UN 1° MAGGIO LIBERO DALLA DROGA PER GLI ABITANTI DEL QUARTIERE SANT'ORSOLA A SASSARI

02/mag/2018 20:21:21 CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Capita spesso di sentire di ragazzi che, a causa della mancanza di lavoro, o in seguito alla perdita del posto di lavoro, sono caduti nel tunnel della droga. Il non rispetto del fondamentale Diritto al lavoro porta con sè situazioni catastrofiche nella vita di innumerevoli persone e nella società intera.

Il non sentirsi parte attiva e produttiva della vita famigliare e sociale, porta tantissimi ragazzi a cercare "soluzioni alternative" per evadere dai problemi o, peggio ancora, per cercare i soldi facili attraverso lo spaccio, rovinando se stessi e i loro coetanei.

Il diritto al lavoro e alla vita sono DIRITTI INALIENABILI per tutti gli esseri umani, ma la vita può essere definita tale solo se è libera dalla droga.

Sono ben consapevoli di questo i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology che il 1° maggio, giornata della Festa dei Lavoratori, hanno distribuito centiania di opuscoli "la verità sulla marijuana e sulla cocaina" inondando le case del quartiere di Sant'Orsola a Sassari, incontrando l'appoggio degli abitanti e degli esercenti dei locali pubblici.

"Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l'unica ragione di vivere", erano parole pronunciate dal filosofo L. Ron Hubbard, lo sanno bene quei giovani che sono caduti nella trappola dei pusher, perdendo il futuro e la dignità di se stessi.

Info: www.noalladroga.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl