Un futuro senza droghe è fattibile istruendo i nostri ragazzi.

08/nov/2017 22.59.48 Riforme Sociali Contatta l'autore

Un gruppo di volontari della Chiesa di Scientology e della Fondazione per Un Mondo libero dalla Droga si sono dedicati  nella distribuzione di oltre 400  opuscoli gratuiti “la verità sulla droga” nella zona di Pavona.

Roma 8 Novembre 2017   Le positive reazioni di alcune genitori  e di giovani  incuriositi dall’argomento che hanno cominciato a sfogliare il libretto sono la testimonianza che l’impegno viene apprezzato e considerato di valore. Infatti  questo tipo di attività tende a far breccia nelle coscienze delle persone e mira a fermare l’uso sconsiderato  di sostanze stupefacenti. Spesso una cattiva o inesistente informazione apre le porte ad idee scorrette e formando a volte quasi “un invito” ad iniziare.

Veicolo di prevenzione  è l’opuscolo “La verità sulle droghe” che dà ai ragazzi un buon motivo per non iniziare a fare uso di stupefacenti o, in alcuni casi, li esorta a smettere. Attraverso un linguaggio semplice e diretto l’opuscolo offre un ampia panoramica sulle principali sostanze stupefacenti, sbugiardando le false informazioni che circolano su di esse e sostituendole con nozioni che “svegliano” le coscienze, scoraggiando l’uso di droghe ed invitano ad una sano e consapevole vita libera dalle droghe. Prodotto dalla Fondazione Internazionale per un mondo libero dalla droga l’opuscolo è affiancato da una serie di opuscoli che in dettaglio offrono una guida informativa sulle principali droghe attualmente in circolazione. Continua quindi anche alle porte dell’estate l’attività dei volontari che intendono colmare il vuoto di conoscenza che c’è sulle sostanze stupefacenti portando maggiore consapevolezza ai giovani in quei luoghi di aggregazione dove a volte nascono dei focolai che troppo spesso nelle cronache locali sfociano in eventi infausti a rischio e pericolo della propria vita e quella degli altri, ignorando spesso i veri effetti che queste sostanze portano a breve e lungo termine, effetti che, come per tutte le droghe, portano ad una vita di repressione e di schiavitù imposta dalla droga. Come osserva l’umanitario L. Ron Hubbard: “Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono, comunque, l’unico motivo del vivere”. I volontari di Roma, consapevoli delle profonde implicazioni di questa semplice ma vera constatazione, intendono far alzare la guardia a chi non fa uso di droga e dare speranza a chi, facendone uso, può smettere.

 

Per informazioni:

drugfreeworld.org    riformesociali@gmail.com

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl