Il piano anti-Europa dell’ex-consigliere di Trump non riesce a conquistare l’Italia

27/set/2019 09:03:38 pressnews Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Monsignor Lorenzo Loppa, vescovo di Altari e Anagni, ha dichiarato: “Papa Francesco ha detto che uno sguardo contemplativo sull’umanità ci dà una nuova prospettiva sulla vita, la realtà e la nostra casa comune. Questa prospettiva è contraria a ogni tipo di sovranismo e di populismo.” 

L’uomo descritto come “il cervello” dietro alla vittoria politica di Donald Trump e “il più pericoloso tra gli esponenti politici americani”, Steve Bannon, oggi ha gli occhi puntati sull’Europa – mentre un’Unione Europea sempre più divisa fatica a riguadagnare una visione ideologica unitaria, tra crisi di identità e di coscienza.

Per questo uomo chiave della destra estrema l’improbabile campo di battaglia è un tranquillo monastero italiano a circa 70 km a Est di Roma, dove ha intenzione di inaugurare una scuola di addestramento per cosiddetti “gladiatori” politici.

Ma il ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Alberto Bonisoli, è intervenuto personalmente perché Bannon venisse sfrattato dal monastero montano di Trisulti.

Sfrattato, ma non senza opporre resistenza.

“Il ministero non ha alcuna base sulla quale revocare l’autorizzazione o annullare il contratto di locazione,” ha dichiarato Benjamin Harnwell, il presidente britannico del Dignitatis Humanae Institute, think-tank conservatore strettamente legato a Bannon che possiede al momento il contratto di locazione del monastero. Afferma inoltre che le azioni del ministro Bonisoli sono “politicamente motivate” ed è pronto a una lunga battaglia legale.

Mentre Harnwell è pronto a lavorare con Bannon alla realizzazione di un “quartier generale globale per la difesa delle radici cristiano-giudaiche della civiltà occidentale”, in molti hanno preso posizione contro di lui.

Monsignor Lorenzo Loppa, vescovo di Altari e Anagni, ha dichiarato: “Sono profondamente rammaricato che si stia completamente stravolgendo la tradizione spirituale di Trisulti.”

“Papa Francesco ha detto che uno sguardo contemplativo sull’umanità ci dà una nuova prospettiva sulla vita, la realtà e la nostra casa comune. Questa prospettiva è contraria a ogni tipo di sovranismo e di populismo.”

Esistono però divisioni all’interno della stessa Chiesa Cattolica.

Daniela Bianchi, ex-consigliere regionale del Partito Democratico, ha dichiarato “Papa Bergoglio è stato fortemente criticato da un gruppo ultraconservatore all’interno della Chiesa. E Mr. Bannon, in quanto cattolico, rappresenta questa lobby ultraconservatrice, allineata con l’estrema destra.”

Il Primo Ministro Conte non sembra mostrare alcuna simpatia per la suddetta scuola.

"Dobbiamo trasformare questa crisi in un’opportunità," ha dichiarato Conte, riaffermando che l’Italia tornerà a essere uno dei paesi chiave per l’Europa dopo 14 mesi di governo populista e anti-europeista. Il nuovo governo creerà "un paese più giusto, più competitivo, più unito e più inclusivo".

Ora che il suo ideale utopico di estrema destra si è fermato a Trisulti, e dopo aver perso il supporto del governo italiano, quale sarà la prossima destinazione dell’euroscettico Bannon? La Gran Bretagna della Brexit, oppure qualche altra location europea?

Watch the interview video "CERTOSA DI TRISULTI" for more information.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl