Comunicati.net - Comunicati pubblicati - scambio Comunicati.net - Comunicati pubblicati - scambio Fri, 23 Aug 2019 22:46:24 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/19613/1 Gli sportivi preferiscono la camminata alla pedalata Tue, 07 May 2019 16:17:16 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/550571.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/550571.html scambio scambio Archiviata la prima prova costume, con risultati più o meno positivi, è ora tempo di pensare a come mantenere il fisico conquistato con estenuanti sedute in palestra e diete brucia grassi; ma quali attrezzi per il fitness scelgono gli amanti dello sport o gli atleti last minute che devono ancora perdere qualche chiletto in più? Secondo un sondaggio sempre più sportivi preferiscono allenarsi con il Tapis Roulant, piuttosto che pedalare in sella ad una Cyclette. Visita il sito http://www.tapisroulantelettrico.org/ per restare aggiornato con le ultime uscite.

Secondo i dati raccolti il 41% degli intervistati il tapis roulant non è solo l'oggetto del desiderio che non può mancare nelle palestre, bensì è l'attrezzo per il fitness a cui non si può rinunciare nel momento in cui si sceglie di praticare l'allenamento in casa.

La camminata è ormai lo sport per antonomasia, l'attività prediletta, sia dai giovani, che dagli sportivi più in là con l'età.

Al secondo posto tra gli attrezzi preferiti troviamo con il 23% la Cyclette che, soprattutto nella versione pieghevole, rappresenta una valida alternativa al più ingombrante tappeto.

Terzo, tra le preferenze, si posiziona il Crosstrainer o Ellittica (18%) che incontra, per lo più, i consensi da parte del gentil sesso che non disdegna le quotidiane sedute di allenamento di fronte al proprio programma televisivo preferito.

Se il Tapis Roulant incontra i favori di un pubblico ampio, va precisato che la Cyclette conserva ancora oggi uno zoccolo duro di fedelissimi, che non rinunciano a quella che un tempo era la bici da camera per bruciare le calorie in eccesso, le donne invece non nascondono la loro passione per il Crosstrainer, l'attrezzo che più di altri regala un lato B ed una silhouette da invidia.

Fanalino di coda per le Pedane Vibranti e gli Elettrostimolatori, che nonostante entrino a far parte di questa classifica, si posizionano rispettivamente al quarto (13%) ed al quinto (5%) posto tra le preferenze degli amanti dello sport.

Il vero sportivo, anche se occasionale, ama fare attività aerobica, avere la sensazione di bruciare veramente i grassi e le calorie in eccesso attraverso la fatica ecco perchè gli attrezzi o gli strumenti che promettono perdita di peso o definizione del corpo solo grazie a delle vibrazioni non convincono i seguaci del fitness per cui “fatica” e “sudore” corrispondono sempre al risultato desiderato.

]]>
Robot aspirapolvere, l'alleato per le pulizie di casa Tue, 07 May 2019 15:52:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/arredamento/550554.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/arredamento/550554.html scambio scambio I robot aspirapolvere sono un'invenzione tecnologica utilissima, specie per chi ha poco tempo a disposizione per pulire la casa, tra lavoro e famiglia. Potete controllare le ultime novità e confrontare modelli visitando http://www.irobotaspirapolvere.it/. Piccoli, silenziosi e potenti, consentono di godersi un po' di sano relax, affidando la pulizia della casa a veri e propri gioielli tecnologici, utili per curare i propri spazi senza faticare o stancarsi.

Sono dotati di sensori specifici, anti-urto e anti-caduta, per garantire un'autonomia completa nella pulizia della propria casa: con batterie molto capienti e un sistema di programmazione avanzato, consentono di scegliere il momento in cui entrare in azione autonomamente. Una volta finito il proprio lavoro tornano alla propria base, per ricaricarsi o, nel caso di prodotti particolarmente avanzati, per svuotare il proprio serbatoio dalla polvere, lasciando dietro a sé superfici curate e pulite a fondo. Il robot aspirapolvere è un vero e proprio alleato per le pulizie di casa, perché consente di ottimizzare il poco tempo a disposizione, attivandosi ed entrando in funzione in completa autonomia, facendo trovare la casa pulita anche sotto ai divani o sotto ai mobili più bassi: spessi pochi centimetri e con spazzole pulenti, riescono a raggiungere i punti più difficili della casa, pulendoli senza problemi e in profondità.

La tecnologia in questo campo ha fatto passi da giganti: esistono robot aspirapolvere in grado di riconoscere gli spazi da raggiungere senza il pericolo di incastrarsi, in grado di creare una mappatura della casa per riconoscere il percorso migliore da intraprendere per non incontrare ostacoli o di consentire l'impostazione di un muro immaginario, per poterli relegare alla pulizia di una sola stanza, senza il rischio di incidenti o cadute. Esistono robot aspirapolvere per la pulizia di casa, indicati per chi possiede amici a quattro zampe, in grado di aspirare non solo polvere o sporco in generale, ma anche peli e capelli per una pulizia più completa. Il fatto che questi piccoli gioielli della tecnologia siano autonomi, abbiano un avvio programmabile e automatico e siano in grado di tornare autonomamente alla base per ricaricarsi o svuotarsi, li rendono alleati ideali per la pulizia di casa.

]]>
L'estetica oggi Tue, 07 May 2019 15:30:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/moda/550533.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/moda/550533.html scambio scambio Le cure contro la cellulite interessano molte donne che soffrono di questo intestetismo. Per consigli e guide visita www.sit-italia.it.

La cosa migliore sarebbe prevenire, con una dieta ricca di frutta e verdura, proteine e pochi grassi e dolci e anche dello sport o in alternativa camminate veloci ogni giorno per ridurre i depositi di tessuto adiposo e ristagno di liquidi.

Ci sono anche medicinali e prodotti fitoterapici per combatterla, e la medicina estetica offre valide alternative per l'eliminazione di questo fastidioso problema.

Anche le smagliature sono un inestetismo molto diffuso, e si combattono con la prevenzione oppure la medicina estetica offre valide terapie con il laser che brucia il tessuto connettivo danneggiato e ricostruire il tessuto nuovo.

La laser terapia serve per tanti inestetismi della pelle e anche per la depilazione definitiva o l'epilazione, che riduce la quantità di peli fino a eliminarli del tutto in diverse sedute.

Il numero di sedute varia a seconda del tipo di trattamento, dell'età e delle caratteristiche fisiche del paziente e dell'area del corpo che si intende depilare.

]]>
Consigli sugli orologi Tue, 07 May 2019 15:22:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/moda/550527.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/moda/550527.html scambio scambio Sembra che la gente voglia un orologio di lusso per molte ragioni diverse. Alcuni scelgono di tenere il passo con le ultime tendenze e usano gli orologi come accessori di moda. Altri hanno requisiti specifici e vogliono un cronometro o qualcosa che possono indossare per lo sport, possono anche aver bisogno di un orologio che sia impermeabile.

Sia che tu voglia un orologio che sia affidabile e che ti dica solo l'ora del polso o qualcosa che sia un'estensione della tua personalità e che dica qualcosa su di te come individuo, ecco la mia guida in 3 fasi per aiutarti a effettuare l'acquisto. E per ulteriori guide e consigli vai su www.orologiodapolso.org.

1. Riconosci una cosa buona quando la vedi

Una delle cose più importanti da considerare quando si acquista un orologio di lusso online è assicurarsi che il proprio fornitore venda articoli autentici. Immagina quanto sei dispiaciuto, figuriamoci arrabbiato se sentissi che aprendo il pacco hai scoperto che il numero seriale era stato graffiato o non ne aveva nemmeno uno ed era in effetti una replica.

Non c'è bisogno di allarmarsi, non è questa l'intenzione in quanto vi sono molti siti rispettabili dai quali è possibile acquistare un modello originale con garanzia del produttore.

2. Scegliere con saggezza quando si effettua l'acquisto

Se sei una di quelle persone a cui piace fisicamente vedere un oggetto prima di acquistarlo, allora perché non visitare un negozio locale e vedere una selezione di orologi di lusso. In questo modo non ci sarà alcuna possibilità che verrai deluso quando arriverà il tuo pacco e scoprirai che non sembra come l'hai immaginato nella foto. Sebbene la tecnologia al giorno d'oggi abbia alleviato questo problema notevolmente perché la qualità delle foto può essere molto buona, è possibile ingrandire lo scatto per ottenere una visione ravvicinata.

3. Recensioni

Oltre a garantire che il tuo acquisto provenga da una società rispettabile, assicurati di leggere alcune recensioni.

Può davvero aiutare quando sai cosa hanno da dire le persone che hanno effettivamente acquistato un oggetto.

Alcuni degli orologi più famosi che troverai sono Michael Kors, Skagen, Bulova, Tag Heur, per citarne solo alcuni che dovrebbero resistere alla prova del tempo e avere un bell'aspetto al polso negli anni a venire.

Anche se la tecnologia di oggi ti offre l'opportunità di dire l'ora sul tuo cellulare, computer o qualsiasi altro gadget che preferisci portare in giro in qualsiasi momento, per molte persone non c'è niente di meglio della sensazione di un po 'di lusso al polso.

Fintanto che il distributore invia i suoi orologi di lusso dai rivenditori autorizzati e offre una garanzia, dovresti scoprire di avere un grande piacere dal tuo orologio per il futuro.

]]>
Come si puliscono i pannellli solari? Tue, 07 May 2019 15:07:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/550496.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/550496.html scambio scambio Le energie rinnovabili, delle quali fa parte l'energia solare, nascono dall'esigenza di risparmiare sull'energia e sull'impatto ambientale. Il boom è avvenuto nell'ultimo decennio, dove sempre più i pannelli solari sono scelti per fornire alimentazione alle abitazioni.

Tutti potranno finalmente utilizzare energia elettrica prodotta con i pannelli solari fotovoltaici, con la consapevolezza di non inquinare e di usare sempre meno petrolio. Grazie all'uso di energia elettrica prodotta da sistemi fotovoltaici saranno immessi in atmosfera quantitativi inferiori di anidride carbonica, garantendo finalmente un riequilibrio dell'ecosistema, già fortemente compromesso dall'uomo.

Ma come si puliscono i pannelli solari? Abbiamo chiesto al portale VestoCasa.it di darci qualche informzione pratica su come occuparsi della manutenzione dei nostri pannelli solari.
Per cominciare bisogna immaginare il pannello solare come uno specchio, fuori sul tetto per 365 giorni all'anno, esposto al sole, ma anche alla pioggia (che contiene molte impurità, quindi non vale come sistema di lavaggio), al vento (con la mole di detriti che spostano), ai volatili che spesso sporcano con i loro escrementi. Il pannello solare va quindi pulito per evitare inefficienze - circa il 20/25% in meno di rendimento-. Infatti nel corso degli anni, se non vengono trattati in modo opportuno, si potrebbe incorrere in un deterioramento del pannello, diminuendo del suo potere recettore, se ci si dimenticasse di fare della manutenzione.

Ma cosa bisogna usare per pulire i pannelli solari? Nel 80% dei casi, affermano gli esperti,  è sufficiente utilizzare dell'acqua osmotizzata, quindi, come già detto per la pioggia, non è sufficiente utilizzare della semplice acqua della rete idrica in quanto il calcare e le impurità presenti si depositerebbero sulla superficie del pannello.

]]>
Una giornata al centro commerciale Mon, 02 Feb 2015 10:12:43 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/344525.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/344525.html scambio scambio Ieri, giornata di compere al centro commerciale, in compagnia di un'amica. Dovevo fare qualche acquisto di prima necessità e volevo curiosare un po' tra le novità del reparto elettrodomestici, nel centro commerciale del mio quartiere: è ben fornito e dista da casa mia appena 10 minuti di camminata. Col freddo autunnale, è stata un'ottima soluzione per trascorrere una bella giornata in compagnia della mia migliore amica, che a dire il vero non vedevo da un bel po'.

L'ultima volta che c'ero stata di domenica, qualche mese fa, avevo appena fatto in tempo ad accaparrarmi l'ultimo tritatutto rimasto, dopo che il mio era definitivamente defunto: povero tritatutto, aveva svolto egregiamente il suo mestiere per molti anni!

Dopo un giro veloce nel supermercato all'interno del centro commerciale, abbiamo visitato la sezione relativa agli elettrodomestici per la cucina e per la casa: quante cose da vedere! Ero interessata all'acquisto di un robot aspirapolvere, perché con il nuovo lavoro a tempo pieno, finalmente, passo la maggior parte delle mie giornate in ufficio e arrivata stanca a casa, ho voglia soltanto di buttarmi sul divano a guardare la TV, coccolando il mio gatto. Figuriamoci se ho intenzione di prendere scopa e paletta e iniziare a pulire il mio appartamento, a mala pena riesco a trovare le forze per prepararmi la cena!

Dopo essermi informata in rete, cercando la soluzione più giusta come rapporto qualità/prezzo, ero indecisa su vari modelli che volevo prima vedere e toccare dal vivo: sono troppo carini i robot aspirapolvere, me ne sono innamorata dal primo momento che li ho visti. L'indecisione principale era sulla forma da scegliere, ne esistono moltissimi modelli rotondi ma ben pochi quadrati: LG era l'unica marca presente nel centro commerciale, a proporre validi robot aspirapolvere quadrati. Sinceramente ho subito pensato che fosse la soluzione migliore, perché grazie alla propria forma, possono pulire in maniera ottimale non solo pavimenti e superfici generiche, ma anche gli angoli.

Ero indirizzata e indecisa sul modello LG Hom-bot e il Roomba 620, che già, dalle recensioni, mi avevano già incuriosita non poco: entrambi venivano proposti a un prezzo veramente interessante e avevano specifiche create appositamente per gli utenti con le mie necessità. Oltre a volere un prodotto che riuscisse a rimuovere i peli di gatto, e che non fosse, quindi, troppo rumoroso per non dar noia al mio amico a quattro zampe, cercavo un modello di robot aspirapolvere che fosse in grado di avviarsi autonomamente a seconda del timer. Il mio sogno era quello di tornare a casa, trovarla pulita in lungo e in largo, e vedere il robottino ad autoricaricarsi alla sua base.

Ho scelto, dopo aver ponderato tutti i pro e i contro, l'LG Hom-bot: la forma quadrata, onestamente, è riuscita a convincermi a pieno. Oggi, dopo essere tornata da lavoro dopo aver impostato il timer di avvio alle 9:00 del mattino, ho trovato la mia casa semplicemente perfetta: una bella giornata al centro commerciale con una cara a mica, e un ottimo bottino portato a casa. Ora mi domando: come ho fatto, fino ad ora, a sopravvivere senza un guerriero della polvere così efficace ed efficiente?

]]>
Staffe per TV: cos'è lo standard VESA? Mon, 02 Feb 2015 10:03:02 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/344524.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/344524.html scambio scambio  

Cosa c'è di meglio che guardare un bel film sul proprio divano adorato, sfruttando le immagini in alta definizioni di un bello schermo LCD o al plasma da infiniti pollici? Dopo una giornata stressante, tra lavoro e impegni di ogni tipo, un po' di relax è fondamentale: negli ultimi anni, grazie al digitale terrestre e alle tv private, i palinsesti si sono notevolmente arricchiti andando a soddisfare i bisogni di utenti di tutte le età.

Per sfruttare al meglio le potenzialità del nostro nuovo televisore scintillante e perfetto, occorre studiare appositamente un arredamento che ci consenta di godere di immagini stupende: generalmente, è sempre meglio non appendere il nostro nuovo televisore su pareti esposte a fonte di luce, come finestre, lampade o lampadari particolarmente potenti. Inoltre, il livello di inclinazione va a incidere inevitabilmente sulla qualità generale delle immagini, per questo motivo è sempre meglio sfruttare supporti per TV posizionati ad almeno 50 cm da terra.

Le staffe per TV sono supporti studiati per rendere una necessità pratica bella e non d'intralcio: pensiamo ai carrelli, d'ingombro e d'intralcio in salotti magari un po' troppo stretti, da spostare costantemente per guardare la televisione in maniera ottimale. Le staffe TV, invece, sono soluzioni pratiche, che trasformeranno il problema del “dove metto la TV, ma soprattutto come?” in un elegante elemento che andrà ad amalgamarsi alla perfezione con qualsiasi tipologia di arredamento.

Ma cosa bisogna sapere, prima di acquistare una staffa TV? Bisogna, prima di tutto, essere a conoscenza degli standard VESA, imprescindibile per far sì che la scelta ricada sull'acquisto del miglior supporto per TV.

VESA è una sigla che sta per Video Electronics Standard Association e indica una sorta di “accordo” tra i maggiori produttori di TV e personal computer, grazie al quale vengono stabilite le misure forfettarie per acquistare un supporto adeguato da fissare. Tutte le televisioni in commercio, sia LCD che al plasma, sono per l'appunto dotate di appositi fori che servono per poter appendere le staffe: gli standard VESA garantiscono il rispetto delle distanze tra i fori.

Nel caso in cui decidessimo di acquistare un televisore di un marchio produttore non presente nell'accordo VESA, dovremo necessariamente ricorrere ad altre soluzioni: esistono supporti personalizzabili, staffe per TV create appositamente per misure straordinarie da ordinare presso rivenditori di fiducia sia fisici che online. In questo caso, dovremo tenere di conto del rapporto tra pollici e dimensioni del televisore, scegliendo il supporto per TV adeguato per il peso e la misura complessiva.

Insomma, per poter stare sempre sicuri di non rischiare di veder piovere, letteralmente, dalla nostra parete quella televisione che abbiamo acquistato con tanti sacrifici, è importante acquistare le migliori staffe per TV: è fondamentale leggere attentamente quanto riportato sia sulla confezione di vendita del supporto che sul libretto di istruzioni fornito con il televisore.

]]>
Mamme, papà: arrivano i Baby Monitor indossabili! Thu, 22 Jan 2015 10:31:47 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/343631.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/343631.html scambio scambio  

Quando si parla di bebè, la sicurezza non è mai abbastanza: abbiamo bisogno di sapere sempre se i nostri piccoli hanno bisogno di qualcosa, se stanno dormendo tranquillamente o se sono irrequieti e in cerca di un abbraccio dei propri genitori. I baby monitor, da sempre, sono considerati uno degli strumenti più importanti del corredino di un piccolo: consentendo di rimanere sempre in contatto con lui, ascoltandolo e, per alcuni modelli, vedendolo in un piccolo display, danno modo a genitori, nonni, zii e baby sitter di avere la giusta sicurezza e un occhio costante che vigili sul piccolino.

Per aiutare tutte le mamme e i papà a monitorare al massimo il sonno del proprio piccolo, sono stati ideati e inventati i baby monitor indossabili: sono, in pratica, delle piccole cavigliere che registrano i segni vitali del bambino durante il sonno. Il loro compito? Lo stesso di un normale baby monitor per bebè, ovvero quello di dare modo alle mamme e ai papà di controllare il proprio piccolo durante il sonno. La differenza, anzi, il vantaggio, sta nel fatto che il controllo potrà avvenire tramite smartphone, in maniera diretta e veloce: le nuove tecnologie vengono così incontro a tutte le mamme e a tutti i papà del mondo, fornendo strumenti sempre migliorati e sempre più rassicuranti. Il vantaggio di poter avere un prodotto che consenta di avere in tempo reale le informazioni necessarie, sta nella logica conseguenza di poter intervenire prontamente in caso di bisogno. Il baby monitor indossabile è, in definitiva, un baby monitor da collegare alla caviglia, simile a un braccialetto: è ipoallergenico, traspirante e lavabile, disponibile in più misure per adattarsi alla crescita del piccolo. Tramite un sensore sul corpo del piccolo baby monitor, si possono controllare frequenza cardiaca, temperatura, movimenti e posizione del piccolo. In dotazione viene fornito un caricabatterie wireless, attraverso il quale si potranno monitorare l'ambiente, i suoni, la situazione relativa a umidità e luce.

Una comoda applicazione per smartphone e tablet, invierà man mano le notifiche in tempo reale, trasmettendo le condizioni di riposo del piccolo e dell'ambiente nel quale si trova.

Ormai i tempi sono cambiati, le tecnologie si sono ingrandite e hanno acquistato una maggiore autonomia: il controllo frequente, assicurato dai nuovi mezzi, ha potuto risolvere una delicata questione, prevenendo i drammatici casi di morte in culla. Potendo sempre stare certi dell'andamento del sonno del piccolo, e della posizione nella quale sta riposando, sarà possibile essere sempre sicuri di non correre rischi. È importante che il piccolo riposi sempre a pancia in su, sia di giorno che di notte: in questo modo non ci sarà nessun rischio per la sua incolumità e la sua sicurezza.
Maggiori informazioni sulle varie tipologie di baby monitor su www.miglioribabymonitor.it, inoltre puoi confrontare i vari prodotti fino a capire quale sia migliore per le tua esigenza.

]]>
Tutte le tipologie di epilatore Sat, 17 Jan 2015 14:18:47 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/moda/343274.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/moda/343274.html scambio scambio  

Parola d'ordine: estirpiamoli! Di chi stiamo parlando? Naturalmente di loro, i tanto dannati peli che costantemente, come parche, si ripresentano segnando il destino di ogni donna: quando arriva il momento di depilarsi o epilarsi, è sempre un duro colpo. Parliamo, comunque, di una velocità di ricrescita di pochissimi giorni, nel caso della depilazione, e di settimane (addirittura un mese), nel caso dell'epilazione. Viene da sé la conseguenza logica di quanto il secondo sia nettamente più consigliato rispetto al primo metodo, ottimo se si va veramente di fretta e non si ha tempo di stare lì a epilarsi con molta pazienza.

Parliando di epilatori, pensiamo solitamente al classico Silk-Epil, ma quanti modelli esistono, in realtà? Per prima cosa, diciamo che tutti i modelli sono caratterizzati da specifiche comuni: l'epilatore non ha effetti collaterali, confrontando la tecnica che sfrutta con altre metodologie. Pensiamo, ad esempio, alla crema depilatoria: una sostanza chimica recide i peli in superficie, rischiando di diventare problematica nel caso in cui la nostra pelle fosse troppo delicato.
Anche la lametta comporta arrossamenti e incidenti di percorso, come piccoli tagli e capillari rotti. L'epilatore, invece, può provocare al massimo un po' di rossore, che tenderà a sparire da sé dopo qualche ora: utilizzandolo per molto tempo, inoltre, i peli cresceranno sempre più radi e in quantità minori. Il prezzo di un epilatore, inoltre, è sceso molto rispetto a qualche anno fa: si possono trovare modelli a basso costo, ma dalle prestazioni comunque elevate, ottimi anche da portare in viaggio perché molto contenuti nelle dimensioni.

Passando specificatamente al cuore dell'articolo, veniamo alle tipologie di epilatori in commercio: si possono trovare epilatori con ventola integrata, i quali, grazie a un getto d'aria fresca, leniscono il dolore al momento dell'epilazione; la tecnologia ha fatto in modo che si sviluppassero anche modelli estremamente silenziosi, ottimi da sfruttare in qualsiasi situazione. Esistono poi gli epilatori elettrolitici i quali, sfruttando l'elettrolisi, trasmettono una minuscola quantità di corrente che colpisce il bulbo pilifero, indebolendolo: il vantaggio è che nel corso del tempo la ricrescita sarà completamente azzerata, a discapito del trattamento piuttosto lungo nel corso dei mesi. Si consigliano due sedute a settimana fino a che i risultati desiderati non saranno ottenuti.

Le tipologie più diffuse sono quelle degli epilatori con pinzette in ceramica, materiale ottimo per alleviare il dolore e per andare a stanare anche i peli più corti: le principali case produttrici includono, nei loro modelli, un rullo massaggiante, che lenisce nettamente il dolore, una luce per poter vedere meglio la zona da trattare e strumenti refrigeranti. In particolare, questi ultimi sono speciali strumenti, come guanti o sacche da tenere in freezer prima dell'utilizzo, da passare sulle zone epilate per alleviare il dolore.

Il nostro consiglio per la vostra scelta, è di optare per modelli indirizzati verso la diminuzione del dolore, nel caso in cui foste particolarmente sensibili: una cosa è certa, una volta provato l'epilatore, difficilmente tornerete indietro!

]]>
Ottenere un prestito senza garanzie, come fare? Tue, 13 Jan 2015 13:48:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/342906.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/342906.html scambio scambio  

Avere accesso alla vasta gamma di prestiti personali senza busta paga può essere difficile, ma non è impossibile: purtroppo, senza garanzie quali la possibilità di cedere il quinto dello stipendio, gli enti finanziari rischiano troppo. Qualora, infatti, i debitori non pagassero correttamente, gli insoluti sarebbero catastrofici, portando, così, a gravi perdite per l'agenzia di finanziamento stessa.

Il sentimento di diffidenza che un tempo era chiaramente avvertibile, nel caso in cui ci si rivolgesse a una banca o a una finanziaria per richiedere un prestito, si è un po' assottigliato: per venire incontro a una popolazione sempre più messa in ginocchio da una crisi che non sembra aver intenzione di fare un passo indietro, le agenzie di credito hanno ideato soluzioni per prestiti personali senza busta paga e senza garanzie. I soggetti che possono accedere a questi prestiti, sono suddivisi su un ampio spettro in grado di dare la giusta dose di speranza necessaria: i lavori precari, ad esempio, non potrebbero dare all'agenzia di credito la garanzia di uno stipendio fisso e a lungo termine. Anche un classico studente universitario, in cerca di un prestito per mantenere i propri studi, potrebbe avere notevoli problemi, senza un lavoro fisso. Esistono, certo, prestiti detti fiduciari, per i quali le banche e le agenzie di credito non richiedono nessuna tipologia di garanzia: si basano, infatti, sulla fiducia dell'istituto di credito nei confronti del cliente in cerca di un finanziamento. In alternativa, il prestito d'onore si rivolge ai giovani che vogliano avviare una propria attività in veste di imprenditore: lo Stato Italiano o l'Unione Europea stessa, mettono a disposizione prestiti, talvolta a fondo perduto, ai quali poter accedere mediante bandi di concorso.

Nel caso in cui decidessimo di richiedere prestiti personali senza busta paga, probabilmente potremo vedere la nostra domanda accettata, a patto che chi garantirà per noi, avrà uno stipendio fisso, qualche immobile intestato o, più in generale, la possibilità di coprire gli eventuali insoluti. In caso di prestito senza garanzia, però, il TAN e il TAEG delle proposte potrebbero essere più care rispetto a un contratto standard con cessione del quinto dello stipendio. Spesso gli istituti di credito richiedono al cliente senza busta paga o garanzia, di sottoscrivere un'assicurazione che copra, così, l'agenzia in caso di insoluto: qualora fosse obbligatoria, l'assicurazione andrà ad aggiungersi all'ammontare del TAEG.

Tra le garanzie alternative per prestiti personali, troviamo molte tipologie di pegno: per esempio, nel caso in cui si abbia un immobile messo a disposizione di utenti, in affitto, il reddito ricavato potrebbe andare a finire nelle mani della finanziaria come garanzia. Un altro esempio, è quello di una casalinga non lavoratrice, con assegno di mantenimento dall'ex marito: in questo caso, un semplice estratto conto della banca, avvalorerà nettamente la richiesta di finanziamento.

Senza nessuna garanzia, esistono piccoli prestiti, forniti dalle banche per piccole somme di denaro, caratterizzati dall'elevato tasso d'interesse; in alternativa i prestiti tra privati avvengono tra due soggetti, con ottimi tassi d'interesse, se paragonati alle finanziarie. In entrambi i casi si possono chiedere massimo 2000 euro.

]]>
Capelli mossi con la piastra? Si può fare! Tue, 13 Jan 2015 13:40:34 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/moda/342905.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/moda/342905.html scambio scambio  

Può sembrare una sorta di paradosso, ma è possibile sfruttare la piastra per capelli per ottenere dolci chiome mosse e ondulate alla perfezione. Tradizionalmente, la piastra è, come dice il nome stesso, uno strumento utile per lisciare i capelli, andando a migliorarne la salute nel caso, ad esempio, di piastre rivestite in ceramica. Ne esistono di tutti i tipi: basiche e più avanzate nelle funzionalità, come dimostrano i modelli in grado non solo di piastrare, ma anche di asciugare i capelli bagnati, migliorando così la durata dell'acconciatura.

Per tutte le ragazze con capelli mossi o ricci, sicuramente la piastra rappresenterà un'amica fidata da tenere sempre a portata di mano. E per le ragazze con capelli lisci, che desiderino avere un alleato per dare un pizzico di brio in più alla propria chioma, può essere utile soltanto l'arricciacapelli? Assolutamente no!

L'acconciatura è un biglietto da visita importante, per presentarsi meglio agli altri, certo, ma principalmente per il benessere di tutte le donne. Quante volte decidiamo di andare dal parrucchiere e stravolgere taglio o colore? Un bel “taglio netto”, ogni tanto, è proprio quello che serve per sentirsi subito più a proprio agio con se stesse, più frizzanti ed energiche. Ma per non stravolgere necessariamente tutto quanto, è possibile portare un po' di brio nella vita e nella chioma di tutte le ragazze, anche di quelle con i capelli lisci: basta bigodini o messe in piega, da oggi si usa la piastra per capelli anche per “smuovere”!

Come? Esistono vari metodi che consentono di ottenere dolci onde sui capelli di tutte le ragazze con capelli lisci, utilizzando una semplice piastra per capelli: ormai è il caso di sfatare il mito che la piastra si trova soltanto nel beauty delle ragazze ricce!
Per una buona messa in piega, che sia setosa e liscissima, la piastra è fondamentale per tutti i tipi di capelli: ultimamente, poi, considerato il costo delle piastre per capelli entry level, è difficile non trovarne un esemplare in tutte le case. Sfruttando il calore delle piastre, in particolare di quelle più contenute nelle dimensioni, è possibile adottare acconciature mosse da fare in semplici passi, da alternare a seconda del proprio gusto o del proprio umore. Ad esempio, arricciando soltanto la parte finale della ciocca di capelli attorno alla piastra ben calda, si otterranno capelli leggermente ondulati sulle punte; avvolgendo, invece, una modesta ciocca di capelli attorno alla piastra x capelli in ceramica, a partire dalla radice si avrà una chioma leggermente mossa e splendida da osservare. Più grandi saranno le ciocche, più dolci saranno le onde: per un look più sbarazzino, una bella coda di cavallo con qualche ciocca leggermente mossa, farà subito la differenza, per un look trendy e da poter “indossare” in ogni occasione.

Qual è il trucco per utilizzare al meglio la piastra per capelli, cercando di ottenere splendide chiome mosse? Sfruttare tutta la propria fantasia, lasciando che sia il parrucchiere che è in noi a dirigere i lavori!

]]>