UAFA, pronta alle vie legali per la tutela dei propri assistiti

17/gen/2020 01:45:59 mazzarellamaurizio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La UAFA (Union Agent Football Association Deregulation), in virtù dell’enorme danno che la categoria dei procuratori sportivi sta ricevendo in queste settimane da parte del CONI e della FIGC, è in procinto di adire le vie legali per la tutela dei diritti dei propri assistiti. Ben 1000 persone hanno perso la possibilità di lavoro per una legge ingiusta e incostituzionale, nonché non retroattiva ed anche per questo c’è in piedi un ricorso al TAR Lazio, una denuncia all’Antitrust, oltre ad una richiesta al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Oltre ad aver perso il lavoro circa 850 agenti sportivi ed i relativi dipendenti, ci saranno le chiusure delle partita iva con tutto quello che comporta ed è per questo che sarà promossa una causa di risarcimento di danni nei confronti e dello Stato Italiano perché è ingiusto quello che sta accadendo. La UAFA Desidera avere risposta e aiuto concreto dal Ministro dello sport in senso immediato. Questo è un attacco all’individio e la UAFA si rivolgerà anche alla Corte Europea dei i diritti dell’uomo per chiedere Giustizia.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl