Comunicati.net - Comunicati pubblicati - UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei Comunicati.net - Comunicati pubblicati - UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei Sun, 28 May 2017 06:41:31 +0200 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/12285/1 venerdì FERRARA secondo live rassegna CONTE PIETRO FRIDAY LIVE Wed, 24 May 2017 19:57:31 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/434079.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/434079.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Venerdì a Ferrara un nuovo evento della rassegna "Conte Pietro Friday Live": in concerto Luca di Luzio con il suo Blue(s) Room Trio

"Ingredienti" di ogni serata della manifestazione: buona cucina, vini del territorio e - ovviamente - grande musica dal vivo in collaborazione con l'Associazione Jazzlife.




Venerdì 26 maggio alle ore 20.30 si terrà il secondo appuntamento della nuova rassegna "Conte Pietro Friday Live", organizzata presso il locale Conte Pietro - in località Francolino, a due passi dalla città di Ferrara: una location speciale, immersa in un verde giardino, in un ambiente raffinato e dinamico.
"Ingredienti" di ogni serata della manifestazione saranno: buona cucina, vini del territorio e, ovviamente, grande musica dal vivo.

Protagonista dell'evento, il Luca di Luzio Blue(s) Room Trio guidato dall'apprezzato chitarrista Luca di Luzio, con Sam Gambarini all'organo Hammond e Max Ferri alla batteria: una formazione dalle sonorità blueseggianti degli organ trio degli anni '60. 

Per la cena lo chef propone:
Aperitivo di Benvenuto
Riso Caraibico
Alette di Pollo Croccanti
Spiedini di Verdure
Dolci dello Chef
La cena sarà accompagnata da vini del territorio. 

INFO E CONTATTI
Costo della serata €29, bevande incluse.
Prenotazione richiesta al numero 320.0958589 
Il locale Conte Pietro è in via Calzolai, 293 in località Francolino, Ferrara.
Ufficio Stampa JAZZLIFE: Fiorenza Gherardi De Candei  tel. +39.328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com










]]>
spettacolo 19 MAGGIO "L'AMICO RITROVATO" Mon, 15 May 2017 15:57:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/432802.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/432802.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
"L’amico ritrovato"
Spettacolo su Bertold Brecht 
di e con Maria Letizia Gorga, musiche di Stefano de Meo

BIBLIOTECA ELSA MORANTE
VIA ADOLFO COZZA 7 - LIDO DI OSTIA, ROMA
VENERDI 19 MAGGIO ORE 17.30

   

Venerdì 19 maggio alle ore 17.30 l'Associazione Appercezioni presenta un nuovo appuntamento della manifestazione itinerante e multiartistica "Le Arti si sFogliano", sostenuta dalla Regione Lazio: alla Biblioteca Elsa Morante di Ostia, si terrà lo spettacolo "L'amico Ritrovato", scritto e interpretato dall'attrice Maria Letizia Gorga accompagnata al pianoforte da Stefano De Meo.

A poco più di sessant’anni dalla morte di Bertold Brecht, gli autori hanno voluto creare un nuovo epitaffio: “Qui risorge Bertolt Brecht, cantore dei tempi bui in cuitutti siamo esuli”.

La volontà è di evocare questo poeta, musicista, scrittore, drammaturgo come un amico ritrovato, che seppe profetizzare l’evoluzione dell’uomo “in esilio da se stesso”, compromesso con il benessere, in regime di schiavitù intellettuale. Oggi come allora la poesia riposa nell’archivio del tempo ed è per questo che si canta solo là dove il tempo stesso si sospende, in attesa di poter esistere a pieno diritto in una nuova “età dell’oro”.

Bertold Brecht fu particolarmente fecondo di liriche proprio nel periodo del suo esilio, nel tentativo di coinvolgere nel proprio risentimento storico-politico anche il lettore. In questo è stato esplicito, sintetico, non ricorrendo mai ad espedienti ed invenzioni sperimentali della nuova avanguardia, ma piuttosto usando con grande libertà ritmica le forme di versificazione tradizionali del Lied e della ballata. Tutto questo perché il messaggio fosse chiaro a tutti: sovvertire e denunciare l’ordine ipocrita, la società dominata da inarrestabili squali in abiti rispettabili, l’oppressione della rivolta sociale, il delitto come conseguenza dell’ingiustizia, della fame e della solitudine, gli orrori della guerra.

Per fare ciò ritenne necessaria una recitazione straniata, forte, lapidaria, che inducesse l’ascoltatore ad un atteggiamento critico, e l’ausilio di un veicolo privilegiato e al tempo stesso popolare come la musica. Brecht, che non sapeva scrivere la musica, ma che si accompagnava con la chitarra nei suoi viaggi poetici, seppe collaborare con grandi Maestri come Weill, Eisler, Dessau, che si fecero suoi interpreti.

Da questo felice connubio nasce ora l’idea di questo itinerario poetico tra versi e musica, nel canto di un “emigrante” che per tornare a casa sa di dover fuggire. Ma “l’esilio gli parrà meno duro se tra i suoi versi sentirà le voci di coloro che come lui attendono il riscatto e la vittoria della ragione”.

INFO E CONTATTI
19 maggio ore 17.30 - ingresso gratuito
Ass. Cult. APPERCEZIONI
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei  E-mail fiorenzagherardi@gmail.com  Tel. 328.1743236





]]>
rinviato a MERCOLEDI 17 l'omaggio al GIRO D'ITALIA: concerto e STORYTELLING Mon, 15 May 2017 15:24:56 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/432794.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/432794.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Raccontando il Giro d'Italia in Jazz:
lo Storytelling di Giò Belli e Luca di Luzio

CAUSA MALTEMPO, RINVIATO A MERCOLEDI 17 MAGGIO ORE 19 
SAN PIERO IN BAGNO
 "RACCONTANDO IL GIRO D'ITALIA IN JAZZ"
aperitivo, concerto e storytelling

  


In occasione della tappa del 100° Giro d'Italia a Bagno di Romagna di mercoledi 17 maggio, tutto il territorio è in festa per prepararsi a questo grande evento sportivo e non solo: la Romagna è da sempre terra di grandi campioni del ciclismo che verranno omaggiati mercoledi stesso alle ore 19 presso il Ristorante Alto Savio a San Piero in Bagno con un particolare evento di intrattenimento in musica e storytelling condotto da un duo di chitarre: Giò Belli e Luca di Luzio. Insieme interpreteranno alcuni standard jazz tratti dall'American Song Book intervallati dal narratore Teresio Massimo Troll.
Un aperitivo in musica che sarà accompagnato anche da letture di alcuni brani tratti dai romanzi scritti sui campioni del ciclismo romagnoli, da Ercole Baldini a Marco Pantani. Luca di Luzio è un chitarrista dalla formazione eclettica e dallo stile versatile. Suona l'elettrica, l'acustica, la classica e spazia dagli standard alla bossa nova fino al funky, passando per il fusion ed il blues. Ha un talento creativo ed è impegnato in numerosi progetti musicali in cui collabora con molti artisti internazionali.Nel corso della sua formazione musicale da chitarrista ha frequentato seminari e masterclass con Pat Metheny, Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall, Joe Diorio, John Abercrombie. Nell'ambito della sua carriera concertistica ha collaborato con numerosi artisti italiani e internazionali tra cui: Marco Tamburini, Max Ionata,  Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Javier Girotto, Teo Ciavarella, Giancarlo Schiaffini e si è esibito in numerosi festival ed eventi internazionali in Europa e negli USA. Chitarrista romagnolo nativo nel comune di Bagno di Romagna, Giò Belli fin dall'età di 11 anni coltiva l'amore per la musica e in particolare per la chitarra. Ha collaborato con molti artisti del panorama italiano e si è esibito in molti festival tra cui Umbria Jazz, Fano Jazz, Jezzenatico e Comacchio Jazz Festival. Ha militato in molte formazioni e svolge parallelamente una intensa attività didattica.


INFO E CONTATTI
Ristorante Alto e Savio - via Battistini, 74 - San Piero in Bagno info e prenotazioni 0543903397
Ufficio Stampa JAZZLIFE: Fiorenza Gherardi De Candei  tel. +39.328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com










]]>
LUNEDI 15 omaggio al GIRO D'ITALIA: concerto e STORYTELLING Sat, 13 May 2017 11:33:35 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/432642.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/432642.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Raccontando il Giro d'Italia in Jazz:
lo Storytelling di Giò Belli e Luca di Luzio

LUNEDI 15 MAGGIO ORE 19 - SAN PIERO IN BAGNO
 "RACCONTANDO IL GIRO D'ITALIA IN JAZZ"
aperitivo, concerto e storytelling

  


In occasione della tappa del 100° Giro d'Italia a Bagno di Romagna di mercoledi 17 maggio, tutto il territorio è in festa per prepararsi a questo grande evento sportivo e non solo: la Romagna è da sempre terra di grandi campioni del ciclismo che verranno omaggiati lunedì 15 maggio alle ore 19 presso il Ristorante Alto Savio a San Piero in Bagno con un particolare evento di intrattenimento in musica e storytelling condotto da un duo di chitarre: Giò Belli e Luca di Luzio. Insieme interpreteranno alcuni standard jazz tratti dall'American Song Book intervallati dal narratore Teresio Massimo Troll.
Un aperitivo in musica che sarà accompagnato anche da letture di alcuni brani tratti dai romanzi scritti sui campioni del ciclismo romagnoli, da Ercole Baldini a Marco Pantani. Luca di Luzio è un chitarrista dalla formazione eclettica e dallo stile versatile. Suona l'elettrica, l'acustica, la classica e spazia dagli standard alla bossa nova fino al funky, passando per il fusion ed il blues. Ha un talento creativo ed è impegnato in numerosi progetti musicali in cui collabora con molti artisti internazionali.Nel corso della sua formazione musicale da chitarrista ha frequentato seminari e masterclass con Pat Metheny, Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall, Joe Diorio, John Abercrombie. Nell'ambito della sua carriera concertistica ha collaborato con numerosi artisti italiani e internazionali tra cui: Marco Tamburini, Max Ionata,  Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Javier Girotto, Teo Ciavarella, Giancarlo Schiaffini e si è esibito in numerosi festival ed eventi internazionali in Europa e negli USA. Chitarrista romagnolo nativo nel comune di Bagno di Romagna, Giò Belli fin dall'età di 11 anni coltiva l'amore per la musica e in particolare per la chitarra. Ha collaborato con molti artisti del panorama italiano e si è esibito in molti festival tra cui Umbria Jazz, Fano Jazz, Jezzenatico e Comacchio Jazz Festival. Ha militato in molte formazioni e svolge parallelamente una intensa attività didattica.


INFO E CONTATTI
Ristorante Alto e Savio - via Battistini, 74 - San Piero in Bagno info e prenotazioni 0543903397
Ufficio Stampa JAZZLIFE: Fiorenza Gherardi De Candei  tel. +39.328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com







]]>
12 maggio FERRARA nuova rassegna musicale CONTE PIETRO FRIDAY LIVE Mon, 08 May 2017 16:28:42 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/431756.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/431756.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

A Ferrara si inaugura la rassegna "Conte Pietro Friday Live", primo concerto con Stefania Chiari Trio



Venerdì 12 maggio alle ore 20.30 si terrà il primo appuntamento della nuova rassegna "Conte Pietro Friday Live", organizzata presso il locale Conte Pietro, in località Francolino a due passi dalla città di Ferrara e immerso in un verde giardino, per trascorrere una serata speciale in un ambiente raffinato e dinamico: gli "ingredienti" di ogni serata saranno buona cucina, vini del territorio e musica dal vivo.

A inaugurare la rassegna sarà lo Stefania Chiari Trio, formato dalla cantante Stefania Chiari, dal pianista Massimo Mantovani e dal batterista Stefano Peretto. Insieme accompagneranno la serata con sonorità che spaziano dal jazz al soul fino alla musica moderna con arrangiamenti originali.
L'appuntamento successivo con il Conte Pietro Friday Live sarà venerdì 26 maggio con nuove proposte dello chef, i vini della Fattoria Saiana di Rimini e la musica del Luca di Luzio Blue(s) Room Trio.

Per la cena del 12 maggio, lo chef del Conte Pietro propone:
Aperitivo di Benvenuto
Sformatino di Patate con vellutata ai Funghi
Bis di Cappellacci Ferraresi e Lasagne alle Verdure
Arrosto di Maiale alle Erbe Fini con Contorni
Dolci dello Chef
La cena sarà accompagnata da vini del territorio. 


INFO E CONTATTI
Costo della serata €29, bevande incluse.
Prenotazione richiesta al numero 320.0958589 
Il locale Conte Pietro è in via Calzolai, 293 in località Francolino, Ferrara.
Ufficio Stampa JAZZLIFE: Fiorenza Gherardi De Candei  tel. +39.328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com





]]>
5 MAGGIO TEATRO IMPERO TRANI Serena Brancale in concerto Wed, 03 May 2017 09:57:02 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/431065.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/431065.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Serena Brancale 4tet live al Teatro Impero di Trani per "Jazz e Dintorni"
 Venerdì 5 maggio una delle cantanti più versatili e intense della scena italiana sarà live al Teatro Impero di Trani per la rassegna "Jazz e Dintorni".
Territori sonori che spaziano dal jazz al soul, dal funk all’R&B, passando attraverso ballate e canzoni d’autore, senza mai dimenticare i moderni suoni dell’elettronica che sfiorano intensi momenti d’ispirazione. 

  


Venerdì 5 maggio alle ore 21 la cantante Serena Brancale sarà protagonista della rassegna "Jazz e Dintorni 2017" al Teatro Impero di Trani con il suo quartetto, completato da alcuni dei migliori musicisti della scena jazz italiana: il sassofonista e pianista Alfonso Deidda, il bassista Daniele Sorrentino ed il batterista Dario Panza.
Per Serena Brancale un melting pot di generi, suoni e idee. Con questa visione, i suoi territori sonori spaziano dal jazz al soul, dal funk all’R&B, passando attraverso ballate e canzoni d’autore, senza mai dimenticare i moderni suoni dell’elettronica che sfiorano intensi momenti d’ispirazione.
La sua duttilità vocale dal timbro pieno, simile a quello delle voci afroamericane, ma anche la sua continua voglia di ricerca indirizzata verso una più ampia visione della musica, riescono ad abbattere le barriere dei generi musicali.
La giovanissima cantante ed autrice barese è sicuramente una delle voci più talentuose emerse negli ultimi anni in Italia. Partendo proprio dalla Puglia, la regione che negli ultimi anni si è particolarmente distinta per i suoi talenti. Serena è riuscita a conquistare il pubblico più raffinato come quello del jazz ma anche il grande pubblico, come è accaduto al Festival di Sanremo 2015 con la sua composizione "Galleggiare" che ha ottenuto notevoli apprezzamenti da alcuni grandi artisti artisti italiani come Fiorello, Mario Biondi, Arisa, Tosca, Fabizio Frizzi oltre che da importanti nomi della critica musicale, in particolar modo da Ernesto Assante e Marco Mangiarotti.

INFO E CONTATTI

Venerdì 5 maggio maggio ore 21
Teatro Impero, via M. Pagano n.192, Trani
Info e prenotazioni: tel. 389.7818116 �“ 0883.583444 �“ 0883.954840
Ufficio Stampa Serena Brancale: Fiorenza Gherardi De Candei  Tel. +39.328.1743236  E-mail fiorenzagherardi@gmail.com
Segr. Amm.: Maria De Filippis 
Tel. +39.349.6113475 Email: info@villadeisuoni.it 





]]>
MILANO Blue Note 7 maggio MARIA PIA DE VITO nuovo ALBUM Sat, 29 Apr 2017 14:48:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/430823.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/430823.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Al Blue Note di Milano in concerto Maria Pia De Vito ​​per presentare il nuovo e atteso album "core/coraçao"

VIDEO PROMO ALBUM

 Un lungo lavoro di traduzione di canzoni brasiliane dal portoghese al dialetto napoletano svolto al fianco degli autori, diviene finalmente un album registrato tra Roma e Parigi, che uscirà il 5 maggio e sarà presentato il 7 maggio al Blue Note di Milano. Prodotto e edito da Jando Music in collaborazione con Via Veneto Jazz.





Chico Buarque: "Un regalone, Maria Pia! Il tuo "Você Você" è bello da piangere, l'ho sentito venti volte. Grazie, mille grazie. 

Mi piace molto la traduzione, credo che tutte le canzoni brasiliane dovrebbero essere cantate

 in napoletano. E che bella questa parola, malombra. 

Um beijo (te vaso ngoppo all'uocchie), 

Chico"


Guinga: "

Le versioni di Maria Pia sono perfette. Sembra che le canzoni siano state concepite a Napoli, d'ora in poi hanno la doppia cittadinanza."

Egberto Gismonti: "
Bella, straordinaria, impressionante, prevalentemente dolce, e delicata la versione di "Agua e vinho" di Maria Pia. Quanta abbondanza! L'arrangiamento è assolutamente trasparente. Tutti gli intenti sono chiari e ben eseguiti. Ogni voce che entra nell'arrangiamento dà la sensazione di un nuovo livello, una nuova idea di abbracciare la melodia. 
Complimenti ai musicisti che rispettano i loro strumenti fino al punto di renderli "parlanti" e fargli dire quello che vogliono."


E' "core/coraçao" il nuovo albumdi Maria Pia De Vitoregistrato tra Roma e Parigi, che uscirà il 5 maggio con l'etichetta Jando Music in collaborazione con Via Veneto Jazz e che domenica 7 maggio alle ore 21 sarà presentato al Blue Note di Milano.
Nuova fatica discografica, una delle più sentite, ed una delle più chiaramente transculturali: il titolo va ad indicare espressamente un lavoro del cuore, la cui scintilla è stata accesa dall’incontro con il compositore e chitarrista brasiliano Guingaed il successivo incontro poetico con Chico Buarque, ospite del disco in due brani "Todo sentimento" e “O Meu Guri" (quest'ultimo un duetto in napoletano).

Un lavoro accurato di traduzione dal portoghese al napoletano, svolto fianco a fianco con gli autori, in particolare con Chico, volto a conservare intatta la bellezza, la poesia e la musicalità dei testi originali, resi nella lingua napoletana, formidabile strumento musicale, lirico, ritmico e visionario allo stesso tempo. In questa visione metamorfica, come un tuffo in profondità nel mondo della canzone d’autore brasiliana, le danze campane incrociano quelle brasiliane, il samba visionario di Tom Zèincontra una tammurriata e insieme incorniciano il capolavoro "Construçao" di Chico Buarque divenuto "'A costruzione", "Agua e Vinho" di Egberto Gismonti si mescola a "Voce ‘e notte", meraviglioso esempio della grande tradizione melodica napoletana, "A volta do malandro" diviene "'O ritorno d'o Jammone", "Partido alto" diviene "Dio ce penzarrà", "Teresinha" diviene "Teresella", "Trocando em miudos" diviene "Facimmo ampresso".

Maria Pia De Vito: 
"
Il lavoro è stato favorito dalla straordinaria potenza del napoletano, mia lingua madre che non smette di stupirmi e di farmi innamorare. 
Quando, 7 anni fa, fui invitata da Guinga per il nostro primo concerto insieme e mi ritrovai a tradurre in napoletano i testi dei suoi brani, mi fu chiaro che per me si stava aprendo una nuova via. Il mio  lavoro è progredito insieme ad un rapporto epistolare con Chico, un carteggio di anni divenuto nel tempo una amicizia profonda e per me preziosissima, basata su un amore feroce per le parole ed il loro suono. Abbiamo discusso insieme significati  e sfumature: il mio impegno maggiore è stato quello di restituire il più possibile, nelle mie traduzioni, non solo il significato, ma anche la sonorità originale dei testi. Laddove non possibile, mi sono consentita delle licenze poetiche, anche esse discusse con Chico..."

