Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Omnicom PR Group Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Omnicom PR Group Tue, 27 Oct 2020 16:51:38 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/14700/1 ESISTE UN LAVORO DOV’È POSSIBILE GUADAGNARE DIVERTENDOSI? AMC ITALIA È LA RISPOSTA. Fri, 23 Oct 2020 16:31:51 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/668021.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/668021.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group  

AMC Italia significa: 

·         indipendenza economica, passione per la cucina e divertimento … con possibilità di guadagnare dai 500 ero al mese per un part time fino ai 2000 euro al mese per un full time

·         un lavoro flessibile, divertente e adatto a tutti… da scoprire anche attraverso il Virtual Open Day del prossimo 7 ottobre 2020 

 

Milano, 1 ottobre 2020 - AMC Italia, azienda multinazionale leader nei sistemi di cottura di alta qualità, in questo momento rappresenta un’alternativa vincente per tutti gli italiani che, a causa del Covid-19, hanno difficoltà economiche, hanno perso l’impiego o semplicemente hanno la necessità di trovare una soluzione lavorativa flessibile.

 

Un esempio concreto: un ragazzo di 30 anni con determinazione e grande forza di volontà, dopo aver perso il lavoro in una grande azienda a causa del Covid-19, è entrato a far parte in maniera attiva della squadra dei venditori AMC Italia. Giovane, dinamico e con grande passione per la cucina è stato in grado di raggiungere in pochi mesi ottimi guadagni (dai 2000 ai 3000 mila euro al mese). 

 

Proprio per questo motivo AMC Italia continua la sua ricerca di collaboratori da inserire nella squadra vendite in tutta Italia e mette a disposizione alcuni corsi di formazione gratuiti dedicati ai propri consulenti, finalizzati all’insegnamento delle tecniche di vendita e del loro modo di fare business. AMC Italia, infatti, grazie alla campagna di recruitment prevede di inserire all’interno della squadra dedicata alla vendita diretta 300 nuovi collaboratori in tutta Italia. Gli incaricati vendite che saranno selezionati andranno ad affiancarsi alla squadra di 1.700 professionisti in Italia ed oltre 12.000 nel mondo.   

    

“Al giorno d’oggi c’è sempre più necessità di opportunità lavorative flessibili per i giovani che stanno ancora studiando o per quelli che sono al primo impiego o, ancora, per le persone che hanno perso il lavoro. - afferma Antonio Albano Direttore generale di AMC ITALIA - Lavorare in AMC è sinonimo di affiatamento, passione per la cucina, divertimento oltre che opportunità di guadagni. Si sta insieme, ci si diverte e si cucina per gli altri in un rapporto di condivisione”.

 

Il lavoro in AMC Italia è veramente accessibile a tutti e uno degli aspetti fondamentali è che i consulenti decidono autonomamente quanto tempo vogliono dedicare al proprio lavoro. Se vogliono ottenere guadagni extra con un lavoro part-time o desiderano invece fare carriera e dedicarsi full-time:

-          giovani che vogliono iniziare una carriera lavorativa da zero o che stanno terminando gli studi, ma vogliono avere un lavoro flessibile,

-          persone che vogliono ritornare nel mondo del lavoro o che hanno perso il lavoro e vogliono riscattarsi,

-          donne che cercano uno sbocco che dia loro l’opportunità di realizzarsi professionalmente e personalmente, senza sentirsi obbligate a scegliere tra carriera e famiglia.

 

 

Per scoprirlo AMC Italia il 7 ottobre alle ore 18.00 porterà sui suoi i canali social un Employment Virtual Day. Un evento live dedicato a tutti coloro che hanno voglia di conoscere come è immediato, semplice e divertente cucinare con il sistema di cottura AMC e come si può entrare a far parte in modo rapido e con successo della squadra. Non è necessario essere degli chef, ma avere un grande entusiasmo, passione e voglia di mettersi in gioco, divertendosi. 

 

]]>
Berlin Packaging amplia la propria presenza nel Nord Europa con l’acquisizione di Vinkova, società olandese leader nel confezionamento in vetro Thu, 22 Oct 2020 12:27:57 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/667687.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/667687.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group L’acquisizione rafforza l'offerta packaging in vetro in tutto il Nord Europa

 

Berlin Packaging, azienda leader nella fornitura di contenitori e chiusure in vetro, plastica e metallo, ha acquisito in data 6 ottobre Vinkova B.V., 

importante fornitore di soluzioni di packaging in vetro di prodotti alimentari e di bevande, con sede a Bussum, nei Paesi Bassi.

Con oltre 50 anni di esperienza, Vinkova offre una numerosa selezione di prodotti e soluzioni personalizzate ad un’ampia base di clienti nel mercato olandese, vantando un solido know-how nel settore e una forte relazione con i più grandi produttori di vetro in Europa.

L’ingresso strategico di Vinkova rappresenta per Berlin Packaging il completamento della gamma di offerta al mercato olandese, integrandosi alle soluzioni in plastica, metallo e chiusure innovative già commercializzate nel territorio dal 2019.

Berlin Packaging è un player globale che fornisce soluzioni per il packaging e servizi a clienti di ogni tipo, in tutto il mondo e in tutti i settori industriali. L’azienda ha la propria sede centrale nel Nord America, dove è attiva dal 1898, e un’impronta globale in rapida espansione, con oltre 130 sedi in tutto il mondo.

Vinkova rappresenta l’ottava acquisizione in Europa dal 2016. Da questa acquisizione clienti e fornitori di entrambe le società potranno trarre vantaggi significativi dalle operazioni combinate del principale distributore di packaging in Europa.

A partire da oggi, i clienti di Vinkova potranno inoltre usufruire dei servizi esclusivi di design e innovazione garantiti dal Bruni Glass Innovation Center in Italia e dallo  Studio One Eleven negli Stati Uniti.

“Siamo davvero entusiasti di entrare a far parte della famiglia Berlin Packaging, e siamo certi che questa nuova partnership porterà enormi vantaggi ai nostri clienti, fornitori e dipendenti” ha commentato André Rombout, Direttore Generale di Vinkova “Siamo un’azienda solida e lo diventeremo ancora di più.”

"Questa è una grande notizia per la nostra azienda, e anche per tutti i nostri partner commerciali, aggiunge Ruben van der Zouw, Direttore Commerciale di Vinkova. Tutti loro beneficeranno delle forti capacità che il Gruppo Berlin Packaging ha da offrire". Il team di Vinkova è pronto ad iniziare questo nuovo capitolo della nostra storia".

“L’acquisizione di un solido fornitore di packaging di vetro nel settore del food & beverage ci permette di espandere ulteriormente la presenza di Berlin Packaging nel mercato europeo del packaging in vetro completando la gamma di prodotti vetro-plastica-chiusure - ribadisce Paolo Recrosio CEO di Berlin Packaging Europe - e ci offre enormi opportunità di business a conferma della validità della nostra strategia e della coerenza del nostro progetto.”

“Oltre a consolidare il nostro posizionamento nel nord Europa, questa acquisizione ci offre la capacità di supportare i clienti di tutte le dimensioni e segmenti di mercato rafforzando le nostre relazioni commerciali e l’offerta di servizi di altissima qualità” ha affermato Bill Hayes, CEO e Presidente di Berlin Packaging

In piena coerenza con la strategia di acquisizioni di Berlin Packaging, l’organico e la struttura di Vinkova non subiranno alcuna modifica: tutti i dipendenti rimarranno in forza all’azienda, a conferma degli obiettivi di crescita e sviluppo in Europa.

 

Berlin Packaging

Berlin Packaging è il solo e unico Hybrid Packaging Supplier® specializzato nella fornitura di packaging e chiusure in vetro, plastica e metallo. L’azienda fornisce ogni anno migliaia di articoli a clienti di ogni settore, insieme a servizi di progettazione di packaging, finanziamento, consulenza, stoccaggio e logistica.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito BerlinPackaging.com.

 

Ufficio stampa

Omnicom PR Group Milano

Barbara Papini, Barbara.Papini@omnicomprgroup.com +39 335 6113555

Ilaria Sala, ilaria.sala@omnicomprgroup.com   +39 335 8112968

 

Elena Franzetti, elena.franzetti@bruniglass.com +39 02 48436611 +39 3401204145

Julie Saltzman, Julie.Saltzman@BerlinPackaging.com +1 312 869 7554 per il Nord America.

]]>
Scopri come proteggerti dal Cyberstalking con Panda Security Mon, 19 Oct 2020 17:38:10 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/666940.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/666940.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Da quando Internet è entrato nelle nostre vite come spazio virtuale dove intessere relazioni, si sono manifestati nuovi potenziali rischi, tra cui il cyber stalking, cioè la versione online del reato di stalking, con cui si indicano quei comportamenti molesti e persecutori posti in essere attraverso i mezzi di comunicazione come le e-mail, la messaggistica istantanea, i social network.

L’interesse ossessivo nei confronti di una persona, famosa o meno, spesso porta un utente a voler conoscere sempre più informazioni su chi ne ha attirato l’interesse: si può trattare dell’indirizzo di casa, del numero di telefono o perfino di immagini intime. Questi dati ovviamente non è possibile ottenerli tramite una semplice ricerca online, ad esempio su Facebook, e ciò può condurre lo stalker ad utilizzare competenze informatiche per forzare illegalmente gli account della vittima.

Questo tipo di ossessione è ciò che in gergo, prendendo in prestito il termine inglese stalking, viene definita cyberstalking, o persecuzione virtuale.

I cyberstalker utilizzano molte delle tecniche degli hacker. Ad esempio, possono infettare lo smartphone o il computer della vittima con malware che gli permetta di rubarne i dati. Una volta ottenuto l’accesso al dispositivo, continueranno a sfruttarlo per intere settimane o mesi. In alcuni casi, la vittima può non scoprire mai di essere stata attaccata e derubata di informazioni da uno stalker.

Come difendersi dai cyberstalker

Innanzitutto, chiunque può diventare il bersaglio di uno stalker. Questi soggetti non prendono di mira solamente vip, ma a volte si tratta di un ex partner o di un conoscente o in casi più rari, lo stalker è un follower che ha scoperto la vittima su un social media.

Si possono distinguere poi, in base alla tipologia di messaggi con cui si “aggancia” la vittima online, diversi tipi di cyberstalker che attuano la loro condotta verso qualunque utente della rete, non in maniera esclusiva:

  • Troll ossia chi mira a provocare la vittima ed ingaggiare una sfida per suscitare reazioni eccessive.
  • Twink si limita ad infastidire le vittime, punta a creare situazioni di tensione che poi, a differenza del Troll, allenta e sminuisce. 
  • Cheese player è un provocatore che opera nelle gaming room virtuali, provoca la vittima sfruttando i bug dei videogiochi e la invita a giocare in maniera seriale, provocandola.
  • Snert, acronimo per “snot-nosed egoistical rude teenager”, è assimilabile ad un Troll ma di ètà adolescenziale.
  • Griefer, un offensivo guastafeste che rovina pagine o eventi sui social causando problemi agli utenti online.

 

Queste figure sono degli “stalker borderline” in quanto non sono ossessionati da una persona ma dal raggiungere il loro obiettivo: sono, infatti, privi di quella componente ossessiva che crea complicate strutture di credenze, totalmente di fantasia ad esempio su una relazione immaginaria con la vittima, per supportare la loro condotta. Per evitare però che messaggi indesiderati online si trasformino in vero e proprio cyberstalking, è fondamentare riconoscere le tecniche utilizzate per agganciare le vittime e bloccarle o segnalarle.

Se si ritiene di essere vittima di stalking, o si hanno sospetti in tal senso, per tutelarsi si può:

  • Utilizzare i blocchi disponibili nelle piattaforme di social media e denunciare l’account della persona in questione.
  • Denunciare minacce o comportamenti abusivi alle autorità locali.
  • Utilizzare un software antimalware per impedire a un eventuale cyberstalker di installare virus o trojan sui tuoi dispositivi informatici.
  • Aggiornare tutte le tue password seguendo le nostre linee guida per password sicure, affinché siano difficili da indovinare o craccare.

 

Il cyberstalking non va preso alla leggera: un’attenzione particolare da parte di un conoscente può trasformarsi rapidamente in un comportamento criminale e addirittura violento. In questi casi non bisogna esitare a contattare la polizia prima che le cose prendano una brutta piega.

Inoltre, si consiglia di scaricare un buon software antivirus per prevenire e proteggerti dalle malsane attenzioni di eventuali cyberstalker futuri.

Buona navigazione al riparo da sguardi indiscreti!

 

]]>
OVHcloud Connect si evolve per supportare strategie ibride e multi-cloud Thu, 08 Oct 2020 17:25:18 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/varie/665247.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/varie/665247.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Milano, 8 ottobre 2020

OVHcloud ha annunciato oggi le sue nuove soluzioni di connessione privata e sicura per supportare progetti aziendali multi-cloud e hybrid cloud. Le soluzioni OVHcloud Connect si basano sull’esperienza del leader europeo delle reti cloud e su una forte partnership con il leader della connettività Equinix.

L'adozione di strategie multi-cloud che combinano più fornitori, insieme a quelle di cloud ibrido, che uniscono ambienti cloud privati, pubblici e/o on premise, continua ad animare il dibattito nel settore IT di oggi. Oltre ai vantaggi specifici di ciascun approccio, le aziende si ritrovano a dover massimizzare la propria business continuity e, allo stesso tempo, disporre di una maggiore libertà di scelta nel coordinare una suite di servizi su misura.

OVHcloud facilita l'accesso a queste tecnologie rendendo disponibile OVHcloud Connect Provider, una soluzione sviluppata in collaborazione con Equinix. OVHcloud Connect Provider semplifica l'implementazione di architetture multi-cloud o ibride interconnettendo i vari ambienti cloud aziendali con i data center OVHcloud in tutto il mondo.

Allo stesso tempo, il Gruppo annuncia anche il lancio pubblico di OVHcloud Connect Direct. Questa soluzione permette, in una modalità sicura, di creare un cloud ibrido decentralizzato tramite connessioni dirette e private tra i data center OVHcloud e il sistema informativo on-premise di ciascun cliente.

Accesso multi-cloud ancora più efficace grazie a una solida partnership

Con questo annuncio, OVHcloud rafforza la propria presenza internazionale in partnership con Equinix, leader mondiale nel mercato dell'hosting di infrastrutture. I clienti che utilizzano le soluzioni OVHcloud beneficeranno ora di una copertura globale, con oltre 700 punti di presenza (PoP) per l'interconnessione dei loro servizi con i fornitori scelti. A sua volta, OVHcloud avrà un profilo più elevato presso i PoP di Equinix.

Queste nuove soluzioni rappresentano un'opportunità per le aziende di tutto il mondo di combinare la loro infrastruttura esistente con un cloud aperto, reversibile e interoperabile.

Poiché il nostro obiettivo principale è proprio quello di garantire la massima sicurezza dei dati implementando una tecnologia di prim'ordine, abbiamo trovato in Equinix il partner giusto per intraprendere questo percorso anche in Italia. Forte del contributo all’’iniziativa, Gaia-X OVHcloud è convinta che i dati diventeranno una risorsa strategica per governi, aziende e cittadini, per questo siamo totalmente impegnati nel preservarne la fiducia, la resilienza e la sovranità”, sostiene John Gazal, VP Sales e Marketing, South Europa e Brasile.

"OVHCloud è un partner affidabile e fidato, in grado di offrire sviluppi interessanti per Equinix rispettando la strategia dell'azienda. OVHcloud è membro fondatore di GAIA-X, un progetto avviato da Europe for Europe il cui obiettivo è sviluppare requisiti comuni per un'infrastruttura dati europea. Unendo le forze di entrambe le aziende saremo in grado di aumentare il numero di interconnessioni dei nostri clienti, attrarre nuovi clienti italiani ed europei interessati alla sovranità dei dati, e aumentare le connessioni a ECX Fabric, la nostra migliore soluzione per l'interconnessione delle imprese digitali con dipendenti, clienti, partner e cloud”, afferma Emmanuel Becker, Managing Director Italy di Equinix.

Più scelta per le aziende

I clienti che desiderano interconnettere i propri servizi con OVHcloud Connect possono scegliere il numero di connessioni private e la capacità di traffico di ogni collegamento (da 200 Mbps a 10 Gbps). Il traffico sulla rete OVHcloud è compreso nei canoni stabiliti, rendendo i costi trasparenti e prevedibili per ogni cliente.

Oggi l'ibridazione e il multi-cloud sono diventati una parte fondamentale delle strategie cloud aziendali, ma implementarli e utilizzarli può ancora essere difficile per le aziende. Con OVHcloud Connect, portiamo ai nostri clienti una serie di soluzioni di rete sicure e pratiche, sfruttando una solida collaborazione con il nostro partner Equinix. Combinando le soluzioni OVHcloud Connect e la rete privata virtuale vRACK messa a disposizione di tutti i nostri clienti, garantiamo loro la possibilità di disporre di una connessione privata e completamente sicura a tutti i servizi OVHcloud”, afferma Alain Fiocco, Chief Technology Officer del gruppo OVHcloud.

Le soluzioni OVHcloud Connect forniscono una connessione completamente privata all'infrastruttura di OVHcloud in Europa da qualsiasi parte del mondo. Queste soluzioni saranno presto disponibili in Canada, Australia, Singapore e Stati Uniti.

Chi siamo

OVHcloud è un provider globale e il leader europeo del cloud che gestisce 400.000 server nei propri 31 data center in 4 continenti. Da 20 anni il Gruppo si avvale di un modello integrato che fornisce il pieno controllo della catena del valore, dalla progettazione dei propri server alla gestione dei data center fino all'orchestrazione della propria rete in fibra ottica. Questo approccio unico permette a OVHcloud di coprire, in modo indipendente, l'intero spettro di casi d'uso per i 1,5 milioni di clienti in oltre 130 Paesi. OVHcloud offre ai clienti soluzioni di ultima generazione che combinano prestazioni elevate, prezzi prevedibili e piena sovranità dei dati per sostenere la loro crescita incondizionata.

Equinix

Equinix (Nasdaq: EQIX) è l’azienda globale di infrastrutture digitali, che consente ai leader digitali di sfruttare una piattaforma affidabile per riunire e interconnettere l’infrastruttura fondamentale che alimenta il loro successo. Equinix consente alle aziende di oggi di accedere a tutti i luoghi, i partner e le possibilità giuste di cui hanno bisogno per accelerare i propri vantaggi. Con Equinix, possono scalare con agilità, accelerare il lancio dei servizi digitali, offrire esperienze di livello mondiale e moltiplicare il loro valore.

]]>
Lo Startup Program di OVHcloud si apre alle scaleup per la sua edizione 2020 Wed, 30 Sep 2020 11:37:17 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/663813.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/663813.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Milano, 28 settembre 2020 - Lanciato nel 2015, lo Startup Program di OVHcloud ha già sostenuto più di 1.800 giovani aziende in tutto il mondo attraverso un investimento di oltre 6 milioni di euro in crediti infrastrutturali e supporto allo sviluppo. In occasione dell'inizio del nuovo anno accademico, OVHcloud conferma il proprio impegno a sostegno delle giovani aziende che mettono il Cloud al centro del proprio modello di business.

"Crediamo che le startup siano un ponte verso il futuro. Incarnano l'innovazione e, poiché la tecnologia digitale è sempre più pervasiva nella società, sarà questa la fonte principale di nuovi posti di lavoro. La missione dello Startup Program di OVHcloud è proprio sostenere tale innovazione e contribuire al dinamismo economico aiutando aziende giovani e audaci a svilupparsi in un ecosistema di fiducia", spiega Michel Paulin, CEO di OVHcloud.

Supporto dedicato per startup e scaleup

Per supportare startup e scaleup che mettono il cloud al centro del loro modello di business per il proprio sviluppo, OVHcloud ha ideato un programma di 12 mesi adattato e ritagliato sulle esigenze di ciascuno:

·      Un contributo fino a € 10.000 da utilizzare sui prodotti OVHcloud per le startup e fino a € 100.000 per le scale-up.

·      Supporto personalizzato da 6 ore per le startup e fino a 20 ore per le scaleup.

·      Uno spazio community dedicato per sfruttare le potenzialità dell'ecosistema OVHcloud

·      Accesso all’Open Trusted Cloud; dal 1° giorno per le scaleup e, al termine  del programma di 12 mesi, per le startup.

·   Opportunità di farsi conoscere attraverso comunicazioni congiunte con OVHcloud: stand in fiere internazionali, opportunità di intervento come speaker durante eventi organizzati da OVHcloud, workshop e conferenze dedicate alle startup (online e offline), nonché casi d'uso congiunti pubblicati sul sito OVHcloud.

·      Le startup dache hanno uno sviluppo più rapido, durante il programma possono ovviamente passare al livello di supporto dedicato alle scale-up.

"Oggi quasi il 90% delle startup scompare in meno di 3 anni. Non è sufficiente soddisfare un bisogno e avere un forte potenziale di crescita per garantirne la sostenibilità; è necessario aver raggiunto un certo livello di maturità, disporre di una solida infrastruttura e sapersi circondare di partner fidati per svilupparsi appieno. Il nostro obiettivo è supportare ogni startup secondo i loro ritmi e le loro esigenze, in modo che la maggior parte di esse possa decollare e, perché no, diventare un unicorno", afferma Malgorzata Ratajska-Grandin, Direttore dello Startup Program di OVHcloud, che si augura di poter supportare fino a 500 startup nei prossimi 12 mesi. A tal fine, i team dello Startup Program si stanno espandendo su scala globale: recentemente si sono rafforzati a livello internazionale mettendo a disposizione esperti dedicati al supporto delle start up presto presenti negli Stati Uniti.

Un primo trampolino di lancio verso il successo

L'obiettivo di questo programma è ovviamente quello di vedere le startup o le scaleup svilupparsi a seconda delle scelte dei propri team. Per questo lo Startup Program di OVHcloud segue le stesse regole del resto dell'azienda e applica la sua concezione di cloud SMART (semplice da implementare, multi locale, accessibile e prevedibile, reversibile e aperto, trasparente). La tecnologia aperta di OVHcloud viene messa a disposizione delle aziende che partecipano al programma per accelerare il proprio business e la propria crescita senza vincoli.

OVHcloud non riceve alcuna quota del capitale delle startup, né obbliga le startup a utilizzare la sua infrastruttura al termine dei 12 mesi del programma di supporto. OVHcloud agisce prima di tutto come facilitatore, mettendo in contatto le startup con ciò di cui hanno più bisogno (esperti IP, finanziatori, incubatori, venture capital, ecc…) fornendo l'infrastruttura su cui si basa il loro modello di business. Questo modello, non vincolante, garantisce a ogni startup la reversibilità, l'interoperabilità e il controllo dei propri dati.

Al termine del programma, i partecipanti potranno decidere se continuare a utilizzare o meno le infrastrutture OVHcloud,  ma anche integrare l'Open Trusted Cloud, un ecosistema sicuro di servizi SaaS e PaaS.

Ulteriori informazioni sullo Startup Program OVHcloud

Una Startup Competition internazionale si svolgerà nell'ambito dell'evento annuale di OVHcloud, l'Ecosystem Experience.

Per saperne di più visita: https://ecosystemexperience.ovhcloud.com/en/pitch-contest/

 

Chi siamo

OVHcloud è un provider globale e il leader europeo del cloud che gestisce 400.000 server nei propri 31 data center in 4 continenti. Da 20 anni il Gruppo si avvale di un modello integrato che fornisce il pieno controllo della catena del valore, dalla progettazione dei propri server alla gestione dei data center fino all'orchestrazione della propria rete in fibra ottica. Questo approccio unico permette a OVHcloud di coprire, in modo indipendente, l'intero spettro di casi d'uso per i 1,5 milioni di clienti in oltre 130 Paesi. OVHcloud offre ai clienti soluzioni di ultima generazione che combinano prestazioni elevate, prezzi prevedibili e piena sovranità dei dati per sostenere la loro crescita incondizionata.

]]>
T-Systems e OVHcloud collaborano per Gaia-X Mon, 14 Sep 2020 15:22:55 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/varie/660523.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/varie/660523.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group  

  • Sviluppo di un'offerta di public cloud sicuro per le organizzazioni data-sensitive
  • Puntare alla sovranità europea in materia di dati e nel rispetto del GDPR

 

OVHcloud e T-Systems hanno concordato di cooperare secondo i principi dell'iniziativa Gaia-X. La partnership porterà alla creazione di un'offerta di public cloud sicuro per la Germania, la Francia e altri mercati europei, per affrontare tutti i settori sensibili alla sovranità dei dati e al rispetto del GDPR.

Con questa partnership OVHcloud e T-Systems si impegnano a sviluppare una piattaforma di cloud pubblico Openstack unica nel suo genere. Questa nuova offerta risponderà alle esigenze specifiche della Pubblica Amministrazione, e a quelle degli operatori di infrastrutture essenziali e alle aziende di tutte le dimensioni che operano in aree strategiche o sensibili di interesse pubblico. La piattaforma contribuisce all'iniziativa europea Gaia-X garantendo il massimo livello di apertura e trasparenza, sovranità dei dati, privacy e sicurezza dei dati in Europa.

“Deutsche Telekom è un forte sostenitore di un Sovereign European Cloud", ha sottolineato Frank Strecker, responsabile del business public cloud di Deutsche Telekom. "Tuttavia, per far sì che un'infrastruttura cloud sovrana europea abbia successo, dobbiamo procedere velocemente. E abbiamo bisogno del sostegno del settore pubblico".

Max Ahrens, CTO di T-Systems, ha aggiunto: "Ecco perché insieme a OVHcloud abbiamo intenzione di sviluppare questa offerta di cloud pubblico sicuro completamente europea. Mentre i nostri partner francesi possono fornire una tecnologia leader nel cloud basata su server costruiti da loro e un loro sistema informativo opensource, noi ci occupiamo dell'infrastruttura e delle operation nei nostri data center tedeschi”.

"Siamo particolarmente orgogliosi di collaborare con T-Systems e di diventare i primi a muoversi con un servizio cloud pubblico veramente sovrano secondo i principi di Gaia-X. Questo fornirà alle aziende maggiormente strategiche i più alti standard di sicurezza. La nostra offerta indipendente dal Cloud Act ha per noi la massima priorità, ed è sviluppata grazie al nostro modello efficiente e completamente integrato", commenta Michel Paulin, CEO di OVHcloud.

Sfruttare il meglio di ogni partner

Con questa partnership strategica, OVHcloud e T-Systems apporteranno al mercato le rispettive competenze peculiari. I clienti di T-Systems trarranno vantaggio dai propri data center sicuri, dall’ approccio operativo e di servizio centrato sul cliente, dall'infrastruttura di rete di Deutsche Telekom e dalla vasta e approfondita conoscenza delle esigenze del settore pubblico.

Al contempo, questa collaborazione si baserà anche sull’expertise industriale di OVHcloud, poiché il cloud player puro europeo sfrutterà la propria infrastruttura dotata di sistemi di raffreddamento ad acqua, capaci di consentire una migliore efficienza energetica. Dal punto di vista tecnologico, la piattaforma Public Cloud Instances di OVHcloud sarà sfruttata per rispondere al meglio alle aspettative dei clienti e dei partner di T-Systems.

"La nostra partnership con T-Systems si basa, tra le altre cose, su valori condivisi come la reversibilità e la sicurezza e alla trasparenza dei dati, che sono per noi aspetti fondamentali quali membri fondatori dell'iniziativa Gaia-X", aggiunge Falk Weinreich, General Manager Central Europe di OVHcloud. "Da oltre 20 anni siamo sinonimo di innovazione nel mercato del cloud, offrendo alta efficienza, tecnologia all'avanguardia e tecnologie di raffreddamento nel rispetto dell'ambiente. Unitamente alla ricca esperienza di T-Systems, possiamo offrire ai clienti con dati sensibili possibilità completamente nuove".

La disponibilità dell'offerta è prevista per l’inizio del prossimo anno.

Dar vita ai principi di Gaia-X

Il progetto è un impulso concreto e collettivo per trasformare le ambizioni di Gaia-X in azioni concrete a beneficio del mercato europeo. Questa piattaforma di cloud pubblico sarà un asset fondamentale che contribuirà ad ampliare il catalogo dei casi d'uso dell'iniziativa Gaia-X. In qualità di membri fondatori di Gaia-X, T-Systems e OVHcloud progetteranno questa nuova offerta implementandone "by design" i principi guida: piena conformità al GDPR, standard aperti, ma anche reversibilità, privacy dei dati e i più alti standard di sicurezza.

Chi siamo

OVHcloud è un provider globale e il leader europeo del cloud che gestisce 400.000 server nei propri 31 data center in 4 continenti. Da 20 anni il Gruppo si avvale di un modello integrato che fornisce il pieno controllo della catena del valore, dalla progettazione dei propri server alla gestione dei data center fino all'orchestrazione della propria rete in fibra ottica. Questo approccio unico permette a OVHcloud di coprire, in modo indipendente, l'intero spettro di casi d'uso per i 1,5 milioni di clienti in oltre 130 Paesi. OVHcloud offre ai clienti soluzioni di ultima generazione che combinano prestazioni elevate, prezzi prevedibili e piena sovranità dei dati per sostenere la loro crescita incondizionata.

]]>
Le soluzioni di Sony semplificano le produzioni remote, virtuali e distribuite in tutti i tipi di applicazioni broadcast Tue, 08 Sep 2020 14:34:22 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/659448.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/659448.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Milano, 8 settembre - Sony continua a lanciare sul mercato novità per ogni tipo di produzione broadcast. Queste soluzioni consentono ai produttori e alle società di media di lavorare in modo efficace e sicuro in spazi ristretti o di lavorare da remoto, sfruttando il meglio della competenza e della creatività di un team.

Nel corso degli ultimi mesi, workflow di produzione agili e più semplificati sono diventati rapidamente la quotidianità. Il settore dei media si è adattato a un numero inferiore o all'assenza di personale on-site e alla necessità di produrre da ambienti domestici, anziché dagli studi. Ciò ha determinato un'accelerazione della migrazione verso produzioni automatizzate e distribuite, basate su soluzioni tecnologiche connesse e scalabili.  

 

Semplificare la produzione di news e programmi:

Negli ultimi mesi, molte aziende che tradizionalmente producono programmi da uno studio sono passate a un approccio distribuito in cui diverse fasi del processo si svolgono da luoghi diversi, ma con un'infrastruttura tecnologica centralizzata.

ELC di Sony è progettato specificamente per una produzione di news semplificata e comprende, tra gli altri, 4 importanti gruppi broadcast statunitensi che rappresentano oltre 60 installazioni ELC e che hanno operato durante la crisi utilizzando ELC da remoto. Ciò significa che le operazioni di controllo della produzione possono essere completamente distribuite o, in uno scenario ormai tipico, un singolo operatore può dirigere la produzione da remoto da casa sua. Parallelamente, commentatori, conduttori e direttori di sala possono lavorare da luoghi diversi utilizzando ELC, il che significa che qualsiasi news può essere prodotta da un team di esperti situati ovunque nel mondo. I contenuti ottenuti da tali workflow di produzione ottimizzati beneficiano di questa libertà di ubicazione.

 

 

Supportare operazioni remote, virtuali e distribuite

Nell'estate 2020, solo pochi eventi sportivi sono stati trasmessi a causa della pandemia in corso e sono stati prodotti garantendo sicurezza e distanziamento sociale. Pertanto, ora più che mai, è importante passare a un'infrastruttura basata su reti IP.

 

Nell'ambito dell'impegno di Sony per supportare il settore dei media durante l'attuale crisi sanitaria, i clienti esistenti possono controllare in remoto i propri switcher XVS, sfruttando i set di strumenti virtuali disponibili come Virtual Menu, Virtual Panel e Virtual Shotbox. Durante la pandemia, Sony ha offerto queste funzionalità gratuitamente, con una versione di prova. Utilizzando questa configurazione di operazioni remote, gli operatori e il personale tecnico hanno potuto lavorare da casa o da uno studio remoto. Questo software è stato utilizzato dai principali broadcaster di Europa e Nord America, così come nella produzione di programmi di eSport in Corea del Sud.

L'aggiornamento delle telecamere BRC recentemente annunciato consentirà la trasmissione dei dati di tracking tramite IP, utilizzando il protocollo Free-D standard di settore. Grazie a funzionalità PTZ ottimizzate, queste telecamere richiedono un numero minimo di operatori, che possono lavorare da remoto e su più telecamere contemporaneamente.

Le soluzioni IP Live di Sony sono già state adottate da oltre 100 clienti in tutto il mondo. Lanciata quest'estate, la soluzione HDCE-TX30 ha introdotto nella telecamera HDC-3500 e nelle generazioni precedenti di telecamere HDC il supporto IP nativo, offrendo nuove opportunità per la produzione remota. Consente una maggiore stabilità del workflow e la condivisione delle risorse, fondamentale per qualsiasi cliente che investe in una produzione remota e completamente distribuita. Due nuove licenze, disponibili da marzo 2021, introdurranno la funzionalità HD 4x nelle telecamere HDC-3500 e la funzionalità IP 4K nelle telecamere HDCE-TX30.

 

Il passo successivo dopo la produzione remota è la virtualizzazione. Nell'ambito della loro partnership strategica, Nevion e Sony contribuiscono da luglio al progetto 5G Virtuosa. Questo progetto, in parte finanziato dall'Unione europea, mira a sfruttare la rapidità della connettività 5G e delle architetture Scalable Software Defined Network per la produzione cooperativa di media live, utilizzando risorse di produzione virtualizzate. La prima parte del progetto è stata completata con successo anche durante il periodo di lockdown, grazie alla connettività IP nativa del sistema.

 

Passaggio alle produzioni completamente distribuite e native sul cloud.

Per i broadcaster che stanno già valutando la fase successiva della propria configurazione, il passaggio a un'infrastruttura nativa sul cloud e completamente distribuita garantirà ancora più sicurezza e risparmio di risorse. Con Virtual Production Service Hive, XDCAM air, Ci Media Cloud Services, NavigatorX e una serie di micro servizi per workflow multimediali che aiutano ad adattare la moderna architettura del workflow alle proprie esigenze specifiche, Sony offre un portafoglio completo di soluzioni e servizi per infrastrutture di produzione scalabili.

 

Negli ultimi anni, le società di produzione di news si sono affidate alla soluzione Hive basata su cloud di Sony. Sony è orgogliosa di essere stata scelta da Thomson Reuters per la distribuzione delle sue news. Durante l'emergenza Covid-19, Reuters è stata in grado di spostarsi dagli uffici agli ambienti domestici, indipendentemente dalla connettività dei propri dipendenti. Grazie ad Hive, la velocità, la qualità e i volumi della distribuzione non sono cambiati nonostante la nuova configurazione.

 

L'ultima aggiunta al portafoglio di soluzioni basate su cloud di Sony, il portale Media Analytics, sarà disponibile a ottobre 2020. Mentre riprogettano il proprio workflow di produzione, i creatori di programmi hanno bisogno di strumenti per monitorare i flussi di contenuti, fornire metadati completi e analizzare gli output. Il portale Media Analytics renderà queste funzionalità più accessibili e automatizzerà i processi, facendo risparmiare tempo e creando nuove efficienze.

Il portale Media Analytics completa il portafoglio esistente di soluzioni basate su cloud di Sony, che consente a broadcaster e creatori di contenuti di passare da soluzioni non lineari a soluzioni completamente distribuite e basate su cloud.

Per festival, eventi aziendali live e concerti in streaming, Virtual Production, lo switcher di produzione live nativo sul cloud di Sony, supporta la produzione multi-camera senza la necessità di alcuna infrastruttura dedicata. Può essere utilizzato in base alle esigenze dell'utente, sfruttando un modello di tariffe a consumo. La prossima versione in arrivo a ottobre 2020 aggiungerà nuove funzionalità, come ingresso di condivisione dello schermo, ingresso della webcam, playlist di clip e molto altro ancora.

 

 

"Quest'anno come nessun altro, abbiamo assistito a sfide eccezionali per l'intero settore dei media e a un'energia e creatività eccezionali per superare tali sfide e produrre contenuti di qualità per un pubblico sempre più esigente. Oggi, i clienti stanno abbandonando le "soluzioni provvisorie" dovute al rapido cambiamento della situazione all'inizio dell'estate, passando a soluzioni più sostenibili con investimenti a lungo termine, basate su 5G, IA e IP.  Sony ha lavorato fianco a fianco con loro fornendo tecnologie innovative, soprattutto in termini di soluzioni remote e basate su cloud, nonché di esperienza e conoscenza", afferma Hiroshi Kajita, Head of Media Solutions, Sony Professional Solutions Europe

 

Per fornire ulteriori informazioni sulle recenti soluzioni remote, e sulle numerose altre innovazioni, e per offrire la possibilità di interagire con gli esperti Sony nei prossimi mesi, Sony ha lanciato la campagna Rewrite The Future https://pro.sony/rewrite.

 

Informazioni su Sony Corporation

Sony Corporation è un'azienda dedicata all'intrattenimento creativo con una solida base tecnologica. Dal gioco ai servizi di rete passando per la musica, le immagini, l'elettronica, i semiconduttori e i servizi finanziari, l'obiettivo di Sony è veicolare emozioni grazie alla potenza di creatività e tecnologia.

Maggiori informazioni sono disponibili all'indirizzo: http://www.sony.net/

 

Informazioni su Sony Professional Solutions

Sony Professional Solutions è parte di Sony Corporation ed è nata per aiutare i professionisti a vivere a fondo la propria visione, liberando l'incredibile potenza delle immagini. Forte di una combinazione vincente di tecnologia innovativa ed esperienza nel settore, Sony collabora con le società operanti in una vasta gamma di mercati, tra cui media e broadcast, sport, healthcare, corporate, education e teatro, per fornire soluzioni di punta e rivoluzionarie per i clienti. Grazie a oltre 40 anni di esperienza e a una rete fidata di partner tecnologici affermati, l'ampia gamma di conoscenze, prodotti e servizi di Sony offre valore alle aziende e fornisce informazioni, formazione e ispirazione ai loro clienti.

Maggiori informazioni sono disponibili all’indirizzo http://pro.sony.eu  

Per ulteriori informazioni

Omnicom PR Group Italia:

sonyPSE-ITA@omnicomprgroup.com

 

Ufficio stampa di Sony Professional Solutions Europe: press.europe@sony.com

]]>
SEAGATE AGGIORNA IL SUO PORTAFOGLIO DI DRIVE IRONWOLF E IRONWOLF PRO NAS CON LA NUOVA VERSIONE 18TB HDD E DUE NUOVI SSDS PER UNA GESTIONE EFFICIENTE DEI DATI Thu, 03 Sep 2020 19:32:10 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/658685.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/658685.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Fremont, CA, Stati Uniti – 1 Settembre 2020 - Seagate Technology, leader mondiale nelle soluzioni di memorizzazione e gestione dei dati, ha annunciato oggi un aggiornamento delle sue linee di unità NAS (Network Attached Storage) IronWolf® e IronWolf Pro, destinate agli ambienti domestici e ai piccoli uffici, con nuove unità disco rigido da 18 TB di capacità e nuovi modelli SSD SATA.  Queste nuove unità offrono velocità, capacità e resistenza senza pari per offrire prestazioni affidabili, scalabili e costanti alle soluzioni NAS.

 

"Le piccole e medie imprese sono il motore della crescita economica globale e molte stanno comprendendo il potenziale valore che possono fornire i dati per la loro attività, guardando avanti sulla strada verso la ripresa dal COVID - 19", ha dichiarato Jeff Fochtman, Senior Vice President Marketing e Business di Seagate Technology. "Man mano che le aziende, di qualsiasi tipo e dimensione, diventano sempre più dipendenti dalla tecnologia, la consapevolezza del reale valore dei dati, che queste aziende hanno memorizzato, diventerà fondamentale per sfruttare opportunità di crescita e di innovazione future".

“I nostri aggiornamenti alla famiglia di prodotti NAS IronWolf e IronWolf Pro forniranno alle piccole e medie imprese la solida infrastruttura di gestione dei dati di cui hanno bisogno per pianificare il futuro".

 

Il nuovo IronWolf Pro da 18TB è stato progettato e ottimizzato specificamente per NAS, con il firmware AgileArrayTM costruito sulla base della tecnologia CMR, garantisce prestazioni RAID costanti e consente al tempo stesso la presenza di più utenti simultanei. L'unità dispone di un elevato limite di carico di lavoro (WRL) pari a 300TB/anno, che consente agli utenti di eseguire lo streaming, il backup e l'accesso a una maggiore quantità di dati del NAS. Offre inoltre una velocità di trasferimento di 250 MB/s, che la rende l’unità con più alta capacità e velocità del pacchetto IronWolf. Gli HDD IronWolf Pro sono dotati di IronWolf Health Management per sistemi NAS compatibili e di una garanzia limitata di cinque anni. Il nuovo IronWolf Pro HDD da 18TB è disponibile da questo mese a 609,99€.

 

Le nuove unità SSD IronWolf Pro 125 e IronWolf 125 SATA di Seagate sono unità ottimizzate per NAS che offrono prestazioni scalabili 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e multiutente per soddisfare le esigenze delle PMI, dei creativi e degli utenti home office. Le unità SSD IronWolf Pro 125 sono progettate per ambienti con più utenti e che condividono l'alimentazione, offrendo fino a 1 DWPD, inoltre garantiscono la protezione dei dati in caso di perdita di energia, garanzia di cinque anni e tre anni di servizi di recupero dati di Seagate Rescue Data Recovery Services. L'unità SSD IronWolf 125 offre 0,7 DWPD e una garanzia di cinque anni. Entrambe le nuove unità SSD offrono l'IronWolf Health Management di Seagate con sistemi NAS compatibili, inclusi i principali sistemi partner di Synology, Qnap e Asustor, consentendo agli utenti di monitorare facilmente le prestazioni e lo stato di salute delle loro unità.

 

Meiji Chang, General Manager di QNAP Systems, Inc., ha commentato: "Nell'incessante ricerca di innovazione, Seagate rinnova il suo portafoglio IronWolf e IronWolf Pro, offrendo una resistenza senza compromessi e prestazioni senza precedenti per i versatili NAS QNAP ed i device esterni di storage. La nostra continua collaborazione con Seagate garantisce che i clienti QNAP godano sempre di un'esperienza ottimizzata e di un'affidabilità superiore".

 

"ASUSTOR è entusiasta delle nuove unità IronWolf Pro da 18 TB di Seagate e delle unità SSD IronWolf 125 e 125 Pro SATA", ha dichiarato Pin-Hao Huang, Product Manager di ASUSTOR.  "Questi nuovi drive offrono capacità maggiori laddove la domanda di memorizzazione dei dati è più elevata, pur conservando le notevoli prestazioni per le quali Seagate è nota".

 

Il nuovo IronWolf 125 SSD è ora disponibile con capacità di 250GB (€64,99), 500GB (€104,99), 1TB (€174,99), 2TB (€319,99) e 4TB (€639,99).  L'IronWolf Pro 125 è ora disponibile anche con una capacità di 240GB (€104,99), 480GB (€144,99), 960GB (€259,99), 1,92TB (€459,99) e 3,84TB (€859,99).

 

Visita il sito di Seagate per ulteriori informazioni sulle soluzioni e il supporto che Seagate fornisce alle PMI.

 

 

]]>
Presentazione di Sony Cinema Line: un ampliamento della line-up di telecamere per creatori di contenuti con la tecnologia sviluppata per la produzione cinematografica digitale. Thu, 03 Sep 2020 11:18:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/658578.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/658578.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Sony ha annunciato oggi il lancio di Cinema Line, una serie di nuove telecamere per creatori di contenuti che uniranno l'esperienza di Sony nella qualità dell'immagine, l'attenzione ai dettagli, le tecnologie e la passione per la cinematografia digitale.

Cinema Line non offrirà solo il desiderato look cinematografico sviluppato tramite una vasta esperienza nella produzione cinematografica digitale, ma anche un'ottimizzazione di operabilità e affidabilità che soddisfano le esigenze dei creatori più informati. La nuova serie andrà oltre le caratteristiche delle semplici telecamere cinematografiche e dei camcorder professionali.

Nel 2000, Sony ha lanciato l'innovativa HDW-F900. La HDW-F900, la prima telecamera cinematografica digitale da 24p, ha segnato l'inizio della storia della cinematografia digitale.  Sono seguiti VENICE e altri prodotti in risposta a numerosi confronti con direttori della fotografia e creatori d'immagine.

I prodotti esistenti nella gamma Sony, tra cui VENICE e FX9, faranno parte di Cinema Line. VENICE è diventata una scelta privilegiata per la produzione cinematografica digitale, mentre FX9 vanta una straordinaria tradizione nella produzione di documentari. Il passo successivo è un nuovo modello che sarà apprezzato da un'ampia gamma di creatori di contenuti visivi. Sony lancerà e distribuirà quest'ultima aggiunta alla gamma, la telecamera FX6, entro la fine del 2020.

Ciascuna delle telecamere Cinema Line si evolverà grazie al feedback degli utenti: l'aggiornamento della FX9 alla versione 3, disponibile nel 2021, vedrà l'aggiunta di S700PTP* che permette il controllo remoto della telecamera di Sony, una modalità Center Scan per ottica Super 16 mm e supporto delle ottiche B4 con adattatore, così come altre funzionalità. Parallelamente, a novembre 2020 la versione V6.0 della telecamera VENICE introdurrà alcune funzionalità aggiuntive che ne miglioreranno l'operabilità negli ambienti broadcast e live.

"Sony celebra e rispetta profondamente i filmmaker, i direttori della fotografia e i narratori. Con Cinema Line attingiamo al nostro DNA dal settore cinematografico e dal mercato prosumer di imaging digitale per sviluppare nuovi strumenti creativi. Questa gamma di prodotti permetterà ai creatori di spingersi oltre i propri limiti creativi e catturare l'emozione in ogni frame. " ha commentato Claus Pfeifer, Head of Connected Content Acquisition, Media Solutions, Sony Professional Solutions Europe.  

 

* S700PTP è un protocollo che implementa S700P su TCP/IP

Per dettagli su Cinema Line, consultare i seguenti siti Web.

- Sito Web Cinema Line

URL: https://www.sony.net/cinema-line

- Presentazione video su Cinema Line

URL: https://pro.sony/rewrite/cinematic-look

 

Per ulteriori informazioni, contatta il tuo PR manager locale o psepr@sony.com

 

Informazioni su Sony Corporation

Sony Corporation è un'azienda dedicata all'intrattenimento creativo con una solida base tecnologica. Dal gioco ai servizi di rete passando per la musica, le immagini, l'elettronica, i semiconduttori e i servizi finanziari: l'obiettivo di Sony è riempire il mondo di emozioni grazie alla potenza di creatività e tecnologia. Maggiori informazioni sono disponibili all'indirizzo: http://www.sony.net/

 

]]>
Presentazione di Sony Cinema Line: un ampliamento della line-up di telecamere per creatori di contenuti con la tecnologia sviluppata per la produzione cinematografica digitale. Thu, 03 Sep 2020 11:18:18 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/658577.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/658577.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Sony ha annunciato oggi il lancio di Cinema Line, una serie di nuove telecamere per creatori di contenuti che uniranno l'esperienza di Sony nella qualità dell'immagine, l'attenzione ai dettagli, le tecnologie e la passione per la cinematografia digitale.

Cinema Line non offrirà solo il desiderato look cinematografico sviluppato tramite una vasta esperienza nella produzione cinematografica digitale, ma anche un'ottimizzazione di operabilità e affidabilità che soddisfano le esigenze dei creatori più informati. La nuova serie andrà oltre le caratteristiche delle semplici telecamere cinematografiche e dei camcorder professionali.

Nel 2000, Sony ha lanciato l'innovativa HDW-F900. La HDW-F900, la prima telecamera cinematografica digitale da 24p, ha segnato l'inizio della storia della cinematografia digitale.  Sono seguiti VENICE e altri prodotti in risposta a numerosi confronti con direttori della fotografia e creatori d'immagine.

I prodotti esistenti nella gamma Sony, tra cui VENICE e FX9, faranno parte di Cinema Line. VENICE è diventata una scelta privilegiata per la produzione cinematografica digitale, mentre FX9 vanta una straordinaria tradizione nella produzione di documentari. Il passo successivo è un nuovo modello che sarà apprezzato da un'ampia gamma di creatori di contenuti visivi. Sony lancerà e distribuirà quest'ultima aggiunta alla gamma, la telecamera FX6, entro la fine del 2020.

Ciascuna delle telecamere Cinema Line si evolverà grazie al feedback degli utenti: l'aggiornamento della FX9 alla versione 3, disponibile nel 2021, vedrà l'aggiunta di S700PTP* che permette il controllo remoto della telecamera di Sony, una modalità Center Scan per ottica Super 16 mm e supporto delle ottiche B4 con adattatore, così come altre funzionalità. Parallelamente, a novembre 2020 la versione V6.0 della telecamera VENICE introdurrà alcune funzionalità aggiuntive che ne miglioreranno l'operabilità negli ambienti broadcast e live.

"Sony celebra e rispetta profondamente i filmmaker, i direttori della fotografia e i narratori. Con Cinema Line attingiamo al nostro DNA dal settore cinematografico e dal mercato prosumer di imaging digitale per sviluppare nuovi strumenti creativi. Questa gamma di prodotti permetterà ai creatori di spingersi oltre i propri limiti creativi e catturare l'emozione in ogni frame. " ha commentato Claus Pfeifer, Head of Connected Content Acquisition, Media Solutions, Sony Professional Solutions Europe.  

 

* S700PTP è un protocollo che implementa S700P su TCP/IP

Per dettagli su Cinema Line, consultare i seguenti siti Web.

- Sito Web Cinema Line

URL: https://www.sony.net/cinema-line

- Presentazione video su Cinema Line

URL: https://pro.sony/rewrite/cinematic-look

 

Per ulteriori informazioni, contatta il tuo PR manager locale o psepr@sony.com

 

Informazioni su Sony Corporation

Sony Corporation è un'azienda dedicata all'intrattenimento creativo con una solida base tecnologica. Dal gioco ai servizi di rete passando per la musica, le immagini, l'elettronica, i semiconduttori e i servizi finanziari: l'obiettivo di Sony è riempire il mondo di emozioni grazie alla potenza di creatività e tecnologia. Maggiori informazioni sono disponibili all'indirizzo: http://www.sony.net/

 

]]>
Sony aggiorna la sua gamma di telecamere remote aggiungendo il supporto del protocollo Free-D e aprendo nuove possibilità creative Wed, 02 Sep 2020 09:40:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/658311.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/658311.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Milano, 28 agosto - A riprova del suo costante impegno a favore di una produzione da remoto sicura e della creazione di esperienze di broadcast coinvolgenti, Sony sta aggiornando la sua gamma di telecamere BRC con una nuova serie di funzionalità.

Opzioni più creative, workflow semplificato

Progettato per garantire una produzione da remoto e operazioni efficienti, l'aggiornamento firmware v2.1 per la BRC-X1000 e la BRC-H800 consentirà ai produttori e ai cameramen di semplificare i workflow di produzione VR/AR.

Grazie a questo aggiornamento le telecamere BRC potranno trasmettere i dati di tracking tramite IP, utilizzando il protocollo Free-D standard di settore.

Ciò consentirà alle telecamere di trasmettere in tempo reale Pan, Tilt, Zoom, Focus, Iris e posizione della telecamera BRC, rendendo la produzione VR/AR semplice ed economica senza l'aggiunta di altri dispositivi o sistemi di tracking.

Questa nuova funzionalità permetterà alle produzioni di incorporare facilmente i sistemi VR/AR nei loro contenuti live, come set o scenografie ampliate, animazioni dal vivo, e-sport e grafiche in sovraimpressione, arricchendo così la loro produzione.

Free-D è un protocollo standard supportato dai principali fornitori di soluzioni AR/VR. Le telecamere BRC-X1000 e BRC-H800 sono attualmente in fase di verifica con The Future Group (Pixotope), Reckeen, Vizrt e Zero Density. L'integrazione con altri partner che supportano i dati Free-D è prevista per il prossimo futuro.

Operazioni ottimizzate

In un contesto di distanziamento sociale e di riduzione degli staff operativi, l'aggiornamento migliorerà anche le operazioni Pan/Tilt/Zoom della BRC-X1000 e della BRC-H800.

La velocità minima ridotta consente alla telecamera di tracciare con maggiore precisione un oggetto sul set e di facilitare l'inquadratura.

L'output sarà quindi più realistico e più fluido, anche da parte di cameramen non professionisti.

Inoltre, le telecamere iniziano a mettere a fuoco non appena viene eseguito il richiamo dei parametri predefiniti, contemporaneamente alla funzione PTZ, in modo che i movimenti della telecamera appaiano più naturali. Sarà supportato anche il controllo quando si utilizza un telecomando fisico, come i comandi remoti a leva.

L'aggiornamento V2.1 del firmware sarà disponibile a partire dal 31 agosto su pro.sony.com. 

 

Informazioni su Sony Corporation

Sony Corporation è un’azienda dedicata all’intrattenimento creativo con una solida base tecnologica. Dal gioco ai servizi di rete passando per la musica, le immagini, l'elettronica, i semiconduttori e i servizi finanziari, l'obiettivo di Sony è veicolare emozioni grazie alla potenza di creatività e tecnologia.

Maggiori informazioni sono disponibili all'indirizzo: http://www.sony.net/

Informazioni su Sony Professional Solutions

Sony Professional Solutions è parte di Sony Corporation ed è nata per aiutare i professionisti a vivere a fondo la propria visione, liberando l'incredibile potenza delle immagini. Forte di una combinazione vincente di tecnologia innovativa ed esperienza nel settore, Sony collabora con le società operanti in una vasta gamma di mercati, tra cui media e broadcast, sport, healthcare, corporate, education e teatro, per fornire soluzioni di punta e rivoluzionarie per i clienti. Grazie a oltre 40 anni di esperienza e a una rete fidata di partner tecnologici affermati, l'ampia gamma di conoscenze, prodotti e servizi di Sony offre valore alle aziende e fornisce informazioni, formazione e ispirazione ai loro clienti.

Maggiori informazioni sono disponibili all’indirizzo http://pro.sony.eu  

Per ulteriori informazioni

Omnicom PR Group Italia:

sonyPSE-ITA@omnicomprgroup.com

+39 02 62411911

Ufficio stampa di Sony Professional Solutions Europe: press.europe@sony.com

]]>
Ci Media Cloud di Sony espande le funzionalità nell’Asset Management nativo per il cloud Wed, 19 Aug 2020 09:34:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/656160.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/656160.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Ci Catalog offre una gestione impeccabile e sicura dei contenuti enterprise per tutto il ciclo di vita della produzione di contenuti media 

Sony Electronics espande il set di funzionalità di Ci, la piattaforma di gestione media e collaborazione professionale nativa per il cloud, che ora include anche la gestione degli asset. Ci Catalog consente alle aziende di creare e gestire in sicurezza librerie centralizzate di rich media e di renderle facilmente accessibili a tutti gli stakeholder appartenenti ad altri team, dipartimenti, divisioni o società.  Con questa nuova funzionalità, Ci offre una gestione sicura dei contenuti, dalla produzione alla monetizzazione, il tutto in un’unica piattaforma. 

 Il nuovo Ci Catalog si integra perfettamente con Workspace, la soluzione di Ci per i workflow di produzione e post-produzione che offre funzionalità di acquisizione remota, elaborazione media e collaborazione. Grazie all'aggiunta di Catalog a supporto della gestione dei contenuti, l'offerta Ci diventa un sistema completo concepito per proprietari di contenuti, studi, società di produzione, broadcaster, leghe sportive, etichette musicali e grandi corporation. L'uso di un'unica soluzione per gestire i contenuti in tutta l'azienda consente di risparmiare tempo e denaro, riduce i problemi relativi alla sicurezza, migliora la collaborazione e offre trasparenza e visibilità sui contenuti più preziosi dell'organizzazione.

"Il rilascio di Catalog è una risposta diretta al feedback che abbiamo ricevuto da alcune delle media company più importanti e famose a livello globale," ha commentato Theresa Alesso, presidente della divisione professionale di Sony Electronics.  "Senza costi iniziali da sostenere e nessuna installazione richiesta, sono finiti i tempi in cui era necessario acquistare e implementare più sistemi disparati e costosi per gestire i media. L'approccio nativo per il cloud di Ci privilegia accessibilità, sicurezza, velocità e collaborazione. Il sistema semplificato e centralizzato della piattaforma, il layout intuitivo e la scalabilità sono esattamente quello che chiedono le organizzazioni leader di oggi."

Con Ci Catalog, trasferimento dei file, collaborazione/revisione e approvazione, gestione degli asset, transcodifica e archiviazione accelerati sono disponibili con un unico abbonamento SaaS.  La piattaforma offre accesso rapido e sicuro agli asset praticamente ovunque.  Inoltre, le API REST di Ci permettono l'integrazione con sistemi e workflow di terze parti.  Senza installare alcun hardware, i clienti possono iniziare a sfruttare Ci da subito.  La soluzione adotta anche una struttura pay-as-you-go flessibile che si adatta alle esigenze dell'azienda e non richiede spese in conto capitale.

 

Ci Catalog è ora disponibile. Per ulteriori informazioni sull’intera piattaforma Ci Media Cloud o per richiedere una dimostrazione delle nuove funzionalità Catalog, visita pro.sony e sonymcs.com.  

]]>
Come rintracciare un computer rubato o perso Fri, 14 Aug 2020 14:21:57 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/varie/655501.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/varie/655501.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group

I dispositivi mobili sono ormai un elemento essenziale nella vita di ogni utente digitale e, considerando il prezzo e la mole dei dati presente, rappresentano occasioni appetibili per i ladri, dato l’ampio mercato secondario di materiale rubato e la possibilità di entrare in possesso di informazioni sensibili.

Per questo, è normale che qualunque possessore di un dispositivo digitale si chieda se sia possibile recuperare il proprio device in caso di smarrimento o furto.

 

La necessaria premessa è che localizzare un computer rubato è molto difficile e recuperarlo lo è ancora di più. In ogni caso, è possibile tracciare o rilevare la posizione di un dispositivo se questo è connesso ad internet e stia continuando ad utilizzare un servizio installato. Addirittura, se fosse collegato ad un servizio GPS potremmo godere di una maggior precisione (altrimenti possono essere utilizzati altri metodi basati sull’indirizzo IP) ma il recupero resterebbe comunque non semplice.

Rintracciare un computer tramite account Microsoft/iOS

Alcuni servizi offrono la funzionalità “Trova il mio dispositivo” oppure registrano l’indirizzo di connessione laddove si acceda al servizio online. Ad esempio, se si possiede un portatile con sistema operativo Microsoft Windows oppure un MacBook, potete utilizzare la funzionalità “Trova il mio dispositivo”.

 

In entrambi i sistemi questa feature deve essere abilitata: per i sistemi Microsoft si può abilitare facilmente cercandola dalla barra delle applicazioni di Windows, per configurare invece “Trova il mio Mac”, andate in Preferenze di Sistema e cliccate su iCloud, selezionate Trova il mio Mac (dovrete abilitare i servizi di localizzazione nella Privacy). Per maggiore sicurezza, assicuratevi che tutti gli account utente abbiano una password sicura e che il login automatico sia disattivato nelle preferenze Utenti e Gruppi.

 

È possibile risalire all’IP del computer anche tramite Gmail, Dropbox e altri servizi web che registrano l’indirizzo di connessione quando si accede al servizio online.

Software di monitoraggio di dispositivi: Panda Dome

In alternativa ai metodi appena descritti, una soluzione più efficace e completa è rappresentata dai software di geolocalizzazione e tracciamento di dispositivi, o dai più avanzati programmi di sicurezza come Panda Dome Premium e Panda Dome Complete.

Entrambi i software consentono di individuare i dispositivi mobili persi o rubati tramite il GPS e permettono la cancellazione da remoto tutti i dati personali per proteggere la propria privacy.

La protezione antifurto inclusa in Panda Dome offre le seguenti caratteristiche:

- Localizzatore: consente di tracciare e localizzare il dispositivo in remoto dal proprio account Panda.

- Blocco remoto: consente di bloccare il dispositivo a distanza con un PIN in caso di smarrimento o furto.

- Remote Wipe: permette di cancellare tutti i contenuti del dispositivo in remoto, ripristinando le impostazioni di fabbrica.

Entrambi i software consentono di impostare anche degli allarmi di furto e allarmi da remoto, oltre a scattare una foto a distanza con il dispositivo dal tuo Account Panda. È possibile scattare la foto su richiesta o farla scattare non appena il presunto ladro tocca lo schermo, il programma inoltrerà la foto e la posizione del dispositivo tramite mail.

Queste features permettono una tutela maggiore e soprattutto possono facilitare l’intervento da parte delle forze dell’ordine.

Se sul portatile sono salvate password ed account importanti l’operazione di cui occuparsi immediatamente, ancor prima di provare a rintracciare il device, è l’eliminazione (da remoto) dei dati sensibili.

Consigli di sicurezza contro furti e smarrimento di computer

La difficoltà di localizzare esattamente un portatile smarrito o rubato rimane comunque elevata, anche quando si facciano intervenire le forze dell’ordine.

Per questo, Panda Security consiglia di prepararsi per l’eventualità – si spera remota – di furto o smarrimento. Ecco i nostri 5 consigli antifurto:

  1. Fare un backup periodico dei file del computer, meglio se online. Così, in caso di smarrimento si potrà formattare da remoto senza problemi.
  2. Non salvare informazioni personali sul computer a meno che non siano protette da password o altri sistemi di accesso.
  3. Proteggere sempre il computer e tutti i dispositivi con password e login biometrico (quando disponibile).
  4. Criptare i file più critici (foto intime, contabilità, estratti conto, messaggi importanti ecc.) e conservali online o su una penna USB.
  5. Non lasciare mai il proprio dispositivo incustodito anche quando sembra essere completamente al sicuro.

Buona navigazione e buona protezione del computer da furti e smarrimenti!

]]>
Sexting: come farlo in sicurezza grazie a Panda Security Fri, 14 Aug 2020 14:13:01 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/655495.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/655495.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group I contenuti a sfondo sessuale sono sicuramente tra i più numerosi presenti in rete, ma in generale anche in tutte le forme di comunicazione digitale. In questo senso, un fenomeno che ha visto una crescita notevole negli ultimi anni è quello del sexting, con la conseguenza di porre a rischio una mole notevole di dati per loro natura particolarmente sensibili.

Il sexting, crasi di sex texting, è lo scambio di contenuti (foto, audio, video) sessualmente espliciti tramite app, social media, e-mail o servizi di messaggistica istantanea. Secondo una recente ricerca di Skuola.net per la Polizia di Stato che ha coinvolto ragazzi dai 13 ai 18 anni, il 24% degli intervistati ha scambiato almeno una volta immagini intime con il partner. Tra questi, il 15% ha subito la condivisione con terzi, senza consenso, di questo materiale, spesso per "scherzo" (49%), a dimostrazione di quanto possano essere sottovalutate le reali conseguenze di tale diffusione.

 Una maggiore consapevolezza caratterizza la successiva fascia di età, dove come riportato da uno studio della University of Arizona condotto in 7 differenti atenei, le motivazioni per cui si usufruisce del sexting, che quasi unicamente ha come destinatario il proprio partner, sono sostanzialmente due: la prima (data dal 73% delle donne e dal 67% degli uomini) inviare proprio foto di nudo aiuta ad accrescere la sicurezza in sé stessi, la seconda invece risiede nella pressione esterna (40% del totale), ovvero il desiderio di far piacere al partner che richiede di ricevere uno scatto osé, nell’intento di impedire che possa perdere interesse o lo rivolga verso altri soggetti.

 

 Pur non disponendo di dati specifici, si stima che il trend del sexting abbia subito un forte incremento in tempi di lockdown, considerando che le app di incontri hanno conosciuto un’esplosione durante la quarantena. Secondo i dati divulgati da SensorTower, a febbraio in Italia Tinder è stato scaricato 229.000 volte, con un incremento anno su anno del 46%. A marzo il flusso di utenza è aumentato esponenzialmente ed il giorno 29, con oltre 3 miliardi di contatti, la popolare app ha registrato il suo record storico. E non è l’unica, OkCupid ha chiuso il mese di aprile con un più 473% di incontri virtuali. Spesso accade che proprio le chat di incontri siano il luogo che in cui si origina il sexting, ora in maniera ancora più diretta visto che alcune di queste app sono state aggiornate con sistemi di videochat, messaggistica vocale e fotografica. Tutto ciò ha esposto molte persone ad un rischio maggiore

 

La diffusione di tali contenuti può comportare rischi spesso sconosciuti dagli utenti, che sfociano nell’illegalità. Il sexting in quanto tale non è reato, ma lo diventa ovviamente quando coinvolge minori e/o la condivisione avviene senza il consenso del diretto interessato.

 La legislazione però presenta ancora parecchie lacune nella tutela online delle persone, infatti in casi poco chiari non è stato riconosciuto come un reato.  Il vero problema del sexting, specialmente quello senza consenso, sono le conseguenze per la privacy e l’identità (online e offline) della persona coinvolta, soprattutto se minorenne.

 

Nei casi peggiori, la diffusione di contenuti sessuali online può esporre a rischi come la violenza privata, il sextortion (sexual+ estortion), cyberbullismo e revenge porn.

È dunque possibile mettersi a riparo da questi pericoli e fare sexting in modo completamente sicuro, senza divenire vittima di violenze psicologiche e ricatti?

Purtroppo, la risposta è no. Nel momento in cui una foto o un video lascia il proprio telefono e raggiunge quello di un altro utente, si è perso il controllo su quel contenuto. Alcune app come Snapchat offrono funzionalità che limitano la condivisione non autorizzata, ma non la impediscono. Le app più sicure come Rumuki (per iPhone) o Confide, che limitano anche la possibilità di fare screenshot, utilizzano varie combinazioni di messaggi a scomparsa, crittografia end-to-end e altre tecnologie per la privacy. Tuttavia, anche in questi casi, un utente realmente malintenzionato troverà comunque un modo per salvare il contenuto della schermata, o semplicemente lo registrerà con un altro dispositivo.

Panda Security ha elaborato alcuni consigli per ridurre la minimo i rischi collegati al sexting:

  • Utilizzare app sicure come quelle citate (Snapchat, Confide ecc.)
  • Fare sexting con persone di cui si ha fiducia. Al minimo indizio di inaffidabilità o disonestà dell’altra persona, il consiglio è quello di fare un passo indietro e valutare bene la situazione prima di condividere foto o video compromettenti.
  • Installare un buon antivirus per proteggersi da spyware e altri malware che potrebbero rubare i video e le foto più esplicite, inviandole a un cybercriminale.
  • Eliminare i contenuti a sfondo sessuale propri e di altre persone per evitarne la diffusione involontaria in caso di furto o smarrimento del dispositivo.
  • Se si è vittima di bullismo, sextortion o revenge porn non bisogna vergognarsi: contattare le autorità o parlare con amici e familiari, soprattutto se si è minorenni è la primissima contromisura da attuare.

Buona navigazione con i consigli di Panda!

]]>
Sony presenta il proiettore laser SXRD 4K professionale di punta per applicazioni di visualizzazione su grande scala Wed, 12 Aug 2020 11:24:26 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/655047.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/655047.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Il versatile VPL-GTZ380 offre immagini incredibili e un'esperienza di visione coinvolgente grazie a una luminosità di 10.000 lumen, 16.000:1 di contrasto nativo, l'ampio spazio colore DCI-P3 e supporto dell'HDR

Sony annuncia il modello VPL-GTZ380, il nuovo proiettore professionale che con i suoi 10.000 lumen si posiziona come il più luminoso della line-up di modelli SXRD con segnali 4K nativi (4096 × 2160). Il VPL-GTZ380, ideale per un'ampia gamma di applicazioni corporate, di intrattenimento e simulazione, combina contrasto, luminosità, range dinamico e risoluzione eccezionali con un esteso spazio cromatico per offrire un'esperienza visiva senza pari in qualsiasi condizione di illuminazione e a qualsiasi distanza. Inoltre, questo modello di punta assicura flessibilità di installazione e offre un funzionamento silenzioso, integrando tecnologia all'avanguardia in un form factor compatto.

"In pochi anni, la nostra line-up di proiettori SXRD 4K è diventata lo standard di settore, con installazioni presso gli uffici di numerosi clienti prestigiosi dislocati in tutto il mondo," ha commentato Christopher Mullins, Home Cinema Product Manager di Sony Professional. "Il VPL-GTZ380, l'ultimo arrivato in famiglia, eccelle negli ambienti scuri e in quelli luminosi ed è il diretto risultato del feedback raccolto dai nostri clienti chiave attivi nei settori di formazione e simulazione, dei luoghi di intrattenimento, delle aziende, dei musei e dei planetari. Siamo fieri di aver sviluppato una soluzione che non solo supera i requisiti ma favorisce la creatività degli utenti consentendo loro di dar vita alla propria visione con un'espressività senza precedenti."

Il VPL-GTZ380 può essere usato sia negli ambienti illuminati che in quelli scuri. L'adozione del nuovo pannello in materiale Liquid Crystal assicura un grande miglioramento in termini di stabilità luminosa mentre i 10.000 lumen di luminosità ne fanno un prodotto durevole, nonché ancora più versatile e flessibile da installare. Grazie al pannello SXRD 4K nativo da 0,74", il proiettore assicura immagini dettagliate e luminose con un rapporto di contrasto di 16.000:1*1 che potenzia la profondità dei neri.

La nuova sorgente luminosa del VPL-GTZ380, che integra un diodo laser rosso oltre ai due diodi laser blu di lunghezze d'onda diverse, assicura un ampio spazio cromatico che corrisponde al 100% di DCI-P3 senza perdite in termini di luminosità. Sono anche supportati i formati HDR, tra cui HDR 10 e HLG, per una riproduzione del colore più naturale.  Il nuovo modello 4K SXRD è dotato di un processore d'immagine X1 Ultimate ad alte prestazioni ottimizzato in modo specifico per la proiezione, basato sul processore X1 Ultimate originale installato nella linea di TV BRAVIA high-end di Sony per offrire una qualità delle immagini ottimizzata. Sono incluse nuove funzionalità come Dynamic HDR Enhancer e Object-based HDR Remaster che migliorano il range dinamico e offrono neri più profondi. Il VPL-GTZ380 supporta anche i formati HDR, tra cui HDR 10 e HLG, per una riproduzione del colore più naturale.

Dal punto di vista del design, il VPL-GTZ380 si integra a perfezione in numerosi ambienti di installazione grazie al form factor compatto (51 kg) per un prodotto della sua classe, ottenuto grazie all'adozione di un pannello di dimensioni ridotte e alla ruota al fosforo brevettata che assicura un rilascio efficiente del calore. Inoltre, il proiettore assicura un funzionamento silenzioso da 39 dB grazie al raffreddamento liquido del pannello SXRD e al design razionalizzato del flusso d'aria. Il form factor, il funzionamento silenzioso e il design con possibilità di montaggio semplice grazie alla forma quadrangolare e sovrapponibile offrono l'opzione di multi-proiezione in cupole e in presentazioni su grande schermo. Grazie al contrasto elevato e ai livelli di nero profondi, il proiettore riduce al minimo l'effetto a bande per un blending uniforme.

Mediante una licenza opzionale, il VPL-GTZ380 può anche supportare il 4K a 120 Hz e un ridotto ritardo del segnale, essenziali per visualizzare immagini CG per simulatori di formazione e visualizzazioni su grande schermo di eventi eSport.  Il modello offre inoltre funzionalità opzionali per gli occhiali 3D e per la visione notturna (NVG) ideali per le strutture di ricerca VR e la formazione specialistica. 

Il VPL-GTZ380 sarà disponibile nel gennaio 2021.  Per ulteriori informazioni sul nuovo proiettore o sulla line-up di Sony che include modelli SXRD 4K da 2000 a 10.000 lumen, visita: https://pro.sony/en_GB/products/laser-projectors/vpl-gtz380

 

*1: Valore tipico. Il valore effettivo dipende dall'utilizzo.

]]>
Whirlpool ti regala fino a 200 € di buono spesa con l’acquisto di uno dei suoi esclusivi frigoriferi! Mon, 27 Jul 2020 16:23:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/652650.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/652650.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Arriva un’imperdibile promozione per chi acquista un frigorifero Whirlpool. Fino al 15 settembre 2020 infatti, sarà possibile ricevere insieme al frigo un buono spesa fino al valore di 200 euro spendibile in uno dei numerosi supermercati aderenti all’iniziativa.

Partecipare alla promozione è davvero facile.

Dopo aver acquistato un frigorifero Whirlpool è sufficiente registrarsi entro 14 giorni dalla data di acquisto sul sito www.promozioniwhirlpool.it con la prova d'acquisto e si riceverà la Gift Card dell'importo indicato spendibile nei supermercati aderenti.  La Gift Card Idea Shopping digitale per la spesa verrà inviata, sotto forma di codice univoco, all’indirizzo e-mail fornito in sede di partecipazione.  Il codice dovrà essere convertito in una delle gift card delle catene di negozi ed e-commerce online tra quelle disponibili.

L’importo del buono spesa può essere inoltre utilizzato anche in più soluzioni.

Tra i frigoriferi esclusivi aderenti all’iniziativa spiccano i toni caldi e neri del combinato W Collection W9 931D KS H. Dallo stile inconfondibile e dotato di tecnologia all’avanguardia con doppio sistema di raffreddamento, garantisce una più lunga conservazione degli alimenti e dona un tocco unico e contemporaneo agli ambienti della cucina. Grazie alla tecnologia 6° SENSO Whirlpool, che si presenta qui come 6th Sense Precision Control, il frigorifero è in grado di rilevare e monitorare costantemente variazioni di temperatura e umidità, ripristinando la temperatura ideale per contrastare inutili sprechi alimentari.

Anche il combinato No Frost W Collection W84BE 72 X partecipa all’iniziativa, un frigorifero dalla grande capacità (555 L) che soddisfa le esigenze di estetica e di performance dei consumatori Whirlpool. Grazie infatti al doppio sistema di raffreddamento indipendente, il frigorifero crea l'ambiente ideale per la conservazione degli alimenti ed evita che gli odori si mescolino all’interno delle cavità. Questo combinato offre la possibilità di posizionare frutta e verdura ovunque al suo interno, mantenendo la loro freschezza inalterata fino a 15 giorni. Inoltre, entrambi sono dotati di 20 anni di garanzia sul compressore per garantire ancor più sicurezza al consumatore.

La promo sarà disponibile in tutti i punti vendita fisici e online che aderiscono all’iniziativa.

Tutte le informazioni sulla promozione, sui prodotti coinvolti e il regolamento completo sono disponibili sul sito www.promozioniwhirlpool.it

]]>
Whirlpool ti regala fino a 200 € di buono spesa con l’acquisto di uno dei suoi esclusivi frigoriferi! Mon, 27 Jul 2020 16:22:14 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/652649.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/varie/652649.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Arriva un’imperdibile promozione per chi acquista un frigorifero Whirlpool. Fino al 15 settembre 2020 infatti, sarà possibile ricevere insieme al frigo un buono spesa fino al valore di 200 euro spendibile in uno dei numerosi supermercati aderenti all’iniziativa.

Partecipare alla promozione è davvero facile.

Dopo aver acquistato un frigorifero Whirlpool è sufficiente registrarsi entro 14 giorni dalla data di acquisto sul sito www.promozioniwhirlpool.it con la prova d'acquisto e si riceverà la Gift Card dell'importo indicato spendibile nei supermercati aderenti.  La Gift Card Idea Shopping digitale per la spesa verrà inviata, sotto forma di codice univoco, all’indirizzo e-mail fornito in sede di partecipazione.  Il codice dovrà essere convertito in una delle gift card delle catene di negozi ed e-commerce online tra quelle disponibili.

L’importo del buono spesa può essere inoltre utilizzato anche in più soluzioni.

Tra i frigoriferi esclusivi aderenti all’iniziativa spiccano i toni caldi e neri del combinato W Collection W9 931D KS H. Dallo stile inconfondibile e dotato di tecnologia all’avanguardia con doppio sistema di raffreddamento, garantisce una più lunga conservazione degli alimenti e dona un tocco unico e contemporaneo agli ambienti della cucina. Grazie alla tecnologia 6° SENSO Whirlpool, che si presenta qui come 6th Sense Precision Control, il frigorifero è in grado di rilevare e monitorare costantemente variazioni di temperatura e umidità, ripristinando la temperatura ideale per contrastare inutili sprechi alimentari.

Anche il combinato No Frost W Collection W84BE 72 X partecipa all’iniziativa, un frigorifero dalla grande capacità (555 L) che soddisfa le esigenze di estetica e di performance dei consumatori Whirlpool. Grazie infatti al doppio sistema di raffreddamento indipendente, il frigorifero crea l'ambiente ideale per la conservazione degli alimenti ed evita che gli odori si mescolino all’interno delle cavità. Questo combinato offre la possibilità di posizionare frutta e verdura ovunque al suo interno, mantenendo la loro freschezza inalterata fino a 15 giorni. Inoltre, entrambi sono dotati di 20 anni di garanzia sul compressore per garantire ancor più sicurezza al consumatore.

La promo sarà disponibile in tutti i punti vendita fisici e online che aderiscono all’iniziativa.

Tutte le informazioni sulla promozione, sui prodotti coinvolti e il regolamento completo sono disponibili sul sito www.promozioniwhirlpool.it

]]>
On-premise vs cloud: come calcolare il TCO. Il caso OmniNet Wed, 08 Jul 2020 19:49:20 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/649558.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/649558.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group di Davide Albanese, Cloud Solutions Sales Specialist, OVHcloud

Sono trascorsi 30 anni da quando la società di ricerca Gartner ha introdotto e divulgato il concetto di Total Cost of Ownership (TCO), che definisce il costo della manutenzione delle infrastrutture tecnologiche per le imprese nel lungo periodo.

 

In questo lungo lasso di tempo la tecnologia e il business hanno subito cambiamenti epocali, ma il concetto di TCO è cambiato poco e spesso non risulta chiaro. Sebbene i costi del software si siano evoluti da un modello di licenze complesse a servizi Cloud pay-as-you-go, i clienti lamentano talvolta la mancanza di trasparenza da parte dei cloud provider, fattore che impedisce di poter stimare i costi di gestione, ad esempio, dello storage e di altri servizi. In particolare, questo problema coinvolge la migrazione di applicazioni più datate verso il Public Cloud. In questo contesto è fondamentale poter calcolare il costo totale di gestione per l’azienda di un’applicazione complessa - e ancora critica - su una piattaforma in esecuzione in un data center con aggiornamenti e manutenzione manuali, così da comprendere come varierebbe il costo totale di gestione dell'applicazione nel Public Cloud, compresi gli oneri di adattamento alla struttura del cloud nativo e della migrazione.

Un asset fondamentale

La capacità di ottimizzare i costi e ridurre le difficoltà di gestione delle infrastrutture e del software nel proprio data center è uno dei principali motivi che spingono molte aziende a passare al cloud. I costi direttamente legati all’acquisizione di infrastrutture e software rappresentano una piccola parte di uno scenario più ampio.

La sfida di spostare le applicazioni sul cloud e i costi potenzialmente elevati associati a questo processo hanno indotto molte organizzazioni ad adottare un approccio multi-cloud, basato sulla coesistenza di provider diversi e talvolta concorrenti tra loro, ma con il grande vantaggio di abbattere il lock-in. Secondo le stime degli istituti di ricerca, il prossimo anno ben il 90% delle aziende utilizzerà più di una piattaforma per elaborare i propri dati. Grazie a questa “diversificazione”, le aziende possono valutare i requisiti di prestazione associati ad un portafoglio di applicazioni progettate per migrare al cloud: un passo fondamentale per ottenere il controllo sul TCO nel cloud.

Una volta definite, le priorità  devono essere comunicate al fornitore, mentre si valutano i servizi cloud secondo alcuni criteri che vanno dalla prevedibilità dei costi di migrazione iniziale - e soprattutto di quelli futuri - alla flessibilità e modularità nell’adozione dell’infrastruttura per potenziare la performance delle applicazioni, fino al controllo che consente di reagire rapidamente al cambiamento delle esigenze e dei relativi picchi, con l’obiettivo di modulare i costi di conseguenza.

Il calcolo effettivo del TCO del cloud rispetto all’on-premise va oltre un immediato confronto dei costi delle semplici infrastrutture, e comprende un'analisi dei costi di servizio e supporto per tutta la durata della soluzione. Un’analisi organica del TCO deve includere tre elementi principali:

 

  • costi degli investimenti: hardware e software locali
  • costi di gestione: spese per il servizio, supporto e mantenimento, business continuity
  • costi indiretti: potenziali downtime e ritardi nel lancio di nuovi prodotti o servizi sul mercato

Il confronto delle soluzioni rispetto a questi tre tipi di costi ci impone di prendere in considerazione una serie di fattori correlati. Nel caso di soluzioni on-premise, i costi di investimento includono l’hardware e l’acquisizione di licenze software o abbonamenti per gestire infrastrutture e applicazioni. In aggiunta, se un nuovo data center viene realizzato per questo scopo, parte dei costi indiretti relativi a questa nuova infrastruttura dovrebbe essere inclusa nel budget totale del progetto. Sia il public cloud che le soluzioni hosted non richiedono alcun investimento, poiché non è necessario acquistare infrastrutture. Ciò riduce al minimo le spese a lungo termine ed evita il congelamento di liquidità in asset fissi.

 

Comparando questi due modelli, la decisione di scegliere un percorso specifico è in ogni caso basata su un maggior numero di variabili piuttosto che sul semplice costo della sola infrastruttura o dell’energia elettrica consumata. Si tratta di costi operativi che coprono le spese relative all'installazione, configurazione e manutenzione dell'applicazione durante tutto il suo ciclo di vita e possono rappresentare una componente importante dei costi IT complessivi. I costi del personale sono generalmente la voce più consistente dei costi operativi per un approccio IT "locale". Al contrario, l'utilizzo di servizi gestiti nel cloud consente ai dipartimenti IT di concentrarsi su progetti più strategici che generano un alto valore aggiunto e ricavi per l'azienda, e non su problemi operativi. Oltre al Capex e all’Opex, un’azienda deve anche tener conto dei costi indiretti legati, per esempio, alla mancata disponibilità dell’infrastruttura IT. 

Trasparenza dei processi e dei costi

Forrester Research afferma che solo ¼ delle aziende effettua un’analisi precisa prima della selezione del provider e della migrazione al cloud. Ciò è principalmente dovuto alla mancanza di regole chiare e precise, oltre che spesso alle difficoltà nella raccolta dei dati necessari. Per questa ragione è opportuno che il piano di migrazione al cloud sia affrontato con un provider affidabile, in grado di comprendere e supportare il cliente in funzione di esigenze diverse, con soluzioni i cui costi saranno adeguati ai benefici attesi.


Il caso OmniNet

Quando si parla di costi la chiarezza assume una valenza fondamentale: affidandosi a OVHcloud tutto il processo di calcolo degli oneri da sostenere viene facilitato, all’insegna di una semplice definizione: trasparente.

Ciò significa che l’investimento necessario, sin dal primo ordine, è definito, chiaro e senza alcun costo nascosto ed imprevisto.

Ed è proprio questo elemento valoriale che fa da cornice al caso reale di OmniNet, società di consulenza IT situata nel vicentino, che ha fatto ricorso ai servizi di OVHcloud, erogati sia in modalità on-demand sia pay-as-you-go. Le valutazioni approfondite condotte da OmniNet, mediante un benchmark tra “on-premise vs cloud”, hanno portato a stimare che un unico server fisico di tipo 1U genera una spesa variabile annua per la sola energia elettrica destinata all’alimentazione degli apparati hardware pari a circa 1200€. Questo calcolo non include la messa in sicurezza, le tecnologie di condizionamento e raffreddamento, la connettività e relativa capacità, che fanno inevitabilmente lievitare i costi totali.

L’approccio sopra esposto riduce notevolmente i rischi relativi allo sforamento del budget concordato, garantendo al cliente l’assoluta tranquillità nell’investimento da effettuare ed evitando molteplici conseguenti complicazioni.

 

]]>
Hosted Private Cloud in Europa: analista di mercato indipendente sancisce la leadership delle soluzioni sicure di OVHcloud Thu, 25 Jun 2020 14:29:38 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/varie/647584.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/varie/647584.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group OVHcloud è leader di mercato in Europa per l’Hosted Private Cloud secondo l'ultimo rapporto Hosted Private Cloud Services In Europe, Q2 2020. OVHcloud si distingue per la sua capacità di integrare i servizi, garantendo al contempo un'offerta europea emancipata dal Cloud Act

 

Milano, 25 giugno 2020 Il rapporto The Forrester Wave ™: Hosted Private Cloud Services In Europe, Q2 2020, ha analizzato il posizionamento di OVHcloud in Europa attraverso i suoi servizi di hosted private cloud in tutto il continente.

Attraverso una rete di 17 data center in Francia, Germania, Regno Unito e Polonia, OVHcloud offre servizi di Hosted Private Cloud robusti e scalabili che le consentono di affrontare efficacemente il mercato, sia per le grandi imprese sia per le istituzioni.

La rete di storage virtuale di OVHcloud rappresenta un elemento chiave per fornire ai clienti una maggiore flessibilità e una gamma di certificazioni[1] e tecnologie adattate a soddisfare qualsiasi esigenza aziendale, nel rispetto del GDPR.

Per noi la soluzione Hosted Private Cloud è essenziale e ci consente di offrire ai nostri clienti le migliori tecnologie e un ambiente dedicato in grado di supportarne la migrazione verso un cloud a elevate prestazioni, interoperabile e assolutamente sicuro. Questa leadership è il risultato di un impegno collettivo, sviluppato con i partner tecnologici e industriali del nostro ecosistema”, ha commentato Octave Klaba, fondatore di OVHcloud.

Uno strong performer anche sull’altra sponda dell’Atlantico

Dall'acquisizione di vCloudAir nel 2017, OVHcloud ha attuato una significativa migrazione degli ex clienti dell’azienda verso la propria infrastruttura, al fine di unificare l’offerta nel mercato statunitense. Il rapporto The Forrester Wave™ Hosted Private Cloud Services In North America, Q2 2020, ha riconosciuto la vasta gamma di opzioni di OVHcloud, classificandola come "Strong performer”.

Una roadmap ambiziosa a supporto della trasformazione del mercato

OVHcloud prevede di espandere in modo significativo la propria gamma di soluzioni Hosted Private Cloud nel 2020, portandola in una nuova dimensione in grado di fornire tecnologie innovative e adattate a una molteplicità di casi d'uso. Questa nuova realtà sarà caratterizzata da offerte con un’ampia varietà di personalizzazioni.

Nei prossimi giorni il Gruppo lancerà la soluzione Hosted Private Cloud Premier per soddisfare le esigenze specifiche di grandi aziende e istituzioni per le quali la sicurezza e l'isolamento dei servizi cloud sono cruciali. Questa nuova offerta sarà composta da 10 differenti possibilità di hosting, disponibili da 48 a 768 GB di RAM, incluse 3 che offrono storage iper-convergente con tecnologia vSAN di VMware, rese accessibili al maggior numero di clienti a un prezzo interessante, grazie al modello industriale integrato di OVHcloud. Il rilascio di questa nuova gamma è inoltre accompagnato da una revisione totale della rete sia privata sia pubblica, nonché da nuove capacità di storage con datastore NSF fino a 6 TB per un rapporto prestazioni/prezzo sempre più vantaggioso.

"Questo lancio apre la strada al completo rinnovamento della nostra gamma Hosted Private Cloud, nonché alla diversificazione delle soluzioni di virtualizzazione. HPC Premier sarà presto integrata dalla soluzione Essentials, studiata per il mercato delle PMI. Il nostro obiettivo è fornire soluzioni concrete, fluide e intuitive che consentano a tutti di ottenere il massimo dai propri dati grazie al giusto equilibrio tra prestazioni, sovranità dei dati e prevedibilità dei costi", commenta Michel Paulin, CEO di OVHcloud.

"Negli ultimi 5 anni l’adozione del nostro Hosted Private Cloud ha visto un incremento significativo e l'Italia è diventata, dopo la Francia, il mercato di riferimento per OVHcloud in questo ambito. Sia i clienti di fascia Enterprise, sia le PMI ne apprezzano scalabilità, resilienza, sicurezza ed economicità. La stretta collaborazione con i team di VMware è stata determinante per questo successo e siamo certi lo sarà anche in futuro". - aggiunge John Gazal, VP Southern Europe e Brasile.

 

Scarica lo studio completo:

- Europa

- Nord America

 

Note:

 

[1] Le certificazioni disponibili nell’offerta Hosted Private Cloud OVHcloud comprendono: ISO27001; SOC 1; SOC2: TYPEII; PCIDSS, HDS

 

Chi siamo

OVHcloud è un provider globale e il leader europeo del cloud che gestisce 400.000 server nei propri 30 data center in 4 continenti. Da 20 anni il Gruppo si avvale di un modello integrato che fornisce il pieno controllo della catena del valore, dalla progettazione dei propri server alla gestione dei data center fino all'orchestrazione della propria rete in fibra ottica. Questo approccio unico permette a OVHcloud di coprire, in modo indipendente, l'intero spettro di casi d'uso per i 1,5 milioni di clienti in oltre 130 Paesi. OVHcloud offre ai clienti soluzioni di ultima generazione che combinano prestazioni elevate, prezzi prevedibili e piena sovranità dei dati per sostenere la loro crescita incondizionata.


]]>
TEOS, lo strumento di gestione del workspace di Sony, introduce funzionalità di smart automation e integra i sensori IoT Wed, 17 Jun 2020 15:42:44 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/645868.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/informatica/information_technology/645868.html Omnicom PR Group Omnicom PR Group Milano, 17 giugno 2020: Sony ha annunciato l'aggiornamento TEOS 2.2 per la sua rivoluzionaria soluzione di gestione del workspace, ora disponibile per gli utenti che desiderano acquistarla o aggiornarne il software. La suite potenziata di soluzioni software è l'unica sul mercato a offrire alle organizzazioni il pieno controllo dei dispositivi connessi in ambienti corporate ed education.

 

Annunciato sul mercato durante ISE 2020 di febbraio, TEOS 2.2 è stato progettato per mettere a frutto i progressi nella tecnologia dei sensori IoT, migliorare l'integrazione e incrementare la produttività e l'efficienza sia del workspace che della forza lavoro.

 

TEOS 2.2, disponibile da oggi, include 20 nuove funzionalità e caratteristiche, tra cui le opzioni personalizzabili di Smart Automation, la nuova interfaccia Meeting Display e un'integrazione intuitiva con Outlook. Di recente, per aiutare i propri clienti a prepararsi a tornare in sicurezza negli uffici, Sony ha creato template di signage relativi a COVID-19, già disponibili col il nuovo aggiornamento, e una serie di workflow capaci di garantire la flessibilità e il distanziamento sociale, come ad esempio la gestione delle postazioni di lavoro disponibili.

 

Forte della sua stretta collaborazione con oltre 220 organizzazioni in tutto il mondo per l'implementazione di TEOS, Sony si trova in una posizione privilegiata per mettere a frutto la potenza di questa tecnologia. TEOS 2.2 rappresenta una tappa decisiva nella possibilità per le organizzazioni di gestire il proprio ufficio e creare workspace su misura, altamente smart, automatizzati e ottimizzati, pronti per il futuro" ha commentato Thomas Issa, Corporate & Education Solutions Manager di Sony Professional Solutions Europe.

 

"La soluzione TEOS di Sony risponde perfettamente alla nostra esigenza di una singola piattaforma per gestire tutti i contenuti. In media, oggi risparmiamo 45 minuti al giorno per l'aggiornamento dei contenuti e questo ci permette di concentrarci sulle attività che creano valore aggiunto per i nostri clienti," ha commentato Laurent Delattre, Marketing & Events Director di Capgemini.

 

È possibile acquistare TEOS 2.2 contattando Sony tramite il sito Web all'indirizzo pro.sony/TEOS. Si verrà reindirizzati a uno dei Solutions Partners di Sony.

 

Le soluzioni TEOS ottimizzano i dispositivi connessi negli ambienti di lavoro e di apprendimento, consentendo alle organizzazioni di risparmiare tempo, denaro ed energia senza sacrificare la flessibilità e la scalabilità necessarie per soddisfare le mutevoli esigenze aziendali. Sin dal lancio avvenuto nel 2017, Sony TEOS ha svolto un ruolo fondamentale nella trasformazione digitale di oltre 220 organizzazioni in 28 paesi, tra cui Coca-Cola, Siemens e Capgemini. Con i nuovi sensori, tablet professionali, proiettori corporate e display professionali BRAVIA, Sony offre il portafoglio di soluzioni più completo ed esaustivo per la gestione del workspace del mercato corporate ed education.

*I software TEOS sono sviluppati da Blue and Red B.V.

Informazioni su Sony Corporation

Sony Corporation è un’azienda dedicata all’intrattenimento creativo con una solida base tecnologica. Dal gioco ai servizi di rete passando per la musica, le immagini, l'elettronica, i semiconduttori e i servizi finanziari, l'obiettivo di Sony è veicolare emozioni grazie alla potenza di creatività e tecnologia.

Maggiori informazioni sono disponibili all'indirizzo: http://www.sony.net/

 

Informazioni su Sony Professional Solutions

Sony Professional Solutions è parte di Sony Corporation ed è nata per aiutare i professionisti a vivere a fondo la propria visione, liberando l'incredibile potenza delle immagini. Forte di una combinazione vincente di tecnologia innovativa ed esperienza nel settore, Sony collabora con le società operanti in una vasta gamma di mercati, tra cui media e broadcast, sport, healthcare, corporate, education e teatro, per fornire soluzioni di punta e rivoluzionarie per i clienti. Grazie a oltre 40 anni di esperienza e a una rete fidata di partner tecnologici affermati, l'ampia gamma di conoscenze, prodotti e servizi di Sony offre valore alle aziende e fornisce informazioni, formazione e ispirazione ai loro clienti.

Maggiori informazioni sono disponibili all'indirizzo http://pro.sony.eu

 

Per ulteriori informazioni:

Ufficio stampa di Sony Professional Solutions Europe: press.europe@sony.com

]]>