1° Rally di Cefalù dolce e amaro per Passione Motori ASD

14/mar/2017 21.26.59 Giuseppe Di Gesù Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


I rally su strada iniziano alla grande per la famiglia Gianfilippo. Al primo Rally di Cefalù , l’equipaggio della Passione Motori ASD, composto da Quintino Gianfilippo, navigato dalla figlia Monia, ha fatto incetta di premi. Si sono aggiudicati il secondo posto assoluto tra le storiche ed hanno conquistano un meritatissimo primo posto sia di gruppo, che di classe. Nonostante qualche piccolo problema alla loro Alfa Romeo Alfetta GT, i Gianfilippo hanno dimostrato sin dalla prima prova speciale di avere tutte le carte in regola per lottare per l’assoluto, tenendo sempre saldo il secondo posto assoluto, ed aumentando prova dopo prova, il distacco dal loro inseguitore. Un rally non facile quello di Cefalù, per le condizioni dell’asfalto molto sconnesso, che ha messo a dura prova la potente Alfa Romeo Alfetta GT di Gianfilippo, che però ha dimostrato di avere ottime prestazione ed affidabilità.

“Ogni volta è un’emozione assolutamente indescrivibile – ha commentato la giovane navigatrice Monia Gianfilippo-. È stata una giornata molto intensa. Siamo felici di aver concluso questa prima edizione del rally di Cefalù nella seconda posizione assoluta. Purtroppo abbiamo avuto diversi problemi alla meccanica che non ci hanno permesso di spingere ancor di più, ma – a concluso Monia – siamo soddisfatti del risultato.”

“Sicuramente c’è ancora del lavoro da fare – ha commentato il pilota Quintino Gianfilippo – e per migliorare bisogna lavorare ancor di più. Noi siamo fiduciosi e ci crediamo. C’è un buon feeling tra me e mia figlia Monia – ha aggiunto Quintino- ed io credo nelle nostre potenzialità. Adesso abbiamo in calendario altri rally. Vedremo se saremo presenti al Rally di Mussomeli o se proseguiremo la nostra stagione rallistica direttamente con la Targa Florio.”

Gara sfortunata per gli altri due equipaggi in gara della Passione Motori ASD.

Il velocissimo Filippo Monteleone, su Renault Clio RS, navigato da Leonardo Fusco, dopo essersi aggiudicato con il miglior tempo la prova speciale Campella 1 in classe N3, ha accusato dei problemi al supporto del cambio nella prima speciale Ferla 1. In assistenza è stato fatto il possibile per sistemare il guasto, ma purtroppo per l’equipaggio Monteleone-Fusco è stato necessario il ritiro. “Sono dispiaciuto per il nostro ritiro –ha dichiarato Filippo Monteleone-. Già nella prima prova ero riuscito a trovare un ottimo feeling con la macchina e con il navigatore, ed il tempo di fine prova mi aveva dato ragione. Purtroppo a metà della seconda prova – ha concluso Filippo Monteleone- abbiamo danneggiato il supporto del cambio e le marce hanno iniziato a dare i problemi”.

Gara da dimenticare anche per Giuseppe Di Gesù, navigato da Francesco Riili su Peugeot 106 N2 ha avuto un susseguirsi di problemi, che l’hanno costretto al ritiro dopo il secondo parco assistenza. Già nella cerimonia del Parco partenze, la sua 106 N2 aveva avuto un problema di surriscaldamento. Successivamente a dare problemi era stata la pompa della benzina, prontamente sostituita in assistenza dal Team dei Fratelli Campione. Risolti apparentemente i problemi, a conclusione del secondo settore, uscito dal parco assistenza con la vettura ok, dopo il refuel la vettura non ne ha voluto sapere di procedere per la Campella 3. Un problema forse agli iniettori, ha costretto al ritiro l’equipaggio della Passione Motori ASD.
“È iniziato male il nostro rally, ed è finito peggio – ha dichiarato Giuseppe Di Gesù – purtroppo fa parte dei rally anche il ritiro. Non puntavo al podio in questa gara, perché volevo che fosse una gara test in vista della Targa Florio. Avevamo deciso infatti di partire con gomme usate, e nonostante tutto nella prima Ferla siamo riusciti a staccare il quarto tempo. Abbiamo avuto una serie di problemi che non ci hanno permesso di entrare mai nel vivo della gara, ma quello che più mi rammarica, di non essermi divertito. Ringrazio il mio Main Sponsor ARD Discount, che mi ha permesso di partecipare a questo rally, i Fratelli Campione, che hanno provato in tutti i modi a sistemare la mia Peugeot 106 N2 ed i tanti amici che mi hanno seguito nelle prove”.

“Purtroppo è arrivato il primo ritiro dovuto ai vari problemi avuti sin dall’inizio della gara – ha dichiarato Francesco Riili- dopo alcune peripezie siamo riusciti a disputare 4 ps di cui una in trasferimento, ma dopo “Melita” non ne ha voluto più sapere e ci ha abbandonati. Dispiace perché poteva essere una bella giornata e potevamo divertirci tanto, ma anche questi sono i rally e continuiamo a fare esperienza, perché in questo sport non si finisce mai di imparare. Grazie agli amici presenti in gara a supportarci – ha concluso Riili – e sono certo che andrà meglio nelle prossime gare”.

Tra le storiche, da segnalare il primo posto assoluto del nostro Socio navigatore Sergio Raccuia, che a bordo della X-1/9 guidata da “Red Devil” si sono aggiudicati tutte le prove speciali. Per Sergio, una gara preparata come sempre in modo minuzioso e preciso ed un ennesimo successo da incorniciare.

 

“Sapevamo che contro la Porsche sarebbe stata dura – ha commentato Sergio Raccuia – purtroppo i nostri avversari hanno abbandonato  già sulla prima prova speciale e a quel punto abbiamo creato il gap dagli inseguitori, che ci ha permesso di fare un ultimo loop più tranquilli e senza pressioni. Abbiamo quindi raccolto il massimo risultato possibile. Siamo contenti – ha concluso Sergio Raccuia – e speriamo di andare sempre bene. Grazie a Red Devil per questa fantastica avventura”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl