Consumo di droga e violenza sessuale

02/apr/2020 12:51:40 Celebrity Centre Firenze Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Una recente sentenza della cassazione ha stabilito che all’imputato, accusato di violenza sessuale, non poteva essere riconosciuta l’aggravante a causa dell’uso di sostanze stupefacenti, in quanto la vittima della violenza aveva assunto la droga per suo conto, senza essere spinta dal criminale violentatore.

Indipendentemente dalla decisione della Corte di Cassazione, è interessante analizzare la dinamica dell’episodio criminoso: la ragazza si fuma uno spinello per conto suo, un tipo che le aveva offerto la droga informa il violentatore che la ragazza era “sballata” e quindi se ne poteva approfittare facilmente, il criminale approfitta dello stordimento e la costringe al sesso stuprandola.

La morale della favola, per le ragazze, è che le droghe le pongono in una posizione di debolezza, rendendole facile preda degli stupratori. L’assunzione di droga non giustifica minimamente il gesto criminale, ma va da sé che una ragazza responsabile farebbe bene a conoscere questi meccanismi, questi effetti che la droga (in questo caso la marijuana) ha sulla mente e sul comportamento. Perdere il controllo di se stessi in questi casi può essere fatale.

L’associazione internazionale “Un Mondo Libero dalla Droga” crede che sia necessario far sapere a tutti, soprattutto ai giovani, la verità sulla marijuana. È necessario far sapere che è una droga, che dà astinenza e dipendenza, che può causare violenza e incidenti, che quintuplica il rischio di psicosi e raddoppia quello di schizofrenia, causa inoltre una sensibile diminuzione del quoziente di intelligenza.

“Un Mondo Libero dalla Droga” si propone di aiutare le scuole a fare prevenzione sull’abuso di droghe, alcool e farmaci. I volontari effettuano lezioni e conferenze ai ragazzi, e molte scuole adottano la campagna portando avanti loro stesse i programmi di prevenzione grazie ai materiali educativi dell’associazione. Tutti gli interventi dei volontari sono a titolo assolutamente gratuito, come pure la fornitura di opuscoli, manuali, video.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione. La campagna è del tutto laica, l’associazione organizza anche eventi pubblici nei quali vengono distribuiti opuscoli su tutti i più comuni tipi di droghe ai cittadini. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl