I costi economici dell’abuso di droga

09/ott/2021 00:34:33 Celebrity Centre Firenze Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Quanto costa davvero la droga alla nostra società? Qual è il vero impatto che hanno sull’economia?

Nel 1990 si tentò di trovare una risposta negli Stati Uniti, con uno studio del National Institute on Drug Abuse. Risultarono perdite economiche per circa 100 miliardi di dollari dell’epoca all’anno, a causa dell'abuso di sostanze stupefacenti.

Una parte di questi soldi veniva spesa per il trattamento e il sostegno di coloro che avevano problemi legati alla tossicodipendenza. Altri fondi venivano destinati alla cura di coloro che avevano subito lesioni a causa di overdose o incidenti legati alla droga. Altri ancora venivano assorbiti dalle spese associate alla fornitura di funerali e sepolture per coloro che hanno perso la vita a causa dell'abuso di droghe. Oltre a questi costi diretti, dobbiamo anche tenere conto dei costi associati ai soldi che non sono stati guadagnati. I giorni persi sul lavoro, le ore trascorse mentre si è fatti, ubriachi o con i postumi di una sbornia, gli errori causati dalla nebbia mentale di un tossicodipendente. Al di là di queste perdite legate direttamente alle spese e all'inefficienza del tossicodipendente, vi sono anche i costi economici sostenuti dai familiari e dagli amici del tossicodipendente: persone che trascorrono le giornate e le notti preoccupati per il benessere della persona amata, le cui vite sono continuamente sconvolte da litigi, promesse non mantenute e fiducia tradita.

Vista in questa luce, la droga è davvero un veleno che ha un effetto drenante sull'intera società: non è vero che un tossicodipendente fa del male solo a se stesso.

Un altro fattore economico è quello delle spese legate alla giustizia e alla detenzione. Il costo di gestione dei processi e della carcerazione è enorme, oltre alle perdite economiche causate dal fatto che i prigionieri non guadagnano e non producono. Anche dopo il loro rilascio dal carcere, il fatto di avere una condanna penale può rendere difficile o impossibile trovare un lavoro che paghi un salario dignitoso. E questo comporta coniugi e figli che non ricevono un adeguato sostegno e devono quindi gravare sull'assistenza pubblica.

Come liberare la società da questa gravosissima piaga sociale, anche solo considerando i costi economici?

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e i farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga, si abusi di alcool o di farmaci.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

 

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl