Comunicati.net - Comunicati pubblicati - ONLUS Comunicati.net - Comunicati pubblicati - ONLUS Thu, 12 Dec 2019 12:46:42 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/1 Corri per la Corri per mano - Padova Capitale Europea del Volontariato 2020 Tue, 10 Dec 2019 15:32:30 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/610836.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/610836.html p63 Sindrome EEC International Onlus p63 Sindrome EEC International Onlus  Sarà presentato a Padova il giorno 12 dicembre alle ore 20:00 in Prato della Valle il Vessillo che conclama PADOVA CAPITALE EUROPEA DEL VOLONTARIATO 2020.

Il grande lavoro svolto dalla Città di Padova, rappresenta dal Centro Servizi Volontariato Provinciale di Padova, ha ottenuto il massimo riconoscimento europeo per qualità e programmi ricevendo il titolo di CAPITALE EUROPEA del VOLONTARIATO 2020. Sarà presentato a Padova il giorno 12 dicembre alle ore 20:00 in Prato della Valle il Vessillo che conclama PADOVA CAPITALE EUROPEA DEL VOLONTARIATO 2020.

Giovedì 12 dicembre alle ore 20 in Prato della Valle tutti i cittadini sono invitati alla "Corri per la corri per mano - sport è inclusione", edizione speciale della Corri per Padova, proposta dall'associazione P63 - Sindrome EEC International Onlus in collaborazione con Comune di Padova e Centro Servizio Volontariato di Padova. 

Alla presenza delle autorità - Sindaco di Padova, Presidente del CSV Padova, rappresentanti della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e dell'associazione P63 - sarà presentato il vessillo consegnato lunedì 9 dicembre dalla città di Kosice a Padova per il passaggio di consegne e l'avvio dell'anno da capitale europea del volontariato 2020.

I runner omaggeranno la presentazione del vessillo tenendosi per mano, attorno al Prato della Valle, abbracciando idealmente la città di Padova.
Dopo un grande applauso e la foto ricordo, tutti per mano percorreranno un giro del prato della Valle - slow running.
Successivamente i runner della CORRIXPADOVA partiranno per il circuito della maratona di Natale.

 Sarà possibile avere la t-shirt dedicata alla "Corri per mano" con un contributo solidale di 5 euro.

Il progetto è supportato dal bando GRANDI EVENTI SPORTIVI REGIONE VENETO.L.15/2015.30

Info: corripermano@gmail.com
tel. 333 3063353

#giuliavolpato #corripermano #Padova #runner #Capitale #volontariato #2020 #PratodellaValle

]]>
Corri per la Corri per mano - Padova Capitale Europea del Volontariato 2020 Tue, 10 Dec 2019 15:29:06 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/610831.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/610831.html p63 Sindrome EEC International Onlus p63 Sindrome EEC International Onlus Sarà presentato a Padova il giorno 12 dicembre alle ore 20:00 in Prato della Valle il Vessillo che conclama PADOVA CAPITALE EUROPEA DEL VOLONTARIATO 2020.

Il grande lavoro svolto dalla Città di Padova, rappresenta dal Centro Servizi Volontariato Provinciale di Padova, ha ottenuto il massimo riconoscimento europeo per qualità e programmi ricevendo il titolo di CAPITALE EUROPEA del VOLONTARIATO 2020. Sarà presentato a Padova il giorno 12 dicembre alle ore 20:00 in Prato della Valle il Vessillo che conclama PADOVA CAPITALE EUROPEA DEL VOLONTARIATO 2020.

Giovedì 12 dicembre alle ore 20 in Prato della Valle tutti i cittadini sono invitati alla "Corri per la corri per mano - sport è inclusione", edizione speciale della Corri per Padova, proposta dall'associazione P63 - Sindrome EEC International Onlus in collaborazione con Comune di Padova e Centro Servizio Volontariato di Padova. 

Alla presenza delle autorità - Sindaco di Padova, Presidente del CSV Padova, rappresentanti della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e dell'associazione P63 - sarà presentato il vessillo consegnato lunedì 9 dicembre dalla città di Kosice a Padova per il passaggio di consegne e l'avvio dell'anno da capitale europea del volontariato 2020.

I runner omaggeranno la presentazione del vessillo tenendosi per mano, attorno al Prato della Valle, abbracciando idealmente la città di Padova.
Dopo un grande applauso e la foto ricordo, tutti per mano percorreranno un giro del prato della Valle - slow running.
Successivamente i runner della CORRIXPADOVA partiranno per il circuito della maratona di Natale.

 Sarà possibile avere la t-shirt dedicata alla "Corri per mano" con un contributo solidale di 5 euro.

Il progetto è supportato dal bando GRANDI EVENTI SPORTIVI REGIONE VENETO.L.15/2015.30


Info: corripermano@gmail.com

Progetto p63 sindrome eec international Onlus 

#giuliavolpato #corripermano #runner #slow #p63sindromeeec #Padova #capitale #volontariato #2020

]]>
GIORNATA INTERNAZIONALE PERSONE CON DISABILITA' : FIABA onlus: "Estendere il Bonus Facciate all'abbattimento delle barriere architettoniche" Mon, 02 Dec 2019 15:34:59 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/609534.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/609534.html FIABA ONLUS FIABA ONLUS FIABA onlus: "Estendere il Bonus Facciate all'abbattimento delle barriere architettoniche"

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui


Email inviata con   MailUp
Cancella iscrizione  |  Invia a un amico
Ricevi questa email perché ti sei registrato sul nostro sito e hai dato il consenso a ricevere comunicazioni email da parte nostra.
FIABA Onlus, info@fiaba.org Piazzale degli archivi, 41, Roma, IT
www.fiaba.org 0643400800
]]>
1° dicembre, supereroi e supereroine della prevenzione nella campagna di Arcigay per la Giornata mondiale per la lotta all'Aids Sat, 30 Nov 2019 10:21:48 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/609284.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/609284.html Arcigay Arcigay

1° DICEMBRE, SUPEREROI DELLA PREVENZIONE NELLA CAMPAGNA DI ARCIGAY PER LA GIORNATA MONDIALE PER LA LOTTA ALL'AIDS

Bologna, 30 novembre 2019 - “Sexheroes: tutto il sesso che vuoi, coi superpoteri che vuoi” è la campagna social che Arcigay ha realizzato in occasione della giornata mondiale per la lotta all'Aids. I diversi strumenti di prevenzione - PrEP, PEP, TasP, condom, femidom, oral dam, vaccini - diventano supereroi e supereroine che con i loro specifici poteri riducono la nostra vulnerabilità alle diverse infezioni sessualmente trasmissibili. Dall’HIV, infatti, ci si protegge efficacemente sempre più anche grazie alle nuove strategie di tipo farmacologico rappresentate da Miss PrEP, la terapia che può usare chi non ha l’HIV e che funziona da barriera, e Miss TasP, la strategia che rende le persone con HIV non infettive grazie alla riduzione del loro virus a livelli di non rilevabilità, come certificato anche dalla recente Consensus Conference italiana su Undetectable=Untransmittable (non rilevabile=non trasmissibile). Ma poi ci sono le altre strategie, talvolta poco conosciute, che a differenza delle precedenti funzionano anche contro altre infezioni virali diverse dall’HIV (Epatiti, HPV ed Herpes), e contro quelle batteriche come sifilide, gonorrea e clamidia: non solo quindi preservativo, Mister Condom, ma anche Super Femidom, una sorta di preservativo che si inserisce nella vagina o nell’ano, o Captain Dam, l'oral dam utilizzabile per rapporti orali in cui si leccano parti come vagina e ano. E infine Captain Vax, la strategia vaccinale che fa da barriera contro HAV e HBV responsabili di epatite A e B e, con i dovuti distinguo, contro l’HPV, responsabile di condilomi e condizioni cancerose. “Come diciamo da tempo - spiega Michele Breveglieri, Responsabile Salute e lotta all’HIV di Arcigay -  la prevenzione nel sesso ormai è combinata: a ciascun bisogno di piacere deve corrispondere lo strumento più adeguato e sostenibile di prevenzione per la singola persona. Oltre alla necessità di diffondere e rendere strutturali strategie potenti come la PrEP e la TasP contro l’HIV, è importante anche aumentare la conoscenza dei mezzi di prevenzione delle altre infezioni sessualmente trasmissibili”.


A questo link è possibile scaricare le immagini della campagna: ttps://www.arcigay.it/sexheroes-tutto-il-sesso-che-vuoi-coi-superpoteri-che-vuoi/

-- 

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)


]]>
Follonica, Handy Superabile ad “Accessibilità in Fiera” Tue, 26 Nov 2019 15:23:46 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/608601.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/608601.html Press Press Sabato 30 novembre e domenica 1° dicembre a Follonica appuntamento con “Accessibilità in Fiera”, due giorni organizzata da Proloco di Follonica e Sportello H Follonica Città Ospitale, con il Patrocinio del Comune di Follonica ed in collaborazione con l’Associazione Onlus Handy Superabile.

L'evento, che si terrà presso la Fonderia 1, in Via Roma 94 – ingresso dal retro, con posteggio, in Via Roma 122 –, offrirà una panoramica completa su prodotti e servizi per le diverse abilità, dal turismo accessibile alla mobilità, fino allo sport inclusivo.

Alla Fiera, in cui saranno presenti numerosi espositori, Handy Superabile, da tredici anni impegnata nel turismo accessibile, farà conoscere i risultati e i traguardi raggiunti grazie ai suoi progetti “Turismo SuperAbile” e “Special Guest” – entrambi con menzione speciale al “Premio Spadolini” –, con un modello di sistema integrato che coinvolge tutta la filiera turistica e un ventaglio di proposte e servizi turistici verificati da esperti in materia di accessibilità, offerti dai diversi partner con i quali collabora, come il gruppo di turismo integrato Alpitour World.

Per l’occasione, Handy Superabile accoglierà i visitatori in un’area dedicata al turismo accessibile, con tanto di passerella, sabbia, ombrellone ed ausili per aiutare la mobilità, e non solo, così che il visitatore abbia la sensazione di sentirsi già in vacanza.

Il convegno

Nel corso della Fiera si terrà il convegno “Accessibilità in fiera”, per discutere di accessibilità a 360 gradi, dal turismo allo sport, alla sessualità. Sabato 30 i lavori prenderanno il via alle 9:30 e si concluderanno alle 17:00; domenica 1 inizieranno alla stessa ora e si chiuderanno alle 13:00.

L’iniziativa, moderata da Luca Bani, Esperto di Marketing (Agenzia Primo Piano di Follonica), partirà sabato mattina con i saluti del Sindaco di Follonica, Andrea Benini, e dell’Assessore al Turismo, Alessandro Ricciuti, e vedrà, tra i numerosi interventi, quello di Laura Rampini – domenica 1 –, prima paracadutista al mondo in carrozzina e istruttrice con 164 lanci alle spalle.

Handy Superabile presenterà alcuni dei suoi principali progetti. Il 30 novembre il Presidente Stefano Paolicchi parlerà delle nuove frontiere del turismo accessibile e inclusivo, con i progetti “Turismo SuperAbile 2.0” e “Special Guest”, nato dall’accordo tra Handy Superabile e i tour operatori Alpitour e Francorosso. L’obiettivo è quello di fornire un’informazione validata e credibile sull’accessibilità di strutture ed itinerari turistici, in Italia e all’estero, testati dagli esperti di turismo accessibile dell’associazione, con la pubblicazione di report fotografici in pdf sul sito www.handysuperabile.org. In questo modo si facilita la vacanza dei turisti con esigenze speciali – viaggiatori con disabilità motoria o sensoriale, con allergie e intolleranze alimentari, in dialisi, anziani, famiglie con bambini – dalla fase di prenotazione al sistema di trasporti, dalla mobilità in città e al mare, agli alberghi e resort, fino allo svago e alle attività sportive, consentendo loro di giudicare l’effettiva idoneità delle strutture rispetto alle proprie necessità.

Il 1° dicembre interverrà al convegno Katjuscia Giannelli, Consigliera di Handy Superabile e Responsabile della Proloco di Follonica, che parlerà di come creare itinerari turistici accessibili a tutti, negli ambiti turistici toscani; tra i vari progetti, Giannelli illustrerà “Musei SuperAbili”, attuato insieme all’Associazione Culturale Prisma e alla Rete dei Musei della Maremma, per migliorare l’accessibilità e l’accoglienza, per le persone con diversa disabilità, in 45 strutture museali di 19 comuni della Maremma Toscana, con verifiche di accessibilità dei siti museali e corsi di formazione su accessibilità e accoglienza rivolti ai direttori dei musei.

]]>
Ad Aosta il 28 novembre la Tavola Rotonda “Il cammino ideale tra progettazione ed esperienza. Confronto tra normative ed esigenze reali” Tue, 26 Nov 2019 10:25:13 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/608571.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/608571.html FIABA ONLUS FIABA ONLUS “Il cammino ideale tra progettazione ed esperienza. Confronto tra normative ed esigenze reali”

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui


Email inviata con   MailUp
Cancella iscrizione  |  Invia a un amico
Ricevi questa email perché ti sei registrato sul nostro sito e hai dato il consenso a ricevere comunicazioni email da parte nostra.
FIABA Onlus, info@fiaba.org Piazzale degli archivi, 41, Roma, IT
www.fiaba.org 0643400800
]]>
"La violenza non è una storia già scritta": online lo spot di Arcigay per la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne Fri, 22 Nov 2019 14:00:08 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/608187.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/608187.html Arcigay Arcigay
"LA VIOLENZA NON E' UNA STORIA GIA' SCRITTA": ON LINE LO SPOT DI ARCIGAY PER LA GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
Bologna, 22 novembre 2019 - "La violenza non è una storia già scritta. Insieme facciamo la differenza": è questo il claim della campagna contro la violenza sulle donne lesbiche, bisex, con disabilità e sulle persone trans* realizzata da Arcigay, La Cicloide e Artsmedia, in occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.  Lo spot, che verrà diffuso da oggi sul web, rappresenta l’output del progetto “Femminili plurali irregolari”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità (ai sensi dell'Avviso per il finanziamento di progetti volti alla prevenzione e contrasto alla violenza alle donne anche in attuazione della Convenzione di Istanbul G.U. N. 171 del 24/7/2017 �“ Lettera F). Il progetto si è articolato attraverso un percorso durato sei mesi, finalizzato a favorire processi di empowerment individuale e di comunità, che ha visto il coinvolgimento diretto di donne lesbiche, bisex, con disabilità e persone trans che hanno partecipato attivamente alla co-costruzione della campagna, attraverso discussioni on line e focus group.
Due i principali messaggi: innanzitutto, c'è una violenza specifica che colpisce le donne lesbiche, bisessuali, donne trans e con disabilità. Una violenza dal nome proprio - lesbofobia, bifobia, transfobia e abilismo - e che assume sembianze diverse: il rifiuto in seguito al coming out; l'aggressione fisica o la violazione della percezione di uno spazio sicuro; la molestia sessuale o l'aspettativa di un rapporto sessuale non richiesto o non desiderato; il pregiudizio che ci fa credere che le persone con disabilità non abbiano diritto a una sessualità piena o a una relazione stabile. In secondo luogo, lo spot pone l'accetto sulla responsabilità collettiva che sta dietro al fenomeno della violenza: essa interroga tutte e tutti noi e abita il nostro quotidiano. Scegliere di non essere violenti, però, si può. Così come è nelle nostre mani la decisione - agita dalle donne protagoniste dello spot - di abbandonare la paura e vivere da persone libere. "Esiste un cambiamento possibile - commenta Natascia Maesi, responsabile politiche di genere nella segreteria nazionale di Arcigay   - una rivoluzione che passa attraverso piccoli gesti quotidiani di amore, complicità, amicizia e rispetto per le altre e gli altri e che dobbiamo avere il coraggio di compiere". "L’urgenza di riflettere su questo tema - prosegue -  è nata dalla consapevolezza che le donne che non si conformano alle aspettative sociali e culturali legate ad un modello etero-normativo, sessista e genderista di sessualità, risultano essere maggiormente esposte a processi di stereotipizzazione, pregiudizio, stigmatizzazione e discriminazione che spesso sfociano in diverse forme di violenza (verbale, fisica, diretta, indiretta, vittimizzazione primaria e secondaria).  L’obiettivo della campagna è sensibilizzare alla presa in carico collettiva del tema, troppo spesso ignorato, della violenza che colpisce le donne lesbiche, bisessuali, trans* e con disabilità, e richiamare alla responsabilità sociale di compiere azioni quotidiane non violente che cambiano il destino delle persone”. Il progetto è stato coordinato da Natascia Maesi per Arcigay, con il supporto di un comitato scientifico formato da Felice Di Lernia, Alessandro Taurino e Valentina Lomuscio per La Cicloide, e da Marilena Inchingolo e Donato Barile per Artsmedia.

Qui il link per scaricare il video e le immagini in Hd: https://www.dropbox.com/sh/s639w7trb6ogzc3/AAD0-HhArxTtQMvrpvwWQLP0a?dl=0

--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)




]]>
Ad Aosta il 28 novembre la Tavola Rotonda “Il cammino ideale tra progettazione ed esperienza. Confronto tra normative ed esigenze reali” Thu, 21 Nov 2019 16:44:22 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/608030.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/608030.html FIABA ONLUS FIABA ONLUS “Il cammino ideale tra progettazione ed esperienza. Confronto tra normative ed esigenze reali”

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui


Email inviata con   MailUp
Cancella iscrizione  |  Invia a un amico
Ricevi questa email perché ti sei registrato sul nostro sito e hai dato il consenso a ricevere comunicazioni email da parte nostra.
FIABA Onlus, info@fiaba.org Piazzale degli archivi, 41, Roma, IT
www.fiaba.org 0643400800
]]>
Port, braccialetti azzurri contro l'omofobia: al via la campagna di Arcigay per società e tifosi Thu, 21 Nov 2019 12:23:48 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/608011.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/608011.html Arcigay Arcigay SPORT, BRACCIALETTI AZZURRI CONTRO L'OMOFOBIA: AL VIA LA CAMPAGNA DI ARCIGAY PER SOCIETA' E TIFOSI

Bologna, 21 novembre 2019 - Braccialetti azzurri al polso per scendere in campo contro l'omofobia. Arcigay lancia il progetto “Italia in campo contro l’omofobia” con l’obiettivo  di sensibilizzare al tema dell’omofobia e dell’odio in tutte le sue forme il mondo dello sport, che tanto può e deve dare in termini di educazione, rispetto e amicizia. L’iniziativa si svilupperà durante tutto il campionato 2019/2020 e si articolerà come segue: chiederemo a società sportive di aderire, donando loro un braccialetto di color azzurro, il colore della nazionale Italiana, con la scritta "Italia in campo contro l'omofobia", braccialetti donati da Gestalt Eventi, un’agenzia che ha deciso di scendere in campo per i diritti civili. Il braccialetto verrà indossato dagli allenatori e dalle allenatrici durante il campionato come testimonianza di una presa di posizione direttamente sui campi da gioco. In considerazione del fatto che lo sport è composto da squadre, società sportive e tifosi, il progetto si rivolge anche alle tifoserie che potranno aderire. In questa seconda ipotesi, i braccialetti verranno regalati a tutti i tifosi, che potranno indossarlo e fotografarsi durante le partite, per poi condividere le immagini attraverso i propri social network usando gli hashtag #ItaliaInCampoControLomofobia #ScendoInCampo. Tutte le società sportive e le tifoserie aderenti verranno caricate in una mappa specifica del progetto posizionata sul sito www.arcigaysport.it cosi da avere sempre aggiornamenti sul numero di adesioni. "Crediamo profondamente che lo sport, inseme alle famiglie e alla scuola, sia uno dei luoghi in cui una persona venga formata al rispetto e al valore delle differenze - spiega Marco Arlati, responsabile Sport di Arcigay.- Purtroppo nel 2019 lo sport è ancora uno degli ambienti in cui  fare coming out risulta molto difficile ed è per questo che il nostro progetto non ha come scopo solo abbattere l’omofobia in campo, ma diffondere un segnale forte a tutti i giocatori, che vorrebbero fare coming out, ma a causa della paura di conseguenze negative, non effettuano questo passo.La discesa in campo da parte di società sportive e tifosi sono dei segnali forti del loro posizionamento nei confronti delle tematiche dei diritti civili e del rispetto della persona, indipendentemente dal suo orientamento sessuale e dell'identità di genere". 

Società sportive,  squadre o gruppi di tifosi possono aderire inviando la  richiesta a sport@arcigay.it, oppure chiamando il numero 3478664745.



--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)


]]>
Time to Snap up RS 2007 Gold with $18 Off at RSorder for Thanksgiving Day Tue, 19 Nov 2019 03:51:12 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/607425.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/607425.html ownher ownher With the release of the Windows 10 Anniversary Update, Microsoft made further osrs gold for sale improvements to their personal digital assistant Cortana. Cortana can now be installed on your Android phone and as long as you are logged into the same Microsoft account, Cortana can pass information back to your PC so you can see things like alerts and battery notifications right on your desktop (Figure 1).You need to have a few things in order for this to work.

Findings: The results suggest that SCM is key to a successful deployment of strategy for competing in the global marketplace. The main theoretical foundations for research in this field were identified and discussed. Gaps were detected and combinations of theoretical foundations of strategic management and SCM suggest four poles for future research: agents and focal firm; distributions and logistics strategic models; SCM competitive requirements; SCM relational governance.

As more and more of the business of society is transferred and conducted online, older adults frequently find themselves without the skills to participate effectively. This is frequently confounded by limited physical mobility and a decrease in their social network and contact. This paper examines the lived reality of that process and how digital technology could be used to enhance the life activity of older adults and their wellbeing by increasing their social network. Seventeen older adults (10 female, 7 male Mage = 71.67, SDage = 10.05) participated in two focus groups that each lasted approximately 90 min. Interpretative phenomenological analysis yielded two main themes: digital technology serving as a tool to disempower and empower. Findings support evidence of a digital divide and how that divide is evolving from the ideographic perspective of digitally engaged older adults and for society. Discussions also surround barriers to digital technology use for older adults, the codification of digital technology use within society, and how older adults use digital technology in a facilitative and inclusive way to empower themselves and protect them from the negative effects of the digital divide.

For combat, the Bounty Hunter relies on strong armor to protect against damage. They come to the field with the strongest weapons available, but also make sure to have some backup gadgets just in case. They don't want to come to the stage without all of their bases covered. Preparation is key to the bounty hunter. Using their rocket pack, they are able to rise above the field and shoot down onto their enemies when the bounty hunter achieves the correct level. The bounty hunter is the equivalent to the Trooper class.

Special gift for coming Thanksgiving Day! From Nov 19 to Nov 23, 2019, up to $18 coupons for cheap OSRS gold, RS gold and other products are available for you on RSorder!

 

Four cash coupon codes:

$3 off code "SGT3" for $50+ orders.

$7 off code "SGT7" for $100+ orders.

$12 off code "SGT12" for $150+ orders.

$18 off code "SGT18" for $200+ orders.

 

Besides, 5% off code "RSYK5" is also offered for Osrs gold / Runescape 3 Gold and all other products. Buy from https://www.rsorder.com/ at anytime.

]]>
redazione@ildubbio.news redazione@liberoreporter.it letterealdirettore@liberoreporter.it scrivi@dirittoeragione.it redazione.internet@ansa.it segreteria.redazione@agi.it agl@aglespresso.it segreteria.redazione@adnkronos.com rcc@tmnews.it agenziaarea@ Wed, 13 Nov 2019 19:14:26 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/606754.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/606754.html ASSOCIAZIONE CONTRO TUTTE LE MAFIE ASSOCIAZIONE CONTRO TUTTE LE MAFIE

 

Il Diritto di Citazione e la Censura dei giornalisti.

Il Commento di Antonio Giangrande.

Nel libro di Antonio Giangrande “L’Italia dei Misteri” di centinaia di pagine, veniva riportato, con citazione dell’autore, l’articolo del giornalista Francesco Amicone, collaboratore de “Il Giornale”. Articolo di un paio di pagine che parlava del Mostro di Firenze ed inserito in una più ampia discussione. L’Amicone, pur riconoscendo che non vi era plagio, criticava l’uso del copia incolla dell’opera altrui. Per questo motivo ha chiesto ed ottenuto la sospensione dell’account dello scrittore Antonio Giangrande su Amazon e su Google libri. Google ha sospeso la pubblicazione del libro oggetto di contestazione, seguito dal ripristino immediato, data l’infondatezza delle pretesa. Invece Amazon ha sospeso addirittura l’intero account con centinai di libri non interessati alla vicenda.

Nei libri di Antonio Giangrande, per il rispetto della pluralità delle fonti per una corretta discussione, non vi è plagio ma Diritto di Citazione.

La vicenda merita un approfondimento del tema del Diritto di Citazione.

Il processo a Roberto Saviano per “Gomorra” fa precedente e scuola.

Alcuni giornalisti contestavano a Saviano l’uso di un copia incolla di alcuni articoli di giornale senza citare la fonte.

Da Wikipedia: Nel 2013 Saviano e la casa editrice Mondadori sono stati condannati in appello per plagio. La Corte d'Appello di Napoli ha riconosciuto che alcuni passaggi dell'opera Gomorra (lo 0.6% dell'intero libro) sono risultate un'illecita riproduzione del contenuto di due articoli dei quotidiani locali Cronache di Napoli e Corriere di Caserta, modificando così parzialmente la sentenza di primo grado, in cui il Tribunale aveva rigettato le accuse dei due quotidiani e li aveva anzi condannati al risarcimento dei danni per aver "abusivamente riprodotto" due articoli di Saviano (condanna, questa, confermata in Appello). Lo scrittore e la Mondadori in Appello sono stati condannati in solido al risarcimento dei danni, patrimoniali e non, per 60mila euro più parte delle spese legali. Lo scrittore ha presentato ricorso in Cassazione contro la sentenza e la Suprema Corte ha confermato in parte l'impianto della sentenza d'Appello e ha invitato alla riqualificazione del danno al ribasso, stimando 60000 euro una somma eccessiva per articoli di giornale con diffusione limitatissima. La condanna per plagio nei confronti di Saviano e della Mondadori è stata confermata nel 2016 dalla Corte di Appello di Napoli, che ha ridimensionato il danno da risarcire da 60.000 a 6.000 euro per l'illecita riproduzione in Gomorra di due articoli di Cronache di Napoli e per l'omessa citazione della fonte nel caso di un articolo del Corriere di Caserta riportato tra virgolette.

Conclusione: si condanna l’omessa citazione dell’autore e non il copia incolla della sua opera.

Cosa hanno in comune un giurista ed un giornalista d’inchiesta; un sociologo e un segnalatore di illeciti (whistleblower); un ricercatore o un insegnante e un aggregatore di contenuti?

Essi si avvalgono del Diritto di Citazione.

Il Diritto di Citazione è il Diritto di Cronaca con di citazione di opere altrui senza lesione della concorrenza con congruo lasso di tempo e pubblicazione su canali alternativi e differenti agli originali.

Il Diritto di Citazione si svolge su Stampa non periodica. Che cosa significa "Stampa non periodica"?

Ogni forma di pubblicazione una tantum, cioè che non viene stampata regolarmente (è tale, ad esempio, un saggio o un romanzo in forma di libro).

Il diritto di cronaca su Stampa non periodica diventa diritto di critica storica.

NB. In dottrina si evidenzia che “per uso di critica” si deve intendere l’utilizzazione oggettivamente finalizzata ad esprimere opinioni protette ex art. 21 e 33 della Costituzione. Con me la cronaca diventa storia ed allora il mio diritto di cronaca diventa diritto di critica storica. La critica storica può scriminare la diffamazione. Cassazione penale, sez. V, sentenza 10/11/2016 n° 47506. L'esercizio del diritto di critica può, a certe condizioni, rendere non punibile dichiarazioni astrattamente diffamatorie, in quanto lesive dell'altrui reputazione. Resoconto esercitato nel pieno diritto di Critica Storica. La critica storica può scriminare la diffamazione. Cassazione penale, sez. V, sentenza 10/11/2016 n° 47506. La ricerca dello storico, quindi, comporta la necessità di un’indagine complessa in cui “persone, fatti, avvenimenti, dichiarazioni e rapporti sociali divengono oggetto di un esame articolato che conduce alla definitiva formulazione di tesi e/o di ipotesi che è impossibile documentare oggettivamente ma che, in ogni caso debbono trovare la loro base in fonti certe e di essere plausibili e sostenibili”. La critica storica, se da una parte può scriminare la diffamazione. Cassazione penale, sez. V, sentenza 10/11/2016 n° 47506, dall'altra ha funzione di discussione: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera".

L’art. 21 della Costituzione permette di esprimere liberamente il proprio pensiero. Nell’art. 65 della legge l. n. 633/1941 il legislatore sancisce la libertà di utilizzazione, riproduzione o ripubblicazione e comunicazione al pubblico degli articoli di attualità, che possiamo considerare come sinonimo di cronaca, in altre riviste o giornali. Distinta dalla mera cronaca è l’inchiesta giornalistica, la quale parte da fatti di cronaca per svolgere un’attività di indagine, c.d. “indagine giornalistica”, con la quale il professionista si informa, chiede chiarimenti e spiegazioni. Questa attività rientra nel c.d. “giornalismo investigativo” o “d’inchiesta”, riconosciuto dalla Cassazione nel 2010 come “la più alta e nobile espressione dell’attività giornalistica”, perché consente di portare alla luce aspetti e circostanze ignote ai più e di svelare retroscena occultati, che al contempo sono di rilevanza sociale. A seguito dell’attività d’indagine, il giornalista svolge poi l’attività di studio del materiale raccolto, di verifica dell’attendibilità di fonti non generalmente attendibili, diverse dalle agenzie di stampa, di confronto delle fonti. Solo al termine della selezione del materiale conseguito, il giornalista inizia a scrivere il suo articolo. (Cass., 9 luglio 2010, n. 16236, in Danno e resp., 2010, 11, p. 1075. In questa sentenza la Corte Suprema precisa che “Con tale tipologia di giornalismo (d’inchiesta), infatti, maggiormente, si realizza il fine di detta attività quale prestazione di lavoro intellettuale volta alla raccolta, al commento e alla elaborazione di notizie destinate a formare oggetto di comunicazione interpersonale attraverso gli organi di informazione, per sollecitare i cittadini ad acquisire conoscenza di tematiche notevoli, per il rilievo pubblico delle stesse”).

A norma dell'art. 70, comma 1 della Legge sul diritto d'autore: "Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l'utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali."

La normativa italiana utilizza l'espressione segnalatore o segnalante d'illeciti a partire dalla cosiddetta "legge anti corruzione" (6 novembre 2012 n. 190). Italia. L'art. 1, comma 51 della legge 6 novembre 2012, n. 190 ha disciplinato per la prima volta nella legislazione italiana la figura del whistleblower, con particolare riferimento al "dipendente pubblico che segnala illeciti", al quale viene offerta una parziale forma di tutela. Negli Stati Uniti la prima legge in tema fu il False Claims Act del 1863, che protegge i segnalatori di illeciti da licenziamenti ingiusti, molestie e declassamento professionale, e li incoraggia a denunciare le truffe assicurando loro una percentuale sul denaro recuperato. Del 1912 è il Lloyd�“La Follette Act, che garantisce agli impiegati federali il diritto di fornire informazioni al Congresso degli Stati Uniti d'America. Nel 1989 è stato approvato il Whistleblower Protection Act, una legge federale che protegge gli impiegati del governo che denunciano illeciti, proteggendoli da eventuali azioni di ritorsione derivanti dalla divulgazione dell'illecito.

Quando si parla di aggregatore di contenuti non mi riferisco a colui che, per profitto, riproduce tout court integralmente, o quasi, un post o un articolo. Costoro non sono che volgari “produttori” di plagio, pur citando la fonte. Ci sono Aggregatori di contenuti in Italia, che esercitano la loro attività in modo lecita, e comunque, verosimilmente, non contestata dagli autori aggregati e citati.

Vedi Giorgio dell’Arti su “Cinquantamila.it”. LA STORIA RACCONTATA DA GIORGIO DELL'ARTI. “Salve. Sono Giorgio Dell’Arti. Questo sito è riservato agli abbonati della mia newsletter, Anteprima. Anteprima è la spremuta di giornali che realizzo dal lunedì al venerdì la mattina all’alba, leggendo i quotidiani appena arrivati in edicola. La rassegna arriva via email agli utenti che si sono iscritti in promozione oppure in abbonamento qui o sul sito anteprima.news”.

Oppure come fa Dagospia o altri siti di informazione online, che si limitano a riportare quegli articoli che per motivi commerciali o di esclusività non sono liberamente fruibili. Dagospia si definisce "Risorsa informativa online a contenuto generalista che si occupa di retroscena. È espressione di Roberto D'Agostino". Sebbene da alcuni sia considerato un sito di gossip, nelle parole di D'Agostino: «Dagospia è un bollettino d'informazione, punto e basta».

Addirittura il portale web “Newsstandhub.com” riporta tutti gli articoli dei portali di informazione più famosi con citazione della fonte, ma non degli autori. Si presenta come: “Il tuo centro edicola personale dove poter consultare tutte le notizia contemporaneamente”.

Così come il sito web di Ristretti.org o di Antimafiaduemila.com, o di pressreader.com.

Così come fanno alcuni giornali e giornalisti. Non fanno inchieste o riportano notizie proprie. Ma la loro informazione si basa anche su commento di articoli di terzi. Vedi  “Il giornale” o “Libero Quotidiano” o Il Corriere del Giorno o il Sussidiario, o twnews.it/it-news, ecc.

 

Dr Antonio Giangrande

www.controtuttelemafie.it

 

 

 

 

Inviato da Posta per Windows 10

 

]]>
Alla Presidente del Senato il riconoscimento “Testimone del Volontariato Italia 2019” Wed, 13 Nov 2019 16:40:52 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/606749.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/606749.html FIABA ONLUS FIABA ONLUS Alla Presidente del Senato il riconoscimento “Testimone del Volontariato Italia 2019”

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui


Email inviata con   MailUp
Cancella iscrizione  |  Invia a un amico
Ricevi questa email perché ti sei registrato sul nostro sito e hai dato il consenso a ricevere comunicazioni email da parte nostra.
FIABA Onlus, info@fiaba.org Piazzale degli archivi, 41, Roma, IT
www.fiaba.org 0643400800
]]>
Accademia Navale - Amici della Zizzi Fri, 08 Nov 2019 10:31:27 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/606084.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/606084.html Associazione Amici della Zizzi Associazione Amici della Zizzi Buongiorno,

con la presente vi invitiamo al tradizionale evento di fine anno in Accademia Navale a Livorno marted? 12 Novembre a partire dalle 17.30.

Maggiori informazioni nell'allegato.

Cordiali saluti,
Ilaria Piras

--

Ilaria Piras

Ufficio Fundraising

Associazione Amici della Zizzi?
www.zizzi.org

Sempre al Servizio dei Bambini dal 1987

Piazza Cavour 6,?Livorno
0586.85.22.54?


IBAN: IT 39 D 02008 13909 000001946127 CCP 13152574

]]>
Diritti umani in Italia: record di raccomandazioni sui diritti LGBTI all’ONU Thu, 07 Nov 2019 16:11:19 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/606009.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/606009.html Arcigay Arcigay
DIRITTI UMANI IN ITALIA, RECORD DI RACCOMANDAZIONI SUI DIRITTI LGBTI ALL'ONU

Roma, 7 novembre 2019 - Il 4 novembre, si è tenuta la 34esima sessione del Gruppo di Lavoro della Revisione Periodica Universale (Universal Periodic Review - UPR) che ha esaminato lo stato dei diritti umani in Italia.  Ben 121 delegazioni si sono iscritte a parlare al Consiglio per i Diritti Umani dell’ONU, il più alto numero mai registrato prima. L’Italia ha ricevuto ben 306 raccomandazioni (nel 2014 erano state solo 186). La maggior parte delle raccomandazioni riguardano naturalmente i diritti umani dei richiedenti asilo, 41 la creazione di un’Istituzione nazionale per i diritti umani indipendente e 17 sui diritti umani delle persone LGBTI (nel 2014 erano state solo 15). Tra queste, una legge contro l’omotransfobia, il rinnovo della strategia nazionale UNAR contro le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e identità di genere, il riconoscimento di entrambi i genitori dello stesso sesso, le adozioni per le coppie dello stesso sesso e il divieto di interventi chirurgici cosmetici su bambini intersex.

Questo risultato è dovuto anche al lavoro di Arcigay, Associazione Radicale Certi Diritti, Centro Risorse LGBTI, Gaycs e OII-Italia, che hanno presentato un documento di analisi dei diritti umani delle persone LGBTI e agli incontri bilaterali svolti da Yuri Guaiana, grazie anche a ILGA World, con oltre 35 rappresentanti di missioni permanenti all’ONU.

«La Revisione Periodica Universale è un meccanismo cruciale per garantire che i diritti umani di tutte e tutti, comprese le persone LGBTI, siano rispettati ed è di fondamentale importanza che il governo accetti e implementi al più presto tutte le raccomandazioni concernenti i diritti umani delle persone LGBTI e la creazione di un’istituzione nazionale per i diritti umani indipendente, conformemente ai principi di Parigi. Ringrazio tutti gli Stati che hanno scelto di fare le raccomandazioni all’Italia da noi suggerite», dice Yuri Guaiana, presidente dell’Associazione Radicale Certi Diritti e coordinatore del lavoro di advocacy relativo al terzo ciclo dell’UPR.

Per Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay, «È fondamentale che il nostro Paese dia seguito alle raccomandazioni giunte dai Paesi membri dell'ONU in tema di diritti e tutele delle persone LGBTI. Prioritaria è l'approvazione di una legge efficace a contrasto e prevenzione delle discriminazioni basate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere: proprio su questo tema sono molto i testi depositati e si è appena avviata la discussione in Commissione Giustizia alla Camera dei Deputati. Il nostro invito dunque è quello di fare presto, di prendere il meglio dei testi depositati e dotare finalmente il nostro Paese di una legge seria contro i crimini d'odio verso le persone LGBTI .» .




--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)


]]>
ALLA PRESIDENTE DEL SENATO CASELLATI IL "TESTIMONE DEL VOLONTARIATO ITALIA" la consegna sabato 9 novembre al Senato Thu, 07 Nov 2019 14:18:23 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/605999.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/605999.html FIABA ONLUS FIABA ONLUS ALLA PRESIDENTE DEL SENATO CASELLATI IL "TESTIMONE DEL VOLONTARIATO ITALIA" consegna 9 novembre

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui


Email inviata con   MailUp
Cancella iscrizione  |  Invia a un amico
Ricevi questa email perché ti sei registrato sul nostro sito e hai dato il consenso a ricevere comunicazioni email da parte nostra.
FIABA Onlus, info@fiaba.org Piazzale degli archivi, 41, Roma, IT
www.fiaba.org 0643400800
]]>
Omofobia, delegazione turkmena in Italia. Appello di Arcigay al Governo: "Chiedete conto di Kasymberdy, attivista gay scomparso dopo l'incontro con la polizia" Wed, 06 Nov 2019 10:41:59 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/605785.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/605785.html Arcigay Arcigay OMOFOBIA, DELEGAZIONE TURKMENA IN ITALIA. APPELLO DI ARCIGAY AL GOVERNO: "CHIEDETE CONTO DI  KASYMBERDY, ATTIVISTA GAY SCOMPARSO DOPO L'INCONTRO CON LA POLIZIA"
Bologna, 6 novembre 2019 - Una lettera aperta è stata inviata questa mattina da Arcigay al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in occasione dell'arrivo in Italia di una delegazione del governo del Turkmenistan, ospite a Milano per un evento organizzato da Confindustria  e, secondo le agenzie turkmene, attesa a Roma per un incontro con il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. "Il governo turkmeno - chiedono gli attivisti italiani - faccia chiarezza sulla vicenda di Kasymberdy Garayev, giovane attivista gay di cui si sono perse le tracce dal 24 ottobre scorso". "Human Right Watch - si legge nella lettera - ha denunciato la scomparsa di un giovane uomo in Turkmenistan dopo aver fatto coming out online. Il 21 ottobre RFE/RL (Radio free Europe) pubblicava un’intervista con un giovane che sotto pseudonimo raccontava le violenze e gli abusi subiti da parte della polizia turkmena a causa del proprio orientamento sessuale. Kasymberdy Garayev �“ è il nome del giovane medico protagonista dell’intervista �“ a seguito dell’intervista, il 24 ottobre veniva identificato e convocato dalle forze di polizia per accertamenti. Il 31 ottobre, in assenza di ogni notizia del giovane, RFE/RL (Radio free Europe) pubblicava un video straziante, registrato dallo stesso Garayev poco prima di presentarsi alla polizia, in cui, temendo per la propria sorte, chiedeva scusa ai genitori. Ad oggi non si sa cosa sia successo a Garayev. Il Turkmenistan è un paese in cui l’omosessualità è ancora criminalizzata e dove sono assenti le più elementari garanzie di uno stato di diritto; per questa ragione si teme per la sorte e per l’incolumità del giovane". Arcigay si rivolge quindi al governo italiano affinché esprima alla delegazione turkmena la propria preoccupazione e chieda conto di questa sinistra vicenda. 


in allegato la lettera inviata alla Presidenza del Consiglio. 
--


--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)


]]>
Comunicato Stampa | Premiato il Testimone del Volontariato Italia Nazionale Fri, 25 Oct 2019 11:18:09 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/604656.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/604656.html FIABA ONLUS FIABA ONLUS Comunicato Stampa | Premiato il Testimone del Volontariato Italia Nazionale

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui


Email inviata con   MailUp
Cancella iscrizione  |  Invia a un amico
Ricevi questa email perché ti sei registrato sul nostro sito e hai dato il consenso a ricevere comunicazioni email da parte nostra.
FIABA Onlus, info@fiaba.org Piazzale degli archivi, 41, Roma, IT
www.fiaba.org 0643400800
]]>
Omotransfobia, legge incardinata in Commissione Giustizia alla Camera. Arcigay: "Un'ottima notizia, il percorso si apra all'ascolto" Thu, 24 Oct 2019 17:23:45 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/604578.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/604578.html Arcigay Arcigay OMOTRANSFOBIA, LEGGE INCARDINATA IN COMMISSIONE GIUSTIZIA ALLA CAMERA. ARCIGAY: "UN'OTTIMA NOTIZIA, IL PERCORSO SI APRA ALL'ASCOLTO"
Bologna, 24 ottobre 2019 - "Accogliamo con grande soddisfazione la notizia dell'inizio dell'iter di approvazione della legge contro l'omotransfobia nella Commissione Giustizia di Montecitorio". così Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay. Che prosegue: "Quella legge andrebbe a colmare una lacuna grave che si ripercuote direttamente sulla vita delle persone lgbti. Le discriminazioni e le violenze che colpiscono le persone in ragione del loro orientamento sessuale e della loro identità di genere riempiono un bollettino quasi quotidiano al quale non si può non prestare attenzione. Ed è altrettanto noto che la negazione dei diritti di quelle persone è in cima all'agenda politica delle destre e dei movimenti neofascisti in tutto il mondo, Italia compresa. Perciò è fondamentale che la politica metta in campo un provvedimento serio ed efficace, che ponga un argine concreto all'ondata d'odio da cui anche il nostro Paese è attraversato. In questa legislatura, tra Camera e Senato, sono diversi i progetti di legge contro l'omotransfobia depositati: l'auspicio è che il lavoro parlamentare si ponga l'obiettivo di costruire una sintesi trasversale tra gli aspetti migliori di ciascuna delle proposte in campo e che questo percorso si apra all'ascolto della comunità lgbti, per non replicare gli errori del passato, quando progetti di legge analoghi, a causa di compromessi di palazzo, vennero prima svuotati, per poi insabbiarsi e finire in un nulla di fatto. Impariamo allora dagli errori del passato - conclude Piazzoni - e proiettiamo questo percorso verso quello che deve essere, cioè la risposta efficace a un allarme sociale concreto.".


--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)


]]>
Comunicato Stampa | Cerimonia di premiazione "Testimone del Volontariato Italia" - Roma, 24 ottobre 2019 Wed, 23 Oct 2019 11:11:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/604273.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/604273.html FIABA ONLUS FIABA ONLUS Comunicato Stampa | Testimone Volontariato Italia | Roma, 24 ottobre 2019

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui


Email inviata con   MailUp
Cancella iscrizione  |  Invia a un amico
Ricevi questa email perché ti sei registrato sul nostro sito e hai dato il consenso a ricevere comunicazioni email da parte nostra.
FIABA Onlus, info@fiaba.org Piazzale degli archivi, 41, Roma, IT
www.fiaba.org 0643400800
]]>
La prevenzione è l’arma più efficace Tue, 22 Oct 2019 21:52:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/604110.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/604110.html Affari Pubblici Padova Affari Pubblici Padova  

I volontari di Mondo Libero dalla Droga continuano con l’attività di prevenzione alle droghe.

 

Nel week-end i volontari dell’associazione “Mondo Libero dalla Droga” hanno distribuito gratuitamente centinaia e centinaia di copie di opuscoli direttamente nelle mani dei giovani e adulti oltre che a metterli a disposizione nei negozi del centro storico di Vicenza.

 

Se ne parla ovunque, appaiono tutti i giorni titoli allarmanti nelle notizie dei media. Ma tutto questo genera anche molta confusione e disinformazione. E’ evidente quindi la reale necessità di diffondere la verità sulla droga. E questo è lo scopo dei volontari che, attraverso le vaste distribuzioni di opuscoli sulle principali droghe di uso comune, stanno facendo a livello capillare per creare un mondo libero dalla droga.

 

Molte delle informazioni che si sentono sono false, testimonianze di ex dipendenti dalla droga ritornati sulla retta via, hanno rivelato che avrebbero detto qualsiasi cosa a qualcuno pur di fargli comprare droga. E i fatti parlano chiaro. Nel mondo si contano più di 200 MILIONI di persone che fanno uso di droga.

 

I volontari ritengono che per contrastare queste menzogne è necessaria un’adeguata educazione, infatti sostengono che, come scrisse l’umanitario L. Ron Hubbard “L’arma più efficace nella guerra alle droghe è l’istruzione.” Molte persone hanno riferito ai volontari che dopo aver letto uno degli opuscoli hanno o smesso di prenderle o deciso di non iniziare in primo luogo.

 

Per maggiori informazioni o per partecipare alle attività scrivi a mondoliberodalladroga.vi@gmail.com .

 

]]>