La moda dei Glow Party nasconde spesso dei veri e propri festini a base di droga

26/ott/2021 00:44:59 Celebrity Centre Firenze Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

I “Glow Party” sono uno delle più recenti mode seguite dai giovani per divertirsi la sera in discoteca o in casa tra amici. Si tratta di feste dove si usano bastoncini, trucchi e decorazioni fluorescenti, per creare atmosfere fuori dal comune e divertenti.

Spesso i Glow Party sono veri e propri eventi con biglietto: il denaro raccolto va a pagare le elaborate decorazioni che servono per creare l’ambientazione. Di solito si svolge in un luogo ampio come un magazzino vuoto dove vengono installati potenti sistemi audio per la musica da ballo.

In teoria, le feste luminose dovrebbero essere un luogo sicuro in cui gli studenti delle scuole superiori possono divertirsi con i loro amici. In genere sono promossi come “senza alcol”, il che li rende un’idea accettabile agli occhi dei genitori preoccupati.

Ma cosa succede davvero a un Glow Party?

I partecipanti ballano agitando in aria bastoncini luminosi, creando un ambiente surreale nello spazio buio. Fin qui niente di male, il problema è che per molti dei partecipanti questa esperienza sensoriale non è sufficiente. Aumentano allora la loro eccitazione usando potenti droghe sintetiche come l'MDMA, più comunemente noto come Ecstasy o Molly. Non sorprende scoprire che l’Ecstasy si è fatta strada nella scena dei Glow Party, data la forte somiglianza tra quel tipo di festa e i famigerati “rave”.

Sebbene non si debba presumere che tutte le feste luminose siano occasioni per drogarsi, allo stesso tempo si dovrebbe notare che la promozione di questi eventi specifica la presenza in loco di personale medico pronto a curare i ragazzi in caso di overdose, un chiaro segno che chi organizza e partecipa sa esattamente a cosa va incontro.

Un altro grave rischio dei Glow Party è che sono frequentate da predatori sessuali. Droghe come l'ecstasy sono progettate per creare un falso senso di euforia e far perdere le inibizioni, il che spiana la strada ai criminali per approfittare sessualmente delle ragazze.

È probabile che ai giovani che partecipano a tali feste venga offerta la droga e, quando questo succede, possono sperimentare una forte pressione da parte degli amici ad accettare, per seguire il flusso e sentirsi parte della scena. Altrettanto grave, c'è la possibilità che vengano infilate droghe in una bevanda o nel cibo, subendo le conseguenze da parte dei predatori sessuali.

“Mondo Libero dalla Droga è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

 

Giovanni Trambusti

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl