Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Società civile Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Società civile Mon, 23 Oct 2017 01:07:07 +0200 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/1 A Bologna. centro Vialarga, selezioni per Caduta Libera e La Prova Del Cuoco Fri, 20 Oct 2017 10:01:30 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456572.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456572.html lucia malerba lucia malerba SELEZIONI PER CADUTA LIBERA E LA PROVA DEL CUOCO

E domenica arriva  la regina delle sfogline Alessandra Spisni.

 Questo fine settimana una occasione preziosa per chi sogna di partecipare ai programmi più amati della tv.

 Occasioni per conoscere volti noti della tv, per mettersi alla prova, per diventare protagonisti dei programmi televisivi più amati, questo fine settimana  a Bologna, centro Vialarga.

 Sabato 21 ottobre, alle ore 15.00 si svolgono le  selezioni ufficiali per Caduta Libera

il Quiz Show più seguito di Canale 5. Chi sogna di far parte della rosa di concorrenti e di sfidare gli avversari sulla pedana, con il rischio di cadere alla prima risposta sbagliata, sabato ha una occasione da non perdere.

 Ma non è l’unica: Domenica 22 ottobre, sempre alle 15.00 sono previste infatti le selezioni per La Prova del Cuoco, in tour  alla ricerca di nuovi concorrenti per il programma.

Chi desidera cimentarsi nella preparazione di piatti originali e sfidare un altro agguerrito concorrente, può  partecipare ai provini e sperare di fare colpo sulla giuria.

Nel pomeriggio di domenica da non perdere lo Show Cooking con la regina delle sfogline Alessandra Spisni, dal 2007 a La Prova del Cuoco dove incarna lo spirito e la cultura, non solo culinaria, di Bologna.

 Alessandra ha aperto nel 2000 La Vecchia Scuola Bolognese, la prima ed unica scuola per diventare sfoglini.

]]>
L'assistenza pastorale in Scientology Thu, 19 Oct 2017 20:10:35 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456513.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456513.html Scientology Brescia Scientology Brescia La filosofia e la tecnica di assistenza pastorale.

Gli Scientologist bresciani, Sabato scorso, hanno tenuto un incontro per i loro fedeli. Il tema offerto dall'oratore ho focalizzato il valore dell'assistenza pastorale.

Sebbene gli aspetti puramente filosofici dell’opera di L. Ron Hubbard siano sufficienti, di per se stessi, a migliorare questa civiltà, solamente l'assistenza pastorale, chiamata auditing, fornisce un itinerario preciso che chiunque può percorrere, un esatto cammino verso stati spirituali di consapevolezza più elevati.

La meta dell’auditing è quella di ripristinare le capacità e la personalità. Ciò viene conseguito aiutando la persona a sbarazzarsi di qualsiasi incapacità spirituale e accrescendo le sue capacità personali. Ovviamente è necessario lavorare in entrambe le direzioni perché sia possibile raggiungere una piena potenzialità.

Perciò l’auditing cancella gli elementi che le esperienze dolorose della vita hanno aggiunto alla mente reattiva di una persona ed ha come obiettivo il miglioramento della sua capacità di stare di fronte ai vari fattori che s’incontrano nella vita e di occuparsene.

Per mezzo dell’auditing, l’individuo è in grado di guardare la propria esistenza e migliorare la propria capacità di affrontare ciò che egli è e dove si trova. Vi sono grandi differenze tra la tecnologia dell’auditing, che è una pratica religiosa, e le altre pratiche. L’auditing non usa l’ipnosi, tecniche di trance o droghe. La persona che viene audita è completamente conscia di tutto ciò che accade. L’auditing è preciso, ha regole precise e segue procedure esatte.

Gli Scientologist presenti hanno apprezzato la serata ed hanno riconosciuto l'impegno di chi studi e si impegna a fornire tale assistenza ai fedeli della comunità. Molti hanno deciso di iscriversi al percorso di addestramento per approfondire sempre più la loro conoscenza delle opere di Hubbard.

]]>
Informare sugli abusi nel campo della salute mentale Thu, 19 Oct 2017 18:15:10 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456506.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456506.html Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani I volontari del CCDU hanno distribuito libretti informativi a Palazzolo.

Un tempo le persone che avevano difficoltà o forti turbamenti nella vita si rivolgevano al parroco e affrontavano la cosa in ambito religioso.

L'avvento delle stato laico ha giustamente separato, per cosi dire, le competenze tra l'amministrazione pubblica e la religione.

Il turbamento mentale ed il disagio del vivere sono stati ritenuti, per alcuni, l'effetto di condizioni organiche o biochimiche piuttosto che turbamenti dello spirito.

Questo ha giustificato la diffusione degli psicofarmaci piuttosto che il ripristino di pratiche violente come "terapie del disagio"

Le pubblicazioni distribuite contenevano informazione ad esempio sui comuni antidepressivi. Oggi non è raro trovare qualcuno che ne faccia uso.

Un altro fascicoletto riguardava i "regolatori dell’umore", usati per trattare i "disturbi dell’umore", un tipo di condotta caratterizzata da continui e forti cambiamenti d’umore.
Un'altra era indirizzata agli psicostimolanti, composti chimici o sostanze che influenzano il sistema nervoso centrale accelerando le funzioni del corpo, inclusi i battiti cardiaci ed il respiro.

I cittadini, hanno accettato con interesse la documentazione fornita.

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata a investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei diritti umani.

Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus è una organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles.

Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal Professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale. A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. In seguito a ciò, il CCHR elaborò una dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

]]>
Distribuiti libretti con i valori tradizionali come nuova cultura. Thu, 19 Oct 2017 14:27:14 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456470.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456470.html La Via della Felicità - Brescia La Via della Felicità - Brescia I valori alla base della cultura di ogni popolo.

"La Via della Felicità" è uno strumento da utilizzare per generare una nuova cultura dei valori. Gli antichi principi hanno sempre avuto estremo valore nella società, ma sembra che in questa epoca moderna, si siano persi.

Nasce quindi l'esigenza di formare nuovamente una cultura dei valori che sembra non esistere più.

Per questo a Brescia, i volontari hanno distribuito, presso alcuni esercizi commerciali del quartiere Sanpolino un centinaio di copie del libretto "La Via della Felicità".

I falsi valori del piacere fine a se stesso o della notorietà non funzionano. Sono valori che la persona cerca di conquistare ad ogni costo sperando di ottenere rispetto. In realtà i veri valori che lo faranno apprezzare sono proprio quelli tradizionali, di amicizia, aiuto e sostegno reciproco ad esempio.

La guida contiene 21 precetti, non religiosi e basati esclusivamente sul buon senso.

Fornire una bussola morale a persone di qualunque razza, colore o credo, colma efficacemente divari culturali, religiosi e linguistici di cui c'è sempre più bisogno nella nostra città. La distribuzione del testo su vasta scala, contribuisce alla creazione di un ambiente più sano, meno violento e basato su questi principi e valori improntati al buon senso.

Sostenere la campagna

I principi che si trovano nel libro si fondano sul buon senso e sono stati scritti affinché possano essere applicati. Questo libro è una guida veramente pratica e moderna che può essere usata da chiunque per arrivare con fiducia ad una vita più felice e di successo.

La Via della Felicità, ora pubblicato in 112 lingue, ha portato calma in comunità lacerate dalla violenza, pace in zone devastate dalla guerra civile e rispetto di sé a milioni di individui, nelle scuole, nelle prigioni, nelle chiese e nei centri giovanili e comunitari.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard fondatore di Scientology: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

Dal sito della campagna: "laviadellafelicita.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito.

]]>
Facciamo prevenzione e creiamo conoscenza sulle droghe. Thu, 19 Oct 2017 14:16:19 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456469.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456469.html Mondo Libero dalla Droga Brescia Mondo Libero dalla Droga Brescia La conoscenza delle droghe.

"Mondo libero dalla droga", va in azione e continua, con il contributo di molti volontari, a distribuire opuscoli informativi ad Odolo presso locali frequentati dove i ragazzi o i loro genitori, li possono prendere liberamente.

Fornire le informazioni permette di diffondere la conoscenza delle droghe. Si tratta di una conoscenza a 360 gradi nel rispetto della libera scelta di ogni ragazzo.

In assenza di una tale informazione diffusa, ciò che i ragazzi sentono a riguardo, sono solo le notizie entusiasmanti di coloro che la vendono.

Ex spacciatori hanno ammesso che avrebbero detto qualsiasi cosa pur di far comprare la droga alle persone.

Per questo motivo, "Mondo libero dalla droga", attraverso il contributo di alcuni volontari, continua a diffondere informazioni.

Le modalità della campagna

La campagna fornisce un quadro reale e conciso su cosa siano esattamente le droghe, come funzionano e che cosa fanno. Fornisce i nomi delle droghe da strada, nonché gli effetti a lungo e breve termine delle sostanze più comunemente usate. Questo opuscolo è da passare ad amici, familiari ed altri.

Dato che fornire ai giovani fatti puri e semplici sui danni che la droga è in grado di causare, aumenta notevolmente la loro capacità di opporsi ad un invito, "La Verità sulla Droga" è un programma molto richiesto come strumento educativo da scuole, forze dell’ordine e svariati settori della società.

La campagna "La verità sulla droga" è stata istituita dalla Chiesa di Scientology. Tutte le attività della associazione sono non confessionali, non discriminatorie e non a fine di lucro. I materiali di comunicazione sono disponibili per chiunque li voglia esaminare ed utilizzare per contribuire alla prevenzione sui giovani affinché, loro per primi, crescano nella consapevolezza della piaga che l'uso di sostanze viene a determinare nelle loro vite.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

]]>
COME FERMARE LA DROGA Thu, 19 Oct 2017 14:01:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456467.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456467.html Alessandro Alessandro Da quasi un 3 anni ogni settimana le informazioni sotto forma di opuscolo dal titolo LA VERITA’ SULLE DROGHE, trova continua accoglienza presso uno dei luoghi maggiormente frequentati dalla gioventù veronese.

Decine di negozi e punti di ristoro all’interno del Centro Commerciale "La Grande Mela", permettono la distribuzione del messaggio di prevenzione contro le droghe, ospitando nei loro spazi espositori contenenti opuscoli che raggiungono così oltre 400 persone a settimana.

La distribuzione di informazioni in forma chiara, semplice, gratuita, in collaborazione con i volontari del gruppo DICO NO ALLA DROGA, DICO SI’ ALLA VITA, finisce spontaneamente in mano al pubblico che più d’ogni altro può avvantaggiarsi di tali informazioni.

“Comprendere gli effetti delle droghe a breve e a lungo termine, su organismo, mente e vita, ha permesso di aiutare decine di migliaia di persone che, in tutto il mondo hanno potuto avere le informazioni corrette e prendere così decisioni più consapevoli per la loro vita e quella delle persone intorno a loro. Non dimentichiamoci infatti che il problema della droga coinvolge, anzi, sconvolge, decine di persone intorno a chi ne fa uso! La prevenzione fa davvero la differenza” ci ha detto il Presidente dell’Associazione Onlus a Verona, Luca Bernardi che, coi suoi volontari fa suo il pensiero del filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard: “Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere”.

Al posto dei test anti droga, comprensione e consapevolezza dei rischi.

L’impegno dei volontari continua affiancandosi alle altre iniziative: raccolta siringhe in città, conferenze nelle scuole, e per la primavera una festa di quartiere per riconquistare l’uso di aree verdi destinate ai bambini.Un grato riconoscimento va alla Chiesa di Scientology di Verona per il continuo supporto.

]]>
SOSTENIAMO LA LOTTA CONTRO LA DROGA Thu, 19 Oct 2017 14:00:41 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456466.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456466.html Alessandro Alessandro L’incaricato della Campagna “Dico no alla droga” del Comune di Cento, a oggi con i suoi volontari, ha distribuito circa 60000 opuscoli informativi.

L’opuscolo informa su sostanze stupefacenti quali: marijuana, hashish, ecstasy, crack, cocaina, metanfetamine, eroina, LSD, alcol, ritalyn e ossicodone.

Il gruppo sta operando da oltre 5 anni per informare i ragazzi sulle droghe e i loro effetti a breve e lungo termine, con l’obbiettivo di prevenire l’avvicinarsi dei giovani al mondo della droga.

La Campagna è promossa dalla Chiesa di Scientology e si ispira alla frase del filosofo e umanitario Ron Hubbard che afferma: “Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere.”

I volontari del “Dico no alla droga” stanno mettendo nelle attivita’ commerciali degli espositori, da cui i ragazzi prendono il loro opuscolo e, come ha riferito un commerciante, lo discutono con i compagni.

Quanto sopra è la dimostrazione che i giovani hanno bisogno delle corrette informazioni sulle droghe.Un sentito ringraziamento alla Chiesa di Scientology per il continuo supporto.

]]>
Prevenzione dalle droghe diffondendo informazione Thu, 19 Oct 2017 13:56:58 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456465.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456465.html Mondo Libero dalla Droga Brescia Mondo Libero dalla Droga Brescia Informiamo i ragazzi, colmiamo la loro curiosità.

I giovani sono curiosi riguardo alle droghe. E' uno dei primi soggetti su cui possono dimostrare la loro autonomia di pensiero. Fa parte del loro mondo, i ragazzi più grandi ne fanno uso. ed è naturale per loro il desiderio di saperne di più!

Per questo i volontari di "Mondo libero dalla droga" distribuiscono materiale informativo. I giovani si pongono delle domande ? Diamogli le risposte, complete sull'argomento. Non dobbiamo spaventarli, dobbiamo informarli pienamente. Questa settimana hanno posizionato 50 opuscoli in alcuni esercizi commerciali. Alcuni negozi hanno infatti preso in carico i materiali di prevenzione "La verità sulla droga"

I libretti contengono tutti le informazioni sulla sostanza trattata. Come si presenta, in che forme è commercializzata. Come la si usa. Che tipo di sballo procura. Che danni fa a medio e lungo termine. Con quali nomi è chiamata nel gergo giovanile.

L'obiettivo è che i ragazzi non abbiano più domande senza risposte e che non si sentano impreparati od ignoranti sull'argomento.

L’informazione è la pietra angolare del cambiamento. Per questo motivo un’ampia serie di materiali educativi, basati su fatti reali e di forte impatto, viene distribuita gratuitamente alle persone tramite i volontari di "Mondo Libero dalla Droga".

Le caratteristiche della iniziativa internazionale.

Attingendo a decenni di esperienza nel campo della prevenzione alla droga, il programma "La Verità sulla Droga" comunica in modo efficace i fatti reali relativi all’uso di droga, sia su base individuale sia tramite comunicazioni ad ampio raggio.

La campagna "La verità sulla droga" è stata istituita dalla Chiesa di Scientology. Tutte le attività della associazione sono non confessionali, non discriminatorie e non a fine di lucro. I materiali di comunicazione sono disponibili per chiunque li voglia esaminare.

Si possono utilizzare per contribuire alla prevenzione sui giovani.

Loro cresceranno nella consapevolezza della piaga che l'uso di sostanze viene a determinare nelle loro vite.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

]]>
NO ALLA DROGA Thu, 19 Oct 2017 13:55:51 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456464.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456464.html Alessandro Alessandro Il gruppo del Dico no alla droga di Ferrara, grazie a diversi volontari, continua a distrubuire gli opuscoli "La Verità sulle droghe". I volontari, vogliono informare correttamente i giovani sul pericolo che corrono usando droghe.
L’opuscolo che sta venendo distribuito inizia parlando della cultura della droga, per poi passare a “Perché le persone fanno uso di droga?” e poi “Come funzionano le droghe?” e per finire con “Le droghe influiscono sulla mente”. Sempre nell’opuscolo ci sono delle informazioni essenziali sulle droghe di uso comune. Le droghe che vengono menzionate sono: alcol, cannabis, marijuana, hashish, ecstasy, cocaina, crack, ritalin, crystal meth e metanfetamine, eroina, LSD e infine l’ossicodone. Per ognuna di queste droghe vengono menzionati i soprannomi comuni e gli effetti a breve e lungo termine. L’intento dei volontari e’ quello di sensibilizzare i giovani sulle droghe, creando una vera e propria cultura di prevenzione, basata sull’informazione e non sulla punizione. Oggigiorno le droghe dilagano e sempre piu’ giovani ne fanno uso, senza conoscere gli effetti devastanti in cui incorrono, ecco che allora una corretta informazione sul soggetto mette la persona nelle condizioni di valutare se fare il primo passo o meno. L'incaricato del gruppo crede fermamente che l’uso/abuso di droghe nella nostra società è frutto della disinformazione di una cultura che ti dice “le hanno usate tutti…”, ed eccoci qui a occuparci di problemi ben piu’ gravi dovuti alle crisi di astinenza e a centri per la disintossicazione. I volontari del gruppo del Dico no alla droga si rifanno al motto del filosofo e umanitario Ron Hubbard che dice: "Le droghe privano la vita dalle gioie e dalle sensazioni, che sono comunque l'unica ragione di vivere".Un sentito ringraziamento va alla Chiesa di Scientology di Verona per il continuo supporto.

]]>
Tavola rotonda: Il Congresso per la Pace a Ginevra nel 1867 Thu, 19 Oct 2017 13:26:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456461.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456461.html Cinzia Cinzia L’Istituto Internazionale di Studi “Giuseppe Garibaldi”

 

L’Associazione Nazionale Reduci

dalla prigionia (A.N.R.P.)

 

invitano alla

 

tavola rotonda

 

Il Congresso per la Pace a Ginevra del 1867

 

 

mercoledì 15 novembre 2017 alle ore 15.30

 

presso la sede della A.N.R.P.

 

in via Labicana n.15/a  - Roma

 

 

 

Moderatore: Lauro Rossi

 

 

1.  Prof. Romano Ugolini, Il “Congrès International de la paix” di Ginevra tra Berlino, Parigi e Firenze

 

2.  Prof. Virgilio Ilari, La polemica di Marx nei confronti di Garibaldi in occasione del Convegno per la pace a Ginevra nel 1867

 

3.  Prof. Franco Tamassia, L’intervento di Garibaldi e il messaggio di Mazzini al Congresso per la Pace (Ginevra 1867)

 

4.  Prof. Dario Fabbri, La reazione del movimento pacifista al primo congresso internazionale della pace dell’Aia del 1899

 

5.  Prof. Lauro Rossi: Garibaldi a Ginevra: diritti, democrazia, pace

 

 

Dibattito

 

La Ligue International de la paix et de la liberté (nata sotto gli auspici di Garibaldi, Hugo e Stuart Mill) nel settembre del 1867 convoca a Ginevra un Congresso internazionale per la pace in concomitanza al secondo Congresso dell’Associazione Internazionale dei Lavoratori che si svolge a Losanna. Al Congresso di Ginevra, oltre correnti di diverso genere (cattolici, liberali, etc.) aderiscono molti internazionalisti reduci dal Congresso di Losanna, molti nomi della democrazia europea (F. Dostoevskij, A. Herzen, L. Blanc, E. Quinet, M. Bakunin) e italiani fra cui Garibaldi. Mazzini, non partecipa al Congresso e si limita ad inviare un messaggio dove sostiene che la pace non è possibile finché libertà e giustizia non sono realizzate ovunque tra i popoli. Il Comité Central della Ligue International conferisce la presidenza onoraria del Congresso a Garibaldi che vi partecipa esponendo con spregiudicatezza le condizioni alle quali si sarebbe potuto realizzare una pace autentica fra i popoli ed in Europa in particolare.

Il 150° anniversario del Congresso di Ginevra per la Pace del 1867 (all’interno di una serie di altri analoghi Congressi precedenti e successivi) merita di essere oggi oggetto di studio per la sua attualità nelle presenti condizioni della situazione europea e internazionale.

 

 

]]>
CONFERENZA PER I DIRITTI DEI BAMBINI Thu, 19 Oct 2017 13:07:43 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456459.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456459.html ChiesaScientologyPordenone ChiesaScientologyPordenone p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120%; }

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani annuncia che terrà una conferenza informativa Venerdì 15 Dicembre presso la sala della Biblioteca Civica di Pordenone.

Il tema saranno i bambini ed i loro diritti, sempre nel campo della Salute Mentale.

Da diversi anni il Comitato è presente sul territorio nazionale, ed anche a Pordenone , dove ha intenzione di portare anche la mostra itinerante “Psichiatria un’Industria di Morte” con l’inizio del nuovo anno.

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata a investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei diritti umani. Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004.

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus è una organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles.

Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal Professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale.

A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. In seguito a ciò, il CCHR elaborò una dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale.

Le funzioni del CCHR sono unicamente quelle di fungere da organo di controllo, lavorando a fianco di molti medici, incluso dottori, scienziati, infermieri e quei pochi psichiatri che hanno preso posizione contro il modello “disturbo biologico/cura farmacologica" che viene continuamente promosso sia dalla psichiatria e dall’industria farmaceutica come mezzo per vendere farmaci. I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

 

]]>
PSICOFARMACI: LA CORRETTA INFORMAZIONE PER COMBATTERNE L'ABUSO, L'ASSUNZIONE DISINFORMATA E RENDERE IL “CONSENSO INFORMATO” UNA REALTA'. Wed, 18 Oct 2017 22:12:48 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456392.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456392.html Riforme Sociali Riforme Sociali

 Il difficile frangente sociale degli ultimi tempi ha fatto registrare un aumento del consumo di psicofarmaci. Roma, 18 ottobre 2017 . Dallo studio Ipsad (Italian Population Survey on Alcohol and other Drugs) condotto dallIstituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (Ifc-Cnr) di Pisa, emerge che 11 milioni di italiani ne fanno uso. Ma possibile che si debba medicalizzare la tristezza e che non ci siano alternative? Su cosa sono basate le diagnosi psichiatriche che portano alla prescrizione dello psicofarmaco?

 

Per fornire informazioni su questi temi, i volontari romani del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) hanno dato il via ad una serie di iniziative di informazione con la diffusione dell'opuscolo Tutto quello che dovresti sapere sugli psicofarmaci. Domenica 22 ottobre infatti li vedremo allopera nella zona di Torrevecchia con lo scopo di raggiungere  centinaia di cittadini e permettere loro di avere  la corretta informazione e la conoscenza del loro diritto alconsenso informato.

 

In particolare nelle pubblicazioni si espone  a chiare lettere che nella medicina generale, lo standard per il “consenso informato” include comunicare la natura della diagnosi, lo scopo di un trattamento o di una procedura proposti, i rischi e i benefici del trattamento proposto, e informare il paziente su terapie alternative così che questi possa fare una scelta consapevole. Gli psichiatri normalmente non informano i pazienti dei trattamenti in cui non sia necessario l’uso di farmaci, né tanto meno prescrivono sufficienti analisi mediche per poter escludere che il loro problema non sia dovuto a una condizione fisica mai curata che si manifesta come sintomo “psichiatrico”. Non informano accuratamente i pazienti sulla natura delle diagnosi che richiederebbero informare il paziente sul fatto che le diagnosi psichiatriche sono del tutto soggettive (basate solo sul comportamento) e non hanno validità scientifico/medica (niente raggi X, esame del cervello, test di squilibrio chimico che dimostrino se qualcuno ha un disturbo mentale).

Tutti i pazienti dovrebbero avere quella che viene chiamata una “diagnosi differenziale”. Il medico si procura i dati completi e conduce un esame fisico completo, esclude tutti i possibili problemi che potrebbero causare un insieme di sintomi e descrive gli eventuali effetti collaterali delle terapie consigliate.

Ci sono numerose alternative alle diagnosi e ai trattamenti psichiatrici, comprese cure mediche standard che non richiedono alcuna etichetta degradante e propriamente psichiatrica, né nessun farmaco che altera la mente.

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata a investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei diritti umani.

Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus è una organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles.

Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal Professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale. A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. In seguito a ciò, il CCHR elaborò una dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale.

 

@@@

 

]]>
1917-2017: 100 anni della Rivoluzione d’Ottobre Wed, 18 Oct 2017 20:20:39 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456385.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456385.html Piattaforma Comunista Piattaforma Comunista Diffondiamo, aderiamo, partecipiamo e invitiamo a fare altrettanto

 

1917-2017: 100 anni della Rivoluzione d’Ottobre

 

Milano, 28/10/2017, CAM Gabelle Via San Marco 45, h.10-16:  

incontro-dibattito

“ATTUALITA’ DELLA RIVOLUZIONE D’OTTOBRE”

 

A breve cadrà l’anniversario del centenario della Rivoluzione Socialista d’Ottobre, il più importante evento dello scorso secolo, una tappa centrale della storia del movimento comunista e operaio.

Sappiamo che le celebrazioni fini a se stesse, come tutti i rituali che non si pongono in connessione con la realtà concreta, non hanno alcun significato per chi si pone come obiettivo la liberazione dallo sfruttamento capitalistico e la trasformazione rivoluzionaria dell’esistente.

Noi proletari rivoluzionari, impegnati nei vari fronti della lotta di classe, guardiamo dunque al centenario della Rivoluzione d’Ottobre non come una vuota giornata commemorativa, ma come un’occasione importate per capirne le ragioni di fondo e sempre valide, per estrarne le lezioni e le linee guida da seguire nelle lotte odierne, per favorire la presa di coscienza rivoluzionaria, sopratutto della classe operaia oggi divisa e spoliticizzata, e avanzare nella prospettiva rivoluzionaria.

Le ragioni di ciò sono semplici ed evidenti.

Oggi come ieri il capitalismo è sfruttamento bestiale degli operai e degli lavoratori oppressi.

Oggi come ieri il capitalismo è miseria per tanti e ricchezze inaudite per un pugno di parassiti.

Oggi come ieri il capitalismo è spoliazione economica e asservimento dei popoli.

Oggi come ieri il capitalismo è reazione su tutta linea, sciovinismo, razzismo e fascismo.

Oggi come ieri il capitalismo genera continuamente infami guerre di rapina.   

Per questo affermiamo l’attualità della Rivoluzione d’Ottobre, l’evento di carattere mondiale che ha confermato la validità della teoria e della tattica del movimento di emancipazione del proletariato, la necessità del Partito leninista e il ruolo delle masse nella storia, particolarmente della classe operaia, costruttrici della nuova società senza sfruttamento, con conquiste sociali impossibili nel capitalismo e un più elevato livello culturale e scientifico.

Per questo affermiamo che di fronte alla barbarie del capitalismo morente l’unica valida alternativa che la classe operaia e i popoli oppressi hanno è la rivoluzione socialista e l’instaurazione del potere proletario, mille volte più democratico della falsa democrazia borghese.

Con questi intenti e con questo spirito promuoviamo un incontro-dibattito a Milano, il 28 ottobre, dalle h. 10 alle h. 16 presso il CAM Ponte delle Gabelle di via S. Marco, 45 (MM Moscova)  per celebrare degnamente e attualizzare l’avvenimento che aprì una nuova epoca nella storia del genere umano, evidenziando il suo fondamentale significato e la sua importanza internazionale, proiettando l’assalto al cielo dei bolscevichi e i suoi storici risultati nello scenario della lotta di classe odierna.

Invitiamo, perciò, tutti i comunisti, gli operai avanzati, i giovani e le donne che sentono la necessità della rivoluzione, gli organismi di lotta dei lavoratori e quelli territoriali, gli antifascisti e i sinceri democratici, tutti coloro che hanno nel cuore l’Ottobre Rosso ad aderire e partecipare a questo incontro-dibattito per  realizzare una celebrazione unitaria e combattiva del 100° anniversario dei dieci giorni che sconvolsero il mondo.

Circolo Itinerante Proletario Georges Politzer

Scintilla Onlus

Per info e adesioni:

cippolitzer@gmail.com  tel. 3703176241 - 3393081842     

 

scintillaonlus@yandex.com   tel. 3318134006

]]>
Grande festa al Castello di Limatola Wed, 18 Oct 2017 09:03:35 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456312.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456312.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione 41 nuovi Discepoli di Escoffier ricevono l’ambita fascia

Nell’incantevole scenario da sogno che offre l'antico e maestoso castello medievale di Limatola, in provincia di Benevento, martedì 24 ottobre, alle ore 19, inizierà la cerimonia di intronizzazione del nuovi iscritti all’Ordine Internazionale dei Discepoli d'Auguste Escoffier. La serata, che sarà ospitata dal castello normanno che sorge su una collina che domina il fiume Volturno, realizzerà il sogno di 35 nuovi iscritti al sodalizio che dopo una introduzione descrittiva della manifestazione alla quale sono invitati tutti gli organi di informazione, prenderà il via dapprima con l’investitura di coloro che l’associazione internazionale ha accettato, in base all’attenta valutazione di un valido curriculum, inviato dai nuovi iscritti, assegnando loro le relative fasce d’Ordine, che è una delle massime onorificenze conseguibili dai professionisti del settore enogastronomico, per poi divenire una serata conviviale con una luculliana cena. La presentazione, dell’intero evento, è stata affidata a Romina Sodano, la ormai affermata conduttrice, sia per questa manifestazione che per tante altre dove si richiede personalità, fascino, professionalità e concreta preparazione dei vari argomenti che vengono proposti. Per una sera il magico castello che rappresenta un luogo incantevole della provincia di Benevento, accoglierà il top dei maestri della cucina da quelli già Discepoli di Escoffier ai nuovi, che il vertice internazionale, nazionale e locale dell’Ordre International des Disciples d’Auguste Escoffier con il Segretario Generale, Bernard-Louis Jaunet, unitamente al Presidente Nazionale italiano Francesco Ammirati ed al Segretario Generale per l’Italia Antonio Torcasso, con il Presidente campano ed il Segretario per la nostra regione, rispettivamente Nicola Di Filippo e Felice Franzese, intronizzeranno. I nuovi discepoli, pronunciando la storica frase “Giuro di trasmettere, servire e onorare la cucina, la sua cultura e la sua continua evoluzione” assumeranno così l’incarico e l’impegno a rispettare lo spirito dell’Ordine di Escoffier, riassunto nella formula del giuramento. Sarà così che in base ad una propria affermata bravura i 38 neo eletti chef (perché 3 fasce sono riservate a personalità che si sono prodigate per dare maggior lustro al sodalizio), potranno affermare apparteniamo ai continuatori della storia del più grande cuoco del mondo Auguste Escoffier definito “cuoco dei re, re dei cuochi”. Nicola Di Filippo, in primis come gli atri discepoli sono gli artefici di quella che a nostro avviso è la cucina che valorizza i prodotti naturali e di eccellenza nella loro naturalezza e bontà offrendo cibi gustosi e salutari al tempo stesso, con una esaltazione dei territori dove si gustano ed il piacere di scoprire o riscoprire attraverso questi anche la storia, cultura e civiltà dei vari paesi del mondo. Proprio come riteneva il creativo e innovatore Auguste Escoffier, personaggio mitico, le cui intuizioni sono alla base della moderna ristorazione, che affermava: “l'arte culinaria deve essere praticata con semplicità, valorizzando sapore e nutrimento dei cibi”, infatti nelle sue ricette Auguste Escoffier tentò di conciliare l’antico con il moderno, studiando prima i ricettari di Antoine-Marie Carême (1784-1833, cuoco e pasticcere parigino) e poi provò ad armonizzarli con la nuova, originale e personale sensibilità del gusto fra l’altro, alleggerendo le salse e semplificando i piatti che spesso avevano forme monumentali. Oltre all’ospitalità per l’evento offerta da Pina Martone con la sua struttura, ed alla disponibilità dell’Executive Chef della struttura Giuseppe Spina, Discepolo di Escoffier che farà degustare agli ospiti della serata le sue leccornie, contribuiranno all’evento l’azienda vinicola Annarumma di Boscoreale per l’aperitivo con la sua Falanghina spumantizzata “Bomba d’Amore”, i vini del marchio di controllo Du Pont de Nemours Italiana S.r.l. Falerno del Massico”, IGT Campania Rosso – Serena”,  “IGT Roccamonfina Rosso – Fiona”, e delle Cantine Calafe di Lapio con sede a Prata Principato Ultra AV ed i suoi“Greco di Tufo” e “Taurasi”, il Panificio “Dolce Pane” di Sant’Anastasia NA, l’Industria carni “Gargiulo”, la “Porchetta D’Alterio” di Ariccia, “Carmeniello U Mozzarellaro” Prodotti esplosivi tutti i giorni di Brezza di CE, “Pastantica” di Antonio Prevete, di Cimitile NA,  l’inconfondibile Nucillo artigianale “’E Curti” di Sant’Anastasia, i Confetti e Cioccolato “Papa”, la Pasticceria e Cioccolateria “Capriccio” e l’Abbigliamento professionale Chef “Goeldlin”.

Ufficio stampa e comunicazione

Giuseppe De Girolamo cell. 3335980858 degirolamogiuseppe@gmail.com 

Romina Sodano            cell. 3662187715 rominasodano@gmail.com

Maria Consiglia Izzo     cell. 3470614994 consiglia.izzo@gmail.com

 

https://it-it.facebook.com/delegazionecampaniaescoffier/

]]>
La Chiesa di Scientology di Roma celebra la Giornata Mondiale della Salute Mentale. Tue, 17 Oct 2017 23:07:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456276.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456276.html Riforme Sociali Riforme Sociali

I volontari della Chiesa di Scientology e del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani  hanno organizzato una giornata di porte aperte in occasione del 10 ottobre Giornata Mondiale della Salute Mentale.

Roma 17 ottobre 2017. Indetta dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) agenzia speciale dell'ONU  per la salute che è stata fondata il 22 luglio 1946 ed entrata in vigore il 7 aprile 1948 con sede a Ginevra.

L'obiettivo dell'OMS, così come precisato nella relativa costituzione, è il raggiungimento da parte di tutte le popolazioni del livello più alto possibile di salute, definita nella medesima costituzione come condizione di completo benessere fisico, mentale e sociale, e non soltanto come assenza di malattia o di infermità.

Ed è proprio nel rispetto dei principi sopra descritti che è stato organizzato dai volontari del CCDU un evento avente lo scopo di informare i partecipanti.  Infatti il  Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata alla difesa dei Diritti Umani nel campo della Salute Mentale.

Le funzioni del CCDU sono unicamente quelle di fungere da organo di controllo, scoprendo e denunciando le violazioni psichiatriche dei Diritti Umani nel campo della Salute Mentale.

Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus è un'organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles. Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale.
A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. In seguito a ciò, il CCHR elaborò una "
Dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale" che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale.

Riconosciuto da uno Speciale Rapporto della Commissione delle Nazioni Unite per i Diritti Umani come fautore di molte grandi riforme che tutelano le persone dagli abusi psichiatrici, il CCHR ha documentato migliaia di casi, i quali dimostrano che i farmaci psichiatrici e le brutali pratiche psichiatriche creano insanita e causano violenza.

Dal 1969 il lavoro del CCHR a livello internazionale ha contribuito a salvare le vite di milioni di persone. Molti paesi hanno ora adottato il consenso informato per il trattamento psichiatrico e il diritto, da parte delle persone che sfortunatamente hanno subito abusi psichiatrici, di essere legalmente rappresentate, di poter fare ricorso e ottenere il risarcimento per i danni subiti.

Il CCDU Onlus in Italia, ha raccolto nel corso degli anni centinaia di denunce e tutelato i diritti di moltissimi cittadini vittime di abusi nel settore della salute mentale. Tra le molte campagne condotte, ricordiamo quella sul consenso informato in relazione all'elettroshock, la serie d'ispezioni a sorpresa, effettuate nei residui manicomiali italiani nei primi anni '90 (che portarono alla loro chiusura), attività d'informazione e sensibilizzazione sui temi dell'uso di psicofarmaci sui minori, sugli anziani e sul trattamento sanitario obbligatorio.

Per ulteriori informazioni: riformesociali@gmail.com

 

]]>
Scintilla n. 83 - edizione speciale per il 100° anniversario della Rivoluzione d'Ottobre Tue, 17 Oct 2017 18:57:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456257.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456257.html Piattaforma Comunista Piattaforma Comunista Care/i compagne/i,

è uscita Scintilla n.83, edizione speciale per il 100° anniversario della Rivoluzione d’Ottobre 

Per scaricare la versione digitale visitate il sito internet

www.piattaformacomunista.com

Leggete, discutete e fate girare Scintilla!

Saluti fraterni.

Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia

 

www.piattaformacomunista.com

 

teoriaeprassi@yahoo.it

]]>
Scintilla n. 83 - edizione speciale per il 100° anniversario della Rivoluzione d'Ottobre Tue, 17 Oct 2017 18:56:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456256.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/456256.html Piattaforma Comunista Piattaforma Comunista Care/i compagne/i,

è uscita Scintilla n.83, edizione speciale per il 100° anniversario della Rivoluzione d’Ottobre 

Per scaricare la versione digitale visitate il sito internet

www.piattaformacomunista.com

Leggete, discutete e fate girare Scintilla!

Saluti fraterni.

Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia

 

www.piattaformacomunista.com

 

teoriaeprassi@yahoo.it

]]>
PunkRococò, la serata di beneficenza a Palazzo Corsini Mon, 16 Oct 2017 15:51:34 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/456134.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/456134.html FILE ONLUS FILE ONLUS Sabato 21 Ottobre, Palazzo Corsini spalanca le porte per ospitare un’esclusiva serata di beneficenza dal dirompente tema #PunkRococò, ideata da Viola Fantoni e Tommaso Bencistà Falorni, già conosciuto in città per le sue eccentriche feste, e realizzata in collaborazione con FILE - Fondazione Italiana di Leniterapia Onlus, con il contributo della Fondazione Biagioni Borgogni ed il supporto di Banca Ifigest. I fondi raccolti attraverso questa prima edizione, contribuiranno a sostenere il servizio gratuito in cure palliative che la Fondazione offre gratuitamente sul territorio.

 

Punk Rococò mixa l’aristocratica eleganza del ‘700 con l’irriverenza anarchica degli anni ’80: tra parrucche in stile Re Sole e chiodi in pelle borchiati, abiti in pizzo da dama abbinati ad acconciature punk, i selezionati ospiti animeranno le sfarzose sale affrescate creando una esplosiva e divertente atmosfera, tra le colorate installazioni di Mazzanti Piume e Jardin Divers, e giochi di luce a cura di Focuss.it.

L’evento si aprirà con un aperitivo di benvenuto offerto da Prinz Beverage & Food, seguirà cena di Gala per 180 ospiti a cura di Galateo Ricevimenti che realizzerà un menù composto da portate firmate da eccellenze dell’enogastronomia locale. Debuttando con antipasto d’oro nero di Savini Tartufi, si passerà ad una prima portata in stile botticelliano dell’Azienda Agricola Visconti, per proseguire con un insolito secondo di Antica Macelleria Falorni e finire in dolcezza con un dessert impreziosito da Giusto Manetti Battiloro, sorseggiando un buon espresso di Caffè Corsini. Tutte le portate della cena saranno accompagnate dall’ottimo vino dei Marchesi Frescobaldi e Barone Ricasoli e prodotti da forno di Cantinetta da Verrazzano.

Ad allietare il convivio, l’esclusiva performance dell’ospite d’onore Drusilla Foer, madrina chick&shock della serata e l'estrazione di ricchi premi offerti da Luisaviaroma.com.

Gli ospiti saranno ritratti dai fotografi Krtistinn Kis e Leonardo Bertuccelli per la realizzazione di una mostra fotografica a cura di Luca Simonetti.

A seguire, dalle ore 23:00, avrà inizio il party per ulteriori 300 persone, powered by Roberto Cavalli Vodka e Peter in Florence London Dry Gin. In consolle, DJ Andrea Anedda porterà in sala dagli intramontabili di tutti i tempi ai più contemporanei sound del funky house, mentre gli obiettivi dei due fotografi cattureranno gli ospiti nelle pose più plastiche. Gli scatti della serata saranno poi pubblicati su Firenze made in Tuscany magazine, media partner dell’evento insieme a RDF 102.7. Tutti i nominativi in grassetto sono partner ufficiali dell'evento.

FILE - Fondazione Italiana di Leniterapia Onlus si adopera ogni giorno per riconoscere alla persona malata il diritto di non soffrire inutilmente: maggiori dignità e qualità della vita sono infatti i capisaldi su cui è fondato il nostro servizio di cure palliative. Grazie alla professionalità e alla presenza costante di 25 operatori sanitari e di numerosi volontari, la nostra Fondazione rappresenta una sicurezza per i malati gravi e per le loro famiglie: queste persone, infatti, non vengono mai lasciate sole e possono contare su un aiuto qualificato in qualsiasi momento. Dal 2002 ad oggi abbiamo assistito migliaia di pazienti nelle città di Firenze, Prato e nelle loro province e, solamente lo scorso anno, ci siamo presi cura di circa 1.800 persone sia nelle loro case che in hospice. Anche i familiari dei pazienti hanno per noi un’importanza fondamentale: sono infatti affiancati sia durante il percorso di malattia che nella successiva fase di elaborazione delle loro perdite attraverso la possibilità di partecipare a gruppi di auto mutuo aiuto per l’elaborazione del lutto. Inoltre, abbiamo sviluppato forme di sostegno mirate nei confronti di bambini e adolescenti eventualmente presenti nel nucleo familiare che ha subìto una perdita per aiutarli a superare la difficile prova che stanno vivendo, considerandone i bisogni affettivi, le difficoltà emozionali ed i disagi relazionali.

 

#punkrococo     #fileonlus

 

INFO E PREVENDITE

Prevendita Gala Dinner

Silvia Groppa  Tel. 055 2001212 – e-mail: s.groppa@leniterapia.it

 

Prevendita Party https://www.eventbrite.it/e/biglietti-punk-rococo-the-party-38535251976

]]>
L’Amira campana, proiettata verso il Congresso Nazionale Sun, 15 Oct 2017 22:27:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456031.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/456031.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione L’appuntamento ad Ischia dal 26 al 30 novembre

Da un po’ di tempo l’Amira (Associazione Maîtres Italiani Ristoranti e Alberghi), ci stupisce sempre più per le brillanti iniziative che il Fiduciario della sezione di Napoli Giuseppe Fraia, direttore di Villa Lucrezio a Napoli, unitamente con il suo vice fiduciario Dario Duro e con il segretario del sodalizio, sempre per la sezione napoletana, Raffele Cuccurullo, maître di Villa Lucrezio, riescono a mettere in atto per un rilancio di una delle Associazioni dell’accoglienza ed ospitalità più storiche d’Italia. Giorni addietro, infatti, è stata realizzata una riunione dei soci dell’Amira, invitando anche giornalisti ed altre personaggi di spicco dell’imprenditorialità e della cultura della Campania ed i tre personaggi su citati, hanno svolto una relazione sull’organizzazione di ambiziosi e futuri eventi che possano dare un gran rilancio alla loro amata Amira al fine di stimolare interesse prioritariamente nei giovani, ma anche nei già veterani soci, affinchè questa associazione, che un po’ come altre forse per la crisi che ha attanagliato l’economia italiana e mondiale negli ultimi anni aveva diminuito quel suo sviluppo ed importanza, possa tornare al suo grande splendore che ha avuto dalla nascita. L’Amira, che vanta la sua nascita nel 1955 a Milano presso il Ristorante Savini, dall’idea del direttore di sala di questa struttura Comm. Ferniani, ricordiamo che è l’unica associazione riconosciuta giuridicamente con D.P.C.M. del 7-07 1994 G.Uff. 1/10-94. Questa Associazione, senza scopi di lucro, a carattere esclusivamente professionale, che conta ben 50 sezioni nell’intero Stivale, è quanto di più storico e valido possa esserci, per la qualificazione di un Maître, che con il suo distintivo farfallino d’oro o anche d’argento, rappresenta una delle tante categorie di professionisti, che operano nei grandi alberghi e ristoranti, e che quotidianamente offrono accoglienza e professionalità, ai tantissimi clienti e turisti che sono una fonte primaria e necessaria per lo sviluppo economico nel settore dei servizi della ricettività. Nel corso dell’incontro il prof. Piero Ferretti, docente dell’Ipsar Duca di Buonvicino a Calata Capodichino NA, emblema di una famiglia che ha speso la propria vita per potare all’apice del successo l’accoglienza turistica e l’insegnamento a questa professione, è stato chiamato al tavolo degli oratori, per ricevere il farfallino dell’Amira ed un certificato di iscrizione al sodalizio quale socio onorario, riconoscimenti che erano stati già attribuiti ai suoi genitori ed in particolare a mamma Lya, una mamma per tutti coloro che l’hanno conosciuta per la sua grande bontà, umanità e disponibilità al fine di infondere, anzitutto nei giovani, insegnamenti per successi di vita. Val la pena ricordare che l’indimenticabile Lya è stata la punta di diamante dell’enogastronomia per gli istituti alberghieri con suo marito Mimmo, persone che tutti coloro che hanno avuto l’opportunità e la fortuna di conoscerli ricordano anche per la loro imprenditorialità con il loro bellissimo albergo non a caso a Diamante. Personaggi che hanno dato vita veramente ad un grande spazio della enologia, gastronomia, buon beverage e insegnamenti di comportamenti, comunicazione e comunicatività, bon ton e tant’altro, in particolare Mimmo per essere stato il fautore della creazione degli istituti alberghieri in Campania e Lya per aver scritto tanti libri oltre che sull’enogastronomia anche di testo per la docenza scolastica. Principale argomento trattato in questo incontro Amira con tanti soci e giornalisti intervenuti, sono state le tematiche e l’organizzazione partecipativa della sezione napoletana al 62° congresso internazionale Amira  che si terrà ad Ischia (sezione costola insieme a Procida di quella di Napoli con il proprio fiduciario Salvatore Trapanese),  dal 26 al 30 novembre, ospitato dal Sorriso  Resort Thermae & Spa, splendida struttura emblema della sorridente accoglienza che Ischia offre anche attraverso l’ospitalità che l’affascinante P.R. di questo hotel di Forio, Luana Pezzuto sa egregiamente proporre. Questo anche al fine di dimostrare, come fatto già in tre precedenti congressi tenutisi in Campania all’epoca del fiduciariato riconfermato per ben 42 anni al Gran Maestro della Ristorazione Cav. Giuseppe Di Napoli, che ha voluto poi cedere lo scettro per un passaggio ai più giovani delle sue competenze e lavoro organizzativo, che la Campania può continuare a fare esprimere con giudizi positivissimi sul suo operato anche nelle occasioni di così grande spessore. Ad ospitare l’incontro ed a renderlo ancora più interessante ed attraente è stata l’incantevole struttura del Baia Marinella restaurant in via Napoli, 4 a Pozzuoli (NA), un luogo unico sul territorio, per bellezza, funzionalità, cucina e servizi che è in grado di offrire per la sua esperienza ventennale nel settore della ristorazione e del banqueting, una nuova idea di intrattenimento per fare di ogni evento un evento unico ed indimenticabile. Strutturata con la sua sala Flegrea interna con capienza di 100 posti, le pedane Nisida e Posillipo direttamente sul mare, con capienza rispettivamente di 140 e 70 posti, un lounge bar panoramico sulla terrazza con capienza di 40 posti, una pedana solarium per trascorrere una giornata in pieno relax, restando comodamente sdraiati sul lettino e con la possibilità di degustare le specialità a buffet della casa, la possibilità di sosta auto proprio di fronte ed ancor più, a soli 50 metri dal locale, nel parcheggio multipiano comunale di via San Francesco ai Gerolomini a Pozzuoli, questo locale resta il posto ideale per realizzare un sogno sul mare. A contornare l’efficienza del tutto ci pensano poi Roberto Migliorato, e Rosario Gaudino, titolari della struttura con il maître Amira Paolo Ripa direttore di sala e lo chef. I titolari hanno voluto ricordare che intendono offrire “L’Eccellenza al servizio del Cliente” citando quanto sostenuto da Anthelme Brillat-Savarin, nella sua Fisiologia del gusto, 1825: «Il piacere della tavola è di tutte le età, di tutte le condizioni sociali, di tutti i paesi e di tutti i giorni; può associarsi a tutti gli altri piaceri, e resta ultimo a consolarci della loro perdita».

Il piacere di un così interessante e bel pomeriggio sul mare del golfo flegreo con la visione di Sorrento Punta Campanella, Capri, Procida, Ischia e più vicine Nisida a sinistra e Monte di Procida a destra sono state quasi un segno premonitore che le idee sviluppate nel corso di questo incontro, moderato da Dario Duro anche nel momento di interventi dei vari giornalisti come Sabrina Abbrunzo di Capri Event o anche della nota imprenditrice Antonella Tizzano titolare con il marito Gennaro Esposito di due stupende strutture: il ristorante “Tenuta Casa Maryá” ad Ercolano e “l’Hotel relais Maresca” con il suo ristorante “Terrazza Maresca” a Capri, possano prendere a navigare verso nuove mete di sviluppo dell’Amira.

Si è così, a chiusura dei lavori, festeggiato e brindato con degustazione di finger food offerti dalla struttura ospitante l’evento ed i prelibati vini offerti da  Oreste De Santis titolare della giovane azienda vinicola “Macchie S. Maria”, che a Montemiletto AV, lavora le uve del territorio con dedizione e costante ricerca della qualità nel rispetto dell’ambiente per la valorizzazione massima delle tipicità dei prodotti di zona proponendo la qualità dell’autentico made in Italy  a livello internazionale. Poi ancora degustazione di bruschettine con gli autentici pomodorini del piennolo del Vesuvio Dop e pomodorini gialli col pizzo del monte Somma, che con gran passione Davide Valletta e Giovanna Capasso con la loro azienda agricola “Terra Viva del Vesuvio” producono a Somma Vesuviana. Una azienda partecipe alla riunione Amira, che ha voluto offrire anche altri famosi ed inimitabili prodotti, sempre di loro produzione nelle terre alle falde del Vesuvio, come le famose noci, le albicocche, le uve Catalanesca, Tintarella, Sciascinoso e Per’ e Palummo, uvaggi autoctoni, con i quali Davide e Giovanna danno luogo a eccellenti vini espressione viva e sincera di un territorio che ha tanto da offrire attraverso le sue terre con i suoi prodotti, che in terreni e condizioni microclimatiche uniche, se trattati nella crescita, raccolto e lavorazione da persone che vogliono emergere sempre più, come questa azienda, danno vita a vini grandi nell’esprimere un amore che vive chi vuole dedicarsi alla propria terra, senza lasciarla per trovare migliori opportunità di lavoro e sacrificandosi per conservarla e tramandarla nella sua autenticità e bontà. A far da contorno a tutti questi prodotti veramente artigianali, è intervenuto anche Francesco Perna con la sua Azienda “Cristino” di Montecalvo Irpino (AV), facendo assaporare i suoi tarallini Artigianali dai vari gusti, e gli originali “Tegami di pane” come li definisce l’azienda produttrice, ma che per chi li ha provati preferirebbe considerarli dei deliziosi quanto gustosi contenitori dove impiattare e servire prelibate leccornie per rafforzarne il pregio e la presentazione visiva, permettendo inoltre alla pietanza presentata di conservare tutti gli aromi, sentori, sapori e gusti  fino all’assaporamento, nel momento che nel servirli si solleva il coperchio (di pan biscottato come l’intero pan tegame), come avvenuto  per l’occasione dove sono stati proposti ripieni di polipetti alla Luciana o cozze a zuppa che in un luogo come quello del Baia Marinella trasfondeva nei degustatori “’O mare ‘e Napule” rifacendoci alla nota melodia di “Mandulinata A Napule” di E. Murolo e Tagliaferro. In chiusura, una degustazione di “Mojtello”, l'innovazione Italiana che interpreta la tradizione Cubana realizzata da Fabio Rinaldi, ha preceduto i saluti fra gli intervenuti con l’annuncio di nuova riunione di sezione, da tenersi prima della data del congresso nazionale in data e luogo da destinare, ma sempre itinerante come vuole la dinamicità dell’attuale gruppo dirigente per avere un più vivo contatto con tutto il territorio e tutti gli iscritti.

 

Giuseppe De Girolamo

]]>
newsletter Arca 2000 - autunno Sun, 15 Oct 2017 20:59:22 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/animaliste/456694.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/animaliste/456694.html arca2000 arca2000

agnello2castelf.jpg

Arca 2000 diritti dell’animale malato – autunno 2017 – appelli, proteste, mail bombing in aiuto dei nostri amici animali

 

Vergogna a Castelfidardo (An) Salviamo l’agnello messo in palio come premio.

 

Cari amici vi chiediamo 5 minuti del vostro tempo per sottoscrivere questa mail bombing a seguito di segnalazione di una cittadina che ci ha fatto conoscere questo ennesimo triste e squallido episodio di maltrattamento di animali accompagnato dal lassismo delle autorità preposte:

 

Per l’agnello di Castelfidardo (An) messo in palio come premio, il 17 settembre, alla Festa della Crocetta (promossa dalla Curia), malgrado l’esistenza di un regolamento comunale che vieta l’utilizzo di animali come premi e vincite. La “stima dell’agnello” così viene chiamato il gioco consiste nello stimare il peso dell’agnello specificando chilogrammi ed ettogrammi. La pesata viene effettuata alle 22.30 circa. Chi vince prende l’agnello e non altro premio sostitutivo. In caso di più vincitori questi devono accordarsi sulla suddivisione del premio entro mezz’ora dalla fine del gioco”  

Praticamente l’agnello può essere anche suddiviso, come se fosse un pezzo di pane!

Vogliamo ricordare al Sindaco, alla Polizia Municipale e alle autorità preposte ai controlli che gli animali non sono oggetti? E perché i vigili presenti a questa festa non hanno fatto rispettare il regolamento comunale per il benessere degli animali? E chi ha dato il permesso per svolgere tale abominevole gioco in barba a leggi e regolamenti?

castelfidardoagnello1.jpg

 

FACCIAMO SENTIRE LA NOSTRA VOCE:

inviare il SOTTOSTANTE messaggio (copia e incolla in verde) ai seguenti indirizzi:

sindaco@comune.castelfidardo.an.it; centrale.pm@comune.castelfidardo.an.it; rominacalvani@comune.castelfidardo.an.it; curia@diocesi.ancona.it;

cc: cronaca@corriereadriatico.it ; redazioneweb@corriereadriatico.it; tg.marche@rai.it; dillo@dissapore.com; arcanimali@alice.it; ansa.marche@ansa.it;

 

oggetto: Stop alla stima dell’agnello

 

Spett. Organi in intestazione, siamo venuti a sapere che a Castelfidardo (An) il 17 settembre scorso si è svolto un gioco chiamato “Stima dell’agnello” promosso dal comitato “Crocetta in festa”. Leggiamo nel regolamento che un agnellino viene dato in premio a chi riuscirà a stimare il suo peso. “La pesata avviene alle ore 10.30 e se i vincitori saranno diversi il premio sarà suddiviso”

Facciamo presente che i giochi con premi di animali vivi sono proibiti e vietati dal regolamento per il benessere degli animali deliberato dal Comune di Castelfidardo che recita:  Art. 14 “Divieto di offrire animali in premio e vincita”

1. E’ fatto assoluto divieto su tutto il territorio comunale di offrire animali, sia cuccioli che adulti, in premio o vincita di giochi.

2. Nei confronti dei soggetti che contravvengono alla suddetta disposizione, viene disposta la chiusura o la sospensione dell’attività per l’intera giornata, oltre all’applicazione della sanzione amministrativa di cui al presente regolamento.

Inoltre, gli animali condotti da altri comuni ai mercati, alle fiere ed alle esposizioni devono essere scortati dalla dichiarazione di provenienza prevista dall'art. 31 del presente regolamento, eventualmente integrata dall'attestazione sanitaria di cui al successivo art. 32.(Regolamento di Polizia Veterinaria).

      Malgrado i molteplici regolamenti e divieti, succitati, non ci risulta che il gioco sia stato sospeso o chiuso, e ci chiediamo come mai.

Pertanto invitiamo il Sindaco e la Polizia Municipale a far rispettare  la legge onde evitare il ripetersi di manifestazioni aberranti e diseducative degne del più barbaro medioevo, dove gli animali sono trattati alla stregua di oggetti.

Le associazioni animaliste e zoofile si impegnano fin da ora a vigilare su ogni futura violazione di legge per denunciarla presso la competente autorità giudiziaria. Fermo restando che la stessa autorità comunale, che ha deliberato il regolamento per il benessere degli animali, deve accertare le relative violazioni e comminare le previste  sanzioni.

 

Nome e cognome

Città

Associazione Arca 2000 diritti dell’animale malato

S.Benedetto del Tronto (Ap)

www.arca2000.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

]]>