Comunicati.net - Comunicati pubblicati - LP Press Comunicati.net - Comunicati pubblicati - LP Press Fri, 05 Mar 2021 21:43:47 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/14032/1 CS nasce il #pepesandwich, il panino con il peperone al posto del pane Thu, 25 Feb 2021 10:21:52 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/691655.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/691655.html LP Press LP Press

s‍e non vedi bene questa email Clicca qui per vederla online  




COMUNICATO STAMPA del 24 febbraio 2021

Nasce il #pepesandwich, il panino di Carmagnola con il peperone al posto del pane, #lowcarb, #lowcal e #glutenfree

 

Febbraio 2021

www.instagram.com/fierapeperone

www.facebook.com/fiera.peperone

 

L’organizzazione della Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola ha lanciato sui social network il #pepesandwich, una nuova idea per la realizzazione di panini e sandwiches con l’utilizzo del peperone al posto del pane.

Croccante, buono, facile da preparare e più salutare di un classico panino, viste le numerose proprietà nutraceutiche del peperone, gluten free e con basso apporto di carboidrati e calorie.

Ognuno può decidere di farcirlo a piacere e mangiarlo dove desidera, anche per strada…

 

 
La Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola ha recentemente lanciato sui social network una nuova idea culinaria: il #pepesandwich, il peperone-panino realizzato sostituendo il pane con il peperone.

Un “panino” salutare e facile da preparare, gluten free e con un minor apporto di carboidrati, calorie e sale.

Due fette di peperone sono resistenti, adatte a sostituire il pane e danno al sandwich una bella croccantezza.

Ognuno può decidere di farcirlo a proprio piacimento e mangiarlo quando e dove desidera, anche per strada.

 

Sull’account www.instagram.com/fierapeperone e sulla pagina www.facebook.com/fiera.peperone sono stati pubblicati dei post con fotografie di deliziosi peperoni-panini. L’organizzazione della Fiera si augura che l’idea possa piacere e che numerose persone provino a prepararseli, magari postandone le foto con l’hashtag #pepesandwich per creare occasioni di condivisione con tutti gli interessati a nuove e gustose ricette di questo “nuovo” panino.

 

Una buona idea per chi cerca di perdere peso e di aggiungere ingredienti più sani alla propria alimentazione.

Una buona idea anche per le persone intolleranti al glutine, che spesso hanno difficoltà a trovare un pane gluten free che non abbia ingredienti elaborati, che non costi troppo e che abbia un buon sapore.

Un’ottima idea anche per vegani, vegetariani e per chi segue la dieta chetogenica punta alla drastica riduzione dei carboidrati.

 

È necessario utilizzarle peperoni crudi o solo leggermente grigliati se non si vogliono perdere le loro numerose proprietà nutrizionali e nutraceutiche, tra le quali:

- sono ricchissimi di vitamina A e soprattutto di vitamina C, tanto che un solo peperone è abbastanza a garantirne il fabbisogno giornaliero, con conseguente capacità di aumentare la resistenza alle infezioni, di irrobustire i muscoli e combattere i radicali liberi grazie alle proprietà antiossidanti, oltre a ritardare l’invecchiamento e combattere le malattie cardiache;

- grazie al contenuto di vitamina B6 e di magnesio, migliorano l’assorbimento del ferro, aiutando anche a combattere i sintomi della sindrome premestruale;

- uno studio li ha indicati utili nella riduzione del rischio di contrarre alcune forme di tumore, ad esempio quella al cervello, causata probabilmente dalle nitrosammine che il peperone inibisce;

- uno studio ha dimostrato che la loro sostanza luteolina è utile a rallentare l’invecchiamento delle cellule del cervello e a migliorare la memoria;

- hanno un’alta capacità di reintegrare l'acqua, essendone composti al 92%, e sali minerali quali fosforo, magnesio, ferro, calcio e potassio. Sono quindi ottimi diuretici e ottimi per combattere la ritenzione idrica e aiutare a purificare il corpo dalle scorie;

- contengono la capsaicina, molto più ricca nei peperoncini, con proprietà antibatteriche, antidiabetiche, analgesiche e antitumorali;

- uno studio pubblicato sul Journal of Food Science ha rilevato che, per il loro contenuto di beta-carotene, capsantina, quercetina e luteolina, prevengono il colesterolo cattivo;

- hanno solo 20 calorie ogni 100 grammi e pochissimo grasso;

- il loro alto contenuto di fibre aiuta a produrre sazietà, mentre combatte la stitichezza;

- fanno bene alle donne in gravidanza e alla crescita dei bambini grazie al loro contenuto di acido folico

 

 

Carmagnola è una città molto bella e ricca di storia, divenuta nota anche per la coltivazione del peperone, raccolto manualmente rispettando il severo disciplinare di produzione del Consorzio dei Produttori e apprezzato per caratteristiche uniche di qualità e genuinità delle sue cinque tipologie riconosciute: il Quadrato, il Quadrato Allungato, il Trottola, il Tumaticot e il Corno di Bue (il lung), quest’ultimo incluso tra i presidi Slow Food e tra i prodotti del Paniere della Provincia di Torino.

 

Dal secondo dopoguerra ha avuto inizio il lavoro di promozione del Peperone che è divenuto un vero e proprio marchio del territorio. Risale al 1949 la prima mostra dedicata al peperone, all’interno della tradizionale Fiera Autunnale, che nel 1959 assunse il nome di “Sagra del Peperone” e dall’anno 2010 si fregia del riconoscimento di “Manifestazione Fieristica di Livello Nazionale”.

Il grande lavoro svolto dall’amministrazione comunale ha fatto crescere esponenzialmente la Sagra in termini di dimensioni e qualità, trasformandola nella più grande manifestazione italiana dedicata ad un prodotto agricolo e in un vero e proprio festival che negli ultimi anni ha proposto eventi gastronomici, culturali, artistici ed esperienze creative e coinvolgenti per tutte le età.

Dal 2017 è stata rinominata “Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola” e dal 2014 al 2018 sono state condotte qualificate ricerche universitarie sui suoi effetti economici, sociologici e turistici che hanno stimato un impatto economico sul territorio di più di 25 milioni di euro sui cinque anni di rilevazione.

 

Dal 28 agosto al 6 settembre 2020, il protrarsi dell’emergenza e delle disposizioni anti Covid-19 hanno impedito alla 71^ edizione della Fiera di svolgersi sulla base dei consolidati format degli ultimi anni.

 

È stata un’edizione “Speciale e Diffusa”, si è svolta in parte sotto forma digitale e in parte “in presenza” ed ha ottenuto tantissimi apprezzamenti da parte di addetti ai lavori, dei cittadini e dei visitatori per l’organizzazione responsabile e per le iniziative proposte, molte delle quali indirizzate alla valorizzazione del territorio della provincia di Torino e dei suoi prodotti.


ORGANIZZAZIONE DELLE FIERA NAZIONALE DEL PEPERONE:

Ufficio Manifestazioni del Comune - Tel. 011.9724222/270 �“ cell. 3343040338

 

UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433 

Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

 



FOTOGRAFIE
Per scaricare le seguenti immagini cliccare sopra l'anteprima

 

‍-

La presente e-mail è inviata in copia nascosta. Abbiamo reperito il suo indirizzo tramite il nostro lavoro di ufficio stampa. Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni la preghiamo di cliccare in basso su UNSUBSCRIBE. Chiediamo scusa per l’eventuale disturbo.


UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433
Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

Statistics image ]]>
CS Segnali d'allarme in Valle di Susa - Il teatro virtuale di Elio Germano da guardare a casa Mon, 15 Feb 2021 10:32:04 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/689320.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/689320.html LP Press LP Press

s‍e non vedi bene questa email Clicca qui per vederla online  



COMUNICATO STAMPA
15 febbraio 2021


Arriva in Valle di Susa “Segnale d’allarme �“ La mia battaglia VR”, il teatro virtuale di Elio Germano da guardare a casa con degli speciali visori

 

Venerdì 26 febbraio 2021
Ritiro visori preso la libreria “La città del sole” - Via Walter Fontan4, Bussoleno (TO)

Info su biglietteria, prenotazioni, ritiro e orari al fondo del comunicato

 

Da un’idea di Elio Germano e Omar Rashid e a cura di Piemonte dal Vivo, l’innovativo spettacolo in smart watching viene proposto in Valle di Susa in collaborazione con il Valsusa Filmfest e la libreria “La città del sole” di Bussoleno.

Mentre i teatri sono chiusi, Elio Germano con uno dei primi esperimenti mondiali di teatro in realtà virtuale arriva direttamente nelle case degli spettatori: occhiali immersivi e cuffie, per una visione a 360 gradi dello spettacolo direttamente da casa.

È possibile ritirare i visori con lo spettacolo di Elio Germano presso la libreria Città del sole di Bussoleno venerdì 26 febbraio

 

------------------------------------------------------------------------------------

 

Venerdì 26 febbraio, grazie alle competenze messe in campo da Piemonte dal Vivo e alla collaborazione con il Valsusa FilmFest e la libreria La città del sole di Bussoleno, i cittadini della Valle di Susa possono assistere, nel momento in cui le sale teatrali sono chiuse, ad un’opera di elevato profilo culturale direttamente da casa tramite degli speciali visori.

Un progetto diffuso in tutto il Piemonte nel momento in cui la pandemia in corso obbliga le persone al distanziamento, una sfida per la Fondazione Piemonte dal Vivo, quella di assolvere al suo ruolo di cerniera tra artisti e pubblico, rendendo possibili le condizioni per la celebrazione del rito teatrale pur nel contesto complesso in cui ci troviamo.  

 

Il progetto speciale Segnale d’allarme - Smart Watching è la trasposizione in un film in realtà virtuale de La mia battaglia, testo scritto da Elio Germano e Chiara Lagani.

Interpretato dallo stesso Germano, che ne ha curato la regia insieme a Omar Rashid, è al contempo teatro, cinema ed esperienza in realtà virtuale.

Una serata unica direttamente dal proprio salotto, con uno spettacolo disturbante, pensato per scuotere le coscienze e per tenere alta la tensione come se si fosse seduti in prima fila ma direttamente dal proprio appartamento. Con la visione a 360° e le cuffie, lo spettatore ha la sensazione di trovarsi in teatro, di essere in compagnia di altri spettatori, sentendo l’energia della sala teatrale e cercando lo sguardo di chi gli è seduto accanto, perfino i gesti. Grazie alla realtà virtuale si avrà la sensazione di essere davvero seduti a teatro per assistere allo spettacolo di Elio Germano.

Il ritiro e la consegna dei visori, sanificati con raggi ultravioletti, avvengono in massima sicurezza e secondo tutti i protocolli di sanificazione. Dopo l’uso, i visori devono essere riconsegnati e, previa adeguata sanificazione, saranno pronti per raggiungere le case di altri spettatori.

 

Il progetto è partito da Torino per poi diffondersi nelle settimane successive in diversi comuni del Piemonte, nell’ambito del nuovo progetto digitale onLive, immaginato dalla Fondazione Piemonte dal Vivo per provare ad abbattere il confine fra onsite e online, superando il distanziamento imposto dallo schermo del computer e per continuare a programmare in questo periodo difficile (www.piemontedalvivo.it/onlive).

 

QUAL È L’ALLARME?

L’allarme è questo nostro tempo, il diffondersi del pensiero assolutista fomentato da un’informazione deformata di cui la nostra società è vittima. Le nuove tecnologie che hanno cambiato la comunicazione, se da un lato si propongono come democratiche, dall’altro facilitano la manipolazione del pubblico. È in questo contesto che Elio Germano utilizza e allo stesso tempo critica la modernità del linguaggio che ha scelto.  “Uno spettacolo provocatorio che ci mette in discussione come pubblico - racconta Germano-, Cosa stiamo vedendo? A cosa applaudiamo? Chi è il personaggio che abbiamo di fronte? Dove ci sta portando? Un esercizio di manipolazione dagli esiti imprevedibili - e prosegue aggiungendo-, per la prima volta il teatro si fa virtuale: indossato il visore e le cuffie, verrete catapultati in quella sala e sarà come essere lì”.

Usando le potenzialità della Virtual Reality viene messo in scena un esperimento nel quale Germano ipnotizza i suoi spettatori, quasi li manipola, con lo scopo di trasmettere quel segnale d’allarme da cui prende il nome lo spettacolo VR stesso.

 

IL SENSO DI QUESTO ESPERIMENTO PER IL VALSUSA FILMFEST

Andrea Galli, presidente dell’associazione Valsusa Filmfest, dichiara quanto segue: “Quest’anno il nostro festival celebrerà i suoi 25 anni, ed anche se non sappiamo ancora quando ci saranno le condizioni per svolgerlo, sappiamo che non vogliamo farlo in versione on line. E proprio mentre i teatri e i cinema sono ancora chiusi vogliamo segnalare anche noi i rischi e l’allarme dell’andare verso una progressiva virtualizzazione e digitalizzazione della cultura accettandola come normalità ed allontanando la possibilità di incontri in presenza e della bellezza della vicinanza. “Ospitare” così Elio Germano, ci sembra anche un bel modo per rendere omaggio ad uno dei più grandi attori italiani, oltre che per la sua vicinanza e amicizia con la Valle di Susa e il movimento No Tav”.  

 

I CREDITI DELLO SPETTACOLO

Titolo: SEGNALE D’ALLARME - LA MIA BATTAGLIA VR

Regia di Elio Germano e Omar Rashid, produzione Gold e Infinito. Tratto dallo spettacolo teatrale La mia battaglia, diretto e interpretato da Elio Germano, scritto da Elio Germano e Chiara Lagani


BIGLIETTERIA, PRENOTAZIONI, RITIRO E CONSEGNA DEI VISORI

Il noleggio del visore con spettacolo ha un costo di 10 euro ed è necessario avere con sé copia di un documento di riconoscimento.

Per prenotarlo è necessario scrivere a segreteriavalsusafilmfest@gmail.com

Il ritiro e la consegna avvengono presso la libreria La città del sole - Via Walter Fontan4, Bussoleno �“ con i seguenti orari: venerdì e sabato 9:00 �“ 12:30 / 16:00 �“ 19:00. Per ulteriori info T. 335 5316492

il visore va riconsegnato in modo tassativo entro il giorno successivo presso la libreria.



FOTO E VIDEO PER LA STAMPA

LINK FOTO SEGNALE D’ALLARME-ELIO GERMANO | VIDEO TRAILER

 

Ufficio stampa Piemonte dal Vivo

Mariateresa Forcelli �“ forcelli@piemontedalvivo.it �“ tel. 3492194115

Alessandra Valsecchi �“ valsecchi@piemontedalvivo.it �“ tel. 3403405184

 

Ufficio stampa Valsusa Filmfest

Luigi Piga - luigipiga@lp-press.com �“ tel. 3480420650  ‍



FOTOGRAFIE
Per scaricare le seguenti immagini cliccare sopra l'anteprima

‍Elio Germano

‍I visori

 

‍Elio Germano e Omar Rashid

‍-

‍Elio Germano

La presente e-mail è inviata in copia nascosta. Abbiamo reperito il suo indirizzo tramite il nostro lavoro di ufficio stampa. Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni la preghiamo di cliccare in basso su UNSUBSCRIBE. Chiediamo scusa per l’eventuale disturbo.


UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433
Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

Statistics image ]]>
CS Donne Forti per il 25° Valsusa Filmfest Fri, 12 Feb 2021 14:45:39 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/689182.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/689182.html LP Press LP Press

s‍e non vedi bene questa email Clicca qui per vederla online  



COMUNICATO STAMPA
12 febbraio 2021


“Donne forti” per il 25° Valsusa Filmfest

Raccolta di fotografie per ricordare Agitu Ideo Gudeta e continuare a sostenere le donne allevatrici e il loro fondamentale lavoro, attraverso la pubblicazione di un libro e l’allestimento di una mostra fotografica a Bardonecchia (TO)

 

Termine raccolta: 30 aprile 2021

Ipotesi programmazione mostra fotografica: tra fine giugno e inizio luglio 2021

 

Le fotografie devono essere inviate all’indirizzo segreteria@valsusafilmfest.it specificando il luogo dello scatto fotografico  |  www.valsusafilmfest.it

 

 

Nel mese di gennaio, il Valsusa Filmfest aveva rilanciato l’iniziativa della scrittrice, pastora e allevatrice Marzia Verona che, stimolata dall'amica e allevatrice di capre Marta Fossati, aveva proposto per ricordare Agitu Ideo Gudeta, l’allevatrice uccisa da un suo collaboratore in Trentino.

L’iniziativa consisteva nella pubblicazione sui social nel giorno dell’Epifania - quando i social sono invasi da messaggi, video e immagini che celebrano la “donna-befana” �“ di foto di donne allevatrici, agricoltrici, veterinarie, pastore salariate, donne che fanno parte a vario titolo del mondo agricolo/zootecnico.

La risposta a questo evento è stata molto partecipata e molte donne hanno pubblicato sui social networks  immagini del loro lavoro.

 

Nel mese di febbraio, il Valsusa Filmfest ha deciso di lanciare la nuova iniziativa “Donne forti”: una raccolta di fotografie per ricordare Agitu e continuare a sostenere le donne allevatrici e il loro fondamentale lavoro, attraverso la pubblicazione di un libro e l’allestimento di una mostra fotografica a Bardonecchia (TO) per la 25° edizione del Festival.

È stato pubblicato un  post sulla sua pagina www.facebook.com/valsusa.filmfest che sta ottenendo eccezionali risultati in termini di persone raggiunte, condivisioni e interazioni.

 

Agitu, era una donna etiope, una rifugiata, una persona che con forza realizzava i suoi sogni e costruiva la propria vita rendendo più bella, armoniosa e ricca anche la comunità nella quale viveva. Una donna e una persona libera e coraggiosa, che con i suoi progetti e il suo lavoro ha mostrato che stereotipi ed etichette, pregiudizi e stigma non possono soffocare la forza e la passione.

 

Le fotografie devono essere inviate all’indirizzo segreteria@valsusafilmfest.it entro e non oltre il 30 aprile 2021, specificando il luogo dello scatto fotografico e allegando una liberatoria che contenga questa frase: “La sottoscritta < nome cognome > autorizza all’utilizzo della/e fotografia/e allegate per la pubblicazione in un libro sulla storia delle donne in agricoltura, o mostra fotografica, in ricordo di Agitu”.

 

Il Valsusa Filmfest è un festival che dal 1997, nel mese di aprile, anima la Valle di Susa su tre temi principali: il cinema, la memoria storica e l’ambiente. Un festival poliartistico e itinerante che in numerosi comuni della Valle ha proposto in ogni edizione concorsi cinematografici, proiezioni fuori concorso e numerosi eventi a cavallo tra letteratura, cinema, musica, teatro, arte e impegno civile, coinvolgendo scuole, associazioni, cooperative e tante singole persone grazie al suo profondo radicamento nel territorio. L’obiettivo principale del festival è sempre stato quello di promuovere cultura dando ampio spazio alle nuove generazioni e a eventi in grado di far riflettere e cogliere i cambiamenti sociali, culturali e politici della contemporaneità.

La 24^ edizione del 2020 si è svolta in diversi momenti del periodo estivo e autunnale in seguito al rinvio causato dall’emergenza sanitaria. Nel 2021 il festival celebrerà i suoi 25 anni e al momento non è dato sapere quando e in quali modalità di svolgerà.

  ‍



FOTOGRAFIE
Per scaricare le seguenti immagini cliccare sopra l'anteprima

 

‍-

La presente e-mail è inviata in copia nascosta. Abbiamo reperito il suo indirizzo tramite il nostro lavoro di ufficio stampa. Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni la preghiamo di cliccare in basso su UNSUBSCRIBE. Chiediamo scusa per l’eventuale disturbo.


UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433
Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

Statistics image ]]>
CS Ospedale Carmagnola donazioni dalla Fondazione di Comunità e dal Comune Mon, 25 Jan 2021 10:46:14 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/685211.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/685211.html LP Press LP Press

s‍e non vedi bene questa email Clicca qui per vederla online  



COMUNICATO STAMPA
del 20 gennaio 2021


Cos'è stato donato all'Ospedale San Lorenzo grazie alla raccolta fondi organizzata dalla Fondazione di Comunità di Carmagnola in Sinergia con il Comune di Carmagnola?

 

Grazie al contributo della comunità sono stati raccolti 48.787,00 € con cui in questi mesi sono state acquistate apparecchiature, dispositivi di protezione individuale e disinfettanti per l’ospedale e la comunità.

 

La Fondazione di Comunità di Carmagnola, progetto della Fondazione Opera Pia Cavalli, ha attivato e coordinato nei primi mesi del 2020, insieme al Comune di Carmagnola, una campagna di raccolta fondi in favore dell’Ospedale San Lorenzo per l’acquisto di apparecchiature e dispositivi di protezione individuale. Gli ultimi dispositivi sono stati consegnati all’Ospedale San Lorenzo nei giorni scorsi.

 

“L’emergenza sanitaria ha coinvolto tutti e noi, insieme al Comune di Carmagnola, ci siamo prontamente attivati per organizzare una raccolta fondi per supportare l’ospedale e gli operatori sanitari in prima linea. Ci teniamo a ringraziare la comunità per aver partecipato alla campagna e per la fiducia che ci ha dimostrato in quest’anno, così difficile”. Queste le parole di Carlo Boasso, presidente della Fondazione di Comunità di Carmagnola.

 

La Fondazione di Comunità di Carmagnola ha collaborato con il Comune di Carmagnola al coordinamento della raccolta fondi per l’Ospedale San Lorenzo, che ha permesso di raccogliere in totale 48.787,00 euro. Con tali donazioni, pervenute da privati cittadini ma anche da aziende del territorio, è stato possibile acquistare:

·         20 Caschi respiratori CPAP;

·         350 flaconi di disinfettanti e igienizzanti;

·         2 apparecchiature per il lavaggio e la disinfezione (nello specifico un lavaferri e un lavazoccoli);

·         2 umidificatori per respiratori.

 

La Fondazione di Comunità di Carmagnola ha inoltre acquistato dalla Croce Rossa Italiana �“ Comitato di Carmagnola 450 mascherine FFp3, successivamente donate alle case di riposo presenti sul territorio, così da consentire agli operatori sanitari di lavorare in sicurezza.

 

Si ricorda infine che le donazioni a favore della Fondazione di Comunità �“ Opera Pia Cavalli sono deducibili fiscalmente. Per chi avesse già donato e volesse la ricevuta, è necessario inviare una mail con i propri dati all’indirizzo mail operapiacavallionlus@gmail.com.

 

La Fondazione di Comunità di Carmagnola, nata sulla linea delle attività sociali previste dalla Fondazione Opera Pia Cavalli Onlus con autonomia operativa e capacità progettuali proprie, si impegna a favorire lo sviluppo sul territorio della filantropia e della cultura della donazione, attivando la raccolta delle risorse disponibili nella comunità locale e provvedendo alla loro destinazione a finalità di solidarietà sociale.

 

Ufficio Stampa Lp Press

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433

Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com 




FOTOGRAFIE
Per scaricare le seguenti immagini cliccare sopra l'anteprima

‍Assessore Alessandro Cammarata - Dott.a Silvia Testa - Sindaco Ivana Gaveglio

‍-

‍Umidificatore per respiratore

 

Abbiamo reperito il suo indirizzo tramite il nostro lavoro di ufficio stampa. Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni la preghiamo di cliccare in basso su UNSUBSCRIBE. Chiediamo scusa per l’eventuale disturbo.

UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433
Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

Statistics image ]]>
CS Petizione NO rifiuti radioattivi a Carmagnola Wed, 13 Jan 2021 11:45:03 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/683429.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/683429.html LP Press LP Press

s‍e non vedi bene questa email Clicca qui per vederla online  



COMUNICATO STAMPA
del 13 gennaio 2021


 IL COMITATO CIVICO “NO AL DEPOSITO DI RIFIUTI RADIOATTIVI A CARMAGNOLA” LANCIA UNA PETIZIONE ONLINE

Petizione in https://www.change.org/noscoriecarmagnola

 

Il 30 dicembre 2020 il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero dell'Ambiente hanno rilasciato il nulla osta alla desecretazione e alla pubblicazione della Carta Nazionale delle aree potenzialmente idonee ad ospitare il deposito nazionale di smaltimento dei rifiuti radioattivi.

 

La Città di Carmagnola è venuta a conoscenza dagli organi di stampa di essere stata inclusa nell’elenco dei 67 siti potenzialmente idonei ad ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi.

Il territorio non è stato in alcun modo coinvolto o interpellato rispetto a questa opera e la comunicazione improvvisa dell’inserimento in questo elenco ha generato nei cittadini residenti in tali aree una forte preoccupazione e confusione.

 

Si è immediatamente creato il Comitato Civico “NO AL DEPOSITO DI RIFIUTI RADIOATTIVI A CARMAGNOLA”, con portavoce il Sindaco Ivana Gaveglio, che lancia una petizione online sulla piattaforma Change.org a questo indirizzo: http://chng.it/mfLMKBbPr9

 

Raggiungendo un elevato numero di firme, la petizione verrà inviata alla Società SO.G.I.N. S.p.A., al Ministero dello Sviluppo Economico e al Ministero dell’Ambiente con la richiesta di eliminare il sito di Carmagnola dal documento di proposta di Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee ad ospitare il deposito.

 


MOTIVAZIONI DEL COMITATO CIVICO RIPORTATE NELLA PETIZIONE:

 

Diciamo NO alla localizzazione del deposito nazionale delle scorie nucleari a Carmagnola perché:

non vogliamo perdere pregiati terreni agricoli (classe I), coltivati da generazioni;

- la nostra identità territoriale si fonda sui grandi prodotti di qualità della nostra agricoltura, dal peperone di Carmagnola al porro lungo e dolce di Carmagnola, dalla tinca gobba dorata del Pianalto di Poirino D.O.P. all’asparago di Santena; come certificato anche dall’avviamento del Distretto del Cibo della Zona Omogenea 11 della Città Metropolitana di Torino;

- Carmagnola fa parte del sito Riserva di Biosfera MAB Unesco CollinaPo, riconoscimento che ha individuato il nostro territorio e quello di oltre 80 altri comuni lungo il percorso del Po come meritevole di protezione per le peculiari caratteristiche ambientali e culturali;

- il territorio di Carmagnola comprende un bosco di ontani neri, bianchi e salice bianco, classificati come Habitat Prioritario, e specie faunistiche come il Pelobate Fosco che rientrano nelle liste rosse delle specie da proteggere redatte dal Ministero dell’Ambiente e dall’IUCM;

- nell’area in cui è ipotizzato l’insediamento del deposito, vi sono falde acquifere superficiali e risorgive che lo rendono non idoneo ad ospitare il sito di stoccaggio dal punto di vista idrogeologico e per il rischio di inquinamento delle acque;

- l’area del sito è vicina ai centri abitati e soprattutto ad alcune cascine storiche, nonché al complesso dell’Abbazia di Casanova, risalente all’anno 1100 e tutelata dalla Soprintendenza.

- negli ultimi anni è emersa sempre più la consapevolezza sul valore del cibo e sull’importanza della sua qualità e sicurezza che vanno difese e valorizzate per difendere la sovranità alimentare, e si è contemporaneamente registrato un ritorno dei giovani alla campagna che investono in imprese agricole di qualità, con produzioni biologiche, tipiche e innovative.

 

Per tutti questi motivi riteniamo che il sito di Carmagnola NON SIA IDONEO ad ospitare il deposito nazionale per lo smaltimento dei rifiuti radioattivi di bassa e media attività.

 


FOTOGRAFIE
Per scaricare le seguenti immagini cliccare sopra l'anteprima

 

‍Vista dall'alto con indicazioni boschi di ontani

‍-

‍Terreno - Falde acquifere

 

‍Terreno - Falde acquifere

 

‍Raccolta firme in piazza

UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433
Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

Statistics image ]]>
CS Carmagnola dice no alle scorie radioattive Tue, 05 Jan 2021 14:45:41 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/682000.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/682000.html LP Press LP Press

s‍e non vedi bene questa email Clicca qui per vederla online  



COMUNICATO STAMPA
del 5 gennaio 2021


Comunicato del Sindaco in merito all'individuazione del Comune di Carmagnola fra i siti proposti dal Governo per il deposito di scorie radioattive‍

 

5 gennaio 2021


Apprendiamo oggi dagli organi di stampa che Carmagnola è stata inserita, con autorizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell’Ambiente, tra le proposte di siti per deposito di scorie radioattive.


Comunichiamo che la città di Carmagnola non è stata informata preventivamente e che l’avviso pubblicato indica una proposta di Carta Nazionale di 67 aree potenzialmente idonee sulla base di valutazioni che non condividiamo assolutamente.


Oggi pomeriggio è previsto un tavolo di confronto con la Città Metropolitana per la definizione di una strategia che blocchi questa assurda situazione.


Siamo determinati a dimostrare la NON IDONEITA’ dell’area individuata e a proteggere il territorio carmagnolese ed i suoi abitanti e facciamo appello a tutte le forze politiche, alle associazioni di categoria e a tutti i Cittadini di affiancarci in questa battaglia.


Il Sindaco

 

Ivana Gaveglio



FOTOGRAFIE
Per scaricare le seguenti immagini cliccare sopra l'anteprima

 

‍-

UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433
Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

Statistics image ]]>
CS Carmagnola dona al progetto NormalMente per le persone con disabilità Thu, 03 Dec 2020 12:04:22 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/676102.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/676102.html LP Press LP Press

s‍e non vedi bene questa email Clicca qui per vederla online  



COMUNICATO STAMPA
3 dicembre 2020


Il Comune di Carmagnola dona 5.000 Euro a NormalMENTE, progetto di volontariato rivolto a persone con disabilità e alle loro famiglie promosso dalla Fondazione di Comunità di Carmagnola

 

Crowdfunding per sostenere il progetto in http://sostieni.link/26427 

 

LA NOTIZIA IN BREVE

 

Nella Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità il Comune di Carmagnola annuncia di aver deliberato un sostegno economico di 5.000 euro per NormalMENTE, il progetto, sostenuto dalla Fondazione di Comunità di Carmagnola e patrocinato dal Comune, nato durante il lockdown con lo scopo di proporre attività ludico-ricreative e formative online alle persone con disabilità e alle loro famiglie.

 

La donazione del Comune va ad accrescere la cifra raccolta con il crowdfunding online lanciato a inizio novembre, con il quale sono stati raccolti circa 7.000 Euro da 69 donatori e grazie al quale si potranno ampliare e migliorare gli obiettivi del progetto.

 

L’iniziativa viene promossa dalla Fondazione di Comunità di Carmagnola, con il patrocinio, la collaborazione e il contributo del Comune di Carmagnola, in collaborazione con i volontari della Consulta Giovanile che lo hanno ideato, con la Cooperativa Sociale Solidarietà Sei ONLUS e con la residenza assistenziale Casa Roberta.

 

Fotografie scaricabili al fondo dell'email


Selezionato dalla Fondazione di Comunità di Carmagnola a seguito di una call for interest che ha coinvolto numerosi enti sul territorio, il progetto NormalMENTE è stato ideato dai giovani volontari della Consulta Giovanile Carmagnolese per supportare le persone con disabilità e le loro famiglie durante il lockdown, con l’obiettivo di organizzare attività ludico-ricreative e formative online e di minimizzare gli effetti dell’isolamento causato dall’emergenza sanitaria.

Le attività variano dal TG facile agli incontri di condivisione, dalle lezioni di cucina ai corsi di ginnastica, dalla scuola di musica ai massaggi fai da te e al giardinaggio; contenuti pensati con particolare attenzione alle persone diversamente abili e fruibili a tutti tramite piattaforme streaming.

 

NormalMENTE offre ai ragazzi con disabilità un’alternativa ai centri diurni, agli incontri di psicomotricità e ai laboratori che frequentavano prima della pandemia, molti dei quali hanno dovuto sospendere le attività.

Il progetto coinvolge 50 ragazzi e 18 volontari per un periodo di sei mesi con oltre 150 ore di attività, è stato avviato dalla Fondazione di Comunità di Carmagnola, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Carmagnola e in collaborazione con la Cooperativa Sociale Solidarietà Sei ONLUS, con la residenza assistenziale Casa Roberta e con la Consulta Giovanile di Carmagnola.

 

Il Comune di Carmagnola ha messo a disposizione il proprio supporto a livello comunicativo e organizzativo e, in occasione della nella Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, annuncia di aver deliberato anche un sostegno economico diretto per un ammontare di 5.000 Euro.

L’importo deriva da una parte del 5x1000 che i cittadini hanno destinato alla Città e va a sommarsi ai 7.000 euro raccolti con la campagna di crowdfunding avviata a inizio novembre e reperibile a questo link http://sostieni.link/26427

 

Queste le dichiarazioni di Vincenzo Inglese, vicesindaco e assessore alle politiche sociali del Comune di Carmagnola: "Ci siamo resi conto di quanto fosse lodevole questa iniziativa alla prima lettura del progetto, l’abbiamo trovata particolarmente significativa anche perché nata dai giovanissimi ragazzi della Consulta Giovanile ed abbiamo deciso immediatamente di darle il nostro sostegno. Viste le efficaci sinergie che si sono create nel gruppo di lavoro e all’ottimo operato della Fondazione di Comunità di Carmagnola nella campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi, abbiamo deciso di devolvere al progetto anche una parte del 5x1000 che i cittadini hanno destinato alla Città, convinti del grande valore sociale ed umano che mette in campo, molto importante in questo difficile periodo. Diamo un importante contributo economico ma chiediamo ai carmagnolesi di continuare a fare donazioni online affinchè il progetto possa continuare a crescere e ad aumentare il numero di persone coinvolte".

 

Il crowdfunding sarà attivo sino al 18 dicembre 2020 e l’importo raccolto consentirà a un maggior numero di persone di usufruire del servizio, di ampliare le attività volte alla preparazione e alla formazione di volontari e operatori, di acquistare Pc e abbonamenti streaming da donare alle strutture, di creare n sito internet e di creare nuove campagne di sensibilizzazione per il coinvolgimento di nuovi volontari e nuovi beneficiari.

 

Sostenere questo progetto significa aiutare in maniera concreta, diretta ed efficace le persone fragili, a partire dalla comunità di Carmagnola, offrendo loro attività su misura e gratuite, fornendo un sostegno prezioso alle strutture di accoglienza e alle famiglie che da sole non riuscirebbero a garantire questo tipo di vicinanza.

 

 

GLI ENTI COINVOLTI:

Il progetto NormalMENTE è promosso dalla Fondazione di Comunità di Carmagnola con il patrocinio, la collaborazione e il contributo del Comune di Carmagnola, in collaborazione con i volontari della Consulta Giovanile che lo hanno ideato, con la Cooperativa Sociale Solidarietà Sei ONLUS e con la residenza assistenziale Casa Roberta. Il progetto è stato avviato con il contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito delle linee guida per il sostegno alle Fondazioni di Comunità 2020, attraverso un percorso di accompagnamento al crowdfunding.

 

  • La Fondazione di Comunità di Carmagnola, capofila della campagna di crowdfunding, è nata nel 2015 come progetto dell’Opera Pia Cavalli, con il sostegno della Compagnia di San Paolo e su impulso dell’Amministrazione Comunale. Il suo scopo è quello di favorire lo sviluppo sul territorio della filantropia e della cultura della donazione, attivando la raccolta delle risorse disponibili nella comunità locale e provvedendo alla loro destinazione a finalità di solidarietà sociale.
  • La Cooperativa Sociale Solidarietà Sei ONLUS progetta e gestisce da quasi trent’anni interventi educativi e presidi socio-assistenziali a favore delle persone in condizioni di vulnerabilità, delle famiglie e, più in generale, della comunità. Offre accoglienza, sostegno e percorsi di reinserimento sociale per giovani e adulti con disabilità, madri in difficoltà, anziani, bambini e adolescenti a rischio di esclusione.
  • Casa Roberta è una struttura residenziale che ospita persone con disabilità. Il progetto, espressione di un bisogno sentito dal territorio, è stato realizzato grazie all’impegno costante di molte famiglie e di tante associazioni.
  • La Consulta Giovanile di Carmagnola, si propone di fornire una piattaforma di scambio e di comunicazione tra il mondo giovanile e il mondo politico locale, specie quello comunale. Oltre a essere un punto di riferimento in tal senso, si propone anche come struttura aggregativa che possa costituire un centro di idee e dibattiti, nonché di eventi culturali e ludici per i giovani carmagnolesi.

 

 

Il progetto nel web:

> www.fondazionecarmagnola.it

> www.facebook.com/ProgettoNormalMente

> www.instagram.com/progetto_normalmente

 

Per maggiori informazioni sul progetto:

fundraising@fondazionecarmagnola.it

serena.corongi@fondazionecarmagnola.it



FOTOGRAFIE
Per scaricare le seguenti immagini cliccare sopra l'anteprima
Siamo a disposizione per fornirvi altre fotografie e video

 

‍-

UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433
Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

Statistics image ]]>
CS Carmagnola stanzia 335.000 Euro in buoni spesa per i suoi cittadini da utilizzare negli esercizi della città Wed, 02 Dec 2020 14:50:16 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/675782.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/675782.html LP Press LP Press

s‍e non vedi bene questa email Clicca qui per vederla online  



COMUNICATO STAMPA
del 2 dicembre 2020


Il Comune di Carmagnola amplia le misure dell’iniziativa “Natale con i tuoi” a sostegno dei cittadini e del commercio locale, erogando un importo totale di 335.000 euro in buoni spesa da utilizzare esclusivamente negli esercizi commerciali della città

 

dicembre 2020 a Carmagnola (TO)

www.comune.carmagnola.to.it  

www.facebook.com/nataleconituoiacarmagnola

 

Negli ultimi anni il Comune di Carmagnola ha animato il periodo natalizio della città con “Tracce di Luce”, programma che proponeva luminarie, mostre, mercati, spettacoli ed eventi per tutte le fasce d’età.

Per il Natale di questo difficilissimo 2020, l’Amministrazione Comunale ha avviato il nuovo progetto “Natale con i tuoi”: Natale con i tuoi parenti, con i tuoi affetti, i tuoi commercianti, i tuoi artigiani, i tuoi ristoranti, le tue tradizioni e le tue luci di natale ma, soprattutto, con la solidarietà per le persone che ne hanno più bisogno.

 

Un’iniziativa importante che dona sostegni concreti ai cittadini e ai commercianti con l’erogazione di 335.000 Euro in buoni spesa da utilizzare esclusivamente negli esercizi commerciali della città.

Nello specifico, la Giunta ha deliberato lo stanziamento di tre diversi interventi: 150.000 Euro in Buoni da 10 Euro cadauno distribuiti dai commercianti aderenti al progetto, circa 170.000 Euro in buoni a sostegno della spesa alimentare per le famiglie più in difficoltà distribuiti con buoni cartacei o su Satispay e 15.000 Euro per buoni da 50 Euro da destinare ai diciottenni.

 

Per creare la solita magica atmosfera natalizia, il Comune sta inoltre predisponendo la trasmissione di musica in filodiffusione nella principale via del centro e un grande allestimento di luminarie e installazioni che finanzierà completamente, senza chiedere i consueti contributi economici ai commercianti.

 

L’Amministrazione Comunale sostiene e promuove anche “A Natale io compro locale”, iniziativa che prevede la distribuzione di voucher sconto del 10%, proposta da Il Carmagnolese in partnership con la Bcc di Casalgrasso e Sant’Albano Stura e con l’Ascom.

 

Informazioni complete nel sito istituzionale www.comune.carmagnola.to.it e nella pagina facebook www.facebook.com/nataleconituoiacarmagnola

 


TUTTI I DETTAGLI DELLE MISURE NEL COMUNICATO STAMPA COMPLETO CHE POTETE SCARICARE CLICCANDO QUI SOTTO 



FOTOGRAFIE
Per scaricare le seguenti immagini cliccare sopra l'anteprima

‍Piazza Sant'Agostino

 

‍Ivana Gaveglio - Sindaco di Carmagnola

‍-

UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433
Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

Statistics image ]]>
CS Circo e didattica online - La FLIC partecipa a un progetto europeo Thu, 26 Nov 2020 11:03:48 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/674507.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/674507.html LP Press LP Press

top.jpg

 

COMUNICATO STAMPA
del 26 novembre 2020  

La FLIC Scuola di Circo di Torino porta avanti e migliora l’uso di metodologie digitali nella formazione partecipando al progetto europeo COSMIC

 

Periodo di svolgimento del progetto: da settembre 2020 a dicembre 2022

Reale Società Ginnastica di Torino e FLIC Scuola di Circo

Via Magenta 11, Torino

www.realeginnastica.it  -  www.flicscuolacirco.it 

 


IN BREVE

Il centro di formazione torinese sul circo contemporaneo è l’unica realtà italiana del settore coinvolta in un progetto europeo che mira a migliorare la qualità dell'istruzione e della formazione circense attraverso il ricorso all’uso di strumenti digitali e a scambi di buone pratiche.

Il progetto coinvolge nove scuole professionali di sette diverse nazioni e la FLIC ospiterà un laboratorio del progetto nel mese di marzo 2021, se la situazione relativa al Covid lo consentirà.

Per la FLIC è un’ottima occasione per portare avanti e migliorare le metodologie e gli strumenti virtuali ampiamente utilizzati dall’avvio del primo lockdown ad oggi, con ottimi risultati nella formazione, nella creazione e nella divulgazione di contenuti artistici per il proprio pubblico.

 

Da inizio marzo a fine novembre i video pubblicati dalla FLIC su Facebook, Instagram, Youtube e Vimeo, con performance, spettacoli e tutorial di attività fisiche e circensi, hanno ottenuto un totale di 120.000 visualizzazioni.

‍Fotografie scaricabili al fondo dell'email

Nel mese di ottobre 2020 si è svolto il primo incontro fra i partner di COSMIC, nuovo progetto europeo finanziato dal programma Erasmus+ e guidato dalla FFEC �“ Federazione Francese delle Scuole di Circo, in collaborazione con la FEDEC �“ Federazione Europea delle Scuole di Circo Professionali e con il coinvolgimento di nove scuole di circo contemporaneo di sette diverse nazioni.

 

Il progetto mira a migliorare la qualità dell'istruzione e della formazione circense ricorrendo all’uso di strumenti digitali e a uno scambio di buone pratiche che consentiranno alle scuole partner di sviluppare nuove metodologie pedagogiche. Inoltre, una particolarità di questo progetto è la ricerca di una formazione trasversale che consenta l’acquisizione di nuove e utili competenze da parte di allievi, insegnanti e direttori.

 

Oltre alla FLIC Scuola di Circo di Torino, le altre 8 scuole professionali coinvolte sono la École supérieure des arts du cirque - ESAC (Belgio), il Centre Régional des Arts du Cirque de Lomme - CRAC (Francia), la École Nationale des Arts du Cirque de Rosny-sous-Bois - ENACR (Francia), la Codarts Circus Arts Rotterdam (Olanda), l’Instituto Nacional de Artes do Circo - INAC (Portogallo), la Escuela de Circo Carampa (Spagna), il Circomedia Centre for Contemporary Circus and Physical Theatre (Regno Unito) e il National Centre for Circus Arts - NCCA (Regno Unito).

 

Per la FLIC, la partecipazione a questo progetto è un’ottima occasione per fare rete e collaborare con importanti realtà europee del settore, ma soprattutto per migliorare le metodologie e gli strumenti virtuali ampiamente utilizzati dall’avvio del primo lockdown ad oggi, con ottimi risultati nella formazione, nella creazione e nella divulgazione di contenuti artistici per il proprio pubblico.

 

Il centro di formazione artistica torinese conferma anche con questo nuovo impegno la sua capacità di adattamento alle situazioni contingenti, la sua continua ispirazione nel coltivare i sogni dei propri allievi e nel cercare le migliori soluzioni possibili per fornire loro una formazione di alta qualità.

 

Al tempo del Coronavirus, la Reale Società Ginnastica di Torino www.realeginnastica.it e il suo progetto FLIC Scuola di Circo non si sono mai fermate e hanno rimodulato le proposte formative con una programmazione alternativa che sta continuando a richiedere enormi sforzi organizzativi.


L’organizzazione della scuola sopperisce alle limitazioni con metodi e strumenti formativi digitali che sono stati avviati immediatamente nel mese di marzo, predisponendo schede di preparazione fisica corredate da video esplicativi, utilizzando gruppi e chat private sui social e webinar per lezioni online su materie di attività fisiche e teoriche.

 

“FLIC Incontra” è la più recente iniziativa avviata nel mese di novembre 2020, una serie di incontri online con artisti e professionisti del circo contemporaneo, confronti importanti attraverso i quali gli allievi possono acquisire nuove conoscenze e stimoli di crescita. Gli ospiti protagonisti di questi incontri sono Claudio Stellato, Roberto Magro, Marie Molliens, Daniele Finzi Pasca, Elia Aymon e Valeria Campo.

 

Dal mese di marzo 2020 sono veramente tante le nuove iniziative realizzate per gli allievi, ma anche per il pubblico a casa. Sono stati realizzati tutorial per la creazione di brevi performance artistiche e dei relativi video da realizzare all’interno delle proprie abitazioni, diversi dei quali pubblicati nel web. Sono state create coreografie e spettacoli collettivi, anche se a distanza, anch’essi con video pubblicati in rete.

Sono stati pubblicati online anche video tutorial su attività fisiche e discipline circensi disponibili a tutti e tra il 28 giugno e il 19 luglio si è svolta #SpazioFLICstreaming, rassegna di circo contemporaneo con pubblico in sala e trasmissione in diretta streaming a fruizione gratuita.

Da inizio marzo a fine novembre tutti questi contenuti pubblicati su Facebook, Instagram, Youtube e Vimeo hanno ottenuto un totale di 120.000 visualizzazioni.



La FLIC, progetto di perfezionamento professionale per artisti di circo contemporaneo, è stata fondata nel 2002 dalla Reale Società Ginnastica di Torino, la società sportiva per eccellenza, perché è nata prima di tutte le altre, nel 1844, e perché guarda al futuro tenendo presente la tradizione, l’esperienza e la storia che la contraddistinguono.

Ad oggi ha formato circa 500 allievi, molti dei quali lavorano nell’ambito professionale del circo contemporaneo e dello spettacolo dal vivo in genere, con alcuni che sono entrati a far parte di grandi compagnie tra le quali Cirque du Soleil, Compagnie du Hanneton di James Thierre, No Fit State Circus ed altre.

Oltre al lavoro di formazione, la FLIC sostiene creazioni di altre compagnie, soprattutto formate da ex-allievi, propone al pubblico spettacoli di rilievo internazionale, ha prodotto oltre 120 spettacoli e ha partecipato a innumerevoli eventi di grande rilievo, tra i quali: Cerimonia di chiusura delle Olimpiadi invernali Torino 2006, presentazione della nuova Fiat ‘500 a Torino, Cerimonia d’Apertura dei Campionati Europei di Ginnastica Ritmica del 2008 a Torino, inaugurazione del Teatro Caio Melisso per la Fondazione Carla Fendi nel 2015 a Spoleto e Bocuse D’or Dinner Gala nel 2018 a Venaria Reale.

Fa parte della Fedec (Fédération Européennedes Écoles de Cirque Professionnelles) e di A.C.C.I. (Associazione Circo Contemporaneo Italia).

 

 

ULTERIORI INFORMAZIONI SULLA FORMAZIONE PROFESSIONALE DELLA FLIC SONO REPERIBILI IN:

http://www.flicscuolacirco.it/formazione-professionale

 

 

VIDEO

- Reale Società Ginnastica di Torino:  https://www.youtube.com/watch?v=etbEr4kug-U

- FLIC Scuola di Circo:  https://vimeo.com/225900595



UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433

 

Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

FOTOGRAFIE
clicca sulle seguenti anteprime per scaricarele

‍Riscaldamento e allungamento 

‍Lezioni di verticali 

‍#unmetroquadrato - coreografia di danza a distanza

‍La palestra principale


UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433

Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

bottom.jpg

Statistics image ]]>
CS Natale solidale a Carmagnola con 165.000 euro in buoni spesa e "La mia vetrina è la tua" Wed, 25 Nov 2020 12:37:15 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/674270.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/674270.html LP Press LP Press



COMUNICATO STAMPA
del 25 novembre 2020


“NATALE CON I TUOI”

Iniziativa del Comune di Carmagnola a sostegno dei propri cittadini in difficoltà e del commercio locale con distribuzione di 165.000 euro in buoni spesa e il sostegno delle iniziative “La mia vetrina è la tua” e “A Natale io compro locale”


dicembre 2020 a Carmagnola (TO)
www.comune.carmagnola.to.it  

www.facebook.com/nataleconituoiacarmagnola

 

LE NOTIZIE IN BREVE

 

Per il Natale di questo difficile anno, l’Amministrazione Comunale di Carmagnola elargirà 150.000 euro in buoni spesa a famiglie in difficoltà e 15.000 euro in buoni spesa da 50 euro l’uno per tutti i diciottenni, da spendere esclusivamente in esercizi commerciali della città.

Inoltre, il Comune sta predisponendo la trasmissione di musica in filodiffusione nella principale via del centro e un grande allestimento di luminarie e installazioni che finanzierà completamente, senza chiedere i consueti contributi economici ai commercianti.

Il riferimento informativo dell’iniziativa sul web è la pagina facebook @nataleconituoiacarmagnola

 

L’Amministrazione Comunale sostiene e promuove anche “A Natale io compro locale”, iniziativa che prevede la distribuzione di voucher sconto del 10%, proposta da Il Carmagnolese in partnership con la Bcc di Casalgrasso e Sant’Albano Stura e con l’Ascom.

 

Da segnalare inoltre l’iniziativa “La mia vetrina è la tua” che i commercianti locali hanno lanciato nel periodo di restrizioni da “zona rossa”, una bella idea nata “dal basso”, attraverso la quale la merce dei negozi chiusi viene esposta nelle vetrine di quelli che sono autorizzati ad aprire.

 

Fotografie scaricabili al fondo dell'email

Negli ultimi anni il Comune di Carmagnola ha animato il periodo natalizio della città con “Tracce di Luce”, programma che proponeva luci di Natale, mostre, mercati, spettacoli, eventi e vari intrattenimenti per tutte le età. Per il Natale di questo difficilissimo 2020, l’Amministrazione Comunale lancia il nuovo progetto “Natale con i tuoi”.

Natale con i tuoi parenti, con i tuoi affetti, i tuoi commercianti, i tuoi artigiani, i tuoi ristoranti, le tue tradizioni e le tue luci di natale ma, soprattutto, con la solidarietà per le persone che ne hanno più bisogno.

 

Un’iniziativa importante che si pone quale obiettivo principale quello di dare un sostegno concreto ai propri cittadini e ai propri commercianti.

Le informazioni complete ed eventuali nuove iniziative vengono comunicate attraverso la pagina facebook www.facebook.com/nataleconituoiacarmagnola

 

I BUONI SPESA 

Il Comune di Carmagnola mette sotto l’albero un grande regalo con un ammontare di 150.000,00 euro da distribuire ad oltre 500 nuclei famigliari in difficoltà. Ogni famiglia potrà spendere l’importo ricevuto per acquisti di prodotti e servizi da effettuarsi esclusivamente presso le attività di Carmagnola. 

I beneficiari saranno individuati dal Comune tra le famiglie che hanno già usufruito del buono spesa per l'emergenza Covid nei mesi antecedenti l'estate e riceveranno una comunicazione, nel mese di dicembre, contenente le indicazioni sulle modalità di utilizzo del buono. Non occorre pertanto presentare alcuna richiesta agli uffici comunali. Seguiranno a dicembre informazioni aggiornate e dettagliate sulla misura. 

Verrà inoltre elargita la cifra di 15.000 euro per buoni spesa da 50 euro l’uno da destinare a ragazzi e ragazze con diciottesimo anno di età compiuto nel 2020, sempre da spendere esclusivamente a Carmagnola. 

 

LE LUMINARIE E LA MUSICA IN FILODIFFUSIONE 

Per creare la solita bella e sognante atmosfera natalizia, il Comune non rinuncia a “Tracce di Luce”,  luminarie e ad installazioni per le vie e le piazze della città, finanziando questa volta l’intera spesa per gli allestimenti, senza chiedere i consueti contributi economici ai commercianti, sostenendoli anche in questa maniera a superare il difficile momento. 

Saranno posizionate 35 tesate luminose in via Valobra, nel Borgo Vecchio e in via Gardezzana, sarà allestito il grande albero in Piazza Sant’Agostino e saranno illuminate le due rotonde di via Torino, il palazzo della Biblioteca Civica, Palazzo Lomellini, Casa Cavassa, la tettoia di Piazza Martiri, gli archi di ingresso del Comune e della Polizia Locale in piazza Manzoni. Verranno inoltre allestiti un arco luminoso in via Valobra, tesate con auguri di buone feste e 60 stelle luminose nei borghi, un’installazione con albero nella piazza della stazione, una con grande pacco regalo presso il padiglione fieristico di Piazza Italia e fari che proietteranno l’immagine dell’Immacolata sulla Chiesa di Sant’Agostino e immagini natalizie sulla torre del Castello e sulla parete di un palazzo al fondo di via Torino. 

Si sta inoltre predisponendo la trasmissione di musica e di altri contenuti audio in filodiffusione nella centrale via Valobra. 
 

“A NATALE IO COMPRO LOCALE”

Il Comune di Carmagnola sostiene e promuove anche “A Natale io compro locale”, un’altra bella iniziativa che sostiene le attività commerciali, artigianali e culturali del territorio, proposta dalla testata Il Carmagnolese, in partnership con la Bcc di Casalgrasso e Sant’Albano Stura, l’Ascom di Torino e Provincia e l’Ascom di Carmagnola. L’iniziativa prevede la distribuzione di voucher per sconti del 10% in molti esercizi aderenti, con il fine di incentivare gli acquisti natalizi nei negozi di vicinato di Carmagnola, anche in quelle attività che oggi sono costrette a rimanere chiuse per decreto ma che possono garantire le consegne a domicilio.

 

 “LA MIA VETRINA È LA TUA”

In questo periodo di restrizioni da “zona rossa”, i commercianti di Carmagnola stanno dimostrando una grande unione e una grande solidarietà reciproca con la bellissima iniziativa “La mia vetrina è la tua”. 

I negozi che possono rimanere aperti stanno accogliendo ed esponendo nelle loro vetrine alcuni prodotti di esercizi commerciali che devono rimanere chiusi in osservanza dell’ultimo Dpcm. 

Un concreto gesto di solidarietà tra colleghi per affrontare insieme il grande periodo di crisi. 

Al 25 novembre sono 54 gli esercizi commerciali aperti con vetrine che accolgono prodotti di 36 esercizi chiusi, spinti dall’intenzione di rimanere uniti e sensibilizzare i cittadini a comprare locale. Agli avventori interessati ai prodotti “ospiti”, i negozianti forniscono i riferimenti diretti dei colleghi, che così possono essere contattati per acquisti attraverso le autorizzate consegne a domicilio.

 

LE DICHIARAZIONI DEL SINDACO E DEGLI ASSESSORI 

Dichiarano il sindaco Ivana Gaveglio, l’assessore alle manifestazioni Vincenzo Inglese e l’assessore al commercio Gian Luigi Surra, che hanno delineato le iniziative con tutta l’amministrazione: “Mai come quest’anno il Santo Natale conferma il suo significato di solidarietà e speranza. Ci auguriamo che le iniziative messe in campo in collaborazione con l’Ascom possano costituire un concreto aiuto alle famiglie in difficoltà e un contributo alle attività commerciali messe a dura prova in questo 2020. Rinnoviamo quindi l’invito ai cittadini ad acquistare presso i negozi carmagnolesi”.

Conclude l’Amministrazione: “Siamo certi che le risorse messe a disposizione dal Comune, con il sostegno alle iniziative promosse dall’Ascom, e l’illuminazione natalizia della città, contribuiranno a creare, almeno in parte, un’atmosfera natalizia serena, con l’auspicio di un 2021 più prospero per la nostra comunità e dell’Italia intera”.



SCARICA IL COMUNICATO STAMPA IN WORD > CLICCA QUI 


FOTOGRAFIE
Per scaricare le seguenti immagini cliccare sopra l'anteprima

‍Piazza Sant'Agostino - Natale 2018

‍Piazza Sant'Agostino - Natale 2019

 

La mia vetrina è la tua

 

‍Ivana Gaveglio - Sindaco di Carmagnola

‍-

UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433
Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

Statistics image ]]>
CS Il Comune di Carmagnola sostiene il progetto NormalMente per le persone con disabilità Fri, 20 Nov 2020 10:43:42 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/673288.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/673288.html LP Press LP Press



COMUNICATO STAMPA
20 novembre 2020


Il Comune di Carmagnola sostiene il progetto NormalMENTE promosso dalla Fondazione di Comunità di Carmagnola

 

Il progetto è nato durante il lockdown con lo scopo di proporre attività ludico-ricreative e formative online alle persone con disabilità e alle loro famiglie.

Con un video pubblicato sui social, il sindaco Ivana Gaveglio invita la comunità a partecipare alla raccolta fondi online avviata a inizio novembre per supportare l’iniziativa.

 

Per sostenere il progetto NormalMENTE: http://sostieni.link/26427  

 

Social Città di Carmagnola:
www.facebook.com/comunecarmagnola

www.instagram.com/cittadicarmagnola

 

Fotografie scaricabili al fondo dell'email


È stato annunciato il 20 novembre 2020, attraverso una video intervista lanciata sui canali social, il sostegno del Comune di Carmagnola al progetto NormalMENTE, nato per supportare le persone con disabilità e le loro famiglie durante il lockdown, attraverso attività ludico-ricreative e formative online.

L’obiettivo è quello di minimizzare gli effetti dell’isolamento causato dall’emergenza COVID-19. 

 

“NormalMENTE è un bel progetto che permette di mantenere quel senso di comunità, tanto necessario in questo periodo. Il Comune di Carmagnola ha deciso di sponsorizzare questo progetto e per farlo devolverà una parte del 5x1000 che i cittadini hanno destinato alla Città. È un progetto importante, crediamo che tutti debbano sostenerlo e chiediamo di fare delle donazioni. Aiutiamoci!” Queste le parole del sindaco, Ivana Gaveglio, che invita tutti i carmagnolesi a unirsi e a sostenere insieme questo progetto.


Più di 40 persone hanno già preso parte alla campagna di crowdfunding, iniziata lo scorso 2 novembre, donando complessivamente più di 2.600 €. L’obiettivo della campagna è di raccogliere 12.000€ per consentire a un maggior numero di persone di usufruire del servizio e allo stesso tempo contribuire alla preparazione e alla formazione dei volontari e degli operatori.

 

Ad oggi il progetto coinvolge 50 persone con disabilità, le loro famiglie e 18 volontari che hanno messo a disposizione il loro tempo e le loro conoscenze per proporre ai ragazzi contenuti che rispondessero alle loro esigenze, ma che fossero allo stesso tempo fruibili da tutti tramite piattaforme streaming. Le attività variano dal TG facile agli incontri di condivisione, dalle lezioni di cucina ai corsi di ginnastica, dalla scuola di musica ai massaggi fai da te e al giardinaggio.

 

 

Gli enti coinvolti:

 

Il progetto NormalMENTE è promosso dalla Fondazione di Comunità di Carmagnola con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Carmagnola, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Solidarietà Sei ONLUS, Casa Roberta e la Consulta Giovanile di Carmagnola.

 

  • La Fondazione di Comunità di Carmagnola, capofila della campagna di crowdfunding, è nata nel 2015 come progetto dell’Opera Pia Cavalli, con il sostegno della Compagnia di San Paolo e su impulso dell’Amministrazione Comunale. Il suo scopo è quello di favorire lo sviluppo sul territorio della filantropia e della cultura della donazione, attivando la raccolta delle risorse disponibili nella comunità locale e provvedendo alla loro destinazione a finalità di solidarietà sociale.
  • La Cooperativa Sociale Solidarietà Sei ONLUS progetta e gestisce da quasi trent’anni interventi educativi e presidi socio-assistenziali a favore delle persone in condizioni di vulnerabilità, delle famiglie e, più in generale, della comunità. Offre accoglienza, sostegno e percorsi di reinserimento sociale per giovani e adulti con disabilità, madri in difficoltà, anziani, bambini e adolescenti a rischio di esclusione.
  • Casa Roberta è una struttura residenziale che ospita perone con disabilità. Il progetto, espressione di un bisogno sentito dal territorio, è stato realizzato grazie all'impegno costante di molte famiglie e di tante associazioni. 
  • La Consulta Giovanile di Carmagnola, si propone di fornire una piattaforma di scambio e di comunicazione tra il mondo giovanile e il mondo politico locale, specie quello comunale. Oltre a essere un punto di riferimento in tal senso, si propone anche come struttura aggregativa che possa costituire un centro di idee e dibattiti, nonché di eventi culturali e ludici per i giovani carmagnolesi.

 

Per maggiori informazioni sul progetto:

www.fondazionecarmagnola.it

fundraising@fondazionecarmagnola.it

serena.corongi@fondazionecarmagnola.it



SCARICA IL COMUNICATO STAMPA IN WORD > CLICCA QUI 


FOTOGRAFIE
Per scaricare le seguenti immagini cliccare sopra l'anteprima
Siamo a disposizione per fornirvi altre fotografie e video

 

‍-

UFFICIO STAMPA LP PRESS

Luigi Piga - Ordine Nazionale Giornalisti tessera 174433
Cell. 3480420650  |  Email. luigipiga@lp-press.com

Statistics image ]]>
CS Arteterapia in Piemonte contro la violenza di genere - Progetto europeo Deep Acts Mon, 19 Oct 2020 13:07:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/666906.html http://comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/666906.html LP Press LP Press


COMUNICATO STAMPA
del 19 ottobre 2020

Download doc e foto al fondo dell'email


Laboratori pilota di arteterapia in Piemonte per il progetto europeo DEEP ACTS contro la violenza di genere


Dal 22 ottobre 2020 al 31 maggio 2021

c/o Comunità terapeutica “Fragole Celesti”
Corso Vittorio Emanuele 32, OGLIANICO (TO)




 

Organizzazioni di Italia, Portogallo e Italia si sono unite nella realizzazione del progetto DEEP ACTS, finanziato dal programma europeo Rights, Equality and Citizenship, che si pone come obiettivo principale la prevenzione della violenza di genere attraverso la sistematizzazione e la diffusione di strumenti e metodi basati su educazione emotiva e arteterapia.

 

Dal 22 ottobre 2020 iniziano a Oglianico i laboratori pilota che nell’arco di 8 mesi e per un totale di 21 giornate coinvolgeranno sei donne e due operatori di Fermata d’Autobus, associazione piemontese capofila del progetto, presso la sua comunità terapeutica “Fragole Celesti”, struttura riservata a donne comorbili vittime di abuso, violenza e maltrattamento.

 

L’obiettivo finale di questi laboratori pilota è quello di testare, e in seguito diffondere, le linee guida prodotte e le esperienze sino a qui acquisite dal gruppo di lavoro sull’utilizzo di metodi innovativi e di specifici strumenti che prevedono l’uso dell'arteterapia nel supporto alle vittime di violenza.

 

--------------------------------------------------------------------------

 

IL COMUNICATO ESTESO:


Dal mese di giugno 2020 ha preso il via “DEEP ACTS - Developing Emotional Education Pathways and Art Centered Therapy Services against gender violence”, progetto finanziato dal programma europeo “Rights, Equality and Citizenship” e curato da una partnership transnazionale di organizzazioni operanti in Italia, Portogallo e Spagna. L'obiettivo del progetto è quello di offrire metodi innovativi e strumenti di lavoro specifici, che prevedono l'uso dell'arteterapia e dell'educazione emozionale, ai professionisti e alle organizzazioni che operano nella prevenzione della violenza di genere.

 

Tra il 29 settembre e il 5 ottobre sin sono svolti due workshop rivolti soprattutto agli operatori dei partner del progetto. Dal 29 settembre al 1° ottobre a Siviglia un workshop sul tema dell’educazione emozionale, a cura della Cooperativa RUMBOS, e dal 3 al 5 ottobre a Bologna un workshop esperienziale sul tema dell’arteterapia, a cura dell’associazione Fermata d’Autobus, associazione piemontese capofila del progetto.

 

 

Dal 22 ottobre 2020 a Oglianico, in provincia di Torino, iniziano i laboratori pilota che nell’arco di 8 mesi, per un totale di 21 giornate di lavoro, coinvolgeranno sei donne, con le loro famiglie, e due operatori di Fermata d’Autobus presso la sua comunità terapeutica “Fragole Celesti”, struttura riservata a donne comorbili vittime di abuso, violenza e maltrattamento.