Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Carlotta Tinti Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Carlotta Tinti Wed, 22 May 2019 04:46:42 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/utenti/12050/1 Nuoto e bicarbonato di sodio: migliorare le proprie sprint performance Thu, 13 Dec 2012 09:33:32 +0100 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/259337.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/259337.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti  

Un gruppo di ricercatori della Polonia hanno di recente scoperto che assumere integratori (sia alimentari che vitaminici) i quali presentano una composizione comprendente bicarbonato di sodio (circa 16/18grm addizionati con acqua) risulta essere un ottimo metodo per migliorare il proprio sprint, in termini di velocità, nell'attività del nuoto. Questo miglioramento è stato identificato in maniera più evidente e significativa nei nuotatori più giovani durante gli allenamenti: nella performance di sprint relativa i primi 50m eseguita attraverso modalità interval training, quindi nell'esecuzione di 4 serie di sprint da 50m l'una. Il bicarbonato di sodio sembra inoltre migliora evidentemente lo sprint anche in prove di durata minore ai 2 minuti; un esempio su tutti è dato dalla corsa veloce, quella degli 800m per intendersi. Trattasi in pratica di quello che si può ben definire un effetto ergogenico, questo avviene attraverso l’incremento del livello di bicarbonato ematico che si comporta come un tampone alcalino in riferimento ai metaboliti acidi che vengono prodotti all'interno di ogni singola cellula nel mentre che si effettua attività fisica/sportiva, l'acido lattico è senza dubbio l'esempio più comune che possiamo fare per meglio comprendere l'effetto di suddetta attività cellulare.

]]>
Come conservare i pneumatici di auto o moto Wed, 05 Dec 2012 09:40:38 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/258183.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/258183.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Capita che dopo il periodo estivo o invernale si effettui il cambio di pneumatico per la stagione che sopraggiunge. Solitamente su richiesta gommisti Bologna effettuano il deposito del treno di pneumatici senza che il cliente debba preoccuparsi di nulla. Chi però decide di smontare da solo il proprio treno di pneumatici o invernali o semplicemente vuole conservarli nel proprio garage o cantina senza lasciarli in deposito deve tener conto di alcune piccole accortezze per evitare di rovinare le gomme nei lunghi mesi di inutilizzo. Se infatti si decide di stoccare pneumatici che non sono montati sui cerchioni è opportuno affiancarli verticalmente e ruotarli di quarantacinque gradi almeno una volta al mese per evitare che si ovalizzino. Se invece si decide di stoccare un treno di gomme montate sui cerchi è meglio impilarli uno sull'altro. E' importantissimo tenere conto anche dell'età del pneumatico: tutti i costruttori consigliano infatti la sostituzione delle gomme dopo sei anni dal primo montaggio delle stesse indipendentemente dallo stato di consumo perché dopo questo arco temporale non sono più garantite prestazioni e sicurezza. Il pneumatico se sottoposto a uso gravoso, dopo un arco temporale così lungo, potrebbe scoppiare a causa del deterioramento dei suoi componenti. E' altresì fondamentale controllare l'umidità dell'ambiente dove si conservano i pneumatici perché se troppo elevata può causare un deterioramento precoce della gomma. Per altre informazioni: Bologna gomme.

]]>
Dilatazioni termiche nei processi di produzione Thu, 29 Nov 2012 14:50:12 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/metallurgia_e_siderurgia/257479.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/metallurgia_e_siderurgia/257479.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Quando si produce un manufatto la creazione può avvenire per fusione o per taglio del materiale originale. Nel secondo caso le macchine utensili moderne sono dotate di guide di scorrimento dotate di una precisione impareggiabile rispetto a quelle di solo qualche generazione precedente. Le guide per macchine utensili e la macchina utensile stessa inclusa la lama adibita al taglio hanno come obiettivo quello di effettuare ripetizioni nella meccanica produttiva il più possibile uguali l’una all’altra. Infatti dalla precisione della ripetizione del movimento sulla guida e dall’efficienza del taglio dipende la riduzione degli scarti delle tolleranze. In ambiti produttivi di precisione anche la temperatura ambientale e quella che si genera dall’attrito della lama con il materiale influisce sulla misura del taglio. Per questo motivo quando si creano manufatti di alta precisione le procedure di produzioni sono termocontrollate. La dilatazione termica del metallo può influire sull’uniformità del taglio come tutti i materiali che compongono la macchina utensile: anche le guide direzionali di altissima precisione se la temperatura subisce una variazione significativa possono direzionare in modo errato il manufatto che viene tagliato. Quando le tolleranze sono a livello micrometrico è quindi importante avere macchinari che garantiscano una stabilizzazione termica nel processo di creazione dell’oggetto.

]]>
Integratori per dimagrire: funzionano? Wed, 28 Nov 2012 18:01:55 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/257341.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/257341.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Se con la bella stagione ci rendiamo conto di non essere pronti per la prova “spiaggia” e non ci va proprio giù quella pancetta o fianchi troppo larghi è ora di iniziare attività fisica e di modellamento muscolare. Gli esperti hanno vari consigli inerenti al tipo di alimentazione da seguire per evitare l’accumularsi di grasso in eccesso.  Un elemento che spesso ci si dimentica di tenere in considerazione è il tipo di bevande che siamo soliti ingerire. Molte volte siamo soliti bere bevande ad alto contenuto di zucchero senza renderci conto che questo contribuisce all’aumento della massa grassa. Anche per quanto riguarda l’acqua sarebbe bene berne in quantità giuste necessarie all’idratazione ma soprattutto depurata e filtrata adeguatamente. Inoltre sempre per quanto riguarda l’alimentazione sarebbe meglio evitare cibi non biologici e assumerne solo di tipo naturale. Altro fattore nel piano alimentare è quello di ridurre al minimo il consumo di alcol. Infine può essere necessario prevedere come complemento al piano alimentare l’assunzione di integratori specifici. Infatti un integratore è determinante quando attraverso certi alimenti non si riescono ad assimilare le quantità giuste necessarie allo sviluppo del fisico. Gli integratori non sono sostitutivi ai pasti ma, come dice la parola stessa, devono completare la dieta. L’attività fisica da sola non basta per modellare il corpo; l’alimentazione il punto determinante. Senza il giusto “carburante” il nostro fisico non è in grado di svilupparsi adeguatamente.

]]>
Integratori per dimagrire: funzionano? Wed, 28 Nov 2012 18:01:53 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/257340.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/257340.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Se con la bella stagione ci rendiamo conto di non essere pronti per la prova “spiaggia” e non ci va proprio giù quella pancetta o fianchi troppo larghi è ora di iniziare attività fisica e di modellamento muscolare. Gli esperti hanno vari consigli inerenti al tipo di alimentazione da seguire per evitare l’accumularsi di grasso in eccesso.  Un elemento che spesso ci si dimentica di tenere in considerazione è il tipo di bevande che siamo soliti ingerire. Molte volte siamo soliti bere bevande ad alto contenuto di zucchero senza renderci conto che questo contribuisce all’aumento della massa grassa. Anche per quanto riguarda l’acqua sarebbe bene berne in quantità giuste necessarie all’idratazione ma soprattutto depurata e filtrata adeguatamente. Inoltre sempre per quanto riguarda l’alimentazione sarebbe meglio evitare cibi non biologici e assumerne solo di tipo naturale. Altro fattore nel piano alimentare è quello di ridurre al minimo il consumo di alcol. Infine può essere necessario prevedere come complemento al piano alimentare l’assunzione di integratori specifici. Infatti un integratore è determinante quando attraverso certi alimenti non si riescono ad assimilare le quantità giuste necessarie allo sviluppo del fisico. Gli integratori non sono sostitutivi ai pasti ma, come dice la parola stessa, devono completare la dieta. L’attività fisica da sola non basta per modellare il corpo; l’alimentazione il punto determinante. Senza il giusto “carburante” il nostro fisico non è in grado di svilupparsi adeguatamente.

]]>
Integratori alla creatina e prestazioni cerebrali Wed, 28 Nov 2012 15:09:28 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/257280.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/257280.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Nel capo del body building la creatina è uno degli integratori più utilizzati perché nei muscoli questa sostenza ha la funzione fondamentale di riserva per la sintesi dell’ATP (Adenosin Trifosfato), cioè una delle fonti energetiche principali dell’organismo umano. La creatina, per sua natura, aiuta tutte le fonti che richiedono un gran fabbisogno di energia.  Uno di questi organi è sicuramente il cervello. Uno studio ha mostrato che l’assunzione di creatina monoidrata orale contribuisce ad aumentare il livello di creatina nel cervello. Il quesito è se l’aumento di creatina a livello cerebrale aiuta le funzioni di questo organo che è considerato primario. Uno studio a “doppio cieco con controllo placebo” (cioè i ricercatori non sapevano chi sta assumendo effettivamente la creatina e chi assumeva un farmaco fasullo). I risultati sono stati essenzialmente che dopo un certo periodo coloro che hanno assunto creatina continuativamente sono riusciti ad eseguire un calcolo matematico molto più agevolmente rispetto a coloro che avevano assunto il farmaco placebo. Oltre a questo la creatina è conosciuta per riuscire a prevenire gli effetti dell’ Alzehimer e altri virus come l’herpes.

]]>
Cura del corpo e della linea d'estate come d'inverno Tue, 27 Nov 2012 14:57:32 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/256346.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/256346.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

E' sempre più vasto ed esteso l'esercito di persone che si dedicano costanza ed impegno invidiabili alla cura della propria forma fisica e quindi anche del proprio corpo. In questo particolare periodo dell'anno, con il rapido avanzare della stagione fredda si avverte in maniera ancor più intensa la necessità di porre attenzione a tutte quelle piccole e grandi tentazioni culinarie che posso far rapidamente svanire mesi interi di resistenza alle tentazioni e quindi di sacrifici più o meno impegnativi. E' da adesso in poi che si mette realmente alla prova la resistenza di tutti coloro che seguono una dieta impegnativa. Una delle principali tendenze del popolo italiano che a caratterizzato questo panorama in maniera profonda nel corso degli ultimi anni è senza dubbio un elevato consumo di prodotti alimentari funzionali. L'estate è un periodo in cui gli integratori alimentari incontrano maggiore consumo poiché supportano il conseguimento di molte diete ma è importante non dimenticarsi di questi validi strumenti di sostegno anche nel periodo invernale. Le vitamine, come ben noto ai più, sono un aspetto di primaria importanza che è bene fortificare nel trascorrere delle stagioni più rigide e ancora maggiore attenzione, correlato ad un adeguato consumo di integratori vitaminici di qualità, deve essere apportata nel caso in cui stiamo seguendo una dieta, processo che implica obbligatoriamente un consumo più ridotto di cibi rispetto al normale.

]]>
Produrre melatonina per combattere obesità e diabete Mon, 26 Nov 2012 15:05:04 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/256156.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/256156.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

E' abbastanza recente e soprattutto interessante la sperimentazione che l'Università di Granada ha portato a termine riguardo l'utilizzo di alcuni particolari ormoni la cui funzione è utile a contrastare certe patologie il più delle volte strettamente correlate all'alimentazione ovvero diabete ed obesità. Parlare di queste due malattie significa oggi fare esplicito riferimento a quelle che sono forse identificabili come le piaghe sociali che in grado di abbassare notevolmente la qualità di vita nel mondo occidentale da qui al prossimo futuro. L'elemento principale attraverso il quale sono state eseguite le sperimentazioni i riferimento è la melatonina. Si sono ottenuti risultati ad dir poco eccezionali sia riguardo casi di obesità sia per quel che concerne la metabolizzazione di colesterolo e degli zuccheri. Come ben noto, fino ad oggi la melatonina era utilizzata in prevalenza per contrastare i disturbi legati al sonno ed anche come protezione dell'apparato circolatorio. Si tratta di un elemento che non troviamo all'esterno ma viene prodotto dal nostro fisico, in riferimento a ciò sono stati fatti studi per determinare una alimentazione che promuova la produzione di melatonina e si è scoperto che semi di finocchio, ciliegie, girasole e senape possono dare molto in questi termini; da non sottovalutare poi la possibilità di usufruire di certi integratori, realizzati appositamente come comodo supporto ad una alimentazione che punta ad elevare la produzione di melatonina.

]]>
Eccesso di grassi in circolo: una guerra ancora aperta Mon, 26 Nov 2012 14:20:58 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/256146.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/256146.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Donne e uomini hanno un ben diverso grado di suscettibilità in relazione ai grassi presenti nel sangue. A confermarlo un recente studio scientifico che oltre ad aver ricordato che presentare livelli elevati di trigliceridi alti non è affatto cosa di poco conto, anzi trattasi proprio di uno tra i fattori primari per incorrere in gravi forme patologiche come l’ ictus; vi è anche una interessante differenza tra come i soggetti maschili e quelli femminili si comportano, in termini di risposta fisica e metabolica, in presenza di colesterolo alto. Certamente è oggi possibile, ed in moltissimi casi necessario, intervenire e tenere controllata la situazione attraverso espedienti medici e terapie specifiche ma, come per ogni altra problematica che può interessare il nostro corpo, resta sempre importante la prevenzione. Prevenire il problema dell'eccesso di grassi nel sangue è una pratica che nella vita moderna è messa a grave rischio dall'immenso numero di tentazioni a cui il commercio ci sottopone fin dalla più giovane età, anche il livello qualitativo dei prodotti alimentari è andata via via peggiorando aprendo strade sempre più ampie a zucchero e grassi di ogni sorta. Al contempo però è salito di parecchio il grado di attenzione alla dieta da parte della società moderna, più attenta, critica e a favore della produzione biologica. Altro aspetto importante è poi legato agli integratori che possono sostenere in maniera assolutamente comoda e funzionale precisi percorsi alimentari utili a ripristinare equilibro e salute fisica.

 

]]>
Lotta alle malattie rare: un grande aiuto arriva dagli integratori Fri, 23 Nov 2012 10:26:45 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/255847.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/255847.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Purtroppo ancora oggi non è possibile dare risposte chiare e precise sulla problematica delle malattie rare. In circa il 50% dei casi che è possibile riscontrare in data odierna non si è capaci di arrivare a completare una diagnosi soddisfacente e sono molteplici gli eventi che vedono il raggiungimento di una determinata terapia possibile da tentare quando ormai per il paziente è troppo tardi.   Per la stragrande maggioranza di queste forme patologiche i trattamenti oggi disponibili risultano del tutto insoddisfacenti, fortunatamente però la ricerca sta facendo enormi progressi, passi avanti che potrebbero nel giro di pochi anni fornire nuove vie da tentare per garantire la sopravvivenza ed assicurare una buona qualità di vita ai malati. Buona parte di questi studi si basano oggi sull'analisi e una particolare implementazione dei classici integratori nelle terapie disponibili. L'enorme successo di questi prodotti ha infatti interessato negli ultimi tempi il campo medico e scientifico che ne ha scoperto aspetti interessantissimi dal punto di vista terapico. Uno dei rari casi in cui un successo di mercato ha fatto da tramite per importanti scoperte ed approfondimenti in campi assai più vasti ed essenziali per la salute della società.

]]>
Abiti per dimagrire. Ma è davvero così facile? Fri, 23 Nov 2012 09:54:36 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/moda/255841.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/moda/255841.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Nel corso degli ultimi anni è stato possibile notare un intensificarsi a livello sociale delle attenzioni concernenti l'obiettivo al dimagrimento. Tra l'esplosione di veri e propri farmaci realizzati ad hoc, integratori e cibi funzionali, a rapidamente fatto capolino anche il vestiario. Utilizzando materiali e design innovativi è infatti oggi possibile avviare un percorso atto alla perdita di peso corporeo grazie anche al vestiario che decidiamo di indossare. Senza dubbio si tratta di una novità di eccezionale importanza, in grado di semplificare in maniera importante il raggiungimento del risultato che ci siamo prefissati, ma certo non è ancora possibile arrivare alla soluzione dei propri problemi di peso unicamente attraverso suddetto metodo. Resta sempre importante affiancare ad attività fisica e moto una particolare attenzione ai consumi alimentari da favorire e nella stragrande maggioranza dei casi, affidarsi ad un serio programma che comprenda un equilibrato utilizzo di integratori utili a mantenere in ottime condizioni l'apporto di nutrienti e vitamine nei confronti del nostro organismo e quindi restare in salute. Gli abiti per dimagrire possono essere un aiuto di primo piano negli anni a venire ma l'impegno personale e generalizzato riguardo lo stile di vita resta comunque la base per raggiungere risultati reali e duraturi. 

]]>
Problema doping: maggior rischio tra le fila degli amatoriali Wed, 21 Nov 2012 18:44:08 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/255604.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/255604.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Anche con il freddo sopraggiunto nel corso di queste ultime settimane, i veri sportivi continuano il proprio percorso senza timori ne remore, dimostrando una preparazione fisica di alto livello. Una dimostrazione lampante, anche se spesso meno in primo piano rispetto tanti altri sport, è data dai ciclisti che anche esposti a correnti gelide e sotto una pioggia battente, non demordono nell'affrontare percorsi estremamente impegnativi in grado di consumare rapidamente le energie dell'atleta. Ed è contro i “falsi eroi” di  questo panorama, che nel corso degli ultimi anni ha raccolto un interessante numero di nuovi “adepti”, che si rivolge l'ultima campagna contro l'antidoping. In realtà la campagna non è rivolta contro qualcuno, ma in difesa della salute degli atleti sia professionisti che amatoriali; anzi è proprio a riguardo di quest'ultimo settore che si rivolge con maggiore impegno la campagna. A differenza di quel che si potrebbe essere portati a pensare infatti, è più facile scoprire casi di doping nelle fila amatoriali piuttosto che in quelle professionali, l'incidenza è in effetti di 10 a 1 stando a quanto riportato da una recente indagine di settore. Senza dubbio non si è qui a fare la caccia alle streghe, non si intende certo denigrare un utilizzo serio e adeguato di integratori, quello a cui si punta è sostanzialmente una sensibilizzazione delle “possibili vittime” riguardo gli effetti nocivi (oltre che anti-sportivi) di sostanze per le quali spesso mancano i controlli fondamentali, in grado di mettere seriamente a rischio la salute.

]]>
Succo di frutta o integratore? I casi che debilitano un mercato di valore Wed, 21 Nov 2012 14:34:26 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/255547.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/255547.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Quel che ultime indagini rivelano a proposito di integratori alimentari è essenzialmente quanto segue: risulta assai più conveniente consumare un classico succo di frutta al 100% piuttosto che un integratore al mirtillo. E’ vero, l’esempio è sbagliato, si tratta in effetti di un caso specifico, di una singola linea di prodotti ma l’immagine che ne riceve il consumatore è il più delle volte quella appena sopra espressa. Una visione globale del mondo degli integratori che si opacizza all’istante, dopo i grandi e continui successi nel campo dell’alimentazione, delle interessanti scoperte che interessano sempre più la medicina, i tanti prodotti di ottima qualità presenti sul mercato. Serve oggi maggiore attenzione da parte degli organi che sono chiamati a tenere sotto osservazione costante e meticolosa l’intero comparto degli integratori. Casi come quelli riportati rischiano di annichilire non solo uno dei più straordinari e fiorenti mercati del momento ma soprattutto portano alla costruzioni di vere e proprie fobie verso una categoria di prodotti di buona qualità che, se ben utilizzati, possono migliorare di parecchio diversi aspetti salutistici della società moderna. Il problema di base, quello su cui è oggi necessario operare al meglio, è la scarsità regole che governano il settore, questo consente l’accesso da parte di marchi interessati unicamente a sfruttare l’ottimo momento di questo comparto attraversa. Nel frattempo che gli “addetti ai lavori” incrementano metodi e tipologie di controlli è importante che sia il consumatore a farsi attento e cauto, favorendo l’acquisto di integratori sicuri e di qualità certificata.

 

]]>
Rete e-commerce in Italia: il successo e il potenziale ancora irraggiungibile Mon, 19 Nov 2012 17:18:41 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/255000.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/255000.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

L’Italia presenta una crescita dell’e-commerce assolutamente straordinaria, negli ultimi dodici mesi è stato registrato un +16.4% relativo l’incremento delle vendite avvenute tramite il canale online. SI tratta di un traguardo importantissimo per l’attuale economia del paese e per comprendere al meglio quale strada seguire in futuro. E’ inoltre necessario tenere conto che questa crescita è comunque forzatamente contenuta dall’assoluta inadeguatezza della rete e quindi dalle molte difficoltà che si vanno a presentare durante gli acquisti oltre che in termini di sicurezza, assolutamente buona ma in parte compromessa da una gestione vetusta che mantiene gli utenti/acquirenti in uno stato di cautela perenne e quindi anche di freno per quel che concerne l’effettuazione di spese. Con una arretratezza di oltre tre anni rispetto i più prossimi vicini europei e delle web agency costantemente impegnate nella realizzazione siti web bologna di ottima qualità e rispondenti alle formule di servizio più innovative per il web marketing bologna, l’Italia si scopre oggi in uno stato di grande squilibrio dove molti privati ed aziende si trovano ad “affrontare un percorso aspro e tortuoso alla guida di un veicolo potente e veloce”, incapaci quindi di sfruttare appieno il potenziale del propria creatura senza incorrere in gravi pericoli e problematiche. Per maggiori informazioni: web designer bologna

 

]]>
Successo in Italia per la sostenibilità: l’eco-bio non teme crisi Mon, 19 Nov 2012 12:05:50 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/254910.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/254910.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti In seguito ad anni di impegno su argomenti relativi il riciclaggio, il recupero di materiali ed energia, così come la ricerca di nuovi metodi e strategie per rendere l’attività umana maggiormente sostenibile, l’Italia di oggi è pienamente in grado di affrontare il futuro in formato green come richiede l’Europa. I mezzi e le soluzioni per il grande balzo sono a disposizione e molti settori hanno già compiuto passi importantissimi che riportano grandi successi in termini sia ambientali che economici. Il classico “bastone tra le ruote” ha purtroppo modo di prender forma anche in questo ambito e si materializza nell’esacerbarsi della crisi economica che presenta ovviamente diversi livelli di gravità e di conseguenza differenti modalità di risposta e atteggiamento da parte della popolazione. A tale proposito quest’ultimo trimestre del 2012 non è certo tra i migliori poiché tende a svelare, quasi quotidianamente, dettagli della crisi economica che la rendono assai più profonda ed aggressiva di quanto i media ci riferiscono, un filtro che non pare funzionare gran ché e si va così ad inasprire la tendenza alla cautela da parte di acquirenti e consumatori che si trattengono su tutto, anche su elementi primari di sviluppo della green economy. E’ così che anche l’edilizia bio, certamente non in crisi come quella tradizionale, presenta un calo di vendite e la medesima reticenza si avverte su tanti altri comparti di genere. Fortunatamente però, stando almeno agli ultimi dati pervenuti dai relativi studi di settore, l’ambito green del commercio riesce a trattenere i suoi “seguaci” e la piccola perdita che si registra è comunque contenuta. A sostenere il carattere verde dell’Italia troviamo oggi in prima l’abitativo che riesce ancora ad adattarsi al mercato con maggiori interventi di riqualificazione. Per maggiori informazioni in merito alla nuova edilizia: costruzioni san giovanni in persiceto

 

]]>
Acciaio: per un mondo sostenibile, leggero, di forza e resistenza Mon, 19 Nov 2012 10:00:04 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/254877.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/254877.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Viviamo nell’era del digitale e del virtuale sia per quel che concerne la gestione della nostra vita così come per l’intero sistema produttivo, industriale e commerciale, ma allo stato pragmatico delle cose vi sono ancora le materie prime, seppur più innovative e tecnologiche, a sostenere il nostro quotidiano. L’acciaio ha rappresentato, fin dalla sua scoperta, la base per la costruzione di un mondo più sostenibile e leggero nella sua forza e resistenza. Ad oggi è possibile massimizzare quanto di meglio è possibile ottenere dall’acciaio non solo attraverso una elaborazione a puro del materiale ma anche attraverso metodi di recupero che consentono di usufruire a pieno delle sue potenzialità così oltre che donare una seconda vita del tutto funzionale all’industria e di grande supporto in riferimento alla condizione attuale dell’economia. In un momento così complesso per i mercati il recupero dell’acciaio, anche attraverso il canale RAEE, sta divenendo di importanza sempre maggiore per l’operatività di moltissime realtà industriali ed aziendali, dal settore dell’alta-tecnologia come per le ditte che si occupano di realizzare guide per macchine utensili e guide di scorrimento, produzione di primaria importanza per una vasta serie di comparti. La gamma di soluzioni per migliorare ulteriormente il riciclaggio dell’acciaio si vanno ad incrementare molto rapidamente puntando ad una ulteriore conferma sull’importanza di questo materiale anche per gli anni a venire.

]]>
Goodyear AMT: il pneumatico che non ha bisogno di essere gonfiato Fri, 16 Nov 2012 12:15:23 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/254683.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/254683.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Goodyear, famoso costruttore di pneumatici statunitense, ha presentato in prima mondiale la sua tecnologia AMT che permette di compensare le micro variazioni della pressione all’interno degli pneumatici. Ricerche hanno dimostrato che la maggioranza degli automobilisti non si preoccupa di controllare periodicamente la pressione delle gomme della propria autovettura, dettaglio che rimane importantissimo per la sicurezza di viaggio e l’impatto ambientale. Infatti anche un minimo calo della pressione degli pneumatici porta a un aumento dei consumi del carburante e a un surriscaldamento del battistrada con una conseguente usura precoce.  La tecnologia AMT di Goodyear consente di riportare allo stato ottimale leggeri cali di pressione senza l’intervento dell’automobilista che sono le cause maggiori del degrado delle gomme e dell’aumento delle emissioni di CO2. Secondo i dati forniti dalla stessa Goodyear l’uso della tecnologia AMT nel corso di un anno potrebbe portare a risparmiare 57 litri di carburante pari a 87 euro. Rimane sempre valido il consiglio di un controllo annuale dello stato dei pneumatici dai gommisti Bologna di fiducia per rilevare eventuali anomalie strutturali.

]]>
Oro: nuovo top di crescita previsto per il 2013, metalli industriali in caduta Fri, 09 Nov 2012 09:23:16 +0100 http://comunicati.net/comunicati/aziende/metallurgia_e_siderurgia/253623.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/metallurgia_e_siderurgia/253623.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

E’ ormai da parecchio tempo che l’oro continua la sua ascesa, un folto concorrere di fattori alimenta il fuoco che tiene in quota il relativo mercato e che di sovente incontra un nuovo top di crescita. Tra questi fattori troviamo senza dubbio la straordinaria incertezza che governa oggi l’economia in termini globali, i tassi di interesse particolarmente bassi, la situazione della EuroZona e la sua crisi riguardo il debito sovrano.  Tutto ciò, insieme all’incessante traino delle quotazioni alimentato dagli acquisti da parte di Cina ed India, prospetta una nuova rottura del record per il 2013 che con ogni probabilità giungerà alla quota 2000 dollari. Nell’ampio e variegato settore dei metalli i preziosi si presentano quali unici esempi di crescita, nel corso delle ultime settimane infatti sta riscuotendo notevole successo anche l’argento il quale era ormai assopito da diverso tempo, ora smosso da interessanti vibrazioni di mercato. Come detto, oltre questo sotto-settore di straordinaria importanza per gli investimenti e come bene di rifugio, i metalli soffrono; si svela in particolar modo complessa la situazione relativa i metalli dedicati all’industria. Rame, zinco e nickel sono certamente quelli maggiormente aggrediti dalla stagnazione dei consumi mentre l’acciaio, malgrado lo scivolone del settore auto e della siderurgia, resta saldo sulla realizzazione di strumenti di precisione, guide per macchine utensili e strutture per l’edilizia.

]]>
Europa e linee guida per l’industria green: primi segnali successi Thu, 25 Oct 2012 12:21:10 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/251518.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/ecologia/251518.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

A riferire di un netto miglioramento per quel che concerne la condizione ambientale in Europa, in riferimento allo sviluppo della nuova industria, sono gli ultimi dati di ricerca presentati in occasione della più recente conferenza internazionale sull’ambiente. Le linee guida emesse dall’Europa ormai più di un anno fa stanno dando i loro frutti. Non è assolutamente certo che sarà possibile raggiungere i target preposti entro le tempistiche prefissate ma senza dubbio svariati dettagli positivi stanno rapidamente emergendo e confermano che si sta seguendo il percorso giusto che punta a ripristinare l’equilibrio di rapporto perduto tra natura ed essere umano. Un sostegno enorme giunge senza dubbio dal successo dell’opera di recupero che ormai da diversi anni interessa una importante lista di settori e che, proprio grazie alla spinta ricevuta dalle condizioni dettate dall’EuroZona, hanno visto nel corso degli ultimi 12 mesi raggiungere risultati particolarmente interessanti. Due esempi lampanti di successo sono certamente quelli dei PFU e dei RAEE: i primi, attraverso una serie complessa di passaggi, stanno sempre più scoprendo una nuova vita grazie ad una industria della moda che utilizza il materiale di derivazione per nuove creazioni in campo di abbigliamento ed oggettistica, al medesimo tempo risulta così possibile colpire le ecomafie e rendere più sicure le tanto (e giustamente) temute discariche a cielo aperto di pneumatici fuori uso; il secondo esempio risulta invece essenziale per diversi settori come l’hi-tech, la produzione di auto e di strumenti di precisione per le industrie come ad esempio le guide per macchine utensili.

]]>
Evoluzione ed innovazione sulla rete: PA italiane chiamate all’adeguamento Thu, 25 Oct 2012 10:58:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/251503.html http://comunicati.net/comunicati/aziende/internet/251503.html Carlotta Tinti Carlotta Tinti

Dando un’occhiata ai film sci-fi di un non troppo lontano passato ci si rende immediatamente conto di quanto ci si aspettava dall’evoluzione della informatizzazione e dei cambiamenti che avrebbe apportato nel nostro vivere quotidiano. Se su taluni punti le aspettative sono state senza dubbio surclassate all’inverosimile, magari su particolari aspetti di cui non si poteva prevedere uno slancio evolutivo particolarmente straordinario, su altri si è rimasti sicuramente indietro. Purtroppo le PA rappresentano oggi il principale esempio relativo questo grado di arretratezza. Trattasi di una arretratezza che colpisce in prevalenza il sistema informatico e online delle PA che riescono solo in minima parte nell’usufruire dello straordinario potenziale messo a disposizione da questo enorme (ma ad alta fruibilità) sistema di interscambio e gestione di informazioni, servizi, dati e documenti. Risulta sotto molteplici punti di vista assurdo che la tecnologia della rete ci viene incontro su quasi la totalità degli aspetti della vita quotidiana, ma più l’aspetto o l’argomento si fa importante e quindi più ci si avvicina alle pubbliche amministrazioni, più le informazioni e la gestione si rende fumosa, inutilmente complessa, mal elaborata fino a stancare anche l’animo più combattivo e spingerlo ad abbandonare la comoda poltrona di casa per lanciarsi in interminabili file  a sportelli fisici sempre più ridotti, disinformati e spesso in perenne stato di ansia o sprofondati in una atavica forma di stanchezza. Visto l’enorme successo della rete le cose stanno però rapidamente cambiando, l’efficienza dell’online è ormai non più una alternativa ma il percorso obbligato per adeguare i servizi dedicati ai cittadini. Sono oggi all’opera molte web agency il cui compito è quello di adeguare la realizzazione siti web bologna nell’orizzonte destinato alle PA,  scopo principale è al momento sostenere l’aspetto informativo e contrastare l’interoperabilità che grava sui vari comparti amministrativi.

]]>