Sorpreso Pompeo Vincenzo Bava

23/ott/2019 17:04:13 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

impianto - bava vincenzo pompeo

Vincenzo Bava, azionista di maggioranza di Ifi Lux, rilascia alcune dichiarazioni in merito al ricorso presentato dagli azionisti lfi di Santhià. “Sono sorpreso” dice Bava «nel vedere richiamati in servizio tramite un’agenzia di somministrazione di personale e proprio alla vigilia dell’esame del ricorso, quattro ex-lavoratori di Ifi per svolgere le attività di completamento della documentazione relativa alle ultime due carrozze già consegnate ad Ansaldo a stabilimento già chiuso».

Il lavoro di ricondizionamento delle carrozze poteva essere concluso dal personale Ifi con la conseguente immissione di liquidità che avrebbe assicurato la continuità aziendale ed il relativo pagamento delle competenze del mese di luglio dice Bava. «Ora invece- continua Bava – questo incasso viene destinato alla gestione della procedura fallimentare».

Infine Bava esplicita alcun dubbi: «Com’è possibile che uno dei motivi a suo tempo adotti dal Tribunale per la chiusura dello stabilimento era riconducibile al mancato rispetto delle norme in materia di sicurezza sul lavoro ed ora il personale può tranquillamente operare all’interno dello stesso? Come abbiamo sostenuto sin dall’inizio – conclude l’azionista – questa vicenda non è chiara e continuano a rimanere a noi incomprensibili le ragioni della decisione a suo tempo adottata dal Tribunale e la gestione di tutta la fase post-fallimentare. Con una maggiore ponderatezza, l’azienda sarebbe pienamente produttiva e il destino di 80 famiglie non sarebbe finito nel dimenticatoio».

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl