Comunicati.net - Comunicati pubblicati - UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei Comunicati.net - Comunicati pubblicati - UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei Sun, 24 Sep 2017 19:27:22 +0200 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/12285/1 sabato 23 PORTO GARIBALDI concerto LUCA DI LUZIO BLUE(S) ROOM TRIO Thu, 21 Sep 2017 12:14:58 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/453088.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/453088.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Luca di Luzio con il suo Blue(s) Room Trio al Bagno Apollo di Porto Garibaldi 

Sabato 23 settembre alle ore 21 il chitarrista e compositore Luca di Luzio torna in concerto al Bagno Apollo 72 di Porto Garibaldi (Ferrara), per un nuovo live in collaborazione con l'Associazione Jazzlife.

Per questa occasione si esibirà con il suo Luca di Luzio Blue(s) Room Trio completato da Sam Gambarini (organo hammond) e Max Ferri (batteria) che trae ispirazione dal sound dei mitici organ trio anni ’60 corroborato da protagonisti quali Grant Green, Kenny Burrell, Jimmy Smith e Jack McDuff. Il repertorio alternerà brani della tradizione afroamericana a pezzi contemporanei sapientemente arrangiati dall’estro del band leader. 
Per la serata il ristorante Cantinon Al Mare proporrà un menù alla carta con piatti di pesce e carne tradizionali e moderni: prenotazione consigliata ai numeri 0533314158 - 3478849749.
Luca di Luzio è un chitarrista dalla formazione eclettica e dallo stile versatile. Suona l'elettrica, l'acustica, la classica e spazia dagli standard alla bossa nova fino al funky, passando per il fusion ed il blues. Ha un talento creativo ed è impegnato in numerosi progetti musicali in cui collabora con molti artisti internazionali.Nel corso della sua formazione musicale da chitarrista ha frequentato seminari e masterclass con Pat Metheny, Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall, Joe Diorio, John Abercrombie. Nell'ambito della sua carriera concertistica ha collaborato con numerosi artisti italiani e internazionali tra cui: Marco Tamburini, Max Ionata,  Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Javier Girotto, Teo Ciavarella, Giancarlo Schiaffini e si è esibito in numerosi festival ed eventi internazionali in Europa e negli USA. 

INFO E CONTATTI
Sabato 23 settembre ore 21 - ingresso gratuito
Bagno Apollo 72, Porto Garibaldi - Ferrara
Info e prenotazioni: 0533314158 - 347.8849749

Ufficio Stampa Jazzlife: Fiorenza Gherardi De Candei
tel. +39.328.1743236  fiorenzagherardi@gmail.com














]]>
L'artista umbro CRISTIANO ARCELLI vince il bando MIDJ: artista residente a Roma dal 20 al 23 settembre Wed, 13 Sep 2017 12:37:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/451479.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/451479.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

L'artista umbro Cristiano Arcelli vince il Concorso Nazionale MIDJ:
residenza franco-italiana alla Casa del Jazz con l'ensemble “F.A.R.E.” 
Fourneyron/Arcelli Residence Ensemble
20 - 23 SETTEMBRE 2017  ROMA, CASA DEL JAZZ

Fidel Fourneyron trombone, composizione
Cristiano Arcelli alto sax, composizione
Francesco Diodati chitarra
Matteo Bortone contrabbasso
Bernardo Guerra batteria


Uno dei maggiori strumentisti e compositori italiani, il sassofonista Cristiano Arcelli, sarà artista in residenza presso la Casa del Jazz di Roma dal 20 al 23 settembre 2017. Musicista raffinato, in grado di creare affreschi sonori ricchi di pathos e poesia, Arcelli è difatti risultato vincitore del bando indetto da MIDJ-Associazione Musicisti Italiani di Jazz, quest’anno particolarmente ricco di candidature eccellenti, e condividerà questa residenza con il francese Fidel Fourneyron, uno dei più talentuosi trombonisti europei e geniale compositore. Durante le quattro giornate, i due musicisti si confronteranno per dare vita a un nuovo repertorio, insieme ad altri tre formidabili musicisti italiani con il quale formano il “F.A.R.E.” Fourneyron/Arcelli Residence Ensemble: il chitarrista Francesco Diodati, il contrabbassista Matteo Bortone e il batterista Bernardo Guerra.
Risultato di questa esperienza sarà il concerto del "FA.R.E."  che si terrà il 23 settembre alle 22 presso l'Auditorium della Casa del Jazz, evento conclusivo di Una Striscia di Terra Feconda, il Festival franco-italiano di Jazz e Musiche Improvvisate con la direzione artistica di Paolo Damiani e Armand Meignan. Il live sarà preceduto, alle 21, dall'esibizione del Gabriele Evangelista Quartet (Vincitore Premio Siae 2016).

Cristiano Arcelli
"Avere un linguaggio condiviso è il miracolo che il jazz ha reso possibile. Questo grande dialetto è per gran parte formato dai cosiddetti “Standard”. Parlando con Fidel ci siamo resi conto che, io con i gruppi degli ultimi anni e lui con il suo bel trio Un Poco Loco, stiamo lavorando sul grande repertorio di questa musica. Le partiture vengono trattate, riscritte, rielaborate, i temi o le forme cambiati; tutto verrà destrutturato, contraffatto e rimescolato con uno spirito giocoso. Una musica nuova eppure già condivisa, una lingua piena di speranza. Grazie a “Midj” e ad “Una striscia di terra feconda” per questa possibilità di creare musica con un gruppo di musicisti straordinari."

Raffinato compositore, Arcelli ha scritto per l’Italian Jazz Orchestra, l’Orchestra Bruno Maderna e la Bangkok Symphony Orchestra. Ha inciso 7 album a suo nome: Almost Romantic (Encore Jazz 2017), Solaris (Encore Jazz 2015), Brooks (Auand 2013), Urban Take (Radar �“ Egea 2009), Bestiario (Radar �“ Egea 2006), Ricercando (Wide Sound 2002) e Di Terra (Wide Sound 2001).
Suoi sono gli arrangiamenti di "Pane e tempesta" e "Il museo dell’innocenza" (Paolo Damiani), "La donna di cristallo" (Cristina Zavalloni), "Radar Band plays Nino Rota" e "Da Istanbul a Napoli" (Cartagena Music Festival), "Diario del ritorno" (Corciano Festival) e "Sera d’autunno" (Trento Jazz). Si è esibito in grandi palchi internazionali come Umbria Jazz, Torino Jazz Festival, Jazz at Lincoln Center (NY), Cartagena Music Festival, Casa del Jazz, European Jazz Expo, Maison de la culture de Grenoble, New Morning (Paris), Saalfelden Jazz Festival, Beijing Internationl Jazz Festival, Amiens, Teatro Regio (Torino), Auditorium Parco della Musica.

Fidel Fourneyron è uno dei maggiori trombonisti e compositori a livello europeo. Solista nell’ONJ di Olivier Benoit o nei gruppi Papanosh, Desert White Orchestra, Marc Ducret Tower Bridge, Le Grand Orchestre du Tricot, Umlaut, nonché autore di progetti tra i più originali come un Poco Loco o il suo nuovo “Que Vola?", un incontro tra il jazz e il suono cubano, nuova “grande scoperta” della “nouvelle vague” francese.

INFO E CONTATTI
www.casajazz.it
Ufficio stampa Cristiano ArcelliFiorenza Gherardi De Candei  tel. +39.328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com
Booking: info@ghibliconcerti.com








]]>
Festival COMACCHIO JAZZ: 15 e 16 settembre Concerto e seminario Dean Brown & Dave Weckl con Maurizio Rolli Tue, 12 Sep 2017 10:55:36 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/451147.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/451147.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Al Comacchio Jazz tre grandi insegnanti per una clinic aperta a vari livelli musicali: Dean Brown e Dave Weckl con Maurizio Rolli

CLINIC venerdì 15 e sabato 16 settembre
CONCERTO sabato 16 settembre ore 21 
Dean Brown - chitarra        Dave Weckl - batteria      Maurizio Rolli - basso elettrico

​  



Venerdì 15 e sabato 16 settembre un evento speciale per il Festival Comacchio Jazz, con due giornate didattiche che vedono protagonisti tre grandi musicisti, storia della musica jazz-rock-fusion: il chitarrista Dean Brown, il batterista Dave Weckl e uno dei migliori bassisti del panorama jazz italiano, Maurizio Rolli, per la prima volta insieme in una clinic aperta sia a musicisti singoli sia a band, che si terrà presso l’Holiday Park Spiaggia e Mare di Porto Garibaldi, vicino Comacchio.

Così commenta l'evento il chitarrista e compositore Luca di Luzio, che ha curato la direzione artistica del Comacchio Jazz: "La clinic è un evento speciale che vede protagonisti tre colossi della musica nel condividere la propria esperienza in un seminario basato sulla “pratica”, sulla musica suonata, con l’obiettivo di indicare un metodo di studio e facilitare la crescita musicale di studenti  di qualsiasi livello."

Da molti anni i tre musicisti accostano individualmente la propria carriera live ad una prestigiosa attività didattica, con masterclass e seminari.
Dave Weckl è un punto di riferimento per il Modern Drumming. Energico, funambolico ma sempre musicale ed al servizio della musica, ha influenzato con il suo stile migliaia di batteristi di tutto il mondo. Il suo video didattico "Back to basics" ha ormai trenta anni ed è considerato una pietra miliare dello studio della batteria jazz rock. Ha collaborato con moltissimi artisti della scena jazz-rock-fusion mondiale. Vanta dal pubblico, dai colleghi e dal mondo musicale internazionale, il titolo di uno dei più grandi batteristi viventi. Il suo contributo alla musica e alla didattica musicale è da sempre enorme. Il magazine “Modern Drummer” l’ha inserito nella propria Hall of Fame nel 2000 e l’ha nominato “uno dei 25 migliori batteristi di tutti i tempi”. Ha collaborato con Chick Corea, Mike Stern, Dave Grusin, Michel Camilo, Robert Plant, Simon and Garfunkel.

Dean Brown, oltre che essere la prima scelta di molte super star del jazz come Marcus Miller, Billy Cobham e Bill Evans, è anche un grande didatta, da diversi anni, infatti, insegna presso il prestigioso MI - Musician Institues di Los Angeles, scuola fondata da Howard Roberts negli anni '70, che ha annoverato nel suo corpo insegnanti artisti come Joe Pass, Pat Martino, Ted Green, Robben Ford, Ron Escrete e molti altri. Ha collaborato con molti artisti tra cui Marcus Miller, Randy Brecker, Billy Cobham, Bill Evans e Dave Sanborn che si riferiscono a lui semplicemente come ‘The Man”. Le sue performance dal vivo sono entusiasmanti tanto da vedere quanto da ascoltare. L'entusiasmo in ogni singola nota che riproduce con la chitarra sono il biglietto da visita per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di poter assistere ad un suo concerto. 
Maurizio Rolli
 è docente di basso elettrico presso il Conservatorio di Pescara ed è impegnato nella didattica da circa 30 anni. Musicista, compositore ed arrangiatore, è un vero virtuoso dello strumento e condivide costantemente la sua esperienza con decine di studenti che volano da ogni parte d’Italia per poter studiare con lui. H
a lavorato con Vince Mendoza, Chaka Khan, Metropole Orchestra, Jim Hall, Mike Stern, Peter Erskine, Bob Mintzer, Dave Liebman, Alex Acuña, Hiram Bullock, Michael Manring, Otmaro Ruiz e molti altri. Compone e arrangia stabilmente per la sua Rolli’s Tones Big Band.

Sabato 16 settembre alle ore 21 i tre artisti saranno insieme, in prima assolta, per un concerto che darà vita poi vita a un tour italiano, presso l'Arena di Palazzo Bellini a Comacchio. Il live proporrà brani originali di Dean Brown e Dave Weckl, accompagnando il pubblico in un viaggio ad ampio raggio attraverso vari generi musicali. Un’occasione rara ed unica per ascoltare questi tre grandi artisti e condividere la loro esperienza musicale. 

La quota di partecipazione al seminario varia a partire dalla tipologia di alloggio scelto, ed è a partire da €90, con con tariffe agevolate x uditori, scuole di musica e gruppi.  Info e prenotazioni al numero 335.1340537. L'ingresso al concerto è €20 con prevendite nei punti vendita autorizzati Ciaotickets: a Comacchioalla Libreria Edicola Spadoni, in via Zappata 11 (apertura dal lunedì al sabato dalle 6,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 19,30); a Ferrara alla Tabaccheria Borghi di corso Giovecca 198/a; a Reno Centese presso la Tabaccheria Balboni; a Ravenna presso il Radio International Store di piazza Kennedy 19; a Massalombarda presso la Tabaccheria Montalto; a Bagnacavallo presso Il Borgo dei Sogni.. Biglietteria il giorno dello spettacolo dalle ore 18 nell’atrio dell’Arena di Palazzo Bellini. Il concerto e il seminario sono realizzati con la direzione artistica dell’Associazione Culturale Jazzlife e la collaborazione dell’Holiday Park Spiaggia e Mare, Dv Mark, Mark Bass, D’Orazio Strings e il Paese della Musica.

CONTATTI
Info: Tel. 335.1340537
Ufficio Stampa JAZZLIFE: Fiorenza Gherardi De Candei Tel. 328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com














]]>
9 settembre PORTO GARIBALDI in concerto WAVE DUO Fri, 08 Sep 2017 09:17:04 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/450361.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/450361.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Al Bagno Apollo di Porto Garibaldi in concerto il Wave Duo di Daniella Firpo e Roberto Poltronieri



Sabato 9 settembre continua la rassegna di concerti al Bagno Apollo di Porto Garibaldi: dalle ore 21 sarà protagonista il Wave Duo formato dalla cantante e chitarrista brasiliana Daniella Firpo e dal chitarrista Roberto Poltronieri.
Il Duo propone un viaggio che mescola la matrice brasiliana di samba e bossa nova al jazz e alla musica italiana, evidenziano sopratutto il legame tra la MPB (musica popolar brasileira) e la world music. Ricco di swing e della poesia proveniente dall'universo musicale brasiliano, il repertorio presenta anche qualche brano dall'album d'esordio di Daniella Firpo "Vento di Bahia e Nebbia", edito dall'etichetta Alfa Music.
Daniella Firpo nasce in una famiglia di musicisti che la avvicinano al canto in tenera età. Intraprende l’attività professionale circa vent’anni fa, a Salvador de Bahia, riscuotendo immediato riscontro di pubblico e critica. Ha maturato diverse esperienze musicali in Brasile prima di arrivare in Italia, partecipando a diversi Festival ed a significative manifestazioni culturali dello Stato, occupando uno spazio di rilievo nel panorama musicale di Bahia e facendosi apprezzare in importanti trasmissioni radiofoniche e televisive. Nel 2008 viene registrato il suo secondo album "Espiral", con entusiastiche pubblicazioni sulla stampa e l’album viene selezionato al “Premio da Musica Brasielira”. Dal 2009 l’artista elegge l’Italia sua patria d’adozione, dove il suo timbro profondo, dinamico e vellutato, frammisto a giocosa creatività, la proietta sul panorama musicale nazionale attraverso la partecipazione a prestigiosi festival e manifestazioni.
Chitarrista e bassista dal 1996 al 2005 del gruppo storico Equipe 84, Roberto Poltronieri è un musicista dalla carriera estremamente versatile. Ha collaborato in varie occasioni con orchestre sinfoniche e cameristiche; è stato contrabbassista del gruppo jazz di Silvano Salviati, della “Doctor Dixie Jazz Band” di Bologna e dell’Orchestra a Plettro “Gino Neri” di Ferrara. E’ stato fra i componenti del trio e del quartetto di Roberto Manuzzi, del gruppo “Sax Society” e della big band “Giordano Balboni”. E’ socio fondatore della Associazione Musicisti di Ferrara.

INFO E CONTATTI
Sabato 9 settembre ore 21 - ingresso gratuito
Bagno Apollo 72, Porto Garibaldi - Ferrara
Info e prenotazioni: 0533314158 - 347.8849749

Ufficio Stampa Jazzlife: Fiorenza Gherardi De Candei
tel. +39.328.1743236  fiorenzagherardi@gmail.com


]]>
L'AQUILA PARTITA DEL CUORE 2 SETTEMBRE Thu, 31 Aug 2017 16:14:17 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/448726.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/448726.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Raoul Bova, Paolo Fresu, Enrico Intra, i jazzisti italiani e altri grandi ospiti insieme per la Partita del Cuore a L'Aquila

SABATO 2 SETTEMBRE ORE 12 L'AQUILA, STADIO GRAN SASSO "ITALO ACCONCIA"

La Partita del Cuore
Nazionale Italiana Jazzisti NIJ & AmiciAmatriceAquila AAA

Ingresso libero: i fondi raccolti durante la partita sarannoutilizzati per l'acquisto di strumenti musicali da donare alla Banda Musicale di Amatrice.

    

Sabato 2 settembre a L'Aquila nell'ambito della manifestazione "Il Jazz italiano per le terre del sisma"si terrà la Partita del Cuore nel nuovo stadio Gran Sasso d'Italia "Italo Acconcia".
Alle ore 12scenderanno in campo, unite nello stesso intento, la Nazionale Italiana Jazzisti NIJ,formata da una rappresentanza dei musicisti di jazz italiani, e la squadraAmiciAmatriceAquila AAAcapitanata da Raoul Bova, presente anche come promotore del Progetto Sorriso con l'associazione AAA#iocisono Accumoli - Amatrice - Arquatainsieme alla Croce Rossa Italiana. L'evento è a ingresso liberoma durante la partita saranno presenti delle postazioni per la raccolta fondi da destinare all'acquisto di strumenti musicali che verranno donati alla Banda Musicale di Amatrice.
L'iniziativa nasce dalla Nazionale Italiana Jazzisti, ONLUS che dal 2013 porta avanti il suo impegno nei Comuni italiani in occasioni di solidarietà (nel 2015 è stata protagonista sempre all'Aquila della Partita del Cuore), da Paolo Fresu & I-Jazz, e dal Ministro Dario Franceschini a cui quest'anno si unisce Alfredo Moroni(Comitato Perdonanza Celestiniana dell'Aquila) con una selezione di volontari denominata Amici Aquila Amatrice(AAA), capitanata da Raoul Bovae composta da personalità amatriciane e aquilane, nomi dello spettacolo ed ex calciatori che hanno deciso di aderire grazie a Roberto Ciccone e Max De Tomassi di "Horto culturale di Amatrice Onlus".
Il calcio d'iniziosarà affidato al pianista Enrico Intra, pietra miliare del jazz italiano nonché Presidente onorario della NIJ (insieme a Enrico Pieranunzi e Franco D'Andrea) e a Paolo Fresu, unitamente ai rappresentanti delle istituzioni aquilane e amatriciane.
Tra i musicisti in campo con la Nazionale Italiana Jazzisti:Enrico Intra per il calcio d'inizio, Paolo Fresu, il compositore Attilio Di Giovanni (RadioRai2/Il Ruggito del Coniglio), il crooner Walter Ricci, l'avvocato dell'associazione di Musicisti italiani di Jazz (MIDJ) Gianni Taglialatela, il rappresentante dell'etichetta discografica Alfa Music Fabrizio Salvatore, il contrabbassista Dario Rosciglione, il batterista brasiliano Reinaldo Santiago e il mister Michele Zeoli (ex Catania e Triestina).

In campo con la squadra AmiciAmatriceAquila AAAinsieme a Raul Bova scenderanno Pirozzi, l'attore e regista Stefano Reali, l'attore Attilio Fontana, il conduttore di RadioRai1 Max De Tomassi - originario di Amatrice (che si dividerà tra la NIJ e AAA) - e lo scultore Davide Dormino, e gli ex calciatori Fernando Badon (ex Padova) e Cesare Villoni (ex Bari, e procuratore).

La Nazionale Italiana Jazzisti è una ONLUS che opera da anni come collegamento tra il mondo del jazz e quello dello sport, in questo caso il calcio. Allenata dall'ex calciatore Michele Zeoli (ex Catania, Triestina) non è formata da giocatori professionisti bensì da musicisti di jazz, amanti di questo sport e con una forte mission in favore della solidarietà e della beneficenza, partecipando e organizzando partite all'interno di eventi musicali nazionali anche grazie al supporto dei preziosi sponsor, come nel caso della Tassoni, sponsor ufficiale NIJ 2017.

Dal 2013 la NIJ ha aperto per tre edizioni il Festival Umbria Jazz (Partita del Jazz per la solidarietà)incontrando la nazionale cantanti, la All Star DJ'S e la rappresentativa Italianattori a favore di varie associazioni del territorio. Tante le realtà territoriali supportate attraverso le varie raccolte fondi. Tra queste: “Avanti tutta”, Onlusimpegnata nella promozione dello sport nella cura di diverse patologie; l’Associazione Giacomo Sintini APS da sempre attiva nella raccolta di fondi per la ricerca medica contro leucemie, linfomi e mieloma; la A.U.L.C.I. (Associazione Umbra per la Lotta alle Cardiopatie Infantili), attiva a supporto dei bambini cardiopatici e delle loro famiglie; la Fondazione ANT Italia Onlus Delegazione Umbria, impegnata nell’assistenza domiciliare ai malati di cancro; la A.N.E.D. (Associazione Nazionale Dializzati e Trapiantati Onlus) che offre il proprio aiuto ai malati affetti da nefropatie e diabete; la CRI di Corciano, delegazione locale della Croce Rossa italiana, attiva a sostegno della popolazione con diverse azioni di volontariato; l’Associazione Arcobaleno Onlus Spelloche lavora da anni con i soggetti affetti da patologie psichiche, la Cooperativa Arcobaleno '86 di Feltre.



INFO
Sabato 2 settembre ore 12, ingresso libero
Stadio Gran Sasso d'Italia "Italo Acconcia"
Via Amleto Cencioni L'Aquila (AQ)


CONTATTI
Informazioni: tel. 0862.645259 �“ 055.240397
Ufficio Stampa Nazionale Italiana Jazzisti
: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com
Ufficio Stampa manifestazione:
Maurizio Quattrini maurizioquattrini@yahoo.it338 8485333
Guido Gaito
info@gaito.it329 0704981
Giulia Focardi giuliafocardi.ufficiostampa@gmail.com 349 8938898

Canali social ufficiali:
Nazionale Italiana Jazzisti fb: https://www.facebook.com/nazjazzisti
italiajazz fb - https://www.facebook.com/www.italiajazz.it/ italiajazz tw - https://twitter.com/ItaliaJazz_it italiajazz instagram - https://www.instagram.com/italiajazz.it/ i-jazz fb- https://www.facebook.com/ijazzitalia/
Il programma completo della manifestazione: https://www.yumpu.com/it/embed/view/HV9N3XWe5OATEfCh


]]>
L'AQUILA PARTITA DEL CUORE 2 SETTEMBRE Thu, 31 Aug 2017 16:00:16 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/448723.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/448723.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei GentilissimI,
di seguito alla mia firma e in allegato, il comunicato stampa sulla Partita del Cuore tra la NAZIONALE ITALIANA JAZZISTI e la squadra AMICIAMATRICEAQUILA che si terrà sabato 2 settembre ore 12 allo Stadio Gran Sasso d'Italia a L'Aquila nell'ambito della manifestazione "Il Jazz italiano nelle terre del sisma". Lo stesso comunicato è presente sia nella cartella stampa ufficiale dell'evento sia nella mail inviata oggi dall'ufficio stampa del Comune di L'Aquila.
Per qualsiasi informazione o materiale aggiuntivo sono a completa disposizione.
Grazie per l'attenzione,
Fiorenza Gherardi De Candei - ufficio stampa NAZIONALE ITALIANA JAZZISTI NIJ

Raoul Bova, Paolo Fresu, Enrico Intra, i jazzisti italiani e altri grandi ospiti insieme per la Partita del Cuore a L'Aquila

SABATO 2 SETTEMBRE ORE 12 L'AQUILA, STADIO GRAN SASSO "ITALO ACCONCIA"

La Partita del Cuore
Nazionale Italiana Jazzisti NIJ & AmiciAmatriceAquila AAA

Ingresso libero: i fondi raccolti durante la partita sarannoutilizzati per l'acquisto di strumenti musicali da donare alla Banda Musicale di Amatrice.

    

Sabato 2 settembre a L'Aquila nell'ambito della manifestazione "Il Jazz italiano per le terre del sisma"si terrà la Partita del Cuore nel nuovo stadio Gran Sasso d'Italia "Italo Acconcia".
Alle ore 12scenderanno in campo, unite nello stesso intento, la Nazionale Italiana Jazzisti NIJ,formata da una rappresentanza dei musicisti di jazz italiani, e la squadraAmiciAmatriceAquila AAAcapitanata da Raoul Bova, presente anche come promotore del Progetto Sorriso con l'associazione AAA#iocisono Accumoli - Amatrice - Arquatainsieme alla Croce Rossa Italiana. L'evento è a ingresso liberoma durante la partita saranno presenti delle postazioni per la raccolta fondi da destinare all'acquisto di strumenti musicali che verranno donati alla Banda Musicale di Amatrice.
L'iniziativa nasce dalla Nazionale Italiana Jazzisti, ONLUS che dal 2013 porta avanti il suo impegno nei Comuni italiani in occasioni di solidarietà (nel 2015 è stata protagonista sempre all'Aquila della Partita del Cuore), da Paolo Fresu & I-Jazz, e dal Ministro Dario Franceschini a cui quest'anno si unisce Alfredo Moroni(Comitato Perdonanza Celestiniana dell'Aquila) con una selezione di volontari denominata Amici Aquila Amatrice(AAA), capitanata da Raoul Bovae composta da personalità amatriciane e aquilane, nomi dello spettacolo ed ex calciatori che hanno deciso di aderire grazie a Roberto Ciccone e Max De Tomassi di "Horto culturale di Amatrice Onlus".
Il calcio d'iniziosarà affidato al pianista Enrico Intra, pietra miliare del jazz italiano nonché Presidente onorario della NIJ (insieme a Enrico Pieranunzi e Franco D'Andrea) e a Paolo Fresu, unitamente ai rappresentanti delle istituzioni aquilane e amatriciane.
Tra i musicisti in campo con la Nazionale Italiana Jazzisti:Enrico Intra per il calcio d'inizio, Paolo Fresu, il compositore Attilio Di Giovanni (RadioRai2/Il Ruggito del Coniglio), il crooner Walter Ricci, l'avvocato dell'associazione di Musicisti italiani di Jazz (MIDJ) Gianni Taglialatela, il rappresentante dell'etichetta discografica Alfa Music Fabrizio Salvatore, il contrabbassista Dario Rosciglione, il batterista brasiliano Reinaldo Santiago e il mister Michele Zeoli (ex Catania e Triestina).

In campo con la squadra AmiciAmatriceAquila AAAinsieme a Raul Bova scenderanno Pirozzi, l'attore e regista Stefano Reali, l'attore Attilio Fontana, il conduttore di RadioRai1 Max De Tomassi - originario di Amatrice (che si dividerà tra la NIJ e AAA) - e lo scultore Davide Dormino, e gli ex calciatori Fernando Badon (ex Padova) e Cesare Villoni (ex Bari, e procuratore).

La Nazionale Italiana Jazzisti è una ONLUS che opera da anni come collegamento tra il mondo del jazz e quello dello sport, in questo caso il calcio. Allenata dall'ex calciatore Michele Zeoli (ex Catania, Triestina) non è formata da giocatori professionisti bensì da musicisti di jazz, amanti di questo sport e con una forte mission in favore della solidarietà e della beneficenza, partecipando e organizzando partite all'interno di eventi musicali nazionali anche grazie al supporto dei preziosi sponsor, come nel caso della Tassoni, sponsor ufficiale NIJ 2017.

Dal 2013 la NIJ ha aperto per tre edizioni il Festival Umbria Jazz (Partita del Jazz per la solidarietà)incontrando la nazionale cantanti, la All Star DJ'S e la rappresentativa Italianattori a favore di varie associazioni del territorio. Tante le realtà territoriali supportate attraverso le varie raccolte fondi. Tra queste: “Avanti tutta”, Onlusimpegnata nella promozione dello sport nella cura di diverse patologie; l’Associazione Giacomo Sintini APS da sempre attiva nella raccolta di fondi per la ricerca medica contro leucemie, linfomi e mieloma; la A.U.L.C.I. (Associazione Umbra per la Lotta alle Cardiopatie Infantili), attiva a supporto dei bambini cardiopatici e delle loro famiglie; la Fondazione ANT Italia Onlus Delegazione Umbria, impegnata nell’assistenza domiciliare ai malati di cancro; la A.N.E.D. (Associazione Nazionale Dializzati e Trapiantati Onlus) che offre il proprio aiuto ai malati affetti da nefropatie e diabete; la CRI di Corciano, delegazione locale della Croce Rossa italiana, attiva a sostegno della popolazione con diverse azioni di volontariato; l’Associazione Arcobaleno Onlus Spelloche lavora da anni con i soggetti affetti da patologie psichiche, la Cooperativa Arcobaleno '86 di Feltre.



INFO
Sabato 2 settembre ore 12, ingresso libero
Stadio Gran Sasso d'Italia "Italo Acconcia"
Via Amleto Cencioni L'Aquila (AQ)


CONTATTI
Informazioni: tel. 0862.645259 �“ 055.240397
Ufficio Stampa Nazionale Italiana Jazzisti
: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com
Ufficio Stampa manifestazione:
Maurizio Quattrini maurizioquattrini@yahoo.it338 8485333
Guido Gaito
info@gaito.it329 0704981
Giulia Focardi giuliafocardi.ufficiostampa@gmail.com 349 8938898

Canali social ufficiali:
Nazionale Italiana Jazzisti fb: https://www.facebook.com/nazjazzisti
italiajazz fb - https://www.facebook.com/www.italiajazz.it/ italiajazz tw - https://twitter.com/ItaliaJazz_it italiajazz instagram - https://www.instagram.com/italiajazz.it/ i-jazz fb- https://www.facebook.com/ijazzitalia/
Il programma completo della manifestazione: https://www.yumpu.com/it/embed/view/HV9N3XWe5OATEfCh

]]>
Cettina Donato TOUR USA E CANADA Wed, 30 Aug 2017 11:24:42 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/448161.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/448161.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Cettina Donato torna in tour tra Stati Uniti e Canada

Dal 29 agosto al 18 settembre la compositrice, direttore d'orchestra e pianista Cettina Donato tornerà in tour tra Stati Uniti e Canada, nelle città di Boston, New York, Toronto, Austin, Shreveport, Cambridge. 

  
​​

Dal 29 agosto al 18 settembre la compositrice, pianista e direttore d'orchestra Cettina Donato tornerà in tour negli Stati Uniti e in Canada per una serie di concerti in piano solo o con musicisti statunitensi. Le città coinvolte nella tournée: Boston, New York, Toronto, Austin, Shreveport e Cambridge.
Il 29 Agosto sarà a Cambridge nel Massachusetts a Kendall Square in duo con il sassofonista Matt Garrison, il 5 Settembre sarà ad Austin in Texas in duo con il pianista e hammondista Stefano Intelisano, l'8 settembre sarà a Shreveport in Louisiana al The Bar Chord in trio con Christopher Allen e Lane Bayliss, dal 9 al 13 settembre sarà residente a New York City, il 16 settembre andrà in Canada, a Toronto, per The King Music Collective Series, il 18 settembre tornerà in Massachusetts, a Boston, per un concerto a I Am Books nell'ambito del The Sounds Of Italy Festival, in duo con Matt Garrison.

L'eclettica e vulcanica musicista, da sempre divide la sua carriera tra Stati Uniti e Italia, luoghi nevralgici dove, tra jazz e classica, ha sviluppato un intenso percorso artistico, dalla composizione e direzione per orchestra, alla conduzione di formazioni come trio e quartetto, al piano solo, collaborando con molti artisti noti della scena internazionale. Il JAZZIT Award 2015 ne riconosce i meriti annoverandola nella classifica dei migliori arrangiatori italiani. Un patrimonio di conoscenze ed espressività che in Italia diffonde anche attraverso una intensa attività didattica nei conservatori di Messina, Alessandria e Livorno. Nel 2016 ha registrato a Brooklyn, e presentato live in anteprima al Blue Note di New York, il suo nuovo album "Persistency-The New York Project" (ed. Alfa Music) che nasce dal successo delle sue precedenti collaborazioni  con il grande batterista Eliot Zigmund, con il sassofonista Matt Garrison e il contrabbassista Curtis Ostle
Composto da otto tracce, questo nuovo lavoro ospita sette brani originali concepiti come grandi omaggi agli artisti più amati da Cettina Donato: George Gershwin, Thelonious Monk e Herbie Hancock - che più volte ha incoraggiato personalmente la stessa Cettina allo sviluppo della sua vena creativa - anche se a livello compositivo talvolta si discosta dalla tipica forma della jazz song. Valorizzato è comunque il senso della semplicità e della cantabilità, da sempre peculiarità della sua visione musicale. La tracklist ospita anche il brano "Lawns" di Carla Bley, con un mood che rispecchia musicalmente l'andamento dell'intero disco.

Il tour di presentazione del disco in Europa e Stati Uniti ha un calendario in continuo aggiornamento, tocando fino ad ora Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca e Italia, con diversi musicisti ad avvicendarsi nella formazione trio e quartetto.

CONTATTI
www.cettinadonato.com email: info@cettinadonato.com
Ufficio Stampa Cettina Donato: Fiorenza Gherardi De Candei Tel. 328.1743236 E-mail fiorenzagherardi@gmail.com
www.alfamusic.com

BIOGRAFIA CETTINA DONATO
Pianista, compositrice e direttore d’orchestra messinese, Cettina Donato si è distinta negli Stati Uniti e Canada per la grande raffinatezza e versatilità musicale nell’affrontare e fondere tra loro i diversi generi, in particolare classica, jazz e pop.

Ha ricoperto il ruolo di International President del Women In Jazz del South Florida, associazione volta alla promozione di musiciste e compositrici di tutto il mondo. Durante gli studi alla prestigiosa Berklee Music College di Boston, dove è si è laureata, è stata nominata "Best Jazz Revelation Composer and Performer" e ha ricevuto l'ambito Carla Bley Award for "Best Jazz Composer of Berklee College of Music".
In Italia ha collaborato come direttore, compositrice e arrangiatrice con varie orchestre tra cui l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, l’Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, la New Talents Jazz Orchestra di Roma, l’Orchestra Giovanile “Città di Molfetta”, la Late Night Jazz Orchestra di Los Angeles e a Boston ha fondato la "Cettina Donato Orchestra" composta da musicisti provenienti dai cinque continenti. 
Si è esibita in importanti festival tra cui l’Umbria Jazz, è stata finalista al concorso Note Di Donna (Piacenza Jazz Festival) e si è piazzata seconda al Luca Flores Award come miglior jazzista italiano emergente.
Negli anni ha suonato con alcuni tra i didatti-jazzisti più importanti dell’area jazz, tra cui Eliot Zigmund, Stefano Di Battista, Fabrizio Bosso, Salvatore Bonafede, Ray Santisi, Laszlo Gardony, Joanne Brackeen, Greg Hopkins, Jackson Schultz, Ken Pullig, Dick Lowell, David Santoro, Adam Nussbaum, Hal Galper, Billy Harper, Ron Savage, Scott Free, Dario Deidda, Roberto Gatto, Ken Cervenka, Bob Pilkington, Marcello Pellitteri, Marco Panascia, Orazio Maugeri, Dado Moroni, Bob Mintzer, Garrison Fewell ed altri.
Negli Stati Uniti è stata impegnata come performer, bandleader e direttore di Big Band per diverse organizzazioni musicali, festival e jazz club tra New York, Los Angeles, Boston, Cambridge, Austin.
Il suo primo album “PRISTINE” ha ottenuto ottime recensioni da alcune tra le più importanti riviste di jazz italiane e straniere come Jazzit, Musica Jazz, Jazz Magazine, JazzTimes, Keep Swinging, JazzWise, Metronome, Boston Globe. Il secondo disco “CRESCENDO”, registrato con un’orchestra jazz e un quartetto di archi e che comprende sue composizioni originali, è stato premiato al Jazzit Award come uno dei migliori album internazionali del 2013.
Ha riscosso un notevole successo di vendite e di critica il suo terzo lavoro “THIRD” (Blue Art Management), uscito nel febbraio 2015, che comprende sue composizioni per jazz trio. Il quarto album "Persistency-The New York Project" feat. Eliot Zigmund è stato registrato a New York nel 2016 e presentato in anteprima proprio al Blue Note nella Grande Mela. I suoi live e dischi sono stati recensiti da importanti testate come Musica Jazz, Jazzit, Jazz Times, The Boston Globe, Jazz Wise (UK).
Diplomata in Pianoforte classico e laureata in Musica Jazz al Conservatorio “A. Corelli” di Messina, oltre che al Berklee Music College di Boston, Cettina è a sua volta impegnata sul fronte della didattica, come docente dei Conservatori di Livorno, Alessandria e Messina
E' inoltre laureata all'Università di Messina in Psicologia Sociale. 




















]]>
VENERDI 1 SETTEMBRE LOIANO JAZZ FESTIVAL Wed, 30 Aug 2017 11:15:11 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/448160.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/448160.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Evento di punta al Loiano Jazz Festival con il Luca di Luzio Blue(s) Room Trio feat.

Max Ionata e Gianni Ferreri

Concerto di punta della seconda edizione del Loiano Jazz Festival venerdì 1 settembre in Piazzetta Dall'Olio alle ore 21.

Sul palco: Max Ionata - sax, Gianni Ferreri - tromba, Luca di Luzio - chitarra, Sam Gambarini - organo Hammond, Max Ferri - batteria

    

Venerdì 1 settembre l'evento di punta della seconda edizione del Loiano Jazz Festival: in concerto nella piazzetta Dell'Olio alle ore 21, il Luca di Luzio Blue(s) Room Trio formato dal chitarrista e compositore pugliese Luca di Luzio con l'hammondista Sam Gambarini e il batterista Max Ferri, che ospita il sassofonista Max Ionata, considerato uno dei maggiori sassofonisti italiani della scena jazz contemporanea che in pochi anni ha conquistato l'approvazione di critica e pubblico riscuotendo sempre grandi successi in Italia e all'estero, e Gianni Ferreri, trombettista e direttore d'orchestra presente da 30 anni nel mondo della musica jazz e non solo.

Il Blue(s) Room Trio trae ispirazione dal sound dei mitici organ trio anni ’60 corroborato da protagonisti quali Grant Green, Kenny Burrell, Jimmy Smith e Jack McDuff. Il repertorio alternerà brani della tradizione afroamericana a pezzi contemporanei sapientemente arrangiati dall’estro del band leader Luca di Luzio, chitarrista dalla formazione eclettica e dallo stile versatile. 
Max Ionata è 
un sassofonista che in pochi anni ha conquistato l'approvazione di critica e pubblico riscuotendo sempre grandi successi sia in Italia, sia all'estero, soprattutto in Giappone. Ha all'attivo oltre 70 dischi e collaborazioni con musicisti italiani e internazionali, tra cui Billy Hart, Steve Grossman, Mike Stern, Roberto Gatto, Dado Moroni, Gegè Telesforo, Flavio Boltro, Fabrizio Bosso, Mario Biondi, Ornella Vanoni, Sergio Cammariere, Renzo Arbore e molti altri. L'importante rivista giapponese "Jazzlife", oltre ad avergli dedicato un importante spazio all'interno del numero speciale "Jazz horn 2010", lo ha definito "uno di quei sassofonisti che hanno aperto una nuova frontiera nel jazz".

Il leader del trio, Luca di Luzio, suona l'elettrica, l'acustica, la classica e spazia dagli standard alla bossa nova fino al funky, passando per il fusion ed il blues. Ha un talento creativo ed è impegnato in numerosi progetti musicali in cui collabora con molti artisti internazionali.Nel corso della sua formazione musicale da chitarrista ha frequentato seminari e masterclass con Pat Metheny, Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall, Joe Diorio, John Abercrombie. Nell'ambito della sua carriera concertistica ha collaborato con numerosi artisti italiani e internazionali tra cui: Marco Tamburini, Max Ionata,  Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Javier Girotto, Teo Ciavarella, Giancarlo Schiaffini e si è esibito in numerosi festival ed eventi internazionali in Europa e negli USA. 

 

Evento realizzato in collaborazione con la Pizzeria Osteria Antica Corona e la direzione artistica di Andrea Ferrario.

CONTATTI
Associazione culturale JAZZLIFE info@jazzlife.it - www.jazzlife.it Tel. 335.1340537
Ufficio Stampa JAZZLIFE: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com






]]>
Festival COMACCHIO JAZZ: 16 settembre Concerto e seminario Dean Brown & Dave Weckl con Maurizio Rolli Mon, 28 Aug 2017 13:17:22 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/447601.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/447601.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Comacchio Jazz presenta in prima assoluta il concerto e la clinic di  Dean Brown & Dave Weckl con Maurizio Rolli

CONCERTO sabato 16 settembre ore 21 
CLINIC venerdì 15 e sabato 16 settembre
Dean Brown - chitarra        Dave Weckl - batteria      Maurizio Rolli - basso elettrico

​  



Sabato 16 settembre al Comacchio Jazz una prima assoluta: tre musicisti formidabili, storia della musica jazz-rock-fusion, per la prima volta insieme. Alle ore 21 saliranno sul palco dell'Arena di Palazzo Bellini due dei più creativi ed acclamati musicisti, compositori e docenti nel panorama jazz-rock-fusion mondiale, il chitarrista Dean Brown e il batterista Dave Weckl, insieme a uno dei migliori bassisti del panorama jazz italiano, Maurizio Rolli, per un concerto che darà vita poi vita a un tour italiano. Il live proporrà brani originali di Dean Brown e Dave Weckl, accompagnando il pubblico in un viaggio ad ampio raggio attraverso vari generi musicali. Un’occasione rara ed unica per ascoltare questi tre grandi artisti e condividere la loro esperienza musicale. 

Oltre al concerto, i tre musicisti saranno impegnati nelle giornate di venerdì 15 e sabato 16 settembre con una clinic aperta sia a musicisti singoli sia a band, che si terrà presso l’Holiday Park Spiaggia e Mare di Porto Garibaldi, vicino Comacchio. Da molti anni, infatti, il trio affianca alla carriera live una intensa e prestigiosa attività didattica con masterclass e seminari. Inoltre, Dave Weckl è dagli anni '90 autore di numerosi metodi didattici divenuti best-seller internazionali, Dean Brown è stato docente presso il Musicians Institute a HollywoodMaurizio Rolli è da diversi anni Docente presso il Conservatorio di Pescara. Informazioni e prenotazioni al numero 335.1340537.

Da più di 35 anni, Dave Weckl vanta dal pubblico, dai colleghi e dal mondo musicale internazionale, il titolo di uno dei più grandi batteristi viventi. Il suo contributo alla musica e alla didattica musicale è da sempre enorme. Il magazine “Modern Drummer” l’ha inserito nella propria Hall of Fame nel 2000 e l’ha nominato “uno dei 25 migliori batteristi di tutti i tempi”. Ha collaborato con Chick Corea, Mike Stern, Dave Grusin, Michel Camilo, Robert Plant, Simon and Garfunkel.
Dean Brown ha collaborato con moltissimi artisti della scena jazz-rock-fusion mondiale. Artisti del calibro di Marcus Miller, Randy Brecker, Billy Cobham, Bill Evans e Dave Sanborn si riferiscono a lui semplicemente come ‘The Man”. Le sue performance dal vivo sono entusiasmanti tanto da vedere quanto da ascoltare. L'entusiasmo in ogni singola nota che riproduce con la chitarra sono il biglietto da visita per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di poter assistere ad un suo concerto.
Maurizio Rolli è un versatile bassista, contrabbassista, arrangiatore, compositore e docente che ha lavorato con Vince Mendoza, Chaka Khan, Metropole Orchestra, Jim Hall, Mike Stern, Peter Erskine, Bob Mintzer, Dave Liebman, Alex Acuña, Hiram Bullock, Michael Manring, Otmaro Ruiz e molti altri. Compone e arrangia stabilmente per la sua Rolli’s Tones Big Band.

Ingresso al concerto €20 �“ Prevendite su circuito Ciaotickets al link http://bit.ly/16settembreComacchioJazz. Biglietteria il giorno dello spettacolo dalle ore 18 nell’atrio dell’Arena di Palazzo Bellini.
In caso di maltempo lo spettacolo si svolgerà presso la Sala Polivalente San Pietro con ingresso in via Agatopisto, 7.

Il concerto è realizzato con la direzione artistica dell’Associazione Culturale Jazzlife e la collaborazione dell’Holiday Park Spiaggia e Mare, Dv Mark, Mark Bass, D’Orazio Strings e il Paese della Musica.

INFO E CONTATTI
Posto unico non assegnato fino ad esaurimento disponibilità.
Sabato 16 settembre ore 21 Arena Palazzo Bellini, Comacchio, Via Agatopisto, 5 - ingresso dalle ore 20.30
Info: Tel. 335.1340537
Ufficio Stampa JAZZLIFE: Fiorenza Gherardi De Candei Tel. 328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com










]]>
30 AGOSTO: rassegna NOTE DI JAZZ Abbazia di Pomposa GRANDE OSPITE MAX IONATA Mon, 28 Aug 2017 12:16:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/447529.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/447529.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

"Note di Jazz" a Codigoro: "Sotto le stelle del Jazz" all'Abbazia di Pomposa con Luca di Luzio Blue(s) Room Trio special guest Max Ionata e Gianni Ferreri

  

Max Ionata - sax
Gianni Ferreri - tromba
Luca di Luzio - chitarra
Sam Gambarini - organo Hammond
Max Ferri - batteria

Mercoledì 30 agosto alle 21.15 l'appuntamento conclusivo della rassegna "Note di Jazz dall'alba al tramonto a Codigoro", organizzata dal Comune di Codigoro (Ferrara) in collaborazione con l'Associazione Culturale Jazzlife.
Presso la suggestiva Abbazia di Pomposa si terrà il concerto del Luca di Luzio Blue(s) Room Trio, formato dall'apprezzato chitarrista e compositore pugliese Luca di Luzio con l'hammondista Sam Gambarini e il batterista Max Ferri; p
er l’occasione il trio ospita il sassofonista Max Ionata, considerato uno dei maggiori sassofonisti italiani della scena jazz contemporanea che in pochi anni ha conquistato l'approvazione di critica e pubblico riscuotendo sempre grandi successi in Italia e all'estero, e Gianni Ferreri, trombettista e direttore d'orchestra presente da 30 anni nel mondo della musica jazz e non solo.

Il Blue(s) Room Trio trae ispirazione dal sound dei mitici organ trio anni ’60 corroborato da protagonisti quali Grant Green, Kenny Burrell, Jimmy Smith e Jack McDuff. Il repertorio alternerà brani della tradizione afroamericana a pezzi contemporanei sapientemente arrangiati dall’estro del band leader 
Luca di Luzio, chitarrista dalla formazione eclettica e dallo stile versatile.
Max Ionata è 
un sassofonista che in pochi anni ha conquistato l'approvazione di critica e pubblico riscuotendo sempre grandi successi sia in Italia, sia all'estero, soprattutto in Giappone. Ha all'attivo oltre 70 dischi e collaborazioni con musicisti italiani e internazionali, tra cui Billy Hart, Steve Grossman, Mike Stern, Roberto Gatto, Dado Moroni, Gegè Telesforo, Flavio Boltro, Fabrizio Bosso, Mario Biondi, Ornella Vanoni, Sergio Cammariere, Renzo Arbore e molti altri. L'importante rivista giapponese "Jazzlife", oltre ad avergli dedicato un importante spazio all'interno del numero speciale "Jazz horn 2010", lo ha definito "uno di quei sassofonisti che hanno aperto una nuova frontiera nel jazz".

Il leader del trio, Luca di Luzio, suona l'elettrica, l'acustica, la classica e spazia dagli standard alla bossa nova fino al funky, passando per il fusion ed il blues. Ha un talento creativo ed è impegnato in numerosi progetti musicali in cui collabora con molti artisti internazionali.Nel corso della sua formazione musicale da chitarrista ha frequentato seminari e masterclass con Pat Metheny, Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall, Joe Diorio, John Abercrombie. Nell'ambito della sua carriera concertistica ha collaborato con numerosi artisti italiani e internazionali tra cui: Marco Tamburini, Max Ionata,  Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Javier Girotto, Teo Ciavarella, Giancarlo Schiaffini e si è esibito in numerosi festival ed eventi internazionali in Europa e negli USA. 

Il ristorante dell'Abbazia di Pomposa offre la possibilità di fermarsi a cena prima o dopo il concerto. Prenotazioni al numero 333.8708671 �“ 0533.719078

CONTATTI
www.ristoranteabbaziapomposa.it
Associazione culturale JAZZLIFE info@jazzlife.it- www.jazzlife.it Tel. 335.1340537
Ufficio Stampa JAZZLIFE: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com







]]>
Ravello Festival: RITA MARCOTULLI INTERNATIONAL QUARTET Tue, 22 Aug 2017 13:40:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/446374.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/446374.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Gentilissimi,
di seguito alla mia firma - e in allegato - il comunicato stampa ufficiale del Ravello Festival che annuncia la prima italiana del Rita Marcotulli International Quartet, sabato 26 agosto alle ore 21.30 sul palco del Belvedere di Villa Rufolo. Il Quartetto, guidato da Rita Marcotulli, è completato dal sassofonista Andy Sheppard, dal contrabbassista Michel Benita e dal batterista Israel Varela. 
L'evento conclude la rosa di 5 concerti della Sezione Jazz del Ravello Festival, con la direzione artistica di Maria Pia De Vito.
Vi ringrazio come sempre per la vostra attenzione.
Buona giornata,
Fiorenza
Fiorenza Gherardi De Candei  �’ Event management - Press office
Phone:  +39.328.1743236 (Italy)  Skype:  fiorenzagherardi  E-mail:  fiorenzagherardi@gmail.com  Web: www.fiorenzagherardi.com (in aggiornamento)
Please, don't print this e-mail unless you really need to!

Gran finale per il jazz del Ravello Festival

sul palco di Villa Rufolo Rita Marcotulli



Gran finale per la sezione jazz del Ravello Festival. Sabato 26 agosto(ore 21.30) sarà Rita Marcotullie il suo International quartetformato da Andy Sheppard al sassofono, Michel Benita al contrabbasso e Israel Varela alla batteria a suggellare con una prima italiana la stagione disegnata dal direttore artistico Maria Pia De Vito.

In scaletta composizioni della Marcotulli e di ciascun altro membro del gruppo. Un altro aspetto, quello compositivo, condiviso con i suoi compagni di viaggio, che fa ulteriormente apprezzare la straordinaria apertura di questa musicista che si muove oltre le categorie. Rita Marcotulli è senza ombra di dubbio una musicista dal respiro europeo. La sua formazione artistica l’ha portata a lavorare non solo con musicisti statunitensi, da Pat Metheny  a Peter Erskine,  Joe Henderson, Billy Cobham, Dewey Redman, ma anche con Michel Portal, Kenny Wheeler, Charlie Mariano,  Norma Winstone. E soprattutto con i musicisti della scuola nordica, su tutti il bassista Palle Danielsson e il batterista Jon Christensen, che per molti anni costituiscono i partner stabili del suo trio. D’altronde la Svezia è stata la terra dove la Marcotulli ha vissuto dal 1988 al 1992, una scelta felice perché ha portato una dimensione diversa al suo lirismo mediterraneo, che si è arricchito di una robusta vena ritmica insieme a un lucida concezione melodica. Questa complessità del suo mondo non solo l’ha portata al centro dell’attenzione del jazz in Europa, ma le ha offerto la flessibilità per lavorare anche nel campo della musica pop, con Pino Daniele, ad esempio, fino ad approdare nel 2010 al cinema con Basilicata Coast to Coast, la cui colonna musicale vince una lunga serie di premi. Grazie a questo lavoro la Marcotulli ha ricevuto il Ciak d'oro nel 2010, il Nastro d'argento alla migliore colonna sonora nello stesso anno, il David di Donatello per il miglior musicista nel 2011 (prima donna in assoluto a ricevere questo riconoscimento) e il Premio Top Jazz 2011 come miglior artista del jazz italiano secondo la rivista Musica Jazz.

Il concerto sostituisce l’evento in cartellone con Luca Aquino, costretto ad annullare il tour estivo per problemi di salute.

Anche per questo appuntamento, la Fondazione Ravello riserva per gli under 25 biglietti al costo di 10 euro fino ad esaurimento delle disponibilità. Per richiedere lo sconto basterà esibire al box office di Piazza Duomo un documento che certifica la data di nascita.

www.ravellofestival.com. Boxoffice: tel. 089 858422 �“ boxoffice@ravellofestival.com


Sabato 26 agosto

Belvedere di Villa Rufolo, ore 21.30

Rita Marcotulli International quartet

Rita Marcotulli, piano

Andy Sheppard, sassofono

Michel Benita, contrabbasso

Israel Varela, batteria

Prima Italiana

Posto unico € 25



]]>
26 agosto PORTO GARIBALDI concerto LUCA DI LUZIO BLUE(S) ROOM TRIO Tue, 22 Aug 2017 12:36:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/446296.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/446296.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Luca di Luzio con il suo Blue(s) Room Trio al Bagno Apollo di Porto Garibaldi 


​​
Dopo il consenso degli eventi precedenti, sabato 26 agosto alle ore 21 il chitarrista e compositore Luca di Luzio torna in concerto al Bagno Apollo 72 di Porto Garibaldi (Ferrara), per un nuovo live in collaborazione con l'Associazione Jazzlife.
Per questa occasione si esibirà con il suo Luca di Luzio Blue(s) Room Trio completato da Sam Gambarini (organo hammond) e Max Ferri (batteria) che trae ispirazione dal sound dei mitici organ trio anni ’60 corroborato da protagonisti quali Grant Green, Kenny Burrell, Jimmy Smith e Jack McDuff. Il repertorio alternerà brani della tradizione afroamericana a pezzi contemporanei sapientemente arrangiati dall’estro del band leader. 
Per la serata il ristorante Cantinon Al Mare proporrà un menù alla carta con piatti di pesce e carne tradizionali e moderni: prenotazione consigliata ai numeri 0533314158 - 3478849749.
Luca di Luzio è un chitarrista dalla formazione eclettica e dallo stile versatile. Suona l'elettrica, l'acustica, la classica e spazia dagli standard alla bossa nova fino al funky, passando per il fusion ed il blues. Ha un talento creativo ed è impegnato in numerosi progetti musicali in cui collabora con molti artisti internazionali.Nel corso della sua formazione musicale da chitarrista ha frequentato seminari e masterclass con Pat Metheny, Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall, Joe Diorio, John Abercrombie. Nell'ambito della sua carriera concertistica ha collaborato con numerosi artisti italiani e internazionali tra cui: Marco Tamburini, Max Ionata,  Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Javier Girotto, Teo Ciavarella, Giancarlo Schiaffini e si è esibito in numerosi festival ed eventi internazionali in Europa e negli USA. 

INFO E CONTATTI
Sabato 26 agosto ore 21 - ingresso gratuito
Bagno Apollo 72, Porto Garibaldi - Ferrara
Info e prenotazioni: 0533314158 - 347.8849749

Ufficio Stampa Jazzlife: Fiorenza Gherardi De Candei
tel. +39.328.1743236  fiorenzagherardi@gmail.com












]]>
MERCOLEDI 23 GUBBIO NO BORDERS FESTIVAL: quarto e quinto appuntamento Mon, 21 Aug 2017 16:39:38 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/446193.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/446193.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Gran finale del Festival Gubbio No Borders con le atmosfere da sogno del musical 
Mercoledì 23 agosto l'ultimo evento della XVI edizione del Festival Gubbio No Borders nel suggestivo ex Refettorio San Pietro con le atmosfere sognanti dei musical americani dal Paolo Ghetti Melody Quartet, con musiche di George Gerswhin, Jerome Kern, Irvin Berlin, Cole Porter, Lorenz Hart. Le dichiarazioni del Direttore Artistico Luigi Filippini.




Mercoledì 23 agosto alle 20.15 a Gubbio il concerto conclusivo della XVI edizione del Festival Gubbio No Borders organizzato dall'Associazione Jazz Club Gubbio con la direzione artistica di Luigi Filippini.
Le atmosfere incantate dei musical americani per la rassegna "Jazz in Taverna Off" saranno interpretate nel suggestivo Ex Refettorio San Pietro dal Paolo Ghetti Melody Quartet con il concerto dal tema "Evadere dalla realtà alla ricerca di un sogno: il Musical": le intramontabili colonne sonore dei musical, composte da autori come Jerome Kern, George Gerswhin, Irving Berlin, Cole Porter, Lorenz Hart e divenute poi celebri standard della storia del jazz, saranno rese al pubblico accanto a composizioni originali, selezionate dal contrabbassista Paolo Ghetti insieme al suo trio completato dal pianista Massimiliano Rocchetta e dal batterista Andrea Elisei, e alla giovane cantante Alessandra Abbondanza.
Il live prevede la formula aperitivo, cena e concerto a €20L'ingresso è comunque consentito anche per il solo concerto a €10. 

Le dichiarazioni del Direttore Artistico Luigi Filippini:
"Una sedicesima edizione di successo che giunge al termine con consensi di critica e una grande partecipazione del pubblico: un importante risultato che apre nuovi orizzonti per le prossime edizioni. Abbiamo già qualche anticipazione: maggiore attenzione al legame tra musica e cinema, che quest'anno è stato particolarmente amato dagli spettatori, e il ritorno di una sezione molto cara al Festival, quella della musica d'autore.
Nonostante le disponibilità economiche limitate, l'Associazione Jazz Club Gubbio è riuscita a creare una grande manifestazione anche grazie alla coesione dello staff organizzativo e del nuovo ufficio comunicazione. Ringraziamo tutti coloro che hanno sostenuto il Festival, i soci e il Consiglio direttivo dell'Associazione, con una menzione speciale per il Presidente Roberta Lattuada, le istituzioni, gli sponsor e i media partner.

Info e biglietteria: Associazione Jazz Club Gubbio: tel. 347.8283783 - 075.9220693.
Il Festival è patrocinato dalla Regione Umbria e dal Comune di GubbioSponsor della manifestazione: CVR di Gubbio; partners: Associazione Maggio Eugubino, Libreria Fotolibri, Photostudio Gubbio.

CONTATTI
Facebook: Gubbio No Borders
Associazione Jazz Club Gubbio: tel. 347.8283783 - 075.9220693
Ufficio Stampa Festival:
 Fiorenza Gherardi De Candei 
tel. 328.1743236 e-mail 
fiorenzagherardi@gmail.com







]]>
LUNEDI 21-MERCOLEDI 23 GUBBIO NO BORDERS FESTIVAL: quarto e quinto appuntamento Mon, 21 Aug 2017 09:33:58 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/446042.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/446042.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Dixieland e atmosfere da sogno per il Jazz in Taverna Off: i due appuntamenti finali del Festival Gubbio No Borders 
Lunedì 21 e mercoledì 23 agosto a Gubbio gli ultimi due appuntamenti della XVI edizione del Festival, denominati "Jazz in Taverna Off" e ambientati nel suggestivo ex Refettorio San Pietro. La prima serata sarà dedicata al periodo 1917-1926 e dunque allo stile della Original Dixieland Jass Band con il live della Dixie's Brothers Band mentre per l'ultimo concerto gli spettatori saranno trasportati nelle atmosfere sognanti dei musical americani dal Paolo Ghetti Melody Quartet, con musiche di George Gerswhin, Jerome Kern, Irvin Berlin, Cole Porter, Lorenz Hart.

  

IN FOTO: IL SASSOFONISTA LEONARDO RADICCHI (LUNEDI 21 AGOSTO) 
E IL CONTRABBASSISSTA PAOLO GHETTI (MERCOLEDI 23 AGOSTO)


Lunedì 21 e mercoledì 23 agosto a Gubbio gli ultimi due appuntamenti della XVI edizione del Festival Gubbio No Borders organizzato dall'Associazione Jazz Club Gubbio con la direzione artistica di Luigi Filippini.
Denominati entrambi "Jazz in Taverna Off"
, i concerti si terranno nel suggestivo ex Refettorio San Pietro di Gubbio e, iniziando alle ore 20.15, prevedono una formula aperitivo, cena e concerto. L'ingresso è comunque consentito anche per il solo concerto. 

Lunedì 21 agosto
il live è ispirato al periodo 1917-1926 e dunque alle musiche e allo stile della Original Dixieland Jass Band, con la Dixie's Brothers Band formata dal trombettista Cesare Vicenti, dal sassofonista Leonardo Radicchi, da Andrea Angeloni - al trombone e tuba - dal contrabbassista Francesco Mancini Zanchi e dal batterista Filippo Radicchi. La formazione nasce per riscoprire la musica e gli interpreti che hanno caratterizzato l'inizio del XX secolo e la nascita del jazz con un repertorio che spazia da arrangiamenti storici fino a rivisitazioni degli standard più famosi.

Mercoledì 23 le atmosfere incantate dei musical americani saranno interpretate dal Paolo Ghetti Melody Quartet con il concerto dal tema "Evadere dalla realtà alla ricerca di un sogno: il Musical": le intramontabili colonne sonore dei musical, composte da autori come Jerome Kern, George Gerswhin, Irving Berlin, Cole Porter, Lorenz Hart e divenute poi celebri standard della storia del jazz, saranno rese al pubblico accanto a composizioni originali, selezionate dal contrabbassista Paolo Ghetti insieme al suo trio completato dal pianista Massimiliano Rocchetta e dal batterista Andrea Elisei, e alla giovane cantante Alessandra Abbondanza.

Il costo d'ingresso per entrambi gli eventi è di €10, oppure la aperitivo, cena e concerto a €20 con sconti per i soci Jazz Club e per termini di legge. 
Info e biglietteria: Associazione Jazz Club Gubbio: tel. 347.8283783 - 075.9220693.
Il Festival è patrocinato dalla Regione Umbria e dal Comune di GubbioSponsor della manifestazione: CVR di Gubbio; partners: Associazione Maggio Eugubino, Libreria Fotolibri, Photostudio Gubbio.

CONTATTI
Facebook: Gubbio No Borders
Associazione Jazz Club Gubbio: tel. 347.8283783 - 075.9220693
Ufficio Stampa Festival:
 Fiorenza Gherardi De Candei 
tel. 328.1743236 e-mail 
fiorenzagherardi@gmail.com





]]>
16 agosto GUBBIO: inizia il Festival GUBBIO NO BORDERS 16^ EDIZIONE Sat, 12 Aug 2017 14:11:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/444844.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/444844.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Tre fuoriclasse inaugurano la XVI edizione del Festival Jazz “Gubbio No Borders”
Dal 16 al 23 agosto 2017 la XVI edizione del Festival organizzato dall'Associazione Jazz Club Gubbio. Tra musica e cinema, 5 eventi nell'arco di 8 giorni per celebrare il jazz nelle sue varie sfumature. Il concerto inaugurale sarà al Chiostro San Pietro di Gubbio con il grande batterista Lorenzo Tucci che presenta il progetto "Touch" in trio insieme ad altri due formidabili musicisti: il sassofonista Max Ionata e il pianista Luca Mannutza.




> ALTRE IMMAGINI IN ALLEGATO

Il 16 agosto si inaugura la XVI edizione del Festival “Gubbio No Borders”, organizzato dall'Associazione Jazz Club Gubbio con la direzione artistica di Luigi Filippini; cinque eventi nell'arco di otto giorni tra musica e cinemacelebrando il jazz nelle sue varie sfumature: dallo swing, al blues, al groove anni settanta, alle atmosfere da sogno dei musical americani.
Ad inaugurare la manifestazione, mercoledì 16 agosto alle 21.30 al Chiostro San Pietro di Gubbio, un trio formato da tre grandi musicisti del panorama jazz italiano e internazionale: ilbatterista Lorenzo Tucci, il tenorsassofonista Max Ionata e il tastierista Luca Mannutza impegnato all'organo hammond, che presenteranno il progetto di Lorenzo Tucci “Touch” tra blues, jazz, swing, pop e sonorità anni '70 dando vita a uno scenario variopinto scandito da groove gonfi di ritmo.
Così Lorenzo Tucci descrive il suo progetto “Touch”, termine divenuto anche il titolo di uno dei suoi album ed anche il suo soprannome, ad indicare il suo tocco tanto adrenalinico e coinvolgente quanto raccolto e suggestivo: 
"Ho voluto pensare al jazz come una parola ben più ampia del significato che racchiude, attingendo non solo a generi come samba, funk, latin jazz, bossa nova e ad alcune sonorità degli anni settanta rievocate dalla presenza dell'organo Hammond, ma anche alla dance music del brano The Sky, che ho personalmente composto scrivendone il testo.”
Per trasformare questo progetto in un disco, nel 2009 Tucci ha raccolto accanto a sè vari amici e star del jazz italiano: da Gianluca Petrella a Daniele Scannapieco a Alice Ricciardi, Pietro Lussu, Luca Mannutza, Walter Ricci, Max Ionata, Fabrizio Bosso, Pietro Ciancaglini.

Tra i batteristi di punta del jazz nazionale, negli anni Lorenzo Tucci ha collaborato con artisti italiani e internazionali di grande profilo del calibro di Phil Woods, Tony Scott, Ronnie Cuber, George Garzone, Mark Turner, Tim Warfield, Emmanuel Bex, Kirk Lightsey, George Cables, Joanne Brakeen, Fabrizio Bosso, Massimo Urbani, Danilo Rea, Enrico Pieranunzi, Enrico Rava, Flavio Boltro, Giovanni Tommaso, Mario Biondi, Daniele Scannapieco, Maurizio Giammarco, Stefano Di Battista, Dado Moroni, Rosario Giuliani, Luca Mannutza, Salvatore Bonafede, Karima, Max Ionata, Ada Montellanico e molti altri.
E' fondatore e cooleader insieme a Fabrizio Bosso e Daniele Scannapieco degli HIGH FIVEquintet, considerati la migliore formazione jazz degli ultimi anni e ribattezzati “i Beatles del Jazz”  con all'attivo sei album tra cui anche un live registrato al Blue Note di Tokyo, uno dei templi del jazz mondiale, oltre 30.000 copie vendute. Proprio con gli High Five quintet Tucci incontra Mario Biondi e insieme registrano l’album che lo trasforma in rivelazione del soul/jazz: "Handful of Soul"del 2006, oltre 500.000 copie vendute e un grande successo di critica e pubblico. Negli anni Tucci infittisce le collaborazioni con Fabrizio Bosso facendo parte di innumerevoli formazione e tour mondiali realizzando con lui più di dieci album tra i quali You’ve Changed (Blue Note) e “Enchantment”, tributo a Nino Rota realizzato con la London Symphony Orchestra. Altro disco degno di nota sarà "Trumpet Legacy" con Flavio Boltro e Fabrizio Bosso; proprio da questa collaborazione nasce il gruppo latin/jazz “Latin Mood” con Javier Girotto, e registrato due importanti album: "Vamos" e "Sol".

Gli altri appuntamenti del Festival:
Un'intera serata, quella del 18 agosto, sarà dedicata ad omaggiare il centenario del primo disco della storia del jazz con la proiezione alle ore 21.30 del film “Sicily Jass” presso la Sala Trecentesca della Residenza Comunale.
Il 19 agosto alle 21.30 si torna al Chiostro di San Pietro per un concerto all'insegna del Blues d'autore, con la band di Maurizio Pugno&Gionni Grasso.
Il 21 agosto sarà la volta del “Jazz in Taverna Off”, con il concerto “Sicily Jass” ispirato al periodo 1917-1926 e dunque alle musiche e allo stile della Original Dixieland Jass Band, con la Dixie's Brothers Band. Per il pubblico, aperitivo, cena e concerto dalle ore 20.15, all'ex refettorio di San Pietro. 
L'ultimo appuntamento del 23 agosto è sempre all'insegna del Jazz in Taverna Off, dal titolo “Evadere dalla realtà alla ricerca di un sogno: il Musical”. Gli spettatori saranno trasportati dalle atmosfere sognanti dei musical americani dal Paolo Ghetti Melody Quartet, con musiche di George Gerswhin, Jerome Kern, Irvin Berlin, Cole Porter, Lorenz Hart.

Il costo d'ingresso per il concerto del 16 agosto è di €15.
Info e biglietteria: Associazione Jazz Club Gubbio: tel. 347.8283783 - 075.9220693
L'evento è patrocinato dalla Regione Umbria e dal Comune di Gubbio.
Sponsor della manifestazione: CVR di Gubbio; partners: Associazione Maggio Eugubino, Libreria Fotolibri, Photostudio Gubbio.

CONTATTI
Facebook: Gubbio No Borders
Associazione Jazz Club Gubbio: tel. 347.8283783- 075.9220693
Ufficio Stampa Festival:
Fiorenza Gherardi De Candei
tel. 328.1743236 e-mail
fiorenzagherardi@gmail.com











]]>
domani inizia il Festival COMACCHIO JAZZ: parla il DIRETTORE ARTISTICO Sat, 12 Aug 2017 12:08:46 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/444836.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/444836.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Il benvenuto a Comacchio di Tuck & Patti 

e le anticipazioni del Comacchio Jazz Festival

Affascinante protagonista del jazz mondiale, il meraviglioso duo voce e chitarra ha incantato e continua a incantare teatri ed arene di tutto il mondo. Domenica 13 agosto alle 21 sarà in concerto all'Arena di Palazzo Bellini per la prima data del Comacchio Jazz Festival.
Le anticipazioni del Direttore Artistico Luca di Luzio.

    

In arrivo a Comacchio nelle prossime ore il duo chitarra e voce più famoso d’America, non ha resistito ad una battuta sul territorio con gli organizzatori del Comacchio Jazz Festival. Scoprendo che l’anguilla è il pesce e il piatto tipico di Comacchio, Tuck Andress commenta:
Veramente? Amo le anguille, sono così simpatiche, le amo così tanto che se ne incontrassi una di persona non potrei mai mangiarla, per amore suo e della sua famiglia!”
E’ con questo spirito festoso che si apre l’edizione 2017 del Festival Comacchio che domenica 13 agosto vedrà salire sul palco dell'Arena di Palazzo Bellini (Comacchio) alle 21, un incredibile duo chitarra e voce made in USA, che in oltre trent'anni di carriera ha incantato e continua ad incantare il pubblico di teatri e festival più importanti al mondo (celebri le loro versioni di “Time AfterTime” di Cindy Lauper ed “Europa” di Santana con una dialettica contagiosa, studiata sin nei più minuti dettagli del bilanciamento sonoro, nella cangiante e ingegnosa trama ritmica): “Tuck&Patti”, ossia Tuck Andress e Patti Cathcart, compagni di viaggio sia musicalmente che sentimentalmente (sono insieme dal ’78). 

Alla vigilia del primo appuntamento di Comacchio Jazz, festival che dal 2014 ha portato a Comacchio alcuni dei più grandi artisti del panorama jazz italiano e internazionale, incontriamo Luca di Luzio, musicista, compositore, in questo caso direttore artistico del Comacchio Jazz Festival, un festival che è cresciuto in questi anni con artisti di calibro nazionale, ricordiamo il sold out dell’anno scorso con Paolo Fresu, Javier Girotto, Roberto Spadoni e la Jazzlife Orchestra e che sta riportando a Comacchio un appuntamento tradizionale con la grande musica jazz.

Il programma di quest’anno vede dei veri e propri miti della musica internazionale, Tuck & Patti prima e Dean Brown, Dave Weckl poi, di Luzio ci illustra la scelta di questi grandi artisti per il suo Comacchio Jazz Festival 2017.
"La scelta è perfettamente coerente con l’idea che il Jazz sia una musica per tutti, abbiamo sempre inserito artisti che potessero avvicinare qualsiasi tipo di pubblico ad un concerto Jazz. Tuck and Patti rappresentano certamente una delle vette più alte del jazz fatto di canzoni pop, standards jazz della tradizione o brani originali arrangiati ed eseguiti magistralmente da due fuoriclasse della chitarra e del canto. Per quanto riguarda il trio di Dave Weckl, Dean Brown e Maurizio Rolli scendiamo in un altro campo “contaminato” dove Jazz e Rock si incontrano ed il risultato è musica di altissimo livello. Dave Weckl e Dean Brown sono delle vere e proprie star internazionali, hanno suonato con Marcus Miller, Chick Corea, Michael Brecker, Bill Evans, Billy Cobham, e potremmo riempire pagine e pagine con la lista di nomi blasonati ma sono molto contento che con loro ci sia un’eccellenza italiana della musica jazz, il bassista Maurizio Rolli che, con uno stile personale e riconoscibile, è assolutamente adeguato al tipo di progetto presentato. Maurizio vanta collaborazioni con Mike Stern, Hiram Bullock, Bob Mintzer, Marvin "Smitty" Smith, Otmaro Ruiz e anche qui la lista sarebbe troppo lunga. Questo dimostra che anche il nostro Paese vanta dei nomi di altissimo livello.”

Per l’edizione del 2018 ci sono in serbo altri sviluppi interessanti del festival e di Luzio prosegue: “Già nell’edizione 2017 abbiamo inserito la novità della didattica con un seminario di due giorni del trio Weckl, Brown, Rolli. Nel 2018 spero di consolidare questa parte e di poter avere un calendario di più eventi in modo da costruire un festival di 4 o 5 giorni.”

Riguardo al concerto di domenica sera difficile fare anticipazioni perché il duo americano è noto per rendere ogni spettacolo unico, rinunciando a scalette predefinite e lasciando che gli spettacoli siano il frutto dell’emozione del momento e della sintonia che instaurano con il pubblico, con il luogo e con il mondo che ci circonda. Sicuramente ci saranno i brani di sempre, che il pubblico aspetta e che il pubblico chiede loro tramite i social sui quali sono molto attivi e seguiti.

Biglietto d'ingresso non numerato: euro 20 + diritti di prevendita nei punti vendita autorizzati Ciaotickets fino a domenica alle ore 17: a Comacchio alla Libreria Edicola Spadoni, in via Zappata 11 (apertura dal lunedì al sabato dalle 6,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 19,30); a Ferrara alla Tabaccheria Borghi di corso Giovecca 198/a; a Reno Centese presso la Tabaccheria Balboni; a Ravenna presso il Radio International Store di piazza Kennedy 19; a Massalombarda presso la Tabaccheria Montalto; a Bagnacavallo presso Il Borgo dei Sogni.

Domenica 13 agosto, giorno dello spettacolo, la biglietteria aprirà alle ore 18 sia per la vendita dei biglietti disponibili sia per il ritiro dei titoli delle prevendite online. Chi ha acquistato il biglietto nei punti vendita può presentarsi direttamente dalle 20.30 all'apertura dei cancelli per accomodarsi in Arena di Palazzo Bellini. Ingresso al concerto è dall'atrio di Palazzo Bellini in Via Agatopisto 5. In caso di maltempo lo spettacolo si svolgerà presso la Sala Polivalente San Pietro con ingresso in via Agatopisto 7.

INFO E CONTATTI
Domenica 13 agosto ore 21, Arena di Palazzo Bellini, Comacchio.
Info: 3351340537 �“ ingresso dalle ore 20.30 da Via Agatopisto, 5 �“ Biglietteria aperta dalle 18.00
Biglietto d'ingresso non numerato €20 + diritti di prevendita: posto unico non assegnato fino ad esaurimento disponibilità. 

Ufficio Stampa JAZZLIFE: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com




]]>
domani inizia il Festival COMACCHIO JAZZ: parla il DIRETTORE ARTISTICO Sat, 12 Aug 2017 10:55:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/444828.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/444828.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Il benvenuto a Comacchio di Tuck & Patti 

e le anticipazioni del Comacchio Jazz Festival

Affascinante protagonista del jazz mondiale, il meraviglioso duo voce e chitarra ha incantato e continua a incantare teatri ed arene di tutto il mondo. Domenica 13 agosto alle 21 sarà in concerto all'Arena di Palazzo Bellini per la prima data del Comacchio Jazz Festival.
Le anticipazioni del Direttore Artistico Luca di Luzio.

