Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Società civile Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Società civile Fri, 24 May 2019 01:52:33 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/1 Lasse Matberg e Sara Di Vaira aderiscono alla campagna “La Verità sulla Droga” Thu, 23 May 2019 02:28:49 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/558120.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/558120.html Celebrity Centre Firenze Celebrity Centre Firenze  

Una delle coppie più belle e talentuose della TV italiana, partecipanti all’edizione 2019 di “Ballando sotto le Stelle”, ha deciso di distinguersi anche per l'impegno sociale: Lasse Matberg e Sara Di Vaira hanno infatti aderito alla campagna “La Verità sulla Droga” promossa dall’associazione internazionale “Un Mondo Libero dalla Droga”.

L’adesione si concretizza nella firma di una promessa il cui testo recita: “esprimo la mia preoccupazione per il dilagante problema della droga… mi impegno a sostenere il programma e concordo di parlare pubblicamente ogni volta che sia possibile per incoraggiare tutti a scoprire la verità sulla droga e a prendere la propria decisione di vivere liberi dalla droga… chiedo ai funzionari eletti e ad altre persone in posizioni di influenza di unirsi nel sostenere un’efficace educazione sulla droga che informi i giovani sulla realtà in merito alla droga.”

L’impegno preso dai due artisti ballerini è particolarmente importante perché in questo periodo molti personaggi dello spettacolo assumono, irresponsabilmente, l’atteggiamento opposto, promuovendo la diffusione, l’uso e la liberalizzazione della droga. Non si contano le canzoni che parlano di marijuana e altre sostanze stupefacenti, facendole apparire “alla moda” e spesso persino decantandone le supposte proprietà terapeutiche.

Lo scopo di “Un Mondo Libero dalla Droga” è quello di arrivare a informare i giovani prima che lo facciano gli spacciatori o i loro coetanei che già fanno uso di stupefacenti. In Toscana, a partire dal 2015, i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

 

]]>
l’Istituto Comprensivo Giovanni Pascoli di Barga informa i propri studenti sui pericoli delle droghe Thu, 23 May 2019 02:26:27 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/558118.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/558118.html Celebrity Centre Firenze Celebrity Centre Firenze Lo scorso lunedì 20 maggio 2019, alla scuola media di Fornaci di Barga, i volontari dell’associazione “Un Mondo Libero dalla Droga” hanno tenuto delle lezioni informative sugli effetti e sui pericoli delle droghe ai ragazzi delle classi prime e seconde della scuola media inferiore di Fornaci di Barga. Durante lo scorso aprile i volontari avevano già incontrato le classi terze di Fornaci e tutte le classi delle media inferiore del capoluogo, Barga.

l’Istituto Comprensivo Giovanni Pascoli di Barga ha infatti deciso di fare ciò che, purtroppo, la maggioranza delle scuole italiane non fa: informare i ragazzi sui dati reali riguardo la droga, così che siano informati e consapevoli, in grado di decidere con la propria testa su come impostare la propria vita futura.

La penetrazione delle droghe negli istituti scolastici non è un problema nuovo, e neppure è limitato alle grandi città. I nostri ragazzi sono bombardati da messaggi ambigui sul soggetto della droga: canzoni, film, tv, radio e giornali, per non parlare di internet, sono ormai pervasi da una propaganda che tende a far percepire il consumo di certi tipi di droga come “normale”.

Tutta questa comunicazione irresponsabile fa il gioco degli spacciatori, o degli “amici” più grandi che la sanno lunga, i quali hanno gioco facile nel proporre droghe naturali e sintetiche ai ragazzi più giovani. Ormai le statistiche dicono che il primo contatto con la droga avviene in media a 13-14 anni.

Come arrivare quindi ai ragazzi prima che lo facciano gli spacciatori?

È nata quindi questa proficua collaborazione tra l’associazione internazionale “Un Mondo Libero dalla Droga” e l’istituto comprensivo Giovanni Pascoli.

Le lezioni consistono nel far capire ai ragazzi cos’è una droga, come agisce nel corpo e nella mente dell’uomo, oltre a mostrare loro (con dati statistici) quali siano gli effetti devastanti a livello mondiale dell’uso di stupefacenti. Inoltre le lezioni constano di brevi video, uno per ogni tipo di droga, che illustrano quali siano i rischi specifici a cui vanno incontro, quali siano le conseguenze e persino le frasi più comuni usate da spacciatori e “amici” per convincerli a drogarsi.

Le statistiche ci dicono che, quando un ragazzo è correttamente informato, ha il 40% di possibilità in meno di rovinare la propria vita facendo uso di droghe.

Un Mondo Libero dalla Droga si ispira ai principi educativi del filosofo e umanitario L. Ron Hubbard che ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

]]>
L’uso di droga si diffonde e molti la vorrebbero libera: cosa si può fare? Thu, 23 May 2019 02:25:30 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/558117.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/558117.html Celebrity Centre Firenze Celebrity Centre Firenze La Chiesa di Scientology, fin dalla sua fondazione negli anni ’50 del secolo scorso, ha subito riconosciuto che la droga e l’alcol fossero una delle principali cause della spirale discendente che sta portando il pianeta alla degradazione. Il suo fondatore, L. Ron Hubbard, ha spesso condannato l’uso di droga nei suoi scritti, spiegando in dettaglio quali siano gli effetti invariabilmente negativi sul corpo e sulla mente degli individui.

Ecco che ogni settimana i volontari della Chiesa di Scientology, aderenti all’associazione “Un Mondo Libero dalla Droga”, spendono il loro tempo libero a diffondere l’informazione corretta sulla droga in tutta la Toscana. Lo scopo di “Un Mondo Libero dalla Droga” è infatti quello di arrivare a informare i giovani prima che lo facciano gli spacciatori o i loro coetanei che già fanno uso di stupefacenti. Il Celebrity Centre della Città di Firenze, Chiesa di Scientology, sta da anni sostenendo “Un Mondo libero dalla Droga”, organizzando eventi pubblici e lezioni nelle scuole. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

In tutto il mondo occidentale le campagne a favore della legalizzazione della droga, e a favore dell’uso di droga, si fanno sempre più intense e pervadono i media. I risultati si fanno vedere: in molti stati degli USA e in Canada la marijuana è oramai legale, a Denver (capitale del Colorado) anche i funghi allucinogeni sono stati depenalizzati. I giovani sono così liberi di assumere droghe che danneggiano gravemente la loro salute fisica e mentale.

L’aspetto più triste di tutta la faccenda e che tali sostanze stupefacenti vengono spacciate come “terapeutiche” e “innocue”. Niente è più lontano dalla verità, tutte le droghe senza eccezioni sono sostanze tossiche che danneggiano la mente e il corpo. Chi porta avanti tali campagne che promuovono l’uso di droga è perfettamente consapevole che sta spingendo la sua nazione e il pianeta verso un futuro di tossicodipendenza e degradazione sia fisica che mentale.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

]]>
Spada tratta contro lo spaccio a Selargius Wed, 22 May 2019 21:44:22 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558102.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558102.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI Spada tratta contro lo spaccio a Selargius

 

Centinaia di libretti e prevenzione fatta per le strade di Selargius: i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, hanno distribuito materiale informativo nelle attività commerciali per combattere lo spaccio.

 

Ci sono quelli che teorizzano che la lotta alla droga non debba vedere solo la repressione e butta al vento le sue parole quando successivamente a questo afferma che si dovrebbe legalizzare la droga. Quelli che affermano tali falsità non si sono documentati bene in quanto i paesi in cui la droga è liberalizzata sono quelli che vedono il più largo consumo, non solo delle droghe liberalizzate, ma anche di quelle ritenute illegali E pensare che nessuno penserebbe ad altro a sentire il suo amico accingersi a fare un viaggio ad Amsterdam, se non al fatto che andrà a sballarsi. Che peccato di considerazione per una capitale così importante del nostro continente.

 

 

“La droga è l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” disse il filosofo L. Ron Hubbard. Questo è ciò che i volontari, nell'iniziativa svolta martedì 21 maggio a Selargius, hanno voluto far comprendere e per questo, non solo hanno consegnato il materiale informativo, ma hanno anche coinvolto i commercianti perché, facendo a loro volta prevenzione, si facciano da portavoce per la vita libera dalla droga.

]]>
Volontari urlano “basta droga” a Oristano Wed, 22 May 2019 21:19:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558100.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558100.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Incoraggiati dal favore dei cittadini, i volontari oristanesi di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, hanno garantito corretta informazione sulla droga nella città di Oristano. Con una distribuzione di materiali informativi sugli effetti della droga, e in particolare dell'alcool, hanno fatto in modo che centinaia di cittadini possano avere informazioni corrette e provenienti direttamente da chi ha avuto esperienza con la droga.

 

A dispetto di quanto stia venendo promosso, droga illegale, leggera, pesante, da liberalizzare, quello che poi resta ed è tangibile quando ci si confronta col mondo della droga, sono i danni devastanti. Non ci sono infatti casi in cui un consumatore di droga o un habitué dell'alcool, non abbiano sperimentato il dolce profumo della morte, sfiorata o centrata in pieno, mentre erano in preda allo sballo. Coloro che sanno di questi fatti e che, per evitare multe o per evitare di sentirsi coinvolti, tacciono tali esperienze, sono in realtà complici di un modo di fare che fino ad ora ha fatto andare fuori controllo il consumo di droga.

 

 

Ispirati da quanto disse il filosofo L. Ron Hubbard, che descrisse la droga come “l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”, i volontari portano avanti le iniziative di prevenzione in quanto questa, da sola, salva il 50% dei nostri ragazzi e può creare una vita libera dalla droga.

]]>
Il Preside denuncia il consumo di droga tra i ragazzi Wed, 22 May 2019 19:59:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558095.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558095.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Le innumerevoli attività di prevenzione all'uso di droga che stanno avvenendo a Cagliari grazie alle attività dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, stanno portando sempre più testimonianze di quanto la droga sia parte del nostro tessuto sociale e di quanto i ragazzi che la consumano siano vittima di informazione sbagliata e di un sistema del quale si sentono quasi ai margini.

 

“I giovani di oggi fumano, si ubriacano e finiscono per perdere il contatto con la realtà – ha detto il preside che i volontari hanno incontrato quasi per caso durante una delle distribuzioni di materiale informativo – alla loro età noi non eravamo santi e c'era chi tra noi faceva l'esperienza della droga. Ma avevamo valori, eravamo combattenti, qualcuno lottava per la filosofia di appartenenza oppure si finiva coi figli dei fiori, ma sempre c''era una volontà di scoprire. Oggi, buttati per strada a fare a pezzi gli sforzi di educarli dei genitori, certi ragazzi hanno finito per dare così tanto valore alla droga da aver perso se stessi”.

 

 

Il fatto che una testimonianza come questa arrivi da una persona che tali responsabilità nei confronti dell'educazione dei ragazzi, deve far riflettere. “La droga è l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” disse il filosofo L. Ron Hubbard. Gli effetti di questa cultura sbagliata, accondiscendente nei confronti della droga, dimostra che il vicolo cieco ha la forma di una canna e la pista che porta alla morte si chiama droga. La vita libera dalla droga è l'unico obbiettivo da porci lavorando coi ragazzi perché ne conoscano i reali effetti.

]]>
I ragazzi delle scuole cagliaritane crescono con i Diritti Umani Wed, 22 May 2019 19:44:51 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558093.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558093.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Come annunciato, i volontari cagliaritani di Uniti per i Diritti Umani hanno distribuito ai ragazzi delle scuole i materiali informativi sui trenta articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. La mattinata di mercoledì 22 maggio li ha visti attivi all'ingresso dell'istituto comprensivo Spano-De Amicis di via Falzarego a Cagliari.

 

L'elemento che emerge dalle attività che stanno venendo svolte è il fatto che la Carta dei Diritti dell'Uomo è conosciuta quasi come spot pubblicitario o come campagna di pubbliche relazioni. I suoi articoli sono quasi interamente sconosciuti e i concetti di uguaglianza, parità di diritti e pace, risultano quindi irraggiungibili, quasi nemmeno presi in considerazione. Per altro con l'attuale clima anti-immigrazione, la carta universale viene associata quasi solo a questo tema.

 

 

“I diritti umani devono essere resi una realtà non un sogno idealistico” disse L. Ron Hubbard. Nel far conoscere i singoli diritti si riesce a formare una coscienza che sia capace di osservare ogni situazione singolarmente così da poterla analizzare con un punto di vista umanitario. Allo stesso tempo, quando si conoscono questi articoli e si osserva la società nella quale si vive in modo diretto, si scopre che non è necessario accendere la TV per venire a sapere delle violazioni che avvengono e si realizza subito che facendo partire un movimento popolare in favore dei diritti dell'uomo, si può realizzare molto più di quanto fino ad ora viene solamente sperato.

]]>
Commercianti di Olbia coinvolti dalla prevenzione alla droga Wed, 22 May 2019 19:12:21 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558090.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558090.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

Tante volte sentiamo la frase “i giovani sono il nostro futuro”, ma la sicurezza che stiano lontani dalla droga è una prerogativa che non tutti hanno e che comporta una tendenza, come quella attuale, a giustificare quei ragazzi che dagli undici anni iniziano a sperimentare lo sballo.

 

Questo è uno dei motivi che sta spingendo il gruppo Olbiese di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della chiesa di Scientology a proseguire di settimana in settimana nel far conoscere i reali effetti determinati dal consumo di droga, soprattutto avendo i giovani come obbiettivo. Nella mattinata di giovedì 23 maggio il materiale informativo verrà distribuito nelle attività commerciali di viale Aldo Moro ad Olbia.

 

 

“Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l'unica ragione di vivere” disse il filosofo L. Ron Hubbard e per questo motivo è necessario arrivare ai ragazzi prima degli spacciatori: sono senza scrupoli e il fatto che una persona possa non uscire da un tunnel come quello della droga non gli da cattive sensazioni, d'altra parte gli importa solo dei soldi. Non possiamo sapere se ogni singolo ragazzo avrà un futuro fortunato, ma possiamo certamente sapere che se la vita sarà libera dalla droga, ogni ragazzo potrà giocarsi la sua chance.

]]>
Sassari: i volontari contro la marijuana Wed, 22 May 2019 19:01:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558089.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558089.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Nonostante sembri fuori moda di questi tempi essere contro la marijuana, ci sono ancora persone che sanno che la droga è droga, a prescindere da che forma abbia o da quanto marketing venga fatto per trarre profitto da essa dimenticando la salute di chi la consuma.

 

In quest'ottica rientrano le attività dei volontari sassaresi di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology che, nella serata di giovedì 23 maggio distribuiranno nel quartiere Pruntzedda centinaia di libretti informativi su quali siano gli effetti di questa droga. “La droga è l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” disse il filosofo L. Ron Hubbard, ispiratore di questa campagna di prevenzione.

 

E' fuori da ogni dubbio che il fattore “cultura” rientri pienamente nel dilagante consumo di droga che stiamo osservando. Un manipolo di folli ha visto nella droga, specialmente in quella che si nasconde dietro effetti che a breve termine non si mostrano sempre devastanti, come la marijuana, un bel salvadanaio da sfondare, quasi fossero gelosi degli spacciatori o magari d'accordo con essi.

 

 

Se si vuole garantire la salute delle persone è necessario in primo luogo ragionare in termini di come eliminare la droga, a partire dalla marijuana, arrivando fino all'abuso di psicofarmaci. In quest'ottica, crescere generazioni future che sappiano quali effetti comporti il consumo di droga è forse il passo più importante da fare affinché si ottenga la vita libera dalla droga.

]]>
Il gruppo Interazione si muove con gli studenti per i Diritti Umani Wed, 22 May 2019 18:39:52 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558086.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/558086.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

Intensa mattinata quella di martedì 21 maggio all'Istituto Nautico “Buccari” di Cagliari: con due lezioni su che cosa sia la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il gruppo Interazione, rappresentato in questo caso dal Dott. Mohamad Doreid, membro dell'Unione Culturale Libanese nel Mondo, e Nicola Oi, responsabile in Sardegna per Uniti per i Diritti Umani, i ragazzi delle seconde hanno avuto la possibilità di conoscere gli articoli di questo documento dell'ONU, così come di riflettere su alcune delle principale tematiche legate ad esso.

 

Senza dubbio ci sono due elementi che hanno lasciato i relatori senza parole e sono stati in primo luogo il fatto che la Dichiarazione Universale è conosciuta quasi esclusivamente per “averla sentita nominare”, ma indubbiamente, l'interesse riposto dai ragazzi nel comprendere come l'applicazione di questi 30 articoli possa migliorare la qualità della vita, è stato ciò che maggiormente ha determinato il valore del lavoro fatto. Ispirati da quanto disse il filosofo L. Ron Hubbard, “i diritti umani devono essere resi una realtà non un sogno idealistico”, gli organizzatori dell'evento hanno fatto in modo che i protagonisti della conferenza fossero proprio gli articoli piuttosto che una tematica specifica estrapolata da questi.

 

 

Con video che hanno spiegato uno per uno i diritti umani e l'alternanza con l'esperienza diretta raccontata dal Dott. Doreid il quale ha spiegato cosa significhi vivere sulla propria pelle la guerra, cosa significhi vedersi negata l'istruzione dal pericolo dei bombardamenti e arricchendo i racconti con specifici episodi vissuti, i ragazzi sono stati messi in condizione da comprendere la necessità di approfondire, anche tramite dibattiti durante le lezioni, piuttosto che nel trovare nella vita di tutti i giorni il modo migliore di applicare i Diritti Umani. Se prima della conferenza, quei ragazzi che conoscevano questo documento dell'ONU ritenevano fosse “qualcosa di utopico da vedere applicato”, dopo queste conferenze tutti i ragazzi si sono convinti che, se si vuole determinare un cambiamento in favore del rispetto di ideali quali uguaglianza, tolleranza e pace, bisogna che ognuno, in prima persona, sia d'esempio garantendo agli altri il rispetto dei diritti, ancor prima di aspettarsi di ricevere questo atteggiamento su loro.

]]>
Pensioni dei militari a rischio ed intanto pagano solo gli ammalati transitati? Wed, 22 May 2019 14:43:34 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/557990.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/557990.html Cristiano Ranucci Cristiano Ranucci  

Il Fondo Previdenziale di Forza Armata comunemente conosciuto come Cassa Ufficiali e Sottufficiali, è nato con lo scopo di restituire ai militari iscritti, all'atto della cessazione del servizio attivo una indennità supplementare per gli ufficiali e un premio di previdenza per i restanti aventi diritto, ha cioè una finalità sociale paragonabile a quella elargita dall'INPS, ma come vedremo non tutti gli stellati hanno pari diritti. Il versamento nel fondo previdenziale di Forza Armata è obbligatorio per tutti i militari ed ammonta al 4% per gli ufficiali e al 2% per tutti gli altri militari sull'ottanta per cento della base stipendiale compresa di tredicesima mensilità. Il Fondo che va ad aggiungersi alle prestazioni assistenziali dell'INPS per quelle categorie di militari che versano i contributi, se non verrà preso un provvedimento normativo del governo rischia il default nel 2022. I militari che si ammalano e che vengono dichiarati non idonei permanentemente al servizio militare ma idonei ad altra tipologia di lavoro possono transitare, a domanda, qualora l’aliquota di pensione maturata non consenta di poter far fronte al mantenimento proprio e dei famigliari nei ruoli civili del Ministero della Difesa e di questi, solo agli appartenenti all'Aeronautica ed alla Marina, vengono restituiti i ratei versati obbligatoriamente nel fondo previdenziale, escludendo di fatto i transitati dell'Esercito e dei Carabinieri. Ma per capire qualcosa di questa discriminazione approfondiamo il funzionamento di questo istituto. Nel 2010 il fondo denominato all'epoca Cassa Ufficiali e Fondo di Previdenza Sottufficiali e Militari di Truppa dell’Arma dei Carabinieri, subisce il primo tentativo di risanamento, tuttavia è da subito evidente che non sarà un provvedimento efficace, ma solo un provvedimento utile a razionalizzare gli organi gestionali dei 7 fondi, denominati Fondo di Previdenza Ufficiali dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri, Fondo degli Ufficiali della Marina Militare e degli Ufficiali dell’Aeronautica Militare, Fondo dei Sottufficiali dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri, Fondo degli Appuntati e Carabinieri, Fondo dei Sottufficiali della Marina Militare e Fondo dell’Aeronautica Militare i quali, però, mantenendo autonomia operativa e di investimenti producono fino ad oggi modestissimi utili che non aiutano a colmare il disavanzo creato dalla restituzione dei ratei versati agli aventi diritto che cessano dal servizio. Nel 2011 la gestione dei fondi viene affidata a Banca delle Marche, tristemente famosa soprattutto dal 2015 quando dovrà aderire al fondo salva banche per evitare il bail-in avendo effettuato molti investimenti su prodotti finanziari rischiosi, offerti ai propri clienti con la certezza di un facile guadagno. Finirà che a spese del contribuente il governo dovrà prendere il controllo dell'istituto bancario sotto la vigilanza del Ministero del Tesoro. Quando viene introdotta la Riforma Militare con il Decreto Legislativo n. 66 del 15 marzo 2010, viene tolta la possibilità ai soli militari di Esercito e Carabinieri, transitati nei ruoli civili per inidoneità di recuperare i ratei versati negli anni di servizio. Si parla di cifre consistenti che in qualche modo danno ossigeno alle casse dei fondi provate da una gestione approssimativa. Nello specifico l'art.1917 del C.O.M. prevede: "Ai soli Sottufficiali, agli Appuntati e ai Carabinieri che cessano dal servizio con diritto a pensione prima del compimento di sei anni di iscrizione al fondo, sono restituiti i contributi obbligatori versati ai fondi previdenziali di cui all'articolo 1913 maggiorati degli interessi semplici maturati. Le predette somme sono reversibili". L'art.1919 invece: "L’indennità di cui all'articolo 1914 è dovuta ai Sottufficiali della Marina Militare e dell'Aeronautica Militare iscritti da almeno sei anni al pertinente fondo, i quali sono: a) trasferiti nei ruoli dei dipendenti civili dell'Amministrazione dello Stato, con decorrenza dalla nomina a dipendente civile di ruolo". La Costituzione Italiana recita questo, ma di fatto in questo caso appare evidente che il C.O.M. attua una incomprensibile sperequazione di trattamento tra il personale appartenente alle Forze Armate, prevedendo la restituzione delle somme solo ed esclusivamente per i militari della Marina e dell'Aeronautica che transitano nei ruoli civili omettendo inspiegabilmente di disciplinare la posizione del personale dell'Esercito e dell'Arma dei Carabinieri. Interrogazioni parlamentari si sono avvicendate fino all'ultima dell'On. Tatiana Basilio che il 12 settembre 2017, nella seduta n. 848, poneva il quesito alla Senatrice Roberta Pinotti, Ministro della Difesa all'epoca dei fatti narrati. Le risposte non furono mai date e a quel punto, l’unico ad interessarsi della tematica portando all'attenzione dello Stato Maggiore della Difesa la questione, fu il coordinamento Difesa della sigla sindacale Confintesa FP. Nel 2017 il coordinamento palermitano provinciale di Confintesa FP si attiva scrivendo una prima lettera di rimostranze al cassiere del fondo previdenziale a Roma, nella quele si evidenzia il problema della mancata restituzione dei ratei versati a molti ex militari ormai transitati nei ruoli civili che, tesserati con Confintesa FP, sollecitano fortemente la sigla autonoma. Successivamente interviene il coordinamento nazionale, che vedrà nella di risposta di S.M.D. una parziale vittoria. Il Brig. Gen. Salvatore Vergari, Direttore del Centro Unico Stipendiale Interforze, ammette per la prima volta l'esistenza della problematica, asserendo testualmente che lo Stato Maggiore della Difesa avrebbe proposto, stante la disarmonia della descritta norma, una proposta di modifica agli organi competenti. In buona sostanza, viene demandato tutto alla politica. Confintesa FP, non ritenendosi soddisfatta, continua la sua attività sindacale avanzando un'altra richiesta al gabinetto del Ministro della Difesa. A questo punto il gruppo di militari transitati nei ruoli civili, che sta tentando di recuperare i soldi versati obbligatoriamente nel fondo previdenziale, tenta l’ultima soluzione possibile, il ricorso alla Giustizia Amministrativa, affidando il caso al noto studio legale Perruolo con sede a Roma e Trieste, specializzato in diritto amministrativo, diritto militare e diritto civile, che offre assistenza stragiudiziale e giudiziale con competenza, giusta determinazione e prezzi adeguati e che sembra proprio fare al caso dei ricorrenti. L’avvocato Perruolo, dopo una attenta fase di studio della problematica, prende consapevolezza che esistono alcune pronunce negative sulla fattispecie dei Tribunali Amministrativi Regionali, ma che queste non possono assurgere ad orientamento giurisprudenziale in quanto, fino ad oggi, i ricorsi fatti non sono riusciti a mettere in evidenza la forte disparità di trattamento rispettivamente fra gli appartenenti alle FF.AA Marina e Aeronautica e quelli meno fortunati di Esercito e Carabinieri, la cui posizione al transito nei ruoli civili non viene proprio trattata, creando vizi di legittimità costituzionale con particolare riferimento a tutte quelle norme che prevedono l’eguaglianza di ogni cittadino e lavoratore innanzi alla legge. Lo stesso legale, pertanto, ritiene di procedere per abbreviare tempi e spesa, mediante ricorso straordinario al Presidente della Repubblica. Viene inviata l’istanza per richiedere la restituzione dei contributi versati e contestuale richiesta di accesso agli atti ex L. 241/90. E’ grazie alla richiesta di accesso agli atti che si scopre un fatto davvero fuori dal normale. Alcuni degli istanti non hanno una posizione previdenziale aperta nel fondo previdenziale, questo poiché gli Enti da cui erano amministrati non hanno mai fatto pervenire la documentazione amministrativa prevista. Chiaramente ogni militare ha versato negli anni migliaia di euro che ad oggi non si sa se potrà mai recuperare. Tutto ciò fa pensare, in considerazione del fatto che tutti sanno che la cassa è a rischio default, cioè di fallimento. Le interrogazioni parlamentari del 2017 facevano pensare che si sarebbe potuto rettificare la norma con la legge di bilancio di due anni fa, la n. 148 del 16 ottobre 2017, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria in particolare con il comma 10 quinquies che novella “l’art. 1917-bis del C.O.M. riguardante il trattamento previdenziale del personale che transita in altri ruoli”. Quale altra occasione per porre fine a questa difformità? Invece la norma vedrà un’unica modifica, quella nella sola parte che interessa i Sottufficiali ancora in servizio. Prima di questa modifica, infatti, i graduati che salivano al superiore ruolo degli Ufficiali, perdevano i contributi versati. Salta pertanto anche quella che poteva essere una meravigliosa opportunità per sanare la norma nel suo complesso. A firma del coordinatore nazionale Alessandro Coen, Confintesa Funzione Pubblica emette un’ulteriore comunicato inviandolo direttamente al gabinetto Ministro della Difesa, l'attuale Elisabetta Trenta di cui si attende una formale risposta. Risposta che arriva invece attraverso i social media in risposta al quesito posto da uno dei coordinatori del gruppo Militari Transitati, lasciando comunque ben sperare sulla possibile soluzione dell'annosa problematica con la dichiarazione la norma andrà rivista.

]]>
Pensioni dei militari a rischio ed intanto pagano solo gli ammalati transitati? Wed, 22 May 2019 14:43:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/557988.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/557988.html Cristiano Ranucci Cristiano Ranucci  

Il Fondo Previdenziale di Forza Armata comunemente conosciuto come Cassa Ufficiali e Sottufficiali, è nato con lo scopo di restituire ai militari iscritti, all'atto della cessazione del servizio attivo una indennità supplementare per gli ufficiali e un premio di previdenza per i restanti aventi diritto, ha cioè una finalità sociale paragonabile a quella elargita dall'INPS, ma come vedremo non tutti gli stellati hanno pari diritti. Il versamento nel fondo previdenziale di Forza Armata è obbligatorio per tutti i militari ed ammonta al 4% per gli ufficiali e al 2% per tutti gli altri militari sull'ottanta per cento della base stipendiale compresa di tredicesima mensilità. Il Fondo che va ad aggiungersi alle prestazioni assistenziali dell'INPS per quelle categorie di militari che versano i contributi, se non verrà preso un provvedimento normativo del governo rischia il default nel 2022. I militari che si ammalano e che vengono dichiarati non idonei permanentemente al servizio militare ma idonei ad altra tipologia di lavoro possono transitare, a domanda, qualora l’aliquota di pensione maturata non consenta di poter far fronte al mantenimento proprio e dei famigliari nei ruoli civili del Ministero della Difesa e di questi, solo agli appartenenti all'Aeronautica ed alla Marina, vengono restituiti i ratei versati obbligatoriamente nel fondo previdenziale, escludendo di fatto i transitati dell'Esercito e dei Carabinieri. Ma per capire qualcosa di questa discriminazione approfondiamo il funzionamento di questo istituto. Nel 2010 il fondo denominato all'epoca Cassa Ufficiali e Fondo di Previdenza Sottufficiali e Militari di Truppa dell’Arma dei Carabinieri, subisce il primo tentativo di risanamento, tuttavia è da subito evidente che non sarà un provvedimento efficace, ma solo un provvedimento utile a razionalizzare gli organi gestionali dei 7 fondi, denominati Fondo di Previdenza Ufficiali dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri, Fondo degli Ufficiali della Marina Militare e degli Ufficiali dell’Aeronautica Militare, Fondo dei Sottufficiali dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri, Fondo degli Appuntati e Carabinieri, Fondo dei Sottufficiali della Marina Militare e Fondo dell’Aeronautica Militare i quali, però, mantenendo autonomia operativa e di investimenti producono fino ad oggi modestissimi utili che non aiutano a colmare il disavanzo creato dalla restituzione dei ratei versati agli aventi diritto che cessano dal servizio. Nel 2011 la gestione dei fondi viene affidata a Banca delle Marche, tristemente famosa soprattutto dal 2015 quando dovrà aderire al fondo salva banche per evitare il bail-in avendo effettuato molti investimenti su prodotti finanziari rischiosi, offerti ai propri clienti con la certezza di un facile guadagno. Finirà che a spese del contribuente il governo dovrà prendere il controllo dell'istituto bancario sotto la vigilanza del Ministero del Tesoro. Quando viene introdotta la Riforma Militare con il Decreto Legislativo n. 66 del 15 marzo 2010, viene tolta la possibilità ai soli militari di Esercito e Carabinieri, transitati nei ruoli civili per inidoneità di recuperare i ratei versati negli anni di servizio. Si parla di cifre consistenti che in qualche modo danno ossigeno alle casse dei fondi provate da una gestione approssimativa. Nello specifico l'art.1917 del C.O.M. prevede: "Ai soli Sottufficiali, agli Appuntati e ai Carabinieri che cessano dal servizio con diritto a pensione prima del compimento di sei anni di iscrizione al fondo, sono restituiti i contributi obbligatori versati ai fondi previdenziali di cui all'articolo 1913 maggiorati degli interessi semplici maturati. Le predette somme sono reversibili". L'art.1919 invece: "L’indennità di cui all'articolo 1914 è dovuta ai Sottufficiali della Marina Militare e dell'Aeronautica Militare iscritti da almeno sei anni al pertinente fondo, i quali sono: a) trasferiti nei ruoli dei dipendenti civili dell'Amministrazione dello Stato, con decorrenza dalla nomina a dipendente civile di ruolo". La Costituzione Italiana recita questo, ma di fatto in questo caso appare evidente che il C.O.M. attua una incomprensibile sperequazione di trattamento tra il personale appartenente alle Forze Armate, prevedendo la restituzione delle somme solo ed esclusivamente per i militari della Marina e dell'Aeronautica che transitano nei ruoli civili omettendo inspiegabilmente di disciplinare la posizione del personale dell'Esercito e dell'Arma dei Carabinieri. Interrogazioni parlamentari si sono avvicendate fino all'ultima dell'On. Tatiana Basilio che il 12 settembre 2017, nella seduta n. 848, poneva il quesito alla Senatrice Roberta Pinotti, Ministro della Difesa all'epoca dei fatti narrati. Le risposte non furono mai date e a quel punto, l’unico ad interessarsi della tematica portando all'attenzione dello Stato Maggiore della Difesa la questione, fu il coordinamento Difesa della sigla sindacale Confintesa FP. Nel 2017 il coordinamento palermitano provinciale di Confintesa FP si attiva scrivendo una prima lettera di rimostranze al cassiere del fondo previdenziale a Roma, nella quele si evidenzia il problema della mancata restituzione dei ratei versati a molti ex militari ormai transitati nei ruoli civili che, tesserati con Confintesa FP, sollecitano fortemente la sigla autonoma. Successivamente interviene il coordinamento nazionale, che vedrà nella di risposta di S.M.D. una parziale vittoria. Il Brig. Gen. Salvatore Vergari, Direttore del Centro Unico Stipendiale Interforze, ammette per la prima volta l'esistenza della problematica, asserendo testualmente che lo Stato Maggiore della Difesa avrebbe proposto, stante la disarmonia della descritta norma, una proposta di modifica agli organi competenti. In buona sostanza, viene demandato tutto alla politica. Confintesa FP, non ritenendosi soddisfatta, continua la sua attività sindacale avanzando un'altra richiesta al gabinetto del Ministro della Difesa. A questo punto il gruppo di militari transitati nei ruoli civili, che sta tentando di recuperare i soldi versati obbligatoriamente nel fondo previdenziale, tenta l’ultima soluzione possibile, il ricorso alla Giustizia Amministrativa, affidando il caso al noto studio legale Perruolo con sede a Roma e Trieste, specializzato in diritto amministrativo, diritto militare e diritto civile, che offre assistenza stragiudiziale e giudiziale con competenza, giusta determinazione e prezzi adeguati e che sembra proprio fare al caso dei ricorrenti. L’avvocato Perruolo, dopo una attenta fase di studio della problematica, prende consapevolezza che esistono alcune pronunce negative sulla fattispecie dei Tribunali Amministrativi Regionali, ma che queste non possono assurgere ad orientamento giurisprudenziale in quanto, fino ad oggi, i ricorsi fatti non sono riusciti a mettere in evidenza la forte disparità di trattamento rispettivamente fra gli appartenenti alle FF.AA Marina e Aeronautica e quelli meno fortunati di Esercito e Carabinieri, la cui posizione al transito nei ruoli civili non viene proprio trattata, creando vizi di legittimità costituzionale con particolare riferimento a tutte quelle norme che prevedono l’eguaglianza di ogni cittadino e lavoratore innanzi alla legge. Lo stesso legale, pertanto, ritiene di procedere per abbreviare tempi e spesa, mediante ricorso straordinario al Presidente della Repubblica. Viene inviata l’istanza per richiedere la restituzione dei contributi versati e contestuale richiesta di accesso agli atti ex L. 241/90. E’ grazie alla richiesta di accesso agli atti che si scopre un fatto davvero fuori dal normale. Alcuni degli istanti non hanno una posizione previdenziale aperta nel fondo previdenziale, questo poiché gli Enti da cui erano amministrati non hanno mai fatto pervenire la documentazione amministrativa prevista. Chiaramente ogni militare ha versato negli anni migliaia di euro che ad oggi non si sa se potrà mai recuperare. Tutto ciò fa pensare, in considerazione del fatto che tutti sanno che la cassa è a rischio default, cioè di fallimento. Le interrogazioni parlamentari del 2017 facevano pensare che si sarebbe potuto rettificare la norma con la legge di bilancio di due anni fa, la n. 148 del 16 ottobre 2017, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria in particolare con il comma 10 quinquies che novella “l’art. 1917-bis del C.O.M. riguardante il trattamento previdenziale del personale che transita in altri ruoli”. Quale altra occasione per porre fine a questa difformità? Invece la norma vedrà un’unica modifica, quella nella sola parte che interessa i Sottufficiali ancora in servizio. Prima di questa modifica, infatti, i graduati che salivano al superiore ruolo degli Ufficiali, perdevano i contributi versati. Salta pertanto anche quella che poteva essere una meravigliosa opportunità per sanare la norma nel suo complesso. A firma del coordinatore nazionale Alessandro Coen, Confintesa Funzione Pubblica emette un’ulteriore comunicato inviandolo direttamente al gabinetto Ministro della Difesa, l'attuale Elisabetta Trenta di cui si attende una formale risposta. Risposta che arriva invece attraverso i social media in risposta al quesito posto da uno dei coordinatori del gruppo Militari Transitati, lasciando comunque ben sperare sulla possibile soluzione dell'annosa problematica con la dichiarazione la norma andrà rivista.

]]>
Far conoscere i DIRITTI UMANI dalle scuole. I volontari lo fanno nell’Istituto Spano/De Amicis di Cagliari Wed, 22 May 2019 00:06:58 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/557335.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/557335.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

 

Ancora una iniziativa dei volontari di Uniti per i Diritti Umani, per far conoscere i trenta articoli dei Diritti Umani ai ragazzi delle scuole del capoluogo. Stavolta ad essere coinvolti saranno gli alunni e i docenti dell’Istituto Comprensivo “Spano/De Amicias” di via Falzarego a Cagliari. Le precedenti recenti iniziative nelle scuole cagliaritane hanno portato i volontari di Uniti per i Diritti Umani, ad entrare nelle scuole ed informare centinaia di studenti dell’Istituto Nautico “Buccari” in viale Diaz, con una serie di conferenze dove l’interesse dei ragazzi all’argomento ha animato un interessante dibattito con i volontari.

            La necessità di continuare a avorare tra i giovani è data anche dal fatto che per molti di loro parlare di Diritti con la D maiuscola è abbastanza fuori luogo, viste le situazioni di disagio in cui sono costretti a vivere in quartieri abbandonati in mano a spaccio e consumo di droga  e alla prostituzione sempre più sfacciata e volgare, chiaro segno che da quelle parti la parola Diritto è rimasta semplicemente come un qualcosa tutto da definire.

            “I Diritti Umani devono essere resi una realtà e non un sogno idealistico” scriveva il Filosofo e Umanitario L. Ron Hubbard. Lavorare per farli conoscere per poter essere applicati per tutti è un dovere morale di qualsiasi persona di buon senso che abbia a cuore il futuro della nostra società, perché non ci sarà nessun futuro se i Diritti Umani non saranno IL BENE COMUNE che garantiranno pace, sicurezzae giustizia per tutti.

Info www.unitiperidirittiumani.it   

 

 

]]>
Sopprimere lo spaccio e prevenire il consumo, le due leve per scardinare la droga dalla società Wed, 22 May 2019 00:04:51 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/557334.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/557334.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

E’ una costante che si ripete: azioni di prevenzione e di soppressione del traffico di droghe si alternano con particolare frequenza negli ultimi. È un susseguirsi di eventi che testimoniano la bontà dell’indispensabile lavoro delle forze dell’ordine nelle azioni di soppressione dei traffici dei criminali, e quello, altrettanto indispensabile, dei volontari di Fondazione pe un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, che con costanza quasi eroica, da anni sono in prima fila per creare le condizioni per far diventare sempre più difficile la vita di chi vuole fare la “bella vita” sulle spalle di chi quella stessa vita la vuole immolare nella follia della droga. Le virgolette sono d’obbligo nella espressione “bella vita” visto che non vediamo cosa ci sia di bello nel vivere con il fiato sul collo delle forze dell’ordine e con la necessità di trovare sempre un nuoco espediente per non farsi beccare, e con la consapevolezza che quello che stanno facendo non lo farebbero fare certo ad un loro figlio, né lo farebbero loro stessi, cosa che rende la loro vita ancora più misera e fallimentare.

Una consapevolezza nuova sta nascendo tra le persone sul fatto che la droga sia veramente la rovina della società, come scriveva il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard che le considerava “l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”. Una consapevolezza che si riflette poi in azioni concrete che portano molti cittadini a denunciare ciò che sanno e osservano, azioni di responsabilità che poi indirizzano sulla giusta strada le indagini che sfocceranno negli arresti e le sbarre chiuse dietro le spalle dei criminali.

Certi del fatto che questi risultati siano frutto anche del loro lavoro, i volontari di  Selargius, proseguendo le iniziative delle scorse settimane, nella serata di lunedì 20 maggio, hanno informato i cittadini sulle conseguenze causate dall’abuso di alcool e sulle droghe in generale, coinvolgendo come sempre numerosi commercianti locali.

Info: www.noalladroga.it

]]>
Le menzogne vengono spazzate dalla campagna “La verità sulla droga” Tue, 21 May 2019 21:24:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/557325.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/557325.html Riforme Sociali Riforme Sociali

Le conferenze  a cui hanno partecipato gli studenti stanno ottenendo un successo sorprendente.

Roma 21 maggio 2019   I volontari di Mondo libero dalla Droga anche questa volta si sono impegnati con passione e responsabilità a trasmettere la verità sulle droghe agli studenti di un liceo romano nella giornata di Venerdi 17 maggio. Responsabilità  e informazioni corrette  trasformano l’atmosfera dell’incontro, fino ad una attenzione completa da parte dei numerosi studenti. Inoltre tra gli adolescenti che hanno ricevuto questo servizio c’è chi ha promesso di voler cambiare rotta grazie ad un rinnovato e sano punto di vista sull’assuzione delle droghe. I giovanissimi , oltre che a ricevere la docenza di prevenzione ricevuto gratuitamente gli opuscoli “La verità sulla Droga” prodotti dalla Fondazione Internazionale per un Mondo Libero dalla Droga che hanno lo scopo di esporre chiaramente le verità su ogni singola sostanza stupefacente attualmente in circolazione, per portare ai giovani i fatti concreti sui loro effetti dannosi, spiegando esattamente “cosa sono le droghe” e “perché una persona si droga”. Queste informazioni basilari sono fondamentali per tutelare le future generazioni, favorendo la consapevolezza che le droghe sono essenzialmente veleni per il corpo e per la mente, con l’obiettivo finale di farli giungere ad un informato “no alla droga, si alla vita”.
La Fondazione ha inoltre realizzato un documentario con storie vere di ragazzi che sono usciti dalla trappola della dipendenza e una serie di 16 spot di pubblica utilità, dal titolo “Dicevano…Mentivano”, che sbugiardano i luoghi comuni usati per attirare gli adolescenti verso l’uso di droghe.
E mentre si diffondono notizie sulle “smart drug”, le “droghe furbe”, le future generazioni vengono rese consapevoli che usare droghe non è “furbo”. Al contrario, grazie alla “La verità sulle droghe” vengono resi consapevoli che “furbo” è restarne alla larga e dire “Si alla vita”, facendo tesoro dell’osservazione dell’umanitario L. Ron Hubbard: “Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che rappresentano, comunque, l’unica ragione per vivere”.

 

 

 

]]>
BAMBINI ALLO SBARAGLIO, BAMBINI BERSAGLIO. Tue, 21 May 2019 20:09:35 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/557319.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/557319.html Riforme Sociali Riforme Sociali

Un convegno sui diritti dei minori e delle famiglie nell’ambito della mostra multimediale Diritti Umani e Psichiatria: Storia di Errori ed Orrori psichiatrici.

 

Può un giudizio psichiatrico rovinare famiglie e vite? Una domanda e una riflessione forti,  che lunedì 20 maggio, alle ore 17, ha trovato risposta in casi reali seguiti da professionisti ed adetti ai lavori che hanno evidenziato come i diritti di molti minori e di molte famiglie possano esser calpestati da perizie psichiatriche infondate e procedure “senz’anima”, mosse a volte da puri interessi economici, altre volte da imperizia o burocrazia fine a sé stessa.

 

“Bambini allo sbaraglio, Bambini bersaglio”: questo il titolo del convegno promosso all’interno di “Psichiatria e Diritti Umani: Storia di Errori ed Orrori psichiatrici. Testimonianze concrete e casi reali di bizzarre e infondate perizie psichiatriche che hanno portato ad abusi e sottrazioni di minori alle famiglie d’origine. I partecipanti sono venuti a conoscenza di storie reali (sarebbe meglio dire surreali, se non fosse che si tratta di storie vere). Fortunatamente molte hanno avuto un lieto fine e altre lo avranno grazie all’intervento dei professionisti relatori di questo incontro di grande attualità. Il convegno è stato voluto come servizio di informazione per il pubblico al fine di poter promuovere la percezione di certe dinamiche che si svolgono in una sorta di “terra di nessuno” tra tribunali e consulenze tecniche d’ufficio, per poter evitare questa intrusione pretestuosa e assolutamente priva di buon senso nella vita delle persone e delle famiglie, evitando violazioni ai diritti umani fondamentali che causano disagi e storie drammatiche. Il convegno ha voluto accendere  un faro su queste realtà.

 

“Psichiatria e Diritti Umani: Storia di Errori ed Orrori psichiatrici”, inaugurata ufficialmente lunedì 18 maggio, a Palazzo Velli, Piazza di S. Egidio 10, resterà ancora il 21 maggio, per poi proseguire il suo viaggio verso altre città.

 

Con una serie di documentari e pannelli informativi la mostra documenta le origini ideologiche della psichiatria a partire dagli esperimenti di Willhelm Wundt del 1879, Università di Lipsia, e della sua “scienza dell’uomo come animale” e “tutto è materiale”. Attraverso un percorso cronologico, documentato e fatto di testimonianze, l’expò illustra che la storia di esperimenti, terapie brutali e violazioni dei diritti umani nel campo della salute mentale fino ai nostri giorni.

 

La mostra “Psichiatria e Diritti Umani: Storia di Errori ed Orrori psichiatrici” ha toccato oltre Roma, le città di Torino, Milano, Padova, Firenze in questo 2019. E’ una inziativa sociale del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Onlus. Fondato in Italia nel 1979, è diventato una Onlus nel 2004. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) è un'organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles. Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York, autore di fama internazionale. A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. Il CCHR elaborò una Dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale. Da allora centinaia sono state le riforme che ha promosso nel campo della salute mentale a tutela dei diritti umani.

]]>
Pentosan Polysulfate Sodium Market 2019 Global Industry Overview, Size, demand, growth, Trend and 2024 Forecast Research Tue, 21 May 2019 16:28:34 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/557292.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/557292.html orian research orian research The current research report entitles Pentosan Polysulfate Sodium Market 2019 provides an extensive & deep idea into the market dynamics & overall development of Pentosan Polysulfate Sodium. The latest information, market risks involved, cost structure & several other vital information is included in the report 2024.

Get Sample Copy of this Report at @ https://www.orianresearch.com/request-sample/1000982

This report categorizes the market based on manufacturers, regions, type and application. worldwide market for Pentosan Polysulfate Sodium is expected to grow at a CAGR of roughly over the next five years, will reach million US$ in 2024, from million US$ in 2019, according to a new study.

Report Covers Market Segment by Manufacturers:-

·        Ogene Systems

·        CF Pharma

·        Reva Pharmachem

·        GVK BIO

 

Pages No: - 120

Top Companies: - 04

Inquire more (ask a questions before the purchase report @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/1000982

 

Market Type:-

·        Purity:≥99%

·        Purity:<99%

Market Applications:-

·        Tablets

·        Capsules

 

Market Segment by Regions:-

·        North America (United States, Canada and Mexico)

·        Europe (Germany, France, UK, Russia and Italy)

·        Asia-Pacific (China, Japan, Korea, India and Southeast Asia)

·        South America (Brazil, Argentina, Colombia etc.)

·        Middle East and Africa (Saudi Arabia, UAE, Egypt, Nigeria and South Africa)

 

Order a Copy of this Report @ https://www.orianresearch.com/checkout/1000982

The report on Pentosan Polysulfate Sodium Market 2019 essentially is inclusive of an in-depth analysis of this vertical that has been forecast to accumulate substantial returns by the end of the projected timeline, registering an appreciable annual growth rate over the estimated duration.

The Pentosan Polysulfate Sodium Industry report contains exhibit on current market analysis scenario, upcoming as well as future opportunities, revenue growth, pricing and profitability.

 

Table of Content:-

1 Market Overview

2 Manufacturers Profiles

3 Global Pentosan Polysulfate Sodium Sales, Revenue, Market Share and Competition by Manufacturer (2017-2018)

4 Global Pentosan Polysulfate Sodium Market Analysis by Regions

5 North America Pentosan Polysulfate Sodium by Country

6 Europe Pentosan Polysulfate Sodium by Country

7 Asia-Pacific Pentosan Polysulfate Sodium by Country

8 South America Pentosan Polysulfate Sodium by Country

9 Middle East and Africa Pentosan Polysulfate Sodium by Countries

10 Global Pentosan Polysulfate Sodium Market Segment by Type

11 Global Pentosan Polysulfate Sodium Market Segment by Application

12 Pentosan Polysulfate Sodium Market Forecast (2019-2024)

13 Sales Channel, Distributors, Traders and Dealers

14 Research Findings and Conclusion

15 Appendix

 

About Us:-
Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicate research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

 

Contact Us:-          

Ruwin Mendez

Vice President – Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US +1 (415) 830-3727| UK +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Follow Us on LinkedIn: www.linkedin.com/company-beta/13281002/

 

]]>
Pentosan Polysulfate Sodium Market 2019 Global Industry Overview, Size, demand, growth, Trend and 2024 Forecast Research Tue, 21 May 2019 16:28:12 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/557291.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/557291.html orian research orian research The current research report entitles Pentosan Polysulfate Sodium Market 2019 provides an extensive & deep idea into the market dynamics & overall development of Pentosan Polysulfate Sodium. The latest information, market risks involved, cost structure & several other vital information is included in the report 2024.

Get Sample Copy of this Report at @ https://www.orianresearch.com/request-sample/1000982

This report categorizes the market based on manufacturers, regions, type and application. worldwide market for Pentosan Polysulfate Sodium is expected to grow at a CAGR of roughly over the next five years, will reach million US$ in 2024, from million US$ in 2019, according to a new study.

Report Covers Market Segment by Manufacturers:-

·        Ogene Systems

·        CF Pharma

·        Reva Pharmachem

·        GVK BIO

 

Pages No: - 120

Top Companies: - 04

Inquire more (ask a questions before the purchase report @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/1000982

 

Market Type:-

·        Purity:≥99%

·        Purity:<99%

Market Applications:-

·        Tablets

·        Capsules

 

Market Segment by Regions:-

·        North America (United States, Canada and Mexico)

·        Europe (Germany, France, UK, Russia and Italy)

·        Asia-Pacific (China, Japan, Korea, India and Southeast Asia)

·        South America (Brazil, Argentina, Colombia etc.)

·        Middle East and Africa (Saudi Arabia, UAE, Egypt, Nigeria and South Africa)

 

Order a Copy of this Report @ https://www.orianresearch.com/checkout/1000982

The report on Pentosan Polysulfate Sodium Market 2019 essentially is inclusive of an in-depth analysis of this vertical that has been forecast to accumulate substantial returns by the end of the projected timeline, registering an appreciable annual growth rate over the estimated duration.

The Pentosan Polysulfate Sodium Industry report contains exhibit on current market analysis scenario, upcoming as well as future opportunities, revenue growth, pricing and profitability.

 

Table of Content:-

1 Market Overview

2 Manufacturers Profiles

3 Global Pentosan Polysulfate Sodium Sales, Revenue, Market Share and Competition by Manufacturer (2017-2018)

4 Global Pentosan Polysulfate Sodium Market Analysis by Regions

5 North America Pentosan Polysulfate Sodium by Country

6 Europe Pentosan Polysulfate Sodium by Country

7 Asia-Pacific Pentosan Polysulfate Sodium by Country

8 South America Pentosan Polysulfate Sodium by Country

9 Middle East and Africa Pentosan Polysulfate Sodium by Countries

10 Global Pentosan Polysulfate Sodium Market Segment by Type

11 Global Pentosan Polysulfate Sodium Market Segment by Application

12 Pentosan Polysulfate Sodium Market Forecast (2019-2024)

13 Sales Channel, Distributors, Traders and Dealers

14 Research Findings and Conclusion

15 Appendix

 

About Us:-
Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicate research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

 

Contact Us:-          

Ruwin Mendez

Vice President – Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US +1 (415) 830-3727| UK +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Follow Us on LinkedIn: www.linkedin.com/company-beta/13281002/

 

]]>
Pentosan Polysulfate Sodium Market 2019 Global Industry Overview, Size, demand, growth, Trend and 2024 Forecast Research Tue, 21 May 2019 16:27:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/557290.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/557290.html orian research orian research The current research report entitles Pentosan Polysulfate Sodium Market 2019 provides an extensive & deep idea into the market dynamics & overall development of Pentosan Polysulfate Sodium. The latest information, market risks involved, cost structure & several other vital information is included in the report 2024.

Get Sample Copy of this Report at @ https://www.orianresearch.com/request-sample/1000982

This report categorizes the market based on manufacturers, regions, type and application. worldwide market for Pentosan Polysulfate Sodium is expected to grow at a CAGR of roughly over the next five years, will reach million US$ in 2024, from million US$ in 2019, according to a new study.

Report Covers Market Segment by Manufacturers:-

·        Ogene Systems

·        CF Pharma

·        Reva Pharmachem

·        GVK BIO

 

Pages No: - 120

Top Companies: - 04

Inquire more (ask a questions before the purchase report @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/1000982

 

Market Type:-

·        Purity:≥99%

·        Purity:<99%

Market Applications:-

·        Tablets

·        Capsules

 

Market Segment by Regions:-

·        North America (United States, Canada and Mexico)

·        Europe (Germany, France, UK, Russia and Italy)

·        Asia-Pacific (China, Japan, Korea, India and Southeast Asia)

·        South America (Brazil, Argentina, Colombia etc.)

·        Middle East and Africa (Saudi Arabia, UAE, Egypt, Nigeria and South Africa)

 

Order a Copy of this Report @ https://www.orianresearch.com/checkout/1000982

The report on Pentosan Polysulfate Sodium Market 2019 essentially is inclusive of an in-depth analysis of this vertical that has been forecast to accumulate substantial returns by the end of the projected timeline, registering an appreciable annual growth rate over the estimated duration.

The Pentosan Polysulfate Sodium Industry report contains exhibit on current market analysis scenario, upcoming as well as future opportunities, revenue growth, pricing and profitability.

 

Table of Content:-

1 Market Overview

2 Manufacturers Profiles

3 Global Pentosan Polysulfate Sodium Sales, Revenue, Market Share and Competition by Manufacturer (2017-2018)

4 Global Pentosan Polysulfate Sodium Market Analysis by Regions

5 North America Pentosan Polysulfate Sodium by Country

6 Europe Pentosan Polysulfate Sodium by Country

7 Asia-Pacific Pentosan Polysulfate Sodium by Country

8 South America Pentosan Polysulfate Sodium by Country

9 Middle East and Africa Pentosan Polysulfate Sodium by Countries

10 Global Pentosan Polysulfate Sodium Market Segment by Type

11 Global Pentosan Polysulfate Sodium Market Segment by Application

12 Pentosan Polysulfate Sodium Market Forecast (2019-2024)

13 Sales Channel, Distributors, Traders and Dealers

14 Research Findings and Conclusion

15 Appendix

 

About Us:-
Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicate research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

 

Contact Us:-          

Ruwin Mendez

Vice President – Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US +1 (415) 830-3727| UK +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Follow Us on LinkedIn: www.linkedin.com/company-beta/13281002/

 

]]>
Pentosan Polysulfate Sodium Market 2019 Global Industry Overview, Size, demand, growth, Trend and 2024 Forecast Research Tue, 21 May 2019 16:27:28 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/557289.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/partiti/varie/557289.html orian research orian research The current research report entitles Pentosan Polysulfate Sodium Market 2019 provides an extensive & deep idea into the market dynamics & overall development of Pentosan Polysulfate Sodium. The latest information, market risks involved, cost structure & several other vital information is included in the report 2024.

Get Sample Copy of this Report at @ https://www.orianresearch.com/request-sample/1000982

This report categorizes the market based on manufacturers, regions, type and application. worldwide market for Pentosan Polysulfate Sodium is expected to grow at a CAGR of roughly over the next five years, will reach million US$ in 2024, from million US$ in 2019, according to a new study.

Report Covers Market Segment by Manufacturers:-

·        Ogene Systems

·        CF Pharma

·        Reva Pharmachem

·        GVK BIO

 

Pages No: - 120

Top Companies: - 04

Inquire more (ask a questions before the purchase report @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/1000982

 

Market Type:-

·        Purity:≥99%

·        Purity:<99%

Market Applications:-

·        Tablets

·        Capsules

 

Market Segment by Regions:-

·        North America (United States, Canada and Mexico)

·        Europe (Germany, France, UK, Russia and Italy)

·        Asia-Pacific (China, Japan, Korea, India and Southeast Asia)

·        South America (Brazil, Argentina, Colombia etc.)

·        Middle East and Africa (Saudi Arabia, UAE, Egypt, Nigeria and South Africa)

 

Order a Copy of this Report @ https://www.orianresearch.com/checkout/1000982

The report on Pentosan Polysulfate Sodium Market 2019 essentially is inclusive of an in-depth analysis of this vertical that has been forecast to accumulate substantial returns by the end of the projected timeline, registering an appreciable annual growth rate over the estimated duration.

The Pentosan Polysulfate Sodium Industry report contains exhibit on current market analysis scenario, upcoming as well as future opportunities, revenue growth, pricing and profitability.

 

Table of Content:-

1 Market Overview

2 Manufacturers Profiles

3 Global Pentosan Polysulfate Sodium Sales, Revenue, Market Share and Competition by Manufacturer (2017-2018)

4 Global Pentosan Polysulfate Sodium Market Analysis by Regions

5 North America Pentosan Polysulfate Sodium by Country

6 Europe Pentosan Polysulfate Sodium by Country

7 Asia-Pacific Pentosan Polysulfate Sodium by Country

8 South America Pentosan Polysulfate Sodium by Country

9 Middle East and Africa Pentosan Polysulfate Sodium by Countries

10 Global Pentosan Polysulfate Sodium Market Segment by Type

11 Global Pentosan Polysulfate Sodium Market Segment by Application

12 Pentosan Polysulfate Sodium Market Forecast (2019-2024)

13 Sales Channel, Distributors, Traders and Dealers

14 Research Findings and Conclusion

15 Appendix

 

About Us:-
Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicate research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

 

Contact Us:-          

Ruwin Mendez

Vice President – Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US +1 (415) 830-3727| UK +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Follow Us on LinkedIn: www.linkedin.com/company-beta/13281002/

 

]]>