Comunicati.net - Comunicati pubblicati - TDS Comunicati.net - Comunicati pubblicati - TDS Thu, 04 Mar 2021 06:23:49 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/17683/1 Open Day: il 16 gennaio 2021 si potrà visitare l'Istituto Paritario Gianelli di Roma Mon, 04 Jan 2021 13:06:59 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/681685.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/681685.html TDS TDS I genitori, i bambini e i ragazzi, che stanno valutando l'iscrizione in una nuova scuola per il prossimo anno accademico, sono invitati a visitare l'Istituto Gianelli di Roma, sabato 16 gennaio 2021, su prenotazione, dalle 9.00 alle 13.00.

Nel corso dell'Open Day potrete incontrare i docenti e la coordinatrice didattica, visitare la scuola e conoscere la proposta educativa dell'Istituto. Il personale della scuola sarà lieto di mostrarvi la struttura, le classi, i campi da calcetto, basket, pallavolo, la pista di pattinaggio, i laboratori (scientifico e informatico) e le aule di disegno e di musica.

Istituto Gianelli

L'Istituto Paritario Gianelli è dedicato alla fascia di età da 0 a 13 anni (nido, infanzia, primaria e secondaria di primo grado). Per ogni età dell'alunno sono previste attività complementari specifiche e progetti didattici mirati per agevolare l'armonico sviluppo delle capacità e delle competenze del discente. La comunità educante del Gianelli approccia con passione, interesse e attenzione alle numerose sfide che la crescita dei ragazzi propone agli insegnanti, in ogni momento dello sviluppo.

L'Istituto Gianelli è una scuola paritaria gestita dalle Figlie di Maria Santissima dell'Orto, le suore “Gianelline”, che appartengono all'ordine fondato nel 1829 in Liguria da Sant'Antonio Maria Gianelli.

L'anno in corso, sicuramente complesso, è stato affrontato dalla scuola dotandosi per tempo di tutto il necessario per ridurre al minimo le difficoltà degli studenti. Le grandi aule e gli ampi spazi interni hanno reso possibile un distanziamento preciso e coerente con l'attuale normativa.

La scuola si è inoltre dotata di una piattaforma informatica per passare prontamente, in caso di necessità, alla DDI (la didattica a distanza), dei dispositivi di protezione individuali e in generale di tutto l'occorrente per una corretta sanificazione degli ambienti. Potete prenotare una visita scrivendo a segreteria.gianelli@gmail.com o compilando il form presente sulla pagina dedicata del sito dell'Istituto.

]]>
La rapina in banca tra cronaca, cinema e leggenda Wed, 31 Dec 2014 14:55:54 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/342112.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/342112.html TDS TDS L'avvento di internet ha trasformato in modo radicale il settore bancario. Denaro virtuale, strumenti finanziari complessi a disposizione di chiunque abbia un computer, velocità nei trasferimenti di denaro... Abbiamo, ormai abituati a conti correnti online, bonifici e codici IBAN un'idea della banca molto diversa da quella di soli cinquant'anni fa.

E con l'evoluzione delle banche, istituti pensati (anche) per proteggere i risparmi delle persone, è caduta anche in disgrazia una figura tipica della narrativa e del cinema contemporaneo, oltre che della cronaca: il rapinatore di banca.

La fortuna di questa figura, intesa come 'personaggio letterario', è nota, ed ha contribuito in modo importante alla fusione della cronaca con cinema e narrativa, tipica degli anni '60 e '70. Non per caso, i due protagonisti di 'A sangue freddo' (ricordato spesso come il primo importante romanzo con alle spalle uno studio approfondito dell'andamento reale di un fatto di cronaca), iniziano la loro tragica vicenda tentando di scassinare una cassaforte custodita in casa di un agricoltore.

Sono tantissimi poi i rapinatori entrati nell'immaginario collettivo a partire da fatti realmente accaduti. Il solo John Dillinger, rapinatore di banche e criminale statunitense dei primi del Novecento, ha ispirato numerosissime opere cinematografiche. Ricordiamo 'Faccia d'angelo' di Don Siegel (1957), 'Dillinger è morto' di Ferreri (1969) e 'Nemico pubblico' di Michael Mann (2009), solo per ricordarne alcuni girati in tempi, e con finalità artistiche, molto diverse.

Anche Adam Worth divenne noto come rapinatore di banche. La fama dell'abilità di questo criminale americano dell'ottocento ha 'scavallato' il secolo arrivando fino ad ispirare il celebre professor Moriarty, il più temibile avversario di Sherlock Holmes. E non sembra essersi esaurita, vista la recente citazione nell'ottava stagione di Criminal Minds.

Altro criminale e rapinatore statunitense divenuto celebre per i molti film che raccontano le sue gesta è Jesse James. Protagonista di alcune pellicole sin nella prima metà del Novecento, è stato ispiratore di due film relativamente recenti: 'Gli ultimi fuorilegge' nel 2000, con Colin Farrell nei panni del bandito, e 'L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford', diretto nel 2009 da Andrew Dominik con Brad Pitt come protagonista.

La lista di rapinatori entrati, per vari motivi, nel 'mito', potrebbe proseguire a lungo. Segnale indiscutibile del fascino – eccessivo? - che la figura del rapinatore di banche continua ad avere per scrittori, sceneggiatori e registi.

]]>
I servizi secondari che un'assicurazione potrebbe offrirti Thu, 02 Oct 2014 12:23:27 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/331789.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/331789.html TDS TDS E' senza dubbio vero che l'essenza di un servizio assicurativo di qualità sta nelle garanzie e nei prezzi proposti nelle proprie polizze. Oltre a questo, tuttavia, esistono una discreta gamma di servizi aggiuntivi e di competenze secondarie che possono far optare per un'assicurazione piuttosto che per un'altra.

In generale non basta mettere a disposizione un servizio; bisogna anche svolgerlo con capacità e competenza. Basti pensare all'assistenza telefonica, molto importante sia nelle assicurazioni che per molti altri fornitori, e che tuttavia ha grandi differenze qualitative tra un'azienda e l'altra. In alcuni casi gli operatori sono competenti e cortesi, in altri molto meno.

Nel mondo delle assicurazioni vi sono poi una lunga serie di servizi secondari molto importanti. A cominciare proprio dalla preventivazione. La personalizzazione del preventivo può ad esempio essere molto comoda ed è un bene che le principali compagnie stiano lavorando su questo punto in modo da “cucire” assicurazioni il più possibile “su misura” per ogni utente.

Altre clausole sono invece proposte da un numero limitato di compagnie. E' il caso, sempre per fare un esempio, della clausola di ripensamento o della celebre “soddisfatti o rimborsati”.

In particolar modo per quel che riguarda le assicurazioni sui veicoli (auto, moto, veicoli speciali...), alcune garanzie secondarie possono fare la differenza. Non tutte le assicurazioni prevedono servizi particolari in caso di incidenti come ad esempio quelli relativi al “soccorso stradale”.

Altri servizi secondari molto interessanti vengono offerti, anche se non da tutti, nel ramo casa. Può essere utile ad esempio essere supportati da professionisti in caso di questioni legali (sia civili che penali) relative alla propria abitazione.

Inoltre, può essere un fattore discriminante nella scelta di un'assicurazione la chiarezza e la reperibilità delle informazioni sulla piattaforma online della compagnia assicurativa. Un sito lacunoso o in cui le informazioni non sono ben presentate e difficili da trovare non è sicuramente il miglior biglietto da visita.

Gli strumenti online sono poi fondamentali in molti casi non solo per chi cerca informazioni su determinate polizze, ma anche per chi è già cliente e vuole notizie aggiuntive od utilizzare le funzionalità gratuite messe a disposizione dalla propria assicurazione. Tali servizi sono molto comodi in molti casi, ad esempio per comunicare il cambio di residenza o la cessione di un veicolo.

Piccole incombenze che però in alcuni casi fanno perdere parecchio tempo. La scelta di una compagnia assicurativa dipende da un insieme di fattori, in alcuni casi sono proprio quelli meno evidenti ad orientare le decisioni di ciascuno di noi.

]]>
Asset Quality Review e stress test per le banche europee Mon, 29 Sep 2014 14:47:56 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/331398.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/331398.html TDS TDS La BCE sta per dare informazioni interessanti per la comprensione generale del panorama bancario europeo. A cominciare da ottobre inizieranno infatti delle analisi note con il termine di Asset Quality Review. Con ciò si intende una revisione della qualità degli attivi (è questa la traduzione letterale), in pratica una specie di report sullo stato di salute delle principali banche europee. Non tutte, saranno "solo" centotrenta gli istituti di credito passati al vaglio della Banca Centrale Europea.

Operazione sicuramente utile quella messa in campo dalla BCE; utile per avere il polso della situazione ed anche per spingere le banche a comportarsi al meglio in questi mesi. A livello pubblico lo stato di salute delle singole banche non è mai noto, l'operazione ha quindi anche un'utilità in termini di trasparenza.

Anche nel caso dell'AQR comunque, saranno passati in rassegna solo alcuni parametri; i risultati quindi non influenzeranno necessariamente i comportamenti degli utenti che in questi giorni sono alla ricerca della banca migliore per aprire un conto deposito o per accendere un mutuo. In tal modo la Banca Europea tutela anche le banche che non dovessero superare i controlli.

Successivamente all'Asset Quality Review questi istituti di credito saranno sottoposti a dei veri e propri stress test. Tali test, già provati dalla Federal Reserve americana, servono a verificare il grado di resistenza di ogni singola banca messa sotto esame. Verranno perciò simulati degli scenari economici peggiori di quelli previsti.

In tal modo sarà immediatamente evidente se le banche dispongono di capitale sufficiente per “reggere” anche a congiunture economiche negative. Tale ambiente economico negativo viene simulato variando in peggio alcuni elementi fondamentali nella determinazione dell'andamento complessivo del mercato (ad esempio PIL e disoccupazione).

Tornando all'AQR le banche, proprio come nel caso degli esami universitari, hanno avuto tempo per prepararsi ai test. A marzo 2014 è stato infatti pubblicato il manuale per gli esami della qualità degli attivi. I test proseguiranno per tutto ottobre ed i risultati finali verranno resi pubblici il prossimo anno.

Anche l'Italia sarà ovviamente coinvolta, sono infatti ben quindici le grandi banche italiane che verranno esaminate. Tra di esse figurano i nomi più noti a livello nazionale ed europeo, si va da Intesa San Paolo a BPM, da Unicredit a Monte dei Paschi, dal Banco Popolare a Ubi banca e Banca Carige.

L'interpretazione degli esiti di questi esami avrà sicuramente una influenza sia sul dibattito interno al settore che in ambito pubblico. Al di là di qualsiasi valutazione sulla cogenza dei test e sull'utilità degli stessi, è comunque una piacevole notizia venire a sapere che anche le banche devono superare degli esami...

]]>
Camper, il mito che resiste nonostante le spese ed il traffico Mon, 08 Sep 2014 11:11:21 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/328833.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/328833.html TDS TDS Una vacanza in camper. Il piacere di viaggiare, fermarsi per una sosta decidendone il momento in piena libertà, poi, ripartire godendosi ogni tratto di strada del nostro itinerario, senza il bisogno di cercare sempre troppo in anticipo una sistemazione per la notte, cambiando tabella di marcia, perché no, in fondo in camper tutto ciò che ci serve, ci segue sulle quattro ruote del nostro veicolo.

In camper è possibile vivere delle straordinarie avventure. Questo mezzo di trasporto è adatto ai giovani ma anche alle famiglie, che possono così usufruire di una serie di vantaggi logistici, legati principalmente al fatto che è possibile davvero muoversi in piena comodità.

Esistono inoltre numerose aree di sosta attrezzate e luoghi appositamente concepiti per ospitare camper all’interno di campeggi, camper service, o punti di sosta non attrezzati. Insomma, un mito destinato a non tramontare.

Una vacanza in camper offre anche un altro vantaggio: vivere un’avventura aldilà delle mete prestabilite e battute dal turismo di massa, scoprendo magari angoli del territorio che non avevamo mai considerato in precedenza.

Ogni viaggio può rappresentare una nuova scoperta. Certamente, occorre fare i conti con una serie di fattori come l’eventuale traffico e le spese per la manutenzione del mezzo o per la copertura assicurativa. Per partire senza pensieri si rivela però indispensabile affidarsi a una buona compagnia assicurativa per stipulare la polizza più adatta alle nostre esigenze.

Un’assicurazione per camper può essere davvero utile per limitare eventuali rischi connessi alla circolazione del nostro veicolo, che in questo caso appartiene a una categoria speciale, quella dei “camper e altri veicoli”.

Tutto questo però non deve rappresentare un limite qualora volessimo vivere una simile esperienza, anzi. Esistono numerose compagnie assicurative, in grado di offrire proposte e soluzioni pensate specificatamente per questo tipo di veicolo a motore diverso dall’automobile e dai ciclomotori.

La Responsabilità civile è obbligatoria per legge e tutela l’assicurato per eventuali danni a terzi entro un certo tetto economico definito massimale. La forma tariffaria prevede generalmente variazioni di premio sulla base degli eventuali sinistri in cui il veicolo è rimasto coinvolto come per le altre categorie di veicoli a motore.

La Responsabilità civile del camperista inoltre ha validità nelle aree di sosta per i camper o nei campeggi, e copre danni causati a terzi dal veicolo quando non è in circolazione. Le compagnie offrono dunque diverse polizze che dipendono in primis dalla classe di merito, dalla cilindrata del veicolo, dall’età del conducente. Alla Responsabilità Civile, è possibile dunque aggiungere eventuali garanzie che coprono i rischi legati a danni a terzi, furto, incendio, atti vandalici.

Ad esempio l’Assicurazione può coprire rischi legati al veicolo mentre è in fase di carico e scarico di oggetti, oppure in caso di danni subiti da passeggeri extra. Esiste inoltre una serie di ulteriori garanzie accessorie come: la Mini-Kasko, il Ripristino degli airbag, o la Custodia parcheggio, Garanzia infortuni, Garanzia assistenza stradale, Garanzia protezione patente, che sono senz’altro soluzioni concepite per la completa tranquillità del camperista.

Si ricorda che quando si parla di “terzi” non rientrano generalmente in questa categoria: il guidatore, il proprietario del veicolo, il coniuge, i discendenti legittimi, i soci a responsabilità limitata qualora il camper sia di proprietà di una società.

Questi soggetti non possono dunque godere della protezione assicurativa di Responsabilità Civile, in quanto, appunto, non definibili come “terzi”. Sotto il profilo economico, infine, le compagnie assicurative offrono spesso la possibilità di dilazionare il pagamento del premio in diverse soluzioni o rate, ad esempio semestrali, con diversi tassi di interesse, che variano a seconda della compagnia scelta.

]]>
Come leggere correttamente un estratto conto Tue, 05 Aug 2014 22:42:20 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/326670.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/326670.html TDS TDS Tutti i possessori di un conto corrente bancario hanno la possibilità di visualizzare un estratto conto. Si tratta di un utile documento che contiene, accanto al saldo disponibile, un prospetto dei principali movimenti eseguiti in un dato periodo di tempo e relativi al proprio conto.

L'estratto conto viene rilasciato dalla banca, solitamente con scadenza mensile, bimestrale o trimestrale, ma può essere richiesto dal titolare del conto corrente presso la banca di appartenenza o può essere consultato sempre più spesso on line, tutte le volte in cui se ne ha la necessità.

Un tipico estratto conto prevede una serie di informazioni essenziali. Generalmente nella parte iniziale sono indicati i dati generali della propria banca, oltre che l'intervallo di tempo a cui fa riferimento l'estratto conto. Troviamo inoltre i dati anagrafici dell'intestatario del conto, oltre che il codice IBAN (International Bank Account Number), ovvero un codice di identificazione del proprio conto, composto da ventisette caratteri maiuscoli, importante per effettuare e ricevere bonifici in quanto identifica in maniera univoca il proprio conto.

Segue quindi un tabulato all'interno del quale sono descritte in maniera dettagliata tutte le manovre. Nella prime due colonne, di solito, troviamo la data di esecuzione dell'operazione finanziaria e la data di valuta, cioè il momento a partire dal quale si inizia a calcolare l'interesse. Nelle colonne successive è inserita una breve descrizione del tipo di operazione eseguita, e l'ammontare della somma addebitata o accreditata.

Nella parte finale dell'estratto conto, infine, è possibile valutare il saldo iniziale, indicato nell'ultimo estratto conto ricevuto, e quello finale, aggiornato in base alle recenti manovre eseguite. Alcune banche offrono la possibilità di consultare la lista dei movimenti eseguiti, anche online.

In questo modo sarà possibile verificare in maniera rapida, immediata e assolutamente gratuita il proprio estratto conto, nel momento della giornata che preferiamo e comodamente da casa, senza doversi recare presso la propria filiale.

Il servizio è di solito disponibile 24 ore su 24. Per visualizzare l'estratto conto online è necessario iscriversi al sito web della propria banca, e quindi utilizzando delle credenziali d'accesso sicure e private, sarà possibile accedere al proprio pannello personalizzato.

Riuscire a leggere correttamente un estratto conto è molto importante, dal momento in cui questo strumento consente di analizzare nel dettaglio ogni singola operazione effettuata. In questo modo, qualora il cliente riscontri una manovra che non risulta tra quelle realmente eseguite, o che in qualche modo non ricorda o non ritiene di aver effettuato, potrà rivolgersi alla propria banca per maggiori chiarimenti.

Consultare l'estratto conto è quindi un ulteriore mezzo per potersi difendere dal pericolo delle truffe, che ormai, è sempre dietro l’angolo, soprattutto in periodi particolarmente critici come quello che stiamo attraversando sotto il profilo economico.

]]>
Le assicurazioni auto: dal preventivo alla stipula del contratto Tue, 05 Aug 2014 22:26:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/326668.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/326668.html TDS TDS Automobile ed assicurazione sono un binomio imprescindibile. Possedere un’auto significa automaticamente dover stipulare una polizza assicurativa per tutelarsi contro i rischi di incidenti e danni al veicolo e alle persone. Le proposte sul mercato sono tante e variegate ma come si sceglie la polizza più giusta per noi? Qual è la procedura da seguire per stipulare un contratto Rca?

Prima di tutto diciamo che non c’è una polizza in assoluto migliore delle altre ma una polizza più adatta alle nostre esigenze e tratti caratteristici che principalmente sono il tipo di auto che possediamo (soprattutto il suo valore commerciale), le nostre caratteristiche personali e il numero di incidenti che abbiamo accumulato finora. Partendo da un contratto Rca di base inoltre possiamo aumentare il grado di personalizzazione aggiungendo varie garanzie accessorie che completano la copertura: furto e incendio, Kasko, eventi atmosferici e naturali, cristalli, infortuni conducente, assistenza stradale e tutela legale.

Nel nostro percorso la scelta della compagnia assicurativa è un passo molto importante. Occorre considerare che ogni compagnia gestisce liberamente le tariffe ed offre ai clienti formule flessibili e personalizzate. Perciò per scegliere qual è quella più vantaggiosa conviene confrontare i premi assicurativi delle varie compagnie e ricordarsi di controllare non solo la tariffa applicata durante il primo anno ma anche quella prevista per gli anni successivi.

Il passo seguente è la valutazione dei preventivi: possiamo contattare degli agenti assicurativi che ci proporranno dei preventivi gratuiti in base alle nostre richieste e necessità oppure possiamo affidarci all’efficientissimo mondo del web e confrontare i preventivi online offerti dalle varie compagnie presenti sul mercato. I preventivi online sono rapidi, comodi, gratuiti e senza impegno e consentono di trovare una soluzione rispondente appieno alle nostre necessità facendoci risparmiare sui prezzi presenti normalmente.

Finalmente dopo tante ricerche ed informazioni analizzate in modo consapevole abbiamo trovato la polizza più adatta a noi. E ora? Come si stipula il contratto? Si può fare online o fisicamente presso agenzie assicurative ed in ogni caso, dopo il pagamento del premio assicurativo, vincola compagnia assicurativa ed assicurato per un periodo generalmente di un anno, per poi essere rinnovato o annullato e cercare un’offerta migliore (il tacito rinnovo non esiste più).

In cambio del pagamento del premio assicurativo annuo l’assicurato ha diritto a vedersi liquidare un risarcimento in caso di sinistro accidentale ed involontario. La somma limite per cui si è sempre coperti è definita massimale e si stabilisce al momento della sottoscrizione del contratto.

Voi che percorso avete seguito per stipulare il contratto assicurativo più adatto?

]]>
Le più lussuose e potenti moto ad alta cilindrata Sun, 03 Aug 2014 13:41:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/326481.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/326481.html TDS TDS

Nel mercato delle due ruote ogni anno spuntano alcune moto dai prezzi stratosferici.

Il fattore costo non sempre però corrisponde ad una maggiore potenza del mezzo; da riconoscere all’interno di questa stima c’è infatti il nome della casa di produzione, il disegnatore del progetto e il numero di modelli in versione limitata forniti al mercato.

Al primo posto però del lusso in sella troviamo la Ecosse Series Fe Ti XX, una super moto da oltre 210.000 euro. Naturalmente stiamo descrivendo veicoli per un mercato alquanto limitato ma pur sempre di forte attrazione, anche soltanto pubblicitaria.

La Ecosse è una piccola casa artigianale americana con sede a Denver, fondata dall’ex pilota Donald Atchison. Parliamo di una produzione di pochissimi modelli all’anno; ultimamente per fare un esempio, è stato immortalato più volte alla guida di questa moto esclusiva l’attore dell’Oklahoma Brad Pitt, uno dei pochi che si può permettere di circolare con questo particolare modello. Questa casa artigianale ha sviluppato una versione di Naked senza alcun tipo di compromesso. Moto dal look aggressivo per tutti quegli appassionati del settore che amano i motocicli dalle linee minimaliste che richiamano all’essenza delle due ruote.

L’esclusività di questa moto sta nel design del telaio in fibra di carbonio modellata a mano, per un peso complessivo inferiore ai 200 kg. Stiamo parlando di una moto che monta un propulsore da 2100 cc dotato di compressore che sprigiona oltre 200 cavalli per 284 Nm di coppia. Lo scarico in titanio (grado 9) e i vari particolari rivestimenti in ceramica ribattuta danno al mezzo un aspetto alquanto irresistibile.

In un certo senso si può affermare che anche l’Italia fa parte di questo progetto; il rivestimento della seduta è infatti realizzato in pelle di altissima qualità italiana della casa di produzione Berluti.

Scendendo di prezzo ma con delle caratteristiche di altrettanto livello elevato, troviamo la NCR Millona 16: motocicletta ideata e sviluppata da una casa motociclistica italiana, più precisamente bolognese. La NCR Millona ha alle spalle un elevato progetto nel campo delle elaborazioni di moto Ducati, presente sul mercato dal 1967.

La nuova NCR Millona 16 utilizza tecniche d’avanguardia nello sviluppo di materiali come titanio e carbonio, per arrivare alla creazione di una moto dal design semplice ma accattivante con un ottimo rapporto peso / potenza e prestazioni di assoluto livello; ricordiamo inoltre che nasce come moto da competizione. Il prezzo si aggira intorno ai 150.000 euro per un motore Ducati Desmosedici RR che sprigiona una potenza da 200 cavalli distribuite su un peso inferiore ai 150 kg.

Altre particolarità di questa moto sono il telaio e il forcellone monoscotta, entrambi realizzati in fibra di carbonio; con questo esclusivo disegno è possibile avere un’aspirazione ottimale che si riflette nella guida perfetta e pulita una volta in sella.

L’evoluzione nel commercio delle due ruote ha portato alcune moto ad avere contenuti tecnici alquanto esclusivi, ed in questo mercato noi italiani non siamo affatto inferiori a nessuno, anzi attiriamo molti appassionati del settore con i nostri modelli più esclusivi.

E' probabilmente utile ricordare che le assicurazioni per moto con cilindrate superiori ai 1500 cc vengono spesso classificate dalle compagnie assicurative tra i “casi particolari”.

]]>
Casa, quanto mi costi! Sun, 13 Jul 2014 12:45:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/324506.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/324506.html TDS TDS Casa quanto mi costi

Essere i proprietari di una casa è da sempre il sogno di molti italiani, spesso alle prese con affitti elevati e in continua crescita. Niente è confortante come la sicurezza di vivere sotto il proprio tetto, liberi di apportare modifiche, di rifiutare compromessi e soprattutto di lasciare questo prezioso bene alla famiglia.

Nonostante i sacrifici necessari, per molti è ancora un sogno per cui vale la pena rimboccarsi le maniche. Una volta acquistata la casa, tuttavia, il peggio è davvero passato? Per molti la risposta è no.

Il mutuo, ad esempio, spesso resta un grave peso economico per anni e, purtroppo, non è l’unico. Basti pensare alle spese fisse, quali luce, gas, acqua e rifiuti per le quali è previsto un aumento del quattro per cento circa secondo gli ultimi dati.

Se tutto questo, poi, non dovesse essere sufficiente a far disperare i fortunati proprietari di una casa, si aggiungono le spese dovute agli innumerevoli danni imprevisti che spesso si verificano. Tra gli eventi negativi che più di frequente accadono in un appartamento, in primo piano vi sono sicuramente le infiltrazioni d’acqua.

Le cause possibili di un’infiltrazione sono davvero numerose e non sempre riconducibili a malfunzionamenti degli impianti come si è portati a pensare. Condizioni ambientali particolari, infatti, possono provocare la risalita dell’umidità lungo le pareti per capillarità, rendendo spesso più difficile l’individuazione della causa dell’infiltrazione.

Più frequentemente, però, sono danni alle tubature o allagamenti dovuti alla rottura di elettrodomestici come lavatrici a provocare danni più o meno ingenti. Macchie scure su pareti e soffitti sono, in genere, i primi segni di un danno causato dall’acqua e individuarli il più presto possibile aiuta a limitare le conseguenze. Trovare il vero evento scatenante non è semplice ed è un aspetto che non va sottovalutato.

Dal punto di vista economico, infatti, stabilire la causa dell’infiltrazione permette al danneggiato di identificare il responsabile cui chiedere un eventuale risarcimento. In caso d’incidenti di questo tipo, quindi, la soluzione migliore è agire in fretta per contenere il più possibile i costi delle riparazioni. Per prevenire tali inconvenienti può essere utile stipulare una assicurazione danni per la casa.

L’acqua, tuttavia, non è la sola a causare problemi in casa, accompagnata da pericoli di vario genere, come i possibili corti circuiti all’impianto elettrico. Il corto circuito, infatti, è uno degli incidenti domestici più comuni, le cui conseguenze possono essere davvero gravi e arrivare persino all'incendio del proprio appartamento. I cavi elettrici possono essere danneggiati da agenti atmosferici come fulmini in caso di temporale, che provocano un aumento della tensione. Ciò non vuol dire che è necessaria la violenza della natura per mettere a rischio l’impianto elettrico della propria abitazione. Basta, infatti, una semplice lampadina bruciata e non sostituita a generare danni ai cavi elettrici o ancora una spina consumata è sufficiente a provocare scintille. Anche in questi casi la cosa più conveniente è verificare subito l’entità del danno e possedere una polizza assicurativa sulla casa che garantisce rimborso economico per tali incidenti.

Le tasse, le bollette e il mutuo non sono quindi le uniche spese legate al possesso di un’abitazione ed è impossibile prevedere e quantificare il gran numero d’incidenti, anche piccoli, che possono colpire la propria casa. Considerando tutto ciò, possedere una casa sembrerebbe quasi meno conveniente rispetto al pagamento di un affitto mensile. La verità, però, è ben diversa: secondo un’analisi della Cgil gli affitti sono incrementati del 150% nell’ultimo decennio e duecentoquarantamila persone sono state sfrattate per mancato pagamento negli ultimi cinque anni.

Cara e amata casa, quanto mi costi?

]]>
I radar meteorologici Sun, 29 Dec 2013 14:01:54 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/304557.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/304557.html TDS TDS Radar Doppler

Come è facilmente intuibile, accurate previsioni meteo richiedono l'impiego di tecnologie avanzate e di modelli molto elaborati utili per intrecciare ed elaborare grandi quantità di dati.

Uno strumento di rilevazione è particolarmente importante, praticamente indispensabile, per prevedere il tempo nel modo più preciso possibile. Si tratta del radar meteorologico.

I radar meteorologici sono dei radar in grado di rilevare le idrometeore. Questa parola dall'etimo greco in apparenza un po' complessa, idrometeore, si riferisce a tutti i fenomeni atmosferici legati alla condensazione. In pratica i radar meteorologici servono a rilevare neve, pioggia, nebbia, nuvole e grandine.

Il funzionamento di tali radar è ovviamente molto complesso e delicato. La messa a punto di uno strumento del genere ha richiesto il raggiungimento di un elevato grado sviluppo tecnologico. Giusto per capirne il funzionamento, per sommi capi, si può dire che i radar meteorologici funzionano grazie alla radiazione a microonde.

In pratica, sempre per capirsi, questi radar inviano dei velocissimi impulsi (si parla di velocità della luce) che giungono a “toccare” le “particelle” di acqua o ghiaccio presenti nell'atmosfera, e poi tornano indietro in modo da poter valutare la distanza di eventuali precipitazioni. La precisione di tale strumento diminuisce con l'aumentare della distanza delle “particelle” e può, chiaramente, essere ostacolata da barriere naturali o artificiali (le montagne, ad esempio).

I radar meteorologici oggi più diffusi sono i cosiddetti radar Doppler. Tale nome deriva da quello di Christian Andreas Doppler, un fisico e matematico austriaco dell'ottocento che per primo ha analizzato il fenomeno dell'apparente cambiamento della frequenza o della lunghezza di un onda, con emettitore mobile o statico, percepito da un osservatore anch'esso statico o mobile. Fenomeno oggi noto come effetto Doppler e su cui si basano i contemporanei radar meteorologici.

]]>
Un tour in barca a vela alle Eolie Sun, 29 Dec 2013 10:45:29 +0100 http://comunicati.net/comunicati/turismo/varie/304555.html http://comunicati.net/comunicati/turismo/varie/304555.html TDS TDS Le isole Eolie, le “sette sorelle”, sono tra i luoghi più indicati per una vacanza in barca a vela. Le Eolie sono infatti isole bellissime e non particolarmente distanti l'una dall'altra. Un tour in barca a vela alle isole Eolie dà l'opportunità di esplorare parti di queste isole che è difficile, se non impossibile, raggiungere in altri modi.

La poca distanza tra le varie isole permette di non affaticarsi particolarmente e di riuscire a visitare senza particolari affanni tutte queste anche solo in una settimana. Le isole Eolie sono piene di “tesori nascosti”. Sebbene tali isole siano tutte di origine vulcanica, quindi condividono delle forti similitudini a livello paesaggistico e naturalistico, ognuna di queste isole ha una sua propria spiccata identità che rende ciascuna di esse meritevole di un soggiorno.

E' difficile, a fine vacanza, non innamorarsi di almeno una di queste isole incantate. Alle Eolie, ci si lascia sempre un po' il cuore...

Se avete deciso di affidarvi a degli skipper per visitare queste isole, ci sono alcuni luoghi che potreste richiedere di visitare. Un bagno nell'acqua trasparente delle Cave di pomice di Lipari, ad esempio, è un'esperienza che mi sento di consigliarvi. A Panarea, merita sicuramente di esser vista la riserva naturale di Cala Junco. Le foto meravigliose che si trovano in rete non riescono comunque a trasmettere a pieno l'emozione che questo angolo di mondo sa trasmettere ai visitatori. Un panorama favoloso, acqua cristallina.

La vista dell'isola di Stromboli e del suggestivo vulcano dalla barca merita da sola l'intero viaggio. In barca è poi possibile godere al massimo di uno degli spettacoli naturalistici più emozionanti d'Italia, la cosiddetta Sciara del fuoco. Si tratta di un pendio di lava incandescente del vulcano di Stromboli, delimitato da due scogliere chiamate il Filo del Fuoco e il Filo di Baraona. In questo articolo abbiamo citato solo alcuni dei luoghi da visitare alle Eolie.

Ma tutte queste isole meritano una visita. La merita sicuramente Salina e la sua Pollara (la baia protagonista di molte scene de “Il postino” di Troisi), la meritano Pecorini a mare e la “Canna” a Filicudi, per non parlare di Vulcano con le sue piscine di Venere.

Vivere attorno a queste isole, anche solo per una settimana, navigando in barca a vela. è un'esperienza unica. E poi, la vita errabonda del viaggiatore in barca permette di assaggiare un po' tutte le specialità delle isole, cosa sicuramente apprezzata da molti, quando si va in Sicilia.

]]>
Il ritmo di una pagina Facebook Fri, 22 Nov 2013 18:44:15 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/300930.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/300930.html TDS TDS Molti esperti di social media e di marketing su Facebook sottolineano l'importanza dell'orario di pubblicazione degli aggiornamenti di una pagina. In effetti è così. Aggiornamenti postati in certi orari ottengono un maggior numero di interazioni rispetto ad altri. Indipendentemente dalla qualità degli aggiornamenti stessi.

Come è facile intuire ciò dipende dalle abitudini degli utenti di Facebook e dei fan della vostra pagina in modo particolare. Capire quale sia effettivamente l'orario migliore in assoluto è cosa complicata. Senza prendere posizioni estreme e definitive la cosa migliore da fare è sempre quella di sperimentare. Fare dei test sugli orari di pubblicazione.

Facebook, come è noto, permette la programmazione dei post. Questa funzionalità messa a disposizione dal social network più importante al mondo rende molto semplice l'esecuzione di vari test a riguardo. Basta programmare un certo numero (consistente) di post ad un certo orario, ed altrettanti ad un orario diverso, per rendersi conto delle differenze.

Tali tipi di test hanno senso solo su numeri di una certa dimensione. Il numero di aggiornamenti ed il numero dei “mi piace” complessivi della pagina deve essere abbastanza alto affinchè i test abbiano una loro validità, un po' come avviene per i sondaggi.

Il “ritmo” della propria pagina, oltre che dall'orario di pubblicazione, è dato dalla quantità di aggiornamenti in un determinato lasso di tempo. E' anch'essa una questione molto soggettiva, su cui è bene sperimentare più che enunciare principi validi in ogni caso. Una frequenza di pubblicazione inferiore ad un post alla settimana è comunque in moltissimi casi troppo bassa. Non sempre, ma quasi.

La cosa più importante è capire quale ritmo di pubblicazione è consono alle potenzialità della pagina ed alle capacità dei gestori. Trovare un buon ritmo significa trovare il ritmo che non è eccessivamente impegnativo per chi materialmente deve programmare gli aggiornamenti ed al contempo garantisce un buon numero di interazioni ed un più o meno costante aumento dei “mi piace” totali.

Avere un buon ritmo aiuta sicuramente ad aumentare il numero dei "mi piace" della propria pagina; esistono ovviamente molti altri modi più o meno corretti o consigliabili per aumentare i fan. Ad esempio esistono molti siti che vendono fans facebook italiani, alcuni di essi sono probabilmente validi.

Una volta fatti un po' di esperimenti e trovato il giusto ritmo la gestione della pagina diventa sicuramente più semplice; per quanto una gestione professionale richieda sempre l'analisi delle metriche e cambienti di strategia “in corsa”, qualora ce ne fosse bisogno. Il web cambia di continuo, Facebook anche, le analisi e le strategie editoriali devono tenere il passo di questi mutamenti. Tenere il ritmo.

]]>
JP Morgan interrompe i prestiti agli studenti Wed, 11 Sep 2013 18:29:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/292307.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/292307.html TDS TDS La notizia è di pochi giorni fa: JP Morgan Chase & Co., uno dei più importanti gruppi bancari al mondo, uscirà dal mercato dei prestiti d'onore, i prestiti concessi agli studenti per finanziarsi gli studi. La notizia non giunge inaspettata. Le più importanti banche americane hanno infatti abbandonato il settore ad eccezione della sola Wells Fargo. La stessa JP Morgan aveva già ristretto in precedenza alla sola Chase l'erogazione di questa tipologia di prestiti.

La questione dei prestiti agli studenti ha una grande importanza per l'amministrazione Obama e per l'economia americana, il 93% dei prestiti è infatti erogato dal governo. Le tasse universitarie americane sono elevate e la pratica del prestito d'onore è molto diffusa. Ripagare i debiti accumulati nel percorso di studio è però impresa non sempre semplice, questa tipologia di prestito contiene quindi in sé un elemento di rischio piuttosto elevato. Non è infatti affatto detto che lo studente sarà in grado di ripagare i prestiti ricevuti; le difficoltà aumentano in particolar modo nei periodi di crisi economica in cui l'offerta di lavoro e le retribuzioni subiscono cali anche drammatici.

La mole dei debiti accumulati dagli studenti, che ammonta a attualmente a 1000 miliardi di dollari, e la certezza che questi debiti non verranno estinti nella loro interezza, ha fatto parlare molti (ad esempio il Sole 24 Ore e il Corriere della Sera) di una nuova bolla speculativa che investirà l'economia statunitense.

Hanno fatto molto scalpore le dichiarazioni del Presidente Obama che ha ammesso di aver restituito completamente i debiti accumulati duranti gli studi solo a 42 anni. Non sono tuttavia rari i casi di importanti personalità politiche che faticano ad estinguere i propri debiti. La neo-senatrice del Massachussets Elizabeth Warren a 63 anni ancora non ha estinto completamente i suoi debiti scolastici. L'amministrazione democratica è pienamente conscia dei rischi contenuti nel sistema dei prestiti d'onore tanto che tramite una sovvenzione ha finora contenuto i tassi d'interesse in modo da agevolare la restituzione del debito maturato. Tale sovvenzione è però giunta a termine e non è affatto scontato che il Congresso voterà per una proroga. Nel caso in cui ciò non dovesse accadere i tassi d'interesse raddoppierebbero, passando dal 3,4% al 6,8%, aggravando una situazione di per sè già molto delicata.

]]>
I servizi offerti da un'azienda di traslochi Wed, 11 Sep 2013 18:02:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/292304.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/292304.html TDS TDS ditte di traslochi. E' quindi importante che l'azienda alla quale ci si affida sia in grado di svolgere i servizi richiesti.
Non tutte le ditte infatti offrono gli stessi servizi. Occorre quindi capire in prima battuta quali operazioni si ha voglia e tempo di realizzare autonomamente e quali invece delegare a professionisti esterni. Una volta fatta questa prima “divisione dei ruoli” bisogna sincerarsi che l'azienda offra il servizio richiesto. Generalmente quasi tutte le aziende di traslochi sono in grado di fornire alcuni servizi, per così dire, standard.
In primo luogo forniscono in tempi celeri dei preventivi precisi per l'intero trasloco. La fase del preventivo è il primo momento in cui si può verificare la professionalità di una azienda.
Trai servizi standard che una azienda di traslochi non può non offrire c'è ovviamente il trasporto di mobili di qualsiasi dimensione; hanno quindi la disponibilità di furgoni di varie grandezze e tipologie oltre che del personale atto a queste operazioni di trasporto mobili e scatoloni.
Oltre a ciò, le aziende di traslochi dispongono solitamente anche degli strumenti idonei a trasportare i mobili dalla casa al furgone. Si tratta di un ampia gamma di macchinari che vengono noleggiati o che sono di proprietà dell'azienda, ad esempio elevatori, autoscale, autogru e piattaforme aeree.
Uno dei servizi per cui tipicamente ci si appoggia ad aziende è quello dell'imballaggio di oggetti, in particolar modo di oggetti delicati o ingombranti. Altro servizio su cui è bene prendere informazioni preventive è quello di deposito e custodia dei mobili e dei pacchi. Prezzi e qualità dei magazzini posseduti dall'azienda sono uno dei fattori che può orientare la scelta finale.
Vi sono poi una serie di servizi che non vengono offerti da tutte le aziende, servizi particolari per cui occorre valutare con cura la professionalità dell'azienda in questione. Non tutte le aziende infatti si occupano, ad esempio, di traslochi internazionali o hanno le competenze per svolgere al meglio il trasporto di oggetti delicati e preziosi come le opere d'arte. Alcuni traslochi inoltri hanno bisogno di particolari permessi (basti pensare proprio ai traslochi internazionali), e non tutte le aziende sono in grado di fornire una assistenza adeguata nel disbrigo delle varie pratiche.
Sempre al fine di orientarsi nella scelta di una azienda di traslochi, si può tenere conto delle eventuali certificazioni di cui l'azienda è in possesso.

]]>