di Mario Martone e nella serie televisiva Gomorra.

AvaNposto NumeroZero: web. www.facebook.com/APNumeroZero;

Botteghino AvaNposto: cell. +39 3661149276; e-mail. avanpostonumerozero@outlook.it;

Direttore Artistico: Egidio Carbone, cell. +39 3475829507; e-mail. egidiocarboneregista@gmail.com;

Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. +39 3395098790; e-mail. simona.pasquale@gmail.com;

]]>
Salvatore Cantalupo all’AvaNposto Numero Zero, ven erdì 21 e sabato 22 aprile 2017 Mon, 17 Apr 2017 22:28:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/429118.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/429118.html Simona Pasquale Simona Pasquale

AvaNposto Numero Zero                                                                                             

presenta

MEMINI MUTAMENTI TEATRO. I CUNTI DELLA BIBBIA �“ AZIONE n.10

di e con Salvatore Cantalupo

 

Venerdì 21 aprile 2017, ore 21.00

Sabato 22 aprile 2017, ore 21.00

Via Sedile di Porto, 55 (Via Mezzocannone) �“ 80134 Napoli

 

Chi determina la condizione attuale della vita sul pianeta Terra? È la domanda da cui muove i passi l cunti della Bibbia �“ Azione n. 10, l’allestimento scenico di e con Salvatore Cantalupo che sarà sul palco dell’AvaNposto Numero Zero venerdì 21 e sabato 22 aprile, insieme agli allievi del suo laboratorio teatrale Memini Mutamenti Teatro Danilo Bifulco, Gianluca Guarino, Alessia Guerriero, Patrizia Iorio, Ida Lauropoli, Amelia Longobardi, Ambra Marcozzi, Cristina Messere, Ramona Pisano, Anna Ragucci, Carolina Romano, Bruno Toro, Sara Volpe. Accompagnamento musicale a cura di Rosario Di Lullo alla chitarra, Marino Robinson alla batteria, Gianluca Guarino al sassofono, Sara Volpe al canto. Coreografie di Ambra Marcozzi. Assitente attori, Amelia Longobardi. Traduzioni di Giovanni Pettinato, Zacaria Sitchin e Mauro Biglino. Un viaggio a ritroso nella storia umana iniziata oltre dieci anni fa attraverso ricerche e innumerevoli AZIONI dell’artista e performer napoletano Salvatore Cantalupo, per arrivare a ciò che è scritto sui libri sacri, fino al Vecchio Testamento e alla Bibbia. Un lavoro di riscoperta delle prime forme di scrittura come l'accadico, le incisioni cuneiformi e i segni primordiali lasciati sulle tavolette sumere trovate durante gli scavi archeologici di inizio Novecento nei territori della Mezzaluna Fertile. Pagine morte, riportate alla vita da un sapiente lavoro di traduzione in lingua madre, il napoletano, accompagnate da danze e musiche, composte o arrangiate durante il laboratorio che si intrecciano disordinatamente in un labirinto fatto di rcconti incredibili e fantastici, ma anche molto crudeli e spietati. Si raccontano le storie che tutti conosciamo, come quella di Lot, o di Adamo ed Eva ma in una chiave completamente nuova, alla luce di nuove visioni. 

 

Meminiti Mutamenti Teatro. I cunti della Bibbia �“ Azione n.10

di e con Salvatore Cantalupo. Con Danilo Bifulco, Gianluca Guarino, Alessia Guerriero, Patrizia Iorio, Ida Lauropoli, Amelia Longobardi, Ambra Marcozzi, Cristina Messere, Ramona Pisano, Anna Ragucci, Carolina Romano, Bruno Toro, Sara Volpe. Chitarra Rosario Di Lullo, batteria Marino Robinson, sassofono Gianluca Guarino, voce Sara Volpe. Coreografie di Ambra Marcozzi. Assistente attori, Amelia Longobardi

Venerdì 21 aprile 2017, ore 21.00

Sabato 22 aprile 2017, ore 21.00

 

Contributo associativo AvaNposto Numero Zero 10€. Ingresso riservato ai soci

 

AvaNposto NumeroZero: web. www.facebook.com/APNumeroZero;

Botteghino AvaNposto: cell. 3661149276, e-mail. avanpostonumerozero@outlook.it;

Direttore Artistico: Egidio Carbone, cell. 3475829507, e-mail. egidiocarboneregista@gmail.com;

Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 3395098790; e-mail. simona.pasquale@gmail.com;    
]]>
Intervento del Sindaco De Magistris al Concorso Manichino d'Oro Fri, 14 Apr 2017 14:37:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/428987.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/428987.html Simona Pasquale Simona Pasquale

Confartigianato Napoli e Accademia Nazionale dei Sartori

PREMIO MANICHINO D’ORO 2017 �“ comunicato finale

 

Degna conclusione della IX edizione del prestigioso concorso sartoriale Manichino d’Oro, indetto dall’Accademia Nazionale dei Sartori e organizzato presso l’edificio della Borsa, da Confartigianato Napoli, con il patrocinio morale del Comune di Napoli, della Camera di Commercio di Napoli e del Consiglio Regionale della Campania. Stamattina, nel Salone dei Convegni, i sedici partecipanti hanno esibito le proprie creazioni in una suggestiva sfilata, ricevendo premi e attestati direttamente dalle mani del Sindaco Luigi De Magistris.

 

Con il Primo Cittadino sono intervenuti al dibattito moderato da Stefania Moretti, del Gruppo Sole 24 Ore: il Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Napoli Girolamo Pettrone, che ha fatto gli onori di casa, il Consigliere Regionale Luigi Bosco che ha evidenziato l’importanza della proposta di creazione di un incubatore per l’artigianato, il Presidente dell’Accademia Nazionale dei Sartori Ilario Piscionieri che ha sottolineato l’importanza della sartoria napoletana, il Delegato Regionale dell’Accademia dei Sartori Raffaele Antonelli che ha raccontato del lavoro e della dedizione delle botteghe sartoriale napoletane e campane che si sono aggiudicate le utlime due edizioni nazionali dei concorsi sartoriali Manichino d’Oro, dedicato alla moda femminile e Forbici d’Oro, riservato alla moda maschile. Conclusioni affidate al Presidente di Confartigianato Napoli Enrico Inferrera e al Sindaco di Napoli Luigi De Magistris che ha voluto premiare i vincitori in prima persona.

 

«Ciascuno di noi deve sentirsi responsabile per ogni ragazzo che va via della nostra città e dalla nostra regione. Se vogliamo che questo territorio diventi finalmente produttivo, non possiamo girarci dall’altra parte, ma affrontare la realtà. Questa presa di coscienza, sta crescendo e negli ultimi anni le cose stanno finalmente migliorando. Dipende da noi, è sempre la gente a cambiare le cose. La Politica viene dopo, ma se ciascuno di noi riesce a fare un pezzetto di strada, induce anche gli altri a crederci. Durante la mia presidenza ho cercato di trasformare Confartigianato in un’associazione radicata sul territorio, che non tenesse conto solo della tutela dell’impresa senza rapportarsi all’ambiente circostante e alle persone che ci vivono. Solo così c’è un reale progresso, nessuna attività può andare avanti se questo non avviene. Oggi dopo alcuni anni anche le associazioni del Nord più attente alla filosofia dell’utile, cominciano a pensarla come noi» dichiara Enrico Inferrera

 

«Sono molto contento di aver accettato l’invito del Presidente Inferrera e di essere intevenuto oggi a questa manifestazione. Napoli e la Campania, hanno uno straoridario patrimonio di mestieri tradizionali da recuperare, frutto della nostra straordinaria cultura e creatività, che possono e sempre più stanno diventando un volano di sviluppo per la nostra regione e la nostra città che, a dispetto dell’emigrazione, resta la città d’Europa con più giovani. Sono loro la nostra risorsa, noi non abbiamo bisogno delle trivelle delle bombe e delle guerre» conclude il Sindaco De Magistris.

 

Vincitori dei Premi assegnati dalla Giuria Tecnica di Maestri Sarti

Primo classificato, vincitore del Manichino d’Oro che rappresenterà la Campania al Concorso Nazionale: Paolo Iovino. Seconda classificata, vincitrice del Premio Miglior Disegno: Nunzia Duraccio. Terza clsasificata, vincitrice del Premio Miglior Lavoro: Giovanna Duraccio. Premi Ago e Ditale d’Oro: Maria Simeone, Anna Borrelli, Anna Auditano.

 

Premio Napoli, assegnato da una giuria di NON addetti ai lavori: Giovanna Duraccio

Opere realizzata dall’artista Sara Lubrano

 

Giuria Tecnica: Raffaele Antonelli, Luigi Di Domenico, Susy Esposito, Vincenzo Pepe, Angela Esposito, Angela Barone, Giancarlo del Prete. Presidente: Raffaele Antonelli

Giuria Premio Napoli: Enrico Inferrera, Stefania Moretti, Antonio Popolla, Roberto De Laureantiis, Danilo Iervolino, Francesco Fimmanò, Lucio Pierri. Presidente: Girolamo Pettrone

 

Vincitore Premio Manichino d’Oro 2017: Paolo Iovino: 338-1176547

Segreteria Confartigianato Napoli: Teresa Guarino, tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it;

Segreteria Organizzativa: Tiziana Aiello, cell. 338-2424724, e-mail. tiziana_aiello@libero.it;

Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com, simona.pasquale@libero.it;    
]]>
Confartigianato Napoli e Accademia dei Sartori. Premio Manichino d'Oro alla Camera di Commercio di Napoli Tue, 11 Apr 2017 00:25:53 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/428470.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/428470.html Simona Pasquale Simona Pasquale

Confartigianato Napoli e Accademia dei Sartori

PREMIO MANICHINO D’ORO 2017 �“ Concorso Regione Campania

Giovedì 13 e venerdì 14 aprile 2017, ore 9.00-13.00

Sala delle Contrattazioni della Camera di Commercio di Napoli, Piazza della Borsa

 

Si svolgerà giovedì 13 e venerdì 14 aprile 2017, presso la Sala delle Contrattazioni della Camera di Commercio di Napoli, la IX edizione del premio sartoriale Manichino d’Oro. Promossa da Confartigianato Napoli, in collaborazione con l’Accademia Nazionale dei Sartori di Roma, l’iniziativa gode del Patrocinio Morale del Comune di Napoli, della Camera di Commercio di Napoli e del Consiglio Regionale della Campania. Previsto l’intervento del Sindaco Luigi De Magistris alla premiazione finale del venerdì.

 

Il concorso, a cadenza biennale è il principale riconoscimento che l’Accademia Nazionale dei Sartori, fondata a Roma nel 1575 da Papa Gregorio XIII come Università degli Studi e ancora oggi rappresenta la principale istituzione del settore, attribuisce al sarto artigiano che sappia mettere meglio in risalto lo stile, la capacità tecnica, l'estro creativo e il rigore formale della sartoria femminile su misura e si alterna alle Forbici d’Oro, l’omologa competizione in ambito maschile. Si tratta di una rassegna senza scopo di lucro che vede impegnati i giovani diplomati e laureati nel campo della Moda, fino a un massimo di trentacinque anni d’eta, che lavorano presso botteghe artigiane della Regione Campania i quali si sfideranno nella realizzazione, seguendo indicazioni su modello e misure fornite la momento, di un tracciato e di un capo finito e indossato da una mannequin. Una giuria di qualità, composta da Maestri valuterà il lavoro e decreterà il vincitore, il quale rappresenterà la Campania nel concorso nazionale che si terrà a Roma, in data da definire, durante una sessione di quattro giorni. Il Premio ha l'obiettivo di mantenere alto il prestigio del Sarto Italiano e del Made in Italy nel mondo e di richiamare l'attenzione del pubblico sulla qualità della creazione artigiana e l'interesse dei giovani in cerca di lavoro. Sei i trofei in palio: il Manichino d’Oro, opera dell’artista Sara Lubrano, associata di Confartigianato Napoli e iscritta al gruppo Donne Impresa, le targhe Miglior Disegno e Miglior Lavoro, le menzioni speciali Ago d’Oro e Ditale d’Oro e il Premio Napoli assegnato da una giuria eterogenea. Le ultime edizioni nazionali, femminile e maschile hanno visto per la prima volta nella storia, l’affermazione di sarti campani che verranno premiati durante l’ultima delle due giornate napoletane. Si tratta di Angela Barone, Premio Nazionale Manichino d’Oro 2015 e dei Premi Nazionali Forbici d’Oro 2016 Milena La Montagna e Giancarlo Del Prete rispettivamente nelle categorie, junior e senior.

 

Giuria Tecnica: Raffaele Antonelli, Luigi Di Domenico, Susy Esposito, Vincenzo Pepe, Angela Esposito, Angela Barone, Giancarlo del Prete. Presidente: Raffaele Antonelli

Giuria Premio Napoli: Enrico Inferrera, Stefania Moretti, Antonio Popolla, Roberto De Laureantiis, Danilo Iervolino, Francesco Fimmanò, Maria Mazza, Lucio Pierri. Presidente: Girolamo Pettrone 

 

Programma di giovedì 13 aprile, 2017

Ore 9.00-13.00 Concorso sartoriale

 

Programma di venerdì 14 aprile, 2017

Ore 9.00 Premiazione con interventi di:

               Girolamo Pettrone, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Napoli

               Luigi Bosco, Consigliere Regionale

               Enrico Panini, Assessore alle Attività Produttive del Comune di Napoli

               Enrico Inferrera, Presidente di Confartigianato Napoli

               Raffaele Antonelli, Delegato Regionale dell’Accademia dei Sartori

               Ilario Piscionieri, Presidente dell’Accademia Nazionale dei Sartori

 

Ore 11.30 Intervento di Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli

 

Modera

Stefania Moretti, Gruppo Sole 24 Ore Regione Campania

 

Segreteria Confartigianato Napoli:Teresa Guarino, tel. 081-5520039, e-mail. teresa.guarino@confartigianatona.it;

Segreteria Organizzativa: Tiziana Aiello, cell. 338-2424724, e-mail. tiziana_aiello@libero.it;

Ufficio Stampa: Simona Pasquale, cell. 339-5098790, e-mail. simona.pasquale@gmail.com;

]]>