AFGHANISTAN, ANCHE ARCIGAY RILANCIA L'APPELLO PER I CORRIDOI UMANITAR "DONNE, PERSONE LGBTI E OPPOSITORI DEL REGIME SONO IN GRAVE PERICOLO"

Allegati

23/ago/2021 16:50:52 Arcigay Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
AFGHANISTAN, ANCHE ARCIGAY RILANCIA L'APPELLO PER I CORRIDOI UMANITARI: "DONNE, PERSONE LGBTI E OPPOSITORI DEL REGIME SONO IN GRAVE PERICOLO"
Bologna, 23 agosto 2021 - "Vogliamo unirci a quanti in queste ore si stanno facendo portatori e portatrici di un appello affinché vengano realizzati corridoi umanitari per l'esodo in sicurezza di tutte le persone che, in Afghanistan, vivono una situazione di grande pericolo": lo dichiara Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay. Che prosegue: "la caduta di Kabul e l'affermazione dei talebani al potere ha fatto precipitare drasticamente la situazione in quei territori e alcuni gruppi sociali, gli oppositori dei talebani ma anche le donne e le persone lgbti, sono diventati bersagli di una violenta campagna repressiva di cui ci giungono già drammatici racconti. È indispensabile che la comunità internazionale, a partire dal nostro Paese, si mobiliti per l'organizzazione di corridoi umanitari che garantiscano a tutte le persone che vivono in questa situazione di grande pericolo di uscire incolumi dall'Afghanistan e di trovare asilo e accoglienza in un altro Paese.", conclude Piazzoni. 


--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl