-CAMPIONI D'ITALIA- Alberto Orlandi ed Eros Merlo invitati allo speciale di Bassano TV, con un intero TG dedicato alla vittoria giallorossa

30/giu/2004 03:04:18 Stefano Zamperin Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


BASSANO HOCKEY 1954 CAMPIONE D'ITALIA 2003/2004


Alberto Orlandi ed Eros Merlo invitati allo speciale di Bassano TV, con un intero TG dedicato alla vittoria giallorossa

Anche la stampa locale ha dato grande risalto, finalmente, alle imprese giallorosse, tempestando per quasi una settimana i media locali con la festa dei Campioni d'Italia e con una marea di interviste. Il Giornale di Vicenza ha dato largo risalto per oltre quattro giorni allo Scudetto con quasi una pagina al giorno ed anche l'altra testata locale, il Gazzettino ha regalato spazio all'Hockey su pista. Ma è stata la TV la vera rivelazione di quest'anno, specialmente Bassano TV ( www.bassanotv.it ), mai cosi' vicina alla realtà hockeystica. Fin dalla Finale di Coppa CERS, Bassano Tv è stata in prima persona a dare una partita di hockey in diretta TV da Reus. Caso unico per una emittente locale italiana. E stessa cosa è successa poi nella Finale di Ritorno con il "Live" integrale nelle proprie frequenze. E dulcis in fundus ha dato grande spazio alla vittoria dei giallorossi con parecchi servizi durante tutti i telegiornali della settimana. Come celebrazione dello Scudetto e di una stagione fantastica, Bassano TV ha poi dedicato il TG della Domenica, un appuntamento visto e rivisto piu' volte la domenica. Ai microfoni del moderatore Vincenzo Pittureri dagli studi dell'emittente cittadina, Alberto Orlandi, matchwinner della Finale Scudetto e leader nei festeggiamenti, e il presidentissimo Eros Merlo. Piu' di mezz'ora di immagini delle vittorie della stagione, nonchè servizi dai festeggiamenti in Piazza ed ancora interviste ai due ospiti illustri.
Le parole piu' intense sono quelle del difensore giallorosso e della Nazionale Alberto Orlandi. "Un grazie a tutti i compagni di squadra, un unione indissolubile anche fuori dal rettangolo di gioco, oltre che in uno spogliatoio mai cosi' forte". "Per me Bassano rappresenta una tappa fondamentale della mia carriera e soprattutto della mia vita. Sono al primo anno qui e ne sono successe: subito ho vinto Campionato e Coppa, con la famiglia ci siamo trovati subito bene, ed anche è nato il mio figlio, Alessandro". Sarà bassanese per sempre, un vincolo eterno anche per te, ribatte Vincenzo trovando un sorriso da parte de El Meyor. E' un torrente in piena l'Orlandinho Nazionale, quando Pittureri lo stuzzica sull'argomento Scudetto. "Non è mai successo nel mondo Hockeystico una festa di questo genere per la vittoria di uno scudetto. Abbiamo festeggiato la terza stella a Novara e io ho vinto pure due scudetti a Porto, ma non ho mai assistito ad un entusiasmo di questo tipo. Osannati in piazza come mai da nessuna parte."
Si parla soprattutto di quello che è successo in Gara-3 nella bolgia del PalaMaliseti, molto piu' colorata di giallorosso. "Il pubblico è stato incredibile. Non ho mai visto un esodo cosi' imponente di tifosi bassanesi per una trasferta - spiega il Presidente Eros Merlo. In Gara2 il pubblico bassanese ha risposto benissimo dopo la prima sconfitta in terra toscana. La contestazione? La contestazione dei tifosi non è stata bella, personalmente non apprezzata. Va in parte capita ma non con la forma di come è avvenuta. L'unico neo in una stagione dove il pubblico l'ha fatta da protagonista. E' servita forse a disorientare il Prato e tirare fuori la rabbia giusta. Spero comunque che sia un episodio isolato". "Quello che è successo a Prato non è mai successo: 500 persone per seguire la propria squadra in trasferta. Abbiamo scritto una pagina di storia in tutti i campi, in quello sportivo e dei tifosi. Un ricordo per i bambini che erano a Prato e poi anche nei festeggiamenti successivi, un ricordo che ogni bimbo avrà dentro per sempre. Abbiamo scritto il guinness dei primati dell'hockey pista", parla l'Orlandinho nazionale con ancora un evidente emozione dopo la vittoria del suo nono scudetto, l'ottavo consecutivo.
Un premio per il lavoro della società, afferma l'intervistatore. "Cinque anni fa pian piano abbiamo costruito sempre più una squadra competitiva, fino ad arrivare ad alti livelli con tanta pazienza. Convinti dentro di noi, tranne chi non ci credeva affatto, che pian piano saremo riusciti a raggiungere il top. Quest'anno abbiamo vinto due scudetti, quello del publico e quello dello Sport. Mai provato un'emozione di questo genere".
E del futuro presidente? I Gemelli Michielon se ne vanno a Follonica. Una rinuncia dolorosa. "Il gruppo si romperà un po', ma abbiamo preso dei giocatori di grande valore. C'è la volontà di tenerlo questo scudetto ancora a Bassano." E te il futuro Alberto ancora con il Bassano. "Prima di parlare del futuro volevo salutare i Gemelli Michielon, ma anche Enrico Giaretta e Marco Conte. Con i Gemelli, specialmente, abbiamo passato tantissimi anni insieme, sempre vincendo, e l'anno prossimo sarà la prima volta dopo 10 anni che giocherò contro di loro. Questo gruppo, con Cunegatti Rigo me e i Gemelli, è rimasto nella storia e abbiamo messo una pietra importante nella storia italiana. Il prossimo anno? Siamo competitivi. Ho gli stimoli giusti per riprovare a vincere. Mai sedersi sugli allori, specialmente lo dice uno che ne ha vinti 9 di scudetti".
Speriamo che non passino altri cinquant'anni che a Bassano ritorni lo scudetto, la battuta ironica di Vincenzo Pittureri nei saluti finali.


Bassano del Grappa (Vicenza),  il 29/06/2004


Stefano Zamperin
Ufficio Stampa Bassano Hockey 54
Webmaster Sito Ufficiale Bassano Hockey 54
news@bassanohockey54.it - www.bassanohockey54.it
Cell.:  +39 348 9327659


Per rimuoverti da questa mailing-list invia un'e-mail a news@bassanohockey54.it e scrivi nell'oggetto "RIMOZIONE MAILING-LIST"
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl