Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Salvatore Sparavigna Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Salvatore Sparavigna Fri, 03 Jul 2020 23:01:48 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/150/1 LetteraTOUR - C o m u n i c a t o S t a m p a Sat, 19 Jan 2013 05:06:05 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/262748.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/262748.html Salvatore Sparavigna Salvatore Sparavigna Grazie per la cortese collaborazione.

 

S a l v a t o r e   S p a r a v i g n a

logo_b_w.jpg

Journalist       Photographer     Videomaker

                   dooid.me/salsparavigna

+  P.E.C. salvatoresparavigna@pec.it

 

    ( Tel: +39. 081.197.28612     7 Fax: +39.081.197.22775

      Cell.: +39.338.926.5635            Cell.: +39.338.346.7629

 

 

P per favore, non stampare questa mail se non ne hai realmente bisogno.

          please don't print this e-mail unless you really need to.

 

© -  Questo messaggio contiene informazioni confidenziali per uso esclusivo del destinatario.

        Qualsiasi uso o rivelazione non autorizzata sono proibiti. Se avete ricevuto questa e-mail per errore

        Vi chiediamo di volercelo cortesemente comunicare, di non farne copia e di cancellarla con i suoi allegati.

© - This message is intended only for the use of the addressee and may contain information

        that is privileged and confidential by law. If you are not the intended recipient, you are hereby

        notified that any review, use, dissemination, or copying of this communication is strictly

        prohibited. If you have received this communication in error, please forward the email back

       and delete all copies of the message and attachments.

]]>
Comunicato - invito conferenza stampa di presentazione della Web Tv sociale "Lamiastrada.tv" Wed, 06 Oct 2010 11:11:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/123833.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/123833.html Salvatore Sparavigna Salvatore Sparavigna
Comunicato - invito conferenza stampa di presentazione della Web Tv sociale “Lamiastrada.tv”

 

Si terrà sabato 12 giugno, alle ore 11.30, presso la Comunità “La Tenda” in via Sanità, 95-96 a Napoli la conferenza stampa di presentazione de “La mia strada Web tv” (www.lamiastrada.tv) , la Web tv sociale creata per dare voce ai protagonisti della strada che quotidianamente vivono il disagio di non avere una casa, che sono ospiti dei dormitori e delle mense dei poveri, ma anche a chi denuncia il racket e a chi combatte le ingiustizie. A chi nella strada trova rifugio o motivo di vera esistenza. In progetto editoriale è stato ideato e realizzato dall’associazione Partnet e coinvolgerà all’interno della redazione anche alcuni “diseredati” per favorirne il recupero e l’integrazione sociale. Il progetto nato da un’idea del fotografo e artista Salvatore Sparavigna gode del Patrocinio morale del Comune di Napoli, del Comune di Torre Annunziata, della Federazione Nazionale Stampa Italiana, dell’Unione Cronisti e del supporto della Comunità “La Tenda”.

Al termine della conferenza stampa la Web Tv verrà ufficialmente messa on-line divenendo fruibile a tutti.

 

All’incontro con la stampa interverranno:

 

Salvatore Sparavigna: ideatore e direttore responsabile della Web Tv.

Raffaela Siviglia: presidente dell'associazione Partnet, promotrice della Web Tv.

Don Antonio Vitiello: presidente del centro La Tenda

Giulio Riccio: Assessore Politiche Sociali del Comune di Napoli 

Giosuè Starita e Ciro Alfieri: sindaco e assessore alle Politiche sociali del Comune di Torre Annunziata.

Enzo Colimoro : Presidente dell'Associazione Nazionale della Stampa sez. Campania
Renaro Rocco : Presidente Unione Cronisti sezione Campana

Caterina Bellandi  alias "Milano 25", la tassista più famosa d’Italia per le sue opere di beneficenza in giro per l’Italia

 

Ufficio Stampa

Diego Penna

3312320762

 

]]>
--> Proiezione di A camorra...song io? al M.A.V. di Ercolano. Fri, 17 Apr 2009 21:23:21 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/78894.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/78894.html Salvatore Sparavigna Salvatore Sparavigna trasmette Salvatore Sparavigna
t. 081.197.28612 - 338.9265635

All'interno c'è il link al PressKit aggiornato e al Trailer del documentario.
 
Grazie per l'attenzione e buon lavoro.


Cordiali saluti
 
Salvatore Sparavigna

 

 

C  O  M  U  N  I  C  A  TO     S  T  A  M  P  A

 

Proiezione di “A camorra...song io?” al M.A.V. di Ercolano

Al Museo Archeologico Virtuale (MAV) di Ercolano sarà proiettato il 29 aprile alle ore 21 "’A camorra...song io?", il documentario del fotoreporter-videomaker Salvatore Sparavigna.

Dopo l’anteprima nazionale a Casal Di Principe, in occasione della la XIV Giornata nazionale della memoria e dell’impegno per tutte le vittime delle mafie, il lavoro sarà riproposto a Ercolano a scuole, cittadini e associazioni impegnate nella legalità.

L’iniziativa ha il plauso del direttore del museo Walter Ferrara, e del presidente della Fondazione CIVES e sindaco di Ercolano Nino Daniele, che hanno considerato una "grossa opportunità" la programmazione di questa proiezione, sottolineando che il documentario "è in linea con la politica di sensibilizzazione verso problemi scottanti e attuali che l’amministrazione cittadina e il museo perseguono già da tempo’’.

La struttura, infatti, ospita la sede dell’associazione Antiusura e Antiracket, e presto anche la redazione del magazine “’A camorra…song io?”.

“La ritengo una bella e generosa doppia opportunità da cogliere al volo anche per non cadere totalmente nell'illusione che il virtuale e la rete possano bastare. Il guardarsi in faccia e il discutere insieme possono farci ricordare, forse, il sapore di belle cose un po' dimenticate”, dice Salvatore Sparavigna ai suoi giovani collaboratori, quasi tutti provenienti da Facebook, dopo l’appello lanciato nell’omonimo gruppo, che conta già 800 aderenze.

“’A camorra…song io?” è il titolo di una canzone del gruppo musicale napoletano gli A67 e vede, attraverso il documentario e il nascente web magazine, due possibilità di “risvegliare e riscaldare il muscolo della consapevolezza troppo spesso assopito e non allenato” come indica il sottotitolo della testata del magazine che, promette il suo direttore, utilizzerà a pieno anche la multimedialità offerta dai telefonini cellulari e che vedrà protagonisti ‘le coscienze" di tutti.

Il 29 aprile alle ore 21 ‘’A camorra…song io?’’ al Mav di Ercolano via IV Novembre 44.

 

PressKit aggiornato: http://www.salvatoresparavigna.com/PressKit_CamorraSongIo.zip

Trailer: http://www.salvatoresparavigna.com/trailer.wmv

comunicato stampa n 4 del 17 aprile 2009

]]>
TANTI I GIOVANI ALLANTEPRIMA di A CAMORRA... SONG IO? Sat, 21 Mar 2009 04:25:50 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/76425.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/76425.html Salvatore Sparavigna Salvatore Sparavigna  
trasmette Salvatore Sparavigna
t. 081.197.28612 - 338.9265635
 
All'interno c'è il link al PressKit aggiornato e al Trailer del documentario.
 
Grazie per l'attenzione e buon lavoro.
Cordiali saluti
 
Salvatore Sparavigna

 

C  O  M  U  N  I  C  A  TO     S  T  A  M  P  A

 

TANTI I GIOVANI ALL’ANTEPRIMA di “‘A CAMORRA... SONG IO?”

 

In tanti erano presenti alla visione del documentario “’A camorra...song io?” di Salvatore Sparavigna  la cui anteprima si è tenuta a Casal di Principe giovedì 19 marzo alle 19,30 in Piazza Vittorio Emanuele, per la XIV° Giornata nazionale della memoria e dell’impegno per tutte le vittime delle mafie.

Dopo la messa  in piazza celebrata in ricordo di don Peppino Diana, le prime sequenze  del documentario hanno immediatamente destato l’attenzione dei presenti che rapiti dal ritmo veloce e calzante delle immagini e della colonna sonora, sono stati concentratissimi nel seguire attenti le quasi cento  risposte dei personaggi intervistati da Salvatore Sparavigna.

“....sono rimasto meravigliato di quanta attenzione c’è stata per il mio documentario, ma soprattutto nel riscontrare una forte curiosità ed un enorme interesse da parte dei più giovani. Una emozione che oltre a riempirmi di gioia, mi ha fatto anche riflettere molto!” ha così commentato l’autore Salvatore Sparavigna subito dopo l’applauso dei presenti sulle note della sigla cantata dagli A67.

Il documentario “A camorra...song io?” infatti, è rivolto principalmente al mondo giovanile ed in proposito sono stati presi i primi accordi con l’Assessorato alle politiche scolastiche della Provincia di Napoli per una divulgazione del documentario negli istituti scolastici a partire dal prossimo anno, in quanto esso rappresenta un ottimo strumento per una maggiore sensibilizzazione verso la strada della legalità che i giovani devono seguire ogni giorno sempre di più.

 

PressKit aggiornato: http://www.salvatoresparavigna.com/PressKit_CamorraSongIo.zip

Trailer: http://www.salvatoresparavigna.com/trailer.wmv

comunicato stampa n 3 del 21 marzo 2009

]]>
In tanti all'anteprima di " 'A camorra...song io" - aderenze anche su facebook. Wed, 18 Mar 2009 18:11:26 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/76198.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/76198.html Salvatore Sparavigna Salvatore Sparavigna
trasmette Salvatore Sparavigna
t. 081.197.28612 - 338.9265635
 
All'interno c'è il link al PressKit aggiornato e al Trailer di 3' del documentario.
 
Grazie per l'attenzione e buon lavoro.
Cordiali saluti
 
Salvatore Sparavigna
 

C  O  M  U  N  I  C  A  TO     S  T  A  M  P  A

IN TANTI ALL’ANTEPRIMA DI “‘A CAMORRA... SONG IO?”

Crescono le adesioni alla proiezione del documentario “’A camorra...song io” di Salvatore Sparavigna  la cui anteprima si terrà a Casal di Principe giovedì 19 marzo alle 19,30 in Piazza Vittorio Emanuele, per la XIV° Giornata nazionale della memoria e dell’impegno per tutte le vittime delle mafie.

Tra i tanti che si preparano alla visione, anche alcuni tra i protagonisti del documentario hanno garantito la loro presenza, come i parlamentari Luisa Bossa e Marcello Taglialatela componenti della commissione Antimafia. Il sindaco di Ercolano Nino Daniele e quello di Portici Enzo Cuomo; inoltre l’assessore provinciale Francesco Borrelli, il presidente del c.d.a. del Teatro Trianon Samuele Ciambriello, il segretario generale CGIL Campania Michele Gravano, il Presidente dell'Osservatorio Euro-Mediterraneo e del Mar Nero Raffaele Porta, il giornalista e <���></&#56788;>scrittore Luciano Scateni, i Presidenti dell'Associazione Antiracket di Ercolano, Ottaviano Raffaella e di Portici Sergio Vigilante, la giornalista e conduttrice Rai di Napoli. Maria Laura Massa e il coordinatore delle associazioni antiraket a Napoli Luigi Cuomo.

Inoltre, tra gli intervistati nel documentario, saranno presenti alla proiezione anche i vertici dell’Associazione Libera, tra cui  don Luigi Ciotti ed i referenti campani Geppino Fiorenza e don Tonino Palmense ed infine i familiari di alcune vittime innocenti di camorra, tra cui Clemente Lorenzo, Bruno Vallefuoco  e Rita Garfaro Romanò.

Ci sarà anche una folta delegazione dell’Associazione Studenti contro la Camorra guidata dal Presidente Andrea Pellegrino e da  Gaia Trunfio, anche loro presenti nel documentario di Sparavigna insieme ad altri giovani.

Ma il tam tam per la partecipazione corale alla proiezione in anteprima, ha avuto un suo seguito anche sul noto social network facebook, dove, nel gruppo dedicato al documentario, la sola pubblicazione del trailer di 3 minuti ha già raccolto numerose adesioni e simpatie, oltre che richieste di proiezione in mezza italia. E così, tramite facebook hanno aderito altri protagonisti tra cui, Sergio Fedele, anima dell'associazione Napoli Punto e a Capo,  Carola Flauto, scrittrice, Antonio Graziano, giornalista, Chiara Marrazzo, presidente del Forum dei Giovani di Qualiano, Maria Cinzia Mirabella, attrice, Pasquale Scialò compositore, musicologo,  Désirée Klain, giornalista, e la lista sembra crescere di ora in ora.

PressKit aggiornato: http://www.salvatoresparavigna.com/PressKit_CamorraSongIo.zip

Trailer: http://www.salvatoresparavigna.com/trailer.wmv

]]>
A CAMORRA... SONG IO? - Gioved 19 marzo 2009 ore 19:30 - Piazza Vittorio Emanuele Casal di Principe (CE) Sun, 15 Mar 2009 17:36:38 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/75792.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/75792.html Salvatore Sparavigna Salvatore Sparavigna
trasmette Salvatore Sparavigna/INSIGHTS
 
t. 081.197.28612 - 338.9265635
 
In allegato una fotogallery e la cartella stampa per i riferimenti. Grazie per l'attenzione e buon lavoro.
 
Cordiali saluti
 
Salvatore Sparavigna
 

C  O  M  U  N  I  C  A  TO     S  T  A  M  P  A

‘A CAMORRA... SONG IO?

Giovedì 19 marzo 2009 ore 19:30 Piazza Vittorio Emanuele Casal di Principe (CE)

Il video-documentario di Salvatore Sparavigna

in anteprima  per la XIV° Giornata nazionale della memoria e dell’impegno per tutte le vittime delle mafie

A Camorra...song io?” è stato il quesito posto ai circa cento protagonisti del video di denuncia realizzato dal fotografo Salvatore Sparavigna e che affonda le sue radici dal titolo di un brano del gruppo musicale “gli A67” e nell’immagine di Don Giuseppe Diana titolata “Per amore del mio popolo”, la lunga lettera manifesto dell’Avviso Sacro datato Natale 1991 che il presbitero e scrittore italiano - vittima della Camorra ucciso il 19 marzo del 1994 - mostra nello scatto del fotoreporter napoletano; una fotografia storica che faceva parte di uno slideshow che ha accompagnato il tour delle letture pubbliche “LeggoSaviano” tenutesi in tutta Italia lo scorso anno.

 “’A Camorra...song’io” un videodocumentario di circa venticinque minuti, restituisce un feedback dell’opinione e del pensiero a livello glocale, è un progetto di denuncia e sensibilizzazione patrocinato dal Comune di Napoli, Comune di Portici, Comune di Ercolano, dalla Provincia di Napoli e dalla Regione Campania. Vere e proprie protagoniste le testimonianze e le risposte secche e crude e senza censura alcuna delle più alti esponenti della società partenopea. Un J’accuse corale che non risparmia nessuno: né gli esponenti della società civile, né le più alte cariche dello Stato e né la responsabilità non solo dei cittadini napoletani e campani ma bensì di tutto il popolo italiano.

Dalla galleria di immagini che scorreva sullo sfondo delle voci del popolo (anche al Pan di Napoli), di chi voleva leggere una pagina del romanzo Gomorra ne è stata inserita nel documentario una selezione tra le più cruenti e dure, realizzando una mini-gallery degli aspetti più amari e violenti, specchio della qualità della vita in talune zone del territorio abbandonati da sempre al loro destino di desolazione e mancata azione incisiva da parte delle autorità.

Nel documentario realizzato da Sparavigna da segnalare è uno dei passaggi suggestivi in cui Roberto Saviano legge un'invettiva scritta da Cipriano, amico di gioventù di don Peppino Diana, che avrebbe voluto recitarla al funerale di don Peppino. Era un'arringa che i due amici avrebbero voluto firmare insieme, ma i killer giunsero prima. Saviano la riporta per intero nel suo libro alle pagine 264-265 e da quel passaggio prende il titolo "Gomorra".

 

]]>
Tante scarpe per una montagna di idee - C O M U N I C A T O S T A M P A Sun, 21 Dec 2008 19:39:45 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/69803.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/69803.html Salvatore Sparavigna Salvatore Sparavigna
 
-----Messaggio Originale-----
Data invio: domenica 21 dicembre 2008 19.07
Oggetto: “Tante scarpe per una montagna di idee” - C O M U N I C A T O S T A M P A

C O M U N I C A T O   S T A M P A

 

“Tante scarpe per una montagna di idee”

“Con le scarpe vola anche la nostra fantasia e il nostro amore per questa città.” Ecco cosa ha dichiarato oggi il fotografo napoletano Salvatore Sparavigna, promotore su FaceBook dell’iniziativa, quando ha effettuato il primo lancio  per la creazione della “montagna di scarpe” che si è realizzata stamattina in Piazza Plebiscito a Napoli.

Accompagnati dal ritmo della tammorra di Marcello Colasurdo, tanta gente comune ha partecipato divertita al lancio e ha animato la piazza insieme al popolo di Facebook. Intervenuti da ogni parte della Campania, i partecipanti hanno portato le proprie scarpe e le proprie riflessioni da cui è emerso una volontà di iniziare tutti insieme un nuovo percorso più onesto per il futuro di questa città.

“Lancio i miei scarponi affinché indichino  la migliore strada da ripercorrere” questo ha dichiarato un giovane  studente che ha partecipato con tutta la sua famiglia alla realizzazione della montagna di scarpe.

La vicinanza alle opere di Jan Fabre ed il ricordo della Montagna di Sale dell’artista Mimmo Paladino, ha suscitato nel cuore di tutti i partecipanti, un desiderio di rinascita e soprattutto ha risvegliato la bellezza di quello che è stata Napoli  e quindi una volontà di camminare avanti.

Quando c'è la guerra, a due cose bisogna pensare prima di tutto: in primo luogo alle scarpe, in secondo alla roba da mangiare; e non viceversa, come ritiene il volgo: perché chi ha le scarpe può andare in giro a trovar da mangiare, mentre non vale l'inverso. (Primo Levi).

 

Press: Antonella Pacilio 334.1584908           -                info: Salvatore Sparavigna 338.926.5635

 

]]>
*** Una montagna di scarpe e di idee" - Comunicato Stampa Sat, 20 Dec 2008 19:36:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/69777.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/69777.html Salvatore Sparavigna Salvatore Sparavigna
 

C O M U N I C A T O   S T A M P A

 

“Una montagna di scarpe e di idee”

Cresce ogni giorno l’adesione alla creazione della “montagna di scarpe” che si svolgerà nella mattinata di domani domenica 21 dicembre nella bellissima Piazza Plebiscito di Napoli a partire dalle ore 11:00.

Alla protesta creativa e pacifica, promossa dal fotografo napoletano Salvatore Sparavigna e i suoi amici di Facebook,  hanno già aderito in tantissimi rispondendo all’ appello telematico e anche tante Associazioni di diritti umani e tanta gente comune che grazie al tam tam, parteciperanno numerosi all’evento di domani.

Tra gli altri, hanno aderito anche noti artisti, tra i quali Marcello Colasurdo che interverrà con la sua tammorra ed Enzo Gragnaniello con la sua chitarra; e poi gli A67 ed altri ancora,  tutti richiamati dall’appello a lanciare la propria scarpa come simbolo e gesto di dissenso verso quanto accade a Napoli e non solo!

La provocazione, inoltre, vuole far ricordare a tutti la “Montagna di sale” dell’artista Mimmo Paladino, che segnò anche un nuovo corso artistico ed etico della città di Napoli, che con le sue opere in piazza Plebiscito trasformò il concetto di fruizione artistica.

Ma si vuole anche sottolineare che la scarpa, oltre ad essere stata usata quale simbolo di dissenso dal giornalista iracheno, è soprattutto il simbolo del “cammino” e quindi, si vuole invitare tutti a camminare ed andare avanti ribellandosi sempre alle prepotenze ed ai poteri, usando anche la bellezza e la fantasia.

I vari “lanci” saranno ripresi da una telecamera che registrerà “dichiarazioni di rabbia e di speranza” a cui dedicare il proprio lancio,  ma soprattutto, che riprenderà  la nascita della “montagna di scarpe”.

“…e Il topolino partorì la montagna!”

 

Press: Antonella Pacilio 334.1584908    -    Salvatore Sparavigna 338.926.5635

]]>
*** Comunicato Stampa - Una montagna di scarpe! Tue, 16 Dec 2008 18:32:55 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/69439.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/69439.html Salvatore Sparavigna Salvatore Sparavigna
 

C O M U N I C A T O   S T A M P A

 

“UNA MONTAGNA DI SCARPE!”

Cresce anche su Face Book, l’adesione alla giornata dedicata alla creazione della “montagna di scarpe” che si svolgerà nella mattinata di domenica 21 dicembre nella bellissima Piazza Plebiscito di Napoli.

Ricorderete tutti la “Montagna di sale” dell’artista Mimmo Paladino che segnò anche un nuovo corso artistico della città di Napoli, che con le sue opere in piazza Plebiscito, ha trasformato poi il concetto di fruizione artistica.

E’ nato così su FaceBook il gruppo “Lanciamo una scarpa a…”, dove, seppur solo virtualmente, emulando il gesto del giornalista iracheno, tutti possiamo lanciare la nostra scarpa in segno di disprezzo e di dissenso.

Ecco quindi che dalla fantasia e creatività dei napoletani, ad opera del fotografo Salvatore Sparavigna, è nato su Facebook, la proposta dell’evento di piazza a cui hanno già aderito in numerosi, probabilmente per manifestare in modo innocuo e creativo, il proprio disappunto per le vicende napoletane (e non).

Ecco il testo dell’appello lanciato su Facebook:

Incontriamoci a Piazza Plebiscito ognuno con una ciabatta "da lanciare". Creiamo la "nostra" montagna di sale (la ricordate?), o meglio, la nostra montagna di scarpe. Quale miglior simbolo del momento.
Le scarpe ci indicano anche che dobbiamo "camminare", andare avanti.
Possiamo anche "creare" l'albero di Natale, come la Coca Cola creava il suo (ricordate) pieno di fiammelle e belle speranze, ma il nostro sarà fatto solo di scarpe.
Sarà una di scarpa o mille, ma sarà un "lancio" molto efficace. Facciamo sentire, in modo innocuo e creativo.
E perchè no, anche per condividere di persona, un momento particolare, magari dicendoci "tanti auguri, per tutto" e conoscendoci di persona.


Sempre se ci sarà il sole ;-).

 

Press: 334.1584908    -    info: 338.926.5635

]]>
Comunicato Stampa - invito - "Faces of ItaliaNY" Fri, 30 Mar 2007 09:49:00 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/36838.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/36838.html Salvatore Sparavigna Salvatore Sparavigna C O M U N I C A T O    S T A M P A

 

 

 

L'Italian American Museum annuncia "Facce di ItaliaNY" del fotografo Salvatore Sparavigna nella settimana in onore della “Quarta Settimana della Storia degli Immigranti"  del Sindaco Bloomberg.  Dal 16 aprile fino al 29 giugno 2007.

 

New York, 26 marzo 2007

Accanto alla "Settimana della Storia degli Immigranti" promossa dal Sindaco di New York, L'Italian American Museum ospiterà una mostra fotografica in bianco e nero del fotografo italiano Salvatore Sparavigna dal 16 aprile al 29 giugno 2007. L'Apertura sarà tenuta martedì 17 aprile alle ore 18.

Un “escursus” nei vari momenti delle Comunità Italo-americane di New York: dalle processioni di Brooklyn, le donne eleganti delle notti mondane, alle coppie che ballano nei salotti alla moda, Salvatore Sparavigna, tramite il suo obiettivo, mette a fuoco “le facce” italo-americane. La miscela incantevole che si sviluppa quando, con una corretta pianificazione e un saggio uso dell'obiettivo grandangolare, è catturato l'incontro di volti differenti, rivelando l'espressione di un'identità culturale antica evidenziata attraverso l'occhio del fotografo, che sottolinea così, i movimenti tipici degli italiani.

 

Il fotografo e giornalista Salvatore Sparavigna dichiara, “Nella mia recente visita a New York, ho notato che in alcuni momenti di molti incontri delle Comunità Italo-Americane, dalle processioni religiose alle riunioni per i parties, c'è un modo tutto italiano nell'incontrarsi, nel vedersi. Mostrando, in un incrocio rapido d sguardi, il nostro modo di stare insieme! Le occhiate, il modo con cui i volti vengono a contatto e si incrociano, riflettono il loro spirito antico. Questi sono ancora gli unici momenti in cui il vero Italiano mescola la gioia italiana e lo stile americano”.

Con un obiettivo veloce e pronto, volevo catturare quei momenti che, isolati nella loro immediatezza rappresentano un salto in un momento "Felliniano", mostrando tutta l'innocenza , l'anima teatrale tipica degli italiani. Questa mostra, infatti, è un'occasione per esprimere esattamente, queste facce, questa “italianità, proprietarie delle nostre origini e della nostra antica cultura”.

 

Lo scorso Ottobre, Salvatore Sparavigna ha realizzato un'esposizione fotografica promossa dalla Regione Campania nelle splendide sale dell'ufficio di New York intitolata, “Le Pose del Café…a New York„, terza parte della sua serie che evidenzia gli Italo-Americani famosi e conosciuti, che esprimono la loro identità italiana ed il loro amore per il caffè nella Grande Mela. Il Dott. Joseph V. Scelsa, Presidente dell'Italian American Museum ha detto “Siamo molto contenti che questo talentuoso fotografo sia tornato per condividere le immagini che ha catturato nella Comunità Italo-Americana di New York. L'Italian American Museum è il primo museo dedicato alla conservazione alla publicizzazione dei contributi culturali e sociali degli Italo-Americani dati al modo di vivere americano”.

 

La mostra "Faces of ItaliaNY" è gratuita e sarà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 10 a.m. alle 5 P.m. o per appuntamento (+1.212-642-2020) al 28 West 44th Street, 17th floor tra la 5th e la 6th Avenues.

La maggior parte dei fondi per questa mostra sono stati forniti dalla Columbus Citizens Foundation.

Visitate il nostro sito web www.italianamericanmuseum.org.

 

 

 

 

]]>
COMUNICATO STAMPA - L E P O S E D E L C A F F E '. . . A N A P O L I Tue, 16 Dec 2003 02:28:07 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/4805.html http://comunicati.net/comunicati/arte/varie/4805.html Salvatore Sparavigna Salvatore Sparavigna  

 C O M U N I C A T O   S T A M P A  

 

 “Le pose del caffè…a Napoli”

 

La mostra itinerante “Le pose del caffè…a Napoli” del fotografo Salvatore Sparavigna, dopo Castel dell’Ovo, si sposta presso la sala “Falcone e Borsellino della biblioteca comunale Antonio Labriola (Piazza G.B.Pacichelli - Napoli - S.Giovanni) dal 20 dicembre 2003 al 10 gennaio 2004.

La mostra è promossa dall’Associazione Banco del Libro in collaborazione della Circoscrizione di S.Giovanni a Teduccio con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli.

 

Si tratta di cinquantatre ritratti eseguiti in bianco e nero e con le nuove tecnologie digitali, dal fotografo napoletano ad altrettanti napoletani famosi appartenenti al mondo dell’editoria, del teatro, della musica, della cultura, del giornalismo, ecc, fotografati mentre sorseggiano il loro caffè nel posto che più caratterizza la loro personalità, la loro storia, il loro lavoro. Da Renato Carpentieri a Tullio De Piscopo, da Luciano De Crescenzo a Silvio Orlando, da Antonio Bassolino a Mimmo Liguoro e così via.

Ognuno dei personaggi fotografati è accompagnato nel fotolibro da un pensiero autografo sul caffè che, insieme ad una scheda biografica, ne arricchisce i contenuti.

 

La mostra propone anche importanti contenuti sociali. Una parte del ricavato della vendita del fotolibro, sarà infatti devoluta ad una iniziativa dedicata al mondo dell’infanzia. In particolare, i fondi raccolti serviranno alla creazione di un progetto di umanizzazione delle strutture per i piccoli degenti dell’Ospedale pediatrico napoletano Santobono Pausilipon.

“Le pose del caffè a…” è insomma un pretesto culturale per coinvolgere personalità e luoghi in progetti con scopi socio-umanitari. Infatti, sulla scia di questo primo evento, sono partite tre iniziative analoghe che vedranno coinvolte rispettivamente Capri, Roma, Israele e Palestina.

 

 

S a l v a t o r e   S p a r a v i g n a

Nato a Torre Annunziata (NA) il 2 giugno 1958. Fotoreporter dal 1980, lavora come free-lance per varie testate nazionali ed estere e collaboratore di alcune agenzie fotografiche nazionali ed internazionali, coprendo gli avvenimenti più significativi dell’attualità e del costume del nostro paese.

Nel 1986 dà vita alla FO.R.N.ASS. (FOtografi & Reporters Napoletani ASSociati -  http://www.fornass.com), la prima agenzia di produzione fotogiornalistica e banca d'immagini.

Fin dall’inizio della sua attività, nutre un particolare interesse nel documentare le condizioni di disagio e di rischio dei minori a Napoli, raccogliendo un’importante documentazione sull’evolversi della delinquenza minorile.

Nel 1984 è invitato, a Barcellona, come unico fotografo italiano, alla prima rassegna di giovani artisti emergenti del Mediterraneo; le sue immagini in b/n riportano consensi e segnalazioni sulla stampa  specializzata.

Dal 1990 è impegnato nella ricerca dell’essenza dell’eternità del tempo attraverso la sovrapposizione di facce attuali, cariche di espressività universali, su vestigia dell’antichità.

In questo periodo è impegnato ad un progetto culturale di gemellaggio tra Napoli e Nablus in Palestina per documentare, attraverso le sue foto, la tragedia del popolo palestinese.

 

Per contatti, informazioni e approfondimenti:

http://www.leposedelcaffe.org        e-mail info@leposedelcaffe.org            tel/fax 178.2250563.

 

Per la visione di alcune immagini e il download delle stesse in alta risoluzione per la pubblicazione, andate al seguente link: http://www.leposedelcaffe.org/html/body_press.html.

 

C O N   P R E G H I E R A   D I   D I F F U S I O N E   E   D I V U L G A Z I O N E





]]>