Accanto a Maria Pia, grandissimi musicisti e compagni di lungo corso, virtuosi di strumento e di un interplay profondo, portatori di intimità e di sentimento che la comune e lunga frequentazione dei palchi consente: il pianista gallese Huw Warren, che con lei ha inciso due album "Dialektos" e "'O Pata Pata"; il virtuoso clarinettista Gabriele Mirabassi a suo agio in ambito classico e jazz, e da molti anni legato alla musica e alla cultura brasiliana; il chitarrista brasiliano Roberto Taufic autore di molti arrangiamenti del disco e musicista di straordinaria sensibilità; Roberto Rossi, percussionista peculiarmente creativo e anticonvenzionale.


Maria Pia De Vito: "Sono stati anni di studio e di lavoro certosino costellati nel frattempo da tanti incontri ed eventi straordinari: le tournée e le registrazioni in Brasile cantando le composizioni di Guinga, gli incontri con Ivan Lins e con Egberto Gismonti, anche lui prodigo di incoraggiamenti per il mio lavoro, gli affettuosi scambi epistolari con Geraldo Carneiro, autore di "Agua e Vinho", e con Paulo Cesar Pinheiro, autore di "Notturna" (di Guinga).
L’appoggio e la stima di questi artisti straordinari mi hanno fatto sentire in questi anni sempre più  "felice prigioniera" di  una rete di bellezza , e sono per me fonte di una gioia  e di una gratitudine che non avrà  mai fine. Come quella che provo per i miei compagni di musica in questo lavoro, e non solo..."

La sperimentazione sul canto e sulla voce di Maria Pia De Vito,cantante e compositrice pluripremiata a livello internazionale,abbraccia diversi campi d'azione.
La sua carriera è densa di importanti collaborazioni e incontri musicali:John Taylor, Ralph Towner, Chico Buarque, Guinga, Rita Marcotulli, Ernst Rejiseger, Enrico Rava, Enrico Pieranunzi, Norma Winstone, Steve Swallow, Gianluigi Trovesi, Danilo Rea, Enzo Pietropaoli, Paolo Fresu, Paolo Damiani, Cameron Brown, Ramamani Ramanujan, David Linx, Diederik Wissels, Area, Joe Zawinul, Michael Brecker, Peter Erskine, Kenny Wheeler, Miroslav Vitous, Nguyen-Le, Uri Caine, Dave Liebman, Billy Hart, Eliot Ziegmund, Steve Turre, Maria Joao, Monica Salmaso, Art Ensemble of Chicago.

LINK E CONTATTI
Prevendite: http://bit.ly/MARIAPIADEVITOmilano
www.jandomusic.com  www.mariapiadevito.com
Management: Francesca Gregori Tel. +39.329.9433115 E-mail management@slmc.it
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei Tel. +39.328.1743236E-mail fiorenzagherardi@gmail.com























]]>
Venerdì 28 RAVENNA grande evento conclusivo per i VENERDI IN JAZZ Thu, 27 Apr 2017 10:46:53 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/430528.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/430528.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

A Ravenna l'evento conclusivo per festeggiare il successo della rassegna  "Venerdì in Jazz" al Mariani Lifestyle



​​

Venerdì 28 aprile al Mariani Lifestyle di Ravenna si terrà il grande evento conclusivo della rassegna "Venerdì in Jazz" organizzata in collaborazione con l'Associazione Jazzlife.
A festeggiare sul palco del Mariani il successo di questa manifestazione partita lo scorso autunno, saranno il chitarrista Luca di Luzio e il trombettista Gianni Ferreri, a cui si uniranno molti ospiti, tra cui alcuni dei protagonisti della rassegna.
Una grande festa che vuole coronare la serie di appuntamenti di grande qualità musicale e partecipazione del pubblico.

INFO E CONTATTI
Mariani Lifestyle, via Ponte Marino 19, Ravenna venerdì 28 aprile ore 21.30
Ingresso gratuito. Cena con menu alla carta.
Info e prenotazioni tavoli: 0544 215206 �“ info@mariani-ravenna.it
www.mariani-ravenna.it
Ufficio Stampa JAZZLIFE Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 - fiorenzagherardi@gmail.com




]]>
venerdi 28 AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA: Meryem Aboulouafa in concerto Wed, 26 Apr 2017 10:01:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/430291.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/430291.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
VENERDI 28 APRILE ORE 21 TEATRO STUDIO 
Meryem Aboulouafa: la cantante marocchina in concerto all'Auditorium Parco della Musica
Un ponte tra tradizione e modernità, tra cultura islamica ed europea: dopo la tournée appena conclusa in Indonesia e in Marocco, fa tappa a Roma la cantante e musicista marocchina Meryem Aboulouafa: sarà in concerto al Parco della Musica venerdì 28 aprile con l'anteprima dell'album "Magic Galaxy".

   

Line up:
MERYEM ABOULOUFA voce
FRANCESCO SANTALUCIA  piano percussioni elettronica
ANDREA CANGIANIELLO  batteria, percussioni
RUGGIERO BALZANO basso acustico, elettrico

Dopo il successo del tour in Indonesia e Marocco, venerdì 28 aprile la cantante, musicista, autrice e performer marocchina Meryem Aboulouafa sarà in concerto, per la prima volta a Roma in esclusiva per l'Auditorium, al Teatro Studio "Gianni Borgna" dell'Auditorium Parco della Musica: un'anteprima assoluta del suo album "Magic Galaxy", inciso tra Roma e New York e prodotto insieme al pianista Francesco Santalucia, conosciuto in Italia. La cantante, con la sua musica e il suo percorso artistico e di vita, rappresenta un ponte tra cultura islamica ed europea, tra tradizione e modernità.
Con la sua chitarra acustica e la sua voce che non nasconde asprezze e flessioni, in questo disco Meryem registra le sue riflessioni ed il suo sguardo sul mondo: tra il conscio e l’immaginazione, le tredici canzoni narrano le esperienze di una giovane donna nei suoi viaggi tra Roma, Casablanca e Turchia e quelle nei viaggi infiniti dentro il proprio universo personale. Considerazioni, paure e anche delusioni attraverso brani scritti e interpretati in inglese, arabo e francese, tra cui la cover di "Feeling Good", celebre brano reso famoso da Nina Simone. Per questo concerto, sarà sul palco con Francesco Santalucia impegnato al piano, percussioni ed elettronica, con il batterista Andrea Cangianiello e cn Ruggiero Balzano al basso acustico ed elettrico.

La voce ipnotica di Meryem conduce in un viaggio pieno di sensibilità dalle sonorità soft e dalle liriche profonde, dove si percepisce il suo amore per la canzone autorale francese degli anni' 60 (George Brassens, Jacques Brel, Edith Piaf) ed per il pop/rock (Beatles, Scorpions, Pink Floyd…).
Dopo aver trascorso anni al Conservatorio di Parigi studiando violino, chitarra, armonica, danza classica e recitazione, Meryem fa ritorno nella sua acittà di origine, Casablanca, per la sua prima apparizione al Casablanca Festival 2009.

Meryem viene introdotta al folk e pop dal padre. Nel 2012, subito dopo aver terminato gli studi al ‘Conservatoire de Paris’ di Casablanca ed all’Istituto d’arte della stessa città, si dedica completamente alla musica. Nell’ambito del Nouzha Fannia, per un workshop del regista Harauld Sextus, scrive e compone "Smile", pezzo dedicato alla sua città. 
L’incontro con il cantante marocchino Oum le ispira altra musica. Compresa l’importanza delle collaborazioni artistiche, dà la sua voce a Pixylone, un progetto del 2010, collabora con il chitarrista e produttore Khalid Jalal, prende parte al progetto del produttore di musica Dobosmium basato sulla poesia marocchina. Nel 2013 partecipa al City SounDS Concerts, progetto realizzato a Marsiglia, ed al Pop Up Studio, progetto del British Council in Marocco che le permette di registrare un nuovo brano, pubblicato su cd e trasmesso dalle radio. Nello stesso anno si trasferisce per un mese in Turchia per collaborare alla colonna sonora del film di Leonardo Dalessandri "Watchtower of Turkey". Nel 2015 partecipa a diversi eventi: Art Embassy di Londra, Amsterdam music Festival ed alla quinta edizione di Casablanca-Bouskoura ed alla sesta edizione di Come to my town a Roma, un evento per celebrare la poesia andalusa dal nono al quattordicesimo secolo, progetto creato e diretto da Moulay Driss Alaoui.

INFO E CONTATTI
Venerdì 28 aprile ore 21 Auditorium Parco della Musica - Roma 
http://bit.ly/MeryemAuditorium
Posto Unico €12  Prevendite: Tel. 892.101 TicketOne: 
http://bit.ly/MeryemTickets
Booking: 
Mario Berna - 
MBmanagement/FreeformJazz
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei  Tel. +39.328.1743236 - fiorenzagherardi@gmail.com








]]>
venerdi 28 AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA: Meryem Aboulouafa in concerto Wed, 26 Apr 2017 09:55:45 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/430284.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/430284.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
VENERDI 28 APRILE ORE 21 TEATRO STUDIO 
Meryem Aboulouafa: la cantante marocchina in concerto all'Auditorium Parco della Musica
Un ponte tra tradizione e modernità, tra cultura islamica ed europea: dopo la tournée appena conclusa in Indonesia e in Marocco, fa tappa a Roma la cantante e musicista marocchina Meryem Aboulouafa: sarà in concerto al Parco della Musica venerdì 28 aprile con l'anteprima dell'album "Magic Galaxy".

   

Line up:
MERYEM ABOULOUFA voce
FRANCESCO SANTALUCIA  piano percussioni elettronica
ANDREA CANGIANIELLO  batteria, percussioni
RUGGIERO BALZANO basso acustico, elettrico

Dopo il successo del tour in Indonesia e Marocco, venerdì 28 aprile la cantante, musicista, autrice e performer marocchina Meryem Aboulouafa sarà in concerto, per la prima volta a Roma in esclusiva per l'Auditorium, al Teatro Studio "Gianni Borgna" dell'Auditorium Parco della Musica: un'anteprima assoluta del suo album "Magic Galaxy", inciso tra Roma e New York e prodotto insieme al pianista Francesco Santalucia, conosciuto in Italia. La cantante, con la sua musica e il suo percorso artistico e di vita, rappresenta un ponte tra cultura islamica ed europea, tra tradizione e modernità.
Con la sua chitarra acustica e la sua voce che non nasconde asprezze e flessioni, in questo disco Meryem registra le sue riflessioni ed il suo sguardo sul mondo: tra il conscio e l’immaginazione, le tredici canzoni narrano le esperienze di una giovane donna nei suoi viaggi tra Roma, Casablanca e Turchia e quelle nei viaggi infiniti dentro il proprio universo personale. Considerazioni, paure e anche delusioni attraverso brani scritti e interpretati in inglese, arabo e francese, tra cui la cover di "Feeling Good", celebre brano reso famoso da Nina Simone. Per questo concerto, sarà sul palco con Francesco Santalucia impegnato al piano, percussioni ed elettronica, con il batterista Andrea Cangianiello e cn Ruggiero Balzano al basso acustico ed elettrico.

La voce ipnotica di Meryem conduce in un viaggio pieno di sensibilità dalle sonorità soft e dalle liriche profonde, dove si percepisce il suo amore per la canzone autorale francese degli anni' 60 (George Brassens, Jacques Brel, Edith Piaf) ed per il pop/rock (Beatles, Scorpions, Pink Floyd…).
Dopo aver trascorso anni al Conservatorio di Parigi studiando violino, chitarra, armonica, danza classica e recitazione, Meryem fa ritorno nella sua acittà di origine, Casablanca, per la sua prima apparizione al Casablanca Festival 2009.

Meryem viene introdotta al folk e pop dal padre. Nel 2012, subito dopo aver terminato gli studi al ‘Conservatoire de Paris’ di Casablanca ed all’Istituto d’arte della stessa città, si dedica completamente alla musica. Nell’ambito del Nouzha Fannia, per un workshop del regista Harauld Sextus, scrive e compone "Smile", pezzo dedicato alla sua città. 
L’incontro con il cantante marocchino Oum le ispira altra musica. Compresa l’importanza delle collaborazioni artistiche, dà la sua voce a Pixylone, un progetto del 2010, collabora con il chitarrista e produttore Khalid Jalal, prende parte al progetto del produttore di musica Dobosmium basato sulla poesia marocchina. Nel 2013 partecipa al City SounDS Concerts, progetto realizzato a Marsiglia, ed al Pop Up Studio, progetto del British Council in Marocco che le permette di registrare un nuovo brano, pubblicato su cd e trasmesso dalle radio. Nello stesso anno si trasferisce per un mese in Turchia per collaborare alla colonna sonora del film di Leonardo Dalessandri "Watchtower of Turkey". Nel 2015 partecipa a diversi eventi: Art Embassy di Londra, Amsterdam music Festival ed alla quinta edizione di Casablanca-Bouskoura ed alla sesta edizione di Come to my town a Roma, un evento per celebrare la poesia andalusa dal nono al quattordicesimo secolo, progetto creato e diretto da Moulay Driss Alaoui.

INFO E CONTATTI
Venerdì 28 aprile ore 21 Auditorium Parco della Musica - Roma 
http://bit.ly/MeryemAuditorium
Posto Unico €12  Prevendite: Tel. 892.101 TicketOne: 
http://bit.ly/MeryemTickets
Booking: 
Mario Berna - 
MBmanagement/FreeformJazz
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei  Tel. +39.328.1743236 - fiorenzagherardi@gmail.com







]]>
domani CASA DEL JAZZ 27 aprile in concerto Manuel Magrini Wed, 26 Apr 2017 09:22:42 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/430276.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/430276.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Talento e ricerca: il pianista Manuel Magrini live alla Casa del Jazz di Roma con il suo album "Unexpected" prodotto da Encore Jazz

Giovedì 27 aprile il giovane pianista presenta a Roma il suo album in piano solo "Unexpected" nell'ambito del tour internazionale che lo ha già portato su palchi importanti tra Turchia e Italia.

DOWNLOAD CARTELLA STAMPA + FULL ALBUM






Dopo il successo in Turchia all'Izmir European Jazz Festival e al Teatro La Fenice di Venezia, il pianista Manuel Magrini continua il suo tour dedicato all'album in piano solo "Unexpected" prodotto da Encore Jazzgiovedì 27 aprile alle ore 21 sarà in concerto alla Casa del Jazz di Roma.

Già protagonista di molti Festival nelle location più illustri della scena musicale italiana - Umbria Jazz, Villa Celimontana, Casa del Jazz di Roma, Young Jazz Festival, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Bologna Jazz Festival, Iseo Jazz, Auditorium Parco della Musica - Manuel Magrini ha suonato con grandi nomi del jazz tra cui Ares Tavolazzi, Ellade Bandini, Gabriele Mirabassi, Fabio Zeppetella, Maurizio Giammarco, Achille Succi, Massimo Manzi, Paolo Damiani, Enrico Intra, Rosario Giuliani, Enrico Rava, John Arnold e Jonathan Kreisberg.

 

Presentato alla scorsa edizione del Piano City di Milano per la redazione di Vanity Fair, il disco “Unexpected” presenta un carattere strettamente autobiografico“parla della mia storia, piena di eventi ed incontri che non avrei mai immaginato di fare e che mi fanno sentire parte di un bellissimo disegno”.

Imprevista è stata anche la genesi del disco, nata da una proposta di Roberto Lioli e Vittorio Bartoli dell’etichetta Encore Jazzaffascinati dal grande talento di questo giovanissimo fuoriclasse.

La tracklist è composta da 13 brani, con nove composizioni originali e quattro arrangiamenti di brani noti: “In walking bud” di Thelonious Monk, “Dolcenera” di Fabrizio De’ Andrè, “Gloria’s step” di Scott LaFaro e “A child is born” di Thad Jones.

 

Classe 1990 e diplomato al Conservatorio F. Morlacchi” di Perugia, Manuel Magrini si interessa presto alla musica jazz e inizia a studiarla ed approfondirla seguito dal maestro Ramberto Ciammarughi, collaborando con moltissime formazioni e tenendo concerti sia in Italia che all’estero. Al Fara Music Festival vince il premio come miglior solista e come miglior gruppo con il suo Manuel Magrini Trio, mentre in ambito pop vince il concorso Rai Demo 2010 condotto da Michel Pergolani e Renato Marengo, come strumentista e coarrangiatore nel gruppo di Tom Bangura.

Dal 2014 fa parte dell'Orchestra Nazionale dei Giovani Talenti del Jazz organizzata dal Teatro Puccini di Firenze, Siena Jazz e Music Pool, costituita dai migliori studenti del dipartimento di jazz di tutti i Conservatori d'Italia con la quale ha già suonato in importanti palchi come il teatro Piccolo Strehler di Milano e l'Obi Hall di Firenze; nello stesso anno Manuel vince una borsa di studio al Fara Music Festival per studiare al Collective School of Music a New York.


LINK E CONTATTI
> Biglietti €10, prevendita: http://bit.ly/MagriniTickets
Encore Jazz: http://www.encorejazz.it/2017/02/04/concerti-manuel-magrini-unexpected/

Ghibli Concerti: http://ghibliconcerti.com/member/manuel-magrini/

Ufficio stampa: Fiorenza Gherardi De Candei

Tel. +39 3281743236  E-mail fiorenzagherardi@gmail.com


 







]]>
CASA DEL JAZZ 27 aprile: in concerto Manuel Magrini Wed, 19 Apr 2017 16:19:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/429458.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/429458.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Talento e ricerca: il pianista Manuel Magrini live alla Casa del Jazz di Roma con il suo album "Unexpected" prodotto da Encore Jazz

Giovedì 27 aprile il giovane pianista presenta a Roma il suo album in piano solo "Unexpected" nell'ambito del tour internazionale che lo ha già portato su palchi importanti tra Turchia e Italia.

DOWNLOAD CARTELLA STAMPA + FULL ALBUM





Dopo il successo in Turchia all'Izmir European Jazz Festival e al Teatro La Fenice di Venezia, il pianista Manuel Magrini continua il suo tour dedicato all'album in piano solo "Unexpected" prodotto da Encore Jazzgiovedì 27 marzo alle ore 21 sarà in concerto alla Casa del Jazz di Roma.

Già protagonista di molti Festival nelle location più illustri della scena musicale italiana - Umbria Jazz, Villa Celimontana, Casa del Jazz di Roma, Young Jazz Festival, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Bologna Jazz Festival, Iseo Jazz, Auditorium Parco della Musica - Manuel Magrini ha suonato con grandi nomi del jazz tra cui Ares Tavolazzi, Ellade Bandini, Gabriele Mirabassi, Fabio Zeppetella, Maurizio Giammarco, Achille Succi, Massimo Manzi, Paolo Damiani, Enrico Intra, Rosario Giuliani, Enrico Rava, John Arnold e Jonathan Kreisberg.

 

Presentato alla scorsa edizione del Piano City di Milano per la redazione di Vanity Fair, il disco “Unexpected” presenta un carattere strettamente autobiografico“parla della mia storia, piena di eventi ed incontri che non avrei mai immaginato di fare e che mi fanno sentire parte di un bellissimo disegno”.

Imprevista è stata anche la genesi del disco, nata da una proposta di Roberto Lioli e Vittorio Bartoli dell’etichetta Encore Jazzaffascinati dal grande talento di questo giovanissimo fuoriclasse.

La tracklist è composta da 13 brani, con nove composizioni originali e quattro arrangiamenti di brani noti: “In walking bud” di Thelonious Monk, “Dolcenera” di Fabrizio De’ Andrè, “Gloria’s step” di Scott LaFaro e “A child is born” di Thad Jones.

 

Classe 1990 e diplomato al Conservatorio F. Morlacchi” di Perugia, Manuel Magrini si interessa presto alla musica jazz e inizia a studiarla ed approfondirla seguito dal maestro Ramberto Ciammarughi, collaborando con moltissime formazioni e tenendo concerti sia in Italia che all’estero. Al Fara Music Festival vince il premio come miglior solista e come miglior gruppo con il suo Manuel Magrini Trio, mentre in ambito pop vince il concorso Rai Demo 2010 condotto da Michel Pergolani e Renato Marengo, come strumentista e coarrangiatore nel gruppo di Tom Bangura.

Dal 2014 fa parte dell'Orchestra Nazionale dei Giovani Talenti del Jazz organizzata dal Teatro Puccini di Firenze, Siena Jazz e Music Pool, costituita dai migliori studenti del dipartimento di jazz di tutti i Conservatori d'Italia con la quale ha già suonato in importanti palchi come il teatro Piccolo Strehler di Milano e l'Obi Hall di Firenze; nello stesso anno Manuel vince una borsa di studio al Fara Music Festival per studiare al Collective School of Music a New York.


LINK E CONTATTI
> Biglietti €10, prevendita: http://bit.ly/MagriniTickets
Encore Jazz: http://www.encorejazz.it/2017/02/04/concerti-manuel-magrini-unexpected/

Ghibli Concerti: http://ghibliconcerti.com/member/manuel-magrini/

Ufficio stampa: Fiorenza Gherardi De Candei

Tel. +39 3281743236  E-mail fiorenzagherardi@gmail.com


 




]]>
28 aprile TEATRO INDIA spettacolo ingresso gratuito REGIONE LAZIO Wed, 19 Apr 2017 14:02:56 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/429410.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/429410.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

"Roma Patria Comune": al Teatro India la Poesia incontra le diverse Arti per uno spettacolo in collaborazione con l'Odin Teatret e sostenuto dalla Regione Lazio


> IN ALLEGATO FOTO DEI PROTAGONISTI

Venerdì 28 aprile alle ore 21 un nuovo appuntamento a Roma della manifestazione multiartistica e itinerante “Le Arti si sFogliano” organizzata dall'Associazione Appercezioni con il sostegno della Regione Lazio, a ingresso gratuito per il pubblico.

Al Teatro India, suggestiva location nel quartiere ostiense della Capitale, sarà ambientato lo spettacolo “Roma Patria Comune” con l'importante partnership del danese Odin Teatret, uno dei maggiori poli di sperimentazione teatrale in Europa, e dell'Istituto Italiano di Cultura di Copenaghen. 
Scritto e diretto da Federica Altieri, “Roma Patria Comune” è una pièce di poesia dove teatro, musica, video e fotografia, dialogano per omaggiare un'opera magistrale: “Sotto il cielo di Roma” creata e diretta dal professore Filippo Bettini insieme a Roberto Piperno e curata oggi da Giorgio Patrizi; il primo thesaurus dedicato alla presenza di Roma nella storia della poesia di ogni tempo e luogo.
Il fulcro è la poesia che, come in ogni lavoro di Federica Altieri, si rivela ponte tra le diverse arti e le diverse culture.
Protagonista, la straordinaria attrice Maria Letizia Gorga che, con la sua naturalezza, alternerà momenti di alta poesia spaziando nel panorama letterario internazionale: da Sanguineti a Eliana Leshaj, da Matvejevic a Amiri Baraka da Latif al Saadi ad autori danesi come Ludvig Holberg, Ludvig Adolph Bødtcher, Tove Meyer, arrivando ad interpretazioni canore scritte da Pier Paolo Pasolini, che giocano tra lirismo e tradizione romanesca, dove si agiteranno personaggi cosiddetti “pasoliniani”. Presenti anche letture dialettali del Belli, di Trilussa, di Petrolini: tramite loro sarà raccontata la città di Roma doppia, tripla, multipla. Una città profondamente pagana ma dove vive e vegeta incessantemente la città del Vaticano, che Pasquino ancora, dopo più di 500 anni, ci descrive con toni graffianti e provocatori.

Maria Letizia Gorga sarà affiancata da Ulrik Skeelattore magistrale dell’Odin Teatret che la regista Federica Altieri, dopo un'esperienza diretta in Danimarca, ha fortemente voluto in questa data romana per alimentare un gioco eclettico che darà vita ad un teatro senza eguali.

In questo dualismo dal ritmo intenso e trascinante si inseriscono visioni felliniane, immagini di una città viva ma anche di una periferia stravolta ed abbandonata (tutto lo spettacolo sarà accompagnato da proiezioni create apposta dal videomaker Claudio Ammendola su foto di Paola Favoino), il sogno si alterna dunque al realismo, la religione al materialismo più sfrenato, il jazz allo stornello rivisitato. In questa molteplicità di approcci ritroviamo Roma, ed in essa le diverse Nazioni che da sempre la attraversano, la arricchiscono, facendo di Lei una città multiculturale per eccellenza.
La musica di Marcello Allulli, Ermanno Baron, Roberto Bellatalla, Gino Maria Boschi, insieme al cantante e musicista tunisino Marwan Samer, rappresenterà l’anima schizofrenica della città: accogliente e presuntuosa, dolce e aggressiva, patetica e profonda, austera e disperata, antica e moderna: in un dualismo che da l’idea del caos e della plurilogicità- ma anche dell’incontro.
Lo spettacolo sarà accompagnato da una mostra fotografica di Paola Favoino e Pasquale Liguori curata da Oneroom Books, allestita all’ingresso del Teatro India.
Interverranno Giorgio Patrizi, Francesco Muzzioli, Marcello Carlino, Roberto Piperno, Latif Al Saadi.

INFO E CONTATTI
28 aprile ore 21 - ingresso gratuito
Teatro India - Lungotevere Vittorio Gassman, 1 Roma    www.teatrodiroma.net

Ass. Cult. APPERCEZIONI
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei  E-mail fiorenzagherardi@gmail.com  Tel. 328.1743236




]]>
Venerdì 21 RAVENNA rassegna VENERDI IN JAZZ al Mariani Lifestyle Wed, 19 Apr 2017 11:20:23 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/429363.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/429363.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Roberto Spadoni in concerto a Ravenna per i "Venerdì in Jazz" del Mariani Lifestyle



Venerdì 21 aprile per la prima volta a Ravenna in concerto Roberto Spadoni, eclettico musicista romano.
Chitarrista, pluripremiato compositore, direttore d'orchestra, divulgatore nonché apprezzato didatta (ha insegnato nei Conservatori di Benevento, Trento, Adria, Frosinone, Ferrara, Cosenza, Perugia, Bologna, Napoli, alla prestigiosaSiena Jazz University, all'Università della Musica e al Saint Louis College of Music), Spadoni sarà protagonista della rassegna "Venerdì in Jazz", organizzata dall'Associazione Jazzlife al Mariani Lifestyle, con un progetto originale presentato insieme ad alcuni dei migliori musicisti della east coast italiana: il sassofonista Fabio Petretti, il contrabbassista Palo Ghetti e il batterista Massimo Manzi.

Negli anni Roberto Spadoni ha collaborato con nomi internazionali come Kenny Wheeler, Gunther Schuller, Maria Schneider, Hiromi Uehara, Bruno Tommaso, Gianluigi Trovesi, James Newton, Elio, Javier Girotto, Marco Tamburini, Fabrizio Bosso, Eliot Zigmund, Ronnie Cuber. Numerose anche le collaborazioni con organici orchestrali come direttore, arrangiatore o chitarrista. Tra gli altri: Trio Taylor-Danielsson-Erskine con l’Orchestra Giovanile Italiana (Siena Jazz), Orchestra “Tre Passi nel Delirio” (Roccella Jonica), Grande Orchestra Nazionale dell’Associazione Musicisti Jazz, Big Band Città di Udine con Jack Walrath, Orchestra Jazz dell’Istituto Italiano di Cultura (Berlino), Sidma Jazz Orchestra (Chieti in Jazz), Marche Jazz Orchestra, Orchestra Belcanto (Pierino e il Lupo), Orchestra Jazz della Sardegna, Siena Jazz University, le Orchestre Jazz dei Conservatori di Trento, Napoli, Vicenza, Frosinone, Ferrara, Adria.

INFO E CONTATTI
Mariani Lifestyle, via Ponte Marino 19, Ravenna venerdì 21 aprile ore 21.30
Ingresso gratuito. Cena con menu alla carta.
Info e prenotazioni tavoli: 0544 215206 �“ info@mariani-ravenna.it
www.mariani-ravenna.it
Ufficio Stampa JAZZLIFE Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 - fiorenzagherardi@gmail.com

]]>
domani a FERRARA in concerto DOUBLE NECK @THE STREET (LE MURA) Wed, 19 Apr 2017 10:25:30 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/429348.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/429348.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

"Double Neck": le chitarre di Roberto Formignani e Lorenzo Pieragnoli in concerto a Ferrara 

GIOVEDI 20 APRILE ORE 21

THE STREET

FERRARA - VIA COPPARO 132 c/o CENTRO COMMERCIALE LE MURA

Il 20 aprile a Ferrara il secondo appuntamento della rassegna organizzata ogni terzo giovedì del mese in collaborazione con l'Associazione Jazzlife presso il locale The Street, situato nel Centro Commerciale Le Mura.
Protagonista è il duo "Double Neck" formato da due chitarristi, Roberto Formignani e Lorenzo Pieragnoli: una formazione che prende vita da un progetto di Formignani del 1995. Il repertorio, che spazia dal country, al bluegrass, al blues, al flamenco, prevede molti brani composti dallo stesso Formignani e classici riarrangiati per chitarra, tra cui alcune colonne sonore di film.
Lorenzo Pieragnoli è la ritmica portante del duo: con unostile raffinato, preciso e dal potente "strumming", regala ai brani un deciso carattere e riferimento stilistico. La scelta di rendere il repertorio interamente strumentale, è un deciso intento di rivalutare l'opera del musicista e la passione per la chitarra.

Roberto Formignani, già noto come leader della band The Bluesmen, ha avuto il suo debutto con Renzo Arbore nella celebre trasmissione televisiva "Quelli della notte". Vanta collaborazioni con noti bluesmen come Andy J. Forest, Willie Murphy (già chitarrista di Van Morrison ), Jerry Dugger, Alan King, Dirk Hamilton. Ha partecipato ad importanti Festival in tutta Italia e ha aperto concerti di grandi nomin internazionali come B.B.King, Bob Dylan, Scott Henderson, Robben Ford, Roy Rogers, Susan Tedeschi, Eugenio Finardi. E' stato dimostratore della ditta National (chitarre resofoniche) e insegna chitarra dal 1989 presso la Scuola di Musica Moderna-Associazione Musicisti di Ferrara, di cui è il presidente dall’anno 2000. Ha all'attivo molte collaborazioni discografiche, tra cui i sei album con la band The Bluesmen di cui è autore per la maggior parte dei brani, le produzioni della Mannish Blues band e di The Fax.

Lorenzo Pieragnoli è un chitarrista molto attivo sia nella sua attività concertistica che per quella didattica. Nel 1985 è stato insignito del Premio "Villaert" con un duo chitarristico denominato "Bahia" in coppia con Massimo Rossi. Ha svolto intensa attività didattica ad Argenta e Bondeno presso varie associazioni musicali. Ha partecipato in Ungheria al Festival Europeo del Dixieland con la Giordano Balboni Dixieland band; nella rassegna "Comacchio jazz" con la Sax Society ha accompagnato il trombettista americano Tom Kirkpatrick. Attualmente collabora con l'attore Massimo Malucelli, con il quale ha tenuto spettacoli teatrali al Castello Estense di Ferrara, al Teatro del Navile di Bologna e per la rassegna Ferrara Estate. Suona in duo chitarristico con Roberto Formignani e in trio con Roberto Poltronieri e Daniele Barbieri. Dal 1994 insegna chitarra presso la Scuola di Musica Moderna di Ferrara.

INFO E CONTATTI
Giovedì 20 aprile ore 21
Via Copparo 32, Ferrara (presso il Centro Commerciale Le Mura)
Info e prenotazioni: 0532.061031
Ufficio Stampa JAZZLIFE:Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. +39328.1743236 E-mail fiorenzagherardi@gmail.com













]]>
Venerdì 14 Ravenna rassegna VENERDI IN JAZZ al Mariani Lifestyle Thu, 13 Apr 2017 10:01:51 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/428795.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/428795.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Luca di Luzio live al Mariani Lifestyle di Ravenna con il suo Blue(s) Room Trio per i "Venerdì in Jazz"




 
 
  
Venerdì 14 aprile alle ore 21.30 il chitarrista e compositore Luca di Luzio sarà protagonista della rassegna "Venerdì in Jazz", organizzata dall'Associazione Jazzlife al Mariani Lifestyle di Ravenna, con il suo Luca di Luzio Blue(s) Room Trio completato da Sam Gambarini (organo hammond) e Max Ferri (batteria), due nomi da anni presenti nel panorama jazz nazionale. 
Una formazione che trae ispirazione dal sound dei mitici organ trio anni ’60, tipicamente bluesy che caratterizza gli arrangiamenti originali scritti per un repertorio di facile ascolto e di grande impatto, dalla tradizione afroamericana a pezzi contemporanei. 
Per l'occasione, il chitarrista presenterà il suo ultimo album "Music For a Rotary Life" inciso con il suo trio e con special guest la cantante canadese Lauren Bush e il sassofonista Alessandro Fariselli.
Luca di Luzio è un chitarrista dalla formazione eclettica e dallo stile versatile. Suona l'elettrica, l'acustica, la classica e spazia dagli standard alla bossa nova fino al funky, passando per il fusion ed il blues. Ha un talento creativo ed è impegnato in numerosi progetti musicali in cui collabora con molti artisti internazionali.Nel corso della sua formazione musicale da chitarrista ha frequentato seminari e masterclass con Pat Metheny, Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall, Joe Diorio, John Abercrombie. Nell'ambito della sua carriera concertistica ha collaborato con numerosi artisti italiani e internazionali tra cui: Marco Tamburini, Max Ionata, Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Javier Girotto, Teo Ciavarella, Giancarlo Schiaffini e si è esibito in numerosi festival ed eventi internazionali in Europa e negli USA.

 
 
 INFO E CONTATTI Mariani Lifestyle, via Ponte Marino 19, Ravenna venerdì 14 aprile ore 21.30 Ingresso gratuito. Cena con menu alla carta. Info e prenotazioni tavoli: 0544 215206 �“ info@mariani-ravenna.it www.mariani-ravenna.it Ufficio Stampa JAZZLIFE Fiorenza Gherardi De Candei  Tel. 328.1743236 - fiorenzagherardi@gmail.com 



]]>
Venerdì @Cinema Farnese ore 18.30 prima assoluta Film "Piani Parallelli" Wed, 05 Apr 2017 15:19:32 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/427830.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/427830.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
VENERDI 7 APRILE ORE 18.30
CINEMA F
ARNESE - ROMA
Piazza Campo de' Fiori, 56
PROIEZIONE FILM "PIANI PARALLELI"
Regia Gianni Di Capua
con
Giovanni Mazzarino (composizioni, pianoforte), Steve Swallow (basso elettrico), Adam Nussbaum (batteria), Fabrizio Bosso (tromba e flicorno), Paolo Silvestri (arrangiamenti e direzione d’Orchestra), l'Accademia d’Archi Arrigoni, Stefano Amerio (Sound Engineer).
Anticiperà e seguirà la proiezione un breve incontro con Giovanni Mazzarino, il regista Gianni Di Capua in compagnia di Lucio Perotti, 
primo pianoforte all’Auditorium Parco della Musica e del Teatro dell’Opera di Roma. 
Presenti i produttori del film, BLIQ Film Production, Jazzy Records e la KUBLAI Film con Lucio Scarpa.

COMUNICATO STAMPA
"Piani Paralleli": in arrivo il film che racconta la nuova "opera Jazz" di Giovanni Mazzarino
L'omaggio del regista Gianni Di Capua al pianista e compositore Giovanni Mazzarino.
Dal 7 aprile al Cinema, con prima assoluta al Farnese di Roma.
Una produzione Bliq film in associazione con Jazzy Records e Kublai Film e il sostegno della Friuli Venezia Giulia Film Commission.
Con: Giovanni Mazzarino (composizioni, pianoforte), Steve Swallow (basso elettrico), Adam Nussbaum (batteria), Fabrizio Bosso (tromba e flicorno), Paolo Silvestri (arrangiamenti e direzione d’Orchestra), l'Accademia d’Archi Arrigoni, Stefano Amerio (Sound Engineer).

> TRAILER SU YOUTUBE


​​

Venerdì 7 aprile alle ore 18 la prima assoluta, al Cinema Farnese di Roma, del film concerto “Piani Paralleli”: un progetto multimediale (oltre al film, un CD album e i concerti live) dedicato ai 30 anni di carriera e ai 50 anni di età del compositore e pianista Giovanni Mazzarino, una delle personalità di spicco del panorama jazz europeo. Il racconto emozionante per musica e immagini diretto dal regista Gianni Di Capua, di come è nata la nuova opera Jazz di Mazzarino, “Piani Paralleli”, suite di composizioni originali scritta per quartetto jazz e orchestra d’archi. L’album, prodotto ed edito dalla Jazzy Records, è già disponibile nei negozi e sulle piattaforme online (distribuzione IRD).
In 86 minuti il film racconta le cinque intense giornate di registrazione nella Fazioli Concert Hall, adiacente alla fabbrica dei pianoforti Fazioli a Sacile in provincia di Pordenone, insieme agli straordinari compagni di viaggio che Mazzarino ha fortemente voluto con sé e con cui ha già lungamente collaborato nel corso della sua carriera: il contrabbassista e compositore statunitense Steve Swallow, il batterista Adam Nussbaum, il trombettista Fabrizio Bosso e Paolo Silvestri, cui Mazzarino ha affidato l’arrangiamento e la direzione dell’Accademia D’Archi Arrigoni, orchestra da camera del Friuli, terra d’origine anche del sound engineer Stefano Amerio, presenza ricorrente nelle produzioni Jazzy Records. Il regista Gianni Di Capua da tempo frequenta con la sua macchina da presa gli ambienti della musica contemporanea, raccontandoli con grande classe, passione e rigore di musicologo.
Nel film, le sessioni di prove e la registrazione live dell’opera: l’approccio dei musicisti con la scrittura e la personalità di Mazzarino, le conversazioni, l’amicizia, le paure, la consapevolezza di un momento unico e straordinario, la trasformazione delle partiture in materia sonora viva e vibrante. Ed infine, il concerto a porte chiuse, ripreso circolarmente con tre telecamere disposte intorno ai musicisti nel buio ovattato e denso di creatività della Concert Hall, scelta narrativa che ha conferito estrema spettacolarità alle immagini, in quanto lo spettatore viene trasportato, attraverso lunghi piani sequenza, proprio al centro della scena, al fianco dei musicisti, in un’avvincente condivisione di musica ed emozioni.
Leitmotiv del film, i pensieri più profondi di Mazzarino sulla sua estetica musicale. Piani Paralleli è un inno alla bellezza e all’armonia, espressione di un musicista che nell’attraversare tre decenni di Jazz ha fatto sintesi delle sue esperienze artistiche e di vita con una Suite dal forte tratto melodico, che trascende classificazioni ed etichette.
Giovanni Mazzarino: “In Piani Paralleli convivono tante estetiche. E' la summa delle mie esplorazioni musicali e dei miei ascolti, dopo tanti anni di viaggi sonori: dal barocco al romanticismo, da Bach al Bebop, dal Musical di Broadway alla musica sudamericana d'autore, dalla musica folk e popolare del Mediterraneo alla musica contemporanea, dai Beatles a Domenico Modugno, dai Pink Floyd all'Opera Lirica.”
La prima del film al Cinema Farnese di Roma vedrà la presenza di Giovanni Mazzarino e parte del cast. Un evento al quale seguiranno altre proiezioni nelle città italiane tra cui Milano, Bologna, Venezia, Padova, Pordenone, Firenze, Torino.
Il disco “Piani Paralleli” è una produzione della Jazzy Records, mentre il docufilm “Piani Paralleli” è una produzione Bliq Film Production, in associazione con Jazzy Records e Kublai Film, e con il contributo della Film Commission del Friuli Venezia Giulia.
Partner del progetto: Fazioli Pianoforti, Gramazio adv Cantine Felluga.





]]>
domani AUDITORIUM grande evento di GeGè Telesforo per SOUNDZ FOR CHILDREN Tue, 04 Apr 2017 13:27:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/427644.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/427644.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

GeGè Telesforo nominato Ambasciatore UNICEF

 per il progetto "Soundz for Children": domani il grande evento con concerto all'Auditorium Parco della Musica

Il 1 aprile è stata annunciata su Radio24 la nomina di GeGè Telesforo come Ambasciatore UNICEF in seguito alla sua assidua attività di testimonial con il progetto "Soundz For Children", partito due anni fa in una scuola elementare di Roma, che verrà esteso a livello nazionale.
La nomina ufficiale avverrà il 5 aprile a Roma all'Auditorium Parco della Musica, sul palco della Sala Petrassi, durante un grande concerto-evento per il quale Telesforo ha chiamato con sè tanti ospiti speciali.


«La musica è stata la mia salvezza, e oggi è la mia terapia. È un canale universale di comunicazione e di integrazione, che supera ogni barriera culturale e linguistica, politica e religiosa, favorendo l’integrazione dei bambini perché influenza positivamente l’acquisizione linguistica anche senza l’intervento verbale. Crea un insieme in cui tutti possono riconoscersi, sperimentarsi, divertirsi, anche in un contesto sociale a rischio» 
GeGé Telesforo

Il 1 aprile è stata annunciata in diretta nel programma Sound Check di Radio24, dal portavoce UNICEF Andrea Iacomini, la nomina di GeGé Telesforo come "GoodWill Ambassador" UNICEF. Questo importante riconoscimento arriva dopo la sua attività di testimonial negli ultimi due anni per il progetto "Soundz ForChildren" (United Musicians for UNICEF) in collaborazione con Unicef, finalizzato a trasmettere ai bambini i valori del rispetto, dell'inclusione e della solidarietà attraverso la musica, e realizzato nella sua versione pilota con degli incontri musicali in una scuola di Roma, l’I.C. M. Gandhi.
La nomina sarà formalizzata il 5 aprile all'Auditorium Parco della Musica, sul palco della Sala Petrassi, con la consegna di una pergamena da parte del Presidente UNICEF Giacomo Guerrera e alla presenza del Direttore Generale Paolo Rozera. Questa la motivazione che verrà letta dal Presidente: “Per l’impegno a favore dei bambini e dei ragazzi facilitando, con la sua umanità e le sue qualità artistiche e musicali, il pieno compimento dei loro diritti, favorendone la libera espressione e l’integrazione nei propri contesti di vita”.

Il 5 aprile sarà dunque un grande evento-concerto per il quale Telesforo ha chiamato con sè la band che da lungo tempo lo accompagna fedelmente: il sassofonista Alfonso Deidda, il tastierista Seby Burgio, il contrabbassista Joseph Bassi, il batterista Dario Panza, Riccardo Bomarsi a curare tecnicamente il sound, la special guest Joanna Teters - una delle giovani vocalist più affermate della scena newyorkese. Per questa grande occasione, Telesforo ha inoltre voluto con sè alcuni dei musicisti che hanno collaborato alle sue musiche negli ultimi anni: ospiti speciali quali Dario Deidda, Max Ionata, Greta Panettieri, Giovanna Famulari, Dario Rossi e la P-Funking Band. (Prevendite disponibili: http://bit.ly/TelesforoAuditorium)

Il progetto "Soundz For Children" coinvolgerà, dunque, bambini di tutta Italia. Nel portarlo avanti, Telesforo sarà affiancato da professionisti che condividono il suo stesso approccio formativo e godono di un’esperienza decennale nel campo della formazione cognitivo/musicale.  
Accanto agli incontri nelle scuole, GeGé Telesforo sta portando il messaggio e i valori di "Soundz For Children" anche sul palcoscenico; dal 29 marzo all'8 aprile è impegnato con un tour in Italia che oltre all'Auditorium Parco della Musica sta toccando diversi palchi tra cui il Blue Note di Milano. L'evento è realizzato da Groove Mater Edition, media partner Radio24 Il Sole 24 Ore.

Cantante, musicista, polistrumentista, vocalista, compositore, conduttore e autore di programmi radiofonici e televisivi (costante la sua presenza a Radio24 e Rai5), Gegé Telesforo da tempo è impegnato nella versione pilota di "Soundz For Children", realizzando degli incontri musicali in una scuola di Roma, l’I.C. M. Gandhi, frequentata da bambini particolarmente vulnerabili, con l’obiettivo di dare, attraverso un approccio innovativo legato alla musica, la possibilità di esprimersi e di comunicare liberamente, rimuovendo tutti gli ostacoli socio-culturali che impediscono un armonioso sviluppo psico-fisico.
Durante i live, con
Riccardo Bomarsia curare tecnicamente il sound, sarà la musica di "FunSlow Ride", il suo ultimo album uscito nel 2016 e edito da Groove Master Edition per Egea in Italia ed Europa e per la Ropeadope per Usa e Asia, a incarnare i valori del progetto. Il disco stesso nasce come un lavoro collettivo di 20 grandi artistiche si ritrovano uniti in una sola e unica “voce”. Ambiente, etica, responsabilità, amore di un genitore per i suoi figli, amore tra due esseri umani sono i temi universali che hanno mosso la creazione dei brani, connotati allo stesso tempo da un sound incredibilmente leggero e raffinato. Ma soprattutto amore per la musica, che è l'elemento che più di ogni altro spinge ad indagare nella propria spiritualità e permette di affermare la propria identità nel rispetto e nella tolleranza verso gli altri. “Fun Slow Ride” è dunque un'ammissione di responsabilità che tutti abbiamo come esseri umani: quella di lasciare un'eredità importante alle generazioni che verranno
Frutto di due intensi anni di lavoro tra Brooklyn, Madison, Londra e la campagna a nord di Roma, “Fun Slow Ride” (International Collective of Music Travellers) è prodotto da GeGè Telesforo con la complicità di Leo Sidran. 
Uno dei suoi singoli "Let the Children", con il relativo videoclip realizzato da Simone Calcagni in collaborazione con UNICEF, è espressamente dedicato ai bambini mentre il videoclip del brano “Next” è realizzato da uno dei nostri più grandi artisti contemporanei: Felice Limosani. Pieno di amore e saggezza, in "Let the Children" lo spoken word del noto musicista statunitense Ben Sidran sottolinea con grande profondità il toccante tema trattato dalla poesia "I Figli" di Khalil Gibran contenuta nel suo celebre libro “Il Profeta”: il sentimento contrastante di un genitore che oltre a educare e proteggere i propri figli ha anche il grande compito di permettere loro di conoscere il più possibile il mondo, prendere liberamente le proprie decisioni senza cercare di influenzarne le scelte o di farli assomigliare a qualcun altro. 

Il disco "Fun Slow Ride" è disponibile nei maggiori digital stores come iTunes, Amazon e Bandcamp, in quest'ultimo anche in free listening.

INFO E CONTATTI
www.unicef.it - http://www.unicef.it/soundzforchildren
www.funslowride.com - 
www.groovemasteredition.it - www.egeamusic.com - www.gegetelesforo.com
Il videoclip di "Let the Children" in collaborazione con Unicef
Il videoclip di "Next"
Ufficio Stampa GeGè Telesforo: Fiorenza Gherardi De Candei   Tel. +39.328.1743236 E-mail fiorenzagherardi@gmail.com
Ufficio Stampa Unicef: Luca Cappelletti  Tel. +39.06.47809233 +39.335.7275877   E-mail l.cappelletti@unicef.it



















]]>
Grande successo per l'Orchestra Residente del Parco della Musica Sun, 02 Apr 2017 12:15:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/427398.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/427398.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Concerti sopra le righe e pubblico impazzito: grande successo per l'Orchestra Residente del Parco della Musica, la New Talents Jazz Orchestra
    

Grande successo per i due primi concerti della New Talents Jazz Orchestra dopo la nomina ufficiale a Orchestra Residente dell'Auditorium Parco della Musica di Roma.
Realizzati nell'ambito della rassegna "Incontri in Jazz" progettata dall'Orchestra stessa, i due live hanno riscosso un forte consenso sia da parte della stampa di settore, sia dagli spettatori, accorsi numerosi ad affollare il Teatro Studio dell'Auditorium. Al termine di ogni concerto ovazioni e festeggiamenti in sala per la compagine di giovani talenti, magistralmente diretta da Mario Corvini, già tra i leader, anni fa, della Parco della Musica Jazz Orchestra. Una grande scommessa, la sua, di consegnare nuovamente all'Auditorium una Orchestra residente, stavolta composta da giovani strumentisti di talento. Una formazione con la quale Corvini collabora da anni realizzando concerti in Festival importanti e progettando rassegne di successo, come l'ultima al Teatro Palladium di Roma "Jazz e Cinema" e le Guide all'Ascolto alla Casa del Jazz.
Al centro degli obiettivi dell'Orchestra c'è sicuramente la sperimentazione dal punto di vista compositivo e degli arrangiamenti. L'"arte dell'incontro" è anch'essa una delle priorità della compagine: negli anni si sono esibiti con vari artisti tra cui Stefano Di Battista, Javier Girotto, Maurizio Giammarco e Daniele Tittarelli - con il quale sempre in Auditorium è stato inciso l'album "Extempora" per Parco della Musica Records.
Per i primi due appuntamenti della Rassegna intitolata - per l'appunto - "Incontri in Jazz", l'Orchestra ha ospitato il batterista Roberto Gatto per un omaggio al grande Buddy Rich, e la cantante Greta Panettieri per la rilettura di un repertorio "Da New York a Rio" che ha compreso anche brani originali.

Mario Corvini: "Due concerti andati magnificamente, sono davvero soddisfatto per come l'Orchestra sta portando a compimento questi importanti appuntamenti, tenendo fede a questo grande impegno nonché imperdibile occasione di essere stata nominata Residenti all’Auditorium Parco della Musica.
Abbiamo deciso di aprire la Rassegna "Incontri in Jazz" con una macchina del ritmo  estremamente efficace come Roberto Gatto: con la sua forza e il suo swing ci ha trasportati attraverso il difficile quanto entusiasmante repertorio di Buddy Rich. Il risultato è stato un concerto assolutamente sopra le righe e con un pubblico impazzito. Mi ha colpito molto anche la sua disponibilità nel partecipare a quasi tutte le prove contribuendo fortemente a questa grande spinta emotiva. Greta Panettieri è un'interprete favolosa che ci ha regalato delle fortissime emozioni, era da tempo che pensavo ad una collaborazione del genere, la sua voce è come uno strumento a fiato, che di fatto lo è per eccellenza, in grado di produrre un fraseggio scat ma anche una fluidità interpretativa profonda nelle ballads, insomma, completa come se ne sentono poche. Direi anche coraggiosa la scelta di unire queste due tradizioni stilistiche come la musica brasiliana e quella americana swing, un po' come si faceva un tempo."

Il prossimo appuntamento della Rassegna "Incontri in Jazz", venerdì 14 aprile alle ore 21 sempre al Teatro Studio dell'Auditorium con l'omaggio a Miles Davis "Miles Chronicles" che avrà come special guest il trombettista Claudio Corvini. Miles Davis è stato sicuramente il più importante e influente musicista della storia del jazz, dotato di uno sguardo attento a tutto ciò che lo circondava e alle novità che di volta in volta si presentavano. In questo concerto, Claudio Corvini interpreterà insieme alla New Talents Jazz Orchestra quella visione che Gil Evans usava per Miles, esaltandone il fraseggio e la liricità. Dai brani “Budo”, “Straight No Chaser”, “La Nevada Blues”, “Milestones”, per poi passare al Miles elettrico degli anni '60, e le celebri e memorabili sessioni di “Miles Ahead” e “Sketches of Spain”.

CONTATTI
Venerdì 14 aprile ore 21: "Miles Chronicles"
Ingresso €15 - Prevendite TicketOne: http://bit.ly/OrchestraMilesDavis

www.auditorium.com  www.ntjorchestra.it
Ufficio Stampa New Talents Jazz Orchestra: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel.: 328.1743236   Email: fiorenzagherardi@gmail.com




]]>
12 aprile AUDITORIUM in concerto YAMANAKA ELECTRIC FEMALE TRIO Fri, 31 Mar 2017 20:32:43 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/427334.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/427334.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
All'Auditorium fa tappa l'European Tour "The Spheres" dello spettacolare Yamanaka Electric Female Trio 
Il 12 aprile l'European Tour "The Spheres" del trio femminile guidato dalla prodigiosa pianista giapponese Chihiro Yamanaka, stella della Blue Note Records, fa tappa all'Auditorium Parco della Musica per un grande concerto.

    

​​

"Tra le pianiste più importanti e geniali del 21° secolo."
New York Times
“Uno dei più grandi talenti nel jazz degli ultimi decenni”. 
Jazz Life

Mercoledì 12 aprile alle ore 21 lo Yamanaka Electric Female Trio sarà in concerto al Teatro Studio "Gianni Borgna" dell'Auditorium Parco della Musica di Roma: un importante live nell'ambito dell'European Tour 2017 "The Spheres".
La formazione è guidata dalla strepitosa pianista giapponese Chihiro Yamanaka, stella della Blue Note Records - per questo progetto impegnata sia al pianoforte che al Fender Rhodes - ed è completata da una eccezionale ritmica femminile: Inga Eichler, al basso elettrico e al contrabbasso, originaria di Berlino ma londinese di adozione, e Karen Teperberg, una delle batteriste pop jazz più in voga della scena internazionale. Il trio, impeccabile e affiatato, ha realizzato un tour in Giappone incidendo l'album "The Spheres" live al Blue Note di Osaka nel 2015, e rientra in Europa ad aprile 2017 per nove date tra Italia e Inghilterra. Prevendite: Tel. 892.101 TicketOne: http://bit.ly/YamanakaTickets

Quindici dischi all'attivo sulla prestigiosa Verve Records, e da gennaio 2015 con la leggendaria Blue Note Records, miglior pianista in Giappone e acclamata in USA, Chihiro Yamanaka si è imposta come tra le pianiste più importanti della scena jazz contemporanea. Nativa di Tokyo ma residente a New York, negli ultimi anni ha effettuato concerti in piano solo, in trio e con orchestra nei jazz festival e venue tra i più importanti al mondo e collaborando con artisti del calibro di lark Terry, Gary Burton, George Russell, Curtis Fuller, Ed Thigpen, Nancy Wilson, George Benson ed Herbie Hancock, esibendosi nelle venue e nei festival più importanti al mondo.
Swing, ritmo, Fender Rhodes sparsi tra le pieghe dei suoi brani: una giostra infinita di soluzioni musicali mai scontate, sostenute da una tecnica pianistica invidiabile e da uno stile impeccabile, per standard e piacevolissimi temi originali, con un grande senso della melodia.
Paragonata da alcuni critici a Petrucciani e Oscar Peterson, Chihiro Yamanaka è oramai una dei giovani musicisti più richiesti dal ghota del jazz internazionale. 
Più volte in Italia, Chihiro Yamanaka ha suonato nei migliori jazz festival e teatri italiani tra cui Umbria Jazz, Ravello Festival, Roma Jazz Festival, Bologna Jazz Festival, Auditorium Parco della Musica, Catania Jazz, Blue Note Milano. Lo scorso anno ha dedicato il tour al disastro che ha colpito Fukushima, città della sua famiglia e della sua adolescenza.

Inizia ad avvicinarsi al piano dall’età di 4 anni. Studia alla Royal Academy of Music in Gran Bretagna, per poi trasferirsi negli USA, dove si è diploma al prestigioso Berklee College of Music, dove ora insegna. Vive a New York dove suona regolarmente con le sezioni ritmiche afro/americane tra le più in voga, come Kendrick Scott alla batteria e Vicent Archer al basso.
Il suo album di debutto “Living Without Friday”, nel 2001, l’ha posta sin da subito tra le più gradite sorprese della scena musicale internazionale. 
George Russell l’ha definita “una musicista molto dotata e creativa” ed il magazine giapponese Jazz Life l’ha descritta come “uno dei più grandi talenti nel jazz degli ultimi decenni”. Nell'ottobre 2010 ha inaugurato l'evento di apertura del Roma Film Festival con un eclettico piano solo insieme al carismatico artista nipponico e mago dei turntables DJ KRUSH nello splendido scenario del Museo MAXXI di Roma completamente sold out. 
Dopo l'omaggio ad Oscar Peterson con "After Hours" pubblica "Forever Begins", edito dalla leggendaria Verve Records e registrato al prestigioso Avatar Studio di New York con Kendrick Scott e Ben William al basso, uscito in giugno 2010 per la Universal in Europa e Decca Records in USA
In luglio 2011 l’artista ha effettuato una tappa straordinaria per l'anteprima nazionale del tour all'Arena S.Giuliana a Perugia per Umbria Jazz Festival aprendo il set di Hancock/Shorter/Miller davanti ad una platea di circa 5.000 persone; recentemente si è esibita al prestigioso Lincoln Center di New York. 
Dopo il lavoro "Reminescence" per la Universal Japan e Decca Records in Europa e un inedito "Live in New York City", Chihiro ha composto "Because", un omaggio ai Beatles nel loro 50°anniversario, con una lettura intensa e personale di alcuni classici del quartetto di Liverpool. 
Da Gennaio 2015 ha firmato per la Blue Note Records con cui ha registrato "Somethin’ Blue" nel prestigioso studio dello Sterling a New York con Greg Talbi, storico ingegnere del suono. Il suo ultimo lavoro è "Guilty Pleasure" sempre per Blue Note. 

INFO E CONTATTI
Mercoledì 12 aprile ore 21 Auditorium Parco della Musica - Roma http://bit.ly/AuditoriumYamanaka
Posto Unico €15  Prevendite: Tel. 892.101 TicketOne: http://bit.ly/YamanakaTickets
BOOKING: 
Mario Berna - 
MBmanagement/ FreeformJazz
Fax: +39.0668135865  Twitter/freeformjazz
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei  Tel. +39.328.1743236 - fiorenzagherardi@gmail.com






]]>