SALERNO, TENTANO SCIPPO AD UNA DONNA E AGGREDISCONO CHI LA DIFENDE, MA FINISCONO IN OSPEDALE: ARRESTATI DUE MARROCCHINI

10/ott/2017 06.39.00 A.D.Time.News Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

SALERNO, TENTANO SCIPPO AD UNA DONNA E AGGREDISCONO CHI LA DIFENDE, MA FINISCONO IN OSPEDALE: ARRESTATI DUE MAROCCHINI.

 

SALERNO – Hanno tentato di rubare la borsa ad una ragazza che, con alcune amiche, si intratteneva davanti ad un bar. In aiuto delle giovani, però, sono giunte alcune persone e a quel punto i due uomini provenienti dal Marocco, hanno reagito, aggredendo chi si opponeva alla loro azione criminale, ma ad averne la peggio sono stati i due malviventi spediti in ospedale da due giovani e successivamente tratti in arresto.
E’ accaduto questo pomeriggio, intorno alle 14.00, nelle vicinanze di un bar in via Diaz, dove un’autopattuglia dei Carabinieri è giunta a seguito di una segnalazione anonima che riferiva di un’aggressione in atto ai danni di alcuni avventori del locale.Gli agenti si sono trovati al cospetto di due ragazzi che affrontavano due nordafricani, poi identificati in Araman Maloq, 39 anni, e Vacnide Ottebsi, di 36, entrambi irregolari sul territorio nazionale, i quali, per nulla intimoriti, con fare minaccioso, si scagliavano contro chiunque tentasse di allontanarli. 
Due donne, quarantenni, una al settimo mese di gravidanza, riferivano agli agenti che, mentre erano sedute sulla panchina all’ esterno del bar, erano state avvicinate dai due marocchini, i quali, dopo essersi visti negata una sigaretta, con mossa fulminea tentavano di sottrarre una borsa che una delle due poggiava sulle ginocchia. Solo l’immediata reazione della malcapitata, che opponeva una strenua resistenza, impediva il furto.
A quel punto intervenivano anche le due dipendenti del bar per impedire che gli immigrati compissero lo scippo ma i due iniziavano a sferrare calci e pugni contro i clienti e la vetrina del bar, oltre che a lanciare oggetti in direzione degli stessi e delle due donne, fortunatamente senza ulteriori conseguenze, ma tenendo comunque in scacco e senza alcun timore tutti i presenti anche impugnando un coltello, che uno dei marocchini estraeva. A mettere fine e bloccare i due malviventi prima dell'arrivo dei carabinieri e consegnarli a loro, due giovani salernitani, si tratta di S.L. 27 anni, e C.A. di 26, entrambi di Salerno residenti in zona, che nel passare in auto lungo il viale, e accorgendosi di ciò che stava accadendo, intervengono in soccorso delle malcapitate, in particolare S.L. é riuscito a togliere di mano il coltello ad uno dei malviventi gettandolo via, successivamente nasce una violenta colluttazione, dove a farne le spese questa volta, sono i due uomini di nazionalità Marocchina dove rimangono per terra immobilizzati fino all'arrivo dei Carabinieri che, dopo averli ammanettati, li conducevano in caserma, non prima però di averli fatti medicare al Pronto Soccorso per le contusioni riportate a seguito della colluttazione. Anche i due giovani avventori insieme alle dipendenti del bar si sono recati in ospedale dove i sanitari gli hanno riscontrato varie contusioni in diverse parti del corpo. A scopo precauzionale è stata condotta in ospedale anche la donna incinta vittima del tentato scippo, poi dimessa poco dopo. I due arrestati, dopo essere stati sottoposti ad accertamenti, sono stati condotti nel carcere della casa circondariale di Fuorni. Un vero è proprio atto di erosimo quello dimostrato dai due giovanni salernitani, che lasciano il posto tra gli applausi della gente.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl