La seconda vita di “Spelacchio” e l'importanza della certificazione di gestione forestale responsabile e sostenibile

11/gen/2018 16:51:10 FSC Italia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Viene disallestito oggi l'albero di Natale più famoso d'Italia: per lui un viaggio verso la Val di Fiemme dove verrà impiegato per costruire tavoli, panche e una casetta in legno certificato FSC® dotata di poltrona per l'allattamento e fasciatoi, che consentirà alle mamme di custodire i propri bambini.

Padova, 11/01/2018 – L'albero più famoso d'Italia avrà una seconda vita. Oggi infatti a Spelacchio verranno tolti luci e addobbi per far ritorno in Val di Fiemme, dove il suo legno verrà lavorato e trasformato in gadget e in una “Baby little Home”, una casetta che potrà ospitare alcune mamme con i loro piccoli. Il tutto senza alcun costo aggiuntivo. Ciò che è importante sottolineare è il lieto fine della storia natalizia che ha appassionato e conquistato la simpatia di moltissime persone: i prodotti realizzati potranno essere certificati FSC®, il che garantisce che tutta la filiera, dalla materia prima al prodotto finale, è gestita in maniera sostenibile e responsabile.
 
L'importanza della certificazione e di una filiera sostenibile
Con i suoi 19.600 ettari, il patrimonio naturale della Magnifica Comunità di Fiemme è una delle proprietà forestali collettive più estese a livello nazionale ed europeo. Prima realtà italiana e di tutto l’arco alpino a conformarsi agli standard del Forest Stewardship Council
® (1997), all’interno della superficie forestale della Magnifica trovano spazio boschi esclusivamente produttivi e siti con funzionalità multiple (aree ad alto valore di conservazione ed aree naturali): nell’ambito della superficie forestale le specie più frequenti sono l’abete rosso, il larice, il pino silvestre, il pino cembro e, più raramente, l’abete bianco ed il faggio. Grazie alla segheria di proprietà della Comunità, situata a Ziano di Fiemme, il legno prelevato dai boschi viene trasformato e venduto, alimentando una filiera corta e virtuosa di cui beneficia l’intera valle. 
 
Con la certificazione di Gestione Forestale FSC viene garantito che la risorsa boschiva e l'intera filiera del legno siano gestiti in maniera responsabile secondo alti standard ambientali, sociali ed economici, assicurandone la legalità e la sostenibilità.
 
“Ci fa piacere che in più occasioni la Sindaca Raggi e l’Assessora Montanari abbiamo riportato, attraverso interviste e post sui profili social ufficiali, che Spelacchio è certificato secondo gli standard FSC” afferma Diego Florian, Direttore di FSC Italia ”Grazie al nuovo standard FSC di Gestione Forestale per l’Italia, approvato nei mesi scorsi, porteremo con ancora più forza al centro del dibattito nazionale il ruolo della certificazione nella valorizzazione delle foreste e dei prodotti legnosi, come nel caso della seconda vita dell’albero di Natale più famoso d’Italia. Ecco perché sono felice di affermare #iostoconSpelacchio”.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl