Nuoto e bicarbonato di sodio: migliorare le proprie sprint performance

13/dic/2012 09:33:32 Carlotta Tinti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Un gruppo di ricercatori della Polonia hanno di recente scoperto che assumere integratori (sia alimentari che vitaminici) i quali presentano una composizione comprendente bicarbonato di sodio (circa 16/18grm addizionati con acqua) risulta essere un ottimo metodo per migliorare il proprio sprint, in termini di velocità, nell'attività del nuoto. Questo miglioramento è stato identificato in maniera più evidente e significativa nei nuotatori più giovani durante gli allenamenti: nella performance di sprint relativa i primi 50m eseguita attraverso modalità interval training, quindi nell'esecuzione di 4 serie di sprint da 50m l'una. Il bicarbonato di sodio sembra inoltre migliora evidentemente lo sprint anche in prove di durata minore ai 2 minuti; un esempio su tutti è dato dalla corsa veloce, quella degli 800m per intendersi. Trattasi in pratica di quello che si può ben definire un effetto ergogenico, questo avviene attraverso l’incremento del livello di bicarbonato ematico che si comporta come un tampone alcalino in riferimento ai metaboliti acidi che vengono prodotti all'interno di ogni singola cellula nel mentre che si effettua attività fisica/sportiva, l'acido lattico è senza dubbio l'esempio più comune che possiamo fare per meglio comprendere l'effetto di suddetta attività cellulare.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl