Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ufficio stampa Maybe Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ufficio stampa Maybe Wed, 03 Mar 2021 18:58:02 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/19451/1 TEDxTorino. LIFE ON MARS. Tue, 16 Feb 2021 16:38:21 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/689708.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/689708.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

12 ITALIANI SUL PALCO CHE DIFFONDE IN TUTTO IL MONDO LE IDEE CHE MERITANO DI ESSERE CONDIVISE

 In diretta streaming da Torino. Domenica 21 Febbraio – Dalle 16 alle 19


Imperativo categorico “non arrendersi”. È questo ciò che gli oltre 50 volontari di TEDxTorino (il TEDx più grande d’Italia per numero di volontari) si sono ripetuti durante questi mesi molto incerti, soprattutto per chi si occupa di eventi.

 

A poco più di un anno dall’ultima Conference, TEDxTorino torna domenica 21 febbraio con “Life on Mars”, con il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo. Una scelta coraggiosa, per certi aspetti unica perché molti TEDx italiani hanno deciso di rimandare i loro appuntamenti del 2021 e di aspettare la possibilità di organizzare un evento in presenza.

 

Le idee non temono la pandemia, si nutrono di cambiamento, trovano sempre nuove strade per diffondersi. È da questa incrollabile convinzione che prende il via “Life on Mars”.

Negli anni '70 un giovane David Bowie si chiedeva: “Is there life on Mars?”. TEDxTorino parte da qui per immaginare un’altra vita, un altro mondo - o forse il nostro - ma “altro” o meglio “altrove”.

 

Si parla di spazio muovendosi tra le grotte di Marte con lo speleologo e geologo Francesco Sauro e con Massimo Comparini che propone un viaggio nell’universo, dalle prossime missioni di esplorazione spaziale delle principali Agenzie Mondiali fino alle sfide tecnologiche di domani nel costruire un avamposto lunare e del viaggio umano in direzione Marte.

Diversità, lotta ai pregiudizi e discriminazione sociale sono i temi del talk di Raissa e Momo, coppia di content creator amatissima sui social, mentre è Irina Potinga, blogger e Youtuber creatrice di Spazio Grigio a spiegare come il minimalismo - sulla scia di Marie Kondo – possa essere anche un’arma contro l’inquinamento, la fame e lo sfruttamento.

E ancora il palco di TEDxTorino ospita l’inno - controcorrente - alla libertà di essere vulnerabili, di Pasquale Acampora, imprenditore e Mental Coach e l’emozione del talk/performance di Max Casacci, chitarrista e compositore torinese, produttore e fondatore dei Subsonica.

 

TEDxTorino: LIFE ON MARS

Perché Life on Mars? Perché è il concetto stesso di nuovo mondo e nuovo modo di vivere una realtà che di recente ha subito dei grossi cambiamenti, ai quali nessuno era preparato. Life on Mars anche perché è stata la tecnologia a darci supporto in questa pandemia ed è essa stessa a far sì che si possa pensare di fare un viaggio intorno al pianeta rosso.

E poi perché stiamo utilizzando tutte le risorse a nostra disposizione - che al contrario dovremmo imparare a curare e rispettare - prima di perderlo per sempre e dover cercare un nuovo pianeta in cui vivere. Cura e rispetto, come viene indicato negli SDGs, gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile presenti nell’Agenda 2030 promossa dall’ONU e sottoscritta dai governi di 193 paesi.

Cosa ci resta da esplorare? Possiamo rendere il “nostro posto” un posto più bello? Abbiamo ancora voglia di partire? Ma poi, cosa speriamo di scoprire?

Partecipare a un TED significa davvero portare la propria idea sul palco del mondo (canale youtube di TEDx con 26 milioni di iscritti). Siamo orgogliosi di portare su questo palco così importante 7 torinesi davvero speciali ma anche di portare a Torino 12 idee straordinarie.

 

 

I RELATORI di TEDxTorino – LIFE ON MARS:

 

Pasquale Acampora – CEO Blackship e Mental Coach.

Max Casacci – musicista e produttore, fondatore dei Subsonica.

Massimo Comparini - Chief executive officer at Thales Alenia Space.

Andrea Dianetti – attore, regista e autore di fiction TV, teatro e cinema.

Maurizio Malano – musicista, chitarrista e arrangiatore.

Consuelo Pecchenino - concept artist e illustratrice.

Chiara Piacenza – ISS Payload Engineer per la Stazione Spaziale Internazionale e ingegnere aerospaziale di Argotec.

Irina Potinga - blogger e youtuber, la Marie Kondo italiana creatrice di Spazio Grigio.

Simona Ricci - Direttore dell’Abbonamento Musei dell’Italia nord ovest.

Luca Rossettini – Chief executive officer at D-Orbit.

Francesco Sauro – speleologo e geologo.

Raissa e Momo - coppia di content creator amatissimi sui social network il cui obiettivo è fare sensibilizzazione e sfatare i luoghi comuni, combattendo l’odio e il pregiudizio attraverso l’autoironia.

 

www.tedxtorino.com

]]>
CALCAGNO PER FONDAZIONE PROGETTO ARCA ONLUS. IL CIOCCOLATO DOPPIAMENTE BUONO Mon, 08 Feb 2021 11:40:52 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/687956.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/687956.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Ogni “Crema della Bontà” acquistata è un pasto donato ad una persona senza fissa dimora

Alleato di cuore e umore, in grado di stimolare il rilascio di endorfine e super afrodisiaco. Per San Valentino il cioccolato è un piccolo peccato di gola da concedersi senza rimorsi…. Soprattutto se si tratta della Crema della Bontà di Cioccolato Calcagno. Una spalmabile alle nocciole buonissima che è anche un progetto solidale realizzato dallo storico marchio d’eccellenza cioccolatiera artigianale torinese con Fondazione Progetto Arca, onlus in prima linea nel sostegno a persone senza fissa dimora e a famiglie indigenti.

Per tutto il 2021 acquistando una confezione Limited Edition della classica Crema Spalmabile Piemonte di Calcagno si darà il proprio contributo alle attività della Fondazione Progetto Arca a favore dei senzatetto. 

Buona due volte: per ogni crema spalmabile alle nocciole venduta, Calcagno si impegna a donare un pasto caldo ad una persona che vive per strada e che, in questo periodo di emergenza sanitaria, si trova a fronteggiare una situazione ancora più difficile.

 

La Crema della Bontà è acquistabile online su https://cioccolatocalcagno.storeden.com/ e presso l’Emporio CALCAGNO di Via Paolo Losa 21 a Collegno TO.

Prezzo: 150 g - 6 euro

 

Cioccolato Calcagno

Dal 1946 Cioccolato Calcagno è una storia fatta di passione, energia, collaborazione e cioccolato. Un progetto comune che cresce e si rinnova, ancorandosi alle radici profonde della storia della cioccolateria torinese.

www.cioccolatocalcagno.it

 

Fondazione Progetto Arca onlus

Fondazione Progetto Arca onlus da 26 anni porta un aiuto concreto a chi vive in stato di grave povertà ed emarginazione sociale, in particolare persone senza dimora e famiglie indigenti. Ogni giorno offre ascolto e assistenza in strada, pasti caldi, la possibilità di dormire al riparo, cure mediche e accoglienza in case vere a migliaia di persone povere, accompagnando chi è in difficoltà in un percorso di recupero personale e reinserimento sociale, abitativo e lavorativo. Nell’ultimo anno ha servito più di 1 milione e 600 mila pasti e offerto 505.000 notti di accoglienza.

www.progettoarca.org

 

 

]]>
OLFATTO. LA RISCOPERTA DEL SENSO DIMENTICATO Mon, 08 Feb 2021 11:16:25 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/687948.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/687948.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Fondamentale nel mondo animale, rimosso dagli umani, costoso al ristorante

Giovedì 11 febbraio 2021 ore 17.45

 con Anna D’Errico, Neuroscienziata e divulgatrice scientifica

Su www.giovediscienza.it

Tra le cose che il Covid-19 ci ha tolto c’è anche l’olfatto, un danno solo apparentemente secondario.

Molti pazienti colpiti dal nuovo coronavirus soffrono di una perdita o di un'alterazione dell'olfatto che in alcuni casi persiste anche mesi dopo l’infezione. Fare a meno dell’olfatto può essere una limitazione grave: l’aria, il cibo, le persone che amiamo non sanno più di nulla. L’olfatto evoca emozioni e ci fa viaggiare tra i ricordi, e smettere improvvisamente di sentire gli odori può far sentire spaesati, come anestetizzati.

Il motivo per cui tendiamo a sottovalutare l’olfatto è perché agisce su di noi in modo più istintivo, crea il sottotesto di un’esperienza. Un profumo, un odore famigliare, può rappresentare una potente àncora emotiva, un legame profondo con noi stessi e con la realtà.  

Ma che cos’è un odore? Che differenza c’è tra un profumo e una puzza? Come sono fatti? L’11 febbraio alle ore 17.45 in diretta streaming su www.giovediscienza.it la neuroscienziata e divulgatrice scientifica Anna D’Errico guiderà il pubblico attraverso una vera e propria esperienza sensoriale interattiva, per conoscere e riconoscere le sensazioni e le percezioni che si nascondono nel nostro naso e comprendere perché il nostro senso più dimenticato e bistrattato, è anche quello più intimo e selvaggio.

Con questa conferenza/laboratorio GiovedìScienza fa un altro passo avanti per accorciare le distanze con il proprio pubblico e entra nelle case degli italiani fornendo, a chi si vorrà prenotare, un kit da utilizzare durante l’incontro per prendere parte al percorso olfattivo guidato dalla Dott.ssa D’Errico.

Anna D’Errico

Neuroscienziata e divulgatrice scientifica, ha lavorato per diversi anni nella ricerca occupandosi di circuiti neuronali e fisiologia dell’olfatto alla SISSA di Trieste, al Max-Planck Institute of Biophysics di Francoforte e alla Goethe University di Francoforte. Come sviluppo della sua attività teatrale, dal 2013 ha iniziato a occuparsi di teatro olfattivo, dell’uso degli odori nello spazio performativo e in relazione ad arte e movimento. È autrice del saggio Il senso perfetto, mai sottovalutare il naso (Codice Edizioni, 2019).

]]>
PREMIO NAZIONALE GIOVEDÌSCIENZA: IL VALORE DELLA RICERCA E UN BANDO PER SOSTENERE I GIOVANI RICERCATORI Fri, 05 Feb 2021 15:14:29 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/687750.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/687750.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

10a edizione del bando nazionale per ricercatori under 35

 

La ricerca è una risorsa preziosa per il futuro del nostro paese e deve essere sostenuta e incoraggiata. Altrettanto importante è la capacità di comunicare in modo innovativo i risultati della ricerca per allargarne gli orizzonti, favorendo lo scambio di idee ma anche il coinvolgimento del pubblico e degli investitori.

In un periodo più che mai caratterizzato da caos informativo e fake news, il ruolo della comunicazione scientifica diventa fondamentale, perché soltanto attraverso un’informazione responsabile, chiara e inclusiva è possibile dotare le istituzioni e i cittadini degli strumenti opportuni per affrontare le sfide di oggi e di domani. 

Alla scienza e alla sua comunicazione è dedicato il Premio Nazionale GiovedìScienza, giunto quest’anno alla decima edizione.

Dall’8 febbraio all’8 marzo, tutte le ricercatrici e i ricercatori con meno di 35 anni che operano in un Ente di Ricerca italiano potranno candidare al Premio GiovedìScienza la propria ricerca.

Mai come in questi tempi – dichiara la Presidente di CentroScienza Onlus, Nadia Pastrone - diventa fondamentale aiutare la ricerca a uscire dall’ambito intra-universitario per offrirle una ricaduta diretta nei rapporti con la società civile. Ed è esattamente questa la missione del nostro Premio: gli scienziati di domani hanno bisogno di aiuto e incoraggiamento oggi. In questi anni il Premio ha coinvolto 494 candidati, 242 donne e 252 uomini, spaziando dall’astrofisica all’etologia, dalla medicina all’ingegneria meccanica. Riteniamo importante continuare a sostenere chi si dedica alla ricerca ed aiutare le nuove generazioni a raccontare i propri risultati, per fare rete in una sempre più stretta collaborazione fra ambiente accademico e mondo imprenditoriale”. Il futuro che ci piacerebbe tracciare ha come bussola l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità. Perché la ricerca scientifica è il motore di sviluppo culturale, umano, tecnologico ed economico indispensabile per il benessere della società.

 La novità per tutti i partecipanti di questa edizione sarà la possibilità per i ricercatori e le ricercatrici che accederanno alla fase finale del premio e i per vincitori dei Premi GiovedìScienza Futuro e Industria 4.0 di partecipare a un corso di comunicazione della scienza in cui, al fianco di esperti del campo, potranno affinare la propria tecnica divulgativa.

 

Vetrina dell’eccellenza scientifico-tecnologica della ricerca italiana. Il merito scientifico è la base di valutazione per selezionare i finalisti, la dote comunicativa ne decreta il vincitore. Oltre 100 i referees coinvolti in ogni edizione nella fase di valutazione per selezionare i 10 finalisti. Una Giuria Tecnica di esperti e una Giuria Popolare, composta da studenti delle scuole secondarie di secondo grado, decreteranno il vincitore nel corso della Finale.

 

I premi in denaro sono 4:

 

Premio Nazionale GiovedìScienza - assegnato alla divulgazione: il vincitore si aggiudica 5.000,00 euro e la partecipazione come relatore alla prossima edizione (la 36ª) del ciclo di conferenze GiovedìScienza.

 

Premio Speciale Elena Benaduce - rivolto ai lavori di ricerca che abbiano ricadute sul benessere e sulla qualità della vita delle persone: il vincitore si aggiudica 3.000,00 euro

 

Premio GiovedìScienza Futuro - assegnato al miglior studio di fattibilità, un riconoscimento che guarda al mondo delle aziende con l'intento di stimolare il dialogo e l'interazione tra il mondo scientifico, tessuto economico e innovazione: il vincitore si aggiudica 3.000,00 euro

 

Premio Industria 4.0 - rivolto ai candidati che sviluppano la loro proposta progettuale partendo dal concetto di "Industria 4.0": il vincitore si aggiudica 3.000,00 euro

 

Tutte le candidature devono pervenire esclusivamente online nella sezione dedicata del sito www.giovediscienza.it entro le ore 13 dell’8 marzo 2021.

Per info: premio@centroscienza.it - tel. 0118394913

 

 

Il Premio Nazionale GiovedìScienza 10a Edizione si svolge nell’ambito della 35a Edizione di GiovedìScienza ed è realizzato in collaborazione con la Camera di commercio di Torino, Unicredit Spa, con gli Incubatori di impresa degli Atenei piemontesi 2i3T, I3P, Enne3, con il Club degli Investitori e Cariplo Factory.

 

La 35a edizione di GiovedìScienza è ideata e organizzata da Associazione CentroScienza Onlus, con il patrocinio di Città di Torino e Città metropolitana di Torino, il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo e il contributo di: Fondazione CRT, Banca d’Alba, Camera di commercio di Torino, UniCredit Spa. Partner Istituzionali: Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Accademia delle Scienze di Torino, Consiglio Nazionale delle Ricerche CNR e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare INFN. Supporto alla comunicazione scientifica e regia streaming TAXI1729.

L’iniziativa si svolge nell’ambito del Sistema Scienza Piemonte. Social Media Partner: Torinoscienza. Sponsor tecnici: Teatro Colosseo, TopiXi, Ufficio stampa MAYBE.

]]>
PANINI ANNUNCIA LA NUOVA LEADERSHIP E LA NUOVA SEDE AZIENDALE Thu, 04 Feb 2021 12:26:46 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/687389.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/687389.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

PANINI ANNUNCIA LA NUOVA LEADERSHIP E LA NUOVA SEDE AZIENDALE

L'eccezionale performance del 2020 apre la strada al passaggio dell'azienda alla secure identity

 

Torino, Italia e Dayton, Stati Uniti (5 gennaio 2021) - Panini, player globale nelle tecnologie per i pagamenti, è lieta di annunciare che, a partire dal 1 gennaio 2021, Richard Kane è entrato a far parte dell'azienda come amministratore delegato e guiderà la società nella sua trasformazione e crescita. Inoltre, l'azienda sposterà la propria sede centrale in una nuova e moderna location a Torino.

 

Panini ha appena concluso un anno, il 2020, eccezionale, registrando una solida crescita dei ricavi consolidati, dell'EBITDA e del flusso di cassa, consentendo al Gruppo di proporsi da protagonista nel settore delle soluzioni di pagamento sicuro e di identità. Ciò è dovuto principalmente all'enorme successo di EverneXt, il modello più avanzato fra i suoi scanner intelligenti, nell'acquisizione di immagini di assegni nelle filiali bancarie, alla conferma della propria quota di mercato dominante nel deposito da remoto (RDC - Remote Deposit Capture) e all'avvio dei primi progetti dell'azienda relativi alla secure identity.

 

"Nel 2020, Panini ha superato le limitazioni e le difficoltà legate a COVID-19 grazie all'impegno incessante di tutto il nostro staff", afferma Vittorio Levi, Presidente, Panini. "Questi risultati eccezionali posizionano la nostra azienda, ora priva di debiti, per investire e crescere ulteriormente con l'espansione delle soluzioni di identità sicura e con un rinnovato impegno sui mercati internazionali."

 

Alla guida di questi sforzi come nuovo CEO dell'azienda, Richard Kane proviene da Canon Solutions America, dove ha trascorso l'ultimo decennio a gestire con successo vendite ed operations in vari ruoli direttivi. "Richard è un leader dinamico e performante con venticinque anni di comprovata capacità di costruire e gestire team che generano vendite e profitti record in settori altamente competitivi", aggiunge Levi. "Siamo sicuri che sia la persona giusta per guidare Panini in questa nostra trasformazione e oltre".

 

Oltre al cambio di leadership, Panini sta anche spostando la propria sede centrale in un edificio moderno e luminoso sempre a Torino, scelta in linea con una cultura aziendale improntata alla velocità e alla tecnologia: veloce e guidata dalla tecnologia. Situato in una struttura rinnovata e all'avanguardia in un'ex area industriale, il nuovo spazio per uffici favorisce la collaborazione fra i vari reparti ed è caratterizzato da un design fresco basato su vetro, colori brillanti e piante vive. L'azienda prevede di trasferirsi in aprile.

 

"Panini sta vivendo cambiamenti significativi ed entusiasmanti ma saremmo negligenti a non ringraziare il leader che ci ha guidato fino a questo punto", dice Vittorio Levi. "L'intera compagine Panini è oltremodo grata per l'incrollabile dedizione e l'impegno di Michael Pratt nella nostra azienda per quasi due decenni".

 

Michael Pratt aggiunge: "Sono molto orgoglioso del team Panini per tutto quello che abbiamo realizzato insieme e voglio esprimere la mia sincera gratitudine ai clienti, ai partner e agli azionisti. La decisione di ritirarmi è stata difficile, specialmente dato il mio forte legame con la famiglia Panini che abbraccia decenni e generazioni, ma lascio sapendo che l'azienda è pronta per proseguire il suo successo nel prossimo capitolo della sua incredibile storia".

 

 

PANINI

Fondata a Torino, Panini da 75 anni permette ai propri clienti di adattarsi con successo ai cambiamenti nell'elaborazione dei pagamenti, su scala globale. Panini ha un ricco patrimonio di innovazione tecnologica, che si traduce in soluzioni leader di mercato fondate su una progettazione all’avanguardia e una produzione certificata ISO 9001. Panini migliora l'efficienza del cliente e la prevenzione delle frodi attraverso tecnologie affidabili e innovative per la dematerializzazione degli assegni e la sicurezza dell’identità. I sistemi di scansione modulabili si adattano a un’ampia varietà di scenari di acquisizione decentralizzata degli assegni, dando luogo alla più grande base installata al mondo, mentre la nascente offerta rivolta alla secure identity include applicazioni affidabili e di facile utilizzo per la verifica dell’identità e l'autenticazione dei clienti. L’Azienda opera a livello mondiale e ha una filiale diretta a Dayton (Ohio), Stati Uniti per coprire i mercati strategici americani.

]]>
QUANDO LA PAROLA CONTA PIÙ DEI FATTI. Lingua, linguaggio, società digitale Mon, 01 Feb 2021 17:20:00 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/686643.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/686643.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Giovedì 4 febbraio 2021 ore 17.45

Su www.giovediscienza.it

Con Vera Gheno, Sociolinguista specializzata in comunicazione digitale e Andrea Moro, Scuola Universitaria Superiore IUSS Pavia

 

 

Contano più le parole o i fatti? Siamo abituati a pensare che le sole parole, senza fatti concreti a supporto, servano a poco. Ma è davvero così? In un periodo in cui accadono moltissime cose e se ne parla ancora di più, dove si trova il limite tra fatti e parole?

Oggi la parola umana è articolata in circa 6000 lingue: quali proprietà neurologiche del cervello hanno reso possibile ciò? Che cosa si intende per “lingue artificiali” e quali rapporti possono esistere tra intelligenza artificiale e linguaggio umano? A queste e molte altre domande risponderanno la sociologa Vera Gheno e il Prof. Andrea Moro, il 4 febbraio in diretta streaming su www.giovediscienza.it.

Un viaggio all’interno del linguaggio e della società digitale per capire che, a volte, le parole possono essere più rilevanti dei fatti, e altre, che i soli fatti semplicemente non bastano.  

 

Vera Gheno

Sociolinguista specializzata in comunicazione digitale e traduttrice dall’ungherese, ha collaborato per vent’anni con l’Accademia della Crusca. Attualmente lavora con la casa editrice Zanichelli ed è docente a contratto all’Università di Firenze. Nel 2019 ha pubblicato Potere alle parole. Perché usarle meglio (Einaudi), La tesi di laurea. Ricerca, scrittura e revisione per chiudere in bellezza (Zanichelli), Prima l’italiano. Come scrivere bene, parlare meglio e non fare brutte figure (Newton Compton), Femminili singolari. Il femminismo è nelle parole (EffeQu). Da qualche mese conduce, con Carlo Cianetti, il programma di Radio1 Rai  Linguacce

 

Andrea Moro

Professore ordinario di linguistica generale alla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, studia il rapporto tra la struttura delle lingue umane e il cervello. È stato varie volte visiting scientist al MIT, che ha iniziato a frequentare come studente Fulbright dalla fine degli anni ottanta, e alla Harvard University. Studiando il verbo "essere" ha scoperto strutture simmetriche nelle lingue umane e, utilizzando delle grammatiche artificiali, ha fornito prove sperimentali che le regole del linguaggio sono condizionate dall’architettura neurobiologica del cervello. Tra i suoi libri divulgativi I confini di Babele (Il Mulino, 2015) e Parlo dunque sono (Adelphi, 2013), Breve storia del verbo “essere” (Adelphi, 2008), Le lingue impossibili (Cortina, 2017). Ha scritto un romanzo, Il segreto di Pietramala (La nave di Teseo, 2018) che ha vinto il premio internazionale “Flaiano” per la narrativa nel 2018.

 

La 35a edizione di GiovedìScienza è ideata e organizzata da Associazione CentroScienza Onlus, con il patrocinio di Città di Torino e Città metropolitana di Torino, il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo e il contributo di: Fondazione CRT, Banca d’Alba, Camera di commercio di Torino, UniCredit Spa. Partner Istituzionali: Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Accademia delle Scienze di Torino, Consiglio Nazionale delle Ricerche CNR e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare INFN. Supporto alla comunicazione scientifica e regia streaming TAXI1729. L’iniziativa si svolge nell’ambito del Sistema Scienza Piemonte. Social Media Partner: Torinoscienza. Sponsor tecnici: Teatro Colosseo, TopiXi. Ufficio stampa MAYBE

]]>
LA BATTAGLIA DEGLI ESERCITI INVISIBILI Il sistema immunitario contro virus e batteri Mon, 25 Jan 2021 11:44:41 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/685201.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/685201.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Giovedì 28 gennaio 2021 ore 17.45

Su www.giovediscienza.it

Con Giovanni Di Perri Direttore dipartimento Clinico di Malattie Infettive Università di Torino,

Valeria Cagno Ricercatrice Università di Ginevra,

Roberta Villa Medico e giornalista scientifica

 


L’informazione sul Covid-19 è stata così pervasiva che l’Organizzazione mondiale della Sanità ha coniato la parola “infodemia”.

Ma, travolti dai dati quotidiani, è stata carente l’informazione scientifica di fondo fornita al grande pubblico. In questo mondo globalizzato le infezioni viaggiano rapidamente, ma altrettanto fa la conoscenza. Che cosa distingue il Covid-19 dalle altre infezioni virali? Come cambiano infezioni, vaccini e terapie in un mondo globalizzato? Il dopo - Covid sarà una convivenza senza fine? È attorno a queste e molte altre domande che si dialogherà con i virologi Giovanni Di Perri e Valeria Cagno e con la giornalista scientifica Roberta Villa nel prossimo incontro di GiovedìScienza in programma il 28 gennaio live streaming su www.giovediscienza.it

 

I RELATORI:

Giovanni Di Perri

52 anni, laurea all’Università di Siena, ricercatore alla London School of Hygiene and Tropical Medicine, specializzato in micobatteriologia all’Istituto Pasteur di Parigi e in malattie infettive all’Università di Pavia, consulente dell’OMS per la malaria in Thailandia, è professore ordinario all’Università di Torino e virologo dell’Ospedale Amedeo di Savoia. Autore di 200 pubblicazioni scientifiche, ha fatto ricerca anche sulla tubercolosi e sull’HIV. Durante la prima e la seconda fase del Covid-19 si è distinto in numerosi interventi televisivi per le sue capacità di comunicazione chiara e sintetica.

Roberta Villa

Giornalista sui temi di salute e medicina, Roberta Villa ha scritto per oltre vent’anni per le pagine di Salute del Corriere della Sera e per molte altre testate cartacee e online. Attualmente collabora per l’Università Ca’ Foscari al progetto europeo QUEST per la comunicazione della scienza in Europa. Tiene un corso sulla Comunicazione delle epidemie al Master di comunicazione della scienza della SISSA a Trieste, oltre a lezioni, talk e interventi in molti altri contesti. È molto attiva sui social network, dove sperimenta un approccio semplice e confidenziale alla divulgazione scientifica.

Valeria Cagno

Virologa e ricercatrice all’Università di Ginevra, ha ottenuto il dottorato all’Università di Torino. La sua attività di ricerca è dedicata ai virus e all’identificazione di strategie antivirali. È autrice di 35 pubblicazioni su riviste internazionali e 5 brevetti. Si è sempre occupata di divulgazione, e negli ultimi anni soprattutto di podcasting. Dal 2015 fa parte del team di Scientificast, il podcast scientifico più longevo e ascoltato d’Italia, e da febbraio 2020 conduce con Lorenzo Paletti, Paziente Zero, un podcast interamente dedicato a SARS-CoV2 e al COVID-19. 

 

La 35a edizione di GiovedìScienza è ideata e organizzata da Associazione CentroScienza Onlus, con il patrocinio di Città di Torino e Città metropolitana di Torino, il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo e il contributo di: Fondazione CRT, Banca d’Alba, Camera di commercio di Torino, UniCredit Spa. Partner Istituzionali: Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Accademia delle Scienze di Torino, Consiglio Nazionale delle Ricerche CNR e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare INFN. Supporto alla comunicazione scientifica e regia streaming TAXI1729. L’iniziativa si svolge nell’ambito del Sistema Scienza Piemonte. Social Media Partner: Torinoscienza. Sponsor tecnici: Teatro Colosseo, TopiXi. Ufficio stampa MAYBE

 

www.giovediscienza.it 

]]>
IL RISCHIO DI ANNUNCIARE UN RISCHIO Fri, 15 Jan 2021 16:42:23 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/683765.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/683765.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

La comunicazione tra cambiamento climatico e pandemia

Giovedì 21 gennaio 2021 ore 17.45

Su www.giovediscienza.it

Con Antonella Viola, Immunologa, dipartimento di Scienze Biomediche Università di Padova

E Giancarlo Sturloni, giornalista, saggista e comunicatore scientifico

 

Una delle voci più autorevoli e degli scienziati più consultati di questa pandemia, l’immunologa Antonella Viola, sarà ospite, insieme al giornalista e saggista Giancarlo Sturloni, al prossimo appuntamento online di GiovedìScienza. La storica rassegna di divulgazione scientifica torinese non poteva non affrontare il tema Covid-19: il 21 gennaio si parlerà in particolare di comunicazione scientifica e comunicazione del rischio. In un periodo storico caratterizzato da caos informativo e fake news, un’informazione responsabile e inclusiva diventa fondamentale per comprendere e affrontare le sfide imposte da questa emergenza sanitaria.

 

Siamo fatti per preoccuparci di un rischio alla volta, e se un anno fa non si parlava che di riscaldamento globale, d’improvviso la pandemia di Covid-19 ha rubato la scena all’ambiente. Si tratta di crisi molto diverse, eppure intimamente legate dal nostro rapporto (spesso invadente) con gli ecosistemi naturali, che facilita l’emergere di agenti patogeni e fa del pianeta un luogo sempre più inospitale per milioni di altre specie, inclusa la nostra. Perché reagiamo a queste due minacce in modo tanto diverso? E che ruolo ha avuto la comunicazione del rischio in questi anni vissuti pericolosamente?

 

Antonella Viola, ordinario di Patologia Generale all’Università di Padova e direttrice Scientifica dell’Istituto di Ricerca Pediatrica della Fondazione Città della Speranza, ha fatto parte del comitato scientifico dell’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro ed è revisore per la Commissione Europea dei progetti di eccellenza scientifica (ERC). Per il suo contributo all’immunologia ha ricevuto il premio Roche (1997), il premio del Cancer Research Institute of New York (2005), il premio “Chiara D’Onofrio” (2008). Tra i finanziamenti ottenuti da Europa e Stati Uniti, spicca il grant dell’European Research Council come Advanced Investigator. Oltre alla sua attività didattica e di ricerca, Antonella Viola si dedica con passione alla divulgazione scientifica.

 

Giancarlo Sturloni, si occupa di comunicazione in campo scientifico, sanitario e ambientale. È cofondatore dell’agenzia NatCom – Communicating nature, science & environment di Trento. Insegna Comunicazione del rischio alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste, all’Università di Udine e all’Università dell’Insubria. Scrive per diverse testate giornalistiche nazionali ed è autore di numerosi saggi, tra cui La comunicazione del rischio per la salute e per l’ambiente (Mondadori Università, 2018) e Il pianeta tossico. Sopravviveremo a noi stessi? (Piano B, 2014).

]]>
2021. LA DIVULGAZIONE SCIENTIFICA RIPARTE DA GIOVEDÌSCIENZA Wed, 13 Jan 2021 15:49:51 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/683450.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/683450.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe 7 conferenze, 2 appuntamenti dedicati alle scuole, grandi ospiti e tanti temi da discutere online in diretta con il pubblico su www.giovediscienza.it

 

 

Il Covid-19 ha cambiato molte cose ma non ha fermato la scienza e la sete di conoscenza. GiovedìScienza, format di divulgazione scientifica storico e blasonato, nato a Torino 35 anni fa da un’idea di Piero Angela e Tullio Regge, si reinventa, diventa sempre più nazionale e, approdando online con un nuovo format interattivo fruibile da tutti, porta sui tablet, i pc e gli smartphone di tutta Italia i temi scientifici di più grande attualità. L’obiettivo è quello di sempre: continuare a fornire risposte semplici e concrete per rendere accessibili a tutti gli argomenti scientifici più complessi. Sul palco virtuale di GiovedìScienza grandi nomi si incontrano e confrontano su tematiche al centro del dibattito scientifico e pubblico: da i virologi Antonella Viola e Giovanni Di Perri, che parleranno di comunicazione del rischio, Covid19 e sistema immunitario, allo storico Alessandro Barbero;  dalla musica che diventa scienza con gli Eugenio in Via di Gioia alle meraviglie del cosmo raccontate da Adrian Fartade e Luca Perri, divulgatori scientifici e star dei social. E poi ancora la riscoperta del senso dell’olfatto, la lingua e il linguaggio nella società digitale e spettacolari divagazioni astronomiche…

Dal 1987 ad oggi GiovedìScienza ha ospitato Premi Nobel e divulgatori, giovani ricercatori e professori universitari. Tullio Regge, Piero Angela, Amalia Ercoli Finzi, Margherita Hack, Piergiorgio Odifreddi, Franco Malerba, Renato Dulbecco, Ilya Prigogine, solo per citarne alcuni. Dopo 35 anni GiovedìScienza è ancora un evento di grande successo, che ha saputo crescere e cambiare con il proprio pubblico, sempre guardando al futuro. Da quest’anno, grazie alla collaborazione con Taxi1729, un gruppo di giovani e esperti divulgatori che hanno unito l’esperienza in campo divulgativo maturata negli anni con le opportunità offerte dal web, gli incontri online saranno completamente interattivi. Il pubblico potrà interagire con i relatori tramite messaggi, richieste di approfondimento e domande. Non solo, durante gli incontri gli spettatori saranno coinvolti in sondaggi ed esperimenti partecipando attivamente alla conferenza.

IL CALENDARIO 2021 PROPONE 7 CONFERENZE + 2 APPUNTAMENTI DEDICATI ALLE SCUOLE:

Giovedì 21 gennaio ore 17,45  - IL RISCHIO DI ANNUNCIARE UN RISCHIO - La comunicazione tra cambiamento climatico e pandemia

con Giancarlo Sturloni, giornalista e saggista e Antonella Viola, dipartimento di Scienze Biomediche Università di Padova

 

Giovedì 28 gennaio ore 17,45  - LA BATTAGLIA DEGLI ESERCITI INVISIBILI- Il sistema immunitario contro virus e batteri

con Giovanni Di Perri, dipartimento Clinico di Malattie Infettive Università di Torino, Roberta Villa, medico e giornalista scientifica e Valeria Cagno, ricercatrice Università di Ginevra

 

Giovedì 4 febbraio ore 17,45  - QUANDO LA PAROLA CONTA PIÙ DEI FATTI - Lingua, linguaggio, società digitale

Andrea Moro, Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia con Vera Gheno, sociolinguista specializzata in comunicazione digitale

 

Giovedì 11 febbraio - OLFATTO, LA RISCOPERTA DEL SENSO DIMENTICATO - Fondamentale nel mondo animale, rimosso dagli umani, costoso al ristorante

con Anna D’Errico, neuroscienziata e divulgatrice scientifica

 

Giovedì 25 febbraio ore 17,45 - CHI HA PAURA DEL BUIO? - Divagazioni astronomiche spettacolari

con Filippo Bonaventura, Lorenzo Colombo e Matteo Miluzio, astrofisici e divulgatori

 

Giovedì 4 marzo ore 17,45  - OGNI EPOCA HA LE SUE STREGHE: ANCHE LA NOSTRA - Ragione e pensiero magico

con Alessandro Barbero, storico e scrittore, dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi del Piemonte Orientale e Marco Ciardi, dipartimento di Storia Culture Civiltà Università di Bologna

 

GIOVEDÌSCIENZA PER LA SCUOLA

 

Giovedì 18 febbraio ore 10 - UNA NOTA DI SCIENZA - La crisi climatica raccontata (anche) in musica

con Elisa Palazzi ricercatrice Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima ISAC CNR e Andrea Vico, scrittore e divulgatore

Con la partecipazione straordinaria degli Eugenio in Via di Gioia

 

Giovedì 11 marzo ore 10 - C’É SPAZIO PER TUTTI - Uomini su Marte, sonde su esopianeti

Adrian Fartade, storico della scienza e divulgatore e Luca Perri, astronomo e divulgatore, Istituto Nazionale di Astrofisica INAF

 

www.giovediscienza.it

]]>
MOTOR VILLAGE ARESE: IL FLAGSHIP DI FCA SI RINNOVA PER OSPITARE TUTTA LA GAMMA DEL GRUPPO E GUARDA ANCHE ALLA SOSTENIBILITA’ Tue, 29 Dec 2020 11:34:23 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/680902.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/680902.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Grandi novità al Motor Village Arese, il punto di riferimento per la città di Milano e la Lombardia 

Una struttura unica al mondo dove celebrare il passato, presentare il presente e preparare il futuro. Sin dal 2015 questa è l’essenza del Motor Village Arese, che sorge in un contesto unico al mondo esattamente là dove Alfa Romeo affonda le sue radici e dove la “meccanica delle emozioni” muove le corde di antiche e nuove passioni.

Da circa un anno questa location unica è diventata il vero punto di riferimento del gruppo FCA per la Lombardia e per la città di Milano. Ai due brand iconici Alfa Romeo e Jeep si sono affiancati gli altri brand Fiat, Lancia e Abarth e l’officina specializzata con i servizi, ricambi, accessori, assistenza e customer care per tutti i brand FCA.

Motor Village Arese ha rinnovato completamente i due piani dell’esposizione dedicando un’intera area ai brand Fiat, Lancia e Abarth. Tutti coloro che vogliono conoscere meglio il mondo FCA possono ora trovare nel Motor Village Arese il posto ideale per scegliere la propria vettura, orientandosi tra i colori, i modelli e le motorizzazioni in esposizione, sempre accompagnati dai consulenti specializzati dedicati.

Nel nuovo allestimento del Motor Village Arese c’è spazio anche per il futuro: la mobilità sostenibile di FCA. Accanto alle Jeep – Renegade 4xe e Compass 4xe - è possibile trovare le versioni Fiat e Lancia Hybrid e la Nuova Fiat 500, 100% elettrica.

Sempre di più la sostenibilità è diventata uno stile di vita e non una scelta controcorrente e, per questo, i modelli elettrici e plug in convivono nello stesso spazio insieme alle altre vetture del gruppo.

Al Motor Village Arese c’è spazio per tutte le possibilità offerte dei brand FCA. Dal termico all’elettrico, per accontentare ogni cliente, soddisfare ogni esigenza ed essere la soluzione ad ogni necessità di mobilità.

 

Motor Village Arese

Viale Alfa Romeo, 20020 Arese (MI)

www.motorvillagearese.it

]]>
IL “GLOBAL ORGASM FOR PEACE DAY” SECONDO LOVEVER Fri, 18 Dec 2020 10:49:53 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/679233.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/679233.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Manca meno di una settimana al Global Orgasm for Peace Day!

Il 21 dicembre, in occasione del solstizio invernale, si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale dell'Orgasmo per la Pace in Terra, ideata nel 2006 da due attivisti americani, Paul Reffell e Donna Sheehan. Da 14 anni a questa parte il messaggio è sempre lo stesso - fate l’amore, per fare la pace! -  e l’obiettivo è creare uno stato di piacere e di benessere diffuso, di cambiare l’energia nella Terra immettendone la quantità massima possibile di tipo positivo.

 

Se è dunque vero che sesso fa rima con pace, quali sono gli oggetti che fanno tendenza ma soprattutto, dopo mesi di lockdown e coprifuoco, cosa vogliono gli italiani?

A dare qualche spunto è Elisa Sevino, proprietaria di Loverer, il concept store dedicato all’amore nato quasi 10 anni fa a Torino ma che da quando è sbarcato sul web ha conquistato tanti single e coppie in giro per lo stivale.

 

Loverer è uno spazio sicuro e confortevole dove scoprire tutte le ultime tendenze in fatto di sessualità e benessere, un’oasi protetta dove non esistono tabù, giudizi e preconcetti ma solo libertà, naturalezza e rispetto. Tra gli scaffali non c’è nulla che parli di mercificazione del sesso, ma solo di piacere, spensieratezza e divertimento.

 

La grande sorpresa di questo lockdown – dice Elisa -  è che esistono ancora coppie felici. Tante!! Hanno vissuto un periodo strano, qualcuna ne ha approfittato per trascorrere più tempo insieme, altre hanno dovuto ricavarsi un’intimità tra mura domestiche affollate… Ma se ho visto una tendenza nel lockdown è stata quella della voglia di ritrovarsi e di riscoprirsi. Per la notte del 21 punterei su un sex toys. Quello più richiesto in questi giorni è l’ovetto vibrante azionabile a distanza con una app sul cellulare: perfetto anche per tutte le coppie che sono costrette a vivere lontane. Oltre alla lingerie, tra le idee che ho selezionato per i miei clienti citerei anche le candele da massaggio e  il calamaio con “inchiostro” al cioccolato o alla fragolina di bosco, per un bodypainting sensuale e gourmand”.

 

Per celebrare al meglio a questa giornata dedicata all’orgasmo Lovever ha dedicato la puntata di #DonneDaCoprifuoco - il format online delle donne per le donne in diretta Instagram ogni lunedì sera sulla pagina @lovever.shop proprio al piacere sessuale. Ospite della diretta la SacerdoSex Attivatrice di Piacere Elisa Caltabiano, Sex & Sensuality Coach, che dialogherà con Elisa Sevino sul tema del piacere inteso come strumento per ritrovare il proprio personale equilibrio.

 

www.lovever.it

]]>
CASA E COVID. ARRIVA INTELLIPURE Wed, 16 Dec 2020 11:42:29 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/arredamento/678632.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/arredamento/678632.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Per un’aria sana che sa di fresco arriva dall’America la più potente tecnologia di purificazione dell'aria al mondo 

Ripulire l’aria dall’inquinamento, da batteri e da virus: un’esigenza sempre più importante, una priorità non solo in ospedali, aeroporti e alberghi ma anche in uffici, negozi, ristoranti, case e appartamenti privati.

In tempi di lockdown, coprifuoco e smartworking trascorriamo anche 22 ore al giorno in luoghi chiusi e respiriamo aria fino a cinque volte più inquinata di quella esterna. L’OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, ha stimato che i luoghi chiusi possono essere fino a 5 volte più pericolosi di quelli all'aperto. Virus, batteri, muffe e acari della polvere sono annidati negli ambienti in cui viviamo in concentrazione superiore rispetto all’ambiente esterno e possono procurare disturbi comuni - reazioni allergiche, spossatezza, emicrania e insonnia - di cui è spesso difficile individuare la causa.

 

Per sanificare gli ambienti domestici, catturando le particelle ultrafini, direttamente dagli USA arriva INTELLIPURE, il purificatore d’aria studiato per aiutare l’esercito USA nell’eventualità di un attacco batteriologico.

 

Bianco, silenzioso, compatto, a basso consumo, INTELLIPURE sfrutta la tecnologia rivoluzionaria DFS (Disinfecting Filtration System) per rimuovere muffe, batteri e virus, ma anche gas nocivi e odori. Il design semplice ed elegante lo rende adatto a qualsiasi ambiente. Una soluzione per la casa, l’ufficio ma anche bar e ristoranti.

INTELLIPURE:

•          Elimina il 99% di batteri, muffe, funghi e spore

•          È efficace contro i virus

•          Rimuove completamente i cattivi odori

 

La tecnologia DFS è l'unica tecnologia al mondo attualmente in commercio sviluppata per combattere efficacemente l'epidemia di particelle ultrafini, consentendo di soggiornare in sicurezza negli ambienti chiusi come se ci si trovasse all’aria aperta. I test di laboratorio specifici per la SARS-CoV-2 che utilizzano un virus proxy condotti dal rinomato Dr. Syed Sattar, consulente dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, hanno mostrato che la tecnologia brevettata DFS ha catturato e disattivato il 99,987% del virus proxy SARS-CoV-2 entro 10 minuti e il 100% in 45 minuti senza alcuna ricrescita dopo 24 ore.

 

www.intellipure.it

 

]]>
CRISTINA CHIABOTTO NUOVA AMBASSADOR DI MIRAFIORI MOTOR VILLAGE Mon, 14 Dec 2020 15:54:37 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/678184.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/678184.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Mirafiori Motor Village ha un cuore umano e vuole “metterci la faccia”! Per farlo ha scelto Cristina Chiabotto, conduttrice televisiva e showgirl torinese.

Massimo Dallara, Dealer Manager del Mirafiori Motor Village di Torino, sottolinea: “Questa iniziativa ci caratterizzerà come una realtà sempre più dinamica ed evoluta, in cui soddisfiamo il bisogno di mobilità dei nostri clienti ma offriamo anche un’esperienza di caring che supera il rapporto puramente commerciale. Questo grazie alla nostra squadra, 200 persone che mettono la loro passione, le loro competenze e capacità al servizio degli ospiti. Il sorriso e la positività di Cristina rappresentano al meglio i nostri valori: ascolto, affidabilità e inclusione”.

 

Orgogliosa delle proprie radici, Cristina Chiabotto incarna perfettamente la semplicità, l’apertura e la generosità del team dello showroom. Ecco le parole di Cristina: “Sono felice di essere la nuova compagna di viaggio di un’eccellenza torinese. Con Mirafiori Motor Village partiremo per un progetto che presenta il suo aspetto innovativo e polifunzionale. Sarà un’esperienza unica che racconteremo sempre a bordo delle nostre fantastiche autovetture”.

 

Showroom espositivo e punto vendita di tutta la gamma FCA, il Mirafiori Motor Village è da 14 anni un importante punto di riferimento nella geografia di Torino. Profondamente inserito nel tessuto sociale della città fin dalla nascita (segnata dall’abbattimento del muro che divideva la Fiat dalla città), il Mirafiori Motor Village ha promosso e ospitato eventi che hanno sempre visto una grande partecipazione di pubblico, a testimonianza della sua natura polivalente e inclusiva.

]]>
INTELLIPURE SBARCA IN ITALIA Thu, 10 Dec 2020 12:05:58 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/677449.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/677449.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Arrivano in Italia i purificatori d’aria Intellipure, studiati e brevettati dalla Healthway per aiutare le forze armate americane nell’eventualità di un attacco batteriologico.

I purificatori d’aria Intellipure utilizzano la tecnologia DFS, la più efficace oggi in commercio, l’unica al mondo in grado catturare e rimuovere in modo permanente particelle ultrafini, tra cui virus fino a 0,03 micron.

7 milioni di Euro sono stati stanziati dall’azienda per potenziare il mercato dell’export. Già adottati per il rientro in sicurezza dalle scuole di NY e da ospedali, edifici federali e grandi aziende in USA, i purificatori d’aria Intellipure hanno debuttato in Italia ieri, 9 dicembre, a  Firenze nel mondo della scuola.


Il brand americano Intellipure, leader da 39 anni nei sistemi per la purificazione dell’aria con all’attivo 25 brevetti depositati in 40 paesi, dal mese di dicembre sbarca sul mercato italiano.  

I purificatori d’aria Intellipure, prodotti dall’americana Healthway, sono stati studiati per aiutare l’esercito USA nell’eventualità di un attacco batteriologico, sono brevettati e sfruttano la tecnologia rivoluzionaria DFS (Disinfecting Filtration System).

La tecnologia DFS è l'unica tecnologia sviluppata per combattere efficacemente l'epidemia di particelle ultrafini, consentendo di soggiornare in sicurezza negli ambienti chiusi come se ci si trovasse all’aria aperta.

I test di laboratorio specifici per la SARS-CoV-2 che utilizzano un virus proxy condotto dal rinomato Dr. Syed Sattar, consulente dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, hanno mostrato che la tecnologia brevettata DFS ha catturato e disattivato il 99,987% del virus proxy SARS-CoV-2 entro 10 minuti e il 100% in 45 minuti senza alcuna ricrescita dopo 24 ore.

Nel mese di settembre il sindaco di New York Bill De Blasio ha scelto Intellipure per le scuole del suo distretto scolastico, il più grande al mondo, per purificare in via continuativa 10.000 aule dal coronavirus. Grazie alle elevate performance i purificatori Healthway sono stati scelti dal Governo Americano - negli uffici postali federali, negli uffici dell’esercito e della Marina - ma anche da importanti società - Pepsi Cola, Louis Vuitton e Bausch & Lombs – e da alberghi e resort – Mariott, Waldorf Astoria, Ritz-Carlton, Hayatt, Sheraton, Hilton… E ancora purificatori d’aria Healthway si possono trovare al Mercy Hospital di Buffalo e nelle prigioni di Palm Beach in Florida, alla Cornel University di New York e al MET.

Forte dei successi negli USA, che hanno portato l’azienda a triplicare il numero dei dipendenti negli Stati Uniti da marzo ad oggi, l’azienda Healthway, produttrice del marchio Intellipure, ha stanziato oltre 7 milioni di euro per puntare sull’export e ha iniziato ad espandere la sua presenza in Grecia, Germania, Regno Unito, Giappone e Filippine. Ora Healthway scommette sull’Italia considerandolo un mercato dalle grandi potenzialità.

In Italia, Intellipure sarà introdotta sia nel mercato residenziale che in quello commerciale, con particolare attenzione al settore scolastico, medico e del fitness, nonché agli uffici.

"La nostra tecnologia leader nella purificazione dell'aria - afferma Antony Papageorgiou, VP della società americana - è destinata a portare una crescita esponenziale all'azienda nei prossimi due anni. Solo quest'anno abbiamo sperimentato un'impennata della domanda superiore al 100% e una significativa espansione in diversi mercati chiave europei e asiatici.

Il debutto ufficiale in Italia di Intellipure è stato il 9 dicembre nella scuola Kindergarten di Firenze che per prima ha dotato tutte le sue aule di un purificatore Intellipure per garantire una didattica il più sicura possibile ad insegnanti, studenti e famiglie.

 

www.intellipure.it 

 

COME FUNZIONA LA TECNOLOGIA DFS.

Il campo ad alta energia DFS crea uno stato autonomo e altamente ionizzato nel filtro principale che raggruppa le particelle ultrafini per renderle più grandi, permettendo al filtro principale di catturarle efficacemente. Il sistema impedisce agli organismi vivi di fuggire nell’aria e ne impedisce la crescita nel filtro. I due meccanismi lavorano insieme per fornire una filtrazione delle particelle. 

La tecnologia DFS, già al servizio dell’esercito americano, è l'unica tecnologia sviluppata per combattere l'epidemia di particelle ultrafini ed è già stata testata contro le pandemie di H1N1 e SARS.

L'aria che respiriamo è piena di particelle microscopiche. Negli ultimi anni, gli scienziati stanno conducendo ricerche convincenti che indicano che le particelle "ultrafini" più piccole sono potenzialmente pericolose per la salute. Per fortuna, la tecnologia DFS è stata progettata specificamente per sradicare queste particelle dannose - e ad un tasso più alto di qualsiasi altro purificatore d'aria al mondo.

I TEST SULLA LA TECNOLOGIA DFS. CONTRASTO AI VIRUS DI DIMENSIONI 0,03 Micron

La tecnologia è stata sottoposta ad una serie di test condotti dal Dr. Seyed Sattar, esperto di fama mondiale nel controllo delle infezioni e consulente dell'U.S. EPA (Environmental Protection Agency) e dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, per dimostrarne l'efficacia sulla cattura e la rimozione permanente di virus e batteri trasportati dall'aria. I test sono stati condotti in una camera che è stata costruita per seguire le linee guida dell'U.S. EPA.

La tecnologia DFS si è dimostrata 40 volte più efficace della tecnologia Hepa e unica nel contrastare efficacemente tutti i tipi di inquinanti negli spazi interni e a mantenere un elevato stato sanitario con un servizio regolare. La tecnologia DFS ha dimostrato di rimuovere dall'aria un virus proxy per la SARS-CoV-2 (RNA virus MS2)1: i risultati di questi dati mostrano un'eliminazione del 99,987% in 10 minuti del surrogato di dimensioni di 0,03 micron. Il test ha anche mostrato che c'è stata un'eliminazione del 100% in 45 minuti e di nuovo il 100% a 24 ore, il che indica l'assenza di reintroduzione del virus proxy. Il batteriofago MS-2 è un virus piccolo (circa 30 nanometri o .03 micron), non avvolto, che viene spesso utilizzato come surrogato per piccoli virus patogeni umani non avvolti, come i norovirus.

]]>
TEDxTorinoSalon think.her Wed, 09 Dec 2020 17:07:23 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/677277.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/677277.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

TEDxTorinoSalon

think.her

Martedì 15 dicembre. Ore 18

In diretta streaming dal Mirafiori Motor Village

Registrazione gratuita all’evento su: www.tedxtorino.com/evento/tedxtorinosalon-think-her/ 

 

 

Think.her: il pensiero si fa donna. Le “idee che meritano di essere diffuse” non hanno colore né genere ma nel periodo dell’anno in cui TED dà voce alle donne innovatrici di tutto il mondo, anche TEDxTorino, evento realizzato con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo, dedica il suo prossimo appuntamento al pensiero al femminile. Pensare alla donna (Think of her) o donne pensatrici (thinker)?

Comunque lo si legga il TEDxTorinoSalon - in calendario il 15 dicembre in diretta streaming dal Mirafiori Motor Village – è un inno al lato più fiero dell’universo femminile.

 

Innovatrici intellettuali, potenti agenti di cambiamento, campionesse di idee: a Torino, sul palco del celebre format di conferenze, salgono tre grandi donne italiane.

Donne ordinarie e al tempo stesso straordinarie, coraggiose, brillanti. Laura Brioschi, Renata Enriù e Federica Tremolada. I riflettori del mondo si accendono su tre storie, tre vite, tre racconti diversi che per 15 minuti (ciascuno) sapranno motivare, emozionare, far pensare, commuovere.

 

Laura Brioschi, modella e influencer curvy da oltre mezzo milione di follower, parla di Body Positive. Un viaggio, anche autobiografico, che passa attraverso un trascorso di bulimia e depressione, accettazione di sé, amore per il proprio corpo e attivismo sociale.

Oggi Laura è non è solo un’imprenditrice realizzata ma una vera e propria icona, un esempio positivo per tante donne, uomini e adolescenti di entrambi i sessi. Il suo progetto no profit Body Positive Catwalk è il movimento Body Positive più grande e importante d’Europa. Laura - che nel 2019 ha portato in piazza del Duomo a Milano centinaia di donne e di uomini di ogni taglia, etnia e orientamento sessuale a spogliarsi, letteralmente e metaforicamente, di ogni pregiudizio e discriminazione - porta oggi a TEDxTorinoSalon tutta la sua forza, la sua voglia di lottare contro ogni forma di body shaming e bullismo, la sua fame di vita e di felicità.

 

Renata Enriù, laureata in chimica farmaceutica, Direttore Generale e socia fondatrice di una delle principali aziende italiane specializzate nella diagnosi e cura dei disturbi respiratori del sonno. A TEDxTorinoSalon racconta una vita dedicata alla cura dell’Osas (Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno), la forza di volontà di ricominciare da zero dopo un licenziamento, il coraggio e la lungimirante incoscienza di puntare tutto su un’idea e di costruire un business credendo fortemente nelle potenzialità della cura di una patologia all’epoca poco conosciuta e poco riconosciuta dal Sistema Sanitario Nazionale italiano.

Oggi, anche grazie all’Associazione Italiana Pazienti Apnoici e al lavoro di professionisti del settore come Renata, questa malattia subdola, che può avere conseguenze anche molto gravi, viene sempre più di frequente diagnosticata e curata… ma c’è ancora tanta strada da percorrere.

 

Federica Tremolada studiava musica già da bambina e alla musica è tornata. Managing Director Sud ed Est Europa per Spotify, per lei la musica è passione oltre che lavoro, ma anche inclusività e sfida verso le nuove frontiere del digitale. Viaggiatrice da sempre e amante delle sfide internazionali, è approdata a Spotify nel 2019 dopo una lunga esperienza americana in Youtube.

A TEDxTorinoSalon ci parla del binomio tra musica e matematica. La musica digitale che è fatta di algoritmi e la matematica che, a sua volta, influenza la musica.

 

 

 

www.tedxtorino.com

Realizzato con il sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo

]]>
CASA MARCHETTI PRESENTA PANDÒ. L’ACCENTO SUL BUONO Mon, 07 Dec 2020 14:36:20 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/676732.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/676732.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Ancora una novità in arrivo dal maestro gelatiere Alberto Marchetti che ormai ha abituato tutti alle sue idee creative. Dopo Cremà, Zabà, Gatò, Rubatò e Tiramisù arriva Pandò, il dolce lievitato realizzato in collaborazione con Galup.

L’idea è sempre la stessa…mettere l’accento sulla bontà.

Come sempre Alberto realizza i suoi prodotti con una filosofia precisa: “solo quello che serve niente di più”: Pandò nasce senza conservanti, senza mono e digliceridi. Una ricetta semplice, genuina, che sa di casa…Marchetti.

Fedele alla filosofia con la quale realizza i propri gelati, anche per Pandò Alberto utilizza solo ingredienti di filiera italiana, selezionati tra i produttori che da sempre collaborano con lui: Inalpi, Italia Zuccheri e Uova Fantolino.

Pandò ha la forma di un gianduiotto, il cioccolatino torinese famoso in tutto il mondo. È stato pensato come un dolce da accompagnare con Cremà – la crema al gianduja -  e Zabà – lo zabaione nel vasetto - ma anche e soprattutto con il gelato.

Prosegue anche per Pandò la collaborazione di Alberto Marchetti con l’artista Giovanni Gastaldi che ne ha illustrato l’etichetta.

Buona per la colazione, perfetta come dessert, l’edizione limitata di Pandò (550 gr) è in vendita a € 18 nelle gelaterie Alberto Marchetti e on line su www.albertomarchetti.it

]]>
SPES 1970. IL DELIVERY TORINESE DI NATALE TRE VOLTE BUONO! Fri, 04 Dec 2020 10:54:13 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/676321.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/676321.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Un progetto di Natale buono e che fa del bene: nascono le Christmas Box di Spes 1970, la cooperativa sociale torinese nata come laboratorio di cioccolato che impiega giovani e persone socialmente fragili.

 

In occasione delle Feste e complice il periodo di lockdown, Spes 1970 ha deciso di reinventarsi, offrendo un nuovo servizio di delivery solidale tre volte buono! Attraverso il ricco catalogo online è possibile scegliere e ordinare la propria Christmas Box, ricevendola direttamente a casa.

 

Un regalo buono perché il cioccolato Spes 1970 è proprio così: buono, artigianale di qualità. Le confezioni natalizie sono composte da una grande varietà di prelibatezze firmate Spes: dai gianduiotti alla crema spalmabile, dalle praline alle dragèes, dalle rotelle alle tavolette di cioccolato. 

 

Un progetto buono perché solidale. L’iniziativa sostiene Spes@Labor, il laboratorio realizzato in collaborazione con l'Istituto Penale Minorile Ferrante Aporti di Torino che insegna ai giovani detenuti il mestiere di addetto alla produzione del cioccolato, attraverso un percorso di formazione teorico e pratico volto al loro reinserimento all'interno del tessuto sociale. Infatti, nelle confezioni di Natale, oltre i classici prodotti di Spes sono presenti anche La Mala Vita”, la tavoletta di cioccolato al latte e fondente, completamente ideata e prodotta dai giovani detenuti e NOI DURI, la linea di praline fondenti al 60%, anch’essa realizzata dai ragazzi del Ferrante Aporti.

 

Un delivery buono perché tutta la “famiglia” Spes, durante il lockdown e la chiusura al pubblico dei punti vendita, si è reinventata per garantire ai clienti un servizio preciso e puntuale anche durante le Feste.

C’è Domingo, barista del punto vendita di Via Saorgio. Per lui regalare un sorriso con un caffè è una vera e propria missione. Ora che il bar è chiuso ha deciso di consegnare in prima persona i regali di Natale ai suoi clienti, con l’obiettivo di continuare a strappare loro, nel breve tempo di una consegna, un fugace sorriso.

Marika, prima cassiera di uno dei punti vendita, ora organizza con precisione e puntualità la logistica del servizio di delivery.

C’è Teresa, prima banconista e ora addetta alla confezione delle Christmas Box, che in ogni scatola regalo mette tutta la sua passione e creatività per portare a casa dei clienti tutta la magia dell’atmosfera natalizia. 

Poi c’è Jader, responsabile di sala di Etikø diversamente Bistrot, il ristorante a km 0 del Gruppo Spes la cui filosofia si fonda sulla scrupolosa attenzione alla qualità delle materie prime. È con questa stessa filosofia che ha deciso di rimettersi in gioco per dare la possibilità a tutti di ricevere e fare un dolce regalo di Natale, senza mai rinunciare alla qualità dei prodotti.

 

Il catalogo natalizio di Spes 1970 è consultabile al link: http://www.cioccolatospes.it/wp-content/uploads/2020/11/catalogo-natale-2020.pdf

È possibile ordinare telefonando al numero: +39 342 0519730.

 

www.cioccolatospes.it

 

]]>
LE APNEE NOTTURNE SUL PALCO INTERNAZIONALE DI TEDx Thu, 03 Dec 2020 12:16:24 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/676016.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/676016.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

OSAS. In Italia ne soffre mediamente il 10% delle persone, il 17% in alcune fasce di popolazione, ma pochi ne sono consapevoli. È una patologia ancora troppo poco nota, fattore di rischio per moltissime gravi patologie. Far conoscere questa malattia è il primo passo per aiutare davvero le persone.  

Se ne parla martedì 15 dicembre a TEDxTorino Salon Think.her 

In diretta alle ore 18 dal Mirafiori Motor Village sul sito e sui canali social di TEDxTorino

 

Portare un argomento sul palco di un TEDx significa dare la possibilità a milioni di persone in tutto il mondo di ascoltarlo, non solo nel giorno di un evento TEDx ma anche successivamente, grazie alla piattaforma TED, ai social e alla App che ne moltiplicano i pubblici e veicolano le idee che meritano di essere condivise. Sottotitolati in inglese, tutti i talk superano le barriere territoriali e quelle linguistiche e ispirano, informano e fanno riflettere migliaia di persone ogni giorno, in ogni angolo del pianeta.

Per la prima volta il problema della Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno - comunemente nota come OSAS - verrà portato in Italia sul palco di TEDx martedì 15 dicembre da Renata Enriù, speaker di TEDxTorino Salon Think.her presso il Mirafiori Motor Village.

Renata Enriù è fondatrice e DG di Respiraire, una delle principali aziende italiane specializzate nella diagnosi e nella cura dei disturbi respiratori del sonno.

Conoscere che cosa siano le apnee notturne è importantissimo. Secondo l’OMS la Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno è un importante cofattore per lo sviluppo di malattie sistemiche. È scientificamente dimostrato che l’OSAS, oltre a causare sonnolenza, costituisce fattore di rischio per malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2, ictus, obesità, abbassamento delle difese immunitarie. Secondo le ultime stime, almeno 4 milioni di italiani presentano apnee di grado moderato o severo non diagnosticate. 

I sintomi attraverso i quali si manifesta il disturbo sono russamento, pause respiratorie nel sonno, frequenti cambi di posizione durante la notte, sensazione di aver goduto di un sonno non ristoratore, sonnolenza, cefalea mattutina, calo di attenzione e di memoria, irritabilità e ansia.

La diagnosi avviene attraverso una polisonnografia o monitoraggio cardiorespiratorio del sonno, mentre le cure sono diverse e la più conosciuta è rappresentata da un trattamento ventilatorio a pressione positiva non invasivo (CPAP).

Oggi, oltre al lavoro di eccellenti medici specialisti, grazie all’Associazione Italiana Pazienti Apnoici e al lavoro di professionisti del settore come Renata, questa malattia subdola, che può avere conseguenze anche molto gravi, viene sempre più di frequente diagnosticata e curata. I casi di OSAS attualmente diagnosticati in Italia sono circa 200 mila.… ma c’è ancora tanta strada da percorrere.

Oggi la tecnologia consente percorsi di diagnosi e di follow up delle cure anche a domicilio e in telemedicina – racconta Renata - Siamo convinti che per tutti sarà più facile accedere alle risposte che cercano quando si renderanno conto che respirare male nel sonno influenza la vita, rovina la salute e mette in pericolo sè stessi e gli altri.”

 

www.tedxtorino.com

Realizzato con il sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo


]]>
Lovever presenta #DONNEDACOPRIFUOCO IL NUOVO FORMAT ONLINE DELLE DONNE PER LE DONNE Mon, 30 Nov 2020 15:25:29 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/675189.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/675189.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Ogni lunedì sera in diretta Instagram sulla pagina @lovever.shop  

Elisa Sevino incontra le ragazze di #BreakTheSilence, la sex coach Elisa Caltabiano, l’interior designer Elisabetta Marangoni, la giornalista Giovanna Gallo, la psicoterapeuta Giorgia Pistono e l’insegnante di pilates Elena Vanni Umile


Studi scientifici condotti dall’Università di Harvard dimostrano che le chiacchiere tra amiche sono un vero toccasana per il cervello e per l’umore. Ed è esattamente con questo spirito che nasce #DonneDaCoprifuoco, il nuovo format online lanciato da Lovever, il concept store (torinese) dedicato all’amore, un’oasi protetta dove non esistono tabù, giudizi e preconcetti ma solo libertà, naturalezza e rispetto.

Tra il negozio fisico e quello online, da quasi 10 anni Lovever è un punto di riferimento per tantissime donne, ragazze e signore ma anche per molti uomini che vogliono capire i desideri e l’amore nelle sue infinite sfumature, da quelle più sexy, ammiccanti e giocose a quelle più sussurrate, delicate e intime.

 

Dopo mesi di lockdown, coprifuoco e ancora lockdown, tutti abbiamo imparato quanto sia prezioso il tempo che sappiamo regalarci. Ogni lunedì alle 21.30, 20 minuti di chiacchiere tra Elisa Sevino, la padrona di casa, e un’ospite, con la possibilità per tutte le amiche collegate di interagire con una domanda, un commento o anche solo con un emoticon…

 

Il concetto dal quale si parte ogni lunedì è che ciascuna donna deve sentirsi libera di essere se stessa, senza limitazioni e condizionamenti, al di là delle mode. E più si impara ad amarsi per ciò che si è, più si è capaci di amare.

#DonneDaCoprifuoco è un viaggio leggero e spensierato nell’universo femminile. Serata dopo serata, ogni ospite porta il suo punto di vista legato al tema del benessere della donna: fisico, psicologico, famigliare, sessuale...

 

Nei primi appuntamenti di #DonneDaCoprifuoco si parlerà della differenza tra complimenti e molestie con le ragazze di #BreakTheSilence, di carico mentale con la giornalista Giovanna Gallo, di equilibrio e piacere con la sex coach Elisa Caltabiano, di corpo e movimento con l’insegnante di pilates Elena Vanni Umile, dell’importanza di ritagliarsi i propri spazi, mentali e fisici, con la psicoterapeuta Giorgia Pistono e di fare rete tra donne con l’interior designer Elisabetta Marangoni.

 

Con le vere amiche si può parlare di tutto, sempre, l’importante è stare bene – o meglio – insieme. Un’amica è quello che non riesci a dire, anche se vorresti. È il consiglio del quale avevi bisogno, la risata che aggiusta tutto. E mai come in questo periodo “strano” ritagliarsi 20 minuti per sé può essere divertente, rilassante, persino illuminante!

 

 

IL PROGRAMMA 2020 DI #DONNEDACOPRIFUOCO

 

30 Novembre ore 21,30

SAPERSI RITAGLIARE I PROPRI SPAZI - Strategie di sopravvivenza per spiriti intraprendenti

Con Giorgia Pistono – Psicologa e psicoterapeuta
Instagram: @psicoquarantine (
https://www.instagram.com/psicoquarantine/)  

 

7 Dicembre ore 21,30

COMMUNITY AL FEMMINILE – I benefici e l’importanza di far parte di una rete di amiche

Con Elisabetta Marangoni - agente immobiliare e interior designer

Instagram: @elisabettamarangoni (https://www.instagram.com/elisabettamarangoni/)

 

14 Dicembre ore 21,30

DONNA, MAMMA MA DI SICURO NON SANTA - Come ho alleggerito il mio carico mentale con terapia, nutrizionista e un po' di frivolezza

Con Giovanna Gallo – Digital Editor di costume e attualità per Cosmopolitan.it, RobadaDonne.it e LonelyPlanet Italia.
Instagram: @gioska23 (https://www.instagram.com/gioska23/)

 

21 Dicembre ore 21,00 (appuntamento anticipato)

SEX POWER - Come il piacere sessuale può aiutare a ritrovare il nostro equilibrio

Con la SacerdoSex Attivatrice di Piacere Elisa Caltabiano - Sex & Sensuality Coach, Qoya teacher, Breathwork and Sacred Woman Awakening Facilitator
Instagram: @viviaccesa (https://www.instagram.com/viviaccesa/)

 

28 Dicembre ore 21,30

#BREAKTHESILENCE -  La linea sottile tra complimento e molestia

Con Giulia Chinigò, Maria Chiara Cataldo, Francesca Penotti, Francesca Sapey ideatrici di #BreakTheSilence
Instagram: @breakthesilence_ita (https://www.instagram.com/breakthesilence_ita/)

 

4 Gennaio ore 21,30

IL CORPO CI CONOSCE – Impariamo anche noi a conoscerlo.

Con Elena Vanni Umile – insegnante di pilates di Atelier Laboratorio del Movimento

Instagram: @atelierlaboratoriodelmovimento (https://www.instagram.com/atelierlaboratoriodelmovimento/)

 

Presto online gli appuntamenti 2021.

 

#DonneDaCoprifuoco: ogni lunedì sera, da lunedì 30 novembre 2020, in diretta instagram sulla pagina di LOVEVER: https://www.instagram.com/lovever.shop

]]>
GIOVEDÌSCIENZA PRENDE IL TAXI1729! Mon, 23 Nov 2020 09:21:59 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/673545.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/673545.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Le conferenze si trasferiscono online e rimangono interattive

 

“L’inquinamento sta cambiando l’abituale dimensione temporale dei ritmi naturali. Dovrà essere ripensato il nostro modo di produrre e consumare i beni che ci sono necessari. Bisognerà cominciare a pensare allo smaltimento e al riciclaggio dei rifiuti come una fase importante del momento di produzione e non come un problema che altri, magari più in là nel tempo, ci risolveranno. Non è semplice ma è una scommessa che vale il nostro futuro”.

 

Se Greta Thunberg fosse nata il giorno esatto in cui queste parole aprivano la conferenza Inquinamenti senza frontiere con Augusto Biancotti, oggi avrebbe 31 anni. Era il 15 novembre 1988 e GiovedìScienza era ancora MartedìScienza, alla terza edizione.

L’appuntamento torinese con la scienza ha sempre affrontato tematiche al centro del dibattito scientifico e pubblico che ancora oggi affascinano e fanno discutere. Sul palco di GiovedìScienza si sono alternati Premi Nobel e divulgatori, giovani ricercatori e professori universitari, ciascuno con l’obiettivo condiviso di amplificare il messaggio scientifico al grande pubblico. Senza timore di essere smentiti si può affermare che GiovedìScienza abbia rappresentato sin dalla prima edizione la divulgazione scientifica, grazie alla conduzione di Piero Bianucci e ai grandi personaggi che hanno contribuito a rendere grande il format: Tullio Regge, Piero Angela, Amalia Ercoli Finzi, Margherita Hack, Piergiorgio Odifreddi, Franco Malerba, Renato Dulbecco, Ilya Prigogine, solo per citarne alcuni.

Quella di MartedìScienza prima e GiovedìScienza poi è una tradizione radicata nell’intento divulgativo che guarda sempre al futuro e, ancora una volta, la manifestazione si rinnova per continuare a offrire il suo messaggio scientifico con la chiarezza che da sempre la caratterizza.

Novità di questa 35a edizione la collaborazione con Taxi1729, un gruppo di giovani e esperti divulgatori che hanno unito l’esperienza in campo divulgativo maturata negli anni con le opportunità offerte dal web in un format fortemente interattivo dove gli spettatori saranno parte attiva dell’evento. Per tutta la durata dell’incontro una redazione curerà il rapporto con il pubblico che potrà inviare messaggi, richieste di approfondimento e domande per tutta la durata della conferenza. Il relatore potrà proporre al pubblico una serie di esperimenti (domande a risposta chiusa) che potrebbero, ad esempio, fornirgli una fotografia delle opinioni delle persone connesse prima che l’ospite affronti un determinato argomento oppure coinvolgere il pubblico in maniera diretta e immersiva nell’argomento trattato.

Un coinvolgimento a 360 gradi con l’obiettivo di riprodurre online quella che è la tradizione di GiovedìScienza: diffondere in maniera chiara e accattivante il pensiero e il metodo scientifico.

Ogni incontro sarà trasmesso in diretta sul sito www.giovediscienza.it e non sarà necessaria nessuna registrazione.

 

IL CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI

Giovedì 26 novembre l’esordio in diretta streaming con il matematico, logico e scrittore Piergiorgio Odifreddi per la conferenza “Infinito”, in cui si rifletterà su come gli scienziati del passato hanno immaginato l’illimitato nel corso della storia.  

Il secondo appuntamento è previsto per giovedì 3 dicembre in compagnia dell’astrofisico, scrittore e poeta francese Jean-Pierre Luminet per la conferenza “Caro universo vicino e lontano”, una grande opportunità per tutti di essere trasportati alla scoperta degli esopianeti e della segreta geometria del cosmo.  

Matteo Bertagni, vincitore del Premio Nazionale GiovedìScienza 2020, sarà il terzo ospite giovedì 10 dicembre con la conferenza “L’arte dei fiumi”, un’attenta riflessione su come riportare i fiumi allo stato naturale. L’attualità è sempre stata al centro di ogni nuova edizione di GiovedìScienza e per affrontarla, in questo particolare e complesso momento storico, bisogna parlare di emergenza. Ma l’urgenza non è solo quella sanitaria. Gli aggiornamenti legati al Covid19 occupano da mesi tutti i notiziari del mondo facendoci dimenticare che tutte le altre emergenze, compresa quella climatica, continuano a essere tali.

Il primo appuntamento del 2021 sarà giovedì 14 gennaio con la conferenza “Pratiche agricole sostenibili solo a casa propria o su scala globale?” con Michele Morgante dell’Università di Udine, Angelo Frascarelli dell’università di Perugia e Riccardo Valentini dell’Università della Tuscia.  

Giovedì 21 gennaio il giornalista e saggista Giancarlo Sturloni insieme ad Antonella Viola del dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Padova presenteranno le dinamiche comunicative tra cambiamento climatico e pandemia nella conferenza “Il rischio di annunciare un rischio”.  

La battaglia degli eserciti invisibili” sarà la conferenza di giovedì 28 gennaio in cui Giovanni Di Perri dell’Università di Torino in compagnia del medico, giornalista scientifica Roberta Villa e di Valeria Cagno dell’Università di Ginevra presenteranno come avviene e come si sviluppa la lotta del sistema immunitario contro virus e batteri.

Giovedì 4 febbraio Andrea Moro, ordinario di linguistica generale presso la Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia insieme a Vera Gheno, sociolinguista ed esperta di social media, tratteranno in diretta streaming la relazione tra lingua, linguaggio e società digitale “Quando la parola conta più dei fatti”.

Giovedì 11 febbraio riscopriremo un senso fondamentale nel mondo animale, rimosso dagli umani e costoso al ristorante: l’olfatto, con Anna D’Errico, neuroscienziata e divulgatrice scientifica nella conferenza in presenza al Teatro Colosseo “Olfatto, la riscoperta del senso dimenticato”.

Giovedì 25 febbraio, sempre al Teatro Colosseo in compagnia dei divulgatori e astrofisici Filippo Bonaventura, Lorenzo Colombo e Matteo Miluzio -tre giovani autori molto popolari sui social, il loro profilo Chi ha paura del buio? è seguitissimo - ci si lancerà in spettacolari divagazioni astronomiche nella conferenza “Chi ha paura del buio”.

A concludere i 10 incontri, giovedì 4 marzo, Alessandro Barbero, storico e scrittore, ordinario di Storia Medievale presso l’Università degli Studi del Piemonte Orientale, con Marco Ciardi, professore di Storia del pensiero scientifico presso l’Università di Bologna, ci accompagneranno in un viaggio tra ragione e pensiero magico nella conferenza in diretta streaming “Ogni epoca ha le sue streghe: anche la nostra”.

 

SPECIALE SCUOLE

Come ormai tradizione, GiovedìScienza dedica alcuni appuntamenti alle scuole.

Il 18 febbraio 2021 alle ore 10 è in calendario l’incontro “Una nota di scienza” in compagnia di Elisa Palazzi, ricercatrice del CNR e dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima, e di Andrea Vico, scrittore e divulgatore scientifico per fare un quadro definito dello stato ambientale e climatico attuale, i problemi e le possibili soluzioni che possiamo adottare per migliorare la situazione. Ospiti attesissimi anche gli Eugenio in Via di Gioia, che da sempre si battono per la tutela dell’ambiente e per la partecipazione attiva e il dibattito costruttivo dei più giovani nelle tematiche green attraverso canzoni e progetti coinvolgenti, per raccontare la crisi climatica (anche) in musica. Insieme racconteranno lo stato ambientale e climatico attuale, i problemi e le possibili soluzioni che possiamo adottare per migliorare la situazione.

Il secondo appuntamento con lo Speciale Scuole si terrà giovedì 11 marzo alle ore 10 con “C’è spazio per tutti” insieme ad Adrian Fartade, storico della scienza e divulgatore scientifico e Luca Perri, astronomo dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e divulgatore scientifico, per parlare di uomini su Marte e sonde su esopianeti.

Gli incontri si svolgeranno online con prenotazione obbligatoria inviando una mail a scuole@centroscienza.it

 

 

PREMIO NAZIONALE GIOVEDÌSCIENZA

Il Premio Nazionale GiovedìScienza, il riconoscimento per la divulgazione scientifica rivolta ai ricercatori Under 35, arriva al primo decennale. Nel 2021 sarà lanciata la call per i ricercatori di tutta Italia con l’obiettivo di incoraggiare i protagonisti della ricerca a comunicare la scienza. 4 i Premi in palio e per il vincitore del Premio GiovedìScienza, l’opportunità di raccontare i risultati della propria ricerca al pubblico della 36a edizione di GiovedìScienza con una conferenza dedicata.

Per info: premio@centroscienza.it 

 

 

La 35a edizione di GiovedìScienza è ideata e organizzata da Associazione CentroScienza Onlus, con il patrocinio di Città di Torino e Città metropolitana di Torino, il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo e il contributo di: Fondazione CRT, Banca d’Alba, Camera di commercio di Torino, UniCredit Spa. Partner Istituzionali: Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Accademia delle Scienze di Torino, Consiglio Nazionale delle Ricerche CNR e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare INFN. Supporto alla comunicazione scientifica e regia streaming TAXI1729. L’iniziativa si svolge nell’ambito del Sistema Scienza Piemonte. Social Media Partner: Torinoscienza. Sponsor tecnici: Teatro Colosseo, TopiXi, Ufficio stampa MAYBE