ASD SETTEBAGNI CALCIO, ROMA: IN UN POMERIGGIO, CRESCIUTI TUTTI INSIEME!

04/mag/2014 23:34:53 RL Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il Comitato “Facciamo ripartire il cuore ONLUS” ha spiegato come un cittadino “normale” possa salvare una vita. L’Associazione sportiva ha dimostrato quanto possa pesare, fra la gente, nella difesa della salute.

 

29 aprile 2014, ore 17.00: al campo Angelucci, arrivano alla spicciolata, i genitori di aspiranti campioncini, istruttori, cittadini del quartiere, persone incuriosite dall’invito diramato dalla ASD Settebagni Calcio tramite internet: si parla di arresto cardiaco improvviso (oltre 70 mila casi l’anno in Italia), cardioprotezione, disostruzione delle vie respiratorie (50 bimbi morti ogni anno), importanza del defibrillatore semiautomatico come strumento di salvezza.

Per oltre due ore, 60 persone ascoltano Giorgio Lo Surdo e Marianna Pezzini, del Comitato “Facciamo ripartire il cuore, Lorenzo Marcucci, ONLUS”, che spiegano quanto sia importante sapere come fare un massaggio cardiaco, usare un defibrillatore semiautomatico, soccorrere tempestivamente chi rischia di morire per qualcosa che gli è andato “di traverso”. Manovre semplici che, come molti hanno chiesto, si dovrebbero imparare tutti, a scuola, fin dalle medie.

 

“Il Decreto Balduzzi dell’aprile 2013 - ha ricordato Lo Surdo - obbliga le società sportive a dotarsi di defibrillatori; è stato un piccolo passo avanti sulla strada della cardioprotezione ma, in realtà, gli arresti cardiaci improvvisi si verificano soprattutto in casa, per strada e sui luoghi di lavoro. Per questo, in ogni posto altamente frequentato dovrebbe esserci un defibrillatore e personale addestrato (protocollo BLS-D - Basic Life Support and Defibrillation) per prolungare la sopravvivenza delle vittime fino all’arrivo dei soccorsi qualificati”.

 

La ASD Settebagni Calcio, da otto anni (ben prima, quindi, del Decreto Balduzzi) si è dotata di defibrillatore. Il Comitato raccoglie fondi per diffondere i defibrillatori (come, già da tempo, accade nei Paesi più civili) ed addestrare chi deve essere pronto ad utilizzarli, contenendo il più possibile i costi. Chi ha partecipato all’incontro “seminerà” la cultura della cardioprotezione fra le proprie conoscenze. Dalla ASD Settebagni Calcio è stata destinata al Comitato una generosa donazione.

 

Insomma… una bella giornata di solidarietà.

 

 

 

29 aprile 2014

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl