La responsabilità dei genitori di adolescenti in materia di rispetto della legge

26/mar/2020 13:05:36 Celebrity Centre Firenze Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A Milano, una delle province più colpite dal coronavirus, quattro ragazzi tra i 14 e i 15 anni sono stati sorpresi per strada, senza documenti e senza un valido motivo per essere fuori di casa, uno di loro era in possesso di hashish. A quanto pare, questo giovanissimo milanese sentiva il bisogno di assumere droga in compagnia, e questo desiderio era evidentemente più forte della vigilanza dei genitori e del rispetto delle regole per il contenimento dell’epidemia. I genitori dei 4 ragazzi sono stati diffidati per mancata vigilanza di figli minori.

Questo episodio, uno dei tantissimi di questo genere che si leggono in questi giorni sui giornali, fa riflettere sul ruolo dei genitori in materia di educazione al rispetto della legge. Se è possibile pensare che non fossero a conoscenza del consumo di droga, come si può pensare che lasciassero andare in giro dei minorenni senza un validissimo e urgente motivo in una delle città più a rischio? Viene da pensare che a Milano, dopo varie settimane di blocco totale, i ragazzi tossicodipendenti non ce la facessero più a stare senza la droga a cui erano ormai assuefatti.

È chiaro come sia assolutamente necessaria una politica di prevenzione rivolta espressamente ai giovanissimi, al fine di informarli sui rischi che corrono nell’assumere sostanze stupefacenti. Se si lascia che i giovani si informino su dai loro coetanei, da internet, dalle serie tv e dalle dichiarazioni dei cantanti… beh possiamo star certi che saranno fortemente invogliati a provare tutte le droghe propagandate come “innocue” o “leggere”!

L’associazione “Un Mondo Libero dalla Droga” si propone di aiutare le scuole a fare prevenzione sull’abuso di droghe, alcool e farmaci. I volontari effettuano lezioni e conferenze ai ragazzi, e molte scuole adottano la campagna portando avanti loro stesse i programmi di prevenzione grazie ai materiali educativi dell’associazione. Tutti gli interventi dei volontari sono a titolo assolutamente gratuito, come pure la fornitura di opuscoli, manuali, video.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione. La campagna è del tutto laica, l’associazione organizza anche eventi pubblici nei quali vengono distribuiti opuscoli su tutti i più comuni tipi di droghe ai cittadini. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl