Comunicati.net - Comunicati pubblicati - UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei Comunicati.net - Comunicati pubblicati - UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei Wed, 23 May 2018 16:48:37 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/12285/1 In Danimarca lo spettacolo di Federica Altieri “Per Bacco. Turbamenti di-vini” Mon, 14 May 2018 12:55:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/479196.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/479196.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

In Danimarca lo spettacolo di Federica Altieri “Per Bacco. Turbamenti di-vini”

     

Continua con successo la collaborazione, iniziata ad ottobre del 2016, tra l’Istituto di Cultura Italiano a Copenaghen, l’Odin Teatret, il Teatro Argentina di Roma, la Regione Lazio e l’Associazione Culturale Appercezioni: lo spettacolo multimediale “Per Bacco. Turbamenti di-vini. In-versione temporale” scritto e diretto da Federica Altieri sarà strutturato e presentato dall'11 al 18 maggio all’interno dello storico Odin Teatret di Hostelbro (Danimarca), approdando il 19 maggio all’Istituto italiano di Cultura di Copenaghen e chiudendo il suo percorso ad ottobre 2018 presso il Teatro di Villa Torlonia di Roma.
Partendo dai versi di scrittori internazionali, lo spettacolo si intreccerà con la poesia e la musica, con il teatro e l’arte filmica. 
Cercherà nuovo ritmo; ripenserà il senso, il suono.

I due attori provenienti dall'Odin Teatret, Rina Skeel e Ulrik Skeel, saranno affiancati sul palco dai musicisti Marcello Allulli (sax), Ermanno Baron (batteria) e Marco Bonini (chitarra) e dalle proiezioni dirette da Federica Altieri e Claudio Ammendola.

Fulcro della performance, sono i turbamenti dell’individuo, la difficoltà del vivere un presente già futuro impregnato da un nostalgico passato, l’indifferenza sempre più netta degli individui che popolano luoghi di estranee collettività.

INFO E CONTATTI
https://iiccopenaghen.esteri.it/iic_copenaghen/it/
Ass. Cult. APPERCEZIONI
E-mail 
appercezioni2004@gmail.com Tel. 323.2681423
Facebook: 
https://www.facebook.com/leartisisfogliano
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei  E-mail 
fiorenzagherardi@gmail.com  Tel. 328.1743236

 

]]>
Esce OGGI l'album della songwriter scozzese Emma Morton feat. Raphael Gualazzi Fri, 11 May 2018 00:44:58 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/478961.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/478961.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
          Esce "Bitten by the Devil", l'album di Emma Morton + The Graces

Ernesto Assante l'ha definita la musica migliore attualmente in circolazione.
Venerdì 11 maggio esce l'album della cantante e songwriter scozzese, stella di X FACTOR ITALIA 8 e residente ormai da anni a Lucca. Anticipato dal singolo "Why Fall", il disco vede come special guest Raphael Gualazzi. 
Il 
"Bitten by the Devil Tour" è partito ad aprile ed è fitto di live in Italia, Inghilterra, Francia e Slovenia tra festival, teatri e club.

Tra le date: il 17 maggio a Milano, il 24 maggio a Roma, il 29 maggio a Brighton e il 30 maggio a Londra.


> GUARDA IL VIDEO DEL SINGOLO "WHY FALL"
> DOWNLOAD PRESSKIT CON FOTO


      

"In questo momento, la musica più bella che c'è in giro."​ - Ernesto Assante

Esce venerdì 11 maggio “Bittenby the Devil” (Edizioni Musicali 22R), l'album della cantante e songwriter scozzese Emma Morton con la sua band Emma Morton + The Graces
Anticipato dall'uscita del singolo "Why Fall" lo scorso 19 aprile, l'album sarà 
disponibile su tutte le piattaforme digitali - tra cui Spotify e iTunes.
Un album ricco di ospiti e collaboratori noti come 
Raphael Gualazzi che ha sposato in pieno il sound della band nel brano “Dirty John”il contrabbassista Gabriele Evangelista, il Grammy Award statunitense Gene Paul, Antonio Gramentieri Matteo Buzzanca
Le scure, sexy e spigliate canzoni-confessioni di un'emancipata Emma Morton hanno trovato voce in questo nuovo discoun viaggio sperimentale dove i mondi contrastanti d'amore e odio, paura e desiderio, oppressione e libertà sono esposti, celebrati e presentati con un sound contaminato che trasuda di sapori jazzrootspopular e Scottish folk.
Emma definisce questo lavoro un “war-cry record” (grido di guerra), scritto e prodotto dalla cantautrice scozzese e dalla sua band 
The Graces formata con il batterista Piero Perelli e con il chitarrista Luca Giovacchini
Il progetto nasce dopo un lungo viaggio personale e artistico: Emma ha conquistato il grande pubblico durante la sua esplosiva partecipazione all'ottava edizione di X Factor, arrivando in semifinale dove ha presentato il suo inedito “Daddy Blues” pubblicato da Sony Music e conquistando il 2° posto delle classifiche iTunes con oltre 240mila ascolti su SpotifyDa allora la musicista scozzese ha continuato il suo percorso ricevendo premi e riconoscimenti tra cui il "Music is Great Award" conferitole nel 2015 dal governo inglese, e collaborando ed esibendosi con artisti come Olly Murs, Paolo Nutini, Raphael Gualazzi, Glen Hansard, Gary Lucas, Petra Magoni, Alejandro Escovedo e DJ Molella

Con la sua voce piena e graffiante, Emma compie una vera e propria esplorazione fra culture musicali partendo dalle tradizioni della sua terra, la Scozia, fino alla sua passione per la musica afroamericana.
"Sono passati quattro anni dalla mia esperienza a X-Factor, è buffo perché molti vedrebbero questo momento come una fine, per me invece è stata una rinascita: questo disco è una raccolta di confessioni di una donna che ha trapassato inferni interiori ed esteriori, accogliendo le fiamme per tirare luce sulla lunga strada verso la sopravvivenza e la consapevolezza. Questo album, per me, è una vera emancipazione da un passato governato dall'insicurezza, violenze ed oppressioni. Come donna e come madre, voglio volermi un pochino più bene e questo disco, il lavoro che ho fatto con i Graces, in qualche modo, è stato il portale ad una nuova libertà e al voler vivere senza paure, ma con amore, dedizione e tanta grinta."  
La band 
Emma Morton + The Graces, che ha concluso il 2017 con una stagione di sold-out in teatri, club e festival italiani, ha inaugurato dal 19 aprile il Bitten by the Devil Tour fitto di concerti tra Italia, Inghilterra, Francia e Slovenia. Tutte le date sono visibili al link http://www.emmamorton.it/tour-dates/. Tra i live: il 17 maggio al Nidaba Theatre di Milano, il 19 maggio alla Montecarlo Fashion Week con il brand Edda Berg, il 24 maggio al club romano 'Na Cosetta, il 29 maggio al Brighton Fringe Festival (UK) e il 30 maggio al Magic Garden di LondraDurante le performance le improvvisazioni cariche di emotività ed il dialogo spontaneo ed autentico tra i musicisti va al di là dell'esecuzione musicale, trascinando il pubblico in una esperienza intima e coinvolgente.
La band segue il filone cult dell'attenzione alle sonorità vintage e alle procedure analogiche: ad aprile 2018 presso lo studio Sam Recording Studio di Mirco Mencacci (Lari - Pisa) è stata registrata insieme a 
Raphael Gualazzi una nuova versione del brano "Dirty John" con la tecnologia Direct To Vinyl che prevede una sessione di registrazione direttamente sulla lacca del vinile, senza mediazioni tecnologiche e senza possibilità di editing. Il mix acustico curato da Andrea Ciacchini, non ha coinvolto alcun fader o potenziometro, ma è stato ottenuto tramite un opportuno posizionamento delle sorgenti sonore rispetto al microfono. Il video-docu della registrazione sarà presentato il 24 maggio durante il live romano nel club 'Na Cosetta.


Emma Morton
, 31 anni, è nativa di Edimburgo, innamorata dell'Italia e da anni residente a Lucca. 
Cantante, musicista e autrice, 
laureata in Letteratura presso l’Università di Edimburgo, Emma è sempre stata un’amante della parola scritta formando la sua esperienza lavorativa come giornalista e autrice di short prose e poetry. E' così che le lyrics dei suoi brani si trasformano in intimi viaggi nel suo vissuto e nella sua immaginazione. Sul palco, lo sguardo serrato di un blu intenso, va a scandire storie raccontate in stile "Monomyth": con un percorso di evoluzione che trasforma il buio nascosto nella vita di ogni giorno in qualcosa di mistico e sublime.
Artista eclettica e carismatica, Emma è stata scelta come testimonial dal brand di moda 
Edda Berg, che veste Emma in tutti i suoi shooting realizzati dalla fotografa Caterina Salvi

LINK
PRESSKIT >
 http://bit.ly/EMMAMORTONpresskit
VIDEOCLIP YOUTUBE >  http://bit.ly/videowhyfall 
ITUNES > http://bit.ly/BITTENBYTHEDEVIL
SPOTIFY > http://bit.ly/bittenbythedevil
PREVENDITA ALBUM ITUNES > http://bit.ly/PreorderBittenByTheDevil
WEBSITE www.emmamorton.it www.emmamortonandthegraces.com


CONTATTI
Management: Chiara Donnanno  tel. +39 334 9151457 - chiara@22r.it
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei  tel. +39 328 1743236 - fiorenzagherardi@gmail.com






]]>
DOMANI RAI5 Sergio Cammariere nella trasmissione VARIAZIONI SU TEMA ospite di GeGè Telesforo Tue, 08 May 2018 13:14:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/478481.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/478481.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Sergio Cammariere a RAI5 è "Il Compositore", ospite di GeGè Telesforo nella trasmissione "Variazioni su Tema"

Mercoledì 9 maggio alle ore 22.40 Sergio Cammariere sarà ospite speciale di GeGè Telesforo nella sua trasmissione "Variazioni su Tema". La puntata dal titolo "Il compositore" lo vede protagonista nel rappresentare in una sorta di mini-documentario (con tanto di narrazione fuori campo di Telesforo) una "specie in via di estinzione": quella del compositore di musica. L'ironia, la poesia e la sagacia che contraddistinguono la trasmissione in onda da 2 stagioni su Rai5, permeano anche questo nuovo episodio, con la regia di Simone Calcagni.

Sergio Cammariere: "Con GeGè Telesforo c'è una amicizia e un rapporto di collaborazione che dura da anni. Questa puntata che ha ideato sulla figura del compositore è una sorta di cortometraggio che ci rappresenta entrambi, per i nostri intenti artistici e per questo mondo musicale surreale che vogliamo rappresentare."  




Cartella Stampa > http://bit.ly/presskitVsT2
- Foto in allegato - 

Mercoledì 9 maggio alle ore 22.40 su Rai5 andrà in onda la 15esima puntata della seconda stagione di "Variazioni su Tema": il fortunato programma televisivo di Gegè Telesforo (http://www.raiplay.it/programmi/variazionisutema/) prodotto da Zenarte ideato e realizzato da GeGè Telesforoinsieme al suo giovane team e con la regia di Simone Calcagni.
Grande protagonista di questo nuovo episodio dal titolo "Il Compositore" sarà il noto e pluripremiato cantautore Sergio Cammariere, complice di GeGè Telesforo nel creare una sorta di cortometraggio/documentario sulla figura poetica del compositore, forse oggi "in estinzione" dato il veloce evolversi della tecnologia e della comunicazione digitale, che stanno portando l'ascoltatore a un consumo e una fruizione della musica estremamente veloci. 

Sergio Cammariere: "Con GeGè Telesforo c'è una amicizia e un rapporto di collaborazione che dura da anni. Questa puntata che ha ideato sulla figura del compositore è una sorta di cortometraggio che ci rappresenta entrambi, per i nostri intenti artistici e per questo mondo musicale surreale che vogliamo rappresentare."  

Con questa puntata, "Variazioni su Tema" si conferma un programma inedito, divertente, sagace ma anche poetico,con il quale Telesforo porta il pubblico all'interno del suo mondo artistico, dei suoi pensieri, dei suoi dubbi più intimi, nei luoghi in cui gli sguardi curiosi delle telecamere e del pubblico spesso non possono entrare.
Con intelligente ironia, la trasmissione racconta i problemi, le scorribande, gli incontri e le collaborazioni di un artista che ha sempre cercato di portare nuova linfa al panorama musicale italiano e internazionale.
Così come per la prima stagione (recentemente trasmessa a livello internazionale da Rai Italia), VsT2si articola in 25 puntate ambientate in 25 location diversecon uno stile del racconto vario ed estemporaneo: una sorta di real-tv on the road che tratta i temi più disparati, ospitando grandi artisti affermati (tra gli ospiti della prima stagione Renzo Arbore, Elio, Dee Dee Bridgewater, Stefano Bollani, Luca Barbarossa, Maria Pia De Vito, Tosca, Dado Moroni, Andy Luotto, Felice Limosani; tra gli ospiti della seconda stagione Ben Sidran e Leo Sidran, Ghemon, Enrico Intra, Willie Peyote, Becca Stevens, Ashley Kahn, Peppe Barra, i Tinturia) ma anche operatori del settore e giovani studenti di musica- i talenti del futuro -che raccontano il loro speciale rapporto con la musica dentro e fuori dai riflettori. Così, GeGè Telesforo porta i telespettatori all'interno di studi di registrazione, music clubs, sale prova, scuole di musica, backstage di teatri e festival, ma anche in residenze private o ambienti naturali come spiagge, parchi, boschi...

Con un taglio visivo originale da “docu-video-music-clip” contemporaneo, il programma svela gli aspetti più intimi della creazione di una composizione immortale, analizza la genialità del suo compositore, la passione e l’entusiasmo del direttore d’orchestra che per primo l’ha registrata, narra il tormento e la follia di un artista incompreso, la dinamica di un successo, la ricerca della nota perfetta, la rinascita o la riscoperta di un genere e di un artista. Descrive la gioia di chi vive e rispetta la musica come arte, terapia personale, business, o semplice forma d’intrattenimento e svago.
Non un talk-show, dunque, né un live show con palco e strumenti pronti per la performance, nè una rubrica musicale di promozione discografica: con la regia di Simone Calcagni, “Variazioni su Tema” è concepita come una “riflessione-video” settimanale, della durata di circa 10 minuti con tecnica audio-videoclip mista (Smart Phone - Canon Full HD Cinema,…) e con una visione moderna e concettuale. Oltre ai 25 episodi, la stagione 2018 prevede anche 3 puntate speciali, “Variazioni su Tema XL”, della durata di 52 minuti.


INFO E CONTATTI
Fiorenza Gherardi De Candei �“ Ufficio Stampa GeGè Telesforo
Tel. 3281743236 �“ E-mail:
fiorenzagherardi@gmail.com
Cartella Stampa >http://bit.ly/presskitVsT2
www.zenart.it








]]>
ROMA 26 aprile TEATRO TORLONIA spettacolo gratuito su VALERIO MAGRELLI Tue, 24 Apr 2018 10:44:35 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/477130.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/477130.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

 Uno spettacolo su Valerio Magrelli scritto e diretto da Federica Altieri e interpretato da Maria Letizia Gorga, al Teatro Torlonia:
"La soluzione poetica - giochi di parole contro giochi di potere".


Omaggio a una delle figure più illuminate e carismatiche della letteratura italiana odierna.


GIOVEDÌ 26 APRILE ORE 21
TEATRO TORLONIA �“ ROMA
INGRESSO GRATUITO

  

Giovedì 26 aprile torna, con uno spettacolo a ingresso gratuito dedicato al pluripremiato poeta e critico letterario Valerio Magrelli, la manifestazione multiartistica e itinerante "Le Arti si sFogliano" organizzata dall'Associazione Appercezioni e giunta alla terza edizione dopo due anni di successi e gratificazioni con l'obiettivo primario di promuovere la lettura come rinascita interiore dell'individuo e la scrittura giovanile e multietnica.  
Ad inaugurare gli eventi della terza edizione (con il patrocinio della Regione Lazio e in collaborazione con il Teatro di Roma) sarà lo spettacolo "La soluzione poetica - Giochi di parole contro giochi di potere" che si terrà il 26 aprile alle ore 21 presso il Teatro Torlonia di Roma.

Scritto e diretto dall'autrice e regista teatrale Federica Altieri, ed interpretato dall’attrice Maria Letizia Gorga, l'evento costituisce il primo omaggio sul palcoscenico a una delle figure più illuminate e carismatiche della letteratura italiana odierna: Valerio Magrelli, poeta profondo e riflessivo, ma anche ironico e comunicativo nonchè molto amato dai giovani.
Autore di diversi volumi con uno stile impregnato di filosofia e scienza, e un particolare sguardo antropologico sul mondo, Magrelli ha creato forme talmente innovative da spiazzare alla prima lettura, come ad esigere con il lettore un rapporto profondo, confidenziale. La sua visione, lontana da qualsiasi tipo di morale, la sua ricerca di una "Parola comune", lo ha reso uno dei poeti più comunicativi di questa epoca. La sua figura sembra attingere intensità e autorità dalla fragilità umana in un viaggio che attraversa i tortuosi percorsi del dubbio (che rimandano a Leopardi) che si fa verità, in una poetica che diventa politica. 
La sua attività lo pone fra gli autori all'avanguardia della poesia italiana, conseguendo diversi premi letterari fra cui il Premio Mondello, il Premio Viareggio per la poesia, il Premio Letterario Pisa per la poesia ed il Premio Montale, il Premio Antonio Feltrinelli conferito dall'Accademia dei Lincei.
Autore di pagine culturali di diversi quotidiani e riviste italiane fra cui Il Messaggero, L'Unità, Diario e Avvenire, le sue opere sono state tradotte, fra le altre, in lingua inglese, francese e spagnola.
Il testo, scritto da Federica Altieri dopo anni di studio e ricerca sull'opera di Magrelli, proporrà agli spettatori uno spaccato della situazione civile odierna tramite i versi dell’Autore interpretati dalla grande attrice Maria Letizia Gorga. Insieme a lei, per rendere l’evento ancora più coinvolgente la musica di Marcello Allulli (sax), Ermanno Baron (batteria) e Anna Caragnano (voce), i video inediti, diretti sempre da Federica Altieri, realizzati da Claudio Ammendola e Sara Angelucci ed infine i rebus curati da Filippo Elia e Raffaele Valeri (uno di essi intitolato "S-fascio lega-le"). 
Presente in platea per questa prima teatrale, sarà proprio Valerio Magrelli: la sua partecipazione renderà l'evento ulteriormente prezioso.

INFO E CONTATTI
Ass. Cult. APPERCEZIONI
E-mail appercezioni2004@gmail.com Tel. 323.2681423
Facebook: 
https://www.facebook.com/leartisisfogliano
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei  E-mail fiorenzagherardi@gmail.com  Tel. 328.1743236 





]]>
ROMA ALCAZA domani Dario Deidda live feat. GeGè Telesforo Fri, 20 Apr 2018 08:01:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/476865.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/476865.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Al Live Alcazar di Roma arriva Dario Deidda con il suo "My Favourite Strings vol. 1" special guest GeGè Telesforo

SABATO 21 APRILE | H 22

LIVE ALCAZAR | ROMA
Via Cardinale Merry del Val, 14

WWW.ALCAZARLIVE.IT


 


E' arrivato al primo posto nella classifica iTunes degli album Jazz più venduti, ed ora è distribuito in tutto il mondo da Ropeadope Records e Groove Master Edition con una nuova edizione deluxe: è l'album "My Favourite Strings vol.1" di Dario Deidda, uno dei maggiori bassisti a livello internazionale, che sabato 21 aprile sarà in concerto al Live Alcazar di Roma con il suo trio completato da Marco De Gennaro al pianoforte e alle tastiere e da Stefano Costanzo alla batteria, e con lo special guest GeGè Telesforo che ha curato anche la produzione del disco. 

Dopo il precedente "3 From the Ghetto", Dario Deidda torna a produrre con GeGè Telesforogrande musica, carica di inventiva, eleganza, passione e di ideali umani e artistici. Un lavoro attesissimo da tutti i suoi fan e dagli amanti del genere.
"My Favourite Strings vol.1" conferma il grande talento di
Deidda, musicista di rara esperienza e sensibilità artistica, acclamato a all'unanimità come virtuoso e innovatore del basso elettrico. Un capolavororealizzato con la collaborazione del sound engineer Riccardo Bomarsi nel Groove Master Studio, fucina di esaltanti progetti firmati da Telesforo - tra album, live della trasmissione radiofonica "Soundcheck" in onda su Radio24 e il programma di RAI5 "Variazioni su Tema".
Le 10 tracce (+ le 3 bonus tracks live dell'edizione deluxe) brillano per il sound definito e per i groove scolpiti da GeGè Telesforo, sui quali il bassista disegna il suo mondo caleidoscopico fatto di melodia, armonia e soli di basso. I brani vanno dallo stile manouche di "Bye Bye Blues" fino all'irresistibile versione di "Air Mail Special" di Benny Goodman, fino al groove ipnotico dell'arrangiamento per "Freedom Jazz Dance".
Dario Deidda è risultato vincitore per il settimo anno consecutivo del JAZZIT AWARDcome miglior bassista italiano. Molto amato anche sul web, i video delle sue performance contano su YouTube decine di migliaia di visualizzazioni.Tra le infinite e illustri collaborazioni: Marcus Miller, Ben Sidran, Vinnie Colaiuta, Michel Petrucciani, Benny Golson, Randy Breckere, tra gli italiani, Pino Daniele, Enrico Pieranunzi, Danilo Rea, Fiorella Mannoia, Tullio De Piscopo, Javier Girotto, Maria PIa De Vito, Rita Marcotulli e Enrico Rava. La sua discografia annovera, come leader e sideman, oltre60 dischi. Membro stabile del Kurt Rosenwinkel Standards Trio (e Quintet), affianca ad una attività live internazionale anche un grande impegno nell'ambito della didattica per quanto concerne tecnica strumentale e improvvisazione jazz: ha tenuto clinic e seminari in tutto il mondo, compreso il Berklee College of Musicdi Boston e dal 2004 è docente al Conservatorio di Salerno. Diplomato in contrabbasso, è evoluto artisticamente compiendo una personale ricerca sulle nuove possibilità espressive del basso elettrico, acustico e semi-acustico, sviluppando il suo sound unico e contribuendo a un riconoscimento più marcato di questo strumento in ambito jazz, genere che Deidda pone al centro del suo mondo musicale sia per quanto concerne il jazz tradizionale sia per i trend più contemporanei.
La sua vita è stata segnata dalla musica sin da piccolo: nato in una famiglia di musicisti, è cresciuto insieme ai fratelli Alfonso e Sandro, entrambi a loro volta poliedrici strumentisti di altissimo livello.

INFO E CONTATTI
Promo Video:
https://youtu.be/XCzp7IwQJnw
Info:
http://bit.ly/GrooveMastersite- http://web.tiscali.it/dariodeidda/
iTunes: 
https://apple.co/2JkTHTw
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei Tel. +39.328.1743236E-mail fiorenzagherardi@gmail.com
www,groovemasteredition.it












]]>
17 marzo/Grandi nomi internazionali al Festival letterario di Tolfa (ROMA) Thu, 08 Mar 2018 09:04:29 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/472377.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/472377.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Grandi nomi della letteratura attesi al Festival "Tolfa Gialli&Noir 2018"

Il pluripremiato scrittore Massimo Carlotto, il giornalista di cronaca nera e giudiziaria Emilio Orlando e il politologo norvegese Gard Sveen sono i tre grandi nomi del secondo appuntamento del Festival che si terrà sabato 17 marzo ore 21 a ingresso gratuito al Teatro Claudio di Tolfa (Roma). A condurre la serata, il criminologo e autore Gino Saladini insieme allo scrittore Franco Limardi.

PROMO VIDEO con la regia di Angelo Paoletti > https://youtu.be/vJBFbEn2XwY

IMMAGINI IN ALLEGATO


Dopo il successo dello scorso 11 novembre, prosegue all'insegna dei grandi nomi del panorama italiano e norvegese la VI edizione del Festival Tolfa Gialli&Noir: sabato 17 marzo alle ore 21 si terrà al Teatro Claudio di Tolfa, con ingresso gratuito, l'attesissimo secondo appuntamento del Festival che sta affermandosi sempre di più come uno degli eventi letterari più importanti del Centro Italia, nato e ambientato in una dellecittadine culturalmente più attive a livello nazionale, Tolfa (Roma).

Sul palco, nomi illustri. Lo scrittoreMassimo Carlotto, definito a livello internazionale come uno dei più importanti esponenti del genere noir e hard boiled, presenterà il suo ultimo romanzo uscito lo scorso settembre "Blues per cuori fuorilegge e vecchie puttane" (ed. E/O), nuovo capitolo della nota Saga dell'Alligatore. Pluripremiato in Italia e all'estero, è autore e giornalista ma anche drammaturgo e sceneggiatore.

Altro ospite è Emilio Orlando,giornalista di cronaca nera e giudiziaria per "La Repubblica" e profondo conoscitore dei casi criminali italiani che hanno riempito gli annali: dalla criminalità di strada, a quella organizzata, alle nuove mafie. Sul palco del Tolfa Gialli&Noir racconterà il suo libro "Buoni assassini. Genesi di un delitto - Il caso Varani" (ed. Bonfirraro) che ripercorre e analizza le dinamiche psicologiche dell'efferato omicidio di Luca Varani, uno degli episodi di cronaca che ha scosso il Paese negli ultimi anni.

Grazie alla partnership con l'Associazione NORLA,il Centro Studi Italo-Norvegese di Tolfa e l'Ambasciata Norvegese -il tutto reso possibile grazie al prezioso lavoro di Ole Tolstad - protagonista sarà anche lo scrittore norvegese Gard Sveen, politologo e consulente del Ministero della Difesa norvegese. Insieme a Jo Nesbø è l'unico autore ad aver vinto sia il Glass Key che il Riverton Prize, massimi riconoscimenti scandinavi per la letteratura poliziesca, con il suo romanzo d'esordio "L'ultimo pellegrino" (Marsilio Editori) che presenterà sul palco del Festival, e che costituisce il primo episodio di una serie pubblicata in dodici paesi.

A condurre la serata, come sempre, il criminologo e autore Gino Saladini: personalità di riferimento per il Tolfa Gialli&Noir grazie alla sua grande preparazione e alla sua ormai nota bravura nel ruolo di showman. Accanto a lui lo scrittore Franco Limardi, altra presenza storica e molto amata del Festival.

Realizzato con il contributo della Fondazione CARICIV �“ Cassa di Risparmio di Civitavecchia e il patrocinio del Comune di Tolfa, l'evento è il prezioso frutto della grande preparazione e dell'estro creativo dell'Associazione Culturale Chirone, che a Tolfa gestisce il Polo Museale e la Biblioteca Comunale, oltre ad essere organizzatrice di altre manifestazioni.
Un evento che sta appassionando sempre di più il suo fedele pubblico, che per circa due ore rimane letteralmente inchiodato alle poltrone sentendosi coinvolto insieme agli autori, nei vari interrogatori improvvisi, momenti esilaranti, performance letterarie e colpi di scena che avvengono sul palco.
Negli anni il Festival ha dimostrato anche le sue peculiarità di scouting nonché di portafortuna: Maurizio De Giovanni, creatore di personaggi popolarissimi come il commissario Ricciardi e l'ispettore Lojacono, è stato invitato nel 2012, poco prima del suo grande successo con i Bastardi di Pizzofalcone. Roberto Costantini ha presentato i primi due volumi della sua trilogia del male. Piergiorgio Pulixi, vincitore a Tolfa nel 2015, è stato poi selezionato per il Premio Scerbanenco.

Il Festival è stato ideato dall'insigne traduttore e ispanista Glauco Felici e da Antonella Biondi insieme ai membri dell'Associazione Chirone, con l'obiettivo di promuovere la scrittura e la letteratura dedicata al mondo dei gialli, sia a livello italiano che internazionale, attraverso una serie di incontri tra scrittori e pubblico in un assetto teatrale e con una atmosfera surreale, enfatizzando temi, personaggi ed autori attraverso particolari scenografie, musiche, ospitato. Negli anni, hanno partecipato al Festival diversi autori e personalità del settore italiani tra cuiMarco Malvaldi, Massimo Lugli, Paolo Collo, Luca Crovi, Gianni Biondillo, Franco Limardi, Francesco Bruno, Valerio Nardoni, Roberto Baravalle, Annalisa Venditti, Federica Marchetti, Paolo Tagliaferri, Orietta Cicchinelli, Elisabetta Bucciarelli, Roberto Costantini, Maurizio De Giovanni, Gian Mauro Costa ed i norvegesi Gunnar Staalesen, Tom Egeland, Jorgen Brekke, Thomas Enger, Kjell Ola Dahl, Ingar Johnsrud. I vincitori delle precedenti edizioni del Premio Glauco Felici: Massimiliano Carocci nel 2014 con il libro "Milano City Blues", Piergiorgio Pulixi nel 2015 con "La notte delle pantere", Paolo La Peruta nel 2016 con "Senza pace", nel 2017 da Darien Levani con "Toringrad" (Edizioni Spartaco) .

INFO EVENTO
Secondo appuntamento 17 marzo 2018 ore 21 - ingresso gratuito
Teatro Claudio - viale d'Italia, 102 TOLFA (RM)

CONTATTI
www.tolfagiallienoir.it
Associazione Culturale Chirone Via del Giardino 84 c, 00059 Tolfa (Rm)
Tel- 0766/92127
cell. 3897824847 E-mail: associazionechirone@hotmail.it
Facebook:
https://www.facebook.com/Tolfa-GialliNoir
Ufficio stampa: Fiorenza Gherardi De Candei Tel. 328/1743236 E-mail fiorenzagherardi@gmail.com












]]>
sabato @AUDITORIUM: il vincitore del Premio Lelio Luttazzi in concerto al Parco della Musica Tue, 23 Jan 2018 11:10:07 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/467025.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/467025.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Il vincitore del Premio Lelio Luttazzi, Manuel Magrini, in concerto all'Auditorium Parco della Musica di Roma con il suo "Unexpected"

Sabato 27 gennaio il giovane pianista umbro si esibirà sul palco del Teatro Studio Borgna dell'Auditorium, presentando il suo album in piano solo "Unexpected". Una nuova data di un tour internazionale che lo ha già portato su palchi importanti tra Turchia e Italia.


Arriva a Romail pianista umbro Manuel Magrini, un artista che sta collezionando sempre più successi. Sabato 27 gennaio alle 21 si esibirà su un palco prestigioso come quello del Teatro Studio "Gianni Borgna"dell'Auditorium Parco della Musicadi Roma. Dopo la vittoria del Premio Lelio Luttazzi dello scorso giugno, Magrini sta continuando il tour internazionale dedicato al suo album in in piano solo "Unexpected"(prodotto da Encore Jazz), un titolo che si sta rivelando sempre più emblematico degli ultimi anni di carriera del giovane e talentuoso pianista umbro, classe 1990.

Portato sui più importanti palchi italiani oltre che internazionale (recente il tour in Scozia), il disco “Unexpected”ha un carattere strettamente autobiografico. “Parla della mia storia”, racconta Manuel Magrini, “piena di eventi ed incontri che non avrei mai immaginato di fare, che mi fanno sentire parte di un bellissimo disegno”. Imprevista è stata anche la genesi del disco, nata da una proposta di Roberto Lioli e Vittorio Bartolidell’etichetta Encore Jazz, affascinati dal grande talento di questo giovanissimo fuoriclasse. La tracklist è composta da 13 brani, con nove composizioni originali e quattro arrangiamenti di brani noti: “In Walking Bud” di Thelonious Monk, “Dolcenera” di Fabrizio De Andrè, “Gloria’s Step” di Scott LaFaroe “A Child is Born” di Thad JonesGià protagonista di molti Festival nelle location più illustri della scena musicale italiana - Umbria Jazz, Villa Celimontana, Casa del Jazz di Roma, Young Jazz Festival, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Bologna Jazz Festival, Iseo Jazz, Auditorium Parco della Musica- Manuel Magriniha suonato con grandi nomi del jazz tra cui Ares Tavolazzi, Ellade Bandini, Gabriele Mirabassi, Fabio Zeppetella, Maurizio Giammarco, Achille Succi, Massimo Manzi, Paolo Damiani, Enrico Intra, Rosario Giuliani, Enrico Rava, John Arnolde Jonathan Kreisberg.

Classe 1990 e diplomato alConservatorio F. Morlacchi” di Perugia, Manuel Magrini si interessa presto alla musica jazz e inizia a studiarla e approfondirla seguito dal maestro Ramberto Ciammarughi, collaborando con moltissime formazioni e tenendo concerti sia in Italia che all’estero. Al Fara Music Festivalvince il premio come miglior solistae comemiglior gruppocon il suo Manuel Magrini Trio, mentre in ambito pop vinceil concorso Rai Demo 2010condotto da Michel Pergolani e Renato Marengo, come strumentista e coarrangiatore nel gruppo di Tom Bangura.
Dal 2014 fa parte dell'Orchestra Nazionale dei Giovani Talenti del Jazz organizzata dal Teatro Puccini di Firenze, Siena Jazz e Music Pool, costituita dai migliori studenti del dipartimento di jazz di tutti i Conservatori d'Italia con la quale ha già suonato in importanti palchi come il teatro Piccolo Strehler di Milano e l'Obi Hall di Firenze; nello stesso anno Manuel vince una borsa di studio al Fara Music Festival per studiare al Collective School of Music a New York.

LINK E CONTATTI
Sabato 27 Gennaio ore 21 
Auditorium Parco della Musica �“ Teatro Studio Gianni Borgna
Biglietto unico €12 - prevendite: http://bit.ly/bigliettiMANUELMAGRINI
www.encorejazz.it
Booking: Daniele Brunacci Tel. 347.0686696 E-mail info@ghibliconcerti.com www.ghibliconcerti.com
Ufficio stampa: Fiorenza Gherardi De CandeiTel. +39 3281743236 E-mail fiorenzagherardi@gmail.com






]]>
LUNEDI 22 a MILANO concerto per "SIKANIA", di Daniela Spalletta e Giovanni Mazzarino Fri, 19 Jan 2018 12:11:57 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/466719.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/466719.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Allo Showroom Fazioli di Milano, Daniela Spalletta e Giovanni Mazzarino presentano in concerto il nuovo album "Sikania" 

Lunedì 22 gennaio alle 18, allo Showroom Fazioli di Milano, le composizioni e il pianoforte di Giovanni Mazzarino incontrano la magica voce di Daniela Spalletta, per il nuovo album in lingua siciliana capace però di parlare a tutti: un percorso musicale attraverso la natura, la cultura, la storia e l’identità dell’Isola in una nuova proposta della Jazzy Records.




> IMMAGINI IN ALLEGATO

Lunedì 22 gennaio alle ore 18, presso il Fazioli Showroom di Milano, sarà presentato live ufficialmente "Sikania, il nuovo progetto discografico di due musicisti siciliani doc: la cantante Daniela Spalletta e il pianista e compositore Giovanni Mazzarino. Uscito con l'etichetta Jazzy Records lo scorso dicembre, il disco è stato inciso nel pluripremiato studio Artesuono del Sound Engeneer Stefano Amerio, insieme a tre talentuosi protagonisti della scena jazz nostrana: Francesco Patti al sassofono tenore, Gabriele Evangelista al contrabbasso e Alessandro Paternesi alla batteria. Per il primo live a Milano, accanto a Patti vi saranno il contrabbassista Alberto Fidone e il batterista Giuseppe Tringali.
Ideato e prodotto da Jazzy Records con il supporto di MiBACT e SIAE nell'ambito dell'iniziativa “Sillumina - Copia privata per i giovani, per la cultura (Ed. 2016)”, "Sikania" prende nome dall’antico toponimo della Sicilia, ed è un viaggio sentimentale e musicale nell’isola, nei suoi luoghi, nelle sue atmosfere, nella sua storia ricca di vicende e di contrasti. Un percorso musicale attraverso la profonda ispirazione che la natura e la cultura, la storia e l’identità di questa terra suscitano nell’animo di chi, percorrendone i sentieri, sa coglierne le innumerevoli sfumature emotive.
Il progetto si sviluppa a partire da una serie di composizioni originali per quartetto firmate e arrangiate da Giovanni Mazzarino, musicista originario di Messina e che ha sempre trovato nella Sicilia profonda ispirazione per la sua musica, sulla quale la straordinaria vocalist Daniela Spalletta canta, con virtuosismo mai fine a se stesso, testi in dialetto da lei appositamente scritti per il progetto. In alcune parti il canto del tema vero e proprio lascia spazio al vocalese, di cui la Spalletta è assoluta maestra, facendo emergere nel lavoro quasi il senso di un antico coro greco.
Le 9 tracce dell’album sono concepite in forma di Suite ed esplorano in più direzioni la “sicilianità” fatta di personaggi iconici (A Basilissa, la “bella donna”), credenze religiose e tradizioni (Li santi e li fedeli), o a luoghi-archetipo della Sicilia (Sophiana): vita vissuta, condivisa, raccontata, a volte soltanto immaginata. La forza e la passionalità, gli scenari a tinte forti, i caratteri delle persone sono strettamente connessi ai luoghi: la musica di Mazzarino, evocativa e intrisa di malinconia, restituisce tutto questo con intensità ed eleganza, e grazie alla tavolozza vocale della Spalletta trova nuove occasioni espressive, sfumature e sensazioni emotive molto intense.
Il dialetto siciliano è una vera e propria lingua, e pertanto non è stato scelto solo come “omaggio” alla terra dei protagonisti di questo disco, ma per un preciso recupero filologico di valorizzazione degli elementi più fortemente identitari della Sicilia: la parola-storia, come nella più tipica tradizione orale, ciò che oggi chiameremmo “storytelling”.
La Jazzy Records ha voluto inserire nel libretto del cd la traduzione a fronte dei testi in siciliano, per consentire a chiunque di apprezzare la magia del canto dialettale, e ha affidato l'aspetto visivo del disco a un suo collaboratore storico, Paolo Galletta, che ha realizzato l'intero corredo fotografico e video.

Giovanni Mazzarino, nato a Messina nel 1965, pianista, compositore e arrangiatore, vive tra la Sicilia e Milano (è titolare della cattedra di pianoforte jazz presso il Conservatorio A. Corelli di Messina). Ha inciso 20 album a proprio nome e partecipato a oltre 50 dischi come sideman. Attivo sin dalla metà degli anni Ottanta, ha affiancato per molto tempo il grande vibrafonista Enzo Randisi, e ha avuto modo di confrontarsi ancora giovanissimo con alcuni nomi storici del jazz italiano, come Franco Cerri, Gianni Basso, Enrico Rava, Paolo Fresu, Flavio Boltro e tanti altri ancora. Tra le sue collaborazioni più importanti, ricordiamo quelle con artisti internazionali quali Randy Brecker,Tom Harrell, Steve Swallow, Adam Nussbaum Steve Grossmann ,Lester Bowie, Mark Murphy, e tanti altri ancora.
 
Daniela Spalletta, laureata in Canto jazz al Conservatorio “V. Bellini” di Palermo, ha studiato anche pianoforte e canto lirico e barocco. Nel 2013 ha pubblicato il suo primo album da leader, “D/Birth”, insieme al trio musicale siciliano Urban Fabula, con Max Ionata come special guest. “D/Birth” è stato selezionato tra i dischi dell'anno della rivista Jazzit. Nel 2014 ha scritto insieme a Norma Winstone i testi del disco “Willow: a jazz suite”, un lavoro filologico sulla musica di Steve Swallow, mentre nel 2016 è stata ospite dell'album "Shemà" del pianista pugliese Donatello D'Attoma e della compilation “Janis” dedicata a Janis Joplin e allegata all'Espresso di Repubblica. È docente di Canto jazz presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali "Arturo Toscanini" di Ribera (AG).

INFO E CONTATTI
Jazzy Records www.jazzy-records.com
Ufficio stampa: Fiorenza Gherardi De Candei - Tel. +39.328.1743236  fiorenzagherardi@gmail.com 
Amazon: http://bit.ly/amazonSIKANIA   iTunes: http://bit.ly/albumSIKANIA















]]>
12 gennaio VOLLA: concerto/presentazione libro di LEONARDO DE LORENZO Mon, 08 Jan 2018 18:04:41 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/465375.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/465375.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Le parole e la musica di “Ti presento Francesco”, l'opera multimediale di Leonardo De Lorenzo sulla malattia e la disabilità di suo figlio, all'Auditorium Maria Aprea di Volla 

Il 12 gennaio sul palco dell'Auditorium Maria Aprea dell'Accademia musicale Giuseppe Verdi di Volla (Napoli) il musicista presenta il libro e il disco dedicati a suo figlio.

DOWNLOAD CARTELLA STAMPA





“Ascoltiamo dal CD, emozionandoci, il repertorio di musiche originali scritte dal papà Leonardo e assieme leggiamo il libro con la storia di Francesco. Impariamo così, un po’ di più, che cos’è la vita. [...] La speranza non ci deve abbandonare mai!”
(Dalla prefazione di Tullio De Piscopo a “Ti presento Francesco”)

Il 12 gennaio a Volla (Napoli), sul palco dell'Auditorium Maria Aprea dell'Accademia musicale Giuseppe Verdi, Leonardo De Lorenzo proporrà lo spettacolo “Musica per girasoli”, per presentare il progetto multimediale “Ti presento Francesco” (libro + disco) che raccontala malattia e la disabilità di suo figlio. Per l'occasione, verranno letti dei passaggi del libro e saranno eseguiti alcuni brani musicali. De Lorenzo suonerà la batteria e sarà accompagnato da Vincenzo Saettaal sax soprano, Marco de Tillaal contrabbasso, Ivano Leva al piano, Isabella Parmiciano e Sergio Carnevaleal violino, Annamaria Puggioni alla violae Marco Pescosolidoal violoncello. La voce recitante sarà quella dell'attore Gianni Sallustro. Il biglietto sarà di 7 euro, e gli spettatori avranno l'opportunità di acquistare “Ti presento Francesco” al prezzo di 10 euro invece che di 15.
Quindici anni fa il batterista Leonardo De Lorenzoha visto suo figlio Francesco ammalarsi di una rara forma di tumore e diventare progressivamente tetraplegico. Ora Leonardo prova a raccontare la malattia e la disabilità del figlio in “Ti presento Francesco”, un progetto multimediale uscito ufficialmente il 27 dicembre 2017, formato da un libro, un disco e una serie di esibizioni live.

Il libro, aperto da una sentita prefazione scritta da Tullio De Piscopo, è la storia della malattia di Francesco, raccontata dal padre in modo sincero e diretto, senza però mai perdere la speranza, alternando racconti di vita quotidiana a riflessioni sulla disabilità. Un testo che Leonardo De Lorenzo ha impiegato anni a scrivere, trovando le giuste parole per trattare un tema tanto delicato.

In copertina c'è una delle mattonelle dipinte da Francesco quando la malattia ancora gli consentiva di effettuare delle attività manuali nella ludoteca dell'Istituto Nazionale per i tumori di Milano.

Il disco�“ disponibile in cd allegato al libro o in formato digitale con l'ebook �“ alterna alcuni passi di “Ti presento Francesco”a delle composizioni originali che Leonardo De Lorenzo ha scritto per un vasto ensemble (sax soprano, pianoforte, contrabbasso, quartetto d’archi, percussioni, voce e batteria), arricchito da ospiti di prestigio quali il celebre trombettista Paolo Fresu, la violoncellista Giovanna Famularie il percussionista e vocalist Giovanni Imparato.

Leonardo De Lorenzo, batterista e compositore, dal 1985 insegna musica e tiene concerti.
È il presidente dell'associazione di promozione sociale e culturale
“L'isola dei girasoli”, con la quale ha realizzato l'audiolibro “Le favole dell'isola dei girasoli”e ha portato la musica negli ospedali pediatrici italiani con il progetto “Musica in corsia �“ I concerti del sorriso”.

De Lorenzo vanta collaborazioni con artisti quali Francesco D'Errico, Marco Sannini, Pietro Condorelli, Javier Girotto, Emanuele Cisi, Mike Applebaum, Elisabetta Serio, Fulvio Sigurtà, Ameen Saleem, Sullivan Fortner, Jerry Popolo, Alfonso Deidda, Gianfranco Campagnoli, David Allan Gross, Chuck Findley, Luca Aquino, Marco De Tilla, Andy Gravish, Nicola Andrioli, Joe Barbieri, Helge Sveen, Sarah Jane Morris e Susanna Stivali.

Ha pubblicato a proprio nome gli album “Entropia” (2006), “Pictures” (2010), “Nice to Meet You” (2012, con Enzo Orefice e Guido Russo), “Waiting For” (2016) e “The Ugly Duckling” (2017). È autore di tre libri di tecnica del tamburo e del video didattico sulla batteria “My Point of View”.

DOVE E QUANDO
Venerdì 12 gennaio ore 20.30 
Auditorium Maria Aprea C/O Accademia musicale Giuseppe Verdi �“ Volla (Napoli)
Ingresso €7 che consente l'acquisto del libro a €10 euro invece di €15


CONTATTI
Facebook: Ti presento Francesco  + Leonardo de Lorenzo 
Instagram: @leonardodelorenzo
Ufficio stampa: Fiorenza Gherardi De Candei  Tel. 3281743236 email fiorenzagherardi@gmail.com
Social mediaSocial PopUp - Cristiana Piraino cristiana.piraino@gmail.com 






]]>
domenica 14 gennaio TEATRO PALLADIUM ultimo live rassegna jazz/cinema NTJO Mon, 08 Jan 2018 11:46:55 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/465284.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/465284.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Jazz da tutto esaurito: la New Talents Jazz Orchestra porta a Roma “I compositori di Hollywood”

"Chi conosce la New Talents Jazz Orchestra torna a vederla": dopo tre sold out consecutivi al Teatro Palladium di Roma, domenica 14 gennaio l'ultimo imperdibile appuntamento della rassegna “Il jazz va al cinema”.

ALTRE FOTO IN ALLEGATO

  

Domenica 14 gennaio 2018alle 18 la New Talents Jazz Orchestrapresenta al Teatro Palladium, per la rassegna “Il Jazz va al Cinema” ideata da Maurizio Miotti, l'appuntamento “I compositori di Hollywood”, un viaggio tra le creazioni di Ennio Morricone, Bernard Herrmann, Alan Silvestri, John Williamse Nino Rota: un nuovo live imperdibile per una delle grandi realtà nel panorama musicale capitolino (prevendite: http://bit.ly/14gennaioTICKETS).
La rassegna “Il jazz va al cinema”al Teatro Palladium di Romaè partita nel 2016 e ha fatto registrare il tutto esaurito in ogni singolo appuntamento: il più recente è stato quello del 17 dicembre, quando un pubblico eterogeneo formato anche da giovani e bambini ha riempito la sala per vedere e ascoltare “Il jazz incontra i cartoon”.

Protagonista e ideatrice della rassegna è la New Talents Jazz Orchestra diretta da Mario Corvini, non a caso definita dal portale Affari Italiani“una delle orchestre più attive e coraggiose in Italia”, un collettivo che propone in ogni concerto temi nuovi e arrangiamenti originali appositamente scritti. Il direttore Mario Corvinie Maurizio Miottiforniscono un contributo fondamentale affinché i live siano appassionanti per il pubblico. Gli spettatori vengono infatti accompagnati in un percorso coinvolgente, emozionante e interattivo, in grado di divertire come di commuovere. Decisiva è anche la selezione di video e immagini che accompagnano ogni esibizione.

Mario Corvini: "Il segreto per coinvolgere il pubblico credo che risieda nell'organizzazione precisa e nella volontà di arrivare alla gente. Crediamo fortemente in quello che facciamo e cerchiamo di proporre progetti che piacciano al grande pubblico così come piacciono a noi: forse è questa la semplice ragione del nostro successo."

Maurizio Miotti: "È una grande soddisfazione vedere come "Il jazz va al cinema" sia diventato una realtà seguita da un pubblico che si è appassionato e che, concerto dopo concerto, ci dimostra tutto il suo affetto."
Il successo della rassegna è evidente già dalla prevendita dei biglietti, un riscontro di grande rilievo nel panorama romano, frutto di un rapporto col pubblico coltivato con costanza e qualità nel corso del tempo. Chi conosce la New Talents Jazz Orchestratorna a vederla, e ci si attende un grande risultato anche per l'appuntamento con “I compositori di Hollywood”, che sarà l'ultimo dell'attuale rassegna.

La New Talents Jazz Orchestraè nata nell'ottobre del 2012 e si è immediatamente inserita nella scena jazz italiana, esibendosi al Museo d'arte Contemporanea MACRO di Roma, e collaborando con la Casa del Jazz. Nel corso degli anni ha suonato con grandi musicisti quali Stefano Di Battista, Susanna Stivali e Javier Girotto, e ha partecipato a numerose iniziative, tra le quali ricordiamo il concerto all'Angelo Mai dedicato a Jimi Hendrix o l'evento di solidarieta a L'Aquila “Il jazz per Amatrice”. Creatrice di altre rassegne di successo, come “Incontri in jazz”all'Auditorium Parco della Musica o la serie di concerti al Teatro di Villa Torlonia, ha meritato di recente la nomina di Orchestra Residente dell'Auditorium.
I concerti vedono spesso la presenza di ospiti prestigiosi, comeEnrico Pieranunzi, Roberto Gatto, Maurizio Giammarcoe Greta Panettieri.

INFO E CONTATTI
Domenica 14 gennaio ore 18
Teatro Palladium di Roma - Università Roma Tre http://teatropalladium.uniroma3.it
Prezzi spettacoli: intero € 15 / ridotto € 10 / studenti € 5
Prevendite: http://bit.ly/14gennaioTICKETS biglietteria.palladium@uniroma3.it; tel. 327 2463456
Ufficio Stampa New Talents Jazz Orchestra: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel.: 328.1743236 Email: fiorenzagherardi@gmail.com
Organizzazione e promozione Teatro Palladium: Music Theatre International
Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni+39.06.3225044 - +39.328.4112014 - info@elisabettacastiglioni.it


]]>
7 dicembre ANGRI (SALERNO) concerto di presentazione di "TI PRESENTO FRANCESCO" Fri, 05 Jan 2018 19:43:29 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/465205.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/465205.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

All'Onda Sonora di Angri arrivano le parole e la musica di “Ti presento Francesco”, l'opera multimediale di Leonardo De Lorenzo sulla malattia e la disabilità di suo figlio

Il 7 gennaio alle ore 20 sul palco dell'Onda Sonora di Angri (Salerno) il musicista presenta il libro e il disco dedicati a suo figlio. Ingresso gratuito.

“Ascoltiamo dal CD, emozionandoci, il repertorio di musiche originali scritte dal papà Leonardo e assieme leggiamo il libro con la storia di Francesco. Impariamo così, un po’ di più, che cos’è la vita. [...] La speranza non ci deve abbandonare mai!”
(Dalla prefazione di Tullio De Piscopo a “Ti presento Francesco”)

DOWNLOAD CARTELLA STAMPA


Il 7 gennaio ad Angri (Salerno), sul palco dell'Onda Sonora,
Leonardo De Lorenzo proporrà lo spettacolo “Musica per girasoli” per presentare il progetto multimediale “Ti presento Francesco” (libro + disco) che raccontala malattia e la disabilità di suo figlio. Per l'occasione, verranno letti dei passaggi del libro e saranno eseguiti alcuni brani musicali. De Lorenzo suonerà la batteria e sarà accompagnato da Vincenzo Saettaal sax soprano e tenore, Domenico Andriaal contrabbasso, Ivano Leva al piano, Isabella Parmicianoal violino e Giovanna Famularial violoncello. La voce recitante sarà quella dell'attore Gianni Sallustro.

Quindici anni fa il batterista Leonardo De Lorenzoha visto suo figlio Francesco ammalarsi di una rara forma di tumore e diventare progressivamente tetraplegico. Ora Leonardo prova a raccontare la malattia e la disabilità del figlio in “Ti presento Francesco”, un progetto multimediale formato da un libro, un disco e una serie di esibizioni live.

Il libro, aperto da una sentita prefazione scritta da Tullio De Piscopo, è la storia della malattia di Francesco, raccontata dal padre in modo sincero e diretto, senza però mai perdere la speranza, alternando racconti di vita quotidiana a riflessioni sulla disabilità. Un testo che Leonardo De Lorenzo ha impiegato anni a scrivere, trovando le giuste parole per trattare un tema tanto delicato.

In copertina c'è una delle mattonelle dipinte da Francesco quando la malattia ancora gli consentiva di effettuare delle attività manuali nella ludoteca dell'Istituto Nazionale per i tumori di Milano.

Il disco�“ disponibile in cd allegato al libro o in formato digitale con l'ebook �“ alterna alcuni passi di “Ti presento Francesco”a delle composizioni originali che Leonardo De Lorenzo ha scritto per un vasto ensemble (sax soprano, pianoforte, contrabbasso, quartetto d’archi, percussioni, voce e batteria), arricchito da ospiti di prestigio quali il celebre trombettista Paolo Fresu, la violoncellista Giovanna Famularie il percussionista e vocalist Giovanni Imparato.
“Ti presento Francesco”�“ uscito ufficialmente il 27 dicembre 2017 �“dopo la data di Angri sarà presentato anche il 12 gennaio nell'Auditorium Maria Aprea dell'Accademia Giuseppe Verdi di Volla (Napoli).
Leonardo De Lorenzo, batterista e compositore, dal 1985 insegna musica e tiene concerti. 
È il presidente dell'associazione di promozione sociale e culturale “L'isola dei girasoli”, con la quale ha realizzato l'audiolibro “Le favole dell'isola dei girasoli”e ha portato la musica negli ospedali pediatrici italiani con il progetto “Musica in corsia �“ I concerti del sorriso”.

De Lorenzo vanta collaborazioni con artisti quali Francesco D'Errico, Marco Sannini, Pietro Condorelli, Javier Girotto, Emanuele Cisi, Mike Applebaum, Elisabetta Serio, Fulvio Sigurtà, Ameen Saleem, Sullivan Fortner, Jerry Popolo, Alfonso Deidda, Gianfranco Campagnoli, David Allan Gross, Chuck Findley, Luca Aquino, Marco De Tilla, Andy Gravish, Nicola Andrioli, Joe Barbieri, Helge Sveen, Sarah Jane Morris e Susanna Stivali.

Ha pubblicato a proprio nome gli album “Entropia” (2006), “Pictures” (2010), “Nice to Meet You” (2012, con Enzo Orefice e Guido Russo), “Waiting For” (2016) e “The Ugly Duckling” (2017). È autore di tre libri di tecnica del tamburo e del video didattico sulla batteria “My Point of View”.


DOVE E QUANDO

Domenica 7 gennaio ore 20 presso 
Onda Sonora in via Kennedy 66, Angri
Ingresso gratuito


CONTATTI
Facebook: Ti presento Francesco  + Leonardo de Lorenzo 
Instagram: @leonardodelorenzo
Ufficio stampa: Fiorenza Gherardi De Candei  Tel. 3281743236 email fiorenzagherardi@gmail.com
Social mediaSocial PopUp - Cristiana Piraino cristiana.piraino@gmail.com 



]]>
26 dicembre PORTO GARIBALDI concerto S. Stefano JAZZ LIFE quintet Sat, 23 Dec 2017 17:12:44 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/464442.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/464442.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Santo Stefano in jazz con il Jazz Life Quintet: la chitarra di Luca di Luzio arriva a Porto Garibaldi

“Natale al mare” il 26 dicembre alle 16.30 presenta il live dell'affiatata band. Ingresso gratuito.




A Santo Stefano si potrà ascoltare dell'ottimo jazz a Porto Garibaldi (Comacchio, Ferrara), nell'ambito dell'iniziativa “Natale al mare”. Il 26 dicembre alle 16.30 al Mercato ittico di via Caduti del Mare si terrà infatti il concerto del Jazz Life Quintet con la chitarra di Luca di Luzio, un musicista eclettico ed esperto, capace di spaziare dalla bossa nova al funky, dalla fusion al blues. L'ingresso è gratuito per tutti gli spettatori.
Il concerto del Jazz Life Quintet sarà il momento centrale della giornata “Santo Stefano con noi �“ Natale sub”, organizzata con il Gruppo Sportivo Ippocampo Sub di Comacchio. Una festa che inizierà col mercatino dalle 10.00 di mattina e si concluderà con la fiaccolata nel Porto Canale alle 18.00 e lo spettacolo di fuochi d'artificio.
Oltre che dalla alla chitarra di Luca di Luzio, il Jazz Life Quintet è composto dalla bella voce di Valentina Monetta, dal sax di Alessandro Scala, e da una sezione ritmica formata dal basso elettrico di Andrea Taravelli e dalla batteria di Max Ferri.

Luca di Luzio si è formato frequentando seminari e masterclass con maestri del calibro di Pat Metheny, Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall, Joe Diorio e John Abercrombie, e nel corso della sua lunga esperienza artistica ha collaborato con artisti italiani e internazionali quali Marco Tamburini, Max Ionata, Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Javier Girotto, Teo Ciavarella e Giancarlo Schiaffini, esibendosi in numerosi eventi e festival internazionali in Europa e negli USA.

Location:
Mercato ittico via Caduti del Mare
Porto Canale a Porto Garibaldi, Comacchio (Ferrara), ore 16.30

Contatti:
Ufficio Stampa: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. +39.328.1743236 - fiorenzagherardi@gmail.com




]]>
Nuovo video di Cettina Donato con Ninni Bruschetta per far nascere VillagGioVanna, residenza per persone affette da autismo Wed, 20 Dec 2017 17:14:46 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/464250.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/464250.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
La musica di Cettina Donato per far nascere VillagGioVanna, residenza per persone affette da autismo 

Un video della musicista con l'attore Ninni Bruschetta rilancia la raccolta fondi > http://bit.ly/videopromoVILLAGGIOVANNA


La compositrice e direttrice d'orchestra Cettina Donato prosegue la sua raccolta fondi per VillagGioVanna, una residenza per persone affette da autismo. L'iniziativa è partita un anno fa, con la pubblicazione dell'album “Persistency-The New York Project” (ed. Alfa Music), e viene rilanciata ora da un video (http://bit.ly/videopromoVILLAGGIOVANNA) realizzato con il popolare attore Ninni Bruschetta.
La sinergia tra i messinesi 
Cettina Donato e Ninni Bruschetta a sostegno di questa causa è nata con lo spettacolo “I Siciliani di Antonio Caldarella. Jam Session di Musica e Parole”. Proprio in questo periodo i due artisti sono in tour in tutta Italia con l'adattamento teatrale de “Il giuramento” di Claudio Fava, per il quale Bruschetta ha curato la regia e Donato le musiche
VillagGioVanna sorgerà in provincia di Messina, e sarà destinata a ospitare in maniera permanente bambini, ragazzi e adulti affetti da autismo e che non hanno il sostegno della propria famiglia. Il progetto comprende anche un grande spazio destinato alle attività musicali con uno studio dotato di strumenti, dischi, una sala cinema, un terreno che ospiterà animali domestici per la Pet Therapy e una piscina. Previsto il supporto di medici, assistenti, infermieri e operatori.

Donazioni:
Per le donazioni a sostegno di VillagGioVanna è disponibile l'apposito conto corrente n°450180 intestato alla Fondazione VillagGioVanna presso Banca Carige Ag.1 Messina, (IBAN IT50L0617516502000000450180 - 
Codice BIC: CREGEITGG) con causale: “Donazione per Fondazione VillagGioVanna ragazzi autistici”. 

Cettina Donato, pianista, compositrice, arrangiatrice e direttrice d'orchestra, insignita dal Berklee Music College di Boston del Carla Bley Award, premio per il miglior compositore jazz, è uno dei nomi più importanti della scena jazz italiana. Si esibisce spesso all'estero, sempre con grandi riscontri: basti pensare che è stata International President del Women of Jazz Festival.
 In Italia nessuna donna aveva diretto un'orchestra sinfonica con repertorio jazz prima di lei, che ha saputo mettere il suo talento al servizio delle formazioni più diverse, dall'Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari alla Late Night Jazz Orchestra di Los Angeles, fino a fondare a Boston la Cettina Donato Orchestra. Negli ultimi anni è stata votata tra i migliori arrangiatori italiani ai Jazzit Awards.
La sua discografia è segnata da album di rilievo: l'esordio in quintetto con “Pristine” (2008), “Crescendo” (2013), inciso con orchestra sinfonica e quartetto d'archi, “Third”  (2015), una raccolta di sue composizioni per trio jazz. Il suo disco più recente è“Persistency �“The New York Project” (Alfa Music), un progetto i cui proventi andranno interamente a sostenere la realizzazione di VillagGiovanna.
 
Ninni Bruschetta è un affermato regista teatrale, sceneggiatore, ex direttore artistico del Teatro di Messina, e uno dei volti più amati della fiction e del cinema italiani. Ricordiamo le sue partecipazioni a una serie di culto come “Boris”, a fiction popolarissime come “La squadra”, “Don Matteo”, “Un posto al sole” e “L'isola di Pietro”, e a film di grande successo quali “I cento passi”, “Mio fratello è figlio unico”, “To Rome With Love”, “La mafia uccide solo d'estate”, “Quo Vado?” e “Omicidio all'italiana”.

CONTATTI
Pagina Facebook: http://bit.ly/FacebookVillaggiovanna
Ufficio Stampa M° Cettina Donato: Fiorenza Gherardi De Candei 
Tel. +39.328.1743236 - fiorenzagherardi@gmail.com






]]>
domani Luca di Luzio Blue(s) Room Trio in concerto a CERVIA Mon, 18 Dec 2017 18:23:23 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/464026.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/464026.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

Luca di Luzio Blue(s) Room Trio in concerto per la rassegna Jazz&Wine special guest Alessandro Fariselli 


MARTEDI 19 DICEMBRE ORE 21.30
RASSEGNA JAZZ&WINE @RISTORANTE AL PIRATA (CERVIA)

LUCA DI LUZIO - CHITARRA
SAM GAMBARINI - ORGANO HAMMOND
MAX FERRI - BATTERIA

ALESSANDRO FARISELLI - SAX TENORE

  

Martedì 19 dicembre ore 21,30 per la rassegna "Jazz&Wine" presso il Ristorante "Al Pirata" di Cervia (Ravenna) sarà in concerto Luca di Luzio con il suo Luca di Luzio Blue(s) Room Trio special guest il sassofonista Alessandro Fariselli. La formazione, guidata dall'apprezzato chitarrista e compositore Luca di Luzio, è completata da Sam Gambarini (organo hammond) e Max Ferri (batteria), e trae ispirazione dal sound dei mitici organ trio anni ’60 corroborato da protagonisti quali Grant Green, Kenny Burrell, Jimmy Smith e Jack McDuff. La cantina partecipante a questo appuntamento della rassegna Jazz&Wine è la Bersi Serlini (Franciacorta)
Il repertorio della band alternerà brani della tradizione afroamericana a pezzi contemporanei sapientemente arrangiati dall’estro del band leader. 

Luca di Luzio è un chitarrista dalla formazione eclettica e dallo stile versatile. Suona l'elettrica, l'acustica, la classica e spazia dagli standard alla bossa nova fino al funky, passando per il fusion ed il blues. Ha un talento creativo ed è impegnato in numerosi progetti musicali in cui collabora con molti artisti internazionali.Nel corso della sua formazione musicale da chitarrista ha frequentato seminari e masterclass con Pat Metheny, Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall, Joe Diorio, John Abercrombie. Nell'ambito della sua carriera concertistica ha collaborato con numerosi artisti italiani e internazionali tra cui: Marco Tamburini, Max Ionata,  Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Javier Girotto, Teo Ciavarella, Giancarlo Schiaffini e si è esibito in numerosi festival ed eventi internazionali in Europa e negli USA.

Alessandro Fariselli, sassofonista tenore dal suono caldo e dalla tecnica raffinata, ha uno stile davvero inconfondibile.
Negli anni ha collaborato e inciso dischi con artisti di fama nazionale e internazionale come Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, Mario Biondi, Paolo Fresu, per citarne alcuni.
Nella sua musica si riconoscono vari stili fra cui, swing, soul, funk, be-bop, che ne caratterizzano il sound e lo rendono efficace in tutte le situazioni.


Info e prenotazioni al numero 
0544.71328.

INFO E CONTATTI

Via Cristoforo Colombo 54, Cervia (Ravenna)

Info e prenotazioni: 0544.71328

info@ristorantealpirata.com

Ufficio Stampa Luca di Luzio: Fiorenza Gherardi De Candei
tel. +39.328.1743236  fiorenzagherardi@gmail.com

















]]>
Venerdì 15 dicembre RAVENNA concerto gipsy jazz con MINOR SWINGERS Wed, 13 Dec 2017 12:31:49 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/463572.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/463572.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Atmosfere zigane per i "Venerdì in Jazz" con lo stile gipsy dei Minor Swingers!

- Venerdì 15 dicembre ore 21.30 -


Quattro affermati musicisti romagnoli saliranno, venerdì 15 dicembre alle ore 21.30, sul palco del Mariani Lifestyle di Ravenna per un divertente concerto all'insegna del gipsy jazz! Provenienti da vari e diverse esperienze musicali (due di loro sono i fondatori dei Quintorigo), i quattro artisti (Andrea Costa, Marco Vienna, Gionata Costa e Marco Rossi) si sono uniti nella formazione "Minor Swingers": due chitarre - una solista e una ritmica - un violino e un contrabbasso, tipico assetto dello stile Hot Club De France. Proporrano un repertorio jazz e swing che trascinerà il pubblico nell'atmosfera fumosa e trasgressiva di un "bal musette" parigino degli anni ’40. La band prende il nome da "Minor Swing", uno dei brani più celebri di Django Reinhardt, il leggendario chitarrista zigano che con la sua tecnica manouche ha più di ogni altro influenzato il linguaggio jazzistico negli anni '30.
Discostandosi dal repertorio classico formato da standard americani jazz del periodo ante-guerra, brani originali di Django Reinhardt e canzoni della tradizione zingara, i Minor Swingers preferiscono inserire nel linguaggio musicale stilemi mutuati dal bebop, dal jazz moderno, dalla bossa nova ed anche dal pop. Il loro disco "Gipsy Jazz" contiene undici tracce tra le quali spiccano, oltre a tre brani di Django, “My favourite things” “Isn't she lovely” e “Garota de Ipanema”. 

Il concerto è nell'ambito della rassegna organizzata dall'Associazione Jazzlife "Venerdì in Jazz". Per l'occasione, l'Osteria Passatelli del Mariani Lifestyle propone un menu alla carta con piatti della tradizione romagnola proposti secondo l'attenzione alle materie prime di alta qualità e ai prodotti tipici del territorio. Coperto, musica e anima €5. Prenotazione consigliata al 0544.215206 �“ info@mariani-ravenna.it. Ingresso dopo cena su disponibilità.

INFO E CONTATTI
Mariani Lifestyle, via Ponte Marino 19 - Ravenna
www.mariani-ravenna.it
Ufficio Stampa JAZZLIFE Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 - 
fiorenzagherardi@gmail.com

















]]>
DOMANI Cristiano Arcelli in concerto a Viterbo al Signorino Jazz Club Thu, 07 Dec 2017 17:56:03 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/463036.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/463036.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei


Cristiano Arcelli porta al Signorino Jazz Club di Viterbo il nuovo album "Almost Romantic"
VENERDI 8 DICEMBRE ORE 21.30



"Vorrei poter descrivere con la musica degli spazi aperti, freschi e luminosi"
Cristiano Arcelli

Il tour invernale di Cristiano Arcelli dedicato al nuovo album "Almost Romantic" (prodotto da Encore Jazz) continua venerdì 8 dicembre al Signorino Jazz Club di Viterbo. Insieme all'acclamato sassofonista, saliranno sul palco alle ore 21.30 il contrabbassista Stefano Senni, il batterista Bernardo Guerra e il pianista Simone Graziano
Cristiano Arcelli è uno dei musicisti di punta del jazz italiano. Negli anni, ha collaborato con Enrico Rava, Joe Chambers, Paolo Damiani, Cristina Zavalloni, Dafins Prieto, Paul McCandless, Cyro Baptista, Danilo Rea, Gabriele Mirabassi, Nguyên L
ê, Pietro Tonolo e Stefano Battaglia.
Le prossime date del tour: il 9 febbraio a Siena al locale Un Tubo Jazz, il 16 febbraio al Teatro Comunale di Gradara per Fano Jazz e il 30 marzo a Perugia al Ricomincio da Tre.
L'album “Almost Romantic", uscito la scorsa primavera e prodotto da Encore Jazz, rappresenta una tappa fondamentale nel percorso di Cristiano Arcelli. Accanto a lui ci sono i suoi consueti compagni di viaggio, Bernardo Guerra alla batteria e Stefano Senni al contrabbasso, ma stavolta il trio si apre per accogliere due nuovi musicisti, Simone Grazian al piano e Massimiliano Canneto al violino. Arcelli ha spiegato questa scelta: "Mi piaceva l’idea di avere un gruppo con più suoni: Simone Graziano è un musicista che stimo molto, penso che sia uno dei più originali musicisti di jazz in Italia e il violinista Massimiliano Canneto, che proviene dal mondo classico, hanno dato al suono del gruppo una gamma più vasta di armonici arricchendo la dinamica e il colore della musica”. Nell'album possiamo ascoltare questi grandi talenti suonare in diverse formazioni, dal trio col sassofonio affiancato dalla sezione ritmica al quartetto col piano, fino al quintetto col violino. Arcelli lascia che sia la musica stessa a indirizzare il processo compositivo: "Non penso mai ai titoli dei brani, non scrivo a soggetto, lascio che il pezzo trovi da solo il suo nome una volta finito, mi sembra che così facendo il processo di scrittura sia spontaneo”.

Raffinato compositore, Cristiano Arcelli ha scritto per l’Italian Jazz Orchestra, l’Orchestra Bruno Maderna e la Bangkok Symphony Orchestra. Ha inciso 7 album a suo nome: Almost Romantic (Encore Jazz 2017), Solaris (Encore Jazz 2015), Brooks (Auand 2013), Urban Take (Radar �“ Egea 2009), Bestiario (Radar �“ Egea 2006), Ricercando (Wide Sound 2002) e Di Terra (Wide Sound 2001).
Suoi sono gli arrangiamenti di "Pane e tempesta" e "Il museo dell’innocenza" (Paolo Damiani), "La donna di cristallo" (Cristina Zavalloni), "Radar Band plays Nino Rota" e "Da Istanbul a Napoli" (Cartagena Music Festival), "Diario del ritorno" (Corciano Festival) e "Sera d’autunno" (Trento Jazz). Si è esibito in grandi palchi internazionali come Umbria Jazz, Torino Jazz Festival, Jazz at Lincoln Center (NY), Cartagena Music Festival, Casa del Jazz, European Jazz Expo, Maison de la culture de Grenoble, New Morning (Paris), Saalfelden Jazz Festival, Beijing Internationl Jazz Festival, Amiens, Teatro Regio (Torino), Auditorium Parco della Musica.

INFO E CONTATTI
Ufficio stampa Cristiano Arcelli: Fiorenza Gherardi De Candei Tel. +39.328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com
Signorino Jazz Club: Strada del Signorino 16 Viterbo - tel. 338.6336425



]]>
Esce "Torrio!": dall'Australia il trio Grabowsky-Guerrini-Schäuble Tue, 05 Dec 2017 16:45:28 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/462749.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/462749.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei

 Jazz australiano e italiano si fondono:
esce il primo album del trio "Torrio!" formato da Paul Grabowsky, Mirko Guerrini e Nico Sch
äuble

Esce venerdì 10 novembre, il disco è una produzione italiana di Encore Jazz.
In Australia è candidato come "
Best Jazz Album" per The Age Music Victoria Awards.


ANTEPRIMA VIDEO
> DOWNLOAD COPIA OMAGGIO ALBUM




PAUL GRABOWSKY - PIANOFORTE
MIRKO GUERRINI - SAX, FLAUTO PAKISTANO, DUDUK 

NIKO SCHÄUBLE - BATTERIA


"Desideriamo suonare come se fossimo un solo musicista, sublimando noi stessi nello scorrere degli eventi." 

"Una musica senza frontiere giocosa, gioiosa e molto profonda".

 




Dopo l'ottima anteprima live dello scorso febbraio alla Casa del Jazz di Roma, il trio australiano "Torrio!" venerdì 10 novembre fa il suo ingresso nel mondo discografico con il suo primo e omonimo album "Torrio!": una produzione italiana dell'etichetta Encore Jazz (distr. Egea), già presentata in Australia lo scorso agosto meritandosi la candidatura come "Best Jazz Album" per The Age Music Victoria Awards.

"Torrio!" rappresenta un'interessante fusione artistica: quella tra jazz italiano e jazz australiano. La formazione nasce a Melbourne cinque anni fa durante un concerto in onore del sassofonista australiano Bernie McGann: il sassofonista italiano Mirko Guerrini incontra due tra gli artisti australiani più importanti, il pianista Paul Grabowsky e il batterista Niko Sch
äuble, che collaborano insieme da oltre trent'anni. Ne nasce musicalmente una vera e propria conversazione a tre fondata su un costante movimento degli equilibri e dunque da un ottimo interplay, nonché da un approccio al suono molto appassionato che va riferendosi ora alla tradizione, ora al jazz contemporaneo, arrivando a toccare anche musica classica, pop e musiche da film. Il risultato, racchiuso in questo disco, è una tracklist di dieci brani firmati dai tre musicisti, giocosi, gioiosi e al tempo stesso molto profondi.

Paul Grabowsky e Niko Schäuble sono considerati tra le personalità musicali più importanti in Australia.
Per i suoi meriti artistici, Paul Grabowsky è stato insignito Cavaliere dell’Ordine d’Australia; ha suonato con nomi del jazz internazionale quali Chet Baker, Art Farmer e Johnny Griffin. E’ fondatore della Australian Art Orchestra, ha vinto 5 ARIA Awards (Australian recording Industry association), 2 Helpmann Awards, diversi APRA e Bell Awards nonchè un Deadly Award. E' stato eletto il Sydney Myer Performing Artist of the Year nel 2000 e ha ricevuto il Melbourne Prize for Music nel 2007.
Niko Sch
äuble è uno dei batteristi e compositori più affermati d’Australia. Ha vinto numerosi premi tra cui l'Australian Jazz Award/Best Drummer, Honorable MentionJulius Hemphil Awards, New York, Nomination for the 'Leo' Award (music for short film) al Braunschweig Filmfestival, Finalist at Annecy Film Festival. Tra le sue collaborazioni: Sam Rivers, Lee Konitz, Enrico Rava, Trilok Gurtu, Branford Marsalis, Mike Nock, Wynton Marsalis, Dewey Redman, Arthur Blythe, Steve Lacy, Greg Osby.

Mirko Guerrini, che in quest'album suona oltre al sax anche il flauto pakistano e l'armeno duduk, è uno dei musicisti di punta della scena italiana. Poliedrico multistrumentista, produttore e direttore d’orchestra, da qualche anno ha deciso di vivere in Australia, dove è diventato docente alla Monash University di Melbourne ed ha ottenuto in Australia la Permanent Resident per il suo talento e per i titoli artistici di livello internazionale in ambito jazz. In Italia ha collaborato per oltre dieci anni con Stefano Bollani, con cui - insieme a Davide Riondino - ha anche condotto la fortunata trasmissione radiofonica "Dottor Djembè" di Radio3. Ha all’attivo oltre 60 album e collaborazioni illustri tra cui quelle con Billy Cobham, Paul McCandless, Caetano Veloso, Hermeto Pascoal, Brian Auger, Mark Feldman, Dave Douglas, Enrico Rava, Stefano Battaglia, Giorgio Gaber e Ivano Fossati.


CONTATTI
iTunes: http://bit.ly/torrioITUNES
www.encorejazz.it - www.torriojazz.com
>Promo video
Ufficio stampa Encore Jazz: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. +39 328 1743236 �“ fiorenzagherardi@gmail.com

 













]]>
Spettacolo IL GIURAMENTO: Ninni Bruschetta, Claudio Fava, Cettina Donato Tue, 05 Dec 2017 10:11:44 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/462626.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/462626.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
"Il giuramento": la musica di Cettina Donato al servizio del testo antifascista di Claudio Fava, portato in scena da Ninni Bruschetta

In scena dal 5 al 17 dicembre 2017 al Teatro Stabile di Catania, per poi spostarsi in tutta Italia nel 2018



Con la produzione del Teatro Stabile di Catania, dal 5 dicembre 2017 Ninni Bruschetta porta in scena un testo inedito di Claudio Fava, caratterizzato dal forte impegno civile: “Il giuramento”, una storia d'epoca fascista che riesce a parlare con lucidità anche del nostro presente. Le musiche sono firmate da Cettina Donato, compositrice, arrangiatrice e pianista siciliana, prima donna italiana a dirigere orchestre sinfoniche classiche con repertorio jazz.

Novembre 1931, i professori universitari italiani sono chiamati a giurare fedeltà al Re e al Duce. Solo 12 su 1238 si rifiutano di dichiarare la propria obbedienza al regime, affrontando coraggiosamente le conseguenze di un simile gesto. “Il giuramento” è il testo teatrale con il quale Claudio Fava ha voluto raccontare la storia di uno di questi professori, Mario Carrara, un medico legale con vent'anni di esperienza nelle carceri italiane. Carrara si rende conto di quello che sta succedendo nel nostro paese, percepisce l'atmosfera soffocante che lo circonda, un clima fatto di obbedienza, conformismo e arrivismo. Si accorge anche che in pochi sono disposti a schierarsi contro lo status quo e a rischiare in prima persona. Quando gli viene chiesto di pronunciare il giuramento, decide di dire no, anche a costo di dover affrontare il carcere nel nuovo ruolo di condannato.

Ninni Bruschetta cura la regia di questa prima rappresentazione del testo di Claudio Fava, prodotta dal Teatro Stabile di Catania, con le musiche di una delle compositrici e pianiste più in vista della scena jazz italiana, Cettina Donato. Nel ruolo del protagonista Mario Carrara c'è David Coco, affiancato da Stefania Ugomari Di Blas, che interpreta la sua segretaria Tilde. Completano il cast Simone Luglio, nel ruolo del preside, Antonio Alveario, nel ruolo del collega di Carrara, il professor Pareschi, Liborio Natali, Pietro Casano, Federico Fiorenza, Luca Iacono e Alessandro Romano.

“Il giuramento” andrà in scena dal 5 al 17 dicembre 2017 al Teatro Stabile di Catania, per poi spostarsi in tutta Italia nel 2018, a partire dalla data di Noto del 18 febbraio, e poi al Teatro Biondo di Palermo dal 19 al 28 gennaio 2018. In seguito “Il giuramento” sarà a Terni l'1 e il 2 febbraio, a Città di Castello il 4 febbraio, a Foligno il 7 febbraio, a Spoleto il 9 febbraio, a Tuoro sul Trasimeno l'11 febbraio, a Torino dal 16 al 18 febbraio, a Milano dal 20 al 25 febbraio, a Bagnacavallo il 28 febbraio e a Forlì l'1 e 2 marzo.

Contatti:
Ufficio Stampa M° Cettina Donato: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. +39.328.1743236 - fiorenzagherardi@gmail.com






]]>
Sabato 9 dicembre LORETO APRUTINO in concerto Luca di Luzio Blue(s) Room Trio Tue, 05 Dec 2017 10:04:14 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/462625.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/462625.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Protagonista della rassegna "Sabato in concerto Jazz" di Loreto Aprutino, Luca di Luzio con il suo Blue(s) Room Trio

- sabato 9 dicembre ore 18 -



Sabato 9 dicembre alle ore 18 per la rassegna "Sabato in concerto Jazz" organizzata dall'Associazione Archivi Sonori presso la Sala Polivalente Farias di Loreto Aprutino (Pescara), il chitarrista e compositore Luca di Luzio sarà protagonista di un live a ingresso libero con il suo Luca di Luzio Blue(s) Room Trio. 
Guidato dal 
chitarrista pugliese, musicista dalla formazione eclettica e dallo stile versatile, il trio è una energica formazione che da anni si è consolidata sulla scena musicale italiana, completandosi con l'hammondista Sam Gambarini e con il batterista Max Ferri. Il repertorio trae ispirazione dal sound dei mitici organ trio anni ’60 corroborato da artisti quali Grant Green, Kenny Burrell, Jimmy Smith e Jack McDuff, alternando brani della tradizione afroamericana a pezzi contemporanei sapientemente arrangiati dall’estro del band leader.
Luca di Luzio suona l'elettrica, l'acustica, la classica e spazia dagli standard alla bossa nova fino al funk, passando per il fusion ed il blues. Ha un talento creativo ed è impegnato in numerosi progetti musicali in cui collabora con molti artisti internazionali.Nel corso della sua formazione musicale da chitarrista ha frequentato seminari e masterclass con Pat Metheny, Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall, Joe Diorio, John Abercrombie. Nell'ambito della sua carriera concertistica ha collaborato con numerosi artisti italiani e internazionali tra cui Marco Tamburini, Max Ionata, Fabrizio Bosso, Paolo Fresu, Massimo Manzi, Javier Girotto, Teo Ciavarella, Giancarlo Schiaffini e si è esibito in numerosi festival ed eventi internazionali in Europa e negli USA.


INFO E CONTATTI
Sala Polivalente Farias, via dei Mille 4 - Loreto Aprutino (Pescara)
Ingresso libero
Ufficio Stampa Luca di Luzio: Fiorenza Gherardi De Candei
Tel. 328.1743236 - 
fiorenzagherardi@gmail.com















]]>
sabato 2 Vignola (Modena): Cristiano Arcelli in concerto allo Stones Cafè Tue, 28 Nov 2017 20:12:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/461939.html http://comunicati.net/comunicati/arte/musica/jazz/461939.html UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei UFFICIO STAMPA - Fiorenza Gherardi De Candei
Il tour invernale di Cristiano Arcelli riparte dallo Stones Cafè di Vignola, tra Duke Ellington e il nuovo album "Almost Romantic"



"Vorrei poter descrivere con la musica degli spazi aperti, freschi e luminosi"
Cristiano Arcelli

Il tour invernale di Cristiano Arcelli prende il via sabato 2 dicembre alle ore 22 dal palco dello Stones Cafè di Vignola (Modena). L'acclamato sassofonista torna a suonare dal vivo in un concerto nel quale omaggerà il repertorio di Duke Ellington rileggendolo nel proprio inconfondibile stile, oltre a proporre brani dal suo recente album “Almost Romantic”, uscito la scorsa primavera con Encore Jazz.
Con lui, il contrabbassista Stefano Senni, il batterista Bernardo Guerra e il pianista Simone Graziano
Le date successive del tour: l'8 dicembre a Viterbo al Signorino Jazz Club, il 9 febbraio a Siena al locale Un Tubo Jazz, il 16 febbraio al Teatro Comunale di Gradara per Fano Jazz e il 30 marzo a Perugia al Ricomincio da Tre.
Compositore e arrangiatore, oltre che strumentista, Cristiano Arcelli è uno dei musicisti di punta del jazz italiano. Negli anni ha collaborato con Enrico Rava, Joe Chambers, Paolo Damiani, Cristina Zavalloni, Dafins Prieto, Paul McCandless, Cyro Baptista, Danilo Rea, Gabriele Mirabassi, Pietro Tonolo, Nguyen Le, Stefano Battaglia. 

Da tempo ha scelto la formazione in trio con basso e batteria come ideale per la sua musica: fondamentale è stato l'incontro due grandi musicisti, il contrabbassista Stefano Senni e con Bernardo Guerra. Nel disco "Almost Romantic", ha poi voluto ampliare lo spettro sonoro al pianoforte e al violino
"Mi piaceva l’idea di avere un gruppo con più suoni: Simone Graziano è un musicista che stimo molto, penso che sia uno dei più originali musicisti di jazz in Italia e il violinista Massimiliano Canneto, che proviene dal mondo classico, hanno dato al suono del gruppo una gamma più vasta di armonici arricchendo la dinamica e il colore della musica."

Il disco si sviluppa utilizzando dunque vari organici: dal trio pianoless, al quartetto fino al quintetto con il violino. "
Non penso mai ai titoli dei brani, non scrivo a soggetto, lascio che il pezzo trovi da solo il suo nome una volta finito, mi sembra che così facendo il processo di scrittura sia spontaneo."

INFO E CONTATTI
Ufficio stampa Cristiano Arcelli: Fiorenza Gherardi De Candei Tel. +39.328.1743236 fiorenzagherardi@gmail.com
Stones Cafè via del Portello 1 �“ Vignola (Modena) tel.: 059.773612





]]>