    

In arrivo a Comacchio nelle prossime ore il duo chitarra e voce più famoso d’America, non ha resistito ad una battuta sul territorio con gli organizzatori del Comacchio Jazz Festival. Scoprendo che l’anguilla è il pesce e il piatto tipico di Comacchio, Tuck Andress commenta:
Veramente? Amo le anguille, sono così simpatiche, le amo così tanto che se ne incontrassi una di persona non potrei mai mangiarla, per amore suo e della sua famiglia!”
E’ con questo spirito festoso che si apre l’edizione 2017 del Festival Comacchio che domenica 13 agosto vedrà salire sul palco dell'Arena di Palazzo Bellini (Comacchio) alle 21, un incredibile duo chitarra e voce made in USA, che in oltre trent'anni di carriera ha incantato e continua ad incantare il pubblico di teatri e festival più importanti al mondo (celebri le loro versioni di “Time AfterTime” di Cindy Lauper ed “Europa” di Santana con una dialettica contagiosa, studiata sin nei più minuti dettagli del bilanciamento sonoro, nella cangiante e ingegnosa trama ritmica): “Tuck&Patti”, ossia Tuck Andress e Patti Cathcart, compagni di viaggio sia musicalmente che sentimentalmente (sono insieme dal ’78). 

Alla vigilia del primo appuntamento di Comacchio Jazz, festival che dal 2014 ha portato a Comacchio alcuni dei più grandi artisti del panorama jazz italiano e internazionale, incontriamo Luca di Luzio, musicista, compositore, in questo caso direttore artistico del Comacchio Jazz Festival, un festival che è cresciuto in questi anni con artisti di calibro nazionale, ricordiamo il sold out dell’anno scorso con Paolo Fresu, Javier Girotto, Roberto Spadoni e la Jazzlife Orchestra e che sta riportando a Comacchio un appuntamento tradizionale con la grande musica jazz.

Il programma di quest’anno vede dei veri e propri miti della musica internazionale, Tuck & Patti prima e Dean Brown, Dave Weckl poi, di Luzio ci illustra la scelta di questi grandi artisti per il suo Comacchio Jazz Festival 2017.
"La scelta è perfettamente coerente con l’idea che il Jazz sia una musica per tutti, abbiamo sempre inserito artisti che potessero avvicinare qualsiasi tipo di pubblico ad un concerto Jazz. Tuck and Patti rappresentano certamente una delle vette più alte del jazz fatto di canzoni pop, standards jazz della tradizione o brani originali arrangiati ed eseguiti magistralmente da due fuoriclasse della chitarra e del canto. Per quanto riguarda il trio di Dave Weckl, Dean Brown e Maurizio Rolli scendiamo in un altro campo “contaminato” dove Jazz e Rock si incontrano ed il risultato è musica di altissimo livello. Dave Weckl e Dean Brown sono delle vere e proprie star internazionali, hanno suonato con Marcus Miller, Chick Corea, Michael Brecker, Bill Evans, Billy Cobham, e potremmo riempire pagine e pagine con la lista di nomi blasonati ma sono molto contento che con loro ci sia un’eccellenza italiana della musica jazz, il bassista Maurizio Rolli che, con uno stile personale e riconoscibile, è assolutamente adeguato al tipo di progetto presentato. Maurizio vanta collaborazioni con Mike Stern, Hiram Bullock, Bob Mintzer, Marvin "Smitty" Smith, Otmaro Ruiz e anche qui la lista sarebbe troppo lunga. Questo dimostra che anche il nostro Paese vanta dei nomi di altissimo livello.”

Per l’edizione del 2018 ci sono in serbo altri sviluppi interessanti del festival e di Luzio prosegue: “Già nell’edizione 2017 abbiamo inserito la novità della didattica con un seminario di due giorni del trio Weckl, Brown, Rolli. Nel 2018 spero di consolidare questa parte e di poter avere un calendario di più eventi in modo da costruire un festival di 4 o 5 giorni.”

Riguardo al concerto di domenica sera difficile fare anticipazioni perché il duo americano è noto per rendere ogni spettacolo unico, rinunciando a scalette predefinite e lasciando che gli spettacoli siano il frutto dell’emozione del momento e della sintonia che instaurano con il pubblico, con il luogo e con il mondo che ci circonda. Sicuramente ci saranno i brani di sempre, che il pubblico aspetta e che il pubblico chiede loro tramite i social sui quali sono molto attivi e seguiti.

Biglietto d'ingresso non numerato: euro 20 + diritti di prevendita nei punti vendita autorizzati Ciaotickets fino a domenica alle ore 17: a Comacchio alla Libreria Edicola Spadoni, in via Zappata 11 (apertura dal lunedì al sabato dalle 6,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 19,30); a Ferrara alla Tabaccheria Borghi di corso Giovecca 198/a; a Reno Centese presso la Tabaccheria Balboni; a Ravenna presso il Radio International Store di piazza Kennedy 19; a Massalombarda presso la Tabaccheria Montalto; a Bagnacavallo presso Il Borgo dei Sogni.

Domenica 13 agosto, giorno dello spettacolo, la biglietteria aprirà alle ore 18 sia per la vendita dei biglietti disponibili sia per il ritiro dei titoli delle prevendite online. Chi ha acquistato il biglietto nei punti vendita può presentarsi direttamente dalle 20.30 all'apertura dei cancelli per accomodarsi in Arena di Palazzo Bellini. Ingresso al concerto è dall'atrio di Palazzo Bellini in Via Agatopisto 5. In caso di maltempo lo spettacolo si svolgerà presso la Sala Polivalente San Pietro con ingresso in via Agatopisto 7.

INFO E CONTATTI
Domenica 13 agosto ore 21, Arena di Palazzo Bellini, Comacchio.
Info: 3351340537 �“ ingresso dalle ore 20.30 da Via Agatopisto, 5 �“ Biglietteria aperta dalle 18.00
Biglietto d'ingresso non numerato €20 + diritti di prevendita: posto unico non assegnato fino ad esaurimento disponibilità. 

Ufficio Stampa JAZZLIFE: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com


]]>
Esce sul web il mini documentario sul progetto italo-danese di Fabio Giachino Tue, 08 Aug 2017 13:15:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/444231.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/444231.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
"North Clouds": esce sul web il mini documentario sul  progetto italo-danese di Fabio Giachino

E' online al link https://youtu.be/92GC7_cQG1I il mini documentario che racconta la genesi e la realizzazione del progetto "North Clouds" del pianista Fabio Giachino in Danimarca.
Musicisti, produttori, diplomatici e collaboratori sono stati coinvolti nella realizzazione di questo lavoro che celebra l'omonimo disco uscito nell'aprile del 2017 - prodotto dall'etichetta romana Tosky Records in collaborazione con Blue Art Management e il sostegno del Consorzio Piemonte Jazz - e la Residenza artistica presso l'Ambasciata italiana a Copenaghen, vinta da Giachino grazie ad un concorso del MIDJ-Associazione Musicisti di Jazz con il sostegno di Jazzit Magazine e con la collaborazione durante il periodo di residenza dell'Istituto Italiano di Cultura a Copenaghen. 
Il filmato è stato prodotto e realizzato da Tosky Records durante la sessione di registrazione nel settembre 2016 a Copenaghen.
A raccontare il progetto, oltre a Fabio Giachino, i musicisti che con lui hanno collaborato: il contrabbassista Matthias Flemming Petri, il batterista Espen Laub Von Lilienskjold, e gli special guest Benjamin Koppel (sax) e Paolo Russo (bandoneon); Fabio Ruggirello Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura a Copenaaghen, Rosario Moreno della Blue Art Management che ha co-prodotto il disco, Giorgio Lovecchio e Davide Belcastro della Tosky Records.

Con una grande attività live densa di riconoscimenti, Giachino nei primi mesi del 2017 ha già tenuto diversi concerti istituzionali in Nepal, Stati Uniti, Libano e Italia

Dalle liner notes di Paolo Fresu:
"Fabio Giachino costruisce con North Clouds un’opera di grande maturità e apertura stilistica.
Conoscevamo la sua bravura e la sua abilità pianistica ma, in questa opera, risalta la sua progettualità e la disposizione agli incontri artistici che contribuiscono a tessere una tela multicolore. (...) Seppure giovanissimo Fabio dimostra una intelligenza fuori dal comune e questa si rivela all’ascolto delle otto tracce di North Clouds tra la classicità di Ellington (straordinario suono quello di Benjamin Koppel su “Azalea”), il sudamerica di “Charlottenlunde” (grazie agli ottimi interventi del bandoneon di Paolo Russo), il ritmo dondolato di “Dreaming Waltz” e i due classici piano trio di “My Journey” e “North Clouds” dove la sua tecnica e sensibilità pianistica si esprime al massimo. (...)

 

BIOGRAFIA, LINK E CONTATTI

Clase 1986, grande talento e pianista di riferimento della nuova generazione jazz italiana, Fabio Giachino è stato scelto per rappresentare la città di Torino in due eventi istituzionali a Bruxelles e Barcellona. Da giugno a settembre è stato ospite dell'Ambasciata Italiana a Copenaghen per una residenza artistica assegnata dal MIDJ- Associazione Italiana Musicisti di Jazz con il sostegno di JAZZIT.

Si è esibito in festival e club in Francia, Svizzera, Inghilterra, Repubblica Ceca, Polonia, Turchia, Romania, Canada, U.S.A e tutta Italia collaborando con grandi artisti tra cui Dave Liebman, Furio Di Castri, Fabrizio Bosso, Rosario Giuliani, Emanuele Cisi, Maurizio Giammarco, Aldo Mella, Marco Tamburini, Dino Piana, Enzo Zirilli, Aldo Zunino, Dusco Goycovitch, Javier Girotto, Miroslav Vitous, Paolo Russo, Achille Succi, Benjamin Koppel, Mark Nightingale, Roberto Taufic, Juan Carlos Calderin. 

Con il Fabio Giachino trio da diversi anni è in continuo spostamento per un lunghissimo tour di promozione dei vari album "Introducing MySelf", "Jumble Up", "Blazar", "Balancing Dreams". 

Nel 2015 ha firmato la colonna sonora del film-documentario "Compro Oro. Vivere jazz vivere swing" dedicato alla Torino jazz degli anni '60 e '70, con la partecipazione di Piero Angela, Pupi Avati, Enrico Rava e altri artisti.

Negli anni Giachino è stato insignito di importanti riconoscimenti a livello nazionale e internazionale: il "Premio Internazionale Massimo Urbani 2011", il "Premio Nazionale Chicco Bettinardi 2011" e il Red Award "Revelation of the year 2011" JazzUp channel; inoltre, nel 2011, 2012, 2013, 2014, 2015 è stato votato tra i primi 10 pianisti italiani secondo il referendum "JAZZIT Awards" indetto dalla redazione della rivista JAZZIT.

Con il Fabio Giachino Trio ha ottenuto il Premio Speciale come "BEST BAND" al "Bucharest International Competition 2014", il premio "Fara Music Jazz Live 2012" (sia come miglior solista che come miglior gruppo), il premio "Barga Jazz Contest 2012" ed il "Premio Carrarese Padova Porsche Festival 2011".

 

LINK

www.fabiogiachino.com - www.toskyrecords.com
Teaser "North Clouds": 
http://bit.ly/NorthClouds_Trailer 

 

CONTATTI

Ufficio Stampa Fabio Giachino: Fiorenza Gherardi De Candei

Tel: +39 328 1743236  E-mail: fiorenzagherardi@gmail.com




]]>
TOLFA (RM): DOMANI terza e ultima giornata FESTIVAL a ingresso gratuito Sat, 05 Aug 2017 14:22:28 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/443994.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/443994.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Andrea Rivera, Stella Polaris, Gio Evan e tanti altri artisti per la giornata conclusiva di un TolfArte spettacolare

Festival Internazionale dell'Arte di Strada e dell’Artigianato Artistico
- Evento pluripremiato e definito uno dei migliori 5 Festival del Lazio -
Tra i protagonisti: Andrea Rivera, il sito satirico LERCIO.IT, Stella Polaris, Leo Folgori, Sandro Joyeux, Leo Folgori, Gio Evan, Compagnie with Balls, Zastava Orkestar.


 


   
​​

> VIDEO PROMO 2017
ALTRE IMMAGINI IN ALLEGATO


Domenica 6 agosto terza e ultima giornata per il pluripremiato TolfArte, Festival dell'Arte di Strada e dell'Artigianato artistico.
Arrivato quest'anno alla XIII edizione con un percorso artistico di 1500 metri ambientato nel Centro storico di Tolfa (RM), sta collezionando decine di migliaia di spettatori ospitando quest'anno 500 artisti provenienti da 10 Paesi del mondo, per oltre 150 spettacoli dal vivo, divisi tra il Festival e la sezione TolfArte Kids che sta animando la Villa Comunale Parco Fondazione Cariciv. Il tutto, come sempre, ad ingresso gratuito. Prezioso il sostegno della Regione Lazio e della Fondazione CARICIV.

Dopo il successo artistico e di pubblico delle giornate di venerdì e sabato, domenica 6 agosto vede protagonista 
l'attore e musicista Andrea Rivera, con un concerto-spettacolo che unisce il mood degli artisti di strada e del teatro canzone alla sua irresistibile comicità e satira. Presenti la compagnia norvegese Stella Polaris che sta entusiasmando il pubblico di Tolfa con le sue scatenatissime parate, il poetico performer Gio Evan con lo spettacolo INOPIA, noto anche per aver lanciato sui social il gioco "la Balena felice" contro la triste storia del Blue Whale riscontrando migliaia di consensi, la compagnia teatrale Ondadurto con estratti del suo spettacolo "Felliniana" e la danza acrobatica della compagnia The Experience. Ed ancora clownerie, mostre, street art e presentazione di libri con Tolfarte Books; itineranti le coloratissime Zastava Orkestar e la Girlesque Street Band.
Anche nella giornata di domenica, aperto al pubblico il TolfArte KIDS, un grande percorso laboratoriale e spettacolare dedicato alle famiglie; tra le attrazioni: IL CICLOTTO - giostra ecologica a pedali, laboratori di circo, mimo, acrobatica, yoga della risata, percussioni, pittura con colori naturali, improvvisazione teatrale, ceramica raku, yoga in fasce e letture in lingua inglese, spettacoli di circo, giocoleria, acrobazia, marionette, magia, figuranti e molto altro ancora.


I NUMERI DELLA XIII EDIZIONE
Più di 1.700 metri di percorso-festival nel centro storico e nella Villa Comunale
500 artisti partecipanti di diversa nazionalità
Oltre 150 spettacoli in 3 giorni
10 piazze della città di Tolfa occupate dagli spettacoli
600 metri di installazioni per l'allestimento con materiale riciclato
100 volontari collaboreranno con Prociv e forze dell’ordine per il migliore svolgimento dell’evento

bus navetta dai punti di parcheggio esterni al centro città


IL FESTIVAL          
Nato nel 2005 come ponte di incontro tra la tradizione artigianale e artistica locale, l’arte di strada e l’arte contemporanea e sperimentale, il TolfArte ha mantenuto le sue peculiarità con una crescita esponenziale, arrivando nel 2016 alle 50.000 presenze che per 3 giorni hanno inondato un paese di circa 5200 abitanti.         
Unica nel suo genere, la manifestazione è punto di riferimento per gli eventi del settore: negli anni ha ottenuto diversi riconoscimenti tra cui "Miglior Festival emergente d'Italia" dalla Rete dei Festival (2011), il Patrocinio Ufficiale di EXPO MILANO 2015, il riconoscimento di “Best practice” da parte del network mondiale Cittaslow International (2015) e quello di “Buona pratica in ambito culturale” della Regione Lazio (2016).

TolfArte è gemellato con il Kulturisten festival di Nesodden (Oslo, Norvegia).

Grande punto di forza, l'ingresso rigorosamente gratuito: l'organizzazione ha voluto mantenere il libero accesso ai tanti spettacoli lasciando agli artisti la possibilità di fare il tradizionale "cappello", peculiarità dell'Arte di strada
Da sempre TolfArte si caratterizzata per la grande partecipazione della cittadinanza, sia nell'accoglienza degli artisti e del pubblico, sia nella gestione degli spazi e degli esercizi commerciali che rimangono aperti per tutta la durata della manifestazione, con la possibilità di visitare anche le famose botteghe artigianali del cuoio dove è nata la “catana”, tipica borsa che negli anni '70 è divenuta il simbolo di Tolfa.  
Anche l'offerta enogastronomica sarà all'insegna della tradizione: la città di Tolfa è l'unica della provincia di Roma a essere inserita nel network Cittaslow International per le sue risorse e la sua ricettività a misura d'uomo. 

Il grande impatto che l'evento ha da ben 13 anni sul territorio, ha ispirato una delibera comunale che definisce ufficialmente Tolfa "Amica dell'Arte di strada" liberalizzando l'Arte di strada su tutto il territorio, in controtendenza con le restrizioni presenti in molte altre città. Già dall'arrivo a Tolfa è possibile vedere sul cartello di Benvenuto, il logo che fa riferimento alla delibera e che permette ad ogni artista di esibirsi in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo della città.


Direzione artistica: Claudio Coticoni (Scuderie MArteLive)

Partners istituzionali: Comune di Tolfa, Fondazione CARICIV, Regione Lazio

Partners Artistici: Arte Altra, Centro Studi Italo Norvegese di Tolfa, Twain

Main Sponsor: ENEL

Golden Sponsor: SICOI (sosterrà le spese di Stella Polaris)

 

LINK
Sito: www.tolfarte.it
Promo 2017: https://youtu.be/p9ME4Kfqqi0
Facebook: https://www.facebook.com/TolfArte


CONTATTI
Associazione Comunità Giovanile Tolfa info@giovanitolfa.it 
 

Cristiano Dionisi, Assessore alla Cultura di Tolfa: tel. 335.6688224

Fabio Fronti, Presidente della CGT: tel. 327.3291932
Francesca Ciaralli:
 tel. 3​39.2587425​

Ufficio Stampa TolfArte Fiorenza Gherardi De Candei: tel. 328.1743236 E-mail fiorenzagherardi@gmail.com






]]>
DOMANI seconda giornata FESTIVAL TolfArte a ingresso gratuito Fri, 04 Aug 2017 16:15:00 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/443920.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/443920.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Seconda giornata di TolfArte 2017: attesissimi LERCIO.IT, la danza verticale, Leo Folgori e Sandro Joyeaux

Festival Internazionale dell'Arte di Strada e dell’Artigianato Artistico
- Evento pluripremiato e definito uno dei migliori 5 Festival del Lazio -
Tra i protagonisti: Andrea Rivera, il sito satirico LERCIO.IT, Stella Polaris, Leo Folgori, Sandro Joyeux, Leo Folgori, Gio Evan, Compagnie with Balls, Zastava Orkestar.


 

   

​​

> VIDEO PROMO 2017
ALTRE IMMAGINI IN ALLEGATO


Sabato 5 agosto seconda giornata di TolfArte, pluripremiato Festival dell'Arte di Strada e dell'Artigianato artistico giunto quest'anno alla XIII edizione con un percorso artistico di 1500 metri ambientato nel Centro storico di Tolfa (RM) e allestito con scenografie spettacolari realizzate con materiali di riciclo dall'artista Riccardo Pasquini.
Divenuto oramai tra gli eventi più attesi nel Lazio con una previsione di 50.000 spettatori in tre giorni TolfArte ospita quest'anno 500 artisti provenienti da 10 Paesi del mondo, per oltre 150 spettacoli dal vivo, divisi tra il Festival e la sezione TolfArte Kids che sabato e domenica animerà la Villa Comunale Parco Fondazione Cariciv. Il tutto, come sempre, ad ingresso gratuito. Prezioso il sostegno della Regione Lazio e della Fondazione CARICIV.

Dopo la giornata inaugurale, sabato 5 agosto il programma prende avvio dalle 18. 
Molto attesa la partecipazione sul palco di piazza Bartoli dello show con gli autori del più famoso sito satirico italiano LERCIO.IT con lo spettacolo LERCIO LIVE:
 telegiornali esilaranti, rubriche improbabili
 accompagneranno gli spettatori in un divertentissimo viaggio all’insegna della sporca 
informazione, sempre in bilico tra realtà e finzione. 
Spettacolare la danza verticale della compagnia Materia Viva con lo spettacolo "Di Natura e Vento", il concerto del talentuoso cantautore Leo Folgori in piazza Diaz, di cui è appena uscito il nuovo singolo "A Bailar", e del musicista Sandro Joyeux a Piazza Matteotti, la danza acrobatica aerea della compagnia The Experience.
A Palazzo Buttaoni, appuntamento di Tolfarte Books con diversi autori, tra cui Elisabetta Villaggio - figlia del grande Paolo - e la presentazione del progetto italo-maltese "Gemellarsi con l'Arte". Durante tutto il percorso artistico, dj set, clownerie, acrobati, performance di teatro, esposizione di arte e artigianato artistico. Nella Villa Comunale Parco Fondazione Cariciv, torna dopo il grande successo dello scorso anno il TolfArte KIDS, un grande percorso laboratoriale e spettacolare dedicato alle famiglie; tra le attrazioni: IL CICLOTTO - giostra ecologica a pedali, laboratori di circo, mimo, acrobatica, yoga della risata, percussioni, pittura con colori naturali, improvvisazione teatrale, ceramica raku, yoga in fasce e letture in lingua inglese, spettacoli di circo, giocoleria, acrobazia, marionette, magia, figuranti e molto altri ancora. Presenze fisse e garanzia di divertimento e spettacolarità con la Zastava Orkestar, l'olandese Compagnie with balls e la compagnia norvegese Stella Polaris.

Domenica 6 agosto grande protagonista sul palco di Piazza Matteotti sarà Andrea Rivera, con un concerto-spettacolo che unisce il mood degli artisti di strada e del teatro canzone, alla sua irresistibile comicità e satira. Presenti la compagnia Stella Polaris, il concerto di Leo Folgori, lo spettacolo "INOPIA" del poetico performer Gio Evan, noto anche per aver lanciato sui social il gioco "la Balena felice" contro la triste storia del Blue Whale, riscontrando migliaia di consensi, la compagnia teatrale Ondadurto con estratti del suo spettacolo "Felliniana". Non mancheranno clownerie, street art, Tolfarte Books e TolfArte Kids nella Villa Comunale Fondazione CARICIV. Itineranti la Zastava Orkestar e la Girlesque Street Band.


I NUMERI DELLA XIII EDIZIONE
Più di 1.700 metri di percorso-festival nel centro storico e nella Villa Comunale
500 artisti partecipanti di diversa nazionalità
Oltre 150 spettacoli in 3 giorni
10 piazze della città di Tolfa occupate dagli spettacoli
600 metri di installazioni per l'allestimento con materiale riciclato
100 volontari collaboreranno con Prociv e forze dell’ordine per il migliore svolgimento dell’evento

bus navetta dai punti di parcheggio esterni al centro città


IL FESTIVAL          
Nato nel 2005 come ponte di incontro tra la tradizione artigianale e artistica locale, l’arte di strada e l’arte contemporanea e sperimentale, il TolfArte ha mantenuto le sue peculiarità con una crescita esponenziale, arrivando nel 2016 alle 50.000 presenze che per 3 giorni hanno inondato un paese di circa 5200 abitanti.         
Unica nel suo genere, la manifestazione è punto di riferimento per gli eventi del settore: negli anni ha ottenuto diversi riconoscimenti tra cui "Miglior Festival emergente d'Italia" dalla Rete dei Festival (2011), il Patrocinio Ufficiale di EXPO MILANO 2015, il riconoscimento di “Best practice” da parte del network mondiale Cittaslow International (2015) e quello di “Buona pratica in ambito culturale” della Regione Lazio (2016).

TolfArte è gemellato con il Kulturisten festival di Nesodden (Oslo, Norvegia).

Grande punto di forza, l'ingresso rigorosamente gratuito: l'organizzazione ha voluto mantenere il libero accesso ai tanti spettacoli lasciando agli artisti la possibilità di fare il tradizionale "cappello", peculiarità dell'Arte di strada
Da sempre TolfArte si caratterizzata per la grande partecipazione della cittadinanza, sia nell'accoglienza degli artisti e del pubblico, sia nella gestione degli spazi e degli esercizi commerciali che rimangono aperti per tutta la durata della manifestazione, con la possibilità di visitare anche le famose botteghe artigianali del cuoio dove è nata la “catana”, tipica borsa che negli anni '70 è divenuta il simbolo di Tolfa.  
Anche l'offerta enogastronomica sarà all'insegna della tradizione: la città di Tolfa è l'unica della provincia di Roma a essere inserita nel network Cittaslow International per le sue risorse e la sua ricettività a misura d'uomo. 

Il grande impatto che l'evento ha da ben 13 anni sul territorio, ha ispirato una delibera comunale che definisce ufficialmente Tolfa "Amica dell'Arte di strada" liberalizzando l'Arte di strada su tutto il territorio, in controtendenza con le restrizioni presenti in molte altre città. Già dall'arrivo a Tolfa è possibile vedere sul cartello di Benvenuto, il logo che fa riferimento alla delibera e che permette ad ogni artista di esibirsi in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo della città.


Direzione artistica: Claudio Coticoni (Scuderie MArteLive)

Partners istituzionali: Comune di Tolfa, Fondazione CARICIV, Regione Lazio

Partners Artistici: Arte Altra, Centro Studi Italo Norvegese di Tolfa, Twain

Main Sponsor: ENEL

Golden Sponsor: SICOI (sosterrà le spese di Stella Polaris)

 

LINK
Sito: www.tolfarte.it
Promo 2017: https://youtu.be/p9ME4Kfqqi0
Facebook: https://www.facebook.com/TolfArte


CONTATTI
Associazione Comunità Giovanile Tolfa info@giovanitolfa.it 
 

Cristiano Dionisi, Assessore alla Cultura di Tolfa: tel. 335.6688224

Fabio Fronti, Presidente della CGT: tel. 327.3291932
Francesca Ciaralli:
 tel. 3​39.2587425​

Ufficio Stampa TolfArte Fiorenza Gherardi De Candei: tel. 328.1743236 E-mail fiorenzagherardi@gmail.com










]]>