foibe, forse guidi considera sloveni e croati razze inferiori?

20/feb/2013 19:55:01 Giovanni Barbera Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


 

COMUNICATO STAMPA

FOIBE, BARBERA (PRC-RC):

“FORSE GUIDI CONSIDERA SLOVENI E CROATI RAZZE INFERIORI?”


"Evidentemente Guidi è così accecato dalla sua ideologia che sulle foibe non fa che sostenere le tesi  propagandistiche di alcuni autori fascisti che vollero utilizzare il fenomeno delle foibe per ragioni di natura politica, negando le violenze e gli eccidi perpetrati dal regime fascista  nei confronti della popolazione slava  e di coloro che si opponevano prima al regime e poi all'occupazione dei nazisti, dimenticando che queste furono  usate anche dagli aguzzini fascisti, alcuni dei quali ci finirono anche dentro, successivamente, giustiziati sommariamente".  Lo afferma Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Rivoluzione Civile e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII. “Ovviamente - continua Barbera - non ci sorprende che Guidi neghi tutto ciò, viste le sue origine politiche, ma non per questo può permettersi di negare la storia e di offendere  l'Anpi per le loro giuste e inappuntabili osservazioni che fanno riferimento a ricerche storiografiche serie e ampiamente documentate, in parte anche pubblicate su internet. Ma forse, anche per Guidi, come per lo spietato generale fascista Mario Roatta, tristemente noto in quelle zone, la popolazione slovena e croata è da considerarsi una razza inferiore, come il generale scrisse in una circolare  del 19 aprile del 1942 dedicata al trattamento da riservare ai partigiani ed alla popolazione civile slovena e croata, che contemplava l’incendio di case e d’interi villaggi, la deportazione degli abitanti, l’internamento, il fermo e la fucilazione di ostaggi

Info: tel. 380 7119234






 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl