Giulia Mondolfi con la collezione "La Joie de Vivre" a Villa dei Vescovi per il FAI

04/mag/2017 12.31.58 damico press Contatta l'autore

L’atelier Alberta Florence, della giovane designer Giulia Mondolfi, tra i protagonisti della prima edizione di “Oltre il Paesaggio”, manifestazione culturale dedicata alla scoperta e alla cura del paesaggio italiano, in programma sabato 6 e domenica 7 maggio a Villa dei Vescovi a Luvigliano di Terraglia (Padova).

L’evento, promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano, prevede un ricco programma di iniziative - conferenze, workshop, degustazioni, passeggiate guidate, concerti, esposizioni di Land Art – e una selezione di realtà rappresentative dell’alto artigianato italiano.

“Sono davvero felice di essere stata selezionata per questa prima edizione di ‘Oltre il Paesaggio’ – dichiara Giulia Mondolfi - Ho partecipato spesso alle giornate FAI di primavera come guida e per la mia formazione di architetto paesaggista mi sento molto vicina ai temi che vengono proposti all’interno di questa due giorni. Sensibilizzare il pubblico alla salvaguardia del paesaggio su cui si basa la speranza del nostro paese lo ritengo fondamentale. Troppo spesso diamo per scontata la bellezza che ci circonda, Dobbiamo riappropriarci della nostra identità storica – conclude Giulia - e questo può avvenire solo attraverso la comprensione di ciò che ci circonda, dell’articolato mosaico che compone i nostri meravigliosi paesaggi”.

Una location perfetta per la nuova capsule collection “La Joie de Vivre” firmata Alberta Florence. Una collezione ispirata alla figura di Francoise Gilot, compagna di Picasso e modella di Matisse, e dedicata a una figura femminile fiera della sua dolcezza, ma al tempo stesso consapevole e coraggiosa.

“Per la nuova collezione – dichiara Giulia Mondolfi – mi sono ispirata alla figura di Francoise Gilot (protagonista del dipinto di Picasso “La Joie de Vivre”). Sono rimasta incantata da Francoise, dalla sua grande forza morale e dalla sua dolcezza. Mi ha colpito il suo coraggio, la sua intraprendenza e la capacità di dominare e vincere anche le paure più profonde. Ho scelto tessuti colorati e pieni di stampe – prosegue Giulia - che richiamassero i paesaggi, le ceramiche, i colori e i profumi di Vallauris, il paesino della Costa Azzurra che ha ospitato Francoise e Picasso negli anni ’50. Questa collezione è un invito ad assaporare i contrasti della vita, la dedico a tutte quelle donne fiere e capaci di inseguire scalze il propio sogno”.

Nelle creazioni della nuova capsule collection di Alberta Florence, tutti pezzi unici confezionati a mano a Firenze, predominano gli abbinamenti contrastati come il fucsia e il verde, e toni definiti come turchese e ocra. Sete leggere, trasparenti ed evanescenti, cotoni lavorati e decorati vanno a comporre una collezione in cui intrecci di rami, foglie, fiori e scene di vita bucolica esaltano una femminilità ostinata e passionale.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl