Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Thu, 21 Sep 2017 03:42:33 +0200 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/1 Nota dell'On. Losacco su interrogazione per la vicenda Ryanair Tue, 19 Sep 2017 11:48:13 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/452568.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/452568.html Gennaro Del Core Gennaro Del Core in allegato la nota dell'On. Alberto Losacco del Partito Democratico in riferimento ad un'interrogazione parlamentare che presenterà al Ministro dopo le note vicende legate ai disservizi della compagnia aerea Ryanair. Il deputato barese, in particolare, sottolinea la necessità di fare chiarezza sulle cancellazioni dei voli visto che tale decisione penalizza i passeggeri di Regioni come la Puglia che con Ryanair hanno sottoscritto accordi commerciali.
Si prega di darne pubblicazione
Grazie
Cordiali Saluti


Dott. Gennaro Del Core
Media e Pubbliche Relazioni

]]>
Nota dell'On. Losacco dopo l'emissione del francobollo dedicato a San Nicola Sat, 16 Sep 2017 07:39:14 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/452121.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/452121.html Gennaro Del Core Gennaro Del Core in allegato la nota dell'On. Alberto Losacco dopo la cerimonia di prima emissione, avvenuta ieri al Petruzzelli alla presenza del Sottosegretario Antonello Giacomelli, del francobollo che riproduce la Basilica di San Nicola. Il deputato barese sottolinea le inevitabili ricadute positive per la città anche dal punto di vista economico ed il rafforzamento del legame di Bari con la Russia.
Si prega di darne pubblicazione.
Grazie
Cordiali Saluti


Dott. Gennaro Del Core
Media e Pubbliche Relazioni

]]>
PREVENZIONE DROGA - UN'IMPEGNO COSTANTE Thu, 14 Sep 2017 12:33:22 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451754.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451754.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

SOSTENERE UN’ISTRUZIONE EFFICACE SULLA DROGA 

E INIZIATIVE DI PREVENZIONE


Facendo riferimento all’impatto devastante della droga sulla società, l’autore, umanitario e fondatore di ScientologyL. Ron Hubbard ha scritto: “Il pianeta si è scontrato con una barriera che impedisce un progresso sociale su vasta scala: droga e altre sostanze biochimiche. Queste possono ridurre le persone in condizioni che non solo sono proibitive e distruttive per la salute, ma che sono tali da impedire ogni progresso stabile verso il benessere mentale o spirituale”. Questa affermazione porta alla sua successiva valutazione sul ruolo che l’uso di droga gioca nella disgregazione del tessuto sociale: “La ricerca dimostra che le droghe sono l’elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale”.
L’ELEMENTO PIÙ DISTRUTTIVO PRESENTE nella nostra
CULTURA ATTUALE
è LA DROGA.
Inoltre la ricerca di L. Ron Hubbard in questo campo ha portato al mondo soluzioni senza precedenti per la riabilitazione dalla droga. Questo, a sua volta, ha spronato la Chiesa e gli Scientologist a dare il via al programma La Verità sulla Droga, tramite il quale, da oltre vent'anni, lavorano per informare correttamente milioni di persone sugli stupefacenti.
La Chiesa e i suoi fedeli si dedicano a sradicare l’uso di droga attraverso l’istruzione e sollecitano la partecipazione di tutti coloro che condividono l’obiettivo di un mondo libero dalla droga. 
(tratto dal sito www.scientology.it: http://www.scientology.it/how-we-help/truth-about-drugs.html)
]]>
MINISTRI VOLONTARI DI SCIENTOLOGY Thu, 14 Sep 2017 12:32:49 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451753.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451753.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

PORTARE AIUTO A

CHIUNQUE, DOVUNQUE

I team dei Ministri Volontari ha attraversato 24 milioni di chilometri in 5 continenti fornendo aiuto in 17 lingue a più di 18 milioni di individui

I Ministri Volontari sono spesso tra i primi volontari a intervenire nei luoghi dei disastri, fornendo l’aiuto più necessario alle autorità che rispondono alle emergenze. Sono preparati per aiutare le persone in situazioni critiche, assistere il personale di soccorso e le vittime dei disastri sia nelle logistiche che nel “pronto soccorso spirituale”. Addestrano anche altre persone nelle tecniche dei Ministri Volontari e spesso rimangono anche dopo che le crisi immediate sono finite per aiutare la comunità nella fase del recupero e poter fornire un "aiuto più a lungo termine".


Oggi il programma dei Ministri Volontari si concentra sull'immediata riposta nei casi di emergenza in due diversi modi: 1) preparandosi unitamente ad altre forze con esercitazioni mirate  prima che il disastro avvenga. 2) preparandola comunità tramite mostre itineranti e strutture per i seminari contenute nelle inconfondibili tende gialle delle Campagne dei Ministri Volontari e dei Tour di Benevolenza.


L Ron Hubbard diede il via al Programma dei Ministri Volontari a metà degli anni ‘70.

]]>
SOSTENEREI DIRITTI UMANI IN TUTTO IL MONDO Thu, 14 Sep 2017 12:32:20 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451752.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451752.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

LA PRINCIPALE, tra leCREDENZE DI SCIENTOLOGY, è la CONVINZIONE che ogni INDIVIDUO abbia determinati DIRITTI INALIENABILI.

 Fin dalle sue prime ricerche sulla mente e sullo spirito umano l’autore, umanitario e Fondatore di ScientologyL. Ron Hubbard, mise l’accento sul fatto che libertà e miglioramento spirituale sono mete irraggiungibili per coloro ai quali vengono negati i diritti umani più fondamentali.

 Sin dalla sua nascita, la Chiesa di Scientology ha messo in atto un vasto programma in favore dei Diritti Umani.

 

EDUCARE LE PERSONE SUI DIRITTI UMANI
IN TUTTO IL MONDO


]]>
UN’INTRODUZIONE A SCIENTOLOGY Thu, 14 Sep 2017 12:31:56 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451751.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451751.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

CHE COS’È SCIENTOLOGY? IN CHE MODO PUÒ L’UOMO COMUNE METTERE IN PRATICA SCIENTOLOGY? COME PUÒ SCIENTOLOGY AIUTARE LE PERSONE A SUPERARE I PROBLEMI? PERCHÉ L’UOMO SI TROVA SU QUESTO PIANETA E QUAL È LO SCOPO DELLA SUA PRESENZA QUI?
In questa rara intervista filmata, L. Ron Hubbard parla di cosa ha guidato la sua ricerca per aiutare l’umanità, delle sue scoperte conquistate a fatica, le risposte a lungo ricercate in merito agli enigmi della mente e della vita, e come ha tracciato una via per ottenere nuovi stati di essere e di felicità, ecco come L. Ron Hubbard stesso l’ha spiegato al mondo.
Incontra l’uomo che ha fondato una nuova religione nell’era atomica che ora è diffusa in tutto il globo: Scientology.
Il Centro Informativo della Chiesa di Scientology di Milano è aperto tutti i giorni: con i suoi 500 video risponderà a tutte le principali domande.


Chiesa di Scientology di Milano - Home | Facebook

]]>
DIANETICS: EVOLUZIONE DI UNA SCIENZA Thu, 14 Sep 2017 12:31:30 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451750.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451750.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

Questa è la storia di come L. Ron Hubbard abbia scoperto la mente reattiva e sviluppate le procedure di auditing per sbarazzarsene. 
Scritto in origine per una rivista statunitense pubblicata in concomitanza con l’uscita di Dianetics: La Forza del Pensiero sul Corpo, questo articolo diede inizio, praticamente da un giorno all'altro subito dopo la pubblicazione del libro, a un movimento inarrestabile. 
Contiene sia i fondamenti di Dianetics che l’unica cronaca del Signor Hubbard sul suo viaggio ventennale ricco di scoperte e sul modo in cui applicò una metodologia per districare i misteri e i problemi della mente umana. 
Tratto dal sito ufficiale scientology.it 
]]>
Giovanni XXIII patrono dell'Esercito ? Thu, 14 Sep 2017 11:26:41 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451733.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451733.html Movimento Nonviolento Movimento Nonviolento
Giovanni XXIII, un santo patrono che scardiner? l'Esercito

di Mao Valpiana

L'idea di nominare san Giovanni XXIII patrono dell'Esercito italiano ?
certamente un errore, ma ... (segue testo allegato)

--

_____________________
Movimento Nonviolento
via Spagna, 8
37123 Verona

Tel/Fax 045 8009803
www.nonviolenti.org
www.azionenonviolenta.it

per sostegno e donazioni
Iban IT35 U 07601 11700 0000 18745455
5x1000 codice fiscale 93100500235


War is over (John Lennon)

]]>
“ PROTEGGERE E AVERE CURA DELL'AMBIENTE “ Thu, 14 Sep 2017 11:19:53 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451726.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/451726.html Riforme Sociali Riforme Sociali

Continua l'impegno dei volontari del gruppo capitolino de La Via della Felicità. Sabato 16 settembre si effettuera una  raccolta di rifiuti e rimozione di erbacce per riqualificare luoghi e migliorare la qualità della vita.

 

Roma, 14 settembre 2017 Si danno un nuovo appuntamento i volontari de La Via della Felicita che disponendo ormai della costante  collaborazione dei  volontari del quartiere daranno una bella sistemata a Via del Podere San Giusto.

 

Nel 1981, il filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, fondatore della religione di Scientology, scrisse nel suo lavoro indipendente La Via della Felicità”, 21 precetti di buon senso per una vita migliore, Proteggi e Migliora il Tuo Ambiente.

 

L'idea che ognuno di noi possieda una parte del pianeta e che possa e debba aiutare a prendersene cura, può sembrare esagerata e, a qualcuno, piuttosto irreale. Ma al giorno d'oggi ciò che accade dall'altra parte del pianeta, anche se lontana, può influenzare ciò che accade  a casa tua, ha continuato Hubbard nel dodicesimo di questi 21 precetti.

 

Con l'obiettivo di dare il Buon Esempio, altro precetto del libro, i volontari della Chiesa di Scientology di Roma sono attivi da molti anni con iniziative di pulizia e cura ambientale. In particolare negli ultimi mesi il progetto per la cura dell'ambiente a Casalotti ha incontrato il valido sostegno dei cittadini che comprendendo lutilita dellintervento  si sono resi fattivamente disponibili.

 

Oltre a rimuovere rifiuti abbandonati sui cigli delle strade ed erbacce che ostruiscono il passaggio dei marciapiedi, il gruppo dei volontari de La Via della Felicità distribuirà copie gratuite della versione opuscolo del libro lasciandone alcune anche negli esercizi commerciali, e ponendo l'attenzione in particolare su Proteggi e Migliora il tuo Ambiente per creare un circolo virtuoso di sensibilità verso lo spazio pubblico che è pur sempre la casa comune in cui si svolge la vita. A tal riguardo è stato realizzato anche un video di pubblica utilità che si può vedere alla pagina internet http://www.laviadellafelicita.eu/precetti/12-proteggi-e-migliora-il-tuo-ambiente.

 

 

 

 

 

]]>
GUIDE TURISTICHE, QUALE FUTURO? INCONTRO TRA GTI E CONFEDERCONTRIBUENTI TURISMO Mon, 11 Sep 2017 16:44:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450980.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450980.html Mariangela Palmisano Mariangela Palmisano
CONFEDERCONTRIBUENTI
Ufficio Stampa Nazionale
Via Sardegna, 29
ROMA
Tel. 3505222196 
www.confedercontribuenti.it


GUIDE TURISTICHE, QUALE FUTURO? INCONTRO TRA GTI E CONFEDERCONTRIBUENTI TURISMO

Costruttivo e piacevole confronto sul futuro della professione di guida turistica alla luce delle normative e della sentenza del Consiglio di Stato.

Tema dell'incontro è stato la condivisione di idee in merito ad un necessario ed urgente percorso legislativo che possa portare la figura della guida turistica ad una piena evoluzione del suo profilo professionale i cui parametri rientrino nei requisiti per il futuro rilascio del passaporto europeo delle professioni (EPC), come già avvenuto per altre categorie.

Nell'ottica della revisione e di un aggiornamento delle regole che riguardano l'ambito delle professioni del turismo, caratterizzato nel nostro paese dalla presenza della guida turistica e dell'accompagnatore turistico che si occupano di due aspetti distinti dell'accompagnamento dei turisti in visita, preme sottolineare come si reputi, innanzitutto, necessario mantenere la distinzione e la differenza tra le due attività nonché sia indispensabile evitare, una volta per tutte, tutti quegli iter burocratici cavillosi e difformi da Regione a Regione per l'accesso alle professioni che si esercitano a livello nazionale (ed anche europeo). È senza dubbio necessario porre fine ad un quadro generale che vede professionisti dello stesso identico settore assoggettati non solo a dissimili criteri di valutazione ma pure a diverse condizioni di esercizio. Tutto ciò ha penalizzato fortemente l'identità professionale e continua a costituire un forte limite alla sua piena definizione.   

Nell'ottica di possibili nuove vie da percorrere che siano uguali per tutti risulta lungimirante, ad esempio, l’iter per l’abilitazione alla figura di accompagnatore turistico utilizzato in Toscana che valorizza il possesso di titoli specifici accanto alla previsione di un esame di abilitazione. Tale valutazione potrebbe al momento essere utilizzata anche per l’esercizio della professione di guida.

GTI e Confedercontribuenti Turismo si sono confrontati sull'ipotesi di creazione di una laurea breve specifica per Guida turistica con il riconoscimento dell’esperienza e dei titoli come crediti formativi nonché di costituzione di un registro nazionale di professionisti  - così come avviene per altri settori -  la cui adesione porta ad aggiornamenti obbligatori e colloqui di accertamento dell’esperienza che possano garantire anche l’accesso che l’esercizio della professione nei siti di "particolare interesse", così come previsto dall'articolo 3 della legge 97/2013.

“Per l’individuazione dei predetti siti, andranno seguite le indicazioni dell'Unione Europea e delle sentenze del TAR del Lazio e del Consiglio di Stato, con il coinvolgimento non solo del MiBACT ma anche delle Regioni in base alle competenze di ciascuno, al fine di dare attuazione alla normativa sulla base dei richiamati principi di ‘ragionevolezza, proporzionalità ed imparzialità’. Il percorso che stiamo perciò per affrontare sarà articolato e necessita della massima collaborazione di tutte le parti in causa poiché l'obiettivo finale è il pieno riconoscimento della nostra professione con il sostegno di una regolamentazione semplificata, chiara e certa a tutela e valevole per tutti coloro che esercitano ed intendono in futuro esercitare le professioni turistiche in esame. Tutto questo anche a difesa dei diritti dei consumatori per soddisfare le loro esigenze di conoscenza e di visita del nostro paese” �“ dichiarano Simone Fiderigo Franci presidente GTI e Mariangela Palmisano responsabile nazionale Confedercontribuenti Turismo.

Il turismo rappresenta un importante volano per lo sviluppo economico ed ha bisogno di professionalità preparate e dinamiche in grado di affrontare con competenza e con una visione aggiornata le sfide che pone costantemente il mercato. Dopo questo primo incontro fra rappresentanti di categoria e sigle di professionisti, la prossima tappa sarà la partecipazione ad un tavolo di lavoro presso il MiBACT che si auspica venga convocato in tempi brevi. È importante convogliare forze ed energie verso non solo la lotta all'abusivismo che ci impegna nella difesa della categoria ma, soprattutto, verso una definizione urgente di uno scenario nel quale gli operatori possano agire, in libera prestazione, nella certezza di norme eque e valide su tutto il territorio nazionale.
 

 

]]>
GUIDE TURISTICHE, QUALE FUTURO? INCONTRO TRA GTI E CONFEDERCONTRIBUENTI TURISMO Mon, 11 Sep 2017 15:56:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450957.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450957.html Mariangela Palmisano Mariangela Palmisano CONFEDERCONTRIBUENTI
Ufficio Stampa Nazionale
Via Sardegna, 29
ROMA
Tel. 3505222196 
www.confedercontribuenti.it


GUIDE TURISTICHE, QUALE FUTURO? INCONTRO TRA GTI E CONFEDERCONTRIBUENTI TURISMO

Costruttivo e piacevole confronto sul futuro della professione di guida turistica alla luce delle normative e della sentenza del Consiglio di Stato.

Tema dell'incontro è stato la condivisione di idee in merito ad un necessario ed urgente percorso legislativo che possa portare la figura della guida turistica ad una piena evoluzione del suo profilo professionale i cui parametri rientrino nei requisiti per il futuro rilascio del passaporto europeo delle professioni (EPC), come già avvenuto per altre categorie.

Nell'ottica della revisione e di un aggiornamento delle regole che riguardano l'ambito delle professioni del turismo, caratterizzato nel nostro paese dalla presenza della guida turistica e dell'accompagnatore turistico che si occupano di due aspetti distinti dell'accompagnamento dei turisti in visita, preme sottolineare come si reputi, innanzitutto, necessario mantenere la distinzione e la differenza tra le due attività nonché sia indispensabile evitare, una volta per tutte, tutti quegli iter burocratici cavillosi e difformi da Regione a Regione per l'accesso alle professioni che si esercitano a livello nazionale (ed anche europeo). È senza dubbio necessario porre fine ad un quadro generale che vede professionisti dello stesso identico settore assoggettati non solo a dissimili criteri di valutazione ma pure a diverse condizioni di esercizio. Tutto ciò ha penalizzato fortemente l'identità professionale e continua a costituire un forte limite alla sua piena definizione.   

Nell'ottica di possibili nuove vie da percorrere che siano uguali per tutti risulta lungimirante, ad esempio, l’iter per l’abilitazione alla figura di accompagnatore turistico utilizzato in Toscana che valorizza il possesso di titoli specifici accanto alla previsione di un esame di abilitazione. Tale valutazione potrebbe al momento essere utilizzata anche per l’esercizio della professione di guida.

GTI e Confedercontribuenti Turismo si sono confrontati sull'ipotesi di creazione di una laurea breve specifica per Guida turistica con il riconoscimento dell’esperienza e dei titoli come crediti formativi nonché di costituzione di un registro nazionale di professionisti  - così come avviene per altri settori -  la cui adesione porta ad aggiornamenti obbligatori e colloqui di accertamento dell’esperienza che possano garantire anche l’accesso che l’esercizio della professione nei siti di "particolare interesse", così come previsto dall'articolo 3 della legge 97/2013.

“Per l’individuazione dei predetti siti, andranno seguite le indicazioni dell'Unione Europea e delle sentenze del TAR del Lazio e del Consiglio di Stato, con il coinvolgimento non solo del MiBACT ma anche delle Regioni in base alle competenze di ciascuno, al fine di dare attuazione alla normativa sulla base dei richiamati principi di ‘ragionevolezza, proporzionalità ed imparzialità’. Il percorso che stiamo perciò per affrontare sarà articolato e necessita della massima collaborazione di tutte le parti in causa poiché l'obiettivo finale è il pieno riconoscimento della nostra professione con il sostegno di una regolamentazione semplificata, chiara e certa a tutela e valevole per tutti coloro che esercitano ed intendono in futuro esercitare le professioni turistiche in esame. Tutto questo anche a difesa dei diritti dei consumatori per soddisfare le loro esigenze di conoscenza e di visita del nostro paese” �“ dichiarano Simone Fiderigo Franci presidente GTI e Mariangela Palmisano responsabile nazionale Confedercontribuenti Turismo.

Il turismo rappresenta un importante volano per lo sviluppo economico ed ha bisogno di professionalità preparate e dinamiche in grado di affrontare con competenza e con una visione aggiornata le sfide che pone costantemente il mercato. Dopo questo primo incontro fra rappresentanti di categoria e sigle di professionisti, la prossima tappa sarà la partecipazione ad un tavolo di lavoro presso il MiBACT che si auspica venga convocato in tempi brevi. È importante convogliare forze ed energie verso non solo la lotta all'abusivismo che ci impegna nella difesa della categoria ma, soprattutto, verso una definizione urgente di uno scenario nel quale gli operatori possano agire, in libera prestazione, nella certezza di norme eque e valide su tutto il territorio nazionale.
 

 

]]>
Siamo tutti Johnny - No al bullismo a Il Grifone di Bassano del Grappa Mon, 11 Sep 2017 14:30:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450913.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450913.html Segreteria Organizzativa - Indalo Segreteria Organizzativa - Indalo L’idea è quella di sensibilizzare piccoli e grandi su un tema importante come quello del bullismo, ma in modo giocoso, attraverso eventi leggeri, ma fortemente significativi per i messaggi che si propongono di trasmettere.

 Disagio sociale, malessere, sopruso fisico e psicologico, violenza: sono le parole che si possono associare al bullismo, un fenomeno grave, che coinvolge la famiglia, la scuola, la società intera, e che mina nel profondo i rapporti, gli equilibri all’interno dei vari contesti.

 Il fenomeno del bullismo tra i minori è diffuso e in continua evoluzione. Un caso al giorno di bullismo e cyberbullismo  sono quelli segnalati alla linea gratuita di Telefono Azzurro durante l’anno scolastico 2015-2016. Un dato preoccupante, che rappresenta solo la punta dell’iceberg rispetto alla vastità del fenomeno; senza contare che nel 2016 in Italia i casi di cyberbullismo sono aumentati dell'8%.

 L’arma più potente che abbiamo per combatte questo fenomeno che coinvolge la famiglia, la scuola, la società intera, è la parola: è fondamentale parlarne, far sì che non sia un argomento tabù, ma anzi diventi oggetto di dialogo e confronto affinché il NO al bullismo sia fortissimo, capace di arginare e prevenire comportamenti e situazioni di violenza e sopruso.

 È fondamentale educare al rispetto, alla solidarietà, alla responsabilità. La scuola svolge un ruolo decisivo, ma tutti possiamo fare qualcosa: il centro commerciale Il Grifone ha deciso di dare il suo contributo e invita le scuole e le famiglie ad affrontare il tema in modo originale.

 Testimonial della campagna Siamo tutti Johnny è il robot Johnny 5, protagonista del film Corto Circuito, il moderno Pinocchio che ha conquistato il cuore di tanti giovanissimi con il nome di Numero 5, robot nato come arma da guerra dell'esercito degli Stati Uniti, ma che acquista sentimenti ed emozioni e ci fa imparare a non giudicare le apparenze, ma a conoscere le persone.

 Le scuole saranno coinvolte attivamente, attraverso un concorso: bambini e ragazzi sono invitati a realizzare frasi e pensieri, che verranno pubblicati su Facebook; i più votati saranno premiati  con riconoscimenti   didattici  durante l’appuntamento conclusivo che si terrà  domenica 15 ottobre; un modo semplice e divertente, per parlare di bullismo e per sensibilizzare i bambini e le famiglie.

 Johnny 5 sarà presente al Grifone Domenica 24 settembre, proprio per lanciare un messaggio di tolleranza, amicizia, rispetto per gli altri.

 

OSPITE D’ECCEZIONE: DANY BAO PROPS MAKER – DOMENICA 24 SETTEMBRE

 

Domenica 24 settembre arriva a Il Grifone Dany Bao alias Daniele Gherardi, genio della meccanica e delle invenzioni, show man, produttore non solo per se stesso ma anche su commissione di straordinari costumi e props. Molte vittorie negli anni lo fanno amare ed apprezzare per le sue invettive e realizzazioni uniche. Una cura maniacale del dettaglio e della funzionalità sono il suo marchio di fabbrica. Una delle vittorie più significative ed importanti è quella del LUCCA COMICS & GAMES del 2013 come costume più difficile da realizzare: la mark 42 tratta dal film Iron man 3, costume comparso in televisione nella trasmissione evento di canale 5 " TU SI QUE VALES " nel 2014.


Nel 2015 con la Mark 1616 rescue vince di nuovo il LUCCA COMICS & GAMES come costume più difficile da realizzare. Nel 2016 inizia la sua collaborazione teatrale con Angelo Maggi attore e doppiatore dei più famosi attori americani, tra cui Robert Downey jr il Tony Stark della serie Iron Man.

 

Domenica 24 settembre  arriva a Il Grifone con una creazione unica e spettacolare: il robot da lui realizzato che riproduce fedelmente Johnny 5, star meccanica del film Corto Circuito, che ne racconta la fuga alla scoperta del mondo insieme alla sua amica umana Stephanie. 

 

Insieme a lui, si potrà anche ammirare un’altra creazione di Dany Bao, Ironman woman mk 1616.

]]>
La partecipazione alla Strabergamo Mon, 11 Sep 2017 13:49:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450901.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450901.html La Via della Felicità - Brescia La Via della Felicità - Brescia Promossi i valori nella Strabergamo

Un folto gruppo di 150 volontari di Bergamo e di Brescia, sostenitori della campagna "La Via della Felicità" hanno preso parte oggi alla edizione 2017 della Strabergamo.

L'evento è stato preparato distribuendo, nei mesi precedenti, molte copie del libretto per la città di Bergamo. Con le 4.000 distribuite stamattina ai partecipanti, i volontari hanno superato la soglia dei 50.000 opuscoli.

L'obiettivo è quello di promuovere e diffondere la cultura del rispetto dei valori più tradizionali. Essi sono il vero fondamento del vivere comune ed in armonia per ogni popolo, razza o fede.

La partecipazione alla Strabergamo ha voluto sottolineare questo aspetto in un ambito festoso e di partecipazione.

I Testimonial

Per la prima volta hanno partecipato l'Ultra-maratoneta Simone Leo e Giulia Bartolini campionessa e medaglia d'oro europea di pallanuoto testimonial de "La Via della Felicità".

Simone ha corso tutte le gare più dure nel mondo con percorsi oltre i 200 km non stop. Si sta preparando per correre la Filippides Run, la corsa di 490 Km meglio conosciuta come Atene-Sparta-Atene.

Entrambi gli atleti hanno partecipato alla famosissima Maratona di New York sotto il vessillo de "La Via della Felicità", che portano con orgoglio ad ogni gara e manifestazione che li veda partecipi.

I precetti della campagna.

Il rispetto dei precetti de "La Via della Felicità" non deve costituire un obbligo. Essi costituiscono piuttosto un lusso che la persona saggia si concede. Il loro rispetto costituisce la strada per una vita in cui si possa godere della fiducia e della stima delle persone.

Con questi obiettivi la campagna “La via della felicità” promuove tali valori. Il libretto contiene ventuno precetti basati esclusivamente sul buon senso, pienamente condivisibili, indipendentemente da razza, colore o credo. Essi favoriscono il manifestarsi di gentilezza, onestà e rispetto nella vita.

Il testo costituisce un codice morale, non religioso, ed è stato scritto da L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo.

La Via della Felicità, ora pubblicato in 112 lingue, ha portato calma in comunità lacerate dalla violenza, pace in zone devastate dalla guerra civile e rispetto di sé a milioni di individui, nelle scuole, nelle prigioni, nelle chiese e nei centri giovanili e comunitari.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

Dal sito della campagna: "laviadellafelicita.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito.

]]>
Leggi, discuti, fai circolare e sostieni Scintilla n. 82 - settembre 2017 Mon, 11 Sep 2017 10:48:17 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450862.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450862.html Piattaforma Comunista Piattaforma Comunista Care compagne e cari compagni,

è uscita il numero 82 – settembre 2017 di “Scintilla”, giornale politico del proletariato rivoluzionario.

 

Potete scaricare e leggere “Scintilla” dal nostro sito internet

http://www.piattaformacomunista.com/

 

Leggete, discutete, fate girare e sostenete Scintilla, inseritela sui vostri siti internet. 

Chi vuole diffondere Scintilla in versione cartacea, anche poche copie, scriva alla redazione.

Comuniste/i, operaie/i combattive/i, giovani rivoluzionarie/i, considerate Scintilla il vostro giornale. Inviateci cronache di lotte, denunce politiche, comunicati e indirizzi email di possibili interessati. 

Rafforziamo i nostri legami!

Saluti a pugno chiuso!

Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia

 

www.piattaformacomunista.com

 

teoriaeprassi@yahoo.it

]]>
Ron e la sua definizione di Arte Thu, 07 Sep 2017 20:13:34 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450297.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450297.html Scientology Brescia Scientology Brescia Lo studio dell'arte e delle sue qualità

Proprio come è impossibile considerare L. Ron Hubbard come uomo senza considerare L. Ron Hubbard come artista, è impossibile sperare di poter apprezzare il suo contributo artistico senza conoscere in qualche misura i suoi scritti filosofici in materia d’arte.

I suoi primi appunti su questo argomento risalgono al 1943, ma il primo approccio filosofico vero e proprio al mondo dell’arte può essere ritrovato in alcuni scritti del 1951. In breve, L. Ron Hubbard teorizzò che, al di sopra del normale pensiero quotidiano, esiste ciò che definì “mente estetica” ed è questo livello di attività mentale che “si occupa del nebuloso campo dell’arte e della creazione”. Comunque sia, dichiarò, “finché qualcuno non definisce che cos’è l’arte, è improbabile che il mondo ne diventi più consapevole”.

Citò poi, come precedente, l’opera di Francis Bacon, generalmente considerato il primo a sviluppare il concetto di codificazione, secondo il quale ogni argomento può essere organizzato in modo sistematico in base alle proprie regole. E fu seguendo questa tradizione che L. Ron Hubbard si cimentò con l’arte nel suo insieme.

La comprensione dell'Arte

Il primo resoconto delle sue scoperte fu pubblicato il 30 agosto 1965. In una nota introduttiva, ribadiva che l’arte contiene “l’azione umana meno codificata e più incompresa”, mentre alla domanda di vecchia data, “Che cosa è l’arte?“ non era mai stata data una risposta adeguata. Lo scritto seguente, benché da lui definito ancora approssimativo, descriveva le basi di quella branca di attività che chiamiamo arte, definendola nel modo seguente: “ARTE è una parola che riassume LA QUALITÀ DELLA COMUNICAZIONE”.

Nei mesi e negli anni seguenti, utilizzando questa definizione come stabile punto di partenza, L. Ron Hubbard continuò a codificare accuratamente il campo dell’arte, descrivendo, tra l’altro, la presentazione artistica, l’integrazione artistica, il messaggio, il ritmo, il colore e l’attrezzatura. Questi e molti altri argomenti si trovano nel libro di L. Ron Hubbard intitolato ART.

Oggi questo testo è diventato il più autorevole in assoluto nel suo genere: migliaia di professionisti esperti fanno regolarmente riferimento ad esso, altre migliaia lo usano per far decollare la propria carriera artistica. Su questo testo è basato anche il “Corso Hubbard sull’Arte”, che si propone di aiutare gli studenti a mettere in pratica i suoi principi fondamentali; il volume è utilizzato anche nei seminari di L. Ron Hubbard per scrittori, per finalisti e vincitori del suo concorso “Scrittori del Futuro”.

]]>
Cosa sappiamo della nostra Mente ? Thu, 07 Sep 2017 18:33:55 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450284.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450284.html Scientology Brescia Scientology Brescia La mente che usiamo ogni istante.

Dianetics è una metodologia in grado di aiutare ad alleviare sensazioni ed emozioni indesiderate, paure irrazionali e malattie psicosomatiche (cioè le malattie causate o aggravate da stress mentale).

Volendola definire più precisamente, potremmo dire che Dianetics si occupa di ciò che l’anima fa al corpo attraverso la mente.

Prima del 1950, il pensiero scientifico predominante aveva stabilito che la mente dell’Uomo fosse il suo cervello, cioè un semplice insieme di cellule e di neuroni. Inoltre si pensava che la capacità dell’Uomo non potesse essere migliorata. Si riteneva anche che la personalità di un individuo fosse irrevocabilmente determinata dalla conformazione della sua corteccia cerebrale. Tali teorie erano però inesatte. Di conseguenza la scienza non ha mai sviluppato un sistema teorico che realmente consentisse di risolvere i problemi della mente.

Nel 1950, con la pubblicazione di Dianetics: La Forza del Pensiero sul Corpo, L. Ron Hubbard ha cambiato completamente questa situazione. Questo libro ha segnato una svolta nella storia della ricerca condotta dall’Uomo, per comprendere realmente se stesso.

Dianetics si fonda su principi fondamentali facilmente assimilabili, che si sono dimostrati esatti e che, soprattutto, sono validi oggi come lo erano nel 1950.

Il denominatore comune del vivere.

Aver definito concisamente lo scopo della vita, è stata una delle conquiste più importanti di Dianetics. La scoperta del principio dinamico dell’esistenza umana fatta da L. Ron Hubbard ha consentito la soluzione di tanti enigmi prima di allora irrisolti.

Possiamo considerare che la meta della vita sia sopravvivenza infinita. Sebbene si sappia da molto tempo che l’Uomo cerca di sopravvivere, del tutto nuova è la considerazione che questa sia la sua motivazione primaria.

È possibile infatti dimostrare che gli uomini, in quanto forme di vita, in tutte le loro azioni e nella totalità degli obiettivi che si prefiggono, rispondono a un solo comando: “SOPRAVVIVI!”.

È questo il denominatore comune dell’intera vita, da cui proviene la risoluzione cruciale dei mali e delle aberrazioni dell’Uomo.

]]>
Il metodo scientifico e gli studi umanistici Thu, 07 Sep 2017 18:23:45 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450283.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450283.html Scientology Brescia Scientology Brescia Un riassunto di Scientology per gli scienziati

L'articolo che segue di L. Ron Hubbard è inerente le difficoltà della ricerca sulle scienze umanistiche.

Scritto nel marzo 1969, “Un riassunto di Scientology per gli scienziati” offre una visione globale non solo delle difficoltà dell’applicazione della ricerca scientifica al campo delle scienze umanistiche, ma anche del modo in cui L. Ron Hubbard superò tali difficoltà per ideare Scientology.

Lo scritto del 1969

"Al momento della stesura di questo scritto, mi sono dedicato per circa trentotto anni ad una ricerca fondamentale sulla vita e nel campo umanistico. Si tratta di ricerca di verità fondamentali o di ricerca pura e ha la stessa origine dello sforzo dei primi filosofi – tentare di stabilire l’identità della vita come qualcosa di indipendente dalla materia e di associato al mondo e alle forme materiali, soggetti che sono stati abbracciati dalle scienze fondamentali e che si trovano in uno stadio avanzato. La differenza è che la ricerca è stata fatta a partire dal punto di vista della metodologia scientifica in cui io sono addestrato.

L’argomento era, infatti, sufficientemente sconosciuto e sufficientemente privo di nomenclatura per avere un nome ben delineato. Dico che era sconosciuto perché ha notevolmente mancato di tenersi al passo con le scienze naturali o fisiche ed è di fatto minacciato dalle scienze fisiche. Per esempio, scopriamo che le proteste degli scienziati che operano in campo fisico si basano su violazioni nei confronti della vita o sul cattivo uso o abuso della vita a causa di sconsiderate applicazioni fisiche (Scienza e sopravvivenza, di Barry Commoner).

Per proteggere qualcosa si deve sapere che cos'è, sapere che cos'è dal punto di vista scientifico. Le teorie biologiche sul DNA si applicano a vita più materia, e tutti gli sforzi volti a far sì che la materia produca vita sono, finora, falliti."

]]>
PIU' DIRITTI PER I BAMBINI: IL CCDU INTERVIENE A CONEGLIANO Thu, 07 Sep 2017 11:44:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450064.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450064.html ChiesaScientologyPordenone ChiesaScientologyPordenone Domenica 3 Settembre il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani era presente alla festa delle Associazioni di Conegliano.

In questa occasione i volontari del CCDU hanno sensibilizzato le famiglie sul tema della sottrazione dei minori e delle malattie inventate, come l’ADHD ed DSA. Sono stati distribuiti opuscoli informativi sugli psicofarmaci che contengono informazioni sugli effetti collaterali dei comuni antidepressivi, ansiolitici, Ritalin e di molti altri tipi di psicofarmaci che vengono somministrati anche ai bambini “affetti” da queste malattie inventate. 

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata a investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei diritti umani.

Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus è una organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles. Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal Professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale.

A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. In seguito a ciò, il CCHR elaborò una dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale.

Le funzioni del CCHR sono unicamente quelle di fungere da organo di controllo, lavorando a fianco di molti medici, incluso dottori, scienziati, infermieri e quei pochi psichiatri che hanno preso posizione contro il modello “disturbo biologico/cura farmacologica" che viene continuamente promosso sia dalla psichiatria e dall’industria farmaceutica come mezzo per vendere farmaci.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

]]>
RISTABILIRE LA MORALE NEL TESSUTO SOCIALE Thu, 07 Sep 2017 11:38:41 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450062.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450062.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

 

SOSTENERE A LIVELLO MONDIALE PROGRAMMI PER RIPRISTINARE  L’ONORE E IL RISPETTO DI SÉ


Al giorno d’oggi, ci troviamo tutti di fronte a un’evidente e sempre peggiore crisi morale


L. Ron Hubbard scrisse i 21 precetti del La Via della Felicità per fornire una guida che ogni individuo potesse seguire al fine di fare scelte che conducessero a una vita più felice, decente e appagante. Questo codice morale basato sul buon senso, può essere seguito da persone di ogni razza, cultura o credo.
La Chiesa e i suoi membri hanno il piacere di condividere gli strumenti per vivere più felicemente, contenuti nel La Via della Felicità, con coloro che condividono lo scopo di un mondo migliore.

Estremamente popolare sin dalla sua prima pubblicazione, avvenuta nel 1981, La Via della Felicità è stata distribuita in più di 100 milioni di copie in 205 paesi e territori, fornendo a tutti una bussola morale su cui basare la propria vita.

]]>
L’ELEMENTO PIÙ DISTRUTTIVO PRESENTE nella nostra CULTURA ATTUALE è LA DROGA Thu, 07 Sep 2017 11:37:58 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450061.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/450061.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano SOSTENERE UN’ISTRUZIONE EFFICACE SULLA DROGA

 



Facendo riferimento all'impatto devastante della droga sulla società, L.Ron Hubbard ha scritto: “Il pianeta si è scontrato con una barriera che impedisce un progresso sociale su vasta scala: droga, farmaci e altre sostanze biochimiche. Queste possono ridurre le persone in condizioni che non solo sono proibitive e distruttive per la salute, ma che sono tali da impedire ogni progresso stabile verso il benessere mentale o spirituale”. 

Questa affermazione porta alla sua successiva valutazione sul ruolo che l’uso di droga gioca nella disgregazione del tessuto sociale: “La ricerca dimostra che le droghe sono l’elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale”.

La Chiesa e i suoi fedeli si dedicano a sradicare l’uso di droga attraverso una vasta campagna di prevenzione che include l'elemento fondamentale dell'istruzione 
]]>