Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ecologia e Ambiente Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ecologia e Ambiente Sun, 17 Nov 2019 18:28:16 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/1 HACK4SEA Copernicus Hackathon Thu, 14 Nov 2019 17:36:02 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/606949.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/606949.html GEOsmartcampus GEOsmartcampus  

Copernicus è il programma di osservazione e monitoraggio della Terra dell’Unione europea dedicato all’osservazione del nostro pianeta e dei suoi ecosistemi a beneficio dei cittadini europei.

Copernicus, rendendo liberamente disponibili e accessibili dati, analisi, previsioni e mappe, apre un considerevole ventaglio di possibilità allo sviluppo di nuove applicazioni e servizi innovativi in grado di rispondere alle esigenze di specifici gruppi di utenti, in campo economico, culturale o ricreativo, dalla pianificazione urbana alla navigazione, dalle assicurazioni all’archeologia.

#HACK4SEA è uno dei Copernicus Hackathon, cofinanziati dalla Commissione europea e previsti dall’Agenda 2030, che intende stimolare e promuovere l’uso dei dati delle costellazioni satellitari Copernicus e dei servizi associati per ideare e diffondere soluzioni, prodotti e applicazioni innovative.

I temi dell’Hackathon saranno il mare e le coste del Lazio, negli ambiti legati alle attuali sfide della salvaguardia ambientale, del controllo delle infrastrutture logistiche portuali e del turismo.

L’evento si terrà il 16 e 17 Novembre nella straordinaria location offerta dal Castello di Santa Severa (Roma) tra le antiche mura del complesso monumentale-gioiello che rappresenta un patrimonio di inestimabile valore sia storico che culturale.

I promotori dell’iniziativa sono Lazio Innova, Geo-K (spin-off Università di Tor Vergata) e l’associazione di imprese Lazio Connect . GEOSMARTCAMPUS sarà presente in Giuria in qualità di Partner per assegnare un Premio Speciale ai progetti vincitori.

Durante l’Hackathon i partecipanti, provenienti da diversi settori così da incrociare competenze ed expertise eterogenee in un’ottica di culture crossing, concorreranno lavorando in piccoli team allo sviluppo di prototipi e prove di fattibiltà di nuovi software e soluzioni innovative, servendosi dei dati open source di Copernicus.

L’evento è aperto a tutti, studenti, imprenditori ricercatori e professionisti del settore; per le persone che accosteranno il programma Copernicus per la prima volta sarà presente un team di data experts e business coaches pronti a condividere i propri saperi e scambiare idee.

Per saperne di più visita il sito www.geosmartcampus.it

#mare #coste #water #ecosistema #ambiente #risorsenaturali #gis #geospatial #analysis #remotesensing #spazio #satelliti #startuppers #makers #innovators #competittion #innovazione #socialinnovation #smartsociety #Geo-K #UniversitàdiTorVergata #LazioConnect #LazioInnova #Geosmartcampus

 

]]>
Ne Ho Pieno l’Armadio! Natale, i "Regali Utili" e “L’utilità delle cose regalate”. Thu, 31 Oct 2019 12:19:06 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/605059.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/605059.html V. A. Carlo Cozzetto V. A. Carlo Cozzetto "OH! A Natale non più di 60 euro a regalo mi raccomando!” Anche quest'anno, come tutti gli anni, si presenta il problema del "Regalo di Natale Utile" che notoriamente sarà un maglione, una sciarpa, un cappello, o al limite un paio di scarpe, così come cacao e caffè equosolidali sicuramente utili, ma non indispensabili. Perché?
Qui comincia l’avventura del sig. Bonaventura… Scherzavo! Come scegliere di fare un Regalo Utile ai tempi di Greta Thunberg paladina dell’ecologia a tutti i costi?
Scherzavo, ancora. Ma vero è che la piccola svedese, ha svegliato le coscienze di molti giovani, le nostre future generazioni, e chi di noi, tra i più attempati, non si è rivisto giovane e impegnato ai tempi della nascita del primo movimento ecologista globale, del No Nukes? Cosa c’entra tutto questo con i regali di Natale? Se a Natale è giusto fare un Regalo Utile bisogna allargare il concetto di utilità e, quindi, alla Natura e all'Ambiente, pertanto non sarà solo un regalo per la persona che lo riceverà ma un regalo per così dire “allargato”.  Vi pongo una domanda: “Avete mai pensato regalare qualcosa di così personalizzato e personalizzabile che nessuno tra coloro che lo riceveranno potrà riciclarlo né il prossimo Natale né in occasione del vostro compleanno?” Io ho trovato una soluzione, o meglio, l'opportunità di fare un regalo unico e personalizzabile, ma anche e soprattutto ecologico, eco sostenibile e a zero impatto ambientale. I costi sono abbordabili e a partire da 38 Euro viene offerta l’opportunità di diventare proprietari di un piccolo appezzamento di terreno in una Riserva Naturale, un costo accessibile a tutte le tasche, anche per appezzamenti di riserva più importanti. In nome dell’eco sostenibilità sono disponibili sul sito anche numerosi gadget e accessori che andranno a finanziare le attività di conservazione ambientale.

Si tratta di uno, forse l’unico, Crowdfunding Ecologista che consente ai sostenitori di  poter controllare personalmente tutti i progetti che vengono realizzati nel corso del piano quinquennale, il terzo è stato presentato a inizio del 2019. Questo Crowdfunding si chiama Highland Titles, ecco di cosa si occupa:

Nata nel 2006, già dal 2007 recupera grandi appezzamenti di terreno strappati alle foreste e utilizzati dall’uomo per la Silvicoltura Industriale e Agricoltura Intensiva  quindi, trasformarli in Riserve Naturali.
A tutt’oggi le Riserve Naturali sono due, la prima e quindi “storica” Glencoe Wood in Duror e la seconda Mountainview in Lochaber dove di recente sono cominciati i primi lavori di recupero ambientale con la posa di oltre 2500 piante. Contemporaneamente al ripristino ambientale con alberi e piante autoctone, i volontari si prendono cura anche della Fauna Selvatica che torna, per lo più spontaneamente, a vivere e a riprodursi all'interno dell'ambiente ripristinato. All’interno delle riserve sono state previste vere e proprie zone in natura, attrezzate e riservate alla cura e alla riabilitazione delle creature che vivono nelle Riserve.

Per inciso, Highland Titles non chiede alcun finanziamento governativo o europeo per la realizzazione dei progetti presentati nei suoi piani quinquennali. Andiamo a vedere la realizzazione dei progetti più recenti: Highland Titles è già nota per avere costruito il più grande centro europeo adibito all’assistenza,  riabilitazione e cura del Felis Silvestris Grampia, il gatto selvatico scozzese, è stato ormai dichiarato  "funzionalmente estinto" da più di una autorità competente. La zona di foresta adibita a questo iconico felino è di circa 5 acri e completamente recintata, fino a qualche tempo fa ospitava 3 gatti selvatici arrivati cuccioli e addestrati a sopravvivere, una volta messi in condizioni di uscire dall’area recintata, sono usciti e dei tre, solo una è tornata, gli altri due sono liberi in natura, in luogo non reso pubblico e controllati da radiocollare.

Attualmente, sta portando a termine la costruzione di una Clinica Veterinaria dedicata al Riccio, per intenderci il Porcospino, ebbene si, anche la popolazione di ricci è ormai arrivata ai livelli di guardia e, mentre dalle nostre parti è arrivata la moda di acquistarli come animali d’affezione che vivranno in una gabbietta, nei nostri appartamenti per il resto dei loro giorni, nella Riserva Naturale di Glencoe Wood è nata un'area dedicata esclusivamente a “Residenza Fissa” per questi dolcissimi animaletti pungenti.

Un’altra impresa, che personalmente definisco “titanica”, è stata il portare a termine la pista ciclopedonale che adesso è finalmente praticabile per circa sessanta chilometri, il tragitto parte da Glencoe, attraversa tutto l’entroterra e la Riserva  di Glencoe Wood arrivando fino alle porte di Oban evitando i pericoli della Statale A828. Di importanza fondamentale per il completamento funzionale della ciclopedonale è stata La posa del ponte sul Salachan Burn, che rende l'attraversare in bicicletta o in passeggiata della Riserva una vera avventura che rimane impressa nella mente di tutti gli oltre 10.000 visitatori che ogni anno arrivano da ogni angolo del mondo per visitare il piccolo pezzo di riserva naturale. Le recensioni lasciate dai visitatori/sostenitori su Trust PilotTrip AdvisorScottish Tourist Board, da 5 anni a questa parte, segnalano la Riserva di Glencoe Wood come eccellenza turistica e, tra i primi 5 luoghi da visitare assolutamente durante un viaggio in Scozia. Tutto questo è stato finanziato nel tempo da oltre 150.000 Sostenitori che da tutto il mondo decidono di regalare a qualcuno, un piccolo pezzo di Riserva Naturale a ogni occasione che si presenti.  

Da quest’anno Highland Titles offre una novità, sono in vendita anche piccoli appezzamenti di riserva per coppie, ovvero due terreni di uguali dimensioni vicini uno all’altro, li trovate nel “Negozio degli Accessori” del sito italiano www.highlandtitles.it Highland Titles ha posto in riparo i suoi futuri sostenitori dell’ultimo momento rendendo disponibile le certificazioni di proprietà in formato elettronico, che una volta scaricati dal proprio account, potranno essere stampati con la stampante di casa, in attesa dell’arrivo tramite Royal Mail/Poste Italiane dei documenti ufficiali. Ma non finisce qui, esiste anche un lato “dilettevole” e “goliardico” per chi acquista o regala questi terreni, al momento dell'acquisto, Highland Titles consente la scelta del Titolo di "Laird", secondo le leggi “feudali” infatti il proprietario principale del terreno può fregiare i Sostenitori del Progetto di questo titolo che, può essere scelto anche in versione più "British" in Lord per lui e Lady per lei. Chiaramente i titoli sono puramente decorativi e non hanno alcun valore di nobiltà, ma come scrisse Dante nel suo Convivio: “La stirpe non fa le singulari persone nobili, ma le singulari persone fanno nobile la stirpe.”
Ovviamente “il Regalo è per sempre!”

V. A. Carlo Cozzetto
]]>
Pioppicoltura e servizi naturali per rispondere alla crisi climatica: Panguaneta è campione di sostenibilità Wed, 30 Oct 2019 09:46:40 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/604941.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/604941.html FSC Italia FSC Italia Conservazione della biodiversità, stoccaggio della CO2, riduzione dell’erosione del suolo e valorizzazione turistico-ricreativa e paesaggistica: per la prima volta, il benessere prodotto dalla pioppicoltura sostenibile lungo alcune aree golenali del Po e lungo il fiume Oglio è stato misurato scientificamente secondo la procedura di certificazione internazionale del Forest Stewardship Council® (FSC®).

Sabbioneta, 30/10/2019 - Alberi e piantagioni come migliori alleati per combattere gli impatti negativi del climate change: arriva dall’Italia un contributo positivo per rispondere all’emergenza climatica con la certificazione dei servizi naturali di 352 ettari di pioppeto nelle province di Mantova e Parma, a poche settimane di distanza dal Climate Action Summit dell’ONU, la conferenza mondiale organizzata a New York per discutere nuovi percorsi e azioni pratiche.

Panguaneta s.p.a diventa così la prima grande realtà del settore ad aver ottenuto con la sua Azienda Agricola Rosa Anna e Rosa Luigia s.s. la verifica degli impatti di gestione su quattro importanti fattori come conservazione della biodiversità, stoccaggio della CO2, riduzione dell’erosione del suolo e miglioramento del paesaggio. L’azienda mantovana, che nel 2020 festeggerà i 60 anni dalla fondazione, ha una lunga storia di sostenibilità alle spalle: dalla filiera a km 0 alla certificazione dei prodotti e dei processi secondo riconosciuti standard internazionali, dalla limitazione nell’uso di fitofarmaci all’uso degli scarti di lavorazione per la produzione di energia, Panguaneta ha recentemente stretto un accordo con il Parco Regionale Oglio Sud per la gestione di 20 ha di boschi nelle aree golenali distribute nella confluenza tra i fiumi Oglio e Po. L’accordo di gestione è stato sottoscritto per rispondere ai requisiti dello standard di gestione forestale sostenibile FSC, che richiede ai pioppicoltori di riservare almeno il 10% della superficie gestita ad aree naturali e programmi di conservazione della biodiversità.

I servizi naturali verificati
Il pioppeto certificato FSC® ha ottenuto la certificazione dei servizi ambientali secondo un metodo promosso da FSC®, organizzazione internazionale non governativa, indipendente e senza scopo di lucro, nata nel 1993 per promuovere la gestione responsabile di foreste e piantagioni. Grazie al supporto tecnico di Etifor, spin-off dell’Università di Padova, Panguaneta ha potuto calcolare scientificamente gli impatti positivi della gestione responsabile dei propri pioppeti, con numeri da primato: 37 gli ettari dedicati alla conservazione della biodiversità, pari a quasi 61 campi da calcio; 1.866 tonnellate di CO2 stoccate, equivalenti alle emissioni annuali di 145 famiglie italiane; 123 tonnellate di suolo sottratto all’erosione, un peso equiparabile a quello di 45 elefanti africani; 352 ettari di aree valorizzate per scopi turistico-ricreativi e paesaggistici.

Panguaneta è stata la prima grande azienda di trasformazione del pioppo a verificare i benefici della gestione responsabile delle sue attività e la seconda realtà in Italia ad ottenere questa verifica.

"Siamo orgogliosi di questo progetto e di aver gettato le basi per le imprese per un nuovo modo di intendere l'impegno per il pianeta - afferma Miriam Tenca, AD Panguaneta: una sostenibilità di impresa, attenta al futuro, alle persone, al territorio, alle tecnologie e aperta a nuove forme di collaborazione con partner strategici come Etifor e FSC®. La sfida è di lavorare in sinergia e aprire il proprio business a scelte e inve-stimenti di qualità e rispettosi dell'ambiente".

Pioppicoltura e sviluppo sostenibili
Le piantagioni forestali - come i pioppeti in Italia – sono formazioni forestali artificiali e rappresentano solo il 7% delle foreste mondiali; tuttavia, circa un terzo dei prodotti in legno e carta utilizzati ogni giorno proviene da piantagioni: un fattore che le rende vitali per la salvaguardia delle foreste naturali, che altrimenti sarebbero sottoposte ad una pressione maggiore. Piantagioni gestite con principi di sostenibilità possono inoltre dare un contributo decisivo nello stoccaggio del carbonio e nella conservazione della biodiversità, fornendo vantaggi reali alle comunità del territorio.

L’importante traguardo raggiunto in questi giorni da Panguaneta, il primo di questo tipo nel settore, si allinea così anche agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals, SDGs), 17 punti di azione inseriti all’interno dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile dell’ONU: in particolare, la verifica dei servizi naturali delle aree verdi di Panguaneta risponde agli obiettivi 12 (Produzione e consumo responsabili), 13 (Lotta contro la crisi climatica), 15 (Vita sulla Terra) e 17 (Partnership per gli obiettivi).

]]>
LeoVegas.it lancia “Save Oceans spin” in occasione dell’ International Day of Climate Action Mon, 21 Oct 2019 22:09:04 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/603898.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/603898.html The Betting Coach The Betting Coach

LeoVegas.it lancia “Save Oceans spin” in occasione dell’ International Day of Climate Action

Sei slot e un montepremi totale pari a 4.000 euro interamente devoluto ad una delle più importanti associazioni per la tutela dell’ambiente

Il cambiamento climatico sta deteriorando il nostro pianeta: a poco a poco i mari, gli oceani e le risorse ittiche si esauriranno, fortemente danneggiate dal surriscaldamento globale.

In occasione dell’ “International Day of Climate Action” del 24 ottobre, LeoVegas.it lancia oggi “Save Oceans spin”: una promo speciale che prevede un montepremi pari a 4.000 euro e una donazione della stessa cifra interamente devoluta a una tra le più importanti associazioni che si occupa della tutela per l’ambiente.

“È il momento che l’intera società si impegni attivando strategie eco-sostenibili. Presto le politiche per il rispetto dell’ambiente non saranno più sufficienti; è il momento di agire e di contribuire alla salvaguardia del nostro pianeta!”

Fino a domenica 27 ottobre, la digital Entertainment company svedese, leader nel settore del gioco online, lancia una promo “sostenibile” che, in vista della giornata internazionale per il clima, prevede diversi bonus.

Clicca qui per tutte le info su LeoVegas.it

I giocatori che effettueranno un minimo di 20 spin sulle slot Aloha! Cluster PaysJumanjiWild WaterButterfly StaxxFinn and the Swirly SpinBerryburst Max accumuleranno punti per entrare a far parte di una classifica speciale: il primo classificato riceverà un bonus pari a 850 euro.

Le slot selezionate sono parte di NetEnt, provider che offre soluzioni di gioco premium ad alcuni degli operatori di casinò online di maggior successo al mondo, tra cui LeoVegas.

Per maggiori informazioni: www.leovegas.it/it-it/promozioni/save-oceans-spin

]]>
Construction Equipment Market will reach approximately at USD 200 Bn by 2025, with a CAGR of 8 % during the forecast period (2019-2022) Thu, 17 Oct 2019 13:08:13 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/603428.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/603428.html Automotive Market Research Reports Automotive Market Research Reports global construction equipment market is growing rapidly with the technological advancements and the wide adoption of this equipment across the construction industry, which is burgeoning, worldwide. The largest end-use market for this product is infrastructure especially in emerging markets like India, China, and Brazil. Furthermore, the growing infrastructural development activities along with the rapid urbanization are increasing the market growth for this equipment.

The global construction equipment market size is expected to cross USD 200 billion mark by the end of the forecasted with a reportable growth of approximately 8% by 2022.

Get a FREE Sample Report with Complete TOC @ 

https://www.marketresearchfuture.com/sample_request/1963

Study Objectives of Construction Equipment Market:

To provide detailed analysis of the market structure along with forecast for the next 6 years of various segments and sub-segments of the Global Construction Equipment market.

To provide insights about factors affecting the market growth.

To analyze the Global Construction Equipment Market based on various factors- price analysis, supply chain analysis, porters five force analysis etc.

To provide historical and forecast revenue of the market segments and sub-segments with respect to four main geographies and their countries- North America, Europe, APAC, and Rest of the World (ROW).

To provide country level analysis of the market with respect to the current market size and future prospective.

To provide country level analysis of the market for segment by equipment, application, end-use and regions.

To provide strategic profiling of the key players in the market, comprehensively analyzing their core competencies, and drawing a competitive landscape for the market.

To track and analyze competitive developments such as joint ventures, strategic alliances, mergers and acquisitions, new product developments, and research and developments in the Global Construction Equipment Market.

The fervent players leading the global construction equipment market include –

  • Caterpillar Inc.
  • AB Volvo
  • Komatsu Ltd.
  • Hitachi Construction Machinery Co. Ltd.
  • Doosan Heavy Industries & Construction Co. Ltd.
  • J.C. Bamford Excavators Limited
  • Liebherr Group
  • Kobe Steel Ltd.
  • AB Hyundai Heavy Industries Co. Ltd.
  • Atlas Copco.

Industry/ Innovation/ Related News:

The Escorts Group (India), a leading global Farm and construction equipment maker announced its partnership with Tadano Ltd. (Japan), the seventh largest cranes manufacturer and aerial work platforms to manufacture high capacity mobile cranes in India.

Initially, the due will invest Rs 60 crore (US$ 8.5 Mn.) and will have a dedicated manufacturing plant with a focus on R&D and for selling directly in the market.

While Tadano will contribute through its global technology of connected machines, Escorts will bring along its Indian market understanding and brand reach.

Hyundai Construction Equipment Americas announced the expansion of its North American authorized dealer network with the addition of Farm Depot Ltd. (US) a full line agricultural equipment dealer. The company (Hyundai) states that Farm Depot will be a valued addition to its north central territory.

Global Construction Equipment Market – Segmentation

The MRFR analysis is segmented into four key dynamics for the convenience of the report;

By Equipment: Comprising Earthmoving, Construction, and Concretes among others.

By End-Uses: Lifting & Construction, Earth Moving, Excavation, and Mining, Transportation among others.

By Applications: Oil & Gas, Infrastructure, Construction, Agricultural, and Mining among others.

By Regions: North America, Europe, APAC and the Rest-of-the-World.

Construction Equipment Market Regional Analysis

Get More Information on Global Construction Equipment Market Research Report – Forecast to 2022: 

https://www.marketresearchfuture.com/reports/construction-equipment-market-1963

Regional Analysis of Construction Equipment Market

The regional analysis of construction equipment market is being studied for areas such as Asia pacific, North America, Europe and rest of the world. APAC would be the largest growing market in terms of revenue generation because of rapid industrialization and urbanization.

Ask for your specific company profile and country level customization on reports.

 

You may also be Interested in –

Global Construction Equipment Market 

https://www.marketresearchfuture.com/reports/construction-stone-market-3894

Europe Heavy Construction Equipment Market 

https://www.marketresearchfuture.com/reports/heavy-construction-equipment-market-679

]]>
Analisi AutoScout24 su base dati ACI Milano, dall’1 ottobre al via la nuova fase dell’Area B. Salgono a circa 150/160 mila le vetture che non potranno più circolare nell’area. Nel I semestre del 2019 in calo del -43,7% gli acquisti di auto usate più datate, mentre aumentano quelle ad alimentazione “tradizionale” Euro 5 e 6 (+6,8%) e le ibride ed elettriche (+17,6%) Tue, 24 Sep 2019 13:10:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/599048.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/599048.html Antonio Antonio  

Parco circolante 2018: a Milano la percentuale di auto Euro 0 benzina ed Euro 0-1-2-3-4 diesel sul totale in circolazione è del 23,6%. Le città più virtuose sono Trento (4,7%) e Aosta (4,9%), quelle meno Napoli (43,1%), Campobasso (39,7%) e Potenza (38,6%)

 

Milano, 23 settembre 2019 – Dall’1 ottobre partirà la nuova fase dell’Area B, che estenderà il divieto di circolazione anche ad altre categorie di vetture, includendo per la prima volta alcune versioni diesel Euro 4. Secondo l’elaborazione del Centro Studi di AutoScout24 (www.autoscout24.it) su base dati ACI - Automobile Club d'Italia, con le nuove restrizioni in totale si stima che salirà a circa 150/160 mila il numero delle vetture di cittadini milanesi che non potranno più circolare in quest’area, senza considerare tutti quelli che abitano fuori Milano. Nella città meneghina, infatti, nel 2018 il parco circolante è costituito da 693.084 auto, di cui il 23,6% riguarda le classi ambientali Euro 0 benzina ed Euro 0-1-2-3-4 diesel, in gran parte colpite dal blocco.

E i risultati dell’Area B iniziano a vedersi. Nei primi sei mesi del 2019, infatti, a Milano solo il 7,8% dei passaggi di proprietà di auto usate (1.993) ha riguardato le classi previste dalla zona a traffico limitato[1], in calo del -43,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Al contrario, nello stesso periodo sono aumentati i passaggi di proprietà riguardanti sia le vetture ad alimentazione “tradizionale” Euro 5 e 6 (+6,8%) sia di quelle ibride ed elettriche (+17,6%). Un dato che rispecchia l’analisi interna di Autoscout24, in cui ben il 64% di auto in vendita sulla piattaforma riguarda classi di nuova generazione, in linea con le richieste degli utenti.

 

Qual è, invece, la fotografia del parco circolante nelle altre città? Prendendo in considerazione le stesse classi ambientali1, le città capoluogo di regione più virtuose sono decisamente Trento e Aosta, dove queste auto sono rispettivamente del 4,7% e 4,9% sul totale del parco circolante. A Napoli, al contrario, sono il 43,1%, seguita da Campobasso (39,7%) e Potenza (38,6%).

 

“Il processo di trasformazione dell’attuale parco circolante italiano verso una mobilità più “green” non sarà veloce, ma su questo le amministrazioni locali possono dare un forte contributo - afferma Sergio Lanfranchi, Centro Studi AutoScout24 -. Milano, infatti, è l’esempio virtuoso di come politiche serie orientate a ridurre l’inquinamento siano la chiave per spingere i consumatori verso l’acquisto di auto con classi di emissioni più contenute. Ed è proprio nel mercato dell’usato che si gioca la vera sfida. Dall’analisi delle auto in vendita su AutoScout24, emerge come nel territorio milanese circa due terzi delle vetture appartengano a classi più recenti. Un dato in linea con le intenzioni di acquisto degli utenti, sempre più orientati verso vetture di nuova generazione.”

 

Cos’è l’Area B

L‘Area B comprende gran parte del territorio della città di Milano ed è attiva dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle 19.30 (esclusi i festivi). A delimitarla ci sono 186 varchi elettronici. Chi entra senza averne diritto è sanzionato con una multa da 163 a 658 euro. In caso di recidiva nel biennio, ovvero se commette la stessa infrazione due volte in due anni, va incontro alla sospensione della patente da 15 a 30 giorni.

 

Per ulteriori approfondimenti clicca qui.

 

 

A proposito di AutoScout24

AutoScout24 è il più grande marketplace automotive online d’Europa. Consente alle persone di scegliere l’auto dei propri sogni in modo semplice, efficace e stress-free. AutoScout24 permette a dealer e privati di vendere le proprie auto, nuove e usate, attraverso gli annunci pubblicati sul sito. Inoltre, AutoScout24 offre a concessionari, Case auto e altri attori del settore automotive, prodotti pubblicitari, come display advertising e lead generation. AutoScout24 fa parte del Gruppo Scout24, che opera nei principali mercati online del settore immobiliare e automobilistico in diversi paesi europei.

Visita il sito web www.autoscout24.it.



[1] Per l’analisi sono state considerate le vetture Euro 0 benzina ed Euro 0-1-2-3-4 diesel.

 

]]>
Incubo rientro dalle vacanze estive: un pungente “compagno di viaggio” può rovinare le nostre notti. Boom di richieste di intervento per contrastare le cimici dei letti: +172% rispetto all’estate 2018. Fri, 20 Sep 2019 10:55:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/598255.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/598255.html Antonio Antonio  

Con i grandi esodi aumentano esponenzialmente le richieste di disinfestazione.
Ecco i consigli di Anticimex per proteggerci dalle cimici dei letti e dormire sonni tranquilli

 

Milano, 19 settembre 2019 – Rientrare dalle vacanze estive e riadattarsi ai ritmi frenetici del lavoro, del traffico e, in generale, delle grandi città può essere un vero problema per i quasi 32 milioni di italiani che, secondo l’ultima ricerca di Confturismo, hanno trascorso il meritato riposo lontano dalla propria casa. Come se non bastasse, la fine dell’estate potrebbe lasciarci in eredità un altro spiacevole inconveniente. Un “problema” che si annida e cresce nel buio, che si cela nei materassi, nei cuscini, nelle doghe dei letti, nelle valigie, nei borsoni o nei vestiti: le cimici dei letti, quei minuscoli insetti che, al termine delle vacanze, non vogliono separarsi da noi e diventano compagni di viaggio indesiderati sulla via del ritorno, finendo poi per infestare la nostra camera da letto e “lasciare il segno”.

 

Secondo Anticimex, azienda internazionale specializzata nel Pest Management e nei servizi di igiene ambientale, la presenza di questi ospiti piccoli e sgraditi è in continuo sviluppo. Infatti, le richieste di disinfestazione da gennaio ad agosto 2019 sono aumentate del +160% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Inoltre, soltanto nei mesi di giugno, luglio e agosto 2019, si è riscontrata una crescita delle richieste del +172% rispetto agli stessi mesi del 2018. Si evince quindi che i picchi massimi di richieste di intervento si hanno in occasione dei grandi spostamenti di persone, come le vacanze estive. Ad essere colpite sono infatti soprattutto le camere di alberghi, ostelli, pensioni, bed and breakfast e case, ma anche mezzi e luoghi pubblici molto affollati, come treni, autobus, metropolitane, taxi e ospedali. Contrariamente a quanto la maggior parte della gente pensa, la loro presenza non è causata da scarsa pulizia o igiene. Questi insidiosi insetti si nutrono di sangue, il preferito è quello umano e si spostano come clandestini annidandosi in bagagli, sedili degli aerei, indumenti e, una volta arrivati nella camera di albergo o a casa, colonizzano letti, mobili, tappezzerie e tende.

 

"Nel caso di infestazione da cimici dei letti - consiglia Valeria Paradiso, Responsabile tecnico di Anticimex - l'importante è non perdere tempo e non farsi prendere dal panico. Non bisogna tergiversare e provare a combatterle con rimedi fatti in casa che potrebbero aggravare la situazione esistente ma agire con velocità. Per risolvere il problema è necessario quindi rivolgersi ad un’azienda di esperti. Tra i diversi metodi esistenti, i più efficaci sono quelli ad azione fisica, come il vapore secco o il trattamento con macchine che erogano calore. Si tratta di tecnologie efficaci e performanti che colpiscono tutti gli stadi di crescita dell’infestante: uova, ninfe e adulti”.

 

Prevenire aiuta a proteggerci da infestazioni future. A questo proposito gli esperti di Anticimex Italia offrono alcuni consigli:

 

 

COSA FARE E NON FARE AL RITORNO A CASA

 

Nell’immediato:

1.        Non appoggiare valige, borse o zaini sul letto quando si disfano i bagagli;

2.        Lavare i capi a 60° in lavatrice o portarli in lavanderia per il lavaggio a secco;

3.        Controllare la valigia, soprattutto le pieghe della fodera interna e in prossimità delle cuciture;

4.        Lavare i bagagli;

5.        Controllare e lavare le scarpe utilizzate durante il soggiorno.

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo qualche giorno:

 

6.        Verificare che su letto, lenzuola, materasso (soprattutto in prossimità delle cuciture), non vi siano macchioline nere: queste potrebbero rappresentare il passaggio delle cimici dei letti;

7.        Se trovate le macchioline nere controllate bene la camera, soprattutto vicino al letto: sulla testiera del letto, dietro i comodini, dietro la rete e successivamente anche negli altri locali della casa dove stanziate più tempo, come divano o poltrona;

8.        Non spostare vestiti, mobili e oggetti dalla stanza colpita dalle cimici, poiché si corre il rischio di trasportarle in altri ambienti e favorirne la diffusione;

9.        Non effettuare azioni di disinfestazione ‘fai da te’: l’applicazione di insetticidi può infatti causare la dispersione dei parassiti e quindi il peggioramento della situazione;

10.     Chiamare un’azienda specializzata per debellare l’infestazione che sappia agire con professionalità, valutando la situazione e mettendo in atto i trattamenti più adeguati/idonei.

 

 

Per tutte le informazioni visitare il sito www.anticimex.it

Anticimex: the modern pest control company

Siamo un’azienda internazionale di servizi fondata nel 1934 in Svezia. Attraverso servizi di prevenzione, tecnologie di ultima generazione e soluzioni sostenibili soddisfiamo le nuove esigenze del mercato, per creare ambienti sicuri e salubri, per tutti i nostri Clienti. A livello di Gruppo siamo presenti in 18 Paesi nel mondo. In Italia siamo presenti su tutto il territorio nazionale, isole comprese. Siamo circa 360 dipendenti e nel 2018 abbiamo registrato ricavi per 31 mln di euro.

Per saperne di più visita il sito: www.anticimex.it 

 

 

]]>
Incubo rientro dalle vacanze estive: un pungente “compagno di viaggio” può rovinare le nostre notti. Boom di richieste di intervento per contrastare le cimici dei letti: +172% rispetto all’estate 2018. Fri, 20 Sep 2019 10:26:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/598246.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/598246.html Antonio Antonio  

Con i grandi esodi aumentano esponenzialmente le richieste di disinfestazione.
Ecco i consigli di Anticimex per proteggerci dalle cimici dei letti e dormire sonni tranquilli

 

Milano, 19 settembre 2019 – Rientrare dalle vacanze estive e riadattarsi ai ritmi frenetici del lavoro, del traffico e, in generale, delle grandi città può essere un vero problema per i quasi 32 milioni di italiani che, secondo l’ultima ricerca di Confturismo, hanno trascorso il meritato riposo lontano dalla propria casa. Come se non bastasse, la fine dell’estate potrebbe lasciarci in eredità un altro spiacevole inconveniente. Un “problema” che si annida e cresce nel buio, che si cela nei materassi, nei cuscini, nelle doghe dei letti, nelle valigie, nei borsoni o nei vestiti: le cimici dei letti, quei minuscoli insetti che, al termine delle vacanze, non vogliono separarsi da noi e diventano compagni di viaggio indesiderati sulla via del ritorno, finendo poi per infestare la nostra camera da letto e “lasciare il segno”.

 

Secondo Anticimex, azienda internazionale specializzata nel Pest Management e nei servizi di igiene ambientale, la presenza di questi ospiti piccoli e sgraditi è in continuo sviluppo. Infatti, le richieste di disinfestazione da gennaio ad agosto 2019 sono aumentate del +160% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Inoltre, soltanto nei mesi di giugno, luglio e agosto 2019, si è riscontrata una crescita delle richieste del +172% rispetto agli stessi mesi del 2018. Si evince quindi che i picchi massimi di richieste di intervento si hanno in occasione dei grandi spostamenti di persone, come le vacanze estive. Ad essere colpite sono infatti soprattutto le camere di alberghi, ostelli, pensioni, bed and breakfast e case, ma anche mezzi e luoghi pubblici molto affollati, come treni, autobus, metropolitane, taxi e ospedali. Contrariamente a quanto la maggior parte della gente pensa, la loro presenza non è causata da scarsa pulizia o igiene. Questi insidiosi insetti si nutrono di sangue, il preferito è quello umano e si spostano come clandestini annidandosi in bagagli, sedili degli aerei, indumenti e, una volta arrivati nella camera di albergo o a casa, colonizzano letti, mobili, tappezzerie e tende.

 

"Nel caso di infestazione da cimici dei letti - consiglia Valeria Paradiso, Responsabile tecnico di Anticimex - l'importante è non perdere tempo e non farsi prendere dal panico. Non bisogna tergiversare e provare a combatterle con rimedi fatti in casa che potrebbero aggravare la situazione esistente ma agire con velocità. Per risolvere il problema è necessario quindi rivolgersi ad un’azienda di esperti. Tra i diversi metodi esistenti, i più efficaci sono quelli ad azione fisica, come il vapore secco o il trattamento con macchine che erogano calore. Si tratta di tecnologie efficaci e performanti che colpiscono tutti gli stadi di crescita dell’infestante: uova, ninfe e adulti”.

 

Prevenire aiuta a proteggerci da infestazioni future. A questo proposito gli esperti di Anticimex Italia offrono alcuni consigli:

 

 

COSA FARE E NON FARE AL RITORNO A CASA

 

Nell’immediato:

1.        Non appoggiare valige, borse o zaini sul letto quando si disfano i bagagli;

2.        Lavare i capi a 60° in lavatrice o portarli in lavanderia per il lavaggio a secco;

3.        Controllare la valigia, soprattutto le pieghe della fodera interna e in prossimità delle cuciture;

4.        Lavare i bagagli;

5.        Controllare e lavare le scarpe utilizzate durante il soggiorno.

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo qualche giorno:

 

6.        Verificare che su letto, lenzuola, materasso (soprattutto in prossimità delle cuciture), non vi siano macchioline nere: queste potrebbero rappresentare il passaggio delle cimici dei letti;

7.        Se trovate le macchioline nere controllate bene la camera, soprattutto vicino al letto: sulla testiera del letto, dietro i comodini, dietro la rete e successivamente anche negli altri locali della casa dove stanziate più tempo, come divano o poltrona;

8.        Non spostare vestiti, mobili e oggetti dalla stanza colpita dalle cimici, poiché si corre il rischio di trasportarle in altri ambienti e favorirne la diffusione;

9.        Non effettuare azioni di disinfestazione ‘fai da te’: l’applicazione di insetticidi può infatti causare la dispersione dei parassiti e quindi il peggioramento della situazione;

10.     Chiamare un’azienda specializzata per debellare l’infestazione che sappia agire con professionalità, valutando la situazione e mettendo in atto i trattamenti più adeguati/idonei.

 

 

Per tutte le informazioni visitare il sito www.anticimex.it

Anticimex: the modern pest control company

Siamo un’azienda internazionale di servizi fondata nel 1934 in Svezia. Attraverso servizi di prevenzione, tecnologie di ultima generazione e soluzioni sostenibili soddisfiamo le nuove esigenze del mercato, per creare ambienti sicuri e salubri, per tutti i nostri Clienti. A livello di Gruppo siamo presenti in 18 Paesi nel mondo. In Italia siamo presenti su tutto il territorio nazionale, isole comprese. Siamo circa 360 dipendenti e nel 2018 abbiamo registrato ricavi per 31 mln di euro.

Per saperne di più visita il sito: www.anticimex.it 

 

 

]]>
Incubo rientro dalle vacanze estive: un pungente “compagno di viaggio” può rovinare le nostre notti. Boom di richieste di intervento per contrastare le cimici dei letti: +172% rispetto all’estate 2018. Fri, 20 Sep 2019 10:12:49 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/598244.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/598244.html Antonio Antonio Con i grandi esodi aumentano esponenzialmente le richieste di disinfestazione.
Ecco i consigli di Anticimex per proteggerci dalle cimici dei letti e dormire sonni tranquilli

 

Milano, 19 settembre 2019 – Rientrare dalle vacanze estive e riadattarsi ai ritmi frenetici del lavoro, del traffico e, in generale, delle grandi città può essere un vero problema per i quasi 32 milioni di italiani che, secondo l’ultima ricerca di Confturismo, hanno trascorso il meritato riposo lontano dalla propria casa. Come se non bastasse, la fine dell’estate potrebbe lasciarci in eredità un altro spiacevole inconveniente. Un “problema” che si annida e cresce nel buio, che si cela nei materassi, nei cuscini, nelle doghe dei letti, nelle valigie, nei borsoni o nei vestiti: le cimici dei letti, quei minuscoli insetti che, al termine delle vacanze, non vogliono separarsi da noi e diventano compagni di viaggio indesiderati sulla via del ritorno, finendo poi per infestare la nostra camera da letto e “lasciare il segno”.

 

Secondo Anticimex, azienda internazionale specializzata nel Pest Management e nei servizi di igiene ambientale, la presenza di questi ospiti piccoli e sgraditi è in continuo sviluppo. Infatti, le richieste di disinfestazione da gennaio ad agosto 2019 sono aumentate del +160% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Inoltre, soltanto nei mesi di giugno, luglio e agosto 2019, si è riscontrata una crescita delle richieste del +172% rispetto agli stessi mesi del 2018. Si evince quindi che i picchi massimi di richieste di intervento si hanno in occasione dei grandi spostamenti di persone, come le vacanze estive. Ad essere colpite sono infatti soprattutto le camere di alberghi, ostelli, pensioni, bed and breakfast e case, ma anche mezzi e luoghi pubblici molto affollati, come treni, autobus, metropolitane, taxi e ospedali. Contrariamente a quanto la maggior parte della gente pensa, la loro presenza non è causata da scarsa pulizia o igiene. Questi insidiosi insetti si nutrono di sangue, il preferito è quello umano e si spostano come clandestini annidandosi in bagagli, sedili degli aerei, indumenti e, una volta arrivati nella camera di albergo o a casa, colonizzano letti, mobili, tappezzerie e tende.

 

"Nel caso di infestazione da cimici dei letti - consiglia Valeria Paradiso, Responsabile tecnico di Anticimex - l'importante è non perdere tempo e non farsi prendere dal panico. Non bisogna tergiversare e provare a combatterle con rimedi fatti in casa che potrebbero aggravare la situazione esistente ma agire con velocità. Per risolvere il problema è necessario quindi rivolgersi ad un’azienda di esperti. Tra i diversi metodi esistenti, i più efficaci sono quelli ad azione fisica, come il vapore secco o il trattamento con macchine che erogano calore. Si tratta di tecnologie efficaci e performanti che colpiscono tutti gli stadi di crescita dell’infestante: uova, ninfe e adulti”.

 

Prevenire aiuta a proteggerci da infestazioni future. A questo proposito gli esperti di Anticimex Italia offrono alcuni consigli:

 

 

COSA FARE E NON FARE AL RITORNO A CASA

 

Nell’immediato:

1.        Non appoggiare valige, borse o zaini sul letto quando si disfano i bagagli;

2.        Lavare i capi a 60° in lavatrice o portarli in lavanderia per il lavaggio a secco;

3.        Controllare la valigia, soprattutto le pieghe della fodera interna e in prossimità delle cuciture;

4.        Lavare i bagagli;

5.        Controllare e lavare le scarpe utilizzate durante il soggiorno.

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo qualche giorno:

 

6.        Verificare che su letto, lenzuola, materasso (soprattutto in prossimità delle cuciture), non vi siano macchioline nere: queste potrebbero rappresentare il passaggio delle cimici dei letti;

7.        Se trovate le macchioline nere controllate bene la camera, soprattutto vicino al letto: sulla testiera del letto, dietro i comodini, dietro la rete e successivamente anche negli altri locali della casa dove stanziate più tempo, come divano o poltrona;

8.        Non spostare vestiti, mobili e oggetti dalla stanza colpita dalle cimici, poiché si corre il rischio di trasportarle in altri ambienti e favorirne la diffusione;

9.        Non effettuare azioni di disinfestazione ‘fai da te’: l’applicazione di insetticidi può infatti causare la dispersione dei parassiti e quindi il peggioramento della situazione;

10.     Chiamare un’azienda specializzata per debellare l’infestazione che sappia agire con professionalità, valutando la situazione e mettendo in atto i trattamenti più adeguati/idonei.

 

 

Per tutte le informazioni visitare il sito www.anticimex.it

Anticimex: the modern pest control company

Siamo un’azienda internazionale di servizi fondata nel 1934 in Svezia. Attraverso servizi di prevenzione, tecnologie di ultima generazione e soluzioni sostenibili soddisfiamo le nuove esigenze del mercato, per creare ambienti sicuri e salubri, per tutti i nostri Clienti. A livello di Gruppo siamo presenti in 18 Paesi nel mondo. In Italia siamo presenti su tutto il territorio nazionale, isole comprese. Siamo circa 360 dipendenti e nel 2018 abbiamo registrato ricavi per 31 mln di euro.

Per saperne di più visita il sito: www.anticimex.it 

]]>
Incubo rientro dalle vacanze estive: un pungente “compagno di viaggio” può rovinare le nostre notti. Boom di richieste di intervento per contrastare le cimici dei letti: +172% rispetto all’estate 2018. Fri, 20 Sep 2019 10:12:06 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/598243.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/598243.html Antonio Antonio Con i grandi esodi aumentano esponenzialmente le richieste di disinfestazione.
Ecco i consigli di Anticimex per proteggerci dalle cimici dei letti e dormire sonni tranquilli

 

Milano, 19 settembre 2019 – Rientrare dalle vacanze estive e riadattarsi ai ritmi frenetici del lavoro, del traffico e, in generale, delle grandi città può essere un vero problema per i quasi 32 milioni di italiani che, secondo l’ultima ricerca di Confturismo, hanno trascorso il meritato riposo lontano dalla propria casa. Come se non bastasse, la fine dell’estate potrebbe lasciarci in eredità un altro spiacevole inconveniente. Un “problema” che si annida e cresce nel buio, che si cela nei materassi, nei cuscini, nelle doghe dei letti, nelle valigie, nei borsoni o nei vestiti: le cimici dei letti, quei minuscoli insetti che, al termine delle vacanze, non vogliono separarsi da noi e diventano compagni di viaggio indesiderati sulla via del ritorno, finendo poi per infestare la nostra camera da letto e “lasciare il segno”.

 

Secondo Anticimex, azienda internazionale specializzata nel Pest Management e nei servizi di igiene ambientale, la presenza di questi ospiti piccoli e sgraditi è in continuo sviluppo. Infatti, le richieste di disinfestazione da gennaio ad agosto 2019 sono aumentate del +160% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Inoltre, soltanto nei mesi di giugno, luglio e agosto 2019, si è riscontrata una crescita delle richieste del +172% rispetto agli stessi mesi del 2018. Si evince quindi che i picchi massimi di richieste di intervento si hanno in occasione dei grandi spostamenti di persone, come le vacanze estive. Ad essere colpite sono infatti soprattutto le camere di alberghi, ostelli, pensioni, bed and breakfast e case, ma anche mezzi e luoghi pubblici molto affollati, come treni, autobus, metropolitane, taxi e ospedali. Contrariamente a quanto la maggior parte della gente pensa, la loro presenza non è causata da scarsa pulizia o igiene. Questi insidiosi insetti si nutrono di sangue, il preferito è quello umano e si spostano come clandestini annidandosi in bagagli, sedili degli aerei, indumenti e, una volta arrivati nella camera di albergo o a casa, colonizzano letti, mobili, tappezzerie e tende.

 

"Nel caso di infestazione da cimici dei letti - consiglia Valeria Paradiso, Responsabile tecnico di Anticimex - l'importante è non perdere tempo e non farsi prendere dal panico. Non bisogna tergiversare e provare a combatterle con rimedi fatti in casa che potrebbero aggravare la situazione esistente ma agire con velocità. Per risolvere il problema è necessario quindi rivolgersi ad un’azienda di esperti. Tra i diversi metodi esistenti, i più efficaci sono quelli ad azione fisica, come il vapore secco o il trattamento con macchine che erogano calore. Si tratta di tecnologie efficaci e performanti che colpiscono tutti gli stadi di crescita dell’infestante: uova, ninfe e adulti”.

 

Prevenire aiuta a proteggerci da infestazioni future. A questo proposito gli esperti di Anticimex Italia offrono alcuni consigli:

 

 

COSA FARE E NON FARE AL RITORNO A CASA

 

Nell’immediato:

1.        Non appoggiare valige, borse o zaini sul letto quando si disfano i bagagli;

2.        Lavare i capi a 60° in lavatrice o portarli in lavanderia per il lavaggio a secco;

3.        Controllare la valigia, soprattutto le pieghe della fodera interna e in prossimità delle cuciture;

4.        Lavare i bagagli;

5.        Controllare e lavare le scarpe utilizzate durante il soggiorno.

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo qualche giorno:

 

6.        Verificare che su letto, lenzuola, materasso (soprattutto in prossimità delle cuciture), non vi siano macchioline nere: queste potrebbero rappresentare il passaggio delle cimici dei letti;

7.        Se trovate le macchioline nere controllate bene la camera, soprattutto vicino al letto: sulla testiera del letto, dietro i comodini, dietro la rete e successivamente anche negli altri locali della casa dove stanziate più tempo, come divano o poltrona;

8.        Non spostare vestiti, mobili e oggetti dalla stanza colpita dalle cimici, poiché si corre il rischio di trasportarle in altri ambienti e favorirne la diffusione;

9.        Non effettuare azioni di disinfestazione ‘fai da te’: l’applicazione di insetticidi può infatti causare la dispersione dei parassiti e quindi il peggioramento della situazione;

10.     Chiamare un’azienda specializzata per debellare l’infestazione che sappia agire con professionalità, valutando la situazione e mettendo in atto i trattamenti più adeguati/idonei.

 

 

Per tutte le informazioni visitare il sito www.anticimex.it

Anticimex: the modern pest control company

Siamo un’azienda internazionale di servizi fondata nel 1934 in Svezia. Attraverso servizi di prevenzione, tecnologie di ultima generazione e soluzioni sostenibili soddisfiamo le nuove esigenze del mercato, per creare ambienti sicuri e salubri, per tutti i nostri Clienti. A livello di Gruppo siamo presenti in 18 Paesi nel mondo. In Italia siamo presenti su tutto il territorio nazionale, isole comprese. Siamo circa 360 dipendenti e nel 2018 abbiamo registrato ricavi per 31 mln di euro.

Per saperne di più visita il sito: www.anticimex.it 

]]>
Settimana europea della mobilità sostenibile: l’Università in prima linea per promuovere la mobilità ciclabile Tue, 17 Sep 2019 14:31:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/597518.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/597518.html RedazioneSB RedazioneSB Sostenibilità, questa la parola d’ordine della “Settimana Europea della Mobilità” promossa dalla Commissione Europea e che si tiene ogni anno dal 16 al 22 settembre.

Anche l’Università degli Studi di Bergamo ha raccolto la sfida e partecipa a questa manifestazione con una serie di eventi volti a promuovere la mobilità ciclabile verso i poli universitari ma soprattutto una maggior consapevolezza in tema di sostenibilità ambientale nei propri studenti.

Si parte mercoledì 18 dalle 16.30 alle 18.30 nella sede di Via dei Caniana 2, con il convegno dal titolo “Bicicletta e Università”, che vedrà come ospiti l’Arch. Stefano Zenoni, Assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Bergamo, il Prof. Paolo Pileri, Docente Politecnico di Milano e Responsabile scientifico del progetto VENTO e i rappresentanti dell’associazione ciclistica UCSforzatica, moderati dalla porf.ssa Maria Rosa Ronzoni, Mobility manager d’Ateneo, che spiegheranno come nei contesti urbani la bicicletta è il mezzo di trasporto più rapido e conveniente.

Nel corso dell’iniziativa sarà inoltre promosso il concorso per la realizzazione di un video sul tema della mobilità sostenibile rivolto a studenti e personale dell’Università.

Lo sviluppo della mobilità ciclabile in città è fortemente influenzato dalla percezione degli spazi e dei percorsi urbani, per questo - a seguire - sanno affissi cartelli di segnaletica stradale con indicazioni per pedoni e biciclette, mappe e percorsi preferenziali, che aiuteranno ad avere una migliore percezione della geografia urbana, incentivando l’uso della bicicletta, e che collegheranno le diverse sedi dell’Ateneo. Il progetto nasce all’interno dei Living Lab, proposti dall’Università di Bergamo congiuntamente con il Comune di Bergamo e condivisi nell’ambito dei progetti europei LIFE U-MOB e Interreg Shareplace.

Venerdì 20 settembre sarà invece la volta del “Bike2UNIBG day”, in cui studenti, ricercatori e dipendenti sono invitati a recarsi in Università in modo sostenibile. L’Università di Bergamo e CUS Bergamo, in collaborazione con EbikeMe, promuovono l’utilizzo di biciclette a pedalata assistita made in Italy che oggi rappresentano il mezzo più ecologico per collegare fra loro le varie sedi dell'Università.

Riduzione delle emissioni nocive di CO2, semplificazione dei problemi di parcheggio, risparmio in termini di tempo e denaro per tutti gli spostamenti ma anche – e soprattutto – riduzione delle malattie croniche legate ad uno stile di vita sempre più sedentario sono alcuni dei vantaggi di questa iniziativa.

Nel corso della giornata, professori, studenti e tutto il personale dell’Ateneo potranno testare in prima persona, nelle sedi di Via dei Caniana a Bergamo e a Dalmine, le biciclette EbikeMe e confrontarsi con i rappresentanti di FIAB Bergamo Pedalopolis (Federazione Italiana Amici della Bicicletta – Bergamo) che saranno presenti in Via dei Caniana con uno spazio a loro dedicato.

 

Per informazioni e programma: www.unibg.it

 

]]>
Contribuire al più grande progetto di tutela ambientale di tutta Europa Wed, 07 Aug 2019 12:15:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/587917.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/587917.html V. A. Carlo Cozzetto V. A. Carlo Cozzetto Riseva Naturale di Glencoe Wood, Duror, Appin
Nelle splendide terre delle Highlands scozzesi i paesaggi naturali della foresta caledone sono stati minacciati da uno scriteriato sistema agricolo e di silvicoltura industriale che ha introdotto alberi estranei, che hanno alterato l’equilibrio della fauna selvatica. 
Ma da alcuni anni c’è chi sta lavorando per ripristinare l’originaria purezza del territorio.
Highland Titles è un eccellente esempio di organizzazione su base volontaria di grande efficacia e successo, che sostiene la creazione e la gestione di riserve naturali con un metodo di finanziamento assolutamente originale, ad impatto zero ed eco sostenibile. Highland Titles è un’iniziativa ideata e interamente sostenuta da privati, senza alcun finanziamento pubblico. Il suo scopo è la tutela e la conservazione dell’ambiente naturale delle Highlands scozzesi attraverso la creazione di riserve naturali e la realizzazione di vari progetti di recupero delle specie autoctone, sia vegetali che animali

Nel 2006 il Dr. Peter Bevis, accademico della Zoological Society di Londra, e la figlia Laura McGregor, hanno venduto parte delle proprietà di famiglia. Con i fondi ricavati, nel 2007 è stata acquisita la Riserva Naturale di Glencoe Wood, un appezzamento di 250 acri danneggiati dall’agricoltura intensiva e dalla silvicoltura industriale. Qui ci si è dedicati recuperare lentamente il territorio impiantando alberi di specie autoctone per riportare alla sua purezza il paesaggio delle West Highlands.
Nel 2015, infine, Highland Titles ha concesso in regalo 10 acri di terreno di questa riserva, destinati a creare Wildcat Havenun’area protetta unica in Europa, per la tutela del gatto selvatico scozzese. Se la silvicoltura a scopo industriale di Abeti Sitka ha  avuto come conseguenza la quasi totale scomparsa della fauna selvatica locale, quando si sono reintrodotti gli alberi, le piante e i fiori autoctoni, sono spontaneamente tornati gli animali che in quell’ambiente vivevano, come tassi, scoiattoli, cervi e tanti altri animali selvatici  tra cui la volpe; numerosi anche gli uccelli, per lo più passeracei tornati a nidificare tra i rami degli alberi. 

Una nota particolare va al ritorno del Falco Pescatore e alle Oche Canadesi, che tornano ai loro nidi per depositare le uova e mettere su famiglia. Nel 2014 si è aggiunta la Riserva Naturale di Mountainview, a Lochaber, dove si sta lavorando per il recupero della flora selvatica autoctona e dove è stata creata, con l’aiuto di Bumblebee Trust e Trees for LifeBee Plan, un’area protetta per gli imenotteri, Bumblebee Haven. A tutt’oggi nella riserva si contano ben sette tipi di imenotteri tra Api domestiche e selvatiche , Bombi e Vespe. L’associazione no-profit Highland Titles Charitable Trust for Scotland gestisce il ricavato della raccolta fondi, che si basa sui proventi della vendita di piccoli appezzamenti di terreno delle due riserve. La destinazione dei terreni come Riserva Naturale non può essere modificata. Sui terreni acquistati non sono dovute tasse né imposte di alcun tipo e l’acquisto, accompagnato da un atto legale, dà diritto alla proprietà perpetua, trasmissibile in eredità. 

Se volete fare un regalo, per un’occasione importante come una laurea o un matrimonio, o per un compleanno, sicuramente un appezzamento di terreno in una riserva naturale nelle Highlands scozzesi sarà molto apprezzato anche per il goliardico titolo di Laird, Lord o Lady che viene riservato a chi riceve in regalo un terreno souvenir. Ma perché non fare un regalo del genere anche a sé stessi? L’acquisto di un terreno permette di entrare a far parte del Clan di Highland Titles che, fra le altre cose, oltre al diritto di visita alla propria proprietà in qualsiasi momento vogliate visitare le riserve, comprende il diritto d’uso del Tartan, il tessuto per abbigliamento classico o tradizionale, che contraddistingue i Clan scozzesi

Le due riserve Glencoe Wood. 
La prima riserva creata, si trova a Duror, Appin, nei pressi della cittadina di Glencoe; lì si concentra la maggior parte delle attività di recupero ambientale e faunistico. È aperta alle visite, condotte da volontari, e da alcuni anni è considerata una delle migliori mete turistiche di tutta la Scozia. Qui si trova il centro di accoglienza dei sostenitori di Highland Titles per il rito del Meet and Greet, che va prenotato con mesi di anticipo tra maggio e la fine di agosto.

A Glencoe Wood si trova Wildcat Haven, centro di riabilitazione, cura e riproduzione del gatto selvatico scozzese. La popolazione di Felix silvestris grampia è stimata al di sotto di 100 esemplari su tutta l’isola di Gran Bretagna, e soltanto 35 in tutta la Scozia: questo felino è il mammifero più raro del mondo se consideriamo che la Tigre del Bengala ha 3.890 esemplari viventi e il plantigrado Orso Bianco oltre 9.000 esemplari. In quest’area protetta unica in Europa si lavora sia alla cura e alla riabilitazione di esemplari di gatto selvatico scozzese trovati feriti, che all’educazione e all’indipendenza di cuccioli abbandonati dalle madri a causa della cruenta deforestazione delle Highlands e delle Lowlands. Sul sito internet di Highland Titles si può ammirare un breve video di due cuccioli salvati a Wildcat Haven ed è anche possibile adottare un gatto selvatico: con la vostra donazione potrete contribuire a sostenere il progetto più importante d’Europa per la preservazione di questo splendido animali a rischio di estinzione. 

A Mountainview, Lochaber, situata nei pressi del castello di Invergarry e del celeberrimo lago di Loch Ness, è la seconda riserva. Si affaccia sul Loch Loyne, famoso per la pesca del luccio. La visita a tale riserva non è guidata. A Mountainview si trova Bumblebee Haven un altro dei paradisi di Highland Titles, quello delle api, dove è possibile visitare alcuni alveari grazie alle tute messe a disposizione per i visitatori. I rapporti con la comunità locale Gradualmente le comunità che vivono nei pressi delle riserve naturali hanno acquistato fiducia e instaurato rapporti sempre più stretti e fruttuosi con Highland Titles, che ha portato ricchezza e benessere, oltre che contribuendo alla tutela dell’ambiente naturale delle Highlands occidentali, anche esercitando una forte attrazione sui turisti. Uno splendido esempio di come la ricchezza degli esseri umani possa essere in armonia e crescere di pari passo con il rispetto dell’ambiente e delle sue creature. Highland Titles rappresenta anche un soggetto educativo, che collabora con scuole di vario ordine e grado attraverso progetti volti alla sensibilizzazione delle nuove generazioni sui temi del rispetto ambientale. Ad esempio organizza corsi di Educazione Ambientale per bambini, ed è in contatto con alcune università di cui accoglie gli studenti per permettere loro di realizzare attività dal vivo all’interno delle riserve naturali. Perché per proteggere la natura non bastano pochi appassionati sensibili alle tematiche ambientali, bisogna essere in molti. Anzi, dovremmo farlo tutti.

Come Sostenere il Progetto Highland Titles  è raggiungibile sul sito in lingua italiana www.highlandtitles.it
Per informazioni è possibile contattare Carlo, il responsabile del crowdfunding per l’Italia alla email info@highlandtitles.it o al numero telefonico +393343471634.
]]>
Exclusive Digital Signage Market Report Analysis - By Key Players, Industry Size, share, Applications and Forecast to 2019-2026 Tue, 23 Jul 2019 21:01:06 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/583373.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/583373.html shaifali shaifali Global Digital Signage Industry report help to understand the market Trends 2019, Growth rate, Revenue, Regions, Application, Opportunity, Analysis, Major Vendors. Report is analyzed the market size, share, demand, supply and basic drivers.

For Sample Report @ https://www.orianresearch.com/request-sample/1002883

Some of the key players operating in this market :-  Onelan, Samsung, LG Electronics, Sharp Middle East, Leyard, NEC Corporation, Sony Corporation, Barco , Panasonic Corporation, AU Optronics Corp.

The Global Digital Signage Market is Growing need for digital advertisement of products from various organizations is major factor driving the market globally. However, requirement of high amount of electricity leading to high maintenance costs is expected to hinder the growth of market during the forecast period.

On the basis of product type, the market is split into:

  • Video Wall
  • Standalone Display

Based on vertical, the market is divided into:

  • Entertainment
  • Banking, Financial Services and Insurance (BFSI)
  • Education
  • Healthcare
  • Others

Global Digital Signage Industry is spread across 121 pages, profiling 10 top companies and supported with tables and figures.

Inquire more before the purchase on this report @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/1002883 

Key Benefits of the Report:

  • Global, regional, country, product type and vertical market size and their forecast from 2014-2025
  • Identification and detailed analysis on key market dynamics, such as, drivers, restraints, opportunities, and challenges influencing growth of the market
  • Detailed analysis on industry outlook with market specific Porter’s Five Forces analysis, PEST analysis, and Value Chain, to better understand the market and build expansion strategies
  • Identification of key market players and comprehensively analyze their market share and core competencies, detailed financial positions, key products, and unique selling points
  • Analysis on key players’ strategic initiatives and competitive developments, such as joint ventures, mergers, and new product launches in the market
  • Expert interviews and their insights on market shift, current and future outlook, and factors impacting vendors’ short term and long term strategies
  • Detailed insights on emerging regions, product type and vertical with qualitative and quantitative information and facts
  • Identification of the key patents filed in the field of digital signage

Target Audience: 

Research Methodology

The market is derived through extensive use of secondary, primary, in-house research followed by expert validation and third party perspective, such as, analyst reports of investment banks.

Order Report @ https://www.orianresearch.com/checkout/1002883

The market estimates and forecasts have been verified through exhaustive primary research with the Key Industry Participants (KIPs), which typically include:

  • Providers
  • Government Body & Associations
  • Research Institutes.

Table of Content:-
1. Executive Summary

2. Methodology and Scope

3. Global Digital Signage Market — Market Overview

4. Global Digital Signage Market — Industry Trends

5. Global Digital Signage Market — Connectivity Outlook

6. Global Digital Signage Market — Hardware Outlook

7. Global Digital Signage Market — Transportation Type Outlook

8. Global Digital Signage Market — By Regional Outlook

9. Competitive Landscape & Company Profile

 

About Us

Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicate research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us:

Ruwin Mendez

Vice President – Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US +1 (415) 830-3727| UK +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/

Follow Us on LinkedIn: www.linkedin.com/company-beta/13281002/

]]>
Exclusive Digital Signage Market Report Analysis - By Key Players, Industry Size, share, Applications and Forecast to 2019-2026 Tue, 23 Jul 2019 21:00:43 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/583372.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/583372.html shaifali shaifali Global Digital Signage Industry report help to understand the market Trends 2019, Growth rate, Revenue, Regions, Application, Opportunity, Analysis, Major Vendors. Report is analyzed the market size, share, demand, supply and basic drivers.

For Sample Report @ https://www.orianresearch.com/request-sample/1002883

Some of the key players operating in this market :-  Onelan, Samsung, LG Electronics, Sharp Middle East, Leyard, NEC Corporation, Sony Corporation, Barco , Panasonic Corporation, AU Optronics Corp.

The Global Digital Signage Market is Growing need for digital advertisement of products from various organizations is major factor driving the market globally. However, requirement of high amount of electricity leading to high maintenance costs is expected to hinder the growth of market during the forecast period.

On the basis of product type, the market is split into:

  • Video Wall
  • Standalone Display

Based on vertical, the market is divided into:

  • Entertainment
  • Banking, Financial Services and Insurance (BFSI)
  • Education
  • Healthcare
  • Others

Global Digital Signage Industry is spread across 121 pages, profiling 10 top companies and supported with tables and figures.

Inquire more before the purchase on this report @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/1002883 

Key Benefits of the Report:

  • Global, regional, country, product type and vertical market size and their forecast from 2014-2025
  • Identification and detailed analysis on key market dynamics, such as, drivers, restraints, opportunities, and challenges influencing growth of the market
  • Detailed analysis on industry outlook with market specific Porter’s Five Forces analysis, PEST analysis, and Value Chain, to better understand the market and build expansion strategies
  • Identification of key market players and comprehensively analyze their market share and core competencies, detailed financial positions, key products, and unique selling points
  • Analysis on key players’ strategic initiatives and competitive developments, such as joint ventures, mergers, and new product launches in the market
  • Expert interviews and their insights on market shift, current and future outlook, and factors impacting vendors’ short term and long term strategies
  • Detailed insights on emerging regions, product type and vertical with qualitative and quantitative information and facts
  • Identification of the key patents filed in the field of digital signage

Target Audience: 

Research Methodology

The market is derived through extensive use of secondary, primary, in-house research followed by expert validation and third party perspective, such as, analyst reports of investment banks.

Order Report @ https://www.orianresearch.com/checkout/1002883

The market estimates and forecasts have been verified through exhaustive primary research with the Key Industry Participants (KIPs), which typically include:

  • Providers
  • Government Body & Associations
  • Research Institutes.

Table of Content:-
1. Executive Summary

2. Methodology and Scope

3. Global Digital Signage Market — Market Overview

4. Global Digital Signage Market — Industry Trends

5. Global Digital Signage Market — Connectivity Outlook

6. Global Digital Signage Market — Hardware Outlook

7. Global Digital Signage Market — Transportation Type Outlook

8. Global Digital Signage Market — By Regional Outlook

9. Competitive Landscape & Company Profile

 

About Us

Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicate research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us:

Ruwin Mendez

Vice President – Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US +1 (415) 830-3727| UK +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/

Follow Us on LinkedIn: www.linkedin.com/company-beta/13281002/

]]>
Button Cell Market 2019 | Current Scenario, Trends and Future Growth Tue, 23 Jul 2019 20:33:07 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/583363.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/583363.html shaifali shaifali Worldwide Button Cell Market is projected at a CAGR during 2019 to 2026. Extensive use in portable devices is driving the button cell market across the world. However, button cells can dry out if not used for a while, thereby hindering the growth of the market.  The latest information, market risks involved, cost structure & several other vital information is included in the report.

For Sample Report @ https://www.orianresearch.com/request-sample/1000915

Some of the key players operating in this market :-  Sony Corporation, , Maxell, Ltd., Panasonic Corporation, Renata SA, VARTA Microbattery GmbH, Seiko Instruments Inc., Toshiba Corporation, Energizer, Duracell Inc., GPB , International Limited

On the basis of electrolyte type, the market is split into:

  • Alkali
  • Organic

Application of the market:

  • Watches
  • Medical Devices (Hearing Aids, Implantable Devices)
  • Pocket Calculators
  • Automotive
  • Others

Target Audience:- 

  • Button Cell Providers
  • Research and Consulting Firms
  • Government and Research Organizations
  • Associations and Industry Bodies

Global Button Cell Industry is spread across 121 pages, profiling 11 top companies and supported with tables and figures.

Inquire more before the purchase on this report @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/1000915

Key Benefits of the Report:

Research Methodology:-

The market is derived through extensive use of secondary, primary, in-house research followed by expert validation and third party perspective, such as, analyst reports of investment banks.

Order Report @ https://www.orianresearch.com/checkout/1000915

The market estimates and forecasts have been verified through exhaustive primary research with the Key Industry Participants (KIPs), which typically include:

  • Providers
  • Government Body & Associations
  • Research Institutes.

Table of Content:-
1 Executive Summary

2 Methodology And Market Scope

3 Button Cell Market — Industry Outlook

4 Button Cell Market Services Outlook

5 Button Cell Market Organization Size Outlook

6 Button Cell Market Regional Outlook

7 Competitive Landscape

End of the Report

Disclaimer

About Us

Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicate research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us:

Ruwin Mendez

Vice President – Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US +1 (415) 830-3727| UK +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/

Follow Us on LinkedIn: www.linkedin.com/company-beta/13281002/

]]>
Cards and Payments Industry Outlook 2019-2026 – Market Insights, dynamics, Revenue and Forecast Tue, 23 Jul 2019 19:49:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/583352.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/583352.html shaifali shaifali Worldwide Cards and Payments Research Report 2019 Growth in e-commerce industry is boosting the growth of cards and payments market grow across the world. Rising penetration of online platforms for numerous products and services has increased the accessibility and availability of market places to consumers. These factors are helping the global cards and payments market grow.

For Sample Report @ https://www.orianresearch.com/request-sample/991450

Key players include: - Visa

Mastercard, PayPal, NPCI RuPay, Amazon Payments, Inc., Apple Inc., Google, PayPoint plc, TransferWise Ltd, Digicash

On the basis of type, the market is split into:

  • Contact
  • Contactless

Based on application, the market is divided into:

  • Entertainment
  • Healthcare
  • Retail
  • Hospitality
  • Transportation
  • Others

Global Cards and Payments Industry is spread across 121 pages, profiling 08 top companies and supported with tables and figures.

Inquire more @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/991450 

Key Benefits of the Report:

  • Global, regional, country, type and application market size and their forecast from 2014-2025
  • Identification and detailed analysis on key market dynamics, such as, drivers, restraints, opportunities, and challenges influencing growth of the market
  • Detailed analysis on industry outlook with market specific Porter’s Five Forces analysis, PEST analysis, and Value Chain, to better understand the market and build expansion strategies
  • Identification of key market players and comprehensively analyze their market share and core competencies, detailed financial positions, key products, and unique selling points
  • Analysis on Key players’ strategic initiatives and competitive developments, such as joint ventures, mergers, and new product launches in the market
  • Expert interviews and their insights on market shift, current and future outlook, and factors impacting vendors’ short term and long term strategies
  • Detailed insights on emerging regions, type and application with qualitative and quantitative information and facts
  • Identification of the key patents filed in the field of Cards and Payments

Target Audience:-

  • Cards and Payments Providers
  • Research and Consulting Firms
  • Government and Research Organizations
  • Associations and Industry Bodies

Research Methodology:-

The market is derived through extensive use of secondary, primary, in-house research followed by expert validation and third party perspective, such as, analyst reports of investment banks.

The market estimates and forecasts have been verified through exhaustive primary research with the Key Industry Participants (KIPs), which typically include:

  • Providers
  • Government Body & Associations
  • Research Institutes.

Order Report @ https://www.orianresearch.com/checkout/991450

Market regions as follows:-

  • North America (United States, Canada)
  • Europe (Germany, UK, France, Rest of Europe)
  • Asia Pacific (China, India, Japan, Rest of Asia Pacific)
  • Latin America (Brazil, Mexico, Rest of Latin America)
  • Middle East & Africa (Saudi Arabia, UAE, South Africa, Middle East & Africa)

Table of Content:-
1. Executive Summary

2. Methodology and Scope

3. Global Cards and Payments Market — Market Overview

4. Global Cards and Payments Market by Type Outlook

5. Global Cards and Payments Market by Application Outlook

6. Global Cards and Payments Regional Outlook

7. Competitive Landscape

About Us

Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicate research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us:

Ruwin Mendez

Vice President – Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US +1 (415) 830-3727| UK +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/

Follow Us on LinkedIn: www.linkedin.com/company-beta/13281002/

]]>
Cards and Payments Industry Outlook 2019-2026 – Market Insights, dynamics, Revenue and Forecast Tue, 23 Jul 2019 19:49:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/583351.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/583351.html shaifali shaifali Worldwide Cards and Payments Research Report 2019 Growth in e-commerce industry is boosting the growth of cards and payments market grow across the world. Rising penetration of online platforms for numerous products and services has increased the accessibility and availability of market places to consumers. These factors are helping the global cards and payments market grow.

For Sample Report @ https://www.orianresearch.com/request-sample/991450

Key players include: - Visa

Mastercard, PayPal, NPCI RuPay, Amazon Payments, Inc., Apple Inc., Google, PayPoint plc, TransferWise Ltd, Digicash

On the basis of type, the market is split into:

  • Contact
  • Contactless

Based on application, the market is divided into:

  • Entertainment
  • Healthcare
  • Retail
  • Hospitality
  • Transportation
  • Others

Global Cards and Payments Industry is spread across 121 pages, profiling 08 top companies and supported with tables and figures.

Inquire more @ https://www.orianresearch.com/enquiry-before-buying/991450 

Key Benefits of the Report:

  • Global, regional, country, type and application market size and their forecast from 2014-2025
  • Identification and detailed analysis on key market dynamics, such as, drivers, restraints, opportunities, and challenges influencing growth of the market
  • Detailed analysis on industry outlook with market specific Porter’s Five Forces analysis, PEST analysis, and Value Chain, to better understand the market and build expansion strategies
  • Identification of key market players and comprehensively analyze their market share and core competencies, detailed financial positions, key products, and unique selling points
  • Analysis on Key players’ strategic initiatives and competitive developments, such as joint ventures, mergers, and new product launches in the market
  • Expert interviews and their insights on market shift, current and future outlook, and factors impacting vendors’ short term and long term strategies
  • Detailed insights on emerging regions, type and application with qualitative and quantitative information and facts
  • Identification of the key patents filed in the field of Cards and Payments

Target Audience:-

  • Cards and Payments Providers
  • Research and Consulting Firms
  • Government and Research Organizations
  • Associations and Industry Bodies

Research Methodology:-

The market is derived through extensive use of secondary, primary, in-house research followed by expert validation and third party perspective, such as, analyst reports of investment banks.

The market estimates and forecasts have been verified through exhaustive primary research with the Key Industry Participants (KIPs), which typically include:

  • Providers
  • Government Body & Associations
  • Research Institutes.

Order Report @ https://www.orianresearch.com/checkout/991450

Market regions as follows:-

  • North America (United States, Canada)
  • Europe (Germany, UK, France, Rest of Europe)
  • Asia Pacific (China, India, Japan, Rest of Asia Pacific)
  • Latin America (Brazil, Mexico, Rest of Latin America)
  • Middle East & Africa (Saudi Arabia, UAE, South Africa, Middle East & Africa)

Table of Content:-
1. Executive Summary

2. Methodology and Scope

3. Global Cards and Payments Market — Market Overview

4. Global Cards and Payments Market by Type Outlook

5. Global Cards and Payments Market by Application Outlook

6. Global Cards and Payments Regional Outlook

7. Competitive Landscape

About Us

Orian Research is one of the most comprehensive collections of market intelligence reports on the World Wide Web. Our reports repository boasts of over 500000+ industry and country research reports from over 100 top publishers. We continuously update our repository so as to provide our clients easy access to the world's most complete and current database of expert insights on global industries, companies, and products. We also specialize in custom research in situations where our syndicate research offerings do not meet the specific requirements of our esteemed clients.

Contact Us:

Ruwin Mendez

Vice President – Global Sales & Partner Relations

Orian Research Consultants

US +1 (415) 830-3727| UK +44 020 8144-71-27

Email: info@orianresearch.com

Website: www.orianresearch.com/

Follow Us on LinkedIn: www.linkedin.com/company-beta/13281002/

]]>
Legno-arredo: FSC Italia Furniture Award premia le eccellenze di sostenibilità ambientale. Iscrizioni entro 31/7 Thu, 18 Jul 2019 17:28:45 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/581751.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/581751.html Ufficio stampa FSC Ufficio stampa FSC

 

Comunicato Stampa

FSC® Italia Furniture Award premia le eccellenze di sostenibilità ambientale nel legno-arredo

 

Iscrizioni fino al 31 luglio. Otto le categorie previste, più due menzioni speciali

 

Padova, 18 luglio 2019. C’è tempo fino al 31 luglio per partecipare alla prima edizione di FSC Italia Forniture Award, il concorso bandito dal Forest Stewardship Council® Italia che mira ad individuare e premiare le imprese italiane che si distinguono maggiormente nella produzione di arredi per interni in legno da fonti sostenibili e certificati FSC.

 

 

Comunicato e foto in allegato. Con invito alla pubblicazione. Grazie

 

 

nuovo logo - mail

Via Bassano del Grappa 54b

36030 Sarcedo (VI)

Cell 348 2202662

info@mariagraziabonollo.it

skype: salbegabonolo

twitter: @mgbonollo

 

 

]]>
FINANZIAMENTO RAPIDO: fatimacecilio07@gmail.com Sun, 07 Jul 2019 09:18:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/577438.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/577438.html fatimacecilio fatimacecilio  

Cercate finanziamenti per rilanciare la vostra attività; per la realizzazione di un progetto, o per comprare un appartamento, ma ahimè la banca chiederà molto troppe condizioni che si riesce a riempire. Non preoccupatevi, I fornisce prestiti che vanno da 5.000€ a 5.000.000€ per tutte le persone responsabili e di buon carattere in grado di onorare gli impegni, contattarmi per ulteriori informazioni.

E-mail: fatimacecilio07@gmail.com 

]]>
FINANZIAMENTO RAPIDO: fatimacecilio07@gmail.com Sun, 07 Jul 2019 08:39:00 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/577435.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/ecologia_e_ambiente/577435.html fatimacecilio fatimacecilio  

Cercate finanziamenti per rilanciare la vostra attività; per la realizzazione di un progetto, o per comprare un appartamento, ma ahimè la banca chiederà molto troppe condizioni che si riesce a riempire. Non preoccupatevi, I fornisce prestiti che vanno da 5.000€ a 5.000.000€ per tutte le persone responsabili e di buon carattere in grado di onorare gli impegni, contattarmi per ulteriori informazioni.

E-mail: fatimacecilio07@gmail.com 

]]>