Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Mon, 25 Jun 2018 04:24:33 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/1 MICHELE MANCIN [VELOCITÀ IN SALITA - CIVM]: COPPA PAOLINO TEODORI IN ARRIVO PER MANCIN Wed, 20 Jun 2018 09:24:02 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/483602.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/483602.html Michele Mancin - Ufficio Stampa Michele Mancin - Ufficio Stampa

Salve, in allegato ed in calce, siamo ad inviare comunicato stampa pre evento della partecipazione di Michele Mancin alla Cronoscalata Coppa Paolino Teodori, in programma per i prossimi 23 e 24 Giugno 2018.

A
lleghiamo inoltre un'immagine, di repertorio, di Mancin in azione nella precedente Cronoscalata Coppa Selva di Fasano 2018 (immagine a cura di VideoSport AM, si prega di citare la fonte).

Cordiali saluti.

Fabrizio Handel



​​

UFFICIO STAMPA
@ contact: ufficiostampa@michelemancin.it
web: www.michelemancin.it




COPPA PAOLINO TEODORI IN ARRIVO PER MANCIN

Il pilota di Rivà, in vista del quarto round del Campionato Italiano Velocità Montagna, confida nell'aiuto della dea bendata per ridurre il gap dalla vetta.

 

Rivà (Ro), 20 Giugno 2018 �“ Due giorni alla vigilia della Coppa Paolino Teodori, che quest'anno spegne la cinquantasettesima candelina e si conferma tra gli eventi con più storia nel panorama nazionale.

Poco più di quarantotto ore di attesa, durante le quali Michele Mancin sta studiando la propria strategia per allontanare la sfortuna, che lo ha colpito negli ultimi due atti del Campionato Italiano Velocità Montagna, a Verzegnis e Fasano.

Per il portacolori della scuderia polesana Mach 3 Sport il round numero quattro, del tricolore dedicato agli specialisti della velocità in salita, si preannuncia come chiave in ottica campionato.

Nella classifica provvisoria, della classe A1600, il pilota di Rivà figura saldamente al secondo posto, con un margine di quattordici lunghezze e mezzo da Guzzetta, terzo, mentre il leader provvisorio, Tinella, comanda le operazioni con un vantaggio di diciotto sul polesano.

Un ritardo importante, quello del pilota della Citroen Saxo curata da Assoclub Motorsport, che dovrà essere ridotto quanto prima possibile, già a partire dall'imminente salita di Ascoli Piceno.

I motivi per guardare al futuro con ottimismo sono anche dettati dalla generale di gruppo, dove il rivarese occupa la sesta piazza, a pochi punti di distacco dal podio assoluto.

 

“Dopo ben sei anni torniamo qui alla Coppa Paolino Teodori” �“ racconta Mancin �“ “ed è passato davvero tanto tempo. È un evento molto importante, lo è sempre stato ed il numero delle edizioni lo testimonia. Arriviamo da un periodo abbastanza nero, fatto di uno stop forzato a Verzegnis ed un podio amaro a Fasano. Il ritiro in Friuli è quello che ci ha penalizzato maggiormente, creando un divario con Tinella. Abbiamo diciotto punti da recuperare ed essendo le gare molto tirate, tra di noi, sarà dura rimontare. Attualmente siamo al secondo posto in campionato ma faremo di tutto per cercare di ridurre questo ritardo. Nonostante la vettura non abbia subito grosse migliorie, dall'ultima gara, abbiamo cercato di lavorare sui dettagli. A questi livelli fanno sicuramente la differenza.”

 

La Coppa Paolino Teodori 2018 sarà valida, oltre che per il tricolore assoluto, anche per il FIA European Hill Climb Championship e per il Trofeo Italiano Velocità Montagna, contribuendo ad arricchire il parco partenti ed elevando così il livello tecnico e sportivo della competizione.

L'appuntamento marchigiano si aprirà, come da tradizione, con la doppia sessione di prove del Sabato: la prima salita alle ore 9:30, la seconda alle 12:30; Domenica fuoco alle polveri alle 9:30 per il via di gara 1, seguita dalla seconda tornata alle ore 12:30.

 

“Il percorso della salita è molto bello” �“ sottolinea Mancin �“ “con un asfalto buono, ondulato in alcuni tratti. Sarà proprio il lavoro di affinamento del setup, durante le prove del Sabato, a rivelarsi fondamentale per il risultato finale. Il tratto finale è molto veloce ed insidioso. Se la sorte ci lascia in pace e ci fa concentrare sul nostro lavoro direi che possiamo puntare alla vittoria. Sarà un risultato quasi obbligato se vogliamo ricucire lo strappo creato da Tinella.”


]]>
Distorsione alla caviglia: scopri la lesione più comune Mon, 18 Jun 2018 14:51:17 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/483322.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/483322.html MLP Studio MLP Studio distorsione alla caviglia

La distorsione alla caviglia capita spesso agli sportivi e il suo trattamento non va sottovalutato

La distorsione alla caviglia è una delle lesioni più comuni tra i giovani atleti che praticano quei tipi di sport che richiedono salti o bruschi cambi di direzione. Tra questi sport possiamo citare calcio, tennis, pallavolo e rugby. La distorsione alla caviglia non causa particolari problemi nei pazienti che conducono una vita sedentaria, senza svolgere nessuna pratica sportiva. Nell'atleta però, soprattutto quello agonistico, l'infortunio causa un'interruzione dall'impegno agonistico e dagli allenamenti e se non adeguatamente trattato può causare altri problemi che possono costringere l'atleta a ritirarsi dal mondo sportivo. 

Distorsione alla caviglia: fisiopatologia e classificazione

CLa distorsione si distingue in due tipologie differenti: la distorsione laterale e quella mediale. Distorsione laterale: la caviglia effettua una rotazione interna (sollecitazione di varismo) e il piede presenta un'ulteriore rotazione verso l'interno (supinazione del piede). Questo tipo di distorsione alla caviglia ha un alto riscontro. Negli USA, per esempio, ogni giorno si calcolano quasi 10.000 distorsioni il cui 85% riconosce un meccanismo di inversione. Distorsione mediale: La caviglia effettua una rotazione esterna (vagismo), causando una pronazione del piede, ossia una rotazione verso l'esterno. Per capire i "gradi di gravità" della distorsione alla caviglia, occorre prima conoscere un poco di anatomia della caviglia. Il complesso legamentoso laterale della caviglia è costituito da tre elementi principali:

  1. Il legamento peroneo-astragalico anteriore (PAA)
  2. Il legamento peroneo-calcaneare (PC)
  3. Legamento peroneo-arstagalico posteriore (PAP)

Generalmente si verifica una lesione isolata nel PAA e solo nel 20% una lesione combinata del PC e del PAP. La distorsione alla caviglia ha tre gradi di intensità, lieve, moderato e severo. Vediamo nel dettaglio. I Grado: moderato. Si tratta di uno stiramento del PAA senza lesione macroscopica. Modesto gonfiore e una scarsa limitazione funzionale. II Grado: moderato. Nel grado moderato si presenta una parziale lesione macroscopica del legamento. Gonfiore, dolore, limitazione del movimento e instabilità sono moderati. III Grado: severo. La lesione legamentosa è completa. È accompagnata da gonfiore, impotenza funzionale assoluta, instabilità articolare ed emorragia.

Scopri i sintomi e il trattamento per la distorsione alla caviglia

 

FisiomediCal - Studio Fisioterapico Roma

]]>
Centro estivo 2018 nella magica atmosfera del Piccolo Circo dei Sogni Wed, 13 Jun 2018 18:08:15 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482833.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482833.html Maurizio Zanoni Maurizio Zanoni Dall’11 giugno al 27 luglio il tendone di Peschiera Borromeo (Milano) aprirà ai bambini e ragazzi per trascorrere un’estate all’insegna dell’arte circense e del divertimento, tra molteplici sport e tuffi in piscina

 

Al via il Circus Summer Camp al tendone stabile di Peschiera Borromeo. Il Piccolo Circo dei Sogni, nella sua veste estiva, è pronto per accogliere tutti coloro che vogliono divertirsi durante le vacanze scolastiche pur rimanendo in città. Il servizio, attivo da lunedì 11 giugno fino al 27 luglio, vuole essere un aiuto per quei genitori che non sanno dove lasciare i figli nei mesi estivi oppure vogliono creare loro un’opportunità di socializzazione e svago come alternativa ai soliti centri estivi. All’interno del circo diretto da Paride Orfei e Sneja Nedeva, saranno organizzate attività giornaliere per insegnare ai ragazzi dai 4 ai 18 anni l’arte circense. Nella fattispecie, la giornata sarà scandita da molteplici momenti ludici: dall’arrivo (ore 9.00 - 9.15) al pranzo (12.30) è prevista la scuola di circo, includendo il riscaldamento all’inizio e la merenda a metà mattinata. Nel primo pomeriggio sono proposte attività soft, come la visione di film o spettacoli, per far riprendere i ragazzi dall’allenamento mattutino; dalle 15 alle 17 si lascia libero spazio ai desideri di ciascuno, cercando di accontentare sia chi vuole proseguire con il potenziamento (stretching) sia chi vuole rilassarsi in piscina (il circo è provvisto di due piscine semirigide) oppure dedicarsi allo sport (basket, pallavolo, danza, calcetto, ping pong). Il Circus Summer Camp mette a disposizione un servizio pre-scuola dalle 8 alle 9 e un post-scuola dalle 17 alle 18. Si offre inoltre la possibilità di frequentare part-time o full-time, rispettivamente al costo di 70 e 110 euro a settimana, e di pranzare al sacco oppure pagare un supplemento per usufruire del servizio catering.

Per ulteriori informazioni contattare 3408073021 – 3316522892 (anche whatsapp)

 


]]>
Tesori sepolti, il mare e il suo museo nascosto Wed, 13 Jun 2018 17:21:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482823.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482823.html ictadmin ictadmin Stufette a carbone, mestoli, un cannone, le stive delle navi, strutture di gru… Partendo dal panfilo di Rothschild alla nave da carico di paraffina, un intero museo nascosto si cela sotto i mari della Liguria.

In quelle acque si possono contare più di un centinaio di relitti censiti ad oggi, entro i 130 m di profondità, almeno una sessantina ancora da visionare e studiare.

Si ipotizza siano almeno quattrocento i monumenti nascosti oltre i 400 metri di profondità. L’avventura delle avventure, il classico Eden per un sommozzatore: vivere l’incontro con Marcella, un’antica corvetta antisommergibile UJ2210 affondata nel 44 davanti a Deiva Marina a 65 metri. La particolarità di questo relitto è la sua posizione verticale, tanto da dare l’impressione che stia navigando verso il cielo.

Tutti gli amanti di questo tipo di avventure hanno un nemico/alleato: i pescatori, normalmente sono loro a dare, dopo molte insistenze, le informazioni sull’esatta posizione dei relitti e i loro tesori, ma spesso, con le loro reti incagliate nelle strutture, costituiscono un pericolo grandissimo per tutte le esplorazioni subacquee. Ecco perché, se non ci accontentiamo di vivere l’avventura di visitare un relitto tramite qualche film o documentario, durante qualche festival specializzato o sul nostro comodo divano di casa, è sempre consigliabile immergersi con istruttori o guide esperte che conoscano bene l’ambiente che andiamo ad esplorare.

La Liguria per il nostro Paese è un vero Bengodi parlando di relitti esplorabili: a Capo Mele, circa a 90 metri troviamo il Ravenna, una nave passeggeri della prima guerra mondiale, adibita al trasporto militare, ancora.

Sempre in quelle acque è sepolto l’Umberto I, un transatlantico di lusso adattato ad incrociatore sempre durante la grande guerra, si possono ancora vedere sala macchine e caldaie; il Città di Sassari invece è particolarissimo perché circondato dal carbone della caldaia e che con l’affondamento si è disperso in mare tutto intorno al relitto ed ora diventato pietra, sedimenti molto particolari che oggi costituiscono un autentico spettacolo.

Un altro relitto illustre è ovviamente il Transilvania, mai esplorato, a 300 metri di profondità, durante il suo affondamento morirono 311 uomini.

Si potrebbe continuare questo elenco ancora a lungo, tantissimi sono i relitti sotto le nostre acque che, con il loro carico di tesori e storia sepolti, attraggono studiosi e appassionati alimentando anche i documentari cinematografici per appassionati di mare e avventura, i festival specializzati con la missione di raccontarci avventura e mare come l’Ocean Film Festival Italia, traggono a piene mani da questi reliquiari mai dimenticati sotto le nostre acque.

]]>
MICHELE MANCIN [VELOCITÀ IN SALITA - CIVM]: A FASANO MANCIN È TERZO MA CON RIMPIANTO Wed, 13 Jun 2018 12:34:46 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482848.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482848.html Michele Mancin - Ufficio Stampa Michele Mancin - Ufficio Stampa

Salve, in allegato ed in calce, siamo ad inviare comunicato stampa post evento della partecipazione di Michele Mancin alla Cronoscalata Coppa Selva di Fasano, disputata nei giorni 9 e 10 Giugno 2018.

A
lleghiamo inoltre un'immagine di Mancin in azione (immagine a cura di ACI Sport, si prega di citare la fonte).

Cordiali saluti.

Fabrizio Handel



​​

UFFICIO STAMPA
@ contact: ufficiostampa@michelemancin.it
web: www.michelemancin.it




A FASANO MANCIN È TERZO MA CON RIMPIANTO

Il pilota di Rivà, nel terzo atto del CIVM, vive un weekend costellato da problemi tecnici,  riuscendo comunque a salire sul gradino più basso del podio.

 

Rivà (Ro), 13 Giugno 2018 �“ Se la Verzegnis era un ricordo da cancellare in fretta di certo Michele Mancin non si aspettava che la sessantunesima edizione della Coppa Selva di Fasano, tenutasi in provincia di Brindisi tra Sabato e Domenica, gli avrebbe riservato un destino, per certi versi, anche peggiore.

Sebbene la classifica finale veda il portacolori della scuderia Mach 3 Sport salire sul terzo gradino del podio, in classe A1600 ed in gruppo A, il fine settimana vissuto dal polesano in terra pugliese è stato un autentico calvario, iniziato ancor prima di prendere la via verso Fasano.

 

“Avevamo programmato la partenza per Mercoledì mattina” �“ racconta Mancin �“ “ma ci siamo trovati, causa un ritardo nella consegna, a sostituire l'alternatore rotto a Verzegnis il Martedì. Sembrava tutto risolto ma, provando la vettura nel pomeriggio, abbiamo sentito che qualcosa non funzionava a dovere a livello di motore. Certi che fosse un problema rapidamente risolvibile siamo partiti verso la Puglia con tanto, forse troppo, ottimismo.”

 

Una volta raggiunta Fasano per il pilota di Rivà inizia un vero e proprio calvario, già a partire dal Giovedì mattina quando la Citroen Saxo inizia a dare seri problemi.

 

“Giovedì mattina abbiamo provato la Saxo” �“ sottolinea Mancin �“ “e più andavamo avanti e peggiori risultati avevamo. Con Daniele sul campo e con Manuel, di Assoclub Motorsport, che ci seguiva a distanza via telefono, abbiamo così dato il via ad una ricerca, senza sosta, per capire quale fosse la fonte del problema. Abbiamo provato a sostituire di tutto, dalle candele alla bobina, sino al potenziometro della farfalla. Senza arrenderci all'evidenza siamo giunti al cuore del problema solo Venerdì mattina, dopo un Giovedì di fuoco terminato a tarda notte. In pratica dello sporco presente nel serbatoio benzina, tra l'altro nuovo, che probabilmente derivava da residui di lavorazione aveva imbrattato gli iniettori ed il filtro benzina. Grazie alla professionalità e disponibilità di alcune strutture locali abbiamo pulito il tutto e ci siamo presentati al via delle prove ufficiali, seppur non avessimo studiato a fondo il tracciato.”

 

Un avvio alquanto faticoso non permetteva a Mancin di trovare la giusta quadratura, durante la sessione di prove ufficiali, partendo per la gara con un setup troppo rigido.

Con Guzzetta e Tinella in stato di forma per il pilota della trazione anteriore di casa Citroen non c'è stato nulla da fare, se non cercare di limitare i danni e rimandare la sfida a fine Giugno.

 

“Nella sfortuna abbiamo comunque conosciuto tante persone dal cuore d'oro” �“ conclude Mancin �“ “che si sono fatte in quattro per aiutarci, nonostante fossimo estranei per loro. Dal lato sportivo non siamo soddisfatti del terzo posto ma ci dobbiamo accontentare. La scelta dell'assetto si è rivelata sbagliata. Eravamo troppo duri e guidavamo già al limite. Osare di più poteva farci rischiare anche di peggio. Pazienza, vedremo di rifarci alla Paolino Teodori.”


_______________________

RISPETTO DELLA PRIVACY
Informazioni strettamente riservate.
Nella presente e-mail sono contenute informazioni di carattere sportivo inviate ad uso esclusivo del destinatario. L'utilizzo e la divulgazione dei testi e delle immagini in allegato, è consentito limitatamente alle finalità per le quali questa comunicazione è stata realizzata. In particolare, si precisa che le immagini potranno essere utilizzate solo a corredo del relativo testo e non per altri scopi. Qualora l'e-mail sia stata ricevuta per errore ci scusiamo per l'inconveniente pregandovi di cancellarla unitamente ai suoi allegati e di informarci in merito all'indirizzo ufficiostampa@michelemancin.it grazie.

]]>
ANDREA CASAROTTO [RALLY - IRC]: IL PODIO AL TARO NON SODDISFA CASAROTTO Tue, 12 Jun 2018 14:16:27 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482671.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482671.html Andrea Casarotto - Ufficio Stampa Andrea Casarotto - Ufficio Stampa
Salve, con la presente siamo ad inviare comunicato stampa post evento della partecipazione di Andrea Casarotto al Rally Internazionale del Taro, disputato nei giorni 9 e 10 Giugno 2018.
 
Alleghiamo inoltre immagine di Andrea Casarotto in azione (immagine a cura di Actualfoto - Mario Leonelli, si prega di citare la fonte).
 
Cordiali saluti.

Fabrizio Handel

-----------------------------------------------------------------------
ANDREA CASAROTTO - Ufficio Stampa
@ contact: ufficiostampa@andreacasarotto.com
Web: www.andreacasarotto.com
Facebook: facebook.com/casarottoandrea
Twitter: twitter.com/casarottoandrea
YouTube: youtube.com/casarottoandrea



IL PODIO AL TARO NON SODDISFA CASAROTTO

 

Il pilota vicentino archivia il secondo round dell'International Rally Cup con un opaco terzo posto di classe, lontano dalla vetta, che mette in discussione il programma.

 

Vicenza, 12 Giugno 2018 �“ Il Rally Internazionale del Taro, disputato nel recente weekend nel parmense, poteva essere la gara del rilancio per Andrea Casarotto ma, purtroppo, così non è stato e, nonostante il terzo posto in classe R3C, il pilota vicentino si trova a fare i conti con sé stesso.

La classifica finale che lo vede salire sul gradino più basso del podio, ottenuto assieme a Luca Guglielmetti, nasconde apparentemente una delusione che, in realtà si rivela cocente.

Il portacolori della scuderia Movisport, alla guida di una rivitalizzata Renault Clio R3 targata Gima Autosport, si aspettava molto di più dalla propria prestazione personale.

Il distacco, pari a quasi sei minuti, dal vincitore e compagno di team Tosi rende chiara la situazione con un Casarotto, sconsolato, che valuterà nei prossimi giorni il proprio futuro.

 

“È tutto perfetto, tranne me” �“ racconta Casarotto �“ “e mi dispiace molto per tutti coloro che mi han dato fiducia per un programma così importante come l'International Rally Cup. Il team Gima Autosport mi ha messo a disposizione una Clio veramente al top, nuovissima. La avevano ultimata durante la settimana. Un gioiellino. In campo gara hanno lavorato a meraviglia, come al solito del resto. Purtroppo sono io che non sono al massimo della forma. Non riesco a ritrovare il passo che avevo l'anno scorso. Certo il livello qui è molto più alto della Coppa Italia e le mie ambizioni non erano quelle di stare davanti a piedoni come Tosi e Asnaghi. Speravo almeno di poter stare vicino a loro. Una gara da dimenticare. Tanta, troppa delusione e frustrazione. Decideremo in questi giorni, assieme a Movisport e Gima Autosport, cosa fare. Se continuare nel campionato oppure se dirottare le nostre risorse altrove.”

 

Il primo passaggio sulla “Montevacà”, prova di apertura del Taro in versione 2018, confermava il buio che accompagna Casarotto in questo periodo: già oltre mezzo minuto il passivo incassato da Asnaghi ed il treno di testa che se ne andava.

Sulla successiva “Bardi” la musica non cambiava con l'alfiere di Movisport che continuava a viaggiare nelle retrovie, prima del tempo imposto attribuitogli causa l'uscita di strada di Asnaghi.

 

“Il Sabato è stato un disastro” �“ aggiunge Casarotto �“ “perchè siamo sempre stati distanti dai primi, prendendo delle autentiche bastonate. Non riuscivo a guidare come volevo, commettevo errori e non la facevo scorrere. Sull'ultima di giornata abbiamo provato a spingere di più, con il nostro intermedio che ci gratificava, ma appena abbiamo visto la vettura di Asnaghi capottata ci siamo fermati subito per vedere come stavano. Per fortuna non si sono fatti nulla.”

 

Quasi due i minuti di ritardo per Casarotto, al termine della prima frazione, che si presentava all'uscita del riordino notturno speranzoso di poter invertire la rotta di una giornata nera.

Un grosso rischio, sul primo giro sulla “Folta”, unito alla foratura di Saccheggiani consigliavano al vicentino di tirare i remi in barca e di gestire una terza, amara, posizione.

 

“Una stagione zoppicante” �“ conclude Casarotto �“ “e ringrazio di cuore Movisport, Gima Autosport e tutti i partners che mi stanno sostenendo, nonostante il periodo sia negativo.”

 
-----------------------------------------------------------------------
 
RISPETTO DELLA PRIVACY
Informazioni strettamente riservate.
Nella presente e-mail sono contenute informazioni di carattere sportivo inviate ad uso esclusivo del destinatario. L'utilizzo e la divulgazione dei testi e delle immagini in allegato, è consentito limitatamente alle finalità per le quali questa comunicazione è stata realizzata. In particolare, si precisa che le immagini potranno essere utilizzate solo a corredo del relativo testo e non per altri scopi. Qualora l'e-mail sia stata ricevuta per errore ci scusiamo per l'inconveniente pregandovi di cancellarla unitamente ai suoi allegati e di informarci in merito all'indirizzo ufficiostampa@andreacasarotto.com, grazie.

]]>
EROS FINOTTI [RALLY - IRC]: TARO TRAVAGLIATO MA CON IL SORRISO PER FINOTTI Tue, 12 Jun 2018 13:40:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482661.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482661.html Eros Finotti - Ufficio Stampa Eros Finotti - Ufficio Stampa

Salve, in allegato ed in calce siamo ad inviare comunicato post evento della partecipazione di Eros Finotti al Rally Internazionale del Taro, disputato nei giorni 9 e 10 Giugno 2018.

 

Alleghiamo inoltre un'immagine di Finotti in azione (immagine a cura di Actualfoto - Mario Leonelli, si prega di citare la fonte).

Cordiali saluti.

Fabrizio Handel





UFFICIO STAMPA
@ contact: ufficiostampa@erosfinotti.it
web: www.erosfinotti.it




TARO TRAVAGLIATO MA CON IL SORRISO PER FINOTTI

 

Il pilota di Taglio di Po, nonostante problemi di recupero fisico e qualche noia meccanica, vede positivo al termine del secondo atto dell'International Rally Cup.

 

Taglio di Po (Ro), 12 Giugno 2018 �“ Era chiaro sin dalla vigilia che il Rally Internazionale del Taro, secondo appuntamento dell'International Rally Cup 2018 tenutosi nel parmense nel recente weekend, non sarebbe stato una passeggiata per Eros Finotti e la classifica lo ha confermato.

Il pilota di Taglio di Po, tornato alla guida della Peugeot 106 Rallye del team Baldon Rally, dopo una riabilitazione alla spalla durata quattro settimane, ha faticato e non poco a riprendere affiatamento con il volante.

Solo la grinta e la tenacia, proprie del polesano, hanno fatto sì che il duro lavoro svolto con il fisioterapista gli abbia consentito di scendere dalla pedana di partenza Sabato scorso.

Il settimo posto nella classe N2, sesto tra gli iscritti alla serie IRC, colto assieme al fido navigatore Nicola Doria, va quindi interpretato nella giusta ottica, valutando la lunghezza e la durezza di un percorso di gara che prevedeva prove da oltre venti chilometri di sviluppo.

Se a questo aggiungiamo l'arrivo di altri, agguerriti, avversari tra le piccoline del produzione si delinea rapidamente quanto il piazzamento finale sia da considerarsi comunque già positivo, in particolar modo per l'aver raggiunto il traguardo finale, nonostante alcune noie di natura meccanica.

 

“Sinceramente non credevo nemmeno che ci saremmo riusciti” �“ racconta Finotti �“ “perchè, dopo la botta del Lirenas, i ragazzi di Baldon Rally hanno fatto i salti mortali per ricostruire la vettura in tempo utile per il Taro. Li ringrazio di cuore perchè so quanto la abbiamo strapazzata nella prima uscita nell'International Rally Cup. Dal canto nostro, specialmente dal mio, sapevamo bene quanto sarebbe stata dura riprendere la 106 in mano e, ad essere onesti, non pensavo ci volesse così tanto. Ce ne rendevamo conto man mano che andavamo avanti, di prova in prova. Non abbiamo mai cercato di spingere oltre al limite. Guardandomi allo specchio posso dire di essere molto soddisfatto visto che ho retto, sino alla fine, su speciali di un certo livello. Con prove di oltre venti chilometri di lunghezza già arrivare sulla pedana di arrivo è stata una vittoria, se vogliamo essere onesti del tutto.”

 

Al termine della prima giornata di gara, che contava due passaggi sulla lunga “Montevacà” ed uno soltanto sulla “Bardi”, l'equipaggio tagliolese clodiense navigava ai margini della classifica provvisoria, con un ritardo di quasi tre minuti.

Con un passivo così pesante Finotti affrontava la seconda frazione con l'unico intento, come dichiarato alla vigilia, di raggiungere il traguardo di una delle gare più difficili della sua carriera.

 

“Abbiamo avuto seri problemi al cambio e di setup” �“ sottolinea Finotti �“ “ma i ragazzi di Baldon Rally ci hanno messo il cuore per risolverli. Grandi davvero. Grazie alla Scuderia San Michele, ottima organizzazione, e grazie all'amico e navigatore Nicola. Siamo delusi del risultato finale, ovviamente, ma non potevamo pretendere, visto l'alzarsi del livello. Casentino? Speriamo.


________________________


RISPETTO DELLA PRIVACY
Informazioni strettamente riservate.
Nella presente e-mail sono contenute informazioni di carattere sportivo inviate ad uso esclusivo del destinatario. L'utilizzo e la divulgazione dei testi e delle immagini in allegato, è consentito limitatamente alle finalità per le quali questa comunicazione è stata realizzata. In particolare, si precisa che le immagini potranno essere utilizzate solo a corredo del relativo testo e non per altri scopi. Qualora l'e-mail sia stata ricevuta per errore ci scusiamo per l'inconveniente pregandovi di cancellarla unitamente ai suoi allegati e di informarci in merito all'indirizzo ufficiostampa@erosfinotti.it grazie.
]]>
Nike Magista Femme Trainers Tue, 12 Jun 2018 09:37:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482559.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482559.html yvoewis360 yvoewis360 Ce supérieur spécifique doit être là pour aider à garder les 12 pouces propres pour ne pas mentionner aride. Chaussure De Basketball Nike Outlet La variation la plus récente sur le "Think Pink" Nike Hyperdunk a pris les systèmes ultra-modernes et progressifs liés à Flywire pour ne pas mentionner les plus grands. Ce plus grand Flywire actuel moules dans les 12 pouces au cours d'un moyen beaucoup plus précieux et rend possible pour les 12 pouces réels de transférer à partir de celui-ci. Le Flywire ultra-moderne pourrait être léger et encore plus relaxant. En outre, il fournira une constance fiable. Pratiquement tout ce que vous pouvez dans certains cas rassembler au sein d'un supérieur pourrait être à l'Hyperdunk 2011.

Le but réel sur les joueurs en ligne a en outre modifié supplémentaire en opposition à skateboard par rapport au tennis pour ne pas mentionner Nike rose dans les désirs sur les joueurs en ligne d'ajouter les formateurs de Nike spécialement créés pour le skate boarding. Des variations majeures étaient en cours, qui est conçu pour se conformer à la réelle Nike Dunks vers les besoins de planche à roulettes. Nike Air Max Outlet Femme Trainers Presque tout le monde peut essayer de se souvenir des tennis à semelles en caoutchouc qui étaient habituellement utilisés pendant la formation d'EP dans presque tous les établissements d'enseignement des pays européens. Le simple fait de lire était facile à obtenir dans n'importe quelle combinaison de couleurs qu'un individu aimait lire tant qu'il avait été de couleur sombre et blanc vif.

NIKE produit en outre une robe Cole Haan sans oublier les baskets décontractées, et même des tenues de sport sans oublier les machines. De plus, NIKE élabore des chaussures NIKETOWN, sans parler des magasins d'articles de sport, des magasins NIKE, sans oublier les magasins NIKE Wives. NIKE produit il a la marchandise à travers le TOUT des États-Unis pour ne pas mentionner pendant plus de cent quatre-vingt places alternatives. Au cours de 2006, le vétéran de NIKE Tag Parker est devenu populaire Cost Perez voyant que nous président de ne pas mentionner TOP DOG. Nike Magista Femme Trainers Ce niveau de détail ne va pas économiser de l'argent la prochaine fois que vous avez besoin de sortir et d'acheter des chaussures de course, mais il va également essayer de garder une base de performance relaxante sans parler de la performance prévue pour plus longtemps.

Les chaussures réelles peuvent être utilisées, peu importe si le premier est appelé habillé simplement parce qu'ils se composent de différents styles. Chaussures Nike Performance Femme Destockage Cela a été en outre le meilleur mois qui habituellement Nike Inc. pensait que nous utiliserions la certification de la personne populaire prêt pour son modèle pour ne pas mentionner destiné aux entraîneurs Nike, un facteur que l'agence pourrait aider à faire connaître maintenant Nike est appelé aa Traiter prêt pour ses mentions de célébrités seront remarquables sans parler des plus hautes annonces de qualité alors qu'il est parfait pour eux les entraîneurs les mieux notés pour ne pas mentionner les tenues d'événements sportifs.

]]>
I migliori bookmakers stranieri Sat, 09 Jun 2018 19:39:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482317.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482317.html choku choku Quante volte ti sei detto che ti piacerebbe aprire un account di gioco ed iniziare a scommettere online sui tuoi eventi sportivi preferiti, ma per un motivo o l’altro hai sempre rinunciato? Da adesso non hai più scuse! Il sito bookmakerstranierionline.com ha creato per te l’elenco dei bookmakers più affidabili con i quali potrai tranquillamente creare il tuo account e divertirti scommettendo sin da subito. L’elenco di questi bookmakers include unicamente quelle piattaforme la cui serietà nei pagamenti è nota, e che offrono al tempo stesso una moltitudine di possibilità differenti di giocata agli utenti. Per questo è molto importante stare attenti quando si sceglie un bookmaker, ed è bene fidarsi solo di quelli presenti in questo elenco che a tutti gli effetti presenta i migliori bookmakers stranieri.

All’interno del sito troverete inoltre approfondimenti circa i vari tipi di bonus offerti dai vari bookmakers e le condizioni di gioco, potrete così farvi un’idea completa e scegliere con chi aprire il vostro nuovo account di gioco. Non vi resta allora che iniziare da subito a divertirvi scommettendo, e grazie ai consigli di bookmakerstranierionline.com potrete farlo in tutta sicurezza. Tra le possibilità di gioco più apprezzate dagli scommettitori ce n’è una che dà il brivido e ti consigliamo di provare subito, ovvero la possibilità di scommettere dal vivo. Mentre un evento è in corso infatti, ti sarà possibile piazzare la tua scommessa live lasciandoti guidare dall’istinto, cercando in ogni momento di sfruttare le quote migliori, le quali si aggiorneranno continuamente proprio in base all’andamento dello stesso.  Decidi qual è il bookmaker che fa per te quindi, e comincia da subito a vincere divertendoti, a prescindere dallo sport da te preferito e dagli eventi sui quali sei solitamente abituato a piazzare le tue giocate.

]]>
La piattaforma di Betrally Sat, 09 Jun 2018 09:31:43 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482306.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482306.html choku choku

Betrally è considerata una delle piattaforme più importanti nel settore delle scommesse sportive, grazie alle tante possibilità che offre ai suoi utenti. Questo famoso bookmaker online offre infatti agli utenti la possibilità di scommettere su tantissimi eventi sportivi (andando a soddisfare ogni tipo di giocatore) quali ad esempio il calcio, formula 1, moto Gp, tennis, boxe e tanto altro ancora, con le quote più allettanti del mercato. Ecco perché gli utenti apprezzano così tanto la piattaforma Betrally, ma questo è solo l'inizio. Betrally offre infatti i bonus più desiderati ed apprezzati dai giocatori, quelli in grado di raddoppiare la giocata iniziale e moltiplicare qualsiasi vincita. Meritano un capitolo a parte i giochi da casinò: Betrally consente infatti a tutti gli appassionati del settore di potersi divertire come se fossero realmente al tavolo verde, facendo i più famosi giochi di casinò e sfidando gli altri giocatori.

Veramente una piattaforma unica quindi, che consente ad ogni tipo di giocatore di poter trovare le possibilità di scommessa che preferisce. Sport o casinò poco importa, Betrally consente a tutti di poter provare quel brivido che si prova quando si realizza di aver appena vinto e di essersi portati a casa una cifra importante. Questa è la sensazione che gli amanti delle scommesse cercano nel gioco online e Betrally dà loro proprio questo, ecco il motivo per il quale è la piattaforma preferita da migliaia di giocatori in tutto il mondo.

]]>
MICHELE MANCIN [VELOCITÀ IN SALITA - CIVM]: MANCIN APPRODA IN PUGLIA PER LA SELVA DI FASANO Thu, 07 Jun 2018 12:04:24 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482136.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/482136.html Michele Mancin - Ufficio Stampa Michele Mancin - Ufficio Stampa

Salve, in allegato ed in calce, siamo ad inviare comunicato stampa pre evento della partecipazione di Michele Mancin alla Cronoscalata Coppa Selva di Fasano, in programma per i prossimi 9 e 10 Giugno 2018.

A
lleghiamo inoltre un'immagine, di repertorio, di Mancin in azione nella precedente Cronoscalata Verzegnis - Sella Chianzutan 2018 (immagine a cura di ACI Sport, si prega di citare la fonte).

Cordiali saluti.

Fabrizio Handel



​​

UFFICIO STAMPA
@ contact: ufficiostampa@michelemancin.it
web: www.michelemancin.it




MANCIN APPRODA IN PUGLIA PER LA SELVA DI FASANO

Il pilota di Rivà, digerito il boccone amaro della Verzegnis, si rimette in caccia nel terzo round del Campionato Italiano Velocità Montagna.

 

Rivà (Ro), 07 Giugno 2018 �“ La Verzegnis è ormai un lontano ricordo, seppur sia trascorsa solamente una settimana, ma per Michele Mancin non è più tempo di recriminare sulla sfortuna passata: è in arrivo la sessantunesima edizione della Coppa Selva di Fasano.

Il terzo atto del Campionato Italiano Velocità Montagna, in programma per questo weekend in provincia di Brindisi, è atteso come prima chance di riscatto per il portacolori della scuderia Mach 3 Sport.

Il pilota di Rivà, come di consueto alla guida della Citroen Saxo gruppo A, curata da Assoclub Motorsport, avrà già la possibilità di riconquistare la vetta di campionato, detenuta attualmente da Rino Tinella.

L'avversario numero uno del polesano, che nell'occasione potrà far valere il fattore campo, è  al comando della provvisoria con 37,50, un margine di quindici lunghezze.

 

“Sono passati ben sei anni dall'ultima volta che siamo stati della partita a Fasano” �“ racconta Mancin �“ “ed erano i primi anni che correvamo con la Saxo. Ricordo, di quel 2012, una dura lotta di classe con il locale Volini ma, alla fine, ne uscimmo vincitori. Quest'anno, dopo il ritiro della Verzegnis della scorsa settimana, avremo a che fare con un altro locale, il buon Rino Tinella, che, tra l'altro, è il nostro rivale diretto nel campionato. La sfida è certamente molto stimolante, detto questo, e confidiamo di poter avere, come unico arbitro, solamente il cronometro.”

 

Prima, lunga, trasferta per Mancin che coincide con la prima tappa meridionale per la serie dedicata agli specialisti della velocità in montagna.

La classica brindisina, organizzata da Egnathia Corse, aprirà i battenti Sabato prossimo, 9 Giugno, con la giornata dedicata alle due salite di ricognizione, a partire dalle 9:30.

La Domenica, alle 9, scatterà gara 1, alla quale seguirà la seconda tornata, prevista per le 13.

Confermato anche il percorso, di 5,6 chilometri, che alterna tratti altamente tecnici e scorrevoli ad altri molto guidati.

 

“Il tracciato che costituisce la Coppa Selva di Fasano mi è sempre piaciuto molto” �“ sottolinea Mancin �“ “perchè è molto veloce ed altrettanto scorrevole, già a partire dal primo tratto, particolarmente scivoloso, che porta all'unica grande staccata, per una inversione a destra, che risulta essere abbastanza atipica per le salite. Dopo il problemi avuti alla Verzegnis abbiamo lavorato duro questa settimana, assieme ai ragazzi di Assoclub Motorsport, perchè siamo consapevoli di quanto sia fondamentale raccogliere buoni punti, ad ogni evento, se vogliamo essere competitivi per il nostro obiettivo di stagione. Non vediamo l'ora di iniziare questa terza sfida con Tinella. Abbiamo cercato, in questi giorni, di non lasciare nulla al caso perchè vogliamo sfruttare ogni centimetro, anzi millimetro, di questa salita. Il contesto poi, con i caratteristici trulli a farti da contorno, è davvero molto emozionante da vivere.”


_______________________

RISPETTO DELLA PRIVACY
Informazioni strettamente riservate.
Nella presente e-mail sono contenute informazioni di carattere sportivo inviate ad uso esclusivo del destinatario. L'utilizzo e la divulgazione dei testi e delle immagini in allegato, è consentito limitatamente alle finalità per le quali questa comunicazione è stata realizzata. In particolare, si precisa che le immagini potranno essere utilizzate solo a corredo del relativo testo e non per altri scopi. Qualora l'e-mail sia stata ricevuta per errore ci scusiamo per l'inconveniente pregandovi di cancellarla unitamente ai suoi allegati e di informarci in merito all'indirizzo ufficiostampa@michelemancin.it grazie.

]]>
EROS FINOTTI [RALLY - IRC]: OBIETTIVO TRAGUARDO PER FINOTTI AL TARO Wed, 06 Jun 2018 14:12:19 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481995.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481995.html Eros Finotti - Ufficio Stampa Eros Finotti - Ufficio Stampa

Salve, in allegato ed in calce siamo ad inviare comunicato pre evento della partecipazione di Eros Finotti al Rally Internazionale del Taro, in programma per i prossimi 9 e 10 Giugno 2018.

 

Alleghiamo inoltre un'immagine, di repertorio, di Finotti in azione nel precedente Rally Internazionale Lirenas (immagine a cura di Actualfoto - Mario Leonelli, si prega di citare la fonte).

Cordiali saluti.

Fabrizio Handel





UFFICIO STAMPA
@ contact: ufficiostampa@erosfinotti.it
web: www.erosfinotti.it




OBIETTIVO TRAGUARDO PER FINOTTI AL TARO

 

Dopo quattro settimane di riabilitazione alla spalla, in seguito all'uscita di strada del Lirenas, il pilota di Taglio di Po si prepara al secondo atto dell'International Rally Cup.

 

Taglio di Po (Ro), 06 Giugno 2018 �“ È stato un lungo e duro lavoro, durato oltre un mese, quello che ha visto protagonista Eros Finotti per poter tornare al volante, in tempo utile, per la venticinquesima edizione del Rally Internazionale del Taro, in programma per il prossimo weekend a Borgo Val di Taro, in provincia di Parma.

Le conseguenze riportate in seguito all'uscita di strada nel primo appuntamento dell'International Rally Cup 2018, il Rally Internazionale Lirenas di inizio Aprile, sembravano, almeno in origine, porre la parola fine al prestigioso programma del pilota di Taglio di Po.

Solo la determinazione a non arrendersi all'evidenza lo ha spinto a dare il massimo, nel processo di riabilitazione, ed ecco che la Peugeot 106 di gruppo N, curata da Baldon Rally, si presenterà regolarmente questo fine settimana sulla pedana di partenza.

Le tante manifestazioni di solidarietà, unite al fondamentale supporto della famiglia e del navigatore Nicola Doria, hanno reso possibile questo rientro.

 

“Ci sono tantissime persone che dobbiamo ringraziare, io in particolar modo” �“ racconta Finotti �“ “perchè abbiamo ricevuto un calore, quasi imbarazzante, dopo l'incidente che ci ha visti protagonisti al Lirenas. Non avrei mai creduto di ricevere un affetto simile. Sia privatamente che dai tanti tifosi ed amici sul web. Un grazie di cuore, personale, lo rivolgo alla mia famiglia. Sanno bene che sarei stato peggio se fossi stato privato della mia passione, anche se questa causa in loro preoccupazione. Un grazie enorme anche a Nicola che, in questi due mesi, è stato la spalla che mi mancava. Grazie infine a tutto il team Baldon Rally. Sono riusciti a mettere in piedi la vettura da zero per permetterci di essere al via del Taro.”

 

Con soli cinque punti in cascina, conquistati nella power stage del primo atto dell'IRC, il pilota tagliolese, come sempre affiancato dal navigatore di Chioggia, si prepara quindi ad affrontare i quasi quattrocentotrenta chilometri di gara, dei quali circa centotrentacinque di prove speciali.

Tre gli impegni previsti per la prima giornata, Sabato 9 Giugno: alla classica “Bardi” (8,63 km) si andranno ad aggiungere ben due tornate sulla lunga “Montevacà” (20,46 km), quest'ultima in grado di delineare ampiamente le forze in campo.

Per Domenica altri sei tratti cronometrati, due da ripetere per tre volte, con la rinomata “Folta” (23,98 km), marchio di fabbrica del Rally Internazionale del Taro, che sarà alternata alla corta “Tornolo” (4,43 km).

 

“Dopo le ricognizioni della scorsa settimana” �“ sottolinea Finotti �“ “abbiamo potuto vedere delle prove molto belle, alcune molto guidate e dove sarà determinante mantenere un ritmo elevato. Rispetto al Lirenas il fondo ci è sembrato meno scivoloso. Guardando agli anni scorsi, oltre ai nostri avversari, dovremo fare i conti con il meteo. La sua variabilità al Taro è un segno distintivo, di anno in anno. Il nostro obiettivo? Quello di riprendere le condizioni mentali e fisiche dopo la lunga riabilitazione. Punteremo ad arrivare in fondo e cercheremo di non sfigurare.


________________________


RISPETTO DELLA PRIVACY
Informazioni strettamente riservate.
Nella presente e-mail sono contenute informazioni di carattere sportivo inviate ad uso esclusivo del destinatario. L'utilizzo e la divulgazione dei testi e delle immagini in allegato, è consentito limitatamente alle finalità per le quali questa comunicazione è stata realizzata. In particolare, si precisa che le immagini potranno essere utilizzate solo a corredo del relativo testo e non per altri scopi. Qualora l'e-mail sia stata ricevuta per errore ci scusiamo per l'inconveniente pregandovi di cancellarla unitamente ai suoi allegati e di informarci in merito all'indirizzo ufficiostampa@erosfinotti.it grazie.
]]>
ANDREA CASAROTTO [RALLY - IRC]: IL FUTURO DI CASAROTTO PASSA PER IL TARO Wed, 06 Jun 2018 14:04:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481993.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481993.html Andrea Casarotto - Ufficio Stampa Andrea Casarotto - Ufficio Stampa
Salve, con la presente siamo ad inviare comunicato stampa pre evento della partecipazione di Andrea Casarotto al Rally Internazionale del Taro, in programma per i prossimi 9 e 10 Giugno 2018.
 
Alleghiamo inoltre immagine di, repertorio, di Andrea Casarotto in azione nel precedente Rally del Grifo (immagine a cura di Fotosport, si prega di citare la fonte).
 
Cordiali saluti.

Fabrizio Handel

-----------------------------------------------------------------------
ANDREA CASAROTTO - Ufficio Stampa
@ contact: ufficiostampa@andreacasarotto.com
Web: www.andreacasarotto.com
Facebook: facebook.com/casarottoandrea
Twitter: twitter.com/casarottoandrea
YouTube: youtube.com/casarottoandrea


IL FUTURO DI CASAROTTO PASSA PER IL TARO

 

Il pilota vicentino, archiviata la battuta d'arresto al Lirenas, punta tutto sul secondo appuntamento dell'IRC per rilanciare le proprie ambizioni.

 

Vicenza, 06 Giugno 2018 �“ Andrea Casarotto ed il Rally Internazionale del Taro, uno snodo che, per certi versi, potrebbe già rivelarsi cruciale nel proseguimento del cammino nell'International Rally Cup 2018.

Lo zero nel tabellino, complice il ritiro per noie meccaniche nel precedente Lirenas, ha un peso rilevante nell'economia del pilota di Vicenza che, tra Sabato e Domenica, cercherà di rilanciare le proprie quotazioni nella rincorsa al titolo tra le vetture di classe R3C.

All'insegna del pochi ma buoni è confermata la presenza, anche in provincia di Parma, dei tre principali avversari del vicentino in chiave campionato: Tosi, Asnaghi e Runfola saranno regolarmente della partita e per il portacolori della scuderia Movisport la lotta si preannuncia alquanto dura.

A favore del pilota della Renault Clio R3 del team Gima Autosport, in questa occasione, ci sarà il percorso di gara, già affrontato nelle stagioni 2016 e 2015.

Gli spunti positivi emersi dall'uscita test, sulle strade di casa del Rally del Grifo, hanno infuso a Casarotto la giusta dose di positività per affrontare al massimo, assieme al rientrante Luca Guglielmetti, le insidiosi speciali del parmense.

 

“Finalmente la pausa è giunta al termine” �“ racconta Casarotto �“ “e possiamo tornare al volante della nostra Clio R3 del team Gima Autosport. Abbiamo saputo in questi giorni che la nostra vettura è stata oggetto di un profondo aggiornamento e questo ci fa ben sperare per il risultato finale. Tornerò ad essere affiancato da Luca e ne sono felice. Con lui il feeling in abitacolo è ottimo e questo mi permetterà di concentrarmi esclusivamente sulla guida. A differenza del Lirenas, dove eravamo all'esordio, qui sarà un po' diverso. Il Taro lo abbiamo affrontato già per due anni, con la Peugeot 106 prima e con la 208 poi. Sappiamo cosa ci aspetterà dal percorso di gara. Il ritiro della prima gara pesa e ci costringe a non sbagliare questo fine settimana. Un altro risultato negativo e potremmo essere costretti a dire addio ai nostri obiettivi stagionali.”

 

Il programma dell'edizione 2018 del Taro mette sul piatto quasi quattrocentotrenta chilometri di gara, dei quali circa centotrentacinque di prove speciali.

Tre i tratti cronometrati previsti per la prima giornata, Sabato 9 Giugno nel pomeriggio: alla classica “Bardi” (8,63 km) si andranno ad aggiungere due passaggi sulla lunga “Montevacà” (20,46 km), che potrà già dare importanti scossoni alla classifica parziale.

Sei le prove previste dalla seconda frazione, quella domenicale: alla rinomata “Folta” (23,98 km), simbolo identificativo del Taro, si alternerà la corta “Tornolo” (4,43 km), il tutto per tre tornate.

 

“Siamo in pochi in classe ma, di quei pochi, vanno tutti fortissimo” �“ aggiunge Casarotto �“ “e quindi il livello di competizione risulta molto alto. Scontrarsi con Tosi, Asnaghi e Runfola rende la vita davvero dura. È una sfida molto difficile ma altrettanto stimolante. Dal canto nostro siamo consapevoli di aver tutte le carte in regola per poter ben figurare e per poter stare al loro passo. Saranno fondamentali le due prove lunghe di Sabato sera per capire il nostro passo. Secondo noi la gara potrebbe già decidersi sulla Montevacà. Speriamo di essere tra i top.”

 
-----------------------------------------------------------------------
 
RISPETTO DELLA PRIVACY
Informazioni strettamente riservate.
Nella presente e-mail sono contenute informazioni di carattere sportivo inviate ad uso esclusivo del destinatario. L'utilizzo e la divulgazione dei testi e delle immagini in allegato, è consentito limitatamente alle finalità per le quali questa comunicazione è stata realizzata. In particolare, si precisa che le immagini potranno essere utilizzate solo a corredo del relativo testo e non per altri scopi. Qualora l'e-mail sia stata ricevuta per errore ci scusiamo per l'inconveniente pregandovi di cancellarla unitamente ai suoi allegati e di informarci in merito all'indirizzo ufficiostampa@andreacasarotto.com, grazie.

]]>
Buying The Perfect Sports Tape Wed, 06 Jun 2018 09:11:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481922.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481922.html aldisrou aldisrou Sports Tape Wholesalers Australia

 

Sports tapes are not just for athletes. They can be used by anyone who is suffering from any muscle or bone injury. They have been widely used in the sports field for bracing the athlete from, getting injured or for preventing the injuries from getting any worse. Prevalence of the sports tape began after a huge number of it was given to the United States, and it was seen on the 2008 Beijing Olympics.

The variety of sports tape those are available today

Sports tapes are generally used to secure or anticipate wounds particularly in sports exercises. Nowadays, there are diverse kinds of these tape competitors, and also, different shoppers can utilize.

The Pre-Wrap - This is made to counter the bothering which may come about because of utilizing standard athletic tape specifically. This is particularly vital on the off chance that you have hairs on the territory where you will apply cement. A few people utilize this to affix icy packs and gauze safely set up.

Image may contain: one or more people and text

Standard Sports Tape - Designed for solace and support to body parts that are frail or have delicate muscles for roughly 3 to 4 hours. Cotton is the favored material for this kind of games tape since it enables the skin to inhale and dispense with dampness. It is prescribed to check the wrapped region frequently to guarantee that it isn't swollen and blood courses through it satisfactorily.

The Kinesio Tape - This is adequately intended to balance out joints and muscles without constraining your movement run. This kind of games tape enables the skin to inhale and does not impede bloodstream. It can be worn up to 3 days and is said to help the body's kinesiology and aides in the mending procedure.

Where can I buy sports tape?

Struggling to find the right sports tape for you? Visit sportstapewholesalers.com.au where you will get all kinds of sports tape that ranges from elastoplast rigid strapping tape 38mm to stretch tape. They also have underwrap for sports tape as well.

Sports Tape Wholesalers Australia Inc.

8/258 diamond creek road, Greensborough

Victoria. 3088. Australia

0407 350 113

sales@sportstapewholesalers.com.au

https://www.sportstapewholesalers.com.au/

]]>
Successo per Xtreme Days: oltre 45 mila partecipanti in 3 giorni Mon, 04 Jun 2018 16:55:28 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481705.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481705.html Blu Wom Blu Wom p.p1 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 16.0px Georgia; color: #202020; -webkit-text-stroke: #202020} p.p2 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 12.0px 'Helvetica Neue'; -webkit-text-stroke: #000000; min-height: 14.0px} p.p3 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 16.0px 'Helvetica Neue'; -webkit-text-stroke: #000000} p.p4 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 12.0px 'Helvetica Neue'; -webkit-text-stroke: #000000} p.p5 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 16.0px 'Helvetica Neue'; -webkit-text-stroke: #000000; min-height: 18.0px} p.p6 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 16.0px Georgia; color: #9e4a2f; -webkit-text-stroke: #9e4a2f} span.s1 {font-kerning: none} span.s2 {text-decoration: underline ; font-kerning: none} table.t1 {width: 507.0px} td.td1 {width: 507.0px}

Sacile invasa per un weekend da atleti, appassionati di action sport e famiglie alla ricerca di emozioni forti!

 

Sacile, 3 giugno 2018 - La quinta edizione di Xtreme Days, il Festival dedicato agli sport estremi e freestyle organizzato dall’Associazione Sacile Cambia Marcia, si è chiusa con un bilancio davvero senza pari: oltre 45 mila partecipanti in 3 giorni(rispetto ai 4 dell’edizione precedente) tra atleti e spettatori che, accorsi da tutto il mondo, hanno preso parte alla manifestazione più importante d’Italia nel suo genere.

Un successo non solo in termini numerici ma anche di valorizzazione del territorio, grazie alla sinergia tra Comune di Sacile, Regione FVG, operatori turistici e commercianti. Le strutture ricettive di città e dintorni hanno, infatti registrato il tutto completo.

 

 

“Organizzare gli Xtreme Days è un lavoro intenso e che richiede molti mesi di preparazione ma vedere oltre 45 mila persone con il sorriso, entusiaste e incuriosite da tutte le discipline che il nostro festival vuole promuovere è impagabile.” – dichiara Elisa Palù, Presidente dell’Ass. Sacile Cambia Marcia, che prosegue – “La nostra è una macchina operativa alla cui regia ci sono i 10 ideatori storici del Festival i quali possono contare sul supporto di circa 50 volontari, numerose associazioni sportive del territorio e partner qualificati che, con il loro prezioso contributo, ogni anno permettono di alzare l’asticella e puntare un gradino più in alto. Siamo riusciti a portare a Sacile oltre 100 atleti professionisti provenienti da tutta Europa ma anche dalle più lontane America e Asia, abbiamo organizzato un totale di 250 ore tra show, workshop e gare. Le iscrizioni alle attività hanno battuto tutti i record e tra i partecipanti si sono contati ben 2.000 ­bambini.

 

Tra le esperienze che hanno registrato più partecipazione il main show del sabato sera con esibizioni di freestyle motocross, basket freestyle, tessuti aerei, highline, hip-hop e breakdance - una scarica di adrenalina che ha registrato il tutto esaurito con persone che hanno seguito l’evento anche da finestre e terrazzi e dagli schermi posizionati all’Ortazza e nella food area - e lo spettacolare show di Flyboard sotto le stelle con cui si è chiuso il festival domenica sera. In queste due serate l’organizzazione ha registrato consumi esattamente raddoppiati rispetto all’anno precedente, un risultato ottenuto anche grazie anche alla capacità dimostrata di attrarre un pubblico sempre più giovane che partecipa al Festival nell’intera giornata. Da sottolineare anche l’attività di mototerapia che, per le numerose adesioni ricevute, è stata replicata domenica per un totale di 50 partecipanti.

 

Grande affluenza anche nella serata di apertura in occasione della prima dell’Xtreme Corto Film Festival, iniziativa al suo esordio ma che gli organizzatori hanno già confermato anche per il 2019, così come dichiarato da Alberto Gottardo: “Da sempre Xtreme Days Festival non vuole essere esclusivamente una manifestazione sportiva, bensì un evento di rilievo culturale. Quest’anno abbiamo voluto evidenziare questo aspetto introducendo un festival di cortometraggi che potesse dare l’opportunità a tanti giovani produttori di esprimere attraverso le immagini il tema dell’avventura associato agli sport estremi. Abbiamo ricevuto ben 20 candidature per altrettante produzioni davvero eccellenti che venerdì sera abbiamo avuto il piacere di condividere con una folta platea in piazza del Popolo.”

 

CURIOSITA’

Questa edizione del Festival si è contraddistinta anche per il grande successo delmerchandising: i berretti, le t-shirt, le spillette e i braccialetti logati Xtreme Days Festival sono letteralmente andati a ruba.  Così come sono state davvero tante le persone che hanno partecipato sfoggiando le magliette degli anni precedenti, un dettaglio che dimostra quanto la manifestazione si stia affermando anno dopo anno.

 

Xtreme Days Festival è organizzato dall’Associazione Sacile Cambia Marcia e dal Comune di Sacile, con il sostegno di Coop Alleanza 3.0, PromoTurismoFVG, CiviBank. Radio Company è media partner.

 

http://www.xtremedays.it/

]]>
Skyrace Alta Valtellina 2018 Fri, 01 Jun 2018 10:56:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481462.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481462.html ffby ffby La Skyrace Alta Valtellina giunge nel 2018 alla 6a edizione: la data prevista per quest’anno è il 10 giugno. Si tratta di un appuntamento da non perdere per tutti gli amanti della corsa in montagna. Questa affascinante gara podistica si svolge come ogni anno all’interno dello splendido scenario della Val Viola, nel territorio di Valdidentro, ai piedi del ghiacciaio perenne della Cima Piazzi. Il percorso si snoda per 21 chilometri su pascoli, pietraie e sentieri. Un appuntamento per i veri appassionati, ma anche per tutti coloro che vogliono cimentarsi per la prima volta in questa specialità outdoor o magari allenarsi in vista di ulteriori obiettivi stagionali.
Anche i più giovani, suddivisi in categorie in base all’età, potranno impegnarsi in questa disciplina lungo percorsi di lunghezza variabile, che vanno dai 200 mt ai 1600 mt. L’obiettivo è di avvicinare i bambini in età sempre più giovane all’affascinante e stimolante mondo del running off-road.
Evento collaterale alla Skyrace è la camminata di 6 km per le famiglie e gli amanti delle passeggiate. La Camminata non competitiva è aperta a tutti e rappresenta l’occasione, anche per gli amatori, di scoprire gli splendidi scenari della Val Viola, cimentandosi in un percorso di circa 6 km. Sia gli sportivi, sia le famiglie potranno in questo modo vivere una giornata full immersion nella natura incontaminata del Parco Nazionale dello Stelvio e lontani dal caos cittadino, alla scoperta della flora e della fauna alpina.
Valdidentro fa parte del consorzio internazionale Alpine Pearls, un network che riunisce 25 tra le più belle località alpine unite dal denominatore comune della sostenibilità e della mobilità dolce. L’obiettivo è offrire agli ospiti proposte turistiche consapevoli, senza stress e in piena armonia con la natura, per scoprire tutto il bello di una vacanza senza auto.
[Ufficio Stampa Alpine Pearls Italia: OfficineKairos.it]

Info: www.skyracealtavaltellina.it

]]>
Luci accese su “Xtreme Days Festival” Thu, 31 May 2018 16:28:42 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481367.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481367.html Blu Wom Blu Wom

Il countdown è finito, venerdì 1 giugno parte il Festival di action sport nel cuore di Sacile

<!-- /* Font Definitions */ @font-face {font-family:"Cambria Math"; panose-1:2 4 5 3 5 4 6 3 2 4; mso-font-charset:0; mso-generic-font-family:auto; mso-font-pitch:variable; mso-font-signature:-536870145 1107305727 0 0 415 0;} @font-face {font-family:Calibri; panose-1:2 15 5 2 2 2 4 3 2 4; mso-font-charset:0; mso-generic-font-family:auto; mso-font-pitch:variable; mso-font-signature:-536870145 1073786111 1 0 415 0;} @font-face {font-family:"Century Gothic"; panose-1:2 11 5 2 2 2 2 2 2 4; mso-font-charset:0; mso-generic-font-family:auto; mso-font-pitch:variable; mso-font-signature:647 0 0 0 159 0;} /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:Calibri; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-fareast-language:EN-US;} a:link, span.MsoHyperlink {mso-style-priority:99; color:#0563C1; mso-themecolor:hyperlink; text-decoration:underline; text-underline:single;} a:visited, span.MsoHyperlinkFollowed {mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; color:#954F72; mso-themecolor:followedhyperlink; text-decoration:underline; text-underline:single;} .MsoChpDefault {mso-style-type:export-only; mso-default-props:yes; font-family:Calibri; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-fareast-language:EN-US;} @page WordSection1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.WordSection1 {page:WordSection1;} -->

L’attesa è finita, venerdì 1° giugno si accendono i riflettori sugli Xtreme Days, tre giorni di festival dedicati agli appassionati di action sport che animeranno il centro di Sacile (PN) fino a domenica 3 giugno.

Organizzato dall’Associazione Sacile Cambia Marcia, l’evento è alla sua quinta edizione e rappresenta ormai uno degli appuntamenti sportivi, d’intrattenimento e divertimento più attesi in Regione, e non solo! Sono previsti partecipanti da tutto il mondo, pronti a godere delle sempre più numerose attività in programma.  

 

INIZIATIVE SPECIALI

Consultabile nella sua integrità sul sito della manifestazione www.xtremedays.it, il programma 2018 degli Xtreme Days presenta sicuramente delle iniziative speciali. Nella giornata d’esordio, venerdì 1 giugno, l’appuntamento più atteso è quello con la novità clou dell’edizione 2018: si tratta dell’Xtreme Corto Film Festival, una rassegna voluta da Alberto Gottardo e Alessandro D’Emilia per scoprire nuovi talenti nel mondo del cinema e della video-arte e per valorizzare l’opera cinematografica breve realizzata da autori indipendenti, giovani creativi e professionisti che amano viaggiare, esplorare e conoscere nuove culture. Tema di quest’anno l’esplorazione e l’avventura, un soggetto che è stato raccontato in ben 20 produzioni realizzate da partecipanti provenienti da tutto il mondo. Le premiazioni, affidate alla giuria composta da Michele Radici, Alessandro D’Emilia, Paolo Aralla, Massimo Braconi, Melania Lunazi e Alexander Fontana, avverranno venerdì sera dalle ore 20.30 in Piazza del Popolo.  

Sempre la sera di venerdì, è prevista la Mountain Bike Night Experience, un’escursione di due ore per bikers allenati con partenza al calar del sole (ore 20.15) che si snoda lungo i suggestivi percorsi della pedemontana pordenonese; sabato 2 giugno alle ore 10.30 in Piazza del Popolo ritorna l’appuntamento con la mototerapia, uno spettacolo di freestyle motocross del Team Daboot dedicato a persone con diverse disabilità durante il quale sarà possibile salire in moto e conoscere da vicino questi speciali atleti che, capitanati da Vanni Oddera, hanno deciso di condividere così la loro passione senza limite alcuno. Infine, un’altra new entry del festival: il team Dunking Devils, 5 giovani ragazzi sloveni che hanno conquistato platee internazionali con le loro esibizioni di basket acrobatico. Dopo ogni show (previsti sia sabato che domenica) workshop gratuiti aperti a tutti!

 

GLI APPUNTAMENTI DEL 1° GIUGNO

Xtreme Days Village aprirà alle ore 13.00 e darà ufficialmente il via alla tre giorni di “esperienze estreme”! Nel pomeriggio sono previsti ben 2 ritrovi internazionali: l’Highline meeting & Trickline show, unico appuntamento in Italia dedicato alla disciplina svolta in contesto urbano, e il Parkour KRAP Invaders, ritrovo con partecipanti di tutta Europa per allenarsi nel bellissimo centro di Sacile. Fino a sera si alterneranno workshop ed esibizioni di skateboard, slackline e parkour con esibizioni anche sulla cosiddetta pumptrack, la pista modulare composta da curve e gobbe che aumenta il tasso di adrenalina e la spettacolarità delle performance.

A seguire le premiazioni dell’Xtreme Corto Film Festival e divertimento assicurato con i concerti live della band Slimy Toads in centro città.

 

FAMIGLIE: COOP ADVENTURE PARK & XTREME BABY CAMP

All’interno del suggestivo Parco dell’Ortazza, nel centro della città di Sacile, sorgerà un vero e proprio parco avventura per i più piccoli e i loro accompagnatori. Grazie alla partecipazione dei qualificati partner Dojo asd e Gruppo Speleologico sacilese, sarà possibile divertirsi arrampicandosi in tutta sicurezza su alberi secolari (tree climbing), muovere i primi passi sulla slackline e provare molte altre attività outdoor tra cui i ponti tibetani. Il parco sarà aperto venerdì 1 giugno dalle 15 alle 19, sabato 2 giugno dalle ore 10 alle 19 e domenica 3 giugno dalle ore 10 alle 19.

Per rendere più agevole la partecipazione delle famiglie è previsto anche l’Xtreme Baby Camp, un servizio pensato per il divertimento dei bambini dai 5 ai 12 anni che, accompagnati da animatori esperti, potranno svolgere workshop specifici ed attività alla scoperta di Sacile. I genitori possono affidare i propri figli fino a 6 ore al giorno e nel frattempo godersi le attività a misura di adulto.

 

Coop Alleanza 3.0 sostiene anche l’edizione 2018 di Xtreme Days Festival. L’iniziativa è in linea con l’impegno della Cooperativa di consumatori - la più grande in Italia, nata il 1° gennaio 2016 dalla fusione di Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest e Coop Estense - per la valorizzazione dei progetti che favoriscono l’aggregazione della comunità e stili di vita salutari, in particolare rivolti ai più piccoli. Coop Alleanza 3.0, che conta oltre 2 milioni di soci, 22 mila lavoratori e oltre 400 punti vendita in 12 regioni italiane, è presente nel pordenonese con 13 punti vendita con oltre 48.000 soci.

 

 

Xtreme Days Festival è organizzato dall’Associazione Sacile Cambia Marcia e dal Comune di Sacile, con il sostegno di Coop Alleanza 3.0, PromoTurismoFVG, CiviBank. Radio Company è media partner.

]]>
MICHELE MANCIN [VELOCITÀ IN SALITA - CIVM]: LA VERZEGNIS VOLTA LE SPALLE A MANCIN Thu, 31 May 2018 10:36:47 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481316.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/481316.html Michele Mancin - Ufficio Stampa Michele Mancin - Ufficio Stampa

Salve, in allegato ed in calce, siamo ad inviare comunicato stampa post evento della partecipazione di Michele Mancin alla Cronoscalata Verzegnis - Sella Chianzutan, disputata nei giorni 26 e 27 Maggio 2018.

A
lleghiamo inoltre un'immagine di Mancin in azione (immagine a cura di ACI Sport, si prega di citare la fonte).

Cordiali saluti.

Fabrizio Handel



​​

UFFICIO STAMPA
@ contact: ufficiostampa@michelemancin.it
web: www.michelemancin.it




LA VERZEGNIS VOLTA LE SPALLE A MANCIN

Il pilota di Rivà è protagonista di un weekend travagliato in terra friulana, secondo atto del CIVM, culminato con il ritiro al termine di gara 1.

 

Rivà (Ro), 31 Maggio 2018 �“ Doveva essere una salita amica, guardando al passato, ed invece l'edizione numero quarantanove della Cronoscalata Verzegnis - Sella Chianzutan si è rivelata, per Michele Mancin un autentico calvario, da dimenticare il più in fretta possibile.

Il portacolori della scuderia Mach 3 Sport ha vissuto un fine settimana costellato da disavventure, culminate con il ritiro anticipato, per problemi meccanici, alla Citroen Saxo.

Ad onor di cronaca alcune avvisaglie, di una trasferta partita male, si erano messe in luce già il Venerdì, con un piccolo fuori programma che anticipava la giornata di prove ufficiali.

Nella prima manche, a pochi chilometri dallo start, la concentrazione di Mancin veniva distolta dall'accensione, ad intermittenza, della spia alternatore.

Raggiunto il traguardo, con un occhio sempre vigile alle temperature e pressioni, il pilota di Rivà rientrava alla service area, pronto ad arginare il problema assieme ai ragazzi di Assoclub Motorsport.

 

“Dopo l'incontro ravvicinato con un camper al Venerdì” �“ racconta Mancin �“ “ci siamo resi conto che la sfortuna ci era addosso ed infatti, il giorno seguente, in prova 1 abbiamo accusato un problema all'alternatore. Tornati al paddock Daniele si è messo all'opera per sostituirlo ma, nel toglierlo, ci siamo accorti dovevamo apportare altre modifiche. Siamo stati costretti a rimontare quello che dava problemi e siam partiti per la seconda salita.”

 

Prova 2 ha consegnato a Mancin un conto ancora più salato del precedente: in una chicane, affrontata probabilmente con troppa decisione, il polesano impattava contro le barriere di gomme ed apriva l'anteriore destra, danneggiando pesantemente la sospensione.

 

“Siamo partiti per la seconda manche di prova” �“ sottolinea Mancin �“ “e, mea culpa, sono entrato nella chicane con troppa foga. Ho passato la prima barriera ma, sulla seconda, ho chiuso troppo e ho battuto contro le gomme. Risultato? Aperto la ruota anteriore destra. Con lo sterzo girato tutto a sinistra sono riuscito comunque a raggiungere il traguardo.”

 

Terminata la sessione di prove Mancin e lo staff di Assoclub Motorsport inizia a lavorare duro, grazie al supporto di una locale officina di Tolmezzo, per ripristinare la sospensione.

Missione compiuta ma il tempo dedicato alla riparazione dell'ammortizzatore è stato sottratto alla sostituzione dell'alternatore, costringendo il pilota di Rivà a prendere parte, la Domenica, a gara 1 con una grossa spada di Damocle sulla testa.

 

“Abbiamo peccato di ottimismo” �“ conclude Mancin �“ “perchè, grazie al lavoro di Daniele ed al supporto di Guido, siamo partiti in gara 1 e, dopo poco dal via, l'alternatore è deceduto. L'impossibilità di risolvere la situazione ci ha costretto al ritiro anticipato, prima di gara 2.”


_______________________

RISPETTO DELLA PRIVACY
Informazioni strettamente riservate.
Nella presente e-mail sono contenute informazioni di carattere sportivo inviate ad uso esclusivo del destinatario. L'utilizzo e la divulgazione dei testi e delle immagini in allegato, è consentito limitatamente alle finalità per le quali questa comunicazione è stata realizzata. In particolare, si precisa che le immagini potranno essere utilizzate solo a corredo del relativo testo e non per altri scopi. Qualora l'e-mail sia stata ricevuta per errore ci scusiamo per l'inconveniente pregandovi di cancellarla unitamente ai suoi allegati e di informarci in merito all'indirizzo ufficiostampa@michelemancin.it grazie.

]]>
MICHELE MANCIN [VELOCITÀ IN SALITA - CIVM]: A VERZEGNIS IL SECONDO ROUND DEL CIVM PER MANCIN Thu, 24 May 2018 15:21:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/480601.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/480601.html Michele Mancin - Ufficio Stampa Michele Mancin - Ufficio Stampa

Salve, in allegato ed in calce, siamo ad inviare comunicato stampa pre evento della partecipazione di Michele Mancin alla Cronoscalata Verzegnis - Sella Chianzutan, in programma per i prossimi 26 e 27 Maggio 2018.

A
lleghiamo inoltre un'immagine, di repertorio, di Mancin in azione nella precedente Cronoscalata Alpe del Nevegal (immagine a cura di Nicola Biondo, si prega di citare la fonte).

Cordiali saluti.

Fabrizio Handel



​​

UFFICIO STAMPA
@ contact: ufficiostampa@michelemancin.it
web: www.michelemancin.it




A VERZEGNIS IL SECONDO ROUND DEL CIVM PER MANCIN

Il pilota di Rivà, leader di campionato in classe A1600, a pari punti con Tinella, si prepara ad affrontare la classica salita friulana.

 

Rivà (Ro), 24 Maggio 2018 �“ Tutto è pronto ormai per l'edizione numero quarantanove della Cronoscalata Verzegnis - Sella Chianzutan, in programma da domani sino a Domenica,  con un Michele Mancin, carico, che si prepara ad affrontare un nuovo duello con il riconfermato, anche qui in terra friulana, avversario diretto nella rincorsa al titolo nel Campionato Italiano Velocità Montagna 2018.

Occhi puntati quindi sulla rinnovata sfida tra il portacolori della scuderia polesana Mach 3 Sport e Rino Tinella, che condividono la vetta provvisoria della classifica tricolore in classe A1600.

La Verzegnis si presenta, ancora una volta, come salita amata nel panorama nazionale con un elenco iscritti che sfiora i trecento concorrenti, con numerosi provenienti da oltre confine.

Per il pilota di Rivà, in gara con la consueta Citroen Saxo gruppo A seguita da Assoclub Motorsport, saranno cinque gli avversari con cui incrociare il proprio destino, incluso Tinella.

 

“Sono davvero moltissime le auto iscritte a questa edizione della Verzegnis, quasi trecento” �“ racconta Mancin �“ “e, di queste, tante sono condotte da piloti stranieri. Questo fa capire l'importanza della manifestazione e, al tempo stesso, rende l'idea di quanto sarà dura la lotta. Dopo la bella vittoria al Nevegal ci troviamo nuovamente allo scontro diretto con Rino Tinella. Ci sarà molto da sudare ma la sfida è bella quando il livello di competizione è alto perciò siamo molto stimolati e certi di poterci esprimere al meglio in una Verzegnis che, nel passato, ci ha sempre portato bene.”

 

Sabato 26 Maggio si accenderanno i motori sulle Alpi Carniche per le due manche di prove ufficiali, con partenza alle 9:30, lungo i circa cinque chilometri e mezzo che collegano Ponte Landaia, alle porte di Verzegnis, con la Sella Chianzutan.

Domenica 27 Maggio sarà la giornata più calda: alle 9:00 scatterà gara 1 mentre la seconda tornata è prevista per le ore 12:30.

Oltre che per il FIA International Hill Climb Cup ed il CIVM, la salita friulana sarà valida per il Trofeo Italiano Velocità Montagna zona Nord, per le serie nazionali austriache e slovene, per quella regionale del Friuli Venezia Giulia e del Triveneto, per il nuovo Alpe Adria Hill Climb Trophy e per il FIA CEZ Historic, la serie europea riservata alle auto storiche.

Con il numero 172 sulle fiancate della trazione anteriore di casa Citroen Mancin punta al bis stagionale ed al consolidamento della posizione di leader della classifica tricolore.

 

“Dopo il Nevegal abbiamo lavorato sulla Saxo” �“ sottolinea Mancin �“ “per poter eliminare alcuni problemi tecnici che avevamo accusato durante la prima di campionato. Speriamo che tutto vada per il meglio nelle due salite di prova del Sabato e che questo ci permetta di poter dare il massimo in gara alla Domenica. Dovremo constatare sul campo la bontà del lavoro che abbiamo svolto, in questo periodo di sosta, assieme ai ragazzi di Assoclub Motorsport. La Verzegnis ci è sempre stata amica. Speriamo che la tradizione continui anche nel 2018.”


_______________________

RISPETTO DELLA PRIVACY
Informazioni strettamente riservate.
Nella presente e-mail sono contenute informazioni di carattere sportivo inviate ad uso esclusivo del destinatario. L'utilizzo e la divulgazione dei testi e delle immagini in allegato, è consentito limitatamente alle finalità per le quali questa comunicazione è stata realizzata. In particolare, si precisa che le immagini potranno essere utilizzate solo a corredo del relativo testo e non per altri scopi. Qualora l'e-mail sia stata ricevuta per errore ci scusiamo per l'inconveniente pregandovi di cancellarla unitamente ai suoi allegati e di informarci in merito all'indirizzo ufficiostampa@michelemancin.it grazie.

]]>
La Thuile Trail La Thuile - 30 giugno 2018 Tue, 22 May 2018 14:59:16 +0200 http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/480214.html http://comunicati.net/comunicati/sport/varie/480214.html HALO COMUNICAZIONE HALO COMUNICAZIONE  

Un percorso di 25 Km, 1.500 metri di dislivello e panorami straordinari sono gli ingredienti di LA THUILE TRAIL 2018, terza edizione della gara di trail running in semi autonomia che si disputerà il 30 giugno sui sentieri di La Thuile, in Valle d’Aosta.

 

La competizione, che quest’anno farà parte del TOUR TRAIL VDA, oltre al gesto sportivo, offre anche la possibilità di scoprire un territorio selvaggio, ricco di storia e per questo molto affascinante. Il tempo massimo per concludere la gara è fissato in 8 ore, questo per permettere di terminare il percorso semplicemente, con un buon passo. Il tracciato parte dal paese -piazza Cavalieri di Vittorio Veneto- (1.441m), prosegue per il Ponte delle Capre in frazione Bathieu, attraversa successivamente le frazioni Thovex e Buic, si inerpica nel bosco transitando davanti ad alcuni vecchi ingressi minerari per l’estrazione di antracite e, percorre il perimetro del Fortino edificato nel 1630 dal Ducato di Savoia nella zona di Plan Praz, non prima di transitare in località Foillex (1.960 m) dove è attrezzato un punto acqua e soccorso sanitario.

 

Il trail continua sul sentiero denominato “La Balconata” per arrivare in prossimità del rifugio Deffeyes (2.494 m), lambire il maestoso ghiacciaio del Rutor (3.486 m), la sua morena, i suoi stupendi laghetti e raggiungere la vicina Cappella di San Grato (2.454 m). Successivamente, scendendo, l’itinerario costeggia un torrente che porta a un suggestivo pianoro post-glaciale dove si vede sulla sinistra il Lac des Seracs (2.250 m). Attraversato un ponticello ligneo, a circa metà percorso, il sentiero raggiunge una zona di pietraie, quindi risale per circa 50 metri di dislivello il costone della morena glaciale e poi “scollina” per scendere nuovamente e arrivare al baraccamento di Bellecombe sito nell’omonimo vallone (2.320 m) e continuare verso Comba Sozin e poi passare dalla Valle de La Thuilette dove si può godere di una vista suggestiva su due laghetti e sulle cascate del Rutor.

 

Il tracciato prosegue sul sentiero n.7 per giungere infine alla frazione La Joux a quota mt 1.660 dove è ubicato un secondo punto di ristoro (nonché la partenza della navetta per i concorrenti che si sono ritirati) e continuare fino al tratto di poderale che transita davanti alla Scuola di sci in località Planibel e conduce diritto verso il traguardo situato in Piazzale Cavalieri Vittorio Veneto.

 

La Thuile Trail  

 

Programma  

 

Venerdì 29 giugno 2018  

 

ore 15.00 -21.00 distribuzione pettorali presso la struttura sportiva comunale Konver nella zona di Arly

 

ore 19.30 briefing

 

Sabato 30 giugno 2018  

 

7.00-8.30: Ritiro ultimi pettorali in zona partenza (piazza Cavalieri di Vittorio Veneto)

 

8.45: Last-minute briefing in zona partenza

 

9.00: Partenza

 

12.00: Attesi i primi concorrenti

 

13.00: Pasta Party

 

15.00: Premiazioni

 

17.00: Arrivo ultimi concorrenti

 

Trail individuale  

 

Trail running in semi-autonomia: 25km lungo i sentieri di La Thuile. Partenza collettiva in linea. L'organizzazione si occuperà di segnalare il percorso e allestire una serie di ristori con cibi e bevande più ristoro finale all’arrivo.

 

Tempo massimo  

 

Il tempo massimo per la competizione è di 8 ore, appositamente calcolato in modo da permettere di concludere il percorso semplicemente con un buon passo. Cancello orario al Rifugio Deffeyes (Km. 10+000) dopo 4.30 ore dalla partenza (alle ore 13.30 p.m.).

 

Modalità iscrizione  

 

Iscrizione al trail entro 27 giugno 2018 alle ore 24:00

 

Numero massimo di concorrenti: 400

 

In caso di imprevisti metereologici l’organizzazione assicura un percorso alternativo sempre di 25 km, ma a bassa quota.

E’ obbligatorio effettuare l’iscrizione esclusivamente tramite il sito della WEDOSPORT all’indirizzo www.wedosport.net.    

]]>