“Un calcio alla disabilità”: l’Us Angri di nuovo in campo per il sociale

25/apr/2017 19.19.09 Us Angri 1927 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’Us Angri 1927 torna in campo per il sociale. Dopo il progetto “Tutti insieme per Giuseppe” e “Io tifo positivo”, il club grigiorosso promuove l’iniziativa “Diamo una calcio alla disabilità”.

La disabilità in questione è la Malattia di Parkinson, che ha colpito ormai 12 anni fa l’addetto stampa della squadra, Francesco D’Antuono. L’input per l’iniziativa è stato da Pasquale Vitter, medico oltre che allenatore dei grigiorossi: «Francesco nelle scorse settimane aveva chiesto di potersi allenare con la squadra e durante allenamenti e partitelle – spiega Vitter – ho notato che non mostrava alcuno dei sintomi caratteristici del Parkinson, come se il pallone fosse la terapia giusta».

Scambio di vedute tra mister e addetto stampa, fino alla proposta del tecnico di concedere a Francesco D’Antuono anche un solo spezzone di partita ufficiale. Tesseramento inviato entro i termini federali, allenamenti e ora le ultime battute del conto alla rovescia per l’esordio ufficiale in grigiorosso.

La squadra ha accolto favorevolmente l’iniziativa, volta a confermare che lo sport, il calcio in particolare, può essere un veicolo di aggregazione e sensibilizzazione. Per Francesco D’Antuono è arrivato anche l’ok dopo le visite mediche e sabato prossimo ci sarà l’esordio ufficiale, nell’ultimo turno di regular season, in trasferta contro la Poseidon.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl