Vacanze attive e avventura, goditi il tempo libero

20/ott/2016 17:40:48 Massimo Gregori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il modo migliore per godersi il tempo libero è, di sicuro, sentirsi liberi. Per questo moltissimi, anche in Italia, scelgono sempre di più di dedicare le proprie ferie estive o invernali a vacanze attive. In realtà, basta un weekend per fuggire in moto o in bici a esplorare il mare e la montagna delle nostre regioni, una settimana bianca permette di godersi la neve a trecentosessanta gradi, mentre le spiagge e i fiumi italiani lasciano l’imbarazzo della scelta riguardo agli sport d’acqua.

Cavalcando il trend, però, ci si può spingere oltre e riempire la propria vacanza con sport estremi. Sino a qualche anno fa, erano appannaggio di professionisti particolarmente spericolati o di cacciatori di rischi ed emozioni forti. Ora, invece, il miglioramento di standard e protocolli di sicurezza, una più diffusa preparazione atletica e un crescente interesse delle strutture turistico-ricettive hanno moltiplicato le occasioni per questo tipo di esperienze. Certo, molti percorsi rimangono dedicati ai veri esperti per garantire loro il massimo dell’impegno e dell’adrenalina, ma anche i dilettanti ormai possono concedersi più di qualche soddisfazione nelle loro vacanze di sport e avventura.

Se cerchi qualche meta italiana per i tuoi viaggi e non sei già partito per qualche terra lontana da scoprire, ti lasciamo qui alcuni spunti. Tra le mete più ambite degli avventurieri nostrani e non solo c’è sicuramente la Sardegna: con i suoi forti venti e il mare cristallino, è il paradiso incontaminato di chi pratica surf e kitesurf. Il Trentino Alto Adige, invece, sorride agli amanti del rafting: il fiume Noce, in Val di Sole, annovera rapide più e meno pericolose, mentre sulle rive si snoda una comoda e suggestiva pista ciclabile.

 

A Livigno, in Lombardia, è invece possibile praticare qualsiasi tipo di sci. Soprattutto, però, la città della Valtellina è appassionata di snowboard, per cui organizza anche diverse competizioni internazionali. In Toscana, a Castelvecchio Pascoli nella tenuta del Ciocco, puoi cimentarti nella pista di enduro più difficile del mondo, con l’unico avvertimento di non sottovalutare la famigerata salita del cancello dell’inferno. Se vuoi ammirare una splendida città d’arte in modo insolito, infine, ti consigliamo la scuola di paracadutismo e sky diving di Venezia: potrai lanciarti sopra la Laguna, solo o con un istruttore, e sorvolare il suo groviglio di calli e canali come mai prima d’ora. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl