Come reagire quando un tossicodipendente chiede soldi

21/mag/2020 13:39:51 Celebrity Centre Firenze Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Quando il bisogno di droga diventa pressante, si ha bisogno di tanti soldi. Alcuni tossicodipendenti chiedono i soldi a genitori o parenti, altri rubano in casa. Finanziare» un tossicodipendente equivale ad aiutarlo a distruggersi, diventando complice della sua corsa verso il declino fisico e mentale, o peggio della sua morte.

Ecco alcuni consigli su come comportarsi:

1.       Mettete i soldi al sicuro in casa

2.       Evitate che possa usare carte di credito collegate a conti familiari

3.       Fate capire che si è disposti aiutarlo, ma che si desidera sapere come i soldi vengono spesi

4.       Tenete il conto dei soldi già dati (data, quantità, motivo)

5.       Non siate ingenui, fate domande e investigate, controllate se possibile

6.       Imponetegli gentilmente una certa autodisciplina sulla gestione delle proprie finanze

Tutto questo va accompagnato, evidentemente, da un’azione appropriata per dar sì che il tossicodipendente comprenda cosa gli sta succedendo e cosa sta facendo a se stesso, in modo che possa accettare aiuto sincero. Mancare di fare questo potrebbe spingerlo verso il commettere crimini.

“Un Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga non costituisce più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o se ne promuova l’uso. I giovani devono conoscere la dura verità: dove gira la droga, c’è spesso crimine e perversione sessuale.

Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione. L’associazione organizza eventi pubblici e lezioni nelle scuole, per informare sugli effetti dannosi degli stupefacenti e degli psicofarmaci. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl