Comunicati.net - Comunicati pubblicati - UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei Comunicati.net - Comunicati pubblicati - UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei Mon, 27 Mar 2017 12:49:34 +0200 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/12285/1 11 aprile AVELLINO: in concerto YAMANAKA ELECTRIC FEMALE TRIO Sat, 25 Mar 2017 19:22:09 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/426568.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/426568.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Ad Avellino arriva l'European Tour "The Spheres" dello spettacolare Yamanaka Electric Female Trio 
L'11 aprile il tour europeo "The Spheres" del trio guidato dalla prodigiosa pianista giapponese Yamanaka, stella della Blue Note Records, fa tappa in esclusiva per la Campania all'Auditorium del Conservatorio di Avellino "Domenico Cimarosa" per un evento di beneficenza organizzato dall'Associazione "I Senzatempo" in favore di ASITOI - Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta.





"Tra le pianiste più importanti e geniali del 21° secolo."
New York Times
“Uno dei più grandi talenti nel jazz degli ultimi decenni”. 
Jazz Life

Mercoledì 11 aprile alle ore 21 farà tappa all'Auditorium del Conservatorio "Domenico Cimarosa" di Avellino, in esclusiva per la regione Campania, l'European Tour 2017 "The Spheres" dello Yamanaka Electric Female Trio per un evento speciale di beneficenza organizzato dall'Associazione "I Senzatempo" in favore di ASITOI - Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta.
La formazione è guidata dalla strepitosa pianista giapponese Chihiro Yamanaka, stella della Blue Note Records - per questo progetto impegnata sia al pianoforte che al Fender Rhodes - ed è completata da una eccezionale ritmica femminile: Inga Eichler, al basso elettrico e al contrabbasso, originaria di Berlino ma londinese di adozione, e Karen Teperberg, una delle batteriste pop jazz più in voga della scena internazionale. Il trio, impeccabile e affiatato, ha realizzato un tour in Giappone incidendo l'album "The Spheres" live al Blue Note di Osaka nel 2015, e rientra in Europa ad aprile 2017 per nove date tra Italia e Inghilterra.

Quindici dischi all'attivo sulla prestigiosa Verve Records, e da gennaio 2015 con la leggendaria Blue Note Records, miglior pianista in Giappone e acclamata in USA, Chihiro Yamanaka si è imposta come tra le pianiste più importanti della scena jazz contemporanea. Nativa di Tokyo ma residente a New York, negli ultimi anni ha effettuato concerti in piano solo, in trio e con orchestra nei jazz festival e venue tra i più importanti al mondo e collaborando con artisti del calibro di lark Terry, Gary Burton, George Russell, Curtis Fuller, Ed Thigpen, Nancy Wilson, George Benson ed Herbie Hancock, esibendosi nelle venue e nei festival più importanti al mondo.
Swing, ritmo, Fender Rhodes sparsi tra le pieghe dei suoi brani: una giostra infinita di soluzioni musicali mai scontate, sostenute da una tecnica pianistica invidiabile e da uno stile impeccabile, per standard e piacevolissimi temi originali, con un grande senso della melodia.
Paragonata da alcuni critici a Petrucciani e Oscar Peterson, Chihiro Yamanaka è oramai una dei giovani musicisti più richiesti dal ghota del jazz internazionale. 
Più volte in Italia, Chihiro Yamanaka ha suonato nei migliori jazz festival e teatri italiani tra cui Umbria Jazz, Ravello Festival, Roma Jazz Festival, Bologna Jazz Festival, Auditorium Parco della Musica, Catania Jazz, Blue Note Milano. Lo scorso anno ha dedicato il tour al disastro che ha colpito Fukushima, città della sua famiglia e della sua adolescenza.

Inizia ad avvicinarsi al piano dall’età di 4 anni. Studia alla Royal Academy of Music in Gran Bretagna, per poi trasferirsi negli USA, dove si è diploma al prestigioso Berklee College of Music, dove ora insegna. Vive a New York dove suona regolarmente con le sezioni ritmiche afro/americane tra le più in voga, come Kendrick Scott alla batteria e Vicent Archer al basso.
Il suo album di debutto “Living Without Friday”, nel 2001, l’ha posta sin da subito tra le più gradite sorprese della scena musicale internazionale. 
George Russell l’ha definita “una musicista molto dotata e creativa” ed il magazine giapponese Jazz Life l’ha descritta come “uno dei più grandi talenti nel jazz degli ultimi decenni”. Nell'ottobre 2010 ha inaugurato l'evento di apertura del Roma Film Festival con un eclettico piano solo insieme al carismatico artista nipponico e mago dei turntables DJ KRUSH nello splendido scenario del Museo MAXXI di Roma completamente sold out. 
Dopo l'omaggio ad Oscar Peterson con "After Hours" pubblica "Forever Begins", edito dalla leggendaria Verve Records e registrato al prestigioso Avatar Studio di New York con Kendrick Scott e Ben William al basso, uscito in giugno 2010 per la Universal in Europa e Decca Records in USA
In luglio 2011 l’artista ha effettuato una tappa straordinaria per l'anteprima nazionale del tour all'Arena S.Giuliana a Perugia per Umbria Jazz Festival aprendo il set di Hancock/Shorter/Miller davanti ad una platea di circa 5.000 persone; recentemente si è esibita al prestigioso Lincoln Center di New York. 
Dopo il lavoro "Reminescence" per la Universal Japan e Decca Records in Europa e un inedito "Live in New York City", Chihiro ha composto "Because", un omaggio ai Beatles nel loro 50°anniversario, con una lettura intensa e personale di alcuni classici del quartetto di Liverpool. 
Da Gennaio 2015 ha firmato per la Blue Note Records con cui ha registrato "Somethin’ Blue" nel prestigioso studio dello Sterling a New York con Greg Talbi, storico ingegnere del suono. Il suo ultimo lavoro è "Guilty Pleasure" sempre per Blue Note. 

INFO E CONTATTI
Martedì 11 aprile ore 21 Auditorium "Conservatorio D. Cimarosa" - Via Circumvallazione, 156 Avellino
Infoline 345.3077160 - 333.7021234 E-mail: info.senzatempo@libero.it
BOOKING: 
Mario Berna - 
MBmanagement/ FreeformJazz
Fax: +39.0668135865  Twitter/freeformjazz
UFFICIO STAMPA: Fiorenza Gherardi De Candei Tel. 328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com 






]]>
Lunedì 27 AUDITORIUM MORRICONE spettacolo su ELEONORA DUSE Sat, 25 Mar 2017 15:47:56 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/426565.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/426565.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Lo spettacolo "Alla Riscoperta di Eleonora Duse" all'Auditorium "Ennio Morricone" dell'Università di Tor Vergata per la manifestazione Le Arti si sFogliano

 "
Un personaggio straordinario che ha interpretato il suo tempo riuscendo a divenire atemporale"

- ingresso gratuito -
LUNEDI 27 MARZO ORE 10.30 
AUDITORIUM "ENNIO MORRICONE"
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA - UNIVERSITA' TOR VERGATA
VIA COLUMBIA, 1 ROMA
 - CON IL SOSTEGNO DELLA REGIONE LAZIO -



> IN ALLEGATO FOTO DEI PROTAGONISTI

Prosegue la manifestazione itinerante e multiartistica "Le Arti si sFogliano": la Regione Lazio, l’Università di Roma Tor Vergata Dipartimento Lettere e Filosofia e l'Associazione culturale Appercezioni presentano lo spettacolo "Alla riscoperta di Eleonora Duse" lunedì 27 marzo alle ore 10.30, presso l'Auditorium "Ennio Morricone" della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università, in via Columbia 1.

Un racconto sulla grande attrice Eleonora Duse oltre il teatro, tra scrittura e pensiero, tra allusioni e annotazioni: un personaggio straordinario che ha interpretato il suo tempo riuscendo a divenire atemporale. I suoi quaderni formano una trama suggestiva, rispecchiano i tormenti storico-politici; ma anche le speranze, le aspettative, le novità dell'epoca, tra quest’ultime il cinema. La chiamavano "divina" ma lei amava definirsi "figlia del popolo". 

Lo spettacolo, scritto e diretto da Federica Altieri con il coordinamento del Docente di Storia del Cinema Giovanni Spagnoletti, ricostruisce e fa ri­vivere quella che fra i due secoli fu "la grande conversa­zione" letteraria e teatrale del­l’Italia, non senza risonanze europee.
Interpretato dalla straordinaria attrice Maria Letizia Gorga, sarà musicato dal sassofonista Marcello Allulli e dal pianista Giovanni Ceccarelli.
La performance teatrale sarà seguita dalla proiezione del film muto "Cenere" del 1916, che sarà musicato dal vivo dai due musicisti: diretto da Febo Mari, il film è tratto dall'omonimo romanzo della scrittrice Grazia Deledda, ed è l'unica apparizione cinematografica di Eleonora Duse.
"Non credevo che il cinematografo fosse un’industria fredda ma una vera manifestazione artistica in grado di allietare e rendere pensoso il pubblico, volli dunque animare tramite quel nuovo mezzo la vicenda umana."

L'evento sarà accompagnato dalle foto di Paola Favoino che per tutta la manifestazione creerà un percorso fotografico attraverso i luoghi che ospiteranno Le Arti si sFogliano: protagonista dunque la regione Lazio con le sue bellezze naturalistiche e culturali.
Al termine del film, il pubblico sarà invitato a prendere parte ad un rinfresco gratuito con prodotti tipici della Regione Lazio.

Ass. Cult. APPERCEZIONI
E-mail appercezioni2004@gmail.com Tel. 345.5232671
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei 
E-mail fiorenzagherardi@gmail.com  Tel. 328.1743236

 

 















]]>
Lunedì 27 AUDITORIUM MORRICONE spettacolo su ELEONORA DUSE Sat, 25 Mar 2017 15:43:26 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/426564.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/426564.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Lo spettacolo "Alla Riscoperta di Eleonora Duse" all'Auditorium "Ennio Morricone" dell'Università di Tor Vergata per la manifestazione Le Arti si sFogliano

 "
Un personaggio straordinario che ha interpretato il suo tempo riuscendo a divenire atemporale"

- ingresso gratuito -
LUNEDI 27 MARZO ORE 10.30 
AUDITORIUM "ENNIO MORRICONE"
FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA - UNIVERSITA' TOR VERGATA
VIA COLUMBIA, 1 ROMA
 - CON IL SOSTEGNO DELLA REGIONE LAZIO -



> IN ALLEGATO FOTO DEI PROTAGONISTI

Prosegue la manifestazione itinerante e multiartistica "Le Arti si sFogliano": la Regione Lazio, l’Università di Roma Tor Vergata Dipartimento Lettere e Filosofia e l'Associazione culturale Appercezioni presentano lo spettacolo "Alla riscoperta di Eleonora Duse" lunedì 27 marzo alle ore 10.30, presso l'Auditorium "Ennio Morricone" della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università, in via Columbia 1.

Un racconto sulla grande attrice Eleonora Duse oltre il teatro, tra scrittura e pensiero, tra allusioni e annotazioni: un personaggio straordinario che ha interpretato il suo tempo riuscendo a divenire atemporale. I suoi quaderni formano una trama suggestiva, rispecchiano i tormenti storico-politici; ma anche le speranze, le aspettative, le novità dell'epoca, tra quest’ultime il cinema. La chiamavano "divina" ma lei amava definirsi "figlia del popolo". 

Lo spettacolo, scritto e diretto da Federica Altieri con il coordinamento del Docente di Storia del Cinema Giovanni Spagnoletti, ricostruisce e fa ri­vivere quella che fra i due secoli fu "la grande conversa­zione" letteraria e teatrale del­l’Italia, non senza risonanze europee.
Interpretato dalla straordinaria attrice Maria Letizia Gorga, sarà musicato dal sassofonista Marcello Allulli e dal pianista Giovanni Ceccarelli.
La performance teatrale sarà seguita dalla proiezione del film muto "Cenere" del 1916, che sarà musicato dal vivo dai due musicisti: diretto da Febo Mari, il film è tratto dall'omonimo romanzo della scrittrice Grazia Deledda, ed è l'unica apparizione cinematografica di Eleonora Duse.
"Non credevo che il cinematografo fosse un’industria fredda ma una vera manifestazione artistica in grado di allietare e rendere pensoso il pubblico, volli dunque animare tramite quel nuovo mezzo la vicenda umana."

L'evento sarà accompagnato dalle foto di Paola Favoino che per tutta la manifestazione creerà un percorso fotografico attraverso i luoghi che ospiteranno Le Arti si sFogliano: protagonista dunque la regione Lazio con le sue bellezze naturalistiche e culturali.
Al termine del film, il pubblico sarà invitato a prendere parte ad un rinfresco gratuito con prodotti tipici della Regione Lazio.

