23 ott.-Genova-Bruno Orsini, Riccardo Battaglia presentano "I fantasmi gentili nel castello della follia"di Nausica Muzio:Racconti illustrati da matti

21/ott/2019 17:35:15 basicterzosettore Contatta l'autore

COMUNICATO STAMPA ERGA EDIZIONI

 

Mercoledì 23 ottobre 2019 alle 18,00
alla Libreria laFeltrinelli di via Ceccardi 16 a Genova

Bruno Orsini, già Senatore, Riccardo Battaglia e Natale Calderaro presentano

I fantasmi gentili nel castello della follia

di 
Nausica Muzio Ravina
Sembravano cose, erano persone
39 racconti illustrati "da matti"



 

L’originalità di questo piccolo gioiello della letteratura psichiatrica è che travalica fin dalla prima pagina i limiti che ogni genere letterario descrive. Il manicomio stesso è trasformato in un “non manicomio”. Da queste pagine e dalle illustrazioni che l’accompagnano escono fantasmi (gentili) che prendono corpo e diventano persone. 

I racconti della professoressa Muzio (gravemente malata e scomparsa solo pochi giorni dopo la stampa del volume) sono deliziosi e pieni di un rispetto “gentile”, ma al momento di andare in stampa sono piovuti letteralmente dal cielo gli unici disegni a fumetti realizzati in Europa da un paziente, che raffigurino un manicomio prima e dopo la Legge 180.

Due enormi tavole da un metro e mezzo per cinque.
In quella orizzontale L'Ospedale Psichiatrico di Genova Quarto prima del 1978 è raffigurato con le arcate brunelleschiane che lo caratterizzano e sotto ad ogni arcata una tipologia di operatori (infermiere, operatori, “burocrati”); da sinistra sta entrando Antonio Slavich, che si sarebbe portato dietro il Marco Caval ancora oggi custodito a Genova. Nell’ultima arcata ci sono i pazienti. 
Nella tavola verticale è invece raffigurato l’Ospedale Psichiatrico dopo la Legge 180, una sorta di allegro "castello della follia" (che ha dato il titolo al libro). Come brillante conclusione della “favola”, la professoressa Nausica Muzio veniva rappresentata IN CIMA al castello, nella sua stanza “delle oche” dove faceva svolgere ai pazienti attività artistiche.
Questi disegni sono stati ovviamente inseriti nel volume, con un'analisi di Ferruccio Giromini

“Una volta, in una favoletta scritta da alcuni colleghi, l’Ospedale è stato paragonato ad un castello circondato da una nebbia che avvolge coloro che entrano e non li lascia più uscire. Come farò ad uscire dalla nebbia dove vagano e mi trattengono i miei fantasmi gentili? Forse l’unica possibilità di rompere l’incantesimo è di portarli fuori con me, dentro di me…”

Sfaccettature, cristalli, che brillando descrivono, ciascuno con il suo linguaggio specifico e universale nel contempo, emozioni in cui riconosciamo noi stessi. I fantasmi gentili entrano in noi, ci parlano e ci invitano a non avere paura, ci indicano la strada.

Un’opera straordinaria capace di rendere intellegibile ciò che sembra oscuro, evidente l’invisibile, attraverso un’incredibile molteplicità di linguaggi (fumetti, in particolare, ma anche quadri, oggetti realizzati da “matti” e donati all'Autrice). Proprio perché supera le parole, non ce ne sono di adeguate per descrivere questo coro ben intonato in cui ognuno può aggiungere o trovare la sua voce.
 


 

Nausica Muzio Ravina - I fantasmi gentili nel castello della follia - Erga edizioni
112 PAGINE - € 13,90 - ISBN 978-88-3298-049-3

Erga edizioni - Mura delle Chiappe 37/2 - 16136 Genova Tel. 010 8328441
Mail edizioni@erga.it    Catalogo e recensioni on line www.erga.it   Distribuzione nazionale CDA Bologna
Seguici su Facebook: facebook.com/ErgaEdizioni  o su Twitter: twitter.com/ergaedizioni






This email was sent to pubblica@comunicati.net
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Carla Scarsi · via xxv aprile 105 · pieve ligure, GE 16031 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl