Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Wed, 19 Sep 2018 10:56:35 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/1 Tremate tremate, le streghe sono tornate... per farvi conoscere “Le vere origini di Halloween” Tue, 18 Sep 2018 19:10:11 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/492253.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/492253.html Le vere origini di Hallowee Le vere origini di Hallowee
Come ogni anno eccoci qui pronte a ricominciare la nostra campagna a
favore di Halloween (anche chiamata Samhain, Samonios, ....) contro il
fanatismo e la cattiva informazione di chi cerca di strumentalizzarla.

Supportati da 8.400 followers e un sito web visitato da 830.655
persone, ci impegniamo a diffondere il vero significato di questa
bellissima festa e dei suoi antichi valori.

E visto che "il confine sta nei dettagli" (come disse Gary Snyder),
alleghiamo un'infografica con i risultati che abbiamo ottenuto in
questi anni.

Se condividi il nostro progetto e il nostro lavoro, puoi supportarci
scaricando il Press kit al seguente link:
https://www.dropbox.com/s/si0bskfros19gxt/PressKit_Le-vere-origini-di-Halloween.rar?dl=0

o contattarci per un'intervista alla seguente mail: staffhalloween@gmail.com

Passa anche a trovarci sui nostri canali:

Facebook: facebook.com/levereoriginidihalloween

Twitter: twitter.com/StaffHalloween

Instagram: @origini_halloween (instagram.com/origini_halloween)

YouTube: www.youtube.com/c/LevereoriginidihalloweenItprogetto

Lo staff di Le vere origini di Halloween

]]>
Com Stampa ERGA EDIZION a LaFeltrinelli-Genova lunedì 17 settembre Tarocchi Narranti-Arcani Veneziani per la creatività letteraria e non solo Sun, 16 Sep 2018 17:14:26 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491972.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491972.html basicterzosettore basicterzosettore
View this email in your browser

ERGA EDIZIONI COMUNICATO STAMPA
ALLA FELTRINELLI DI GENOVA LUNEDÌ 17 SETTEMBRE
SI PARLA DI TAROCCHI E DI CREATIVITÀ
(LETTERARIA MA NON SOLO)

 
Lunedì 17 settembre 2018 alle 18 a LaFeltrinelli di via Ceccardi a Genova
Elisabetta Rossi presenta il suo volume
TAROCCHI NARRANTI Arcani veneziani/Talking Tarot - Venetian Arcana
Fotografie di Michele Alassio
Introduce Michele Giordano, direttore Nocturno
 

 Fabrizio De André, Tonino Conte, Emanuele Luzzati e i Tarocchi: un linguaggio simbolico antico e, ancora oggi, misterioso.
Un libro racconta come e quanto questi autori genovesi di nascita o di adozione ne siano stati influenzati al pari di personaggi del calibro di Italo Calvino, Alejandro Jodorowsky e Federico Fellini. Per citarne solo alcuni.
Si tratta di Tarocchi narranti, Arcani veneziani scritto da Elisabetta Rossi, spezzina di nascita ma genovese dalla fine degli anni ’70.
“Genova è la città dove ho iniziato a collaborare nelle redazioni del Corriere Mercantile e Il Giornale di Indro Montanelli. Questo libro tratta per la prima volta i Tarocchi come una qualsiasi lingua con i suoi vocaboli, la sua grammatica e i metodi di scrittura e di lettura - spiega l’autrice, giornalista e tarologa con un diploma al The Mythic Triumph Center di Londra. - De André e Tonino Conte la conoscevano benissimo e i loro testi e le loro scenografie ne sono la prova. Basti citare la canzone Volta la carta di De André, o Il Mistero dei Tarocchi di Tonino Conte,  una messa in scena teatrale itinerante che debuttò a Genova nel 1990 a Forte Sperone e che da allora rimane l’opera del Teatro della Tosse tra le più amate e richieste. Sono coinvolti 23 personaggi, di cui 22 Arcani Maggiori, che attendono silenti di essere chiamati in causa come attori dietro i pesanti tendaggi delle quinte, i fari pronti a illuminare le scene. Anche l’eccezionale predisposizione di Italo Calvino alla sperimentazione di nuove forme di narrazione trovò  una delle sue migliori realizzazioni ne Il castello dei destini incrociati, opera pubblicata per la prima volta nel 1969 dall’editore Franco Maria Ricci come libretto di accompagnamento a una lussuosa edizione di un mazzo di Tarocchi del XV secolo noti con il nome di Tarocchi Visconti-Sforza”.

 
 
 

Tarocchi narranti - Arcani veneziani verrà presentato in prima nazionale alla libreria Feltrinelli di Genova lunedì 17 settembre alle ore 18 dall’autrice e dal giornalista Michele Giordano.
“I Tarocchi sono un potente e originale strumento psico-narrativo per raccontare, per delineare persone e personaggi, per risolvere i blocchi narrativi, drammaturgici e strutturali che si possono verificare durante la stesura di un racconto, di un romanzo, di una sceneggiatura come in qualsiasi altra opera umana” dichiara ancora Elisabetta Rossi.
Il libro, pubblicato bilingue e tradotto in inglese con la collaborazione di Lucy Vaughan, è venduto con allegato un mazzo di Tarocchi, gli Arcani veneziani, i cui Arcani maggiori sono ventidue fotografie di Michele Alassio, professionista veneziano. Il retro dei 78 Tarocchi deriva da un’immagine del tessuto Morosini di Rubelli (www.rubelli.com).

 
 
Altri materiali a disposizione per la stampa cliccando qui

Erga edizioni - Mura delle Chiappe 37/2 - 16136 Genova Tel. 010 8328441
Mail edizioni@erga.it Catalogo e recensioni on line www.erga.it
Seguici su Facebook: facebook.com/ErgaEdizioni  o su Twitter: twitter.com/ergaedizioni






This email was sent to pubblica@comunicati.net
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Carla Scarsi · via xxv aprile 105 · pieve ligure, GE 16031 · Italy

Email Marketing Powered by MailChimp
]]>
PREMIO SIBILLA D'ORO A BARBARA D'URSO Sat, 15 Sep 2018 14:20:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491961.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491961.html Press Italia Press Italia
L'Associazione Amici dello Spettacolo istituzione culturale fondata nel 1984 dalla contessa Anna Maria de Costanzo riconosciuta dalla Regione Campania ha promosso la nuova edizione del Premio Sibilla D'oro destinato a diventare un prestigioso appuntamento culturale annuale. 
Il sodalizio artistico è formato da spettatori della grande platea televisiva che ogni anno assegneranno il riconoscimento ai personaggi partenopei che durante l'anno si sono
maggiormente distinti nel mondo del giornalismo,teatro, musica, cinema e televisione. 
Quest'anno per la televisione vede 
vincitrice la conduttrice Barbara 
D'Urso premiata per "gli alti meriti professionali raggiunti nell'ambito del giornalismo d'inchiesta" 
Per la musica Tullio De Piscopo e l'autore rai Giorgio Verdelli, per il teatro Vincenzo Salemme e Luisa Ranieri per il cinema. Premio speciale per il giornalismo a Carlo Gambalonga dell'Ansa 
La cerimonia di premiazione è prevista nel periodo natalizio a Napoli 




]]>
SERATA GRATUITA ALLA SCOPERTA DI SE STESSI Thu, 13 Sep 2018 22:05:43 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491751.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491751.html Alessandro Alessandro Martedì 18 settembre, inizia il primo di una serie di incontri mensili, all’Hotel Ibis a Verona, in via Enrico Fermi 11/C alle ore 20:30. Durante la serata, verrà finalmente  data una risposta alle seguenti domande: Perché non riesci a raggiungere le tue mete? Perché non riesci a realizzare i tuoi sogni?


Il 9 maggio del 1950 L. Ron Hubbard ha regalato al Mondo Dianetics: la forza del pensiero sul corpo.
In questo Manuale vengono finalmente svelati i misteri e gli enigmi della Mente umana che attanagliano gli uomini da millenni.

 

Ciò che era stato reso insondabile per cui nulla poteva essere fatto a riguardo, è stato messo sotto la luce del sole e chiunque da allora ad oggi e per sempre, ha finalmente la possibilità non solo di comprendere la sorgente delle proprie sofferenze spirituali, mentali e fisiche, ma anche di risolvere totalmente ed eliminare la Sorgente di tutti i mali del Mondo: la Mente Reattiva.
In questa conferenza, tenuta da Stefano Tonellotto, verranno esposte in modo semplice, le ricerche e le soluzioni pratiche,  rese concrete con la tecnologia di Dianetics, da L. Ron Hubbard così che ognuno dei partecipanti avrà modo di comprendere come funziona Dianetics. Seguiranno altri eventi mensili, in cui verranno trattati temi importanti per la vita di ogni persona. Ulteriori informazioni al 3480608646.

]]>
AMARANTHA, UNA STORIA FOLK di Elena Traina,il 15 settembre alle 16 al BustoFolk - Festival Celtico - Museo del Tessile, Busto Arsizio VA    Thu, 13 Sep 2018 15:55:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491755.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491755.html basicterzosettore basicterzosettore
View this email in your browser

COMUNICATO STAMPA ERGA EDIZIONI
AMARANTHA, UNA STORIA FOLK
di Elena Traina,
il 15 settembre alle 16 al BustoFolk - Festival Celtico - Museo del Tessile, Busto Arsizio VA
 

Amarantha �“ una storia folk è una performance narrativa e musicale con brani tratti dal romanzo fantasy con colonna sonora Amarantha di Elena R. Traina, edito da Erga Edizioni/collana Habanero.
Quattro musicisti �“ membri dell’affermato gruppo di musica irlandese Inis Fail �“ accompagneranno le letture dell'attrice Cinzia Farina in una performance originale nel contesto del festival BustoFolk.
La performance si terrà sabato 15 settembre alle ore 16 nel parco del Museo del Tessile di Busto Arsizio, (in caso di maltempo verrà spostata nella sala conferenze del museo).
Sarà possibile acquistare il romanzo Amarantha presso il mercato artigianale di BustoFolk durante tutta la durata della manifestazione.
 



Immagini e filmati qui www.amarantha.land
e al sito ufficiale della manifestazione www.bustofolk.it.
L’evento su Facebooksi trova qui:  www.facebook.com/events/1091209477701204
e il booktrailer qui www.facebook.com/landofamarantha/videos/2264139330481315/
 
 
 
 
 
Erga edizioni - Mura delle Chiappe 37/2 - 16136 Genova Tel. 010 8328441
Mail edizioni@erga.it Catalogo e recensioni on line www.erga.it
Facebook: facebook.com/ErgaEdizioni      Twitter: twitter.com/ergaedizioni
 







This email was sent to pubblica@comunicati.net
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Carla Scarsi · via xxv aprile 105 · pieve ligure, GE 16031 · Italy

Email Marketing Powered by MailChimp
]]>
Filosofia: Teoria o pratica ? Thu, 13 Sep 2018 14:44:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491722.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491722.html Scientology Brescia Scientology Brescia Comunemente si ritiene la filosofia un esercizio del tutto teorico, basato su riflessioni e speculazioni di elevata portata ma poco concrete. E' possibile invece pensare ad una filosofia da utilizzare nella vita di tutti i giorni ? Una riflessione da utilizzare nella pratica ?

L'idea di filosofia

“Il principio cardine della mia filosofia,” ha scritto L. Ron Hubbard, “è che la saggezza debba essere disponibile a chiunque desideri raggiungerla. È al tempo stesso servitrice dell’uomo comune e dei re e non dovrebbe mai essere guardata con timore reverenziale.” “La filosofia” ha aggiunto “deve prestarsi all’applicazione, poiché il sapere rinchiuso entro libri ammuffiti serve a ben poco alla gente e quindi non ha valore, a meno che non lo si possa utilizzare”. In conclusione, ha affermato che la conoscenza filosofica ha valore unicamente se corrisponde a verità e se funziona, fissando in tal modo i parametri per Dianetics e Scientology.

Il periodo giovanile.

Il modo in cui L. Ron Hubbard arrivò a fondare queste discipline è una splendida avventura che ebbe il suo inizio ai primi decenni di questo secolo, periodo in cui conobbe la tribù aborigena dei Piedi Neri nei pressi della sua dimora di Helena, nello stato del Montana. Tra queste genti spiccava la figura di un saggio sciamano tribale, localmente noto col nome di Vecchio Tom. Ron, che allora aveva sei anni, fu onorato del titolo di fratello di sangue, un legame privilegiato più unico che raro, e venne instillato in lui l’apprezzamento per un patrimonio spirituale fondato su una grande tradizione.

Quella che potrebbe essere considerata la seconda pietra miliare della sua vita risale al 1923, quando l’allora dodicenne L. Ron Hubbard cominciò a studiare le teorie freudiane con l’aiuto di un certo Comandante Joseph C. Benché L. Ron Hubbard non abbia mai accettato la psicanalisi nella sua essenza, anche questa esperienza si rivelò importantissima. Dato che, come scrisse più tardi, Freud aveva per lo meno avanzato l’idea “che fosse possibile fare qualcosa per la mente”.

La terza tappa cruciale di questo viaggio fu l’Asia, dove L. Ron Hubbard finalmente trascorse due anni dedicandosi quasi interamente allo studio e alla visita di numerose località. Fu uno dei pochi americani a cui venne concesso di entrare nelle celebri lamasserie tibetane sulle colline occidentali della Cina e studiò in effetti con l’ultimo della successione di maghi reali che avevano servito presso la corte di Kublai Khan. Per quanto affascinanti queste avventure potessero sembrare, alla fine dovette ammettere di non aver trovato nulla di funzionale o affidabile sul tema della mente umana e dello spirito.

Gli studi e la ricerca

Nel 1929, al suo ritorno negli Stati Uniti, si iscrisse alla George Washington University dove studiò ingegneria, matematica e fisica nucleare; tutte discipline che, più tardi, gli sarebbero state di grande aiuto nelle sue ricerche filosofiche. L. Ron Hubbard è stato in realtà il primo ad applicare rigorosamente i metodi scientifici sviluppati in Occidente allo studio delle questioni spirituali. L’università tuttavia poté offrirgli soltanto una metodologia di base, e nulla di più. Anzi, come dovette ammettere più tardi: “... era evidente che la civiltà in cui vivevo e operavo aveva meno nozioni sulla mente di quante ne possedesse la più umile tra le tribù primitive con le quali ero mai entrato in contatto,” e, “sapendo d’altro canto che l’Oriente non era in grado di esaminare a fondo gli enigmi della mente né di predirne il comportamento, come da principio ero stato portato a credere, sapevo che avrei dovuto intraprendere una ricerca lunga e impegnativa”.

Ricerca che intraprese dedicandovi essenzialmente i successivi vent’anni della sua vita, e che lo portò in contatto con almeno ventuno razze e culture tra cui le tribù indiane sulla costa settentrionale del Pacifico, i Tagalogs delle Filippine e, come era solito dire scherzando, gli abitanti del Bronx a New York. In sostanza, il suo lavoro in quegli anni si sviluppò intorno a due questioni fondamentali. Come prima cosa, ed ampliando gli studi condotti all’università, stava cercando la forza vitale, ovvero la fonte dell’umana coscienza, su cui da tempo si speculava. Come seconda cosa, inscindibile dalla prima, volle determinare il comun denominatore della vita. Difatti riteneva che solo dopo aver stabilito quale fosse il comun denominatore della vita sarebbe stato possibile esaminare realmente la condizione umana e giungere a conclusioni veritiere e funzionali.

Excalibur

Il manoscritto di L. Ron Hubbard intitolato “Excalibur”, dove egli espose il singolo stimolo che sta alla base di tutto il comportamento umano: Sopravvivi.

Il primo livello di ricerca fu raggiunto nel 1938 con la stesura di un manoscritto, che rimase inedito, dal titolo “Excalibur”. In sintesi, quell’opera proponeva che la vita fosse molto più di una serie casuale di reazioni chimiche e che alla base di tutto il comportamento umano ci fosse un impulso definibile. Tale impulso, sosteneva, era sopravvivi, e costituiva l’unica forza tanto permeante da accomunare tutte le persone. Che l’uomo stesse sopravvivendo non era un concetto nuovo, ma che questo fosse il singolo e fondamentale comun denominatore dell’esistenza non era mai stato affermato in precedenza e proprio questo fu il principio ispiratore di tutta l’attività d’indagine scientifica che condusse in seguito.

]]>
Scientology e le origini filosofiche della conoscenza Thu, 13 Sep 2018 14:36:55 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491721.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491721.html Scientology Brescia Scientology Brescia Lo studio della conoscenza è argomento che ha affascinato l'essere umano fin dalla notte dei tempi. La storia della filosofia parte in genere dalla Grecia antica, ma anche esistono testimonianze di saggezza anche più antichi.

La meta dei filosofi greci

L. Ron Hubbard nel suo scritto "La filosofia vince dopo duemila anni" del 1966 scrive:
"La filosofia non morì con l’antica Grecia.
Dalla filosofia naturale di quell’età nacque la scienza.
Le meravigliose auto e i meravigliosi aeroplani di cromo e metallo, la bomba atomica e persino i satelliti hanno radici nella solida base della filosofia greca.
Ma Socrate, Aristotele, Euclide, Talete, Eraclito, Parmenide, Democrito, Pitagora, Platone, Anassagora, Lucrezio e tutti gli altri non avevano in mente la fabbricazione di cose materiali quando resero nota la loro conoscenza al mondo.
Nonostante tutte queste grandi cose si siano sviluppate dal pensiero greco e dalla matematica dei Greci, i grandi della filosofia credettero di aver fallito.
Ed era vero. Fino ad oggi.
La loro meta filosofica era infatti la comprensione dello spirito dell’Uomo e la sua relazione con l’universo. E su questo potevano solo fare ipotesi. Non provarono mai la loro tesi che l’Uomo è uno spirito rivestito di carne; la poterono soltanto asserire.
E così annegarono nell’ondata di superstizione che sommerse il mondo nel Medioevo.
Perché fallirono? Avevano bisogno della matematica e dell’elettronica più avanzate che si sarebbero sviluppate più di duemila anni dopo le loro filosofie.
Queste sono state sviluppate. Ma sono state usate per scopi diversi da quelli intesi e l’Uomo ha voltato le spalle ai sogni elevati di quei filosofi, mettendosi a costruire aeroplani per bombardare città e bombe atomiche per annientare un’umanità che nessuno aveva mai compreso."

La relazione con Scientology

Nello stesso scritto Hubbard poi continua:
"Fino all’arrivo di Scientology.
In essa rivivono le mete della filosofia greca.
Impiegando i moderni sviluppi della scienza, è diventato possibile affrontare di nuovo i problemi fondamentali: che cos’è l’Uomo? Qual è la sua relazione con l’universo? Che cos’è l’Universo?
Scientology, dopo un terzo di secolo di ricerche e investigazioni diligenti, può rispondere con verità scientifica a queste domande e fornire le prove delle risposte.
Il che è alquanto sorprendente.
Abbiamo fatto tanti progressi dai tempi di Talete, Eraclito, Parmenide e Democrito da aver quasi dimenticato ciò che loro cercavano di scoprire. Se però si leggono le loro opere di più di duemila anni fa, si può vedere di che cosa si trattava.
Volevano che l’Uomo avesse conoscenza. Non avevano fallito. Avevano gettato per gli antichi Greci una solida base sulla quale costruire. E più di duemila anni dopo possiamo fornire tutte le prove di cui avevano bisogno.
Tali prove, le loro verità e il loro grande potenziale di migliorare l’individuo e tutta l’umanità sono oggi un fatto compiuto in Scientology.
Abbiamo raggiunto l’astro che loro avevano scorto. E sappiamo che cos’è. Ne scoprirete il valore quando diventerete uno Scientologist, un essere che ha raggiunto la conoscenza di se stesso, della vita e dell’universo e può aiutare chi gli sta attorno a raggiungere le stelle."

]]>
VISITA IL CENTRO INFORMATIVO DELLA CHIESA DI SCIENTOLOGY DI MILANO Thu, 13 Sep 2018 11:30:52 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491690.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491690.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano
- APERTO TUTTI I GIORNI CON INGRESSO LIBERO -
  


Con più di 500 video, è possibile conoscere tutto ciò che c'è da sapere su  
Scientology, la vita e il retaggio del Fondatore L. Ron Hubbard, oltre che una completa panoramica dei vari programmi umanitari patrocinati dalla Chiesa.
]]>
CHE COS'E' SCIENTOLOGY? LE RISPOSTE DIRETTAMENTE DAL FONDATORE L. RON HUBBARD Thu, 13 Sep 2018 11:30:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491689.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491689.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano
  
CHE COS’È SCIENTOLOGY? IN CHE MODO PUÒ L’UOMO COMUNE METTERE IN PRATICA SCIENTOLOGY? COME PUÒ SCIENTOLOGY AIUTARE LE PERSONE A SUPERARE I PROBLEMI? PERCHÉ L’UOMO SI TROVA SU QUESTO PIANETA E QUAL È LO SCOPO DELLA SUA PRESENZA QUI?
In questa rara intervista filmata, L. Ron Hubbard parla di cosa ha guidato la sua ricerca per aiutare l’umanità, delle sue scoperte conquistate a fatica, le risposte a lungo ricercate in merito agli enigmi della mente e della vita e come ha tracciato una via per raggiungere nuovi stati di essere e di felicità. Ecco come L. Ron Hubbard stesso l’ha spiegato al mondo.
Incontra l’uomo che ha fondato una nuova religione nell’era atomica che ora è diffusa in tutto il globo: Scientology.
Il Centro Informativo della Chiesa di Scientology di Milano è aperto tutti i giorni: con i suoi 500 video risponderà a tutte le principali domande.


 

]]>
SCIENTOLOGY E LIBERTÀ DI RELIGIONE' Thu, 13 Sep 2018 11:30:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491688.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491688.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano
UN DIRITTO UMANO FONDAMENTALE

Vivendo in una società in cui i conflitti sono spesso riconducibili ad intolleranza verso le credenze e pratiche religiose altrui, la Chiesa ha fatto della tutela della libertà di religione uno dei suoi interessi primari.
La libertà di religione è senza ombra di dubbio un diritto umano fondamentale. Un punto cardine per preservare tale diritto è di avere la piena comprensione del diritto alla libertà di religione o credo e di ciò che significa nel contesto dei principi dei diritti umani universali e del diritto internazionale in tema di diritti umani.
A tale proposito è stato creato un nuovo opuscolo della Chiesa di Scientology, dal titolo Che cos'è la libertà di religione?,  per informare in merito alla dettagliata e complessa natura del diritto alla libertà di religione.
]]>
CHE COS'E' IL PROGRAMMA DI PURIFICAZIONE? Thu, 13 Sep 2018 11:29:47 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491687.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491687.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano
Il Programma di Purificazione è un programma di disintossicazione che permette a un individuo di liberarsi degli effetti dannosi di droghe, tossine e altri prodotti chimici che si trovano nel corpo e creano una barriera biochimica al benessere spirituale.

 
Tutti sono sottoposti ad assunzione di conservanti alimentari, pesticidi, veleni presenti nell'atmosfera e così via, aggiungete a questo la vasta gamma di droghe da strada generalmente consumate e la gravità del problema diventa palese.

Queste droghe possono ridurre le persone in condizioni che non solo sono proibitive e distruttive per la salute, ma che sono tali da impedire ogni progresso stabile verso il benessere mentale o spirituale.

Nel 1970, mentre lavorava con casi che in precedenza avevano fatto uso di droghe, la ricerca di L. Ron Hubbard ha rivelato che l’LSD rimane nel corpo per anni dopo l’ingestione, alloggiando nei tessuti adiposi del corpo. Mesi o persino anni più tardi, una persona può rivivere un “trip” quando i residui di LSD vengono smossi dal tessuto adiposo.

Ricerche successive hanno rivelato che un lungo elenco di droghe da strada, veleni chimici, sostanze tossiche e simili, possono analogamente alloggiare nel corpo e causare che una persona sperimenti nuovamente i loro effetti.

Il Programma di Purificazione è stato sviluppato per far fronte a una crescente minaccia al progresso e al benessere mentale e spirituale, che nella cultura attuale deriva dall'uso sempre più comune di droghe e di sostanze biochimiche.

Il Programma di Purificazione e le sue scoperte hanno permesso a centinaia di migliaia di persone di liberarsi degli effetti nocivi di droghe e tossine e quindi conseguire maggiori progressi spirituali.


]]>
LE ATTIVITÀ' SOCIALI DELLA CHIESA DI SCIENTOLOGY Thu, 13 Sep 2018 11:29:13 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491686.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491686.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano
Gli Scientologist provengono da ogni ceto sociale, si preoccupano dei problemi sociali e sostengono numerosi programmi di miglioramento sociale, come quelli in favore dei 30 diritti sanciti dalla Dichiarazione Universa, o nella riabilitazione dall’abuso di droga, verso un miglioramento degli standard educativi e anche per contribuire a ridurre la criminalità e il degrado morale.
Gli Scientologist sanno cosa significa assumersi la responsabilità di migliorare le condizioni, proprio per questo i programmi umanitari promossi dalla Chiesa di Scientology e dai suoi parrocchiani si stanno espandendo ad un ritmo senza precedenti. Tali programmi includono:
La Chiesa continua ad essere una voce implacabile nel campo delle riforme sociali e della giustizia. Gli Scientologist hanno messo in luce questioni quali la somministrazione forzata di psicofarmaci ai bambini in età scolastica, i pericoli di brutalità psichiatriche come l’elettroshock e la lobotomia, e gli esperimenti di guerra chimica e biologica segretamente intrapresi contro gli ignari cittadini americani negli anni ’60 e ’70. La Chiesa ha anche difeso il principio della trasparenza nell’amministrazione del governo ed ha aperto la strada all’uso della Legge sulla Libertà di Informazione e ad altre leggi in tutto il mondo che proteggono l’interesse pubblico e sradicano gli sprechi del governo e le violazioni dei Diritti Umani.
L’obiettivo della Chiesa di Scientology è quello di migliorare la società attraverso i suoi programmi e attività e grazie al ruolo attivo che oggi ha nel mondo.
Le mete della religione di Scientology formulate da L. Ron Hubbard sono quelle di creare:“Una civiltà senza pazzia, senza criminali e senza guerre, in cui le persone capaci possano prosperare e gli esseri onesti possano avere dei diritti, in cui l’Uomo sia libero di innalzarsi a più elevate altezze”.
La Chiesa accoglie richieste di informazioni da persone che vogliono saperne di più in merito a Scientology. I rappresentanti ufficiali della Chiesa hanno sempre cercato di fornire informazioni accurate su Scientology ai media e al pubblicoContattateci se avete ulteriori domande.
]]>
Le lacrime amare della tossicodipendenza e le iniziative dei volontari di un Mondo Libero dalla Droga. Thu, 13 Sep 2018 11:23:31 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491685.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491685.html Riforme Sociali Riforme Sociali

 

Sono dati impressionanti, a cui è difficile credere soprattutto quando non si vuole guardare in faccia il male.

 

Purtroppo sono dati veri: nel 2017 in Italia  il 22% delle persone tra i 15 ed i 64 anni hanno fatto uso di una qualche droga. In questa statistica della sofferenza non sono incluse, però, le lacrime amare, la disperazione,l'angoscia dei genitori, figli, coniugi ed amici di un tossicodipendente. No, questi tormenti non sono contemplati così come non è contemplata quella mancanza di speranza di uscire dal girone infernale della droga o di finirci. Eppure la situazione non è senza speranza, ma è veramente ora di darsi da fare soprattutto per non mettere a rischio il  futuro dei nostri ragazzi. La soluzione è semplice quanto efficace: inondare la società dei dati veri sulle sostanze stupefacenti. I dati veri tengono i giovani lontano dalla distruzione che provoca la droga. Bisogna veramente metterli in condizione di dire: "No, grazie!" Ma un no deciso e risoluto.Per questo sono stati creati gli opuscoli della Fondazione  di  Un mondo libero dalla droga e per questo i volontari di questa organizzazione non desistono dal distribuirli in massa. Sabato 8 settembre, infatti, erano a Ponte Milvio, zona che, dopo la vacanze estive, è tornata a riempirsi di ragazzi, ragazze e di spacciatori. Questo significa veramente affrontare in campo aperto il nemico!  Oltre agli opuscoli, che non a caso si chiamano La verità sulla droga, i materiali della Fondazione, in modo da poter raggiungere chiunque, includono anche un “kit per l’insegnante” per fornire ai docenti, alle forze dell’ordine e ai gruppi presenti nella società strumenti efficaci per aiutare i giovani a prendere la giusta decisione. Ci sono poi annunci di pubblica utilità incisivi e video documentari che completano la serie La Verità sulla Droga: novanta minuti su ogni singola droga, raccontati da coloro che ci sono finiti dentro.Ad oggi, più di 700 milioni di persone hanno sentito o visto il messaggio della Fondazione ma è veramente necessario che tutti vengano raggiunti da questo messaggio. La campagna è patrocinata dalla Chiesa di Scientology ma questa è una sfida per chiunque abbia a cuore il futuro dei nostri ragazzi. 
Per maggiori informazioni e per ordinare i materiali:
www.noalladroga.it. Se poi si vuole partecipare alla distribuzione chiamare il numero 3203279269

 

]]>
15 anni di insegnamento, tra comunicazione e scienza, per Emmanuele Macaluso Thu, 13 Sep 2018 10:23:06 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491680.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491680.html COSMOS Media Italia COSMOS Media Italia

Era il 2003 quando l’esperto di marketing torinese diventava il più giovane docente di tecnica turistica applicata e marketing d’Italia

 

Era il 10 settembre 2003, quando l’esperto di marketing torinese Emmanuele Macaluso - classe 1977 - entrava in aula per la prima volta in qualità di docente.

Il suo primo incarico di docenza è stato presso l’I.P.S.S.C.T. “Carlo Ignazio Giulio” di Torino, in un corso di “Tecnica Turistica applicata e marketing” progettato dallo stesso Macaluso, e che lo ha portato a diventare il più giovane docente di quella materia in Italia impiegato da un istituto di istruzione pubblica.

 

Da allora Macaluso ha collaborato con altri istituti d’istruzione pubblica, università, fondazioni, enti di alta formazione e divulgazione con corsi che variano dalle tematiche evolute del marketing, della comunicazione e della divulgazione scientifica.

 

Crescendo, l’enfant prodige del marketing italiano, non ha perso l’abitudine ai record e all’eccellenza.

Ha infatti sviluppato uno dei documenti scientifici di maggior rilievo nell’ambito del marketing a livello internazionale: Il Manifesto del Marketing Etico, presentato nel 2011.

Nel 2014 ha fondato un sito di divulgazione scientifico dedicato allo spazio - astronomia, astrofisica, astronautica - che si è ritagliato in pochi anni un posto di primo piano nel panorama della divulgazione scientifica italiana: Cosmobserver (www.cosmobserver.com)

Impressionante la lista dei riconoscimenti: Nel 2009 è membro del team d lavoro della campagna di farmacovigilanza Giù le Mani dei Bambini, premiata dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano con la Targa d’Argento. I suoi libri sono stati tutti inseriti nella biblioteca del Centro UNESCO di Torino e sono numerosi i riconoscimenti professionali da parte di enti pubblici e privati.

 

15 anni di formazione sono un traguardo importante – ha dichiarato Emmanuele Macaluso, che continua – soprattutto perché mi hanno dato le basi per potermi specializzare nell’edutainment e nell’infotainment nell’ambito della divulgazione scientifica. Il marketing e la comunicazione avanzata mi hanno permesso di sviluppare modelli divulgativi e comunicativi innovativi e contemporaneamente mi hanno dato la possibilità  di testare e sviluppare nel mondo reale teorie e tecniche sperimentali”.

 

Attualmente Macaluso è impegnato nello sviluppo di un nuovo modello di marketing integrato applicato alla divulgazione scientifica. Un nuovo documento destinato a suscitare interesse nel mondo della comunicazione della scienza.

 

Di seguito i contatti per seguire i progetti di Emmanuele Macaluso:

 

Emmanuele Macaluso

Web: www.emacaluso.com

Instagram: https://www.instagram.com/emmanuelemacaluso/

Facebook: https://www.facebook.com/EmmanueleMacalusoOfficial

Twitter: https://twitter.com/E_Macaluso

Linkedin: https://www.linkedin.com/in/emmanuele-macaluso-a920617/

]]>
15 anni di insegnamento, tra comunicazione e scienza, per Emmanuele Macaluso Thu, 13 Sep 2018 10:22:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491679.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491679.html COSMOS Media Italia COSMOS Media Italia

Era il 2003 quando l’esperto di marketing torinese diventava il più giovane docente di tecnica turistica applicata e marketing d’Italia

 

Era il 10 settembre 2003, quando l’esperto di marketing torinese Emmanuele Macaluso - classe 1977 - entrava in aula per la prima volta in qualità di docente.

Il suo primo incarico di docenza è stato presso l’I.P.S.S.C.T. “Carlo Ignazio Giulio” di Torino, in un corso di “Tecnica Turistica applicata e marketing” progettato dallo stesso Macaluso, e che lo ha portato a diventare il più giovane docente di quella materia in Italia impiegato da un istituto di istruzione pubblica.

 

Da allora Macaluso ha collaborato con altri istituti d’istruzione pubblica, università, fondazioni, enti di alta formazione e divulgazione con corsi che variano dalle tematiche evolute del marketing, della comunicazione e della divulgazione scientifica.

 

Crescendo, l’enfant prodige del marketing italiano, non ha perso l’abitudine ai record e all’eccellenza.

Ha infatti sviluppato uno dei documenti scientifici di maggior rilievo nell’ambito del marketing a livello internazionale: Il Manifesto del Marketing Etico, presentato nel 2011.

Nel 2014 ha fondato un sito di divulgazione scientifico dedicato allo spazio - astronomia, astrofisica, astronautica - che si è ritagliato in pochi anni un posto di primo piano nel panorama della divulgazione scientifica italiana: Cosmobserver (www.cosmobserver.com)

Impressionante la lista dei riconoscimenti: Nel 2009 è membro del team d lavoro della campagna di farmacovigilanza Giù le Mani dei Bambini, premiata dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano con la Targa d’Argento. I suoi libri sono stati tutti inseriti nella biblioteca del Centro UNESCO di Torino e sono numerosi i riconoscimenti professionali da parte di enti pubblici e privati.

 

15 anni di formazione sono un traguardo importante – ha dichiarato Emmanuele Macaluso, che continua – soprattutto perché mi hanno dato le basi per potermi specializzare nell’edutainment e nell’infotainment nell’ambito della divulgazione scientifica. Il marketing e la comunicazione avanzata mi hanno permesso di sviluppare modelli divulgativi e comunicativi innovativi e contemporaneamente mi hanno dato la possibilità  di testare e sviluppare nel mondo reale teorie e tecniche sperimentali”.

 

Attualmente Macaluso è impegnato nello sviluppo di un nuovo modello di marketing integrato applicato alla divulgazione scientifica. Un nuovo documento destinato a suscitare interesse nel mondo della comunicazione della scienza.

 

Di seguito i contatti per seguire i progetti di Emmanuele Macaluso:

 

Emmanuele Macaluso

Web: www.emacaluso.com

Instagram: https://www.instagram.com/emmanuelemacaluso/

Facebook: https://www.facebook.com/EmmanueleMacalusoOfficial

Twitter: https://twitter.com/E_Macaluso

Linkedin: https://www.linkedin.com/in/emmanuele-macaluso-a920617/

]]>
I programmi informativi di “Un Mondo Libero dalla Droga” arrivano in Guinea Wed, 12 Sep 2018 02:43:26 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491424.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491424.html Celebrity Centre Firenze Celebrity Centre Firenze La Guinea è uno dei paesi più poveri dell'Africa, è stata governata da tre presidenti autoritari a partire dal dal 1958. La povertà e la corruzione della nazione vengono sfruttate dai narcotrafficanti, il che ha portato ad un aumento del consumo di droga.

Sylla Faouly, un imprenditore della Guinea, osserva: "Il governo del mio paese non ha emanato leggi per implementare programmi di sensibilizzazione sulle droghe, quindi le droghe si stanno diffondendo". È stata questa mancanza di consapevolezza e il desiderio di ridurre il consumo di droga che ha spinto Sylla alla ricerca di strumenti didattici, approdando a “Un Mondo Libero dalla Droga” come soluzione.

Dovendo per prima cosa sensibilizzare il governo sulla questione, ha incontrato il Ministro per il Partenariato, quindi il Ministro Segretario alla Presidenza responsabile dei servizi speciali per la lotta contro la droga e la criminalità organizzata. I materiali di “Un Mondo Libero dalla Droga” hanno toccato la corda giusta e Sylla è stato invitato a presentare il piano d'azione della Fondazione in modo che il Dipartimento potesse supportarlo. Ha quindi istituito un proprio ufficio con la scritta "Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga – Guinea” dipinto con orgoglio sul muro. Ha creato un team dedicato di professori, avvocati, medici e uomini d'affari che hanno iniziato a tenere lezioni nelle scuole, compresa la King Hassan Moroccans School, dove agli studenti è stata insegnata l'importanza di condurre una vita senza droga. Hanno anche battuto le strade cittadine distribuendo opuscoli alla popolazione, determinati nella loro missione di rendere la Guinea sicura e libera dalle droghe.

“Un mondo libero dalla droga” è un’associazione senza scopo di lucro di pubblica utilità che offre i semplici ma potenti opuscoli della campagna “la verità sulla droga” che descrivono come funzionano le droghe e i loro effetti mentali e fisici. Nella serie ci sono 14 opuscoli incentrati sulle droghe più frequentemente abusate, che espongono e sminuiscono i miti pro-droga, e illustrano gli effetti a breve e lungo termine dei farmaci.

“Un mondo libero dalla droga” è un programma sostenuto dalla Chiesa di Scientology, fondata da L. Ron Hubbard. È attiva a livello internazionale organizzando eventi e lezioni sui pericoli delle droghe nelle scuole elementari, medie e superiori. Il suo punto di vista è che sarà possibile risolvere il problema della droga solo quando ogni persona sarà informata correttamente e potrà decidere con la propria testa di evitare l’assunzione di sostanze stupefacenti.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

]]>
I volontari della Chiesa di Scientology in azione contro la droga a Lucca e a Firenze Wed, 12 Sep 2018 02:43:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491423.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491423.html Celebrity Centre Firenze Celebrity Centre Firenze Questa settimana i volontari di “Un mondo libero dalla droga” hanno distribuito opuscoli ai cittadini di Lucca e Firenze; gli opuscoli spiegano in maniera semplice e dettagliata quali siano gli effetti negativi delle droghe allo scopo di contrastare la cattiva o addirittura falsa informazione facilmente reperibile su Internet e ampiamente diffusa da molti media.

Infatti, negli ultimi decenni, il mondo dei media (più che quello della politica e dell’associazionismo) si è distinto per un atteggiamento che va dal tollerare al promuovere la cultura della droga. In molti film i protagonisti (spesso personaggi positivi che per cui lo spettatore parteggia) consumano tranquillamente droghe leggere, sintetiche o alcol senza apparentemente subire gravi conseguenze, come invece purtroppo avviene nella realtà. Nelle serie TV rivolte agli adolescenti sono frequenti i riferimenti alle droghe, dove i personaggi di riferimento spesso condannano le cosiddette “droghe pesanti” mentre strizzano l’occhio o addirittura promuovono l’uso dell’alcol o delle cosiddette “droghe leggere” (come ad esempio la marijuana). I cantanti e i musicisti di grande popolarità, e non solo i “cattivi” rappers, promuovono in maniera molto esplicita il fumare spinelli e in maniera più velata l’uso di droghe più pesanti.

Nessuno di questi artisti sembra comprendere la responsabilità che comporta l’essere famosi, dato sfruttano la loro popolarità e il loro potere di influenzare i giovani promuovendo l’uso di sostanze tossiche piuttosto che i principi di una vita sana. Esistono notabili eccezioni, ma c’è una enorme sproporzione tra i sostenitori della cultura “mainstream” che ormai promuove con ogni mezzo l’uso delle droghe e dell’alcol, e le poche voci fuori dal coro che rischiano la carriera facendo la figura dei bacchettoni retrogradi condannando le droghe e promuovendo la salute e la sobrietà.

La Chiesa di Scientology, fin dalla sua fondazione negli anni ’50 del secolo scorso, ha subito riconosciuto che la droga e l’alcol fossero una delle principali cause della spirale discendente che sta portando il pianeta alla degradazione. Il suo fondatore, L. Ron Hubbard, ha spesso condannato l’uso di droga nei suoi scritti, spiegando in dettaglio quali siano gli effetti invariabilmente negativi sul corpo e sulla mente degli individui.

I volontari della Chiesa di Scientology, coordinati dall’associazione internazionale “Un mondo libero dalla droga”, da molti anni portano avanti la campagna denominata “La verità sulla droga” che consiste di attività sociali volte alla prevenzione: distribuzione di materiale informativo alla popolazione, annunci radiofonici e televisivi, lezioni nelle scuole per informare i ragazzi.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

]]>
I VOLONTARI DI DICO NO ALLA DROGA PEDALANO PER PORTARE LA VERITÀ! Tue, 11 Sep 2018 11:56:39 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491310.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491310.html Chiesa di Scientology della città di Pordenone Chiesa di Scientology della città di Pordenone Domenica 09 settembre i volontari dell’associazione Dico No alla Droga della sezione di Pordenone hanno partecipato alla 46 edizione della manifestazione cicloturistica “Pordenone Pedala” con partenza da piazza Risorgimento.

 

Al termine del percorso, con arrivo presso il parco Galvani, i volontari hanno distribuito gli opuscoli “La verita’ sulla droga”, che spiegano gli effetti negativi delle principali sostanze stupefacenti.

In questo clima di festa, i volontari sono riusciti a raggiungere e fornire informazioni a più di 300 persone e molte sono state quelle interessate al contenuto dell’opuscolo che hanno iniziato a leggerlo appena gli e’ stato consegnato.


Dico No alla Droga è un’associazione non a scopo di lucro che fornisce informazioni basate sui fatti in merito alla droga, affinchè le persone possano prendere decisioni consapevoli e vivere libere dalla droga.

 

L’associazione si ispira alle opere del filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard e tra i maggiori sostenitori di essa c’è la Chiesa di Scientology che da oltre 30 anni dà vita a manifestazioni volte a sensibilizzare i giovani sugli effetti dannosi della droga.

 

@page { margin: 2cm } p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120% }

Per ulteriori informazioni contattaci alla nostra pagina FB: Dico No alla Droga Pordenone

]]>
ILVA: un accordo a vantaggio di chi? Mon, 10 Sep 2018 19:56:23 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491242.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491242.html Piattaforma Comunista Piattaforma Comunista ILVA: un accordo a vantaggio di chi?

La vicenda ILVA segna un altro capitolo del sistematico disfacimento del capitalismo monopolistico italiano, che perde settori e stabilimenti strategici, i quali finiscono nelle mani di gruppi stranieri.

Avanzano la colonizzazione finanziaria e industriale, il declino economico e culturale. Le decisioni che contano sono prese all’estero. L’imperialismo italiano, media potenza regionale, scivola sempre più in basso.

La borghesia italiana, corrotta, fradicia e responsabile della situazione, è in ritirata su tutti i fronti; dopo aver saccheggiato e rovinato il paese, lo porta al disastro.

La piccola borghesia non può far altro che accelerare su questo piano inclinato, scandendo slogan tanto roboanti quanto demagogici e falsi. Di fatto segue la non-politica industriale del PD e Forza Italia, in peggio. Non può invertire il corso delle cose perché, come ha dichiarato l’ultrareazionario Salvini, “la proprietà privata è sacra”.

E’ in questo quadro che dev’essere valutato “l’accordo ILVA” sbandierato da tutti come un successo, ricordando che ad ArcelorMittal non interessano la sorte e i diritti degli operai, bensì il massimo profitto e le quote di produzione per ottenerlo.

A leggere bene “il miglior accordo ambientale e sindacale possibile” (Di Maio):

- si perdono migliaia di posti di lavoro, in una realtà come quella meridionale dove la disoccupazione è al 20%;

- il  recupero degli operai che nel 2023 non saranno ancora esodati sarà deciso e gestito in modo unilaterale dalla multinazionale e subordinato a diverse condizioni;

- non vi è alcuna garanzia che gli operai dell’ILVA e dell’indotto verranno assunti a tempo indeterminato e con le stesse condizioni salariali e normative;

- i posti di lavoro “salvati” saranno pagati dagli operai “fortunati” in termini di maggior sfruttamento per garantire il volume di produzione e la produttività imposta dall’azienda, rimanendo sotto il ricatto del licenziamento senza giustificato motivo convalidato dal “decreto dignità”;

- la questione ambientale rimane irrisolta, sia per gli operai sia per la popolazione tarantina.

Dunque è un accordo che fa comodo ad ArcelorMittal che potrà estorcere montagne di plusvalore dagli operai nei prossimi anni mantenendo le mani libere. Che valore hanno gli impegni di un monopolio che agisce in un settore caratterizzato da sovrapproduzione cronica? Quali garanzie hanno gli operai e i cittadini? Nessuna.

I vertici di Fiom, Fim e Uilm hanno utilizzato l’accordo per riproporre la concertazione con un governo populista che punta invece alla “disintermediazione”. Landini e Re David enfatizzano il “ruolo decisivo” del governo, lo stesso che poco tempo fa ha reintrodotto i voucher.

I burocrati di USB lo hanno appoggiato invece per integrarsi fra i sindacati di regime, rinnegando la loro parola d’ordine della nazionalizzazione e facendo credere che la multinazionale ha ceduto sulla base delle chiacchiere.

La verità è che un accordo raggiunto mantenendo gli operai passivi, senza una lotta degna di questo nome, è un accordo che non porterà nulla di buono.

La vicenda ILVA dimostra una volta di più che la dittatura del capitale monopolistico viene esercitata - nelle fabbriche e in tutti luoghi di produzione dove esistono proletari sfruttati e immiseriti - mediante uno sfruttamento più intenso e un comando sul lavoro sempre più duro e oppressivo.

A livello politico essa viene esercitata attraverso le molteplici istituzioni (governi borghesi e piccolo borghesi del più vario colore, Presidenza della Repubblica, Parlamento, ecc.) che esercitano i poteri a loro conferiti dall'attuale Costituzione borghese.

I vertici e i burocrati sindacali, così come tutti gli opportunisti e i revisionisti, con la loro politica collaborazionista, di concessioni e di inganni, sono i puntelli della dittatura del grande capitale.

Perché tutto ciò cambi, per salvaguardare il lavoro, il salario e i diritti operai, per farla finita con lo sfruttamento e le ingiustizie di classe, la soluzione non sta nell’affidarsi ai “buoni propositi” e alle promesse dei monopoli, o al meglio, alla nazionalizzazione delle aziende da parte dello Stato borghese, di cui in passato abbiamo visto i risultati. L’operaio impiegato dal padrone privato o pubblico, italiano o straniero che sia, è sempre e comunque uno sfruttato!

Esiste un solo mezzo effettivo: la rivoluzione proletaria che, in totale rottura con l'attuale sistema borghese, metta il potere nelle mani della classe operaia in modo che essa, espropriati i detentori del capitale, eserciti la sua dittatura e realizzi la socializzazione socialista dei mezzi di produzione e di scambio.

Oggi il Fronte unico anticapitalista, per la difesa intransigente degli interessi e dei diritti degli sfruttati, è la via per la ripresa del conflitto di classe, e l’organizzazione degli operai d’avanguardia in Partito rivoluzionario e indipendente è la garanzia per dirigere questa lotta verso i suoi scopi immediati e storici.

9 settembre 2018

Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia

www.piattaformacomunista.com 

teoriaeprassi@yahoo.it

]]>
PRESS RELEASE 10/9/2018: UK IN EU CHALLENGE PUBLISHES GOVERNMENT RESPONSE AND CLAIMANTS’ REPLY Mon, 10 Sep 2018 10:36:08 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491108.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/491108.html UK in EU Challenge UK in EU Challenge The UK in EU Challengeclaimants have today [Monday 10 September 2018] published the Government’s Summary Grounds of Resistance, their reply and supplementary questions for the Prime Minister’s lawyers and asked the High Court to expedite a hearing in the case of Susan Wilson and others versus the Prime Minister.

 

The challenge focuses on the fact that the executive decision to invoke Article 50 was made with incomplete information about serious Leave campaign illegalities and that the Government has continued to disregard the impact of these now proven illegalities on the democratic process.

 

The move comes on the same day Parliament will debate a petition - ‘Rescind Art.50 if Vote Leave has broken Electoral Laws regarding 2016 referendum’- which is based on the same legal premise. 

 

The UK in EU Challengehas been brought by a group of British citizens living in EU countries who, through a combination of private money and an ongoing crowdfunding driveto cover legal costs, are asking the High Court to find on two issues that could fundamentally alter the Brexit process:

 

1)    That the Referendum result is invalid as a result of illegal practice by the Leave campaign (as proven beyond reasonable doubt by the Electoral Commission)

2)    That the Referendum result cannot be relied upon to be the ‘will of the people’ because voters were influenced by the Leave campaign’s fraudulent behaviour 

 

Sue Wilson, lead claimant and chair of Bremain in Spain, said: “We took the decision to publish the Summary Grounds of Resistance and our response in order to provide complete transparency about the challenge and the repercussions of the Vote Leave campaign for members of the public. 

 

“We must be able to trust in the democratic process and to be sure that votes and power can’t be bought. If the Prime Minister was aware of the allegations of cheating during the Referendum at the time she sent her letter giving notice for the UK to withdraw from the EU – as appears to be the case here – she needs to be held accountable. I hope that the Court will now give us permission to proceed with this important claim.”

 

Claimant Carole-Anne Richards added: “The Government wants to have its cake and eat it. It says that the decision to invoke Article 50 was because the Referendumvote gave it a mandate, but also says its decision to invoke should not be subject to legal challenge because the Referendum was 'advisory' and not mandatory.  Clearly it can’t have it both ways.”

 

A decision from the High Court about whether the claim can proceed is expected within the next week. If permission is granted, a full hearing is likely to take place in October. 

 

Rupert Croft, managing director of Croft Solicitors, which are acting for the claimants, said: “The next step is for a High Court Judge to decide how the case should proceed. We have requested that a hearing is listed on an expedited basis to decide the claim. We believe that the claim is of significant constitutional importance, but, unless it’s heard quickly, there’s a risk it will become academic.”

 

Elinore Grayson, another UK in EU Challenge claimant, said: “This case strikes at the heart of democracy. Our reply to the Government’s Summary Grounds shows how resolute we are in our belief that the Referendum result must be revisited in light of the Leave campaign’s illegal campaign activity. We await the High Court’s findings with optimism that the right decision will be made.”

 

For further information, please visit: https://www.crowdjustice.com/case/ukineuchallenge/

 

ENDS

 

Notes for editors
The claimants have formed a group for the claim: UK in EU Challenge. 

The claimants are represented by Croft Solicitors and Patrick Green QC, who successfully acted on behalf of the “Expat Interveners” in the Gina Miller Article 50 claim, Jessica Simor QC (who acted for one of the successful claimants in the Gina Miller Article 50 claim), Professor Pavlos Elefheriadis, Adam Wagner and Reanne Mackenzie.

 

<!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Calibri",sans-serif; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-ansi-language:EN-GB;} a:link, span.MsoHyperlink {mso-style-priority:99; color:#0563C1; mso-themecolor:hyperlink; text-decoration:underline; text-underline:single;} a:visited, span.MsoHyperlinkFollowed {mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; color:#954F72; mso-themecolor:followedhyperlink; text-decoration:underline; text-underline:single;} p.MsoListParagraph, li.MsoListParagraph, div.MsoListParagraph {mso-style-priority:34; mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; margin-top:0cm; margin-right:0cm; margin-bottom:0cm; margin-left:36.0pt; margin-bottom:.0001pt; mso-add-space:auto; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Calibri",sans-serif; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-ansi-language:EN-GB;} p.MsoListParagraphCxSpFirst, li.MsoListParagraphCxSpFirst, div.MsoListParagraphCxSpFirst {mso-style-priority:34; mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; mso-style-type:export-only; margin-top:0cm; margin-right:0cm; margin-bottom:0cm; margin-left:36.0pt; margin-bottom:.0001pt; mso-add-space:auto; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Calibri",sans-serif; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-ansi-language:EN-GB;} p.MsoListParagraphCxSpMiddle, li.MsoListParagraphCxSpMiddle, div.MsoListParagraphCxSpMiddle {mso-style-priority:34; mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; mso-style-type:export-only; margin-top:0cm; margin-right:0cm; margin-bottom:0cm; margin-left:36.0pt; margin-bottom:.0001pt; mso-add-space:auto; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Calibri",sans-serif; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-ansi-language:EN-GB;} p.MsoListParagraphCxSpLast, li.MsoListParagraphCxSpLast, div.MsoListParagraphCxSpLast {mso-style-priority:34; mso-style-unhide:no; mso-style-qformat:yes; mso-style-type:export-only; margin-top:0cm; margin-right:0cm; margin-bottom:0cm; margin-left:36.0pt; margin-bottom:.0001pt; mso-add-space:auto; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Calibri",sans-serif; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-ansi-language:EN-GB;} .MsoChpDefault {mso-style-type:export-only; mso-default-props:yes; font-family:"Calibri",sans-serif; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:Calibri; mso-fareast-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-ansi-language:EN-GB;} @page WordSection1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.WordSection1 {page:WordSection1;} /* List Definitions */ @list l0 {mso-list-id:686752970; mso-list-type:hybrid; mso-list-template-ids:-315558374 67698705 67698713 67698715 67698703 67698713 67698715 67698703 67698713 67698715;} @list l0:level1 {mso-level-text:"%1\)"; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt;} @list l0:level2 {mso-level-number-format:alpha-lower; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt;} @list l0:level3 {mso-level-number-format:roman-lower; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:right; text-indent:-9.0pt;} @list l0:level4 {mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt;} @list l0:level5 {mso-level-number-format:alpha-lower; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt;} @list l0:level6 {mso-level-number-format:roman-lower; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:right; text-indent:-9.0pt;} @list l0:level7 {mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt;} @list l0:level8 {mso-level-number-format:alpha-lower; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:left; text-indent:-18.0pt;} @list l0:level9 {mso-level-number-format:roman-lower; mso-level-tab-stop:none; mso-level-number-position:right; text-indent:-9.0pt;} -->

For further information please contact:

Carole-Anne Richards (Claimant, Italy)
Email: carole-anne.ukeuchallenge@gmail.com

Sue Wilson, Chair Bremain in Spain
Email: suewilson@bremaininspain.com

Rupert Croft or Edward Hazzan at Croft Solicitors on 01242 285855.

]]>