Ass. Cult. APPERCEZIONI
E-mail appercezioni2004@gmail.com Tel. 345.5232671
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei 
E-mail fiorenzagherardi@gmail.com  Tel. 328.1743236

 

 















]]>
AUDITORIUM 26 marzo: PILAR in concerto Thu, 23 Mar 2017 10:31:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/426264.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/426264.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Pilar torna in concerto all'Auditorium Parco della Musica
Domenica 26 marzo la poliedrica cantante, reduce da un tour in Canada, torna live al Teatro Studio dell'Auditorium Parco della Musica con una inedita formazione quartetto, per un viaggio emozionale tra canzone d'autore, jazz, world music ed eleganti lampi rock.

> IMMAGINI IN ALLEGATO

 

"Una voce magica, una delle più brave interpreti italiane (Claudio Fontanini, CineSpettacolo)

“Poche come lei sanno darti la sensazione del viaggio, dell’attraversamento musicale (Antonio Iovane, Just Kids)

"Intensità e sensualità da vendere (...), una voce meravigliosa e una capacità di scrittura invidiabile" (Fabio Antonelli, Bravonline) 

Un viaggio emozionale tra canzone d'autore, jazz, world music ed eleganti lampi rock: domenica 26 marzo Ilaria Patassini, in arte Pilar, torna sul palco del Teatro Studio "Gianni Borgna" dell'Auditorium Parco della Musica, a un anno e mezzo dal live di presentazione del suo terzo album "L'amore è dove vivo". 
Per questo concerto, la cantante ha scelto la formazione quartetto; con lei sul palco, tre fra i migliori musicisti della scena musicale romana: il pianista Roberto Tarenzi, il contrabbassista Andrea Colella, il batterista Alessandro Marzi.
Dalla personalità artistica multipla e sfaccettata, nonché interprete in cinque lingue - francese, inglese, portoghese e spagnolo oltre all'italiano - Pilar si autodefinisce "cantante da recital accademica e randagia". Dall'uscita dell'ultimo disco, si è naturalmente evoluta la sua percezione musicale: una fase di transizione che mira ad un prossimo album, e una vocazione naturalmente crossover che il pubblico ritroverà nelle sue interpretazioni sul palco del Teatro Studio
Pilar è reduce da un lungo tour in Italia e una tournée in Canada insieme ai musicisti italo-canadesi Michael e Roberto Occhipinti e al clarinettista americano Don Byron, con cui lo scorso dicembre si è esibita nelle location e nei festival canadesi più importanti, tra cui la prestigiosa Koerner Hall di Toronto, la ChamberFest di Ottawa, il Vancouver International Jazz Festival, il Saskajazz e il Toronto Jazz Festival.

Cantante, autrice e poliedrica performer, Pilar ha all'attivo tre album a suo nome: "L'amore è dove vivo" (Esordisco/Audioglobe, 2015), "Sartoria Italiana Fuori Catalogo”(Esordisco, 2011), Femminile Singolare” (VCM/01, 2007) e svariati featuring discografici. 
Hanno scritto per lei Bungaro, Pacifico, Mauro Ermanno Giovanardi, Sandro Luporini, Joe Barbieri, Tony Canto. Negli ultimi due anni ha svolto tournée in Italia e Canada calcando palchi importanti e prestigiosi club, fra gli altri Auditorium Parco della Musica di Roma, Blue Note di Milano, Piccolo Regio e Salone del Libro di Torino, Festival La Grande Invasione e Teatro Cimarosa di Ivrea, Teatro Politeama Garibaldi di Palermo, Bravo Cafè di Bologna, Festival Leo Ferrè, Festival di Santa Fiora in Musica, ChamberFest (Ottawa), The Rex, International Jazz Festival e Koerner Hall (Toronto), International Jazz Fest e The Cultch (Vancouver), Saskajazz e The Bassement (Saskatoon). Dal 2012 collabora con la RSI (Radio Svizzera Italiana) in qualità di autrice, conduttrice e cantante. Dal 2015 è docente di interpretazione presso l'accademia Officina Pasolini di Roma diretta da Tosca. 
Figlia di una formazione onnivora, randagia e accademica (è diplomata al Conservatorio in Canto e Musica da Camera), canta in italiano, francese, spagnolo, inglese, portoghese. Ama l’autunno, i frutti di stagione, le cuciture a vista, il profumo dell’origano, la prua delle barche a vela e i cani a passeggio del sabato mattina; detesta il touch screen, la vaniglia e tutti i personaggi de “I promessi sposi”.

INFO E CONTATTI
Domenica 26 marzo ore 21 - Teatro Studio Auditorium Parco della Musica
Posto Unico €12  Prevendite: Tel. 892.101 TicketOne: http://bit.ly/PilarTicketOne
Ufficio stampa concerto: Fiorenza Gherardi De Candei







]]>
domani a FERRARA Luca di Luzio Trio in concerto Wed, 22 Mar 2017 17:39:36 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/426160.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/426160.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Luca di Luzio live a Ferrara in trio con il suo Luca di Luzio Blue(s) Room Trio 

GIOVEDI 23 MARZO ORE 21

THE STREET FOOD AND BREWERY

FERRARA - VIA COPPARO 132 c/o CENTRO COMMERCIALE LE MURA




Giovedì 23 marzo a Ferrara, dalle ore 21 un concerto dedicato ai grandi compositori americani Gershwin, Ellington, Berlin, Van Heusen: il chitarrista e compositore Luca di Luzio sarà live alla guida del suo Luca di Luzio Blue(s) Room Trio completato da Sam Gambarini (organo hammond) e Max Ferru (batteria). Una formazione che trae ispirazione dal sound dei mitici organ trio anni ’60, un sound tipicamente bluesy che caratterizza gli arrangiamenti originali scritti  per un repertorio di facile ascolto e di grande impatto. Il concerto sarà il primo di un appuntamento fisso ogni terzo giovedì del mese al The Street Food & Brewery (presso il Centro Commerciale "Le Mura") in collaborazione con l'Associazione Jazzlife.

Luca di Luzio è un chitarrista dalla formazione eclettica e dallo stile versatile. Suona l'elettrica, l'acustica, la classica e spazia dagli standard alla bossa nova fino al funky, passando per il fusion ed il blues. Ha un talento creativo ed è impegnato in numerosi progetti musicali in cui collabora con molti artisti internazionali.Nel corso della sua formazione musicale da chitarrista ha frequentato seminari e masterclass con Pat Metheny, Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall, Joe Diorio, John Abercrombie. Nell'ambito della sua carriera concertistica ha collaborato con numerosi artisti italiani e internazionali tra cui: Marco Tamburini, Max Ionata,  Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Javier Girotto, Teo Ciavarella, Giancarlo Schiaffini e si è esibito in numerosi festival ed eventi internazionali in Europa e negli USA.


INFO E CONTATTI
Giovedì 23 marzo ore 21 

Via Copparo 32, Ferrara (presso il Centro Commerciale Le Mura)
Info e prenotazioni: 0532.061031 

Ufficio Stampa Luca di Luzio: Fiorenza Gherardi De Candei
tel. +39328.1743236
fiorenzagherardi@gmail.com









]]>
Venerdì 24 Ravenna rassegna VENERDI IN JAZZ al Mariani Lifestyle Mon, 20 Mar 2017 19:53:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/425822.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/425822.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Al Mariani Lifestyle di Ravenna Alessandro Fariselli Quartet per i "Venerdì in Jazz"

Venerdì 24 marzo, ore 21.30, al Mariani Lifestyle di Ravenna un nuovo appuntamento della rassegna "Venerdì in Jazz" organizzata fino ad aprile dall'Associazione Jazzlife. Protagonista sul palco l'Alessandro Fariselli Quartet con brani originali ma anche arrangiamenti dal repertorio internazionale jazz, pop e funk con una grande verve improvvisativa. Il leader del quartetto, Alessandro Fariselli, ha al suo attivo incisioni con artisti come Mario Biondi, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, Gegè Telesforo, Stefano Nanni, Gianluca Nanni e collaborazioni importanti come turnista con Tullio De Piscopo, Paolo Fresu, Marco Tamburini, Gianni Basso, Joyce Yuille, Gianni Giudici.

La formazione nasce dalla collaborazione di Fariselli con il batterista, compositore e arrangiatore Fabio Nobile - che vanta collaborazioni e incisioni importanti con Mario Biondi, Incognito, Fabrizio Bosso, Marco Tamburini, Joyce Yuille.
Completano il quartetto il pianista, compositore e arrangiatore Massimiliano Rocchetta, ottimo accompagnatore nonché solista raffinato ed elegante che dà al progetto le sonorità tipiche del jazz anni '60, e Mauro Mussoni, contrabbassista eclettico che spazia dal jazz al soul-jazz con grande disinvoltura e con un suono solido e robusto.


INFO E CONTATTI
Mariani Lifestyle, via Ponte Marino 19, Ravenna venerdì 24 marzo ore 21.30
Ingresso gratuito. Cena con menu alla carta.
Info e prenotazioni tavoli: 0544 215206 �“ info@mariani-ravenna.it
www.mariani-ravenna.it
Ufficio Stampa JAZZLIFE Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 - 
fiorenzagherardi@gmail.com



















]]>
26 marzo: PILAR @AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA Fri, 17 Mar 2017 12:41:38 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/425539.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/425539.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Pilar torna in concerto all'Auditorium Parco della Musica
Domenica 26 marzo la poliedrica cantante, reduce da un tour in Canada, torna live al Teatro Studio dell'Auditorium Parco della Musica con una inedita formazione quartetto, per un viaggio emozionale tra canzone d'autore, jazz, world music ed eleganti lampi rock.

> IMMAGINI IN ALLEGATO

 

"Una voce magica, una delle più brave interpreti italiane (Claudio Fontanini, CineSpettacolo)

“Poche come lei sanno darti la sensazione del viaggio, dell’attraversamento musicale (Antonio Iovane, Just Kids)

"Intensità e sensualità da vendere (...), una voce meravigliosa e una capacità di scrittura invidiabile" (Fabio Antonelli, Bravonline) 

Un viaggio emozionale tra canzone d'autore, jazz, world music ed eleganti lampi rock: domenica 26 marzo Ilaria Patassini, in arte Pilar, torna sul palco del Teatro Studio "Gianni Borgna" dell'Auditorium Parco della Musica, a un anno e mezzo dal live di presentazione del suo terzo album "L'amore è dove vivo". 
Per questo concerto, la cantante ha scelto la formazione quartetto; con lei sul palco, tre fra i migliori musicisti della scena musicale romana: il pianista Roberto Tarenzi, il contrabbassista Andrea Colella, il batterista Alessandro Marzi.
Dalla personalità artistica multipla e sfaccettata, nonché interprete in cinque lingue - francese, inglese, portoghese e spagnolo oltre all'italiano - Pilar si autodefinisce "cantante da recital accademica e randagia". Dall'uscita dell'ultimo disco, si è naturalmente evoluta la sua percezione musicale: una fase di transizione che mira ad un prossimo album, e una vocazione naturalmente crossover che il pubblico ritroverà nelle sue interpretazioni sul palco del Teatro Studio
Pilar è reduce da un lungo tour in Italia e una tournée in Canada insieme ai musicisti italo-canadesi Michael e Roberto Occhipinti e al clarinettista americano Don Byron, con cui lo scorso dicembre si è esibita nelle location e nei festival canadesi più importanti, tra cui la prestigiosa Koerner Hall di Toronto, la ChamberFest di Ottawa, il Vancouver International Jazz Festival, il Saskajazz e il Toronto Jazz Festival.

Cantante, autrice e poliedrica performer, Pilar ha all'attivo tre album a suo nome: "L'amore è dove vivo" (Esordisco/Audioglobe, 2015), "Sartoria Italiana Fuori Catalogo”(Esordisco, 2011), Femminile Singolare” (VCM/01, 2007) e svariati featuring discografici. 
Hanno scritto per lei Bungaro, Pacifico, Mauro Ermanno Giovanardi, Sandro Luporini, Joe Barbieri, Tony Canto. Negli ultimi due anni ha svolto tournée in Italia e Canada calcando palchi importanti e prestigiosi club, fra gli altri Auditorium Parco della Musica di Roma, Blue Note di Milano, Piccolo Regio e Salone del Libro di Torino, Festival La Grande Invasione e Teatro Cimarosa di Ivrea, Teatro Politeama Garibaldi di Palermo, Bravo Cafè di Bologna, Festival Leo Ferrè, Festival di Santa Fiora in Musica, ChamberFest (Ottawa), The Rex, International Jazz Festival e Koerner Hall (Toronto), International Jazz Fest e The Cultch (Vancouver), Saskajazz e The Bassement (Saskatoon). Dal 2012 collabora con la RSI (Radio Svizzera Italiana) in qualità di autrice, conduttrice e cantante. Dal 2015 è docente di interpretazione presso l'accademia Officina Pasolini di Roma diretta da Tosca. 
Figlia di una formazione onnivora, randagia e accademica (è diplomata al Conservatorio in Canto e Musica da Camera), canta in italiano, francese, spagnolo, inglese, portoghese. Ama l’autunno, i frutti di stagione, le cuciture a vista, il profumo dell’origano, la prua delle barche a vela e i cani a passeggio del sabato mattina; detesta il touch screen, la vaniglia e tutti i personaggi de “I promessi sposi”.

INFO E CONTATTI
Domenica 26 marzo ore 21 - Teatro Studio Auditorium Parco della Musica
Posto Unico €12  Prevendite: Tel. 892.101 TicketOne: http://bit.ly/PilarTicketOne
Ufficio stampa concerto: Fiorenza Gherardi De Candei





]]>
"Piani Parallelli": in arrivo il film che racconta la nuova "opera Jazz" di Giovanni Mazzarino Wed, 15 Mar 2017 20:09:03 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/425279.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/425279.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
"Piani Paralleli": in arrivo il film che racconta la nuova "opera Jazz" di Giovanni Mazzarino
L'omaggio del regista Gianni Di Capua al pianista e compositore Giovanni Mazzarino.
Dal 7 aprile al Cinema, con prima assoluta al Farnese di Roma.
Una produzione Bliq film in associazione con Jazzy Records e Kublai Film e il sostegno della Friuli Venezia Giulia Film Commission.
Con: Giovanni Mazzarino (composizioni, pianoforte), Steve Swallow (basso elettrico), Adam Nussbaum (batteria), Fabrizio Bosso (tromba e flicorno), Paolo Silvestri (arrangiamenti e direzione d’Orchestra), l'Accademia d’Archi Arrigoni, Stefano Amerio (Sound Engeneer).

> TRAILER SU YOUTUBE




Venerdì 7 aprile alle ore 18 la prima assoluta, al Cinema Farnese di Roma, del film concerto “Piani Paralleli”: un progetto multimediale (oltre al film, un CD album e i concerti live) dedicato ai 30 anni di carriera e ai 50 anni di età del compositore e pianista Giovanni Mazzarino, una delle personalità di spicco del panorama jazz europeo. Il racconto emozionante per musica e immagini diretto dal regista Gianni Di Capua, di come è nata la nuova opera Jazz di Mazzarino, “Piani Paralleli”, suite di composizioni originali scritta per quartetto jazz e orchestra d’archi. L’album, prodotto ed edito dalla Jazzy Records, è già disponibile nei negozi e sulle piattaforme online (distribuzione IRD).
In 136 minuti il film racconta le cinque intense giornate di registrazione nella Fazioli Concert Hall, adiacente alla fabbrica dei pianoforti Fazioli a Sacile in provincia di Pordenone, insieme agli straordinari compagni di viaggio che Mazzarino ha fortemente voluto con sé e con cui ha già lungamente collaborato nel corso della sua carriera: il contrabbassista e compositore statunitense Steve Swallow, il batterista Adam Nussbaum, il trombettista Fabrizio Bosso e Paolo Silvestri, cui Mazzarino ha affidato l’arrangiamento e la direzione dell’Accademia D’Archi Arrigoni, orchestra da camera del Friuli, terra d’origine anche del sound engeneer Stefano Amerio, presenza ricorrente nelle produzioni Jazzy Records. Il regista Gianni Di Capua da tempo frequenta con la sua macchina da presa gli ambienti della musica contemporanea, raccontandoli con grande classe, passione e rigore di musicologo.
Nel film, le sessioni di prove e la registrazione live dell’opera: l’approccio dei musicisti con la scrittura e la personalità di Mazzarino, le conversazioni, l’amicizia, le paure, la consapevolezza di un momento unico e straordinario, la trasformazione delle partiture in materia sonora viva e vibrante. Ed infine, il concerto a porte chiuse, ripreso circolarmente con tre telecamere disposte intorno ai musicisti nel buio ovattato e denso di creatività della Concert Hall, scelta narrativa che ha conferito estrema spettacolarità alle immagini, in quanto lo spettatore viene trasportato, attraverso lunghi piani sequenza, proprio al centro della scena, al fianco dei musicisti, in un’avvincente condivisione di musica ed emozioni.
Leitmotiv del film, i pensieri più profondi di Mazzarino sulla sua estetica musicale. Piani Paralleli è un inno alla bellezza e all’armonia, espressione di un musicista che nell’attraversare tre decenni di Jazz ha fatto sintesi delle sue esperienze artistiche e di vita con una Suite dal forte tratto melodico, che trascende classificazioni ed etichette.
Giovanni Mazzarino: “In Piani Paralleli convivono tante estetiche. E' la summa delle mie esplorazioni musicali e dei miei ascolti, dopo tanti anni di viaggi sonori: dal barocco al romanticismo, da Bach al Bebop, dal Musical di Broadway alla musica sudamericana d'autore, dalla musica folk e popolare del Mediterraneo alla musica contemporanea, dai Beatles a Domenico Modugno, dai Pink Floyd all'Opera Lirica.”
La prima del film al Cinema Farnese di Roma vedrà la presenza di Giovanni Mazzarino e parte del cast. Un evento al quale seguiranno altre proiezioni nelle città italiane tra cui Milano, Bologna, Venezia, Padova, Pordenone, Firenze, Torino.
Il disco “Piani Paralleli” è una produzione della Jazzy Records, mentre il docufilm “Piani Paralleli” è una produzione Bliq Film Production, in associazione con Jazzy Records e Kublai Film, e con il prestigioso contributo della Film Commission del Friuli Venezia Giulia.
Partner del progetto: Fazioli Pianoforti, Gramazio adv Cantine Felluga.





]]>
Venerdì 17 Ravenna rassegna VENERDI IN JAZZ al Mariani Lifestyle Wed, 15 Mar 2017 16:14:30 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/425250.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/425250.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Al Mariani Lifestyle di Ravenna Enrico Pelliconi Trio per i "Venerdì in Jazz"


Venerdì 17 marzo alle ore 21.30 un altro dei consueti appuntamenti al Mariani Lifestyle di Ravenna per la rassegna "Venerdì in Jazz" organizzata fino ad aprile dall'Associazione Jazzlife. Protagonista sul palco Enrico Pelliconi Trio: musica originale con accenti di jazz della formazione guidata dal pianista (nonché fisarmonicista) romagnolo Enrico Pelliconi, tra composizione e improvvisazione, sulla scia del disco "Mai Troppo Piano" e in attesa del prossimo lavoro discografico.
Insieme a lui, sul palco,
 Daniele Sabatani alla batteria e Tiziano Negrello al contrabbasso 


INFO E CONTATTI
Mariani Lifestyle, via Ponte Marino 19, Ravenna venerdì 17 marzo ore 21.30
Ingresso gratuito. Cena con menu alla carta.
Info e prenotazioni tavoli: 0544 215206 �“ info@mariani-ravenna.it
www.mariani-ravenna.it
Ufficio Stampa JAZZLIFE Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 - 
fiorenzagherardi@gmail.com
















]]>
ROMA Auditorium Parco della Musica, Gegè Telesforo e UNICEF "Soundz For Children" Tue, 14 Mar 2017 01:56:13 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/424999.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/424999.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
All'Auditorium Parco della Musica, GeGè Telesforo in un grande evento dedicato al progetto UNICEF "Soundz For Children" insieme a tanti ospiti

Mercoledì 5 aprile GeGè Telesforo sarà in concerto alla Sala Petrassi per un grande evento dedicato al progetto UNICEF "Soundz For Children" di cui è da tempo testimonial e parte attiva. Salirà sul palco con la sua band, special guest la vocalist newyorkese Joanna Teters e grandi ospiti tra cui Dario Deidda, Max Ionata, Giovanna Famulari, Greta Panettieri, Dario Rossi, P-Funking Band.



Biglietti in prevendita: http://bit.ly/TelesforoAuditorium
Il videoclip di "Let the Children" in collaborazione con Unicef
Il videoclip di "Next"
DOWNLOAD CARTELLA STAMPA CON IMMAGINI + FULL ALBUM MP3

«La musica è stata la mia salvezza, e oggi è la mia terapia. È un canale universale di comunicazione e di integrazione, che supera ogni barriera culturale e linguistica, politica e religiosa, favorendo l’integrazione dei bambini perché influenza positivamente l’acquisizione linguistica anche senza l’intervento verbale. Crea un insieme in cui tutti possono riconoscersi, sperimentarsi, divertirsi, anche in un contesto sociale a rischio» 
GeGé Telesforo

Mercoledì 5 aprile alla Sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, Groove Master Edition presenta un grande evento in collaborazione con UNICEF e il media partner Radio24 Il Sole 24 Ore.
Protagonista
GeGè Telesforo, che presenterà ufficialmente il progetto UNICEF "Soundz For Children" (United Musicians for UNICEF), di cui è da tempo testimonial e parte attiva, finalizzato a trasmettere ai bambini, attraverso la musica, i valori del rispetto, dell'inclusione e della solidarietà.
Sul palco, Teleforo interpreterà i brani dal suo ultimo disco "Fun Slow Ride" con la band 
di musicisti che da lungo tempo lo accompagna fedelmente: il sassofonista Alfonso Deidda, il tastierista Seby Burgio, il contrabbassista Joseph Bassi, il batterista Dario Panza, Riccardo Bomarsi a curare tecnicamente il sound, la special guest Joanna Teters - una delle giovani vocalist più affermate della scena newyorkese. Per questa grande occasione, Telesforo ha inoltre voluto con sè alcuni dei musicisti che hanno collaborato alle sue musiche negli ultimi anni: ospiti speciali quali Dario Deidda, Max Ionata, Greta Panettieri, Giovanna Famulari, Dario Rossi e la P-Funking Band.
Prevendite: 
http://bit.ly/TelesforoAuditorium

Cantante, musicista, polistrumentista, vocalista, compositore, conduttore e autore di programmi radiofonici e televisivi (costante la sua presenza a Radio24 e Rai5), Gegé Telesforo da tempo è impegnato nella versione pilota del progetto UNICEF "Soundz For Children", realizzando degli incontri musicali in una scuola di Roma, l’I.C. M. Gandhi, frequentata da bambini particolarmente vulnerabili, con l’obiettivo di dare, attraverso un approccio innovativo legato alla musica, la possibilità ai più piccoli di esprimersi e di comunicare liberamente, rimuovendo tutti gli ostacoli socio-culturali che impediscono un armonioso sviluppo psico-fisico. "Soundz For Children" coinvolgerà, dunque, bambini di tutta Italia. Nel portare avanti questo progetto Telesforo sarà affiancato da professionisti che condividono il suo stesso approccio formativo e godono di un’esperienza decennale nel campo della formazione cognitivo/musicale.  

Il tour primaverile dedicato a "Soundz for Children" si terrà dal 29 marzo all'8 aprile: il 29 marzo al Bad King di Perugia, il 30 Marzo a Villa Paris di Roseto degli Abruzzi, il 31 marzo a Il Moro Jazz Club di Cava de' Tirreni, il 1 aprile all'Auditorium Mad Mall di Mattinata, il 5 aprile all'Auditorium Parco della Musica di Roma, il 6 aprile al Bravo Caffè di Bologna, il 7 aprile al Torrione Jazz Club di Ferrara,  l'8 aprile al Blue Note di Milano.

Frutto di due intensi anni di lavoro tra Brooklyn, Madison, Londra e la campagna a nord di Roma, “FunSlow Ride” (International Collective of Music Travellers) è prodotto da GeGè Telesforo con la complicità di Leo Sidran. Uscito nel 2016 ed edito da Groove Master Edition per Egea in Italia ed Europa e per la Ropeadope per Usa e Asia, il disco incarna i valori del progetto "Soundz for Children". Nasce come un lavoro collettivo di 20 grandi artistiche si ritrovano uniti in una sola e unica “voce”: ambiente, etica, responsabilità, amore di un genitore per i suoi figli, amore tra due esseri umani sono i temi universali che hanno mosso la creazione dei brani, connotati allo stesso tempo da un sound incredibilmente leggero e raffinato. Ma soprattutto amore per la musica, che è l'elemento che più di ogni altro spinge ad indagare nella propria spiritualità e permette di affermare la propria identità nel rispetto e nella tolleranza verso gli altri. “Fun Slow Ride” è dunque un'ammissione di responsabilità che tutti abbiamo come esseri umani: quella di lasciare un'eredità importante alle generazioni che verranno

Uno dei suoi singoli "Let the Children", con il relativo videoclip realizzato da Simone Calcagni in collaborazione con UNICEF, è espressamente dedicato ai bambini mentre il videoclip del brano “Next” è realizzato da uno dei nostri più grandi artisti contemporanei: Felice Limosani. Pieno di amore e saggezza, in "Let the Children" lo spoken word del noto musicista statunitense Ben Sidran sottolinea con grande profondità il toccante tema trattato dalla poesia "I Figli" di Khalil Gibran contenuta nel suo celebre libro “Il Profeta”: il sentimento contrastante di un genitore che oltre a educare e proteggere i propri figli ha anche il grande compito di permettere loro di conoscere il più possibile il mondo, prendere liberamente le proprie decisioni senza cercare di influenzarne le scelte o di farli assomigliare a qualcun altro. 

Il disco "Fun Slow Ride" è disponibile nei maggiori digital stores come iTunes, Amazon e Bandcamp, in quest'ultimo anche in free listening.

INFO E CONTATTI
Prevendite online: http://bit.ly/TelesforoAuditorium Biglietteria: tel. 06/80241281 www.auditorium.com
www.unicef.it - www.funslowride.com - www.groovemasteredition.it - www.egeamusic.com - www.gegetelesforo.com
Il videoclip di "Let the Children" in collaborazione con Unicef
Il videoclip di "Next"
Ufficio Stampa GeGè Telesforo: Fiorenza Gherardi De Candei   Tel. +39.328.1743236 E-mail fiorenzagherardi@gmail.com
Ufficio Stampa Unicef: Luca Cappelletti  Tel. +39.06.47809233 +39.335.7275877   E-mail l.cappelletti@unicef.it

]]>
ROMA Auditorium Parco della Musica, Gegè Telesforo e UNICEF "Soundz For Children" Tue, 14 Mar 2017 01:43:06 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/424997.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/424997.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
All'Auditorium Parco della Musica, GeGè Telesforo in un grande evento dedicato al progetto UNICEF "Soundz For Children" insieme a tanti ospiti

Mercoledì 5 aprile GeGè Telesforo sarà in concerto alla Sala Petrassi per un grande evento dedicato al progetto UNICEF "Soundz For Children" di cui è da tempo testimonial e parte attiva. Salirà sul palco con la sua band, special guest la vocalist newyorkese Joanna Teters e grandi ospiti tra cui Dario Deidda, Max Ionata, Giovanna Famulari, Greta Panettieri, Dario Rossi, P-Funking Band.



Biglietti in prevendita: http://bit.ly/TelesforoAuditorium
Il videoclip di "Let the Children" in collaborazione con Unicef
Il videoclip di "Next"
DOWNLOAD CARTELLA STAMPA CON IMMAGINI + FULL ALBUM MP3

«La musica è stata la mia salvezza, e oggi è la mia terapia. È un canale universale di comunicazione e di integrazione, che supera ogni barriera culturale e linguistica, politica e religiosa, favorendo l’integrazione dei bambini perché influenza positivamente l’acquisizione linguistica anche senza l’intervento verbale. Crea un insieme in cui tutti possono riconoscersi, sperimentarsi, divertirsi, anche in un contesto sociale a rischio» 
GeGé Telesforo

Mercoledì 5 aprile alla Sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, Groove Master Edition presenta un grande evento in collaborazione con UNICEF e il media partner Radio24 Il Sole 24 Ore.
Protagonista
GeGè Telesforo, che presenterà ufficialmente il progetto UNICEF "Soundz For Children" (United Musicians for UNICEF), di cui è da tempo testimonial e parte attiva, finalizzato a trasmettere ai bambini, attraverso la musica, i valori del rispetto, dell'inclusione e della solidarietà.
Sul palco, Teleforo interpreterà i brani dal suo ultimo disco "Fun Slow Ride" con la band 
di musicisti che da lungo tempo lo accompagna fedelmente: il sassofonista Alfonso Deidda, il tastierista Seby Burgio, il contrabbassista Joseph Bassi, il batterista Dario Panza, Riccardo Bomarsi a curare tecnicamente il sound, la special guest Joanna Teters - una delle giovani vocalist più affermate della scena newyorkese. Per questa grande occasione, Telesforo ha inoltre voluto con sè alcuni dei musicisti che hanno collaborato alle sue musiche negli ultimi anni: ospiti speciali quali Dario Deidda, Max Ionata, Greta Panettieri, Giovanna Famulari, Dario Rossi e la P-Funking Band.
Prevendite: 
http://bit.ly/TelesforoAuditorium

Cantante, musicista, polistrumentista, vocalista, compositore, conduttore e autore di programmi radiofonici e televisivi (costante la sua presenza a Radio24 e Rai5), Gegé Telesforo da tempo è impegnato nella versione pilota del progetto UNICEF "Soundz For Children", realizzando degli incontri musicali in una scuola di Roma, l’I.C. M. Gandhi, frequentata da bambini particolarmente vulnerabili, con l’obiettivo di dare, attraverso un approccio innovativo legato alla musica, la possibilità ai più piccoli di esprimersi e di comunicare liberamente, rimuovendo tutti gli ostacoli socio-culturali che impediscono un armonioso sviluppo psico-fisico. "Soundz For Children" coinvolgerà, dunque, bambini di tutta Italia. Nel portare avanti questo progetto Telesforo sarà affiancato da professionisti che condividono il suo stesso approccio formativo e godono di un’esperienza decennale nel campo della formazione cognitivo/musicale.  

Il tour primaverile dedicato a "Soundz for Children" si terrà dal 29 marzo all'8 aprile: il 29 marzo al Bad King di Perugia, il 30 Marzo a Villa Paris di Roseto degli Abruzzi, il 31 marzo a Il Moro Jazz Club di Cava de' Tirreni, il 1 aprile all'Auditorium Mad Mall di Mattinata, il 5 aprile all'Auditorium Parco della Musica di Roma, il 6 aprile al Bravo Caffè di Bologna, il 7 aprile al Torrione Jazz Club di Ferrara,  l'8 aprile al Blue Note di Milano.

Frutto di due intensi anni di lavoro tra Brooklyn, Madison, Londra e la campagna a nord di Roma, “FunSlow Ride” (International Collective of Music Travellers) è prodotto da GeGè Telesforo con la complicità di Leo Sidran. Uscito nel 2016 ed edito da Groove Master Edition per Egea in Italia ed Europa e per la Ropeadope per Usa e Asia, il disco incarna i valori del progetto "Soundz for Children". Nasce come un lavoro collettivo di 20 grandi artistiche si ritrovano uniti in una sola e unica “voce”: ambiente, etica, responsabilità, amore di un genitore per i suoi figli, amore tra due esseri umani sono i temi universali che hanno mosso la creazione dei brani, connotati allo stesso tempo da un sound incredibilmente leggero e raffinato. Ma soprattutto amore per la musica, che è l'elemento che più di ogni altro spinge ad indagare nella propria spiritualità e permette di affermare la propria identità nel rispetto e nella tolleranza verso gli altri. “Fun Slow Ride” è dunque un'ammissione di responsabilità che tutti abbiamo come esseri umani: quella di lasciare un'eredità importante alle generazioni che verranno

Uno dei suoi singoli "Let the Children", con il relativo videoclip realizzato da Simone Calcagni in collaborazione con UNICEF, è espressamente dedicato ai bambini mentre il videoclip del brano “Next” è realizzato da uno dei nostri più grandi artisti contemporanei: Felice Limosani. Pieno di amore e saggezza, in "Let the Children" lo spoken word del noto musicista statunitense Ben Sidran sottolinea con grande profondità il toccante tema trattato dalla poesia "I Figli" di Khalil Gibran contenuta nel suo celebre libro “Il Profeta”: il sentimento contrastante di un genitore che oltre a educare e proteggere i propri figli ha anche il grande compito di permettere loro di conoscere il più possibile il mondo, prendere liberamente le proprie decisioni senza cercare di influenzarne le scelte o di farli assomigliare a qualcun altro. 

Il disco "Fun Slow Ride" è disponibile nei maggiori digital stores come iTunes, Amazon e Bandcamp, in quest'ultimo anche in free listening.

INFO E CONTATTI
Prevendite online: http://bit.ly/TelesforoAuditorium Biglietteria: tel. 06/80241281 www.auditorium.com
www.unicef.it - www.funslowride.com - www.groovemasteredition.it - www.egeamusic.com - www.gegetelesforo.com
Il videoclip di "Let the Children" in collaborazione con Unicef
Il videoclip di "Next"
Ufficio Stampa GeGè Telesforo: Fiorenza Gherardi De Candei   Tel. +39.328.1743236 E-mail fiorenzagherardi@gmail.com
Ufficio Stampa Unicef: Luca Cappelletti  Tel. +39.06.47809233 +39.335.7275877   E-mail l.cappelletti@unicef.it
















]]>
Venerdì 17 Ravenna rassegna VENERDI IN JAZZ al Mariani Lifestyle Mon, 13 Mar 2017 11:51:58 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/424910.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/424910.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Al Mariani Lifestyle di Ravenna Enrico Pelliconi Trio per i "Venerdì in Jazz"


Venerdì 17 marzo alle ore 21.30 un altro dei consueti appuntamenti al Mariani Lifestyle di Ravenna per la rassegna "Venerdì in Jazz" organizzata fino ad aprile dall'Associazione Jazzlife. Protagonista sul palco l'Enrico Pelliconi Trio: musica originale con accenti di jazz della formazione guidata dal pianista (nonché fisarmonicista) romagnolo Enrico Pelliconi, tra composizione e improvvisazione, sulla scia del disco "Mai Troppo Piano" e in attesa del prossimo lavoro discografico.
Insieme a lui, sul palco,
 Daniele Sabatani alla batteria e Tiziano Negrello al contrabbasso 


INFO E CONTATTI
Mariani Lifestyle, via Ponte Marino 19, Ravenna venerdì 17 marzo ore 21.30
Ingresso gratuito. Cena con menu alla carta.
Info e prenotazioni tavoli: 0544 215206 �“ info@mariani-ravenna.it
www.mariani-ravenna.it
Ufficio Stampa JAZZLIFE Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 - 
fiorenzagherardi@gmail.com

















]]>
Esce oggi l'album "Persistency-The New York Project" di Cettina Donato Fri, 10 Mar 2017 11:37:08 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/424688.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/424688.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Esce il nuovo album di Cettina Donato "Persistency-The New York Project"


LINE UP:
CETTINA DONATO
ELIOT ZIGMUND
MATT GARRISON
CURTIS OSTLE

Esce il 10 marzo per AlfaMusic il quarto disco registrato a New York della compositrice, pianista e direttore d'orchestra Cettina Donato, presentato con un tour in Italia e all'estero. Di origine siciliana, da anni divide la sua carriera tra Stati Uniti e Europa. L'intero ricavato dalla vendita dei dischi sarà devoluto alla costruzione della Residenza "VillagGioVanna" in provincia di Messina: un progetto di accoglienza da lei ideato e fortemente voluto.


PROSSIME DATE:

13 MARZO BUDAPEST
15 MARZO PRAGA
30 APRILE ROMA
6 MAGGIO VIAREGGIO
26 MAGGIO FOGGIA
27 MAGGIO ANDRIA
29 MAGGIO VALENZANO
23-24-25 GIUGNO FELTRE
29 AGOSTO CAMBRIDGE
18 SETTEMBRE BOSTON




"Puoi raggiungere qualsiasi obiettivo tu abbia programmato ma ci vuole azione, persistenza e la capacità di guardare in faccia le tue paure. Questo è il motivo per cui ho chiamato il mio nuovo progetto "Persistency" (perseveranza) perché niente è impossibile e non abbiamo alcun limite. Noi stessi siamo il nostro limite. Dobbiamo soltanto credere un po’ di più in noi stessi. Mi auguro che le musiche di questo album siano di vostro gradimento perché sono state realizzate con amore e con il cuore."
Cettina Donato

Esce il 10 marzo con l'etichetta discografica AlfaMusic "Persistency-The New York Project", il quarto album della compositrice, pianista e direttore d'orchestra Cettina Donato, che da anni divide la sua carriera tra Stati Uniti e Italia, dove insegna stabilmente in tre Conservatori.

Registrato lo scorso settembre a Brooklyn, e presentato live in anteprima al Blue Note di New York, il disco nasce dal successo di precedenti collaborazioni di Cettina Donato con il grande batterista Eliot Zigmund, con il sassofonista Matt Garrison e il contrabbassista Curtis Ostle
Composto da otto tracce, questo nuovo lavoro ospita sette brani originali concepiti come grandi omaggi agli artisti più amati da Cettina Donato: George Gershwin, Thelonious Monk e Herbie Hancock - che più volte ha incoraggiato personalmente la stessa Cettina allo sviluppo della sua vena creativa - anche se a livello compositivo talvolta si discosta dalla tipica forma della jazz song. Valorizzato è comunque il senso della semplicità e della cantabilità, da sempre peculiarità della sua visione musicale. La tracklist ospita anche il brano "Lawns" di Carla Bley, con un mood che rispecchia musicalmente l'andamento dell'intero disco.

Il tour di presentazione del disco prevede date in Europa e Stati Uniti, con un calendario in continuo aggiornamento e con diversi musicisti ad avvicendarsi nella formazione trio e quartetto, tra cui Eliot Zigmund, Matt Garrison e Curtis Ostle per le date negli USA, Marton Juhasz, Matyas Hofecker, Vito di Modugno, Francesco Ciniglio, Luca Fattorini, Mimmo Campanale, Riccardo Fioravanti, Stefano Bagnoli, Nino Pellegrini e Vladimiro Carboni per le date in Europa.
Il primo concerto avverrà in piano solo a Budapest il 13 marzo alla Sala Giuseppe Verdi per l'Istituto Italiano di Cultura, mentre il 15 marzo Cettina sarà a Praga nello storico Reduta Jazz Club in trio con Marton Juhasz alla batteria e Matyas Hofecker al contrabbasso, sempre per un evento in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura. 
Il 30 aprile vi sarà il primo live in Italia alla Casa del Jazz di Roma, in occasione dell'International Jazz Day UNESCO. Il 6 maggio Cettina sarà al The Club di Viareggio, il 26 maggio a Foggia, il 27 ad Andria e il 28 a Valenzano, mentre il 23, 24 e 25 giugno sarà a Feltre protagonista di una residenza artistica al Jazzit Fest. Il 29 agosto tornerà negli Stati Uniti per un concerto a Kendall Square, Cambridge, e il 18 settembre a Boston per il Sounds of Italy Festival.
Cettina ha deciso di devolvere tutto il ricavato della vendita dei dischi ad un progetto da lei fortemente voluto: la costruzione della Residenza “VillagGioVanna”, in provincia di Messina, destinata ad ospitare in maniera permanente bambini, ragazzi e adulti affetti da autismo e che non hanno il sostegno della propria famiglia. Il progetto comprende anche un grande spazio destinato alle attività musicali con uno studio dotato di strumenti, dischi, una sala cinema, un terreno che ospiterà animali domestici per la Pet Therapy ed anche una piscina. Previsto il supporto di medici, assistenti, infermieri, operatori.
Cettina Donato da sempre divide la sua carriera tra Stati Uniti e Italia, luoghi nevralgici dove, tra jazz e classica, ha sviluppato un intenso percorso artistico, dalla composizione e direzione per orchestra, alla conduzione di formazioni come trio e quartetto, al piano solo, collaborando con molti artisti noti della scena internazionale.
Il JAZZIT Award 2015 ne riconosce i meriti annoverandola nella classifica dei migliori arrangiatori italiani. Un patrimonio di conoscenze ed espressività che in Italia diffonde anche attraverso una intensa attività didattica nei conservatori di Messina, Alessandria e Livorno.

L'Album e il Presskit sono scaricabili integralmente sul sito di Italian Jazz Music (riservato esclusivamente agli addetti ai lavori previa registrazione gratuita): http://ijm.it/component/music/display/648Per ricevere copia promozionale del disco inviare una mail a: Ufficio Stampa AlfaMusic Anita Pusceddu anita@alfamusic.com.

CONTATTI
www.cettinadonato.com email: info@cettinadonato.com
Ufficio Stampa Cettina Donato: Fiorenza Gherardi De Candei Tel. 328.1743236 E-mail fiorenzagherardi@gmail.com
www.alfamusic.com

BIOGRAFIA CETTINA DONATO
Pianista, compositrice e direttore d’orchestra messinese, Cettina Donato si è distinta negli Stati Uniti e Canada per la grande raffinatezza e versatilità musicale nell’affrontare e fondere tra loro i diversi generi, in particolare classica, jazz e pop.

Ha ricoperto il ruolo di International President del Women In Jazz del South Florida, associazione volta alla promozione di musiciste e compositrici di tutto il mondo. Durante gli studi alla prestigiosa Berklee Music College di Boston, dove è si è laureata, è stata nominata "Best Jazz Revelation Composer and Performer" e ha ricevuto l'ambito Carla Bley Award for "Best Jazz Composer of Berklee College of Music".
In Italia ha collaborato come direttore, compositrice e arrangiatrice con varie orchestre tra cui l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, l’Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, la New Talents Jazz Orchestra di Roma, l’Orchestra Giovanile “Città di Molfetta”, la Late Night Jazz Orchestra di Los Angeles e a Boston ha fondato la "Cettina Donato Orchestra" composta da musicisti provenienti dai cinque continenti. 
Si è esibita in importanti festival tra cui l’Umbria Jazz, è stata finalista al concorso Note Di Donna (Piacenza Jazz Festival) e si è piazzata seconda al Luca Flores Award come miglior jazzista italiano emergente.
Negli anni ha suonato con alcuni tra i didatti-jazzisti più importanti dell’area jazz, tra cui Eliot Zigmund, Stefano Di Battista, Fabrizio Bosso, Salvatore Bonafede, Ray Santisi, Laszlo Gardony, Joanne Brackeen, Greg Hopkins, Jackson Schultz, Ken Pullig, Dick Lowell, David Santoro, Adam Nussbaum, Hal Galper, Billy Harper, Ron Savage, Scott Free, Dario Deidda, Roberto Gatto, Ken Cervenka, Bob Pilkington, Marcello Pellitteri, Marco Panascia, Orazio Maugeri, Dado Moroni, Bob Mintzer, Garrison Fewell ed altri.
Negli Stati Uniti è stata impegnata come performer, bandleader e direttore di Big Band per diverse organizzazioni musicali, festival e jazz club tra New York, Los Angeles, Boston, Cambridge, Austin.
Il suo primo album “PRISTINE” ha ottenuto ottime recensioni da alcune tra le più importanti riviste di jazz italiane e straniere come Jazzit, Musica Jazz, Jazz Magazine, JazzTimes, Keep Swinging, JazzWise, Metronome, Boston Globe. Il secondo disco “CRESCENDO”, registrato con un’orchestra jazz e un quartetto di archi e che comprende sue composizioni originali, è stato premiato al Jazzit Award come uno dei migliori album internazionali del 2013.
Ha riscosso un notevole successo di vendite e di critica il suo terzo lavoro “THIRD” (Blue Art Management), uscito nel febbraio 2015, che comprende sue composizioni per jazz trio. Il quarto album "Persistency-The New York Project" feat. Eliot Zigmund è stato registrato a New York nel 2016 e presentato in anteprima proprio al Blue Note nella Grande Mela. I suoi live e dischi sono stati recensiti da importanti testate come Musica Jazz, Jazzit, Jazz Times, The Boston Globe, Jazz Wise (UK).
Diplomata in Pianoforte classico e laureata in Musica Jazz al Conservatorio “A. Corelli” di Messina, oltre che al Berklee Music College di Boston, Cettina è a sua volta impegnata sul fronte della didattica, come docente dei Conservatori di Livorno, Alessandria e Messina
E' inoltre laureata all'Università di Messina in Psicologia Sociale. 






]]>
22 marzo AUDITORIUM: Greta Panettieri ospite della NTJO ORCHESTRA RESIDENTE AUDITORIUM Mon, 06 Mar 2017 13:47:32 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/424023.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/424023.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
"Da New York a Rio": Greta Panettieri ospite della New Talents Jazz Orchestra nominata Orchestra Residente dell’Auditorium Parco della Musica 

Mercoledì 22 marzo al Teatro Studio dell'Auditorium Parco della Musica il secondo appuntamento della rassegna "Incontri in Jazz" della New Talents Jazz Orchestra diretta da Mario Corvini, appena nominata Orchestra Residente dell'Auditorium. Ospite di questo concerto, l'eclettica e virtuosa cantante Greta Panettieri.

 
 ALTRE FOTO IN ALLEGATO 

"Una grande felicità per la nomina della New Talents Jazz Orchestra come Orchestra Residente dell'Auditorium Parco della Musica: il coronamento del grande impegno degli ultimi anni per i tanti progetti e concerti realizzati in Italia. L'Orchestra, formata da giovani talenti, ha affermato il suo valore musicale eterogeneo legato non solo al jazz classico, come ha testimoniato anche l'album "Extempora" edito lo scorso anno proprio da Parco della Musica Records con special guest Daniele Tittarelli. Ci auguriamo che la sinergia con l'Auditorium possa solidificarsi ulteriormente attraverso le varie iniziative che organizzeremo."
Mario Corvini

Dopo il grande successo del primo concerto con ospite Roberto Gatto, mercoledì 22 marzo al Teatro Studio "Gianni Borgna" dell'Auditorium Parco della Musica, un nuovo appuntamento della rassegna "Incontri in Jazz" della New Talents Jazz Orchestra diretta da Mario Corvini, appena nominata Orchestra Residente dell'Auditorium Parco della Musica.
Grande ospite, la cantante Greta Panettieri per il concerto dal titolo "Da New York a Rio"un viaggio nel repertorio americano e brasiliano più affascinante: dai classici di Duke Ellington a quelli di Tom Jobim, Chico Buarque, De Barros, passando per grandi interpreti quali Sarah Vaughan, Ella Fitzgerald, Elis “Uragano” Regina, Mina. Con arrangiamenti firmati da Mario Corvini, più una versione del brano "Conversazione" di Amurri/Canfora arrangiata da Maurizio Giammarco e un'originalissima versione di "One Note Samba" arrangiata da Pino Iodice. Sarà eseguito anche un brano scritto da Greta insieme ad Andrea Sammartino, dal titolo "Guessing & Surmising" tratto dal suo album "Under Control" e riarrangiato da Mario Corvini.

Mario Corvini: "Era tanto che pensavo ad una collaborazione con Greta, finalmente si è presentata l’occasione giusta. Una cantante assolutamente eclettica, agile e al contempo con una profondità nel linguaggio incredibile, in termini di paragone come un trombettista hard bop e un sassofono tenore alla Webster, la sua voce mi ha sempre affascinato e stimolato a punto da immaginarla in un contesto di jazz orchestra in maniera calzante e dinamica. Sarà di sicuro una serata molto particolare e divertente, non vedo l’ora."
Greta Panettieri: "L'incontro con Mario Corvini è permeato di quella strana magia di quando le cose sono "meant to be": tutto succede naturalmente e facilmente. Sono felicissima di essere colei che darà voce ad una serata di musica strepitosa e soprattutto di poter cantare alcuni dei brani che da sempre alimentano il mio grande amore per il Jazz e per la Bossa Nova."

Greta Panettieri, cresciuta artisticamente a New York e tornata da qualche anno in Italia, è ormai nota come una delle cantanti più eclettiche e virtuose del panorama italiano, dalla grande intensità interpretativa. Tornata in "patria", ha collaborato con artisti come Fabrizio Bosso, Sergio Cammariere, Gegè Telesforo, Claudio "Greg" Gregori, Piji Siciliani e Max Ionata, mentre le sue avventure artistiche nella Grande Mela sono state immortalate in un libro a fumetti: la Graphic Novel "Viaggio in Jazz". Dalla personalità vulcanica, Greta è anche compositrice, autrice di testi e multistrumentista, suonando violino, pianoforte e chitarra

Dal 2017 la New Talents Jazz Orchestra, fondata e diretta da Mario Corvini, diviene Orchestra Residente dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Formata da giovani talenti del panorama jazz italiano, la compagine si è distinta negli ultimi due anni per il grande successo dei suoi concerti e la brillantezza dei suoi arrangiamenti, volti sempre all’incontro con solisti e alla sperimentazione esecutiva.

Gli altri appuntamenti della rassegna "Incontri in Jazz":
Il 14 aprile sarà la volta del trombettista Claudio Corvini, uno degli interpreti più profondi del panorama jazzistico italiano, con l’omaggio a Miles Davis “Miles Chronicles (Miles attraverso i periodi)”. Davis è sicuramente il più importante e influente musicista della storia del jazz, dotato di uno sguardo attento a tutto ciò che lo circondava e alle novità che di volta in volta si presentavano. In questo concerto, Claudio Corvini interpreta insieme alla New Talents Jazz Orchestra quella visione che Gil Evans usava per Miles, esaltandone il fraseggio e la liricità. Dai brani “Budo”, “Straight No Chaser”, “La Nevada Blues”, “Milestones”, per poi passare al Miles elettrico degli anni '60, e le celebri e memorabili sessioni di “Miles Ahead” e “Sketches of Spain”.
Il 6 maggio l’Orchestra incontra giovani talenti del jazz italiano per “Max Sweet Love”: un tributo speciale al grande sassofonista Massimo Urbani, fonte dispirazione per i musicisti di questa e delle generazioni future. Special guest della serata, Maurizio Urbani accanto a giovani e talentosi musicisti esterni all'Orchestra. Il repertorio vedrà i brani più rappresentativi di Max e alcune delle sue composizioni, con arrangiamenti realizzati da Mario Corvini, Maurizio Miotti e i membri della NTJO Riccardo Nebbiosi e Nicola Tariello, più letture dell’autrice Paola Musa tratte dal libro biografico "Go Max Go" (Ed. Arkadia).
Per il quinto e ultimo appuntamento della rassegna, mercoledì 28 maggio, la New Talents Jazz Orchestra ospita il pianista Enrico Pieranunzi. Molti sono i suoi lavori per le grandi formazioni jazz orchestrali, partendo dagli anni '80 per Art Farmer fino ad arrivare al recente lavoro realizzato con la Brussels Jazz Orchestra. La sua musica ha un'adattabilità a molteplici interpretazioni: sia in trio che in big band le sue melodie ispirano colori nuovi nelle orchestrazioni. Il repertorio eseguito sarà principalmente composto da musiche di Pieranunzi, con arrangiamenti firmati da lui stesso e da Mario Corvini, ripercorrendo le sue favolose composizioni come “Night Bird”, “Soft Journey”, “The Real You”, “The Weawer”.

CONTATTI
Ingresso €15 - Prevendite TicketOne: http://bit.ly/ticketsGRETAorchestra
www.auditorium.com  www.ntjorchestra.it
Ufficio Stampa New Talents Jazz Orchestra: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel.: 328.1743236   Email: fiorenzagherardi@gmail.com

 









]]>
GeGè Telesforo e UNICEF_il tour italiano per il progetto SOUNDZ FOR CHILDREN Mon, 06 Mar 2017 02:29:45 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/423938.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/423938.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

GeGè Telesforo e UNICEF: il tour italiano per il progetto SOUNDZ FOR CHILDREN


Dal 29 marzo all'8 aprile GeGè Telesforo sarà in tour in Italia con il progetto UNICEF "Soundz For Children" di cui è da tempo testimonial e parte attiva. Otto le date con la sua band special guest la vocalist newyorkese Joanna Teters, e i brani dell'ultimo disco “Fun Slow Ride”.



29 MARZO PERUGIA | BAD KING CLUB
30 MARZO ROSETO DEGLI ABRUZZI | VILLA PARIS
31 MARZO CAVA DEI TIRRENI | IL MORO JAZZ CLUB
1 APRILE MATTINATA (FG) | AUDITORIUM MAD MALL
5 APRILE ROMA | AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
6 APRILE BOLOGNA | BRAVO CAFFÈ
7 APRILE FERRARA | IL TORRIONE JAZZ CLUB
8 APRILE MILANO | BLUE NOTE JAZZ CLUB

«La musica è stata la mia salvezza, e oggi è la mia terapia. È un canale universale di comunicazione e di integrazione, che supera ogni barriera culturale e linguistica, politica e religiosa, favorendo l’integrazione dei bambini perché influenza positivamente l’acquisizione linguistica anche senza l’intervento verbale. Crea un insieme in cui tutti possono riconoscersi, sperimentarsi, divertirsi, anche in un contesto sociale a rischio» 
GeGé Telesforo

Unicef Italia il suo testimonial UNICEF GeGè Telesforo lanciano il progetto "Soundz For Children" (United Musicians for UNICEF), finalizzato a trasmettere ai più piccoli i valori del rispetto, dell'inclusione e della solidarietà attraverso la musica.
Cantante, musicista, polistrumentista, vocalista, compositore, conduttore e autore di programmi radiofonici e televisivi (costante la sua presenza a Radio24 e Rai5), Gegé Telesforo da tempo è impegnato nella versione pilota di "Soundz For Children", realizzando degli incontri musicali in una scuola di Roma, l’I.C. M. Gandhi, frequentata da bambini particolarmente vulnerabili, con l’obiettivo di dare, attraverso un approccio innovativo legato alla musica, la possibilità di esprimersi e di comunicare liberamente, rimuovendo tutti gli ostacoli socio-culturali che impediscono un armonioso sviluppo psico-fisico.
"Soundz For Children" coinvolgerà, dunque, bambini di tutta Italia. Nel portare avanti questo progetto Telesforo sarà affiancato da professionisti che condividono il suo stesso approccio formativo e godono di un’esperienza decennale nel campo della formazione cognitivo/musicale. 
Accanto agli incontri nelle scuole, GeGé Telesforo porterà il messaggio e i valori di "Soundz For Children" anche sul palcoscenico; dal 29 marzo all'8 aprile sarà impegnato con un tour in Italia affiancato dalla band di musicisti che da lungo tempo lo accompagna fedelmente: il sassofonista Alfonso Deidda, il tastierista Seby Burgio, il contrabbassista Joseph Bassi, il batterista Dario Panza, la special guest Joanna Teters - una delle giovani vocalist più affermate della scena newyorkese.

Durante i live, con
Riccardo Bomarsia curare tecnicamente il sound, sarà la musica di "FunSlow Ride", il suo ultimo album uscito nel 2016 e edito da Groove Master Edition per Egea in Italia ed Europa e per la Ropeadope per Usa e Asia, a incarnare i valori del progetto. Il disco stesso nasce come un lavoro collettivo di 20 grandi artistiche si ritrovano uniti in una sola e unica “voce”. Ambiente, etica, responsabilità, amore di un genitore per i suoi figli, amore tra due esseri umani sono i temi universali che hanno mosso la creazione dei brani, connotati allo stesso tempo da un sound incredibilmente leggero e raffinato. Ma soprattutto amore per la musica, che è l'elemento che più di ogni altro spinge ad indagare nella propria spiritualità e permette di affermare la propria identità nel rispetto e nella tolleranza verso gli altri. “Fun Slow Ride” è dunque un'ammissione di responsabilità che tutti abbiamo come esseri umani: quella di lasciare un'eredità importante alle generazioni che verranno

Frutto di due intensi anni di lavoro tra Brooklyn, Madison, Londra e la campagna a nord di Roma, “Fun Slow Ride” (International Collective of Music Travellers) è prodotto da GeGè Telesforo con la complicità di Leo Sidran. 

Uno dei suoi singoli "Let the Children", con il relativo videoclip realizzato da Simone Calcagni in collaborazione con UNICEF, è espressamente dedicato ai bambini mentre il videoclip del brano “Next” è realizzato da uno dei nostri più grandi artisti contemporanei: Felice Limosani. Pieno di amore e saggezza, in "Let the Children" lo spoken word del noto musicista statunitense Ben Sidran sottolinea con grande profondità il toccante tema trattato dalla poesia "I Figli" di Khalil Gibran contenuta nel suo celebre libro “Il Profeta”: il sentimento contrastante di un genitore che oltre a educare e proteggere i propri figli ha anche il grande compito di permettere loro di conoscere il più possibile il mondo, prendere liberamente le proprie decisioni senza cercare di influenzarne le scelte o di farli assomigliare a qualcun altro. 

Il disco "Fun Slow Ride" è disponibile nei maggiori digital stores come iTunes, Amazon e Bandcamp, in quest'ultimo anche in free listening.

INFO E CONTATTI
www.unicef.it - www.funslowride.com - www.groovemasteredition.it - www.egeamusic.com - www.gegetelesforo.com
Il videoclip di "Let the Children" in collaborazione con Unicef
Il videoclip di "Next"
Ufficio Stampa GeGè Telesforo: Fiorenza Gherardi De Candei   Tel. +39.328.1743236 E-mail fiorenzagherardi@gmail.com
Ufficio Stampa Unicef: Luca Cappelletti  Tel. +39.06.47809233 +39.335.7275877   E-mail l.cappelletti@unicef.it













]]>
GeGè Telesforo e UNICEF: il tour italiano per il progetto SOUNDZ FOR CHILDREN Tue, 28 Feb 2017 11:00:45 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/423188.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/423188.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

           

GeGè Telesforo e UNICEF:
il tour italiano per il progetto SOUNDZ FOR CHILDREN

Dal 29 marzo all'8 aprile GeGè Telesforo sarà in tour in Italia con il progetto UNICEF "Soundz For Children" di cui è da tempo testimonial e parte attiva. Otto le date con la sua band special guest la vocalist newyorkese Joanna Teters, e i brani dell'ultimo disco “Fun Slow Ride”.



29 MARZO PERUGIA | BAD KING CLUB
30 MARZO ROSETO DEGLI ABRUZZI | VILLA PARIS
31 MARZO CAVA DEI TIRRENI | IL MORO JAZZ CLUB
1 APRILE MATTINATA (FG) | AUDITORIUM MAD MALL
5 APRILE ROMA | AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
6 APRILE BOLOGNA | BRAVO CAFFÈ
7 APRILE FERRARA | IL TORRIONE JAZZ CLUB
8 APRILE MILANO | BLUE NOTE JAZZ CLUB

«La musica è stata la mia salvezza, e oggi è la mia terapia. È un canale universale di comunicazione e di integrazione, che supera ogni barriera culturale e linguistica, politica e religiosa, favorendo l’integrazione dei bambini perché influenza positivamente l’acquisizione linguistica anche senza l’intervento verbale. Crea un insieme in cui tutti possono riconoscersi, sperimentarsi, divertirsi, anche in un contesto sociale a rischio» 
GeGé Telesforo

Unicef Italia il suo testimonial UNICEF GeGè Telesforo lanciano il progetto "Soundz For Children" (United Musicians for UNICEF), finalizzato a trasmettere ai più piccoli i valori del rispetto, dell'inclusione e della solidarietà attraverso la musica.
Cantante, musicista, polistrumentista, vocalista, compositore, conduttore e autore di programmi radiofonici e televisivi (costante la sua presenza a Radio24 e Rai5), Gegé Telesforo da tempo è impegnato nella versione pilota di "Soundz For Children", realizzando degli incontri musicali in una scuola di Roma, l’I.C. M. Gandhi, frequentata da bambini particolarmente vulnerabili, con l’obiettivo di dare, attraverso un approccio innovativo legato alla musica, la possibilità di esprimersi e di comunicare liberamente, rimuovendo tutti gli ostacoli socio-culturali che impediscono un armonioso sviluppo psico-fisico.
"Soundz For Children" coinvolgerà, dunque, bambini di tutta Italia. Nel portare avanti questo progetto Telesforo sarà affiancato da professionisti che condividono il suo stesso approccio formativo e godono di un’esperienza decennale nel campo della formazione cognitivo/musicale. 
Accanto agli incontri nelle scuole, GeGé Telesforo porterà il messaggio e i valori di "Soundz For Children" anche sul palcoscenico; dal 29 marzo all'8 aprile sarà impegnato con un tour in Italia affiancato dalla band di musicisti che da lungo tempo lo accompagna fedelmente: il sassofonista Alfonso Deidda, il tastierista Seby Burgio, il contrabbassista Joseph Bassi, il batterista Dario Panza, la special guest Joanna Teters - una delle giovani vocalist più affermate della scena newyorkese.

Durante i live, con
Riccardo Bomarsia curare tecnicamente il sound, sarà la musica di "FunSlow Ride", il suo ultimo album uscito nel 2016 e edito da Groove Master Edition per Egea in Italia ed Europa e per la Ropeadope per Usa e Asia, a incarnare i valori del progetto. Il disco stesso nasce come un lavoro collettivo di 20 grandi artistiche si ritrovano uniti in una sola e unica “voce”. Ambiente, etica, responsabilità, amore di un genitore per i suoi figli, amore tra due esseri umani sono i temi universali che hanno mosso la creazione dei brani, connotati allo stesso tempo da un sound incredibilmente leggero e raffinato. Ma soprattutto amore per la musica, che è l'elemento che più di ogni altro spinge ad indagare nella propria spiritualità e permette di affermare la propria identità nel rispetto e nella tolleranza verso gli altri. “Fun Slow Ride” è dunque un'ammissione di responsabilità che tutti abbiamo come esseri umani: quella di lasciare un'eredità importante alle generazioni che verranno

Frutto di due intensi anni di lavoro tra Brooklyn, Madison, Londra e la campagna a nord di Roma, “Fun Slow Ride” (International Collective of Music Travellers) è prodotto da GeGè Telesforo con la complicità di Leo Sidran. 

Uno dei suoi singoli "Let the Children", con il relativo videoclip realizzato da Simone Calcagni in collaborazione con UNICEF, è espressamente dedicato ai bambini mentre il videoclip del brano “Next” è realizzato da uno dei nostri più grandi artisti contemporanei: Felice Limosani. Pieno di amore e saggezza, in "Let the Children" lo spoken word del noto musicista statunitense Ben Sidran sottolinea con grande profondità il toccante tema trattato dalla poesia "I Figli" di Khalil Gibran contenuta nel suo celebre libro “Il Profeta”: il sentimento contrastante di un genitore che oltre a educare e proteggere i propri figli ha anche il grande compito di permettere loro di conoscere il più possibile il mondo, prendere liberamente le proprie decisioni senza cercare di influenzarne le scelte o di farli assomigliare a qualcun altro. 

Il disco "Fun Slow Ride" è disponibile nei maggiori digital stores come iTunes, Amazon e Bandcamp, in quest'ultimo anche in free listening.

INFO E CONTATTI
www.unicef.it - www.funslowride.com - www.groovemasteredition.it - www.egeamusic.com - www.gegetelesforo.com
Il videoclip di "Let the Children" in collaborazione con Unicef
Il videoclip di "Next"
Ufficio Stampa GeGè Telesforo: Fiorenza Gherardi De Candei   Tel. +39.328.1743236 E-mail fiorenzagherardi@gmail.com
Ufficio Stampa Unicef: Luca Cappelletti  Tel. +39.06.47809233 +39.335.7275877   E-mail l.cappelletti@unicef.it



]]>
ROMA: da domani spettacolo con UNICEF e REGIONE LAZIO @BIBLIOTECA GIANNI RODARI Mon, 27 Feb 2017 18:36:30 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/423087.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/423087.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
L'attualità di Pinocchio con "Le Arti si sFogliano", con il sostegno della Regione Lazio e in collaborazione con Unicef e Rinoceronte Incatenato
DAL 28 FEBBRAIO AL 4 MARZO LABORATORI MATTUTINI PER BAMBINI E SCUOLE
SABATO 4 MARZO ORE 16:30 SPETTACOLO APERTO AL PUBBLICO
INGRESSO GRATUITO 
BIBLIOTECA GIANNI RODARI, VIA FRANCESCO TOVAGLIERI 237 - ROMA 




"456 volte Pinocchio" è un percorso ricco di libri - 456 copie del romanzo di Carlo Collodi, per l'appunto - istallazioni, laboratori e musica, che si terrà nella settimana del Carnevale dal 28 febbraio al 4 marzo alla Biblioteca del Comune di Roma "Gianni Rodari" nel quartiere Tor Tre Teste, nell'ambito della seconda edizione della manifestazione "Le Arti si sFogliano" organizzata dall'Associazione Appercezioni e sostenuta dalla Regione Lazio nell'ambito del bando "Io Leggo".

Scritto e diretto da Federica Altieri, l'evento, in collaborazione con UNICEF Italia e con l'Associazione Rinoceronte Incatenato, è coordinato dall'autore e pedagogo Benedetto Tudino sulla scia della sua trentennale esperienza di laboratori per l'infanzia condotti insieme a Gianni Rodari e Alberto Manzi. Una lunga storia di interazione con il pubblico sul tema della Convenzione dei Diritti ONU sviluppata su percorsi espositivi nazionali e internazionali.

I laboratori mattutini per le scuole tra il 28 febbraio e il 4 marzo saranno dunque dedicati alla storia di Pinocchio: ogni bambino costruirà il proprio libro ispirato dagli attori Alessandro Guerra e Sebastiano Spinella che leggeranno l'incipit del libro di Collodi e filastrocche di Benedetto Tudino, accompagnati dalle percussioni del musicista Claudio Piselli. 

Sabato 4 marzo alle 16.30 lo spettacolo si replicherà anche con l'apertura al pubblico, ad ingresso gratuito. Seguirà una merenda con prodotti biologici. L'1, 2 e 3 marzo a raccontare le filastrocche con Benedetto Tudino vi sarà Antonella Pepe, interna alla Biblioteca Rodari.

L'evento è stato pensato per avvicinare la storia di Pinocchio alla storia di tanti piccoli che oggi, come il burattino, fanno fatica a “diventare bambini”. Storie vere, storie così terribilmente reali da sembrare costruite su criteri fantastici. Seguire le varie fasi di vita di un quasi bambino che fa fatica a diventare grande, può inoltre rappresentare per il mondo adulto un momento di autentico ritorno all’infanzia, di intima nostalgia. Ma anche una riflessione sugli spazi riservati ai bimbi, sui loro bisogni e sui loro tempi.

I 456 libri in mostra vogliono costituire un viaggio fantastico, che non ha mai lo stesso punto di partenza né lo stesso punto di arrivo e che, rovistando nel testo e nelle scene de "Le avventure di Pinocchio", ci permette di fornire �“ a chiunque abbia voglia di vederle �“ numerose chiavi, giocose e leggere, per conoscere e avvicinarsi al libro: oggetto di curiosità in cui è possibile trovare tutto ciò che gli uomini hanno pensato.

Pinocchio non amava i libri ma quando decise “su due piedi” di vendere l’Abbecedario (appena comprato dal povero Geppetto rimasto in maniche di camicia per l'acquisto) non immaginava che proprio il suo libro sarebbe stato il più letto del mondo dopo la Bibbia ed il Corano.

Anche questo spettacolo sarà accompagnato dalle foto di Paola Favoino che per tutta la manifestazione creerà un percorso fotografico attraverso i luoghi che ospiteranno Le Arti si sFogliano, e i disegni di Raffaele Valeri. Protagonista dunque la regione Lazio con le sue bellezze naturalistiche e culturali.

 

INFO E CONTATTI
“456 volte Pinocchio” dal 28 febbraio al 4 marzo �“ ingresso gratuito
Biblioteca Gianni Rodari, Roma �“ via Francesco Tovaglieri 237

Ass. Cult. APPERCEZIONI
E-mail appercezioni2004@gmail.com Tel. 345.5232671
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei 
E-mail fiorenzagherardi@gmail.com  Tel. 328.1743236

 

 







]]>
Auditorium 3 MARZO doppio concerto: Mirko Signorile/Redi Hasa + Carolina Bubbico Quartet Fri, 24 Feb 2017 16:56:30 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/422822.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/422822.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

All'Auditorium la grande musica "made in Puglia": doppio concerto con Mirko Signorile insieme a Redi Hasa e il Carolina Bubbico Quartet

Venerdì 3 marzo al Teatro Studio "Gianni Borgna" un doppio concerto: la prima assoluta del duo formato dal pianista Mirko Signorile con il violoncellista Redi Hasa che per l'occasione registrerà un album live, e il quartetto della giovane e talentuosa Carolina Bubbico, tra i fuoriclasse della nuova generazione jazz italiana.


​ALTRE IMMAGINI IN ALLEGATO

Un concerto speciale venerdì 3 marzo all'Auditorium Parco della Musica di Roma: dalle ore 21 al Teatro Studio Gianni Borgna andrà in scena la grande musica "made in Puglia" con un doppio live che avrà protagonista anzitutto una prima assoluta con l'inedito duo formato dal raffinato ed eclettico pianista Mirko Signorile e Redi Hasa, considerato il violoncellista più creativo nell’area della musica adriatica. Un incontro tra due eccellenze musicali nato dal riconoscimento reciproco di un’affinità espressiva e al contempo della diversità dei percorsi individuali, nel desiderio comune di produrre insieme nuova musica. La loro performance, caratterizzata dall’improvvisazione intesa come ricerca del divenire musicale e come esplorazione dal caos all’ordine della pura melodia, conduce l’ascoltatore in un’atmosfera fortemente evocativa, carica di colori e suoni inattesi. In occasione del concerto all’Auditorium il duo registrerà il primo lavoro discografico, sintesi della loro ricerca compositiva.

Alle 22 salirà sul palco Carolina Bubbico, musicista fuoriclasse, cantante, pianista, arrangiatrice, direttore d’orchestra al Festival di Sanremo 2015 per Il Volo e Serena Brancale, che si esibirà in quartetto accompagnata da Filippo Bubbico alla chitarra e synth, Federico Pecoraro al basso elettrico e Dario Congedo alla batteria. La Bubbico proporrà canzoni originali tratte dai suoi due dischi “Controvento” e “Una Donna” oltre a originali rivisitazioni di noti brani italiani e internazionali arrangiati in chiave jazz, newsoul, r&b. 

L’organizzazione del concerto è a cura di Workin’ Label in collaborazione con MB management.
Ingresso €15. Prevendite TicketOne http://bit.ly/tickets3MARZO o telefoniche al 892.101 o 329.4123339. 
Info sul sito dell'Auditorium al link http://bit.ly/2ktcKSq.

BIOGRAFIE
MIRKO SIGNORILE
pianista pugliese da anni attivo nella scena jazz nazionale sia come leader di progetti a suo nome che come sideman. Nel corso degli anni si è esibito con Dave Liebman, Greg Osby, Coung Vu, Enrico Rava, Paolo Fresu, David Binney, Gianluca Petrella, Fabrizio Bosso, Gaetano Partipilo, Roberto Ottaviano, Davide Viterbo. La sua attività abbraccia anche altre arti come il cinema, il teatro e la danza contemporanea. Ha al suo attivo diversi album, il più recente, Open your sky” è uscito nel 2016 prodotto dalla prestigiosa etichetta discografica Parco della Musica Records. Sito ufficiale www.mirkosignorile.com

REDI HASA, già pilastro della Bandadriatica, ora stretto collaboratore di Ludovico Einaudi, Redi costruisce sul suo violoncello una “polifonia monostrumentale” nelle sfumature folk e in quelle più ardite della reinvenzione della tradizione.Ha collaborato con Officina Zoè, Xanti Yaca, Salento Orchestra, Manigold, Adria, BandAdriatica, Admir Shkurtaj Trio, “L’Orchestra Popolare Italiana” e con artisti quali King Naat Veliov, Kocani Orkestra, Ambrogio Sparagna, Claudio Prima, Emanuele Coluccia, Eva Quartet, Enza Pagliara.
Dal sodalizio con la cantante Maria Mazzotta nasce il disco “Ura” (Finis Terrae 2014) che porta alla luce i legami possibili tra i repertori che navigano attraverso l’Adriatico unendo i Balcani e i Carpazi con le regioni del Sud dell’Italia. 
Maggiori informazioni http://bit.ly/2doHtYK

CAROLINA BUBBICO, pianista, cantante, compositrice, arrangiatrice attiva sulla scena musicale dal 2011 quando esordisce con l’originale progetto in solo “One girl band”. L’esordio discografico arriva nel 2013 con l’album “Controvento” (Workin’ Label/Goodfellas) con il quale ottiene un notevole successo di pubblico e critica. Due brani tratti dal cd sono inseriti nella colonna sonora del film “L’amore imperfetto” di Francesca Muci (R&C produzioni e R.A.I. Cinema). Il tour di presentazione porterà Carolina ad accumulare esperienze su prestigiosi palcoscenici nazionali ed internazionali che culmineranno nella sua partecipazione al Festival di Sanremo 2015 in veste di arrangiatrice e direttrice d’orchestra per Il Volo, vincitori tra i Big e per Serena Brancale tra le giovani proposte. Sempre nel 2015 pubblica il suo secondo album “Una donna” (Workin’ Label 2015/ I.R.D) contenente 8 canzoni originali da lei composte ed arrangiate e una personale interpretazione della popolare “Superstition” di Stevie Wonder. Il singolo “Cos’è che c’è” è stato in programmazione per diversi mesi su Radio1 e Radio2. A gennaio 2016 è ospite delle trasmissioni di Rai1 “Il caffè di Uno mattina” e “Storie Vere”. In occasione del suo concerto di presentazione presso l’Auditorium Parco della Musica con ospite Fabrizio Bosso, il TG3 le dedica un servizio nella rubrica “Fuori Linea”. Sito: www.carolinabubbico.it  YouTube: http://bit.ly/2j8Tidm

CONTATTI
Ufficio stampa concerto: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. +39 328 1743236 fiorenzagherardi@gmail.com

WORKIN’ LABEL ETICHETTA �“ MANAGEMENT �“ UFFICIO STAMPA
via C. Piaggia, 6  Lecce   Tel. +39 329 4123339
www.workinproduzioni.it workinmusic@gmail.com





]]>
Invito stampa AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA martedì 28 febbraio presentazione NTJO ORCHESTRA RESIDENTE Thu, 23 Feb 2017 00:16:45 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/422523.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/422523.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
INVITO STAMPA

MARTEDI 28 FEBBRAIO | DALLE ORE 16 ALLE ORE 20
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA | STUDIO 2
VIA PIETRO DE COUBERTIN, 30  ROMA

Presentazione ufficiale NEW TALENTS JAZZ ORCHESTRA in qualità di
ORCHESTRA RESIDENTE DELL'AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA.

Il direttore Mario Corvini, l'assistente Maurizio Miotti e gli orchestrali durante la sessione live di prove generali
incontrano la stampa insieme ad alcuni ospiti della Rassegna "INCONTRI IN JAZZ": 
ROBERTO GATTO, GRETA PANETTIERI, CLAUDIO CORVINI, MAURIZIO URBANI.

CONFERMARE LA PROPRIA PRESENZA ALL'INDIRIZZO
 fiorenzagherardi@gmail.com


COMUNICATO STAMPA

La New Talents Jazz Orchestra nominata Orchestra Residente dell’Auditorium Parco della Musica

L'Orchestra formata da giovani talenti italiani e diretta da Mario Corvini è stata nominata Orchestra Residente dell'Auditorium. Dal 1 marzo al 28 maggio la rassegna “Incontri in Jazz” con ospiti Roberto Gatto, Greta Panettieri, Claudio Corvini, Enrico Pieranunzi e giovani solisti italiani con un omaggio a Miles Davis e a Massimo Urbani.


 LOCANDINE E FOTO IN ALLEGATO 

"Una grande felicità per la collaborazione di questa orchestra di giovani talenti con l'Auditorium Parco della Musica: il coronamento di un grande impegno negli ultimi anni per i tanti progetti e concerti realizzati in Italia. La New Talents Jazz Orchestra ha affermato il suo valore musicale eterogeneo legato non solo al jazz classico, come ha testimoniato anche l'album "Extempora" edito lo scorso anno proprio da Parco della Musica Records con special guest Daniele Tittarelli. Ci auguriamo che la sinergia con l'Auditorium possa solidificarsi ulteriormente attraverso le varie iniziative che organizzeremo."
Mario Corvini

Dal 2017 la New Talents Jazz Orchestra, fondata e diretta da Mario Corvini, diviene Orchestra Residente dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Formata da giovani talenti del panorama jazz italiano, la compagine si è distinta negli ultimi due anni per il grande successo dei suoi concerti e la brillantezza dei suoi arrangiamenti, volti sempre all’incontro con solisti e alla sperimentazione esecutiva.
E proprio per la grande importanza che l’incontro riveste per l’orchestra, l'Auditorium Parco della Musica e la New Talents Jazz Orchestra presentano la Rassegna “Incontri in Jazz”: cinque appuntamenti al Teatro Studio “Gianni Borgna” dal 1 marzo al 28 maggio.

Il primo “incontro”, mercoledì 1 marzo, sarà con il batterista Roberto Gatto con un concerto dedicato al grande Buddy Rich, a sua volta uno dei più grandi batteristi della storia del jazz. Mario Corvini dirigerà alcune delle grandi suite del repertorio di Rich e della sua orchestra: dal medley di “West Side Story” alla “Channel One Suite”, più brani celebri come “Love For Sale”, “Big Swing Face” e “Nutville”. La New Talents Jazz Orchestra eseguirà, inoltre, due brani composti e arrangiati da Roberto Gatto: “Scandalo allOmbra” e “Deep”.

Mercoledì 22 marzo, ospite speciale della rassegna sarà una delle più originali e virtuose cantanti italiane, Greta Panettieri, con il concerto intitolato “Da New York a Rio”.
Attraverso la sua originale vocalità e l'energia della New Talents Jazz Orchestra, un viaggio nel repertorio americano e brasiliano più affascinante: dai classici di Duke Ellington a quelli di Tom Jobim, Chico Buarque, De Barros, passando per grandi interpreti quali Sarah Vaughan, Ella Fitzgerald, Elis “Uragano” Regina, Mina. Con arrangiamenti firmati da Mario Corvini, Maurizio Giammarco e Pino Iodice.

Il 14 aprile sarà la volta del trombettista Claudio Corvini, uno degli interpreti più profondi del panorama jazzistico italiano, con l’omaggio a Miles Davis “Miles Chronicles (Miles attraverso i periodi)”. Davis è sicuramente il più importante e influente musicista della storia del jazz, dotato di uno sguardo attento a tutto ciò che lo circondava e alle novità che di volta in volta si presentavano. In questo concerto, Claudio Corvini interpreta insieme alla New Talents Jazz Orchestra quella visione che Gil Evans usava per Miles, esaltandone il fraseggio e la liricità. Dai brani “Budo”, “Straight No Chaser”, “La Nevada Blues”, “Milestones”, per poi passare al Miles elettrico degli anni '60, e le celebri e memorabili sessioni di “Miles Ahead” e “Sketches of Spain”.

Il 6 maggio l’Orchestra incontra giovani talenti del jazz italiano per “Max Sweet Love”: un tributo speciale al grande sassofonista Massimo Urbani, fonte dispirazione per i musicisti di questa e delle generazioni future. Special guest della serata, Maurizio Urbani accanto a giovani e talentosi musicisti esterni all'Orchestra. Il repertorio vedrà i brani più rappresentativi di Max e alcune delle sue composizioni, con arrangiamenti realizzati da Mario Corvini, Maurizio Miotti e i membri della NTJO Riccardo Nebbiosi e Nicola Tariello, più letture dell’autrice Paola Musa tratte dal libro biografico "Go Max Go" (Ed. Arkadia).

Per il quinto e ultimo appuntamento della rassegna, mercoledì 28 maggio, la New Talents Jazz Orchestra ospita il pianista Enrico Pieranunzi. Molti sono i suoi lavori per le grandi formazioni jazz orchestrali, partendo dagli anni '80 per Art Farmer fino ad arrivare al recente lavoro realizzato con la Brussels Jazz Orchestra. La sua musica ha un'adattabilità a molteplici interpretazioni: sia in trio che in big band le sue melodie ispirano colori nuovi nelle orchestrazioni. Il repertorio eseguito sarà principalmente composto da musiche di Pieranunzi, con arrangiamenti firmati da lui stesso e da Mario Corvini, ripercorrendo le sue favolose composizioni come “Night Bird”, “Soft Journey”, “The Real You”, “The Weawer”.

CONTATTI
Prevendite TicketOne: http://bit.ly/ticketsNTJOGATTO  http://bit.ly/ticketsGRETAorchestra
www.auditorium.com  www.ntjorchestra.it
Ufficio Stampa New Talents Jazz Orchestra: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel.: 328.1743236   Email: fiorenzagherardi@gmail.com

 










]]>
Nominata ORCHESTRA RESIDENTE DELL'AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA la NTJO Wed, 22 Feb 2017 15:49:25 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/422462.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/422462.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
COMUNICATO STAMPA

La New Talents Jazz Orchestra nominata Orchestra Residente dell’Auditorium Parco della Musica

L'Orchestra formata da giovani talenti italiani e diretta da Mario Corvini è stata nominata Orchestra Residente dell'Auditorium. Dal 1 marzo al 28 maggio la rassegna “Incontri in Jazz” con ospiti Roberto Gatto, Greta Panettieri, Claudio Corvini, Enrico Pieranunzi e giovani solisti italiani con un omaggio a Miles Davis e a Massimo Urbani.


 LOCANDINE E FOTO IN ALLEGATO 

"Una grande felicità per la collaborazione di questa orchestra di giovani talenti con l'Auditorium Parco della Musica: il coronamento di un grande impegno negli ultimi anni per i tanti progetti e concerti realizzati in Italia. La New Talents Jazz Orchestra ha affermato il suo valore musicale eterogeneo legato non solo al jazz classico, come ha testimoniato anche l'album "Extempora" edito lo scorso anno proprio da Parco della Musica Records con special guest Daniele Tittarelli. Ci auguriamo che la sinergia con l'Auditorium possa solidificarsi ulteriormente attraverso le varie iniziative che organizzeremo."
Mario Corvini

Dal 2017 la New Talents Jazz Orchestra, fondata e diretta da Mario Corvini, diviene Orchestra Residente dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Formata da giovani talenti del panorama jazz italiano, la compagine si è distinta negli ultimi due anni per il grande successo dei suoi concerti e la brillantezza dei suoi arrangiamenti, volti sempre all’incontro con solisti e alla sperimentazione esecutiva.
E proprio per la grande importanza che l’incontro riveste per l’orchestra, l'Auditorium Parco della Musica e la New Talents Jazz Orchestra presentano la Rassegna “Incontri in Jazz”: cinque appuntamenti al Teatro Studio “Gianni Borgna” dal 1 marzo al 28 maggio.

Il primo “incontro”, mercoledì 1 marzo, sarà con il batterista Roberto Gatto con un concerto dedicato al grande Buddy Rich, a sua volta uno dei più grandi batteristi della storia del jazz. Mario Corvini dirigerà alcune delle grandi suite del repertorio di Rich e della sua orchestra: dal medley di “West Side Story” alla “Channel One Suite”, più brani celebri come “Love For Sale”, “Big Swing Face” e “Nutville”. La New Talents Jazz Orchestra eseguirà, inoltre, due brani composti e arrangiati da Roberto Gatto: “Scandalo allOmbra” e “Deep”.

Mercoledì 22 marzo, ospite speciale della rassegna sarà una delle più originali e virtuose cantanti italiane, Greta Panettieri, con il concerto intitolato “Da New York a Rio”.
Attraverso la sua originale vocalità e l'energia della New Talents Jazz Orchestra, un viaggio nel repertorio americano e brasiliano più affascinante: dai classici di Duke Ellington a quelli di Tom Jobim, Chico Buarque, De Barros, passando per grandi interpreti quali Sarah Vaughan, Ella Fitzgerald, Elis “Uragano” Regina, Mina. Con arrangiamenti firmati da Mario Corvini, Maurizio Giammarco e Pino Iodice.

Il 14 aprile sarà la volta del trombettista Claudio Corvini, uno degli interpreti più profondi del panorama jazzistico italiano, con l’omaggio a Miles Davis “Miles Chronicles (Miles attraverso i periodi)”. Davis è sicuramente il più importante e influente musicista della storia del jazz, dotato di uno sguardo attento a tutto ciò che lo circondava e alle novità che di volta in volta si presentavano. In questo concerto, Claudio Corvini interpreta insieme alla New Talents Jazz Orchestra quella visione che Gil Evans usava per Miles, esaltandone il fraseggio e la liricità. Dai brani “Budo”, “Straight No Chaser”, “La Nevada Blues”, “Milestones”, per poi passare al Miles elettrico degli anni '60, e le celebri e memorabili sessioni di “Miles Ahead” e “Sketches of Spain”.

Il 6 maggio l’Orchestra incontra giovani talenti del jazz italiano per “Max Sweet Love”: un tributo speciale al grande sassofonista Massimo Urbani, fonte dispirazione per i musicisti di questa e delle generazioni future. Special guest della serata, Maurizio Urbani accanto a giovani e talentosi musicisti esterni all'Orchestra. Il repertorio vedrà i brani più rappresentativi di Max e alcune delle sue composizioni, con arrangiamenti realizzati da Mario Corvini, Maurizio Miotti e i membri della NTJO Riccardo Nebbiosi e Nicola Tariello, più letture dell’autrice Paola Musa tratte dal libro biografico "Go Max Go" (Ed. Arkadia).

Per il quinto e ultimo appuntamento della rassegna, mercoledì 28 maggio, la New Talents Jazz Orchestra ospita il pianista Enrico Pieranunzi. Molti sono i suoi lavori per le grandi formazioni jazz orchestrali, partendo dagli anni '80 per Art Farmer fino ad arrivare al recente lavoro realizzato con la Brussels Jazz Orchestra. La sua musica ha un'adattabilità a molteplici interpretazioni: sia in trio che in big band le sue melodie ispirano colori nuovi nelle orchestrazioni. Il repertorio eseguito sarà principalmente composto da musiche di Pieranunzi, con arrangiamenti firmati da lui stesso e da Mario Corvini, ripercorrendo le sue favolose composizioni come “Night Bird”, “Soft Journey”, “The Real You”, “The Weawer”.

CONTATTI
Prevendite TicketOne: http://bit.ly/ticketsNTJOGATTO  http://bit.ly/ticketsGRETAorchestra
www.auditorium.com  www.ntjorchestra.it
Ufficio Stampa New Talents Jazz Orchestra: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel.: 328.1743236   Email: fiorenzagherardi@gmail.com

 







]]>