Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Sun, 18 Nov 2018 06:50:06 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/1 E' online Scintilla n. 93 - novembre 2018 Sat, 17 Nov 2018 08:02:14 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503983.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503983.html Piattaforma Comunista Piattaforma Comunista Care/i compagne/i,

è disponibile online "Scintilla" n. 93 (novembre 2018), giornale del proletariato rivoluzionario.

Per leggerlo e scaricarlo in pdf visitate il sito internet

www.piattaformacomunista.com    

Siamo interessati a conoscere la vostra opinione sul contenuto di questa edizione. Vi invitiamo inoltre a:

- spedirci articoli, comunicati, denunce politiche e lettere;

- contribuire alla diffusione di Scintilla;

- inviarci indirizzi e-mail di possibili interessati;

- sostenerci con un abbonamento o un contributo volontario (versamenti sul c.c.p. 001004989958 intestato a Scintilla Onlus). 

Saluti a pugno chiuso.

Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia

 

www.piattaformacomunista.com 

teoriaeprassi@yahoo.it

]]>
C.S: “Lo Stato ha consegnato mio padre ai carnefici”: parla la figlia di L uigi Ilardo. Uomo della Cupola dei Corleonesi. Fri, 16 Nov 2018 14:57:47 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503970.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503970.html Mariangela Palmisano Mariangela Palmisano
Confedercontribuenti - Ufficio Stampa Nazionale
Via Sardegna, 29
Roma

Redazione "Quotidianocontribuenti.com"
Via Sardegna, 29
Roma 

tel 0698356829

Diretto del Direttore 3737822376 - 3348093875 

Comunicato stampa

“Lo Stato ha consegnato mio padre ai carnefici”: parla la figlia di Luigi Ilardo
Il ricordo del collaboratore di giustizia, ucciso nel 1996, nei pensieri della figlia: “La nostra famiglia, vittima di scelte scritte senza il nostro consenso”.

Il Quotidiano dei contribuenti (Quotidianocontribuenti.com) ha pubblicato oggi un intervista alla figlia di Luigi Iiardo,un collaboratore di giustizia ucciso dalla mafia  nel 1996 a Catania. Nell’intervista Luana Ilardo accusa lo Stato di avere lasciato solo suo padre, dopo che egli si incontrò a Roma con magistrati e ufficiali dei Carabinieri per deporre e raccontare vicende sulle quali da anni gli inquirenti indagavano. Ebbene Ilardo dopo la deposizione fu lasciato andare senza alcuna protezione, tanto che pochi giorni dopo fu  ucciso per strada. Sono passati anni ed ancora tutto è nel buio più assoluto. La famiglia vive quasi rassegnata, anche se magistrati e carabinieri dovrebbero avere i nomi di chi ucciso Ilardo. L’intervista dimostra ancora una volta di come i collaboratori di giustizia siano lasciati al loro destino dallo Stato ed è quindi una ennesima denuncia dei rapporti oscuri tra Stato e organizzazioni criminali.

by Quotidiano dei contribuenti
16 novembre 2018
 
il testo dell'articolo: 
 
 l ricordo del collaboratore di giustizia, ucciso nel 1996, nei pensieri della figlia: “La nostra famiglia, vittima di scelte scritte senza il nostro consenso”.

Di Livio Mario Cortese

Luigi Ilardo: uomo d’onore, confidente dei Carabinieri, vittima d’un sistema al quale aveva scelto di non appartenere più; la sua esistenza si chiude il 10 Maggio 1996, a Catania, sul selciato di via Quintino Sella.

Ventidue anni dopo (mentre vicende giudiziarie mai concluse continuano a suggerire i più inquietanti sviluppi dell’ipotesi “rapporti Stato-mafia”) la figlia Luana porta nel presente il ricordo del padre nella sua dimensione d’uomo, fuori da ogni contesto criminoso. Una divaricazione dolorosa per l’animo di molti, alla quale non sempre si sopravvive: e il pensiero va alle vicende di Rita Atria o della famiglia Impastato. Chi era dunque Luigi Ilardo? “Solo mio padre: il mio eroe, il mio principe, il mio amore. Credo funzioni così per tutte le figlie del mondo”: così esordisce Luana Ilardo, consapevole che il discorso non sia semplice: “Mio padre era capace di svolgere le mansioni di ‘uomo d’onore’, ma non ne aveva l’indole. Come dire: se fosse nato in una famiglia Rossi, avrebbe concluso gli studi per diventare geometra o ingegnere. Credo che la sua passione per i cavalli sarebbe diventata anche una professione.”. Non si tratta, insomma, di dar giustificazioni: ma di comprendere e far comprendere: “Mio padre è rimasto schiacciato dal peso della parentela alla quale siamo legati: quando non ne poté più, cercò di sottrarvisi”. Una certezza arriva ad alleggerire l’animo: “Anche dal punto di vista processuale il suo nome non e’ mai stato macchiato da nessuna imputazione di omicidio o altri feroci crimini”. Anche così, per le due figlie i primi anni non sono stati semplici: “Io e mia sorella siamo cresciute andando a trovare mio padre in carcere.

Ogni colloquio, una profusione di amore del quale facevamo incetta in attesa della volta successiva: quei momenti tristissimi erano giornate di festa. Liberato dopo tredici anni, poté occuparsi dell’azienda di famiglia: allora lo abbiamo vissuto quotidianamente… per troppo poco”. Altri ricordi, più sereni, hanno l’impronta d’una scelta di vita decisamente sofferta: “Viveva col pensiero che gli animali non ricevessero abbastanza foraggio, che le piante non avessero acqua a sufficienza. Aveva a cuore la famiglia, e non nel senso che si potrebbe pensare: parlo di nucleo familiare. Doveva però assolvere agli usi del contesto in cui era nato. Niente era più lontano dall’indole di mio padre quanto la criminalità: però se nasci in una famiglia di idraulici, al 90% diventi un idraulico, magari un ingegnere idraulico. Ma resti in quell’ambito…”. Eppure Luigi Ilardo quel passo, coraggioso e destabilizzante, lo aveva compiuto al momento in cui la mafia “vecchio stampo” aveva aggiunto alla propria natura criminale un aspetto particolarmente distruttivo, sbarazzandosi delle ultime tracce di etica. Collaborare con le forze dell’ordine diveniva perciò una naturale conseguenza. Nella sua unica deposizione scritta dichiarava di volersi dissociare da un organizzazione delle cui idee non si sentiva più partecipe; condannava l’omicidio del figlio di Santino Di Matteo e della moglie di Nitto Santapaola. Le regole mafiose, per quanto opinabili, avevano come imprescindibile credo il divieto di toccare donne e bambini”.

Il pensiero della famiglia, nella sua accezione più felice, era stato un motivo importante: “Voleva proteggere almeno i miei fratelli, evitando loro il calvario che io e mia sorella abbiamo dovuto patire fin dalla nascita”.

Sull’omicidio del padre, Luana Ilardo non ha mezzi termini. “Apparteneva ad un’organizzazione dotata di proprie regole: per brutali che siano, vanno rispettate dagli accoliti. Anche lo Stato ha delle leggi. Quando lui ha rotto con l’ambiente mafioso, ha pagato: ma ciò è accaduto perché lo Stato stesso non ha mantenuto il proprio impegno. Mio padre, che in quell’istituzione riponeva ogni aspettativa di rinascita, è stato consegnato ai suoi carnefici. Per quanto io aborrisca la mafia, le sue regole e chi ha dato l’ordine e premuto il grilletto, non posso che ammetterne la coerenza! Condanno molto più quegli uomini di Stato corrotti”.

Ripercorrendo gli ultimi giorni del padre, che a Roma aveva incontrato magistrati e ufficiali dell’Arma, il dolore e la rabbia di Luana Ilardo non risparmiano un insigne ufficiale che, a suo parere, avrebbe non poche responsabilità morali nell’omicidio. “Mio padre venne portato al Comando del R.O.S. dal colonnello Michele Riccio: a lui aveva praticamente affidato la propria vita. Erano presenti anche i magistrati Tinebra, Caselli e Principato. Nelle sue memorie, Riccio scrive di aver ritenuto che mio padre rischiasse la vita…ma lo ha lasciato solo, l’ha rimandato a casa, dov’è stato ucciso pochi giorni dopo. Uno dei miei fratelli porta il nome del colonnello: per mio padre era un uomo al quale dedicare il nome del proprio figlio”.

In cosa ha mancato l’ufficiale dei Carabinieri? “Avrebbe dovuto stargli accanto finché il programma di protezione non fosse iniziato: mio padre aveva riversato tutte le sue speranze in quelle registrazioni, in quei racconti. Riccio scrive di aver sospettato che i suoi superiori lo stavano ostacolando: perché non è andato ad arrestare Provenzano? Più di qualcosa non quadra: dell’incontro al Comando del  R.O.S.  non esiste un solo appunto. In questa vicenda, compresa la mancata perquisizione al covo di Riina, lo Stato fa una figura pessima. Mi rincuora il fatto che altri uomini s’impegnino in nome della verità: per me la verità -anche dolorosa- è sempre sinonimo di giustizia. Anche se il concetto di giustizia non sempre collima con quello di legalità. Chi è oggi Luana Ilardo? “Una mamma: cerco di esserlo nei miglior modo possibile. Volontaria della Protezione Civile, ho imparato a esorcizzare il mio dolore cercando di preservare gli altri. Leggo moltissimo: avrei voluto continuare gli studi, altre sono state le priorità…cerco di continuare a vivere con la dignità necessaria”.

L’identità familiare poggia sugli antenati più recenti, considerandone passioni e professioni:Mia nonna era insegnante, come pure mia zia; mio nonno allevava muli e cavalli che forniva anche ad Esercito e Carabinieri. Siamo una famiglia qualsiasi, pur essendo il nucleo Ilardo-Madonia. Per quanto bizzarro possa apparire, siamo vittime di scelte e storie scritte senza il nostro consenso. Oggi non abbiamo più nulla: condividiamo affanni, pene, gioie e ricorrenze come qualsiasi famiglia”.

 

https://www.quotidianocontribuenti.com/new/lo-stato-ha-consegnato-mio-padre-ai-carnefici-parla-la-figlia-di-luigi-ilardo/



Il Direttore responsabile di Quotidianocontribuenti.com
Lillo Venezia 
 
]]>
Film LA STORIA DI DIANETICS Thu, 15 Nov 2018 12:05:32 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503419.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503419.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

L. Ron Hubbard ha scoperto la fonte di incubi, irragionevoli paure, turbamenti, incertezze e malattie psicosomatiche: la mente reattiva. 
Nel suo libro Dianetics: la Forza del Pensiero sul Corpo egli ha descritto dettagliatamente la mente reattiva ed una tecnologia semplice, pratica e facile da insegnare per prevalere su questa mente e raggiungere lo stato di Clear. Dianetics è questa tecnologia.
La parola deriva dal greco dia nous: dia “attraverso” e nous “mente” o “anima”. Dianetics é definita anche come “ciò che l’anima fa al corpo”. 
Quando la mente influenza negativamente il corpo, è descritta come una condizione psicosomatica. “Psico” si riferisce alla “mente o anima” e somatico al “corpo”. Quindi le malattie psicosomatiche sono malattie fisiche causate dalla mente. 
Giornalmente, presso la Chiesa di Scientology di Milano è possibile partecipare alla visione gratuita del Film LA STORIA DI DIANETICS, prenota il tuo posto online: http://www.scientology-milano.it/events/dianetics-film/confirm.html

per tenersi aggiornati sulle varie attività 
della Chiesa di Scientology: 

]]>
SCIENTOLOGY: CHE COS'È IL PROGRAMMA DI PURIFICAZIONE? Thu, 15 Nov 2018 12:04:52 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503418.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503418.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano
Il Programma di Purificazione è un programma di disintossicazione che permette a un individuo di liberarsi degli effetti dannosi di droghe, tossine e altri prodotti chimici che si trovano nel corpo e creano una barriera biochimica al benessere spirituale.

 
Viviamo in una società basata sulla chimica. Praticamente tutti siamo regolarmente sottoposti ad assunzione di conservanti alimentari, pesticidi, veleni presenti nell'atmosfera e così via. Se vogliamo anche aggiungere la vasta gamma di droghe generalmente consumate, la gravità del problema diventa ancora più evidente.

Queste droghe possono ridurre le persone in condizioni che non solo sono proibitive e distruttive per la salute, ma che sono tali da impedire ogni progresso stabile verso il benessere mentale o spirituale.

Nel 1970, mentre lavorava con casi che in precedenza avevano fatto uso di droghe, la ricerca di L. Ron Hubbard ha rivelato che l’LSD rimane nel corpo per anni dopo l’ingestione, alloggiando nei tessuti adiposi del corpo. Mesi o persino anni più tardi, una persona può rivivere un “trip” quando i residui di LSD vengono smossi dal tessuto adiposo. Ricerche successive hanno rivelato che un lungo elenco di droghe, veleni chimici, sostanze tossiche e farmaci possono analogamente alloggiare nel corpo e causare che una persona sperimenti nuovamente i loro effetti.

Il Programma di Purificazione è stato sviluppato per far fronte a una crescente minaccia al progresso e al benessere mentale e spirituale, che nella cultura attuale deriva dall'uso sempre più comune di droghe e di sostanze biochimiche.

Testo Consigliato sul soggetto: MENTE SANA IN CORPO SANO
]]>
VINCERE GLI ALTI E BASSI NELLA VITA? ... E' POSSIBILE Thu, 15 Nov 2018 12:04:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503416.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503416.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

si può andare bene e all'improvviso peggiorare e ciò avviene per un motivo specifico

Può succedere, nella vita, che si stia andando bene e all'improvviso le cose
 cambiano in peggio, si cominciano a commettere errori o a fare sciocchezze senza capirne il perché. A chi non è successo in qualche momento della propria esistenza mentre tutto sembra andare per il verso giusto, cominciare a sentirsi “depressi” senza alcun motivo apparente. 

“Vincere gli Alti e Bassi nella Vita” è un corso di miglioramento disponibile presso le Chiese di Scientology e basato sulle scoperte di L. Ron Hubbard, che offre le risposte e gli strumenti per poter capire il perché ciò accade e come risolvere queste spiacevoli ed indesiderate situazioni. 

Questa esperienza ha già aiutato milioni di persone in tutto il mondo, una di loro ha commentato: “E’ stata la migliore esperienza nello studio di un corso sulle persone e le personalità. Il comportamento umano mi ha sempre interessato ed è stato uno dei miei soggetti di studio preferiti. Questo studio mi ha spiegato tutto quello che mancava in tutti gli altri libri che ho letto. Capisco il come, il perché, il cosa e il quando e ora posso sentirmi libero.”
Per maggiori informazioni puoi rivolgerti alla Chiesa di Scientology di Milano  
Viale Fulvio Testi 327
Tel. +39 02607581 
affaripubblicimilano@churchofscientology.net
]]>
UNA VOCE PER L'UMANITÀ' Thu, 15 Nov 2018 12:03:09 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503414.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503414.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano
L’uso di droga e la criminalità, l’intolleranza e la crudeltà, le calamità naturali e quelle create dall'uomo pervadono e degradano ogni area della società.

Riconoscendo la necessità vitale di fare qualcosa per affrontare la situazione, la Chiesa di Scientology patrocinano programmi educativi per arrestare l’uso di droga, infondere tolleranza, accrescere la consapevolezza sui diritti umani e innalzare la moralità.
La meta è allo stesso tempo audace e ambiziosa: risolvere problemi diffusi in
tutto il mondo ed arrestare il declino culturale che vi si sta insinuando, mentre si migliora il livello della società instillando valori che tutti possono condividere. 
Ogni campagna si fonda sull'idea che l’istruzione è la pietra angolare del cambiamento. Se ben informate sui soggetti, le persone sono in grado di prendere decisioni di condurre una vita libera dalla droga, etica, rispettosa, in armonia con il prossimo, i propri cari e i propri vicini e arrechino cambiamenti.
Ispirati dalle parole di L. Ron Hubbard, Fondatore della Religione di Scientology, che “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”, gli Scientologist si assumono la responsabilità non solo per se stessi e la propria famiglia ma, in modo più esteso, anche per la comunità.
Essi sostengono con tutto il cuore questi programmi per renderli ampiamente disponibili. La panoramica presentata in questa pubblicazione fornisce una testimonianza dell’efficacia dei programmi con le parole di un’ampia schiera di persone e istituzioni che ne hanno tratto notevoli benefici.
La partecipazione e la collaborazione a tali iniziative è gradita e accettata volentieri da tutti coloro che tentano di migliorare le proprie condizioni e quelle altrui, con l’intento e la mira di creare un impatto in ogni angolo della Terra perché in tutto il mondo possa sorgere una nuova alba culturale.
]]>
MILANO - LA CHIESA DI SCIENTOLOGY OSPITA L'EVENTO CULTURALE DI "GREATER COMILLA" Thu, 15 Nov 2018 12:02:26 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503413.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503413.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano  


Milano 11 novembre - La Chiesa di Scientologyha ospitato un'iniziativa culturale organizzata da Greater Comilla.

L'associazione prende il nome da  Comilla, una città vicino a Dacca, nel Bangladesh ed ha lo scopo di riunire la popolazione di Comilla e del Bangladesh residente in Italia, per portare avanti le proprie tradizioni culturali e fare in modo che i loro figli crescano conoscendo le tradizioni bengalesi. 

La sig.ra Venier, della Chiesa di Scientology, ha dato il via all'iniziativa con un benvenuto speciale offrendo il messaggio de "La Via della Felicità" di L Ron Hubbard
]]>
MILANO - LA CHIESA DI SCIENTOLOGY OSPITA L'EVENTO CULTURALE DI "GREATER COMILLA" Thu, 15 Nov 2018 12:02:04 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503411.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503411.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano  


Milano 11 novembre - La Chiesa di Scientologyha ospitato un'iniziativa culturale organizzata da Greater Comilla.

L'associazione prende il nome da  Comilla, una città vicino a Dacca, nel Bangladesh ed ha lo scopo di riunire la popolazione di Comilla e del Bangladesh residente in Italia, per portare avanti le proprie tradizioni culturali e fare in modo che i loro figli crescano conoscendo le tradizioni bengalesi. 

La sig.ra Venier, della Chiesa di Scientology, ha dato il via all'iniziativa con un benvenuto speciale offrendo il messaggio de "La Via della Felicità" di L Ron Hubbard
]]>
La verità sugli psicofarmaci genera indignazione. Thu, 15 Nov 2018 11:20:17 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503368.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503368.html Riforme Sociali Riforme Sociali

Costante l’appuntamento dei volontari romani del CCDU che ancora una volta hanno messo nelle mani a centinaia di persone, gli opuscoli gratuiti sugli effetti distruttivi degli psicofarmaci.

 

Roma 14 novembre 2018 Oltre 600 le persone raggiunte  con le corrette informazioni sugli antipsicotici, antidepressivi, regolatori dell’umore, psicofarmaci, psicostimolanti, ansiolitici e sedativi e la maggior parte vengono nascosti a pazienti e dottori.

Le reazioni ? Sorpresa e indignazione. Ma pensiamoci bene, già il nome, psicofarmaco, è una menzogna bella e buona. Non sono farmaci, sono droghe legalizzate. In Italia sono ormai 12 milioni gli italiani che li assumono e si fa di tutto per accrescere il trend.

I risultati si vedono, perchè dietro a tutte queste morti violente, a questi scoppi improvvisi di follia omicida il più delle volte ci sono i famigerati psicofarmaci. E' diventato perciò veramente vitale informarsi, perchè gli unici che traggono profitto da tutto questo sono le grandi case farmaceutiche. Si può, però, contrattaccare solo dando le giuste informazioni. Il CCDU è un'organizzazione indipendente. È costituito da membri della Chiesa di Scientology e da molte altre persone appartenenti a diverse confessioni, fedi e culture, compresi non credenti e atei.

Persone di ogni ceto sociale, fede, religione e ideologia politica sono preoccupate per l'impatto distruttivo che la psichiatria ha sulla società. Molti lavorano con il CCDU per fare qualcosa di efficace in proposito.

In America, il Consiglio dei Consulenti del CCHR, chiamati Commissioner, include medici, avvocati, artisti, educatori, manager, rappresentanti di attività di diritti civili e umani, che ritengono sia loro dovere denunciare e aiutare ad abolire qualsiasi pratica fisicamente dannosa nel campo della salute mentale.

Il CCHR è stato fondato, a livello internazionale, dalla Chiesa di Scientology, che ha lunga storia di conquiste nel campo dei diritti umani.

Ricordiamo che il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata alla difesa dei Diritti Umani nel campo della Salute Mentale. Le funzioni del CCDU sono unicamente quelle di fungere da organo di controllo, scoprendo e denunciando le violazioni psichiatriche dei Diritti Umani nel campo della Salute Mentale. E' veramente vitale informarsi. 

 

 https://ccdu.org/

 

 

 

 

]]>
“La Verità sulla Droga” a Piazza Euclide Thu, 15 Nov 2018 11:18:39 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503363.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503363.html Riforme Sociali Riforme Sociali

Efficacissimo  l’incontro con i giovanissimi che erano a Piazza Euclide lo scorso sabato sera,

 

I Volontari di Un Mondo Libero hanno raggiunto anche i giovanissimi di Piazza Euclide.

Sabato 10 novembre 2018  sono stati forniti  loro gratuitamente gli opuscoli che informano sui reali rischi delle droghe più comuni, come marijuana, cocaina, eroina, ecstasy ed alcol, realizzati dalla Fondazione per Un Mondo Libero dalla Droga ed utilizzati dalla e nella campagna non governativa più diffusa del mondo :“La Verità sulla Droga”.

Inoltre ha sorpreso la disponibilità della maggior parte dei ragazzi al confronto sull’argomento, facendo nascere un momento di considerazioni e riflessioni che ha messo tutti d’accordo.

 Lo scopo come sempre e’ quello di mettere in guardia le nostre future generazioni.

La Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga è un’organizzazione non a scopo di lucro con sede a Los Angeles, California, dedita alla lotta alla droga, ai suoi abusi e alla criminalità che ne consegue. La campagna Mondo Libero dalla Droga si fonda sul fatto, statisticamente provato, che laddove ai giovani viene presentata la pura e semplice “verità sulla droga”, il suo uso cala. Di conseguenza, la campagna di informazione e prevenzione di Mondo Libero dalla Droga presenta tredici opuscoli della Verità sulla Droga: uno per ciascuna delle sostanze di cui si fa più comunemente uso. I materiali della campagna includono anche un “kit per l’insegnante” per fornire ai docenti, alle forze dell’ordine e ai gruppi presenti nella società strumenti efficaci per aiutare i giovani a prendere la giusta decisione. Annunci di pubblica utilità incisivi e video documentari completano la serie La Verità sulla Droga: novanta minuti su ogni singola droga, raccontati da coloro che ci sono finiti dentro.Ad oggi, più di 700 milioni di persone hanno sentito o visto il messaggio La Verità sulla Droga ed i tassi di utilizzo sono drasticamente calati, ovunque i materiali della campagna abbiano raggiunto intere popolazioni. La campagna è patrocinata dalla Chiesa di Scientology. www.noalladroga.it

 

 

]]>
La campagna di Gioventù per i Diritti Umani è stata adottata dall’Università Pubblica del Guatemala Thu, 15 Nov 2018 01:32:19 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503232.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503232.html Celebrity Centre Firenze Celebrity Centre Firenze Tutto iniziò quando Cynthia Maria Guerra, allora Direttrice della Promozione ed dell’Educazione per il Difensore Civico dei Diritti Umani in Guatemala, stava cercando una soluzione al problema della violazione dei diritti umani che affligge la sua nazione. Tra gli abusi vi sono le violenze e le estorsioni da parte delle organizzazioni criminali, la persecuzione dei giornalisti e dei difensori dei diritti umani, la discriminazione contro la popolazione indigena e il maltrattamento delle donne.

"La violenza è ovunque. A quanto pare è il modo di risolvere tutto qui", afferma Guerra. "Quando cominciai a collaborare con l'Ufficio del Difensore Civico per i Diritti Umani, ho visto come l'educazione ai diritti umani sia un diritto in sé".

Guerra ha scoperto Gioventù per i Diritti Umani quando il Difensore civico le consegnò il libretto “Cosa sono i Diritti Umani?”, il che portò ad una partnership tra l'Ufficio del Difensore Civico e Gioventù per i Diritti Umani. Gli istruttori di Gioventù per i Diritti Umani hanno tenuto corsi a 400 educatori del Guatemala, un programma di 80 ore composto da informazioni sui diritti umani in generale, sui diritti specifici degli indigeni, i diritti delle donne e altri argomenti correlati. I 400 insegnanti hanno poi continuato il programma addestrando altri insegnanti. Inoltre una partnership con l'università ha portato alla formazione di ulteriori 1.300 insegnanti.

Una volta completato il suo mandato nell'ufficio del Difensore civico, Guerra non poteva semplicemente voltare pagina e andarsene: è diventata la direttrice di Gioventù per i Diritti Umani in Guatemala. "Non avevo voglia di tornare ai miei affari privati. Ho dovuto continuare la mia missione, cioè creare una cultura dei diritti umani in Guatemala", ha detto. "Più persone riusciranno a capire quali siano realmente i diritti umani, più possibilità avremo di stabilizzare questa cultura, non una cultura della discriminazione, non una cultura dell’abuso di potere, non una cultura della corruzione".

Il programma di Gioventù per i Diritti Umani è stato adottato dalla Commissione Generale per lo Studio dei Diritti Umani all'Università di San Carlos, l'unica università pubblica nazionale del Guatemala. Il decano dell'università, che conta 153.000 studenti, ha annunciato che il 2018 sarà l’Anno dell'Educazione ai Diritti Umani. Guerra ha dichiarato che: "Vogliamo utilizzare questa opportunità e far sì che un sacco di persone seguano il corso online di Gioventù per i Diritti Umani. Vogliamo che studenti del Guatemala si uniscano a noi come volontari e che siano anche delegati al Summit che si terrà a New York ". Avendo già educato più di 30.000 alla cultura dei diritti umani, Guerra è determinata a realizzare i sogni che coltiva per il Guatemala. "L'educazione per me, come ha detto Nelson Mandela, è l'arma più potente che puoi usare per cambiare il mondo."

“Gioventù per i Diritti Umani” è un programma sostenuto dalla Chiesa di Scientology, fondata da L. Ron Hubbard. È attiva a livello internazionale organizzando convegni (il più recente a New York nel Palazzo di Vetro della Nazioni Unite) e lezioni sui Diritti Umani nelle scuole elementari, medie e superiori, allo scopo di diffondere la conoscenza della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo approvata dall’ONU nel 1948.

Il fondatore della Chiesa di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “I Diritti Umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico".

]]>
A Firenze prosegue la campagna antidroga della Chiesa di Scientology Thu, 15 Nov 2018 01:31:17 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503231.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503231.html Celebrity Centre Firenze Celebrity Centre Firenze Il Celebrity Centre della Città di Firenze, Chiesa di Scientology, sta da anni portando avanti la campagna informativa “Dico no alla droga”. Si tratta di una campagna internazionale a cui aderiscono le Chiese di Scientology di tutto il mondo, organizzando eventi pubblici e lezioni nelle scuole.

A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

Questa settimana i volontari della Chiesa hanno distribuito a Firenze centinaia di opuscoli informativi sui pericoli delle droghe. Negli opuscoli, destinati ai giovani e non solo, sono contenute informazioni molto dettagliate sugli effetti negativi delle sostanze stupefacenti. Lo scopo è di far sì che i giovani evitino di cadere nella trappola della droga, e magari di convincere a smettere chi ha già cominciato a farne uso.

Gli opuscoli mettono anche in guardia sui metodi che usano gli spacciatori per diffondere le sostanze stupefacenti, proponendole come "innocue", "di moda", "curative", ecc.

Tutti gli opuscoli sono consultabili anche sul sito it.drugfreeworld.org

La Chiesa di Scientology, fin dalla sua fondazione negli anni ’50 del secolo scorso, ha subito riconosciuto che la droga e l’alcol fossero una delle principali cause della spirale discendente che sta portando il pianeta alla degradazione. Il suo fondatore, L. Ron Hubbard, ha spesso condannato l’uso di droga nei suoi scritti, spiegando in dettaglio quali siano gli effetti invariabilmente negativi sul corpo e sulla mente degli individui.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

]]>
COM STAMPA IBFAN - Roma, 16 novembre ore 10 Casa delle Donne di Via della Lungara, Presentazione della VI edizione del Codice Violato e Rapporto WBTi Wed, 14 Nov 2018 15:45:41 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503308.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503308.html basicterzosettore basicterzosettore
View this email in your browser
 

COMUNICATO STAMPA 
CON VIVA PREGHIERA DI PARTECIPAZIONE E DI PUBBLICAZIONE

Roma - Venerdì 16 novembre 2018 dalle 10,00 alle 13,00
Centro Congressi Carla Lonzi - Casa Internazionale delle Donne - VIa della Lungara 19

Proteggere, promuovere e sostenere l'allattamento:
una priorità nazionale e globale

Presentazione della VI edizione del
Codice Violato
e del
Rapporto WBTi  (World Breastfeeding Trend Initiative)

 

Il Codice Violato” è un rapporto periodico sulle violazioni al Codice Internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno in Italia. Periodicamente informa gli operatori ma anche il grande pubblico delle violazioni che aziende, strutture sanitarie, attraverso il marketing o le azioni scorrette compiono ai danni dell'allattamento e alla fin fine ai danni della salute di bambini, madri e società in generale. 
Il Codice Internazionale, costituito da 11 articoli, è stato elaborato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall’UNICEF nel 1981 per regolare il marketing dei sostituti del latte materno, con l’obiettivo di proteggere l’allattamento dalla concorrenza sleale di questi prodotti. Esempi di violazioni del Codice sono la distribuzioni di campioni gratuiti di formula artificiale, le vendite sottocosto, le pubblicità con immagini che esaltano “presunti” benefici della formula e la pubblicità selvaggia di biberon e tettarelle, tutte pratiche che minano la possibilità di allattare con successo i propri figli.
Il Codice Violato è stato elaborato dall'associazione IBFAN Italia (International Baby Food Action Network, www.ibfanitalia.org). composta esclusivamente da volontari senza fini di lucro; dal 2001 raccoglie e pubblica con cadenza triennale le violazioni del Codice avvenute in Italia. Quello presentato a Roma è il VI rapporto dal 2001.

 


WBTi logoLa World Breastfeeding Trends Initiative (WBTi) è un’iniziativa innovativa, sviluppata da IBFAN Asia per aiutare le singole nazioni a valutare ed a confrontare le politiche, le pratiche e i progressi sull'allattamento e l’alimentazione dei bambini.  I resoconti di valutazione della WBTi sono il risultato di uno sforzo collaborativo da parte di organizzazioni, associazioni e ONG per mettere in evidenza successi, identificare divari e costruire consenso su alcune raccomandazioni.  
Finora, 92 paesi in tutto il mondo hanno usato la WBTi e hanno pubblicato un resoconto di valutazione. La maggioranza di questi paesi è impegnata a mettere in pratica gli accordi e le strategie globali, ma esistono variazioni nel grado di implementazione e monitoraggio.
Nel corso della mattinata sarà presentata la situazione italiana ed il Report italiano pubblicato sul sito http://worldbreastfeedingtrends.org/country-report-wbti/. 

 



Programma

Ore 10 - saluti di: 
Comune di Roma,
Ministero della Salute
On. Mara Lapia - XII Commissione Affari Sociali e Sanità
IBFAN Italia,
Unicef
La Leche League Italia
MAMI

 



Ore 10.30 - Monica Garraffa, MAMI, modera gli interventi di: 

Claudia Pilato, presidente IBFAN Italia: Il Codice Violato 2018
Luisa Mondo, ASL 3 Torino e Vice presidente IBFAN Italia: Il caso Lactalis, istruzioni per la ricostruzione della formula
Adriano Cattaneo, IBFAN Italia: Il rapporto World Breastfeeding Trends, Iniziativa per l'Italia
Alessandro Iellamo, Save the Children: Attività e risorse necessarie per colmare i vuoti identificati dal rapporto
Alessia Bigi, IBFAN Ginevra: Allattamento e diritti umani alla luce del Codice Volato 2018 e del rapporto WBTi

  




 







This email was sent to pubblica@comunicati.net
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Carla Scarsi · via xxv aprile 105 · pieve ligure, GE 16031 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp
]]>
presentazione a Napoli del libro “La Repubblica delle stragi” Wed, 14 Nov 2018 14:44:03 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503251.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/503251.html Agende Rosse Campania Agende Rosse Campania
Lunedì 19 novembre a Napoli, presso l’Antisala dei Baroni nel Maschio Angioino, alle ore 17,30 si terrà la presentazione del libro “La Repubblica delle stragi”, curato da Salvatore Borsellino e con prefazione di Marco Travaglio

ricerca delle verità nascoste, delle trame occulte, di "patti scellerati" dei poteri forti che hanno prodotto le stragi che hanno insanguinato il nostro Stato e ne hanno determinato le mutazioni dalla alla seconda repubblica. Il materiale immenso raccolto e narrato dagli autori è sostanzialmente di natura giudiziaria. Uno spaccato sulla nostra storia che aiuta il lettore ad una visione drammatica, complessa ma vera

Ne discutono:

gli autori Avv. Fabio Repici, l’Agenda Rossa Federica Fabbretti,Salvatore Borsellino il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

Conclude il Procuratore Aggiunto presso il tribunale di Benevento, Dott. Giovanni Conzo.

Con preghiera di massima diffusione.

Per contatti telefonici:

Nicla Tirozzi 3385673810

Nunzio Sisto 3473732738


Organizzazione a cura del Movimento Agende Rosse �“ gruppo Paolo Borsellino �“ Campania

Associazione “A.R.Ca. �“ Agende Rosse Campania”


Di seguito il link dell’evento Facebook https://www.facebook.com/events/958093267727691/


Di seguito l’immagine dell’evento

]]>
GLI SCIENTOLOGIST PROMUOVO I DIRITTI UMANI Wed, 14 Nov 2018 12:18:25 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/502999.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/502999.html Chiesa di Scientology della città di Pordenone Chiesa di Scientology della città di Pordenone  

Venerdì 16 novembre, Giornata Internazionale della Tolleranza, gli Scientologist della Chiesa di Pordenone hanno indetto una serata di presentazione delle prossime attività volte a promuovere la conoscenza e l’attuazione dei Diritti Umani.

 

Quest’anno inoltre ricorre il settantesimo anniversario della proclamazione da parte dell’Onu della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani avvenuta il 10 dicembre del 1948, ed in questa occasione gli Scientologist promuoveranno la firma di una petizione al fine di attuare realmente i Diritti Umani nella società.

 

La Petizione verrà portata a conoscenza delle autorità al fine di introdurre l’insegnamento dei 30 Diritti Umani nei programmi degli istituti scolastici a livello locale.

 

A questo evento, sono stati invitati anche esponenti di altre religioni e persone che si sono mostrate particolarmente intressate al tema dei Diritti Umani.

 

 

 Come affermava L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology: “I Diritti Umani devono diventare una realtà, non un sogno idealistico”.

]]>
LA VERITÀ SULLA DROGA AGLI STUDENTI Wed, 14 Nov 2018 10:35:47 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/502933.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/502933.html Chiesa di Scientology della città di Pordenone Chiesa di Scientology della città di Pordenone I volontari dell’associazione Dico No alla Droga della sezione di Pordenone si sono incontrati ed hanno pianificato come poter intervenire per portare le corrette informazioni sugli effetti delle droghe a conoscenza di tutti gli abitanti di Pordenone.

 

Come è stata posta l’attenzione nei giorni scorsi dalle autorità locali, la prima emergenza di Pordenone è la droga, per questo motivo i volontari hanno deciso di attuare una campagna di prevenzione all’uscita delle scuole Kennedy, Pertini, Mattiussi, Grigoletti, Leopardi-Majorana e Flora per distribuire l’opuscolo informativo gratuito “La Verità sulla Droga”.

 

Queste azioni sono volte a far sì che i ragazzi che riceveranno gli opuscoli informativi apprendano come gli effetti negativi delle droghe possono distruggere vite e che le informazioni possano dare loro modo di prendere decisioni consapevoli e vivere liberi dalla droga.

 

Dico No alla Droga è un’associazione non a scopo di lucro che fornisce informazioni basate sui fatti in merito alla droga e che si ispira alle opere del filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard e tra i maggiori sostenitori di essa c’è la Chiesa di Scientology che da oltre 30 anni dà vita a manifestazioni volte a sensibilizzare i giovani sugli effetti dannosi della droga.

 

 

Per maggiori informazioni: www.mondoliberodalladroga.it FB: Dico No alla Droga Pordenone

]]>
I DIRITTI UMANI PRESENTI ALL’ESTATE DI SAN MARTINO Wed, 14 Nov 2018 10:23:55 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/502926.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/502926.html Chiesa di Scientology della città di Pordenone Chiesa di Scientology della città di Pordenone  

Domenica 11 novembre, in occasione della manifestazione “Estate di San Martino” i volontari dell’Associazione per i Diritti Umani e la Tolleranza Onlus hanno allestito il proprio stand in piazza XX settembre e hanno distribuito oltre 1000 opuscoli informativi “Che cosa sono i Diritti Umani?” e molto altro materiale gratuito ai passanti nelle vie del centro di Pordenone.

Sono stati moltissime le persone che si sono dimostrate interessate, che hanno chiesto maggiori informazioni e che hanno firmato la petizione che promuove, specialmente quest’anno che ricorre il settantesimo anniversario dalla promulgazione della Dichiarazione Universale, l’attuazione dei Diritti Umani in tutto il mondo.


Questo tipo di attività ha lo scopo di promuovere la conoscenza dei 30 Diritti Umani ratificati dall’Onu nel 1948 ed è resa possibile grazie al gruppo locale dell’Associazione ed al Dipartimento per i Diritti Umani della Chiesa di Scientology della città di Pordenone, il cui obbiettivo è racchiuso nelle parole del suo fondatore L. Ron Hubbard: “I Diritti Umani devono diventare una realtà, non un sogno idealistico”.

]]>
Giornate della Condivisione del Movimento Apostolico Ciechi Frascati, 16/18 novembre 2018 Tue, 13 Nov 2018 15:17:09 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/502773.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/502773.html Mimmo Caiazza Mimmo Caiazza

 

“1928 - 2018: novant’anni di missione con la Chiesa nel mondo”


Il 16, 17 e 18 Novembre presso il Centro Giovanni XXIII di Frascati si svolgeranno le Giornate della Condivisione, annuale raduno associativo del MAC, in cui si celebreranno i 90 anni di vita del Movimento, nato nel 1928 per iniziativa di Maria Motta, e i 50 anni dell’attività associativa di cooperazione fra i popoli, avviatasi dopo l’enciclica “Populorum progressio” di Paolo VI. Saranno ripercorse le tappe più significative della storia del MAC attraverso video, interviste e testimonianze di chi le ha vissute in prima persona.

"Saranno tre giornate all'insegna della  festa, della gioia e della fraternità" afferma Don Alfonso Giorgio, Assistente nazionale del MAC. “ In questi 90 anni sono stati raggiunti risultati significativi”  sottolinea Michelangelo Patanè, Presidente nazionale del Movimento, ”ma è ancora molta la strada da fare, in Italia e nel mondo, per una piena inclusione sociale ed ecclesiale delle persone con disabilità”.

Il programma:

Venerdì 16 novembre

Ore 17,30

50 anni di cooperazione con i Paesi del sud del mondo: finalità, metodo e testimonianze.

Intervengono: Don Paul Babikire, Responsabile della Pastorale sanitaria della Diocesi di Bukavu (Rep. Dem. del Congo) e Sabir Michael, sociologo di Okara (Pakistan)

Modera Fabio Zavattaro, giornalista vaticanista RAI


Sabato 17 Novembre  

Ore 11,00

Udienza in Vaticano con Papa Francesco.

Ore 17,30

90 anni di attività del MAC: racconto del percorso compiuto e prospettive future.

Concludono: S.E. Mons. Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita, e Don Giulio Albanese,Missionario comboniano, direttore di “Popoli e Missione”

Modera: Fabio Zavattaro, giornalista vaticanista RAI


Domenica 18 Novembre

11,00

Messa nel Duomo di Frascati, celebrata dal Vescovo Monsignor Raffaello Martinelli.

Il Movimento Apostolico Ciechi (MAC) è un'associazione di fedeli laici riconosciuta dalla Chiesa cattolica e dallo Stato italiano. E’ formato da persone vedenti e non vedenti che, insieme, fanno un cammino di fede, condivisione e promozione umana. Opera perché nella società e nella Chiesa nessuno sia escluso e le persone con disabilità vi partecipino attivamente. Le attività del Movimento si svolgono non solo in Italia ma anche nei Paesi più poveri del mondo, nei quali il MAC promuove progetti di cooperazione internazionale per la prevenzione della cecità, la cura delle malattie oculari e la promozione sociale e religiosa delle persone non vedenti.

]]>
Giovedì 15 alle 18 - Libreria laFeltrinelli - Genova, Alessandro Lombardo, intervista Francesca Rovereto, autrice di  "Sotto il ponte Morandi" Tue, 13 Nov 2018 13:02:38 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/502819.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/502819.html basicterzosettore basicterzosettore

Giovedì 15 novembre alle ore 18,00
nella Libreria laFeltrinelli di via Ceccardi 16 a Genova,

l’autrice di Sotto il ponte MorandiFrancesca Rovereto

sarà intervistata da Alessandro Lombardo
ex Direttore della Fondazione Ansaldo.



Il ricavato della vendita del volume sarà interamente devoluto
a cittadini e attività economiche della zona rossa del ponte Morandi

 


"Sono passati 10 anni da quando varcai per la prima volta la soglia della mia Azienda, i cancelli e le guardie armate si trovano esattamente a ridosso del viadotto Morandi che poi, ai tempi, per me, era semplicemente “il ponte di Cornigliano”.
 
Fino a quel momento, da radicata ponentina, quel ponte aveva rappresentato i pomeriggi in centro città. Ed invece a vederlo così, da sotto, era cupo, incombente, con le sue protezioni così snelle che a stento avrebbero retto il peso di un camion che fosse andato fuori strada.
I primi calcinacci che vennero giù dal viadotto danneggiarono diverse macchine parcheggiate nel perimetro aziendale. “Io ve lo dico che quel ponte prima o poi viene giù!”, esclamò qualcuno al caffè. “Non drammatizziamo - tagliò corto una collega ingegnere - siamo in Italia, in un paese civilizzato ed evoluto come il nostro non vengono giù i ponti!”.
 
Eppure dalla finestra lo vedo bene, anche ora che è mutilato, ed era sempre carico di macchine e TIR. Le infinite discussioni sulla cosiddetta “Gronda” trovarono l’opposizione dei residenti, degli ambientalisti e di qualche politico. “Quel ponte durerà altri 100 anni”, dissero. La Gronda non si costruì, ed il 14 agosto 2018 il Morandi venne giù".


 
Francesca Rovereto, Sotto il Ponte Morandi, 64 pagine, 10 euro
Erga edizioni - Mura delle Chiappe 37/2 - 16136 Genova Tel. 010 8328441
Mail edizioni@erga.it    Catalogo e recensioni on line www.erga.it
Seguici su Facebook: facebook.com/ErgaEdizioni    o su Twitter: twitter.com/ergaedizioni






This email was sent to pubblica@comunicati.net
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Carla Scarsi · via xxv aprile 105 · pieve ligure, GE 16031 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp
]]>
Il ministero di Scientology per essere "minus": minore al servizio. Thu, 08 Nov 2018 17:23:38 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/501823.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/501823.html Scientology Brescia Scientology Brescia Il valore di essere "minore" per essere al servizio degli altri, questo significa essere ministri della Chiesa di Scientology.

Gli scientologist svolgono il loro ministero

I Ministri ordinati in Scientology, svolgono un importante ministero nella società. Tutte le Chiese hanno sempre fornito guida e conforto ai loro parrocchiani nel momento del bisogno. In effetti, oltre ad occuparsi delle angosce puramente spirituali, le Chiese hanno sempre pensato che la loro missione fosse quella di lenire le sofferenze terrene, di prestare aiuto al prossimo e di ridare dignità agli uomini e alle donne nei momenti cruciali della loro vita.

Per tradizione, anche i ministri di Scientology si adoperano per alleviare le sofferenze umane e per offrire consigli e soccorso ai bisognosi, sia che si tratti di un membro della congregazione o semplicemente di un membro della comunità a cui occorresse aiuto. Infatti, non si può essere un ministro di Scientology se non si ha un forte desiderio spontaneo di aiutare gli altri, sia per alleviare le loro sofferenze sia per aiutarli a progredire nel cammino sul Ponte.

I ministri di Scientology non si limitano a essere compassionevoli e a prendersi cura dei bisognosi, ma vanno oltre e mettono a disposizione la loro comprovata esperienza nelle tecniche di Scientology, che sono in grado di risolvere qualsiasi problema esistente al momento, per quanto questo possa risultare insormontabile alla persona che ne soffre.

I programmi di miglioramento sociale

Al di là di ciò che fanno per le proprie comunità, gli Scientologist sono coinvolti attivamente e sostengono una serie di programmi di miglioramento e riforma sociale, molti dei quali si estendono alle comunità di tutto il mondo. Per uno Scientologist, queste attività sono parte del riconoscere la responsabilità per il miglioramento della vita, al di là di se stesso, della propria famiglia, del proprio gruppo e del proprio paese, comprendendo tutta l’umanità.

Le funzioni ministeriali occupano un posto di primaria importanza in tutte le religioni, ma per gli Scientologist assumono un significato speciale, poiché è solo aiutando gli altri che si può raggiungere l’obiettivo di Scientology, ossia quello di trasformare il mondo in un luogo migliore per l’umanità.

Questo concetto è anche sostenuto dalle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

]]>