Cosa pensano i genitori della legalizzazione della droga?

26/ott/2021 00:56:53 Celebrity Centre Firenze Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Uno studio indica che i genitori pensano che le nuove leggi sulla marijuana danneggeranno gli adolescenti

Ci sono molte persone che simpatizzano con il movimento per la legalizzazione della marijuana. Circa la metà degli stati degli USA ha ormai legalizzato la cannabis per uso medico, mentre molti altri l'hanno depenalizzata: un arresto per possesso di una piccola quantità non è più grave di una multa.

Ma non tutti sono favorevoli a queste iniziative. In effetti, la stragrande maggioranza dei genitori con figli adolescenti negli Stati Uniti è preoccupata, e pensa che la cannabis legale renderà più probabile che i propri figli provino a fumare marijuana. Questo è emerso da un recente studio statistico condotto online da Harris Poll, un sondaggio che si è concentrato sui genitori con figli tra 13 e 17 anni. È emerso che l'80% dei genitori intervistati era dell'opinione che la legalizzazione della marijuana aumenterà la probabilità che i figli adolescenti provino la marijuana, muovendo così i primi passi nel mondo del consumo di droga.

Parlando dei risultati del sondaggio, il Dr. Thomas Wright (Chief Medical Officer di Rosecrance, un centro di recupero per tossicodipendenti) ha detto che la legalizzazione di una sostanza crea la falsa idea che tale droga sia “sicura”. Il punto nodale della questione è che “legale non significa innocuo”.

Lo stesso equivoco ha contribuito alla massiccio abuso di farmaci da prescrizione in America: i pazienti che presumono che le loro medicine siano sicure perché provengono dalla farmacia, spesso finiscono per diventarne dipendenti e decine di migliaia muoiono per overdose ogni anno.

Quindi è fondato il timore dei genitori che la legalizzazione della marijuana porti i giovani a credere che la cannabis sia sicura. Questo mito è già supportato da modi di dire comuni come "è solo un'erba", "è tutto naturale" e "non crea dipendenza", opinioni tipicamente espresse da persone che cercano di sostenere la legalizzazione della marijuana.

Gli uomini e le donne che sono i padri e le madri di oggi sono stati adolescenti negli anni '70 e '80, decenni in cui era già comune per i giovani provare a fumare erba.Tuttavia la marijuana è diventata più potente nel corso degli anni: negli anni '70 la maggior parte della marijuana sul mercato aveva una concentrazione di THC inferiore all'1%, che negli anni '90 è aumentata fino a circa il 3-4%. Oggi, la marijuana media sul mercato ha una concentrazione di THC di circa il 20%, mentre alcune varietà possono arrivare fino al 37%.

Quindi, se molti genitori possono aver provato a fumare erba quando erano adolescenti, i loro figli si trovano di fronte a una droga immensamente più forte.

Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga e l’alcool non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di Mondo Libero dalla Droga fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

 

Giovanni Trambusti

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl