Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Punktone Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Punktone Mon, 23 Apr 2018 13:26:38 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/16804/1 SALONE DI GINEVRA: L'automobile del futuro parla ecologico e sceglie Dinamica® Mon, 19 Mar 2018 15:20:43 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/473707.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/473707.html Punktone Punktone

A bordo di alcuni modelli di Mercedes-Benz, Land Rover, Volvo, Ford e Renault

c’è la microfibra made-in-Italy 

 

Ginevra – Il green è un valore sempre più assoluto. L’ennesima conferma è arrivata dal Salone di Ginevra 2018, dove Dinamica®, la prima microfibra ecologica made-in-Italy, ha giocato la partita con un ruolo da protagonista. Il suo tocco raffinato e la sua impronta ecologica hanno conquistato prestigiose case automobilistiche come Mercedes-Benz, Land Rover, Volvo, Ford e Renault che l’hanno scelta per rivestire numerosi modelli auto. Alcuni di questi hanno fatto il loro debutto mondiale ad uno degli eventi più prestigiosi dell’automotive. 

Il grande successo di Dinamica® inizia già alla vigilia del Salone, quando il crossover XC40 firmato VOLVO viene eletto migliore Auto dell’anno 2018, e la strepitosa Velar di Land Rover viene nominata nuova Production Car of the Year secondo la redazione inglese di Car Design News. Entrambe sfoggiano rivestimenti in microfibra by Miko.

 

All’opening il successo diventa decisivo. MERCEDES-BENZ ha stupito i più appassionati vestendo in Dinamica® una serie di show car esclusive e grintose: dalla rivisitata Classe C (C43 AMG, CLA 200, CLS 450 4Matic) alla nuova generazione della Classe A, resa unica e inconfondibile dai dettagli ricamati rossi. Molto attesa la versione a 4 porte della AMG GT Coupé; mise ancora più esclusiva per la Maybach S 650, a bordo della quale la microfibra è stata utilizzata per l’headliner e per i cuscinetti delle sedute posteriori. Per FORD, Dinamica® compare sulla versione rivisitata di Edge - il grande suv – l’EcoSport e sulla nuova Fiesta ST. A completare il quadro dei rivestimenti in Dinamica®, l’attesissima RENAULT Alpine A110 con la sua seduta in suede lussuosa e sportiva che da quest’anno verrà lanciata in commercio anche in Italia.

 

Benedetta Terraneo, responsabile marketing dell’azienda Miko produttrice di Dinamica®, ha così espresso la sua soddisfazione al rientro dal salone: “Siamo orgogliosi del successo di Ginevra, dove un numero elevato di modelli auto veste Dinamica®. L’approccio ecologico che ci caratterizza da sempre fa sì che il nostro materiale abbia un cuore green. Questo “credo” ci avvicina alle grandi case automobilistiche che scelgono il nostro prodotto perché migliora continuamente le sue prestazioni senza rinunciare al prestigio e allo stile del made in Italy. – prosegue Terraneo - Attraverso il dialogo con i nostri fornitori e clienti, riusciamo a sviluppare percorsi di ricerca e innovazione volti a ottenere soluzioni intelligenti e fatte su misura per il mercato.”. 

 

Sage Automotive Interiors 

Sage Automotive Interiors (www.sageautomotiveinteriors.com) è uno dei leader mondiali nell’automotive per la fornitura di tessuti per interni auto – per applicazioni come sedute, pannelli porta e cielo – con sedi e impianti produttivi dislocati negli Stati Uniti, Giappone, Cina, Brasile, Corea, India ed Europa. I punti di forza di Sage risiedono nelle ricerche e nello sviluppo di materiali, nell'attenzione alla sostenibilità e nel proporre soluzioni innovative per il settore automotive. La sua vision è porsi come leader sul mercato nella progettazione di tessuti auto e distinguersi per le capacità tecniche affiancate da una produzione di altissimo livello.

 

Miko S.r.l. e Dinamica® 

Miko S.r.l.  (www.dinamicamiko.com) è un'azienda italiana di successo che produce Dinamica®, la prima microfibra ecologica con caratteristiche uniche che ben si adattano ad un'ampia gamma di applicazioni. Dinamica® viene prodotta usando poliestere riciclato attraverso un innovativo processo di lavorazione ad acqua, che non impiega solventi dannosi bensì utilizza basi completamente atossiche. Miko ha generato diverse soluzioni per il settore automotive proponendo microfibre riciclabili che sono ecologiche e che rispettano gli standard più esigenti. Questi prodotti sono stati scelti da importanti case automobilistiche per i loro interni auto in virtù dell'attenzione per l'ambiente, delle qualità tecniche senza rivali e delle caratteristiche estetiche incomparabili; perfetti per sedili e schienali, così come per pannelli, rivestimenti del tetto e interni delle portiere. Nel 2012, Dinamica® ottiene la certificazione EPD®, il più avanzato riconoscimento di dichiarazione ambientale di prodotto.

 

 

]]>
Progetto RUSH: un convegno europeo su plurilinguismo e lingue minoritarie. Italia, Croazia e Spagna si confrontano. Fri, 12 Jan 2018 15:11:50 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465721.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465721.html Punktone Punktone 16 gennaio, Palazzo de Nordis, Cividale del Friuli (UD)

 

Convitto Paolo Diacono, Comune di Cividale del Friuli e ARLeF coordinatori del progetto triennale finanziato dall’EU 

Cividale del Friuli (UD) – Il valore culturale del plurilinguismo e l’importanza di tutelare le lingue minoritarie nel settore dell’istruzione in Europa, a partire dal friulano (in ambito locale), sono i temi principali del convegno d’avvio del progetto RUSH (acronimo di Re and Up Skilling Horizons) che si terrà martedì 16 gennaio dalle ore 9,30 alle 16,30 a Palazzo de Nordis (Piazza Duomo 5, Cividale del Friuli). L’evento si aprirà con l’illustrazione degli obiettivi, delle motivazioni e delle azioni concrete che saranno realizzate durante il ciclo triennale del progetto, a cura di William Cisilino di ARLeF (Agenzia regionale per la lingua friulana) e di Patrizia Pavatti del Convitto ‘Paolo Diacono’ (che assieme al Comune di Cividale coordinano l’iniziativa).

RUSH è un progetto triennale Erasmus+ finanziato dall’Ue e proposto da 8 partner istituzionali: al Convitto, ad ARLeF e al Comune si sono uniti l'ente Regione Galizia (Spagna), due scuole della Regione Galizia e la Croazia (Unione delle minoranze e scuola di Rovigno). Tutte scuole ed enti locali di livello provinciale, regionale e transnazionale, per un coinvolgimento complessivo di 3 Paesi (Italia, Spagna e Croazia). Obiettivo primario di RUSH è quello di analizzare, approfondire e sviluppare le tematiche relative alle competenze da mettere in atto da parte dell’insegnante plurilingue in Europa con l'utilizzo della lingua minoritaria. Il percorso progettuale prevede meeting transnazionali, attività di ricerca-azione nelle scuole primarie e secondarie, formazione dei docenti e attivazione di scambi per alunni. Due sono gli output previsti nei tre anni: la realizzazione di una Linea Guida per il docente plurilingue in Europa e la creazione di un centro risorse europeo per la comunità di pratica professionale. La Linea Guida sarà realizzata in lingua inglese, italiana, spagnola, croata, friulana e galiziana e sarà finalizzata a definire i titoli riconosciuti al docente plurilingue in Europa, creare moduli formativi attraverso l’apprendimento integrato di lingua e contenuto e ad aumentare le opportunità occupazionali dei docenti in Europa. Il centro risorse ospiterà i materiali per l’insegnamento plurilingue, prodotti dai docenti, che saranno a disposizione di tutte le scuole.

Al convegno d’avvio del 16 gennaio interverranno, in qualità di relatori, docenti universitari ed esperti provenienti da atenei ed istituti italiani (quali Bicocca di Milano, Federico II di Napoli, IPRASE di Trento, Intendenza Ladina di Bolzano) e da atenei e istituti europei (Comunità autonoma della Galizia, Università di Almerìa, Unione italiana di Slovenia e Croazia), per una riflessione e un confronto tra i diversi modelli di tutela e le diverse pratiche di successo per l‘insegnamento delle lingue minoritarie in Europa.

Si segnalano tra i relatori il prof. Agresti, uno dei più rilevanti esperti a livello accademico sulla questione delle lingue minoritarie, il prof. Gazzola, studioso a livello internazionale sulla pianificazione linguistica e sui riflessi economici delle politiche linguistiche, la prof.ssa Mannella che ha lavorato per la Commissione Europea e ha seguito con attenzione il tema delle lingue minoritarie, il prof. Iannacaro che è un linguista riconosciuto e ha curato, in particolare, una ricerca sulle lingue minoritarie per il Ministero dell'Istruzione.

«Siamo entusiasti di poter realizzare il progetto RUSH, che è stato autorizzato e finanziato dalla Commissione Europea come progetto strategico Erasmus Plus. Il progetto coinvolge diversi soggetti che a vario titolo sono competenti nell'ambito dell'istruzione e delle lingue minoritarie in Europa. Per la prima volta sarà concretizzata una ricerca azione a livello europeo con l'obiettivo di realizzare importanti opere di ingegno trasferibili e sostenibili per la qualificazione del docente plurilingue con inserimento a pieno titolo delle lingue minoritarie nel piano dell'offerta formativa – ha osservato Patrizia Pavatti, Dirigente scolastica del ‘Paolo Diacono’ - Questo convegno diventa un’occasione preziosa per mettere a confronto le pratiche educative delle lingue minori di diversi Stati europei e le differenti modalità di tutela del plurilinguismo, a cui riconosciamo una valenza europea tutt’altro che trascurabile. Non dimentichiamo inoltre che questi confronti favoriscono lo sviluppo di un senso di cittadinanza attiva e consapevole verso una dimensione interculturale, che è il nostro futuro».

«Esprimo viva soddisfazione per il concreto avvio del progetto - dichiara il presidente dell’ARLeF, Lorenzo Fabbro -. Siamo convinti che le importanti attività che verranno sviluppate nell’ambito di Rush contribuiranno ad affiancare e ad arricchire, attraverso scambi e contributi con i partner delle altre regioni d’Europa, quanto si sta già facendo per rafforzare competenze, formazione dei docenti nonché moderne modalità di apprendimento delle lingue – friulano compreso -  nelle scuole del nostro territorio».

«É con gioia che diamo il benvenuto a Cividale del Friuli agli illustri ospiti e partecipanti al progetto Rush. Abbiamo la consapevolezza di accoglierli in una città che guarda con orgoglio alla sua ricca e importante storia passata, ma che è protesa verso un futuro di città moderna in Italia e in Europa - dichiara Catia Brinis, assessore alle politiche sociali ed istruzione del Comune di Cividale del Friuli. – A Cividale del Friuli, crocevia e punto d'incontro delle civiltà latina, tedesca e slava, ogni anno vengono realizzate importanti iniziative culturali che fanno incontrare e dialogare uomini e donne di lingue, culture, tradizioni diverse. La lingua e l’identità di un popolo e di una terra sono valori fondanti di una comunità: la civiltà friulana, formatasi e sviluppatasi per oltre due millenni in questa appartata ma viva parte dell’Europa centrale, trova l’espressione più evidente e compiuta della propria individualità nella lingua friulana».

Il convegno è aperto al pubblico previa iscrizione, che si può effettuare sulla pagina www.cnpd.it/rush

]]>
Progetto RUSH: un convegno europeo su plurilinguismo e lingue minoritarie. Italia, Croazia e Spagna si confrontano. Fri, 12 Jan 2018 15:06:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465720.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465720.html Punktone Punktone 16 gennaio, Palazzo de Nordis, Cividale del Friuli (UD)

 

Convitto Paolo Diacono, Comune di Cividale del Friuli e ARLeF coordinatori del progetto triennale finanziato dall’EU 

Cividale del Friuli (UD) – Il valore culturale del plurilinguismo e l’importanza di tutelare le lingue minoritarie nel settore dell’istruzione in Europa, a partire dal friulano (in ambito locale), sono i temi principali del convegno d’avvio del progetto RUSH (acronimo di Re and Up Skilling Horizons) che si terrà martedì 16 gennaio dalle ore 9,30 alle 16,30 a Palazzo de Nordis (Piazza Duomo 5, Cividale del Friuli). L’evento si aprirà con l’illustrazione degli obiettivi, delle motivazioni e delle azioni concrete che saranno realizzate durante il ciclo triennale del progetto, a cura di William Cisilino di ARLeF (Agenzia regionale per la lingua friulana) e di Patrizia Pavatti del Convitto ‘Paolo Diacono’ (che assieme al Comune di Cividale coordinano l’iniziativa).

RUSH è un progetto triennale Erasmus+ finanziato dall’Ue e proposto da 8 partner istituzionali: al Convitto, ad ARLeF e al Comune si sono uniti l'ente Regione Galizia (Spagna), due scuole della Regione Galizia e la Croazia (Unione delle minoranze e scuola di Rovigno). Tutte scuole ed enti locali di livello provinciale, regionale e transnazionale, per un coinvolgimento complessivo di 3 Paesi (Italia, Spagna e Croazia). Obiettivo primario di RUSH è quello di analizzare, approfondire e sviluppare le tematiche relative alle competenze da mettere in atto da parte dell’insegnante plurilingue in Europa con l'utilizzo della lingua minoritaria. Il percorso progettuale prevede meeting transnazionali, attività di ricerca-azione nelle scuole primarie e secondarie, formazione dei docenti e attivazione di scambi per alunni. Due sono gli output previsti nei tre anni: la realizzazione di una Linea Guida per il docente plurilingue in Europa e la creazione di un centro risorse europeo per la comunità di pratica professionale. La Linea Guida sarà realizzata in lingua inglese, italiana, spagnola, croata, friulana e galiziana e sarà finalizzata a definire i titoli riconosciuti al docente plurilingue in Europa, creare moduli formativi attraverso l’apprendimento integrato di lingua e contenuto e ad aumentare le opportunità occupazionali dei docenti in Europa. Il centro risorse ospiterà i materiali per l’insegnamento plurilingue, prodotti dai docenti, che saranno a disposizione di tutte le scuole.

Al convegno d’avvio del 16 gennaio interverranno, in qualità di relatori, docenti universitari ed esperti provenienti da atenei ed istituti italiani (quali Bicocca di Milano, Federico II di Napoli, IPRASE di Trento, Intendenza Ladina di Bolzano) e da atenei e istituti europei (Comunità autonoma della Galizia, Università di Almerìa, Unione italiana di Slovenia e Croazia), per una riflessione e un confronto tra i diversi modelli di tutela e le diverse pratiche di successo per l‘insegnamento delle lingue minoritarie in Europa.

Si segnalano tra i relatori il prof. Agresti, uno dei più rilevanti esperti a livello accademico sulla questione delle lingue minoritarie, il prof. Gazzola, studioso a livello internazionale sulla pianificazione linguistica e sui riflessi economici delle politiche linguistiche, la prof.ssa Mannella che ha lavorato per la Commissione Europea e ha seguito con attenzione il tema delle lingue minoritarie, il prof. Iannacaro che è un linguista riconosciuto e ha curato, in particolare, una ricerca sulle lingue minoritarie per il Ministero dell'Istruzione.

«Siamo entusiasti di poter realizzare il progetto RUSH, che è stato autorizzato e finanziato dalla Commissione Europea come progetto strategico Erasmus Plus. Il progetto coinvolge diversi soggetti che a vario titolo sono competenti nell'ambito dell'istruzione e delle lingue minoritarie in Europa. Per la prima volta sarà concretizzata una ricerca azione a livello europeo con l'obiettivo di realizzare importanti opere di ingegno trasferibili e sostenibili per la qualificazione del docente plurilingue con inserimento a pieno titolo delle lingue minoritarie nel piano dell'offerta formativa – ha osservato Patrizia Pavatti, Dirigente scolastica del ‘Paolo Diacono’ - Questo convegno diventa un’occasione preziosa per mettere a confronto le pratiche educative delle lingue minori di diversi Stati europei e le differenti modalità di tutela del plurilinguismo, a cui riconosciamo una valenza europea tutt’altro che trascurabile. Non dimentichiamo inoltre che questi confronti favoriscono lo sviluppo di un senso di cittadinanza attiva e consapevole verso una dimensione interculturale, che è il nostro futuro».

«Esprimo viva soddisfazione per il concreto avvio del progetto - dichiara il presidente dell’ARLeF, Lorenzo Fabbro -. Siamo convinti che le importanti attività che verranno sviluppate nell’ambito di Rush contribuiranno ad affiancare e ad arricchire, attraverso scambi e contributi con i partner delle altre regioni d’Europa, quanto si sta già facendo per rafforzare competenze, formazione dei docenti nonché moderne modalità di apprendimento delle lingue – friulano compreso -  nelle scuole del nostro territorio».

«É con gioia che diamo il benvenuto a Cividale del Friuli agli illustri ospiti e partecipanti al progetto Rush. Abbiamo la consapevolezza di accoglierli in una città che guarda con orgoglio alla sua ricca e importante storia passata, ma che è protesa verso un futuro di città moderna in Italia e in Europa - dichiara Catia Brinis, assessore alle politiche sociali ed istruzione del Comune di Cividale del Friuli. – A Cividale del Friuli, crocevia e punto d'incontro delle civiltà latina, tedesca e slava, ogni anno vengono realizzate importanti iniziative culturali che fanno incontrare e dialogare uomini e donne di lingue, culture, tradizioni diverse. La lingua e l’identità di un popolo e di una terra sono valori fondanti di una comunità: la civiltà friulana, formatasi e sviluppatasi per oltre due millenni in questa appartata ma viva parte dell’Europa centrale, trova l’espressione più evidente e compiuta della propria individualità nella lingua friulana».

Il convegno è aperto al pubblico previa iscrizione, che si può effettuare sulla pagina www.cnpd.it/rush

]]>
Progetto RUSH: un convegno europeo su plurilinguismo e lingue minoritarie. Italia, Croazia e Spagna si confrontano. Fri, 12 Jan 2018 15:05:55 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465718.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465718.html Punktone Punktone 16 gennaio, Palazzo de Nordis, Cividale del Friuli (UD)

 

Convitto Paolo Diacono, Comune di Cividale del Friuli e ARLeF coordinatori del progetto triennale finanziato dall’EU 

Cividale del Friuli (UD) – Il valore culturale del plurilinguismo e l’importanza di tutelare le lingue minoritarie nel settore dell’istruzione in Europa, a partire dal friulano (in ambito locale), sono i temi principali del convegno d’avvio del progetto RUSH (acronimo di Re and Up Skilling Horizons) che si terrà martedì 16 gennaio dalle ore 9,30 alle 16,30 a Palazzo de Nordis (Piazza Duomo 5, Cividale del Friuli). L’evento si aprirà con l’illustrazione degli obiettivi, delle motivazioni e delle azioni concrete che saranno realizzate durante il ciclo triennale del progetto, a cura di William Cisilino di ARLeF (Agenzia regionale per la lingua friulana) e di Patrizia Pavatti del Convitto ‘Paolo Diacono’ (che assieme al Comune di Cividale coordinano l’iniziativa).

RUSH è un progetto triennale Erasmus+ finanziato dall’Ue e proposto da 8 partner istituzionali: al Convitto, ad ARLeF e al Comune si sono uniti l'ente Regione Galizia (Spagna), due scuole della Regione Galizia e la Croazia (Unione delle minoranze e scuola di Rovigno). Tutte scuole ed enti locali di livello provinciale, regionale e transnazionale, per un coinvolgimento complessivo di 3 Paesi (Italia, Spagna e Croazia). Obiettivo primario di RUSH è quello di analizzare, approfondire e sviluppare le tematiche relative alle competenze da mettere in atto da parte dell’insegnante plurilingue in Europa con l'utilizzo della lingua minoritaria. Il percorso progettuale prevede meeting transnazionali, attività di ricerca-azione nelle scuole primarie e secondarie, formazione dei docenti e attivazione di scambi per alunni. Due sono gli output previsti nei tre anni: la realizzazione di una Linea Guida per il docente plurilingue in Europa e la creazione di un centro risorse europeo per la comunità di pratica professionale. La Linea Guida sarà realizzata in lingua inglese, italiana, spagnola, croata, friulana e galiziana e sarà finalizzata a definire i titoli riconosciuti al docente plurilingue in Europa, creare moduli formativi attraverso l’apprendimento integrato di lingua e contenuto e ad aumentare le opportunità occupazionali dei docenti in Europa. Il centro risorse ospiterà i materiali per l’insegnamento plurilingue, prodotti dai docenti, che saranno a disposizione di tutte le scuole.

Al convegno d’avvio del 16 gennaio interverranno, in qualità di relatori, docenti universitari ed esperti provenienti da atenei ed istituti italiani (quali Bicocca di Milano, Federico II di Napoli, IPRASE di Trento, Intendenza Ladina di Bolzano) e da atenei e istituti europei (Comunità autonoma della Galizia, Università di Almerìa, Unione italiana di Slovenia e Croazia), per una riflessione e un confronto tra i diversi modelli di tutela e le diverse pratiche di successo per l‘insegnamento delle lingue minoritarie in Europa.

Si segnalano tra i relatori il prof. Agresti, uno dei più rilevanti esperti a livello accademico sulla questione delle lingue minoritarie, il prof. Gazzola, studioso a livello internazionale sulla pianificazione linguistica e sui riflessi economici delle politiche linguistiche, la prof.ssa Mannella che ha lavorato per la Commissione Europea e ha seguito con attenzione il tema delle lingue minoritarie, il prof. Iannacaro che è un linguista riconosciuto e ha curato, in particolare, una ricerca sulle lingue minoritarie per il Ministero dell'Istruzione.

«Siamo entusiasti di poter realizzare il progetto RUSH, che è stato autorizzato e finanziato dalla Commissione Europea come progetto strategico Erasmus Plus. Il progetto coinvolge diversi soggetti che a vario titolo sono competenti nell'ambito dell'istruzione e delle lingue minoritarie in Europa. Per la prima volta sarà concretizzata una ricerca azione a livello europeo con l'obiettivo di realizzare importanti opere di ingegno trasferibili e sostenibili per la qualificazione del docente plurilingue con inserimento a pieno titolo delle lingue minoritarie nel piano dell'offerta formativa – ha osservato Patrizia Pavatti, Dirigente scolastica del ‘Paolo Diacono’ - Questo convegno diventa un’occasione preziosa per mettere a confronto le pratiche educative delle lingue minori di diversi Stati europei e le differenti modalità di tutela del plurilinguismo, a cui riconosciamo una valenza europea tutt’altro che trascurabile. Non dimentichiamo inoltre che questi confronti favoriscono lo sviluppo di un senso di cittadinanza attiva e consapevole verso una dimensione interculturale, che è il nostro futuro».

«Esprimo viva soddisfazione per il concreto avvio del progetto - dichiara il presidente dell’ARLeF, Lorenzo Fabbro -. Siamo convinti che le importanti attività che verranno sviluppate nell’ambito di Rush contribuiranno ad affiancare e ad arricchire, attraverso scambi e contributi con i partner delle altre regioni d’Europa, quanto si sta già facendo per rafforzare competenze, formazione dei docenti nonché moderne modalità di apprendimento delle lingue – friulano compreso -  nelle scuole del nostro territorio».

«É con gioia che diamo il benvenuto a Cividale del Friuli agli illustri ospiti e partecipanti al progetto Rush. Abbiamo la consapevolezza di accoglierli in una città che guarda con orgoglio alla sua ricca e importante storia passata, ma che è protesa verso un futuro di città moderna in Italia e in Europa - dichiara Catia Brinis, assessore alle politiche sociali ed istruzione del Comune di Cividale del Friuli. – A Cividale del Friuli, crocevia e punto d'incontro delle civiltà latina, tedesca e slava, ogni anno vengono realizzate importanti iniziative culturali che fanno incontrare e dialogare uomini e donne di lingue, culture, tradizioni diverse. La lingua e l’identità di un popolo e di una terra sono valori fondanti di una comunità: la civiltà friulana, formatasi e sviluppatasi per oltre due millenni in questa appartata ma viva parte dell’Europa centrale, trova l’espressione più evidente e compiuta della propria individualità nella lingua friulana».

Il convegno è aperto al pubblico previa iscrizione, che si può effettuare sulla pagina www.cnpd.it/rush

]]>
Progetto RUSH: un convegno europeo su plurilinguismo e lingue minoritarie. Italia, Croazia e Spagna si confrontano. Fri, 12 Jan 2018 15:05:18 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465716.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465716.html Punktone Punktone 16 gennaio, Palazzo de Nordis, Cividale del Friuli (UD)

 

Convitto Paolo Diacono, Comune di Cividale del Friuli e ARLeF coordinatori del progetto triennale finanziato dall’EU 

Cividale del Friuli (UD) – Il valore culturale del plurilinguismo e l’importanza di tutelare le lingue minoritarie nel settore dell’istruzione in Europa, a partire dal friulano (in ambito locale), sono i temi principali del convegno d’avvio del progetto RUSH (acronimo di Re and Up Skilling Horizons) che si terrà martedì 16 gennaio dalle ore 9,30 alle 16,30 a Palazzo de Nordis (Piazza Duomo 5, Cividale del Friuli). L’evento si aprirà con l’illustrazione degli obiettivi, delle motivazioni e delle azioni concrete che saranno realizzate durante il ciclo triennale del progetto, a cura di William Cisilino di ARLeF (Agenzia regionale per la lingua friulana) e di Patrizia Pavatti del Convitto ‘Paolo Diacono’ (che assieme al Comune di Cividale coordinano l’iniziativa).

RUSH è un progetto triennale Erasmus+ finanziato dall’Ue e proposto da 8 partner istituzionali: al Convitto, ad ARLeF e al Comune si sono uniti l'ente Regione Galizia (Spagna), due scuole della Regione Galizia e la Croazia (Unione delle minoranze e scuola di Rovigno). Tutte scuole ed enti locali di livello provinciale, regionale e transnazionale, per un coinvolgimento complessivo di 3 Paesi (Italia, Spagna e Croazia). Obiettivo primario di RUSH è quello di analizzare, approfondire e sviluppare le tematiche relative alle competenze da mettere in atto da parte dell’insegnante plurilingue in Europa con l'utilizzo della lingua minoritaria. Il percorso progettuale prevede meeting transnazionali, attività di ricerca-azione nelle scuole primarie e secondarie, formazione dei docenti e attivazione di scambi per alunni. Due sono gli output previsti nei tre anni: la realizzazione di una Linea Guida per il docente plurilingue in Europa e la creazione di un centro risorse europeo per la comunità di pratica professionale. La Linea Guida sarà realizzata in lingua inglese, italiana, spagnola, croata, friulana e galiziana e sarà finalizzata a definire i titoli riconosciuti al docente plurilingue in Europa, creare moduli formativi attraverso l’apprendimento integrato di lingua e contenuto e ad aumentare le opportunità occupazionali dei docenti in Europa. Il centro risorse ospiterà i materiali per l’insegnamento plurilingue, prodotti dai docenti, che saranno a disposizione di tutte le scuole.

Al convegno d’avvio del 16 gennaio interverranno, in qualità di relatori, docenti universitari ed esperti provenienti da atenei ed istituti italiani (quali Bicocca di Milano, Federico II di Napoli, IPRASE di Trento, Intendenza Ladina di Bolzano) e da atenei e istituti europei (Comunità autonoma della Galizia, Università di Almerìa, Unione italiana di Slovenia e Croazia), per una riflessione e un confronto tra i diversi modelli di tutela e le diverse pratiche di successo per l‘insegnamento delle lingue minoritarie in Europa.

Si segnalano tra i relatori il prof. Agresti, uno dei più rilevanti esperti a livello accademico sulla questione delle lingue minoritarie, il prof. Gazzola, studioso a livello internazionale sulla pianificazione linguistica e sui riflessi economici delle politiche linguistiche, la prof.ssa Mannella che ha lavorato per la Commissione Europea e ha seguito con attenzione il tema delle lingue minoritarie, il prof. Iannacaro che è un linguista riconosciuto e ha curato, in particolare, una ricerca sulle lingue minoritarie per il Ministero dell'Istruzione.

«Siamo entusiasti di poter realizzare il progetto RUSH, che è stato autorizzato e finanziato dalla Commissione Europea come progetto strategico Erasmus Plus. Il progetto coinvolge diversi soggetti che a vario titolo sono competenti nell'ambito dell'istruzione e delle lingue minoritarie in Europa. Per la prima volta sarà concretizzata una ricerca azione a livello europeo con l'obiettivo di realizzare importanti opere di ingegno trasferibili e sostenibili per la qualificazione del docente plurilingue con inserimento a pieno titolo delle lingue minoritarie nel piano dell'offerta formativa – ha osservato Patrizia Pavatti, Dirigente scolastica del ‘Paolo Diacono’ - Questo convegno diventa un’occasione preziosa per mettere a confronto le pratiche educative delle lingue minori di diversi Stati europei e le differenti modalità di tutela del plurilinguismo, a cui riconosciamo una valenza europea tutt’altro che trascurabile. Non dimentichiamo inoltre che questi confronti favoriscono lo sviluppo di un senso di cittadinanza attiva e consapevole verso una dimensione interculturale, che è il nostro futuro».

«Esprimo viva soddisfazione per il concreto avvio del progetto - dichiara il presidente dell’ARLeF, Lorenzo Fabbro -. Siamo convinti che le importanti attività che verranno sviluppate nell’ambito di Rush contribuiranno ad affiancare e ad arricchire, attraverso scambi e contributi con i partner delle altre regioni d’Europa, quanto si sta già facendo per rafforzare competenze, formazione dei docenti nonché moderne modalità di apprendimento delle lingue – friulano compreso -  nelle scuole del nostro territorio».

«É con gioia che diamo il benvenuto a Cividale del Friuli agli illustri ospiti e partecipanti al progetto Rush. Abbiamo la consapevolezza di accoglierli in una città che guarda con orgoglio alla sua ricca e importante storia passata, ma che è protesa verso un futuro di città moderna in Italia e in Europa - dichiara Catia Brinis, assessore alle politiche sociali ed istruzione del Comune di Cividale del Friuli. – A Cividale del Friuli, crocevia e punto d'incontro delle civiltà latina, tedesca e slava, ogni anno vengono realizzate importanti iniziative culturali che fanno incontrare e dialogare uomini e donne di lingue, culture, tradizioni diverse. La lingua e l’identità di un popolo e di una terra sono valori fondanti di una comunità: la civiltà friulana, formatasi e sviluppatasi per oltre due millenni in questa appartata ma viva parte dell’Europa centrale, trova l’espressione più evidente e compiuta della propria individualità nella lingua friulana».

Il convegno è aperto al pubblico previa iscrizione, che si può effettuare sulla pagina www.cnpd.it/rush(vedi programma allegato).

]]>
Francoforte: Dinamica® veste la Mercedes-AMG Project ONE Thu, 28 Sep 2017 15:03:04 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/453893.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/453893.html Punktone Punktone Al Salone Internazionale di Francoforte 2017, uno dei più celebri eventi mondiali dedicati alle innovazioni dell'auto, Dinamica®, la raffinata eco-suede made-in-Italy, si distingue per un ingresso trionfale a bordo della Mercedes-AMG Project ONE, l’attesissima hypercar aggressiva, potente ed esclusiva che ha affascinato e sbalordito il pubblico di professionisti e appassionati presenti alla kermesse. Un’auto disegnata dal Chief Design Mercedes-Benz in persona, Mr. Gorden Wagener, che l’ha progettata ispirandosi al mondo della Formula 1 tanto che dalla stessa auto presentata sul palco Mercedes esce a sorpresa Lewis Hamilton.  La serie è limitatissima, circa 275 modelli dal valore di oltre 2 milioni di euro, in cui Dinamica® riveste quasi ogni parte dell’interno dell’abitacolo, dalle sedute, al volante, pannelli porta, padiglione, montanti e consolle.

 

Grazie ai suoi punti di forza riconosciuti quali cuore green, design made-in-Italy e performance elevate, Dinamica® è diventata sinonimo di stile nel rivestimento delle auto più prestigiose. Accanto alla Project ONE, “regina” del Salone, il materiale impreziosisce numerose auto di serie in mostra, tra cui modelli di Volkswagen, Ford, Mini, Land Rover e Hyundai che ha presentato la nuovissima i30N.

 

 << Il nostro approccio green che non tralascia il lusso e le alte prestazioni ci colloca in una fascia di leadership nella produzione di microfibre - dichiara Lorenzo Terraneo, amministratore delegato di Miko Srl La nostra filosofia sposa i criteri dell’economia circolare preoccupandosi di reinserire il materiale nel ciclo produttivo. Il risultato? Un prodotto di eccellenza riciclato disegnato per essere a sua volta riciclabile alla fine del suo utilizzo. Questa visione ci ha permesso di entrare nelle case automobilistiche di tutto il mondo.>>

In linea con le crescite di vendita registrate nel settore automotive, l’azienda Miko produttrice del materiale Dinamica® segna ad agosto 2017 un record di fatturato di 53 milioni di euro e 1.5 milioni di metri lineari venduti pari ad una crescita del 20% rispetto ai primi 8 mesi del 2016. Questi dati fanno presagire un ulteriore incremento entro dicembre e quindi ad una chiusura di fatturato che negli ultimi 10 anni ha registrato continue crescite a doppie cifre.

]]>
Dinamica® tra i materiali prescelti al Salone di Detroit Fri, 03 Feb 2017 15:57:29 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/420178.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/420178.html Punktone Punktone L’esclusiva Mercedes-Benz dei 50 anni dell’AMG veste Dinamica®

 

Gorizia  Dinamica®, la prima microfibra ecologica made-in-Italy, apre il 2017 al Salone dell’Auto di Detroit, confermandosi tra i materiali scelti da alcune case automobilistiche come Mercedes-Benz, General Motors  e Ford per i rivestimenti dei modelli presentati in anteprima all’appuntamento internazionale.  

 

Tra le novità più attese dell’edizione 2017, una grande première mondiale: il nuovo modello AMG GT C Coupé della casa stellata presentato alla rassegna statunitense in occasione del 50° anniversario della Mercedes-AMG. Dinamica® ha interpretato gli interni della “Edition 50” e della rinnovata Mercedes-AMG GLA45, il SUV compatto della casa di Stoccarda, che si caratterizza nella Yellow Night Edition con un design sportivo e grintoso con accenti in pelle gialla e rivestimenti neri in Dinamica®.

 

Il commento di Lorenzo Terraneo, Amministratore Delegato di Miko, azienda produttrice di Dinamica®, sull'edizione 2017 del Salone dell'Auto di Detroit: " Scegliere Dinamica® significa, anche per i nostri clienti dell’automotive, condividere una filosofia e dei valori centrati su ricerca, innovazione e attenzione all’ambiente. Essere eco-consapevoli è essenziale per poter garantire un prodotto intelligente, che ascolti e risponda alle necessità del mondo in cui viviamo.”

 

A conferma del trend più che positivo che l’industria dell’auto sta vivendo a livello globale, Dietmar Exler, Chairman of the Board of Management of Daimler AG e Head di Mercedes-Benz Cars, ha osservato come il gruppo stia iniziando l’anno in pole position: “Siamo davvero orgogliosi dei risultati del 2016, che ci hanno permesso di scalare la vetta del segmento premium, con oltre due milioni di vetture vendute. Un traguardo conquistato con largo anticipo rispetto al 2020, che era il nostro target iniziale. Il più grande merito di questo successo viene certamente dalla nostra offensiva di nuovi modelli che negli ultimi anni ha ringiovanito il nostro Marchio.” E Dinamica®, partner riconosciuto di Mercedes-Benz, veste gran parte di essi.  

Importanti novità del mondo Dinamica® sono attese a marzo al rinomato Salone di Ginevra, forse il più prestigioso e atteso dai car lover dell’auto.

 

Sage Automotive Interiors

 

Sage Automotive Interiors (www.sageautomotiveinteriors.com) è uno dei leader mondiali nell’automotive per la fornitura di tessuti per interni auto – per applicazioni come sedute, pannelli porta e cielo – con sedi e impianti produttivi dislocati negli Stati Uniti, Giappone, Cina, Brasile, Corea, India ed Europa. I punti di forza di Sage risiedono nelle ricerche e nello sviluppo di materiali, nell'attenzione alla sostenibilità e nel proporre soluzioni innovative per il settore automotive. La sua vision è porsi come leader sul mercato nella progettazione di tessuti auto e distinguersi per le capacità tecniche affiancate da una produzione di altissimo livello.

 

Miko S.r.l. e Dinamica®

 

Miko S.r.l.  (www.dinamicamiko.com) è un'azienda italiana di successo che produce Dinamica®, la prima microfibra ecologica con caratteristiche uniche che ben si adattano ad un'ampia gamma di applicazioni. Dinamica® viene prodotta usando poliestere riciclato attraverso un innovativo processo di lavorazione ad acqua, che non impiega solventi dannosi bensì utilizza basi completamente atossiche. Miko ha generato diverse soluzioni per il settore automotive proponendo microfibre riciclabili che sono ecologiche e che rispettano gli standard più esigenti. Questi prodotti sono stati scelti da importanti case automobilistiche per i loro interni auto in virtù dell'attenzione per l'ambiente, delle qualità tecniche senza rivali e delle caratteristiche estetiche incomparabili; perfetti per sedili e schienali, così come per pannelli, rivestimenti del tetto e interni delle portiere. Nel 2012, Dinamica® ottiene la certificazione EPD®, il più avanzato riconoscimento di dichiarazione ambientale di prodotto. 

]]>
DINAMICA® by Miko: NUOVI PROGETTI CON VOLKSWAGEN FANNO IMPENNARE LE VENDITE Tue, 26 Jul 2016 10:40:01 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/400374.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/400374.html Punktone Punktone 990 chilometri della raffinata microfibra per rivestire le auto più prestigiose

Perfettamente in linea con i risultati più che soddisfacenti delle statistiche di vendita registrati nel settore automotive, Miko chiude il bilancio del primo semestre 2016 con una variazione del 22,8% del fatturato rispetto allo scorso anno. L'azienda ha venduto un totale di 987.500m di tessuto Dinamica®, raffinatissima microfibra ecologica made-in-Italy, contro gli 808.500m registrati a giugno 2015. Quasi 990 chilometri di microfibra che andranno a rivestire gli interni delle auto più prestigiose del mercato mondiale.

In particolare, oltre a rafforzare l'ottima partnership con Mercedes-Benz, per la quale firma numerosi nuovi modelli, Miko ha sviluppato da quest'anno una serie di nuovi progetti con VOLKSWAGEN grazie ai quali Dinamica® sarà presente in tutti i segmenti A (dalla Golf, alla Polo, passando per Tiguan e Touran) e non solo a bordo della R-Line. In virtù di questa rinnovata collaborazione, i numeri di vendita registrati con la casa di Wolfsburg sono quasi quadruplicati nell'ultimo anno (il totale è comprensivo di US, EU, e China).

Oltre a VW e Mercedes-Benz, Dinamica® è un complemento scelto da Ford, General Motors, Volvo, Land Rover, Mini e Citroen per la DS, realtà che condividono la stessa coscienza ecologica di Miko e il medesimo approccio green, punto focale del successo di Dinamica®. Infatti, nonostante per Miko le vendite abbiano segnato un aumento importante in tutti i settori di applicazione (nel fashion è stata avviata una collaborazione con marchi molto sensibili a scelte vegan come la celebre Stella McCartney), l'automotive si conferma il settore trainante.

«Grazie a continuativi investimenti in tecnologia, ricerca e sostenibilità, abbiamo registrato un trend più che positivo per l'azienda. - dichiara Lorenzo Terraneo, amministratore delegato di Miko Srl - Dal 2012, anno in cui si inizia a registrare la crescita dell'azienda con l'incremento auto, i numeri del fatturato continuano a salire e i dati che emergono per il 2016 sono positivi e in crescita, per cui ci aspettiamo di chiudere l'anno con performance ancora migliori rispetto al 2015. Le previsioni dei prossimi anni e le tendenze che osserviamo nei nostri settori mostrano che la microfibra è un prodotto in forte ascesa e tante volte viene preferito a prodotti di origine animale anche perché sta crescendo nei consumatori una diversa sensibilità in ciò che scelgono. Il fatto che produciamo un prodotto a basso impatto ambientale, monitorato nelle sua fasi di produzione e certificato dall’EPD System (Environmental Product Declaration), ci colloca in una fascia di leadership nella produzione di microfibre ecologiche».

]]>
Stile italiano sulla nuova Classe A. Dinamica®, la raffinata microfibra ecologica di Miko, accompagna il restyling della nuova compatta di Mercedes Fri, 31 Jul 2015 11:41:23 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/362744.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/362744.html Punktone Punktone Dinamica®, la raffinatissima microfibra ecologica italiana by Miko oggi impiegata in una molteplicità di settori, ha conquistato il mondo dell'automotive tanto da guadagnarsi il ruolo da protagonista a bordo dei modelli auto più prestigiosi, come il nuovo restyle della Classe A di Mercedes-Benz.

Stile italiano, fascino intramontabile e colori brillanti sono i nuovi ingredienti della Classe A. La rinnovata compatta della mitica casa stellata di Stoccarda si aggiorna con un restyling estetico e innovazioni nell’abitacolo, che la rendono ancora più confortevole. Accanto al design giovane e moderno, un'ampia gamma di tecnologie ne migliora l'efficienza e garantisce consumi ridotti.

Nella scelta degli interni, Classe A punta sui colori brillanti: esclusivi inserti in Dinamica® (verde smeraldo, turchese, bianco latte e nero smokey-eyes) nelle sedute e pannelli porta rendono il modello più prestigioso e sono in grado di soddisfare i clienti sportivi e raffinati.

A creare Dinamica® è l’azienda italiana Miko, leader nel design degli interni auto e la prima a produrre una microfibra ecologica a partire da materiali interamente riciclati, seguendo un ciclo ad acqua, assolutamente senza processi chimici. Il tessuto vanta qualità eccezionali di resistenza, anallergicità, durata dei colori, confermandosi un insostituibile elemento di stile per una moltitudine di modelli auto. Oltre a Mercedes è un complemento che valorizza Jeep, Volvo, Ford, Cadillac, Chevrolet, Mini John Cooper, realtà che condividono la stessa coscienza ecologica di Miko e il medesimo approccio green, punto focale del successo di Dinamica®. 

 In generale, grazie a continuativi investimenti in tecnologia, ricerca e sostenibilità, il trend è più che positivo per Miko. Dal 2012, anno in cui si inizia a registrare la crescita dell'azienda con l'incremento auto, il fatturato ha riscontrato un aumento del 113%. Nel 2014 il 91% del fatturato, che nel complesso si è attestato sui 41.5 milioni, si conferma nel settore automotive, con metri venduti pari a 1.35 milioni.

«Stiamo sviluppando progetti sempre più innovativi nell'automotive, e la scelta di vestire gli interni della nuova Classe A, al momento una delle vetture più di successo di Mercedes, è un'ulteriore conferma dell'elevato valore del nostro prodotto. - dichiara Lorenzo Terraneo, Amministratore Delegato di Miko Srl - Questo ci permette grosse soddisfazioni dal punto di vista del fatturato. I dati che emergono per il 2015 sono positivi e in crescita, per cui ci aspettiamo di chiudere l'anno con performance ancora migliori rispetto al 2014.».

 

 

]]>
Arriva myCukBuk.it, social network di cucina divertente e gratuito! Tue, 26 Mar 2013 11:49:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/271354.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/271354.html Punktone Punktone

Gentile Redazione,

 

stiamo promuovendo myCukBuk, il social network di cucina gratuito, dove ognuno di noi può diventare protagonista.

myCukBuk è un luogo di incontro per gli appassionati di cucina, dove condividere ricette, togliersi dubbi, sfidare gli amici ... e molto altro ancora.

 

Sperando di farLe cosa gradita, e sperando che il prodotto incontri il Suo interesse, Le trasmetto il comunicato stampa con il link al sito e qualche immagine.

 

Rimango a disposizione per ulteriori informazioni

Grazie e buona giornata

 

Federica Pettarin

Punktone | Agenzia di comunicazione

Dott.ssa Federica Pettarin

Tel. 0481 30068

Cel. 349 7744862

 

 

 

Comunicato Stampa

26 marzo 2013

 

Arriva myCukBuk.it, il social network dedicato alla cucina divertente e gratuito!


Diventa protagonista con le tue ricette, scopri i segreti per preparare un buon soufflé e sfida i tuoi amici

La cucina è considerata a ragione un'arte perché tramite essa è possibile comunicare e regalare emozioni ai nostri cari o, perché no, alla persona desiderata. Di questo gli italiani sono sempre più consapevoli, e prova ne è il continuo diffondersi di trasmissioni e riviste dedicate al settore.

Ormai tutti noi abbiamo tentato o immaginato almeno una volta di diventare dei piccoli cuochi, un po’ per curiosità e un po’ per voglia di mettersi in gioco, ed è bello vedere i propri tentativi premiati con il sorriso e i complimenti degli amici.

myCukBuk nasce per rispondere proprio a questo desiderio, coniugando il piacere di collezionare e pubblicare le ricette a quello della condivisione dei nostri piccoli e grandi successi con gli amici e con la community. myCukBuk è un luogo di incontro aperto a tutti gli appassionati di cucina, agli amanti della buona tavola, ai curiosi sempre a caccia di nuove ricette, agli chef in cerca di uno spazio dove pubblicare i menù preferiti, e a chi desidera fare nuove amicizie con altri appassionati di cucina. Su myCukBuk tutti possono partecipare e diventare protagonisti, magari scoprendo il grande cuoco che è in loro.

E' semplice e gratuito registrarsi ed iniziare a partecipare, pubblicando e votando le ricette con foto e video, menù, creando il proprio gruppo o mettendosi in gioco nelle sfide. E se si dovesse aver bisogno di aiuto esiste una sezione dedicata a domande e risposte in cui si può intervenire direttamente e condividere la propria esperienza in cucina. Sarà facile inoltre trovare nuovi amici grazie alla chat e ai messaggi, e si potrà così rimanere aggiornati sui contenuti da loro pubblicati. Sempre grazie alla chat, sarà possibile aiutare da casa in tempo reale un amico alle prese con un pranzo improvviso fornendogli tutti i consigli del caso.  

E' la community stessa che premierà i più bravi: grazie ai voti e alla reputazione conquistata capiremo quanto le nostre ricette sono state apprezzate, e altrettanto sarà facile la scelta della ricetta migliore per la nostra occasione speciale.

myCukBuk si rivolge anche alle aziende, ristoranti, agriturismi, scuole o corsi di cucina in cerca di visibilità, dando loro spazi dove pubblicare le ricette e promuovere la loro attività.

E' arrivato mycukbuk.it: iscriviti e divertiti nel nuovo social network dedicato alla cucina.

 

Punktone | Agenzia di Comunicazione | Ufficio Stampa Dott.ssa Federica Pettarin

Tel. 0481 30068 – 349 7744862 - federica@punktone.it

 

Per ulteriori informazioni contattare:         

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
]]>