I diritti umani in viaggio per i sette mari con Maersk

28/mag/2020 13:28:45 Celebrity Centre Firenze Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Maersk spedisce in 121 paesi del mondo, ognuno con la sua diversa situazione politica e sociale, ecco che i diritti umani sono diventati una delle principali aree di interesse dell'azienda.

È una società danese di trasporto e logistica internazionale, la più grande compagnia di spedizioni di container al mondo sia per dimensioni della flotta che per capacità di carico, lavora in 343 porti di tutto il mondo. La compagnia ha a che vedere con la più ampia varietà possibile di persone provenienti da culture, etnie, religioni e lingue diverse. Il loro sito web recita: “Maersk rispetta i diritti umani di tutti coloro che sono interessati alla nostra attività. Ci impegniamo costantemente per evitare di causare o contribuire a impatti negativi sulle persone, sia nella nostra azienda, che nella nostra catena di approvvigionamento o nelle comunità in cui operiamo."

Un funzionario di Maersk stava cercando un modo per educare i propri oltre 60.000 dipendenti sui diritti umani: trovò i materiali educativi di “United for Human Rights” (Uniti per i Diritti Umani), che si sono rivelati una miniera d'oro. Maersk ha incorporato il documentario “La Storia dei Diritti Umani” nel nuovo corso online obbligatorio per i propri dipendenti, che tratta i diritti umani, i diritti del lavoro e un programma ONU per le imprese che adottano politiche sostenibili e socialmente responsabili. Da quando hanno lanciato il corso in 8 lingue, il 66 percento dei loro dipendenti con accesso a un computer ha completato la formazione. Maersk ha scritto di aver scelto il documentario perché "mostra persone provenienti da tutto il mondo con background diversi" e "indica chiaramente da dove provengono i diritti umani".

“Uniti per i Diritti Umani” e “Gioventù per i Diritti Umani” sono programmi sostenuto dalla Chiesa di Scientology, fondata da L. Ron Hubbard. Sono attivi a livello internazionale organizzando convegni (il più recente a New York nel Palazzo di Vetro della Nazioni Unite) e lezioni sui Diritti Umani nelle scuole elementari, medie e superiori, allo scopo di diffondere la conoscenza della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo approvata dall’ONU nel 1948.

Il fondatore della Chiesa di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “I Diritti Umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico".

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl